.

.

sabato 31 gennaio 2015

Ciao Cuad

Quando si dice che non tutti i mali vengono per nuocere, oggi a Genova, grazie alla squalifica di Pizarro, ci eviteremo le dichiarazioni del suo disagio sulla partenza di Cuadrado, come successe invece a Parma per l’annuncio del mancato rinnovo di Neto. In mancanza delle parole di Pizarro, il disagio me lo accollo io nel sentire quelle del Presidente della Camera costretta a pronunciare i nomi della Ferilli, Greggio e Magalli tra quelli votati alla Presidenza della Repubblica. Fa più tristezza che scoprire di Neto alla Juve, oppure che Montella a Genova avrà una rosa più ampia di quella degli operai messi a disposizione per i cantieri della tramvia. E la cosa che mi mette più a disagio ancora è leggere l’intervista di Mino Raiola che parla con il boccone in bocca, ricattando la società come se stesse mangiando un coccolo a bollore, parole ustionate, utilizzate da qualche tifoso anche per attaccare la società rea di “pisolare” invece di provvedere a rinnovare i contratti degli assistiti dai moderni cravattari. “Se non gioca non rinnova, anche con un buon contratto”. Riferite a Bubacar che evidentemente piagnucola. Queste in sintesi le parole di “Mino”, che è il diminutivo di quanto scritto sulla sua cartella clinica, la diagnosi impietosa di quando ancora era ricoverato con TSO, poi una volta uscito dalla struttura sanitaria si è inventato la professione del procuratore, e a quella diagnosi ha tolto “Rato” sostituendolo con “Raiola”. Più esotico e meno descrittivo. Mi viene da pensare a quella diagnosi originaria come la vera causa scatenante di quelle dichiarazioni da Rato prima ancora che da Raiola, per diversi motivi. A 20 anni devi anche saper stare in panchina perché non giochi più nel Modena. Perché ai ricatti preferiamo la ricotta. A Firenze qualche talento ci è pure bazzicato, ma mai nessun procuratore si era permesso di pronunciare frasi di questo tipo. E poi perché Bubacar ha giocato parecchio quest’anno, ed inoltre davanti a lui c’è un signore che ha giocato e segnato a tutti i livelli. Raiola è abituato a scorrazzare libero, un tempo lo faceva anche Corona, il ciccione però sembra più furbo di Fabrizio, lui si insinua nel nostro quotidiano di tifosi, vestito di nero per sembrare più magro, persino nel bagno della zia Liliana in via del Campuccio. Lei è fissata con l’igiene e se ne sta tutto il giorno in casa a pulire, lucidare, sterilizzare qualunque cosa le capiti a tiro. E siccome ha qualche annetto, talvolta mi chiama per le operazioni più faticose. L’altro giorno mi ha chiesto di aiutarla a fare il bagno ai suoi scarafaggi, ed uno di questi era giustappunto bello ciccione.

206 commenti:

  1. Raiola è la feccia che non deve mai entrare in Fiorentina. E se Babacar lo cerca, allora può anche andarsene per me. I calciatori seguiti da lui hanno tutti una particolarità più lampante delle doti tecniche: sono sempre in vendita. Io voglio gente che sposi la maglia almeno per la durata del contratto, non mi servono individui pronti a guardare altrove dopo quattro panchine di seguito. E non servono ad una squadra come la nostra, che subisce più di altre gli umori di ragazzini scontenti. Spero veramente che Bastianelli non si sia fatto fagocitare dal pizzaiolo analfabeta. Poi mi piacerebbe sapere in quale squadra di livello superiore al nostro, Baba potrebbe pretendere il posto da titolare, visto che, da quello che dice il panzone, il problema è quello.
    Sui giovani e Montella dice una falsità, Savic è stato subito titolare a 21 anni, prendendo, per altro, il posto di Nastasic che di anni ne aveva 20. Ljajic idem. Matos ha giocato molto, come Bakic, nonostante non fosse presentabile a certi livelli. Berna ha avuto discreto spazio, fino all'infortunio e Kouma stesso avrà saltato una partita da disponibile.
    Di sicuro ci siamo, con Neto e Ljajic, dimostrati attaccabili in certe situazioni, e questo permette a certi personaggi di infiltrarsi tra società e giocatori. Di sicuro c'è un meccanismo societario burocraticamente lento e con troppi gradi e passaggi che va snellito e fatto crescere in efficienza e, quindi, in potere di trattativa . Però, per me, chi comincia a ricattare va allontanato subito. Che sia Pasqual o Babacar, non mi cambia niente.

    RispondiElimina
  2. Su Raiola sono perfettamente d'accordo con Foco: se Babacar l'ha scelto, rinnovo o non rinnovo, che se ne vada.

    Qualcuno sa dirmi qualcosa su Montoya?

    http://www.gazzetta.it/Calciomercato/30-01-2015/fiorentina-va-montoya-contatto-il-barcellona-100692553190.shtml

    RispondiElimina
  3. Raiola non si può amare, tantomeno non possono farlo i tifosi e le società devono guardarlo con grande sospetto. Brutto e rozzo, ci si chiede spesso come un tizio del genere abbia avuto grandi nomi da procuratore. Lo si può, aggiungo giustamente, detestare, ma non si può per questo non riconoscergli i meriti, se ha questo potere contrattuale nessuno glielo ha dato o ereditato ma se lo è guadagnato. Magari andrebbe valutato quel mondo e le meritocrazia che servono per emergere, ma è un altro discorso che poco appassiona. Io fossi Baba lo vorrei come procurare. Fa scandalo questo solo se si ragiona coi paraocchi dei tifosi che vedono il cattivo e lurido tentare un lucro ai danni della società. Da parte calciatore lo vorrei perché è capace di propormi le alternative e soluzioni professionali le più ampie a alti livelli, poi deve entrare in funzione il cervello del giocatore e qui vorrei anticipare che se Baba non firma il rinnovo è solo sua volontà, Raiola certo non gli lava il cervello, né gli prende la mano e firma di forza. Quindi io, fossi suo assistito, ascolto le possibilità, mi confronto, ma poi decido io. L'equivoco nasce quando non si coglie che i procuratori sono importanti, anche molto, ma alla fine è sempre chi va in campo che decide. Quindi ci sarà da prendersela, nel caso, con Babacar molto di più di quanto se la sono presa con Neto. Da parte della società, chi fa il DS come mestiere, ha il dovere professionale di evitare in qualsiasi modo, di arrivare ad uno scontro frontale sulla firma, perché la società ci rimette sempre. I DS sono pagati per specifiche mansioni, tra cui prevenire la perdita di un giocatore, soprattutto giovane, a zero, anche se questo ha il contratto che ci pare lungo ma lungo un cavolo, se il capocannoniere della B si può svincolare a 22 anni...I DS non sono lì per baloccarsi, tra l'altro ne abbiamo due, i loro dirimpettai contrattuali sono i procuratori, lo sai da prima e gestisci bene i valori della società, altrimenti non sei bravo. Con Ljajic presero il massimo, ma certo meno di quello che potevamo se sotto contratto, senza contare che poteva essere ancora qui, con Neto sono stati imbarazzanti, con Baba rischiano lo stesso. E si guardi bene che erano tutte situazioni da noi tifosi viste da tempo, noi che si chiacchiera per passione, non ci danno un euro, anzi lo mettiamo e facciamo altro.

    RispondiElimina
  4. Portieri, difensori, centrocampisti, attaccanti....di tutto passa in società/ squadra...eccetto- come scrivo/dico da un anno- un "uomo di calcio".
    Diego, Andrea, Cognigni, Mencucci, Roigg...tutta gente che ha dimostrato, purtroppo, capacità in molti campi ma non nel calcio, a Palazzo, all'AtaHotel.
    Occorre esperienza, spessore, autorità, un po' di pelo sullo stomaco.

    (Non so se avete notato cosa é successo in un mese a Bologna, con l'arrivo di Corvino; definiti ruoli- tu amministrativo taci, tu fai l'accampagnatore e accompagna e basta, tu sei presidente ma calma con gli acquisti di pancia, fuori Bagni, fuori i procuratori-parassiti, ogni cessione un acquisto, etc.- ....Non per lodare Corvino nello specifico ma lui ha dimostrato una autorità (derivante da esperienza, capacità, conoscenze) che ha sistemato la società, ora modello, rispetto al caos degli ultimi 4 mesi....).

    Problema-Fiorentina: se chiamano un "uomo di calcio", quello mette o -tenta di mettere- tutti in riga, ognuno con un ruolo ma se hai due personaggi (Cognigni e Mencucci) che da "amministrativi" mettono becco nell'area tecnica, allora son problemi!!

    RispondiElimina
  5. "Abbassare tetto ingaggi" e va via uno che guadagnava discretamente (Cuadrado), mentre chi deve andare via (Lazzari, El Ham, Yako, Ilicic) sono ancora a far colazione vicino Pontevecchio.....
    Questa é strategia? No, questo si chiama stratagemma.

    Montella ha dichiarato "La società, la squadra vuole crescere...nelle intenzioni è così...".
    Occorre messaggio più chiaro?
    Sempre Montella "Salha non lo vedo in un 3-5-2...Cuadrado ha altre caratteristiche, ad esempio copre molto di più....Occorre un sostituto di Joaquin, che sta facendo tanto ma non potrà continuare così.....".
    Vedremo che tipo di giocatore arriverà......magari prendono una vecchia levatrice, che con le fasce ci sapeva fare....

