.

.

martedì 16 luglio 2013

Mario Gomez

La passione si riversa al Franchi e questa volta il bicchiere non può essere che traboccante, via i mezzi vuoti e i mezzi uomini come Jovetic, si all’entusiasmo che va tutto di fuori, quello che tracima sui sogni, e come dicevo sono andato allo stadio con Tommaso che per non smentirsi ha voluto vedere con i suoi occhi se era vero, mi ha detto “Sai babbo, magari ci presentano Moscardelli”, e invece la pontellizzazione del’ultim’ora tanto temuta non c’è stata, si era fermata dal Badiani a prendere “riso e Buontalenti”, entusiasmo alle stelle senza neanche passare dalle stalle dove dormiva Montolivo, emozioni forti che ci regalano un tedesco da area di rigore ma anche da Loggia dell’Orcagna. L’unica cosa che è mancata in tutto questo crogiolo di emozioni è stato il colpo di teatro, perché quando ha dichiarato “Sono più fiorentino io del Vuturo” un regista come Tarantino gli avrebbe fatto mangiare un panino col lampredotto e sarebbe stato un tripudio bagnato col suo brodo. Pelle d’oca e foie gras di fegato di rosiconi, frecciata all’arrogante De Laurentiis,  tutto veramente bello, sciarpa del Gruppo Chiava consegnata a Tommaso per una vita sessuale frenetica, sciarpa di quando ancora i miei ormoni non facevano partenze intelligenti e si ritrovavano in coda al casello di Chiavari. Dica 33, il numero sulla maglia dei bomber sani, quelli di razza e di stazza, dal tiro da fuori che t’ammazza, e così siamo tutti guariti, tutti sullo stesso carro, si, anche “loro”, e non li voglio nominare nemmeno oggi perché non ho dietro la paletta e il sacchetto del cane, per la cronaca non c’era nessuno con il naso e la parrucca finta come temevo. Tutto bene a parte il caldo, il traffico e il parcheggio, un avvicinamento allo stadio lento come un’dea di Montolivo, un ex che si è preso anche un coro offensivo, perché almeno Jovetic i soldi li porta. Le ho provate di tutte, strade alternative ma si sono dimostrate le alternative di tutti, allora Tom Tom per cercare la scappatoia, è uscita fuori  una strana indicazione “La linea più corta tra due punti è chiusa al traffico per lavori”. Una giornata fantastica per un tifoso, con la pancia piena di sensazioni forti, ideale anche se solo lunedì, diciamo una perfetta giornata estiva, con il sole che brilla, Gomez già innamorato della città, Della Valle commosso, i tifosi in festa e il tagliaerba guasto. Devo dire la verità che nella bolgia c’è stato anche qualche momento di commozione privata, come i due voli che in mattinata hanno portato a Peretola Gomez e Zamparini, c’è stato scoramento misto a pentimento, avevo accanto un ex contestatore dei Della Valle, aveva mangiato la panzanella e la cipolla gli si rinfacciava più delle sue ultime contestazioni del cazzo, polacchine di Bata come latenza di un avversione marchigiana non del tutto debellata, ma all’ingresso di Andrea insieme a Gomez è scoppiato in lacrime e a chiesto perdono aggrappandosi al collo come se io potessi risolvere la pontellizzazione della sua anima, e tra che volevo vedere Marione, tra che m’importava una sega se Della Valle non si era rivelato quel pezzo di merda che si raccontava sugli striscioni, me lo dovevo comunque levare dalle palle perché mi faceva caldo, allora ho sfruttato le sue lamentele per ridargli un significato di uomo, si, perché era partito da lontano cercando di dirmi e di dirsi che ce l’aveva con i marchigiani solo perché quello per lui era un modo di sentirsi vivo, di dare un calcio a una vita da scomparso a se stesso, aveva trovato uno scopo, e oggi quella festa lo aveva di nuovo cancellato, allora per rassicurarlo e levarmelo dal collo gli ho detto “Se pensi che non importa a nessuno se tu sei vivo prova a a non pagare un paio di rate della macchina”, ma gli ho anche detto che il suo colore fortunato era sbiadito. Durante la conferenza stampa seguita sullo schermo c’è stato un solo momento doloroso, e così alla domanda di Tenerani, per la prima volta ho rimpianto il mal di stomaco. E’ stato bello dividere con Tommaso queste emozioni, come se fosse stato un passaggio del testimone, un po’ mi sono rivisto giovane e mi è anche venuto un pensiero al botulino, poi mi sono scosso e ho pensato che l’unico modo per apparire più giovane è non nascere così presto.

105 commenti:

  1. http://www.calciomercato.com/l-editoriale/jacobelli-i-25-mila-in-delirio-per-gomez-rivincita-di-firenze-su-910445

    RispondiElimina
  2. Sembra che il Pek stia davvero tornando sui suoi passi. Non credo a Verratti, non ci sono i soldi: nel caso, puntare su Clasie, che troverei più omogeneo al gioco montelliano. Assolutamente parlando, la punta centrale d'area e, in genere, una trazione più offensiva rispetto alla scorsa stagione (in cui si faceva gioco d'attacco, sì, ma essenzialmente grazie alla presenza di soli palleggiatori a centrocampo) domanderebbero una medianità più ruspante, pur nel rispetto delle esigenze di garbo del piede, di quella che può offrire il Pek, anche per sopperire alla cadute di corrente, in partita, cui va soggetto Aquila. L'assenza di Pasqual dalla formazione titolare sarebbe anche basilare.

    RispondiElimina
  3. Sulla medianità più ruspante (bella, questa definizione), Blimp, c'è da dire che stanno tornando le voci su Ralf Supermaxieroe del Corinthians, con il quale si dice si potrebbe fare uno scambio, dando Romulo e soldi al Timao per avere il mediano. Il dubbio è lo status di extracomunitario del Brasiliano, già non si capisce se Vecino ha preso il passaporto italiano per cui aspettano la cessione all'estero di Jovetic per ufficializzarlo, non so se tecnicamente possono prendere un altro extracomunitario.

    RispondiElimina
  4. E comunque:
    MARIO GOMEEEEZ
    MARIO GOMEEEEZ

    Cha cha cha

    RispondiElimina
  5. stefano vienna16 luglio 2013 10:22

    Ho cambiato idea: Ilicic e Verratti e mandiamo via chi non vuole restare, ovvero sia Pizarro sia Ljajic.

    RispondiElimina
  6. Sulla medianità ruspante ci crede molto anche Montella, non è la musa ispiratrice del suo gioco ma una necessità che viene fuori ogni qual volta c'è da difendere un vantaggio e mostrare gli speroni all'avversario per fargli capire che non siamo solo "bellini" da vedere. Non sono mai mancati degli onesti spaccalegna nelle sue squadre, mai, dal Catania alla Fiorentina sino alla roma dell'esordio. Ci ricorre in fasi della partita quand'anche dall'inizio per avere più copertura contro certe squadre. La coppia di quest'anno, mai schierata insieme perché sarebbe inutile, benché uno rotto, ha collezionato 1300' totali, e questo dato basta. Ambrosini è manna da questo punto di vista ed i piedi non sono quelli di un fabbro.

