.

.

venerdì 15 maggio 2015

Basta che sia un Allan

Non so se sono peggio Basanta e Savic oppure io e mia sorella che mi dice "stai sereno" mentre inveisco contro Basanta e Savic. Io che le rispondo "stai sereno lo dici a tua sorella", e così siamo stati in loop per più di mezz'ora. Pari pari come la difesa che concede gol ogni volta che l’avversario entra in area. Un primo tempo in loop difensivo, è mancato solo l’autogol di Niccolai, ma non la chiamata del Bambi che si è sfogato non avendo certo l’equilibrio giusto per sopportare con dignità l’uno-due del Siviglia. Non è uno che ha la stessa pazienza degli anziani che scelgono i pomodorini, uno per uno, facendogli perdere la sua. Poi dopo il rigore sbagliato è sbottato, mi ha richiamato e non potendo rifarsela nemmeno con Montella, si è sfogato minacciando che stamani sarebbe entrato dal pizzicagnolo, l’avrebbe rapito, legato, sarebbe salito sul campanile di Giotto, e poi fatto dondolare nel vuoto dicendo "CHE FACCIO LASCIO?". Io resto. Comunque. Anche se oggi sono in Abruzzo, lontano da tutti gli strascichi, dalla voglia di faida che si respira in città. E mentre già immagino una città che pensa a un futuro senza Vincenzo e senza più le riprese di “Inferno”, io da una zona più neutra penso a un futuro in cui se la connessione non funziona l’assistenza non consigli “Spenga e riaccenda il modem”. O forse penso che potremo prendere Benitez. Sempre che De Laurentis non lo tenga segregato in ritiro. Non so voi in questo momento come avrete reagito, me lo immagino e quindi non ho voluto leggere i commenti per non essere contaminato, perché ritengo che il cammino della squadra in EL sia stato ottimo. Non fortunato visto il sorteggio che dopo Roma, Tottenham e Dinamo ci ha regalato quella che a me è sembrata la più forte. Il Siviglia ha meritato la finale. Non me la sono presa, sono sereno perché me l’ero preparata bene questa doppia semifinale. E prepararla bene significa aver curato anche i minimi particolari. So per esempio che chi l’ha vissuta in maniera più spavalda bevendo e mangiando senza limitazioni come si fa di solito in queste circostanze quando ci si ritrova tutti insieme, possa aver accusato maggiormente lo zero-cinque. Sono le troppe aspettative dell’alcool e delle proteine della carne. Io che sono più morigerato conoscendo bene la mia dimensione ho bevuto solo birra analcolica apposta perché è come guardare un film porno dove non si tromba. Ho prevenuto sapendo fin da subito che non avrei goduto. Del resto non ho bisogno della finale europea per sentirmi un cittadino del mondo conoscendo già le lingue. "Insert coin" sono state le prime parole in inglese che ho imparato al bar di via de’ Serragli quando avevo 14 anni. E mi rincuora il fatto che dopo aver visto la fase difensiva posso dire che i casi meno gravi ieri li ho visti a Torregalli quando sono andato a salutare un amico chirurgo di pronto soccorso. Adesso non vi resta che fare la prova costume, io l’ho già fatta e il mio si asciuga. E poi in me prevale sempre quella condizione speciale, quel privilegio di essere tifoso Viola. Prevale sull’amarezza di una eliminazione pur dolorosa, così come mi rendo conto che non è uguale vivere a Chieti o a Firenze. Mi ritengo fortunato, così subito dopo la partita ho finito di preparare l’appuntamento di oggi in Abruzzo, ho tirato fuori la giacca blu, e poi pur pensando a quanto sia forte la mia passione per la Fiorentina, come sempre nei momenti più difficili come questo ho pensato ad Allan. In verità qualcun altro l’aveva già fatto prima di me, anche se pensando di rinforzare il centrocampo. Io invece pensando al suo film più adatto alla mia Fiorentina. Provaci ancora, Sem...pre.




 

304 commenti:

  1. Da ieri sera il mio pensiero fisso è uno solo.
    Il Dnipro è in finale.

    RispondiElimina
  2. Passator Cortese15 maggio 2015 07:50

    Evidentemente per alcuni a Firenze è inaccettabile arrivare:
    1) In modo entusiasmente "solo" in semifinale di EL e lì essere battuti dalla squadra detentrice e più forte del torneo e che quindi quasi certamente lo rivincerà;
    2) In modo altrettanto entusiasmante "solo" in semifinale di CI e lì essere battuti, dopo averla battuta in casa sua, dalla squadra che sta ammazzando da quattro anni il campionato italiano e che è in finale di CL dopo aver meritatamente eliminato il Real Madrid;
    3)Tornare nuovamente l'anno prossimo "solo" in EL.
    Per me invece tutto ciò è accettabile e, nonostante le recenti delusioni e nonostante sperassi ragionevolmente anche io in qualcosa di più, sufficiente a non farmi desiderare di ripartire da zero.
    Si riesce o non si riesce a Firenze a fare una valutazione serena di questa stagione, delle sue belle luci e delle sue non trascurabili ombre, senza lasciarsi condizionare da questa disfatta, avvenuta non proprio ad opera di una squadretta?
    O vogliamo buttare via il bambino con l'acqua sporca e magari anche chi l'ha partorito?
    Per quanto mi riguarda io a ripartire da zero non ci sto, e se l'ambiente fiorentino spingerà ed in qualche modo obbligherà la società in questa direzione, si tratterà dal mio modesto punto di vista, di puro autolesionismo.
    A dopo per una modesta valutazione, da semplice tifoso appassionato, dei problemi tecnici, manifestatisi anche ieri sera in modo lampante, della Fiorentina.

    RispondiElimina
  3. Il punto 3 ancora non l'hai ottenuto ed io non ci dormo affatto tranquillo viste le condizioni in cui siamo.

    RispondiElimina
  4. Col passare dei giorni dovrebbe affiorare questo pensiero che condivido in larga parte, è altrettanto vero che l'appetito vien mangiando e con una tavola imbandita in quel modo l'esser venuti via con un panino rubato in tasca non ce lo fa godere per niente. Se si analizza il risultato c'è solo da essere contenti, se si analizzano le prestazioni girano fortemente i coglioni.
    E girano perché quello che consideriamo, io almeno, non più un prospetto di grande allenatore continua ad incartarsi con scelte davvero cervellotiche tipo quella di giocare senza punte di ruolo una partita che devi provare almeno a vincere.

    RispondiElimina
  5. Se fossimo usciti con la Roma saremmo stati più contenti. Qualche punto in più in campionato, lotta per il quarto posto ( forse terzo, chi sa...).Dobbiamo migliorare tutti, a partire da chi questa squadra la ama davvero , noi tifosi . Ma l'allenatore, dopo la sconfitta di ieri, poteva evitare di gettare benzina nel fuoco. Deve crescere tanto anche lui. Poi rimango della mia idea: i fischi a fine partita ci potevano stare , per esternare una delusione che non è figlia del l'eliminazione e basta, ma figlia di una serie di prestazioni concluse con ieri sera. Ma lo scherno, la presa per il culo e le offese mi sono sembrate veramente fuori luogo. Da tifoseria gobba. Facile applaudire e andare a fare i simpatici alla stazione o all'aeroporto quando si vince. Questo riesce a tutti . E noi, da tifosi viola, sinceramente, non è che una finale di CI e semifinale , più una semifinale di EL in due anni siano il nostro standard. Storicamente. Almeno mi pare, ma magari mi son perso qualcosa. Ribadisco: ieri era la perfetta occasione per sottolineare la differenza tra noi e le altre città . Occasione persa

    RispondiElimina
  6. e c'è andata bene,perchè, nelle condizioni in cui siamo,ci buttava fori anche il Dnipro e ci s'incazzava ancora di più

    RispondiElimina
  7. Grande allenatore uno che arriva al mese decisivo con la squadra alle pompe in questo modo? Ma per favore, Leo! Ne deve mangiar di granturco!

