.

.

sabato 27 luglio 2013

Meglio avere il piede piccolo che qualcos'altro

L’Artemio Franchi è uno stadio che negli anni ha prima cambiato nome e poi pelle, un po’ come la bella modella trans figlia di Toninho Cerezo, uno stadio sferzato dal vento del fair play oltre che dalla tramontana, refoli del lusso scamosciato di una famiglia che ha presentato al calcio italiano un nuovo modello di società oltre all’ultima collezione Tod’s. Potremo finalmente godere di una tribuna senza filtro, come un pacchetto di Pall Mall, anche se senza quello contro l’inciviltà, violenza che troviamo meno negli stadi e purtroppo sempre più spesso all’interno delle famiglie. Ieri parlavo del Bambi e a questo proposito mi viene in mente quanto per lui fosse stato addirittura un rammarico non averla subita, mi ricordo durante la famosa trasferta del 3 a 3 a Cesena non meravigliarsi affatto che la Fiorentina avesse sprecato tre gol di vantaggio in una manciata di minuti, quanto invece, parlando dell’arresto di un uomo e una donna che violentavano i loro bambini, del fatto che a lui invece lo avessero ignorato. Insomma il metadone fu per molto tempo un sostitutivo del latte materno, non aveva studiato e tantomeno fatto l’università ma sembrava conoscere profondamente la differenza di approccio didattico di ogni singola facoltà, da Cesena a Firenze riuscì a farmene uno spaccato in quattro episodi senza aiutarsi nemmeno con il piede di porco, 30 secondi di lucidità ogni poppata, e di ritorno a casa riuscì finalmente a dipingere lo sceneraio universitario dei primi anni 80. Secondo il Bambi, milanista aggregato in deroga alla tessera del tifoso di un’altra squadra, a Economia per 4 fogli usavano una puntina, a Legge usavano 4 puntine per un foglio, a Lettere un foglio per 4 messaggi più la scritta sul legno della bacheca, e a Chimica si dilettavano con le colle epossidiche. E’ chiaro che il Bambi non era proprio quello che una madre sperava di vedere nella compagnia del figlio, però i ragazzi essendo tali non erano madri e allora per noi il suo difetto maggiore non era il resto ma l’essere milanista, non ci dava noia nemmeno che nelle sue fasi di massimo splendore si fosse arrangiato un po’ per mantenersi il vizio, perché da uomo di San Frediano, alla scuola della strada ci aggiungeva un pizzico di poesia che lo rendeva persino pioniere elevandolo dalla figura di ladruncolo a quella di eroe in quanto amante dell’eroina, per finire a quella di system integrator Diladdarno’s, infatti ci teneva a precisare “Io non rubo, integro”. Avrebbe preferito le sirene inglesi di Ljajic a quelle della polizia che lo inseguivano nel traffico quotidiano di una vita sregolata, senza nemmeno il semaforo rosso a fermare gli eccessi, perché per quelli trovava sempre il verde, e per l’appunto in un momento storico dove ancora non c’erano le rotonde finanziate dalla Comunità Europea che gli avrebbero permesso di scorrere meglio quando inseguito. So per certo che avrebbe odiato il Berlusconi politico anche se presidente della sua squadra del cuore, perché so come la pensava, e mentre a me giravano le palle per aver buttato via una vittoria in maniera così incredibile lui si rammaricava di altro visto che del 3 a 3 non gli importava una sega, e dico di Berlusconi perché ricordo bene quando diceva che se Craxi fosse stato Papa lo avrebbero chiamato Pio Tutto. Guardando attraverso il vetro della boccia di metadone anche oltre il finestrino del treno, curvo e grosso come una cunetta della pista da cross di Polcanto, gli scappavano i pensieri ad alta voce, del resto la dipendenza dalla droga lo aveva reso incontinente, “Il tempo è liquido, bisognerebbe congelarlo”, mi immagino che con un ghiacciolo alla menta avrebbe potuto dire “S’è fermato il tempo, e anche lui indossa l’eskimo”. Avrebbe detto che anche Bucchioni prende il metadone e poi vede Fraizzoli di là dal vetro che lo saluta come le caprette di Heidi. Com’è lontana la Fiorentina dei Della Valle dai miei vent’anni, quella dei fumogeni e dei tamburi della Curva Fiesole, della Kawasaki 750 di Mauro che non frenava mai perché davanti aveva il freno a tamburo, e che non poteva usare la domenica quando doveva andare allo stadio con il tamburo. La passione per la Fiorentina è rimasta però intatta come il ghiacciolo alla menta del Bambi, come se fosse stata congelata insieme a quei vent’anni, e poi sono stato molto fortunato ad avere il 41 di piede mentre il Bambi aveva il 46, questo mi ha permesso una cosa importante che sto cercando di insegnare anche a Tommaso che ha ancora il piede in fase di crescita, perché non si può giudicare un uomo se non si è percorso almeno un km nelle sue scarpe. E io non ho mai giudicato il Bambi perché non avevamo lo stesso numero.

