.

.

venerdì 19 luglio 2013

L'arabona e quella racchia

La prossima stagione più che a Verratti dovremo pensare al prolbema dei gatti, essere così bravi cioè da aggirare quel problemino tipico che in certe realtà domestiche si evidenzia quando appunto il gatto si è addormentato in grembo con l’aria perfettamente felice ma bisogna andare in bagno, quello che tradotto ci capita quando invece del gatto c’è di mezzo un ratto tipo Bergonzi, quando cioè siamo lì lì belli beati un attimo prima di fare il grande salto, vediamo, la miglior cosa sarebbe quella di mandarci Bergonzi in bagno, come si dice dalle parti di via della Chiesa, di mandarlo a cacare. Diciamo anche che la prossima stagione dovranno avere tutti molto più rispetto per una squadra e soprattutto una società che è riuscita a far puntare i riflettori dell’Europa sul suo campionato un po’ decadente, non siamo più una squadra di imbalsamatori di pernici e di pagliacci con kit da viaggio, no, siamo una realtà che da prestigio a tutto il calcio italiano. Bergonzi o i paritetici stronzi dovranno usare forme di tutela al posto della lupara, no alla gambizzazione della Fiorentina, no al pizzo a favore del Milan, si all’intimo con il pizzo di Carina Wanzug, per farla breve e per mandare in bagno anche la scaramanzia e la prudenza, io sarei per dichiarare come obiettivo minimo della stagione il triplete, un triplo concentrato di ottimismo capace di dare sapore alla salsa di parole di questo periodo, una grigliata di aspettative e sogni da far rosolare sul barbecue dell’estate. Io faccio delle previsioni ridondanti di ambizioni, grondanti grasso di festeggiamenti, spendo parole, investo speranze, trasmetto ottimismo, ma è chiaro che non si può prevedere con successo quale lato del pane andrebbe imburrato. Ma alla faccia del colesterolo vuol dire che mi sacrificherò per voi e così la fetta del pane la imburro da tutte e due le parti, mentre quello che avanza lo tengo in frigo in memoria di Romy Schneider. Per chiudere definitivamente l’argomento ingiustizie, arbitri e giochi sporchi, per liberarmi dal rammarico di un danno importante subito, faccio una seduta di gruppo con voi e quando sarà il mio turno mi vorrò sfogare dicendo che finché mi morde un lupo come Galliani, pazienza, quello che secca è quando ti morde una pecora come Montolivo andato a segno proprio a Firenze, e questo vorrei davvero che non succedesse più. Oggi che gli occhi sono tutti puntati sui big, Gomez e Pepito Rossi su tutti, vorrei spostare l’attenzione su quella che probabilmente è stata l’unica delusione della scorsa stagione, una considerazione in chiave positiva però, perché alla fine potrebbe risultare proprio lui la più bella sorpresa, Mati Fernandez, certo, era stato presentato come un giocatore dai colpi magici mentre abbiamo ancora impresso nella mente quel tentativo di “arabona” sotto la Curva Fiesole naufragato in una figura di merda quasi senza precedenti, la nostra posizione in merito, ad oggi è quella della foto, e cioè che preferiamo un’ arabona in quella posizione ad un aborto di gesto sportivo di quel livello. Il calcio ha finalmente una nuova protagonista e il Viola si è dimostrato non essere affatto un colore inadeguato allo spettacolo come si dice nei corridoi tra vecchie credenze, comodini e superstizioni, no ai superstrizzoni di corpo dovuti all’ansia, anzi, perché invece sembra davvero essere cominciata un’altra epoca, quella di un calcio di nuova generazione, quello classico è stato ormai superato, e come un film che per diventare un classico deve riuscire a far sbadigliare almeno tre generazioni di spettatori, il calcio italiano vecchio stampo ci aveva mandato persino in catalessi. Se Dio avesse voluto un calcio più classico non avrebbe sabotato la pontellizzazione, un calcio stantio che fuori dal campo richiede però ancora la frequentazione di certe stanze vetuste come quella della Lega tra mummie come Lotito e i Preziosi, e la Fiorentina ha capito sulla sua pelle qual’è il metodo per stare a quel tavolo, del resto con il giusto metodo si accorcia anche la strada per lo scudetto. E lo dico io con cognizione di causa visto che molte cose le ho imparate sulla mia pelle, ultima è quella che oggi riesco a trovare le parole sul dizionario molto più velocemente, da quando cioè ho scoperto che sono in ordine alfabetico.

70 commenti:

  1. Vorrei da Salvatore un quadro delle entrate e delle uscite per capire se dopo la vendita di Jovetic e l'oneroso acquisto di Mario Gomez ci sono ancora margini per operazioni di mercato di un certo valore come quelle di Ilicic o Verratti senza che si determinino squilibri di bilancio eccessivi.

    RispondiElimina
  2. Adesso si parla di un quadriennale di 2,5 stagione, visto che il PSG ha offerto 2,2 a Verratti: ma è sempre troppo per quel che Verratti è attualmente, dopo il buon ma non strepitoso campionato passato. Tanto è vero che persino gli sceicchi, che pur rimano con micchi, non glieli offrono. Inoltre dovrebbe venire con prestito oneroso e riscatto della metà fra un anno, come se quelli col caffetano facessero affari alla Pozzo con Cuadrado! Quella è gente che compra o vende, alle fettine di hulo manco ci bada. E poi: Verratti vorrebbe tornare in Italia per via del Mondiale visto che senza Ancelotti il posto di titolare è perso. E alla Viola, col centrocampone che abbiamo, sarebbe fisso tra gli undici? Troppe cose mi lasciano, al momento, perplesso su questo affare. Ma magari viene davvero e Pradè ci zittisce tutti di nuovo.