    RispondiElimina
  8. http://www.tuttomercatoweb.com/serie-a/fiorentina-bucchioni-montella-contro-i-tifosi-ora-basta-difesa-da-incubo-680431
    Il Buk spara a alzo sero su Montella. Cagasotto come è vuol dire che è quasi sicuro che andrà via se no non se lo inimicherebbe così. Specialista in raffiche sulla Croce Rossa. Però quel che dice non è molto lontano dalla verità

    RispondiElimina
  9. Sì, va bene, ma... capite? Il Dnipro è in finale di Europa League.

    RispondiElimina
  10. La gente si è comprensibilmente rotta le palle tutta insieme di vedere sconfitte su sconfitte al Franchi, di vedere un Torino, un Sassuolo, un Empoli, un Verona, un Cagliari venire qua a maramaldeggiare e magari tornare a casa con tre punti. Non è accettabile una cosa del genere come "normale" e invece normale lo è diventata, e secondo qualcuno dovremmo essere pure contenti e ringraziare. Fin'ora infatti hanno battuto sempre le mani (!) , magari masticando amaro, ieri sera no. Si potrà credere che Montella sia l'allenatore migliore del mondo (io personalmente rispetto la sua onestà e la sua buonafede, a differenza di quell'altro), ma ti immagini cominciare un altro campionato con lui alla guida, con la fiducia scesa sotto zero? A me pare una cosa impensabile, un suicidio, una ricerca volontaria delle peggiori rogne.

    RispondiElimina
  11. No credo, PASSATOR CORTESE....siamo sgonfi da più di un mese, gli ucraini correvano!

    RispondiElimina
  12. Concordo.
    E alienando Gomez, Ilicic, Richards, Aquilani solo di ingaggi "recuperiamo" circa 10 milioni!

    RispondiElimina
  13. Passator Cortese15 maggio 2015 10:05

    Per me il centrocampo tutto sommato è l'unica cosa che ha funzionato quest'anno, ed è quello che ci ha portato dove siamo arrivati, oltre non ce l'abbiamo fatta, secondo me, per i limiti manifestati dagli altri due reparti. Per cui confermerei i centrocampisti titolari riporterei a casa Vecino e fornirei il reparto di altri due bei back-up, ognuno soprattutto di qualità e certamente anche di quantità, che sappiano insomma sostituire i titolari senza la minima ripercussione.
    La difesa ha fallito, in particolare nei suoi due centrali, rivelatisi in definitiva un autentico colabrodo e del tuttto incapaci di integrarsi di dare intensità con un minimo di continuità al centrocampo. Per cui per me dei due potremmo lasciar andare via almeno Savic per cercare un centrale, magari giovane, stile miglior Nastasic o quello che si sperava diventasse Camporese, efficace ed affidabile nelle due fasi. Serve anche un bel terzino destro, ed a questo proposito ri-valuterei Roncaglia.
    In attacco bisogna solo capire se Rossi è ancora un calciatore, sennò va sostituito adeguatamente, ed offrire, come ultima prova d'appello queste tre partite rimanenti a Gomez , in caso di esito ancora negativo va sostituito anche lui, quanto agli altri del reparto, confermando Salah, Babacar, Bernardeschi e magari anche Joaquin, per me siamo a cavallo.

    RispondiElimina
  14. Bucchioni non è credibile. Anche se alcune delle cose che ha scritto sono condivisibili, l'esonerare alcune componenti dalla critica per il mancato conseguimento dei risultati attesi( ad inizio anno avrei comunque firmato per una semifinale europea) significa lavorare per qualcuno. Montella ha delle responsabilità , magari è il principale responsabile . Ma la società è stata perfetta in campagna acquisti? È stata perfetta nella gestione di alcuni casi spinosi? È stata perfetta nella gestione delle sconfitte? E tralasciamo i giocatori....

    RispondiElimina
  15. Passator Cortese15 maggio 2015 10:09

    Sopra, io penso che se le rigiocassimo le due partite contro il Siviglia, certo probabilmente ci eliminerebbe di nuovo, ma non in questo modo. In attacco ed in fidesa abbiamo, sia là che qua, sbagliato tutto lo sbagliabile.

    RispondiElimina
  16. Passator Cortese15 maggio 2015 10:11

    Nessun sacerdote, nessuno è soddisfatto di come sono andate le cose.

    RispondiElimina
  17. l'editoriale di pollock è molto bello, anche se non condivido il pensiero di fondo. capisco che ci sia gente soddisfatta per questa stagione (semifinale CI, semifinale CU, probabile (?!) quinto posto); ci sono state regalate anche emozioni, è vero (vittoria all'ultimo minuto col milan, vittoria a milano in 9 con l'inter, vittoria a torino, 2 vittorie a roma), e per questo nemmeno io giudico disastrosa quest'annata, a patto che si arrivi quinti. il fatto, però, che chiedere la testa di montella, a questo punto, mi pare inevitabile: non è più in grado di trasmettere niente ai giocatori (la stanchezza a inizio aprile è impensabile, ci può essere un calo, ma anche quelli del siviglia han giocato 50 partite. senza considerare che in campionato e coppa abbiamo fatto giocare 2 squadre diverse), il suo ciclo è finito e le uscite sui tifosi sono state pesantissime ed hanno rotto davvero qualcosa. credo che, anche lui, preferisca andarsene.

    grazie Montella per l'impegno e per quelle gioie che c'hai regalato in questi 3 anni (siamo tutti d'accordo col fatto che l'apice sia statao il 4-2 ai gobbi), adesso però levati di culo.
    credo che questa sia un'alisi abbastanza lucida, senza isterismi.

    RispondiElimina
  18. Sì, ma... il Dnipro! IL DNIPRO, CAZZO! Che dimensioni ha il Dnipro?

    RispondiElimina
  19. Passator Cortese15 maggio 2015 10:18

    ..inoltre, caro Geppetto, non sarebbe meglio invece che fare caricature infondate degli interlocutori e di quello che dicono, contestare eventualmente esattamente quello che dicono?

    RispondiElimina
  20. GeppettoDanese15 maggio 2015 10:20

    La "dimensione" è un argomento abbastanza vasto. Elastico, pure, perché si modella sulle necessità di chi la usa come extrema ratio. A Dicembre, per esempio, "noi siamo questi" andava a giustificare una Fiorentina a metà classifica. Possibile che l'arrivo di Salah sia andato a modificare così tanto la nostra dimensione? Oppure l'allenatore, con la scusa del non arruffianarsi nessuno, è solo un gran paraculo? Diciamo che il suo sparare a zero sui tifosi, che sono arrivati alla vera e propria contestazione solo quando la misura era colma, non volge certo a suo favore.

    RispondiElimina
  21. quanto al prossimo anno, partendo dal presupposto che dobbiamo ritornare in UEFA perché io quella coppa la voglio vincere, prima o poi, e che si necessita di un allenatore diverso, ripartirei da questi.

    Tatarosanu
    Gonzalo, Savic, Basanta e forse Tomovic.
    Badelj, Pizarro, Mati, Vecino.
    Salah, Bernardeschi, Babacar, Rossi (per forza di cose, però il suo ingaggio lo ridiscuterei).

