.

.

martedì 6 gennaio 2015

Maremma maiala


Era in Maremma Pino Daniele quando si è sentito male, forse per darci modo di fare davvero un buon uso di quell’espressione tipica tra il volgare e lo slang. Non solo quindi perché era la terra bellissima lungo la strada tra San Donato e Magliano in Toscana dove da anni aveva deciso passare parte del suo tempo. Il destino ha voluto che fosse anche la terra dove si sarebbe guastato irrimediabilmente anche quell’amplificatore malandato con il quale faceva suonare le sue chitarre. In compenso ci lascia tanta bella musica, e va ricordato come uno degli artefici della rivoluzione musicale napoletana. Non certo come Bruscolotti. Capace cioè di oltrepassare a piè pari quella melodia pura, sogno, cuore e amore, pizza e Vesuvio, lontana dai problemi veri di Napoli. Per mostrare una Napoli ben diversa, e per non sposare  la Tatangelo. Una musica che si alimenta di Africa, Oriente, Sudamerica, blues e jazz, con quella voce che sembrava uno strumento e che coglieva umori, atmosfere e stili di una Napoli che nessuno aveva colto prima di lui a parte la Camorra. Pino si era inventato qualcosa che prima non c’era, come Arrigo Sacchi che ha vinto perché pensava in napoletano e faceva giocare gli olandesi. Pino autodidatta capace di suonare con il mondo. Anche con Pat Metheny. Lo ricordo con un po’ di commozione perché è stato per certi tratti la colonna sonora negli anni della mia giovinezza, anche quando era ancora il bassista dei Napoli Centrale. Oggi il mio bassista è Pizarro. Capelli bianchi e barba scura, tanto che quando l’ho visto al concerto dell’ultimo dell’anno mi sono chiesto se si tingesse i capelli. Sono contento di aver scherzato con lui quell’ultima volta mentre abbracciava la sua chitarra come se fosse una donna. Se ne è andato sostanzialmente per colpa della maleducazione, perché la morte non lo ha avvertito. Così oggi rivaluto la maleducazione di chi non lascia il posto a sedere sull’autobus. Perché c’è maleducazione e maleducazione. Pino Daniele era più forte anche di Maradona e Napoli oggi piange davvero. Chissà se dirà a Massimo Troisi “Scusate il ritardo”, senza che Massimo si guardi a sinistra e destra prima di rispondergli “Pino, so’ uno solo io”. E poi perché siamo un po’ tutti neri a metà. Anche io, visto che pur vivendo in una regione dove si fanno prosciutti eccellenti, in una nazione dove ce ne sono di ottimi come a San Daniele, Norcia, o a Parma, dove oggi a proposito di cuori che si fermano, ricomincerà a battere il nostro, io preferisco quello spagnolo. Nero a metà come la Viola che vince solo fuori casa. Nero a metà come l’Oltrarno che è la metà più bella. Nero a metà come Richards che non gioca o come Marin che ce n’hanno dato solo una metà. E cosa c’entra allora Pino Daniele con Peppino di Capri? O il Pata Negra con la Cinta Senese? Così alla fine mi toccherà morire a Piacenza.






249 commenti:

  1. https://www.facebook.com/DiegoMaradonaOficial/photos/a.612964465421573.1073741837.104346839616674/862574800460537/?type=1

    RispondiElimina
  2. Sì è quello di Diego

    RispondiElimina
  3. Pino aveva casa anche a Gaeta, poco distante dal mio paese. Un uomo cresciuto nelle difficoltà, erano tanti fratelli e non si campava bene...fu affidato a degli zii. Si é fatto da solo. Un genio...a 18 anni scrisse "Napul'é".
    Senese, Esposito, Collins, De Piscopo...il super gruppo rinato dopo 30 anni.
    Dovevo andare a Conegliano, inizio dicembre, ma in questa terra (un po') razzista mi dissero "Che vai a sentire un napoletano?".
    Come se uno di Leeeds non va ad ascoltare uno di Londra.....
    Le mie canzoni sono state "Ferry boat", "Bella 'mbriana", "Je so' pazz'".
    Poteva sopravvivere, basta si recasse in ospedale. No, voleva andare a Roma.
    Allora...lui mi regaló il primo calembour con l'album dal vivo "Sciò'", che si legge si "show" ma che in napoletano significa "Va' via!", si usa molto per scacciare le mosche.
    Rimane in vita il mio altro idolo napoletano, Salemme. 'Stavolta andrò (come fu a Monfalcone).

    RispondiElimina
  4. Il Parma va affettato! Magari affettato "a strappo"......
    E come fa il maiale quando precipita dal 10o piano?......Speck......!

    RispondiElimina
  5. Parma o San Daniele sono ottimi, ma sul "Parma" ci sono troppi dubbi. E li sottoscrivo. Camion con suini dall'Olanda arrivano ogni mese a Parma...

    RispondiElimina
  6. Tatarusanu giocherà????!?
    Kasami ci serve?
    Diamanti ci serve?
    Gila occorre?
    Serve, occorre vincere oggi.

    RispondiElimina
  7. Matteini è quello che più si avvicina all'idea che mi sono fatto della vicenda Neto.

    http://www.violaamoreefantasia.it/fiorentina-vs-neto-unico-sconfitto-il-tifoso-viola/

    RispondiElimina
  8. A me è piaciuto molto fino all'85, dopo francamente no. "Sciò" l'ho consumato, se non ricordo male ce l'avevo in una custodia con doppio nastro, gli altri in vinile. Tra l'altro quando ero "militare" all'Unione Ciechi ho conosciuto il padre, cieco, che era il presidente nazionale. Pino l'ho visto suonare dal vivo una sola volta nell'85 o nell'86, non ricordo, a Livorno, per la tournee di Ferry Boat.

    https://www.youtube.com/watch?v=gTk3PhmW7x8

    RispondiElimina
  9. Avevo 16 anni...

