.

.

giovedì 4 luglio 2013

Il grande interrogativo

E’ un pensiero fisso come quello di Patty Pravo, che ormai ci accompagna fedele come un cane per ciechi, la nostra mente è sempre lì e questa volta la passera non c’entra niente, se non sullo sfondo della trattativa Gomez per via di qualche foto della sua fidanzata, siamo a pensare alla squadra che sarà, in maniera ossessiva ma un’ossessione di piacere che va oltre le foto di Carina Wanzung la cui mamma evidentemente faceva l’indovina altrimenti non si spiega come abbia fatto a centrare così bene il nome. E ci andiamo a letto, non con la Wanzung ma con quel pensiero che innesca la prima fase Rem a tinte tricolori che si ricordi dai tempi di Edmundo e Batistuta, tanto che in molti ci risvegliamo dopo aver sostituito il canto del gallo o il Gallo Nero con la musichetta Champion, e mentre succede tutto questo loro intanto tornano, si, a volte tornano avanzando verso il Ponte alla Vittoria come tre zombie. E’ gente grassa che si presenterà a Moena per andare a pesare sui bilanci invece che sulle bilance del centro sportivo. Tornano a intasare le condotte del virtuosismo di Pradè come se invece di tre fossero sporchi trigliceridi, perché non sarà facile smaltirli, disfarsi di Vargas, Oliveira e Cassani e del fardello che si portano dietro, un bagaglio a mano che tra ammortamento e ingaggio pesa troppo e non può salire a bordo di una Fiorentina così bella e ambiziosa. Per questo motivo si dice che Montella, come aveva già fatto per Ljajic lo scorso anno, a Moena presenterà un piano di rilancio. Intanto quelli con le parrucche e i nasi finti hanno sperato subito che fosse almeno l’ultimo piano perché in Trentino le costruzioni sono basse e quindi più in alto si va e più diminuiscono le possibilità che il rilanciato di sotto non sopravviva, e già che ci sono vorrebbero cogliere l’occasione per rilanciare nel vuoto anche la contestazione nei confronti dei Della Valle. Trapela da fonti vicine a Montella che a Moena il Mister presenterà il nuovo Vargas, nuovo il taglio di capelli, nuova la silhouette, nuova la testa, nuovo l’alito, nuovi anche i valori delle transaminasi. Sarà Mario Gomez.. Non sempre però l’aumento dei costi è un dato così negativo, mi viene mente per esempio che da quando c’è stato il forte aumento della benzina ci sono stati anche molti meno barboni bruciati dai naziskin, e chi invece non ha problemi di rincari della benzina perché è benestante, nelle giornate di caldo torrido dove la colonnina di mercurio raggiunge livelli record, con quell’afa tipica che ristagna qua da noi  in “buca”, per rinfrescarsi appunto, i più fortunati che se lo possono permettere si danno fuoco. Comunque un grazie a Pradè e Macia che ci stanno facendo sognare, portare in Italia Mario Gomez è un’operazione fantastica, capace solo ai più grandi, che poi fa il paio con l’operazione Pepito Rossi sempre troppo sottovalutata. E’ tanto l’entusiasmo che circonda la Fiorentina, anche se allo stesso tempo il silenzio del duo di mercato alimenta interrogativi, un lavoro sottotraccia che scombussola quel certo giornalismo nostrano abituato ad associare a quel tipo di lavoro solo la posa della forassite e non certo trattative nascoste. Interrogativi che a me invece ricordano non senza il magone, che non è il babbo corpulento di Carina nel caso fosse stato lui a decidere il nome della figlia, ma il nodo in gola che mi viene quando penso a mia nonna di San Frediano detta anche “Padre Roncalli” perché molto religiosa e per via dei calli dovuti al tanto camminare, lei insomma che prima di cominciare a fare moto aveva un grande interrogativo che la consumava e non era quello sul rinnovo di Ljajic, alla Misericordia di via Sant’Agostino dove andava a giocare a briscola si macerava sostenendo che un gatto cade sempre sulle zampe mentre una fetta di pane cade per terra sempre dalla parte imburrata, ecco, quello che si chiedeva e che oggi per me rimane un grande rammarico per non averle saputo dare una risposta, è che cosa succede se un gatto cade con una fetta di pane legata sulla schiena con il burro rivolto verso l’alto?

133 commenti:

  1. Poeta, ci resterà male Felipe... nemmeno menzionato ahahahahahah

    RispondiElimina
  2. Cassani potrebbe ancora essere utile, in caso di difesa a 4, al Palermo giocava bene, è da quando l'abbiamo comprato noi che fa fatica e non si capisce perché; comunque trovargli una squadra tipo Torino o Parma non mi sembra difficile, se non lo vogliamo tenere. Olivera da qualche parte si piazza, come giocatore in fondo non è male e in una squadra di medio-bassa classifica ci può benissimo stare. Felipe al Siena non ha fatto poi così male, il problema è che ha un ingaggio sproporzionato rispetto al suo valore, se accetta di abbassarsi lo stipendio allungando però il contratto di qualche anno, potrebbe trovare una squadra. Vargas invece (e ti fa incazzare, perché di suo sarebbe un campione da top club europeo) ormai sembra irrecuperabile, speriamo che qualche squadra argentina veramente lo voglia.

    RispondiElimina
  3. Pradè, da scaltro qual'è ha raffreddato facili entusiasmi sull'arrivo di Gomez, anche questi passi sono importanti per il proseguo della trattativa, serve pazienza, speriamo che ce l'abbia anche Super Mario. La mia previsione crolla brutalmente, per penitenza mi sbatterò un pollo di gomma in testa cantando motivetti per bambini anni '70. Pek verso la riconferma, peccato per la dichiarazione a bischero del procuratore ma lui non ha aperto bocca, lo farà il giorno del ritiro e sono sicuro che saprà ricucire, poi quello che conta è il campo e per un altro anno ci serve come il pane. Rimane, pare anche Mati Fernandez, si vede che la dirigenza ha visto quello che è stato visto da parecchi qui sul blog, il giocatore vale, parecchio, quest'anno non ce l'ha fatto vedere, magari il prossimo si vedrà. Al ritiro saranno aggregati alcuni giovani "quasi" fatti, vedremo chi rimarrà in rosa, vedremo chi giocherà quest'anno, se tutti, uno o nessuno. Zohore, fisicamente, è un titano, un monolite che può tenere botta tranquillamente in tutti i campi di serie A, resta da capire se è tatticamente pronto per cambiare classe e studiare lezioni più dure, la tecnica è buona, non penso manchi molto al ragazzo. Su Lezzerini, Capezzi e Bernardeschi ci sono occhi puntati dalla B da un pezzo ormai, ma li conosco poco per esprimere giudizi, in primavera erano sempre fra i migliori. Sullo sfoltimento della rosa i casi più spinosi sono Felipe, ingaggio faraonico per quello che è stato il rendimento, perché decurtarselo per fare un favore a noi ?! E quando lo riprende un simile stipendio! Su Vargas è inutile ripetersi, è stato aspettato in ogni dove, non ha più ripreso la rotta, si è precipitato in un oblio calcistico di cui nessuno ha responsabilità, è ai margini del calcio che conta e ci si è messo lui da solo, e non ci ritornerà più a meno che, nonostante l'alcool, il fisico non gli permetta una carriera fino a quarant'anni e metta giudizio ai trentanove.

    RispondiElimina
  4. Ha ragione Deyna, siamo in stallo, speriamo di uscirne presto perchè questa campagna acquisti non sta decollando. Va aggiunto che l'anno scorso niente si mosse prima di agosto, dunque è possibile che anche quest'anno i maggiori movimenti avvengano quando i giocatori sono già in raduno. Rammento che al raduno dello scorso anno c'erano giocatori come Berhami se non erro che poi erano destinati a non far parte della squadra. In queste condizioni ogni ragionamento si avvita su se stesso.

    RispondiElimina
  5. Pradé non poteva dir altro, anzi penso si sia già molto sbilanciato dicendo che Gomez interessa.

    RispondiElimina
  6. E' la conferma che hanno in pugno la volontà del giocatore, ergo, di un accordo trovato. Considerato come scipparono il passaggio del turno a Monaco fa bene Pradè a richiedere una cifra onesta. Il Bayern, per quanto ricco, un giocatore che si è già promesso ad un'altra squadra non conviene trattenerlo, l'accordo verrà trovato, intanto Mario si allena coi crucchi, meglio, sarà tirato a lucido per l'inizio della stagione. Se lo prendono fanno 30 mila abbonamenti, lo sanno, e son vaini che fanno comodo.

    RispondiElimina
  7. Non so quanto il messaggio di Pradè contribuisca a generare ottimismo. Io lo leggo come una fotografia dello stallo di cui parlava Deyna. Quanto al fatto che si debba offrire al Bayern una cifra comprensiva dello sgarbo in Champions mi pare assurdo anche pensarlo. Diciamo la verità: se il criterio fosse favorire le società amiche e punire le nemiche in Italia non si farebbero affari con nessuna società. Il Milan ci ha tolto la Champions, con l'Inter non si tratta, la Juve non ne parliamo, la Roma ci mandò in B ecc. ecc.

