.

.

domenica 14 luglio 2013

Togliamo la democrazia

Questo variegato mondo del calcio ci ha un po’ tutti abbrutiti, Schelotto in realtà più di tutti, e così non diamo più peso alle miserie, alle bugie che ci vengono raccontate da impuniti e spesso anche imputati, insomma, ci siamo messi la mimetica per non distinguere più niente, accettando, sordi, parole e musica dalla qualità di un pezzo di Povia, altrimenti non si capisce perché uno dovrebbe subire senza reagire frasi del tipo “Alla fine dell’anno gli errori arbitrali si compensano”, che in realtà equivale a dire che tutti nella vita hanno la stessa quantità di ghiaccio, ma omettendo però che il ricco ce l’ha d’estate e il povero d’inverno. Spero, forse ingenuamente, che succeda un po’ quello che succede tra moglie e marito dopo una convivenza tenace, tutti mentono ma non importa tanto nessuno ascolta, altrimenti perché domani andrei con Tommaso a vedere Gomez allo stadio se avessi in testa le parole di Nicchi, non avrebbe senso, e l’esperienza insegna, ho incontrato tanti pezzi di merda ma non ho mai incontrato un pezzo di cioccolata che non mi piacesse. La verità è che non c’è democrazia nel Palazzo, ma solo Palazzi, penalizzazioni e Bergonzi, l’unica cosa rimasta dove ancora esiste la democrazia è il reggiseno e Papete non a caso conosciuta come Poppete, uno strumento che separa la destra dalla sinistra, solleva le masse e attira i popoli, e anche qua il problema sta negli uomini, questa volta quasi tutti e non solo Nicchi o chi per lui, perché l’uomo è più attratto dai regimi totalitari, altro che democrazia, e infatti tende a toglierlo, qualche volta persino a strapparlo. E intanto a Montecatini c’è grande entusiasmo, Ilicic è quasi alla firma ma dovrà aspettare il suo turno, prima Gomez e poi il rinnovo di Ljajic, tutti vogliono firmare tanto che hanno chiamato Pannella dall’alto della sua esperienza con i referendum, ed è arrivata anche la prima amichevole come allo stesso tempo Egazy ha scoperto affinità importanti con Joaquin, da quando cioè lo spagnolo gli ha raccontato di avere un cane chiamato Egitto perché in ogni stanza lascia una piramide. La novità di quest’anno però è lo yoga posturale, adesso bisognerebbe introdurre anche la meditazione per i tifosi in modo da renderli meno ansiosi, mi piacerebbero degli incontri settimanali tenuti da Crepet al Mandela Forum, con un bello striscione all’ingresso che raccontasse a Militello la filosofia degli eventi “Chi soffre per il rinnovo di Ljajic non ha mai avuto i calcoli renali”, mentre dentro, proprio dietro Crepet, uno un po’ più tranquillizzante, di quelli che hanno la funzione di preparare i tifosi a comprendere meglio chi è in famiglia che sceglie i golfini del relatore “La salma è la virtù dei morti”. Ora, di Marotta si è detto di tutto, soprattutto si è offeso tanto e a ragione perché sono anni che ci rompe i coglioni, e io sono stato uno di quelli che ha calcato di più la mano, ma oggi in qualche maniera un po’ me ne pento e lo dico dopo avergli sentito fare una esternazione che mi ha fatto capire che forse certe sue azioni di disturbo sono state solo una reazione alla sofferenza, perché lui in realtà non ha solo il problemino di guardare un cartello stradale alla volta e non anche quello dell’altra corsia, no, lui non ci vede quasi più anche se non lo da a vedere, e questo nel suo lavoro lo destabilizza fino a fargli comprare Anelka, Bendtner e il fratello più grasso di Tevez, in uno scoop della Gozzini è emerso che in famiglia quando nessuno lo vede usa ormai solo il braille, la moglie inconsapevole e un po’distratta gli ha regalato una grattugia per il formaggio, e alla damanda di una Gozzini che ha voluto scavare nella sua sfera famigliare,  domanda su quale fosse l’ultimo regalo della moglie, lui ha risposto “Il peggior libro che ho mai letto”. Un solo consiglio a Pradè anche se dare consigli a lui è veramente roba grossa, frase quest’ultima pronunciata anche dalla fidanzata di Montolivo ma solo quando si spogliavano gli altri, ma siccome io non ho partecipato agli incontri con Crepet, per vendere Vargas gli suggerisco di non lasciarlo troppo solo perché così è in cattiva compagnia.