105 commenti:

  1. Da Fiorentinanews, Galli sulla via di Damasco:


    «Se l’anno scorso non avesse giocato oggi avrebbe più credito. Ha fatto
    cose buone e qualche errore, come è normale a quell’età. Ma se non gioca
    non può crescere. Ho letto che Montella ha dei dubbi sulla sua tenuta
    psicologica, ma questo è un problema che a Firenze avrebbe qualunque
    portiere. Perché se arriva Agazzi non è la stessa cosa? Forse solo Julio Cesar ti può garantire qualcosa in più, però tutti mi hanno parlato bene di Neto e io dico che se devo rischiare, allora rischio con un portiere mio.
    E poi questo è l’anno del Mondiale, che oltretutto si gioca in Brasile e
    per Neto può essere uno stimolo in più. Se gioca titolare nella Fiorentina e fa bene magari riesce a entrare tra i convocati».

    RispondiElimina
  2. Nonostante le parole di Jordan, che raramente si modera, e che riesce persino a darmi del bugiardo, anche in questo caso ho ottenuto numerose attestazioni di stima ed inviti a continuare nei miei commenti: basta scorrere la pagina dei commenti di ieri, Jordan e Leo. Cito ancora Deyna, Foco, Salvatore, Anto e tanti altri tutti convinti che il mio apporto sia critico ma positivo ed utile. Ciò non vuol dire, Jordan e Leo, che questi siano d'accordo con me. Non si tratta di essere d'accordo ma di ritenere rilevante ciò che un altro scrive anche soltanto per poterlo eventualmente criticare e così evidenziare meglio le proprie opinioni. Si chiama dialettica ed è un procedimento di pensiero ben noto e unanimemente considerato produttivo. Se la premessa però è radicalmente negativa e distruttiva (io non capirei nulla) il discorso finisce per chiudersi lì. Ma ora provo sommessamente a riprendere il filo del discorso calcistico. In questo momento l'entusiasmo è legittimo, ma i commenti prematuri. Ci sono problemi tattici e di disposizione della squadra in campo. E a mio parere anche di abbondanza della rosa. Quando leggo che Montella ha molte alternative mi vengono i brividi perchè non si può giocare con dieci squadre diverse. Alla fine occorre scegliere una idea di gioco, o al massimo un paio. Ed ho francamente paura che qualcuno farà tanta ma tanta panchina. Sul piano tattico c'è sicuramente da tener conto delle caratteristiche di Rossi e Gomez, il modulo va calibrato sulle loro caratteristiche. Il 3-5-2 sembra scelta ovvia, per il 4-3-3 occorreranno quanto meno dei ritocchi, in quanto credo che Gomez si posizionerà sicuramente in area molto più di quanto faceva Jovetic e sarà utile servirlo con dei cross (ma i cross non sono il punto forte di Cuadrado, l'unico nostro crossatore specializzato è Pasqual). Non c'è niente di cui scandalizzarsi, almeno ogni anno il progetto tattico viene rivisto. E l'allenatore è lì per quello. L'inserimento di Ljajic continua a sembrarmi un problema, ma anche questo è un problema che spetta a Montella risolvere. Rossi era dato in condizioni fisiche non particolarmente buone, ma mi sembra che le prime amichevoli dicano che ha una voglia di stare in campo fortissima e che non cederà facilmente il posto. E' significativo peraltro che al momento la squadra titolare comprendesse Rossi e Gomez, mentre Ljajic è entrato nel secondo tempo. Sono il primo ad augurarsi che alla fine i conti tornino e che si faccia una grande stagione. Mi piace meno l'idea di dar tutto per scontato.

    RispondiElimina
  3. Non possiamo permetterci di fare da scuola calcio a Neto. Mi pare ovvio che non possa essere titolare in una squadra con tali ambizioni.

    RispondiElimina
  4. Io non credo alla «tanta panchina» di chicchessia in rosa viola, Lud: non è nello spirito di Montella, non in quello della Società che vuole vincere su tre fronti (e l'EL è molto logorante per via delle partite il giovedì). Al proposito, l'altro giorno copiavo un articolo di Lorenzo Benedetti, che condivido, circa la primazia, per Montella, della filosofia di gioco sui moduli. Ieri sera parlavo invece di quella che ritengo essere la posizione di Montella dinanzi a Neto, che mi sembra tutt'altra che quella di fargli far scuola calcio a Firenze, se vai a rileggere. Non darei «per scontato» né per «evidente», quindi, che Neto non possa essere titolare della Fiorentina tricolore del 2013-2014: ma nemmeno sul contrario giurerei, all'ora di oggi. Aspetterei l'ultima settimana di agosto, come ancora scrivevo ieri sera.