    RispondiElimina
  6. Caro LELE, manca l'applicazione delle regole, delle leggi! Come nella società: la giurisprudenza c'é ma non viene applicata, si lascia passare tutto.
    Quale organo deve controllare le trattative, la loro tempistica?
    Chi é che deve (DEVE) ammonire, squalificare, inibire, per eventuali notizie o dichiarazioni rilasciate?
    E perché una squadra, una società (mettiamo la Fiorentina?) non rilascia un comunicato dove prende le distanze, dove diffida il procuratore per dichiarazioni "lesive" o qualcosa del genere?
    Esiste un organo a tutela dei contratti, delle trattative? Credo di si.
    A me fa ridere l'intervista di Laudisa, ma veramente!! Cosa ha detto di nuovo Raiola che non sapessimo? Cosa ha portato di concreto, costruttivo il sig.Raiola con i suoi discorsi?
    Basterebbe porre un cartello fuori la sede di una società calcistica: "Si entra con la cravatta" è un controllore, come in discoteca. Raiola metterebbe la cravatta? Non lo sappiamo ma sarebbe già un "imporre il proprio stile". Sono estremo? Si, come il comportamento da sbruffone, da mammasantissima, da camorrista di Raiola.
    Ma da uno che vede in Balotelli quello che non é, cosa aspettarsi? Raiola non voleva che Balo tornasse a Milano....allora hai ragione, LELE, decidono i calciatori!!
    Quindi da oggi si "pizzica" Babacar, non il suo procuratore.
    Le presenza Baba le ha, quindi prima obiezione respinta. Andiamo avanti...

    RispondiElimina
  7. Ce n'è tanti di procuratori che possono proporre ai calciatori soluzioni valide etc. senza atteggiarsi a mafiosi e senza fare grossolani ricatti a mezzo stampa. Su una cosa però concordo: chi si somiglia si piglia. Se il Baba ha scelto lui allora...

    RispondiElimina
  8. Ognuno ha le proprie convinzioni, e così per me Neto non si è comportato bene. Per quanto riguarda invece Babacar, ha ragione Ljuka, il giocatore va venduto subito senza che il tifoso accusi la società di voler cedere le giovani promesse cresciute in casa ecc ecc. Altrimenti lo farà dopo come è successo con Neto, dando di incompetenti a destra e a manca. E i messaggi mafiosi sono inaccettabili. Se Babacar ha scelto di farsi rappresentare attraverso i messaggi mafiosi, la Fiorentina lo deve mandare via.

    RispondiElimina
  9. mah, io sarà che voglio troppo bene a quel ragazzo per quello che mi ha fatto vedere con la maglia viola, per l'energia e la passione che gli vedo esprimere, però un po' di confusione, alla sua età, gliela perdono. Basta che abbia la maturità di ascoltare le persone giuste (ripeto: ce l'ha una famiglia?) e, di conseguenza, di fare la scelta giusta.

    RispondiElimina
  10. La famiglia l'avrà sentite le parole di Raiola! "Il giocatore non firma il rinnovo anche importante, se non gioca. Perché più gioca e segna e più strappa un contratto migliore". Questa intromissione mafiosa sulle questioni tecniche è inaccettabile, ma soprattutto è il preludio all'ennesima pantomima del traccheggiatore di turno.

    RispondiElimina
  11. stefano vienna31 gennaio 2015 11:21

    Ti sei dimenticato Prandelli, tra le cause della mancanza di fiducia. Che, certo, è chiaramente avvertibile. Non si fidano di nessuno. In parte hanno ragione, ma, facendo come hanno fatto finora, affidandosi a persone di fiducia, ma inesperte, non risolvono un bel nulla: anzi il numero delle fregature e dei soldi persi aumenta e aumenterà progressivamente.


    Ci sarebbe da fare i conti della serva su quanti milioni sarebbero potuti entrare nelle casse dei Della Valle se si fossero affidati a persone più esperte di calcio. Gran parte sono le partecipazioni alla Champions League tolte con stratagemmi più o meno leciti (almeno 3).

    RispondiElimina
  12. Esatto. Raiola è l'etichetta di Babacar, e la data di scadenza è già oltrepassata.

    RispondiElimina
  13. sì, anche Prandelli, di sicuro essere stati delusi dall'unico a cui avevano accordato una fiducia pressoché totale (in nome di una presunta superiorità morale che poi si è dimostrata una bufala) non ha aiutato.

    RispondiElimina
  14. Secondo me Babacar non deve avere più la possibilità di scegliere. E' la Fiorentina che deve mandarlo via. Non mi sembra che abbia preso le distanze dalle dichiarazioni di Raiola.

    RispondiElimina
  15. Non è scemo, con la stessa logica difensiva di Jordan spesa nei confronti di Neto, è la società che è incompetente perché gli avrebbe dovuto far firmare un contratto di 33 anni non appena nato. Babacar non è scemo affatto, direi il contrario se si fa rappresentare da Raiola. Babacar fa gli interessi suoi e se ne fotte della Fiorentina, così come hanno fatto Montolivo e Neto.

    RispondiElimina
  16. stefano vienna31 gennaio 2015 11:26

    SOPRA, hai centrato secondo me il punto, i Della Valle si sono affidati a persone anche brave e rispettabili, ma che di calcio ci capiscono poco. Hanno ruoli amministrativi, ma nel calcio la divisione ruoli amministrativi/ruoli tecnici è solitamente molto meno rigida (figura emblematica è Galliani). Aggiungiamoci poi che a differenza di Presidenti che qualcosa (un minimo) di calcio ci capiscono -ebbene sì, anche quel pirla di Vittorio se vogliamo dirla tutta- i Della Valle, per loro stessa ammissione, non hanno mai seguito il calcio, non l'hanno forse nemmeno praticato sottocasa o all'oratorio.


    PERÒ, forse l'hanno iniziato a capire. Gilardino potrebbe essere a breve un dirigente, poi magari ci sarebbe Toni, che prima o poi ritorna a Firenze. Bisogna vedere a chi levano il posto.

    RispondiElimina
  17. Eccetto Guerini non abbiamo ex calciatori nei quadri...Io farei fare il talent scout per il Sudamerica a Batistuta!

    RispondiElimina
  18. concordo sul fatto che per me Raiola c'entra fino a un certo punto.
    Poi vabbé, Babacar non è mai stato capocannoniere in B (arrivò terzo), ma questo non inficia il tuo ragionamento sulle sue responsabilità, con cui concordo. Secondo me, se va altrove, si dimostra proprio scemo, perché un'altra squadra di alta classifica che fa fare 17 presenze in 4 mesi a un centravanti esordiente non esiste. Ci sta che scelga Raiola per i soldi, ma spero che ci sia al suo fianco anche qualcuno di più saggio per consigliarlo su cosa sia meglio per la sua carriera...

    RispondiElimina
  19. Raiola sicuramente fa i suoi interessi e quelli di chi rappresenta, nessuno lo nega. Ma lui ha rappresentato l'ultimo step verso una tipologia di calciatore che non mi piace e che non fa sempre le fortune di chi lo compra. Sempre più ragazzi lo cercano perché ha l'immagine di uno che ti dà un potere capace di prevaricare anche gli obblighi che sottoscrivi con una società. Lo cercano perché porta, oltre ai soldi, un'arroganza permessa che non voglio in Viola.

    RispondiElimina
  20. stefano vienna31 gennaio 2015 11:27

    La vicenda Neto rimane la più assurda di tutte.

    RispondiElimina
  21. ma sono d'accordo con te, l'ho scritto. Dico solo che spero che quella di Raiola non sia l'unica voce in capitolo... Altrimenti vorrà dire che Babacar è scemo, e allora lo possiamo anche perdere.

    RispondiElimina
  22. ecco, il riferimento acuto che fa STEFANO a Gilardino e Toni mi dà l'occasione per proporre un ragionamento che ho in testa da un po'. Per me il punto è che i DV (entrambi, in questo caso) non si fidano assolutamente del mondo del calcio. Dopo quello che è successo al primo anno di Serie A con la guerra in Lega, dopo Calciopoli, dopo la rottura con Corvino, loro non hanno nessuna fiducia nei confronti di chi fa parte del mondo del calcio, e il rapporto con Pradè e Macia è emblematico da questo punto di vista: due ottimi professionisti, che i DV stessi stimano bravi a fare il loro mestiere, altrimenti non li avrebbero scelti, che però si lasciano appesi a contratti annuali e supervisioni strettissime. Per me il messaggio è chiaro: so che sei bravo, quindi ti scelgo per lavorare con me, però vieni da un mondo che a me fa schifo,e quindi non ti lascio fare davvero il tuo mestiere in autonomia.
    Ora, essendo i DV tante cose, ma non delle persone sprovvedute nella gestione di un'azienda, trovo inconcepibile che pensino di poter andare avanti così a lungo. Allora credo che nella testa soprattutto di ADV ci sia l'idea: abbiamo bisogno di uomini di calcio, ma me li formo io. Persone nuove, che ho apprezzato per onestà e disciplina da calciatori, con cui ho stabilito un rapporto personale e di cui mi posso fidare. Toni e Gilardino mi sembra vadano in questo senso.

    RispondiElimina
  23. mah, sai che quella logica difensiva non la sottoscrivo del tutto su Neto, figuriamoci su Babacar che ha un contratto di un altro anno e mezzo... Comunque che faccia gli interessi suoi ci sta, solo che gli interessi di un calciatore sono una cosa complicata. Raiola è capace di massimizzare gli interessi economici, ma un giocatore di 21 anni ha prima di tutto interessi tecnici, che a mio parere coincidono con quelli della Fiorentina, al momento.

