.

.

martedì 12 maggio 2015

Allergia canaglia

E’ sempre bello andare a Roma, specie in un’ora e mezzo alla faccia del Tutor. Così come è stato bello battere l’Empoli alla faccia di Sarri. Rosiconi entrambi. Sarà stato il fresco Frascati, non lo so, forse il gol di Salah, che me sento ‘n friccico ner core, e alla fine mi sono ritrovato ad apprezzare anche il lunedì. E non solo perché è il giorno della settimana più distante dal lunedì successivo. La prima cosa che guardo quando arrivo al Colosseo è l’orologio al polso dei centurioni, mi fa strano. Così come la prima cosa che guardo di un bel culo è la ragazza. E poi che porchetta da “Er Buchetto!” Dell’ultima giornata di campionato quello che però mi è rimasto più impresso non è tanto il culo che le milanesi hanno fatto alle romane, e nemmeno i 35 euro del biglietto di curva a Empoli, perché i cugini di campagna sono stato ospitali e per quella cifra c’era compreso anche “bocca e culo”, come scritto molto piccolo dietro il tagliando. No, la cosa tremenda è stato constatare che undici napoletani non sono
stati in grado di fare una truffa. De Laurentis questa volta non ha invocato nemmeno il ritiro, si è limitato a esclamare: “Ch' figur 'e mmerd”. Poi una volta fatta colazione al bar, sistemate le piante, dormito dopo pranzo e vista la Fiorentina vincere, l’altra certezza che ti lascia la domenica quando arriva il lunedì, è che è arrivato l’arrotino. Sul Freccia Rossa di ritorno ho pensato un po’ alla “remuntada”, non troppo, e a 260 km orari praticamente è stato come se fossi entrato nell’ordine di idee di Salah. Il problema con questa Alta Velocità non è tanto il costo al km, ma che non fai in tempo a fare un bel pensiero che sei già a Campo di Marte. Una volta scavalcato il ponte Santa Trinita e preso via Maggio ho incrociato il Bambi all’altezza di via dei Velluti che veniva da via Toscanella. Come mi ha visto si è commosso, mi ha colpito molto questa cosa, perché ero partito appena la mattina stessa e oltretutto ci eravamo visti la sera prima per parlare della doppietta di Ilicic. Non pensavo che sapermi di ritorno poteva procurargli una simile reazione, così tanto che mi ha salutato in lacrime, con trasporto e sentimento. Per poi correre a fare un pupazzo di polline.




113 commenti:

  1. Passator Cortese12 maggio 2015 07:31

    Mi permetto di riportare un post di Jordan, pubblicato da fiorentina.it sotto le pagelle esattamente a mezzanotte, che condivido in pieno, ed in particolare le ultime cinque righe, che farebbero, secondo uno per tutti che poi sono cinque o sei in tutto, anche di Montella un non raziocinante:

    "Un interditore col piede educato ed il cervello avvitato. Una
    moglie bella, brava a letto, economa e brava in cucina. Se vuoi anche
    una fettina col limone c'è il sovrapprezzo. Grazie che servirebbe ma si
    torna al discorso iniziale. Il centrocampo ideale di Montella, quello di
    due anni fa, aveva i tre tenori e non il mazzolatore, che ha sempre
    cercato come rincalzo per le occasioni, non come titolare. Come titolare
    in quel posto, nelle specifiche, ha sempre chiesto il back-up di
    Pizarro, che non è certo, per definizione,un interditore."
    Buona giornata davvero a tutti.

    RispondiElimina
  2. Trovato in archivio.....

    RispondiElimina
  3. Mah...

    http://www.calciomercato.com/news/fiorentina-le-condizioni-di-montella-top-news-da-correggere-835534

    RispondiElimina
  4. Magari, sarebbe ottimo per noi.

    RispondiElimina
  5. Scandicci Antonietto

    e LI POERI carciofai che li grossi mamme feceno , li abemu sistemati , e ori la rebollita..... hem ... la remuntada!!!! FORZA VIOLA!!

    RispondiElimina
  6. http://www.goal.com/it/news/3701/copa-america/2015/05/12/11652832/coppa-america-2015-i-pre-convocati-del-brasile-presenti-kak%C3%A0



    Soddisfazione per Neto che poi però mi sa sarà tagliato, si risente parlare anche di Leandro Damiao [che se tornasse in buona condizione sarebbe il mio vero sogno per l'attacco Viola, ma sarebbe ormai un'autentica, rischiosissima scommessa]...

