.

.

domenica 7 luglio 2013

Un post (eriore) sulla pont (ellizzazione)

Si dice che la trattativa per Gomez sia diventata complicata come la sintassi di Corvino, una trattativa difficile certo, forse come per uno straniero capire che cosa sia il lampredotto oppure che la popolazione fiorentina non soffre d’asma ma ha la C aspirata, e sono d’accordo, ma aggiungo difficile soprattutto perché i problemi facili sono già stati tutti risolti, ci siamo infatti liberati facilmente della lentezza di Montolivo e di quel modo scomposto di gesticolare che ha fatto pensare al mondo intero che Delio Rossi usasse gli sganassoni per chiamare una sostiruzione. Quindi anche la trattativa Gomez rientra nella logica complessa di un’operazione che coinvolge un grande bomber europeo, tutto logico come il fatto che gli infanti si divertono solo nell’infanzia e gli adulti solo nell’adulterio, Vargas nel bere, Brovarone nella liberalizzazione domenicale delle strutture che fanno analisi e visite specialistiche, quello che invece ci spaventa è tutto ciò che non si può spiegare con la logica. Ci fa paura l’ignoto, quello che non capiamo ci destabilizza, con quale modulo avrà mai giocato Stramaccioni rimane un mistero che ci porteremo nella tomba, Ilicic che vuole venire da noi, ma se noi non vogliamo che ci venga lui che cosa fa? Del resto non siamo Lampedusa, non possiamo accogliere tutti, e quando non capiamo allora chiediamo spiegazioni, e infatti ci si chiede che fine abbia fatto mai la pontellizzazione, qualcuno avanza ipotesi timide sulla probabilità che parecchia sia stata portata via dalla tramontana, insomma, cerchiamo conferme come faceva Woody Allen quando chiedeva a Dio di dargli un segno chiaro come quello di fare un grosso deposito a suo nome in una banca svizzera. E mentre spero vivamente che in casa Criscitiello si pratichi il controllo delle nascite, il giornalista di Sportitalia ha posto però una questione all’attenzione di Pedullà che non è poi così peregrina, come mai è più facile vendere Cavani che costa il doppio di Jovetic, Pedullà ha ribattuto sostenendo che succede come alle Poste dove tutti scelgono la fila più corta e non si capisce come mai allora c’è più gente nelle file più lunghe. Intanto alla mostra del grande Jackson Pollock  a Milano si sono fatti vedere Montolivo e la De Pin, lei sempre molto attenta alla prevenzione indossava una minigonna di quelle che attirano molto la prevenzione, un’indumento insomma che richiama l’uso del preservativo, lui amante dell’arte da quando ha conosciuto Prandelli grazie al quale in Nazionale hanno passato ore e ore a discutere se fosse più lungo un taglio sulla tela di Lucio Fontana o un suo passaggio laterale, bisogna anche ricordare che Riccardo ha sempre dichiarato di preferire il figurativo all’informale, Pelegatti presente alla mostra racconta che il giocatore dopo aver visitato 3 sale avrebbe domandato alla fidanzata se quello davanti a lui era l’ennesimo stupido dipinto astratto e che lei lo avrebbe rassicurato rispondendogli che quello era solo uno specchio. Intanto è in allestimento la nuova tribuna all’inglese, che una volta terminata sarà un’altra perla da aggiungere ad una collana bella come le colline che circondano lo stadio, tutto bello, dal prezioso gioco espresso sul campo, alle iniziative di fair play  fino al nuovo centro sportivo, un modello insomma dove il bello è di casa eccetto Brovarone ma solo perché Dio la domenica si riposò invece di andare da Fanfani. E allora in tutta questa magnificenza mi viene in mente quando ancora c’era l’allerta pontellizzazione che preoccupava molto di più di quella dell’Arno in piena, quando cioè l’incubo del ridimensionamento richiamava in città chiunque potesse liberarci dai Della Valle, uno scenario di desolazione e bruttezza nel quale il Vuturo chiedeva incontri su incontri con la proprietà neanche fosse un centro massaggi, scriveva lettere come Benigni e Troisi al Savonarola, assoldava i pagliacci del circo Orfei per dare spettacolo a Moena, si faceva raccontare le novelle da Pallavicino su Montolivo prima di andare a letto, per lui la Fiorentina dei Della Valle era diventata così brutta che fuori dalla finestra del centro sportivo c’era rimasto solo un guardone che dormiva.

124 commenti:

  1. Questo è il post di Benedetto Ferrara su FB

    "Il Bayern ha concesso l'ultima possibilità alla Fiorentina: partito da una
    richiesta di 20 più 5 di bonus era sceso a 18 più 2 e ieri (sabato) ha
    dato il suo ultimatum : 16 più due di bonus Nel frattempo Gomez ha
    rifiutato Napoli (6,4 all'anno), atletico madrid e il Liverpool . A
    questo punto, al più tardi lunedì, la fiorentina deve dare la Sua
    risposta, se non arriva l'ok di ddv andiamo su yilmaz (15 milioni). Ma
    per un milione di differenza mi sembrerebbe strano . Per questo resto
    ottimista per Gomez. Un abbraccio e incrociamo le dita."

    RispondiElimina
  2. L'apertura di Stadio e del Corsport riguarda l'accordo tra Milan e Ljajic per il 2014. Se la notizia sia vera oppure no, lo dirà il tempo. Mi preme sottolineare la realtà parallela nella quale vive la stampa che si occupa di calcio: un accordo per il 2014 sarebbe illegale e quindi andrebbe stigmatizzato. Invece, è presentato come fosse una meraviglia: stampatello, uso del colore rosso e, per finire, un bel punto esclamativo. Però, la responsabilità maggiore è di chi continua ad alimentare questo tipo di informazione, comprando i giornali sportivi.

    RispondiElimina
  3. Ciao Poeta! Sei mattiniero o sono gli ultimi fuochi della notte?

    RispondiElimina
  4. Come avevo tentato di dire da tempo, c'era e c'è il rischio che le sorti di Ljajic e Gomez siano legate e che quindi alla fine Ljajic se ne vada per drenare risorse a favore di Gomez. Avevo anche tentato inutilmente di comunicare la elementare verità per cui il valore di Ljajic poteva precipitare vista la prossima scadenza e la libertà del giocatore di sottoscrivere un nuovo accordo entro sei mesi.

