.

.

domenica 24 maggio 2015

Le camicie di merda

Finalmente ho capito, pensavo che l’avversione nei confronti di Montella fosse legata ai risultati, e quindi non capivo. Poi mi sono ricordato le parole di una mia ex al Piazzale quando la misi di fronte alla meraviglia di un cielo stellato sopra Firenze. Quando la invitai a osservare il baluginio della Via Lattea e mi rispose che era intollerante. Sicuramente sono altamente più digeribili i concetti espressi da Benitez e da Mancini. I tifosi napoletani e quelli interisti, a differenza dei nostri li riconosci subito perché per non guardare più la loro squadra sono così disperati che quando non c'è un cazzo in tv li ritrovi ad andare oltre il canale 100 del digitale terrestre. Io ci voglio credere a quella storia che la pioggia lava la macchina, come voglio credere che qualsiasi allenatore possa fare meglio di quello che ha fatto il Mister in questi tre anni. Vorrei ma ho paura del vostro humour che è così nero che se ci fosse un poliziotto americano gli sparerebbe. So che per colpa delle semifinali perdute siete precipitati nella depressione, so che è la delusione ad alterare i vostri giudizi, spero con tutto il cuore che al più presto trovino la vostra scatola nera. Perché il vostro pessimismo purtroppo adesso si somma alle camicie di merda che si vedono in giro quando arriva l’estate. Leggo nelle vostre parole lo stesso disagio dei sommozzatori negli anni di piombo. La differenza tra chi ha una squadra allenata da Iachini e una da Montella è la stessa di chi prima di usare il preservativo toglie l’involucro e chi invece la polvere. Giuro non pensavo a Foco. Io sono uno dei pochi che invece tra la Salsa Cubana e il Fado Portoghese preferisce la carbonara. So che per voi quello che disse 'il buongiorno si vede dal mattino' faceva colazione con la Sambuca. So tutto. Lo so che da quando c’è il napoletano sorridente guardate solo film in versione integrale perché siete a dieta. Io però sono sempre qua che vi spingo a guardare il lato positivo, perché se è vero che con Montella il rischio è quello di un calo di zuccheri, è anche vero che in compenso vi vengono i piedi dolci, e saranno più contente le vostre compagne. In questi momenti bui dove si fanno spesso scelte sbagliate dettate dalla disperazione, mi raccomando non scrivete messaggi mentre guidate perché è pericoloso distrarsi. Potreste sbagliare il destinatario. E mentre preparo le lumachine di mare, aspetto la partita di Palermo, penso che da qualche parte i grandi scrittori del passato bevono assenzio tentando il suicidio mentre leggono i post del senese.





65 commenti:

  1. Ecco, se mi dite che Montella è un bravo allenatore sono d'accordo, se mi dite che è un ottimo allenatore posso avere dei dubbi ma vi seguo ancora, ma non posso leggere che noi abbiamo una rosa di giocatori mediocri che giocano bene solo grazie a Montella. Su questo dissento totalmente. E dovete ancora dimostrarmi che Lazio e Siviglia (prima di incontrarli, quanti giocatori loro conoscevate, a parte Reyes?) sono più forti di noi e che la juve zeppa di riserve tipo Padoin, Matri e Storari è squadra con cui non si riesce a tenere in casa un 2-1 dell'andata (si poteva anche perdere 0-1, ricordo).

    RispondiElimina
  2. I giornalisti sportivi italiani, notoriamente scarsi, creano le mode, Montella per loro e' trendy, Donadoni non e' vendibile, sempre tranquillo, mai sopra le righe, non cerca di crearsi un Brand. Tutto qui. Il Brand Monty? Io preferisco un buon Brandy.

    RispondiElimina
  3. Metto anch'io la mia classifica di allenatori per il prossimo anno (preciso che non inserisco Klopp, che andrà al Real o al City, altrimenti sarebbe al primo posto):
    1) Spalletti;
    2) Bielsa;
    3) Lippi;
    4) Zeman;
    5) Ventura;
    6) Iachini.