    RispondiElimina
  3. Ma con squadre francesi si possono impostare operazioni sulla metà di un giocatore? Credevo non esistesse la comproprietà, fuori da qui

    RispondiElimina
  4. La foto di oggi mi rende difficile parlare di calcio

    RispondiElimina
  5. Vi sto temprando alle difficoltà della vita.

    RispondiElimina
  6. Mi sembrava di aver letto che l'anno scorso Pradè spese intere giornate se non nottate per cercare di convincere Verratti a venire alla Fiorentina. Dunque si tratta di un'idea che parte da lontano. I suoi spazi può sicuramente trovarli sin da quest'anno, perchè a centrocampo ci sono molte opportunità, visto anche il modo in cui Montella gestisce la rotazione. Se non si vuole ricadere negli errori del passato bisogna acquistare anche dei giovani e provare a legare alla società quelli che sono in rosa. Il calcio è in continua evoluzione e nel giro di due o tre anni chi era al top invecchia e chi era alle prime armi matura. La Fiorentina di Corvino e Prandelli si privò ingenuamente di alcuni fondamentali ricambi per il futuro, come Osvaldo.

    RispondiElimina
  7. Si dice che Verratti sarebbe un affare impostato per il prossimo anno, certo che più di 12 milioni di euro per il PSG e circa 1,3 - 1,5 milioni di euro netti annui per lui (non più sicuramente di quanto si darà a Ljajic, sono d'accordo con Lud e Deyna) non li spenderei, e già sarebbe un investimento mica da ridere. Aggiungiamoci che Verratti verrebbe a fare l'allievo di Pizarro, che prenda uno stipendio maggiore del maestro mi sembra strano.

    RispondiElimina
  8. Si Anto ma io francamente darei anche qualcosa di più a Ljajic non subito ma a salire, come ho ormai ho ripetuto all'infinito.

    RispondiElimina
  9. L'errore di un uomo è spesso l'intuizione geniale, giusta di un altro uomo. Pradè e Macia hanno intuito tutte cose quasi giuste o perfette per la viola...................Magari Verratti varrà 30 milioni tra due anni...............Leonardo da Vinci aveva intuito che esisteva l'io e il sé, Freud c'ha magnato!

    RispondiElimina
  10. Neto sotto esame mi sembra una bischerata. Diciamo se mai che dovranno trovare un sostituto e che se non lo trovano resta. Qualità e difetti del brasiliano dovrebbero essere arcinoti

    RispondiElimina
  11. Neto sotto esame è una bischerata, sicuramente. Montella è un anno che lo conosce, non è una partita contro i Monti Pallidi che gli farà capire il valore di Neto. Se vogliono puntarci che lo dicano chiaro e tondo, anche con maggior convinzione di quanto abbiano fatto finora, e va bene così, d'altronde tutti 'sti fenomeni in porta, che potremmo prendere, non li vedo. Poi, se riescono a prendere Julio Cesar, Pepe Reina o Dani Alves e mandano Neto in prestito a Verona, va benissimo, altrimenti per prendere portieri medi o scommesse, tanto vale puntare sul nostro Brasiliano.

    RispondiElimina
  12. A parte la questione portiere, mi sembra si stiano raggiungendo tutti gli obiettivi di questa campagna acquisti:
    - acquisto di Centravanti Fine Di Mondo: fatto
    - cessione di Jovetic all'estero per 30 cocuzze: fatto
    - conferma di Pizarro: fatto
    - acquisto della metà di Cuadrado: fatto
    - rinnovo di Ljajic: siamo vicini

    RispondiElimina
  13. Nel ringraziare Pollock per le foto di questi giorni, gli suggerisco di fare un pezzo avente ad oggetto tutti i Criscitelli, i Calamai e simili che pontificavano che "la Fiorentina dovrà abbassare le sue pretese, alla fine cederà Jovetic alla juve per 12 milioni più metà Gabbiadini e Marrone". Il bello è che, anche dopo che Marotta l'ha capita e infatti ha preso Tevez, loro continuavano.

    RispondiElimina
  14. Il contratto a salire e/o con bonus legati al rendimento mi sembra una buona idea, sia per Ljajic che, eventualmente, per Verratti.

    RispondiElimina
  15. stefano vienna19 luglio 2013 10:34

    Jovetic prende 5 milioni netti a stagione, ci rendiamo conto? Onestamente non capisco Ljajic che scalpita per andare al Milan a prendere 1,5 o 2 milioni per quattro anni. Se resta a Firenze, ripete l'annata passata (su cui ho pochi dubbi) continuando il processo di Messizzazione, riesce a mettere una clausola decente sotto i 20 milioni, il prossimo anno o fra due al massimo strapperebbe un contratto simile a quello di Jovetic senza grossi problemi. Poi c'è sempre il vecchio proverbio "meglio una gallina oggi che un uovo domani", ma onestamente fossi Adem e Ramadani ragionerei in modo diverso. O forse ragiono da tifoso che vuole godersi il giovane messizzato per un anno ancora.

    RispondiElimina
  16. stefano vienna19 luglio 2013 10:40

    Sì, ma 'ste foto se le apri da Starbucks e ti guardano un pò storto... Ma un sondaggio per la foto del mese?

