.

.

lunedì 8 luglio 2013

Calvino è bello

A Firenze è ormai in atto una vera e propria guerra a colpi di indiscrezioni e di calore, vampate che aiutano non poco ad alzare il livello del delirio, scoop strampalati, anticipazioni delle anticipazioni come se la colazione fosse diventata l’antipasto dell’antipasto, una bagarre nella quale tutti cercano di dare la notizia dell’arrivo di Gomez un centesimo di secondo prima dell’altro. La Nazione, non a caso, nel periodo del calciomercato assume solo stagionali giamaicani, i più veloci in assoluto, il resto sono gente un po’ appesantita dal lampredotto che sgomita e arranca come in quelle partitelle di calcetto organizzate per festeggiare la crisi di mezza età, in quelle per intendersi dove invece dei cambi si operano le ernie. E intanto Paloscia farfuglia, Bucchioni farnetica, Calamai Fantozzi, radio, siti e giornali impazzano, tutti costretti a usare la fantasia in un modo così intensivo che al confronto Calvino sembra uscito dalla Scuola Radio Elettra Torino, tanto che per Brovarone “Il barone rampante” è un Causio più ambizioso, per Guetta che ha studiato al Mercato Centrale, Italo è invece l’autore dell’Alta Velocità, Tenerani che sa sempre tutto lui sostiene di aver trovato delle incongruenze in “Ultimo viene il corvo” e la dimostrazione sta tutta nell’assunzione di Pradè. Bucciantini da invece un taglio più politico e per questo ha intervistato la Bocassini che per non sapere ne leggere e ne scrivere proprio come la Gozzini, ha messo agli atti “Il cavaliere inesistente” dichiarando “Inesistente una sega, esiste e lo condanno pure”, dopo aver sostenuto nel capo di accusa che il libro sarebbe  stato scritto a quattro mano con Ghedini. Ci sarebbero anche i giovani che Radio Blu sforna come le merendine del Mulino Bianco, altrettanto pesanti da digerire, e tra i tanti scelgo Tommaso Loreto di cui il Guetta racconta sempre l’episodio del colloquio prima dell’assunzione, quando alla domanda precisa se credeva in Dio lui rispose “Beh, credere è una parola grossa, diciamo che lo stimo”. Tra gli elegantoni invece, spiccano il solito Tenerani detto “Prezzemolo” e Luigi La Serpe che con quel cognome lì è un predestinato, uno che usa la Fiorentina solo come trampolino di lancio per andare poi a dirigere la redazione di “Striscia la notizia”. Tra calvi e Calvino per la verità ci sarebbe anche Sandro Bennucci, decisamente il più abbronzato, tanto che è costretto a subire le battute razziste di Sandrelli, mentre il “Gallori gomme” è indispettito dal fatto che in una trasmissione Viola come quella di RTV38 ci sia sempre in collegamento un gobbo come Idris. Ma il più forte di tutti diciamocelo pure, è lui, dall’alto di quella sua stazza inclinata quasi come la Concordia, spiaggiato da anni sulle pagine di un giornale ad personam come è Stadio per i tifosi Viola, si, lui è il più forte, con la voce rauca come il Padrino, Ciccio Rialti detto “Aceto” per quella sua forza di pensiero, è convinto di potere ormai tutto a Firenze, ora in trattativa anche con Moira Orfei perché racconta di avere una forza di pensiero tale da sollevare un elefante con una mano ma di non esserci riuscito ancora solo perché non ha trovato un elefante con una mano sola, l’unico però in grado di interpretare il sorriso di Prandelli quando le cose vanno male, di cogliere cioè quel preciso istante in cui Cesare ha pensato a qualcuno a cui dare la colpa. L’attesa per Gomez snerva, logora, tanto che nella speranza che ci sia a breve uno sbocco nella trattativa pasteggio ormai solo con la “Soluzione Schoumm" che aiuta a buttare giù gli editoriali di Enzo Bucchioni e allo stesso tempo mi ricorda la spuma al cedro da 100 che bevevo dal Torcini in via Romana, sarà per questo che oggi ce l’ho con tutti e mi scuso con quelli che non ho citato, o forse è più semplicemente perché penso che gli uomini si dividono in due categorie, i geni e quelli che dicono di esserlo. Io sono un genio.

135 commenti:

  1. Più che Calvino direi che ricorda Il deserto dei Tartari.

    RispondiElimina
  2. Ringrazio Pollock per l'omaggio al mio più illustre concittadino (anche se nato a Cuba)

    RispondiElimina
  3. Firenze Viola sostiene di aver verificato che la storia della telefonata di Ljajic è una bufala.

    RispondiElimina
  4. http://www.fiorentinanews.com/2013/07/jovetic-blocca-sul-nascere-il-napoli-sul-nascere-in-italia-vuole-solo-la-juve/comment-page-1/#comment-89737

    Vediamo se lo capisce che ha un contratto fino al 2016. E si ricordi di portare 30 milioni lui e quella fava del procuratore se rifiutano altre destinazioni.

    RispondiElimina
  5. http://www.fiorentinanews.com/2013/07/tagliato-fuori/

    Questo invece, qualcuno, lo voleva di più in campo. L'anno passato fu rivoluzione e siamo arrivati quarti, quest'anno si elimina le erbacce della prima rivoluzione e si da il via alla seconda, quella che può proiettarci in zona CL. Dal prossimo anno s'inizierà a lavorare di fino.

    RispondiElimina
  6. Ciao Anto! Che la telefonata fosse una bufala lo aveva già detto immediatamente l'ottimo Deyna.

    RispondiElimina
  7. Beh,l'avevo immaginato anch'io.

    RispondiElimina
  8. E domani comincia il Ramadan, per cui digiuno diurno fino al 7 agosto... i numeri tecnici li avrebbe anche, ma mi è sempre parso un corpo estraneo.

    RispondiElimina
  9. Peccato, perché tecnicamente El Ham è molto buono, ma sembra non esser riuscito a integrarsi col gruppo né essere evoluto tatticamente. Magari in un altro campionato riesce a esprimersi al meglio, glielo auguro.

    RispondiElimina
  10. Un'altra bufala clamorosa, secondo me, è anche l'interesse per Storari.