    RispondiElimina
  10. No, 10 di più

    RispondiElimina
  11. Una meravigliosa versione con Eric Clapton

    https://www.youtube.com/watch?v=iZlO0R6AbiU

    RispondiElimina
  12. Sopra sono preoccupato per il tuo stato emotivo.
    Se qualcosa andasse storto non prendere decisioni affrettate.......
    Al limite chiama la tata........
    Se poi avesse un'amica sarebbe perfetto.........

    RispondiElimina
  13. Boss, complimenti, oggi l editoriale è stato superiore

    RispondiElimina
  14. Grazie. Sono solo un piagnucolone.

    RispondiElimina
  15. Non è così ed il Matteini è un altro che si inventa le sue storie. Cioè non è così se dice che a giugno Neto non voleva firmare. Non accettò le condizioni proposte ma rilanciò a cifre che erano il 50% più basse di quelle offerte adesso e che la società non accettò. Allora era solo una trattativa come mille se ne fanno in queste occasioni, trattativa che la società aveva tutto l'interesse a chiudere e che non chiuse, per propria decisione e volontà, facendo un errore clamoroso. Lo ripeto per la cinquantesima volta, se anche fosse vera la versione tua e di Matteini (e so che non è vera) le prove di forza si fanno allora, non adesso. Allora si dice "o firmi o vai sul mercato perché esci dai nostri piani", quando con tutto un anno davanti il giocatore che, ricordiamo, era uno che aveva fatto un campionato solo, non poteva giocarci molto con lo stare a guardare, Comunque sia ora si è fatta un'altra cazzata con questo sputtanare il giocatore, con questi piagnistei della checchina isterica si è tolto all'allenatore il portiere titolare senza alcuna necessità. Tatarusanu che tutti ora invocano, ha fatto allo Steaua la stessa cosa che ha fatto Neto, ha rifutato le offerte di rinnovo e se ne è andato a parametro zero. Portiere della nazionale, titolare indiscusso e punto di forza, da anni nella società, ha giocato fino all'ultima partita senza che nessuno desse in escandescenze o lo offendesse. Queste tragedie si fanno solo a Firenze. Ma si sarà malati?

    RispondiElimina
  16. Oggi senza tenori, Pek come un direttore d'orchestra solitario sul podio.
    Mi sembra una Fiorentina da battaglia con guanto di velluto che nasconde un maglio.

    I giornali, CorSport-Stadio, scrive di Diamanti molto probabile, un secondo portiere tipo Bardi o Romero (1,7 di ingaggio!?!?!!).
    Montella dice che Marin in futuro sarà utile: elegante accantonamento perpetuo del tedesco.
    Fuori Aquilani e Valero, Badelj non gioca neanche in questa situazione (al di la dell'indisponibilitá odierna). Segnali ancora...

    RispondiElimina
  17. Aquilani è mezzo rotto, Valero squalificato, Badelj, sembra, malato. Non è che ci fosse molto da scegliere aldilà di recuperare Brillante.

    RispondiElimina
  18. Focalizzavo su Badelj che comunque non credo avrebbe giocato. Kurtic occorre per tamponare una squadra che comunque sarà protesa in avanti (Mati, Gomez, Cuadrado, Joaquin, Alonso...).
    Su Marin cosa mi dici, JORDANONE? Dopo 5 mesi....

    RispondiElimina
  19. Che ti dico? Boh! La spiegazione semplice è che Montella lo trovi tatticamente inutilizzabile, almeno nelle condizioni fisiche in cui è. Quella maligna è che, avendolo portato Ramadani...Certo che non giochi nemmeno nei quarto d'ora finali, tipo Empoli, quando si deve vincere è molto strano.

    RispondiElimina
  20. Io ogni tanto vi metto un pezzo di Pino. Questa è una rarità perché è una delle pochissime volte che canta insieme al fratello. Il pezzo è bellissimo "Je stò vicino a te". Come io sto vicino alla Viola, senza Neto, senza Montella, senza Cognigni e senza Della Valle. Sempre.

    https://www.youtube.com/watch?v=iZlO0R6AbiU

    RispondiElimina
  21. Ero convinto che i motivi fossero esclusivamente fisici, ma vedendo come ha giocato e segnato in EL - non certo come ai tempi di Brema, ma nemmeno da non poter fare nemmeno 30' in campionato... - e soprattutto percependo una guerra sempre meno sotterranea tra Pradè & Montella e Conhinhi, sto cambiando idea. Penso che Marin non giochi per ripicca del duo romano. Certo non mi sembra aver recuperato la brillantezza nello spunto di prima, ma con la qualità che ha è scandaloso tenerlo sempre fuori quando là davanti hai fatto giocare un inguardabile Ilicic e il fumosissimo Cuadrado fuori ruolo.

    RispondiElimina
  22. http://www.tvsvizzera.it/intrattenimento-e-cultura/Showcase/Je-so-pazzo-1248079.html

    RispondiElimina
  23. https://www.youtube.com/watch?v=mE8SFhOdAW8

    RispondiElimina
  24. che s'è rinvivito? ieri s'è mangiato anche la tua!

    RispondiElimina
  25. Che bella versione!! La band storica. (Come erano giovani)

    RispondiElimina
  26. e avete fatto bene, ancora febbre e tosse, ci vole pazienza, mi raccomando la prossima un la fate tra 5 anni...

    RispondiElimina
  27. Grazie. Fatto

    RispondiElimina
  28. se ce n'ha due e un si guarda nemmen la partita

    RispondiElimina
  29. Grande Deyna. Mi sarebbe piaciuto continuare fino all'inizio della partita. Sono a pranzo fuori e tra un po' devo uscire.

    RispondiElimina
  30. A vederli oggi tutti insieme ci si rende conto della grandezza di quella band... De Piscopo, Zurzolo, Amoruso, Esposito e Pino... eppoi gli assoli di tastiera di Joe Amoruso... peccato, uno dopo l'altro se ne stanno andando tutti i miei idoli di ragazzo...