    RispondiElimina
  17. Il DS del Twente conferma la trattativa per il bulgaro, sostenendo però che l'offerta viola è troppo bassa. Ma El Ham potrebbe entrar nell'affare.

    RispondiElimina
  18. Non solo è una bischerata ma è controproducente, mi sembra quasi un'istigazione al linciaggio. Tutti quelli e sono tanti che, montati dai media o per nostalgie vedovili, non lo possono vedere, se sanno che è in bilico si eserciteranno al massimo al tiro all'orso. Se vogliono puntarci devono fare proprio il contrario, dire che è lui e basta ed invitare il popolo a sostenerlo. Mi ha deluso abbastanza anche Montella con quei discorsi, sembra quasi che voglia rendere questo periodo più difficile possibile per vedere come reagisce, ma non mi sembra atteggiamento gran che costruttivo. Se fossi Neto lo manderei in culo ed andrei a Verona.

    RispondiElimina
  19. Pradè è molto amico del procuratore di Verratti. Non credo abbia speso nottate col giocatore, certo è che l'aveva quasi preso davvero l'anno scorso, soffiandolo alla Juventus, quando arrivò lo sceicco a fare sballare il banco.

    RispondiElimina
  20. Sono sulla tua linea colonnello. Mi sembra un tavolino con qualche gamba zoppa. Un ingaggio che, oggi, non ci possiamo permettere, una garanzia di titolarità che, oggi, non gli possiamo dare. Ma per quale mai cazzo di motivo dovrebbe venire a Firenze? A meno che col PSG non sia molto più ai ferri corti di quel che si sa e di là voglia venir via in tutti i modi e non per motivi di rinnovo e non abbia alternative migliori che contentarsi più o meno degli stessi (magari a salire così si fa contento LZ) e sgomitare con Pizarro per il posto in squadra. Pradè e Li Campli sono amici, ma anche all'amicizia negli affari c'è un limite.

    RispondiElimina
  21. Credo che i contatti siano partiti per piazzare El Ham e poi si è parlato anche del portiere. Ma gli voglion dare i soliti 2-3 milioni e loro ne vogliono il doppio. Ora c'è l'infortunio di Munua che complica un po' la situazione, uno stiramento ad un polpaccio per uno di 35 anni non è mica una cosina rapida da guarire e potrebbe essere anche segno di logorìo.

    RispondiElimina
  22. Ciao Ludwigzaller! Appena ho dei dati attendibili proverò a fare un ragionamento sui conti viola. Sottolineo però che molto della possibilità di spesa dipende dai ricavi. Se i ricavi crescono, puoi spendere di piú, e ho detto una banalità. Quindi, andare avanti in Europa è anzitutto un fatto sportivo, ma farebbe bene anche ai conti. Per ora, a lume di naso, le operazioni fatte non squilibrano i conti. E c'è sempre da sottolineare la forza economico-finanziaria della famiglia Della Valle. Eliminare zavorra sarebbe una manna: pensavo anzitutto a Vargas e Felipe, il secondo è andato. Non credo affatto alle cifre che circolano su Verratti, in special modo quelle relative al suo eventuale stipendio.

    RispondiElimina
  23. Ottimo Anto! In molti non capiscono o fingono ancora di non capire la forza di DDV e ADV.

    RispondiElimina
  24. Si chiamano "bonus", cioè aumenti legati al rendimento o al raggiungimento di certi obiettivi. Aumenti già definiti adesso a prescindere non hanno molto senso, e se poi ritorna Nutellic di due anni fa cosa gli dai, due milioni l'anno prossimo? Un contratto con "bonus" è invece probabile che lo considerino.

    RispondiElimina
  25. Mi piace molto il modo di lavorare del nuovo preparatore dei portieri: li torchia parecchio, tanto che ieri sera, a fine seduta, non beccavano piú un tiro perché si vedeva che erano cotti. Ma stamattina di nuovo a zompettare. Parla molto con tutti e tre, soprattutto con Neto, li coinvolge, li incita, scherza anche e propone esercizi sempre nuovi. Oggi, ad esempio, hanno fatto gara a cogliere la traversa, tirando da fuori area. Intenso l'esercizio in cui si dispongono una decina di palloni in fila orizzontale a tre-cinque metri dalla porta, e poi partono le bordate da fuori area, molte delle quali, colpendo uno dei palloni in fila, fanno cambiare d'improvviso la traiettoria e costringono il portiere alla massima attenzione.

    RispondiElimina
  26. Pedullà seguita a garantire che la Fiorentina avrebbe offerto tre milioni più bonus (!) a Verratti. Non ci credo nemmeno se lo vedo. Se lo facessero farebbero cazzata sesquipedale, a meno che non sian disposti a raddoppiare lo stipendio di parecchi degli altri mandando a puttane qualsiasi limite di tetto salariale. Come ero contrario allo stpendione di Ljajic, per le stesse ragioni mi sembrerebbe pazzesco questo. Son quindi d'accordo con Salvatore, se l'affare si farà sarà a cifre che non arrivano alla metà (a meno che non si faccia casino tra netto e lordo)

    RispondiElimina
  27. Molto insistito il lavoro di Montella sul giro palla a un tocco, massimo due, sia sul reparto difensivo che su quello di centrocampo. Una squadra attacca, l'altra difende, Montella guarda stando in mezzo al campo e poi d'improvviso fischia e lancia il contropiede con un'apertura profonda su una fascia.

