.

.

mercoledì 14 gennaio 2015

Quando la coppia teme la seduta

L’agente di Gomez non ha capito che se Montella ha parlato così è perché vuole fortemente vedere il suo assistito finalmente accanto a Marko Marin. Vi spiego però come mai secondo me sarebbe sbagliato mettere Gomez in panchina. Come in tutte le cose ci sono i pro e i contro, ho valutato attentamente tutte quante le variabili e ho concluso che è meglio che giochi visto che Marko Marin è uno di quelli che chiacchera e lo distrae. Il primo degli aspetti a favore di un suo impiego è senz’altro il fatto che è iniziato Pitti Uomo. A sfavore c’è che nella zona della Fortezza sarà impossibile circolare. Gomez è rimasto l’unico attaccante a disposizione, e quindi a favore c’è che farlo giocare è l’unica maniera per farlo infortunare. Ci sono solo due giorni all’anno in cui Gomez non può incidere sul risultato, uno si chiama ieri e uno si chiama domani, anche se per adesso l’oggi non è che si discosti di molto. Non facciamo poi tanti discorsi a bischero, o meglio non cerchiamo di pungolarlo paventandogli la panchina come deterrente perché è come pensare alla pena di morte per un kamikaze. Bisogna ragionare con calma e cercare di recuperarlo, prima di tutto da un punto di vista psicologico. E già il fatto che l’hanno messo a conoscenza dell’esistenza di un portale che si chiama “Festa della birra” lo farà sentire meno in colpa quando piscia sugli angoli delle strade. Così come metterlo più o meno scherzosamente alla berlina come si fa a Firenze, anche se non proprio Berlino, ha comunque sempre il sapore di luoghi familiari. Mentre si dice che quello che più gli ha dato noia fino a fargli perdere la freddezza sotto porta è stato quando è venuto a conoscenza che Carlo Conti presenterà il Festival di Sanremo. Per questo motivo Vargas recentemente l’ha portato a mangiare il lampredotto da Mario, non tanto per cercare di farlo integrare il più possibile e distrarlo dal Festival della Canzone italiana, quanto invece perché il peruviano ha sempre creduto che Porta Romana fosse la Porta di Brandeburgo. Per il recupero di Mario Gomez non c’è bisogno di portarlo a Genova e nemmeno di fare un processo a Grosseto come per la Concordia. E poi il Giglio sulla maglia non è stato deturpato, anche se per molti Montella ha le stesse responsabilità di Schettino. Il fatto che una punta come Vincenzo sieda in panchina non significa automaticamente che anche Gomez ci debba stare, i maligni sostengono invece di si, perché il tedesco non è una punta visto che segna molto meno di qualsiasi difensore centrale del nostro campionato. Per ricapitolare tra i pro e i contro, stare in panchina salvaguarderebbe il ciuffo, mentre viste le nuove e comodissime panchine stare a sedere non provoca certo piaghe da decubito (vedere Marko Marin), diverso invece l’aspetto che riguarda Karina e le poltroncine della tribuna, non certo così ergonomiche e che fino a quando non si realizzerà il nuovo stadio provocheranno quello che ho cercato di documentare. Anche se per lei hanno già provato più di una superficie diversa.

223 commenti:

  1. O che ti pare che un tu n'avessi da difendilo anche qui i' tu'allenatore santo! alla fine tu me lo fara' veni' su coglioni come quell'artro! L'ha pisciato di fori da i'vaso e punto. Risparmi i'fiato pe' quando l'è a' campini, davanti a' microfoni e lasci perdere anche lui. Mi sembra diventata la società de' chiaccheroni, tutti l'hanno da di' la sua 'n pubblico, e più gli è una cazzata più gni garba di dilla. Silenzio, correre e laora'!

    RispondiElimina
  2. Tu sei così avvelenato per Neto che un tu fai caso più nemmeno ai culi!!!

    RispondiElimina
  3. a leggere i giornali pare che vogliamo vendere Gomez a gennaio per sostituirlo con Paloschi, Giovinco o Gilardino. Ma di che stiamo parlando?

    RispondiElimina
  4. Io credo che a qualcuno stiano dando fastidio gli effetti delle macchie solari dei giorni scorsi. Adesso parlano tutti di Giovinco per Gomez, per un attacco senza punti di riferimento e altre boiate. Ma ci rendiamo conto o no? Di 4-3-3 con Diamanti in mezzo. È roba da camicia di forza. Due settimane fa Montella ha detto che senza attaccanti non si segna e adesso li vorrebbe togliere? Smettete di dar da mangiare a questa gente, smettete di comprare giornali che vogliono il male della Viola.

    RispondiElimina
  5. Non vedo l'ora di ammirare Alino in campo per la Viola.
    Ricordiamoci che il Chievo porta bene a Cuadrado

    RispondiElimina
  6. Stanno montando una campagna vergognosa contro Mario Gomez e quindi contro la Fiorentina. È vero che finora ha deluso, e parecchio, ma nella situazione psicotica in cui è l'ultima cosa che gli serve è avere tutta la stampa che lo attacca. Adesso poi si parla di rottura fra Montella e Gomez, di cessione a gennaio e altre amenità del genere. La stampa (intesa anche come siti internet, radio, opinionisti, ecc...) fiorentina si conferma sempre come l'unica che non sostiene, ma anzi tenta di affossare, la squadra locale. Io vedo il comportamento della stampa genovese nei confronti di Genoa e Samp e credetemi, è molto diverso.

    RispondiElimina
  7. Comunque sono molto contento di leggere che il Gonfia sta bene. Un grosso saluto

    RispondiElimina
  8. Noi ci preoccupavamo e invece Gonfia s'è ammalato d'amore ehehehe
    Grande Gonfia, un abbraccio!

    RispondiElimina
  9. no ma poi sono gli stessi che fino a ieri dicevano che Montella doveva mettere in campo Baba e Gomez insieme. Cioè, o due prime punte insieme, o un attacco senza attaccanti...

    RispondiElimina
  10. Lo stesso vale da me, anche se è una realtà minore.

    RispondiElimina
  11. E che danno tutti i rinnovi per impossibili. È una cosa molto oltre l'autolesionismo, ai confini dell'illecito prezzolato.

    RispondiElimina
  12. Se sono veri quei riferimenti al giocatore finito citando sé stesso a fine carriera, Montella l'ha fatta totalmente fuori dal vaso, e sarebbe da licenziamento in tronco. Gomez non è infatti solo un suo giocatore, ma anche e soprattutto un capitale della Fiorentina, e come tale l'allenatore non si può permettere di svalutarlo pubblicamente. Capisco che la cosa non sia in cima ai suoi pensieri, magari pensa già a Napoli, ma qualcuno glielo deve far presente.

    RispondiElimina
  13. magari sarò smentito, ma non credo né allo scambio Neto-Giovinco (non conviene ai due giocatori, e nel caso non avremmo preso Diamanti) né alla cessione di Gomez (sia piazzarlo sia sostituirlo nel mercato di gennaio mi sembra un'operazione molto complicata, per me se ne parla a giugno). L'unica operazione plausibile, tra quelle di cui si parla in questi giorni, mi sembra quella su Bertolacci, che potrebbe essere un interno di quantità e qualità buono per sostituire Aquilani (infortunato e in scadenza) e almeno uno tra Badelj e Kurtic (in partenza). Certo, 4 milioni per la metà è un roba che fa ridere. Ma se il prezzo diventa più ragionevole, credo che possa avere senso, anche in prospettiva regole Uefa (in questo momento abbiamo 6 italiani in rosa in assoluto, di cui secondo e terzo portiere, due lungodegenti e un esubero...).