    Da valutare la condizione fisica di Joaquin, Vargas e Gilardino. E probabilmente terrei anche Gomez, ma di questo dovrebbe occuparsi il nuovo mister. Farei rivalutare anche Rebic. Purtroppo temo ci sorbiremo anche Pasqual.

    Risparmi: ingaggi di Neto (0.6), Kurtic (0.5), Rosi (0.3), Richards (1.7), Aquilani (1.8), Lazzari (1), El Ham (1.2), Vargas? (0.8), Diamanti (1), Gilardino? (1), Joaquin? (1.2).
    Cessioni: 5-6 mln Ilicic (1.2), 6-8 mln Borja (1.7), 4-5 mln Alonso (0.7).

    RispondiElimina
  22. GeppettoDanese15 maggio 2015 10:36

    A parte il "sacerdoti", ti ho scritto esattamente quello che penso sia sbagliato nel tuo ragionamento. Forse sono stato un po' sintetico, mi spiego meglio.
    Se anche si arrivasse quinti, per me l'annata sarebbe fallimentare. Lo scrissi a Settembre che per me questa squadra poteva lottare (non arrivare in scioltezza, lottare!) per il terzo posto. Soprattutto, col senno di poi, considerando di quanto si è abbassata la quota per il secondo e terzo posto. Ci pensi che staremmo a 2 punti dalla Lazio e a 3 dalla Roma se con Cagliari e Verona avessimo vinto? Tra l'altro, ti cito solo le ultime due in cui abbiamo toppato, ma ce ne sarebbero altre, tipo i 4 punti persi tra Sassuolo e Genoa (al Franchi!).
    Poi, il mantra de "la squadra non è costruita per lottare su tre fronti" è palesemente pretestuosa e antistorica come affermazione: fino al 2-1 contro la Juve eravamo forti, capaci, cinici, atleticamente presenti. Poi il buio. Perché i nostri giocatori sono così emotivamente fragili? Perché le gambe non gli hanno retto? Perché, nell'arco di un'annata, praticamente tutti hanno accusato guai muscolari? Per me, preparatori atletici e staff medico fanno parte del pattume da portar fuori prima delle pulizie di primavera (estate).
    Capitolo allenatore: si può dire che i Della Valle hanno sbagliato gestione, che ci sono giocatori palesemente inadatti al nostro campionato, che il pubblico sbaglia a fischiare MA non che l'allenatore abbia la mentalità del galleggiamento sereno, che sia lui il primo a non voler cavare un cazzo dal suo parco giocatori perché l'idea auto-assolutoria che questa sia la nostra dimensione lo ha drogato. Oltre al wishful thinking, però, il nostro ha pure limiti di natura professionale: non sa gestire la psicologia dei giocatori, non li sa motivare, non è capace di passi indietro (che ai suoi occhi devono sembrare ritirate, se sei un vincente invece li vedi come prendere la rincorsa).
    Se vogliamo continuare con la nostra dimensione, più che altro a scoprire quale sia, Montella va benissimo. Niente Di Francesco, Sarri e altra gente da sverginare.

    RispondiElimina
  23. Passator Cortese15 maggio 2015 10:36

    Non parlerei di gente soddisfatta di questa stagione, ma di gente che la considera accettabile pur non essendo soddisfatta. Certo a caldo sono pochi anche quelli.

    RispondiElimina
  24. che non sia tutto da buttar via sono d'accordo (sempre che si arrivi quinti), almeno si rigioca la UEFA. allo stesso modo, però, quello a cui abbiamo assistito negli ultimi 2 mesi è inammissibile ed è una situazione dalla quale non si fa ritorno. urge un cambio di manico, specie dopo le reiterate critiche dell'allenatore verso una città che l'ha seguito in 40 000 nonostante sapesse già di perdere.

    RispondiElimina
  25. Passator Cortese15 maggio 2015 10:46

    Sul campionato e la mancata qualifcazione in CL ho fatto nei giorni scorsi gli stessi tuoi rilievi critici.
    Dalle coppe siamo stati eliminati da squadre più forti di noi ma siamo arrivati nelle due semifinali con partite entusiasmanti e battendo avversari di grande prestigio. La nostra dimensione deve essere "come minimo" questa, e questo minimo fatto mi fa considerare la stagione tutto sommato accettabile anche se non soddisfacente.

    RispondiElimina
  26. Passator Cortese15 maggio 2015 10:47

    Sugli ultimi due mesi sono d'accordo, sul cambio di manico no.

    RispondiElimina
  27. stefano vienna15 maggio 2015 10:58

    Bucchioni dice che Montella vuol farsi cacciare per andare alla Roma, questo è il sunto dell'articolo. Il resto è fuffa.

    RispondiElimina
  28. GeppettoDanese15 maggio 2015 11:00

    A livello di risultati è accettabile, sì: semifinale di Coppa Italia, semifinale di Europa League e quinto posto. Certo, è accettabile. Ma con un'annata accettabile non c'è bisogno di rivoluzione in estate. Una rivoluzione che viene sbandierata a quattro partite dalla fine del campionato, tra l'altro. Bisogna mettere i risultati su un piatto e lo stato di salute di squadra/comparto tecnico e vedere quale pesa di più.

    RispondiElimina
  29. pensi che una situazione del genere sia recuperabile? a parte il fatto che i giocatori non lo seguono più, e questo è un fatto. poi si è messo completamente di traverso alla città e per metà anche con la società (diverse frecciatine nei mesi scorsi "bisogna vedere cosa vogliamo fare", "quando si vince spogliatoio pieno, quando si perde vuoto").
    guarda, io ho una buona considerazione di montella tutto sommato, ma vederlo ancora sulla panchina della fiorentina sarebbe un harakiri. che se ne vada o che lo caccino.

    RispondiElimina
  30. Passator Cortese15 maggio 2015 11:06

    Per me è recuperabile, se la società lo vuole. Certo a Firenze c'è molto autolesionismo in circostanze come questa.

    RispondiElimina
  31. Passator Cortese15 maggio 2015 11:08

    Ho scritto qui sopra dove, secondo il mio modesto parere, si dovrebbe intervenire, senza ripartire da zero.

    RispondiElimina
  32. Montella comunque sia è bruciato. Che sia per sua volontà, per le circostanze o altro, la realtà è questa. A fine stagione, per il bene comune, della Fiorentina e anche suo, è necessaria e credo inevitabile una risoluzione consensuale del rapporto. Cominciare un'altra stagione con un allenatore in bilico, in cui non si ha piena fiducia, fiducia che d'altra parte lui stesso non ha più nei confronti dell' "ambiente", sarebbe un errore gigantesco. Non è detto che si vada per forza a migliorare rispetto alle stagioni precedenti, ma comunque sia ripeto il rapporto è logoro e prolungarlo artificialmente non porterebbe altro che guai

    RispondiElimina
  33. GeppettoDanese15 maggio 2015 11:14

    A livello dirigenziale, bisogna far entrare in società gente che mastica calcio giocato da una vita. Magari anche qualche elemento legato a Firenze. La rivoluzione parte da lì.
    Io aspetto un intervento deciso della proprietà in tutti i reparti dell'organigramma societario, in assenza del quale mi convincerò a passare dalla parte di ZV.

    RispondiElimina
  34. sono d'accordo

    RispondiElimina
  35. stefano vienna15 maggio 2015 11:14

    Bucchioni sembra far capire che i Della Valle vogliano far rispettare il contratto a Montella per una questione di principio. Purtroppo così si gestiscono (forse) le società quotate in borsa, non le società di calcio.

    RispondiElimina
  36. dai però così si passa davvero da adoratori: "se la società vuole"? perché ti pare che montella voglia? dai.