    RispondiElimina
  7. http://www.goal.com/it/news/3701/copa-america/2015/05/11/11639852/i-convocati-delluruguay-per-la-copa-america-3-gli-italiani?ICID=AR_RS_1



    Nell'Uruguay convocato Gaston Silva, anche se nel Toro gioca pochissimo, segno di grande fiducia...

    RispondiElimina
  8. Il centrocampo brasiliano più scarso di tutti i tempi. Se la gioca con l'attacco, però.

    RispondiElimina
  9. Beh, l'attacco titolare sulla carta, giocassero Neymar e un Leandro Damiao in forma sarebbe ben forte...Sul centrocampo concordo, e sono anni che è così.

    RispondiElimina
  10. Grande soddisfazione per Facundo - ah, averlo avuto l'anno scorso in finale di Ci contro Insigne, che con lui davanti aveva sempre fatto nulla - dentro i due difensori del Valencia Otamendi e Orban, reduci da una grande stagione. Dybala, Vietto e Icardi saranno lanciati dopo la Copa...

    RispondiElimina
  11. Comunque Casco potrebbe essere un buon laterale per l'anno prossimo, a prezzi contenuti

    RispondiElimina
  12. Ma convocano ancora Demichelis, Gago, Maxi Rodriguez e Lavezzi??

    RispondiElimina
  13. Se è come Rocho no, grazie.

    RispondiElimina
  14. Per il Cile sono preconvocati Pizarro e Mati, per il Perù Vargas.

    RispondiElimina
  15. Casco è un piccolotto da corsa, instancabile, intelligente, usa discretamente entrambi i piedi...Diversissimo

    RispondiElimina
  16. Quelli nel mezzo per l'immediato li chiamerei anch'io, Demichelis e Lavezzi no

    RispondiElimina
  17. Lo piglia il Milan, rigori assicurati

    RispondiElimina
  18. Citazioni dal sifone:
    "...Il primo dei due commenti è saltato, rendendo incomprensibile il secondo..." (Ludwigzaller)

    RispondiElimina
  19. Se superi il secondo, in corsa, diventi...? "Primo!"
    Pirla, sei secondo....

    RispondiElimina
  20. Un giovane talento adocchiato dagli scout viola...

    RispondiElimina
  21. Il vecchio Ricky

    RispondiElimina
  22. Secondo Tavecchio va alla Lazio

    RispondiElimina
  23. Citazioni dal sifone:

    "...cosa poteva fare di più Prandelli se aveva in rosa tre o quattro Donadel almeno, cioè giocatori abbastanza relativamente mediocri che a quel tempo sembravano fenomeni proprio grazie all'intelaiatura di gioco di Prandelli?..."
    (Ludwigzaller)

    RispondiElimina
  24. Citazioni dal sifone:

    "... Mi sembra che non ci siano commenti da fare fino a giovedì sera ... [... -in mezzo centiniaia di righe, migliaia di parole - ...] ... E' l'unica cosa che resta da fare. Le analisi verranno fatte dopo. ..."
    (Marco Siena)

    RispondiElimina
  25. Ahahah ahahah

    RispondiElimina
  26. Quindi chiudere sito e blog sino a giovedì.....

    RispondiElimina
  27. Mentre lui scrive papiri nei quali premette che non ci sono commenti da fare e conclude che le analisi verranno fatte dopo

    RispondiElimina
  28. comunque davvero #maiunagioia: in condizioni diverse, mi sarei goduto un sacco la scena del Sevilla che asfalta il Napoli. Ma dopo come ci hanno trattato all'andata, non credo ce la farò a sostenerli per un bel po'...

    RispondiElimina
  29. Fidelk Castro iniziava così i suoi torrenziali discorsi-fiume a Cuba: "Sarò breve..."