    RispondiElimina
  4. Mi baso sul presupposto di dare per scontato che Montella e la società hanno già deciso di sciogliere consensualmente il contratto. Né Montella né la società lo dicono esplicitamente perché c'è il campionato da terminare.

    RispondiElimina
  5. Io non penso che la rosa sia formata da giocatori mediocri. Penso che negli ultimi due anni non è stata rinforzata nei ruoli carenti e non si è avviato tempestivamente un processo di progressivo svecchiamento.
    Per questi motivi ora questo organico è stato spremuto e non può dare di piu di quanto ha dato.
    Per migliorare servono innesti e conseguenti investimenti che sono al di fuori dei limiti di bilancio che Acf Fiorentina si è imposta

    RispondiElimina
  6. Questione Montella dal mio punto di vista.
    Il primo anno è stato eccezionale. Complice la novità la Fiorentina ha giocato un calcio spettacolare e ha vinto tante partite. Sulla carta una squadra da terzo posto.
    Secondo anno benino, un Giuseppe Rossi ritrovato ha messo le ali ad una squadra con una buona struttura e tanti piedi buoni. Poi l'infortunio e l'assestamento tra i piani altini, ma non da terzo posto. In questo periodo si notano i problemi tattici quando si gioca contro difese schierate e avversari che fanno delle ripartenze i loro gioco d'attacco.
    Terzo anno...difficile da giudicare. Direi semifreddo, o semicaldo. Fate voi.
    E'una Viola che da enormi soddisfazioni, soprattutto tra febbraio a marzo. Cose e numeri - in particolare quelli fuori dalle mura del Franchi - che a Firenze non si erano mai viste. Sappiamo come è andata, la delusione infinita, sia sentimentalmente che temporalmente. Sconfitte in serie e umiliazioni in ogni angolo d'Italia e d'Europa. Il problema con Montella sta tutto qui. Non era obbligatorio vincere, si chiedeva solo una certa dignità. Non sto affermando che la colpa sia stata del mister, ma è certo che lo stesso non è stato capace di porre un freno a tanto scempio. Puoi perdere..puoi perdere...se lo fai come la Lazio contro la juventus in finale di coppa Italia. Si chiedeva solo quello.
    Io sinceramente avrei paura se si ripartisse con Montella nuovamente, e non riesco a mandar giù i discorsi sulla proprietà assente e tirchia. Ho citato la Lazio e posso citare anche il Siviglia che ci ha asfaltato. Non è necessario spendere capitali enormi per vincere o almeno per non fare due mesi osceni.
    Vedo tre possibili soluzioni.
    1) continuare con Montella esaudendo le richieste dell'allenatore in toto. Anche se ricordo bene che Gomez era graditissimo al mister. Sarebbe comunque rischioso andare avanti ma spererei in un miglioramento sulla base degli errori passati.
    2) Spalletti. Inutile parlarne. Gioco spettacolare ed una certa esperienza in contesti europei. Anche se non è nell'olimpo dei vincenti. In ogni caso una botta di adrenalina per squadra e tifosi.
    3) Mazzarri. L'antipatico. Quello chiamato a portare grinta e stravolgere il gioco attuale. Un piagnone che solitamente svolge il suo compito a dovere.

    RispondiElimina
  7. faccio la mia, inclusi gli irraggiungibili (Klopp come dice anto va al real, l'ha già fatto intendere).

    bielsa
    spalletti
    terim
    mazzarri
    ventura e donadoni ex aequo
    forse sarri.. ma dovrei pensarci.

    per i primi 4 il cambio lo farei subito, per ventura e donadoni lo farei per una serie di motivi che ho spiegato nei giorni scorsi, anche se non so se siano migliori di montella (hanno pro e contro).
    se c'è da andare su altro, teniamo montella, purché motivato.

    RispondiElimina
  8. ovviamente a questa breve lista si potrebbero aggiungere decine di allenatori stranieri che non elenco per il fatto che non conosco la loro situazione con il club e dunque non so se siano fattibili.