    RispondiElimina
  24. Sono perfettamente d'accordo conte. Ma Raiola passa sopra tutto ciò che non siano gli interessi economici. Babacar ha fatto bene fino ad oggi, ma ancora troppo poco per permettersi certe parole, se lo ha fatto significa che punta solo a massimizzare da un punto di vista economico.

    RispondiElimina
  25. appunto, secondo me Raiola vede gli interessi economici. Per ora Babacar per propria bocca ha sempre e solo avuto parole umili e di attaccamento alla maglia. Poi la realtà la verificheremo. Se se ne andrà, sarò il primo a dire che è un coglione che si è lasciato irretire dalla promessa di facili guadagni, ma spero ancora che non succeda.

    RispondiElimina
  26. concordo con tutto quello che dici. Mi permetto solo di dire che Raiola non è ancora il procuratore di Babacar, e questo mi sembra un segnale del fatto che il ragazzo non si è ancora del tutto affidato a lui. A 21 anni, posso perdonargli un po' di confusione, a patto che chiaramente faccia la scelta giusta.

    RispondiElimina
  27. oppure a Daniel Bertoni

    RispondiElimina
  28. Tipica nostra. Ripetere con Babacar dare me tragicomico. Ora si può "pressare" il ragazzo.

    RispondiElimina
  29. Moena? Due anni prima della scadenza?!?? Dai LELE.....Sarebbe stato ok, condivido da tifoso, ma eccessivo.

    RispondiElimina
  30. Qualche notizia sul Baba mi arriva da amici comuni, più o meno. Nessuna speranza sulla sua (molto presunta) maturità. Di ragazzino, si tratta. Facile, consigliarlo male e succhiargli i soldi. Famiglia alle spalle? Non penso proprio. Per me è andato. Quello che non mi piace è che, a quanto sembra, oggi T'Challa gioca titolare. Non vorrei fosse preso per debolezza societaria, dalle persone sbagliate.
    Boss, sono d'accordo su Neto. Allo stato attuale, nella graduatoria dei furbetti, se la gioca con Montolivo. A prescindere dalle incapacità dirigenziali.
    Raiola: e poi parlatemi male di Ramadani. Lui, con i suoi slavi, ha fatto affaroni, ma le casse viola si sono riempite. Nella valutazione di Cognigni, forse, questo fattore andrebbe considerato.

    RispondiElimina
  31. Aaaahh ahahah....grandioso POLLOCK!!

    RispondiElimina
  32. Stefano Vienna31 gennaio 2015 12:17

    Prima Neto, poi Babacar. Milioni persi. Succede solo da noi. Sono d'accordo con Jordan. La colpa pero' va trovata a livello di proprieta' che non ha creato una struttura societaria che funziona, non tanto i singoli, ma la loro organizzazione in un corpo Unico funzionante. Poi Viva i Della Valle e che trovino presto delle contromisure, ma quando sbagliano, bisogna dirlo.

    RispondiElimina
  33. Ramadani fin'ora si è dimostrato uno corretto: ha esaudito i desideri dei suoi assistiti (come è logico) ma venendo incontro alle esigenze economiche della società, e guadagnando pure lui, ovvio. Il tutto senza ricatti e trucchetti. Come del resto ha fatto Lucci con Cuadrado. Questo vuol dire anche che se lui propone dei giocatori giovani (o comunque degli affari) la Fiorentina quanto meno lo prende in considerazione. E' uno stile di lavoro, diverso da quello di un Raiola o di altri.

    RispondiElimina
  34. Quando non sa più che cazzo dire si veste da Isterim. Ha poi imparato dallo studio dello svizzero a rispondere a fiori quando si bussa a picche.

    RispondiElimina
  35. Esatto, la differenza sta tutta qua. Tra chi è corretto e chi invece non lo è.

    RispondiElimina
  36. Perché da scolaro dello svizzero ti rifiuti di capire l'importanza del parametro tempo. Chi si rifiuta di firmare adesso avrebbe firmato di corsa l'anno prima e capire chi devi far firmare e quando è nei compiti del DS bravo. Quello coglione, o quello impastoiato in una direzione lenta e ferraginosa, questi tempi e queste convenienze li perde e lo piglia nel culo. Ed è colpa sua non dei destino rio e crudele, del giocatore infedele o del procuratore bandito. Loro fanno il loro gioco e lo sanno fare e tu no, o indovina chi perde?

    RispondiElimina
  37. Sapevo che in mancanza di appropriate repliche, la buttavi sul sarcasmo. Tutto previsto.

    RispondiElimina
  38. Con Cuadrado hanno dimostrato di sapersi muovere.

    RispondiElimina
  39. Grazie caro. Parlaci te con Lele e Jordan ah ah ah

    RispondiElimina
  40. Lele, guardati Romanzo Quirinale va, è meglio ah ah ah

    https://www.youtube.com/watch?v=oUZPLO7FcBE

    RispondiElimina
  41. No, bastava Neto farlo firmare a settembre del 2013 quando gli consegnavi la maglia di titolare e anch'io sarei stato capace di fargli firmare un quadriennale più o meno con gli stessi valori di allora (550000), e Babacar a giugno dell'anno scorso, quando avevi avuto conferma che la cura Novellino aveva avuto effetto. Ma tanto non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire.

    RispondiElimina
  42. Dunque il linea di massima emerge quello che dicevo, cioè che Baba non si dissocia, non distingue, e non firma. E' lui e solo lui che è nel cono di luce, dovrebbe chiarire alla società, se chiaro non lo è, anzitutto chi è il suo rappresentante.
    Raola usa termini e modi mafiosi. Scusate se mi scappa un sorrisino, perchè nelle sue mansioni è esplicito che deve essere simpatico e accomodante?
    Lui è pagato per portare all'assistito soluzioni e risultati contrattuali, che tipo di linguaggio usa ( e vorrei che si considerasse anche la professionalità dei giornalisti sportivi ) è secondario e al limite argomento da bar. La simpatia è virtu' non prevista e non necessaria. La frase scritta non sprigiona ilarità, ma quello fa il gioco a rialzo e fa il suo gioco, brutto, antipatico, odioso, ma è cosi, fino a che il sistema calcio riserva loro tutto questo potere. La società, dopo Modena, doveva sapere di avere un centravanti che fa gol ( scusa Vaolto, non capocannoniere ) allattato da bebè a Firenze, quindi se a Moena Montella me lo conferma e dice che è buono, prima di farlo scendere in campo gli faccio un contratto lungo a poco prezzo, perchè in quelle condizioni lo firma. Ed è quello, cazzo di Budda, il mestiere di un buon DS!
    Se lo si fa giocare, segnare ammirare tanto da meritare elogi di Ancelotti, senza essersi premuti in tempo, i DS sono scarsi e oltretutto recidivi.
    E Raiola puo' essere anche mafioso, ma c'entra un cazzo.Punto.
    Ora lo spettro di un Neto bis è alle porte e a nulla servono le reazioni stizzite Baba in tribuna, Raiola mai a Firenze, perchè il risultato fallimentare, se ci sarà ed ovviamente spero di no, era tanto prevedibile quanto risolvibile anticipando i tempi

    RispondiElimina
  43. Lele tu sfondi una porta aperta ma non vogliono capire. E' più facile dire che Raiola è una merda. Grazie, e chi lo nega? ma appunto perché lo è e lo sono e lo sanno tutti, che devi saperti muovere in quel mondo perché non sia troppo facile essere dei Raiola. Non mi risulta che i nostri DS prendano stipendi da metalmeccanici per questo.

    RispondiElimina
  44. Meriti riconosciuti.
    Per lo stesso motivo non si capisce perchè quando scazzano come con Neto e Baba ( forse ) non debba essere rilevato.

    RispondiElimina
  45. Non è eccessivo invece perchè i fatti dicono che lo perdi. Lo sarebbe avesse avuto 27 anni e scadenza a 29, se lo perdi, il danno non è altissimo.
    Un bravo DS è a Moena non per vacanza, vede il ragazzo che ha fatto bene a Modena, ascolta il tecnico che crede il lui, osserva la scadenza e la vede a 22 anni. Io mi premunisco subito e gli faccio firmare un rinnovo di 4/5 anni minimo e mi costa poco, se una società vuole Baba dunque viene a bussare alla porta della società. In caso contrario, questo, non sono un buon DS.
    Poi lascio ai tifosi decidere se Raiola è mafioso o no.

    RispondiElimina
  46. Perché non scazzano. I giocatori che nomini hanno fatto e fanno palesemente i furbi. Se te invece sei così bravo a tal punto da riuscire a far firmare chi non vuole farlo, penso che potresti avere un futuro importante in una società di calcio.

    RispondiElimina
  47. ahahahahahahahah, mamma che ridere!
    Dai Jordan ridi anche te, non vedi come è divertente?

    RispondiElimina
  48. E' corretto chi poi ti rivoga altri quattro o cinque bidoni per far pari, ma vaia vaia poeta! Certo quando si trova un vantaggio comune è facile essere corretti, ma quando non c'è più la correttezza va a donne di facili costumi.

    RispondiElimina
  49. Mi sforzo ancora di parlarci sul serio ma se seguita a luddeggiare lo mando a fare un giro e chiudo

    RispondiElimina
  50. Lascia stare, Jordan è tempo perso.

    RispondiElimina
  51. Jordan leggo velate minacce alla Rajola, Lele capisco che non tutti prendono le cose seriamente come te, ma vi ricordo che nessuno costringe nessuno a dover avere a che fare con un cretino come.