    RispondiElimina
  28. Questione Neto: c'è ampio dibattito e le parole di ieri di Montella lo hanno di certo rinfocolato. Il fatto che egli abbia sottolineato le qualità tecniche del ragazzo ha certamente fatto aprire gli occhi ad alcuni. Lo so per certo perché parlo da giorni con tutti e quindi registro gli eventuali cambi di giudizio. Però due aspetti non mi piacciono affatto: dire che "per ora" è il portiere titolare significa non contribuire a creare quel clima di fiducia di cui qualunque portiere avrebbe bisogno, e soprattutto Neto, che parte già con una parte di credito consumata. In piú, è certo che la società stia parlando con alcuni procuratori di portieri. Beninteso, si potrebbe anche ipotizzare che Montella e il duo Pracia vogliano vedere le reazioni di Neto sotto stress e vogliano tirar fuori la vis del ragazzo, che appare mite e tranquillo: ma è un'ipotesi ottimistica. Se ci si sforza di guardare senza pregiudizi, non si può non riconoscere che Neto abbia una reattività e un'esplosività superiori alla media. Quadro completato da presa piú che buona e da piedi brasiliani.

    RispondiElimina
  29. Grazie Salvatore, ne abbiamo già parlato: la società deve investire anche in funzione di risultati sportivi sempre più importanti. Su questo sono d'accordo. Al momento la mia curiosità si limita solo al bilancio del mercato: vorrei capire se si va verso un pareggio come l'anno scorso o se pure si sta aprendo una falla, che poi dovrà eventualmente essere colmata dalla proprietà, ma anche dai premi Uefa, dal merchandising, dal maggior numero di biglietti e abbonamenti, dalla valorizzazione dei cartellini dei giocatori in rosa. Abbiamo acquistato molto, è vero, ma abbiamo ceduto e ci prepariamo a cedere molti giocatori più o meno giovani che appensantiscono il monte ingaggio e che hanno comunque un certo valore di mercato anche se limitato rispetto agli Jovetic o ai Gomez.

    RispondiElimina
  30. Appunto Salvatore, è quel che ho detto prima, sembra quasi che vogliano rendere il cammino più difficile possibile per vedere la reazione. Però, oltre che ingeneroso, mi sembra alquanto pericoloso. Rischi di bruciare un patrimonio tuo quando gestendo meglio le cose potresti invece farlo crescere davvero. D'altra parte non vedo altra spiegazione. Se non ci credesse gli avrebbero fatto fare la fine di Viviano e Seculin o sarebbe già ad allenarsi a Verona, quindi la tua ipotesi, anche se la definisci ottimistica (e per me non lo è) è invece l'unica razionale. Il parlare con i procuratori dei portieri credo sia dovuto anche all'infortunio di Munua che mette qualche dubbio, forse, su quella via. L'ho detto prima, ma uno stiramento al polpaccio, dove ci sono i muscoli più importanti per un portiere, a 35 anni, può essere anche segno di un certo logorìo. D'altra parte se cercano Sorrentino non sarà mica per fare partire lui col numero 1! Puntare su Neto va bene, ma con Lupatelli secondo è roba da brividi.

    RispondiElimina
  31. Ciao Ludwigzaller, se ti va eliminerei - almeno tra di noi - il grazie e il prego, se non altro per brevità ahahahahahah Quanto al solo bilancio del mercato, per ora confermo che i conti reggono. Però, aspettiamo dati certi e la conclusione delle operazioni. Agli inizi di settembre, proverò ad avere le cifre esatte di tutti i trasferimenti sia in entrata che in uscita, ben sapendo però che, finché non leggo il bilancio, non mi fido al 100%... e spesso anche i bilanci sono taroccati, ma fortunatamente non è il caso della Fiorentina.

    RispondiElimina
  32. Sui numeri del mercato viola, in attesa di uno studio più preciso di Salvatore quando avrà a disposizione le cifre esatte, mi sembra interessante l'articolo di Violanews.

    http://www.violanews.com/news-viola/rinforzarsi-a-budget-quasi-zero-20130719/

    RispondiElimina
  33. Infatti, carissimo Jordan, una simile strategia è alquanto pericolosa. Non è detto che sia sbagliata, ma è pericolosa. Perciò potrebbe esserci un'altra spiegazione. Ossia, dicono che Neto sarà il titolare solo per far abbassare le pretese economiche della società dalla quale vogliono acquistare il nuovo portiere. Se andasse così, spiegherebbero il tutto continuando il pensiero di Montella: Neto ha grandi qualità - fatto incontestabile - ma la situazione ambientale era troppo rischiosa per lui e per la squadra, quindi è stato scelto un altro numero uno.

    RispondiElimina
  34. Un'offerta di ingaggio a Verratti di 3 milioni netti annui da parte della Fiorentina è una bufala talmente clamorosa che non ci sarebbe neanche da discutere.
    Posto che non ho capito ancora come sarà l'ingaggio di Gomez (forse 2,5 milioni netti annui + bonus a carico della Fiorentina e circa due milioni pagati dagli sponsor, a quanto ho capito), Verratti diverrebbe il giocatore più pagato della rosa dopo Supermario, il che sarebbe assurdo, considerando che sarebbe anche, ovviamente , il centrocampista più pagato, più di Pizarro, di Aquila, di Borja, di Cuadrado.
    Per gli equilibri dello spogliatoio, una cosa è se arriva il centravanti della Nazionale tedesca (e uno dei più forti del mondo) nel pieno della sua carriera con più di 200 gol segnati a 28 anni e gli viene dato uno stipendio che supera quello degli altri, direi che viene considerato normale, un'altra cosa è se uno stipendio doppio rispetto ai più pagati degli altri viene dato a un ventunenne, sicuramente un futuro campione ma con ancora molto da dimostrare. È un ragionamento simile a quello che abbiamo fatto per il rinnovo a Ljajic, in più considerando che Ljajic è da noi da tre anni.

