.

.

mercoledì 2 maggio 2012

Edizione straordinaria


Dopo l’ennesimo infortunio di JoJo nella rifinitura, e dopo che Behrami era abbondantemente già rifinito, urge un post supplementare con il quale suggerire la chiave tattica per affrontare e risolvere la gara di stasera:

“ Occhio, malocchio, prezzemolo e finocchio, ego me baptizzo contro il malocchio. Puh! Puh!
E con il peperoncino e un po’ d’insaléta ti protegge la Madonna dell’Incoronéta; 
con l’olio, il sale, e l’aceto ti protegge la Madonna dello Sterpéto;
corrrno di bue, latte screméto, proteggi la Fiorentina dall’innominéto”

(P. Corvino)

18 commenti:

  1. Chiarificatore2 maggio 2012 17:42

    Animo ragazzi, se non sbaglio
    anche il Novara ha le sue defezioni, questa è una partita da vincere punto e
    basta, sennò devo dar ragione a Zeman, cosa che, per quanto sia simpatico e  brillante , mi riesce solo di rado. 

    RispondiElimina
  2. Concordo col Chiari, se non bastano Cerci e Ljajic contro Morganella e Lisuzzo (mi dicono da altre parti che Gemiti non sarà della gara, che culo) possiamo pure far festa!!!

    RispondiElimina
  3. Sono allibito dalla partita di questa sera, allibito dal duetto Liajic e Delio Rossi. È incredibile come dopo la vittoria di Roma ci possiamo trovare nella merda cosí. Dicevamo: se non si vince con il Novara, giusto retrocedere. Ora abbiamo ancora due partite ed un punto è fattibile alla peggio. Penso che Delio sarebbe stato bollito dopo una partita cosí anche senza la vicenda con il serbo. Certo che in questa partita perdere contemporaneamente Jovetic, Berhami, Karjia, cardini delle ultime vittorie.... Nota finale al sussulto di Montolivo, che gioca in modo decisivo, dimostrando che poi cosí bollito, almeno lui, non è.

    RispondiElimina
  4. alle volte   si sbagliano i pronostici

    RispondiElimina
  5. Meno male che un c'era Montolivo se no si perdeva anche questa

    RispondiElimina
  6. Kharja cardine delle ultime vittorie? ma 'n do tu l'ha visto codesto filme Orcio? Oggi quando Delio gli ha detto che facean gioha' Montolivo l'è andao via senza neanche andare 'n panchina. Meno male perchè se c'era lui a i' posto di' colpevole di tutti i male da' i giorno della creazione e si perdea anche questa, come quella di Bergamo perchè fino a un certo punto l'erano 'n fotocopia. Comunque se a Delio gli è sartao i'tappo così e dovea essere 'n delle condizioni di nulla! O che banda gli è? fare un punto 'n queste du' partite un dovrebbe essere un probrema, ma speriamo che il Lecce un ne faccia sei così e siam più tranquilli, accidenti a Buffon e a tutti e gobbi come lui!

    RispondiElimina
  7. In TS e diceano che Kharja gli è andao via perchè un s'è trovao d'accordo su i' prezzo dell'abbonamento dell'Italo con DDV.

    RispondiElimina
  8. Deep, a proposito di Montolivo a chi danno ragione ora i fatti? L'hai visto come cambiano? basta stare ad aspettare, fiduciosi.

    RispondiElimina
  9. Jordan io non sono come te, io sono obiettivo a differenza tua e non ho nessun problema a dire che il nostro miglior giocatore è stato il moscio (anche se ha segnato su rigore e su una grave cappellata del 3° portiere del Novara) ma questo non lo riabilita per il vergognoso campionato che ha giocato fin'ora. Guarda caso rientra lui (ed esce Kharja) e la squadra ritorna a far pena, Lazzari stesso è tornato ad essere l'oggetto inutile di quasi tutta la stagione. E' inutile che porti ad esempio la partita di Bergamo, era la 3° partita in 8 giorni e hanno giocato male molti altri prima di Kharja e se c'era il moscio la musica non sarebbe affatto cambiata. Kharja si è arrabbiato perché ha saputo che giocava il moscio? E ci credo, ne aveva ben donde. Fortunatamente sabato prossimo a Lecce rientreranno Jovetic, Behrami e si spera anche Kharja e si prospetta una partita dura si ma di quelle che ultimamente ci hanno visto vincere contro ogni previsione (Milan e Roma) cioè saranno i salentini a dover attaccare per cercare di vincere, noi dovremo esser bravi a chiudere tutti gli spazi e ripartire veloci in contropiede proprio come abbiamo fatto a S.Siro e all'Olimpico.

    RispondiElimina
  10. Ciao Jordan, sul marocchino ora si sa qualcosa di più, che non si tratta di infortunio ma di ribellione alla decisione dell'allenatore e conseguente punizione. Questo aggiunge un tassello se ce ne fosse bisogno, sulla situazione esplosiva di questo spogliatoio e della società, di cui la conferma di Cognigni arrivata ieri mi lascia perplesso. Karjia caridne delle vittorie voleva intendere che rappresentando una novitá nel centrocampo tanto discusso della viola, con prestazioni pienamente sufficienti sia sue che della squadra, pensavo fosse uno dei punti fissi che faticosamente Delio aveva cercato e trovato, almeno per queste ultime partite dell'anno. Mi sono illuso, devo ammetterlo amaramente, come tante volte quest'anno, che Delio avesse trovato uno "zoccolo" da cui ripartire il prossimo anno e invece il modo con cui è stato trattato dai giocatori e la sua reazione dimostrano che la situazione è nello sbando completo, totale e al momento senza via di uscita. Perchè, occorre ricordarlo, non basterà togliere qualche mela marcia, né al contempo vedo percorribile la strada della rivoluzione totale (tutti via). Sono davvero deluso, ora retrocedere con 6 punti a due giornate dalla fine sarebbe una mostruositá alla quale non credo. Poi sono davvero curioso di vedere questa resa dei conti finale dove tutti hanno nel taschino la bomba pronta a screditare il nemico: in questo casino sarà difficile anche capirci qualcosa. A che pro il desiderio di capire? Ovviamente per cercare di evitare simili errori in futuro...