    RispondiElimina
  31. Tra un po' esco anch'io, spero ci sia chi continui nell'omaggio. O ma te pensi sempre a mangià, eh?!

    RispondiElimina
  32. https://www.youtube.com/watch?v=80YA0JlYvq4

    RispondiElimina
  33. Versione jazz. Due voci così diverse. Con Mario Biondi.

    https://www.youtube.com/watch?v=Ac_GB8oOpEk

    RispondiElimina
  34. Ci vorrebbe Lele. Non so se ve ne siete accorti ma la mia è pubblicità subliminale di Montella.

    RispondiElimina
  35. Montella ormai si è romanizzato, con Pradè sono il gatto e la volpe.

    RispondiElimina
  36. Ciao e forza Viola.

    RispondiElimina
  37. E, mi permetto di aggiungere, come Valdes stava facendo a Barcellona (prima di infortunarsi).

    RispondiElimina
  38. la mia preferita è questa, che trovai in una vecchissima cassetta di mia madre da ragazzino... https://www.youtube.com/watch?v=80YA0JlYvq4

    RispondiElimina
  39. ahah non avevo visto che l'avevi postata anche tu!

    RispondiElimina
  40. "Se Neto ha scelto così perché pensa che altrove troverà di meglio, ma non è detto che possa essere così. Lo stesso vale per me." parole di Montella in conferenza stampa....Che si sia ai materassi?

    RispondiElimina
  41. Vedi, questo è il problema delle trascrizioni delle conferenze stampa, in cui risposte a domande circostanziate e articolate vengono trasformate in battute da interpretare in maniera autonoma.
    Se guardi il video, vedi che gli è stata fatta una domanda precisa, e cioè: Neto dice che se ne va perché insoddisfatto del progetto, tu sei stato rassicurato dalla società in questo senso? E come influisce questo sulle tue prospettive?
    Quindi la domanda era, di fatto: farai come Neto?
    E lui ha risposto: "Se Neto ha scelto così perché pensa che altrove troverà di meglio, ma non è detto che andrà così. Lo stesso vale per me. Non è detto che faccia la stessa scelto di Neto, infatti."
    Questa è una dichiarazione di fiducia nei confronti della società, in tutto e per tutto. Montella ha detto che uno può andarsene in cerca di meglio, ma forse la Fiorentina non è peggio di tanti altri posti, anzi, e infatti lui intende restarci, a differenza di Neto.

    Poi io sono convinto che si tratti di una dichiarazione diplomatica (è ovvio che un allenatore che non è competamente irresponsabile a gennaio ti dice che crede nel progetto e che vuole restare, poi magari a maggio dice il contrario) e che nella realtà si sia davvero ai materassi. Però, ecco, quella dichiarazione non è messa in quei termini.

    RispondiElimina
  42. "Quello che c'è qui, lo trovi anche da altre parti...Quello che non c'é qui, non c'é neanche da altri parti...". Opinabile ma a me piace questo motto.

    RispondiElimina
  43. Concordo appieno.
    "Se n'è andato sostanzialmente per colpa della maleducazione....."
    Mi hai raggrinzito lo stomaco.

    RispondiElimina
  44. 40 km a Parma...ZAPHODB, avevi ragione. Sono ansioso.
    All'autogrill un tizio mi ha chiesto "a gioca a Parma, la Fiorentina?" e io ho risposto "Non so chi giocherà in porta!".

    RispondiElimina
  45. Per Ljajic la stagione potrebbe essere finita.

    RispondiElimina
  46. formazione ufficiale: Tatarusanu, Rodriguez (Vice capitano), Pizarro (Capitano), Cuadrado, Fernandez, Savic, Kurtic, Joaquin, Basanta, Alonso, Gomez.
    Mi sembra quella prevista.

    RispondiElimina
  47. Si è parato le chiappe

    RispondiElimina
  48. stefano vienna6 gennaio 2015 14:31

    Ci mancava solo che Neto giocasse titolare.

    RispondiElimina
  49. Eccoci....Con giovani amici pronti...

    RispondiElimina
  50. Fischi, molti, per Neto.

    RispondiElimina
  51. Ma Parma è tranquilla?
    Siete fuori del formaggio barbari di viola......

    RispondiElimina
  52. BARDATI non barbari affanculo al correttore

    RispondiElimina
  53. Sul divano ma NON di pelle come il mio

    RispondiElimina
  54. comunque dopo Marassi altro campo di patate indegno della Serie A. Non c'è un rimbalzo che riesca regolare, né a noi né a loro.

    RispondiElimina
  55. Ormai per il tedesco non c'è più speranza

    RispondiElimina
  56. È servito chi voleva servire Pasqual .......

    RispondiElimina
  57. davvero. Un gol e mezzo regalati da Alonso.

    RispondiElimina
  58. Necessità El Loco

    RispondiElimina
  59. Al terzo c'è l hanno dato cazzo!

    RispondiElimina
  60. Nemmen colle mani maremma maiala davvero

    RispondiElimina
  61. Dino si sta autoestinguendo.

    RispondiElimina
  62. Levatemi Gomez di davanti agli occhi oppure andate nello spogliatoio, guardate nella sua borsa e buttategli via quel pupazzetto coi chiodi nelle gambe

    RispondiElimina
  63. Se non trova il modo di segnare, oggi lo perdiamo definitivamente.

    RispondiElimina
  64. Per una volta che ci regalano un rigore si sbaglia. Comunque me lo sentivo quando ho visto la palla tra le mani di Gomez, era troppo parte del copione maledetto. Gioco di merda fino a ora, zero movimenti senza palla, lentezza estrema, imprecisione.

    RispondiElimina
  65. Io vorrei sapere che diavolo ci sta a fare Cuadrado fra centrocampo e attacco. Casino di sicuro, il resto me lo direte voi.