    RispondiElimina
  5. Lud, forse non hai visto l'amichevole con la Cremonese: la parata che ha fatto Neto su Abbruscato la fanno altri 4/5 portieri al mondo, e finiamo di contare. Senza scomodare il campionato in Brasile, potremmo citare anche i capolavori su Di Natale e Pandev. Uno che ha simili prodezze in repertorio, con un po' di fiducia minimizza gli errori ed è un degnissimo titolare. Se mi prendono Julio Cesar, Diego Alves, Guaita o Adler ok, altrimenti come dice Galli meglio puntare su Neto.

    RispondiElimina
  6. Su Firenzeviola Tenerani, che è un antinetiano della prima ora, questa mattina si allinea con quanto scrivevo ieri sera, magari anticipando un po' i tempi della decisione di Montella (a ridosso di Ferragosto, dice lui: per me, colpo di chiusura, se Neto non convince):

    «Capitolo portiere: bisogna registrare una commendevole manovra di
    sostegno psicologico da parte di società, allenatore e compagni. In
    allenamento, durante le amichevoli, in sala stampa non si contano più gesti e interventi a favore del numero uno brasiliano. Da parte sua Neto, fino ad oggi, non ha sbagliato niente. E anche nelle interviste si è dimostrato carico e robusto sul piano temperamentale: "Il portiere della Fiorentina sono io", ha urlato Neto. Bene, ma è innegabile che i dirigenti abbiamo sondato varie alternative sul mercato, anche per un legittimo scopo cautelativo. E allora? Montella, principale sponsor del portiere, ha spiegato alla dirigenza che scioglierà le ultime riserve dopo il poker di amichevoli internazionali con Limassol, Gaziantepspor, Villarreal e Sporting Lisbona. A quel punto saremo a ridosso di Ferragosto e se Neto avrà convinto definitivamente il tecnico, sarà lui a difendere la porta della Fiorentina in Italia e in Europa. Altrimenti il club viola avrà due settimane di tempo abbondanti per trovare un portiere all'altezza».



    Notate il soffocato sarcasmo di quel «commendevole» iniziale...

    RispondiElimina
  7. Violanews fa un sondaggio fra ex-portieri su Neto: bocciatura da Pagliuca, Mareggini e Albertosi, mentre Superchi concede fiducia al pari di Galli.

    RispondiElimina
  8. Sempre Violanews: "Roncaglia addio? Arriva Zaccardo". Via siamo seri, al solo pensiero mi vengon de' bordoni che nemmeno le squadracce di' Sopra! ahahah.

    RispondiElimina
  9. Gonfia, è che i giornali sportivi non hanno idee e ricicciano tutte le cazzate possibili e immaginabili. Meraviglia semmai il fatto che un sito fiorentino non ignori questa cazzata e la riproponga come notizia, condita nei commenti dal solito testadicazzo che spara a zero sui Della Valle. E a quel punto le cose sono un po' più chiare eheheheheh!

    RispondiElimina
  10. Lo vedi che dai un altro esempio di non capire quello che ho scritto? Rimane il dubbio, lo fai apposta (ed io la penso così) o proprio non capisci? Quindi e te lo ripeto un'altra volta per vedere se ti è più difficile sgattaiolare, io non ti ho mai dato di cretino, ma, caso mai del mistificatore, di quello che scambia a proprio uso quello che gli si dice per farsi vittima oppure per continuare nelle proprie tesi senza bisogno di confutare quelle altrui. Questo è l'opposto della dialettica che, quindi, con te, è impossibile esercitare e non per quello che dici, ma per la tua "forma mentis" che impedisce il dialogo. Che quando uno frigna e minaccia l'addio tanti gli dicano di restare è quasi automatico, ma se non hai visto, nei post di tutti quelli che nomini, critiche al tuo atteggiamento, questo è un'altra conferma di quanto sopra, o mistifichi (ed io la penso così) o proprio non ci arrivi.

    RispondiElimina
  11. Mc, io sinceramente non avrei avuto tutto quel coraggio, chiamiamolo così che è meglio.

    RispondiElimina
  12. Su Neto è come dici, ma questa incertezza è l'ennesimo sbaglio e l'ho già detto ieri, inutile che lo ripeta. Se ci credi lo devi imporre senza titubare (se poi va davvero male chi ti impedisce di cambiare idea tra un mese?), è lui e punto. Facendo così lo metti per un mese sulla "corda bamba" e dai licenza di tiro all'orso non semplificando certo le cose.

    RispondiElimina
  13. Colpisce più che altro la mancanza di rispetto per la propria intelligenza e cioè per la propria dignità: che la Fiorentina rimpiazzi il Fac con Zaccardo ha una minima coerenza con l'acquisto di un Gomez e con le ambizioni da scudetto? Chiunque può diventare presidente degli Stati Uniti, ripetono con orgoglio gli Americani. Chiunque può fare il giornalista sportivo, dico io. Nei due casi, però, vuol dire che a svolgere i due incarichi sono generalmente delle teste di cazzo.

    RispondiElimina
  14. http://www.tgcom24.mediaset.it/sport/calcio/articoli/1108559/invece-che-a-folgaria-va-a-folgarida-aldo-spinelli-trova-il-napoli.shtml

    RispondiElimina
  15. Il presidente del Livorno abusa evidentemente del proprio cognome, Pollock.