    RispondiElimina
  7. LELE

    Caro STEFANO, vedo che sei tornato alla ragione viola. Ho scritto e
    ribadisco ora, chi non ci vuole, (da Prandelli al cappone moscio) chi
    usa mezzucci per strappare un po' di quattrini dal contratto firmato a
    mo' di accattone, fuori dalle palle e subito, senza alcun rimpianto. Io
    stimavo Jovetic ( che per onor del vero va ricordata la sua firma in
    epoca della presenza nefasta di merdolivo nello spogliatoio) ma dopo
    l'intervista, che stia lontano! No, via tutti quelli che non sono
    entusiasti di questa nuova avventura, che siano campioni o cisti, quindi
    primo fra tutti Pizarro. E' inaccettabile averlo in gruppo quando un
    Campione del Bayern nel pieno delle sue forze, sceglie Firenze con
    classe ed entusiasmo.... Ljajic ho notizie che firma e finora non ha
    parlato né lui o chi per lui, quindi aspettiamo a giudicarlo. La nuova
    ed irresistibile per tutti, onda viola e' rappresentata dai Borja, dai
    Gomez dagli Ilicic che ci vuole con determinazione, da gente col sorriso
    che vuol solo giocare bene al pallone, dall'immenso Juan Cuadrado, che
    prende meno di Ljajic,e pur dimostrando di essere tra i primi nel mondo
    nel ruolo, alla fine del campionato ha ribadito la sua fedelta' al viola
    senza condizionarla a niente. Per questo alla fine di questa splendida
    campagna estiva, per me ci sara' una sola ombra, se il Pek dovesse far
    parte ancora del gruppo.



    Lele

    RispondiElimina
  8. Lele, per le ombre ma anche per le luci ti rimando alle foto di ieri.

    RispondiElimina
  9. Concordo con Lele e applaudo all'ammorbidimento di posizione di Stefano, comunque fiorentinanews dà per sicura la permanenza di Pizarro

    RispondiElimina
  10. LELE



    E l'ho viste, Pollock, l'ho viste...a proposito, un tu c'ha mica modo di
    trovare una foto dell'interprete di ieri...mi sa che m'e' venuta voglia
    d'imparare il tedesco.



    Lele

    RispondiElimina
  11. La stagione 2012/13 si aprì con un pallonetto-assist di B.Valero per Jovetic, la stagione 2013/14 si è aperta con un pallonetto-assist di Joaquìn per Ambrosini, quindi le premesse per una splendida annata ci sono tutte, soprattutto pensando che Jovetic aveva( e ha) piedi educati, mentre Ambrosini non aveva piedi educati ma dopo una settimana in mezzo ai glove-feets ha gia indossati i monouso per ogni evenienza. La calma olimpica della dirigenza fiorentina ha pian piano frantumato convinzioni negative, visioni nefaste, voglie di fuga e questo dimostra che la teoria di Montolivo e Jovetic, la salma è la virtù dei morti, non funziona mica tanto. POLLOCK, hai fatto benissimo ad andare al Franchi, d'altra parte negli scenari importanti un inviato del Sitollock deve esserci...eh eh eh eh eh.....Me medesimo la quale al cubo a Montecatini, te al Franchi, S.NAP a Moena con alcuni compagni di merende sitollochesi, quindi.....capillarità! Eppoi, diciamolo e scriviamolo: la festa decolla se c'è la zolla (del Franchi!).Nei momenti più bui sappiamo ora a cosa pensare, per risollevarci: Criscitiello che non ne azzecca una!Una! La campagna acquisti della Fiorentina è uno splendido puzzle che sta componendo una immagine radiosa, splendida, vincente...l'immagine di Criscitiello è un Tetris (come metafora del suo lavoro sul calciomercato): le cose giuste arrivano nel momento sbagliato!

    RispondiElimina
  12. Non sarei così severo con Pizarro (tra l'altro sembra tutto risolto con due parole a quattr'occhi) che finora non ha mai aperto bocca (come Ljajic del resto). Può darsi che si tratti molto anche di mancanza di senso della misura nelle dichiarazioni da parte del procuratore. Di sicuro è un temperamentale, anche con Spalletti fuggì in Cile e dovette mandare il secondo a convincerlo a tornare, ma per me se è convinto e gioca come l'anno scorso anche per quest'anno è la migliore soluzione che c'è nel ruolo. Caso mai c'è da pensare fin d'ora a far crescere il sostituto.

    RispondiElimina
  13. http://www.violanews.com/news-viola/esclusiva-vn-sorpresa-pizarro-e-tutto-risolto-20130716/

    RispondiElimina
  14. Appunto, ed è quanto pensavo succedesse perchè è la soluzione più logica.

    RispondiElimina
  15. La "medianità più ruspante" non è un modo intellettuale di esprimere il concetto del medianaccio per il quale mi avete perculeggiato a lungo? Datemi Dunga e vi sollevo il mondo, ma esiste? Ora che mi avevate quasi convinto che se ne poteva anche fare a meno col movimento di tutti! Per Ralf il Corinthians chiedeva una decina di milioni che mi sembrano sinceramente eccessivi, nè credo che Romulo possa abbassare gran che la cifra. Poi è titolare e punto di riferimento di una delle squadre top del campionato nell'anno dei mondiali brasiliani, se non gli dai uno stonfo di quattrini non credo mica sia facile farlo venire.

    RispondiElimina
  16. Non sono d'accordo con Blimp perchè il gioco di Montella ha una identità precisa. Dei due moduli di attacco preferisco di gran lunga quello usato nella seconda parte del campionato, il 4-3-3 con falso centravanti. Ora si tornerà al centravanti classico e mi sta bene, ma vorrei che almeno i tre tenori di centrocampo rimanessero e non si inserisse il "medianaccio spaccalegna". Vero che molto spesso ha giocato Migliaccio, ma il modulo titolare non includeva il medianaccio. In sostanza sono contrario a ciò che snatura il gioco della squadra montelliana.

    RispondiElimina
  17. Condivisibile, Lud, ma non è da escludersi che Montella avrebbe usato più spesso il mediano, se avesse avuto un medianone invece di un medianaccio. D'altronde a gennaio, oltre al già presente Migliaccio, la società gli aveva aggiunto pure Sissoko (presentatosi però a febbraio con condizione pessima).

    RispondiElimina
  18. Montella ha voluto Migliaccio, poi ha voluto Sissoko, ora ha dato il placet all'operazione Ambrosini, quindi che gli serva anche quel tipo di giocatore mi sembra acclarato, che gli ci vorrebbe di meglio è un altro discorso. L'ho detto, datemi Dunga e vi sollevo il mondo.

    RispondiElimina
  19. A me pare che la scelta di Montella fosse limpida: tre giocatori di qualità in mezzo al campo, uno dei quali, peraltro, Pizarro è anche molto rognoso e bravo a contrare. Poi va da se' che un paio di giocatori alla Sissoko ci vogliono perchè una squadra non può fare a meno di certe tipologie di giocatore. Vale lo stesso per il centravanti. Anche se tendi a giocare col finto centravanti devi comunque avere un uomo d'area in squadra.