    RispondiElimina
  37. sarebbe orribile

    RispondiElimina
  38. Passator Cortese15 maggio 2015 11:18

    Montella in questa circostanza ha detto cose che io condivido. E te lo dice uno che quando pensa che sbagli non sta certo zitto. Altro che adoratore!

    RispondiElimina
  39. stefano vienna15 maggio 2015 11:21

    E' però in linea con la struttura manageriale della società, dove non esistono nè dirigenti nè consiglieri che abbiano una minima esperienza di calcio giocato. Intorno ai Della Valle, c'è il vuoto, non si fidano di nessuno che abbia calcato un campo di calcio. Esemplare il trattamento che hanno riservato ad Antognoni, ovvero ignorato come se non esistesse. E non dico che doveva diventare un dirigente, ma nemmeno lo invitano allo stadio…

    RispondiElimina
  40. Allora benvenuto......

    RispondiElimina
  41. Montella rischia di iniziare la prossima stagione così come Mazzarri ha iniziato la stagione in corso. E sappiamo che casino c'è stato in seno all'Inter....

    RispondiElimina
  42. Passator Cortese15 maggio 2015 11:44

    Fatemi capire, dappertutto situazioni come questa possono provocare una dialettica, una discussione tra tifosi e allenatore, tra tifosi e squadra. Solo a Firenze ciò è un sacrilegio irreparabile?

    RispondiElimina
  43. Bobby Caponata15 maggio 2015 11:46

    Montella ha torto a dire che è ingiusto fischiare.. Gli errori individuali e i risultati sono senza dubbio meritevoli di fischi. Montella ha ragione a dirlo se si mette in dubbio l'impegno dei ragazzi. Tranne dopo l'uno-due subito, nel quale era comprensibile uno sbandamento, poi la squadra si è data da fare e le trame non erano neanche male considerando che il Siviglia giocava sul velluto (ed è dire poco). Infine ho trovato disgustoso l'atteggiamento della Fiesole che ha dileggiato Ilicic al momento del rigore ed esultando dopo l'errore oltre alle bordate dei fischi durante e al termine dell'incontro. Contrariamente, incredibile ma vero, in tribuna, specialmente verso la fine della partita sono partiti più di una volta applausi sinceri verso la squadra..
    Anche se un po' in ritardo.. queste sono le mie impressioni.

    RispondiElimina
  44. GeppettoDanese15 maggio 2015 11:50

    Dappertutto proprio no: guarda l'Inter, contestata mi pare a metà campionato dopo averle prese col Sassuolo. O il Napoli, che prima di andare in ritiro si era presa le minacce simil-camorriste della sua civilissima curva. Per non parlare della Roma, che sta consumando una rottura drammatica tra i suoi tifosi squadristi e quel cretino di Pallotta. E noi ci lamentiamo degli sfottò della Fiesole?

    RispondiElimina
  45. "Montella dica che non vuole andare alla Roma".
    Io resto, ma non a vedere questo film, imbarazzante per la squadra, per la società e per la città.

    RispondiElimina
  46. I fischi andavano fatti prima, invece si sono sempre battute stolidamente le mani anche davanti a prove imbarazzanti (e aggiungo anche irrispettose). Se si fossero fischiati a suo tempo forse sarebbe cambiato qualcosa in meglio. Ieri era solo inutile frustrazione, purtroppo.

    RispondiElimina
  47. DKNE, ti ripeto quello che ho scritto ieri sulla curva: è vero che gli sfottò ai giocatori non sono piacevoli né meritati (e infatti non li ho fatti, personalmente), però trovo quello di buttarla un po' in ridere davvero l'unico modo possibile di passare allo stadio un secondo tempo come quello di ieri. Le alternative erano andare a casa o passare 45 minuti a contestare. Meglio cantare "Schwarz!", sinceramente...

    RispondiElimina
  48. Passator Cortese15 maggio 2015 11:56

    Situazioni e ragioni molto diverse.
    A me pare che a Firenze ciò che è avvenuto ieri da parte dei tifosi e, in risposta, da parte del tecnico, possa rientrare tra le cose gestibili e superabili. Mi piacerebbe che la società difendesse il tecnico e la squadra e che poi, ovviamente, operasse per rafforzarla nei punti deboli.

    RispondiElimina
  49. la società dovrebbe annunciare entro la prossima settimana se conferma Montella o no per l'anno prossimo, e per propria scelta, non per clausole o contratti. ADV deve presentarsi davanti ai giornalisti e dire "Montella ha fallito, lo caccio" o "crediamo in Montella, lo confermiamo". Questo farebbe una società degna. Ma non succederà. Partirà la fiera delle voci, degli editoriali teleguidati, delle allusioni, col solo risultato di avvelenare l'ambiente, e a quel punto spereremo tutti che Montella se ne vada, semplicemente per chiudere una pagina e aprirne un'altra. Che imbarazzo.

    RispondiElimina
  50. GeppettoDanese15 maggio 2015 12:00

    lo spero anch'io

    RispondiElimina
  51. GeppettoDanese15 maggio 2015 12:03

    La società lo ha già fatto, di difendere il tecnico: quando ha accettato supinamente di non mandare la squadra in ritiro, o quando dopo lo 0-3 di Siviglia ha salvato la stagione definendola comunque ottima. O anche ieri sera, quando ha derubricato lo sfogo del tecnico come una semplice reazione a caldo.

    RispondiElimina
  52. a me piacerebbe che restasse. Ma, ripeto, per scelta e volontà di una società che crede in lui e che mobilita l'ambiente a sostegno della squadra. Non per fare il capro espiatorio delegittimato, perché così non potrà che far peggio, l'anno prossimo. Piuttosto che un Montella per forza, meglio un Sarri per amore, su questo non ho dubbi. Ma la scelta va fatta ora, chiara e alla luca del sole, non con le telenovele e le bucchionerie.

    RispondiElimina
  53. salvo poi vedere uscire editoriali come quello di Bucchioni di oggi, che di certo non è partito senza una telefonata nelle Marche. Ripeto: cacciare Montella ci sta, non mi scandalizza, gli allenatori passano. Ma lo facciano, subito e mettendoci la faccia. E invece...

    RispondiElimina
  54. Situazione strana.
    Montella ha portato buoni risultati anche quest'anno: se rientriamo in EL, con una semifinale di CI e una di EL il bilancio non può essere nella nuda verità dei fatti considerato negativo: anzi sarebbe una delle migliori annate dell'era DV.
    Il problema è di fiducia: la squadra e l'allenatore negli ultimi due mesi sono stati gravemente insufficienti.
    Come dobbiamo interpretare questo calo: come un periodo di crisi dal quale possiamo risollevarci per tornare quelli di gennaio-marzo o come la prima fase di una parabola discendente?
    Difficile dirlo, ma essere pessimisti e rinnovare squadra (in parte) e allenatore mi sembra la soluzione necessaria e forse desiderata dallo stesso Montella, persona intelligente che ritengo abbia voluto provocare una rottura con le sue dichiarazioni di ieri.

    RispondiElimina
  55. stefano vienna15 maggio 2015 12:07

    Valtolin, adesso cerca di essere realista, Montella non ha nessuna voglia di restare a Firenze.

    RispondiElimina
  56. GeppettoDanese15 maggio 2015 12:09

    Guarda, a me Bucchioni è sempre rimasto sulle palle per la volatilità del suo valore intellettuale. Dei suoi editoriali non mi sono mai fidato, anche quando dicevano cose che mi trovavano d'accordo. Poi a Firenze ci sono un sacco di voci, e tutte dicono tutto e il contrario di tutto. Non credo che l'ambiente si faccia influenzare dal solo Bucchioni, anzi.