    RispondiElimina
  14. vorrei andare a risentirmi l'audio, perché Montella normalmente in pubblico è molto protettivo con i giocatori (anche troppo). Però sì, ovviamente ha detto una cazzata, concordo.

    RispondiElimina
  15. Sono d'accordo al 100%, mi permetto di dubitare però che Montella lo abbia detto veramente, si può dire quel che si vuole del nostro allenatore ma non mi sembra un cretino. Se poi invece l'ha detto per davvero, è gravissimo e va esonerato

    RispondiElimina
  16. Se vogliamo dare addosso a Montella è più serio criticarlo perché è napoletano che pensare ad una sua volontà di svalutare un giocatore della società.

    RispondiElimina
  17. Non dico sia volontario, ma le sue dichiarazioni hanno inevitabilmente questo effetto. E ne dovrebbe render conto.

    RispondiElimina
  18. dal video ufficiale hanno palesemente tagliato quella frase: http://it.violachannel.tv/dettaglio-pagina-video/items/data_11-01-2015_montella-vittoria-merito-della-continuita-di-gio.html
    La mia impressione è che abbia detto una cazzata senza pensarci troppo, che qualcuno l'abbia giustamente cazziato dietro le quinte e che ora si cerchi di non farla notare troppo per non fare danni.

    RispondiElimina
  19. Il significato che gli si è voluto dare è un'interpretazione che almeno secondo me non corrisponde affatto alla volontà del tecnico.

    RispondiElimina
  20. Eh, ma ormai è il procuratore di Gomez che l'ha fatto notare

    RispondiElimina
  21. Lo ha detto perché l'ho sentito alla radio, ero in macchina.

    RispondiElimina
  22. Oggi poi, la Gazzetta parla di uno di quei giri di attaccanti che sta sempre a ipotizzare e che (per fortuna) non accadono mai: Pazzini alla juve, Giovinco alla Fiorentina, Gomez alla Roma e Destro al Milan.

    RispondiElimina
  23. di questi l'unico che avrebbe senso tecnicamente (ma in prestito, ovviamente) sarebbe Destro al Milan.

    RispondiElimina
  24. Ho sentito in diretta la dichiarazione e secondo me non era nemmeno una frecciata a Gomez. Direte, allora dov'è il problema? Per me è ancora maggiore, lui non ha la minima idea di ciò che un suo outing può innescare, da quella bocca mezza in paresi può uscir di tutto perché non riflette. Per chi è smemorato ricordo le brutte parole riservate a Romulo.

    RispondiElimina
  25. un n'eran de' gran culi, ho visto di meglio

    RispondiElimina
  26. Per me è anche razzista.

    RispondiElimina
  27. una volta che i giornali la riportano così, mi pare normale che il procuratore risponda... Boh, a me davvero non pare plausibile che lui si metta a consigliare pubblicamente il ritiro a un giocatore che continua a schierare per 90 minuti tutte le domeniche, sarebbe autolesionista...

    RispondiElimina
  28. E' una barzelletta.

    RispondiElimina
  29. Ah, ok, ma cosa ha detto esattamente? E come

    RispondiElimina
  30. 1) Se tuo figlio non vuole fare il bagnetto, tu lo carezzi- lo coccoli- e poi lo inviti a fare il bagnetto.
    Lui rifiuta...
    2) Allora lo accarezzi, lo sproni, lo porti alle stelle come un supereroe che fa il bagnetto.
    Ma tuo figlio nicchia ancora....
    3) Allora alzi un po' il tono, tenti di usare argomenti sui giochi o sulla tua esperienza di bimbo (quando anche tu non volevi fare il bagnetto, non volevi bagnare il pistolino).
    Niente, il tuo figliolo non vuole fare bagnetto.
    4) Allora alzi la voce, usi anche due o tre paroline forti e magari lo minacci di non portarlo al circolo di golf, che non gli comprerai il Rolex Daytona ai suoi 12 anni.
    Nulla, lui da simil-idrofobo non mette piede per il bagnetto.
    5) Allora magari provochi la rottura: "Ti lascio in bagno, quando entrerai mi chiamerai....Non mi chiamare per null'altro...".

    In nessuno dei 5 punti sopraelencati avete smesso di amare, non volere meno bene a vostro figlio, anzi, eravate più o meno consapevoli che tutto ciò che avete detto era a fin di bene.
    Come quando dopo tre volte che mette la mano nella presa elettrica, alla quarta lo sculacciate; in quel momento é l'amore che guida la mano che sculaccia, certamente non lo amate di meno perché lo sculacciate, anzi!!

    Quindi, scusate la lectio-brevis di pedagogia, Montella le sta tentando tutte con Gomez, ed é giusto. Io fossi in Montella chiederai a Mario, in privato:"Mario, hai le palle? Mettile sul tavolo!! Giocatele, tu! Perché le mie hanno - non hai sentite il boato?- toccato il pavimento, dopo due mesi...".

    RispondiElimina
  31. E' una barzelletta che ha raccontato lui, anche Berlusconi raccontava barzellette. Io a differenza di Lele non credo che Montella parli a caso, lo vedo intelligente e sveglio, ha voluto spronare il giocatore con un messaggio completamente sbagliato, che gli si è giustamente rivoltato contro. Se paragoni la situazione di Gomez con la tua quand'eri diventato un giocatore finito, è lampante che non c'è altra interpretazione possibile che questa: Gomez è, almeno allo stato attuale, un giocatore finito. Ne dev'esser contenta la società...

    RispondiElimina
  32. Il problema non è tanto di chi strumentalizza ma di chi gli va dietro.

    RispondiElimina
  33. Si parla da mesi, da anni, di comunicazione deficitaria all'interno della Fiorentina, ma evidentemente ciò vale solo se a parlare sono Corvino, Teotino, Conhinhi, Mencucci...Montella invece non dice cazzate che vanno a danno di un patrimonio della società, viene strumentalizzato.

    RispondiElimina
  34. DEYNA, sinceramente non sappiamo neanche se quella dichiarazione sia stata fatta in risposta a una domanda su Gomez, non c'è nessun riferimento esplicito al giocatore...

    RispondiElimina
  35. Sopra, a tuo figlio tutte queste cose gliele dici al chiuso delle quattro mura, non lo metti alla berlina a pisello di fuori davanti ai compagni di classe...

    RispondiElimina
  36. Per me è un messaggio diverso dagli altri che non avevano destato nessun effetto. Io l'ho sentita la dichiarazione e non l'ho interpretata come dite voi.

    RispondiElimina
  37. Semplicemente non è stata capita la barzelletta.

    RispondiElimina
  38. io ho detto che se davvero ha detto una roba del genere ha detto una cazzata e immagino la società gliel'abbia fatto notare. Il fatto che non si trovi nessun audio di questa dichiarazione, e che nelle parole citate da tutti i giornali non ci sia alcun riferimento esplicito a Gomez, mi fa pensare...