    RispondiElimina
  35. Non sono d'accordo Salvatore, credo che capiscano perfettamente il messaggio solo che gli va di traverso e non sanno prenderne atto. Ci vuole tempo per metabolizzarlo, ci arriveranno, piano piano, ma ci arriveranno a capirlo.

    RispondiElimina
  36. Salvatore anche codesto ha una logica, ma a parte che mi sembrerebbe una stronzata emerita verso un tuo giocatore, si sta parlando di spiccioli, o pensi che gli facciano uno sconto di 3 o 4 milioni sul prezzo di Sommer o di Mihaylov solo per la paura che vadano avanti con Neto? I prezzi li fa il mercato e, quindi, le alternative che ci sono, nonchè le volontà di vendere non certo il far sapere che puoi avere o meno una soluzione interna. Se Basilea e Twente o altri, vogliono vendere, vendono a chi gli dà di più, gli affari interni son roba che interessa poco. Credo invece che abbian detto la verità, e cioè che non hanno una soluzione sicura a cifre oneste e, quindi, han chiesto a Montella se era il caso di provare. Anche Montella credo abbia detto la verità, apprezza le doti tecniche di Neto, ma è rimasto un po' deluso dal suo cedimento psicologico di gennaio, per cui non vorrebbe ricascarci. Ha detto quindi: "va bene, ma gli strizzo le palle". Solo che mi sembra che esageri.

    RispondiElimina
  37. Verratti è stato pagato dal PSG 13 milioni, tanti per un prospetto che viene dalla B, oggi il cartellino può valere dai 15 ai 20 milioni, a 15 sarebbe da prendere. L'ingaggio, a Parigi parlano di 2 milioni, in realtà nel prende meno, pare 1,3 milioni, a simili cifre si può ragionare, a 1,5 potrebbe valere la pena darglieli, se accetta, sempre legato a dei bonus a obbiettivi. Non è un'operazione impossibile in linea generale ma molto onerosa si, alla luce di quanto fatto finora e del costo di Ilicic, fra cartellino e ingaggio, dubito ci siano margini di manovra per prendere anche l'ex pescarese. Il preliminare EL è fondamentale, passare il turno significa poter contare su un gruzzoletto di qualche milione fra diritti tv ed incassi allo stadio per la coppa, anche con mini abbonamenti visto che ci sarà il girone a 5 (?) squadre. Prenderlo a queste cifre sarebbe un'investimento sicuro, fra qualche anno questo ragazzo costa e vale il doppio, di tutto; a naso mi sembra impossibile prenderlo oggi, dubito che si abbia ancora denari da spendere, tatticamente non sarebbe un problema inserirlo, il Pek ne ha saltate 9 di campionato l'anno passato e qualcuna l'ha giocata in pessime condizioni, in più avremmo EL e CI, non è che manchino le occasioni per giocare, fermo restando che abbiamo Mati e Vecino che paiono però più sostituti naturali di Borja e Aquilani. A me l'abbondanza non ha mai dato fastidio, non credo neanche a uno come Montella che ha più problemi ad inserire uno come Ilicic, ala e trequartista molto forte, che uno come Verratti a cui manca l'esperienza del Pek ma che è superiore in tutte le altre qualità, tocco, corsa, dribbling e tiro.

    RispondiElimina
  38. Adesso pare una psicologia kamikaze, e forse non pagherà, magari lo tengono sulle spine perché in attesa davvero di un altro numero uno, magari hanno ragione loro, tutto lo staff, concorde di battere questa strada perché vedono anche qualità caratteriali e di rivalsa in Neto. Non spenderei mai grosse cifre in un portiere la cui resa si avvicini di troppo a quello che abbiamo, la vera cazzata sarebbe quella, e Pracìa, imbeccati pure da Montella, paiono decisi a non farla.

    RispondiElimina
  39. Calma, calma...Corsa ne ha di più Verratti, anche se non è certo eccezionale in questo, così come ha più forza nei contrasti; quanto al tocco, è più spettacolare, ma quanto ad efficacia siamo lì; nel dribbling preferisco alla grande Pizarro, ne produce di un grado di difficoltà notevolmente superiore; al tiro nessuno dei due è eccelso, ma non scordiamoci che il Pek ha colto un paio di legni e impegnato severamente i portieri, oltre ai vari tiri di un soffio fuori, pur provandoci poco per esigenze di equilibri di squadra. Verratti è più bravo nel verticalizzare, ma il Pek ha, almeno per ora, più visione di gioco e capacità di dare il ritmo al gioco e di far girare palla con cambi di campo al millimetro. E ciò non è dato solo dalla maggior esperienza...

    RispondiElimina
  40. Sì Deyna ma il Pek ha 34 anni, ha saltato quest'anno, che è stato il migliore della sua carriera, 9 partite oltre a farci perdere la Champions con quella pecionata che ha mandato in goal il tuo idolo. Insomma per quest'anno son d'accordo con te che Verratti potrebbe essere superfluo (mentre fondamentale era se il Pek se ne andava) però, dal prossimo, sarebbe la soluzione. Con questo, come ho già detto, gli darei non più che a Ljajic.