43 commenti:

  1. O come? Delle foto così belle e nessuno che commenta?
    Aggiungiamo che Ljajic sta per firmare, che Ilicic viene in più, anche se Ljajic rimane, che stiamo facendo uno squadrone, che il futuro ci arride.
    Buona domenica a tutti.

    RispondiElimina
  2. Togliamo la democrazia, i reggipetti e già' che ci siamo anche le mutande! Con foto così si risvegliano istinti primordiali. Grazie Pollock!

    RispondiElimina
  3. E allora diciamo anche che mi sto gustando un magnifico concerto di Sade, che non sarà quello di Nick Cave, ma siccome è da Buonos Aires, Deyna non può nemmeno rompere tanto i coglioni. Buona domenica a tutti.

    RispondiElimina
  4. Quindi dici che se Montolivo si mette la maglia del Boca e va a giocare nella Bombonera diventa un campione, per me? Mm, ho i miei dubbi...

    RispondiElimina
  5. No, però Sade è bella.

    RispondiElimina
  6. stefano vienna14 luglio 2013 11:58

    Quello lungo lungo che ho visto nella sintesi era Zohore? A me sembra buono. Come vice-Gomez, tanto ci sono altre alternative.

    RispondiElimina
  7. Alla fine gli errori arbitrali si compensano? Eh eh eh eh....la maggior parte delle volte creano scompenso, a me pare! Quando un dirigente del Palazzo si espone con dichiarazioni come quella citata, viene da porsi la domanda, POLLOCKONE, "Ma perché l'ago della siringa del condannato a morte deve essere sterilizzata?" (credo che questa frase dia l'idea di come ci abbiano spesso turlupinati dal Palazzo....(quella della prima foto: se avesse anche due belle vene sottopelle ma evidenti sfiorerebbe la perfezione, ma credo non reggerebbe la prova della matita...vedremo, appena la avremo sottomano....eh eh eh eh....non il sottomano di Tony Kukoc o Drazen Petrovic (r.i.p.)....Ragazzi, in due giorni Marotta e Galliani recitano lo stesso versetto "Jovetic non ci interessa...", "Liajic non ci interessa...", ma andavano a scuola insieme, da Mastro Moggi? (DEYNA, la boca della De Pin?)..............

    RispondiElimina
  8. http://www.diggita.it/v.php?id=1215530

    RispondiElimina
  9. Per me quella foto in alto è di quelle che riescono nel miracolo! Bel risveglio, grazie poeta!

    RispondiElimina
  10. Sette milioni l'anno e si presenterà dicendo che ha sempre sognato quella maglia e di essere allenato da Pellegrini. Trentadue milioni che ci permetteranno di completare la squadra del terzo scudo. Un bel centrocampista buono anche in regia, un terzino destro per ampliare le possibilità tattiche e Ilicic. Il centravanti di riserva sarà un giovanotto di belle speranza con contratto lungo. Verratti, vista la fonte e le richieste del Real, sembra una cazzata, certo che però un prestito di un paio d'anni ce lo potrebbero pure fare gli sceicchi. Ormai dai DS mi aspetto qualsiasi cosa.

    RispondiElimina
  11. Foco mi sembrerebbe troppo bello per essere vero. 32 milioni poi non li capisco visto che la clausola è a 30, a meno che non ci sia davvero dietro anche l'United o il Chelsea. Ho paura che siano ancora numeri del lotto. Una cessione a queste cifre vorrebbe dire avere il vento in poppa cioè in accordo alle foto del poeta. Intanto abbiam preso un ragazzino croato bravo fregandolo a Juventus e Inter. Roba ancora da primavera, ma di quelle che promettono di diventare estati da sogno.

    RispondiElimina
  12. https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=92wnUuRwOC8#at=82

    RispondiElimina
  13. 7 Milioni di euro l'anno per Jovetic? Ramadani diventerebbe il miglior venditore del mondo, un novello Raiola. Speriamo che porti quei 30 o più milioni, che occorreranno per un difensore di livello mondiale; speriamo poi che Ramadani non crei proporzione tra stipendio Jovetic e stipendio Liajic....sic!