    RispondiElimina
  39. ...scusate tutti, non è per difendere Montella che da quando è nato si porta dietro un dramma personale dovuto alle origini..però...pur ammettendo che abbia sbagliato a dire quel che ha detto..mi spiegate che male può aver fatto?? Improvvisamente Gomez, turbato da quelle parole, smetterà di segnare? Neppure l'ipotesi autogol mi pare convincente visto la bella difesa che abbiamo...su...dai...è come se avesse detto a Giuseppe Rossi di stare attento a non farsi male..

    RispondiElimina
  40. Gomez potrebbe essere rimasto colpito....succede....

    RispondiElimina
  41. Fossi stato Ludwigzaller avrei dedicato questa a POLLOCK....

    RispondiElimina
  42. Guardate che anche se avete figlie femmine, soprattutto, é importante...altrimenti da grandi le donne fanno così.....(se non imparano a fare il bagnetto).

    RispondiElimina
  43. Allora, io sui siti ho letto solo che Montella ha detto che da Gomez si aspetta di più, e con qui è una dichiarazione correttissima e rispondente alla realtà. Ma adesso viene fuori che pare abbia fatto una battuta del tipo "io quando ho smesso di fare gol mi sono ritirato" (io non l'ho sentita, chiedi a Lele, che l'ha sentita alla radio, esattamente cosa ha detto) e capisci che nel caso avrebbe detto una cazzata, per i motivi sotto esposti da Deyna.

    RispondiElimina
  44. ..da tifosi VIOLA,bisognerebbe vedere i fatti in ottica completamente diversa rispetto a tutti gli altri..immaginiamo per un secondo (chi ci riesce), un Gomez capocannoniere attuale con 20 gol dopo una precedente annata strepitosa..quali sarebbero gli argomenti?..non rinnova...fa i capricci..il procuratore fa il furbo...vuole il triplo...morale Gomez sarebbe fuori rosa con una maglietta biancomerda sulle spalle...invece, GRAZIE A DIO, cosi non è..Gomez resterà NOSTRO per tutta la vita e noi, da tifosi intelligenti come sono tutti quelli Viola da 13 anni a questa parte, ci auguriamo che Gomez non ne faccia uno da qui alla fine...questo perchè lo amiamo e perchè siamo svegli...mica come gli altri...

    RispondiElimina
  45. Io grazie allo streaming, mentre preparavo delle cipolle al forno, ho ascoltato l'intervista con la Vexata-Questio che affligge alcuni di voi. Era su RadioBlu.
    Montella "Anche io ho attraversato momenti bui, brutti...ma erano cose personali che dopo ho risolto....Ma comunque segnai 9 gol quell'anno...!
    Ad un'altra domanda, che purtroppo non ricordo bene (le cipolle avevano preminenza), lui ha risposto "Quando io ho capito, più avanti (PIÙ AVANTI), che le gambe non andavano più come prima, che non riuscivo più a segnare come prima, allora ho deciso di lasciare (il calcio)...".
    Non c'era nessun riferimento a Mario Gomez! Nessuno, si parlava di due momenti della vita di Vincenzo Montella. Punto.

    RispondiElimina
  46. ..probabilmente LUCIANO mio dovrebbe dirgli : Io, avessi perso a Parma contro una squadra di agricoli, avrei rinunciato ad allenare.

    RispondiElimina
  47. Un problema cessa di essere tale quando smetti di pensarci. Almeno a livello psicologico. Perché si disinnesca quel loop che toglie pace e lucidità. Gomez ricomincerà a segnare quando comincerà a sbattersene la ciolla della squadra, delle responsabilità e dello stipendio. Quindi gli sproni e gli incitamenti servono come i preservativi ad una rimpatriata di eunuchi.
    Paradossalmente, credo che il giorno che comincerà a non vedersi più con la casacca viola, ricomincerà a mitragliare i portieri avversari.
    Se andiamo a vedere cosa gli è successo in questo anno abbondante, ci possiamo rendere conto che è un compendio di tutte le disgrazie che possono succedere ad un calciatore:
    Rottura legamenti 1
    Rottura legamenti 2
    Rinuncia a un mondiale obbligata
    Vittoria in carrozza del mondiale senza di te

    Mancava solo l'abbandono di Karina per completare l'album.
    C'è gente che si è data alla cocaina per molto meno.

    RispondiElimina
  48. Non ero molto attento sulla domanda, ma l'esternazione di Montella si riferiva a se stesso, alla tempistica di un attaccante in ordine alla sua decisione di ritiro. Ha detto più o meno " io mettevo il pallone dove volevo, quando ho cominciato a sbagliare obiettivo di mezzo metro, ho capito era il momento di smettere" Non ricordando la domanda non so se era riferito a Gomez, ma non credo proprio. Come detto su, credo sia stato ingenuo o inopportuno, uno al suo livello deve contare fino a tre prima di accendere la bocca. E poi mica è il primo scivolone.

    RispondiElimina
  49. Io sapevo che Karina aveva una "storia" con Bucchioni........ahahah ahahah ahahah..

    RispondiElimina
  50. Si.
    Nel frattempo ieri rievocazione del 1o Novembre, con il gol di Pazzini.

    RispondiElimina
  51. Esternazione che ho riportato sotto papale papale, non c'ho notato dietrologie o frecciatine, anzi credo che Montella stimi molto Gomez ( e come non potrebbe ).
    Il fatto che lo consideri mediocre, che mi auguri se ne vada il prima possibile e sempre troppo tardi, non vuol dire che sia posseduto dal maligno. Solo non capisce quegli reazioni possono avere le sue dichiarazioni o interpretazioni, cosa per me molto grave.
    D'altra parte ho visto per la prima volta Platinum e lo specchio di chi fa opinione. Una roba da vomito.

    RispondiElimina
  52. Non so... quanti legamenti ci sono nel naso?

    RispondiElimina
  53. http://www.labaroviola.com/?p=3173

    RispondiElimina
  54. Notizie shock che vi sconvolgeranno la giornata:
    - Ufficiale: Pazzini resta al Milan
    - la Roma ha messo gli occhi su Alì Adnan.
    Detto il BALE DELLA MESOPOTAMIA

    RispondiElimina
  55. Beh, ma allora stanno montando il caso sul niente

    RispondiElimina
  56. Ooooohhhh, finalmente un articolo scritto bene

    RispondiElimina
  57. Io dico che Mutu è sempre stato un falso obiettivo e a Firenze torna Gila.
    Me lo sento..me lo sento..

    RispondiElimina
  58. se torna Gila lo sai cosa vuol dire, vero?

    RispondiElimina
  59. In questo caso si, Anto.

    RispondiElimina
  60. ..un tempo li chiamavamo i ricchi, oggi sono i deboli??...SOPRA..quanto ti pesa essere cosi DEBOLE??..SOPRA..INDEBOLISCI PURE ME!!!

    RispondiElimina
  61. la ricchezza non fa il carattere di una persona, anzi...

    RispondiElimina
  62. Anche il suo agente l'ha letta così e non gli è piaciuta. E allora lo ridico. Se fosse un lavativo, uno che non si impegna o che non fa vita da atleta, cioè se avesse delle colpe, il discorso avrebbe un senso, ma siccome non è così usare il bastone mi sembra serva solo a far incazzare la bestia e che da incazzati si vada meglio è una teoria. Gomez farà prima o poi tre gol tutti insieme, quando Eupalla avrà finito di divertirsi a rompere i coglioni, e di lì tornerà Gomez. Un centravanti potente che segna e sbaglia a raffica come ha sempre fatto. Per ora solo sbaglia.

