.

.

sabato 24 gennaio 2015

Icché vorrà dire la Nanni?

Come si aspetta il big match di domani sera in San Frediano? Waiting. L’inglese del resto fa parte dell’equipaggiamento cromosomico maschile Diladdarno, poche frasi ma d’effetto, indispensabile manuale per l’imbrocco delle straniere. Il nostro è uno slang un po’ raffazzonato ma che nel tempo si è colorato per regalare intimità tipiche alla “forestiera” di turno. Non solo quindi vino e prosciutto, ma anche il sapore più sincero dei nostri modi di dire. Lo scoglio rimane spesso una traduzione non sempre comprensibile a chi ha meno dimestichezza con le tradizioni, ma per noi amare una donna non può esulare da certe espressioni. L’esempio più tipico, appunto, è come quando davanti al Davide in piazza Signoria, lei si rende conto che è solo una copia, è in quel preciso momento che ci viene spontaneo esclamare "Fresh the eggs". Siamo un po’ merde da sempre su quella riva del fiume, e siccome mi si rinfaccia continuamente la sottrazione indebita della borsa che il Colonnello aveva regalato alla moglie facendogli credere una certa originalità, e quindi anche preziosità dell’oggetto, per far capire all’allora mia ragazza americana come certi italiani fossero costretti a ricorrere all’uso della contraffazione per passare bene e spendere poco, usai l’espressione “we are at the doors with the stones”. Ricordo che una volta rimproverai una ragazza di Liverpool perché era sempre svagata, faceva le cose pensando ad altro, e quando le dissi “you do things at dad died” scoppiò in lacrime pensando che mi fosse morte il babbo. La Nanni che è artista dentro e che quindi c’ha l’estro che gli si rinfaccia come a noi invece la peperonata, mi ha buttato giù per voi un inequivocabile “Holers there is the cupcakes!!!!” (Molto fiorentino ma anche molto difficile) Ve lo lancio lì tanto per farvi scervellare un po’, e il primo che lo tradurrà correttamente vincerà un panino con il lampredotto che potrà gustarsi a scelta, o insieme a me oppure alla Nanni. Una volta appurato che il Colonnello fa “The wedding with the dried figs” qualcuno di voi si chiederà “What does the ass with the forty’hours”, e in effetti con la partita di domani sera tutto questo non c’entra niente. Una cosa è certa però, noi sanfredianini siamo sempre stati i custodi dell’anima più becera e vivace dello spirito fiorentino. Questo carattere, un po’ spigoloso, non può non riflettersi nel nostro modo di parlare: colorito, sguaiato, diciamo sanguigno. Noi quando la si mette male si dice “She is pork” oppure quando esci malconcio dalla partita del Calcio Storico si suole dire “To be beated off us a cat in a lot”. “L’ha visto più soffitti lei d’un imbianchino” non lo traduco perché il senso è molto chiaro, ed era riferito alle ragazze più disinibite del quartiere. “It is better a dead in the house that a pisan at the door” è un classico del campanilismo che però si ritrova anche in altre culture, una ragazza di Los Angeles ed una di Santa Monica, le ricordo litigare di brutto per chi delle due dovesse uscire con me. Al Colonnello, questa volta in fiorentino, ricordo invece “Chi 'un ha quattrini 'un abbia voglie”, e chiudo raccontando di come per alcune donne l’integrazione con i sanfredianini sia stata davvero molto forte. Una volta mi innamorai di un’australiana conosciuta allo Space Electronic, dopo aver fatto all’amore mi convinsi chissà perché che fossi stato il suo primo uomo, lo volli credere in tutte le maniere, cercai di avere delle conferme in merito, fui insistente a tal punto che lei, impietosa, alla fine mi rispose “Tu arrive after the fires”.


96 commenti:

  1. "Bucaioli c'è le paste"

    RispondiElimina
  2. Allora, premetto che sono, da sempre è da prima che arrivasse a Fitenze nel 2008, un grandissimo estimatore di Gilardino, l'ho sempre considerato il miglior centravanti italiano e lo ritenevo (probabilmente sbagliando) più forte anche di Luca Toni. Detto questo, l'acquisto del Gila adesso mi desta qualche perplessità: giochiamo con una punta sola, quasi mai Montella ha usato il doppio centravanti (ricordo un Toni-Larrondo due anni fa e un Gomez-Baba all'inizio di questa stagione), per cui non capisco perché aggiungere un centravanti che più centravanti non si può a Gomez e Baba. Avrei capito p'operazione Mutu, visto che il Fenomeno può giocare sia come prima sia come seconda punta, ma l'acquisto del Gila mi lascia perplesso. Sulla questione dell'età, invece, non vedo problemino, visto che ha solo 32 anni e mezzo e penso sia in forma: tra l'altro è sempre stato un serissimo professionista e un ragazzo tranquillo che non si dà a stravizi e/o colpi di testa (al contrario di Mutu), per cui sulle sue condizioni fisiche non mi preoccupo affatto. Aggiungo infine che l'aspetto positivo che vedo consiste nel fatto che finalmente abbiamo un artaccante forte sui colpi di testa.