    RispondiElimina
  11. LELE

    Leggo adesso qualche post preoccupato per la posizione di Ljajic...
    personalmente, pur essendo un estimatore della prima ora cui seccherebbe
    dovesse andarsene, non sarei pessimista, men che meno mi filerei la
    vociacce degli accordi con Galliani, che trova terreno fertile col
    compagno di merende Ramadani. Premesso, e non ci torno piu', che Pradé
    doveva fargli firmare lo Scottex a tempo debito, ora e' inutile guardare
    a ritroso. Il casino lo ha fatto solo un tizio: Ramadani, che si crede
    potente ed intelligente ma non lo e'. Con lui e non coi giocatori c'e'
    rottura. Lui ha gestito che peggio non si puo' la trattativa di vendtita
    di Jovetic che doveva essere quesi una formalita' e ora cerca di
    ricattare con Ljajic, ma chi di spada ferisce...la societa' ha sempre il
    coltello dalla parte del manico e non e' quella blanda ed eunuca dei
    tempi del cappone invertebrato. Ramadani ha messo Jovetic nella merda e
    chissa' se quel testa a pinolo lo ha capito, prima dell'intervista c'era
    dialogo anche perche' i DV non mancano mai di parola, dopo le
    forzature, l'intervista pro gobbi, se li e' messi contro e si sa cosa
    questo genera, non cedono di un millimetro e non si fanno prendere per i
    coglioni da nessuno, dunque rapporto inessitente e queste le
    condizioni: porta i 30 come d'accordo, senno'in ritiro agli ordini di
    Montella. Se arrivano il quattrini, siam tutti contenti, nella seconda
    ipotesi, correrebbe sul barbecue fino al 2016 ( per il montenegrino un
    incubo il solo pensiero). Ljajic: bene non firma il rinnovo? ok porta
    una societa' che ci da' una dozzina di mln cash; senno' si allena e
    guarda le partite dalla tribuna...Quindi perche' preoccuparsi? E' 'il
    Rama a dover sbrogliare la matassa ai suoi assistiti e non la societa'.
    Da bocca di chi lo conosce, sembra ( coi giocatori e' bene ad andarci
    piano, vedi quella serpe di Pizarro) che Adem non sia idiota come
    Jovetic e sia deciso a firmare il rinnovo dove non esiste nemmeno un
    probema di intesa sui quattrini. E' a Firenze per risolvere la cosa.



    Lele

    P.S. caro Jackson, anche io sono un genio...

    RispondiElimina
  12. Questo per stanare Blimpe:

    RispondiElimina
  13. Uh, non si vede:

    http://www.fiorentinanews.com/wp-content/uploads/2013/07/AmbrosiniVisite.jpg

    RispondiElimina
  14. sopravvissuto8 luglio 2013 12:49

    Acclarato che il COLONNELLO BLIMP ha fatto un voto, anzi "il" voto: finchè non arriva Gomez non posta!! LELE, mi fa piacere che tu la pensi come me, ero stato esplicito nel mio post post-pennichella di ieri, la Fiorentina ha tutto in mano e deve "aprire" Ramadanni, non Pradè. Chi vuole andare (Jojo) vada, chi vuol restare faccia del suo meglio (Liajic), mentre El Hamdaoui più che un corpo estraneo sembra un corpo sempre in preda al Ramadan, anche se un interrogativo arriva da solo: Li mortacci, questo ha fatto Ramadan ed era sempre sovrappeso? E se non faceva il digiuno come diventava? Come Jardel a 30 anni??!! Qui friggiamo per Gomez, qui stemperiamo l'attesa ma siamo come gli uomini feticisti davanti ad una ragazza che toglie le scarpe (o i sandali) e si diverte con il dandling...attesa, snervatura, goduria futura, togli e metti....Sopravviveremo. Apprezzo sempre più Pedullà, che mai si sbilancia e funge da pompiere nei confronti del piromane Criscy, il quale vuole spegnere gli incendi con delle taniche di benzina, dimenticando che rischia lui stesso di scottarsi. Intanto inizieremo a goderci il nostro Julio Alberto-Alonso, lo spagnolo ricorda l'izquierdo caduto nella droga ma aratro della fascia sinistra del grande Barcellona del passato, guarderemo con attenzione Ambro, che giocherà più del previsto e ci godremo una Maquina che è ferma solo per il tagliando. Notiamo che in tre giorni i giornali hanno scritto 1) "Viola più vicina a Gomez", 2) "Il Napoli sfila Gomez alla Fiorentina", 3) "Fiorentina alla stretta finale per Gomez".......S.NAP., questo può succedere solo nel calcio, con la sua frenesia, con la sua bulimia, con le sue fregnacce........

    RispondiElimina
  15. Sopravvissuto8 luglio 2013 13:47

    Comunque, GUBERNATOR, a Calvino preferisco Calvesi....

    RispondiElimina
  16. Questa patata liscia, liscia è ipnotica...

    RispondiElimina
  17. Intanto Nutellino è al telefono con Galliani che gli suggerisce di simulare un attacco di cuore durante le visite...

    RispondiElimina
  18. Prima di cascare dalla sedia aspetto l'ufficialità!

    RispondiElimina
  19. Da fiorentinanews.com: "Andrea Della Valle chiama Rummenigge".
    ........
    Andrea: "Kalle?"
    Rummenigge: "Ja"
    Andrea: "Parafiosky?"
    Rummenigge: "Eh?"
    Andrea: "PUPPAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!!"

    RispondiElimina
  20. Addetto stampa della società tedesca: "Gomez è della Fiorentina"
    Fonte Sky

    RispondiElimina
  21. È ufficiale, fonte Bayern.

    RispondiElimina
  22. MARIO MARIO GOMEZ! GOMEZ!

    MARIO MARIO GOMEZ! GOMEZ!

    http://www.violanews.com/calciomercato/il-bayern-conferma-gomez-e-della-fiorentina-20130708/

    RispondiElimina
  23. sopravvissuto8 luglio 2013 15:43

    Mi immergo in piscina, uscirò quando ci sarà ufficializzazione.

    RispondiElimina
  24. La pontellizzazione è definitivamente sepolta assieme a tutti i suoi propugnatori. Una prece.

    RispondiElimina
  25. Ormai è fatta! Gaudium magnum: habemus Gomez!!!

    RispondiElimina
  26. MAAAAAAAAAAAAAARIIIIIIIIOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO


    Scusate l'idiozia, è vero manca la firma, ma quando l'annuncio lo da una società come il Bayern....


    E' FATTA!!!!!!

    RispondiElimina
  27. http://sd.keepcalm-o-matic.co.uk/i/keep-calm-and-be-mario-gomez.png

    RispondiElimina
  28. Comprato Gomez senza aver ancora ceduto Ljajic, Jovetic etc.etc. quando i numeri sono questi, c'è poco da fare, vengono meno anche nefaste previsioni.

    RispondiElimina
  29. Sempre che Ljajic venga ceduto, sia chiaro.

    RispondiElimina
  30. Attila, l'hanno sepolta 1 anno e 3 mesi fa quando hanno dato il via libera alla Mercafir. Stadio nuovo, Della Valle di nuovo sull'onda. Senza nessuna polemica e con grande gioia da parte mia.

    RispondiElimina
  31. A questo punto Jovetic verrà ceduto a una qualche squadra inglese, Ljajic rinnoverà senza rompere il belino e Pizarro se ne starà tranquillo e rinnoverà pure lui. Neto titolare, poi basterà sbolognare Vargas a qualche squadra sudamericana che sia sprovvista di etilometri e saremo quasi a posto.

    RispondiElimina
  32. Ottimo e abbondante Anto.

    RispondiElimina
  33. Della lista di tutti i centravantoni (Gomez, Negredo, Soldado, Yilmaz, Cardozo, Gabbiadini...) era decisamente il mio preferito. Stasera una cassa di birra diaccia marmata!