    RispondiElimina
  14. Mah, sono cifre che rimbalzano dall'Inghilterra. 30 o 32 va bene tutto. Lo dico con un pizzico di rammarico, perché su JoJo ci ho sempre puntato, imputando certi suoi periodi di stanca, alle condizioni disastrate della squadra e del gioco. Salvo poi ricredermi quando lo vedevo perennemente incapace di inserirsi dentro un discorso tattico, quello di quest'anno, che sembrava far rendere al meglio tutti. Stevan a ventiquattro anni è ancora un bel ninnolo che può farti vincere qualche partita in maniera estemporanea e che però può anche rallentare certi meccanismi di gioco. Quest'anno ci dirà se può ancora diventare un campione, ma è meglio che i dubbi se li vada a togliere altrove. A noi servono certezze. Le stesse che non ti permettono di puntare a occhi chiusi su Ljajic, ma prendergli anche alternative solide. Comunque coi trenta circa che arriveranno, io credo che ci sarà ancora qualche botto.

    RispondiElimina
  15. Ahahah hanno preso il busto di Compper, un po' abbronzato!

    RispondiElimina
  16. E' attempata ma ancora bona!

    RispondiElimina
  17. Oggi De Laurentis si lamentava perché nelle trattative non sono in 3 (le società e il giocatore) ma in 4 (pure le mogli), pare sia stata Carina Wanzung a porre il veto su Napoli, avrebbe preferito Firenze per una serie di motivi (chissà quali.....eh eh eh eh eh) e il De Laurentis incassava a culo torto il diniego. Se non riesce a portare un buon attaccante con il pacco di milioni che ha in mano hanno ragione i napoletani, arricchisce la Filmauro con il Napoli.

    RispondiElimina
  18. Sul Corriere dello Sport, editoriale, scrivono che il Napoli "...deve reinvestire i 63 milioni di Cavani...". Deve? Non credo De Laurentiis concordi....infatti ha già scacciato il giornalista del Corriere dello Sport, ieri. Il democratico De Laurentiis.

    RispondiElimina
  19. Dessimo 63 milioni a Pracìa verrebbe fuori una squadra che se la giocherebbe con il Bayern su ogni campo.

    RispondiElimina
  20. Il Napoli dovrà sostituire Cavani, Campagnaro, forse Zuniga, De Sanctis (buono!) ma soprattutto Mazzarri.

    RispondiElimina
  21. Non capisco questa "campagna" di rivalutazione di De Sanctis ora che va via [a meno che tu non sia ironico, ma altri son sicuramente seri], soprattutto visto che a sostituirlo va Julio Cesar. Io, si sa, appoggio Neto, ma puntare per un anno sul portiere della Selecao mandando il giovane in prestito sarebbe stata una gran mossa, per lottare da subito per grossi traguardi, e senza il rischio del bubìo di piazza... ]

    RispondiElimina
  22. Vai a sapere se la juve la volesse più Jovetic o Ramadani, sta di fatto che la trattativa col City la sta conducendo in prima persona il Rama, e se ci porta 30/32 milioni - dopo i 16+Savic+bonus per Nastasic, per un totale che sfiora i 30 - sarà difficile continuare a parlarne come un nemico della Fiorentina. Anche perché sembra che Ljajic firmi il rinnovo. Certo, ogni tanto andrà rimesso al proprio posto, ma continuerei il rapporto di collabortazione, anche perché è in grado di portarci il meglio del calcio slavo.

    RispondiElimina
  23. Fa caldo, soluzioni semplici e pratiche...

    RispondiElimina
  24. DEYNA, dopo il gol preso da Roncaglia...De Santis era Vivianizzato! Le foto sopra suggeriscono il film "La pelle che indosso" di Almodovar, niente male. Il film.

    RispondiElimina
  25. Deyna, ma non c'erano modelle un po' più d'appetito? La prima è così magra che le lastre gliele fanno col carboncino su un fabriano a4.
    Ho fatto un po' di ricerche su questo Marko Dabro che abbiamo preso, pare che sia veramente un predestinato. Ha esordito a 15 anni nella massima serie croata, è sinistro ma segna anche di destro, ben strutturato e ancora deve finire di crescere. Pare veramente un piccolo grande giocatore. Oltretutto Pedullà e Casatiello lo davano sicuri alla Juve " grazie al grande lavoro di Marotta e Paratici" ehehehehehehehahahahahahahaAHAHAHAHAHAHAHAHAHA!