    RispondiElimina
  30. "...e circonciso", aggiungeva Ariel Sharon.
    Spero non legga il Gat, ora mi mancherebbero solo le sue accuse di antisemitismo

    RispondiElimina
  31. Se continuate a riportare i commenti degli utenti del sitone sarò costretto a rivogarvi il pezzo di Bucciantini su Montella ah ah ah ah ah ah

    RispondiElimina
  32. È una cosa che va contro la razionalità, però alla fine basterebbe un primo tempo come quello di Siviglia con un po' di cattiveria in più sotto porta, per avere speranze.
    Il loro 4-2-3-1 è solido, molto di più di quello del Napoli, però è anche privo di qualità di palleggio che possano permettere loro di nascondere il pallone. Il quadrilatero composto dai centrali e dai due mediani è roccioso, ma anche lento e non credo che stavolta gli concederanno una serie di rudezze come quelle perpetrate all'andata. Krichowiak è uno che gioca sempre al limite del fallo da cartellino e Mbia è soggetto ad entrate irruente. Anche per questo io metterei Ilicic centralmente dietro Gomez, per puntarli e indurli al fallo. E per allentare la pressione che potrebbero portare ai nostri centrocampisti. Tre centrali non servono contro una squadra che gioca con una sola punta di ruolo, meglio,secondo me, allargare Savic per tagliare la strada a Vitolo in maniera più solida di come potrebbe Tomovic o il solo Joaquin costretto a farsi tutta la fascia.
    Insomma un 4-2-3-1 per noi, molto diverso dal loro, con Ilicic pronto sulle seconde palle, Joaquin e Salah a devastare le fascie a favore di piede, Badelj e Pek a rifornire di continuo con una difesa chiusa ma molto alta alle spalle.
    Non succede, ma se succede...

    RispondiElimina
  33. stefano vienna12 maggio 2015 16:43

    me lo sono perso, ripostalo, è recente?

    RispondiElimina
  34. io resto! ahahahah

    RispondiElimina
  35. non che non mi piacerebbe vederlo, eh. Però alla prima palla persa arrivano di fronte ai nostri centrali come niente...

    RispondiElimina
  36. "Abbiamo difensori che perdono duelli decisivi, ma sanno (a volte) compattarsi come "reparto". E sanno trovare anche reti importanti. Abbiamo centrocampisti che adorano dominare, e lo fanno in stile, ma non sanno rincorrere. Abbiamo un esterno che insegna calcio. Abbiamo un centravanti che non segna abbastanza, non gioca con la squadra, non gioca con l'altro attaccante, e impedisce più cose di quante ne produca. Abbiamo Salah che va dirottato verso la porta, semplificato di qu...alche arabesco: ma questi giocatori sono la differenza fra lottare e vincere, fra competere e farcela. Abbiamo un conto aperto con i rigori, che fanno classifica, o la rovinano.
    Ormai sappiamo quello che siamo: quando certi limiti si ripetono, sono rintracciabili nelle caratteristiche individuali, e forse non stati stati nascosti dall'organizzazione complessiva, che però ha esaltato più cose di quante ne abbia depresse. Quel modo di stare in campo resta la maggiore cifra di questa avventura. Che anche in questo brutto periodo ci permette di resistere, di fare partita contro i più forti. Di portare giocatori anche modesti a essere protagonisti a ridosso della porta altrui.
    Quello che ha fatto Montella a Firenze è il miglior acquisto di questi anni. E' la nostra certezza, la nave che ci porterà fuori dalla mareggiata. Sono sicuro che il meglio debba ancora succedere, e che possa succedere anche in queste settimane. Forse mi sbaglio, ma non sopporto questa umanità dolente e sconfortata, questo brusio di fondo contro l'allenatore, queste generalizzazioni. Non sopporto l'incoerenza di giudicare l'organico come inadeguato e poi dire che l'allenatore è un problema: delle due, può essere vera solo una.
    Lo dico sapendo che si sta spopolando il gruppo di chi crede in quest'uomo e in questo tecnico. Fossi anche l'ultimo, io resto."
    Marco Bucciantini
    ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ha ha ha ha ha ha ha

    RispondiElimina
  37. Miiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii è la terza volta che lo posti!
    La prossima volta cambia qualche parola e chiedici di scoprire le differenze.

    RispondiElimina
  38. Non cambio proprio niente. E' questo lo scopo. Lo uso contro di voi quando mi pubblicate sul blog il peggio del sitone ah ah ah ah ah ah

    RispondiElimina
  39. Bobby Caponata12 maggio 2015 17:51

    Sembra un ottantenne... e menomale c'ha il berretto.

    RispondiElimina
  40. È colpa mia, sono io ad aver fatto i copiaincolla (ma Pollock ingenuamente l'ha definito "il peggio del sifone", quindi sarà querelato dallo Zaller), perciò mi prendo le mie responsabilità e, quando tutti i sitollockiani saranno fuoriusciti per tornare su fi.it, io resto, fossi anche l'ultimo! E con meno uomini comincerà ad esser presente la Gaia, e quindi le sue amiche. E un ritorno di voi autoesiliati col cazzo che sarà ben accetto, vi meritate il Gomez dello Zaller, VE LO MERITAAAATE!