    RispondiElimina
  9. Bielsa lo vedo impossibile. Lippi idem ma sarebbe da valutare (anche se gli preferirei Conte se si potesse).
    Zeman un rischio altissimo. Ventura usato supergarantito per il campionato, no coppe. Iachini una bella scommessa.

    RispondiElimina
  10. Perché Bielsa impossibile? Negli ultimi anni ha allenato Athletic Bilbao e Olimpique Marsiglia...

    RispondiElimina
  11. Sono d'accordo con te. Io spero nella soluzione 2.

    RispondiElimina
  12. Sì, per esempio a me piace l'ex allenatore slavo-elvetico della Lazio, ma adesso è CT della Nazionale svizzera.

    RispondiElimina
  13. Forse impossibile ho esagerato. Sarà perché il suo nome non è mi stato accostato alla Fiorentina. Però sarebbe gradito anche a me.

    RispondiElimina
  14. Si suppone che ci sia divorzio, se non c'è parliamo al vento:

    Ed ora spieghiamo le classifiche: 1) Spalletti, per mille motivi, credo ci verrebbe volentieri, i tifosi sarebbero ultracontenti, vorrebbe soprattutto dire che la proprietà si impegna sul serio (se no non ci viene) e che probabilmente anche il ruolo di Cognigni come DG viene ridimensionato. 2) Bielsa, valgono tutti i motivi di cui sopra, lo metto dopo solo perchè, come allenatore, preferisco sempre un italiano, per problemi di inserimento e comunicazione, ancor di più se è quasi fiorentino. 3) Mazzarri anche lui non viene a scatola chiusa, quindi anche nel suo caso vorrebbe dire impegno anche economico della proprietà. Dai tifosi sarebbe accettato peggio ma non credo poi male nel complesso. I suoi piagnistei troverebbero subito accompagnamento e diverrebbero motivo di lotta comune contro il potere, un collante insomma. Tecnicamente è agli antipodi di Montella, forseper quello ne sento il bisogno. 4) Donadoni, allenatore sottovalutato dai più perchè troppo serio, un po'come Guidolin che non avevo rammentato, ma che metterei alla pari. Entrambi invece preparati e ottimi tecnici. Donadoni è più forte di carattere per questo lo preferirei all'ex udinese che non mi lascia nessun dubbio tecnico ma qualche cosa sul piano psicologico, sì. Siamo comunque alle scelte meno impegnative che non confermano nessuna crescita di impegno da parte della proprietà, anzi. 5) Ventura, mi è sempre stato simpatico fin dai tempi della Pistoiese, figuriamoci. E' preparato e serio, in giovienzza forse un po'troppo innamorato del calcio offensivo, ma ora sembra aver imparato tutto, dopo tanta carriera.

    Per carità non mi parlate di
    1) Lippi, allenatore antipatico, gobbo e sopravvalutato che ha vinto davvero solo con la Juventus di Moggi e Ventrone, 2) Di Francesco, magari bravo ma verde come le pine verdi, e sosia di Montella come idea di gioco. Se devo prendere lui mi tengo l'originale. 3) Sarri: Ha sempre allenato in div.Pro e talvolta nemmeno lì prima di approdare all'Empoli e fare tre anni buoni, due in B e questo di A, a 56 anni. Vi piace il rischio e l'avventura?

    RispondiElimina
  15. Detto questo i primi tre stanno prendendo ingaggi fuor iportata, (sui 3,5-4 nettidue italiani addirittura oer star fermi e Bielsa è tra colo se son sospesi se rimaner all'Olimpioque o no

    RispondiElimina
  16. Sarri è arrivato tardi tra i professionisti perché non ha giocato, semplicemente...

    RispondiElimina
  17. Donadoni, Guidolin, Ventura, nell'ordine ma non molto distanziati. Non roba da farci le capriole, ma da seguirli con una certa fiducia sì. Tutto il resto che si sta nominando mi lascerebbe perplesso con l'eccezione di jachini che metterei in fila a quelli di sopra.

    RispondiElimina
  18. Anche Sacchi non aveva giocato. E' arrivato tardi per mille motivi, fatto sta che non ha la minima abitudine a stare in certi ambienti ed a gestire certi gruppi, per questo è un rischio che non correrei.