    RispondiElimina
  8. Saluti a Salvatore, grande amico di sempre. Per quanto riguarda Gomez alle condizioni del Bayern è meglio lasciarlo dov'è, sono certo che comunque il duo Pracia ha in canna il colpo di riserva. In tal caso, comunque, è meglio rinnovare con Ljajic, ed in assenza di una punta che assicuri almeno 20 goal, forse anche Jovetic. Non capisco proprio tutta questa frenesia di cambiare perché con i giocatori che abbiamo, in quanto a valore, siamo in netta posizione di vantaggio rispetto a tutte le avversarie tranne la Juve e, forse, il Napoli. Insomma per Gomez si possono fare dei sacrifici (non stile Maya però) per altri più 'umani' meglio conservare le nostre cartucce per altre occasioni. Ricordiamo che i rapporti di forza contano anche a livello economico e devono essere mantenuti.

    RispondiElimina
  9. Lo stallo lo percepiamo noi perchè è da un mese che ci hanno fatto fare la bocca a Gomez, facendo passare in sordina l'inserimento di tutti quelli presi da gennaio e di Joaquin, quindi direi che in stallo c'è solo Gomez e non il nostro mercato in generale. Magari non sono circolati molti liquidi, ma se la mettiamo così va detto che il valzer ancora non si è scatenato neanche a livello europeo. Che i colpi si concentreranno soprattutto in agosto non mi pare una novità ormai, solo che, se l'anno scorso c'era da rifondare la squadra da capo, quest'anno necessitiamo solo di 1-2 colpi da novanta che ci proiettino in un'altra dimensione, in alternativa restiamo comunque più forti dell'anno scorso. Non so quanto sia ancora percorribile la pista che porta a Gomez, però ricordo che una frase come "ci piace ma costa troppo", l'anno scorso, Pradè la disse anche nei riguardi di Giuseppe Rossi.

    RispondiElimina
  10. http://www.violanews.com/news-viola/non-rientra-nei-parametri-e-arriva-pepito-20130704/

    RispondiElimina
  11. Sono in trattativa col Bayern e, per ora, se si sentono sicuri con il giocatore e con la concorrenza (che credo non ci sia), stanno giustamente bassi e fanno finta di cercare (o magari cercano) alternative. D'altra parte vediamo le cose nei panni del Bayern. Ha un giocatore che gli costa un botto e che non rientra nei piani dell'allenatore oltre a non volerci più stare per dissapori precedenti. Che lo debba vendere è ovvio, che cerchi di venderlo al massimo anche, ma che rischi di tenerselo è difficile. E' un po' la situazione nostra con Jovetic, l'unica differenza, fondamentale, è che col Bayern c'è trattativa perchè le due società si son comportate seriamente ed hanno buoni rapporti, con la Juventus siamo nel campo del banditismo sportivo e non c'è mai stata trattativa.

    RispondiElimina
  12. Ah, addirittura le dichiarazioni su Rossi risalgono a dicembre, Anto, io ero un po' confuso e me le ricordavo dell'estate scorsa, figuriamoci!

    RispondiElimina
  13. Leo, credo che Ovrebo c'entri poco, Pradè sta facendo il suo mestiere e cercando di pagare il lesso meno possibile e basta. Come ho scritto sopra sa che Gomez vuole venire e sa che alternative, per ora, il Bayern ne ha poche e che deve venderlo. Sono a tirare sul prezzo. Se non esagerano fanno bene.

    RispondiElimina
  14. Non ci piove Patriarca, spero solo che lo paghino il giusto senza tirare troppo la corda, se viene Gomez sarò incollato ogni turno alla televisione, ogni maledetta Domenica. (O. Stone)

    RispondiElimina
  15. Perché Leo, se un viene Gomez no? Io ho consumato gli streaming anche con Pazzini, figurati te!

    RispondiElimina
  16. Ottimo Vita e direi di non sottovalutare Joaquin (un po' come il gran pezzo nelle portate al ristorante) Alonso e IakovenTo ® più Munua Ambrosini e quello che verrà. Non ci siamo certo indeboliti, a seguito di cessioni ci saranno innesti funzionali alla maquina. Intanto hanno fatto presentare le maglie a Compper, grande innesto di Gennaio, non abbiamo ancora visto Rossi che se torna quel giocatore che conosco non c'è n'è per nessuno in quel ruolo. Dormo sonni tranquillissimi e sarei già felice così. Come ricorda giustamente anche Attila, abbiamo un bel patrimonio giocatori, non siamo con l'acqua alla gola. Serve pazienza. Io ce l'ho.

    RispondiElimina
  17. Deyna ho risposto prima di leggere il tuo commento, ovvio che concordo con te, sta nascendo una Fiorentina meravigliosa, con Gomez mi metto ad urlare alle 3 di notte per una settimana filata, non pongo limiti, per lo scudo siamo indietro, per tutto quanto il resto c'è Mastercard! eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  18. Per fortuna posso aggiungerlo ?! eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  19. Lo stallo c'è, ma credo siamo in surplace in posizione di forza e vantaggio. L'unica cosa che mi preoccupa di questa estate è la possibile partenza di Ljajic, ma rimango moderatamente ottimista. Pizarro già mi fa tirare un bel sospiro di sollievo. Ovvia, c'è bisogno di ottimismo [ma se intanto annunciano Gomez male un fa]!

    RispondiElimina
  20. http://www.violanews.com/esclusive/canovi-a-vn-gomez-va-preso-subito-20130704/

    Può avere ragione o torto. Per me ha ragione e non escludo una partenza di entrambi ma lo stato attuale delle cose certifica quello che dice.

    RispondiElimina
  21. Possibile interesse di Guardiola per Ljajic? Speravo gli interessasse Jovetic, a dire il vero. Intanto pare che giocheremo anche coi pantaloncini neri su maglia viola, bellissimo ritorno al passato!

    RispondiElimina
  22. Deyna, se Ljajic porterà un bello sconto per Gomez ben venga, e non perché Ljajic non diventerà un gran giocatore ma perché in questo momento è funzionale ai nostri interessi. Non c'è da mordersi le mani se esploderà altrove, sempre che interessi veramente al Bayern (e ci andrei cauto), ma a noi un'attaccante del genere rappresenta una priorità in questo momento. Gomez farà 28 anni a giorni, ha 4-5 anni ad altissimo livello nel carniere, inutile dire che è un'operazione da accogliere con positività, fermo restando che non saremo più alla gogna per dover cedere JoJo che ha un contratto fino al 2016 e che dovrà spendere parecchio per convincere altri acquirenti in futuro se vuole davvero andarsene. Peccato che fra procuratori e ingerenze di altri club questi giovinotti spendano parole inopportune quando sarebbe meglio tacere e aspettare l'ufficialità, ma son ragazzi, cresceranno.

    RispondiElimina
  23. Mi auguro di sbagliare ma lo scambio Gomez Ljajic è tutto a vantaggio del Bayern. L'interesse di Guardiola è ufficiale visto che ha dichiarato in conferenza stampa che Ljajic gli piace.

    RispondiElimina
  24. Penso che dovremmo aspettare il responso del campo Lud, senza spenzolarsi in previsioni né per un verso né per l'altro. Gomez è giocatore fatto, Ljajic lo diventerà. In questo momento fra avere un Ljajic o un Gomez in squadra preferisco il secondo, e lo preferisco a prescindere di quello che farà Ljajic in futuro. La botte piena e la moglie ubriaca siamo lungi dal potercelo permettere, per l'organico che abbiamo ed il tipo di gioco che si è visto l'anno passato avere un Gomez ti garantisce parecchi punti in più, avere un Ljajic non so. Gomez significa un rendimento costante e un apporto in termini di goal che il serbo non garantisce e a noi serve quello. Ljajic magari diventerà un grande trequartista, un'ottima seconda punta ma ancora sarà soggetto ad alti e bassi che l'età gli impone. Non ci penserei un secondo nel metterlo dentro la trattativa, sempre che il Bayern sia interessato (e ripeto, ci andrei cauto con le dichiarazioni d'ordinanza).

    RispondiElimina
  25. Stiamo ancora discorrendo sul nulla, solo vaghe ipotesi, però facciamolo pure...Claro che Gomez è un giocatore più pronto di Ljajic [già decisivo e desequilibrante comunque in serie A], ma non mi sembra da progetto vincente prendere un gran centravanti per dar via chi crea superiorità numerica e assist, oltre a concludere a sua volta. Chi lo rifornisce, tra l'altro, Gomez? Rossi non è un assist man, Cuadrado dovrebbe cambiare parecchio il suo gioco, ecc. Dare via Jovetic mi sta benissimo, perdere anche Ljajic no, perché significa dar via ogni anno i giovani migliori [Nastasic, Jovetic e Ljajic], e rivoluzionare sempre la base della Maquina. Mi pareva di aver capito che il "Patto dei due anni" prevedesse la permanenza dei migliori a Firenze per due stagioni, allo scopo di consolidare gioco e meccanismi, per provare a vincere. Per quanto sia forte Gomez, non gioca da solo, e Rossi è tutt'altro che una garanzia. Se il problema di Ljajic è lo stipendio, che taglino o/e non acquistino i brodi [Ambrosini ormai finito, o forse mai stato, per una 15ina di partite l'anno si ciuccia 800, roba da matti].