    RispondiElimina
  41. Deyna quando descrivi il Pek ti si accende una lucina particolare, guai a chi lo tocca, peccato che tante qualità che gli attribuisci non fossero a conoscenza di chi lo ha avuto a Manchester o a Roma nell'ultimo biennio dove ha fatto la spola fra le due squadre facendo a gara dove scaldava di più la panchina. Non ho mai detto che sia scarso ma è un dato di fatto che l'annata stupenda l'ha fatta in viola e stava per tornarsene in Cile, probabile che il meccanismo di gioco sia andato più bene a lui che lui allo stesso. Se di codesti valori ancora oggi è probabile che avrebbe giocato con continuità anche i quei due anni in cui rischiava di passare al ruolo di steward. Verratti, già oggi, ha un mercato che il Pek non ha mai avuto neanche nel pieno dell'attività o giù di li. Basta vedere le cifre. E oggi c'è pure crisi.......

    RispondiElimina
  42. http://www.violanews.com/calciomercato/marotta-spiega-il-mancato-acquisto-di-jovetic-20130719/



    Ah ah ah ah ah, a parte il fatto che alla fine non dice un cazzo di nuovo, come indole e intelligenza gli impone, ma che l'operazione Tevez sia stata complessivamente più cara di quella che gli sarebbe costata con Jojo glissa. Che l'ha preso in profondità fino al nero guai ad ammetterlo, credeva che un elkann o un agnellino alle spalle gli avrebbe dischiuso le porte del paradiso e che tutto gli sarebbe stato permesso. Duro risveglio marmottina, hai preso un'usciata nel muso, anche a livello mediatico, che non ti è rimasto neanche un molare ritto, e non è la prima volta che ti spalmano quanto a capacità.

    RispondiElimina
  43. Negli ultimi due anni il Pek aveva avuto problemi fisici e incomprensioni, con Spalletti [che lo ha sempre definito un top player] ha dato spettacolo in italia e in Europa. E' un'esagerazione far passare l'idea che abbia giocato forte solo da noi, Pizarro era questo anche anni fa, da qui la mia ammirazione di lungo corso. Probabilmente, più ancora che il gioco di Montella, gli ha giovato la preparazione con Zeman, che aveva rimesso al mondo pure Totti. Verratti ha gran talento, può darsi che diventi anche più forte del Pek, ma oggi non gli lega nemmeno le scarpe, specie quando si alza la difficoltà delle partite. A certi prezzi [fino a 10/12 milioni di cartellino, e 1.4 circa di stipendio] l'italiano è un investimento interessantissimo, oltre mi sembra catalogabile alla voce "sfizio", perché i soldi grossi li dirotterei altrove.

    RispondiElimina
  44. Un vice Pizarro serve adesso e sarà basilare l'anno prossimo. Cercare Verratti, significa cercare il meglio che c'è in Europa a livello di ventenni, quindi non capisco tutte queste perplessità. Sul vice - Pek da prendere eravate tutti d'accordo, no? Se si prova a cercare per il ruolo uno che potrebbe tranquillamente titolare, beh, io sono strafelice. Aldilà che venga o no, mi sembra un segnale ulteriore che si stanno facendo le cose alla grande. Riguardo ai soldi, mi sembra che vi facciate troppi problemi, se lo cercano veramente credo che ce lo possiamo permettere, non mi sembra abbiano fatto grandi cazzate fino ad ora. Daltronde non potevamo permetterci Aquilani, Rossi, Gomez, Borja...invece sono venuti tutti e tutti in maniera sostenibile per la società. Quando questi si muovono lo fanno dopo aver pensato a tutti i particolari.

    RispondiElimina
  45. Nel pomeriggio si è rivisto in campo Munua, anche se ha fatto lavoro molto leggero. Il resto della truppa ha giocato sotto l'acqua, prima con il solito giro palla, sempre bello a vedersi, poi con una partitella, infine con i tiri dal limite. Ultimi ad uscire dal campo i portieri, che hanno provato come al solito le rimesse lunghe. Ljajic dribbla leggero e sempre piú convinto, il Pek piroetta da par suo, Iakovenko conferma di avere tiro potente e dribbling secco, Joaquin mi è sempre piaciuto molto, Pepito mi pare ancora con qualche etto di troppo, ma è normale, e col sinistro fa ciò che vuole, Alonso è uscito vincitore da un duello fisico con Facundo, Neto ha tolto due palle da sotto l'incrocio, una a sinistra e l'altra a destra. Hanno provato un nuovo schema da fallo laterale, che non so se avranno il coraggio di ripetere in partita. Mi hanno riferito che In tribuna, per la gioia del grande Pollock, c'erano gli stessi genietti che l'anno scorso si erano addobbati con nasi finti e parrucche: oggi han cantato felici. Andrea perdonali perché non sanno quel che fanno.

    RispondiElimina
  46. «Alonso è uscito vincitore da un duello fisico con Facundo»????????? Temo allora che stanotte, in camera d'albergo, ci sarà gazpacho tritato fino fino fino...