    RispondiElimina
  66. finire il primo tempo sotto di un gol col 65% di possesso palla contro l'ultima in classifica rode, evidentemente. Parma impegnato solo a difendersi, che segna solo per un clamoroso regalo di Alonso. Dei nostri splendido solo Mati, da cui piedi vengono tutti i pericoli per Mirante, che comunque sono 3 o 4 e belli grossi, ma restano tutti nelle gambe e nella testa di Gomez. Mi dispiace molto per lui, non so più cosa dire, oggi la squadra gli ha anche dato i palloni giusti, ma bisogna buttarli dentro. Per il resto, male Kurtic, che non riesce a partecipare al possesso, lasciando solo Pizarro, sistematicamente triplicato.
    Pessimi Alonso e Kurtic, ottimo Mati, sufficienti Pek e Joaquin, mediocri tutti gli altri.

    RispondiElimina
  67. Dire che "non è detto che io farò la stessa scelta di Neto" quando hai un contratto fino al 2017 senza che nessuno te l'abbia chiesto a me un po' da pensare lo dà. "Non è detto che" non è sinonimo di "non la farò" come dici tu

    RispondiElimina
  68. Gomez mediocre? E' in evidente stato confusionale e non so come si potrà sbloccare, non sta più neanche in piedi....

    RispondiElimina
  69. Gomez neanche l'ho considerato, su di lui non ho parole, che devo dire...

    RispondiElimina
  70. Per me far calciare il rigore ad uno che ha il panico della porta in questo momento non è stata una grande idea.

    RispondiElimina
  71. Mati per me pessimo fino ai 10' finali del tempo, quando è molto cresciuto. Cuadrado si butta a ogni alito di vento, e l'arbitro oggi qualche volta ci casca anche, "rigore" compreso. Marione Gomez è imbottigliato in un ingorgo inguardabile, trova anche la maniera di smarcarsi al tiro due volte, ma sbaglia.

    RispondiElimina
  72. Era scritto che sbagliava.

    RispondiElimina
  73. Gomez ha avuto occasioni su imbucata, di testa, su rigore e le ha sfavate tutte.
    Mi sa che ora segna su rimpallo di schiena

    RispondiElimina
  74. Stiamo perdendo contro una squadra mediocre. I loro lanci alla viva il parroco...stanno lì, tanto la viola invece di andare sul fondo tenta di sfondare centralmente, dove non c'è un solo pertugio.
    Kurtic sembra svogliato, unico a fare movimento è Cuadrado, Pizarro troppo in orizzontale.
    Loro uno in meno (Palladino?), due over 30 arcigni (Paletta e Lucarelli) ma rischiano di prendere il secondo rigore.
    Tre palle gol, un rigore sbagliato.
    Manca un po' di coraggio nell'osare tiro da fuori ma oggi sembrano tutti tutti mosci (gol mangiato di Gomez, punirli Mati, rigore sbagliato).
    Cosa fare? Il Parma gioca come una qualsiasi provinciale al Franchi....
    Marin???!???......?

    RispondiElimina
  75. E che deve verticalizzare il Pek, se non si smarca nessuno?

    RispondiElimina
  76. IL rigore c'era su Gomez, in quel colpo di testa ravvicinato ma non era facilissimo da vedere.

    RispondiElimina
  77. Quello forse c'era, ma son più le volte che non lo fischiano...

    RispondiElimina
  78. Come a Genova, pallone tolto al rigorista designato. Non funziona così.

    RispondiElimina
  79. per me l'ha deciso lui d'autorità di tirarlo

    RispondiElimina
  80. Non avevo notato, chi tirava?

    RispondiElimina
  81. come "senza che nessuno te l'abbia chiesto"? La domanda era proprio quella invece!

    RispondiElimina
  82. Oggi, col Parma arroccato dietro e con poca o nulla esigenza di pressali alti, se non fa entrare Marin è da licenziamento in tronco.

    RispondiElimina
  83. infatti il Pek non è colpevole, tiene palla ma Kurtic non è certo il partner con cui scambiarla, l'unica cosa che può fare è darla a Mati, e infatti tutte lì vanno.

    RispondiElimina
  84. I gol rendono diverse le percezioni del gioco. Dovremmo essere due a zero dopo 45 minuti e invece siamo sotto. Con questo non voglio dire che si stia facendo il meglio. Questo secondo tempo ci dirà di che pasta siamo fatti veramente.

    RispondiElimina
  85. Sempre Gonzalo...(Gomez e Cuadrado si disputeravano la sfera...).

    RispondiElimina
  86. In tv sembra ci sia un problema di ritmo e di velocita' nella circolazione della palla. Anche sfiga

    RispondiElimina
  87. certo, 65% di possesso e 4 occasioni da gol nette. Però se non la butti dentro...

    RispondiElimina
  88. Ma che ci sta a fa Montella in panchina??? E' peggio di Prandelli.

    RispondiElimina
  89. E' vero mi sembrava avessero chiesto solo di Neto. Comunque resta il fatto che il "non è detto" lascia aperte le porte mentre uno che ha un contratto fino al 2017 poteva essere più deciso., secondo meì, nella negazione. Incazzato è e non poco.

    RispondiElimina
  90. Via, si ricomincia.

    RispondiElimina
  91. sì, su Sky dicono che Montella strillava proprio quello, di muoversi di più senza palla e farla girare più velocemente.

    RispondiElimina
  92. 70% di possesso palla

    RispondiElimina
  93. Esatto. Il pallino è nostro. Credo entrerà Aquila.

    RispondiElimina
  94. sì ma infatti sono d'accordo con te sul fatto che probabilmente sono allo scazzo. Dico solo che non ha detto niente di straordinario, gli hanno chiesto se si sente sicuro di un progetto che lo può convicere a restare e non si è voluto sbilanciare troppo sul sì. È stato diplomatico, come sempre. Se non fossero obbligatorie si potrebbero direttamente saltare, le conferenze stampa di Montella, tanto non si sbottona mai.