    RispondiElimina
  52. La cessione di Cuadrado ha benefici ecomomici indubbi.
    Quelli tecnici non sono certi.
    Bisognera' vedere SE - QUANTO e COME saranno reinvestiti i soldi

    RispondiElimina
  53. Progetto Viola Italica

    RispondiElimina
  54. Io sono convinto che anche il più esperto può prendere delle inculate. Tutte le società hanno perso, loro malgrado, giocatori a parametro zero, anche più importanti di un Montolivo o di un Neto. L'Inter, il Milan, persino la Juve se è vera la storia di Tevez. Evidentemente sono proprio i meccanismi e le regole, a mio parere, che ti fanno partire da una posizione di svantaggio, e cautelarsi non è facile. Puoi avere l'organizzazione societaria che vuoi ma qualcosa ti sfuggirà sempre.

    RispondiElimina
  55. Non sono casi isolati, che allora ci stanno, i Ljajic, Neto e Baba. Se credi tecnicamente in loro, come l'arrancare dietro per strappare la firma in ritardo, se pensi possano costituire una base per giovane per costruire una squadra solida, non devi farti prendere sprovvisto, ma anticipare. Dire poi...e che devo fare, non ha voluto firmare... sa di incompetenza.

    RispondiElimina
  56. Riassumo il mio pensiero, quando si dice che abbiamo dei dirigenti incapaci e quindi colpevoli di aver perso a zero i vari Montolivo e Neto, di contro vedo che ci sono rinnovi importanti come quelli di Jovetic, Cuadrado, Savic, Borja Valero, e comunque vendite come quella di Ljajic che hanno evitato la perdita del valore del cartellino. Mi chiedo come mai nel calcio ci siano incompetenti a intermittenza.

    RispondiElimina
  57. Ma chi lo dice che Raiola non gli ronza intorno da un paio d'anni?

    RispondiElimina
  58. Certo, ma era meglio il 100% se firmato a Moena.
    Te compri solo quadri di affermati e dunque cari, o se incontri uno promettente lo finanzi, lui e le mostre, garantendoti con tele o contratto il suo futuro?

    RispondiElimina
  59. Sopra, Babacar va venduto il prima possibile.

    RispondiElimina
  60. Se lo fa, fa bene il suo mestiere.

    RispondiElimina
  61. Per quanto riguarda le accuse che mi vengono mosse di fare lo svizzero, le rigetto al mittente visto che a ripercorrere quelle orme, è proprio chi sta ripetendo quel che lo svizzero scriveva sul rinnovo di Ljajic.

    RispondiElimina
  62. Non solo non ho scritto niente che si avvicina, neppure lo penso e dovrebbe esserti chiara la stima che nutro per te, come detto anche di persona e non qui che si cazzeggia.
    Se poi non si è d'accordo su alcuni aspetti, a me Montella piace il giusto, i DS capaci devono fare sempre bene e non occasionalmente, ma soprattutto prevedere è il loro strapagato mestiere, non il mio, come provocatoriamente hai detto a presa di culo.

    RispondiElimina
  63. Neto non c'é più.
    È della JUVENTUS.
    L'unica plusvalenza possibile per il 2015 è Babacar.
    Così resteremo solo Noi Italiani

    RispondiElimina
  64. Io tra Savic e Babacar ci vedo un mondo di differenze. Margini di miglioramento abissalmente diversi. Si parlava di interessamento juventino. Mah...mi sembra un palcoscenico più grande di lui. Qui ha il posto da titolare garantito. Con Montella

    RispondiElimina
  65. E chi lo nega. Però il suo mestiere lo mette a servizio anche di determinate squadre che gli assicurano affari multipli, come può aver fatto con noi Ramadani. E se Raiola dice al ragazzo di non rinnovare mai con noi da un paio d'anni, noi questo non lo possiamo sapere. Se gli avessero proposto il rinnovo quando non valeva niente, quanto ci avrebbero fatto rivendendolo dopo il rifiuto? Dietro c'è il Milan come ai tempi di Nutellino, con la differenza che Raiola con noi non ha interessi in ballo che lo convincano a farci guadagnare.

    RispondiElimina
  66. Il caso Montolivo è stata una manfrina dove la società ha poche responsabilità.
    E ci è andata ei lusso, immagina se accettava di firmare!
    Ljajic, Neto, Baba erano situazioni che anche noi tifosi avevano notato, ma loro hanno perso tempo. Ljajic, anche se hanno racimolato 12 mln, non pochi in quelle condizioni, avrei preferito tenerlo, ma è opinione personale.
    Jovetic è stato un ottimo affare, Cuadrado superottimo, Nastasic/Savic da Oscar, al limite dell'inculata, anzi inculata stratosferica.
    Un DS pagato bene, dunque considerato bravo, non deve fare genialate o stravendite, comunque sempre bene accette, ma come detto prevedere il futuro di chi ha già in casa. Neto e Baba significa 30 milioni di mancato incasso nel caso di cessioni, o mancata prestazione sportiva di giovani che hai valorizzato.

    RispondiElimina
  67. Comunque, così....a titolo informativo: chi ha scritto o detto che Babacar non rinnovera?
    E se non rinnova cosa fa, panca per un annetto...?
    Può darsi che come per Savic rinnovi. Per ora é 50% e 50%.

    RispondiElimina
  68. Neanche io, figuriamoci se me la piglio con un sanfredianino, so chi è.

    RispondiElimina
  69. Ci tengo a sottolineare che cazzeggio, e che non ve la dovete prendere perché io non me la prendo.

    RispondiElimina
  70. Magari è vero, ma non toglie né aggiunge nulla al fatto che il ds si è fatto trovare impreparato. Se lo fosse stato, Raiola poteva fare le acrobazie che voleva.

    RispondiElimina
  71. Solo di passaggio visto che sono già piuttosto teso (e nervoso) per stasera, Vi ricordo che tra non molto abbiamo una partita abbastanza difficile.

    Pradè è lui che firma SOLO contratti annuali.

    Babà se non si ravvede sarà sbolognato a giugno. Il panzone del cazzo in questo almeno sarà un valore aggiunto.

    La linea giusta la tracciano FOCO ed il BOSS, seguiteli.

    Quanto valgono oggi e che carriera hanno fatto (stanno facendo) tutti quei giocatori che hanno dilaniato la piazza al momento della cessione (Dormolivo, Liacicce, Jojo, Nastasic, Cerci e potrei continuare, ma non ho tempo?

    Vi dico che i meritevoli, e non solo perchè bravi ragazzi, sono tutti sotto contratto ed hanno già allungato. Gli altri che vadano dove vogliono.

    Barra sempre dritta, Avanti Fiorenza.

    RispondiElimina
  72. Acf Fiorentina ha diritto a una percentuale del 15 e del 20% sulle future cessioni di Adem e jo jo

    RispondiElimina
  73. Non so se ti riferisci a me su Ljajic. Non rivogo mai idee di altri come mie, su Ljajic denunciai il ritardo, in epoca non sospetta e ricordo bene che Lud, qui dentro, era d'accordo. Che poi lo dica ripetutamente ed io no, è un altro discorso. E poi non è perché lo dica Lud deve essere per forza una stronzata.

    RispondiElimina
  74. esatto, ottimo Belva...

    RispondiElimina
  75. No è stato Jordan.

    RispondiElimina
  76. A me sembra che il blocco Lele-Jordan-Stefano (credo) e il blocco Pollock-Foco-Sopra (e mi ci metto pure io) dicano la stessa cosa, ma da due angolazioni diverse, una dal punto di vista della società è una dal punto di vista dei giocatori. Perché nessuno nega (almeno, io non la nego) la dabbenaggine della società (che sia ADV, Gnigni o Pradé) nei casi Neto è Baba, ma ciò non toglie che Neto si sia comportato malissimo (e Baba pare stia facendo altrettanto) approfittando di quella dabbenaggine.
    Se mi rispondete che il mondo del calcio è così e che chi è ingenuo se lo prende in quel posto mentre chi si comporta male ne trae benefici (poi quali non si capisce, guarda la grande carriere di Monto al Milan), rispondo che è vero, ma allora poi non ci lamenta se Neto è messo di fatto fuori rosa.

    RispondiElimina
  77. Vabbe' vi saluto. A dopo per il commento.
    Se si gioca con una punta, spero sia così
    ---------Tata
    Tomovic Gonzalo Basanta
    Kurtic Mati Borja
    Joaquin Diamanti Vargas
    --------Gomez (Baba)

    Sennò
    ---------Tata
    Tomovic Gonzalo Basanta
    ---------Badelj
    Joaquin Mati Borja Vargas
    -------Baba Gomez


    Bona!

    RispondiElimina
  78. Arrivato il razionale. 1-1, ma arbitro arbitraggio discutibile.

    RispondiElimina
  79. Non ho detto che hai scritto sullo svizzero, ma che ti comporti come lui non volendo capire quello che ti si dice. In più tu cerchi di metterlo in burletta cosa che a lui non riesce per carenze di DNA, ma l'atteggiamento è lo stesso. Anche su Ljajic furon fatte le stesse cazzate infatti, più scusabili per quello che era successo, e rimediate per botta di culo in quanto ci si pensò anche qualche mese prima. Che poi lo dicesse anche lo svizzero cosa vuol dire? A nessuno riesce di dire solo cazzate, qualcosa di giusto fallo dire anche a lui.