    RispondiElimina
  19. ANTO, io non credo che la Fiorentina sia una squadra di mediocri salvata da Montella. Ma attento coi confronti: la Juve ha pagato il cartellino di Sturaro quanto noi l'intero centrocampo. Chiaramente il valore economico non dice tutto: secondo me molti dei nostri (Gonzalo, Borja, Mati) valgono molto più di quanto li abbiamo pagati. Ma se sono costati poco, e sono forti, è perché ognuno di loro ha un difetto strutturale. Semplicemente, sulla distanza, al terzo anno, con tre competizioni e senza attacco, sono emersi i difetti strutturali che si portavano dietro...

    RispondiElimina
  20. Valgo, il confronto principalmente lo facevo con Lazio e Sevilla... quanto è costato il parco giocatori al Sevilla? Ma il discorso che facevo non era riferito a te, ma a quanti sul sitone sostengono che abbiamo una rosa da decimo posto che arriva in zona Uefa solo grazie ai miracoli di Montella.

    RispondiElimina
  21. La strada è tracciata, il presente già obsoleto: Bielsa o muerte!

    RispondiElimina
  22. https://www.facebook.com/Barcastudio/videos/981049275278935/

    RispondiElimina
  23. C'è da dire che, partito Macia, e se è vera la storia del processo di italianizzazione, Bielsa purtroppo lo vedo poco probabile come scelta della società.

    RispondiElimina
  24. Shhhhhhh, è un rituale di invocazione

    RispondiElimina
  25. Sono discorsi che lasciano il tempo che trovano come in formula 1 quando si vogliono dividere i meriti tra macchina e pilota. Nessuno vince un GP con una Minardi, ma se fai guidare anche solo Vettel e Raikkonen la differenza un po' la vedi. La Fiorentina non è una Minardi e Montella non è Vettel nè Hamilton, perlomeno per ora non ha certo dimostrato di esserlo. Le controprove non esistono. Un Donadoni, per fare un nome, avrebbe fatto meglio di Montella? Spalletti avrebbe fatto meglio di Montella? Ognuno ha le sue risposte ma non può pretendere che siano vangelo scritto. Per me la Fiorentina aveva un organico ottimo, con gente motivata, desiderosa di rivincita e ben selezionata in funzione delle esigenze dell'allenatore, infatti ha fatto un ottimo prima stagione. poi non ha saputo rinnovarsi, il secondo anno soprattutto perchè la scommessa Rossi è andata bene solo a metà mentre il grosso investimento di Gomez è andato in buca totale per gli infortuni. Ma gli errori più grossi son venuti quest'anno. Si è rimediato in parte grazie alla botta di culo Salah che ci ha illuso tra febbraio e marzo. Tornato sulla terra il marziano-egizio, e scoppiato il casino interno siamo andati in buca, anche l'allenatore è andato in buca, secondo me, e la navicella ha cominciato a far penosamente acqua. L'errore di scelta degli obiettivi primari ha fatto il resto.

    RispondiElimina
  26. Rialti stamane é preciso e godibile su Stadio, soprattutto quando sottolinea "Sembra che due (2!) semifinali valgano nulla, ora...".

    Bielsa, se valgono i risultati (per molti noi si), s'é divorato in due mesi l'accesso alla CL, come Montella; l'argentino da 1o in classifica- in tre mesi- é scivolato nel gruppo delle 4e/5e.

    Picchetto per oggi:
    - Vittoria netta Fiorentina : "Situazione balneare per il Palermo" a 1,50
    - Vittoria strana Fiorentina : "Palermo demotivato" a 2,00
    - Vittoria Palermo : "Montella non riesce a motivare i suoi" a 5,50
    - Vittoria Palermo netta: "Eh, il mister é già da un'altra parte, di testa" a 3,50
    - pareggio: "Eh, tanto con Samp e Genoa fuori dai giochi" a 6,50
    - pareggio con "over": "Manco ci provano a prendere il 4o posto" a 9,50
    Attendiamo di vedere alle h.16,50 il valore di queste quote....