    RispondiElimina
  26. O Deyna, ma allor tu se' più duro di LZ! e te l'ho belle spiegato almeno tre volte che un c'entra un cazzo lo stipendio d'Ambrosini per il quale tu stai pigliando un attacco di montolivite. Un possan dare 2 milioni o 2,5 milioni a Ljajic perchè gli sballa tutti i parametri degli ingaggi, cosa che non fa lo stipendio di Ambrosini che è più basso di quello di Migliaccio. Più di uno a que' livelli di stipendio non ne tengono, se viene Gomez va via Jovetic e per quello, non per altro, e non ci può andare Ljajic, almeno non per ora. Se va via Ljajic e comprano Ilicic.

    RispondiElimina
  27. Deyna, purtroppo continui a far confusione su quello che vorresti, legittimo, con quello che è. 1) Da un punto di vista tecnico: quest'anno la Fiorentina ha eguagliato, o migliorato, la terza prestazione di sempre come goal segnati, ergo, avere un terminale di spessore ti cambia la vita. Jovetic 13 reti ed è mancato parecchio, Ljajic 11 di cui 3 con il Pescara all'ultima. Hanno segnato in molti ma l'assenza di un bomber ha pesato e parecchio sul piazzamento finale, al pari, quasi, del portiere. Tutto questo a prescindere da Jovetic, abile all'andata, e Ljajic, abile al ritorno. 2) Ti sei messo in testa che la cessione di Ljajic passi dal non voler riconoscere un'aumento al serbo che 2bis) non si sa quanto ha chiesto 2tris) non si sa se vuole rinnovare e andare in scadenza di contratto per monetizzare al massimo la proprietà del cartellino. E' inutile parlare di progetti tecnici, di giovani che vanno via, d'influenza sul gioco quando arrivi alle porte coi sassi. L'anno passato non potevi rinnovare ad un giovane che non aveva dimostrato NIENTE in 3 anni e che veniva da un'episodio increscioso che l'ha visto fare il giro del mondo, non era possibile sottoporre un rinnovo, è roba da internamento immediato. Ci hanno parlato, l'hanno responsabilizzato e lui ha risposto sul campo positivamente ma se pensa che questa risposta lo ponga in una posizione di ricatto verso una società che l'ha atteso e valorizzato ha sbagliato campanello. Se rinnova e c'è un accordo ben, altrimenti arrivederci e grazie. Non hanno colpa Pracìa, non l'hanno i DV e se andrà, irriconoscente (e chi se ne frega) e per niente maturato (evidentemente) da un'altra parte, ma se ne andrà un giocatore che non ha raggiunto la statura di uomo, di serio professionista, un altro mezzo Cassano a giro per il mondo con alti e bassi che lo porranno sotto i riflettori o al margine del calcio che conta, gli consentiranno una mezza carriera alla Diego o D'Alessandro, li li per consacrarsi o per venir inghiottiti nel limbo del semi anonimato o giocatori affermati. Gomez è tutt'altra pasta, ad oggi, neanche accostabile, per statura di player, di professionista, di atleta, di comportamenti, di tutto. E' più vecchio, ma una garanzia, l'altro più giovane ma ancora in divenire, o bene bene o male male. Ma tutte queste valutazioni contano un bel niente, se Ljajic vuole Firenze un accordo si trova, se tergiversa, prende tempo o tiene i piedi su due staffe è ancora un ragazzino, in mano al suo procuratore, né carne né pesce, che monetizzerà una mezza stagione e vedremo chi ci avrà rimesso in futuro. Di certo, se non ha voglia di rinnovare il problema non sono le cifre di cui non conosciamo l'entità né se gli sono state accordate, o di quanto è la contro offerta, ma, lo ripeto, se lui ha voglia di firmare.

    RispondiElimina
  28. Beh, si sta tanto a criticare gli errori di Corvino, ma il non aver fatto rinnovare Ljajic a una cifra necessariamente bassa - visto il suo momento di crisi dell'epoca - è stata una minchiata epocale, direi. Per la gran parte del lavoro Pradè è stato ottimo, ma questo se Ljajic va via si rivelerà un errore tragico. Alla gratitudine credo poi fino a un certo punto, almeno se uno mantiene un comportamento chiaro e corretto: evidentemente nel ritiro estivo 2012 Montella valutò Ljajic utile alla Fiorentina, e con un gran potenziale, non è che lo hanno confermato per fare un favore al ragazzo...che infatti ha ripagato la fiducia. Se chiede una cifra in linea col suo rendimento - quanti ce ne sono stati migliori di lui in A, nel suo ruolo? - mi pare faccia il suo. Ancora più negativo sarebbe il segnale che la Fiorentina darebbe: rampa di lancio per giovani, che appena esplodono vanno altrove.

    RispondiElimina
  29. Ma come puoi sottoporre un rinnovo ad uno che non ha dato niente per un triennio e che porta all'esasperazione un allenatore ?! Gli rifai un contratto nella speranza che ti offra una stagione come questa e magari gli dai qualche spicciolo in più ?! Via siamo seri Deyna. Se considerano possibile una cessione mi fido del duo e del mister che avvalla l'operazione più di sensazioni che portano a giudicare fenomeno un giocatore che ancora deve dimostrare di saper ripetersi per un'altra mezza stagione. Eppoi, te lo riscrivo, se anche diventasse quello che credi il problema non è dargli 1,3-1,5 o 1,7 ma il fatto che lui voglia firmare o meno. Se s'impunta si brucia un'altra stagione, quindi se viene ceduto a 10 (faccio un'ipotesi) non è che dobbiamo farcene una ragione perché si capitalizza al massimo quello che si può prendere oggi.

    RispondiElimina
  30. Ma piuttosto che tenere un rottame come Ambrosini che mi puppa 800 e Pasqual che ne prende minimo 1100, ci metto due primavera a fare le riserve, e mi tengo Ljajic a 1700/2000, se è quello che vuole! E' inconcepibile che due giocatori titolari come Pizarro e Ljajic, tra i quattro migliori della stagione, prendano meno di Ambrosini e Pasqual!

    RispondiElimina
  31. Ma che voglia firmare o meno, a prescindere dalla richiesta o dall'offerta ti ha sfiorato come pensiero ?!

    RispondiElimina
  32. Il rinnovo a quei tempi glielo sottoponevi, e lo accettava, per due molliche di pane. Era comunque un giovane di talento, anche non avesse reso, su cui qualcuno avrebbe comunque scommesso, non ci avresti perso nulla. Son loro poi che devono valutare il potenziale...Se s'impunta è perché c'è stato questo errore all'origine. Se la politica della Fiorentina diventa quella di vendere ogni anno i giovani migliori, non si va da nessuna parte, Gomez o non Gomez.

    RispondiElimina
  33. Molto deboli gli argomenti di Leo: vista la giovane età Ljajic è in realtà uno dei giocatori giovani con maggior numero di presenze in A. Fino ad ora non aveva avuto un rendimento costante, ma per un giovane della sua età è normale. Non mi pare regga il paragone con Cassano perchè Ljajic non si è reso protagonista di eccessi o capricci che rammentino Fantantonio. Ed anche nell'episodio che l'ha contrapposto a Delio Rossi la cassanata è se mai del tecnico e non del giocatore. Infine conta la capacità di un club di prevedere e proiettarsi in avanti, senza la quale non si fa calcio ad alto livello in una società come la Fiorentina. La stima di Guardiola è d'altronde un viatico più che valido delle potenzialità del giocatore.

    RispondiElimina
  34. Deyna hai la memoria piuttosto labile. A giugno il 90% di Firenze l'avrebbe rimandato in Serbia a calci in culo e questi erano appena arrivati, Montella idem. Pensare ad un prolungamento quando la tentazione era di interrompere tutto o cederne almeno la metà avrebbe potuto essere anche un colpo di genio ma ci voleva lo strologo di Brozzi. Caso mai poteva esser fatto a gennaio, quando soprattutto Montella, un'idea doveva essersela fatta e probabilmente con un ritocchino si sarebbe anche convinto il persiano, ancora non c'era stata nessuna "esplosione", anzi, un goal e presenze non continuative per tutto il girone d'andata non potevano signifcare grosse pretese. Non so quanto il persiano fosse disponibile al discorso, non so se sia stato intavolato, si parla sul nulla insomma. Ora siamo alle porte con i sassi, o rinnova a cifre umane o si accomoda e c'è poco da piangere, è così.