    RispondiElimina
  26. Il Napoli ha chiuso in utile gli ultimi sei bilanci. Anche l'esercizio terminato lo scorso 30 giugno dovrebbe chiudere con il segno positivo, perché la diminuzione di ricavi per la mancata partecipazione alla Coppa dei Campioni è stata controbilanciata dalla plusvalenza ottenuta con la vendita di Lavezzi: quindi, sette bilanci in verde su nove della gestione di De Laurentiis. Lui sì che col calcio ci guadagna! Piú che con i film.

    RispondiElimina
  27. Una gestione virtuosa, per certi versi!

    RispondiElimina
  28. Vabè era per il vestiario, e te stai a guardare le modelle, suvvia...
    Di Dabro ho visto solo roba su youtube, pare forte per l'età, bei movimenti, freddo davanti al portiere, e ne parlano tutti benissimo. Va visto nella crescita come si troverà davanti a difensori più strutturati e veloci, se avrà la "rapidità mentale" per giocare nella Maquina, ma insomma le basi sembrano esserci. Ha 16 anni, ma credo passerà direttamente in Primavera, e magari verrà aggregato spesso alla prima squadra per fargli assimilare la filosofia montelliana. Ecco, forse questo manca ancora, una Primavera a immagine e somiglianza della prima squadra...

    RispondiElimina
  29. Dal punto di vista economico-finanziario, sicuramente sì. Considera che il Napoli ha fatturati molto superiori alla Fiorentina, dunque è molto piú facile tenere i conti in ordine. Solo per darti un'idea, l'anno che han fatto la Coppa dei Campioni hanno avuto un fatturato di circa 151 milioni al netto delle plusvalenze. Il fatturato viola, nell'ultimo anno di Coppa dei Campioni, è stato di 106 milioni e mezzo. Quanto ai conti del Napoli, lamento una mancanza di chiarezza sulle voci che compongono lo stipendio dei tesserati. Si sa che il Napoli impone la cessione dei diritti di immagine, ma nel bilancio tale voce non è evidenziata. Faccio un discorso generale: se ti pago due milioni di stipendio netto, il mio costo lordo è di quattro milioni. Se però ti do un milione e mezzo di stipendio e mezzo milione per la cessione dei tuoi diritti di immagine, tu riceverai sempre due milioni netti, ma io avrò pagato tre milioni e mezzo!

    RispondiElimina
  30. Eheh sì, ma ero ironico, preferisco i "braccini".

    RispondiElimina
  31. Non c'è alcun dubbio che siano meglio i Della Valle! Non c'è confronto, da nessun punto di vista. Ho solo cercato di far parlare anche le cifre per motivare la mia preferenza ahahahahahah senza considerare che a me ADV suscita umana simpatia, mentre ADL assolutamente no.

    RispondiElimina
  32. Quindi con la cessione di Cavani sarà la società messa meglio, in Italia. Possiamo affermarlo? Questo significa più margini di azione sul mercato?

    RispondiElimina
  33. Con la cessione di Cavani, ADL si garantirà l'ottavo bilancio in utile su dieci. La relativa plusvalenza andrà infatti a incidere positivamente sul bilancio primo luglio 2013 - 30 giugno 2014. In piú, il Napoli avrà anche gli incassi della Coppa dei Campioni, dunque un fiume di liquidità è in arrivo. Margini di manovra ne avranno tantissimi, ma anche molta pressione della piazza, che non credo sia contentissima del fatto che ADL si arricchisca con il Napoli. Però, spendere male i soldi che arrivano è un attimo! Ad esempio, io ho molti dubbi sulla riuscita di Benitez: mi sembra troppo pacioccone per l'ambiente partenopeo. Ma queste sono mie impressioni: certamente il Napoli dal punto di vista dei conti è in salute.

    RispondiElimina
  34. Più che altro bisognerà vedere che capacità avrà nell'investire quel fiume di soldi, Damiao è un bel colpo, il portiere idem, a me piace molto anche Callejòn ma la base era solida anche grazie a Mazzarri, concordo con Salvatore, non so quanto Rafa sia adatto a una simile piazza, con l'Inter è stato un disastro magari a Napoli fa bene.