    RispondiElimina
  41. Modulo suggestivo che secondo me parte da una sopravvalutazione degli attuali Pizarro e Badelj. A me piace Salah a sinistra come giocava nel Basilea e se Emery riproponesse Vidal terzino (penso di no) ci sarebbe da divertirsi.
    Io dico che Montella non rinuncia ai tre centrocampisti. Il Valencia di Emery giocava un po' alla Montella, costruiva tanto e non monetizzava. Da quel che si è visto giovedì ora lui è piuttosto attento in fase difensiva. Certo la tolleranza dell'arbitro conterà.
    Resto dell'idea scritta ieri. Niente foga. Sangue freddo. Cercare la superiorita' a centrocampo e aspettare la giocata o il piazzato. Una volta sbloccato il risultato si può sempre cambiare uomini e modulo

    RispondiElimina
  42. Ai miei tempi, più sinteticamente, si diceva "chi scrive sul sifone è buco!" Modo di dire oggi caduto nel dimenticatoio, completamente, se pure Jordan ci è ritornato!

    RispondiElimina
  43. Non ci son mai venuto via nè di qua, nè di là.come tutti i liberi pensatori. Odio le squadre, anche nella SdA famosa mai entrato. Devo poter criticare chi mi pare senza ordini si scuderia.

    RispondiElimina
  44. O tu non eri in sciopero pro Neto?

    Allora dedico a TE questo commento del sitone:

    "the Magikkkk (gruppo cds)
    Il problema della Fiorentina è principalmente uno: Il portiere. tecnicamente non da serie A. Ha il più alto rapporto tiri in porta/gol presi di tutta la serie A. Ciò significa che è tremendamente scarso. A questo si aggiunge che molti tiri che finiscono fuori di pochissimo con Neto immobile, non sono stati conteggiati. Nella stessa classifica Tatarusanu era secondo dietro Buffon, ma di poco. Io continuo a farmi tante domande a tal proposito. I limiti di Neto mi sembrano talmente evidenti che mi viene da mettere me stesso in discussione. Il primo settembre dello scorso anno vedendo Neto titolare, capii che c'era qualcosa che non tornava. Anche i giornalisti ci metono il suo. Il voto 6 per esempio di questa redazione è da galera. Io credo che certa gente dovrebbe lasciare il posto a gente più competente .Non me ne vogliano. Il danno lo fanno pure alla squadra e alla città. Un portiere nella media,non si fa passare 5 volte di fila la palla a pochi cm dalle braccia senza muoverle minimamente, lo volete capire o no? ma voi credete davvero che Marotta sia interessato a Neto per altre cose oltre al fatto di fare una piccola ma sicura plusvalenza?"

    RispondiElimina
  45. Citazioni dal sifone:

    "...credo che la Roma abbia fatto campagne acquisti migliori delle nostre [...] Dell'aspetto finanziario della Roma non mi sono mai occupato..."
    (Ludwigzaller)

    RispondiElimina
  46. https://www.youtube.com/watch?v=38nf_VCSEOc

    RispondiElimina
  47. https://www.youtube.com/watch?v=jI2xZpx9TEQ

    RispondiElimina
  48. Cha Bum Kun, che ricordi...

    RispondiElimina
  49. Alla fine basterebbe avere un presidente o un vicepresidente in Uefa. Invece no. Francia, Turchia, Germania, Inghilterra, Spagna. Il buon Villar Llona lo fa sentire, sempre, il peso della Federazione iberica. Noi? Membro, Franco Carraro: importante come una scartina, credibile quanto Scaramacai. Per citare "Acqua di Foco", à la guerre comme à la guerre. Peccato che noi non si va armati di fucile, ma di pistolina ad acqua.

    RispondiElimina
  50. Boss, insisto: il Buccia è grande, ma porta sfiga.