    RispondiElimina
  3. daniel bertoni24 gennaio 2015 10:34

    Il problema è che baba non firma e se non lo fa entro giugno va venduto quest'estate, di qui la necessità di provare a metterlo in un angolo. Quindi la vera domanda diventa, quanto è giusto proporgli come contratto? Vista la media della squadra penserei al massimo 1,2. Se gliene hanno promessi due fanno bene a venderlo. probabile che un domani li possa valere tutti, ma adesso ci manderebbe in crisi lo spogliatoio. Quindi per valutare l'operato della società bisognerebbe sapere che proposta lui sta rifiutando. Certo se gli hanno proposto 7-800 ci stiamo suicidando

    RispondiElimina
  4. Non credo che abbia rifiutato, sarebbe uscita fuori la notizia, piuttosto ritengo che la trattativa sia complessa; il fatti che tornato dopo un mese il Baba segni subito, diventa un altro punto a suo favore, dove la parola "punto" la potremmo tradurre con "altri 100.000 euro in più....".
    BERTONI, sarebbe degradante e illogico non rinnovare!! Degradante.

    RispondiElimina
  5. Chissà se ci son buhaioli che dican hosí......

    RispondiElimina
  6. Hai vinto Anto!!!! Ora non ti resta che scegliere tra le due ricompense.

    RispondiElimina
  7. stefano vienna24 gennaio 2015 11:23

    Fortuna che i soldi non sono i miei, ma qui si stanno perdendo una barca di milioni tra Neto e, forse, Babacar. Non si gestisce così una squadra di calcio e nemmeno un'azienda e, sicuramente, i Della Valle non gestiscono così il gruppo Tods. Ed è lì purtroppo che casca l'asino: avendo cose più importanti da fare, dedicano qualche ritaglio di tempo alla Fiorentina e i risultati (economici) si vedono. Comunque, finchè

    RispondiElimina
  8. daniel bertoni24 gennaio 2015 11:39

    Perché quando tutti i giornalisti dicono che la trattativa è compessa secondo te che significa? sicuramente ci sono stati incontri e l'accordo non è stato trovato. La solita storia del procuratore che prende tempo.. e il tempo passa.. se gli avessero promesso due milioni dal suo punto di vista una logica potrebbe averla. Sul degrado sono d'accordo, ma ormai ci dovremmo essere abituati. Qui si tratta di valutare un giovane calciatore, e nessuno lo può fare meglio di chi lo vede tutti i giorni, e di offrirgli il massimo ragionevole. Se non accetta bisogna farsene una ragione, ma questa volta siamo partiti per tempo. E Gila sta lì a dimostrarlo.

    RispondiElimina
  9. Puntata mattutina per un torneo di tennis di mio figlio in un circoletto dove anche le tazzine del caffè tifano giallorosso. Quattro chiacchere in giro. Il sentiment dei tifosi è contrastante. Non temono tanto la Fiorentina quanto non si fidano
    più della loro squadra . Critiche alla difesa come singoli e come reparto. Pure Pijanic in discussione: lo accusano di non essere un leader, di non riuscire a
    prendersi la squadra sulle spalle.
    Dei giocatori viola, c'é interesse per uno soltanto, come sempre da due anni a questa parte.
    A chi indovina il nome, un panino con la porchetta. Quella di Ariccia