    RispondiElimina
  63. Solo quello che legava il neurone 1 al neurone 2

    RispondiElimina
  64. Infatti, c'è gente che è crollata, gente che si è ripresa subito e gente che ci ha messo un po' di tempo.

    RispondiElimina
  65. Ah Jordan, e un c'è ne bastone e ne carota!!!! Non ha detto niente di che, ANZI ha detto anche troppo poco!!!! I giocatori e i procuratori c'hanno belle e rotto il CAZZO. Gomez ha fatto 1 (UNO) gol, guadagna 3, 5 mezzo netti l'hanno. Io non sono d'accordo di leccargli anche il CULO. L'hanno trattato male? POERINO!!! Provi ad andare ai mercati centrali la mattina alle 5. Lui insieme al suo agente, ci son tante di quelle casse tra finocchi e sedani!!!!!

    RispondiElimina
  66. questo però Gianni è un discorso un po qualunquistico, che stia facendo male lo vediamo e infatti non mi sembra che la gente sia molto contenta, ma allora lo stesso discorso si potrebbe fare per chi lo allena che sta sempre a piangere su chi gli comprano e chi no, sui comunicati, su chi lo aiuta e chi lo lascia da solo... insomma, stesse un poinino più zitto anche lui e pensasse a far correre la squadra sarebbe meglio...

    RispondiElimina
  67. Lui parla con i risultati (così come Gomez purtroppo) e se Gomez non fa gol il primo a pagarne le spese è lui! I ruoli sono un po' diversi. E' Montella il responsabile della squadra. E almeno per me è una persona molto equilibrata. Non dice cose banali e forse è questo che destabilizza. Io non ce l'ho con Gomez ma se un allenatore non può dire nemmeno che si aspetta di più allora ai giocatori non resta che dargli anche il culo. Io però preferisco darlo a Zeman se proprio devo.

    RispondiElimina
  68. Dichiarazione populista. Se la metti su questo piano prendiamoli tutti a calci in culo e alla Mercafir sviluppiamo l'ortofrutticolo! Sei in un mondo a parte e devi giudicare secondo le regole e le proporzioni di quel mondo che anche tu,come tutti noi, fai esistere. La critica è ad un allenatore che ha straparlato creando danno all'interno della squadra. Anche lui guadagna mica poco e non fa nemmeno più goal. L'analisi può essere su quello che ha detto, se lo poteva fare o meno, se era bene lo facesse o meno, se ha effetti negativi o meno. Cosa c'entra cosa guadagna questo o quello? Tutti guadagnano troppo, quelli che fanno goal e quelli che non lo fanno ma questo è un altro discorso.

    RispondiElimina
  69. Si bona!! Ha straparlato, va bene. Esonero!!! Così chiudiamo il discorso su Montella che sta sul cazzo.

    RispondiElimina
  70. Sì, metti il venditore al banchetto a dire che i sedani e i finocchi dell'agricoltore fanno schifo e son da tirà via perché mezzi avariati, e si vede se ni dicon bravo.

    RispondiElimina
  71. Scegli tu come chiamarla:
    1) Dalla Cina con furore
    2) Soluzione autarchica con Marione che resta
    3) Operazione nostalgia di Andrea

    RispondiElimina
  72. Salebbe una cosa glande.

    RispondiElimina
  73. Significa un doppio sgarbo a Mutu: gli stronchi il sogno del rientro, e in sovrappiù riporti a Firenze il gemello scarso.

    RispondiElimina
  74. A prescindere da tutte le considerazioni sul tecnico, prendo atto che si ha poca stima anche dell'uomo Montella.

    RispondiElimina
  75. O mio Dio, ma le santificazioni son tremende! Non si sta mettendolo in mano ai talebani! Si dice semplicemente che ha fatto delle dichiarazioni a bischero. Non ha solo detto che si aspetta di più il che sarebbe anche lecito, infatti è un mese che lo dice senza provocare reazioni di nessuno. Ha anche parlato di momento di tirare le somme(e allora?). Poi, è vero, non su domanda specifica, ma ben vicino a quanto detto prima ha detto che lui, quando ha capito che sbagliava sempre di mezzo metro ha deciso di smettere. Che senso ha dire una cosa simile? Non si è incazzato solo il clan di Gomez per bocca del suo agente, ma, per esempio, anche Podolski che c'entra poco ha condannato le parole di Montella.

    RispondiElimina
  76. Se uno che vive nel calcio e di calcio quasi ai massimi livelli non ha ancora capito che è seduto su una polveriera e che tutto quello che dice può dare esca a incendi, allora è scemo. Siccome ritengo Montella tutt'altro che scemo credo lo faccia apposta. Una spiegazione potrebbe essere che vuole essere mandato via, un'altra che cerca lo scontro per vincere o morire.

    RispondiElimina
  77. Lui non butta dentro un rigore, lui mangia un cioccolatini solo davanti a Mirante, lui cicca di sinistro dopo traversa di Valero.
    Un punto che potevamo prendere a Parma lo ha sulla coscienza- grande come il Mato Grosso- Mario Gomez.
    Cosa deve dire Montella, tra l'altro stuzzicato ad arte? Dopo averlo difeso, e ancora lo fa, dopo aver detto "Sta giocando per la squadra e va bene...", cosa deve fare Montella? Cosa deve dire? Deve clamorosamente metterlo in panca con il rientro di Babacar?
    Deve affermare "Continui così, ha un grande avvenire alle spalle...." o magari "Rischio la panchina, affogo io ma lui é il migliore...segnerà 2 gol a partita appena mi avranno esonerato".
    Magari mi direte che Mario Gomez non ha sulla coscienza almeno un punto a Parma.
    E credo anche che Vincenzo Montella tra quattro mura si stia stancato, di dire e sostenere Marione.

    RispondiElimina
  78. Ma quali dichiarazioni a bischero? Io le ho ascoltate come voi ma non ho trovato nessuna parola fuori posto. Diciamo che Montella non piace e quindi tutto viene letto in maniera non proprio serena.

    RispondiElimina
  79. Non credo che Podolski, appena arrivato in italia, sia un tifoso viola occulto antimontelliano, che strumentalizza le infelici dichiarazioni del tecnico per favorirne la cacciata...

    RispondiElimina
  80. ...questa è la classica risposta di uno che vuole arrivare entro le ore 18 a 473

    RispondiElimina
  81. "Neto? Nonostante quanto si dica in giro, non ha nessun accordo con la
    Juventus. La dirigenza bianconera e quella viola sono in buoni rapporti
    all’interno della Lega ed è difficile vedere un possibile sgarbo da
    parte della Juve. Il ragazzo non se la sente più di giocare, è una sua
    scelta, e per questo adesso c’è Tatarusanu. Noi abbiamo sbagliato
    pensando che Neto avrebbe firmato anche per un debito morale nei nostri
    confronti. Giovinco? Ci piace, ma guadagna troppo per le nostre
    casse. Gomez via a gennaio? Non penso proprio, però a fine stagione
    nessuno sarà incedibile e alla giusta offerta chiunque può
    partire. Ilicic con la valigia in mano? Forse cambiare aria farebbe bene
    al ragazzo” ha detto Mencucci.