    RispondiElimina
  16. Ti hanno invitato a rimanere, al pari mio, cercando di argomentare, cercando di motivare i tuoi pensieri con un procedimento logico che abbia un senso. Qui incivili non ci sono, nessuno chiede ad altri di allontanarsi, e già qui viene meno che quello che hai indicato tu "costretti" a non scrivere più. Prima cazzata! Sei stato tu a vestire i panni della vittima quando per difenderti tiri fuori un'arsenale che nessuno ha, primo fra tutti il non capire cosa scrivono gli altri, o capirlo benissimo per trasformarlo in un interpretazione che nessuno ha dato. Seconda cazzata! Di quelli che ti hanno invitato a rimanere, me compreso, nessuno ha condiviso mai una virgola, te lo ripeto: Foco issa bandiera bianca, il colonnello ben sappiamo cosa e quanto ti ha scritto, Deyna ti ha dato una risposta poco qui sotto, io e Jordan per te non facciamo testo, ma lo facciamo per altri, stanne sicuro; Vitalogy non perde occasione di sfoderare una gentile ironia sui tuoi ragionamenti, il Sopra ti ha paragonato al nostro GAT qui sulla riblogghita, Lele ti ha messo a nudo parecchio tempo fa. Terza cazzata! Tu li prendi come inviti garbati, e lo sono, ma nessuno condivide un tuo pensiero se non in minima o piccolissima parte perché, te lo concedo, raramente ti avvicini alla realtà ed allora un punto di contatto, anche di sghimbescio, a volte si trova. A volte.
    Tu continua così, a fare la tua prefazione sugli attacchi subiti sorvolando sulle offese alla persona che nessuno ti ha mai rivolto ma che tu hai elargito a piene mani, fai la vittima offesa e maltrattata per crearti l'aureola di persona riflessiva (che se lo fossi non ci sarebbe niente di tutto questo.....) e civile (che lo sei quando ti pare), continua a inventarti adii e offese per crearti l'alibi del sopportato, sono panni che vuoi vestire ma che non sai e non puoi indossare, perché falsi al pari degli attacchi che ritieni di subire.

    RispondiElimina
  17. Sto guardando l'Inter e non perché sia diventato strisciato eh eh eh eh eh ma perché non perdo mai occasioni di spiare gli avversari quando ne ho tempo. Confermo quanto scritto pochi giorni fa, e scritto da molti qui, senza nessuna coppa, avendo solo il campionato, sarà un bel c.... in c... (scusate il francesismo) quest'anno, e ancora devono comprare.

    RispondiElimina
  18. Su Neto si registra un'operazione di distruzione sistematica che neanche gli spin doctors dei candidati alla presidenza americana. Vista l'inculata presa con Jovetic e quella che sentono molto probabile con Ljajic, si sono buttati tutti su quello che sentono come il nostro punto debole: il portiere. Non passa giorno che non ci sia una decina di articoletti e testimonianze su come sia inadeguato il giovane brasiliano e su come la Viola voglia a tutti costi sostituirlo.
    Destabilizzare è la parola d'ordine. C'è una eicerca ossessiva di quel quid che potrebbe etichettarci come inferiori alle altre, di quella pecca strutturale che ,sedondo loro, potrebbe mettere a repentaglio una stagione ancora da giocare. Quello che trovo ignobile, è che tutto questo parte da gente che con la Fiorentina ci mangia. Da piccoli giornalisti locali che si impegnano nel cercare l'ingranaggio fuori posto, perché, nel loro piccolo cervello, significa dimostrare competenza nel ramo in cui lavorano.
    Neto lo scorso anno ha fallito, nel poco spazio che ha ricevuto non ha saputo dimostrarsi Jascin, ma ha fatto intravedere qualità. Qualità che - in una situazione ideale sia all'interno che all'esterno della squadra - potrebbe venire fuori del tutto e regalarci un ottimo portiere. Purtroppo si cerca di avvelenargli l'aria intorno. Io mi auguro che Neto abbia imparato un po' da Ljajic e gli girino i coglioni interiormente, in modo che al primo rigore parato, per festeggiare alzi le braccia al cielo e dai guanti escano solo due dita: i medi.

    RispondiElimina
  19. Purtroppo su Neto sono più i media locali e regionali che quelli nazionali ad affossare, questo proprio non lo capisco.

    RispondiElimina
  20. Niente Capoue, niente Verratti, niente De Rossi. A parte il primo gli altri due mi parevano troppo cari quindi nessuna delusione, non con questa campagna acquisti e questa rosa che risolve un sacco di problematiche tattiche garantendo ricambi, qualità e quantità che tutti gli allenatori vorrebbero o richiedono, rimane da capire quale sarà il rinforzo a centrocampo che per bocca di ADV arriverà. Il francese non lo conoscevo proprio se per quello che è stato scritto qui, altri nomi che farebbero al caso nostro ?!