    RispondiElimina
  11. Attento ad attribuirti patenti di obiettività ed a negarle agli altri, a dire che i fatti ti danno ragione quando fanno comodo alle tue teorie e negarli quando danno ragione a quelle altrui. Non ne hai molto titolo, come più o meno tutti. Ieri ho visto un giocatore nettamente superiore a tutti i compagni che ha cercato di smuovere di guidare ed ho visto compagni affidarglisi come sempre del resto. Non è in duscussione se avrebbe potuto fare di più durante l'anno, indubbiamente sì, ma si dovrebbero anche considerare le condizioni al contorno. Poteva anche mettersi sull'imbrago come il peruviano ed altri, invece è qui a correre a tre domeniche dalla fine, a battere un rigore che, se sbagliato, avrebbe procurato il linciaggio in campo, a darci, quasi da solo, un punto che potrebbe essere anche quello decisivo. Non sarò obiettivo ma io l'ho vista così, e tanti insieme a me. I compagni giocano male con (ieri) e senza (a Bergamo) di lui perchè sono scarsi, male assortiti ed impauriti e dare la colpa sempre a quello che gioca meglio mi sembra quello sì mancanza di obiettività

    RispondiElimina
  12. Continuare a fare paragoni fra i due, ma ancora Deep ?! E poi parli di obbiettività! Ringrazia il cielo che "lui" da solo, ci ha fatto rimanere a +6 sul Lecce e che questo dato probabilmente varrà l'intera stagione, il resto sono convinzioni personali o teorie smentite dai fatti, appunto. Kharja svernerà nelle fiorentine della serie A, fra centro classifica e salvezze, l'altro si giocherà la champions un anno si e l'altro pure. Questo è un fatto e dire che si gioca meglio in assenza di un altro son fantasie opinabili che di obbiettivo non hanno niente. Con il marocchino in campo, ieri, 0 punti, altro dato di fatto e lasciamo perdere le riprove, chi ne insaccava due (2) ieri sera ?!

    RispondiElimina
  13. Della Valle ai microfoni Sky ieri sera ha sottolineato i problemi dell'intera stagione infilando il dito nella piaga di Gennaio "non abbiamo attaccanti ma il mercato non l'ho fatto io". Una parola è poco, due sono troppe....

    RispondiElimina
  14. Ragazzi, scusate ma è evidente che ieri Montolivo ha giocato alla grandissima e soprattutto, cosa per me fondamentale, si è preso la responsabilità di tirare il rigore. Su questo tanto di cappello e ringraziamo davvero Montolivo che ci ha tenuti a galla! Però io la finirei di dire "se c'era quello non si segnava", con questo facciamo cahare e via di seguito. Con Karjia abbiamo vinto a Roma, con Monto abbiamo ripreso una partita messa molto male sotto di due gol. Il calcio è sport di squadra, di umori, di spogliatoio oltre che di campo. I fattori sono tantissimi e non riconducibili ad un nome soltanto. Ho la morte nel cuore a vedere lo sfascio che abbiamo, che perdoamo tempo a dire a favore o contro Montolivo? Ora? Vediamo di salvarci, questo è quello che spero, perchè, lo ricordo ancora nel calcio serve la giusta alchimia. Nell'anno dopo la salvezza all'ultima giornata siamo andati in Champion's e con buona parte degli "infami" della stagione precedente (cito tra tutti Jorghensen). Quindi ora concentrati sulla salvezza e poi resa dei conti, che non porà riguardare solo i soliti quattro-cinque giocatori, il ds e due allenatori....

    RispondiElimina
  15. Come no Jordan, avete ragione tu e Leo. Infatti senza Montolivo abbiamo vinto a Milano e a Roma, senza Kharja abbiamo pareggiato in casa col Novara. Ma non ho dubbi, quando il migliore in campo dei nostri è Montolivo, un pareggio casalingo col Novara è il massimo che ci si possa aspettare.
    Secondo me ha visto come Delio ha trattato a Ljajic e ha pensato "qui se non faccio qualcosa toccano pure a me" e così è uscita la doppietta.
    Tralascio i deliri di Leo per cui tutto quello che gli pare è verità mentre tutto quello che non gli pare è una sciocchezza!!!

    RispondiElimina
  16. Deep il delirio è il voler paragonare una prestazione di squadra, vedi Milano e Roma, a quella del singolo. Ieri sera Montolivo ha calato un jolly che può valere una stagione, il rimanere a +6 sul Lecce peserà come un macigno all'ultima giornata quand'anche perdessimo a Lecce domenica. Se sei obbiettivo, e credo tu lo sia, non ti costerà niente ammetterlo se puoi vuoi continuare nelle tue personali crociate contro questo o quell'utente sei liberissimo di farlo.

    RispondiElimina
  17. Nessuna crociata, leo, figuriamoci. Ho scritto e riscritto che ieri sera Montolivo è stato il migliore in campo tuttavia, secondo il mio modestissimo parere, avrebbe dovuto giocare Kharja e non lui.

    RispondiElimina