    RispondiElimina
  95. lo spero, Kurtic è inguardabile.

    RispondiElimina
  96. ecco, avevo approssimato per difetto a occhio...

    RispondiElimina
  97. Resta il fatto che sembra il Bignami della Fiorentina di quest'anno. Gioco offensivo lento, verticalizzazioni nulle, gioco difensivo aereo da piccioni. Gran possesso palla sterile e marcano quegli altri anche se son dei brodi patentati come questi

    RispondiElimina
  98. Ti sei avventurato in un picaresco "forza juve" su Violanews ah ah ah Mutu Mutu dove sei? Ci manchi

    RispondiElimina
  99. San Gioacchino pensaci tu.

    RispondiElimina
  100. Porca Eva per una partita del genere io perdevo la testa. Ne abbiamo già sbagliato 2 cazzo!!!!!!!

    RispondiElimina
  101. Non ci si può credere

    RispondiElimina
  102. Juan vaffanculo. Mettere kebab contro questi stronzi

    RispondiElimina
  103. Ma Kurtic quanti cazzo di panettoni avrà mangiato?

    RispondiElimina
  104. 14 tiri (7 nello specchio) a 2 e si perde 1 a 0.

    Si prepara Aquilani.....

    RispondiElimina
  105. e stiamo perdendo contro Gobbi e Cassani.

    RispondiElimina
  106. miracolo di Basanta

    RispondiElimina
  107. perfino secondo Sky quello su Alonso era rigore. Il commentatore, testuale: "qualcuno dovrebbe avvertire i difensori del Parma che questi contrasti in area sono punibili, ne stanno facendo un po' troppi..."

    RispondiElimina
  108. Solo in Italia certe cose

    RispondiElimina
  109. L avrei fatto anch io dai kebab

    RispondiElimina
  110. Ora Jordan s'incazza però a tratti par di rivedere il titicche titocche dei tempi andati.
    Non so voi, io un lo sopporto più.

    RispondiElimina
  111. Doppietta di Dybala...

    RispondiElimina
  112. Mi sono rotto il cazzo siamo senza palle, inutile parlare di sfiga e storie. Porca puttana

    RispondiElimina
  113. Sembrerebbe una giornata pro-viola...c'è da piangere.

    RispondiElimina
  114. Hai ragione. I rigori ce li danno e li sbagliamo. Siamo una pena, senza palle. Non salverei nessuno fino ad ora, allenatore compreso...

    RispondiElimina
  115. e domenica giochiamo senza Savic e Gonzalo.

    RispondiElimina
  116. Mi tira dirlo ma con questa prestazione sprofondiamo più di quello che dice la classifica e domenica abbiamo la squadra più in forma del campionato.

    RispondiElimina
  117. Non ci siamo più dal primo cambio

    RispondiElimina
  118. Marin si scalda da tempo. Sta giungendo a punto di fusione.

    RispondiElimina
  119. sì domenica la vedo grigissima.

    RispondiElimina
  120. Siamo dei dilettanti. Marin e vargas hanno la labbra. Giochiamo ci nel ham. Riflettere.

    RispondiElimina
  121. Si può giocare peggio di gomez? Cuadrado

    RispondiElimina
  122. E il rigore l'ha tirato dalla stessa parte di Gomez, ma molto molto meglio.

    RispondiElimina
  123. ma Gomez l'ha tolto nell'intervallo?

    RispondiElimina
  124. E comunque i nuovi entrati fantasmi ugualmente.

    RispondiElimina
  125. M importa una sega di dybala. Qui siamo nel bottino

    RispondiElimina
  126. anzi, da quando ha tolto Alonso per mettere una punta in più, non riusciamo neanche più a fare il possesso inutile e quindi a procurare alle punte palloni.

    RispondiElimina
  127. io non m'incazzo perché è da mo' che lo dico.

    RispondiElimina
  128. Avessimo palle Cassano non uscirebbe dal campo con le proprie gambe

    RispondiElimina
  129. mi viene in mente una sola parola: presunzione. Cosi' facendo ci asfalteranno tutti

    RispondiElimina
  130. Finire a cazzotti e basta

    RispondiElimina
  131. Questa stagione si sfalderà dopo questo inizio 2015 con i fiocchi, grazie a sapiente gestione del campo e dei contratti.

    RispondiElimina
  132. Chi semina vento raccoglie tempesta. Squadra società senza testa e squadra anche.

    RispondiElimina
  133. Allora fo incazzare Pollock.
    Allora, o un s'era fori hasa???

    RispondiElimina
  134. Cassano ha preso una gomitata in faccia da Savic

    RispondiElimina
  135. Ahah in quei casi forza juve, sì, se ci "soffiano" Diamanti

    RispondiElimina
  136. mi pare evidente che è saltato qualcosa, mentalmente davvero non ci siamo, il primo tempo in cui giochi tanto e becchi un gol fortuito ci può stare, ma il secondo in cui ti lanci in un arrembaggio sconclusionato senza fare una sola azione vera di calcio non solo non è da terzo posto, non è proprio da Fiorentina.
    6,5 Mati, sufficienti Pizarro, Joaquin, Basanta e Tata, sotto tutti gli altri, senza appello.

    RispondiElimina
  137. sì, la confusione mentale assoluta non riesco a spiegarla in maniera diversa.

    RispondiElimina
  138. Mancava solo una invasione di campo.... Ho visto di tutto oggi.

    RispondiElimina
  139. Mah..in fondo oggi non si è visto nulla di nuovo in negativo che già non si conoscesse. Le insidie di una partita contro giocatori motivati dai bonifici degli stipendi arretrati in arrivo col cambio di proprieta', si conoscevano. Purtroppo sono mancati quei trenta minuti di intensita' che di solito ci permettono di sbloccare il risultato. Il secondo tempo non fa testo: un rodeo

    RispondiElimina
  140. Zaza ha fatto un goal strepitoso.
    Ho deciso che comincio a tifare Sassuolo.