    RispondiElimina
  47. Bilancio e monte ingaggi sono a posto, a quanto pare. Siamo di fronte ad una campagna assai simile a quella dello scorso anno. Una importante cessione finanzia gli acquisti di Ilicic e Gomez. Altri arrivano a zero. Il monte ingaggi è leggermente superiore ma si parla di qualche milione di euro, non di più e rimane spazio anche per l'aumento di Ljajic. Se arrivasse il portiere i conti si modificherebbero in peggio, ma forse ci sono ancora cessioni da mettere a punto nelle retrovie.

    RispondiElimina
  48. Stefano Vienna19 luglio 2013 20:38

    Monte ingaggio almeno 10 milioni piu' alto.

    RispondiElimina
  49. Secondo un articolo di violanews siamo oltre i 13 mln lordi in più ma c'è da scremare ancora Vargas, Olivera e qualcun'altro, certo arriva Ilicic, Verratti (?) (non credo....magari) e boh ?! Se hanno sforato sicuramente ci sarà l'avallo della società e sapranno cosa fare Madé & Co., in ogni caso aspettiamo il verbo di Salvatore, nostro inviato di lusso a Moena. Il sitollock è su livelli che altri agognano invano!

    RispondiElimina
  50. Perplessità io non ne ho davvero, stiamo solo cercando di capire quanto c'è di vero ragionando sui numeri, appunto perchè ho i miei dubbi che facciano cazzate, come non ne hanno fatte finora. Dico solo che, a parer mio, se viene, viene alla metà di quel che dicono che poi magari è quello di cui stanno parlando.

    RispondiElimina
  51. Stefano credo anch'io che sul monte ingaggi si possa lavorare piazzando giocatori come Vargas che lo appesantiscono. Inoltre il calcolo corretto dovrebbe partire da un dato, anzi dalla formula (x:y)+z (costo del cartellino:anni di ammortamento)+ingaggio annuale lordo. Questo è il vero costo che la società deve sopportare e va visto, analizzando le singole posizioni, se c'è un aumento di questo tipo di costi o meno.

    RispondiElimina
  52. Se viene è un mercato da 11. Se non viene siamo dal 9,5 al 10 pieno secondo me. A me questa squadra fa dormire sonni tranquilli anche se credo puntino parecchio all'EL, che vogliano vincere qualcosa è palese, lo scudetto non credo, vuoi perché le merde le vedo ancora avanti, vuoi perché se ci avviciniamo non saranno loro i "soli" avversari. In europa possiamo far valere il peso tecnico notevole, peccato che il Giovedì tagli le gambe di brutto.

    RispondiElimina
  53. Credo che sian tutti numeri del lotto, aspetto i numeri di Salvatore per capirci qualcosa. Ad esempio nel contratto di Gomez quanto è che va ad incidere nel monte salari? Che si sia aumentato è poco ma sicuro, sono andati via solo Jovetic, Viviano, Migliaccio, Llama e venuti Gomez, Joaquin, Alonso, Yakovenko, Munua, Ambrosini, Vargas, Olivera, Cassani. Comunque se si danno via gli ultimi tre le differenze non dovrebbero essere sostanziali, però se arrivassero Ilicic e Verratti e si adeguasse lo stipendio di Ljajic che è come prenderne un altro di sicuro si sfiora di brutto.

    RispondiElimina
  54. L'espressione non è esattamente entusiasta...

    http://www.violanews.com/calciomercato/foto-jovetic-con-la-maglia-del-city-n-35-20130719/

    RispondiElimina
  55. Penso meriti rispetto, non ci ha danneggiati, poteva rompere i coglioni rifiutando il City ed invece ci è andato rinunciando alle merde. Ha portato un pacco di milioni nelle casse viola, ha marcato parecchi goal alcuni dei quali fondamentali in CL, non verrà ricordato come un giocatore importante nella storia viola, di certo non merita il rancore che qualcuno gli sta tributando. Ha scazzato intervista, ha 23 anni, può succedere.

    RispondiElimina
  56. http://www.fiorentinanews.com/2013/07/montella-e-bello-vedere-tutto-questo-entusiasmo/



    Boh, non ci ho capito niente, ancora chiede........?!

    RispondiElimina
  57. Sono d'accordo, Leo, aggiungo che anche dopo il passaggio ufficiale ai Citizens ha avuto belle parole per Firenze, la Fiorentina e noi tifosi. Personalmente ne avrò sempre un buon ricordo. Certo che ammetterai che la faccia durante la foto ufficiale con la nuova maglia non è esattamente l'espressione della felicità...

    RispondiElimina
  58. Non mi pare, si riferiva allo staff che è stato modificato appunto per colmare delle lacune. Comunque va a pesca te quel che ha detto e quel che riportano i taccuinologhi. Quando possibile vado sempre a sentire l'audio delle conferenze.

    RispondiElimina
  59. Che volesse la juve era pacifico, che abbia accettato il City non è propriamente un ripiego, ovvio che l'espressione non sia il massimo della realizzazione ma espressioni di vero giubilo non gliel'ho mai viste dipinte in volto. In ogni caso lo rispetto, nonostante l'età ha dimostrato di avere più gnegnero di tanti coetanei. Ho letto di cori contro Jojo in allenamento, i tifosi sono una brutta razza.

    RispondiElimina
  60. Cerco di farlo pure io, ho sicuramente frainteso.