    RispondiElimina
  35. Un rinnovo ad uno che non ha dimostrato niente e che ti pianta un casino in mondovisione non mi pare un bel segnale né all'interno né all'esterno, quanto al potenziale se devo aspettare 3 anni e mezzo qualunque giovane che pago 6 milioni di euro che vada ramengo anche quella filosofia, a quando un giovane, serio e corretto nel giro di un paio d'anni, visto l'esborso ?! Potenziale, di quale potenziale si cianci non si sa, l'ha tenuto nascosto alla grande per tre anni, mica sei mesi.....

    RispondiElimina
  36. Hai preso decisamente la zallerite, non leggi. Il problema non è toglere dal monte salari quel milione, milione e mezzo di aumento che vuole (sembra volere) Ljajic, ma il fatto che, se glielo dai, il monte salari ti cresce per gli aumenti indotti di parecchi degli altri. O pensi di poter dare 1,3 a B.Valero, 1,5 ad Aquilani, 0,7 a Pizarro, Roncaglia, Gonzalo etc....?

    RispondiElimina
  37. Il maggior numero di presenze in A l'ha rimpinguato la passata stagione Lud, le statistiche vanno prese in modo oggettivo non seguendo fregole del momento. Quanto al rendimento, fino all'anno passato non c'era stato nessun numero obbiettivo che ne consigliasse un maggior utilizzo o che facesse intravedere qualità messianiche come state spacciando dopo 6 mesi ad alto livello. Sui capricci sorvolo, nutellino è un soprannome che non ha mai negato lui stesso, sulla provocazione a Delio (ingiustificabile la sua reazione) nessun calciatore, a mia memoria, era giunto a tanto, nemmeno Cassano quando perculeggiava Capello a Madrid. Chioso, un club non ha la sfera di cristallo né si fida degli astrologi, se un giocatore in tre anni alterna tanti bassi e qualche acuto sparuto ne prende atto e lo tratta come tale, a quanto successo, la chiacchierata a Moena era già un bel segnale di fiducia, l'ultimo, lui ne ha fatto un'arma da utilizzare impropriamente oggi, complice anche il suo procuratore, e bene fanno a cautelarsi in vista di una perdita a zero euro il prossimo anno. Non vi entra in testa che se questo non vuol rinnovare prendendo tempo quest'altri devono cederlo. Così è se vi pare ed è logico che così sia. Bisogna farsene una ragione, errori da parte della società non ce ne sono, da parte del giocatore e del suo entourage si ma non è un problema della Fiorentina.

    RispondiElimina
  38. Non mi interessa nulla del 90% degli "Io sto con Delio", poveri coglioni che avrebbero rimandato Ljajic in Serbia a calci in culo, e non vorrei si confondessero le responsabilità nella figuraccia internazionale in mondovisione. Ljajic, sostituito idiotamente dopo 30', ha reagito male ma come fanno decine di altri giocatori, non ultimo Cerci con Sinisa, e sarebbe passato pressoché inosservato, se un fuori di testa non si fosse lanciato in una scena isterica mai vista sui campi da calcio. Ricordo chi da subito si schierò apertamente col giocatore, tra cui "io sto con Adem" Lele, il Chiari, e gli altri, me compreso ovviamente. Il potenziale era enorme, e l'aveva già mostrato a sprazzi nella Serbia e anche a Firenze, ricordo ad esempio la fantastica azione personale che a Roma ci dette la vittoria decisiva, col gol di Lazzari. L'errore di non rinnovargli il contratto è stato fatto, prima in estate e poi a gennaio, sì. Quando Corvino faceva una cazzata eran mesi di critiche, se la fa Pradè "c'è poco da piangere, è così". Massima stima - anche se il lato tecnico mi auguro sia saldamente in mano a Macìa - ma non mi pare un metro obiettivo...

    RispondiElimina
  39. Voi con gli sprazzi rinnovereste a giocatori che hanno potenziale sulla carta, chi fa questo lavoro da trent'anni no, rinnova a chi lascia gli sprazzi a casa. Mi fido di chi fa questo lavoro da trent'anni rimanendo immutata la stima che ho per voi.

    RispondiElimina
  40. Ljajic ha 87 presenze in serie A pur essendo del 1990, sono numeri che pochi possono eguagliare, forse solo Balotelli, che se non mi sbaglio alla sua età ne aveva accumulate 99.

    RispondiElimina
  41. è nato il 29/9/1991

    RispondiElimina
  42. Più presenti numeri più diventano agghiaccianti le sue statistiche, anche per un trequartista. Se fossero numeri portati a suffragio per rinvigorire le tue tesi parrebbe eutanasia questa.

    RispondiElimina
  43. Il bello è che spesso su questo blog vengo accusato di non capire di calcio. Per carità, sono un appassionato, l'ho detto tante volte ma gli occhi per vedere ce l'ho, e oggi il riconoscimento esplicito di Guardiola, che si unisce all'interesse di tanti club è una sorta di sigillo apposto sulle qualità di questo giocatore su cui tante volte avevo richiamato l'attenzione anche prima che cominciasse a segnare. E tralascio di soffermarmi sul linguaggio che è sempre sopra le righe. Agghiaccianti statistiche? E perchè? Che vuol dire? Solo i grandi campioni si misurano regolarmente con la serie maggiore a vent'anni o meno. Se tre tecnici che vedevano il calcio in modo diverso lo facevano concordemente giocare, tralasciando Prandelli che l'ha avuto per tre mesi, qualcosa deve pur voler dire.

    RispondiElimina
  44. Jordan ti ho già chiesto altre volte di moderare i toni quando ti rivolgi a me o mi citi in un post. E' una questione di educazione. Grazie

    RispondiElimina
  45. Lud se agghiaccianti statistiche ti pare un linguaggio sopra le righe che fare.......ripassa un po' d'italiano, che ti devo dire ?! A me paiono dati oggettivi, hai riportato statistiche che hanno visto un'impennata nei numeri principalmente grazie a quei 4 mesi in cui ha avuto un rendimento notevole e che nessuno ha disconosciuto ma tenendo conto delle passate stagioni non rilevanti, appunto, perché il meglio l'ha offerto per mezza annata. Tu rivendichi, oggi, una previsione che oggi ti gonfia il petto per l'interesse di Guardiola, tanto perché tu lo sappia, se offerta c'è stata, è giunto prima l'Atletico Madrid con Simeone ma si è letto pure di club inglesi e francesi, tanto per dirne una. Dov'erano tutti 'sti club e tutti 'sti allenatori l'anno passato ?! Ci sono state offerte anche prima, allenatori e club titolati che hanno offerto qualcosa ?! Dimmelo tu che a me scappa da ridere (oh, non prendere per sopra le righe pure questo.....) No, si affacciano quest'anno dopo un girone di ritorno ad alto livello, e te credo, per un '91, pagato 6 milioni 3 anni fa ci siamo presi noi la bega di vederlo crescere per mezza stagione dopo averlo atteso lungamente, e vorremmo dare di coglioni alla dirigenza perché l'anno passato ha fatto recere come i precedenti due e non gli hanno sottoposto il rinnovo ?! Su Lud, facciamo i bravi.

    RispondiElimina
  46. Sull'episodio Rossi sai benissimo che sono d'accordo, il riferimento al 90% era per ricordare il clima che c'era e che hanno trovato il duo Madè e lo stesso Montella. In quel clima pensare di proporre un rinnovo, che non so poi se sarebbe stato nemmeno accettato, perchè sarebbe stato gioco forze un rinnovo a cifre basse, era per me difficile da pensare e da pretendere, quindi io non lo rimprovero. A gennaio c'erano dei motivi in più ma non so e non sai cosa è stato fatto, se è stato proposto e rifiutato, se c'era la volontà o meno da parte del persiano di mettersi ad un tavolo. Credo comunque che la differenza di base è che voi lo vedete come un fenomeno sicuro, io lo vedo tuttora come un ottimo prospetto che deve ancora dimostrare tanto, soprattutto conituità ai livelli che ha raggiunto negli ultimi tempi. Penso che il duo Madè pensi lo stesso se no vi avrebbe già fatto contenti. Il fatto che Guardiola esprima apprezzamenti significa poco, anch'io esprimo apprezzamenti, nessuno dice che è una pippa, ma tra pippa e fenomeno c'è una bella scala di valori.

    RispondiElimina
  47. Il sigillo ci sarà quando qualcuno ci investirà una quarantina di milioni, fin lì son tutti discorsi.

    RispondiElimina
  48. Se tu sei duro devo dire che sei morbido? sforzati di seguire quel che si dice, soprattutto di leggere e non ti si dirà più. Come vedi niente di personale, qui l'ho detto anche a Deyna che stimo parecchio, ma se seguita a dire le stesse cose già confutate almeno tre volte, senza tenere nel minimo conto le obiezioni fatte anche lui fa perdere la pazienza. Con lui accade di rado, con te ogni volta e questa è la differenza.