    RispondiElimina
  57. stefano vienna15 maggio 2015 12:09

    Situazione strana, ma già vista.

    RispondiElimina
  58. Passator Cortese15 maggio 2015 12:12

    Sul non ritiro secondo me la società ha fatto bene ad accettare l'opinione di Montella. Definire la stagione ottima invece è troppo. Quanto a ieri, ripeto, non vedo drammi, ma una dialettica fisiologica.

    RispondiElimina
  59. GeppettoDanese15 maggio 2015 12:15

    La dialettica è fisiologica e sana se a caldo riesci a gestire la coordinazione tra bocca e cervello, non se te ne vieni con dichiarazioni bimbominkiesche in cui tutti hanno torto tranne te.

    RispondiElimina
  60. Passator Cortese15 maggio 2015 12:17

    Su questo la penso diversamente. Se i tifosi hanno il diritto di fischiare e di giudicare, devono accettare anche di essere giudicati.

    RispondiElimina
  61. Secondo me alcuni attribuiscono a Montella una malizia che non ha. Era sufficiente per lui dire di aver perso contro una squadra più forte senza il giro di parole sulla "dimensione". Evidentemente non poteva.
    Parliamo di uno che al di là di periodiche fibrillazioni in concomitanza con le sessioni di mercato, per il resto ha dato ampie prove di aziendalismo

    RispondiElimina
  62. Io avrei detto e scritto "Mai che se ne vadano"...... però va bene anche così.
    http://video.repubblica.it/edizione/firenze/dopo-la-sconfitta-la-parodia-dello-spot-uefa-fiorentina-mai-una-gioia/200401/199447?ref=tbl

    RispondiElimina
  63. GeppettoDanese15 maggio 2015 12:21

    Al di là degli editoriali più o meno telecomandati (così è se vi pare, in tutti i campi della società dalle Crociate in poi), a me preoccupa la fragilità emotiva del gruppo. Un crollo più unico che raro, basta guardare la Roma.
    Comunque il capro espiatorio non esiste: una mente lucida analizza le difficoltà e va a riparare gli anelli deboli. L'emotività si addice al pubblico, non al tecnico, che promette messianicamente delle dure ripercussioni dopo i fischi di ieri sera.

    RispondiElimina
  64. Voglia di Montella a parte, dire "continuiamo a credere in Montella" significherebbe accogliere in toto le richieste "che sono tre mesi" (altra citazione da ieri sera) che Montella ha fatto.
    Tu ce li vedi....?

    RispondiElimina
  65. GeppettoDanese15 maggio 2015 12:26

    Invece no: bisogna capire i rapporti di classe. I tifosi sono innamorati, appassionati, che vanno allo stadio a spese proprie per consumare quel sentimento al limite della confessione religiosa; i nostri, di tifosi, hanno dato più di quanto abbiano tolto, per usare un metro montelliano. Dall'altra parte della barricata, la squadra è fatta di professionisti che in alcuni momenti della stagione (fatalmente quelli topici) hanno rinunciato a giocare o sottovalutato gli impegni. Questo va bene in un rapporto di coppia, e si può sistemare, ma nel mondo del lavoro lo paghi.

    RispondiElimina
  66. è stato già detto tanto, quindi dirò la mia senza avere la presunzione di capire più di altri, anzi...
    Spero che Montella rimanga e che abbia voglia di farlo, non starò qui a fare processi alle intenzioni e a fare le pulci alle dichiarazioni del Mister, è chiaro che ieri ha sbagliato, però quello che è successo è ampiamente superabile e ci sono tutti i presupposti per continuare.
    A patto che la società faccia la Società, esca allo scopeto e dichiari che Montella sarà il prossimo Allenatore della Fiorentina, che c'è da guadagnare l'accesso alla E.L., che faremo di tutto per vincere il prossimo anno. Che il Mister ha dettato le condizione per poter crescere e che degli errori di quest'anno faremo tesoro rinforzando la squadra là dove c'è bisogno. Che anche Ferguson al M.U. ha patito tanto prima di vincere qualcosa e che il Progetto Tecnico continua poichè cercheremo in tutti i modi di migliorarci...
    se questo non succederà significa che dovremo ripartire da zero (o da uno, forse...) per me è un errore, però ne ho viste di molto peggio nella Fiore che questa vicenda mi pare uno zuccherino. Credo in Montella e nel suo modo di lavorare, personalmente non mi resta nemmeno tanto simpatico, però penso che se gli prendono 3 o 4 Giocatori veri, ci farà fare il salto di qualità, altrimenti succederà su un'altra piazza e vorrà dire che noi avremo fatto fare Palestra ad uno senza muscoli che andrà a svilupparli altrove per altri tifosi, noi aspetteremo il Di Francesco di turno e...

    RispondiElimina
  67. GeppettoDanese15 maggio 2015 12:30

    Tra l'altro, tutti abbiamo crocifisso il Pugile per il pestaggio di Ljajic. Giustamente fu licenziato e nessuno ebbe a che ridire. Ieri sera è successa una cosa che concettualmente è molto simile: il pubblico che applaude ironicamente e l'altro, risentito, che si sfoga (male).

    RispondiElimina
  68. Valto, il tuo ragionamento è logico. Ma era una semifinale di coppa europea. Cosa che a Firenze vediamo una volta ogni 10 anni se va bene. E dopo averla eliminato l'odiatissima Roma asfaltandola in casa sua( solo nei nostri sogni lo potevamo immaginare). Per cui ho trovato ridicole le prese per il culo( dopo che dopo i passaggi in coppa s'andava a tirar le pacche alla stazione). Se a fine anno, in campionato, si arrivasse 6/7 dopo aver perso con Verona e Cagliari, col Parma etc etc allora li

    RispondiElimina
  69. Passator Cortese15 maggio 2015 12:36

    Il mondo del lavoro è un'altra cosa.
    Stiamo parlando di un gioco e di spettacolo.
    I tifosi vanno rispettati ma non sono sacri e neppure sono tutti uguali.
    Ieri allo stadio c'erano tifosi che non condividevano i fischi ed il dileggio.
    Io rispetto chi ieri ha fischiato e dileggiato ma non lo condivido.

    RispondiElimina
  70. ma sai a me quanto me ne frega di cosa vuole Montella? Io sono un tifoso della Fiorentina, e a me interessano le scelte della Fiorentina, se permetti.

    RispondiElimina
  71. menare un proprio giocatore e dire delle frasi un po' sopra le righe è uguale? Su, dai...

    RispondiElimina
  72. ho detto proprio che non ce li vedo. Ma che dovrebbero farlo.

    RispondiElimina
  73. GeppettoDanese15 maggio 2015 12:39

    Scusa, in che senso il mondo del lavoro è altra cosa rispetto allo spettacolo? Mia sorella lavora in quel mondo e ti assicuro che le meccaniche sono quelle di qualsiasi altro impiego.

    RispondiElimina
  74. e questo giustifica il silenzio imbelle della società?

    RispondiElimina
  75. GeppettoDanese15 maggio 2015 12:40

    Il silenzio non c'è stato. Ciò non cambia che la società sia imbelle e su questo sono sempre stato d'accordo.

    RispondiElimina
  76. certo, però i fischi di ieri sera non erano solo per ieri sera, erano per Juve, Verona, Cagliari, per tutte le volte che la squadra è stata applaudita senza meritarlo... E, ripeto, io quando ho visto la gente intorno a me buttarla in ridere ho tirato un sospiro di sollievo, perché il clima si stava facendo parecchio pesante. Tieni conto che dal secondo gol in poi ero l'unico mona in piedi in tutto il mio settore, e nel secondo tempo si è stati direttamente tutti seduti, con qualche scazzo anche tra tifosi sul fischiare o meno Gomez. Non propriamente un clima piacevole...