    RispondiElimina
  27. Come probabilità reali, darei Bielsa al 2%, Spalletti al 5%, Mazzarri al 40%, Donadoni e Di Francesco al 60% [sempre che nn continuino dove sono].

    RispondiElimina
  28. Bielsa ha fatto miracoli, aveva una squadra titolare da metà classifica, e una rosa con riserve non all'altezza...

    RispondiElimina
  29. Io penso che dovrebberi vincere e basta. ma credo sia difficile che succeda. I commenti lasciano il tempo che trovano. Se non succede siamo sesti a una partita dal termine.

    RispondiElimina
  30. Bobby Caponata24 maggio 2015 13:57

    E Maran? Iniziano a tirarlo in ballo con una certa insistenza...

    RispondiElimina
  31. Non trascurerei però neppure il fattore-Macìa, le ripercussioni del suo addio sulla squadra penso siano state più forti di quello che trapela...

    RispondiElimina
  32. non valgono nulla se mi hanno fatto mandare a puttane un possibilissimo terzo posto in campionato. Poi la semifinale di Coppa Italia...c'è arrivato anche Prandelli nell'anno disgraziato!

    RispondiElimina
  33. Certi nomi sono barzellette totali, non perché siano scarsi come tecnici, ma non si può far ripartire una squadra come la Fiorentina da scommesse assolute...

    RispondiElimina
  34. Quando parlo di casino interno scoppiato a marzo xcosa credi voglia dire?

    RispondiElimina
  35. Non vorrei deluderti ma, se a Spalletti può anche darsi che ci pensino o ci abbian pensato, Bielsa non so nemmeno se sanno che esiste.

    RispondiElimina
  36. Vedi sotto...Non credo neppure io sia nei piani

    RispondiElimina
  37. Ottimi Loino e Jordan.
    Bielsa, mia prima scelta tecnica, lo trovo non impossibile, è un tipo che esce dai canoni usuali, magari viene per motivi di sentimento o attrazione o altro, non è legato al circolo grande squadra/grande società/tanti quattrini/visibilità.
    Trovo difficile un interesse di ADV per questa persona, molto esuberante.
    In base a questo, e a tante qualità tecnicamente sottostimate che scrissi pochi giorni fa', Donadoni credo possa essere la soluzione migliore per noi. Certo che se l'educazione la si considera un limite, invece che una virtù rara, allora si devono trovare altri soggetti.
    Su Sarri sono assolutamente d'accordo con Jordan. L'uomo non dice mai banalità, sembra serio e preparato, ma in spogliatoio conta anche l'autorevolezza, e questa se la deve ancora costruire. Ricordiamoci che dome siamo divisi noi qui, fuori sono moltissimi gli anti DV è i discepoli montelliani cresceranno a dismisura, come ZV sarà preso a paladino per protestare contro i braccini bugiardi. Quindi Bielsa o Donadoni, tanto Spalletti non viene.

    RispondiElimina
  38. Donadoni ha il profilo giusto, cioè l'opposto di Bielsa; Donadoni starebbe cheto con orecchie basse come piace alla proprietà.

    RispondiElimina
  39. Donadoni è una persona seria e se si mantengono i piani non sta a rompere i coglioni ogni cinque minuti per chiamarsi fuori. Se non si mantengono anche lui lo dice, come altri. Credo che con i patti chiari le amicizia sono lunghe. Il problema alla fiorentina sono i patti chiari, con chi li fai? Con Gnigni?

    RispondiElimina
  40. Non era l'unico in questa situazione ah ah ah

    RispondiElimina
  41. Bobby Caponata24 maggio 2015 14:43

    Anche a me sembra una mossa un po' azzardata.

    RispondiElimina
  42. A me sembra che quello cheto con orecchie basse, come piace agli allenatori, sia ADV.

    - "Ho deciso, andate in ritiro"
    - "No!"
    - "Ma io..."
    - "No!"
    - "Va bene"

    RispondiElimina
  43. A me sembra più azzardato Sarri di Maran

    RispondiElimina
  44. Formazione ufficiale:

    FIORENTINA: Neto; Tomovic, Gonzalo Rodriguez, Savic, Pasqual; Mati Fernandez, Pizarro, Kurtic; Salah, Ilicic, Gilardino.