    RispondiElimina
  49. Sopravvissuto4 luglio 2013 18:18

    Liajic non ha firmato il rinnovo, e siamo a luglio; secondo voi perché? Lampante che se lui il suo entourage avessero voluto sarebbe giá tutto sistemato. Mera questione di ingaggio? Oppure rimane legato alla questione Jovetic...? Il montenegrino e il serbo sono i due fili in mano al burattinaio Rama-danni ma uno dei due fili é destinato a spezzarsi. Quale? Dove perderebbe di più Ramadani? È con quale dei due la Fiorentina perderebbe di più? Il ragionamento sopra descritto parte da un presupposto nitido, cioè che ne Ramadanni ne la Fiorentina possono perdere. Ma cosa? Il manager del vil denaro, e null'altro....la viola credibilità sul piano della capacità gestionale, denaro, patrimonio tecnico, opportunità di mostrare forza contrattuale ed appeal. Sembra che la soluzione ottimale sia vendere entrambi e portare a casa una paccata (30/35?) di milioni di euro, liberarsi di un ingaggio semi-top (Jojo) e dedicare risorse ed energie a due nuovi che arriveranno (3 anni di Jojo a 2,5= 7,5 milioni di euro da disporre per altri...). Cui prodest? I due hanno veramente mercato o la passione viola acceca? Quelli che sono padroni del vapore, nel calcio (Monaco, Paris S.G..,Manchester C. e Utd., Chelsea, Bayern, Barca, Tottenham, Real Madrid) avranno mai veramente chiesto i due comprati alla Fiera dell'Est??!?!!???È se Liajic rinnova e incappa in annata modello-Jovetic 2012/13? Soluzione del rinnovo a tutti i costi per Liajic, come ventila (più o meno) LUDWIGZALLER, con clausola rescissoria? Ben venga ma ha già fregato la coppia dell'Est, con la Juventus. I lemming di Gomez sono sul dirupo, i lemming di Liajic sono qui, i lemming di Jovetic iniziano ad indietreggiare...Vuoi vedere che alla fine Liajic parte e Jovetic rimane? Quale pesce rimarrà nella rete viola? Chi fará rete per la viola? (Stanotte non ho preso tonno, disse il pescatore sonnacchioso.....Stanotte prenderemo lo squalo d'area?)

    RispondiElimina
  50. Sopravvissuto4 luglio 2013 18:20

    Il COLONNELLO sembra sia il primo lemming. Dov'é?

    RispondiElimina
  51. Che uno scambio Gomez-Ljajic possa nel tempo rivelarsi sfavorevole a noi può darsi, ma prendere mezzo Gabbiadini a 5 milioni per far scendere il prezzo di Jovetic sarebbe una sciagura ben peggiore.
    Anch'io sono tra coloro che un po' d'ansia per il rinnovo di Ljajic ce l'hanno, ma da una frase come "è davvero un bel giocatore" a ufficializzare l'interesse di Guardiola ce ne corre, soprattutto considerando che il tecnico spagnolo ha risposto educatamente a chi gli ha chiesto un parere sul serbo. Lud, se ti trovi ad una cena, ti presentano la ragazza più brutta della regione e ti dicono "Zaller, hai visto quant'è bella?" davanti a lei e alla madre di lei che ti osserva, tu forse rispondi "mah, a me la mi fa dimòrto cahare e 'un la tromberei nemmeno con una canna da pesca"?
    Con questo, non voglio escludere che Guardiola apprezzi Ljajic, per carità, io stravedo da sempre per il nutellino (Deyna, c'ero anch'io l'anno scorso tra chi spese tante parole contro la cessione di Adem), ma il Bayern se vende un giocatore affermato ne cerca uno ancora più affermato (deve vincere per forza almeno tre titoli, altrimenti Guardiola avrà già fatto peggio di chi l'ha preceduto), non un talento che magari diventerà un giorno anche il più forte al mondo, ma che nell'immediato non è una sicurezza per i bavaresi: per ora il compito personale di Ljajic è confermare quanto di buono ha fatto nel girone di ritorno, mentre il Bayern deve vincere, vincere, vincere! Per questi motivi, sono più propenso a pensare che Guardiola non abbia Ljajic nei suoi piani, almeno oggi... in futuro chissà, anche perchè, se Ljajic dovesse diventare giocatore da 50 milioni di euro, sai icchè gliene frega ai crucchi? I soldi ce li hanno e 50 milioni li tirano fuori, non è che hanno bisogno di comprarli a 18 anni quando costano 6 milioni.

    RispondiElimina
  52. "I due hanno veramente mercato o la passione viola acceca?"

    Ecco Sopra, a volte basta un rigo. Non sono scarsi nessuno dei due, e penso che partiranno entrambi, quindi. Ma si vaneggia di quotazioni che non hanno né capo né coda, Ljajic a 10 pare regalato quando prendi un Tevez a 12 (ingaggio a parte) oppure lo si vede alla pari di un Goetze a 32 milioni di un anno più giovane e già da tre anni determinante in campionato e in CL. Abbaglia, acceca, stordisce la passione viola e fa perdere il senso della realtà.

    RispondiElimina
  53. Sopravvissuto4 luglio 2013 18:26

    Esatto. Esaustivo. Basta andare a leggersi quanto ë stato pagato Auba dal Borussia Dortmund.........!

    RispondiElimina
  54. Basta Jordan. Mi sono annoiato. Pubblicherò la squadra di bidoni che nasce dalle tue prese di posizione spesso molto dure ostinate e se non fossi un gentleman direi ottuse. Titolari sicuri Romizi, Amauri, Neto. In tribuna Ljajic. Allenatore Mihajlovic.

    RispondiElimina
  55. Ho risposto poco sotto al Sopra, Vita, hanno preso Goetze a 32, chissà se avevano pensato a Ljajic che costa 10, eppure è un bel risparmio e giocano nello stesso ruolo. Curioso.

    RispondiElimina
  56. Calcio a 5 ?! O a 3 eh eh eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  57. Sopravvissuto4 luglio 2013 18:33

    Purtroppo abbiamo imparato, ripassato e consolidato che non c'é ne riconoscenza ne attaccamento da parte dei calciatori. Inoltre é sparito il senso di appartenenza, vero marchio a fuoco di un calciatore (vedi il camer....oooops...il prode Di Canio é il senso d'amore puro per la Lazio). Constato questo, facciano quel che vogliono, i dirigenti, l'importante si veleggi in alto. I due terzi della Maquina possono cambiare, se fossero di più sarebbe un problema. Forse. Comunque abbiamo una bella notizia: il calciomercato sinora ha servito solo l'aperitivo, le portate arriveranno dopo.

    RispondiElimina
  58. Sono d'accordo Leo. Quest'anno dovranno vincere qualsiasi partita da agosto 2013 a maggio 2014, in qualsiasi competizione: quando è così non puoi permetterti di aspettare un Ljajic per neanche 2 mesi. Le mani per Adem non se le mangeranno neanche se in futuro dovesse diventare uno da Pallone d'Oro, perchè in tal caso sganceranno il lesso e se lo porteranno a casa.

    RispondiElimina
  59. Siamo già ai crostini secondo me e non per i giocatori presi che ritengo ottimi, e sono pur certo che se partono entrambi ne arrivano altri di spessore. Hanno fatto talmente bene l'anno passato che partire da questa base dovrebbe neanche farci pensare, e penare, al calcio mercato. La tempesta ormonale in corso a Deyna e Lud troverà quiete il 2 Settembre, quando alla fine dei giochi redigeranno pagelle che vanno dal 7,5 al quasi 9. Basta avere pazienza, anche con loro. eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  60. Vita, occhio, stai demolendo due amici qui sul blog! Scherzi a parte, a me pare talmente lineare codesto ragionamento, al pari di quello del Sopra, che tutte 'ste paturnie per Ljajic non le condivido. Si parlasse di Neymar li aspetterei sotto casa, ma Ljajic......se diventa pallone d'oro amen, da noi è stato una discreta testa di cazzo per un bel periodo. O che hanno colpa in società ?!

    RispondiElimina
  61. Comunque i media "viola" sembrano esser diventati media bavaresi, da quanto seguono minuto per minuto il ritiro del Bayern.

    RispondiElimina
  62. Leo vaneggi, scusa. Tevez non è certo acquisto pari a Ljajic, c'è da tener presente l'ingaggio che compone come sai assieme all'ammortamento annuo il costo autentico di un giocatore. Per quanto riguarda Goetze, Ljajic che è suo compagno nella ideale under 21 non vale certo 10 ma almeno 20. Il valore ridotto nasce purtroppo solo dal fatto che non è sotto contratto.

    RispondiElimina
  63. I media fanno il loro lavoro, leggo commenti, su tutti i siti viola, che definire abominevoli offendono gli Yeti. Devono far notizia, alimentare ogni refolo per incendiare la passione, nelle partenze e negli arrivi, ovvio che quando tratti uno che si chiama Gomez succede il finimondo. Aspetto lo stadio di proprietà che non vedrà luce prima di 5 o 6 anni ad andarci bene, dopo si alzerà l'asticella, di tutto, delle aspettative, degli ingaggi, degli obbiettivi. Si ragionerà in altri termini, adesso, questi abbiamo (di sghei) e con questi dobbiamo farci rientrare tutto.