    RispondiElimina
  80. Sbaglio o sia oggi sia martedì é imperativo vincere? Meno male entra fuori casa...

    RispondiElimina
  81. Per me uno che è messo nella condizione, a novembre, con contratto che scade a giugno, e con la possibilità di andare dove gli pare a gennaio, di sentire cosa gli offrono fuori e di esserne tentato non si comporta così scorrettamente. La sua scorrettezza è molto più veniale della coglioneria di chi non l'ha messo sotto contratto un anno o sei mesi prima quando non c'era nessuna concorrenza all'orizzonte. Chi cambia le date pro domo sua mente sapendo di mentire o sapendo di esserne completamente ignorante. Vi garantisco che fino a novembre era ancora possibile un accordo, mentre era facile a settembre e facilissimo a giugno. Il mettere poi fuori rosa è un sopruso, legalmente anche perseguibile se ci fosse la voglia di farlo, infatti fuori rosa non è stato messo. Più che altro mi sembra una stupidaggine, come quello che se lo taglia per far dispetto alla moglie, un dispetto che costa comunque 600 milioni alla società e turbative nello spogliatoio, perché allenarsi con gente incazzata e risentita e ritenuta ingiustamente perseguitata dai compagni (e te l'hanno anche detto) non è mai auspicabile. A quel punto che se ne vada subito, anche a zero, è tutto di guadagnato.

    RispondiElimina
  82. Ovviamente volevo dire 600000 euro. Per 600 milioni sarebbe rimasto

    RispondiElimina
  83. Ciccio Baiano dice che, a monte della decisione di vendere Juan, oltre alle considerazioni economiche e alle ridotte motivazioni del ragazzo, c'é stata la convinzione di non poter più raggiungere la qualificazione champions.
    Mi sembra l'analisi migliore tra quelle che ho letto

    RispondiElimina
  84. Non per forza. Per statistica.

    RispondiElimina
  85. Oltre tutto mi sembra che lo svizzero dicesse tutt'altro e che cioè Ljajic doveva esser tenuto anche dandogli due milioni l'anno il che non è proprio lo stesso di dire che i contratti si devono rinnovare in tempo per spendere meno soldi ed energie. Il farlo prevede una sola cosa, anzi due, preveggenza delle potenzialità del soggetto (investi su un futuro che ritieni in ascesa) e velocità decisionale. Non so se i nostri hanno la prima, magari sì, quello che non hanno assolutamente è la rapidità nel decidere, nel mettere nero su bianco e credo di sapere per colpa di chi.

    RispondiElimina
  86. Sinceramente non mi interessa fare la classifica tra la scorretteza di uno e la coglioneria dell'altro, se per me uno è stato scorretto e l'altro coglione, quando parlo del primo dico che è stato scorretto e quando parlo del secondo dico che è stato coglione.
    Non sarà fuori rosa ufficialmente, però insomma, manco convocato per stasera...

    RispondiElimina
  87. Babacar, che su questi schermi era stato già dato per perso all'epoca dell'ingaggio da parte del Modena, rivendica , tramite una persona che non è ufficialmente il suo agente, maggiori possibilità di giocare. Questo è già un gran segno di malafede, visto che, quando non infortunato, ha giocato praticamente quasi sempre. Davanti si ritrova uno che, con otto anni in più, gli dà almeno duecento gol di paga, scudetti, coppe dei campioni e reti in mondiali ed europei. Ci può stare che gli faccia ancora un po' di panchina.
    Alla scadenza del suo contratto manca ancora un anno e mezzo, per questo la sua situazione non è paragonabile a quella di Neto che, oltretutto, almeno aveva un annata intera a discreti livelli. La mossa di Raiola, e quindi del giocatore, è un tentativo di spianarsi la strada per la cessione a giugno sotto il ricatto del mancato rinnovo. Un tentativo che mira a scegliersi modalità e squadra, essendo ancora vincolato.
    Per questo, penso che sarebbe stato inutile anche presentargli il rinnovo a giugno scorso, dietro c'è una strategia ben precisa da un pezzo e questo attacco ne è conferma lampante. Speriamo che il suo scopritore riesca a farlo ragionare, altrimenti un anno e mezzo di tribuna, tanto è costato quattro spicci. Almeno il Milan se lo troverà da ricostruire.

    RispondiElimina
  88. Mi sembra un poco forzata, se non altro per la matematica.

    RispondiElimina
  89. girano voci che Montella stasera voglia provare un attacco Diamanti-Baba in modo da tenere Gomez più riposato per martedì. È una scelta comprensibile quanto rischiosa, perché la vittoria serve stasera quanto martedì, se non più. Di certo senza il Pek avremo problemi in fase di costruzione, quindi Diamanti ci sta, piuttosto che due centravanti a cui non arriva un pallone. Boh, sarebbe una tattica rischiosa da parte di Montella, e, sarà banale ma così è, la potremmo giudicare solo dai risultati.

    RispondiElimina
  90. Concordo a malincuore, situazione diversa da quella di Neto, secondo me (giustamente) scoglionato dall'arrivo del Tata che prendeva più di lui (a voi non vi girerebbero se prendessero uno nuovo che fa il vostro stesso lavoro e lo pagassero di più?). Se Babacar si lascerà irretire da Raiola che vada a fare in culo. Per dirla in italiano elegante.

    RispondiElimina
  91. concordo. Per me c'è un ragazzo forte, talentuoso e un po' confuso, quindi manovrabile sia in senso negativo (Raiola che gli promette tanti soldi) sia in senso positivo (qualcuno che gli spieghi che l'opportunità che a Firenze non l'avrebbe altrove). Speriamo prevalga la seconda componente, altrimenti medaglina e saluti, per quanto a malincuore.
    Mi dispiacerebbe, perché l'emersione di talenti dal vivaio è una delle poche prospettive di crescita che una squadra come la Fiorentina ha, e a me Babacar pare davvero fortissimo, in potenza. Però così è.

    RispondiElimina
  92. Vorrebbe dire che puntiamo più sulle coppe che sul campionato

    RispondiElimina
  93. Secondo me la fate un po' troppo facile.Il dato certo è che Lijacic,Montolivo e Neto,con diverse percentuali,si sono comportati solo ed esclusivamente perseguendo i loro interessi(e non è reato,sia chiaro);Cuadrado ed Jovetic,pur perseguendo i loro interessi,hanno fatto anche quelli della società.Detto questo,seguendo i vostri ragionamenti(Lele e Jordan),ogni volta che un giovane fa intravedere cose "interessanti" si dovrebbe blindare con contratti a lungo termine e lautamente pagati.Siccome la sfera di cristallo non ce l'ha nessuno,questa strategia,se corretta,la si doveva seguire anche sugli altri millanta giocatori passati da Firenze,giovani,che col passare del tempo si sono però mostrati dei fuochi di paglia.Il risultato sarebbe stato di buttare a mare milioni di ingaggio.Certo che sarebbe opportuno(ma non realistico) che la società indovinasse il futuro dei giovani calciatori;quindi avesse "costretto",in tempi non sospetti,a far firmare Neto,Lijacic etc.Ma nella realtà dei fatti indovinarle tutte è impossibile.E se anche fossero stati sotto contratto oggi,secondo voi, se un giocatore vuol andar via alla fine non vi riesce?Quindi,ad esempio, la Juve ha allungato il contratto a Pogba(e probabilmente gli aumenterà l'ingaggio,già al top,in cambio di clausola rescissoria).Ma se domani Pogba volesse andar via,secondo voi la Juve avrebbe la forza di trattenerlo?Così succede a Firenze.Voi ragionate bene,ma non prendete in considerazione la testa dei giocatori.Cuadrado,Jovetic,Lijaic,Neto e Montolivo se ne sono andati di loro volontà.Accusare la società lascia il tempo che trova.Poteva far meglio?Certo che si,indubbiamente.Ma scaricare la colpa alla società,e salvare conseguentemente il giocatore,mi pare deviante.

    RispondiElimina
  94. Richards è ottimo per l'Inter perché è un giocatore adatto al modulo di Mancini ed è a parametro zero a giugno. Perché mai dovrebbero scambiare qualcuno per averlo? Anche perché se scambiassero qualcuno lo dovrebbero fare con il City, che è proprietario del cartellino, mica con noi che ce l'abbiamo in prestito...

    RispondiElimina
  95. il dramma è che in EL dovremo portarlo per forza, perché possiamo fare 3 cambi soli dalla lista, e già ora non abbiamo in lista Mati, Joaquin, Diamanti, Gila e Salah, più magari un acquisto... Figurati se possimo spendere uno dei 3 cambi per Rosati. Quindi in EL in panca ci va Neto.

    RispondiElimina
  96. E' un modo di ragionar di panza che non ha molto senso nel business del calcio. Se è nelle mani di Raiola ed ha deciso di seguire quella strada lì cerca di ricavarne il massimo, come si fece con Ljajic. Raiola è un pezzo di merda, ma è capace, e non è di quelli che se lo tagliano per far dispetto alla moglie. Se ti fa prendere una quindicina di milioni per Babacar, dovunque voglia lui, pensare di tenerlo un anno in tribuna per fargli dispetto è da ricovero. Comunque se il suo contratto, invece che nel 2016 fosse scaduto nel 2018, Raiola era molto meno interessato e per giocatori di alto potenziale si DEVONO avere margini di controllo elevati.

    RispondiElimina
  97. http://www.violanews.com/news-viola/foto-la-grandine-su-genova-la-situazione-del-campo-di-marassi-20150131/

    RispondiElimina
  98. Riguardo Richards, se vuole Mancini, si potrebbe fare uno scambio con Johnathan, se quest'ultimo si è ripreso. Per il 3-5-2 è buono.