    Sopra allora questa tata le amiche le porta?

    RispondiElimina
  141. quello che dici vale per il primo tempo, dove abbiamo avuto semplicemente la solita sfiga e la solita difficoltà a buttarla dentro. Ma nel secondo tempo non c'è stato un attimo di lucidità, e su quello, mi dispiace, l'allenatore ha responsabilità.

    RispondiElimina
  142. il Milan è meno strisciato della Sassentus...

    RispondiElimina
  143. Ma il fatto che sia diventato un rodeo qualcosa vorrà pure dire.
    Se non riesci a pensare con lucidità contro questi scarzignudi allora sei oggettivamente come loro.

    RispondiElimina
  144. Chi era allo stadio avrà visto meglio. In tv sono sembrati un po' contratti da subito. Terreno di gioco pessimo. Non avevano molta brillantezza fisica. Non si smarcavano. E quando è così si innervosiscono sempre. Poi il rigore...

    RispondiElimina
  145. Eh lo so ma non ce la faccio.
    Dopo le merde innominabili vengono loro, i padroni dell'emittenza arbitrale, la squadra più titolata al mondo che non può non andare in Champions, capace di far dare un daspo al primo che gliele canta chiare in viso.

    RispondiElimina
  146. Per me, e l'ho scritto ieri, questa era la partita di Vargas. El Kebab è attualmente improponibile in serie A

    RispondiElimina
  147. Tatarusanu 6; Savic 5.5, Rodriguez 5.5, Basanta 6.5; Joaquin 6, Kurtic 4.5, Pizarro 6, Mati Fernandez 6+, Alonso 4.5; Cuadrado 4+, Gomez 4+ [Aquilani 4.5, El Hamdaoui 5, Pasqual s.v.]. Squallido titicche titocche senza profondità, movimenti senza palla, cambi di ritmo, idee. Esordio sufficiente di Tata, anche se i netofobici avrebbero sicuramente bollato come scandalosa la sua posizione a metà tra porta e uscita in occasione del gol. Benino tutti i difensori, ma Savic e Rodriguez rovinano la loro prestazione con due espulsioni evitabili [la prima ammonizione di Gonzalo però non c'era]. A centrocampo disastrosi Kurtic e il subentrato Aquilani, sufficiente il Pek, che però non aveva uomini davanti a dettargli il passaggio profondo. Ai lati benino Gioacchino, male Alonso in entrambe le fasi. Brutti primi 35' di Mati che poi si riprende e cresce, lottando anche con tigna. Cuadrado confusionario e libellula che si libra in volo ad ogni alito di vento, trova un arbitro che ci casca e gli concede un rigore inesistente. Toglie dal piede di Mati un gol fatto, perde palla due volte rischiando di innescare pericolosi contropiede, tira alle stelle come Antognoni ai tempi della tarsalgia. Ci sarà chi lo preleva a gennaio sopra i 12 milioni? Gomez non parte neanche male, si smarca bene ma tira addosso al portiere due volte di testa e di piede, poi fallisce clamorosamente un rigore che lo stronca psicologicamente. In assenza di gioco e movimenti là davanti manca un genio che si inventi gol dal nulla, e Montella ha impedito il rientro del Fenomeno nella sua Firenze. Oggi abbiamo capito che il terzo posto è una chimera, e ci sarà da lottare anche per l'ingresso in EL.

    RispondiElimina
  148. ..GRAZIE INFINITE...e con questa interrompo la mia frequentazione da tutti i Siti in cui scrive gente che lo omaggia...prego, d'ora in avanti, di fermarsi un secondo a riflettere quando si denigra il passato..DV peggio di VOI neppure la JUVENTUS, al VOSTRO confronto anche MAROTTA mi pare un vero tifoso VIOLA....ROMA, REGALAMI UN SOGNO!!! Arrivederci a tutti, siete comunque grandi (ma davvero).

    RispondiElimina
  149. Errore nella Connessione Too many connections Warning: Errore nella Connession in /home/fiorentina/share/site.fiorentina.it



    Non credo sia per complimentarsi.

    RispondiElimina
  150. No dai, non ti dare all'alcool, non dilapidare un patrimonio in zafferano, non regalare la casa alle amichette di Mutu. Resta a parlare con noi, sono disposto anche a passare un video di Edmundo, Bati e Mutu al giorno, in attesa di rivedere qualche attaccante degno.

    RispondiElimina
  151. Montella a Sky" Partita sfortunata. Interpretata con la testa giusta. Neto mi garantiva meno garanzie (!) di Tata. Gomez è sfortunatissimo. A me da fastidio quando il portiere trattiene troppo il pallone. L'arbitro di oggi mi sembra fosse Damato. Come supremazia è stata la migliore del campionato. La squadra ha dato il massimo."

    RispondiElimina
  152. Prima intervista e prima risatina del 2015.
    Ma che cazzo c'avrà da ridere.

    RispondiElimina
  153. "Montella ha impedito il rientro del Fenomeno". Questa è la prima volta che la sento. Tutti le parti in causa hanno detto il contrario, interessati compresi.

    RispondiElimina
  154. stefano vienna6 gennaio 2015 17:34

    Comunque il fermo immagine del gol-fantasma è molto tendenziosa... la palla non ha ancora toccato terra e poi l'ombra crea l'illusione che la palla sia già dentro.

    RispondiElimina
  155. Ha detto che gli servono giocatori pronti ora e non a marzo [cosa da lui supposta], pur nel suo linguaggio sibillino è stato abbastanza chiaro.

    RispondiElimina
  156. Inquietante intervista di Pizarro in mixed zone: "Neto? Dispiace perché manca tantissimo alla fine del campionato ed è arrivato un comunicato del genere. Non è stato bello scaldarsi sotto gli insulti rivolti dai tifosi ad un nostro compagno. ". Ecco che ora si scatena la rincorsa a dare le colpe di un simile obbrobrio. Qui urgerebbe un intervento radicale, ma essendo solo al 6 gennaio, io ribadisco i grandi timori di uno sfascio dell'ambiente. Riprendendo una battuta di Foco riferita a Dino, che ora allargherei all'intero ambiente viola: la Fiorentina sta autoestinguendosi....