    RispondiElimina
  10. Nessuno, vedo, ha una minima idea della strategia viola. Uso il termine strategia animato da molto ottimismo, quello che si commenta, sono ipotesi, congetture acrobatiche. Unico aspetto positivo, che Mutu sia restato nell'angolo di pianeta che lo accoglie, fosse arrivato davvero, giuro avrei smesso di vedere le partite di questo campionato. Ma vorrei anche vedere, quindi la positività termina qui. Gila non va discusso, i gol li ha sempre fatti, e anche in là con l'età, continuerà, visto che il suo gioco non è molto dispendioso. Purtroppo Calamai questa volta dice una cosa sensata, evento rarissimo come la neve d'agosto.
    Riprendo VITA ieri e mi chiedo cosa vogliano dire tre centravanti con un tecnico che ne mette uno al massimo. Io sono straconvinto che con uno che capisce veramente il calcio, Baba e Gomez possano coesistere, potevo ben capire pure la venuta di una punta esterna, ma tre centravanti con Montella significa due in panca, con uno, il piu' forte e giovane, che probabilmente inizierà una neverending story sul rinnovo tipo Neto, tiritera sfiancante e dilettantistica che se non è sfuggita a noi, e come poteva, figuriamoci se sfugge a lui e procuratore.
    Boh, bisogna doverosamente aspettare la fine del mercato, ma mi pare ci sia un bel casino mentale, ma ogni giorno che passa mi auguro che il mio via tutti, si avveri al piu' presto.
    Per domani, sono invece ottimista, nonostante Montella.

    RispondiElimina
  11. Ho riletto il finale dei post di ieri:

    Jordanone io ti voglio bene, ma, prima di tutto, Eto'o unn'ha quarant'anni e tra lui e quello che s'è RIpreso noi c'è come tra trombare e stare a vedere...

    ZV, te vai in culo, in giornate come quelle di ieri mi ritiri fori QUELLA supercoppa, poi arrivano Edmundo e "siam venuti quassù, siam venuti quassù, per vedere segnare Lulù..."

    "E Malesan, e malesan, e malesan san san san san..."

    Ce la farò? Ce la farò a riviverli?

    RispondiElimina
  12. Strategia?

    Voglio ancora aspettare la fine, intanto stringo le chiappe, ma dopo il ricamo di ieri sto veleggiando verso lo scazzo più totale...

    RispondiElimina
  13. e bravo il nostro Pollock internazionale. Il tuo inglese mi ricorda il mio, quando quella "strenger" mi chiese, arrivati sotto casa sua: "Would you come up for a drink?" e io risposi "of course !" pensando: "di corsa!". Ebbi una fortuna sfacciata, pur sbagliando clamorosamente.

    RispondiElimina
  14. Posto che ritenevo il terzo posto irraggiungibile anche con un buon mercato di gennaio, a me è invece l'arrivo di Diamanti e Gilardino - l'irresistibile dupla d'attacco di Bologna e Guangzhou - a togliermi la voglia di continuare a seguire le partite di questa seconda parte di stagione, senza obiettivi rilevanti. Ma poi la malattia prenderà il sopravvento, già lo so, e mi ritroverò incollato davanti allo streaming come un bischero a seguire la Fiorentina, e così sarà anche l'anno prossimo, quando mi riempiranno la Viola di italianacci. In questa politica del discount, Mutu rappresentava per me l'unica possibile fonte di emozioni, e state pur sicuri che sarebbe stato più utile di Diamanti e Gilardino messi insieme. Detto questo, il ritorno del Gila in sé pessimo proprio non è, perché sono convinto che ha ancora in canna diversi golletti di rapina. Ma non capisco proprio il senso dell'andare a ripescare uno a cui a Firenze "si era spenta la luce", che ambiva alla juve col suo Mister, che torna qua quando ormai non lo cerca più nessuno, probabilmente per le pressioni della moglie, che si sarà innamorata di Firenze. E questi non sono che due vecchiarelli, riserve. Quel che mi preoccupa è l'annuncio del processo di italianizzazione per il prossimo giugno, significa riempire la Fiorentina di azzurrognolo tenebra, con una pletora di scarsi e mezzettoni strapagati, uccidendo sul nascere il processo di ispanicizzazione della Fiorentina. Che vorrei invece costruita su una spina dorsale argentina, sudamericana, spagnola e al limite ex-jugoslava. Sostituire Pizarro con Baselli è solo l'antipasto del disastro prossimo venturo, una politica di marketing del Made in italy nel peggior stile ADV [cfr. ViviUno di Noi©], magari ancora firmata Pradè & Montella.

    RispondiElimina
  15. E intanto da noi - che abbiamo visto recentemente sul prato del Franchi le gesta di Batistuta, Edmundo e Mutu - invece dei nuovi campioni sudamericani Dybala, Vietto e Mendez [che son presi da Palermo, Villarreal e Roma, non dal Barcellona...] arriva il Fenomeno di Prato.