    RispondiElimina
  77. GeppettoDanese15 maggio 2015 12:42

    non ho detto che è uguale. Ho detto "concettualmente". Uno è la metafora dell'altro, per così dire

    RispondiElimina
  78. Passator Cortese15 maggio 2015 12:44

    Mi riferisco al rapporto allenatore-tifosi, squadra-tifosi.
    Quanto a chi lavora nella Fiorentina, a partire dai calciatori, non vedo scarsa professionalità.
    C'è stato un calo di rendimento dovuto a vari fattori, ma questo è un altro discorso.

    RispondiElimina
  79. GeppettoDanese15 maggio 2015 12:45

    Guarda la partita con la Lazio. Prenderne 4 senza giocare per me è doloso, al di là delle difficoltà

    RispondiElimina
  80. stefano vienna15 maggio 2015 12:49

    L'articolo di Bucchioni mi sa che non l'avete capito. L'input dalla Marche, se c'è stato, è un altro: caro Montella, tu hai un anno di contratto e lo devi rispettare, quindi a Roma non ci vai. Io non mi sono mai fidato di Montella, come non mi fidavo di Prandelli. La differenza è che Prandelli volle scaricare la colpa dell'addio sui Della Valle, mentre Montella preferisce scaricarla sull'ambiente.

    RispondiElimina
  81. Passator Cortese15 maggio 2015 12:49

    Certo in quel caso c'è stato un approccio sbagliato, a partire dalla concentrazione, dovuto al fatto che evidentemente, a livello societario e tecnico, si erano definite, appunto sbagliando, altre priorità.

    RispondiElimina
  82. stefano vienna15 maggio 2015 12:49

    Fuor di metafora, Montella è il Prandelli bis.

    RispondiElimina
  83. ecco, appunto: "Montella dica che non va alla Roma". Davvero vogliamo fare di nuovo le marionette di questo giochino?

    RispondiElimina
  84. ..i cori non li ho sentiti perchè ho smesso presto di seguire la partita, tuttavia ritengo sbagliato accusare qualcuno solo perchè non si chiami Batistuta o Edmundo, dileggi se non tirano fuori i coglioni non se sono quello che sono perchè madre natura cosi li ha voluti e non costavano neppure troppo..Inoltre, tra le righe, è stato omaggiato il Presidente che, quei giocatori, li aveva portati...ma parlare di questo è tabù...Montella, da questo punto di vista, ha perfettamente ragione, si è riversato tutto il malcontento verso i meno responsabili..peccato, occasione persa...era la serata giusta per dire tutti quanti ciò che pensiamo senza paura d'esser censurati o smascherati.

    RispondiElimina
  85. stefano vienna15 maggio 2015 12:54

    Valto, ma non fu un gioco di marionette. Prandelli era già d'accordo con i gobbi. Montella lo sarà con la Roma e comunque non vuole restare. Non puoi continuare a nascondere la testa sotto la sabbia come un amante tradito.

    RispondiElimina
  86. Stefano, se vuoi farti mandare a cagare fai pure. A me di quello che vuole fare a Montella non me ne frega un cazzo. Me ne frega di cosa vuol fare la società che controlla la mia squadra. Ma quello è un tabù, si sa, a FIrenze. I DV non cacciano mai nessuno, i DV sono sempre traditi da allenatori sabotatori. Ma tu guarda che coincidenza...

    RispondiElimina
  87. Gestione Neto, gestione Baba, Macia molla sul rettilineo, Pradé sparito dai radar, Marin si toglie un sassolino inerente il suo arrivo- ai più ignoto, Montella rifiuta il ritiro, Gomez che si ferma durante il riscaldamento.... Cosa occorre alla società per cogliere che ci sono stati e ci sono modi da sciogliere e soprattutto caos? Non c'é serenità, ognuno fa quel che vuole.
    Gomez andrebbe multato, cosiccome Montella doveva accettare il ritiro (al di là degli esiti)......
    La percezione é di sbando, un pochino. Forse alcune- alcune- vittorie hanno mascherato troppo bene i dissapori interni.

    RispondiElimina
  88. stefano vienna15 maggio 2015 12:59

    Ho capito, i Della Valle sbagliano a tenere allenatori controvoglia: che gli dicano di cercarsi un'altra squadra senza tante sceneggiate. Questo sì. Per me, l'ho spiegato, molto dipende da un approccio sbagliato della società, un approccio manageriale, ma senza competenze di calcio giocato.

    RispondiElimina
  89. Il Dnipro, il Dnipro in finale...

    RispondiElimina
  90. stefano vienna15 maggio 2015 13:00

    I Della Valle devono affidarsi a gente che capisca qualcosa di calcio. La colpa di base è loro, che non hanno ancora capito come funziona una società di calcio.

    RispondiElimina
  91. no, i DV sbagliano a tenere una squadra controvoglia...

    RispondiElimina
  92. ZV, quel "Presidente" è tuttora il principale argomento a sostegno dei DV, dopo 13 anni. Non so davvero come tu faccia a non capirlo. Ogni volta che sono incazzato nero con la società, appara tu a nominare VCG, e allora improvvisamente penso che in fondo i DV non sono così male... Ma non è che niente niente prendi una mancetta dalle Marche per ricordarci continuamente che al mondo c'è di peggio rispetto a loro?

    RispondiElimina
  93. Trovo oziose quanto inutili le polemiche sui DV. Supponiamo siano veramente cosi pessimi.
    Quale è la probabilità di trovare in Italia una proprietà migliore? 1% a essere realistici? A meno che non consideriate migliore Lotito.
    Quale è la probabilità che venga uno straniero con i soldi? Bassa, perché Firenze non è Roma (mi spiace ma quando viaggio e dico che sono italiano tutti mi parlano di Roma e quasi nessuno di Firenze, casomai di Venezia) e la Fiorentina non è una squadra blasonata come Inter e Milan che possono attirare l'attenzione di milionari stranieri per il loro nome.
    Io continuo a ritenere i DV un "dato" del problema. Ha ragione però Stefano secondo me quando dice che manca una figura che mastichi di calcio in società.

    RispondiElimina
  94. Valto, libero di pensarla come vuoi ci mancherebbe, però VCG a parte, state arrivando tutti lì.
    Sono 13 anni che si attende che cambino atteggiamento, vogliamo mettere su un bel "SI POLE" anche per loro?
    Facciamolo pure ma non mi dite che non sapete già come va a finire.

    RispondiElimina
  95. Sempre che questi milionari stranieri siano migliori dei DV. Quelli arrivati, per carità diamogli tempo (12 anni anche a loro), non mi sembrano granché

    RispondiElimina
  96. io non sto arrivando da nessuna parte, ho detto sempre chiaramente quello che penso. Tifo una squadra e non una proprietà, mi sento libero di criticarla (lo faccio spesso, dato che penso che sbaglino spesso) ma non per questo mi illudo che esistano alternative a portata di mano. Soprattutto se come alternativa si porta uno che non solo ci ha portato in C2, ma ci ha portato in C2 perché si è inculato i soldi della Fiorentina e se li è messi nel portafoglio.