    RispondiElimina
  157. Partita - compendio di tutte le cose peggiori di questa squadra. Mancavano solo un paio di legamenti saltati e avremmo avuto tutto il peggio di tre anni di Fiorentina in 95 minuti.
    Per me, è la fine di una bellissima utopia tattica, che, come tutte le utopie, ti illude e poi frana, riportandoti alla realtà di come girano le cose.
    Montella ha dimostrato ancora una volta quali sono i suoi limiti, andando di pari passo con la società ne mostrare, nella stessa settimana, il perché non siamo una grande squadra. Non sono manco incazzato, sono solo consapevole.
    Speriamo, almeno, in un bel canto del cigno.

    RispondiElimina
  158. Comunque Gomez è un pacco degno del miglior (pace all'anima sua!) Socrates: a Firenze i fenomeni si devono allevare non prendere da fuori.

    RispondiElimina
  159. Sifone intoppato come ai tempi di Totoooooonci...

    RispondiElimina
  160. Xavier Jacobelli: "Risultato che non può non far pensare alle vicende societarie; purtroppo questo risultato a Parma é uno degli aspetti della situazione viola...".

    Io non ho visto nessuna parata di Mirante, nel secondo tempo.
    Però un record l'abbiamo conseguito: in corsa per 3o posto, andare a casa dell'ultima-in serie negativa, perdere, espulsi 2 centrali difensivi, un rigore sbagliato, nessun tiro in porta in 50 minuti.

    RispondiElimina
  161. Ci manca una PUNTA altro che minchiate.

    RispondiElimina
  162. Puoi sempre rimediare, dì che Lando Fiorini non sta tanto bene e solidarizza passando una quarantina di video

    RispondiElimina
  163. Ci manca il gioco offensivo e POI una punta, anzi MUTU.

    RispondiElimina
  164. Oltre al gioco offensivo mi sarei aspettato anche un'altra causa tipo l'assenza di Marin. Comunque vado di là a mangiare il panettone anch'io.

    RispondiElimina
  165. L'ideale sarebbe il decesso di Vittorione. Per poterlo omaggiare ah ah ah

    RispondiElimina
  166. Ha anche detto che la società non gli ha proposto nulla, se usiamo le sue parole come base.

    RispondiElimina
  167. Gomez è indifendibile e non fraintendete perché mi sembrate un po' agitati. Vi invito però solo per curiosità a riguardare il rigore calciato. Il portiere è come minimo due metri fuori della porta. Io purtroppo sono impegnato a mangiare tutti i panettoni di casa, perché io sono un tifoso vero e seguo gli insegnamenti della squadra. Non come voi che avete già iniziato le diete.

    RispondiElimina
  168. Mirante è sempre due metri fuori sui rigori...

    RispondiElimina
  169. Già fatto, l'ho detto nell'intervallo che oggi doveva mettere Marin anche se non copre!

    RispondiElimina
  170. credo che una somma vettoriale tra quello che scrivono FOCO e JORDAN ci dia le chiave per capire quello che è successo. La Fiorentina di quest'anno è quella del primo tempo: tanto possesso, 4 o 5 occasioni limpidissime ma non colte, basta una sbavatura difensiva e sei sotto. Però nel frattempo è intervenuta la figura di merda societaria di questi giorni, e quindi la solita controffensiva del secondo tempo viene gestita in una maniera confusa e nervosa che porta allo sfascio.
    Non è che la questione Neto ci ha creato dei problemi. È che abbiamo dei problemi dall'estate, ne stavamo gradualmente uscendo nelle ultime settimane con la costruzione di un equilibrio precario che, semplicemente, le vicende di questi giorni hanno fatto esplodere. E così si ritorna a un mese e mezzo fa, alla Sampdoria, al Napoli, si butta all'aria il lavoro fatto nelle ultime settimane e si sprofonda.
    Per quanto mi riguarda, Montella e la società si giocano parecchio in questo gennaio: o, tra tattica e motivazioni da una parte, e mercato dall'altra, si tira fuori qualche coniglio dal cilindro, e si pongono le basi per un girone di ritorno radicalmente diverso da quello di andata, oppure sia Vincenzo sia ADV (perché il capo è lui, a quanto dice) avranno fallito quest'annata.

    RispondiElimina
  171. è vero, dopodiché se tirava Rossi, preciso rasoterra sull'angolino, poteva stare fuori anche di tr...

    RispondiElimina
  172. ...e tu doppio pirla..

    RispondiElimina
  173. E' chiaro, diglielo a Deyna che sminuisce la classifica cannonieri di Pepito perché tira i rigori. Quest'anno ne abbiamo sbagliati 2 su 2. E se lo fai oggi in quel momento topico della partita magari qualcuno di voi oggi sarebbe più sereno e Pizarro non sarebbe stato costretto a raccontare novelle. Comunque li doveva tirare Marin ah ah ah

    RispondiElimina
  174. JORDAN. Io sto con JORDAN.

    RispondiElimina
  175. eh lo sai che l'unico punto di radicale dissenso tra me e DEYNA è la valutazione di Rossi, uno che ti mette il rigore freddissimo e perfetto sul 2-0 contro Buffon, non sull'1-0 contro Mirante...

    RispondiElimina
  176. E' troppo milanese pirla.

    RispondiElimina
  177. Non volevo giustificare il carciofo, era solo che mi è sembrato esagerata l'uscita in avanti del portiere. Solo curiosità e nessun alibi per il sellerone.