    RispondiElimina
  99. Capitolo Babacar: avremmo dovuto blindarlo questa estate.Diciamo che posso essere d'accordo.Ma qualche volta bisogna anche considerare il giocatore ed il suo entourage:chi vi dice che non sia già da mesi che la Fiorentina propone l'allungamento?E chi vi dice che non sia Babacar a fare orecchie da mercante?Se così fosse(e faccio un'ipotesi),alla società che consiglio dareste?Di accettare le eventuali richieste di Babacar(che non volendo firmare,seguendo questa ipotesi,avrà sicuramente "sparato" alto,altissimo)?venderlo oggi?mandarlo in tribuna?

    RispondiElimina
  100. Fuori rosa vuol dire essere estromesso dal gruppo, ad allenarsi a parte. Non essere convocato può esser gabellato come scelta tecnica anche se che gli si preferisca Rosati è sul ridicolo. Speriamo non si faccia mai male Tata se no si ride, cioè si piange.

    RispondiElimina
  101. Ragione di più che fare tutto quello scangeo, additarlo al ludibrio dei tifosi, renderne quindi problematico l'impiego, è stata l'ennesima mossa del cazzo. E se ora dovesse giocare? In che condizioni lo trovi? In che condizioni trovi la tifoseria?

    RispondiElimina
  102. vabbé, JORDAN, quello era fisiologico. Cioè, ho detto anch'io che il comunicato era sbagliato, dopodiché tra 2 giorni sarà libero di firmare, e firmerà, quindi i tifosi si sarebbero incazzati in ogni caso...

    RispondiElimina
  103. DKNE ti rispondi da solo. Se oggi la Juventus vuol vendere Pogba ci prende 60-70 milioni, se era in scadenza di contratto ci prendeva una pernacchia. Cuadrado aveva il contratto in scadenza nel 2017, e Jovetic anche aveva altri tre anni in viola. In quei casi almeno fatturi. Se avevi aspettato, come com Neto o Ljajic, a cercare sul serio di rinnovare a due mesi dalla scadenza lo pigliavi nel culo anche con loro. Come si fa a paragonare comportamenti di chi hai venduto in clausola rescissoria procurandogli contratti di 6-7 milioni netti l'anno, con chi hai aspettato all'ultimo tuffo e senza salvagente? Ogni volta che un giovane fa intrevedere co interessanti? Ma lo fai di mestiere, cazzo, e devi sapere per chi rischiare e per chi no, se no il DS lo potrebbe fare il macellaio di piazza dell'arista! A Neto decidi di affidargli la maglia di titolare, mentre lo fai ti cauteli, o, al massimo, sei mesi dopo, quando hai visto che va bene, ed allora sarebbe stato facilissimo, non lo porti a due mesi dalla scadenza per fargli la prima offerta seria.

    RispondiElimina
  104. Bastava non dirglielo, o, perlomeno non fare tutto il casino che è stato fatto. Che bisogno c'era di urlare al volgo e all'inclita che non avrebbe firmato? Non si poteva restare nel dubbio finchè serviva? I contratti si possono anche firmare a febbraio con la nuova società, ma non è obbligatorio depositarli, anzi, non credo nemmeno che si possa. Quindi tutto avrebbe potuto restare tra quattro pareti. Mi piacerebbe poi che alla Juve non ci andasse (per me se ci va fa una cazzata) per vedere cosa dicono tutti i soloni del caso.

    RispondiElimina
  105. Lupoli, Capezzi...uno perso, l'altro che deve tornare! Entrambi in gol...

    RispondiElimina
  106. Perché senza il nostro beneplacido, lo prenderanno, forse, a luglio. E perché mi sembra che Johnathan sia in scadenza, oltre che inutile per la difesa a quattro.

    RispondiElimina
  107. Si, ma i diritti sportivi sono nostri fino a giugno. Se la Fiorentina non vuole cederlo, rimane fino ad allora.

    RispondiElimina
  108. ragazzi, Raiola in Italia è sempre il Milan, non giriamoci intorno...

    RispondiElimina
  109. E io chi ho indicato, infatti?

    RispondiElimina
  110. ma infatti sono d'accordo con te

    RispondiElimina
  111. Per fare un dispetto al Milan si è perso a zero Montolivo, (che almeno però ha giocato sino in fondo), per fare un dispetto non so nemmeno a chi si perde a zero Neto, per fare un dispetto al Milan si dovrebbe perdere a zero Babacar, per fare un dispetto all'Inter si dovrebbe seguitare a pagare lo stipendio di chi non utilizziamo. A forza di far dispetti si fa la fine del cotonato. Nel calcio non si fanno i dispetti, ci cerca di quantificare perché i soldi contano. Tanto anche con i dispetti di fa paura a pochi, meglio sarebbe prevenire ed essere più vispi, ma gli idolatri si incazzano a sentirlo dire.

    RispondiElimina
  112. Se é per quello aveva anche detto che non sarebbe andato alla Juve per rispetto; quindi se ho dubbi su quello che dicono i giocatori perdonami e capiscimi

    RispondiElimina
  113. Qua dicono così:

    http://www.firenzeviola.it/primo-piano/richards-puo-cambiare-maglia-ora-l-inter-accelera-172472

    RispondiElimina
  114. Dicono che l'Inter lo può prendere adesso ed è vero, come l'Anderlecht ha preso Marin, ma noi c'entriamo poco, solo acconsentiamo a rinunciare ad un prestito (e ad un ingaggio oneroso) per un giocatore che usiamo molto poco. Quindi non vedo cosa c'entrino gli scambi. Se poi l'Inter vuol liberarsi di Jonathan ed a noi serve (cosa di cui dubiterei) è un altro discorso.

    RispondiElimina
  115. Fai molta confusione e si tratta di casi ben differenti. Montolivo era davvero d'accordo con Galliani da un anno e mezzo, Ljajic da pochi mesi prima di giugno, ma, comunque, un anno e passa prima della scadenza, Neto fino a pochi mesi fa era sotto pieno controllo, bastava volere. Ti posso garantire che a giugno avrebbe fatto le capriole per rimanere, ed a poco più della metà di quanto gli è stato offerto a dicembre.

    RispondiElimina
  116. Intendo un benestare al prestito all'Inter in cambio di una cessione favorevole, visto che è in scadenza a giugno anche Jonathan. Che non ci serva, non lo so, il 3-5-2 lo sa fare anche bene.

    RispondiElimina
  117. Raiola piazza questo casino per luglio, non certo per portarlo a scadenza. E per fare l'affare alle cifre di chi ha dietro, non certo a quelle eventualmente richieste dalla Fiorentina. Squadra in cui non ha interessi. Di fronte ad azioni come queste bisogna anche mettere un freno, anche per educare, eventualmente, chi resta e non innescare situazioni che si possano ripetere ancora. Quando Baba ha cominciato a dimostrare il suo potenziale, aveva ancora due anni abbondanti di contratto, situazione diversa da Ljajic e Neto. Inoltre Raiola ha già fatto vedere esempi in cui, pur in presenza di contratti lunghi, ha creato situazioni di questo genere. È bravo finché dietro ha qualcuno a cui non ha pestato i calli, ma il giro è molto corto.

    RispondiElimina
  118. Jordan i contratti a lunga scadenza di Jovetic e Cuadrado non sono stati imposti dalla società.C'è stato un'accordo proprio in ottica vendita:i giocatori sono andati incontro alla società e la società è andata incontro ad i giocatori.Già nel momento delle firme del contratto tutte le componenti(a parte le frasi di circostanza) sapevano che nel giro di un anno dal rinnovo con clausola rescissoria i giocatori sarebbero andati via.Cosa che Neto,Lijaic e Montolivo non hanno voluto fare.Io questa cosa che se la società si fosse mossa prima,senza considerare le pretese e desideri dei giocatori,adesso li avremmo tutti in squadra mica mi torna tanto.Questi tre ultimi volevano andarsene a guadagnare di più ed hanno seguito i loro interessi.E ripeto che non ci vedo niente di scandaloso.Per quanto riguarda il lavoro dei DS che devono capire chi ha potenzialità e comportarsi di conseguenza,blindando i giocatori con lauti contratti e scadenze lunghe,è quello che vorremmo tutti.Ma non vorrai mica farmi fare un elenco,che risulterebbe quasi infinito,di giocatori giovani che hanno fatto vedere potenzialità enormi,grandi,interessanti e che dopo un anno o due son finiti in c2 a svernare?

    RispondiElimina
  119. Non l'hanno voluto fare? Lo sai se glielo hanno proposto? Io so che Cuadrado e Jovetic avevan contratti di due milioni e mezzo netti più bonus ed una clausola rescissoria concordata. A Neto a giugno è stata rifiutata una richiesta di 800000 euro, ed il 1,4 è stato offerto a dicembre, senza nessun accordo sulla clausola rescissoria. Anche a Ljajic le prime offerte serie le hanno fatte a giugno, quando era ormai in fuga. Io non voglio farti nessun elenco, dico solo che il mestiere del DS è capire quanto valgono i giocatori, prima di tutto i suoi, perché se non sa valutare i suoi non vedo come possa valutare quelli degli altri. Così ci saranno quelli che al massimo andranno in C2, quelli che non andranno nemmeno lì, quelli che andranno in B, quelli da A e quelli che ti possono scappare, che non son molti, e se te li fai scappare e poi esplodono altrove sei una pippa, hai sbagliato e basta. Anche se non esplodono e perdi a zero chi ti poteva portare dieci milioni in cassa, sei un pippone, hai risbagliato e basta.