    RispondiElimina
  51. Comunque, in campionato il Siviglia a perso con più di due gol di scarto due volte: col Barcellona 5-1 e con l'Atletico 4-0. Hanno subito 42 reti, ad ora, manco tanto poche. Nei nostri cenci, nel primo tempo, abbiamo creato quattro occasioni nitide da gol, tirato un paio di punizioni da zona pericolosa e non ottenuto un rigore netto per strattonata a Salah, il tutto contro il loro gol e poco altro.
    L'impresa è quasi impossibile ma i mostri sono altri. Pigliamo lì a capocciate e poi contiamo gli ematomi.
    Per molti questa sarà la partita della vita, se se ne renderanno conto, allora è possibile che qualche dente lo sputino, sti andalusi del cazzo.

    RispondiElimina
  52. Non per smosciare il clima, ma il Barcellona aveva Neeskens e Krankl...

    RispondiElimina
  53. stefano vienna12 maggio 2015 19:22

    vedi Pollock, il Buccia scrive con stile e fa piacere leggerlo, anche non condividendone le opinioni. Forse sarà perchè lui è uno che da quel punto di vista sembra appagato. Qui invece sono rimasto l'ultimo dei Mohicani, li hai fatti andar via tutti, ahahahah!!!!

    RispondiElimina
  54. stefano vienna12 maggio 2015 19:24

    Per il miracolo,, più ci avviciniamo e più mi deprimo. Speriamo sia solo un modo per prepararsi al godimento.

    RispondiElimina
  55. E l'Anderlecht aveva Haan, Rensenbrink e Van der Elst

    RispondiElimina
  56. stefano vienna12 maggio 2015 20:06

    Io, pur stimando Bucciantini, sono sulla linea meno romantica e più pragmatica del Mondo (il grassetto è mio):


    "Come giocare contro il Siviglia? Io il centravanti non lo farei giocare, la Fiorentina non è fatta per giocare con la prima punta. In questo momento Ilicic e Salah sono le alternative migliori, anche per liberare gli spazi ai centrocampisti. La difesa viola? Contro il Siviglia abbiamo regalato la fascia sinistra con Joaquin e Alonso. TATTICAMENTE NON ESISTE, Vidal ha spaccato la squadra in due. Ci sono errori dei singoli ma anche una fase difensiva da migliorare. Bisogna capire quando qualcosa ci mette in difficoltà e porvi rimedio. Avere rispetto, ma soprattutto grande conoscenza dell'avversario"

    RispondiElimina
  57. Ho letto con interesse la nuova idea di LUD sul sitone: avrebbe puntato su Lijacic , Cuadrado , Rossi. Bene, ogni tanto un nuovo argomento per dare linfa a nuove discussioni ci vuole. Per domani molto dipenderà da quanto DAVVERO ci credono i giocatori. Se in cuor loro fossero fiduciosi, convinti, cattiv,i perché ritenessero che sia possibile, saremmo in gioco. Se i discorsi di Montella son di "facciata" ed i giocatori nella loro testa non ci credono, si ripiglia una ripassata

    RispondiElimina
  58. Giovedì scorso al 90' ci eravamo già autodecretati fuori, ora sento e leggo ovunque discorsi sul credere alla rimonta, una ventata d'ottimismo che non so come sia nata e si sia diffusa a macchia d'olio. Che dire, siccome amo la Fiorentina ci spererò anch'io, il punto però è che a doverci credere non siamo tanto noi coi vari hashtag, quanto piuttosto quelli che vanno in campo, e sono gli stessi che da un mese a questa parte non reagiscono più a nessuna sberla, lo so che il Siviglia non è il Barcellona, ma nemmeno col Cagliari che ti va sopra di un solo gol e ci sono ancora quasi tutti i 90 minuti col sostegno del Franchi.... Foco, il problema è che la partita della vita doveva esserlo già quella d'andata, e mi meraviglio -per i motivi che tu stesso hai spiegato- che i nostri giocatori aspettino di esser sotto di 3 gol per pensarlo (sempre che lo pensino, e speriamo lo pensino, altrimenti non provano nemmeno a cominciarla 'sta rimonta). Spero di non aver spento gli entusiasmi di nessuno, ci crederò con (?) loro,

    RispondiElimina
  59. Stefano il discorso mi potrebbe tornare se tu avessi un certo tipo di centrocampisti( come li aveva la Roma quando giocava con Totti punta). Cioè giocatori di gamba, che si inseriscono a velocità supersonica. Che puntano la porta. Ma i nostri( Pizarro, Valero, Badelj, Mati) non hanno proprio nelle corde queste caratteristiche. L'unico era Aquilani, che oggi non mi pare sia in forma smagliante. Al limite Vargas, ma anche lui ha perso lo spunto di tempo fa. Insomma non mi pare la
    Nostra squadra strutturata per aprire spazi a centrocampisti di inserimento

    RispondiElimina
  60. In ogni caso credo che i dettagli tattici serviranno a poco, una rimonta così è irrazionale e quindi serviranno gambe, polmoni, testa bassa, mitragliatrice e fretta, quella fretta che di solito gli allenatori vogliono scongiurare.