    RispondiElimina
  5. Almeno dal titolo fra l'altro non mi pare trovare conferma l'ipotesi di Salvatore secondo cui l'accordo tra il Milan e Ljajic scatterebbe dal 2014. In realtà si ipotizza che il Milan raccolga le risorse necessarie ad acquistare subito Ljajic cedendo Robinho. Ad ogni modo siamo ancora a livello di titoli e mi auguro che la società si ravveda in tempo.

    RispondiElimina
  6. Ciao Salvatore, mi alzo tutti i giorni alle 6. Dalle 6 alle 7 è l'ora che mi piace di più.

    RispondiElimina
  7. Ciao Ludwigzaller! Le sorti di Ljajic e di Gomez non sono legate tra loro. Lo ha detto Mencucci e lo ha ribadito Pradè. Certo, potresti controbattere che siano state dichiarazioni tattiche. Per dirimere la questione, mi affido alla lettura del bilancio. E la lettura mi conferma le parole di Mencucci e di Pradè.

    RispondiElimina
  8. Siamo qui anche per fare ipotesi, Salvatore. Non c'è certezza ma mi pare possibile (non certo ne' augurabile) che si possano raccogliere cedendo Ljajic le risorse necessarie ad acquistare Gomez. Il motivo è chiaro. La Fiorentina prima di acquistare Gomez doveva cedere Jovetic, ma la Juventus era l'unico acquirente e con la Juve non abbiamo neppure aperto la trattativa. Non essendo alle viste altre trattative a breve e poichè Gomez interessa ad altre squadre e il Bayern non aspetta, potrebbe, ripeto potrebbe, sorgere la tentazione di coprire una parte almeno del costo del cartellino di Gomez dando via Ljajic. Speriamo che non accada.

    RispondiElimina
  9. Ludwigzaller, il sommario recita "Galliani ha in mano il gioiellino della Fiorentina per il 2014: arriva subito se Robinho va via". Però, avevo fatto l'esempio non per parlare della vicenda Ljajic, ma per tentare una riflessione su come i giornali sportivi leggono il loro mondo.

    RispondiElimina
  10. La sostanza è che una trattativa tra Milan e Ljajic viene confermata da più giornali (anche Tuttosport è sulla stessa linea). Per quanto riguarda il liberarsi a zero è una possibilità di cui si è avvalsa anche la Fiorentina. Iacovenko ha dichiarato di avere un accordo con i viola dal febbraio del 2013, accordo che aveva in precedenza negato e che gli è costato l'emarginazione nel club belga per il quale era tesserato. Da febbraio Iacovenko non ha quasi più giocato, ma era nelle cose ed adesso arriva da noi senza neanche averne risentito troppo. Per ovviare a questi problemi c'è una sola possibilità: pensarci prima!!

    RispondiElimina
  11. Salvatore, sarebbe anche una riflessione stimolante la tua, visto come ormai nel calcio italiano abbiamo naturalizzato non solo Osvaldo, ma i comportamenti esenti dal rispetto delle regole, poi però ci sono le logiche della rivendicazione, il rafforzamento delle proprie posizioni all'interno del blog, e allora si compra Gomez solo se si vende Ljajic.

    RispondiElimina
  12. Certo, se mi parli di possibilità, è possibile. Ma è talmente poco probabile da rendere praticamente pari a zero tale rischio. Anzitutto, perché nel bilancio ci sono molti modi per tirare fuori le risorse e poi perché i dirigenti viola sono talmente capaci da farci escludere un collegamento tra le vicende Gomez-Ljajic con un'approssimazione pari al 99,9999%. Insomma, è piú probabile che Monica Bellucci bussi alla mia porta entro un paio d'ore di una vendita di Ljajic per reperire risorse utili ad acquistare Gomez! Piuttosto, la vicenda Ljajic è assolutamente legata alla sua voglia di rinnovare: se rinnova resta, altrimenti sarà ceduto.

    RispondiElimina
  13. Ludwigzaller, nel caso Iakovenko la Fiorentina ha rispettato le regole. La norma è chiara: se un giocatore va in scadenza a fine giugno, può firmare con un'altra squadra a partire dal primo febbraio dello stesso anno di scadenza.

    RispondiElimina
  14. Per mestiere e abitudine mi sforzo di cercare correlazioni tra i fatti. Per carità poi è possibile che ogni dinamica proceda per suo conto. Quel che vedo è una trattativa interrotta con la Juve, la mancanza di acquirenti nell'immediato per Jovetic, un interesse del Milan per Ljajic, che purtroppo non ha rinnovato, un grave impasse nei rapporti tra Della Valle e gli Elkann aggravatosi negli ultimi giorni. Si può cercare di stabilire delle correlazioni come si fa di solito nelle analisi, oppure vedere questi eventi, che presi singolarmente sembrano proprio veri e provati, come assolutamente separati l'uno dall'altro. Ad ogni modo cercando correlazioni io provo a fare una analisi, non mi interessa la visibilità e neanche voglio gettare ombre. Per quanto riguarda Iakovenko è chiaro che anche il Milan con Ljajic metterebbe nero su bianco solo a febbraio. Solo che febbraio è maledettamente vicino e questo complica la cosa non poco.

    RispondiElimina
  15. Ti rispondo in sintesi:
    1 - la trattativa con la juve per Jovetic non si è interrotta: non è mai cominciata
    2 - i pessimi rapporti Della Valle - Elkann durano da circa un anno e mezzo, non è roba di questi giorni
    3 - la vicenda Ljajic è svincolata dall'ingaggio di Gomez, per il semplice fatto che con i soldi presi dalla cessione del serbo andremmo a prendere Ilicic (spero di no, perchè allo stesso prezzo prenderemmo un giocatore che reputo meno forte, ma se Ljajic non rinnova o lo vendi o lo metti in tribuna).

    RispondiElimina
  16. Ludwigzaller, sulla vicenda Ljajic ripeterei le cose che ho scritto un paio di giorni fa, quindi evito. Credo che siamo tutti d'accordo sul fatto che sia una situazione in cui la Fiorentina non ha una mano vincente: ma, dal mio punto di vista, ha comunque delle buone carte da giocare. Non resta che stare a vedere. Mi dispiacerebbe se Ljajic andasse via, ma sono tranquillo finché ci saranno ADV-DDV, il duo Pracia e Montella con il suo staff.

    RispondiElimina
  17. Tuttosport comunque non lo citerei proprio, come fonte...