    RispondiElimina
  64. Sopravvissuto4 luglio 2013 19:01

    Terra di groviere e buoni formaggi, lassù....quindi...."Tutto il cacio minuto perminuto".

    RispondiElimina
  65. Che valga 20 succede nelle tue fantasie, e non posso sciupartele, sono tue. Su Tevez parlavo di costo di cartellino, poi è chiaro che l'ingaggio si tratta a parte anche perché l'impatto di Tevez su una partita non è, ad oggi, lo stesso, di quello che può offrire Ljajic anche se, sono certo, per te è lo stesso.

    RispondiElimina
  66. Per maggiore informazione di Leo Tevez è costato 9 miloni. Incide quindi come ammortamento per tre milioni l'anno. A ciò bisogna aggiungere un ingaggio di 5,5 all'anno, dunque 11 milioni lordi. Per ogni anno di contratto la Juventus tira fuori la bellezza di 14 milioni di euro per avere Tevez.

    RispondiElimina
  67. Se offrono dieci ed è in scadenza, vuol dire che se fosse sotto contratto varrebbe il doppio. Non è opinione è matematica.

    RispondiElimina
  68. Tu non leggi, quindi è arduo ripeterti concetti elementari, non credo che tu non li capisca, non li accetti, che è ben diverso. Se in tanti avessero le vostre visioni avrebbero bussato alla viola prendendo Ljajic, l'anno passato, a quanto l'avremmo pagato, 6 milioni, risparmiando. Che ad un anno dalla scadenza costi la metà non c'è nessuna matematica che possa giungerti in soccorso, non è scritto da nessuna parte che non possa rinnovare o che si rifiuti di farlo, ergo, il prezzo del cartellino si può ritenere volatile al pari delle sue prestazioni. Di fatto se oggi lo cedi a 10 è un affare per diversi motivi, ti levi di torno l'eventualità di fargli fare tribuna se decide di non rinnovare, e ti togli pure il dubbio che se torna ai livelli dell'anno precedente dopo non lo vendi più nemmeno a 10. Ti togli pure il dente che se gli offri un'ingaggio alto per questa annata non vedi bussare a denari il resto della rosa. Tre passaggi che se ti entrano in testa e li accetti siamo già a buon punto.

    RispondiElimina
  69. Noto un errore metodologico in molti. Si pensa che le grandi squadre non siano interessante ai giovani. Invece nel calcio odierno i grandi club hanno una vera passione per i giovani. Tutti i coetanei forti di Ljajic si sono piazzati o si stanno per piazzare in grandissimi club per cifre superiori ai 20 milioni. E' stato citato Goetze, si potrrebbe ricordare anche Benteke e Aubemeyang. Ma anche El Sharawi, lo stesso Balotelli. Sono i giocatori intorno ai trent'anni, quelli che andavano a ruba qualche anno fa, ad avere problemi a trovare un ingaggio. Un altro esempio che viene alla mente è Neymar.

    RispondiElimina
  70. Mi dici cosa ha fatto Ljajic per essere paragonato a codesti nomi ?! Un motivo che sia uno. Mi spieghi perché tirano fuori bordate da trenta e passa milioni quando abbiamo 'sto fenomeno che si prende a 10 ?! Ma qualche domanda che abbia un senso te la poni qualche volta o vai dritto per la tua strada inciampando nelle tue stesse affermazioni ?!

    RispondiElimina
  71. Da quel che ho letto 9 più bonus, 12 milioni, questo per il cartellino. L'ingaggio ho già spiegato sotto, bisogna anche considerare quanto da un Tevez, oggi, rispetto ad un Ljajic.

    RispondiElimina
  72. Ho pubblicato giorni fa una squadra ideale dei migliori under 21 europei. E Ljajic ne fa parte. A parte gli undici goal in campionato che per un giovane della sua età sono un crack, ha ottenuto attestati di stima dalla stampa specializzata e da tutti gli allenatori e gli addetti ai lavori, tra cui Guardiola, ed è giudizio di oggi. A detto di tutti vale dieci milioni pur essendo in scadenza, il che significa che la cifra va raddoppiata.

    RispondiElimina
  73. Ma non rammenti più quanto valeva Montolivo in scadenza, Leo. E' inutile, credimi, se il giocatore ha un solo anno di contratto si vende a prezzi molto inferiori alle sue quotazione.

    RispondiElimina
  74. A detta di tutti a casa tua, non facciamo confusione. Se di mercato ci capisci quanto di calcio è un problema venirne a capo. Nella formazione ideale, te ne snocciolo quante ne vuoi, non sta scritto da nessuna parte tutti costano dai venti in su o dai trenta in su. Anche perché un portiere under 23 che costi più di 12-13 milioni non esiste e se ce n'è ce n'è uno solo. E si potrebbe andare avanti per parecchi ruoli. Ti riconosco ancora la capacità di capire cosa ti viene scritto ma ho la certezza, a questo punto, che ti rifiuti di accettarla perché contravviene ai tuoi mantra. Non ci posso fare niente.

    RispondiElimina
  75. E' sparita la metà ?! Siamo a "prezzi inferiori", ne prendo atto, stiamo raschiando il barile, ovvio.

    RispondiElimina
  76. sopravvissuto4 luglio 2013 19:57

    "Tu non mi capisci!" .......

    RispondiElimina
  77. aopravvissuto4 luglio 2013 19:59

    Sarebbe : "Caro tu mi non mi capisci?"....lui "Cosa intendi?". Pero calza alla discussione above....

    RispondiElimina
  78. Se accettano 1100 a uno come Pasqual, possono accettare di tutto. Tra l'altro hanno interesse a vincere le partite per bonus eccetera, e Ljajic è uno che le partite ora le fa vincere...Tra l'altro un conto è un giocatore offensivo, che segna o/e fa segnare, un conto un "mero" centrocampista, mica possono chiedere stipendi in proporzione...

    RispondiElimina
  79. Ma Aubameyang - per fare un nome- che cazzo ha fatto rispetto a Ljajic? E' un '89, ha fatto buone cose in un campionato minore come quello francese, quello che ha fatto Ljajic in italia [non il massimo come campionato, oggi, ma rispetto alla Francia...] in proporzione è molto più significativo.

    RispondiElimina
  80. Per Aubameyang al Dortmund mi pare di aver letto una cifra inferiore ai 20 miloni, ma credo anche a 15, o sbaglio? O sbaglia Lud?

    RispondiElimina
  81. Sopravvissuto4 luglio 2013 20:34

    13 milioni per Auba. Affare fatto Aumm' aumm'.....

    RispondiElimina
  82. Il prezzo di Ljajic è di 8/10 milioni. E si tratta di un prezzo basso e ridotto. Su questi due punti c'è ampia convergenza. Quanto costa una qualsiasi cosa (qui si parla non dell'uomo ovviamente ma delle sue prestazioni sportive) si conosce con esattezza solo se la si vende. Ma la logica e la casistica vogliono che la riduzione si aggiri sul 50%, visto che a fine febbraio il giocatore può legarsi a zero ad altre squadre. Anche la Fiorentina fa di questi giochi. Mi risulta che a febbraio abbia firmato per noi Iakovenko.

    RispondiElimina
  83. Aubameyang è andato al Dortmund per 15 milioni, al momento pare questa la cifra ufficiale, che è né più né meno il valore del cartellino e delle prestazioni dell'attaccante. Lasciamo pure un margine, sconosciuto, di 2-3 milioni al ribasso o al rialzo, non voglio dare la cifra come certa tant'è che nemmeno i due club volevano rivelare l'importo complessivo dell'operazione. Sull'ingaggio si sa ancora meno. Che un giocatore sotto contratto ad un anno della scadenza costi la metà è materia sulla quale si può discorrere all'infinito ma il punto non è questo. L'anno passato non era pensabile sottoporre un rinnovo, a che cifre poi, e ancora, avrebbero accettato di sedersi ad un tavolino ?! Perché dare per scontato che sarebbe stato possibile o automatico e tacciare, per questo, di coglioneria chi non l'ha proposto non sta né in cielo né in terra. Ma soprattutto, siamo sicuri che Ljajic abbia chiesto questo ritocco e che la Fiorentina stia trattando su questo ?! O ancora, siamo sicuri che se la Fiorentina gli viene incontro questi, lui ed il suo procuratore, siano disposti ad accettare e che la firma sia una pura formalità ?! No, e ancora no. Se non c'è punto d'incontro verrà ceduto, e che la cifra sia 8-9-10 o 12 cambia poco, cambia che a più lo vendi meglio è, ma sei costretto a cederlo per non correre il rischio di vedere zero euro il prossimo anno. Non è che ci voglia un genio per capire queste banalità. Se poi vincerà 10 palloni d'oro nei prossimi 10 anni ci si fa ben poco perché non ha accettato quello che gli è stato proposto ed ha deciso che sarebbe andato in regime di svincolo per monetizzare il cartellino. Non parliamo di rinnovi perché si "vedeva" il potenziale o perché chi è lungimirante avrebbe scommesso sulla sua affermazione, l'anno passato a bussare alla porta per lui non c'era nessuno, così risulta, quindi o sono tutti ciechi (Guardiola compreso) o non ci capisce niente nessuno, delle big ma anche delle squadre da due soldi perché nessuno l'ha chiesto.