    RispondiElimina
  61. L'ottimismo non c'è, c'è solo una volontà di restituire qualche sganassone che parte ovviamente da noi tifosi, ma che non può non esserci in ragazzi che magari non hanno brillato per personalità, ma che mi sembra non abbiano mai dato adito a dubbi su professionalità e voglia. Probabilmente è già tutto scritto ma mi sembra che per noi esista sempre un handicap da provare a superare, questo è grosso ma è solo un'altro da aggiungere ad una lista che non sembra voler rimanere mai bianca. È solo una questione d'orgoglio, nostra e di chi va in campo. Si gioca per vincere, alla fine si guarda il risultato. Probabilmente ci condannerà, ma fino alle 23 di giovedì non lo potremo sapere. Io non cerco nessuna remuntada, voglio solo una gran bella "capocciada" che sia inferta con tutta la rabbia e l'orgoglio possibili.

    RispondiElimina
  62. Pigliamo Perrotta. E' svincolato.

    RispondiElimina
  63. Dei nostri, credo che solo Vargas e magari un altro paio sappiano fare a capocciate, ma non so se le sanno fare scindendole dai falli di frustra

    RispondiElimina
  64. Il calcio è strano,cari miei.

    RispondiElimina
  65. Bobby Caponata12 maggio 2015 21:03

    Stoncato il sogno dei bavaresi..

    RispondiElimina
  66. Stefano vienna12 maggio 2015 21:07

    Vargas purtroppo non ha giocato all'andata e non giochera' al ritorno, Masochismo e Destino vanno a braccetto

    RispondiElimina
  67. Stefano Vienna12 maggio 2015 21:10

    Mondonico ragiona da allenatore, peccato non avercelo...un allenatore

    RispondiElimina
  68. Stefano Vienna12 maggio 2015 21:14

    Messi Soprannaturale!

    RispondiElimina
  69. Stefano Vienna12 maggio 2015 21:18

    Avere Rispetto e grande conoscenza dell'avversario.
    Capire quando qualcosa ci Mette in difficolta' e porvi rimedio.

    RispondiElimina
  70. stefano vienna12 maggio 2015 21:23

    Scusa, Foco, era una risposta al messaggio di Anto, me le ha dette un vecchio saggio, sono insegnamenti di vita, chissà se possano applicare pure al calcio...

    RispondiElimina
  71. Miracolo del portiere del Barcellona.

    RispondiElimina
  72. Il tacco a seguire di Suarez su Benatia vale da solo il prezzo del biglietto

    RispondiElimina
  73. Infatti, più che credere ad una nostra prova di carattere, spero nella dabbenaggine dei giocatori del Siviglia, che mi auguro abbiano festeggiato già giovedì scorso la finale, bevendo talmente tanto champagne da averlo ancora in circolo a distanza di una settimana.

    RispondiElimina
  74. stefano vienna12 maggio 2015 22:12

    Comunque l'errore più grave e che ha segnato in modo negativo e irreversibilmente tutta la gestione Della Valle fu l'allontanamento di Mondonico. Ci saremmo risparmiati il coinvolgimento in Calciopoli, ci saremmo forse risparmiati Prandelli.

    RispondiElimina
  75. Robben e Ribery come mai non ci sono? Infortunati?

    RispondiElimina
  76. E' una delle cose su sui siamo perfettamente d'accordo. Fu una stronzata diretta da Lucchesi e approvata dai DV.

    RispondiElimina
  77. Dybala a Torino per 28 milioni coi bonus: chi fa l'affare?

    RispondiElimina
  78. Non capisco il nesso tra l'allontanamento di Mondonico e il coinvolgimento in Calciopoli

    RispondiElimina
  79. SE foeee rimasto Mondionico non saremmo rimasti coinvolti in quel merdaio e non ci sarebbe stato nessun bisogno di telefonate e cene.