    RispondiElimina
  21. Non so quale sia l'esatto profilo del nuovo acquisto, presumo non una mezzala, ma un giovane vice-Pek, o il medianone dinamico e cacciapalloni, che sa anche giocare al calcio. Quindi che posso dire: Gomaa, Canteros, Clasie, se si vuole uno più pronto Extebarria; Ralf, Medel, e vari altri di quel tipo, che ora mi sfuggono.

    RispondiElimina
  22. Posso continuare a commentare solo nello specifico calcistico. Chiedo che gentilmente si chiuda il discorso su di me che non interessa a nessuno. Grazie

    RispondiElimina
  23. Clasie mi pare abbia rinnovato e chiuso la questione per quest'anno, spero in Nainggolan.

    RispondiElimina
  24. Anche per Naingollan chiedono tanto...ma vi si apre violachannel?

    RispondiElimina
  25. No, troppi contatti!

    RispondiElimina
  26. Che palle. Tocca andare al supermercato a garantirmi la sopravvivenza di fine settimana, allora.

    RispondiElimina
  27. Si sta aprendo adesso........forse......

    RispondiElimina
  28. I primi due goal me li sono persi ma adesso la vedo.

    RispondiElimina
  29. A me ancora non si apre. Braccini, pagate un tecnico decente, ahahah

    RispondiElimina
  30. Su ipad niente, con nessun broswer...porcxxxx

    RispondiElimina
  31. Sgambata per ora, niente di più, Cremonese e Apollon paiono di eccellenza al nostro cospetto. eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  32. Violachannel è obsoleto, non all'altezza

    RispondiElimina
  33. A me non si apre da pc, vabè rinuncio

    RispondiElimina
  34. Secondo me Leo si inventa che la vede per facce rosicà.

    RispondiElimina
  35. Giuro di no Deyna, la sto vedendo. Ho caricato violachannel streaming tv, la seconda directory e mi si è aperto a fatica ma ora non la mollo. aha ah ah ah ah ah ah

    RispondiElimina
  36. Gomez ha tecnica pazzesca, chissà se marcherà alle difese italiane eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  37. Mi passi il link esatto, non voglio lasciare niente di intentato!

    RispondiElimina
  38. E Pasqual crossa sempre sugli stinchi!

    RispondiElimina
  39. http://it.violachannel.tv/live.html

    RispondiElimina
  40. Si apre Deyna ?! A me funziona......

    RispondiElimina
  41. Niente. Vo a fa spesa, và. Tanto Ljajic non giocava...Deyna volpe e uva mode on. Ma per quando rientro fammi trovare lo screenshot della partita, ahahahah

    RispondiElimina
  42. Riprova adesso, stanno ripulendo i contatti......

    RispondiElimina
  43. Mammamiaaaa, li ammazzo tutti

    RispondiElimina
  44. Pensa che commentavano da Firenze.....bleah!!!

    RispondiElimina
  45. Non c'è più! Il bello è che dicono di non aver ricevuto infamate da nessuno e che saranno i partner tecnici a spiegare.......ah ah ah ah ah

    RispondiElimina
  46. Comunque, solito copione Foco, dominio assoluto, due goal in 6 minuti e palla a noi fissa!

    RispondiElimina
  47. Ma il sito è stato fatto sotto la sua responsabilità... Quella testa di cazzo! A sto punto le lasciassero vendere su Sportitalia de merda , no? Stronzi.

    RispondiElimina
  48. Gomez solo davanti al portiere e pallonetto completamente sbagliato, se n'era bevuti due in 30 metri...!!!

    RispondiElimina
  49. Pizarro ne perde qualcuna ma Ambrosini è ovunque. Bene Savic e Compper per adesso.

    RispondiElimina
  50. Fine primo tempo

    RispondiElimina
  51. Ma allora cosa rispondi a quel che ti avevo scritto in mattinata nello specifico calcistico?

    RispondiElimina
  52. Quanto ce vorrà pe fà un sito decente, 10000 euri? Ce metti quattro nerd del cazzo e funziona tutto, vaffanculo. E lo store? Comprata la maglia ancora non l'hanno spedita, facevo prima a fammela fà in sartoria, che cazzo. Cacciateli via tutti. Madonna quanto me girano!

    RispondiElimina
  53. Riprova adesso Foco, qualcuno si scollega.

    RispondiElimina
  54. Tranquillo Foco, non ti sei perso niente. A me non è sembrata nemmeno la Fiorentina.