    RispondiElimina
  18. Ah...quel parallelo fra Fontana e Montolivo é puro genio : chapeau Pollock!

    RispondiElimina
  19. Grazie Vigile, ma il merito è solo di Montolivo che è pura fonte d'ispirazione, è Musa come una Lancia.

    RispondiElimina
  20. Un giocatore che va in scadenza nell'anno solare 2013 lo puoi contattare da Febbraio, la Fiorentina non ha compiuto scorrettezze, ti era già stato spiegato. Ma nulla, i muri hanno occhi per leggere rispetto a te. Ljajic si può accordare con chi gli pare da Febbraio 2014 non prima, ecco che la scorrettezza del milan diventa palese. Lo hai scritto pure tu ieri l'altro, fra sei mesi Ljajic può accordarsi con chi vuole, probabile che non ricordi nemmeno quello che scrivi.

    RispondiElimina
  21. Gli era già stato scritto Salvatore ma lui pensa che dopo settimane le persone non ricordano. Ha questo modo di dialogare e di tentare d'imporre le sue convinzioni. Non è riuscito nemmeno su un argomento a farsi rispettare, gode a prendere usciate in faccia ed io sono quello a cui piace tirargliele, pensa un po'. eh eh eh eh eh


    P.S.: Le tiro a lui perché le merita, con tutti gli utenti presenti c'è ancora da trovare un motivo di scorno e se anche ci fosse i toni sarebbero differenti, perché loro capiscono di calcio, sia chiaro.

    RispondiElimina
  22. Preciso che parlare con Leo sarebbe cadere nella trappola di un troll che trasforma ogni discussione in un attacco personale. Dunque d'ora in poi scriva quello che vuole.

    RispondiElimina
  23. Se tu avessi occhi per leggere capiresti che l'ultima risposta di Salvatore su Ljajic suona come resa. Tu non capisci, non leggi, e macini i soliti ragionamenti ad perpetuum e vorresti che le persone, per sfiancamento, alla fine ti dessero soddisfazione pur di farti tacere su un argomento che non hai compreso, perché incapace di farlo. Ci sono quelli come lui, che non ci tornano più sopra e quelli come me, che martellano al pari tuo senza cedere il passo. E io mi ci diverto perché sono in attesa di leggere qualcosa che abbia un capo e una coda scritta di tuo pugno.

    RispondiElimina
  24. L'unica cessione parzialmente correlata all'acquisto di Gomez è quella di Jovetic per via dell'alto ingaggio del montenegrino. Per il resto sono tutte trattative a sè stanti, Pradè l'altro giorno è stato chiaro (i dirigenti del Bayern pure), la Fiorentina ha stabilito che comprare Gomez a una quindicina di milioni sarebbe un affare, mentre a un ventino e passa non lo considera più un affare: se Jovetic e Ljajic se ne andassero oggi stesso portando anche 100 milioni, non è che allora alzeremmo l'offerta a 30 solo perchè i soldi ci sono. In separata sede, si cerca di rinnovare il contratto di Ljajic, e se lui rifiutasse, si cerca di monetizzare, non per arrivare a Gomez ma per non perdere a 0 un giocatore che un po' di mercato ce l'ha: giusto o sbagliato che sia, Pradè è stato chiarissimo anche su questo.

    RispondiElimina
  25. Ciao SuperLeo!! No, non mi arrendo. Solo che se non ho cose nuove da dire, rimando a quanto già scritto in precedenza. È un semplice tentativo di ottimizzare i miei tempi e di minimizzare il "rompimento" di chi mi legge!!!

    RispondiElimina
  26. Ma tu sei acqua sorgiva di prima qualità, un diamante allo stato grezzo, oro puro, la crema del nostro caffè, il demiurgo dei bilanci, il profeta dei numeri applicati al calcio e ci rendi digeribile una materia, la contabilità, che in ambito calcistico è cirillico sumerico per troppi! Se tu rompi mi dici cosa fa l'illuminato qui da noi ?! eh eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  27. Pare che il Milan stia tentando di fare un Montolivo-bis con Ljajic. È qui che si vede come sia importante tenere una linea dura anche per le trattative future. Purtroppo nella vicenda Montolivo ci siamo fatti abbindolare da lui, il suo procuratore e il suo clan, mostrando debolezza, per cui il Milan sente di pot ripetere l'operazione con Ljajic.
    Quel che è fatto è fatto, ma ora è il momento di fare la faccia dura, per cui se Ljajic è disposto a rinnovare con un ingaggio adeguato va bene, altrimenti deve accettare di andare in una squadra, magari estera, che ce lo paghi 8-10 milioni (o comunque la cifra che serve per comprare il sostituto, ossia Ilicic). Se invece non rinnova e si rifiuta di andare in altre squadre perché d'accordo col Milan, di certo non dobbiamo accettare dai rossoneri offerte tipo 4 milioni o simili (o magari metà Strasser e metà Paloschi, ricordate): in quel caso giocatore fuori rosa finché non rinnova, ad allenarsi con la Primavera e poi in tribuna.

    RispondiElimina
  28. Continua la gara a chi da la notizia per prima. Materiale per l'editoriale di domani.



    http://www.blitzquotidiano.it/sport/fiorentina-sport/calciomercato-fiorentina-mario-gomez-fatta-napoli-beffato-1613259/

    RispondiElimina
  29. Vabbè, ho capito che mi prendi per i fondelli! Però, sono fondamentalmente tonto e dunque credo a ciò che hai scritto... ti offrirò una cena ahahahahahah

    RispondiElimina
  30. Salvatore, lo sai, per i fondelli non ti prenderei mai e la cena è a carico mio. eh eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  31. Salvatore credo tu sia consapevole che l'errore con Ljajic è stato commesso a priori. Non bisognava farlo arrivare vicino alla scadenza senza contratto. D'ora in poi tutto diventa complicato. Naturalmente un documento scritto tra Ljajic ed il Milan datato 1/7/2013 potrebbe essere oggetto di denuncia. Ma non vedo come si possa sanzionare o anche soltanto provare con certezza un accordo verbale raggiunto in un ristorante o in un albergo, se non al telefono.

    RispondiElimina
  32. Penso proprio che agiranno così Anto, anche se non credo arriveranno alla soluzione tribuna, penso che rinnovi o accetterà la cessione.

    RispondiElimina
  33. Ora che siamo in dirittura d'arrivo proseguo col mio innamoramento forzato per Gomez, mi sto concentrando sul fatto che segna montagne di gol e che ha origini ispaniche, El Matador...