    RispondiElimina
  34. Era anche il mio preferito!
    SUPERMARIO GOMEZ!!!!!

    RispondiElimina
  35. I numeri di Mario Gomez:PRESENZERETINazionale tedesca
    Nazionale tedesca “B”58
    225
    1Nazionale tedesca U.2161Champions League5129Coppa UEFA118Bundesliga236138Coppa di Germania2925Coppa di Lega Tedesca30Regionalliga4321TOTALE439248

    RispondiElimina
  36. Statistiche da paura, ovvio. Centravanti con la C maiuscola, allerta sul rosso fissa quando staziona due metri fuori area avversaria, raddoppi costanti e nonostante tutto........questi numeri.

    RispondiElimina
  37. LELE



    Quado una ventina di giorni fa' annunciai Ambro e Gomez al padrone di casa per telefono ( non e' mio merito, ma della autorevole fonte) ci andai
    piano nonostante mi era stato detto che erano certi.

    Ora vediamo se le previsioni continuano, intanto gia' cosi' ce la giochiamo
    coi gobbi, una coppia Rossi Gomez e' inferiore a pochissime e forse
    forse...



    Lele

    RispondiElimina
  38. Lele forse mi sono perso qualcosa ma quali sarebbero le altre previsioni? Dai, continuiamo a far'e ricci.

    RispondiElimina
  39. Coi gobbi forse ancora no Lele, non tanto perché siano chissà quanto più forti di noi, ma hanno più "peso" e potere nell'ambiente. Dopo di loro siamo in piena bagarre, ce la giochiamo con le altre.

    RispondiElimina
  40. sopravvissuto8 luglio 2013 16:52

    Riemergo per prendere aria e trovo aggiornamenti.....attendo ufficializzazione, mentre mi gongolo con il mio post post-pennichella di ieri, dove indicavo la strada a Pradè, cioè il bluff (serio, vero!) con l'acquisto di Gomez. Ora tocca a Ramaya....hu hu hu hu hu Ramaya....about you Ramaya......anzi IT'S UP TO' YOU RAMAYA!

    RispondiElimina
  41. All up to you di Wisin y Yandel per rimanere ai giorni nostri!

    RispondiElimina
  42. http://www.violanews.com/calciomercato/mario-gomez-grazie-bayer-vado-alla-fiorentina-20130708/



    I presupposti ci sono tutti, e se il buondì si vede dal mattino.....

    RispondiElimina
  43. Il Buondì (Thiago) Motta?

    RispondiElimina
  44. Lascialo dov'è Thiago, mi sembra abbastanza esausto per puntare ancora al calcio che conta. Non è finita ragazzi, non è finita. Io sarei anche a posto così, ma immagino ancora qualche ritocchino. Il prospetto l'hai fatto giusto, via Jojo e vediamo chi arriva ancora.

    RispondiElimina
  45. LELE



    Ciao ATTILA, c'e'un mio post due o tre giorni fa' e niente e' cambiato
    ne' cambiera', la squadra e' fatta al 90%, restano iil portiere e i
    Ramadani's compreso Seferovic. Penso che da quellli sviluppi penseranno
    anche ad una punta centrale e un difensore di valore che partano dalla
    panca perche' le competizioni da fare son tante e in tutte puntiamo
    alto. Nomi in questo caso e' inutile farli e credo che non siano nemmeno
    tanto concentrati su questo ora, le scelte verranno fatte in base agli
    sviluppi dei Ramadani's con un mercato ancora lungo. LEO, non credere
    che le distanze siano poi cosi' abissali, lo scorso anno si lamentava la
    grande punta, l'esterno sinistro, il poco apporto di Jovetic, il
    portiere, sono arrivati Gomez dalla squadra piu' forte al mondo, Alonso
    che conosco in campo, ma con margini ancoia da scoprire se mette la
    testa a partito, e Rossi se torna al 100%. ( resta il nodo portiere che
    e' invero delicato, vediamo) Abbiamo spalle coperte di qualita' in
    tutti i ruoli e una miriade di soluzioni tattiche, se ci fanno giocare
    il lunedi'; si vede... i gobbi hanno un grande allenatore, ma
    priviligeranno la CL, vincere il terzo scudetto di seguito non gli
    cambia la vita. Onore ai due DS e alla societa' tutta!

    RispondiElimina
  46. Questa operazione è sicuramente molto valida nell'immediato. Gomez e Rossi formano una coppia molto importante adatta ad essere utilizzata sia nel 3-5-2 che nel 4-3-3, i due moduli sperimentati lo stesso anno. Sicuramente si hanno sulla carta molte possibilità di finalizzare con gli attaccanti, visto che sia Gomez che Rossi sono freddi e spietati sotto rete e sfruttano bene le opportunità. Si perde qualcosa in termini di tecnica e di gioco palla a terra ma si guadagna nel gioco aereo e nella produttività delle punte. Per quanto riguarda un arco di tempo più lungo, vorrei capire se perderemo Ljajic o possiamo sperare di tenerlo. La Fiorentina ha speso molto per Gomez, vendere Ljajic, oltre che alleggerire gli ingaggi, significa incassare 10 milioni di euro circa. Sono risparmi importanti di circa 13-14 milioni di euro tra prezzo di vendita e ingaggio lordo. Bisognerebbe avere però il coraggio di tenerlo, visto che una cessione importante è sicuramente in agenda, quella di Jovetic. Chiudo aggiungendo che non commenterò più in caso di insulti o polemiche insistite e fasulle.

    RispondiElimina
  47. D'accordo su tutto Lele, non parlavo di distanze abissali giammai, ma anche i gobbi proprio a dormire non sono stati. Vedo un milan messo male, tutto sulle spalle del Balo, un Napoli che deve ancora partire nel mercato anche se la base non è da buttare, un'Inter messa meno peggio di quel che si crede, arriva l'indonesiano con un pacco di denari e l'allenatore ce l'hanno buono e una Roma che ancora non ha fatto niente. Finisse oggi il calciomercato saremmo li nella scia dei gobbi, figurati.

    RispondiElimina
  48. Se seguiti a dire sempre le stesse cose sulle quali hai suscitato vespai di polemiche come puoi pretendere di non continuare a suscitarle? Tenere Ljajic non è questione di coraggio, è questione che il ragazzo si convinca a rimanere a cifre consone e si sganci dai diktat di quel demente di persiano. Se si vende Jovetic, e quello sì che è un "must" a questo punto, non è affatto necessario vendere Ljajic. Si copre con margine la cifra d'acquisto e quasi quella d'ingaggio del tedesco. Certo se Ljajic vuole quanto pigliava Jovetic, va in rampa di lancio anche lui.

    RispondiElimina
  49. Per me il portiere non è affatto un problema se vanno avanti con la linea annunciata da Pradè a Castiglioncello, ma questo ormai lo sapete già.