    RispondiElimina
  20. Posso rivendicare anch'io qualcosa? E' ciò che ripeto dall'anno scorso, quando si profilava una Fiorentina ispirata al modello spagnolo: si può giocare senza centravanti e mediano, ma devi pur sempre averli in rosa. Ora però che c'è Gomez, uno così lo farei giocare fisso (ha pure un'ottima tecnica, anche se tanti pensano di no).

    RispondiElimina
  21. Gomez giocherà fisso però la teoria che Montella non vuole il centravantone è una teoria del cazzo. Ha fatto giocare Toni finchè è stato in piedi ed ha cercato di violentarci (senza riuscirci) Jovetic. Il terminale offensivo lo vuole e Gomez giocherà di sicuro, sempre.

    RispondiElimina
  22. Grande notizia la permanenza di Pizarro, se segue anche il rinnovo di Ljajic abbiamo una Maquina notevolmente rafforzata, con gli innesti di Gomez, Ilicic e Joaquin. Se arriva il medianone [Ralf, Medel o equipollenti] e magari un altro paio di ritocchi, siamo da scudetto. Gomez è un Cannibale, giocherà sempre, tranne qualche partita minore in cui verrà fatto rifiatare. Piuttosto, mi aspetto novità in attacco, le riserve del Matador e di Pepito mancano ancora.

    RispondiElimina
  23. LELE



    JORDAN, io mi riferivo alla caratura dell'uomo Pizarro, non del giocatore. Ho
    avuto assicurazioni che l'interno dello spogliatoio e' quello che si
    vede da fuori, cioé ragazzi puliti e buona armonia nonostante tante
    etnie, sinonimo di professionalita'. Gente un po' anarchica come El Ham e
    Cerci non trovano posto, quindi ritengo prioritario il valore dell'uomo
    prima dell'aspetto tecnico . Uno che buba o che fa bubare il suo
    procuratore per strappare qualche centino in piu', dimostra di valere il
    giusto, altra cosa se avesse affrontato il porblema nei dovuti tempi e
    canali, cioé quelli ufficiali e senza fanfare, il fatto che sia poi
    recidivo conferma la scarsa considerazione che tanti suoi conoscenti
    hanno del personaggio.

    Tecnicamente ho scritto anche che trovo Pizarro importante, ma non imprescindibile, e' il modulo Montella a farlo brillare come non mai, non il contrario.



    Lele

    RispondiElimina
  24. Pizarro era sorridente e ha risposto al saluto di qualche tifoso, Ljajic è entrato in albergo a testa bassa. Solo per vostra informazione.

    RispondiElimina
  25. Lele, personalmente i post scritti da me anti-Pizarro riguardavano la sua probabile cessione per monetizzare la stagione, un'eventualità questa che pareva meno che peregrina fino ad oggi. Pizarro rimane, azzero le parole pronunciate da quella fava del procuratore, non da lui, e apprezzo il fatto che appena tornato dalle vacanze, in due ore, di fronte a ADV, Pradé e Montella sia stato trovato l'accordo. Ridimensiona il tutto, ai miei occhi, e lo ridimensiona alla grande, non è rimasto per far flanella, sa cosa ha dato e cosa può dare a questa squadra e quello che si è scritto qui (pur non leggendolo, ovvio) gli sia passato per la testa più di una volta. A posto così, a 'postissimo' così, altro discorso se l'avesse pronunciate lui quelle parole ma non l'ha fatto. Quoto Jordan sulla necessità che si dia il via alla formazione di uno fatto in casa o cercato altrove per l'anno prossimo, non è che ogni sessione si può vivere queste indecisioni in quel ruolo, e va per i 35.

    RispondiElimina
  26. Anche tu! Ma perché tutti volete invecchiare il povero Pek! Ha 33 anni, a settembre ne fa 34, anche a leggere i commenti sul sitone, non si sa perché, tutti lo fan passare per quasi 40enne!

    RispondiElimina
  27. Lele io sui giudizi sulle persone ci vado sempre un po' cauto quando non le conosco da vicino. Essere un temperamentale ad esempio non vuol dire essere un pezzo di cacca, anzi, spesso si tratta di sensibilità che vanno aldilà del razionale, mentre il pezzo di merda è ben razionale sempre. Insomma i motivi di questo comportamento non li conosco e non conosco bene nemmeno il comportamento che si è visto solo per interposta persona, sembra peraltro che di centini in più non se ne sia nemmeno parlato. Insomma è se fosse stata davvero un'incazzatura dovuta allo scoramento di vedersi presi tutti per il culo da Galliani? sarà una visione ottimistica della cosa ma è quella che tiraron fuori subito. L'importante è che il gruppo abbia capito perchè come dici giustamente fondamentale è il clima che, fino adesso, si è respirato dentro l'ambiente e quello non deve essere sciupato. Molta attenziona deve essere fatta anche nell'inserimento del centravantone osannato dal mondo, onde evitare che nascano gelosie. Molto dipenderà anche da lui che sembra però persona intelligente.

    RispondiElimina
  28. Deyna 34 a Settembre, giusto, e parlando del prossimo anno scrivere 35 mi pare sensato. Contare sai anche tu. ah ah ah ah ah

    RispondiElimina
  29. per l'esattezza è dell'11 settembre (che giornataccia, per motivi mondiali e personali!) del 1979, quindi ha 33 anni e 10 mesi.

    RispondiElimina
  30. LELE



    LEO, scusa ma qui si sta parlando di un minus habens. Come lo definisci uno
    che alza la cresta a 35 anni nei modi che ha usato? Un minus habens
    infatti. Fosse stato normodotato, alla sua eta' e con la considerazione
    che aveva, va a bussare alla porta dell'amico Pradé a chiedergli
    addirittura un altro annetto di contratto, cosa che non gli sarebbe
    stata negata. Invece c'ha provato, ma ha rimbalzato, quindi se ora e'
    sorridente e riappacificato a me non inganna, e' solo perche' aveva
    imboccato un vicolo cieco con un muro in fondo, quindi l'intezione era
    malefica. Poi visto che i procuratori stanno li' per rappresentare, le
    parole del Santisteban, tra l'altro nuovo di zecca, son le sue e mai
    smentite nel corso di mesi, se invece si chiamasse fuori, dovrebbe
    licenziarlo.



    Lele

    RispondiElimina
  31. Ma per tutto il prossimo campionato ne avrà ancora 34! Quando si tratta dell'età dei miei protetti sono peggio di Greta Garbo, ahaha

    RispondiElimina
  32. No, non lo è, perché aggiungevo «pur nel rispetto delle esigenze di garbo del piede»: a te, alla larga, vanno bene Migliaccio e Ambrosini, a me no. Il medianaccio è un'altra cosa. Ralf non è un medianaccio.

    RispondiElimina
  33. Io non voglio dar per buona nessuna versione, Pizarro ancora non ha parlato [pubblicamente], però ricordo che Mencucci a caldo parlò subito della delusione del giocatore - sicuramente umorale - per la ladrata che ci han fatto. Non fosse stato vero, perché un alto dirigente della Fiorentina avrebbe dovuto accreditare questa versione che smentisce mire economiche [e pare che stamani con Pradè l'argomento non sia stato nemmen toccato] o carrieristiche [e sarebbe uno stupido, il Pek, a uscirsene così senza una squadra top decisa a prenderlo], invece di cercare di porre la Fiorentina dalla parte della ragione, se davvero il giocatore ha fatto la merda?