    RispondiElimina
  120. Sì ma se non gli serve che gli paga a fare 1,7 netto l'anno? se lo tiene per far dispetto all'Inter? A forza di dispetti si fa il monte salari.

    RispondiElimina
  121. A vedere l'evolversi dei fatti,di capitan passata e degli altri due, ho forti e seri dubbi che avessero una qualche minima intenzione dì rimanere

    RispondiElimina
  122. Hai visto, Valto, quanta voglia c'ha Montella di schierare le due punte?

    RispondiElimina
  123. Ed e la formazione che ho scritto in caso di una punta.

    RispondiElimina
  124. effettivamente inspiegabile il suo accanimento nell'escludere Babacar...

    RispondiElimina
  125. Bel colpo di testa di tata. Chissà se capitava a neto lo scampanellatore che palle mi faceva! Invece ha solo sculo.

    RispondiElimina
  126. Stanno facendo fare il fenomeno a Niang, uno che manco regalato trovava squadra!

    RispondiElimina
  127. Ancora alla Juve non c'è andato ma anche questo mi sembra un dettaglio di poca importanza. Quando la cosa è lontana e magari nemmeno immaginata è facile dire mai, quando le promesse si fanno concrete il discorso cambia. Se ti offrissero un quadriennale a due netti l'anno diresti di sì anche tu che li hai offesi fino a ieri. Io lo farei, ma non lo dire a nessuno.

    RispondiElimina
  128. O forse che in campionato puoi comunque sperare di recuperare anche se non vinci o perdi, in CI è una partita da dentro o fuori.
    Ergo, stavolta appoggio Monty

    RispondiElimina
  129. Babacar assente, per ora.

    RispondiElimina
  130. Primi venti minuti allucinanti. Scolastici in mezzo, molli in difesa, squadra lunga. Irriconoscibili

    RispondiElimina
  131. Vabbè,dare la colpa al portiere in questa circostanza mi parrebbe una minchiata

    RispondiElimina
  132. Ma porc...uno dei più goffi autogol di portiere mai visti.

    RispondiElimina
  133. Babacar non ne ha presa una!

    RispondiElimina
  134. Non gli do la colpa, ho detto che è solo sculo, immagino soltanto cosa avrebbero detto altri in caso di altri attori

    RispondiElimina
  135. E anche un altro

    RispondiElimina
  136. Babacar ha fatto l'unico tiro in porta pericoloso...

    RispondiElimina
  137. Se non si gioca palla a terra e non si pressa questa squadra diventa banale

    RispondiElimina
  138. Sì ma gioca un po' a dondolo come se un toccasse a lui. Un po' è l'andatura della razza ma lui sembra esagerare.

    RispondiElimina
  139. Tomovic un fenomeno un n'è però e lo lascian solo tra Joaquim che oggi corre meno e Mati che conferma d'essere in discesa.

    RispondiElimina
  140. È che devono arrivare a farlo nell'area piccola

    RispondiElimina
  141. A me sembra che loro corrano il doppio, poi il resto viene da solo

    RispondiElimina
  142. Fondamentalmente è quello il punto. Comunque il Pek manca tantissimo...

    RispondiElimina
  143. Ci aiutiamo anche noi. Quei traversoni telefonati di Vargas persi nel nulla...

    RispondiElimina
  144. Non so cosa fare, combattuto tra le parole crociate e una buona lettura...

    RispondiElimina
  145. che culo. Grande Gonzalo comunque.

    RispondiElimina
  146. Gooooooooooooooooooooooool del SuperCappone!

    RispondiElimina
  147. Babacar prenderebbe 6 solo se segna...é da 4, per ora.

    RispondiElimina
  148. Se entra Gomez ne fa due...

    RispondiElimina
  149. Non prima del 65°.Prima legge di Monty

    RispondiElimina
  150. Si scalda Gila, speriamo nel gol dell'ex...

    RispondiElimina
  151. Badelj per me era partito bene, poi è sparito completamente. Diamanti per ora sbranato vivo dal Dogo Argentino di Chajarí, Borja e Mati non è che siano delle punte, il pallone devono anche andarselo a prendere...

    RispondiElimina
  152. Uno dei primi tempi peggiori dell'era Montella. Squadra che non riesce ad accorciare,rimanendo sviluppata su sessanta metri. Badelj non si fa vedere e rimane in una posizione che non gli permette ne di andare a prendere il pallone, ne di essere uno schermo sufficientemente buono. Loro con le loro false punte pressano i nostri portatori già sulla nostra trequarti e quando si riesce ad avanzare qualche metro, intervengono i loro mediani a tamponare in seconda battuta. Tomovic non anticipa e non regge sullo scatto Niang. Borja e Mati tagliati fuori, non possono servire nessuno senza il pallone.
    Mancano distanze e forza nelle gambe.

    RispondiElimina
  153. gli spazi ci sono

    RispondiElimina
  154. Il Genoa senza punte di ruolo é più incisivo di noi; Baba attende la palla sul piede, Roncaglia tre interventi da punire, lui può regalarci un rigore...
    (Dopo 20 minuti facevo faccenduole in casa, annoiato...).

    RispondiElimina
  155. secondo marcatore della viola di quest'anno, al momento...

    RispondiElimina
  156. Joaquin non fa il terzino oggi, a chiudere sulle avanzate sulla fascia è sempre Tomovic

    RispondiElimina
  157. sì, a ogni avanzata del Genoa Tomovic ne deve marcare due, è ingestibile...

    RispondiElimina
  158. Gonzalo che salta sistematicamente Badelj lanciando direttamente verso l'attacco mi sembra emblematico...

    RispondiElimina
  159. Appunto ed è solo per questo anche va in crisi su Nyang

    RispondiElimina
  160. Gomez starà pensando come me "Ma non dovremmo vincere a tutti i costi...Kurtic?".
    A tal proposito... Splendido il cross di Kurtic.
    Gila in 30 secondi fa quello che non ha fatto Baba in un'ora...

    RispondiElimina
  161. La un c'è andata nemmen male ma alla fine il meglio centravanti che ci s'ha l'è Gila

    RispondiElimina
  162. Finale divertente. Almeno quello. Si lotta per il quarto posto

    RispondiElimina
  163. Com'è andata ?
    La mia partita comincia adesso, ho il cuore diviso fra Francia e provincia toscana, invidio le certezze dei loro tifosi.
    Mavvaffanculová.

    RispondiElimina
  164. Montella a sky commenta la marcatura saltata da Vargas sul goal del Genoa" È stato ottimista perché la palla ce l'avevamo noi"

    RispondiElimina
  165. Dovremmo. Hanno venduto il sogno del terzo posto per 30 denari

    RispondiElimina
  166. Due punte nemmeno se gli puntano una pistola sulla fronte.

    RispondiElimina
  167. Pesanti, lunghi, imprecisi. Succede quando non hai il centrocampo. O almeno, quando non hai la velocità che ancora ti permette il vecchio Pek, con quelle sue gambette corte e quella capacità di accorciare sempre sulla propria difesa e in aiuto degli interni. Senza il catalizzatore cileno, Borja e Mati corrono troppo e male, perché gli manca l'appoggio sicuro e chi si può interscambiare con loro. Davanti Baba rimane a pressare la difesa avversaria e non far scendere troppo il baticentro, ma non tiene palloni e cerca sempre vie di fuga intasate, contribuendo, di fatto, all'effetto gomma da masticare sotto la scarpa. Dietro balliamo senza le distanze giuste del centrocampo. Gasperini mette a pressare due centrocampisti e una punta laterale travestiti di attaccanti e riesce a spaccarci in due, impedendoci di far partire il fraseggio dalla difesa e mantenendo un pressing abbastanza continuo sui nostri lenti centrali difensivi. Il pareggio ci regala un pizzico di fiducia che, a tratti, spinge la difesa ad alzarsi fino al centro del campo. Vargas e Joaquin riescono a trovare la possibilità di essere serviti e anche qualche spunto. Peccato che ormai Borja e Mati siano all'ammazzacaffè, dopo un'ora di corsa utile solo per aggiornare runtastic sull'iphone.
    Gila è un bignami dei movimenti offensivi. Praticamente batte l'area più lui di Baba e Alino in un'ora abbondante.
    Tata è un gatto, leccato dalla sfiga sul gol, fa un mezzo miracolo su Kucka e sporca il tacco che poteva farci scoppiare le coronarie alla fine.
    Alino cerca il pallone, che non gli arriva dove dovrebbe arrivare, ma forse ha fatto qualche happy our più di Gila, in questi mesi post-Catai.

    RispondiElimina
  168. E' il più agile in area, considerando l'affollamento che si crea nell'area avversaria quando attacchiamo, mi sembra anche il più adatto

    RispondiElimina
  169. Quello che se comprava le partite con le valigette di soldi si sente derubato e parla di interessi in ballo da tutelare.

    RispondiElimina
  170. Mah...Tata evita la sconfitta in superiorità numerica.
    Quando evoco la preparazione atletica, oggi si è avuta la riprova. Ora voglio vedere cosa si inventa per non vedere un gioco senza schemi d'attacco, asfittico, noioso, improduttivo contro dei pedalatori, ma che sanno cosa umilmente fare.