    RispondiElimina
  34. Bravo Deyna, vedrai che passerai da amore forzato ad amore spontaneo in un batter di ciglia.

    RispondiElimina
  35. Quello che devono assolutamente vendere se davvero arriva Gomez, come a questo punto penso quasi sicuro, è Joveitic, perchè due ingaggi vicini ai tre milioni netti non ce li possiamo permettere. La permanenza di Jovetic, cioè non ci riuscisse di venderlo a cifre adeguate, potrebbe sì voler dire impossibilità di contentare Ljajic, quindi causare la decisione di metterlo sul mercato. Ma quell'altro ormai si è fissato con le sue teorie, in parte basate su fatti ovvii (che si rischia di dover vendere Ljajic, che il Milan possa fargli la corte, etc...), ma forzandoli a conclusioni che son soltanto nella sua fantasia. e cercar di spiegare a chi ha quella testa è tempo perso.

    RispondiElimina
  36. Ti ha già risposto Anto, quindi sarebbe inutile ripetere (ma con te invece non serve nemmeno dirle cento volte le cose). Aggiungo solo che per Yakovenko non mi risulta, ma forse lo sai tu e te lo avrà detto qualche uccellino, che la Fiorentina lo abbia contattato e tentato un anno fa, perchè la scorrettezza starebbe lì se non lo avessi capito. Ora siamo a luglio 2013, non a febbraio 2014. Che la scadenza vicina possa complicare è ovvio tanto che lo sanno persino i giornali che per quello ci ricamano sopra tutte le loro storie, in parte o in toto abbastanza romanzate.

    RispondiElimina
  37. Non puoi sanzionare nemmeno il guercio che ha, da più di un anno, accordi, sembra anche scritti con un giocatore che ha con noi un contratto fino al 2016, figurati se puoi sanzionare chi telefona per Ljajic. Non è un problema di sanzioni, ma un problema di carte in tavola e decisioni, come dice Vitalogy. Se si fossa fatto firmare l'anno scorso tutto questo non succederebbe. Grazie al cazzo direbbe la marchesa. Solo che tu ritieni una colpa grave il non averlo fatto, io invece lo trovo abbastanza giustificabile viste le situazioni temporali (DS e allenatore nuovi ed appena arrivati, giocatore reduce da una stagione negativa culminata nel famoso episodio col pugile, disponibilità dello stesso a prolungare a cifre basse tutta da provare). Del senno del poi son piene le fosse, ma nel riportare tutti i giudizi di quei tempi di critiche a Corvino per aver speso più di 6 milioni nell'ennesima promessa mancata si scriverebbe un libro. Per inciso non troveresti citazioni mie in questo libro.

    RispondiElimina
  38. Credo che i dirigenti sarebbero i primi ad ammettere onestamente il loro errore. In mezzo a tante operazioni felici questo appare come un errore di Pradè e Macia il cui bilancio resta largamente positivo. È triste però leggere che è da febbraio che la Fiorentina tenta di rimediare.

    RispondiElimina
  39. Non credo Macìa si occupi di contratti, se dovrà essere criticato sarà semmai sulla scelta di determinati giocatori...

    RispondiElimina
  40. E' da febbraio che la Fiorentina tenta di rimediare? Non capisco cosa vuol dire. Che tenta di rinnovare il contratto a Ljajic? E chi l'ha detto? magari ci prova anche da prima.

    RispondiElimina
  41. Fiorentina, Ljajic: 'Voglio il rinnovo'
    22 febbraio alle 00:33
    Intercettato dai microfoni di Sky Sport, Adem Ljajic (21) ha chiuso alle voci che circolano sul suo futuro lontano da Firenze: "Ho già detto in precedenza di voler rimanere, ho comprato anche casa. Ho un contratto fino al 2014, parliamo per il rinnovo. Il mio procuratore - riporta Firenzeviola.it - arriva questa settimana o la prossima, ne parleremo ma io voglio restare a Firenze. Obiettivi? Sarebbe importante il 3° posto per arrivare in Champions League. Noi siamo lì, speriamo di arrivare in Europa".
    Calciomercato.com

    RispondiElimina
  42. Se anche fosse vero, in cosa è mutata la sua convinzione, cosa è successo in 5 mesi nella testa di questo ragazzo, procuratore, milan ?! Se le sue intenzioni sono ancora queste non ci saranno problemi, se ha mutato idea verrà venduto, si deve ottimizzare la sua cessione in questa finestra di mercato. Che fosse logico sottoporgli un rinnovo rimane arduo capirne le motivazioni, un giocatore che in due anni e mezzo ti ha offerto 4 goal e 8 assist e nella penultima col casino che ha sintetizzato Jordan, nessun DS sano di mente glielo propone. Se in un anno ti da tutto quello che non è riuscito a dare prima è un altro paio di maniche. Rimane un dubbio che nessuno può chiarire, chi dice che se glielo avessero sottoposto avrebbe accettato o anche considerato interessante parlarne ?! Nessuno, quindi parlare di errori è soggettivo, non va presa consapevolezza in una valutazione soggettiva.

    RispondiElimina
  43. http://www.mundodeportivo.com/20130707/atletico-madrid/el-club-rojiblanco-ya-negocia-por-el-serbio-adem-ljajic_54377305939.html#comentarios



    I giornali devono vendere ma se fosse vera l'offerta non ci sarebbe neanche da pensarci. A meno che non si decida a firmare.

    RispondiElimina
  44. Bisogna vedere cosa chiedeva, anche allora. Se le richieste eran quelle di adesso è chiaro perchè non si son trovati d'accordo. Il tuo è un voler giudicare dal di fuori sulla base di un sacco di pettegolezzi giornalistici e senza conoscere le realtà delle cose. Neanch'io la conosco, beninteso, per questo mi astengo. Comunque se quella era davvero la sua volontà credo che l'accordo lo trovino, chi lo può fregare è il suo amico, non certo Gomez.

    RispondiElimina
  45. Appunto, a meno che non si decida a firmare, che per me è l'opzione migliore, perchè a 8 milioni col contratto firmato non lo venderei mai. Se lo devo dare al Milan alla metà e con qualche cavallo zoppo in cambio invece questa potrebbe essere una soluzione da dover accettare obtorto collo. Ma il problema è lui. Oggi i quasi due milioni che vuole non credo glieli dia nessuno, ma a giugno 2014 a parametro zero glieli possono promettere in diversi. Bisogna che non abbia questo in testa. Io spero di no.