    RispondiElimina
  97. Che il Siviglia è più forte della Fiorentina lo dicono gli anni passati,oltre che le due semifinali. Squadra completa in ogni reparto, con le individualità per fare anche varianti tattiche senza risentirne.
    Una curiosità: in panchina hanno quel Gameiro che qualcuno voleva come nostro centravanti pre-Gomez, a centrocampo un polacco che ci ha snobbati e un argentino inarrivabile per noi, anche se non è chissà che fuoriclasse.
    Noi, noi siamo quelli di tre anni fa con la differenza che non sorprendiamo più e che i cardini di questa formazione non ne hanno da un po'. Il miglioramento non c'è stato perché chi doveva farci fare il salto se l'è portato via l'ambulanza o semplicemente non è venuto. Si è scelto di non cercare rimedio per gli squilibri di questa squadra e, per questo, la si è accompagnata verso una stagione da massimo sforzo che aveva molte possibilità di finire come sta finendo. Montella ha molte colpe, ma ne ha, per me, molte di più chi si è adagiato su quel bel primo anno, credendo di aver trovato un'equazione perfetta che permettesse di trovare campioni ,tra le pieghe del calcio dimenticato dai più, che potessero anche permetterci di trascendere da alcune leggi granitiche del calcio giocato. E il tutto, magari, guadagnandoci qualche centinaio di migliaia di euro.
    La mia sensazione è che questo sia un fine ciclo annunciato e che avvenga senza che si siano poste le basi per l'inizio di quello nuovo.
    Evidentemente ci riesce meglio fare le rivoluzioni che individuare i problemi e programmare.
    Se dovessi dire quali sono i giocatori da cui ricominciare una rifondazione, beh, sarei abbastanza in difficoltà. Perché il nucleo storico di questa squadra è composto da gente che era stata giudicata finita o poco sopra il livello della mediocrità, giustificato dai risultati che aveva ottenuto fino all'approdo in viola.
    E non so quanto la loro rinascita sia stata legata a questo allenatore. Così come un indizio possono essere le delusioni inanellate da quelli che ci sembravano fuoriclasse qui e poi non lo si sono rivelati una volta fuoriusciti verso lidi che sembravano più consoni ai loro mezzi.
    Insomma, io non ho una percezione assoluta dei valori individuali della nostra rosa.

    Comunque io sono contrario ad ogni dietrologia alla Bucchioni, icredo che la squadra abbia veramente messo in campo ciò che aveva in termini fisici e nervosi e credo che Montella non abbia fatto nessuna dichiarazione impregnata di secondi fini. Anzi mi sembra abbastanza stupido andare a ricercare certi significati in uno sfogo avvenuto dopo una partita persa male.
    E forse questo modo di pensare contribuisce a farci restare in una dimensione che, giustamente, ci sentiamo stretta addosso.

    RispondiElimina
  98. chi propone quelle dietrologie, infatti, ha come obiettivo proprio farci restare in quella dimensione. La dimensione in cui tutti gli allenatori sono traditori sabotatori e quindi è ovvio che non si può crescere...
    La Fiorentina sembra uno di quegli adolescenti sfigati che non ha ancora capito come rendersi presentabile a una ragazza e quindi conclude che "sono tutte troie", da questo punto di vista.

    RispondiElimina
  99. Marco Gruppo Chiava15 maggio 2015 13:19

    Con quelle dichiarazioni Montella attira su di se tutta l'attenzione lasciando fuori la squadra. Ci sono 3 importantissime partite da disputare.

    RispondiElimina
  100. ciao Sopra, in settimana ho sentito Zambardi, era a Sassuolo insieme a Vivarini (3° incontro tra le parti) dice che stanno scegliendo tra Sassuolo e Pescara perchè Di Francesco andrà via (bella notizia per lo staff Vivarini perchè lo meritano, la cattiva notizia secondo te qual'è?)..

    RispondiElimina
  101. Mah, io credo che Buck sia solo uno che cerca di subodorare il vento migliore per lui, forse avrà qualche dirigente minore che ogni tanto gli dà udienza, ma per me non è la voce del padrone. Ha fatto figure di merda paurose, sia in termini di scoop di mercato che di interpretazione societaria. È solo un parassita che cerca il cane grosso, senza trovarlo.

    RispondiElimina
  102. Il giocatore che perderemo, secondo Montella, era quello che si è messo a piangere a fine partita.
    Il senso della frase è:" li avete fischiati, eppure loro ci tenevano". Come dire"se non c'ero io col cavolo che certi giocatori sarebbero venuti a Firenze".
    Va letto come un passaggio alla Mourinho

    RispondiElimina
  103. Storia antica. A Pescara - dove tiene congiunti -se ne parlava già un anno fa

    RispondiElimina
  104. parlavo di Vivarini che va a Sassuolo perchè Di Francesco pare sia stato contattao da Pradè...

    RispondiElimina
  105. Sì. Chiaro. A Pescara ci sono parenti e attività commerciali riconducibili a Di Francesco e già un anno fa amici di là mi dissero che era papabile

    RispondiElimina
  106. ..accantonando Vittorio, ritieni corretto che un tifoso Viola abbia ( attualmente) davanti solo due strade? O non s' incazza e accetta tutto quello che gli piove in testa oppure apre gli occhi e punta il dito su l' unico responsabile.Ha secondo te senso sparare su un allenatore che è arrivato dov'è arrivato con quel pò pò di pittoreschi? Ciedo solo. Si tenga presente che a me di Montella frega proprio il giusto.

    RispondiElimina
  107. È vero, meglio passare l' anno a mettere in rilievo i limiti dell'allenatore e accusarlo di schierare Ilicic lasciando in panca Marco Van Basten.

    RispondiElimina
  108. ZV in tutta sincerità e con tutta la simpatia che nutro nei tuoi confronti: Si è meglio, nel senso che lo trovo meno inutile.
    E' più facile trovare un allenatore migliore di Montella (per quanto ottimo ) che una proprietà migliore dei DV per quanto pessima.

    RispondiElimina
  109. ho provato a dirlo ieri sera ma è servito a poco, ormai è partita la sassaiola contro il capro espiatorio designato...

    RispondiElimina
  110. Passator Cortese15 maggio 2015 13:59

    Stiamo parlando di un mediocre giornalaio locale in cerca di visibilità purchessia. Nulla di più e nulla d'altro.

    RispondiElimina
  111. certo, appunto. E il modo migliore per guadagnarsi certi favori, a Firenze, è sparare sull'allenatore traditore...

    RispondiElimina
  112. ..simpatia e stima ricambiate Corto, tuttavia il migliore che si prospetta di chiama Di Francesco...a questo punto me ne sto zitto.

    RispondiElimina
  113. Bucchioni ha appena detto che l'italianizzazione serve ad aumentare l'attaccamento alla maglia, perché una squadra di stranieri è una squadra di mercenari. Certo, perché Pizarro non tiene per niente alla Fiorentina e Aquilani sì. Vai a cagare, ridicolo.

    RispondiElimina
  114. "Se Montella vuole provare ha vincere ha ragione, se ne vada, conosce i programmi della società qui."
    Ops, a Bucchioni è scappata una verità involontaria...

    RispondiElimina
  115. Pure una "h" ahahahahah

    RispondiElimina
  116. Ops, dal cellulare. Corretto!

    RispondiElimina
  117. Bilancio di fine stagione.

    Per me, ovviamente, deludente; perchè, come già scrivo da settimane, non vedo imprese e l'unica che abbiamo compiuta, in quel di Torino, è da ascriversi principalmente a Salah. Il resto sono il pareggione contro la sesta della premier League, distante anni luce dalle prime 4 inglesi e le due vittorie di coppa contro la rometta incasinata più di noi. Rimangono la serie infinita di sconfitte interne e la classifica racimolata negli scontri diretti di campionato con le prime della classe, deludente, ovviamente. Ciliegina sulla cacc, ehm, torta, le grandi figure collezionate nelle due coppe con gobbi e spagnoliti.