    RispondiElimina
  178. Rossi è un ottimo rigorista - anche se ne ha sbagliati anche lui, con Parma e Villarreal - ma nella valutazione di un attaccante per me i rigori non contano. Altrimenti Chiodi sarebbe stato un fuoriclasse. A Rossi comunque nessuno è mai andato a rompere i coglioni quando stava per tirare, quel demente di Cuadrado è la seconda volta che va a innervosire il tiratore designato [sempre Gonzalo, anche se oggi ha preso palla Gomez che era il secondo ed aveva la palla lì] facendo scenate per tirare lui il rigore.

    RispondiElimina
  179. Tatarusanu 5,5: un altro che nell'area piccola esita e la palla va dentro; Meglio la mia tata, lei le prende- se vuole.

    Basanta 6,5: regale, legale, unico difensore non espulso!

    Gonzalo 5: prendere due gialli contro due ex attaccanti è dilettantesco.

    Savic 5: Amato non fischia un fallo sul nostro cow-boy, lui tira una sberla a Cassano; doveva farlo prima, Savic.

    Kurtic 4,5: sembrava facesse un favore a qualcuno, nel giocare; contagiato da Ilicic?...probabile abbia esagerato con il cotechino.

    Pizarro 6+: San Girolamo almeno aveva un teschio...lui ologrammi, vicino.

    Mati 5,5: a sprazzi, non sprizza magia.

    Joaquin 5,5: il tempo vola, l'eternità lo immobilizza.

    Cuadrado 5,5: tira addirittura una punizione da 30 metri (la donna cannone volava più bassa). I guai che combina Youtube. O un compattino?

    Gomez 4: cerca disperatamente di invertire le "gerarchie" di quelli da cedere in questo calciomercato. Essere un "Raducioiu" é un dono della Provvidenza, inutile cercare di diventarlo, arriva da se.
    Non ammortizza ancora i 18 milioni del suo costo, la Merkel gongola per un altro debito che ingabbia l'Italia alla Germania.

    Alonso 5: ha voglia di fare ciò che non dovrebbe neanche pensare.

    Aquilani 5: più ne vorremmo uno diverso, più lui é se stesso.

    El Hamdaoui 4,5: meglio non illudere per dover poi deludere.

    Pasqual 5: vince il ballottaggio nell'area di riscaldamento. Ma Marin era tra il liquefatto e il gassoso.

    Montella 5: ennesimo rutto in faccia agli acquisti estivi; forse ha un pensiero fisso (durante i 90'): non pensare a nulla.

    Neto 4: c'ë chi va via in punta di piedi, facendo rumore, e chi va via sbattendo la porta senza fare chiasso. Lui sbatte la porta, facendo rumore.

    Cognigni 4: non presente alla riunione dello staff di ieri; ha preferito attendere la squadra a Parma. Ennesima dimostrazione che a lui della parte tecnica frega nulla.
    Devasta ma non s'immischia.

    Amato 5: la squadra più tecnica tartassata, 2 minuti per battere punizioni o rinvii, due rigori non visti, Cassano che lo tocca e lo insulta.
    Solo nel campionato italiano. A voi piace, così?

    RispondiElimina
  180. A norma di regolamento era da ribattere, comunque. Anche se ormai mi sembra tutto concesso: portieri avanti di due metri, uomini in area, attaccanti che fermano la rincorsa...E su una cosa Montella ha ragione, vedo i portieri tenere la palla tra le mani per ore.

    RispondiElimina
  181. Allora avevo visto bene.

    RispondiElimina
  182. A Genova pagata la voglia di strafare di Cuadrado, oggi Gomez s'impossessa della pelota.
    Cosa stabiliscono, in settimane? Gerarchie per il rigore? Poi in campo fanno come vogliono...

    RispondiElimina
  183. ...infatti stasera sono interista...sarai contento, stasera avrò qualcosa in comune con le due merde..

    RispondiElimina
  184. A quel che ho letto anche oggi Cuadrado ha conteso a Gomez il pallone per tirare lui il rigore. Accidenti a quando non l'han venduto, lo sapevo che faceva una stagione così.

    RispondiElimina
  185. Stasera proverò anch'io il brivido del Biscione, forza Icardi, forza Wanda!

    RispondiElimina
  186. Vero. Ma le gerarchie chi le decide? O sono all'autogestione?

    RispondiElimina
  187. Eh l'ho detto, Gonzalo è il rigorista, con un allenatore serio nemmeno si dovrebbero permettere di dire "ah", gli altri. Mi sembra di essere tornati sotto Prandelli, quando Gilardino rubava i rigori a Jovetic.

    RispondiElimina
  188. Guarda testina che io sabato mi son comprato un bellissimo paio di Camper, mica come quella gran merda del Sopra che rifocilla i marchigiani e poi come se non bastasse va in giro con l'Audi che è tedesca come Gomez!!! Io ho solo sfortuna che a Certaldo non fanno auto e così mi tocca usare i mezzi pubblici.

    RispondiElimina
  189. http://www.firenzeviola.it/avversarie/dybala-montella-lo-guardero-su-you-tube-170839



    Anche noi si guarderà Dybala solo su youtube, quando invece si poteva prendere fino all'anno scorso...

    RispondiElimina
  190. Domani è un altro giorno. La sostanza è che si affrontera' il Palermo senza i due centrali titolari. Lo spettro di Nenad comincia ad aleggiare

    RispondiElimina
  191. Capace esordisce Hegazy, mi pare la partita adatta per farlo tornare, contro Dybala. Ah ah.

    RispondiElimina
  192. Voi datemi Iguain o Tevez e io Vi faccio dimenticare Marin e Cecchi Gori

    RispondiElimina
  193. Tutto vero. Però (stavolta c'é un però) la differenza salariale tra i ventidue come giustifica gli stop sbagliati dalla Vespa, il pallone che scotta a Gomez e appena può se ne libera, il nazionale rumeno che non esce nell area piccola ecc ecc?

    RispondiElimina
  194. Purtroppo comincio a pensare che i problemi non siano ne fisici ne tattici.

    RispondiElimina