    RispondiElimina
  16. Comunque, se è venuto gila credo che sia stata indicaz di mintella, quindi prevedo, a partire da genova, che mettera due punte e cuadrado a dx, con alternanza a joaquin e soostamento del colombiano davanti o a riposo. Non vedo altre soluzioni logiche e se cosi fosse mi starebbe bene

    RispondiElimina
  17. Vabbè, il Socio è messo peggio di me, dopo il niet a Mutu, la PRESUNTA italianizzazione... Io invece stavolta non penso che Montella faccia i salti di gioia a vedersi recapitare il violinista. Con due punte non ci ha mai giocato, fatica a concepire un gioco d'attacco che ne preveda una, figuriamoci. E mi scappa pure da ridere, non me ne voglia chi sostiene questa teoria, nel leggere che il biellese lo hanno ripreso per mettere alle strette Babacar. Sarebbe come tagliarsi l'uccello per far dispetto alla moglie. Io invece temo che il bimbo sia sul piede di partenza e lo sostituiamo con il cinese... Un altro capitale mandato a puttane...

    RispondiElimina
  18. A parte le sottolineature del Buk sull'italianizzazione voluta da ADV, che son soltanto parole di un giornalista per ora, è stato lo stesso Montella a dire che la società c'ora in poi privilegerà gli italiani, e questa è una conferma ufficiale. Babacar spero proprio che non lo perdiamo, anche se ancora una volta siam partiti molto tardi per il rinnovo.

    RispondiElimina
  19. Non mi resta nient'altro, così ripropongo il video di ieri sera. Dico a Stefano che mai nessun giocatore in maglia Viola mi ha emozionato come Edmundo, per strapotere tecnico e modo di umiliare e "matare" gli avversari. Ma a quel che ricordo - e ai tempi le partite le vedevo da curva e Maratona - Bati sacrificò abbastanza la sua voglia di protagonismo al fine più alto della Vittoria, fu invece Rui Costa a boicottare in campo il brasiliano, cosa che mi meravigliò anche, perché per il resto si è sempre comportato splendidamente.


    https://www.youtube.com/watch?v=O84j3kd33dM#t=30

    RispondiElimina
  20. Socio, gli italiani costano il triplo e non ne vedo di pronti per fare il salto di qualità, a noi manca poco per completare la squadra, la politica da seguire è quella di creare uno zoccolo di 15/16 titolari, gente scelta, forte, sana, pronta e completare con giovani promesse e gente che fa la spola tra primavera e prima squadra. Non ci voleva Gilardino che alla fine non è nemmeno vero una sega che costerà poco, si passava sopra Gondo e a ruota Chiesa che mi dicono sia molto forte... i soldi si devono spendere in quei pochi tasselli che mancano... invece questi mi fanno la collezione di gente da rilanciare, panzoni da rinsecchire e compagnia cantante... basta via, speriamo che domani sera mi cambino la settimana perchè si marca male...

    RispondiElimina
  21. ..a pochi giorni dalla chiusura del mercato mi sento di dire questo: Tutto è perdonato...o se preferite Tout est pardonnè...in copertina un Diego in lacrime..Adieu..

    RispondiElimina
  22. Ho ripreso da pochissimo a seguire la Primavera, ma sinceramente promuovere in prima squadra Gondo e Chiesa jr mi sembra mooolto prematuro, non credo siano pronti nemmeno per fare i titolari in B...

    RispondiElimina
  23. Vaffanculo Montella, hai sputato su tutto questo, mo ti tieni Malino Diamanti.

    https://www.youtube.com/watch?v=2X_uCabAZvA

    RispondiElimina
  24. stefano vienna24 gennaio 2015 14:32

    Nessuno come lui, il video è bellissimo. Sì è vero, forse più Rui che Bati. Ma la colpa fu del gobbo che sedeva in panchina: quando quel giorno maledetto sostituì Edmundo ero allo stadio, fu un atto di superbia e idiozia. Non avevo mai visto un giocatore umiliare in quel modo gli avversari, mi ricordo che rincorse Totti e gli sfilò il pallone da dietro senza che quello se ne accorgesse e fu una sola delle magie che stavano accadendo quel pomeriggio allo Stadio Olimpico. Lì, il Trap lanciò un segnale inequivocabile, da gran mediocre punì la grandezza e fu a sua volta punito -la Roma, uscito Edmundo, ribaltò il risultato giocando in dieci. Il giorno più bello e più triste della mia vita da tifoso. Sarebbe stata la quinta vittoria consecutiva. Ma la cosa più grave è che Edmundo capì che avrebbero cercato di metterlo in un angolo e reagì con il suo proverbiale istinto di autodistruzione. Alla fine, pagammo il conto noi tifosi.