    RispondiElimina
  84. Sul costo si perché è quello che offriranno al massimo, sul fatto che sia un prezzo "basso e ridotto" (siamo lontani dalla metà che paventavi prima Lud, sei umorale, cambi valutazione spesso) è, per me, ridicolo anche pensarlo, ci sarebbe la fila a pagarlo oggi, la metà, per assicurarsi un anno prima le sue prestazioni, sarebbe da subito inserito in un progetto di gioco che per un '91 è fondamentale, perché aspettare un anno con il rischio che possa rinnovare o accomodarsi in tribuna se arriva al muro contro muro ?! Quindi viene meno anche il ragionamento del costo "basso e ridotto", sulla convergenza se si parla di tangenziali siamo d'accordo, se si da per assodato che questi siano ragionamenti aderenti alla realtà siamo in alto mare un'altra volta.

    RispondiElimina
  85. Io non dò molto peso alle voci di mercato, ma se le diamo per buone, a fine stagione scorsa Ljajic interessava a diverse inglesi [minori, tipo Newcastle, ecc, l'unica buona era il Tottenham], e a una o due tedesche. Forse anche a una spagnola, ma questo non lo ricordo con certezza. Infatti fioccavano i commenti del tipo "ce lo porto io a piedi", sul sitone.

    RispondiElimina
  86. Magari dalle parti d'oltremanica o dai cugini francesi fioccavano "cazz'è costui ?!" Se poi buttavano un'occhio alle statistiche penso si toccassero le palle! Ljajic è forte, magari lo diventerà ancora di più, ma sempre di un prospetto ottimo stiamo parlando, se ripete quest'annata bene, altrimenti dargli ingaggi superiori e vederlo ripiombare ed uscire dal limbo a seconda dell'umore significa vederlo svernare in viola con il rischio dell'incedibilità, senza contare il rischio che a batter cassa siano, dopo, in troppi. Andiamo avanti all'infinito, continuate a spergiurare che sia un fenomeno e tonti chi non se n'è accorto perché numeri e prestazioni vi danno ragione. Eh si, come no........fino all'anno passato, neanche con il pendolino di Mosca.

    RispondiElimina
  87. E poi finiamola con Ljajic, pare si stia parlando di Messi, e tutto per 4 mesi ad alto livello dopo 3 anni e mezzo da calci in culo, o quasi. Solo a Firenze diventano fenomeni giocatori che hanno ancora molto da dimostrare. El ham meglio di Toni.......Mati un fenomeno vedrete.........e si potrebbe andare avanti per ore.

    RispondiElimina
  88. With Ljajic’s contract expiring next summer, he could be available on a cut-price deal, and may represent one of the bargains of the summer.
    Daily Mail

    RispondiElimina
  89. La prima cena trentina del Bayern sta volgendo al termine

    RispondiElimina
  90. 'sti cazzi aggiungo!!!!!!!

    RispondiElimina
  91. Gomez vuole assaggiare una mela e chiede a tutta la tavolata se qualcuno ne vuole mezza, perchè a lui non va tutta.

    RispondiElimina
  92. Mandzukic non la vuole

    RispondiElimina
  93. La vuole Guardiola

    RispondiElimina
  94. Mundo Deportivo fa il punto sulla situazione di Adem Ljajic, valutato dall’Atletico Madrid come possibile nuovo fantasista. Giovane ed a buon prezzo, il serbo rientra nell’identikit dei madrileni, che però valutano il cartellino del giocatore poco meno a quanto non faccia la Fiorentina (intorno ai 10 milioni).

    RispondiElimina
  95. CALCIOMERCATO MILAN - Adriano Galliani puntava Ljajic: era considerato un acquisto importante e sotto costo, un modo per rinforzare un attacco che presto dovrebbe perdere Robinho e potrebbe salutare anche El Shaarawy (a giorni dovrebbe essere previsto l'incontro tra l'ad e il giocatore per capire quali siano le premesse per il futuro). Tuttavia, non è detto che l'approdo di Ljajic al Real Madrid sia necessariamente un fatto negativo. (sussidiario.net)

    RispondiElimina
  96. CALCIOMERCATO FIORENTINA LJAJIC ARSENAL EVERTON / FIRENZE - Le ottime prestazioni offerte in queste ultime giornate di campionato da Adem Ljajic rendono più complicato il rinnovo del giocatore serbo, che va in scadenza di contratto con la Fiorentina nel 2014. Lo scrive oggi 'Tuttosport', secondo cui la valutazione di Ljajic supera ormai i 10 milioni di euro, con Arsenal ed Everton in prima fila per strapparlo ai viola. Si attende l'arrivo a Firenze del procuratore Fali Ramadani per capire se sia più vicino il rinnovo o la cessione a fine stagione.

    RispondiElimina
  97. Infatti, il suo prezzo, non la metà.

    RispondiElimina
  98. Giocatori ritirati nelle camere. Gomez sta litigando col compagno di stanza Robben per il DVD da guardare. L'olandese vuol vedere uno qualsiasi di Tarantino, Gomez propone "Hannibal" e "Camera con vista". Robben risponde che più volentieri vedrebbe un film comico.

    RispondiElimina
  99. Boh, se leggi i titoli di violanews e di fiorentinanews, ma andiamo pure dalla gazzetta a studio fino a ruttosport, il valore di Gomez fra offerta e richiesta oscilla dai 12 offerti dai viola fino ai 20 chiesti dal Bayern, prima erano 25, ma si parla anche di 15 e 18 milioni. Come l'ingaggio, prima 5,5, poi 4,5, adesso 4 d'ingaggio con bonus compresi, e allora ?! Pensi che a linkare ti fai delle ragioni. Prova a ragionare con la testolina e guarda le valutazioni sui siti specializzati non sulla sfera di cristallo. E' rotta!

    RispondiElimina
  100. Sempre il suo prezzo, non la metà, andiamo avanti ?!

    RispondiElimina
  101. Allora Gomez fruga nella valigia.... vediamo un po'... eccoti la trilogia "Amici miei" in una versione limited edition, cioè doppiato anche in tedesco ma con la C aspirata

    RispondiElimina
  102. Leo, però tu passi da un estremo ad un altro. Eppure avevi scritto che ti eri dovuto ricredere. Ljajic quest'anno è stato un professionista esemplare dal primo minuto di ritiro, ha mangiato la merda che gli tiravano e che in parte si era meritato, è stato un giocatore trainante per un terzo della stagione. Sul rinnovo, ancora nessuno ha detto una parola, né lui, né la società che oggi ha ammesso che discuteranno la cosa in ritiro. Sono congetture che ognuno fa a seconda del suo parere sul giocatore. E anche di qualche giudizio passato.
    Io appartengo agli estimatori, per doti ed età. E credo che venderlo alle stesse cifre - più o meno- alle quali è stato preso, per un giocatore giovane e in crescita è una cazzata.

    RispondiElimina
  103. Robben vuol leggere un po' di news di mercato sull'iPhone. Il primo sito che apre è firenzeviola.it (si è scaricato anche la app). Legge un po', poi si gira verso il compagno di stanza "Mario, avete preso Ambrosini"

    RispondiElimina
  104. Se leggi bene vedrai che si parla sempre di PREZZO RIDOTTO. Questo dicono Mundo deportivo, il Daily Mail Sussidiario.net e decine di altre fonti. Ripeto, prezzo ridotto per ragioni di rinnovo.

    RispondiElimina
  105. Comunque io l'ho comprata, anche a vederla, anche quella del portiere...

    RispondiElimina
  106. E comunque

    www.youtube.com/watch?v=2VbPVJm5RCA

    RispondiElimina
  107. Una legge della matematica inventata tutta da te. Una qualunque delle squadre che contano se vuole un giocatore lo compra senza guardare a quando gli scade il contratto ed al prezzo che crede valga la pena. Le altre, quelle con bilanci più ridotti, magari a dieci lo pigliano ed a venti no, mai, ma anche qui, quando scade il contratto c'entra poco. Se hai i soldi il vestito di Prada alla moglie lo compri anche alle sfilate, se ne hai meno vai all'outlet e magari compri lo stesso vestito a metà prezzo, ma a prezzo intero non lo avresti comprato mai. Quanto vale quel vestito? Magari ce n'è uno cinese quasi uguale che costa un decimo!

    RispondiElimina
  108. E' stato pagato 9 più bonus che possono far lievitare il costo fino a 12, comunque il conto è giusto e come ha scritto Salvatore e tu non avrai ovviamente letto o dimenticato, è più o meno lo stesso costo annuale che la Juve avrebbe avuto se avesse comprato Jovetic a 30 milioni con il contratto di 4,5 netti l'anno sul quale sono d'accordo dal gennaio 2012.