    RispondiElimina
  50. Intanto il rischio che fosse necessaria la cessione di Ljajic per "drenare" risorse per Gomez non si è avverato nonostante fosse stato scritto a più riprese che non erano collegate le due operazioni, nemmeno a Jovetic, immagina un po'. Adesso c'è la possibilità che possa rimanere pure Adem, o Jojo, che a questo punto rischia di diventare prigioniero della squadra che lo ha valorizzato a livello internazionale (bravo Ramadanni a mandarlo allo sbaraglio con quell'intervista, ma bravo bravo bravo. Fossi Jovetic lo manderei a spagliare in due minuti, lui e quel cretino del guercio che fa innamorare a parole). Gomez ha 28 anni, quindi ancora 5 anni ad altissimo livello, al netto degli infortuni, Rossi ne ha pure meno di anni e se recupera sono operazioni in ottica lungo termine. Tecnicamente perdiamo poco, sia Rossi che Gomez al pallone danno del tu, chiaro che se rimane nutellino è senz'altro meglio, chi l'ha mai negato, ma il rischio di perderlo è concreto, d'altronde offerte che vanno dagli 8 ai 10 milioni sono molto vicine al valore pieno del suo cartellino (oscilla dai 10 ai 12 a seconda di chi lo segue...e lo vuole) quindi, nonostante la scadenza, significherebbe monetizzare quasi al massimo il rendimento dell'ultima stagione (il prezzo è salito per quella, prima non riprendevamo neanche quei 6 dell'acquisto). Adesso però siamo in una posizione dominante, il coltello è tornato col manico dal lato giusto. Soldi in bocca se vogliono i nostri e questa era la prova di forza che aspettavamo e sapevamo possibile.

    RispondiElimina
  51. L'osservazione di Jordan è più che pertinente. Dev' essere Ljajic ad essere convinto di rimanere senza chiedere la luna. Un altro paio di anni con Montella non possono fargli che bene per completare la maturazione. Cambiare squadra ora per lui potrebbe essere uno sbaglio deleterio, visto che per adesso ha messo a segno solo 4 mesi da giocatore importante.

    RispondiElimina
  52. Lo spero, mi semba di un'assurdità incredibile. Se Montella lo voleva era inutile prendere Munua! è più vecchio di Lupatelli ed un fenomeno non è mai stato, prende un botto (1,7 milioni) ed è della Juve. Ma se con la Juve non ci parlano a chi lo chiederebbero? Per me è una presa di culo, spero.

    RispondiElimina
  53. Adesso sembrerebbe che il Guercio voglia raggranellare un trentino vendendo Matri, Quagliarella e forse Vucinic. Se gli va bene, ne mette insieme una quindicina e siamo punto e daccapo. Se davvero vogliono JoJo (ma a questo punto comincio a dubitarne), oltre ai soldi devono mettere sul piatto anche Pogba.

    RispondiElimina
  54. Esatto McGuire, voler monetizzare questi 4 mesi significa correre un rischio, forse minimo, di essere inghiottito nuovamente in quel limbo in cui era precipitato, complice anche un biennio da incubo, e di cui non era certo l'artefice. Se in questo impianto di gioco, dove si sono esaltate le caratteristiche di onesti pedatori (Pasqual) e rinati giocatori finiti ai margini del calcio che conta (Pizarro) e rilanciati giovani finiti troppo presto nel dimenticatoio (Savic), decide di rimanere anche Ljajic il primo a giovarsene è proprio lui, come Montella gli ha suggerito.

    RispondiElimina
  55. Quindici più Pogba glielo porto io, a spalla, a Torino. Sto vedendo il mondiale under 20 in questi giorni e nella Francia (strafavorita) lui è di una spanna sopra tutti. Se ha testa sarà un giocatore da big stabile per una decina di anni almeno, fortissimo. A mio parere qualcosa più......

    RispondiElimina
  56. Io pure glielo porterei in collo. Pogba è l'unico giocatore della Rube che può veramente far comodo alla Fiorentina. Niente a che vedere con quei quattro sfigati di attaccanti (che nessuno vuole) e di Merdone.

    RispondiElimina
  57. La juve non ha il trentino, ma, anche se lo avesse, dubito che lo userebbe per comprare Jovetic. E' una questione di principio, una lotta di potere, o come vi pare. Nessuno vuol cedere e, se lo han fatto solo per rompere i coglioni, come è anche possibile e penso da tempo, lo scopo l'hanno già raggiunto. Han reso impossibile o, comunque, molto complicato il continuare con quello che era il nostro miglior giocatore, ci han costretti a metterlo sul mercato dopo avergli rotto i coglioni per un anno influendo probabilmente sul suo rendimento e magari sperano tuttora di averlo alla fine per disperazione e sotto costo. Per inciso letti i vostri sogni, Pogba e Vidal sono gli unici due incedibili per Conte, più volentieri ci pagano il trentino che, come ho detto prima non ci daranno mai.

    RispondiElimina
  58. Jordan è ovvio che non lo cedano, siamo qui tutti euforici per Mario che ci vuoi fare. Così stupido non è neanche il guercio ed anche se lo fosse, l'hai scritto, ci pensa Conte a rimetterlo in carreggiata, lui i giocatori li conosce.

    RispondiElimina
  59. Se non cedono Ljajic la Fiorentina è ufficialmente in lotta per lo scudetto, non abbiamo paura di dire le cose come stanno.

    RispondiElimina
  60. Il fatto che non ci sia un legame tra l'acquisto di Gomez ed una eventuale cessione di Jovetic (data per scontata) e Ljajic lo si vedrà nei prossimi giorni. Del resto anch'io ho fatto notare che il giudizio sulla operazione che ha portato Gomez alla Fiorentina è atteso ad una prova: se Ljajic resta il mio voto è alto, se si sacrifica oltre Ljajic Jovetic le perplessità aumentano. Non è vero che tutto dipenda da Ljajic, gli affari si fanno in due. In particolare occorre dare al giocatore diversi segnali di rassicurazione: importanza nel progetto, collocazione tattica, garanzia di giocare, perchè se sta in panca è bene vada via, non messa per scritto, ma esplicitata da Montella, e non ultimo aumento consistente, a salire, del contratto. La Fiorentina fa un sacrificio economico se vuole tenere Ljajic, si tratta del mancato introito della cessione, cui si vanno ad aggiungere almeno 3 milioni di ingaggio lordo. Quindi è chiaro che la scelta societaria è dirimente quanto quella del giocatore.

    RispondiElimina
  61. Oltre Jovetic Ljajic naturalmente. Quoto Deyna.