    RispondiElimina
  25. Il gesto più clamoroso che ricordo fu di Bati, quando non lo servì davanti alla porta, facendoci bruciare la vittoria sui giallozozzi. Se ricordo male correggetemi

    RispondiElimina
  26. non vanno "promossi" in prima squadra, vanno aggregati quando ci sono emergenze, un po come si faceva una volta, c'erano 3/4 primavera che venivano scelti già dal ritiro estivo come serbatoio per i grandi ed erano i più maturi ed i migliori... poi sono arrivate le rose extralarge ed i debiti... morale della favola, a 10 gg dalla fine del mercato; hai mollato due giocatori (Marin e Brillante) e ne hai presi 3 (Rosati, Gila, Diamanti)... Ma non dovrebbero alleggerire monte ingaggi e numero giocatori?

    RispondiElimina
  27. Eto'o, nessuno di preciso conosce l'età, ma siamo vicini ai 40.

    RispondiElimina
  28. Penso che il Trap semplicemente pensò che la Roma in dieci non avesse più la forza di ribaltare il risultato, e convenisse coprirsi ancora di più, come la sua pragmatica e lunga esperienza di calcio italico gli suggeriva. La mossa fu però psicologicamente erratissima, perché la Roma prese coraggio, vedendo quel marziano uscire dal campo. Quella di Edmundo fu comunque una delle primissime prestazioni individuali ch'io abbia mai visto fare a un giocatore in serie A, assieme ad un'altra sua a Firenze contro la juve, tra l'altro...

    RispondiElimina
  29. Ah in quel caso sì

    RispondiElimina
  30. Riserva, soluzione che ti permette di variare modo di giocare, e comunque siamo in 3 competizioni. Non parte certo titolare sulla carta, anche se un po' giocherà. Non mi dispiace, alla fine ha cambio di passo, tiro e grinta. Ma comunque riserva. Mutu, deyna, non è venuto per motivi suoi, non per Montella

    RispondiElimina
  31. Se gli italiani fossero Darmian, Marchisio, Zaza.....
    Personalmente non credo per nulla al processo di italianizzazione, visto che a parità di valore un giovane italiano costerebbe uguale o di più di uno straniero già in rampa di lancio.
    Immobile costato più di Vietto? Dov'é l'errore?
    Giovinco all'epoca (Parma-Juve) riscattato quasi quanto il costo di Liajic, dov'é l'errore? Darmian valutato più di Kolarov, possibile?
    Insigne costerebbe più di Icardi.
    Bonaventura costato più di Valero, Why?
    Qualcosa non quadra.
    Piuttosto, come già auspicato dai senatori del blog (fan della Senatore, Paola), sarebbe ora di tornare a giocare 6 o 7 milioni su un prospetto sudamericano, tentare di scoutizzare meglio Argentina e Brasile. Non arriva un titolare da laggiù da molto tempo (Neto? Mati di sponda?).

    RispondiElimina
  32. DEYNA, i vaffanculo a Montella andrebbero riservati nelle occasioni, non certo rare del 2014, dove ha mostrato insipienza tattica mista ad arroganza. Se facessimo il conto esatto dei punti che ha gettato via, prende male. Credo che Fiorentina Napoli vada ricordata per il massimo del minimo in questo senso. Della non preparazione atletica, lasciamo perdere. Capisco del tuo amore per il marioulo rumeno che in campo ha fatto vedere belle cose, ma il tuo richiamo è come voler mettere in una sfilata Brigitte Bardot.
    Mutu è un ex da almeno 3 anni, fattene una ragione, questa tua personalissima e pervicace lotta scalfisce la tua riconosciuta competenza.
    PENDE la migliore soluzione in attacco, almeno per me e quando Diamanti sarà in forma è
    --------------BABA
    JOAQUIN. DIAMANTI CUADRADO

    Soluzione che ovviamente mai vedremo

    RispondiElimina
  33. Scoutizzare è parola grossa in Fiorentina. Puntare all'italianità prescinde dalle considerazioni tecniche. È una linea che intendono darsi per questioni di immagine e per prepararsi alle nuove norme Figc.
    Chissà quanti giocatori migliori di Baselli a minor prezzo ci sono in giro per il mondo.
    Le valutazioni tecniche contano fino a un certo punto in questa società altrimenti Cuadrado sarebbe stato ceduto in estate a meno di quaranta milioni.
    Il nodo centrale è che il tifoso è giustamente concentrato sulla atavica assenza di trofei e si culla nell'illusione di competere con chi fattura due o tre volte tanto. Loro hanno obiettivi di valorizzazione del brand societario molto più variegati. A ciò si aggiunge il desiderio di imporre il proprio stile nella gestione degli affari.
    Quanto vale oggi Acf Fiorentina? 300 milioni? 400 milioni? Chi lo sa. Quanto vale edificare immobili in Firenze? Tanto. Conta di più consolidare un patrimonio ed un valore societario e magari vincere ogni tanto una coppetta italia oppure puntare tutto sugli introiti da terzo posto?