    RispondiElimina
  109. Gomez si sta facendo la barba canticchiando "Firenze Santa Maria Novella" di Pupo

    RispondiElimina
  110. Aubameyang è stato pagato 13 milioni che non è poi molto di più di quanto puoi chiedere per Ljajic. Nel suo post LZ nominava Goetze e Neymar che sono andati rispettivamente a 37 e 35 milioni (ed a Neymar il contratto scadeva tra un anno, esattamente come a Ljajic), è un altro ordine di grandezza.

    RispondiElimina
  111. il prezzo di Ljajic è 8-10 milioni. Anche questo lo dici tu. Fai tutte affermazioni tue e le presenti come Vangelo. Se lo venderanno, quando l'avranno venduto, saprai il prezzo di Ljajic e potrai fare le tue deduzioni, ora son tutte frottole che ti rigiri nella testa.

    RispondiElimina
  112. Ciò non toglie che pagare Goetze 37 milioni sia follia pura - o gradassata di chi se lo può permettere - non vedo da parte sua un numero di reti o giocate maradoniane tali da proiettarlo su un piano abissalmente diverso da quello di Ljajic...

    RispondiElimina
  113. Foco, infatti non lo vorrebbero vendere, ma se chiede più di due milioni l'anno e per meno non rinnova sono obbligati a venderlo.

    RispondiElimina
  114. Tra un prezzo ridotto e metà prezzo della tua legge matematica intanto un po' di differenza c'è. La scadenza vicina può indurre la tentazione di cercare di andarsene a parametro zero e, quindi, di chiedere un'esagerazione per rinnovare e rifiutare eventuali proposte di trasferimento. Questo è il pericolo principale che può indurre la società anche a vendere sotto-valore per togliersi il problema. Ma tutto resta nel campo delle possibilità-probabilità e nel campo decisionale della società e delle sue strategie di mercato. La reazione potrebbe essere anche un anno da separati in casa con danni per entrambi, ma soprattutto per il giocatore. Se la società si dimostra forte è l'unico mezzo per dissuadere il giocatore dal fare stronzate e, alla fine, indurlo alla ragione ed al rinnovo a prezzi umani.

    RispondiElimina
  115. Questa però non me l'aveva detta nessuno! Finalmente ora si svegliano, ed io non lo minacciavo, sono lontano un diecimila chilometri, ho l'alibi: "Il dirigente della Fiorentina Pradè ha risposto così in merito ad una domanda sul futuro del numero uno cagliaritano: “Agazzi è molto bravo ma noi tra i pali abbiamo già un portiere molto bravo come Neto e puntiamo tutto su di lui”.

    RispondiElimina
  116. Penso sia il classico dei tentativi di fuorviare la stampa (o la concorrenza), Jordan, se avessero creduto in Neto non l'avrebbero rimandato in panca per far posto al tifoso

    RispondiElimina
  117. Ma io non credo che siano detti cifre. Né che l'albanese abbia portato offerte vere. Questo c'ha troppa voglia per rischiare di passare sei mesi fuori rosa, che poi è quello che gli succederebbe se puntasse allo svincolo.

    RispondiElimina
  118. E' da tre anni che fa il bello e cattivo tempo nel Borussia ed ha un anno meno, possibile che paghino 32 milioni lui quando a 10 si beccavano Ljajic. A meno di un terzo, son mica imbecilli Deyna.

    RispondiElimina
  119. Non lo so. Delle volte sei costretto a decidere da situazioni contingenti. Era l'ultim settimana di mercato e Viviano aveva detto che o giocava o voleva andar via, per l'appunto l'errore di Catania è avvenuto proprio in quel giorno. I curvaioli eran pronti a tumultuare, non so in che condizioni psicologiche fosse Neto, la squadra nel suo complesso stava passando un periodo di crisi, l'unico della stagione. Poteva essere rischioso mandar via ViviUnodinoi e restare solo con un portiere giovane e contestato, a prescindere dai suoi valori tecnici. Comunque un esempio di quanta cattiva stampa abbia Neto lo si ha anche da come è presentata questa dichiarazione. Su Firenzeviola.it non la scrivono nemmeno, la trovi solo se leggi i virgolettati di Pradè.

    RispondiElimina
  120. No Foco, non ho mai pensato o scritto che Ljajic non sia forte o che possa diventarlo ancora di più ma non si può leggere che son coglioni in società a non aver rinnovato o se va via lui c'è il diluvio. A parte qualunque valutazione si possa dargli vedremo se rinnoverà e se ha la voglia di rinnovare. Inutile scrivere diamogli anche 2,5 milioni l'anno, prima perché non si può, secondo perché non li vale ancora, terzo, vediamo quanta voglia ha di rimanere a Firenze, mi pare che il duo sia possibilista, vediamo se anche il duo dalla controparte lo è.

    RispondiElimina
  121. La tua matematica diceva la metà qualche ora fa. Matematica flessibile la tua, ne prendo atto. Quando ti spingi oltre ritratti a distanza di ore, nemmeno giorni.

    RispondiElimina
  122. Pradè: "Abbiamo cercato tantissimo Pazzini ma non è voluto venire (ride n.d.r.)". Fiuuuu...

    RispondiElimina
  123. ed allora hanno ripiegato su Gomez

    RispondiElimina
  124. Appunto, e l'unico modo per indurlo a più miti consigli è fargli temere che questa eventualità sia reale, perchè il pericolo vero è che punti invece proprio a quello. Gli ingaggi di 2,5 milioni oggi, pagando il cartellino, non glieli dà nessuno, domani a parametro zero invece, magari sì, ma è già più difficile se, anche a parametro zero, sta un anno in tribuna.

    RispondiElimina
  125. http://www.violanews.com/news-viola/felipe-ad-un-passo-dal-parma-20130704/



    Arriva Ambro, forse si fa fuori Felipe, iniziano i fuochi d'artificio fuori stagione eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  126. Di tutti questi ho parlato a lungo epsrimendo concetti che ti rifiuti di capire e sintetizzi sempre come ti pare, non ho mai chiesto una sicura titolarità per Romizi, gli sponsor erano altri, fai anche un po' di confusione. Amauri è un giocatore in fine di carriera venuto a Firenze dopo un anno di inattività, chi pretendeva la luna di calcio non capisce un cazzo. Infatti l'anno seguente, cioè quest'anno, ha fatto 11 gol a Parma che, per uno di 33 anni che non gioca nemmeno sempre, non sono pochi. Neto ha 23 anni, se ne riparlerà, su di lui confermo totale appoggio. Non ho mai detto di mettere Ljajic in tribuna, solo che non è ancora un top-player e non può pretendere lo stipendio come se lo fosse. E'comunque un ottimo prospetto che ha fatto cose molto belle, finalmente, negli ultimi tre mesi. Mihajlovic non è il mio sogno d allenatore, nè mai l'ho detto, però non è stato giusto nemmeno massacrarlo apriori come avete fatto tu e le altre vedove. Dopo questi nuovi chiarimenti, non mi illudo, mi immagino post simili mistificanti da parte tua anche in futuro perchè sei un provocatore mistificatore.

    RispondiElimina
  127. Ulteriori conferme della cessione: alla presentazione della squadra era l'unico a portare i pantaloni del toni neri, mentre gli altri indossavano il toni interamente rosso

    http://www.youtube.com/watch?v=g-FlKyI05hc&feature=player_embedded#at=25

    RispondiElimina
  128. E intanto Prandelli, dopo la non trionfale Confederations Cup, con la tipica saggezza orzinuovese, apre un'attività in previsione del dopo-calcio

    https://twitter.com/DaN13L3_/status/352847714188419072/photo/1

    RispondiElimina
  129. ah ah ah ah quattrini a palate!!!!

    RispondiElimina
  130. L'1,1 a Pasqual l'hanno già accettato visto che già l'aveva quest'anno e l'avrà nel 2013-14 e quello non glielo leva nessuno. Accettare che un ragazzino di 21 anni balzi da 700000 a 2,5 milioni invece è un po' diverso. Tutti quelli che han contribuito a questa annata si sentiranno in diritto di chiedere un adeguamento che non ho detta debba essere in proporzione, ma aumento sarà chiesto e non son pochi. Il fatto poi è che il considerare Ljajic già adesso un top-player indispensabile è concetto che è un po' limitato a te, LZ e qualcun'altro, ma che non credo sia così diffuso, ancora, all'interno del gruppo. Quando lo sarà sarà giustificato anche l'aumento, come lo fu per Jovetic.

    RispondiElimina
  131. Sul portiere ho sentito l registrazione delle parole di Pradè ed ho avuto l'ennesima prova che se non senti con le tue orecchie ti raccontano che Cristo è morto dal sonno. La decisione sembra presa e dipende solo dal colloquio che avranno con Neto lunedì (lui voleva andare al Vasco e, soprattutto, vuole essere sicuro di giocare nell'anno dei mondiali), se dimostra di essere convinto e di non avere remore di nessun tipo andranno avanti con lui e, dalle parole di Pradè, non sembrava un bluff. Magari domani decidono di dargli Sommer a due milioni e le cose cambiano, ma oggi sembrava convinto.

    RispondiElimina