    RispondiElimina
  34. Lele io cerco di edulcorare ma tu ci metti il veleno in quantità industriali eh eh eh eh chiaro che Santisebastien o come cacchio si chiama non si alza dal letto con le palle girate e spara a vanvera richieste non autorizzate dal suo assistito e altrettanto chiaro che quando gli hanno detto, puoi andare ma porta dai 4 ai 5 milioni il dubbioso duo non aveva manco uno straccio di proposta che arrivasse a 2! Di qui la scesa a miti consigli, siamo d'accordo. A me interessa che non ci troviamo con grane o imprevisti al 15 di Luglio e già mi basta e per non cadere nuovamente in simili tranelli sponsorizzi l'acquisizione di un giovane o di uno fatto e pronto per il prossimo anno. Se Pizarro mi darà quanto l'anno passato si porterà a casa la pagnotta, se il mal di pancia si ripercuote in campo perché, nonostante le smentite di facciata, separato in casa vuol dire che saranno altri a farlo correre in Viale dei Mille. Sappia però che l'aspetto in cima al viale eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  35. Comunque, rimasto il Pek, non investirei nemmeno potendo su Verratti. Venti milioni sono davvero troppi, guadagna 2 milioni e pare ne abbia chiesti 4 al PSG, e pretenderebbe un posto di titolare fisso in vista dei Mondiali. Molto più interessante Clasie, che a 8 si prende, ed è più malleabile a una logica dell'alternanza, in attesa di rilevare tra un anno l'eredità del Maestro Pizarro. Forse ha un po' meno qualità rispetto a Verratti [ma verticalizza altrettanto bene], ma è più dinamico e ancora più tignoso nei contrasti, il palleggio è meno cristallino, ma si inserisce meglio in percussione verticale...Insomma sarebbe un grande acquisto. Altro talento da tenere d'occhio, Gomaa.

    RispondiElimina
  36. E' un uomo strano, l'ha mostrato anche a Roma, ma questo non significa essere un minus habens, Lele. Bada che io ero già per mandarlo affanculo, che gli avevo fatto la poesia apposta. Io sono per la Fiorentina e chi non ci sta affanculo sempre. Ma se resta sono contento, è un grandissimo play, uno dei quattro titolari che giudico più decisivi nell'anno passato. Un calciatore di massimo livello che sia anche intelligente, moralmente inattaccabile e psichicamente normotipico è rara avis, Lele. E' la ragione per cui mi affeziono a quel che fanno in campo e solo di quello sono l'aedo, salvo eccezioni appunto (a. e.: Borja, Borgonovo, Picchio).

    RispondiElimina
  37. S.Nap., se la Fiorentina molla un prospetto, già nazionale decisivo con la Svizzera, come Sefe alla quarta di Spagna per soli 3 milioni è che vuole liberarsi del tumorale Rama. E fa bene. Quindi mi sorprenderebbe se Nutella rimanesse a Firenze.

    RispondiElimina
  38. L'annata passata di Verratti al PSG non è certo da raddoppio di stipendio, e chiedere titolarità di ruolo quando neanche Ancelotti gliel'ha concessa pare proprio richiesta di rottura che magari avverrà. Essendo sotto contratto chiaro che il PSG fa il prezzo, andando in rottura con la società diventa molto trattabile. Rimangono sempre costi di cartellino e ingaggi che noi potremmo permetterci senza la situazione attuale di rosa. Abbiamo già dato e daremo ancora con Ilicic sebbene Jojo sollevi di molto la nostra situazione patrimoniale ma non è pensabile né possibile credere che si possa ancora compiere simili operazioni. Lele se vuoi avere a che fare con minus habens http://www.violanews.com/altre-news/twitter-venerato-rilancia-gomez-terza-fascia-20130716/ basta andare a ruttare in faccia a questi frustrati sempre in cerca di provocazioni. Sappino che De Laurentis nel napoli c'intinge il pane a quattro mani e se ne facciano una ragione, hanno problemi ben più gravi del calcio, o pensano davvero che le mogli dei calciatori vogliano crescere i figli in simili città ?!

    RispondiElimina
  39. LELE



    Vabbe', in questo clima buonista mi prendo la palma del bastian contrario, ma ribadisco che a ma come persona non mi garba e le parole ingrate alla
    Roma ( sai che me frega...) danno la misura del personaggio anche senza
    conoscerlo. Con noi c'ha provato e solo i lucchetti che lo
    impossibilitavano a muoversi da serpe lo hanno riportato alla ragione,
    le parole del procuratore non son state mai smentite e la sua reazione
    di scoramento per colpa di Galliani... beh, le novelline me le
    raccontavano tanto tempo fa'. Mi stava sul culo da prima, pure ora che
    e' viola come tutti coloro che attentano alla mia societa'. Ma ovvio che
    non son cieco e spero obiettivo nella valutazione del giocatore che
    deve andare sempre oltre le simpatie: gran campionato, il suo migliore,
    dovuto alle sue capacita' e soprattutto al modulo, anche se Montella
    qualcosa dovra' rivedere, che il cileno non contrasta mai e il
    centrocampo dimostro' poca resistenza se attaccato.



    Lele

    RispondiElimina
  40. Verratti sarebbe il colpo del secolo, altro che cazzi. Potenzialmente avremmo per dieci e passa anni, il miglior regista del campionato, uno che a vent'anni, dopo la serie B, ha giocato la champions come se fosse il campetto sotto casa. Qui parliamo di uno che è già tra i più bravi e ha margini di crescita siderali. Agli europei non ha fatto stravedere? Clasie non li ha giocati, era panchinaro fisso. Solo il fatto che si cerchi mi dá l'idea di cosa stiamo diventando. Pek è rinsavito, ma uno che cambia procuratore sul finire della carriera, lo fa per spuntare gli ultimi guadagni, non per altro. E uno che prende una procura del genere, lo fa per massimizzare il più possibile. Comunque il fatto che ci sia è un altro segnale forte, tanto per far capire quanto sia cambiata la musica. Rimane Ljajic e credo che la discussione sul rinnovo sia stata subordinata col chiaro intento di far capire a lui e all'albanese che non siamo ostaggio di nessuno e che chiunque puó essere sostituito se non si adegua.

    RispondiElimina
  41. Sarà anche tumorale, ma per ora ci ha fatto incassare 16 milioni + Savic [9] + 4 di bonus per Nastasic, e pare 27 + 6 di bonus per Jovetic, per un totale del valore di circa 62 milioni...

    RispondiElimina
  42. Senza contare che Savic ha visto schizzare le sue quotazioni ben oltre la valutazione di quanto pagato.

    RispondiElimina
  43. Su Savic io ho qualche incertezza...Da un lato quando lo vidi giocare nel Partizan e nel Montenegro anni fa mi piacque molto, tanto che me lo immaginavo in futuro in viola accanto a Nastasic [vabè...], poi però mi ha deluso parecchio al City. Da noi ha giocato complessivamente molto bene, per l'età e considerata la scarsa protezione, però lo vedo difensore più adatto ad altre difese, roba sparagnina tipo il reparto della juve o le squadre di Mazzarri, per capirci. In impostazione si applica, ma si vede che non è propriamente il suo...