    RispondiElimina
  80. Avremmo avuto una classifica più tranquilla e non avremmo avuto bisogno di contattare Mazzini con annessi e connessi. Sta di fatto, però, che la classifica fu condizionata anche dal "pestaggio" sistematico da parte degli arbitri, dovuto all'opposizione dei DV all'ordine calcistico costituito.

    RispondiElimina
  81. Quella fu una stronzata immane, paragonabile solo al licenziamento di Radice ai tempi di CG.

    RispondiElimina
  82. Si ma quale fu il casus belli? Mi sembra che tutto fu abbastanza nebuloso, un paio di dichiarazioni fra l'altro neanche poi così "gravi"...

    RispondiElimina
  83. Mondo sicuramente un'altra cosa rispetto al povero Buso e a Zoff, ma la tortuta arbitrale penso ci avesse fatto più danni del suo esonero. E soprattutto penso l'avremmo subìta anche con lui, al sistema stavamo sul cazzo perché DDV in Lega insisteva per una più equa spartizione dei diritti TV.

    RispondiElimina
  84. Il casus belli fu che alla fine di Udinese-Fiorentina, tra l'altro finita 2-2 con ottima prestazione di squadra (era l'Udinese di Spalletti e noi debuttanti in serie A), Mondonico credette di levarsi qualche sassolino dalla scarpa, fece un paio di dichiarazioni avventate nel dopo partita e presero la palla la balzo per buttarlo fuori. Venne Buso che andò sulla cresta dell'onda di una squadra già rimessa in carreggiata dal Mondo per un paio di partite (clamorosa vittoria casalinga con l'Inter) per poi entrare in una buca pauirosa di risultati ed essere sosituito dal muto di Portici, Zoff, uno dei peggiori allenatori transitati a Firenze. No, non furono solo gli arbitir.Loro avevano l'input di rompere i coglioni, ma non quello di rimandarci in B, lì ci andavamo da soli.

    RispondiElimina
  85. La non-rimonta del Bayern svilisce più chi tifa Fiorentina, in ottica giovedì, che i bavaresi stessi....

    RispondiElimina
  86. No dài, dopo Mondo si giocava come si giocava (cioè di merda) ma fino alla B da soli non ci andavamo, spero non vi siate dimenticati di quando a Genova eravamo già in 9 uomini dopo 5 minuti, di quando la Lazio ci battè in casa nostra 3-2 con tutti e 3 i gol in fuorigioco e rigorone negatoci, la parata di Zauri al ritorno, e mille altri episodi macroscopici e sistematici ai nostri danni.

    RispondiElimina
  87. Si mi ricordo l'avvicendamento, le prime buone partite di Buso e dopo il crollo (la goleada subita a Milano e la "gabbia" su Kakà). Esattamente però non ho presente su cosa verteva la polemica di Mondonico (tipino, fra l'altro, di carattere un po' ombroso e introverso). Insomma, da quel che mi ricordo una schermaglia che si poteva tranquillamente risolvere con un colloquio privato e un paio di dichiarazioni distensive, e che invece fu irresponsabilmente (soprattutto da parte della società) elevata a fatto "grave".

    RispondiElimina
  88. Dipende, bisogna vedere se i bavaresi ci credevano, se il pubblico era con la squadra... l'hastag l'avevano fatto?

    RispondiElimina
  89. Questo si, la squadra subì un crollo ma gli arbitri ci levarono diversi punti. Avremmo avuto una classifica medio bassa ma abbastanza lontana dalla zona retrocessione.

    RispondiElimina
  90. Non è 32 milioni + 8 di bonus? Comunque se fanno un attacco Tevez-Dybala io non reggo.

    RispondiElimina
  91. stefano vienna12 maggio 2015 22:47

    Bella, Vita!

    RispondiElimina
  92. In ogni caso hanno vinto. Almeno quello...

    RispondiElimina
  93. 352 giovedì. Notte a tutti

    RispondiElimina
  94. Insomma, tentare di buttare fuori il Barcellona con le sue stesse armi (il tiki taka pur rivisto e corretto) si dimostra impresa velleitaria. Ci vuole una squadra completamente agli antipodi, tipo l'Inter di Mourinho: catenaccione, marcatura a uomo di Messi, barricata tipo Stalingrado, contropiede e uno-due attaccanti veloci. In questo modo ce la puoi fare (forse), anche se in caso di necessità a Messi e c. l'aiutino lo danno sempre...