    RispondiElimina
  55. Solito copione come LUD? LUD, tu eLUDi domande, lavori en plein air senza addentrarti negli sscritti altrui con giusta dose di "fides"; le fisse sui singoli rischiano di diventare patologie, guarda che fine ha fatto Criscitiello! Con la fissa su Jovetic ha preso una delle cantonate più brutte della sua vita, paragonabili solo alle figure da cappone di Gat; non ti paragono a Criscitiello, hai la mia stima...ma lui viene dal territorio di De Mita, tu hai qui i Re Mida della Res-Viola. Nessuno ti esilia, tu ti giubili da solo; nessuno ti mette alla porta (li mettiamo Neto sulla linea) ma sei tu che minacci di aprire l'uscita di sicurezza. Di sicurezza. L'uscita di sicurezza...Sai, è quella che imbocca chi non ha argomenti, chi non accetta la critica, chi non riesce a dominare la pugna, chi ha voglia di non guardare uno spettacolo, chi teme per se stesso, chi non si sente al sicuro. Fidati un po' di più di chi ti rosponde e ricorda che la propedeutica dei Sitollock, presa nelle giuste dosi (non ha controindicazioni!), ti permette di distinguerti in qualsiasi altro luogo virtuale e non della Viola Major. Be here, Oasis....4 you. (N.B.: GUBERNATOR, ho messo a soqquadro Chia Laguna per leggere il blog, vogliamo lavorare per potenziare i nostri avamposti?). Quanto stiamo con i ciprioti? Chi ha segnato? Aggiornatemi

    RispondiElimina
  56. Troppa differenza Gianni, appena più che una sgambata.

    RispondiElimina
  57. Due a zero. Gomez e Pasqual.

    RispondiElimina
  58. Si va di goleada anche oggi, e Facundo capitano.

    RispondiElimina
  59. Il tutto con altri 11 titolari, alla faccia delle problematiche!!! ah ah ah ah ah ah

    RispondiElimina
  60. Joaquin può fare quello che vuole con il pallone.

    RispondiElimina
  61. Si può essere più scemi, accendere un fumogeno a mille e passa metri!

    RispondiElimina
  62. Rossi spettacolo e 6

    RispondiElimina
  63. Fiorentinanews parla di Neto come del peggiore insieme a Jakovenko (esperimento punta fallito, dicono), a causa di due uscite spoponate nel primo tempo, di cui una nell'area piccola.

    RispondiElimina
  64. Leo il nostro Niccolò Carosio. Grazie

    RispondiElimina
  65. L'unica vera nota negativa, al momento è Wolski, spaesato, un pesce fuor d'acqua. Vecino da rivedere, Neto messo alla frusta dai suoi compagni con retropassaggi per giocarla di piede con rinvii, in verità, non molto precisi. Certo che criticarlo oggi contro l'Apollon, anche su Fiorentinanews ci vedono bene di nulla.......

    RispondiElimina
  66. Bakic, per me, una sorpresa, magari non lo confermano ma sarebbe uno di quei giovani che terrei. E farei giocare.

    RispondiElimina
  67. Entra Lezzerini almeno perdono l'obbiettivo da infamare.

    RispondiElimina
  68. Pepito d'esterno 7

    RispondiElimina
  69. Sulla pagina ufficiale di Facebook della Fiorentina c'è il link che apre Violachannel. Peccato che il broswer della Apple non apre Flash, quindi faccio l'accesso da Puffin, il broswer che lo supporta e che Violachannel consiglia. Aprendo la mia pagina facebook da Puffin, l'account mi viene bloccato come se fossi un intruso e mi richiede di riconoscere persone in foto come amici che non ho mai visto in vita mia. Non le riconosco e mi bloccano l'account. Faccio l'accesso da Safari e mi dicono che il mio account facebook ha subito un'intrusione da una persona che risiede in Belgio.
    Mi ricordo che ho a fresco una bottiglia di prosecco della valdobbiadene, mando affanculo la partita con l'Apoel e mi accingo ad un aperitivo pre- lavoro a base di lardo e prosecco. ( Teotino merda)

    RispondiElimina
  70. Non si può che dire un gran bene, curiosa la posizione di Tomovic centrale e Cassani a sinistra nel secondo tempo, che non ha concesso niente. Alonso fortissimo. Wolski davvero un corpo estraneo alla manovra, persino Matos che ci ha giocato meno con la prima squadra sbaglia molto, ma molto meno di lui. Bene nel primo tempo, ancora meglio nel secondo tempo. Bakic viene cercato spesso dai compagni, davvero un bella prestazione.

    RispondiElimina
  71. Comunicato urgente della Protezione Civile Umbra: "Cittadini, non uscite di casa stasera. Rischiereste di pestare un piede a FOCO...e sarebbero membri non basici (e' parlan così loro)." Ahahahah.

    RispondiElimina
  72. Foco non ti sei perso niente.......eh eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  73. Stasera Borussia - Bayern per la supercoppa di Germania, o vediamo se Pep ha già dato un'impronta.