    RispondiElimina
  46. Il rischio c'è Jordan, purtroppo è reale ma non sto a commentare ogni spiffero sui giornali, ne spuntano ogni giorno di nuovi, non ho gli ormoni in disarmo come Lud, né mi vengono come a lui crisi di pianto se lo perderemo. Che si continui a chiamare errore il non aver prolungato rimane opinione personale, quindi neanche meritoria di commento, a maggior ragione se non si considera entità del rinnovo e durata; qualcuno da per automatico che avrebbe accettato, io no, mi pare una cavolata.

    RispondiElimina
  47. Jordan, se avesse davvero quell'idea in testa non sarebbe comunque tutto così in discesa. Perché intanto potrebbero venderlo ad una società che non è migliore di quella che invece conosce molto bene, che lo ha valorizzato grazie al gioco del suo allenatore e nella quale non dimentichiamocelo sta benissimo. E' anche vero che potrebbe sempre rifiutare il trasferimento, ma allora lo scenario sarebbe ancora peggiore, allenamento con la Primvera e tribuna. Ma chi l'ha detto poi che non vuole firmare? Ci sono ancora buone possibilità di un accordo che accontenti entrambi, Ljajic è giovane e ha più bisogno di crescere e ha tutto l'interesse di confermarsi adesso in un ambiente che lo valorizzi, avrà tutto il tempo per firmare contratti da top.

    RispondiElimina
  48. Giusto Poeta. Oltretutto non essendo stupido avrà valutato anche il rischio che prospetti che è reale più di quanto si creda. In ogni caso si da troppo credito ad ogni notizia che viene fuori e che verrà fuori finché non si dirime la vicenda, penso che alla fine firmerà.

    RispondiElimina
  49. Ecco la tipa di un altro giocatore che ha deciso di correre meno in campo

    RispondiElimina
  50. Ma dove hai colto questa "volontà di giudicare" sulla base di "pettegolezzi"? Primo non si tratta di giudicare ma di evidenziare un errore. Se non si può fare basta dirlo e d'ora in poi non parlerò più di errori del ds. Che poi abbia aggiunto che è una pecca in una gestione molto positiva te lo dimentichi. Pettegolezzi non ne vedo. La dichiarazione è di Ljajic. Se mai febbraio era già tardi.

    RispondiElimina
  51. Poeta, ma io son d'accordo con te, infatti ho scritto poco sotto che per me siamo sempre alla fase uno, cioè alla ricerca di un accordo. ma anche ricercando l'accordo gli scenari seguenti devono essere ben presenti a tutti.

    RispondiElimina
  52. Tempo fa hai detto Pollock che si deve fare il tentativo di orientare le campagne acquisti. Magari non contiamo nulla, è probabile, ma tra i pareri dei tanti tifosi io dico la mia sperando che se ne tenga conto. Quindi quando scrivo: temo che vendano Ljajic io lo faccio per evitare che succeda, spero sia chiaro questo aspetto. Anche giudizi come il mio e di altri che lo vedono come un vero campione possono spingerlo a scegliere Firenze mentre io non resterei al suo posto su di una piazza che non crede in me. Per questo ho scritto: rinnovo a salire, responsabilizzazione del ragazzo, investitura come successore di Jovetic. Se invece ad Adem si prospetta un campionato in panchina non ci si può aspettare che rimanga con la prospettiva di un Milan che lo accoglie a braccia aperte.

    RispondiElimina
  53. La dichiarazione di Ljajic dice poco, esprime solo una volontà d'intenti, ma non dice da quanto ne parlavano e di cosa parlavano. Il mancato rinnovo l'anno scorso tu lo ritieni un errore (non sei il solo, anche Deyna mi pare ha espresso un'idea simile), io una decisione, o non decisione, giustificabile dalla situazione del momento e della quale è tutta da dimostrare l'accettabilità da parte della controparte. Certo se oltre al rinnovo gli avessero proposto anche un raddoppio di stipendio lo avrebbe accettato, ma questo nemmeno allo strologo di Brozzi potevi chiederlo. Io non dimentico proprio niente e non mi risulta di avere estrapolato da codesto tuo giudizio negativo del fatto un tuo giudizio negativo sul duo Madè. Ti inventi le tue conclusioni credo per troppa fretta nella lettura. Non vedo quindi cosa c'entri questo appunto alla dimenticanza sulla tua precisazione.

    RispondiElimina
  54. Condivido il ragionamento, fino al finale: ma chi è che prospetta a Ljajic la panca?

    RispondiElimina
  55. Ma come di cosa parlavano!? Del rinnovo, c'è scritto a chiare lettere. Purtroppo forse a febbraio-marzo era tardi, il giocatore stava esplodendo. In estate invece avrebbe firmato a qualsiasi cifra.

    RispondiElimina
  56. "Di cosa parlavano" vuol dire "di che cifre parlavano" mi sembrava evidente anche da quel che avevo scritto nel post precedente

    RispondiElimina
  57. Ad alcuni qui sul blog piace poco, ma se non piace è inutile tenerlo. Io credo però che con un certo assetto e certi acquisti possa anche finire ai margini e non sentirsi valorizzato. I conti se li sarà fatti: Gomez titolare per contratto, Rossi anche, Cuadrado inamovibile. Ma quando gioca Adem in queste condizioni?

    RispondiElimina
  58. Che in estate avrebbe firmato a qualsiasi cifra lo dici tu. Di sicuro doveva accontentarsi di meno che non adesso, ma se era sicuro dei propri mezzi a qualsiasi cifra non avrebbe firmato.

    RispondiElimina
  59. Se non gioca vuol dire che non è quel "top player" che dite. Se gioca come negli ultimi tre mesi, gioca, certo che se gioca come l'anno scorso gli viene il culo a strisce, ma quello anche a Madrid e a Milano

    RispondiElimina
  60. Credo che Montella voglia costruire una squadra a forte impostazione offensiva, in modo da sfruttare al massimo i terminali Gomez e Rossi [quando giocherà]. I due principali suggeritori e rifinitori saranno proprio Ljajic e Cuadrado, credo, con tre centrocampisti dietro, e difesa a tre. O almeno lo spero...Claro che Ljajic dovrà correre un bel po' e coprire il tanto che basta, se ci riesce dovrebbe essere in campo per gran parte delle partite.