    RispondiElimina
  44. Verratti costa, Foco, un botto, che sia forte credo che nessuno abbia dubbi, chiunque abbia tirato un calcio ad un pallone dovrebbe capire quanto vale un giovane con questa tecnica e queste caratteristiche, già molto maturo oltretutto, ha pure testa secondo me ma di vederlo in viola sarebbe attentare le mie coronarie già duramente provate, in positivo, nell'ultimo periodo. Venerato passerebbe a far compagni a Criscitiello, immagina che coppia, e sarebbe questo il giornalismo che ci meritiamo visto lo stato in cui versa il paese.

    RispondiElimina
  45. Per Navarro l'anti-Juve è il Milan... Qui non è più questione di non capire di calcio, qui è questione di essere una testa di cazzo di dimensioni galattiche. Sono d'accordo, Lele, che il suo ultimo sia stato il miglior campionato del Pek in carriera. Foco, i calcoli su dieci anni non si fanno più, i calciatori non restano più per una carriera in una stessa squadra, salvo circostanze fortunate e particolari. Stimo Clasie più pronto e razionale di Verratti, che ha un gran futuro ma per noi ripeness is all, adesso, per dirla con quello sull'Avon. Conosco bene il campionato francese e Verratti quest'anno ha fatto grandi progressi ma non è esploso, Ancelotti ha saputo tenerlo fuori diverse volte per appannamenti e perché la sua frenesia ancora non ha trovato da incanalarsi, almeno per le esigenze di una grande squadra. Poi ha giocato anche grandi partite, in una squadra però tutta scollata, composta di tenori che il gol te lo procurano in un modo o nell'altro (in un campionato inferiore come quello, poi...), ma una squadra che ha giocato un calcio osceno dall'inizio alla fine (Ancelotti ha pessima stampa presso i transalpini e l'insoddisfazione sceiccale per il calcio di merda è più volte trapelata).

    RispondiElimina
  46. Il pacchetto arretrato, tutto, ha ballato quest'anno quando il centrocampo perdeva il possesso palla e perché fisiologicamente inadatto a interdire e pattare la spinta avversaria dato l'alto livello tecnico dei componenti. Senza un paio d'incontristi non si va da nessuna parte. Mai nel calcio, soprattutto in mediana.

    RispondiElimina
  47. Io sono da sempre per l'incontrista e il centravantone, chiaramente di qualità adeguata per il livello della Maquina. In certe partite si può fare a meno di uno dei due o anche di entrambi, ma di norma con me giocherebbero. Ralf/Medel più Gomez sarebbero una soluzione ideale, per una squadra solidissima, quanto spettacolare!

    RispondiElimina
  48. Deyna, questi sono meriti di Corvino e di Pradè, non di Rama.

    RispondiElimina
  49. Nelle partite di cartello e quando servono i 3 punti Gomez sarà sempre in campo (salvo infortuni o squalifiche) com'è ovvio che sia, se al nostro centrocampo gli si forniscono pure riserve che sanno mordere le caviglie si ha la quadratura del cerchio.

    RispondiElimina
  50. Deyna, il fatto che giocasse in una squadra senza senso dovrebbe accrescerne i meriti per le prestazioni, no? Qui si tratta di personalità, cosa che il pescarese ha dimostrato di avere a tonnellate. Leo, che costa è sicuro, che non si possa prendere non lo so. A cominciare da Aquilani, non ne potevamo prendere tanti. Eppure sono lì. Abbiamo provato a prenderlo l'anno scorso, offrendo 10 cocuzze a detta di Montella. Quest'anno abbiamo appeal e disponibilità molto diverse. Se succede io invece che la maglia di Gomez, compro la camicia di Pradè.

    RispondiElimina
  51. Ho letto Deyna, ma forse era il Colonnello?

    RispondiElimina
  52. Trattasi di precoce primadonna, che comincerebbe a dare segni di insofferenza ad ogni partita vista dalla panchina all'ombra del Pek. Inoltre, vorrebbe minimo 2 milioni [stipendio che ha al PSG, e che si vuol fare alzare a dismisura]: se c'è chi riteneva ingiusto darli a Ljajic, non vedo perché darli a lui appena arrivato a Firenze. Gioca in un ruolo considerato da tutti meno decisivo, non risolve le partite come fa Adem con gol e assist, ed anche il rendimento nelle partite difficili ancora deve dimostrare di saperlo garantire. Se Ljajic a 1.7/2 milioni avrebbe creato malcontento tra i compagni, non vedo come potrebbero accettare l'arrivo di un pischello che guadagna tanto più di loro, senza avere per ora dimostrato che molto poco, in carriera. Se poi per venire a Firenze accetta 1.3 di stipendio, benissimo.

    RispondiElimina
  53. Una squadra senza senso trabordante di grandi giocatori abbondantemente sufficienti per vincere, ma non stravincere, un campionato inferiore come quello francese. Se ripete l'annata scorsa e gioca titolare da noi non è elemento da scudetto italiano e noi a quello puntiamo. No, Clasie.

    RispondiElimina
  54. Scusa Colonnello, ma cosa avrebbe l'olandese per garantirci di competere per il titolo? Meno esperienza internazionale, meno tecnica, campionato giocato inferiore a quello francese ( Pellè ha fatto 27 gol). Costa meno? Ma per noi tifosi è tutto gratis!

    RispondiElimina
  55. LELE



    Un report su Clasie di un arbitro olandese con cui giocai a golf, defini'
    il giocatore portato naturalmente alla leadership, capace di prendersi
    sin da ragazzino la responsabilita' dell'impostazione del gioco di
    squadra, cosa che gli veniva naturale, come veniva naturale ai compagni
    consegnargli il pallone con fiducia. Stimato come testa matura con pochi
    fronzoli e molta determinazione, nonostrante il fisico minuto. Verratti
    l'ho visto diverse volte e mi par buono, pur senza eccellere
    particolarmente. Solo il tempo dira' quanto potra' progredire, portato
    alla gran corsa e pure al fallo, ma di sicuro ha valutazione attualmente
    spropositata che sposterebbe facilmente la scelta sull'olandese.
    Piuttosto sposterei il mirino su due ruoli che mi paiono prioritari
    adesso: il portiere (partiamo per vincere e bisogna andare sul sicuro) e
    la punta vice Gomez ( spero sempre in Denis)



    Lele

    RispondiElimina
  56. A parte che Rama è molto attivo nelle contrattazioni con i club, come si vede con Jovetic al City, ma è lui che ha in mano tutti i migliori talenti serbi e montenegrini [in Croazia, terra dove sta esplodendo una nidiata di giovani campioni, non so]. Mantenere il filo, il canale privilegiato con lui costruito da Corvino sarebbe essenziale, per me. Sempre che non si metta in testa di fare la guerra alla Fiorentina, cosa che non credo.