    RispondiElimina
  35. Per capire quanto siano meglio i DV basta pensare cosa è il Napoli, in termini di percentuale di fatturato, per il gruppo ADL (circa il 65% ma lo dico a memoria, magari Salvatore mi dà il numero giusto, è comunque larga maggioranza) e cosa la Fiorentina per il gruppo DV (spiccioli). In altri termini il Napoli per ADL deve essere fonte di guadagno, la Fiorentina per i DV basta che non faccia spendere troppo ed il pareggio di bilancio è il top.

    RispondiElimina
  36. E' un '97, promettentissimo, ma un '97. Ha tutto per diventare un grande, ma di sicuro non lo è adesso. Nei coetanei fa sfracelli, anche troppo, ma i miracoli devi continuare a farli quando gli avversari crescono. Comunque Inter e Juventus gli eran dietro ed è, insieme al coetaneo Halilovic, compagno nell'Under 17 croata, per il quale Deyna stravede, il miglior prospetto croato di quell'età.

    RispondiElimina
  37. http://www.violanews.com/news-viola/indiscrezione-vn-jovetic-e-pizarro-non-convocati-20130714/

    DI Jojo si sapeva da un pezzo, su Pizarro amen, evidentemente la volontà di monetizzare questa stagione prevale sulle ragioni di stato. L'aumento l'avrebbe ricevuto ma non basta, vuole di più. Aspetto l'ufficialità della rottura o del rinnovo, se ci sarà; nel caso rimanga le parole le porta via il vento, giocherà offrendo il solito contributo e in culo alla marchesa, saranno le prestazioni a cancellare il mal di pancia, nel caso contrario, se porta i soldi per la cessione avrà modo di dimostrarsi un piccolo, piccolo uomo. Se crede di avere un Borja o un'Aquilani accanto, ovunque andrà, toppa di brutto; in Inghilterra si gioca un calcio nettamente più fisico che qui in Italia, più tecnico, e lui fisicamente non ha più banane per confrontarsi in simili campionati. In Russia non commento neppure. Stava per tornarsene in Cile, non in Spagna, se non lo capisce peggio per lui. Prenderà 4 o 500 mila euro in più di quanto gli avrebbero dato qui a Firenze, ne valeva la pena per far panca ?! Non avrebbe cambiato procuratore a quell'età se non avesse voluto strappare l'ultimo ingaggio decente. Piccolo uomo. Di certo se arriva Verratti ci rinforziamo, quindi, ciao ciao Pek.

    RispondiElimina
  38. C'erano anche le bocche da fuoco inglesi e spagnole dietro questo giocatore non cincirinella, probabile sia un crack se conferma quanto fatto finora.

    RispondiElimina
  39. Halilovic l'ho visto in uno dei famosi dvd che mi manda il mio amico e in qualche streaming, è un talento fantastico, se non accusa troppo l'impatto fisico tra i grandi si imporrà ai massimi livelli. Non ho controllato, ma ho letto da qualche parte che se lo son preso gli Spurs per 20 milioni, cifra che mi pare un azzardo notevole anche per un potenziale fuoriclasse del genere...

    RispondiElimina
  40. Calma, Verratti [che non credo venga, e 20 milioni sarebbero follia] ha un potenziale immenso, ma nell'immediato non ci guadagniamo certo, Pizarro è ancora molto più forte.

    RispondiElimina
  41. Basterà che Pradè porti con se due o tre filmati nei quali il Pek baciava il giglio sulla maglia..."Ciccio, allora? Santisteben o stai bene?".

    RispondiElimina
  42. Sembra si sia pagato 1 milione che per un ragazzino di 16 anni può non essere nemmeno poco, ma è ancora ragionevole. Halilovic che è un anno più vecchio ('96) ha già fatto un mezzo campionato in prima squadra e debuttato in nazionale ed in Champions, quindi è più di un passo avanti, però 20 milioni mi sembran tanti anche per lui. Certo è che Dabro aveva già mezzo mondo dietro anche lui, ma Macìa è Macìa e a lui non si portan via, credo abbia giocato bene d'anticipo perchè tra poco poteva essere tardi. Quando un giovane così lo fanno un po' giocare in prima squadra (e lui ha già fatto una partita) e regge bene l'impatto il valore va alle stelle e non ci tocca più.

    RispondiElimina
  43. Eppure qualcosa che non torna c'è:

    solo concime o altro ?! eh eh eh eh eh

    RispondiElimina