    RispondiElimina
  82. ma secondo te Podolski ha sentito la diretta di Radio Blu? Dai, su... Ha letto che le parole erano riferite a Gomez e di conseguenza si è fatto un'idea. LELE e POLLOCK che le hanno sentite dicono che non c'erano riferimenti a Gomez.

    RispondiElimina
  83. Gli voglio far raggiungere gli 823 entro le 19

    RispondiElimina
  84. Se ha parlato di Gomez fino a lì, difficile non vederci un riferimento...

    RispondiElimina
  85. ..detto questo credo che Montella abbia voluto più che altro mettere fine alla parola FIRENZE, i napulitani sò figli d'androcchia..il ciclo o mini ciclo Vincè è al capolinea..non è la fine del mondo, per carità, anzi, potrebbe essere l'inizio del mondo ma logicamente parliamo di sogni che mai si realizzeranno...di conseguenza quel che sarà di noi...beh, credo non sarà un bel vedere...Di Francesco? Zola? Pippo Inzaghi? Billy Costacurta? Quale altro fantoccio ci prenderanno per giocare alle frecccette?

    RispondiElimina
  86. Ecco appunto, prendere addirittura come buone le parole di Podolski che come minimo non capisce una sega non solo in quanto giocatore, ma come giocatore che oltretutto non capisce una sega di italiano, la dice lunga su come si cerchi qualsiasi cosa per attaccare il tecnico. C'entra forse Mutu in questo caso?

    RispondiElimina
  87. Vabbe' non c'entra.
    Non c'entra.

    Pero' c'entra.


    https://www.youtube.com/watch?v=Ou8zqqu4IQE

    RispondiElimina
  88. ..IMMENSO DEYNA..

    RispondiElimina
  89. Non me lo aizzate ancora contro. Lo preferisco cellula (blog) dormiente.

    RispondiElimina
  90. Formazione dell'Era Della Valle:

    Boruc; Ujfaluši, Rodriguez, Nastasic; Behrami, Pizarro, Borja Valero, Vargas; Ljajic [Jovetic]; Toni, Mutu.

    RispondiElimina
  91. magari fra 5 anni la penseremo tutti così. Per ora: "Jovetic (Ljajic)".

    RispondiElimina
  92. E Rossi? E Cuadrado? E E E E

    RispondiElimina
  93. Dietro a due punte metterei Ljajic

    RispondiElimina
  94. perché pensi a Jojo ora. Pensa a quello leggerino che arrivò...

    RispondiElimina
  95. davanti alla difesa comunque direi meglio Melo di Behrami, no?

    RispondiElimina
  96. Behrami può giocare anche un po' più largo, dovessi mettere uno davanti alla difesa però sì, il Melo dell'anno in viola si fa preferire forse

    RispondiElimina
  97. e comunque dato che dev'essere una formazione ideale, davanti alla difesa ci metto il Pek:
    Frey; Ufo, Gonzalo, Nastasic; Jorgensen (Cuadrado) Pizarro, Valero, Vargas; Jovetic; Toni, Mutu (Rossi)

    RispondiElimina
  98. Se non togli sùbito una parentesi, ti denunzio per oltraggio al Calcio, e lesa Maestà.

    RispondiElimina
  99. ...ricordo benissimo, quello a sinistra lo pagò Andrea, a quello di destra volle rinnovargli il contratto Diego per 9 anni consecutivi...altri tempi...altri giocatori quelli che si accontentavano di esser pagati con i buoni Auchan!!

    RispondiElimina
  100. lascia fare, che se ce n'è uno che ha bisogno di una riserva di alto livello, perché ogni tanto qualche mese deve stare fermo, è proprio lui... ;)

    RispondiElimina
  101. ahahah, vabè in quest'ottica un po' di minutaggio glielo facciamo fare a Pepito, sperando che in quelle occasioni non sia negli USA

    RispondiElimina
  102. ..però Deyna non è giusto e sei una cacca...pure Keirrison fece la sua parte e segnò un' epoca eppure non lo metti...sei fazioso e anti...patico

    RispondiElimina
  103. Va bene, finora abbiamo scherzato, ora sotto con la formazione ideale dell'era CG.

    RispondiElimina
  104. Ficini, Ficini, Ficini, Ficini, Ficini, Ficini, Ficini, Ficini, Ficini, Ficini, Ficini.

    RispondiElimina
  105. ahahahahahahahahahahhaha, un posto per Esposito lo troverei, però

    RispondiElimina
  106. Toldo; Repka, Padalino, Firicano; Kanchelskis, Cois, Heinrich; Rui Costa; Batistuta, Edmundo.

    RispondiElimina
  107. quanti di quella giocherebbero in questa? Probabilmente il Pek e un paio di difensori potrebbero scippare il posto ai titolari, mentre Jojo e Mutu vorrebbero buoni come ottime riserve.

    RispondiElimina
  108. ..io dico solo che un, tra vrgolette, dimenticato Chiesa, oggi vincerebbe le partite da solo.

    RispondiElimina
  109. Ho provato a fare come dice di aver fatto Montella: ho riguardato i gol di Gomez su Youtube. Al di là delle questioni psicologiche, e del gioco diverso (spesso sono azioni in campo aperto, che a noi non capitano quasi maI), si vede una capacità di controllo palla, dribbling, precisione e potenza del tiro, che non è neanche paragonabile a quello che stiamo vedendo in queste settimane. L'infortunio dell'anno scorso ha fatto proprio danni profondi...


    https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=wIp8gkSRGF0

    RispondiElimina
  110. davvero forte Chiesa. Ma meno di Rossi integro e di Mutu, comunque. Avercene, per carità.

    RispondiElimina
  111. ..mah, Valto, meno forte del Mutu che fu certamente si ma di Rossi non sono tanto convinto.

    RispondiElimina
  112. sicuramente più atletico, ma in quanto a dribbling e tocco per me Giuseppe gli è superiore. Comunque stiamo parlando di grandissimi giocatori, niente da dire, e Chiesa sicuramente giocherebbe titolare nella viola di oggi come faceva in quella di allora...
    Però mi sa che tu riusciresti a dire che Nuno Gomes era più forte di Toni e Spadino Robbiati più di Jovetic...

    RispondiElimina
  113. Non mi sembra appunto solo una questione psicologica, si muove in una maniera diversa, più contratto e macchinoso, e si riflette in tutto, tiro compreso. Due infortuni ai collaterali in un anno del resto non sono una sciocchezza, in un fisico del genere...

    RispondiElimina
  114. Toldo; Carnasciali, Repka, Padalino, Heinrich; Schwarz [Cois], Amoroso, Rui Costa; Edmundo, Batistuta, Chiesa.

    RispondiElimina
  115. sì, era proprio questo quello che volevo dire. Cioè al di là dei gol sbagliati, in queste settimane gli abbiamo visto avere difficoltà con gli stop, con i controlli, aspettare la palla, mentre se si guardano questi video si vede un giocatore dotato di un bagaglio tecnico da grande attaccante. In termini di movimenti, di dribbling, ecc., da questo video sembra meglio del miglior Toni. Quello che vediamo noi è peggio del Toni di ora. Ci possono essere tutti i fattori psicologici e di gioco che vogliamo, ma a me pare evidente che c'è qualcosa di più profondo, come appunto la difficoltà del post-infortunio.