    RispondiElimina
  171. Ma perché è un aziendalista, segue il mood di chi vende uno dei top ed a metà campionato tira i remi in barca passando all'incasso

    RispondiElimina
  172. sembrava la viola di inizio campionato, cioè quella senza il Pek. Alla fine, c'è poco da fare, quel gioco lì senza di lui non lo riusciamo a fare, in particolare contro una squadra che pressa seriamente. Ed è deludente, c'è poco da fare, al di là del risultato che può non essere pessimo, è che abbiamo proprio giocato di merda.

    RispondiElimina
  173. Toc! Rigore entrato. Ah ah ah che goduria

    RispondiElimina
  174. Empoli ottimo all'Olimpico - 1-0 e Roma in 10.
    Vendere Benatia e giocare le coppe ha tolto molto smalto alla squadra di Garcia.

    RispondiElimina
  175. Montella a sky ha detto che sono mancate le "transizioni". Interpretatelo come vi pare

    RispondiElimina
  176. giocano in maniera diversa. Noi, evidentemente, non siamo capaci...

    RispondiElimina
  177. Io non capisco: ma come fanno le altre squadre di A che giocano sempre senza il Pek?!

    RispondiElimina
  178. Come l'anno scorso. Parlava di stanchezza mentale. Oggi ha detto stanchezza nervosa

    RispondiElimina
  179. Lo so, era una battuta dettata dall'euforia dell'Empoli di Sarri.

    RispondiElimina
  180. Ti ho letto ora. Mirabile commento.
    Infatti quando gli hanno chiesto della mancanza di Juan ha glissato.
    Ah cosa non si fa per la pagnotta

    RispondiElimina
  181. Guardavo la partita delle 21 e ho pensato che non giocava ancora Cuadrado: poi ho capito che i Blues erano quelli dell'Empoli e non del Chelsea.
    Comunque l'ottimo Russo ha pensato bene di ristabilire la parità numerica buttando fuori Saponara: il controllo mi sembrava di spalla

    RispondiElimina
  182. Io spero solo che l'anno prossimo Vecino non venga rovinato tornando a quella società che c'è l'ha dato in prestito.......

    RispondiElimina
  183. Ma questo é un mio post di ieri! E il commento che ho scritto, dov'é, Pollock?

    RispondiElimina
  184. È passato ora lo spot Wolkswagen. C'é ancora LUI

    RispondiElimina
  185. Impossibile non parlare di mercato in casa Fiorentina. Vincenzo Montella, tecnico dei viola, ha così espresso il suo giudizio su Mohamed Salah, l'esterno egiziano in arrivo dal Chelsea nell'ambito dell'operazione Cuadrado: "E' un ottimo giocatore - afferma l'allenatore dei toscani - dobbiamo capire quanto ci metterò ad ambientarsi. Così come Cuadrado può giocare da seconda punta così come da attaccante esterno, ma non da quinto di centrocampo. Per questo ci serve un vice Joaquin".

    RispondiElimina
  186. Primo obiettivo stagionale andato, con prua sconquassata sullo scoglio di Genova...
    Reparti allungati, palloni persi per frazioni di secondo (stanchezza, poca lucidità), pugna persa causa solita andatura poco tosta, con contrasti che ci hanno quasi sempre visto perdere la palla...
    Difesa non ballerina ma mai sicura, spesso arruffona... Il centrocampo era partito bene ma un tenore non puoi sostituirlo con un baritono.
    Attacco virtuale, con valore molto vicino a quello che si otteneva nei videogiochi, cioè ci sei quasi ma poi usciva la scritta "Game Over".
    Diagonali spesso sbagliate, spazi coperti meglio dai grifoni, ripartenze senza aiuto ai portatori di palla. Perché?
    Tutto sommato é stato un successo quel che é successo in tre giorni:
    - 31 milioni in cassa,
    - un buon ingaggio risparmiato,
    - ammainate le vele per la CL,
    - i rinforzi risparmiati, (ora a cosa servirebbero?)
    - dimostrazione che quel che mancava a questa squadra non era la presenza di Cuadrado, anzi....(non ho sbagliato la frase, é così!)
    Già eravamo prevedibili, secondo molti, invece senza di lui......le novità, le sorprese, gli scherzi, le accelerazioni, i tiri in porta, lo scompiglio, l'avversario saltato per avere superiorità numerica si sono moltiplicate! Un portento!
    Gli stratagemmi hanno valore breve, le strategie pagano. Per ora la società, non la squadra.

    TATARUSANU 7+ : per due, splendide, volte ci tiene in partita; reattivo e con cancellino in mano a pulire bene dalla lavagna degli spogliatoi la parola "Neto".

    TOMOVIC 6-:gli tocca il migliore tra i peggiori scarti del Milan! Nullo in propulsione, spazza bene un paio di volte.

    BASANTA 5: le ultime partite da svagato, persi gli anticipi che erano il suo forte; pronto per riposare e far tornare "La Cosa" Savic (uno dei Fantastici 4).

    GONZALO R. 7: come sempre perentorio, deciso ma con una pecca su appoggio da querela. Quando si sgancia, la cabeza é portentosa. Mr.Fantastic (i Fantastici 4).

    VARGAS 6,5: alla fin fine alla sua età pedala più di molti giovanotti; cross stupendi per Susan Sue (L'invisibile dei fantastici 4)- Baba. Tiene botta.

    JOAQUIN 6,5: la Torcia (sempre dei Fab4, non i Beatles...), che accende con sgroppate che raramente hanno degno supporto e mai hanno uno che tagli (Mani di forbice? No.) dentro l'area a ricevere! Peccato, anche se ora inizia a essere stracco!

    VALERO 6-: Rincon lo insegue e lo bracca ovunque, Ricon lo supera e lo sovrasta, Rincon lo costringe a guardarsi le spalle, quindi poche palle degne di lui.

    MATI F. 6: ci prova ma esce (lungamente) dal match per poi rientrare con guizzi massacrati dal coriaceo centrocampo genoano. Appannato.

    BADELJ 6: inizia col piglio giusto ma manca sempre quel "quid" che per una volta possa sorprenderti. Sparisce mezz'ora per poi riapparire ma é fuscello. Personalmente lo vedo in progresso ma dovrebbe andare a ripetizioni dal Pek (7 sempre!). Non é giocatore di prima fascia, per questo sta bene a Firenze......!

    DIAMANTI 6-: gioca in un cubo di 8 mq., quando esce lo picchiano come manco i figli di Mao con la goccia cinese! Ha bisogno di allenarsi e capire che Baba é...così!

    BABACAR 4,5: neanche un ufo avrebbe scalfito il suo atteggiamento da menefreghista assoluto. Non azzecca un movimento uno, non si propone mai e non protegge la palla. Addirittura scivola come 6 anni fa contro l'Empoli in Coppa Italia. Ha ragione Raiola...non gioca!

    KURTIC 4,5: già sapevamo tutto. Il minuto d'ingresso, i tre passaggi consecutivi sbagliati, un cross alla Scarnecchia, un rendimento da biglietto d'andata in mano.
    GILA 6: cosa combina in 7 minuti ha di personaggio della Marvel!
    RICHARDS S.v.: io non lo capisco, come lui non capisce cosa vuole il mister da lui.

    MONTELLA 5: incartato. Due punte per lui sono l'argomento di discussione tra donne, null'altro; spettatore disinteressato delle vicende societarie, continua a mandare messaggi, neanche cifrati, attraverso le risorse che schiera.

    RispondiElimina
  187. Si il primo tempo è stata una piccola pugna

    RispondiElimina
  188. Vediamo il bicchiere mezzo pieno. Con l'incasso per la cessione di Cuadrado si puo'restaurare il Colosseo e ci avanzano giusti giusti per comprare un altro Badelj

    RispondiElimina
  189. Oggi, con lotta per il 3o posto andato, non credo che convenga comprare nuovi calciatori; assi che possano arrivare a Gennaio, lo sappiamo benissimo da 3 anni 3, non esistono per le nostre finanze.
    I 31 avranno una sottrazione con i 20 milioni che occorrono per ripianare, ne avanzeranno 11 per portare ex slavi o scarti d'Albione a Firenze.
    Io oggi non comprerei nessuno, a che pro?

    Certo che andare a Roma senza che loro abbiano Castan, De Rossi, Steootman, Gervinho, Iturbe.....Quando ricapiterà?
    Riusciremo nell'impresa?

    RispondiElimina
  190. mi sembrate un po' troppo pessimisti, o forse eravate troppo ottmisti prima: partite schifose le abbiamo fatte anche con Cuadrado. Non mi sembra cambi molto per un pareggio a Genova.

    RispondiElimina
  191. Mi sembra invece che stiamo soffrendo molto l'assenza di Savic, che con i suoi limiti è comunque il compagno migliore di Gonzalo (per fortuna almeno lui ha rinnovato)

    RispondiElimina
  192. Iturbe infortunato.

    RispondiElimina
  193. Salah: sto toccando ferro, mi innervosiscono questi ritardi dovuti sembra al visto. Con il "calcio burocrato" bisogna stare in campana

    RispondiElimina
  194. Senti aria di El Hamdaoui e Pizarro [del Lanus]?

    RispondiElimina
  195. Diciamo che dopo quei due casi e quello di Berbatov mi sento tranquillo solo dopo le firme

    RispondiElimina
  196. Toh le coincidenze:

    http://www.tuttomercatoweb.com/altre-notizie/roma-niente-prova-tv-per-pjanic-non-e-stato-ripreso-il-colpo-a-mario-rui-641210

    giocatore il Mario Rui, che - ripeto per la terza volta - mi piace assai

    RispondiElimina