    A disposizione: Tatarusanu, Richards, Badelj, Vargas, Aquilani, Joaquin, Basanta, Borja Valero, Alonso, Bernardeschi, Gomez, Rosi.

    RispondiElimina
  45. Bobby Caponata24 maggio 2015 14:48

    E' solo un'impressione ma Sarri mi sembra abbia un gran carattere.. Secondo me è uno che tiene botta alla piazza oltre a saperci fare in campo.

    RispondiElimina
  46. Bobby Caponata24 maggio 2015 14:50

    Kurtic... speriamo bene.

    RispondiElimina
  47. ANTO, ma infatti la mia non era una polemica, era solo un ragionamento che provava ad andare un po' oltre la questione "rosa ottima vs rosa scarsa". Per me la nostra rosa è fatta di giocatori ottimi pagati poco. Perché pagati poco? Perché Pradè e Macia hanno fatto bene il proprio lavoro, sicuramente. Ma anche perché ognuno di loro si porta dietro un difetto strutturale che semplicemente fa in modo che la Juve non li prenda. E infatti hanno fatto benissimo ma poi, alla lunga, i difetti sono emersi.
    Per me l'equivoco è stato lì: credere che il rendimento di questa rosa al primo anno potesse essere riproposto pari pari nel tempo senza puntellarla, sistemarla, ampliarla, in modo da fare sì che i difetti strutturali dei nostri "quasi campioni low cost" non emergessero, o comunque non facessero danni.
    E questo lo dico al netto di tutti i discorsi sull'allenatore, perché credo che da questo punto di vista potevamo avere anche il mago Zurlì o Reja e questa questione sarebbe rimasta uguale.

    RispondiElimina
  48. Lo sapevo che qualcuno, molti, ma che poi si moltiplicheranno in nome dell'icona sacrificata al pubblico ludibrio da una società bugiarda che non aspetta altro di farne il capro espiatorio, avanzassero commenti di questo sapore.
    Ma non ti credevo così in prima linea, pensavo tu fossi uno che non si ferma alle apparenze e alle superfici. Mi sbagliavo.

    RispondiElimina
  49. Uno streaming buono?

    RispondiElimina
  50. GeppettoDanese24 maggio 2015 15:13

    Abbastanza svagati, deconcentrati...

    RispondiElimina
  51. non un granché, ma questo ho trovato: http://atdhe.fm/soccer/stream-3cbc1a-us-palermo-vs-ac-fiorentina

    RispondiElimina
  52. GeppettoDanese24 maggio 2015 15:18

    Tutta colpa della società se il Palermo ci sta mettendo sotto. Ah, e ovviamente anche dei tifosi

    RispondiElimina
  53. avessimo Guerini in panca l'avremmo già chiusa.

    RispondiElimina
  54. sul primo di rojadurecta oper ora la vedo bene

    RispondiElimina
  55. GeppettoDanese24 maggio 2015 15:22

    E in quel caso non sarebbe tutto merito suo.

    RispondiElimina
  56. no, infatti, basterebbe non avere un non-allenatore traditore sabotatore.

    RispondiElimina
  57. Cazzo che goal Ilicic!!!

    RispondiElimina
  58. GeppettoDanese24 maggio 2015 15:26

    Ripeto, spero per l'ultima volta: per me Montella non è né un traditore né un sabotatore. È un tecnico che si è rivelato incapace, per debito di esperienza, nei momenti chiave. Tutto qui. Non c'è niente di male eh. Pure Tomovic in campo ci mette l'anima

    RispondiElimina
  59. non ho fatto a tempo a dire "ma che cazzo tira da lì"

    RispondiElimina
  60. Belin che collasso Ilicic!!!

    RispondiElimina
  61. GeppettoDanese24 maggio 2015 15:29

    Maremma troia schifosa! Ma è possibile?

    RispondiElimina