    RispondiElimina
  95. Oh, vediamo di capirci, lo so che è impresa disperata, ancora devo bere per ubriacarmi, senza farlo le cose ancora le valuto abbastanza lucidamente. Però se a noi per primi non ci si rizza, allora bisogna prendersi quello che viene giovedì senza fiatare, poi. C'è una partita che bisogna giocare per forza, tanto vale farlo per vincerla, no? La Juve ci ha dato una bella lezioncina in questo, tanto da farci andar fuori di cocomero e stravincere, ci sarà un uno per cento che giustifichi anche la speranza che noi si riesca almeno a vincere, o no? Poi sarà quello che viene, almeno ci si è provato, per dio.
    Ma guarda te se l'unico stronzo a dire certe ovvietà dev'essere un'ex malato di sindrome depressiva maggiore, che cazzo.
    Forza, no?

    RispondiElimina
  96. Citazioni fasulle dal sifone:
    "...Bayern con Heynkes vince la Champions, poi due anni con Guardiola e neanche si qualfica in finale..."
    (Ludwigzaller)

    RispondiElimina
  97. Citazioni fasulle dal sifone:

    "... Bayern con Mario Gomez tre finali di Champions in quattro anni. Poi due anni senza Mario Gomez e zero finali..."

    (Ludwigzaller)

    RispondiElimina
  98. Non dirlo, non dirlo, cazzo, perché mi sta venendo in mente una merda di squadra che potrebbe fare catenaccio in finale contro il Barça

    RispondiElimina
  99. Mi sembra di essere Pascal. Eppure la sua scommessa era un ragionamento perfetto, se uno ci pensa. Chiamatemi Biagio.

    RispondiElimina
  100. "L'uomo é fatto per pensare" (Pascal).
    "L'uomo è una canna al vento" (Pascal).
    "Penso che possiamo farcela" (Pasqual).

    RispondiElimina
  101. "Ma che cazzo dice Pascal?" [Fulvio Collovati]

    RispondiElimina
  102. Più che altro arbitro pagato e doping, nel caso di Mourinho

    RispondiElimina
  103. Per essere precisi:

    L’allenatore Emiliano Mondonico è stato esonerato
    dalla ACF Fiorentina, in seguitro alle sue dichiarazioni rilasciate ieri
    al termine della partita Udinese-Fiorentina, terminata 2-2.

    “Riesco a mandar giù tutto, ma non la mancanza di fiducia
    della gente, in una situazione così non sono tranquillo, non riesco a
    lavorare. Sarà la società a prendere atto del mio sfogo e decidere sul
    caso” queste alcune delle frasi del tecnico rilasciate ieri.

    Il DG Lucchesi aveva subito definito inopportune queste frasi da parte di un allenatore.

    Oggi pomeriggio la Società ha diramato il seguente comunicato stampa:

    “La Fiorentina, con enorme sorpresa, ha preso atto delle considerazioni di

    Emiliano Mondonico nel dopo gara di ieri, di cui non condivide il contenuto

    in quanto il suo operato non era mai stato messo in discussione. Peraltro la

    Fiorentina ha l’obbligo - per rispetto all’importanza del progetto, della

    città, dei calciatori e dei tifosi - di tener debito conto delle difficoltà

    personali evidenziate da Emiliano Mondonico a proseguire nel mandato

    conferitogli. Di conseguenza, in vista dei prossimi impegni agonistici,

    affida la guida tecnica della prima squadra a Sergio Buso con decorrenza

    immediata.”


    Non essendo Mondonico scemo, quelle frasi furono uno sfogo, al termine di una partita positiva, dopo un mese difficile, nel quale aveva lavorato davvero remando contro corrente. La sua riconferma dopo la promozione, avvenuta a furor di popolo, ma con scarsa convinzione di Lucchesi e dei DV, lo faceva stare sempre in bilico. Una volta visto che la squadra stava rispondendo, quasi sollecitò una pacca sulla spalla. Si prese un calcio in culo.

    RispondiElimina
  104. "Sapevo che Pasquale era a Udine, Fabio..."(Bergomi).

    RispondiElimina
  105. "Pascà, accattm o'pan appress a Lello O'Zozzò' a basc in fondo a o'vicolo e sali in goppa e assett't e magn e statt zitt"

    RispondiElimina
  106. Annate affanculo.

    RispondiElimina
  107. Annate perse, annate di vino buono, annate nate male, annate....

    RispondiElimina