    RispondiElimina
  74. Brevi appunti di oggi: rompere le palle a Neto sembra essere diventato uno sport per alcuni giovanotti a cui han dato improvvidamente carta, penna e calamaio in mano. Pepito col sinistro fa quel che vuole. Matos non lo conoscevo affatto ma ha uno scatto bruciante. Bakic dimostra personalità e cattiveria agonistica. Wolski mi sembra il candidato principale a lasciare il gruppo per fare esperienza altrove. Non male Vecino. Fiorentina che fa girare la palla e la lascia solo al triplice fischio, ma non sono completamente sicuro di questo. Nel primo tempo il campo era una sorta di risaia. Se avete problemi in futuro, collegatevi direttamente a http://live.violachannel.tv/index.html

    RispondiElimina
  75. L'Apollon di Limassol potrebbe essere una delle nostre avversarie nei preliminari di Coppa delle Fiere... non è meglio Coppa della Fiere di Europa League??? ahahahahah

    RispondiElimina
  76. Grande Salvatore, d'accordo su tutta la linea. Disutere oggi Neto è da prevenuti che vogliono fargli terreno bruciato al primo errore. Non è un bel partire.

    RispondiElimina
  77. Leo, ieri Tomovic ha detto in conferenza stampa che non gli piace molto la posizione di centrale nella difesa a tre e oggi che ha fatto il mister? Centrale nella difesa a tre ahahahahahah

    RispondiElimina
  78. Sono li a pregare di uscire al preliminare o non incontrarci eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  79. L'ho letto e leggiti questo su Ljajic http://www.violanews.com/news-viola/montella-stiamo-continuando-a-crescere-20130727/


    Montella è già di caratura internazionale. Un mostro di bravura. eh eh eh eh

    RispondiElimina
  80. Son d'accordo Leo, Montella è un grandissimo sotto tutti i punti di vista.

    RispondiElimina
  81. Ah, Leo, naturalmente non ho scritto niente su Alonso, per non ripetermi: se ricordi, l'ho visto una decina di giorni fa uscire vincitore da un contrasto con Facundo: per me equivale a un master al Mit di Boston!

    RispondiElimina
  82. Parliamo della prova di Neto: un solo tiro in porta, nella ripresa, che ha alzato in angolo con tranquillità. Tiro piuttosto centrale. Leggo che alcuni lo hanno criticato per un'azione del primo tempo: ma si può? Lanciano in contropiede un cipriota, Neto esce dai pali per chiudere lo specchio, poi quando Compper riesce a chiudere in diagonale si ferma e accompagna il movimento del compagno e dell'avversario. Dove diavolo starebbe l'errore??? Qualcun altro lamenta qualche rinvio un po' sbilenco di piede: bravi geni! Con il campo ridotto a risaia, pensate se avesse fatto un passaggio rasoterra e la palla si fosse fermata lì. Giustissimo rinviarla lunga e alta e pazienza se qualche traiettoria non è stata perfetta. Mai rischiare, soprattutto visto che molti vorrebbero Neto come Butch Cassidy nell'ultima scena del film.

    RispondiElimina
  83. Arrestati due ladri che indossavano maglie del Milan: un'altra conferma che la legge non è uguale per tutti!

    RispondiElimina
  84. http://www.fiorentinanews.com/2013/07/montella-bilancio-positivo-per-la-prima-fase-del-ritiro-alonso-sorprendente/

    Dette da lui quelle parole per Bakic sono molto più che al miele. Il ragazzo è giovane ma promette molto, era l'Apollon ma ha cercato geometrie da veterano e appoggi in sicurezza quasi a voler rinfrancare i compagni che infatti lo servivano in sicurezza facendogli giocare parecchi palloni. Rimanere in viola a vedere il Pek giocare lo maturerà parecchio, sarebbe un peccato privarsene, da altre parti la crescita sarebbe rallentata.

    RispondiElimina
  85. Leo, il Bayern di Pep secondo me è peggiorato in difesa e non migliorato negli altri settori. Forse è presto per giudicare, ma un gioco come il Barcellona è irripetibile, vuoi per le caratteristiche che per la mentalità dei giocatori.

    RispondiElimina
  86. Sia Violanews che Fiorentinanews mettono Iakovenko fra le note negative, o i meno, come gli piace scrivere; niente di più sbagliato, a me è piaciuto molto nel tempo che ha giocato, ha facilità di corsa, buona tecnica, si propone spesso, non ha solo una bella castagna ma anche un'ottima predisposizione a smarcarsi e a servire il compagno vicino ma anche quello libero più lontano, è predisposto al sacrifico, tornerà utilissimo. Non è un centravanti e se schierato in quel ruolo potrebbe essere una delusione e non so quanto convenga tentare la trasformazione in quel ruolo. Di certo se Montella ci prova lo ritiene possibile, secondo me equivarrebbe a snaturare caratteristiche ottime che non sono quelle di una prima ma neanche seconda punta pura. Ala o esterno può far malissimo. Vediamo, a me piace molto anche lui. Solo il polacchino mi ha deluso parecchio, pensavo che quella mezza stagione, sebbene non schierato, gli fosse servita per capire i meccanismi di gioco, oggi pareva l'ultimo arrivato in ritiro, appena inserito. La tecnica non gli difetta, l'intelligenza tattica si, non ci conterei per quest'anno, deve capire ancora molto del nostro calcio e deve farsi davvero le ossa.