    RispondiElimina
  62. I Della Valle hanno lanciato un messaggio che deve essere chiaro a tutti: noi rilanciamo. Gomez è un'operazione in controtendenza per l'attuale situazione del calcio italiano. È una mossa che paga da subito, sia a livello locale, dove l'entusiasmo porterà un boom di abbonamenti, sia a livello internazionale, dove la scelta di Mario susciterà molto interesse attorno alla squadra. Nonostante ancora qui da noi, il servilismo fa si che Sky apra i telegiornali sportivi con il raduno del Milan e le parole del suo presidente che giura che sono la nipote di Mub...ehm...che sono da scudetto. Mancano pochi tasselli per essere i primi avversari delle merde, manca un centrocampista, un centravanti di riserva ( che a mio parere giocherà molto poco, perché Gomez le vuole fare tutte) e un'alternativa sulla destra bassa. Aggiustamenti che ci completerebbero e ci metterebbero in prima fila anche per l'Europa League. Montella parlerà con Nutellino e gli spiegherà che il Milan non è quello di Kakà, mentre a Firenze deve completare il suo cammino. Lui gli ha dato fiducia quando tutti l'avrebbero inseguito coi forconi, le sue parole saranno ascoltate. Questo sarà un anno fantastico e sarà l'inizio di qualcosa che racconteremo ai nipoti.
    Forza Viola!

    RispondiElimina
  63. LELE



    LUD, oggi e' giorno da brindare con Krug del 1988 quindi niente polemiche,
    ma proprio per celebrare questo annuncio ufficiale, vorresti metter da
    parte, almeno per oggi i nuvoloni di neri presagi che non ci sono?
    Gomez e'un centravanti di levatura mondiale e ci onora della sua scelta,
    ha fatto una dichiarazione che dimostra che non sempre i calciatori
    hanno un cervello non usato. In un solo anno siam passati da essere
    rifiutati dal mediocre montolivo, ad essere scelti per qualita' di
    calcio, societa', citta', bistecche e... lampredotto da Campioni e chi
    se ne andra' lo fara' scontento. C'e' solo da sorridere, anzi da
    esultare. Io terrei Ljajic e lo san tutti bene, ma se andra'via, ne
    verra' un altro, mai le parole di Montella sono attuali come adesso, ha
    piu' lui bisogno della viola che il contrario. Se poi va al Milan, ci
    arrivera' dietro.



    Lele

    RispondiElimina
  64. Quest'anno di sicuro almeno si ricaccia in gola le parole di Galliani che il milan arriva sempre a podio e che la CL è la sua naturale dimensione. Naturale cosa ?! Arrivarci passando da Siena son tutti boni!

    RispondiElimina
  65. Anche se rinnova non va più bene, se deve rimanere per fare panca è bene che vada via ?! Ragionare con te è arduo. Nel progetto deve crederci lui non la società che deve convincere un ragazzino che rimanendo può essere un bene per lui. La collocazione tattica mi pare l'abbia ricevuta l'anno passato, ne ha giocate tante e quest'anno ce ne saranno molte di più da giocare, se gioca come l'anno passato quanta panca credi farà ?! La garanzia di giocare è una castroneria Lud, è tacita per Messi, né verbale né scritta, ma si parla di Messi, ci sarà anche per Cristiano Ronaldo, ma per Ljajic, ancora, suvvia........Sulla'umento ti ha risposto Salvatore a più riprese, e anche Jordan, non ho niente da aggiungere, alle cifre trapelate sarà accontentato, sul consistente ci andrei più cauto, soprattutto se a salire. Diventerà un giocatore eccellente, probabile, al momento non ha fatto molto per vedersi riconosciute e garantite simili richieste. Gomez viene per giocare quelle che conta ma non ha bisogno di chiedere, né lo fa lui né altri anche meglio di lui, sono i risultati e la storia che si costruiscono con gli anni, le prestazioni che inficiano richieste siffatte. Devono giocare per meriti acquisiti sul campo non perché spergiuravano sulle loro consacrazioni.

    RispondiElimina
  66. Una operazione molto importante, Lele, è quello che ho scritto, che ci consente di finalizzare il gioco della squadra non soltanto con gli inserimenti ma anche con due uomini freddi sotto rete, che magari sfruttano una palla sporca (Rossi) con uno scatto o colpiscono di testa (Gomez) a un minuto dalla fine. La questione Ljajic è ancora aperta, ma si continuano a leggere di un Galliani in agguato con denti canini sanguinolenti.

    RispondiElimina
  67. Legame con la cessione di Jovetic sì, di Ljajic no, ma te lo devo dire in musica? Se Ljajic se ne va non è per l'arrivo di Gomez, ma per tutt'altri motivi, quindi non si sacrifica un belino di niente, è lui che, se se ne andrà, avrà preso quella decisione. Jovetic invece, per l'ingaggio che ha e per rientrare dei capitali, dovrà essere venduto a questo punto. Ti è chiaro o devo fare un disegnino?

    RispondiElimina
  68. L'arrivo di Gomez è anche un incentivo a Piazarro e Ljajic a restare. Chi glielo fa fare di andar via, quando stiamo costruendo una squadra del genere? Ljajic per me qui giocherebbe tanto - il Ljajic esploso quest'anno, dico - se deve andare a un milan che gli garantisce a priori un posto da titolare perché è una squadra di scarsoni, qualche dubbio sulla bontà della scelta gli verrà pure. Ma sono tutte voci, per ora, magari il ragazzo è già convinto di restare a Firenze, e vuole solo vedere adeguato il suo stipendio.

    RispondiElimina
  69. In pratica Jovetic (che comunque al 90% andrà via, al Chelsea se ha ragione la "talpa" di Vitalogy) sarà sostituito da Pepito Rossi, mentre Luca Toni sarà sostituito da Supermario Gomez. Mi sembra un deciso passo avanti.
    Qanto a Ljajic, se rimane bene, altrimenti sarà sostituito da Ilicic; io ovviamente preferisco Ljajic, ma è chiaro che se non vuole rinnovare il contratto la cessione sarà automatica, dispiace ma è così. In ogni caso la squadra sarà molto competitiva.

    RispondiElimina
  70. Giusto Deyna. Nel Milan comunque la coppia d'attacco sarà El Shaarawy - balotelli, Ljajic partirebbe dietro, come ha fatto Robinho quest'anno.
    Gli conviene decisamente rimanere da noi.
    Comunque se non rinnova, dubito che possa andare al Milan, la Fiorentina cercherebbe di mandarlo all'estero, magari a Madrid (a proposito, l'Atletico ha preso David Villa!)

    RispondiElimina
  71. se va via Ljajic e viene Ilicic non credo cambi molto nelle nostre potenzialità, però mi va bene anche se resta Ljajic

    RispondiElimina
  72. http://www.toscanacalcio.net/media/k2/items/cache/24698fa7beb5d61d35c8d19d5a5235c1_XL.jpg

    RispondiElimina
  73. C'è anche Wolski comunque che dovrebbe essere molto simile a Ljajic ed eventualmente compensarne la perdita anche senza che arrivi Ilicic.

    RispondiElimina
  74. Sei autarchico, Lud.

    RispondiElimina
  75. Il ragazzo è confuso

    https://mobile.twitter.com/StevanJovetic8

    RispondiElimina
  76. Per Ljajic la "garanzia" dovrebbe essere data da Montella a parole, basta un colloquio per far capire che un giocatore conta. È chiaro che nessuno può pretendere il posto. Gomez ha fatto capire chiaramente che vuole giocare e che ha scelto Firenze perchè si sente sicuro di scendere sempre in campo. Se non riesci a moderarti Leo non posso più scrivere qui e ti ritroverai a riempire paginate di "viva Gomez" perchè le discussioni sono spesso alimentate dai miei interventi.