    RispondiElimina
  57. ...senza contare che Clasie è alto ben 4 cm più di Verratti! Scherzi a parte, vedo un'eccessiva sporoporzione tra i costi di Verratti, tra cartellino e stipendio, e quanto effettivamente dimostrato sul campo. L'operazione Clasie sarebbe decisamente più sensata, e altrettanto valida tecnicamente, o poco meno. A me piacerebbe molto anche Gomaa, sa giocare a calcio come pochi: tecnica eccellente, copre bene gli spazi, bella progressione, visione di gioco, grande nell'assist e nel lancio verticale, bel tiro da fuori.

    RispondiElimina
  58. Il vice Gomez dovrà accettare la panchina. Molta panchina. Per questo mi risulta difficile immaginare chi possa essere. Su Verratti è inutile che aggiunga altro, se non che in una squadra di campioni multimilionari e affermati si è preso il posto da titolare e le chiavi del centrocampo, venendo da un campionato di B e prima ancora di C. Per me è un livello a parte. La scommessa sarebbe l'olandese. Se poi non viene, pazienza. Certo un centrale di centrocampo ci vuole e arriverà.

    RispondiElimina
  59. Non ha meno tecnica, è più razionale, più posatamente solido, più continuo, meno soggetto a frenesie scentrate e anche pericolose (parlo di rossi), l'esperienza internazionale Verratti l'ha fatta in qualche partita di Champions quest'anno, Clasie in EL e ha tre presenze in Nazionale A. Non è tutto gratis, per noi tifosi, se c'è un budget e tu devi sbilanciarlo per un giocatore che poi non vale nell'immediato quei soldi. Del resto, Verratti non arriverà.

    RispondiElimina
  60. Bene, Lele e Deyna mi confortano nel parere su Clasie. Ma siccome sono due pessimi soggetti, forse era meglio se rimanevo da solo. Diciamo che Deyna ha il vantaggio, rispetto a Lele inibito a sparare foto di fihe dal suo difficile contatto internet africano, di mostrare di tanto in tanto (ho scritto: di tanto in tanto, veh!) qualche appecorinabile.

    RispondiElimina
  61. Clasie credo sia possibile, Verratti no e questi taglia un po' la testa al toro. Confrontarli non è semplicissimo perchè han giocato su scenari diversi, comunque il rapporto che è più di 3 a 1 nei costi a favore dell'italiano mi sembra un po' fuori dal mondo. Di sicuro spenderei più volentieri 8 per Clasie che 24 per Verratti. A parità di prezzo prenderei Verratti.

    RispondiElimina
  62. o un giovane che giochi però sempre in primavera tipo Zohore o il croato che si è appena preso Marko Dabro, o un vecchio che non rompe i coglioni.

    RispondiElimina
  63. Pizarro non gode di una buona fama, è tignoso in campo e fuori. Un professionista che fa i propri interessi e non si affeziona alla piazza. Il punto debole della sua strategia era l'età avanzata. A quella età se la società ti mette in tribuna sei morto. Sono contento che sia rimasto perchè in campo da' tutto e si fa sentire tra aperture e lanci e falli tattici, questi ultimi non meno importanti. Jordan: ho detto che Gomez mi sta bene, ma definire cazzata la tesi che Montella ami giocare anche senza centravanti mi pare eccessivo. Senza centravanti abbiamo giocato splendidamente nel girone di ritorno con relativa e non casuale esplosione di Cuadrado e Ljajic. Ne risentiva invece Jovetic per il quale quel modulo non è l'ideale.

    RispondiElimina
  64. L'Italia pallonara non è alla frutta, è alla purga! Le trasmissioni sportive parlano con verbi al condizionale, per avere un po' di condimento si son dovute "abbassare" a filmare e fare servizi prolungati su Gomez. Siamo alla purga d'obbligo e prima che il malato entri in sala operatoria arriva la Fiorentina col suo mercato (concreto) a far accendere l'occhio di bue sull'Italia calcistica, a fare questa fleboclisi di entusiasmo su un campionato che si preannuncerebbe piatto come l'elettrocardiogramma di Magda dopo l'annuncio della dipartita di Montolivo da Firenze. Di vitale c'è nulla, anzi è rimasta viltà nel calcio italiano, alla mercè di giornalisti valvassori dei vassalli : tutto l'establishment che ha capacità di maneggiare il letame senza sporcarsi le mani, le società che si servono dei giornalisti facendo loro credere di servirli: oramai la tv dello sport è un affare e non più un servizio, giovani Criscy crescono e mentono con aria di dire la verità, Galliani con l'arte di costruire ponti dove non ci sono fiumi, Sabatini con l'arte di disfare avendo l'aria di fare. Pradè oggi permette, con cassa e volontà dei DV, a noi di parlare di Gomez o Verratti, mentre a Milano discutono di Niang e Zapata, a Roma di Maicon e dell'ex jugoslavo 18enne con nome tipo codice fiscale. Parafrasando Mourinho, oggi, noi sentiamo i passi dei nostri nemici, compreso quella faccia di bronzo di Bronzetti ("Milan da scudetto") e quella di Sconcerti (cfr. Corriere della Sera oggi), il quale ci dimostra, scrivendo scempiaggini, come di calcio ne abbia masticato nulla e perchè con lui- a Firenze- ci fu il periodo buio, schiarito solo dalla forfora che abbondava sulle sue giacche blu. Stupendo, da oggi, discutere di lana caprina, stupendo, oggi, vedere colui che un anno fa o tre mesi fa era la prima scelta (Denis) essere preso in considerazione come riserva, stupendo leggere di Marino che afferma "Bonaventura non si muove"...........ma chi te l'ha chiesto?

    RispondiElimina
  65. http://www.violanews.com/news-viola/morabito-tevez-e-gomez-sullo-stesso-livello-20130716/

    Se dopo Ilicic seguitano a comprare mi pare ovvio che quest'anno vogliono vincere qualcosa e dato che il campionato bisogna ammazzarlo per vincerlo ci consoleremo con un EL!

    RispondiElimina
  66. Tra le mie previsioni azzeccate di non-esperto appassionato e tifoso viola da una vita vorrei ricordare il post che feci sulle attività extracalcistiche di Gomez nel quale evidenziavo che poteva arrivare se gli si fosse offerto un contratto che gli lasciava campo aperto come imprenditore di se stesso, visto che ha locali e linee di abbigliamento e profumi. Così è stato, sennò i bilanci societari non ci avrebbero consentito di ingaggiarlo.

    RispondiElimina
  67. Beh, proprio imprenditore di se stesso.......4 o 4,2 milioncini l'anno se li mette in tasca e il bonifico arriva mese mese senza ritardo. Vorrei farlo anch'io l'imprenditore di me stesso......

    RispondiElimina
  68. Che Montella abbia giocato senza centravanti vero si sa, ma di certo non è la sua idea preferita, dato che per mettere a disposizione di Montella un centravanti vero la società ha appena fatto l'acquisto più oneroso dell'era-DV.


    Agazzi-Nainggolan: per il secondo ci stravedo e ne invoco l'acquisto da anni come qualcuno ricorderà, il portiere invece non lo trovo niente di che.


    Ciro Venerato: mi pare molto peggio di Criscitiello.