    RispondiElimina
  116. anch'io ero indeciso tra Schwarz e Cois. Per il resto, sono affezionato a Lulu, anche se è vero che Chiesa era più forte.

    RispondiElimina
  117. Vabè ora mi ammazzo, ecco l'era Pontello, quella che ho più nel cuore per motivi anagrafici:


    Galli; Contratto, Vierchowood, Passarella; Oriali, Dunga, Antognoni, Massaro; Bertoni, Diaz, Baggio. Mi piaceva molto anche il primo Carobbi, dispiace lasciar fuori Pecci...

    RispondiElimina
  118. Ah ah, beh, Spadino mi garbava molto ma no, non lo direi, il Nuno ha dato il nome al mio defunto Carlino quindi ci sono affezionato...un giocatore che mi piaceva assai era Massimo Orlando..il mio idolo però era Cois e Effe.

    RispondiElimina
  119. Ah già, Effe...Con un'altra testa passava alla storia Viola. Orlando mi piaceva tantissimo, molto completo: tecnica, tiro, corsa...E' stato però sfortunato. Flachi sappiamo com'è andata, uno che senza l'infortunio avrebbe fatto molto di più, pur non essendo certo il nuovo Baresi, è il Giovane Malusci.

    RispondiElimina
  120. Belle queste formazioni, mi piacciono, ecco le mie (ehm, un po' sbilanciate):

    Era Pontello:
    (3-2-3-2): Galli; Gentile, Passarella, Vierchowood; Dunga, Pecci; Bertoni, Antognoni, Massaro; Diaz, Baggio.

    Era Cecchi Gori:
    (4-2-1-3) Toldo; A. Serena, Repka, Padalino, Heinrich; Schwarz, Dunga; Rui Costa; Edmundo, Batistuta, Chiesa.

    Era della Valle:
    (4-3-1-2) Frey; Cuadrado, Ujfalusi, Gonzalo, Vargas; Jorgensen, Pizarro, Valero; Mutu; Toni, Rossi

    RispondiElimina
  121. Basta prendere anche solo il gol a Torino in Coppa della stagione scorsa, con un buon controllo in corsa e il tiro rapido, e già si vede la differenza.

    RispondiElimina
  122. Il sunto delle tre:


    (3-4-1-2) Toldo; Ujfalusi, Passarella, Vierchowod; Massaro, Dunga, Rui Costa, Vargas; Antognoni; Batistuta, Baggio

    RispondiElimina
  123. Cois l'ho conosciuto, ci ho abitato vicino per qualche anno, o meglio, è lui che è venuto ad abitare vicino a me, lo sciupafemmine...

    RispondiElimina
  124. oddio quei 3 alla fine sono una roba che fa una certa impressione...

    RispondiElimina
  125. Vedo che nessuno ha inserito Laudrup e Baiano nelle formazioni...

    RispondiElimina
  126. ...comunque " dell'era di cacca " ne salvo 3, Ufo, Jo e Mutu, tutti quanti gli altri, nelle epoche menzionate, pulivano i vetri del pullman..ci metto pure Frey che ha da solo REGALATO il ruolo di CT al verme bianconero....per il resto una bella MONTAGNA di letame è piovuta dal cielo...e continua a piovere a dirotto.

    RispondiElimina
  127. Sempre fuori tema....

    RispondiElimina
  128. e pensare che col letame arrivavi in champions, ahahahahahah

    RispondiElimina
  129. ...si...e anche in Serie A arrivando dodicesimo...e anche salvandomi vincendo a Lecce alla penultima...l'altro era secondo alla fine d'andata ed è retrocesso, questi fenomeni stavano perdendo in casa contro il Novara e si son salvati...ste merde che almeno erano a far grande l'Ascoli a quest'ora.

    RispondiElimina
  130. Viviano - Rocchigiani - Felipe - Pierini - Savini - Amaral - Munari - Karja - Derticya - Aguirre - Keirrison

    RispondiElimina
  131. ...verissimo, cazzo c'era Laudrup...ma d'altronde chi se li ricorda tutti e 3000...più facile ricordarsi di FICINI!! il tontolone....lo zafferanone....faceva ridere l'Italia il Vittorione...il laureato.....annate affanculo va che poi m'incazzo quando si toccano certi tasti.Buonanotte.

    RispondiElimina
  132. stefano vienna14 gennaio 2015 18:41

    L'uomo Montella? Ma lo conoscete voi personalmente? Io no e non voglio nemmeno conoscerlo. E' un ex-giocatore, il che non si tradu eautomaticamente in una persona a modo, anzi. Certo non e' un Balotelli, ma da qui ad esaltarne le qualita' umane... In base a cosa poi?

    RispondiElimina
  133. ..Gomez in panca?????:::::

    RispondiElimina
  134. T.V.B. ma non lo diciamo troppo in giro,qui siamo in minoranza e potrebbero sempre arrivare Mencucci e Gnigni con le camice di forza...

    RispondiElimina
  135. E Tarozzi?
    E Bettarini?
    E Castillo?
    E Portillo?
    E... (non so se riesco a pronunciarlo) e... e... VERGA???? (ecco, ce l'ho fatta)

    RispondiElimina
  136. ... Dell'Oglio, Volpecina, Fiondella, Banchelli, Rebonato, Pellicanò...

    RispondiElimina
  137. Banchelli però s'è rotto tre volte il crociato, e aveva davanti il Bati, a me non dispiaceva come opportunista d'area, anzi...

    RispondiElimina
  138. ..temo solo il bannaggio del perfido AntiNetomane Padrone di casa...temo la sua faziosità..il suo spirito marchigiano...le scarpe del SOPRA...le calunnie del JINGLE...l'esordio di Marin...il Campione di Gennaio...temo solo questo...ah, temo anche possa vincere la giuve per il quindicesimo anno consecutivo...poi lo scudo può andare dove vuole...tanto le contendenti son tante..

    RispondiElimina
  139. non era male pomodoro, gran coppia con Francesco in una Viola del Viareggio...

    RispondiElimina
  140. Ricordo bene quell'edizione, mi sembra che fece doppietta alla juve, erro?

    RispondiElimina
  141. ahahahah, per me sarà il solito rospo da ingollare, ma tanto, oramai...

    RispondiElimina
  142. Ma è vero che Muriel non ha passato le visite con la Samp?

    RispondiElimina
  143. @ Deyna e ZV...