    RispondiElimina
  61. Ma se al Milan gli telefona Allegri per dirgli che gli piace mentre a Firenze rischia il posto, dove volete che vada anche senza tener conto degli aspetti economici. Io non avrei dubbi francamente a fronte dello scetticismo di un Jordan.

    RispondiElimina
  62. Ciao Ludwigzaller! Se valutiamo con gli occhi di oggi la situazione riguardante Ljajic, possiamo dire con grande probabilità che sia stato commesso un errore. Ma dal mio punto di vista non è corretto ragionare così. Occorre contestualizzare la situazione: un anno fa c'era uno spogliatoio in cui da mesi ognuno faceva i cavoli suoi. Nei primi giorni di ritiro a Moena, abbiamo persino raggiunto il triste primato di un locale messo a soqquadro non da un gruppo di tifosi su di giri per l'alcool, ma da un gruppo di calciatori. Premiare con il prolungamento uno di quelli che si erano distinti per rendimento negativo sarebbe stato un messaggio sbagliato, di continuità con l'andazzo precedente. Con gli occhi di un anno fa, concordo con l'atteggiamento adottato verso Ljajic: dimostraci il tuo impegno e sarai premiato. Così è stato. Da allora in poi, mi mancano alcuni elementi per un giudizio piú completo: a dicembre la Fiorentina voleva rinnovare? Se sì, quale fu la risposta di Ram? Adesso, dirò come mi comporterei io al posto di Pradè, così risulterà evidentissima una cosa che a me appare già evidentissima: non sarei mai in grado di fare il suo mestiere, nemmeno se studiassi cent'anni di fila! Ammettiamo che Adem non voglia firmare dopo il discorso normale di cui ho parlato l'altro ieri. A quel punto, convocherei Ram e gli direi: "Caro Ram, volevi prendermi per la gola con la storia di Jovetic e invece hai sbagliato di grosso. Dunque, o Adem prolunga oppure Jo-Jo si fa tre anni in tribuna!". Poi, al primo allenamento, dico ad Ambro di dare una bella stecca a Jo-Jo così lo stipendio glielo paga l'assicurazione e il buon Deyna dirà che Ambro è molto utile ahahahahahah

    RispondiElimina
  63. Certo che se lui decide in base al mio presunto scetticismo (tutto inventato da te del resto che devi sempre dipingere in bianco e nero) deve avere il cervello pieno di nutella. Non son davvero io che lo manda in campo o meno, e nemmeno tu e Deyna. Deve convincere Montella. Comunque Robinho a Milano, del quale dicono prenderebbe il posto, di panca ne ha fatta tanta quest'anno.

    RispondiElimina
  64. Comunque diffiderei molto della stampa, in questo periodo [ma direi sempre]:

    http://www.firenzeviola.it/news/mediaset-ljajic-telefona-ai-viola-non-rinnova-137921



    Cioè, l'altro giorno Ljajic era a Firenze, che fa, viene, e nessuno della società parla con lui, poi va via, e telefona? Suvvia.

    RispondiElimina
  65. Soprattutto se lo dice Sport Mediaset che in questa vicenda è senza alcun dubbio neutrale ahahahahahah

    RispondiElimina
  66. Salvatore ma tu sei più bandito del guercio! Non ti conoscessi come la persona più mite della terra piglierei paura! A parte gli scherzi e senza ricorrere alle minacce fisiche, la faccia dura penso bisogna mostrarla, ad un certo punto. Sono completamente d'accordo fino al finale evidentemente ironico

    RispondiElimina
  67. A febbraio temo già alte.

    RispondiElimina
  68. Come Tuttosport con la Juve

    RispondiElimina
  69. Sei già passato in banca per la fidejussione? Lo sai che offrirei una cena è un impegno finanziario gravoso... senza fidejussione, ti tocca vendere Robinho al Santos ahahahahahah

    RispondiElimina
  70. Esemplifico: andrà sulla piazza dove guadagna di più ma anche dove lo valorizzano di più. Se il Milan risponde ad entrambi i requisiti, beh la scelta è ovvia. Qui sta arrivando il titolare Gomez, Rossi torna a giocare, il modulo ipotizzato da Deyna non è una certezza. Se ne deduce che la Fiorentina si sta orientando su altri giocatori.

    RispondiElimina
  71. A me pare che Montella l'abbia schierato sempre dato l'apporto che garantiva e complice l'infortunio di Jovetic e la sua flessione. Se rinnova in panca non ce lo tiene nessuno. E' un falso problema. Deve solo decidere, se mettersi di traverso o concedere correttezza nei confronti di una società che lo ha valorizzato. Più che altro atteso.

    RispondiElimina
  72. Non credo ai giocatori in tribuna per punizione Salvatore.

    RispondiElimina
  73. Ma ti garba anche la fettunta quindi spendo il giusto eh eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  74. Appena giungono in ritiro Ambrosini non lo gambizza ma gli parlerà del milan e che ambientino trova. Visto il trattamento ricevuto avrà modo di fargli capire, con le buone. Con le cattive lo attacca al muro e suon di schiaffi lo riporta alla ragione. eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  75. Se si da fiato ad ogni notizia si va in depressione e neanche un tir di valeriana regolarizza gli ormoni in tempesta. Diamoci una regolata, respiri profondi, allargare le braccia, piegare le ginocchia......

    RispondiElimina
  76. Ahahahahahah, carissimo Jordan, per fortuna mi conosci!!! Certo che alcune volte te le tirano proprio dalle mani... ahahahahahah

    RispondiElimina
  77. Extrema ratio, ma è l'ora di farla finita di farsi prendere per il culo tipo Montolivo l'anno scorso.

    RispondiElimina
  78. Ragazzi, voi scherzate su argomenti seri, se arriva Gomez e rimane Ljajic, Lud si ammazza.

    RispondiElimina
  79. Lui bruttissimo!

    RispondiElimina
  80. Esatto, grande Jordan! Informazione corretta e imparziale! Fra l'altro, mi hanno insegnato che una notizia ha bisogno di essere verificata. Nel caso di una telefonata come si fa? Il giornalista era accanto a Ljajic quando ha telefonato? Era al semaforo con i vetri abbassati e per caso nella macchina a fianco c'era Pradè con il viva voce? O glie l'ha raccontata il geometra pre-pensionato del Comune di Monza, che tutti chiamano dottore? Misteri!