    RispondiElimina
  34. MCGUIRE, ora lo fai incazzare...guarda che per DEYNA Buddha, Cristo è Maometto erano argentini, ecco perché sono emersi!!

    RispondiElimina
  35. Ti ringrazio, Pollock, questi devono essere i miei giorni fortunati: l'altro giorno mi è arrivata una e-mail che mi annunciava che avevo vinto un milione di sterline, ieri me ne è arrivata un'altra che si congratulava con me perché avevo vinto un iPhone 6, oggi c'è la tua ricompensa. Spero che almeno tu non mi mandi un link a un sito che mi riempie il computer di virus.

    RispondiElimina
  36. stefano vienna24 gennaio 2015 15:34

    C'erano già evidenti fratture e al Trap la grandezza di Edmundo dava fastidio. Poi entrò Morfeo al suo posto, ovvero una specie di trequartista/attaccante, non mi sembrò una mossa per difendere il risultato. Fu sgarbo agli Dei del calcio e fummo puniti tragicamente.


    Io da quella partita non mi sono mai completamente ripreso.

    RispondiElimina
  37. stefano vienna24 gennaio 2015 15:36

    Lo odiavano, su questo ci sono pochi dubbi, basterebbe chiedere a qualche testimone dei tempi, anche se Edmundo alla fine ebbe tutti contro, quindi non sarebbero testimoni imparziali.

    RispondiElimina
  38. Io preferirei vedere gomez e babà insieme, cuadrado largo a dx e joaquin o vargas a sx. Diamanti prima riserva e che dunque giocherebbe spesso per una questione di turnazioni, e tra l altro proverei anche l esperimento di arretrarlo sulla linea dei centrocampisti

    RispondiElimina
  39. http://www.violanews.com/news-viola/dallinghilterra-montella-lascia-se-viene-ceduto-cuadrado-20150124/
    Cosa ne pensate?

    RispondiElimina
  40. Non dirlo a Lele che potrebbe portare Cuadrado a Londra per ottenere l'effetto sperato

    RispondiElimina
  41. Hombre vertical.

    RispondiElimina
  42. Baba e Gomez insieme l'ho perorata che m'era venuta a noia, ma con Diamanti preferisco questa. Ma tanto non vedremo niente di simile.

    RispondiElimina
  43. Forse mi ricordo solo io che quando tornò dal Brasile era irritante, voleva scartare tutti anche se aveva tre uomini davanti, non combinò nulla tanto che quando lo dettero via nessuno disse pio, sembrò una cosa naturale. Gran tecnica, dribbling ma un giocatore di scartini, non di calcio.

    RispondiElimina
  44. Ah ah ah come fai a azzeccare sempre?

    RispondiElimina
  45. stefano vienna24 gennaio 2015 16:21

    Ce lo ricordiamo bene, ma la rottura con compagni e ambiente era già avvenuta, aveva smesso pure d'allenarsi. Il vero Edmundo si vide fino a due/terzi del girone d'andata, poi fu sempre più isolato dal resto del gruppo, alla fine mi risulta che non gli rivolgesse nemmeno più la parola.

    RispondiElimina
  46. Pollock, qui parlavano di dimensioni??!

    RispondiElimina
  47. stefano vienna24 gennaio 2015 16:39

    Sugli arrivi di Diamante e Gilardino, non so bene cosa pensare, ma, solo dalle foto pubblicate negli ultimi giorni, mi verrebbe da dire solo una cosa. Trasferirsi a Firenze e doversi mettere a dieta sembra uno dei contrappassi danteschi. O almeno se fossi io a trasferirmi, metterei su un paio di chili a settimana.

    RispondiElimina
  48. E l'esperienza di Napoli? Neanche là si ricordano un giocatore così decisivo, anzi...A mio parere (anche se so di andare contro una certa mitologia) è stato sopravvalutato, anche il suo apporto alla Fiorentina. La vera disgrazia di quell'anno fu l'infortunio del Bati, non il carnevale di Edmundo.

    RispondiElimina
  49. Credo che alla prima occasione concreta, diciamo intorno al trenta mln, via.
    Ora o luglio cambia poco, anzi, per la confusione tattica che Montella è riuscito a creargli, se c'è qualcuno col cash vero adesso, si accomodi.