    RispondiElimina
  61. https://www.facebook.com/photo.php?v=475583279198965&set=vb.100002418919559&type=2&theater

    RispondiElimina
  62. In qualunque comunità una percentuale di stronzi è sempre presente, ed i tifosi del calcio non fanno certo eccezione, anzi, direi il contrario. Jovetic ha sbagliato quell'intervista, consigliato male ed ha così rotto i ponti, credo sia stato messo di mezzo dal suo procuratore che di certo aveva più interessi di lui di mandarlo da Marotta. Non l'avesse fatta ora sarebbe andato dove è andato ma tra gli applausi della gente e molti più rimpianti. Quanto all'espressione delle foto, un sorriso smagliante gliel'ho visto di rado, non è molto estroverso, come carattere. Non credo però gli dispiaccia, a 24 anni, andare in una delle squadre più ricche ed importanti d'Inghilterra a prendersi 5 milioni netti di stipendio all'anno. Comunque, intervista o no, in piena pantomima Montolivo lui firmò, per cinque anni, e questo ci ha permesso di mettere in cassa una trentina di milioni, non scordiamocelo quando ci vien la voglia di fischiare.

    RispondiElimina
  63. Ottimo e abbondante Jordan.

    RispondiElimina
  64. Mi compare la pagina di mio fratello...

    RispondiElimina
  65. Il monte ingaggi DEVE inevitabilmente salire, se vuole minimo minimo adeguarsi a una squadra dalle grandi ambizioni come la Fiorentina. Abbiamo il parco attaccanti più forte d'Italia, il centrocampo (con l'innesto che arriverà e che non credo che sarà Verratti) idem, tutti e due i reparti propongono un numero alitssimo di varianti tattiche, in difesa se Fac, Rodri e Compper sono al meglio antepongo mille volte loro ai difensori solo scarponi della Juve: li volete pagare questi fenomeni o no? Siamo nelle previsioni, scrissi infatti (credo proprio a proposito del tormentone zalleriano su Nutella) un due mesetti fa che la Fiorentina avrebbe dovuto aumentare fra 8 e 12 milioni il tetto e ci siamo: ci saranno tagli ma ci saranno anche nuovi arrivi, dunque in quelle acque finiremo per bagnarci al 31 di agosto. Ho visto, per il resto, le immagini degli allenamenti commentate da Tenerani e poi ho seguìto il salottino del medesimo con Luca Gobbo il quale, con la faccia come il podice, adesso fa l'entusiasta dopo aver fatto il menagramo per un mese e mezzo e dopo aver cercato di spingere Jojo alla Juve per tre barattoli di conserva più Marrone (valgon più i tre barattoli): si dice che Montella insista sul 3-5-2, con Nutella davanti al posto di Pepito che ancora non sta benissimo (e non sarà Pepito vero per mezzo campionato: follia pensare, come qualcuno aveva pur fatto, di non comprare il centravantone fidando solo su di lui), un Nutella che ho trovato in effetti un po' appesantito. Tenerani parla di punizioni dal limite di Jakovenko da arsenale di Camp Derby e di allenamenti dei portieri (come ci ha informato anche il grande Snappo su sitollock) meticolosi e massacranti, giusto quel che era mancato a Neto nei tempi passati. Su Neto però il salottino si è esercitato nel gioco al massacro, capofila Luca Gobbo. Il contratto nutelliano è in dirittura: 1,2 e bonus, con clausola ancora flottante fra 12 e 15. A 15 la Fiorentina avrebbe fatto, ancora una volta miracolo, salvando un giocatore in scadenza (e che non poteva non risultar tale, viste le sue prestazioni nel 2011-2012) e obbligandolo a sgomitare con la concorrenza in viola ora aggueritissima nel ruolo, perché col cazzo sennò che troverà chi lo comprerà a 15 milioni il prossimo anno se si riaffloscia, soprattutto perché di soldi ne circoleranno sempre meno, in Italia ma anche all'estero, e solo per i top (io per le tope ne ho spesi a barcate, in una vita, con un 75% di rendimento, direi, e un 25% di ciaffate ni' muso).

    RispondiElimina
  66. Pur senza essere presente, Jordan ha capito benissimo! Montella parlava del suo staff.

    RispondiElimina
  67. Ciao a tutti, domani parto per la Val di Fassa. Non riuscirò a vedere l'amichevole, ma dai gg successivi cercherò di lasciare qualche commento e spero foto e/o video. Salvatore, tu quando parti? Se penso che lo scorso anno eravamo pochi fedeli e un gruppo di clown, ancora senza i vari Gonzalo, Valero, Pizarro... Ma ricordo bene le punizioni di Adem...

    RispondiElimina
  68. Salvatore è li da prima che arrivasse la squadra Orcio.

    RispondiElimina
  69. Ciao Orcio! Purtroppo parto domani, e dico purtroppo perché sarei stato felice di incontrarti. Però il sitollock non resterà senza inviato, anzi nel cambio ci guadagnerà senz'altro! Divertiti come mi sono divertito io... mai vista tanta qualità in maglia viola!!!!

    RispondiElimina
  70. Sei persona umile nel senso alto e nobile del termine, caro Salvatore. Peccato, perchè sarei stato contento di conoscerti di persona. Sono davvero curioso di gustarmi qualche allenamento e le amichevoli se possibile. Poi non riuscirò a garantire copertura quotidiana, per il secondo anno consecutivo è la viola che viene dove solitamente mi gusto una settimana di stacco e relax al fresco delle montagne! Ma cercherò di portarvi aggiornamenti. Un caro saluto! p.s. Chissà che quest'anno non si riesca ad organizzare una trasferta in quel di Firenze per incontrare qualche sitollockiano e gustarsi una bella partita....

    RispondiElimina