    Arrossisce facilmente e ha un curioso soprannome: il giovane Banchelli
    entra nel secondo tempo e firma le due reti del successo viola TITOLO:
    La Fiorentina lancia un "Pomodoro" contro il Torino - - - - - - - - - - -
    - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - NOSTRO SERVIZIO FIRENZE
    . Si chiama Giacomo Banchelli e quella di ieri era la sua ottava
    apparizione in serie A, dove non aveva mai segnato. Fiorentino di
    Montelupo, 22 anni compiuti due mesi fa, soprannominato scherzosamente
    "Pomodoro" per la facilita' con cui arrossisce, Banchelli si lascia alle
    spalle un grave infortunio, che l' aveva bloccato per quasi un anno,
    inducendo la Fiorentina a dirottarlo in prestito prima al Cosenza e poi
    all' Udinese. "Devi guarire e maturare" era stata la spiegazione fornita
    al giovanotto dai dirigenti viola. Pur avendo giocato soltanto 11
    partite nell' ultima serie B, Banchelli dev' essere guarito e maturato
    abbastanza da firmare i suoi primi gol in serie A, quelli che alla
    Fiorentina hanno consentito di inaugurare il campionato con una vittoria
    sul Torino. Lo ha fatto pur essendo apparso in campo soltanto nel
    secondo tempo. Lo ha fatto alternando il piede destro al colpo di testa.
    Lo ha fatto nel giro di appena quattro minuti, liberando lo stadio
    dall' incubo di un mezzo passo falso. "Dedico il primo gol alla mia
    fidanzata Ilaria e il secondo al presidente Cecchi Gori, che ha sempre
    creduto in me" riferiva Banchelli dopo la partita, naturalmente
    arrossendo di fronte ai cronisti. "Giacomo non e' una sorpresa .
    spiegava invece l' allenatore Ranieri . perche' fare i gol e' il suo
    mestiere. Il ragazzo possiede grandi doti e ampi margini di
    miglioramento. Deve soltanto restare coi piedi per terra, proseguendo a
    sacrificarsi umilmente per la squadra". Chissa' se preoccupata dall'
    assenza per squalifica della coppia difensiva Amoruso Padalino o se
    perseguitata dai ricordi della stagione scorsa, allorche' aveva esibito
    il secondo attacco della serie A ma anche la terza peggior difesa, per
    45' la Fiorentina era sembrata contratta e prudente, al punto da
    abbandonare spesso Batistuta al suo destino di unica punta. Andava cosi'
    a finire che gli unici brividi agli spettatori (compresi gli oltre 28
    mila abbonati, nuovo record per Firenze) li aveva procurati Rizzitelli.
    Altra musica nel secondo tempo, quando un impeto di spregiudicatezza
    suggeriva a Ranieri di affidarsi a Banchelli e Massimo Orlando.
    Arrivavano i gol di "Pomodoro" a punire il Torino, che forse s' era
    illuso da un paio di occasioni sciupate nel primo tempo. E arrivava
    anche l' inevitabile sostituzione del turco Hakan, la novita' piu'
    pittoresca a disposizione di Sonetti ma capace di toccare appena una
    mezza dozzina di palloni, senza lasciare traccia di se' nei quasi
    settanta minuti trascorsi in campo. "Hakan ha avuto una intensa
    settimana matrimoniale . spiega Sonetti con un sorriso . e credo che i
    gol li abbia segnati da un' altra parte". FIORENTINA 2 Toldo 6,5
    Carnasciali 6,5 Al. Orlando 5,5 Malusci 6,5 M. Serena 6 Piacentini 6
    Bigica 5,5 Rui Costa 6,5 Schwarz 6,5 Batistuta 6,5 Robbiati 5 All.:
    Ranieri TORINO 0 Biato 6 Moro 5,5 Falcone 5,5 Dal Canto 6 Maltagliati
    5,5 Milanese 6 Angloma 5 A. Pele' 5,5 Bacci 6 Rizzitelli 6,5 Hakan 4
    All. Sonetti Arbitro: Boggi 7 (Picchio 6 e Garofalo 6) 20' Rui Costa,
    punizione, respinge Biato 38' Rizzitelli slalom, Toldo devia di piede 4'
    Batistuta, punizione da 30 metri, montante scheggiato 10' Gol: Malusci
    avanza, Batistuta per Banchelli, destro 1 0 14' Gol: Rui Costa cross da
    sinistra, Banchelli di testa 2 0 Ammoniti: Moro, Schwarz, Carnasciali,
    Dal Canto, Bernardini Sostituzioni: Fiorentina: M. Orlando (6) per Al.
    Orlando nel s.t.; Banchelli (8) per Robbiati nel s.t.; Sottil (s.v.) per
    Bigica 33' s.t. Torino: Bernardini (6) per Falcone 15 s.t.; Dionigi (5)
    per Hakan 24' s.t.

    RispondiElimina
  144. Più che altro credo abbiano dubbi sui tempi di recupero che credevano più brevi, dai 10 giorni preventivati passano a 45/60

    RispondiElimina
  145. Scusa, cos'hai contro Banchelli?


    Volpecina poi non era granché, ma non era neanche male, c'è di peggio. Pensa a Luppi, per esempio.

    RispondiElimina
  146. Ricordo bene quella doppietta, purtroppo per Pomodoro gli infortuni erano appena agli inizi...

    RispondiElimina
  147. sì, è arrivato stirato ed ora vogliono lo sconto salvo far saltare la trattativa...

    RispondiElimina
  148. niente contro Pomodoro, anzi, la mia non è una lista di sberce, solo un rammentare giocatori di cui, per diversi motivi, si era persa memoria...

    RispondiElimina
  149. Promesse Viola solo in parte, poco o nulla mantenute:


    Landucci; De Silvestri, Da Costa, Malusci, Carobbi; Baronio, Amoroso, Masala; Latorre; Banchelli, Taddei [chi se lo ricorda?]. Naturalmente così su due piedi ne dimentico migliaia...Anche Giraldi pareva dovesse diventare chissà chi...

    RispondiElimina
  150. Giraldi... te li ricordi proprio tutti... non era nella squadra di Banchelli?

    RispondiElimina
  151. Ah, beh, allora andiamo con Zanone, Bellini, Alessandro Bertoni, Occhipinti, Moz, Calisti, Mattei, Bosco, Dionigi, Gambaro, Vakouftsis, eccetera

    RispondiElimina
  152. Ceccarelli che fu lanciato con Moretti da Mancini te lo ricordi?

    RispondiElimina
  153. Sì, giocava con Flachi e Banchelli. Tutti scommettevano molto anche su Beltrammi, ma non l'ho mai visto giocatore da A. Agli inizi degli '80 mi piaciucchiavano Cecconi e Cristiani, punta e mezzala della Primavera che vinse un Viareggio...

    RispondiElimina
  154. Sì, sembrava conteso da milan e juve [o Inter, boh...], però lo ricordo solo di nome e ruolo, non ho idea di come giocasse

    RispondiElimina
  155. mizz, grande Anto... Bosco, Dionigi! (abbiamo avuto anche lui, bravo...), il Bati greco... poi io son troppo giovane e alcuni non li ricordo... aggiungo Pellegrini perchè era su una sciarpa che mi regalò un signore tifosissimo viola, lo ricordi, era un capellone...

    RispondiElimina
  156. già Beltrammi, esterno destro se non sbaglio... Cecconi che andò a Empoli, lì per me si fa dura, ero troppo piccino...

    RispondiElimina
  157. Zanone però restò solo in un ritiro estivo se non erro, mi pare che in tarda età desse spettacolo ai tornei estivi di ex giocatori in Versilia cui partecipava Lele...Sandrino Bertoni aveva grossi limiti, ma era un giocatorino frizzante, opportunista, mi divertiva

    RispondiElimina
  158. Kalle Cecconi segnò anche alla juve in una storica vittoria esterna, l'altro gol fu del Caudillo...

    RispondiElimina
  159. ma è quello che allenava ad Empoli, giusto?