    RispondiElimina
  87. Esatto Gonfia, si è scritto, se crede di fotocopiare quel gioco non avendo gli stessi interpreti rischia di andare incontro ad un flop colossale. Il primo goal non è imputabile al modulo ma se non la raddrizza se ne va il primo trofeo della stagione e inizieranno da subito i paragoni, non parte benissimo ed anche se ha un nome da spendere, il Pep, vede la sua avventura in salita fin dall'inizio. Prendere simili squadre che hanno centrato simili obbiettivi l'anno precedente rappresenta un terno al lotto ma dato il livello elevatissimo del tecnico credo sarà possibile riprendere la rotta tracciata. Hanno preso anche Alcantara per portare ulteriore fantasia, imprevedibilità e soluzioni dalla mediana all'attacco è difficile che un simile transatlantico non riesca a portare a casa qualche trofeo di quelli pesi.

    RispondiElimina
  88. Non sta cominciando nel migliore dei modi la sua avventura, anche se adesso sono sul 2-3, e penso che sia più produttivo che si adegui lui alla nuova situazione che non gli altri. Hai detto bene, ha un transatlantico e difficilmente lo indirizzerà contro un iceberg. Staremo a vedere. Io sono contentissimo di avere Montella, non lo cambierei con nessun altro.

    RispondiElimina
  89. Penso che Montella sia destinato ad una carriera luminosa, quella che si rifà ai migliori italiani e stranieri, ha tutto per sfondare, a questa età e in grado di costruire simili meccanismi di gioco si contano sulle dita di una mano. C'è chi ha vinto moltissimo puntando sul gruppo pur non avendo una preparazione da primi della classe e c'è chi vince riuscendo a imporre un gioco, anche divertendo, che sono già più rari, eppoi ci sono quelli che abbinano il gusto per il palato alla gioia per gli occhi, fare gruppo e giocare bene, lui mi pare appartenere a questa ristrettissima schiera e non è una valutazione che faccio perché è nostro ma perché pare averlo nel DNA. Poi è chiaro, dipende anche da cosa alleni nella carriera, col Cagliari hai voglia ad essere bravo, con tutto il rispetto per i sardi.

    RispondiElimina
  90. Sottoscrivo appieno. Trapattoni, che non stimo come allenatore, se ne andò da Cagliari perché non gli davano i rigori come alla Juve. Il nostro è 'hors categorie'.

    RispondiElimina
  91. Per lo scudo avremmo avuto più chanches a giocare la CL il Mercoledì che l'EL di Giovedì che taglia parecchio le gambe. Abbiamo rosa lunga e di qualità ecco perché dovremmo essere pronti a fare un campionato ad altissimo livello anche se per essere al pari delle merde un centrale coi contro cazzi e un'altro in mediana al pari del Pek ci mancano; allora si che ce la giocheremmo alla pari. Detto questo ritengo che Bakic sia giovane di sicuro avvenire ma un po' verde per puntare a questi obbiettivi.

    RispondiElimina
  92. Ricordiamoci della Fiorentina yé-yé che ci ha dato il secondo scudetto. L'importante è dare fiducia ed averla nei propri mezzi.

    RispondiElimina
  93. E intanto un trofeo è volato via per Guadiola, e in maniera tutt'altro che rocambolesca, un 4-2 strameritato per il Borussia che ha messo subito alla corda il sistema di gioco del Bayern che necessita di tempo per apprendere quello che chiede Pep. Avranno la supercoppa europea fra qualche settimana, se parte anche quella inizierà una mezza sofferenza da subito, turno turno, in campionato.

    RispondiElimina
  94. Avverrà Gonfia, avverrà. Chi rema contro questa squadra e questo staff, tutto, e questo entusiasmo, non è un tifoso viola. Chi pensa ci siano problemi oggi o difficoltà a mandare in campo simili rose non capisce una cippa di calcio, la difficoltà è allestirle simili rose, e riuscirlo a fare con mezzi economici di 4 o 5 volte inferiori non è che un'ulteriore merito, enorme e innegabile, di chi ci è riuscito.

    RispondiElimina
  95. Salvatore se tutti fossero intelligenti e obiettivi come te la categoria sarebbe un'altra cosa. Invece è piena di ragazzini con la licenza di scriver corbellerie che si atteggiano a premi Pulitzer in erba pur avendo più chiara la consecutio temporum (che pure ignorano) del calcio.

    RispondiElimina
  96. Me e ve lo auguro con tutto il cuore. Se non per ritornare, come emozioni, a tanti, troppi, anni or sono.

    RispondiElimina
  97. Speriamo che tutte le scudettate della stagione 2012/13 non rivincano il proprio campionato..............................

    RispondiElimina
  98. Gli anni che precedono un mondiale hanno sempre riservato sorprese, tipo un Porto che vince una CL in finale col Monaco.
    Abbiamo speranze di vedere un po' di viola in fondo all'anno.........

    RispondiElimina