    RispondiElimina
  50. Mutu nel tornare nella sua Firenze poteva trovare enormi motivazioni, e le motivazioni per un campione del genere sono tutto. Certo non sarebbe stato il Mutu dei tempi d'oro, ma di pratico avrebbe portato diversi gol e assist, se messo a fare quel che faceva Rossi, più o meno. E' vero che dall'Argentina arrivano anche i bidoni, ma...Non tutti gli argentini sono grandi giocatori, ma tutti i grandi giocatori sono argentini, ahah! "Scherzi" a parte, la bravura di un ds sta nel trovare quelli buoni, e un argentino buono ha un rapporto inarrivabile qualità/prezzo. Marquez non ricordo chi sia, ma Dybala e Vietto sono già, a 21 anni, nelle primissime posizioni della classifica marcatori di serie A e Liga, con una qualità di gioco stratosferica. Diciamo che di dubbi sul loro valore ne restano pochi o punti...Che altro devono dimostrare a quell'età?

    RispondiElimina
  51. Forse Mutu a Firenze avrebbe ritrovato con maggiori probabilità qualche bar dove fare le ore piccole la notte più che assist e gol. Non è venuto e personalmente ne sono lieto, il che non signifca che mi soddisfino Diamanti e Gilardino.
    Quanto ai giovani sudamericani di valore, ritengo che da tempo non abbiamo un scouting valido da quelle parti e non riusciamo a farci acquisti di un certo valore. Quanto alla promessa italianizzazione della Fiorentina, mi sembra si tratti della solita cazzata messa in giro dalla stampa. Una squadra forte si fa con giocatori forti non con la carta d'identità dei calciatori.

    RispondiElimina
  52. http://www.solocalcio.com/FORZAVIOLA/Edmundo2.htm

    RispondiElimina
  53. Montella: "La cessione di Marin? Il discorso è semplice. Non ho avuto nessun problema con lui. Ha talento ed è un bravo professionista, voleva giocare un po' di più e non potevamo garantirglielo. Siccome vogliamo giocatori italiani, è arrivato Diamanti al suo posto". Se poi era ironico non lo so, ma non credo...

    RispondiElimina
  54. 10 marzo 1981... ha un anno in più del Gila...

    RispondiElimina
  55. VENDETELO!!!!!!!!

    Ce li metto io i 5 mln che mancano, pigliamo due piccioni con una fava, quando ci ricapita?

    RispondiElimina
  56. lo dico da giorni, passo per matto...

    RispondiElimina
  57. Gli arrivi dei due cinesibolognesi dimostrano, invece, che a Firenze si sta da pascià...

    E mi tocca leggere in continuazione che è una piazza difficile...

    RispondiElimina
  58. http://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Sampdoria/24-01-2015/sampdoria-giorno-eto-o-visite-mediche-roma-100608301250.shtml


    Emozioni a noi negate...

    RispondiElimina
  59. manchester city, chelsea e totthenam perdono in casa in coppa con scarti pensati contro squadre di b inglesi

    RispondiElimina
  60. A Napoli piombò in una squadra allo sfascio, con chissà quali motivazioni...Nessuno dice che avesse la testa a posto, io però penso che gestito in un'altra maniera avrebbe continuato fino alla fine ai livelli dell'andata, quell'anno, sentendo fiducia ed entusiasmo intorno. Forse non sarebbe bastato lo stesso per vincere lo scudetto, per quello ci volevano lui e Bati sempre e fino in fondo, ma la storia sarebbe stata diversa. Comunque finché ha voluto giocare Edmundo era per distacco il miglior giocatore del campionato, ne parlavano su tutta la stampa europea, non è stata l'illusione di pochi esteti...

    RispondiElimina
  61. Uno scatto rubato di Diegone

    RispondiElimina
  62. Scusa, stai scherzando, spero

    RispondiElimina
  63. Montella sul Gila:
    "Gilardino è un acquisto condiviso, l’abbondanza non è un problema, nel calcio moderno è normale avere tanti attaccanti, siamo impegnati su tre fronti. Non penso che adesso diventi più difficile gestire Babacar, la sua crescita dipende solo da sè stesso.
    Gilardino ha qualche anno in meno rispetto a Toni, è uno che sa stare nell’area di rigore ed è ancora uno tra i migliori in circolazione in questo. Per me può giocare anche in coppia con Mario Gomez. Nel calcio l’importante è segnare, se i gol arrivano da giocate individuali o da una manovra collettiva conta poco. Marin è andato via, di Ilicic non conosciamo il destino perciò i piani sono cambiati."