    RispondiElimina
  77. Moderarmi per cosa Lud, cos'ha urtato la tua suscettibilità stavolta, il termine castroneria sulla garanzia di giocare ?! Ma quale allenatore sano di mente da simili garanzie ai giocatori ?! Ljajic non necessita di nessuna garanzia secondo me, l'anno passato Montella lo ha fatto rendere come mai nessuno prima, quali altre prove sono necessarie. Ljajic lo ha ripagato e non credere che Montella consideri Ljajic un panchinaro, se offre quello dell'anno passato ne giocherà tante, ma tante tante. Tu sei ancora convinto di avere sovrabbondanza la davanti, ti dico che ancora non abbiamo questo problema. Il campionato sono 38 partite, un'EL a buon livello, diciamo fino agli ottavi come obbiettivo minimo, sono altre 10 partite, una CI fino ai quarti, semifinale, sono altre quarte (mi sembra che si entri in gioco da quel turno, ma non sono sicuro), tu pensi che con 52 partite non ci sia spazio per tutti ?! Considera che se arrivi in fondo ad una delle due competizioni arrivi a 60. L'anno passato siamo stati in emergenza in attacco per 6 turni (solo campionato) ed avevamo 5 attaccanti di ruolo, fai due conti. Ljajic deve solo decidere cosa fare da grande, se gli danno oltre il milione e trecento mila euro, a salire se ti fa piacere, può offrire un'altro, due se ne ha voglia, anno ad alto livello e decidere di monetizzare, dopo, davvero le sue prestazioni. Se va in una mezza big, oggi, e fallisce, non avrà modo di risalire tanto facilmente, se fa lievitare ancora il suo cartellino come quest'anno può andare dove vuole.

    RispondiElimina
  78. A dire il vero da nefaste previsioni e paturnie da indebolimento cronico, eppure......

    RispondiElimina
  79. Gli dona. eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  80. No, alimenta costruttivamente le discussioni grazie ai suoi interventi, noi continuiamo con i viva Gomez. eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  81. Beh, dite quello che volete, ma io sono euforico, l'acquisto di Gomez è uno dei più grandi acquisti della storia della Fiorentina.

    E' vero che da un mese lo si dava per quasi certo, ma io avevo sempre paura che finisse come con il mio idolo Gary Lineker nel 1989, per settimane si diceva che stavamo per prenderlo e poi finì agli Spurs.

    Invece GOMEZ L'ABBIAMO PRESO NOI! WILLKOMMEN MARIO!!



    Solo noi, solo noi, Supermarione l'abbiamo noi...

    RispondiElimina
  82. Beh, ora comunque gli toccherà imparare lo spagnolo, oltre all'italiano. Ragazzi, bando alle ciance, qui sta venendo fuori uno squadrone, e io che avevo paura che non potesse arrivare, mi stropiccio. Ora tocca al nostro alchimista di Castello di Cisterna

    RispondiElimina
  83. Cominciamo a mettere le cose in chiaro, che devo superare lo scoglio estetico ancora: BIENVENIDO MATADOR! Eheheh

    RispondiElimina
  84. Vigile, Gomez è di padre spagnolo, immagino che parli benissimo il castigliano, mentre per l'italiano può aiutarlo Compper.

    RispondiElimina
  85. Come "anche", Ljajic è superiore a Ilicic, soprattutto dato il gioco della Maquina, e nemmeno di poco...

    RispondiElimina
  86. Sopravvissuto8 luglio 2013 19:28

    Un difensore autoritario e con i controcoglioni, un Santacruz in panca e fuori il pallottoliere anche quest'anno.... In Formula Uno c'è il duello tra Alonso e il tedesco, a Firenze ci sarà sinergia tra Alonso e il tedesco...eh eh eh eh eh eh eh....LUD, sorridi! Oggi non c'è distonia, oggi c'è solo la Fiorentina e domani tutti i giornali finalmente scriveranno la stessa cosa. (il baseballista dove si sarà nascosto? In Aspromonte? In Barbagia? BLIMP sarà andato a stanarlo per tatuargli le lettere "DV" sul petto...ah ah ah ah ah ah ah ah...li riconosceremo turri, LELE, i pontellizzatori, i dismissionari....si si....saranno viola!!! Ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah il viola della vergogna......ah ah ah ah ah baseballista!! Pronto in ricezione? Becca 'sto Gomez!....Gomez....Go mez'idea di scudetto!!

    RispondiElimina
  87. In effetti, Deyna, abbiamo una squadra talmente spagnoleggiante che perfino quando acquistiamo un Tedesco ha un cognome spagnolo.

    RispondiElimina
  88. In panca va bene anche Rolando Bianchi, se non pretende un ingaggio troppo alto.

    RispondiElimina
  89. Non ha un cognome, ha sangre spagnolo! Eheh

    RispondiElimina
  90. Ma è così Leo tu oltre questo raramente vai senza un mio suggerimento.

    RispondiElimina
  91. ...e per il fiorentino e le "c" strascicate l'avrebbe potuto aiutare Viviano, ma...

    RispondiElimina
  92. La mescolanza di sangue tedesco e spagnolo è la caratteristica del personaggio di Thomas Mann Tonio Kroeger, che nella novella omonima risulta nato da un padre tedesco e da una madre spagnola. Si tratta di un riferimento autobiografico in quanto lo stesso Mann era di padre tedesco e madre portoghese. Naturalmente il carattere di chi si trova alla confluenza di mondi spirituali tanto diversi è del tutto peculiare, una fusione di passionalità mediterranea e istinto artistico da un lato, razionalità teutonica dall'altro. Ma nel giovane Tonio le qualità materne predominano.

    RispondiElimina
  93. Su Gomez c'è poco da dire se non cose elementari: nazionale tedesco, centravanti della squadra più forte d'Europa (ultimamente riserva, vero, ma riserva partecipante e "segnante" della squadra più forte d'Europa), 28 anni da compiere dopodomani, un posto in nazionale da confermare per Brasile 2014... grande operazione direi, se pensiamo che 5 anni fa pagammo 15 milioni per Gelatino, e se pensiamo che in anni passati venivamo snobbati da mezze tacche che si sentivano Fra' Cazzo da Velletri per aver fatto 2 presenze in amichevoli di merda della nazionale e aver letto un paio di titoli di giornalettisti riguardanti presunti interessamenti delle strisciate nei loro confronti.
    Lud, prepara il pallottoliere i gol di Marione... VIVA GOMEZ!

    RispondiElimina
  94. donner und blitzen! tornano a pallino queste reminiscenze delle "super eroiche", fumetti che leggevo ogni tanto , perché "tuoni e fulmini" pur essendo un'espressione linguistica altamente improbabile in bocca a rozzi soldati della Wermacht in pieno assetto di guerra, suona invece piacevole e probabile come anatema rivolto ai nostri futuri antagonisti sul campo. In altri termini, cacatevi sotto, cari nemici!