    RispondiElimina
  81. http://www.violanews.com/calciomercato/gomez-la-fiorentina-vuole-chiudere-domani-20130707/



    Benedetto, Benedetto, perché ci fai soffrire cosi...?!

    RispondiElimina
  82. Coi banditi non trattiamo, qualcuno evidentemente non lo vuol capire. Il Milan Ljajic non lo vedrà né a luglio né nel 2014. Pensare che dopo Montolivo e il modo con cui lo hanno trattato, gli si svenda anche un possibile campione, vuol dire non aver capito niente del modo in cui ragionano i Della Valle. Non fosse altro che sono diretti concorrenti. Io credo che in questa faccenda le parole decisive le metterà Montella, a cui Adem deve una carriera ancora possibile.

    RispondiElimina
  83. Verbenen, Verbenissimen altro che Vermalen ahahahahahah

    RispondiElimina
  84. Dovevo insistere a giocare........

    RispondiElimina
  85. Foco vassallo della Riblogghita, penso che il Poeta non abbia nulla a che ridire.

    RispondiElimina
  86. Certamente me lo insegni, Ludwigzaller: si vis pacem, para bellum.

    RispondiElimina
  87. Si ma poi si deve trovare la soluzione che va bene a tutti, io nel lavoro faccio così.

    RispondiElimina
  88. Ma proprio tu ti lamenti? Stai messo Verbenissimen anche tu e lo sai!

    RispondiElimina
  89. I princìpi morali dei Della Valle sono stati sempre inderogabili in questi 10 anni. Sono stati causa di orgoglio per i tifosi e, spesso, ci hanno fatto perdere la possibilità di vincere le briciole non assecondandoci ad un sistema marcio. Sono gli stessi che ci hanno fatto vendere Toni ad un terzo del valore per onorare la parola data, gli stessi che ci sono costati due partecipazioni champions e l'addio a Prandelli. Bisogna che qualcuno metta freno a questo modo di fare calcio che sconfina con il penale, anche a costo di rimetterci qualche milioncino. Saranno princìpi poco funzionali alle bacheche dei trofei, ma sono quelli che mi rendono speranzoso in una possibile vittoria priva di ombre. Per me se Ljajic, giocatore che adoro, vuole fare il Montolivo, allora può sfondarsi di playstation tutte le domeniche a casa sua fino a giugno prossimo. E se ho capito i DV, è un' opzione seria.

    RispondiElimina
  90. Se chiede il doppio di quanto guadagna gli va dato, sono le cifre di cui si parla da sempre. Comunque io farei un contratto a salire. Se l'anno prossimo segna di nuovo 10 goal si consacra, il contratto deve tener conto di questa possibilità. Io gli darei 1,7 per tre anni ma con la previsione di premi a salire 1,2 il primo anno, oltre 2 milioni dal secondo con obiettivi legati a presenze e goal.

    RispondiElimina
  91. Allora si prepari perchè penso che sia la soluzione più probabile. A meno che proprio non riescano a vendere Jovetic, ma non credo.

    RispondiElimina
  92. bisogna vedere che lavoro fai. Comunque ho parlato di extrema ratio e Salvatore ha sintetizzato ancora meglio, si vis pacem, para bellum, il che non vuol dire che la guerra sia la soluzione, ma che, anzi, possa essere propedeutica alla pace. Se Ljajic ed il persiano non avessero paura della tribuna per un mese tirerebbero ancora di più la corda, se ne hanno paura, la soluzione la cercano anche loro, e, se si cerca in due, si trova. Se Montolivo fosse stato in tribuna un anno forse si sarebbe già trovata e, magari, si sarebbe trovata anche per lui.

    RispondiElimina
  93. Già se parli di 1,2 per il primo anno inizi a dar segni di ragionevolezza, e diventa sensato parlarne, ma anche ad 1,5 si può discutere. Poi bisogna vedere il salire di quanto accordarglielo ma non credo si tirino indietro per queste somme. Altro conto è partire lancia in resta e sparare dai 2 milioni in su subito.

    RispondiElimina
  94. Non mi lamento e indietro non si torna, è che quando le vedi così tirate e giovani, sai com'è.....

    RispondiElimina
  95. Il 2 Agosto ci sarà da ridere, quando avranno fatto fuori le zavorre più Jojo ci verranno i lucciconi agli occhi nel vedere che razza di squadra avremo. Lucciconi di gioia.

    RispondiElimina
  96. Un fare i' furbo! Ma Giulio è arrivato o no?

    RispondiElimina
  97. Si contano le ore, quando firma Gomez nasce Giulio! ah ah ah ah ah ah

    RispondiElimina
  98. Così e ti tocca a chiamallo Mario! A proposito lui l'è nato il 10 luglio, o sta' a vedere...

    RispondiElimina
  99. C'è poco da vedere. 1) Se gli garba i'carcio bene 2) Se gli garba tifa viola 3) Se gli garba anche praticallo gioha nella viola. Ocché ci vole tanto......

    RispondiElimina
  100. Continua la ridda di indiscrezioni. Continua fino a Radda.



    http://www.dodicesimouomo.net/12uomo/news-mercato/8416-fiorentina-gomez-ok-per-le-visite.html