    RispondiElimina
  69. Lud, se permetti anch'io ne ho azzeccata una (come peraltro parecchi altri su questo blog): che occorreva seguire la linea dura.
    È servita, a quanto pare, con Jovetic, sembra sia servita con Pizarro, servirà con Ljajic.
    Su Verratti: a me piace moltissimo come giocatore, ma 20 milioni per il cartellino e non so quanti milioni di stipendio lordi non li spenderei, Clasie non lo conosco ma ne parlano tutti bene e il suo prezzo appare più congruo. In definitiva sono d'accordo col Patriarca: a parità di prezzo prenderei l'abruzzese, con le cifre che girano prenderei l'olandese.

    RispondiElimina
  70. Nel girone di ritorno abbiamo giocato praticamente con Jovetic centravanti, ruolo che secondo me potrebbe anche ricoprire (centravanti di movimento, ovvio), ma che lui si è fissato di non volere, da qui le sue difficoltà, miste a un sospetto di flanella, nel girone di ritorno. Montella ha provato persino con Larrondo, penso che dell'acquisto di Gomez sia a dir poco entusiasta.

    RispondiElimina
  71. Mai visto giocare Clasie.
    Partite intere di Verratti ne ho vista una sola, un PSG-Dinamo Kiev di Champions League, in cui fece decisamente una prestazione monstre sia un costruzione che in interdizione.

    RispondiElimina
  72. Nel frattempo, per Jovetic c'è già il primo acciacco stagionale, si è stirato il polpaccio correndo a rispondere al cellulare

    RispondiElimina
  73. Primo allenamento a Moena con un clima molto sereno. Due giri di campo e via a palleggiare, in stile allenamenti di Montella. Pensieri sparsi: Alonso mi sembra fisicamente tosto e mi pare a suo agio sia col destro che col sinistro. Nelle coppie di palleggio, stava con Borja. Caccia continua a spiegare i movimenti a Zohoré, come del resto faceva l'anno scorso: lui non ha ancora 20 anni, ha un fisico massiccio, ma non ha mezze misure: o tira alle stelle o verso l'incrocio. Ljajic ha preso a tirare delle punizioni bellissime, ma i tiri migliori sono stati di Montella, applaudito dal pubblico. Adem in campo era sorridente, al contrario del suo arrivo in albergo. Alle 19 e passa, quando tutti erano ormai sotto la doccia, erano rimasti in due ad allenarsi in palestra: Ambrosini e Ljajic. Domani doppia seduta. Di ragazzi in ritiro quasi non ce ne sono: oltre a Zohoré, Lezzerini, Agyei, Salifu e Matos. Capezzi, Bernardeschi, Madrigali sono rimasti a casa. I portieri hanno molto confabulato con il nuovo preparatore.

    RispondiElimina
  74. Riposto quel link che mi sembra molto attuale. ludwigzaller • un mese fa −
    Un interessante articolo sulla fortuna personale di Mario Gomez e la sua abilità negli affari. Forse possedendo una fortuna di oltre 200 milioni di euro, non considererei l'ingaggio l'elemento fondamentale della mia scelta, ma piuttosto guarderei alle opportunità che il paese mi offre per incrementare le mie attività imprenditoriali. E alle sinergie con i Della Valle.

    http://en.mediamass.net/people...

    RispondiElimina
  75. Mi spiace è sparito. Lo riassumo. Gomez è ricchissimo, la sua fortuna è stimata in 300 milioni di euro. Possiede una linea di profumi e una catena di ristoranti e gestisce molto oculatamente la sua immagine. Questo spiega come mai si è sentito libero di scegliere Firenze.

    RispondiElimina
  76. In effetti, Lud, da quando mostrasti quel link, abbiamo cominciato a credere nella fattibilità dell'operazione Gomez.

    RispondiElimina
  77. Su Zohore: non basta un fisico possente e un tiro esplosivo a fare di un giovane africano il nuovo Balotelli. Purtroppo ce ne sono molti con queste caratteristiche ma pochi riescono a sfondare ad alti livelli. Noi ne sappiamo qualcosa.

    RispondiElimina
  78. Zohore è danese, quindi non proprio africano, anche come modo di giocare. Il suo difetto, oltre a una tecnica da affinare ancora, è una certa mancanza di cattiveria sotto porta. Se ingrana diventa un carro armato. Ma non è Babacar, né come caratteristiche tecniche, né come attitudine. Baba che comunque ha vent'anni e aspetterei prima di darlo per finito, visto il bagaglio tecnico che ha in dotazione.

    RispondiElimina
  79. Ti ha già risposto Anto e te l'avevo già detto io. Nel girone di ritorno, non avendo altro, con Toni in apnea, ha cercato di inventare Jovetic centravanti ricevendone risposte poco convinte per mille motivi, alcuni noti in seguito. Dire che si è giocato senza centravanti è magari vero nella pratica, non nelle intenzioni se si voglion vedere le partite

    RispondiElimina
  80. Zohore ha già giocato in Champions a sedici anni e giocava in prima squadra a Copenaghen (23 partite), è il più giovane debuttante in serie A della storia del calcio danese ed il più giovane debuttante in Champions (a Barcellona). Insomma non è il primo pirillone africano raccattato dalla piena dello Zambesi. In primavera ha incontrato difficoltà di adattamento, probabilmente dovuta a delusione, si aspettava ben altro che giocare alle Caldine. Ha mezzi atletici impressionanti, tecnici un po' meno, è un '94, tutto da scoprire, ma bisogna cominciare a provarci.

    RispondiElimina
  81. FOCO, Babacar si sta bruciando come uno stoppino. La testa, purtroppo, vive l'isolamento del cervello e questo ha creato problemi; a Padova attendono ancora di vedere, di cogliere delle sue gesta. Intanto, così per simbiosi con la società viola, ho tolto RaiYOYO (assonanza che non andava) dal bouquet....eh eh eh eh eh eh eh...

    RispondiElimina
  82. Io non so come la pensi Montella, ma la squadra con Jovetic alla Messi funzionava a meraviglia. Abbiamo fatto un eccellente girone di ritorno ed esaltato le doti di realizzatori di Ljajic e Cuadrado esprimendo il miglior calcio dell'era Montella, tanto che mi sono stupito della decisione di mettere in soffitta quel modulo.

    RispondiElimina
  83. Zohore danese. Mah, ha fisico e movenze da atleta africano ereditati da un padre della Costa d'Avorio. Poi essere cresciuto in Danimarca gli è stato certo di aiuto. Ciò che volevo dire è che tutti questi giocatori sembrano grandi promesse poi tendono a perdersi. Speriamo non sia il caso di Kenneth.

    RispondiElimina
  84. Senz'altro più danese di quanto Balotelli non sia italiano, visto che il secondo ha entrambi i genitori ghanesi...

    RispondiElimina
  85. Zohore ha fisico africano (ivoriano, se non ricordo male è cugino di Drogba) ereditato dal padre, ma lui è nato e cresciuto, sia come uomo che come calciatore, in Danimarca. Tecnicamente è da affinare, ma è considerato un grandissimo talento fin da quando aveva 16 anni. Montella, insieme con i dirigenti, deve decidere se aggregarlo alla prima squadra, lasciarlo in Primavera o mandarlo in prestito in qualche club di serie B che lo faccia giocare.
    Babacar ha compiuto 20 anni quest'anno, è ancora in tempo, certo che non è perduto, ma avrebbe bisogno di qualcuno che gli faccia da guida. Adesso non mi ricordo, è sempre in prestito al Padova o è tornato da noi? A Moena comunque non c'è.