    RispondiElimina
  95. Capisco che ad alcuni possa piacere il Calvino ma personalmente sono per la selva nera. Detto questo voglio fare ancora tanti complimenti a Pollock. I suoi editoriali sono stupendi, forse non ricorda ma fui il primo, sul sitone, a riconoscere il suo grande talento. Molti non capivano.

    RispondiElimina
  96. Ricordo Attila, lo ricordo bene invece. Sei molto gentile e anche un po' esagerato. Grazie.

    RispondiElimina
  97. Beh Lud, dovessimo avanzare con le tue argomentazioni staremmo freschi! E' la solita italica solfa, medici che curano senza laurea e professori che vorrebbero insegnare senza cattedra, ma almeno un'infarinatura ce l'hanno, è quando non si ha nemmeno quella che diventa ridicolo replicare, manca la sostanza. La presunzione non ti difetta ma i discorsi non producono farina, appunto.

    RispondiElimina
  98. colonel.blimp8 luglio 2013 20:48

    Con quella moglie, Gomez prende grossi rischi venendo a Firenze: olio a Quarrata, vino di Pomino, potta di Siena e cinci fiorentino. Comunque, contento lui... Neto rimane titolare e Jordan cerca pertanto disperatamente di ricordarsi come ci si fa una sega. Nutella è buio in volto? Dopo una bella vacanza? Ma se va al Milan a guadagnare fantastilioni! E Jojo, venga Jojo sotto le forche caudine e vediamo se il Napoli gli farà schifo ancora per molto! Pradè ha i coglioni di porfido e il Rama se li sbriciola, i suoi, a cercar di dar di cozzo col romano zittone. E Marmotta, a forza di spiare dal buco della serratura, rischia di rimetterci anche l'occhio buono se Pradè ha il ghiribizzo di far passare uno spillone attraverso la toppa.

    RispondiElimina
  99. a me mi piace quello coi' ghiacciolo: lapidario. http://www.violanews.com/news-viola/video-vn-il-bar-marisa-e-il-sogno-avverato-20130708/

    RispondiElimina
  100. Mann è un discreto portiere e rientra nei nostri parametri, Kroeger è il classico terzinaccio stronca gambe alla Benetti ma dotato di più tecnica buona plusvalenza se arrivasse. Thomas è infortunato, dubito però che possiamo permettercelo chiede troppo. Tonio penso lo voglia Benitez a Napoli ma di esterni siamo a posto, serve altro in attacco, in ogni caso gioiamo per l'acquisto odierno. Forza MARIO!

    RispondiElimina
  101. Gomez è un colpo straordinario, e la goduria è massima! Ed è una goduria senza se e senza ma! Credo che ancora non abbiamo la piena percezione di come la nostra squadra sia ben vista all'estero. Ma il vero colpo è avere la famiglia Della Valle alla guida della Fiorentina!

    RispondiElimina
  102. Due anni fa se andavi a bussare per uno come Gomez era l'usciere ad accompagnarti fuori sede. La differenza sta tutta li, dal lottare per non retrocedere due stagioni fa, a quella splendida appena passata e il sapere che dietro a questo squadra c'è mister Tod's che ha deciso di tornare sulla cresta, anche calcisticamente, ecco che uno come Gomez rinuncia alla CL, ad ingaggi più alti e squadre più blasonate. Il ritorno mediatico di questa scelta ha da produrre ancora molti altri risultati. Basta rifare un'annata come la precedente (mica poco) ma assolutamente alla portata. Se poi la si migliora......

    RispondiElimina
  103. Bentornato Colonnello.

    RispondiElimina
  104. Oltre alla risoluzione della questione-portiere, se dovessimo acquistare ancora (io comunque sono euforico anche se restiamo così: la squadra oggi è più forte di quella già molto bella dell'anno scorso), qual'è per voi la prossima priorità? Leggo tra voi chi chiede un centrocampista, chi un centravanti di riserva, chi un centralone di difesa; io invece metterei un terzino sinistro che oltre a spingere sappia difendere (non conosco Alonso, ma ne sento parlare come esterno basso più offensivo che difensivo), e un terzino destro che oltre a difendere sappia spingere. Ammesso che Montella punti sulla difesa a 4, se invece punta sulla difesa a 3 va bene così.

    RispondiElimina
  105. "L'autunno del Patriarca" di G. Marquez, ahahah! Scusa Jordan per la battuta. In questi giorni stavo rileggendo "Nessuno scrive al Colonnello". Menomale ha deciso di ri-scrivere lui. L'ho riposto, contento.

    RispondiElimina
  106. Non è che siamo asciutti di terzini sinistri, e non mancano neanche gli esterni da quella parte, certo a destra stiamo a meraviglia, è che Pasqual c'ha agganci in cielo e verrà riproposto su quella fascia anche per il prossimo anno. Misteri del calcio. Se parte Jovetic (e parte) serve un'altra punta, buona, non tanto per scongiurare la panca a Ljajic ma perché servono i soliti 5 attaccanti salvo modifiche di ruolo in corsa per tappare qualche buco. Nella convocazione Iakovenko è stato inserito nella lista degli attaccanti ma non lo è, abbiamo un Wolski in più a centrocampo che può svolgere le stesse funzioni di Ljajic ma anche per lui, parlare di attaccante è improprio. La soluzione Rolando Bianchi sarebbe fantastica ma è probabile che abbiano altro in mente.

    RispondiElimina
  107. E secondo me ti davano anche una manganellata in testa! Nella scorsa stagione siamo stati una delle novità piú belle del calcio europeo. È una verità che i media italiani hanno cercato di occultare o, quanto meno, di derubricare. Ma gli addetti ai lavori lo hanno ben compreso e all'estero hanno meno legami con chi comanda qui. Quest'anno abbiamo anche la possibilità di farci vedere sui campi europei: non la sprecheremo!

    RispondiElimina
  108. L'acquisto di Gomez ha risvegliato anche Blimpe, bentornato.
    Vita, a parte la questione portiere, se non partono altri giocatori a parte Jovetic, e quindi se rimangono tutti i difensori e rimangono Pizarro e Ljajic, mi sembra che siamo già a posto così. Forse, sì, qualcosa sulle fasce in difesa, dipende dal modulo, ma andiamo proprio a cercar finezze.

    RispondiElimina
  109. Esatto Anto, non ci scordiamo Vecino per il quale Montella parla un gran bene, non scordiamo Ambrosini (vituperato qui) ma che avrà un bel peso in campo e fuori. Se parte jojo subito una punta a prenderne il posto. Secondo me Zohore rimarrà aggregato alla truppa, mi sbilancio.

    RispondiElimina
  110. Ciao Vitalogy! Dal mio punto di vista, la prossima questione da risolvere è il rinnovo di Ljajic. Credo che Pradè faccia il discorsetto di cui ho già scritto un paio di giorni fa, e che non ripeto per non annoiare, e confido che Adem capisca che è anche suo interesse rinnovare. In caso contrario, assalto ad Ilicic!