    RispondiElimina
  101. Il link originale

    http://www.calciomercato.com/mercato/gomez-controsorpasso-fiorentina-427808

    RispondiElimina
  102. sopravvissuto7 luglio 2013 19:18

    Oggi ri-scopro dove si annida la frangia estrema del tifoso-tecnico della Fiorentina. Qui. Che fighi! Comunque in un qualsiasi altro sistema economico, in qualsiasi altro settore della vita non potrebbe esistere il modo di fare giornalismo dei vari inviati ed esperti(?!?!?) di calciomercato. Criscitiello si avvia a diventare l'erede di Maurizio Mosca ma almeno il simpatico-mai-presa-patente-paura-del-volante aveva la verve, le phisique du role dell'intrattenitore! Signori de "Il Giornale" sembra il vate della categoria, Vocalelli scrive bene ma fa razzolare male i suoi, quelli di Mediaset appaiono come i personaggi del film "Freak", quelli della Rai non ne parliamo, loro guardano solo le strisciate e il Napoli...mah....Continuo a pensare che i nostri "Attenti a quei due" hanno in serbo (non Liajic...eh eh eh!) un paio di sorprese, visto che è il loro marchio di fabbrica. Quel che hanno acquistato l'anno scorso aveva un ologramma che ne garantiva la bontà e l'affidabilita e quest'anno non saranno da meno; la società ha messo un altro marchio anti-taccheggio sui suoi gioielli o presunti tali, vedi vicenda Juvetic e mali-ajic. S.NAP, scrivi che abbiamo buone carte ma non la mano migliore ma dissento un pochino: per ora i giocatori sono tesserati per la Fiorentina, proprietà viola e non di Ramadanni, il quale tra 7 mesi può decidere le sorti, non ora; idem per Jovetic, che può rimanere (giocando, poi col pubblico sono c@zzy suoi...)ma sino a febbraio 2016 non è a disposizione di Ramadanni. La dirigenza ha un paio di mosse e non può sbagliare, per assurdo anche un bluff (come spesso succede!) può far comodo e risultare vincente per la Fiorentina. Con Jovetic fermo a Firenze Ramaya non becca un soldo da nessuno per tre (3)anni, ci avete pensato? Sicuro prende con Liajic ma la commissione/mazzetta non copre quello che guadagnerebbe con Jojo(è una mia ipotesi), se la percentuale è proporzionale alla somma sborsata dall'acquirente (Jovetic venduto a 20 o 25 è un conto provvisionale ottimo, Liajic svincolato o a 8/10 milioni avrebbe introito minore...). Forse sbaglio e sono sempre troppo ottimista ma credo che non faremo la figura dei merli, 'stavolta. (Acquistare Gomez sarebbe il bluff che costringerebbe Ramadani ad andare a "vedere"...e li il persiano dovrebbe per forza aprire una finestra (....questa è venuta da sola...) con la viola, visto che uno dei due suoi assistiti rischierebbe di fare molta,molta panchina. (Garantito 100% Sopravvissuto). Ramadani rischia di essere messo, a Firenze, sui pacchetti di sigarette, "Nuoce gravemente alla salute"....un po' come Gomez, chiaramente per altri motivi legati alle coronarie, vero ANTO?....ah ah ah ah ah ah ah

    RispondiElimina
  103. Giusto, se mi riempio di fettunta... costo di meno ahahahahahah

    RispondiElimina
  104. Ma le visite mediche non le aveva già fatte dieci giorni fa a casja di Brovarone?

    RispondiElimina
  105. No da i'Fanfani la domenica, aperto apposta pe' lui

    RispondiElimina
  106. {.¼♫..[..♪½...▒...§......]...←...♂♀↕......} ma va fatto spesso, pena, diventare come te.

    RispondiElimina
  107. Ma arriva prima Gomez o Giulio, non ci sto a capì più 'na mazza eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  108. Leo penso che mancando di una tua visione personale e di una precisa identità non ti rimanga che specchiarti nella mia per confermare a te stesso che esisti. Siccome io non ho questo stesso problema ti abbandono al tuo destino, ma ti prego di non fare il controcanto a tutto quello che scrivo. E' ridicolo.

    RispondiElimina
  109. Te l'ho belle detto, Gomez l'è nato il 10 luglio, se Giulio l'arriva quel giorno insieme a Gomez alla Fiorentina, e ti tocca a chiamallo Mario!

    RispondiElimina
  110. Glielo darò come secondo và.......

    RispondiElimina
  111. Boh, il controcanto o icchè l'è......?! Tu mi pari un po' stonato ma cantare non ti ho mai sentito. Comunque Lud, scherzi a parte (vedo che sei di fronte al monitor solo per rispondermi, quindi, in quanto a identità...eh eh eh eh eh) sopra hai scritto qualcosa di condivisibile, la prima che ho letto oggi, ma è un'inizio. Sfruttala, magari potrebbe diventare interessante quando esprimi qualcosa senza il crisma di vedovella smarrita. Non ho preclusioni, se non forzi ed estremizzi quello che pensi si può discettare di tutto qui sul blog. Poi se vuoi continuare ad affrontare gli argomenti a modo tuo io continuerò a rispondere a modo mio. Che tu risponda o meno non mi toglie il buon umore.

    RispondiElimina
  112. http://www.violanews.com/calciomercato/felipe-al-parma-e-arrivata-lufficialita-20130707/



    Chi fa questo mestiere da una vita sa cosa, come e quando, difficilmente si fa prendere per la gola o viene assalito da paturnie di cessione gioielli. E' un lavoro per pochi. Via libera a Mario olè!!!!

    RispondiElimina
  113. Aldilà di Gomez, i nomi del nostro mercato mi sembrano troppo sputtanati per il modo di lavorare dei ds. Mi aspetto che in settimana esca qualcosa dal cilindro. Qualcosa di inaspettato.

    RispondiElimina
  114. Ma non è vero Leo detto fra noi sei davvero poco interessante sul piano argomentativo. Di qui il ricorso costante all'insulto che copre appunto la poca capacità di argomentare come una spezia nasconde il sapore di un cibo mal cucinato. Faccio autocritica perchè ai troll basta non dare spago, me ne sono capitati altri.

    RispondiElimina
  115. Adulatore, a forza di complimenti mi fai arrossire, sul serio. Su quel piano, una critica da parte tua equivale ad un dote con lode. Se ti pare di godere di condivisione unanime, anche qui sul blog.........

    RispondiElimina
  116. Sopravvissuto7 luglio 2013 22:16

    Come ampiamente preventivato da me....tipo uno che abbia a che fare con una capitale europea.......(Certo che un atleta, un asso che parte per il ritiro, facendo visite mediche, poi parte per altri lidi e di nuovo si sottopone ad esami...cosa uscirà fuori, eventualmente, dalle visite mediche fiorentine? Cosa scriveranno sul referto, "L'è di mooorrrrto bono!"?).

    RispondiElimina
  117. Di buon auspicio.

    http://www.youtube.com/watch?v=ai8_cbZPOd4

    RispondiElimina
  118. Napoli su Leandro Damiao, sarebbe un ottimo sostituto di Cavani, certo gli ci vorrà un po' di tempo per ambientarsi in Europa.

    RispondiElimina
  119. Non ne sarei così sicuro, forte è forte.

    RispondiElimina
  120. Si parte.



    http://corrierespione.altervista.org/fiorentina-le-prime-foto-della-nuova-stagione/

    RispondiElimina
  121. Zohore pare un buttafuori, se ha talento per quanto è grosso abbiamo già il top player eh eh eh eh eh

    RispondiElimina