    RispondiElimina
  86. Ma 'sto belinone di Ciro Venerato chi cazzo è?

    RispondiElimina
  87. Anto, Venerato è uno che sta scrivendo fiumi di tweet allucinanti (solo qualche esempio: "è il Napoli ad aver snobbato Gomez", "Gomez a Napoli ci andava per fare la riserva", "Gomez può è un attaccante al massimo da Fiorentina", "Gomez è un attaccante di terza fascia", "io non sono tifoso del Napoli", "con tutto il rispetto per Firenze"), e la cosa più bella è che il suo stipendio di giornalista lo paghi tu, grazie al canone.

    RispondiElimina
  88. A Padova s'è fatto male ed è stato fuori parecchio. Di mattane non me ne ricordo.

    RispondiElimina
  89. E' a Modena in prestito a quanto so. Enorme talento, testa da bambino dell'asilo.

    RispondiElimina
  90. ha la mamma danese, almeno il 50% danese è.

    RispondiElimina
  91. e' un provocatore, spara cazzate senza senso perchè i tifosi lo infamino e facciano così crescere il numero dei contatti al suo blog. E' giornlista RAI, quindi è vero, si paga anche noi.

    RispondiElimina
  92. Ciro Venerato era un giornalista Rai, ripetutamente intercettato al telefono con Moggi.

    RispondiElimina
  93. e adesso chi lo paga?

    RispondiElimina
  94. Ciao Ludwigzaller, quel link che hai riportato su Mario Gomez era uno scherzo o un fake, come usano dire i moderni! Era volutamente ironico... mai esistita la vodka Mario Gomez!

    RispondiElimina
  95. Jovetic alla Messi? peccato che Messi faccia 40 gol e Jovetic nel girone di ritorno ne abbia fatti 1! Jovetic faceva, male, la parte del centravanti, altro che Messi! Quanto a Cuadrado ha fatto tre gol, uno su regalo del portiere nel girone di ritorno, non mi sembra abbia messo in mostra tutte queste doti realizzatrici. Ljajic sì, giocando trequartista e venendo da dietro ha trovato la via della porta anche se, pure lui, tre gol li ha fatti col Pescara l'ultima partita. Abbiamo fatto un finale buono ma era anche un calendario in discesa.

    RispondiElimina
  96. Non so se la Rai lo abbia reintegrato. Ho perso le sue tracce dopo aver letto un po' di intercettazioni di telefonate in cui fu protagonista ai tempi di Calciopoli.

    RispondiElimina
  97. Ciro Venerato (da se stesso) era stato messo in quarantena insieme a tanti altri giornalisti Rai, causa coinvolgimento in Moggiopoli. Oramai basta un look "ho sempre 30 anni" (tra lui e Bargiggia...) un po' di stronzate da dire, un microfono, 'sta cippa di twitter e si sentono personaggi. Sono due anni che nessun giornalista sportivo riesce a capire, anticipare gli acquisti viola, salvo casi isolati già in dirittura d'arrivo (Viviano o Gomez) per il resto ogni commento è superfluo e il giochetto è sin troppo facile: "pronuncio una ventina di nomi in 30 giorni, uno o due li prendo...". Il prossimo sarà Verratti o Maciìa ha già scovato un cerebro da rampa di lancio viola?

    RispondiElimina
  98. Lud, che ci mandi a fare i fake ?! ah ah ah ah ah ah Zohore, l'ho scritto svariate volte, a me pare pronto ma dipende da Montella, se tatticamente non lo ritiene all'altezza c'è poco da fare. Ho scritto un post pochi giorni fa dove lo definivo scherzosamente un monolite, un titano ma non è che fosse tutta frescura la mia descrizione. E' un cavallo di razza con una tecnica accettabile ma il fisico è un qualcosa di imbarazzante considerato che può e deve mettere su ancora muscoli, se lo disciplinano e acquista sagacia tattica ha limiti da esplorare notevoli secondo me. Babacar è anche più fritto di Balotelli, si crede come lui ma non ha dimostrato niente ancora, lo hanno dotato di psicologo a Modena, ha atteggiamenti da campione consumato e annoiato, si sente un fenomeno ma non si applica mai seriamente, spende e spande e non ha stipendi che glielo permettono. Classica testa di ravanello dotato di tecnica elevata e gran fisico ma chissà se e quando verrà fuori. Un anno, due, mai, quando si ha a che fare con simili elementi puoi solo recitare rosari affinché diventino uomini, ma non è detto. Peccato perché El Khouma apparterrebbe a quella schiera di giocatori dove madre natura chiude gli occhi e elargisce.

    RispondiElimina
  99. "Pizarro: C’è aria di chiarimento pubblico. Il manager chiede un allungamento di contratto?". La Società impone le scuse pubbliche.....eh eh eh eh....ci ha sporcato la reputazione.....ah ah ah ah....

    RispondiElimina
  100. Agghiacciante definire Gomez attaccante di terza fascia, quando ho postato il link oggi mi è venuto il voltastomaco, e spacciarsi per non tifoso del Napoli. A queste provocazioni rispondo male, come ho fatto più sotto, non guardo in casa d'altri e m'interessa il giusto la loro considerazione ma quando dimostri di avere la faccia come l'ano divento pure razzista, Karina ha detto al suo ragazzo che prima di andare in una città maleodorante dove bruciano la nettezza e dove chi la fa bruciare è un camorrista e che ci sono quartieri dove lo spaccio regna indisturbato e dove non esistono regole né civiltà verso il prossimo (vedi i furti anche alle mogli dei calciatori e dei calciatori stessi) essendo loro tedeschi, la scelta è venuta facile, anche con 2 milioni e una CL in meno. Fossi in loro prima di pensare al calcio mi darei ad altro. Venerato è uno adatto al sopra descritto, un Criscitiello ancora più povero, coi fili rotti e quindi più pericoloso perché incontrollabile, una marionetta che gode a provocare, tranne che i contatti non può aspirare ad altro. Mi preoccuperei di riattivarne altri di contatti ma dubito sia consapevole che non c'è niente da attaccarci.

    RispondiElimina
  101. O Leo, ma uno che dice che la Fiorentina progetta uno scambio B.Valero-Donadel con conguaglio a favore del Napoli lo vuoi prendere sul serio? E' un cretino patentato che magari crede di essere spiritoso.

    RispondiElimina
  102. Lo so ma mi fa incazzare, cosa vuol mettere a conoscenza il mondo della sua idiozia ?! Capisco che quando fallisci nella tua professione ti dedichi ad altro ma lui se ne approfitta, anche come buffone si è bruciato.

    RispondiElimina
  103. Due allenatori con quintalate d'esperienza, Zoff e Reja, parlano dell'acquisto di Ilicic come autentico tassello mancante per far spiccare il volo alla squadra. Sono due vecchi marpioni e non si sono dati appuntamento per affermare le stesse cose, non soffrono di venerarite demens, ergo, il caro Josip gode di parecchia stima, non solo quella di Montella.

    RispondiElimina
  104. Ecco perché Zoff e Reja non sono più a Napoli....perché è la città di Venerato.

    RispondiElimina