    RispondiElimina
  111. A me piaceva l'idea dei due difensori sudamericani Mario Fernandes [destro] e Orban [mancino], perché sono due centrali/terzini che possono giocare bene sia a tre che a quattro. Entrambi strapotenti fisicamente, entrambi con gran classe [il brasiliano di più, però], entrambi molto forti di testa e nei contrasti, entrambi buoni in fase di spinta e negli inserimenti.

    RispondiElimina
  112. Piuttosto c'è da sfoltire la rosa: Vargas, Olivera, De Silvestri, forse Cassani, Babacar e Camporese in prestito. E c'è da risolvere, parallelamente alla questione Ljajic, l'analoga questione Seferovic.

    RispondiElimina
  113. Poero Criscitiello sei senza guida, senza compiti, senza ordini, si è dileguato l'esercito, son scappati i graduati ed hanno lasciato te, tamburino in un campo devastato a cadenzare il ritmo, a suonare la carica, a infondere coraggio, ma a chi ?!

    http://www.violanews.com/news-viola/criscitiello-gomez-alza-il-livello-del-calcio-italiano-20130708/

    RispondiElimina
  114. Sulle necessità di rinnovare a Ljajic e di sfoltire la rosa sono d'accordo e le consideravo due temi a parte, infatti la mia domanda era preceduta dalla premessa "se dovessimo comprare ancora". Comunque sono d'accordo con quello che dite: è una rosa già ampia, sulla carta più forte di quella dell'anno scorso, però per me Pasqual titolare un po' ci stona, soprattutto se facesse in terzino in difesa a 4.

    RispondiElimina
  115. Non esagero, Pollock, sono anzi tendente al morigerato per default. L'unico limite che trovo nel tuo stile è la sua peculiarità che magari lo rende meno fruibile alle masse, ma se un capiscano son falli loro.

    RispondiElimina
  116. Adesso però ci vole anche i' backup di Gomez, sfumato Bianchi, potrebbe essere Denis? Ma forse costa troppo, altrimenti resta la carta Seferovic se rinnova e se è maturato quanto basta. Mi pare che Ljajic sia ormai perso, ha rizzato troppo la cresta dopo 6 mesi boni che però son seguiti a 3 anni scarsi. Lo so, dispiace, ma oggi la squadra può fare a meno di chiunque ritenga il viola una specie di ripiego. Gomez è ora il nuovo paradigma.

    RispondiElimina
  117. Allora, ricapitoliamo.
    Neto in porta (forse), con Munia riserva.
    In difesa Roncaglia (o Tomovic), Gonzalo e Savic (o Compper), con Hegazy alternativa.
    A desta Cuadrado o Joaquin, a sinistra Pasqual o Alonso o anche Joaquin, al centro Aquilani - Pizarro (se resta) - Borja, con le alternative Ambrosini, Vecino e Mati, oltre a Romulo come jolly, se rimane.
    In attacco due fra Gomez, Rossi e Ljajic (o Ilicic), oltre a Wolski e un altro attaccante, di riserva, che arriverà.
    Iakovenko non so dove metterlo.

    RispondiElimina
  118. Dimenticavo El Ham fra i probabili partenti

    RispondiElimina
  119. Iakovenko mettilo esterno alto a sinistra, ala, non proprio una punta ma attaccante secondo le moderne scuole di pensiero.

    RispondiElimina
  120. Manca un centrale di centrocampo, un difensore destro e una punta di riserva che accetti l'idea di poter vedere poco il campo. E credo che arriveranno nomi che non sono trapelati. L'effetto Gomez lo vederemo da domani, con giocatori che cercheranno una possibilità di giocare in viola e altri che ci penseranno prima di andarsene. Questo è il campionato pre - mondiale, quest'anno si cerca l'opportunità di mettersi in mostra il più possibile. E noi abbiamo un mister che ha la capacità di far dare il meglio, anche a chi sembrava finito. Credo che ,per questo, fossero vere pure le chiacchiere che volevano Lampard interessato ad un approdo in viola, tempo fa. Siamo il rinascimento del calcio Italiano: genio, bellezza e pulizia morale.

    RispondiElimina
  121. "Siamo il rinascimento del calcio Italiano: genio, bellezza e pulizia morale.": Poeta, commissiona una lastra.

    RispondiElimina
  122. sopravvissuto8 luglio 2013 23:17

    Criscitiello tra poco andrà direttamente sotto casa dei procuratori, disperato giornalistucolo. Lui, network e trasmissioni varie continuano a bannare la Fiorentina, continuano a trattarci alla stregua di un Chievo qualsiasi. Pusillanimi. Il Criscy che consiglia a Della Valle di accordarsi con la Juve! Ah ah ah ah ah...Tutto questo sino a quando Diego non si romperà i coglioni, comporrà il numero della tv e in diretta chiederà all'Irpino "Uè, Juary scolorito...quanto pesi? Ti compero a peso, faccia da uno che ha preso schiaffi. Pochi però......Erano pochi gli schiaffi presi."

    RispondiElimina
  123. Ciao Deyna, che te ne pare di Godin?

    RispondiElimina
  124. E un bello sconto anche sui chili, c'è carne e carne, la sua, smunta e priva di sostanza vale al pari delle frattaglie, ma di cervello fritto non se ne parla.

    RispondiElimina
  125. Godin! Mio pallino da sempre, ne parlavo anni fa sul sitone per la nostra Fiorentina...E' un po' in calo però, ma andrebbe benissimo. Non credo mica si muova, però. Più facile un colpo a sorpresa sul più giovane Coates, in area Macìa a Liverpool, ottimo per la contraerea.

    RispondiElimina
  126. L'affare Gomez rivela che il duo Pracia non ha limiti... e quindi pensavo a un difensore dall'identikit individuato a suo tempo da Montella: bene i giovani, ma occorrono anche giocatori già pronti... della serie abbiamo fretta di vincere ahahahahahah

    RispondiElimina
  127. Amoruso parla di una trattativa per due difensori in Spagna, uno esperto e uno giovane, tutti e due di livello. Se comprano un centrale, allora significa che il Fac e Savic li considerano sacrificabili (uno dei due).

    RispondiElimina
  128. Arrivano 30 cucuzze, il City ci ama!

    RispondiElimina
  129. Non correre Foco. Speriamo!

    RispondiElimina
  130. Da quando in qua ti preoccupi del futuro di Jovetic? Ahahahahahah

    RispondiElimina
  131. Jovetic con 4 milioni di punds il futuro ce l'ha più rosa della patatina dell'editoriale eheheheh
    Certo che se in un paio di giorni chiudono queste due operazioni, perdipiù in attivo di 10 e passa milioni,allora questi sò geni davvero!

    RispondiElimina
  132. Non c'è verso: ADV-DDV, Pracia, Montella and staff sono tutti fuoriclasse!

    RispondiElimina