    RispondiElimina
  160. Poi c'era Mazzarri, che si atteggiava da Antognoni fin nella pettinatura...A me però piaceva tantissimo la coppia di mezzali della Primavera vincente fine anni 70, Bruni-Masala

    RispondiElimina
  161. ora vai troppo indietro per me, io di Masala conosco solo lo showmen che spara boiate in tv, ahahah

    RispondiElimina
  162. Baronio se non ricordo male era in prestito dalla Lazio e aveva già 24-25 anni... tra l'altro è uno di quelli che, quando ci penso, non ricordo mai che sono stati giocatori viola, un altro è Adriano e un altro Nakata

    RispondiElimina
  163. Masala era il mio "idolo" nella Primavera, speravo diventasse il futuro compagno di centrocampo di Antognoni, e non ero il solo. Purtroppo quando era in prestito al Parma si fece male a un ginocchio, e lasciò il calcio. Peccato, aveva classe immensa, e l'infortunio non era così grave.

    RispondiElimina
  164. ...ho appesa una formazione della Viola del primo anno in B del Vittorio, era al'interno de LA NAZIONE, giocavamo la prima in casa contro il Venezia...doppietta di Effe se non ricordo male..in quella foto c'è Banchelli, il Bati era infortunato..c'era Orlando, Toldo, carnasciali, Effe...purtroppo c'era anche Luppi.

    RispondiElimina
  165. Intervistato da LaRoma24.it, Ulrich Ferber ha parlato del proprio assistito Mario Gomez e delle indiscrezioni che lo vedrebbero in procinto di trasferirsi alla Roma. Ecco le sue dichiarazioni:

    “Mario ha un contratto con la Fiorentina e finora non abbiamo parlato
    con nessuno della Roma. Non ci sono stati contatti con Sabatini fino a
    questo momento. Anche io ho letto le notizie che ha scritto la stampa
    italiana. Noi sappiamo che adesso la situazione è nuova, Mario non sta
    segnando molto, solo un gol finora. Questo è il calcio. Scambio con Destro? Posso
    solamente dire che Mario sta bene a Firenze e vuole giocare e segnare
    per i suoi tifosi, ma la situazione non è facile adesso e al momento non
    si sa come andrà a finire”.

    Chiusura sulle parole di Montella: “Non mi sono piaciute. È normale
    che in questa situazione queste parole non sono giuste. Ovviamente,
    anche Mario si aspetta di più, sa che deve segnare e migliorare la sua
    situazione. Dopo molti infortuni la sua situazione è difficile, nelle
    ultime partite è anche stato anche un po’ sfortunato ha sbagliato un
    rigore e tante occasioni, manca un pò di calma sotto porta”.

    RispondiElimina
  166. al Pentasport dicevano che Montella ha parlato con Gomez e farà uscire un comunicato a breve.

    RispondiElimina
  167. speriamo metta fine a queste voci che creano solo polemica e false supposizioni...

    RispondiElimina
  168. pure io..in Fiesole

    RispondiElimina
  169. tra l'altro mi sono reso conto solo recentemente che il Moretti che gioca ancora nel Torino è quel Moretti...

    RispondiElimina
  170. Ai tempi veniva accreditato come l'erede di Nesta, mo Conte l'ha portato in nazionale con qualche annetto di ritardo...Comunque in Spagna ha fatto dei buoni campionati in passato

    RispondiElimina
  171. Precisazioni del tecnico Montella su Mario Gomez

    14/01/2015 20:07

    In merito ad alcune notizie apparse sui media il tecnico della Fiorentina, Vincenzo Montella, ha rilasciato queste dichiarazioni all'Ufficio Stampa della società: "Vorrei precisare, in merito al discorso di Mario Gomez e ad alcune mie frasi estrapolate da un discorso molto più ampio , che le stesse sono state contestualizzate e riportate esclusivamente in riferimento a Mario Gomez. Stavo rispondendo a molteplici domande inerenti al rapporto tra azioni di possibili goal e azioni concretizzate, ed è' indiscutibile che in questo momento siamo in credito. Sul momento poi che sta attraversando Mario Gomez ne ho parlato più volte in Sala stampa, e in occasione delle interviste post partita di domenica , sempre con l'intento di 'scuotere' il mio giocatore da questa sua situazione particolare. Non è nelle mie abitudini criticare i miei giocatori tantomeno pubblicamente e sicuramente non lo farei con Mario di cui tutti conosciamo il suo indiscutibile valore sia professionale che umano."

    RispondiElimina
  172. ragazzi però non ce l'ha un addetto stampa la Fiorentina? Questa mi sembra una roba scritta di suo pugno da Montella, cioè da uno che ha un rapporto da calciatore con la lingua italiana...

    RispondiElimina
  173. stefano vienna14 gennaio 2015 20:24

    Bene, finalmente qualcuno in società è riuscito a far abbassare la cresta a Masaniello. Per il suo bene, s'intende, è una lezione di vita. Ma è un buon segno perchè la società non deve mai dare carta libera ad un dipendente, chiunque esso sia. L'avessero fatto anche col Giubba, la storia sarebbe cambiata e di molto. All'epoca non ebbero il coraggio di mettersi contro il Santo e quello poi li ripagò con ben altra moneta. Repetita non iuvant.

    RispondiElimina
  174. effettivamente non sembra scritta da un laureato in lettere, ahahahah "Non è nelle mie abitudini criticare i miei giocatori tantomeno
    pubblicamente e sicuramente non lo farei con Mario di cui tutti
    conosciamo il suo indiscutibile valore sia professionale che umano."

    RispondiElimina
  175. Ad ogni modo, tutto è bene quel che finisce bene. O almeno sembra. Sarà arrivata una bella sciacquata alla capatuosta o ci sarà arrivato da solo? Non importa, basta che questo comunicato calmi le acque.

    RispondiElimina
  176. a me invece preoccupa. Poi non lo scriverò da altre parti, ecc., però quel comunicato mi preoccupa. Perché il modo imbarazzante, da calciatore, in cui è scritto, mi fa pensare che l'abbia scritto Montella di suo pugno. E un allenatore che non si fida neanche dell'ufficio stampa della società per un comunicato che deve dire una cosa così banale ("non ce l'avevo con Mario") mi preoccupa sinceramente.

    RispondiElimina
  177. non posso credere che abbia fatto tutto da solo senza avvisare nessuno... o meglio, non ci voglio credere...

    RispondiElimina
  178. Volevate il doppiatore di Woody Allen?

    RispondiElimina
  179. no ma certo che hanno concordato di farlo. Però a me sembra chiaro che il testo l'ha scritto lui. E questa mi sembra una cosa davvero strana...

    RispondiElimina
  180. no, bastava uno che gliela scrivesse un poinino meglio...

    RispondiElimina
  181. A me sembra che sia stata preparata in "calciodiplomatichese" da un addetto stampa, salvo l'ultima frase, quella un po' così, che magari ha aggiunto lui.

    RispondiElimina
  182. Se non fosse stato per certe seghe mentali non ci sarebbe nemmeno stato bisogno. E l'è anche troppo così!!

    RispondiElimina
  183. È un lavoro di gruppo

    RispondiElimina
  184. magari avete ragione ed è una paranoia mia. Lo spero.

    RispondiElimina
  185. ... a me pare che i fatti smentiscano proprio che si tratti di seghe mentali, ti faccio notare che siamo di fronte ad un comunicato ufficiale di ACF Fiorentina...

    RispondiElimina
  186. .... e certo la società ha a cuore che i tifosi stanotte possano dormire tranquilli.

    RispondiElimina