    RispondiElimina
  64. Finché ci saranno dei Ferrero ci sarà calcio.....4 anni e porterà lo scudetto a Genova, ha affermato......Meglio del piano Della Valle.

    RispondiElimina
  65. Montella su Cuadrado:
    "Cuadrado è incedibile per noi ma ha una clausola rescissoria dunque conta quella."
    "Anche il destino di Cuadrado non è nelle nostre mani, se arriva qualcuno con la cifra giusta non possiamo farci niente."

    RispondiElimina
  66. Tradotto: se lo perdiamo per la clausola pazienza, se lo cede la società per una cifra sotto i 35 la prendo male e ...

    RispondiElimina
  67. Ineccepibile

    RispondiElimina
  68. Come dargli torto? In questo momento della stagione equivale a indebolirsi. A meno che si pensi che sia sostituibile da chi e' in rosa

    RispondiElimina
  69. In coppia con Gomez è assolutamente inconcepibile. Possono coesistere al limite Babacar-Gomez e Babacar-Gilardino, ma mai Gomez-Gila. Credo.

    RispondiElimina
  70. Cena di destra: Cous Cous Clan.

    RispondiElimina
  71. Sontuoso assist-man Montolivo.

    RispondiElimina
  72. stefano vienna24 gennaio 2015 22:00

    Bel passaggio di Montolivo a Klose,ahahah

    RispondiElimina
  73. Pasqual sta perdendo lo scettro dei "passaggi all'indietro", Montolivo 7 consecutivi in 10 minuti....

    RispondiElimina
  74. stefano vienna24 gennaio 2015 22:23

    Il Milan è una squadra senza allenatore

    RispondiElimina
  75. Stessa sensazione. Schemi? El Sharaawy a trenta metri dalla porta, uno che in due stagioni aveva fatto 30 gol,tra Serie B e A; Cerci nullo, difesa imbarazzante (Abate-Alex-Mexes-Armero), se la costruisci con due svincolati- Mex e Alex- e uno che nessuno vuole..........).
    Sembra una mattanza, stasera.

    RispondiElimina
  76. Vado via per vincere qualcosa...ahahaha!!Gat dove sei???Mongolivo con Pasquato e Giandonato??Ahahaa, vado via per vincere ahaha

    RispondiElimina
  77. Mexes é cerebroleso?

    RispondiElimina
  78. Se a Savic 4, a Mexes minimo 6! Picchia, reagisce, viene graziato e dopo l'espulsione va a prenderlo per il collo?! Reiterando ancora!!

    RispondiElimina
  79. stefano vienna24 gennaio 2015 22:42

    Assurdo, mai vista una cosa del genere, ma appunto in una squadra con allenatore Inzaghi e capitano Montolivo queste cose possono succedere.

    RispondiElimina
  80. ConsolateVi, c'è peggio di Montella in giro.

    RispondiElimina
  81. LOUIS, visto Armero? I gol sono venuti dalla sua parte.....lui introvabile!!

    RispondiElimina
  82. Ragazzi, a parte gli scherzi,meno male c'é il Milan, meno male c'è Inzaghi, meno male c'è il Gat ,meno male c'è Lud!Davvero

    RispondiElimina
  83. Ah ah ah ah ah

    https://www.youtube.com/watch?v=y4xvjixTaic

    RispondiElimina
  84. Lazio che si muove senza palla. Milan che non si muove.

    RispondiElimina
  85. Il Milan sta messo proprio male. Quanto mi dispiace

    RispondiElimina
  86. Ma che maglia aveva oggi la Ternana??? Inguardabili! O sbaglio?

    RispondiElimina
  87. Where ever you go are onions, caro poeta e quella de' bucaioli c'è le paste la diceva sempre i' mi' primo socero quando gli era l'ora di mangiare e chiamava a raccolta perché gli avea sempre fame! e siccome we arrive always after the fires e lui e knew very well his chickens e bociaa poer'omo un quarto d'ora prima, perché i'sugo di cinghiale che sapea fa solo lui e gli andaa mangiato cardo e sulle paste appena scolate.

    RispondiElimina
  88. Se i gol arrivano da giocate individuali meglio, perché allora in panchina ci posso stare anch'io

    RispondiElimina
  89. L'avete vista la presentazione di Muriel e Eto'o? Con quella macchietta che sembrava il grande puffo a fare il giro del campo ed a farsi applaudire? Roba che il nostro cotonato sulla balaustra era roba da divisione pro! Se fossi un tifoso sampdoriano sarei preoccupato forte. Questi l'anno prossimo son falliti, altro che scudetto!

    RispondiElimina