    Ce n'è abbastanza per liberarsi di questo presuntuoso e largamente immaturo per sedersi su una panchina come la nostra. Se vincerà qualcosa o se è destinato a carriera da fenomeno lo vedremo, io ho forti dubbi e comunque certe figure di merda gradirei non doverle più fare. Preferisco un Sarri o uno Iachini che se non altro hanno addosso quell'umiltà che il naporiello non sa nemmeno dove stia di casa. Per non parlare della preparazione, ma lasciam fare...


    Tutto questo per dire che la colpa è solo sua come qualcuno vorrebbe mettermi in bocca? Chiaro che no, e spero che persone che reputo furbe (da non confondersi con intelligenti, non che non lo siano, ma sottolineo la differenza) come il padrone capiscano finalmente che questo non è il modo migliore di gestire una società che ha ambizioni vere.

    RispondiElimina
  118. Comunque sarebbe più opportuno, qualsiasi decisione hanno in mente di prendere, parlare subito e in maniera non interpretabile. Troppe riunioni non portano a niente, soprattutto quando la richiesta di chiarezza arriva da più fronti.
    Onestamente ho sperato in un fine stagione meno carico di veleno, dal quale ripartire per l'ultimo scatto di un gruppo e del suo allenatore, magari con una scelta d'investimento massiccia, per non far morire un progetto tecnico e non depauperare un valore economico come una rosa intera. Adesso, anche se credo ne avrebbero volentieri fatto a meno, tutto passa per le parole e le intenzioni dei Della Valle, principalmente quello con il novanta e passa per cento di azioni, però.
    La rifondazione o il restauro passano per forza attraverso la sua volontà e, soprattutto, i suoi soldi.

    RispondiElimina
  119. Io non la vedo buia come LOUIS, ritengo la stagione soddisfacente sotto il profilo dei risultati, compensando i fattori che hanno avvantaggiato la squadra e l'allenatore (campionato mediocre, girone di EL abbordabile, incroci con la Roma nel suo momento peggiore) e quelli contro (infortuni in primis e qualche sfiga sotto porta).
    Però sono a favore di un cambio: magari ci perderemo, ma alcuni difetti (caratteristiche) di Montella mi hanno iniziato a irritare: alcune soluzioni tattiche innaturali, l'inerzialità nell'impostare la partita in primis. Aggiungerei, ma forse non è colpa dell'allenatore, una preparazione atletica non ottimale e mancanza di grinta.
    Le coppie, anche quelle più innamorate, si lasciano a volte perché uno dei due non richiude il dentifricio o lascia il giornale sul divano..

    RispondiElimina
  120. è quello che ho scritto prima: una società seria a questo punto farebbe una conferenza stampa la settimana prossima in cui o caccia Montella o lo conferma, e in ogni caso annuncia programmi e obiettivi. E invece non lo cacceranno mai: gli faranno terra bruciata intorno spargendo voci sul fatto che se ne voglia andare, finché non se ne andrà davvero.

    RispondiElimina
  121. Non hai torto, ma i DV sono questi: difficilmente prenderanno il grande nome per la panchina, basta saperlo e prenderla con filosofia (un po' come la transrettale al check up annuale..)

    RispondiElimina
  122. Quindi secondo te la società non vuole vincere nulla, a quanto mi par di capire.

    RispondiElimina
  123. mica l'ho detto io, io non ho contatti con i DV, parla con Bucchioni...

    RispondiElimina
  124. non so se avete letto del gesto di neto a fine partita: adesso è tutto chiaro, è colpa dei tifosi, quegli stronzi che in 35 000 vanno a vedere una partita già persa, che vanno in più di 1000 all'allenamente e t'aspettano all'aeroporto dopo milano, roma (2 volte), torino. poi si dice che questa squadra ha ricevuto meno di quello che ha dato. ma che vadano a cagare entrambi.

    p.s.: quando v'avevo detto del gesto analogo a fine partita col verona m'aveva caato zero.

    RispondiElimina
  125. Questa dell'italianizzazione è una cacata demagogica. L' "attaccamento alla maglia" (concetto fra l'altro da definire) prescinde dalla nazionalità. Casomai la cosa può avere un (molto parziale) senso se si parla di vivai.

    RispondiElimina
  126. Ai microfoni di TMW è intervenuto l’ex viola Moreno Roggi: “Le parole di Montella? Si tratta di una difesa del proprio gruppo, un allenatore con carattere come lui è normale che prenda le parti dei propri giocatori. Individuare nei tifosi i colpevoli è eccessivo perché si devono accettare le regole del gioco, quando perdi è normale ricevere fischi. E’ tipico nei fiorentini avere una reazione di questo tipo. Tutto quello che è accaduto deve servire per fare una analisi serena, prendendo il buono di questa squadra e modificando quello che non va.



    Il buono è sicuramente il fatto di essere arrivati in fondo a tutte le competizioni. Serve un acquisto per reparto che non sia solo forte fisicamente ma anche mentalmente. Con gli acquisti giusti una squadra come questa potrebbe puntare anche al titolo. Se la società non si muoverà in tal senso, allora la dimensione della squadra sarà sempre la solita. Questa rosa ha dimostrato di poter arrivare fin qui, è giusto che la società ascolti l’allenatore e le sue richieste”.

    RispondiElimina
  127. io non la vedo come te, ma ad ogni modo sono opinioni. l'unica cosa che penso è che c'è un quinto posto da difendere, e a questo punto aspetterei questi 15 giorni prima di mandarlo via. tutto qui.

    RispondiElimina
  128. http://www.violanews.com/altre-news/foto-e-neto-zittisce-cosi-i-fischi-dei-tifosi-viola-20150515/



    Gesto quanto mai inopportuno, ma pensavo peggio, pensavo che il dito alzato fosse il medio. Comunque nessuno che abbia avuto le palle di andare sotto la curva , magari allargando le braccia a mo' di scusa. Sono sicuro che se qualcuno l'avesse fatto sarebbe stato apprezzato, nonostante la partita invereconda.

    RispondiElimina
  129. in generale concordo, anche se ieri sera non sarebbe servito a niente

    RispondiElimina
  130. ci mancherebbe pure il dito medio! neto dal punto comportamentale quest'anno è stato inammissibile, oltretutto pure ieri non è che abbia brillato, sul primo gol ha responsabilità - come d'altronde mezza difesa - e poco prima s'è fatto passare un pallone fra le gambe. aria, per piacere, aria.

    questa crociata contro i tifosi non ce la meritavamo. sciò.

    RispondiElimina
  131. Il Tottenham lo abbiamo considerato il peggiore da affrontare in quel turno, ora é semplicemente "...la 6a della PL distanti anni luce dalle prime..." (come la Roma, come il Siviglia, come il Napoli, come il Wolfsburg, tutte a distanze siderali dalla prima del loro campionato)??
    La Roma che si giocava tutto in EL ed era l'avversario da evitare ora é "...la rometta più incasinata di noi..."?...Dai LOUIS....da te mi aspetto di più!! Lo pretendo! Sembra di leggere il senese!!
    Quindi a Milano ha vinto Salah o Savic che ha immolato la sua stagione per un recupero? O la parata monstre di Neto all'incrocio?
    A Torino ha vinto Salah, a Firenze ha perso Monty (coi gobbi?).
    LOUIS qui siamo all'Accademia del pensiero costruttivo....e tu ne sei protagonista.
    Ancora devo leggere di qualcuno qui che tiri un po' di strali ai giocatori, in primis a Gomez, che ci ha veramente rotto i coglioni! Ha giocato con continuità ma non la mette dentro. Rigaaaaaa!!
    Anche a me Montella non piace quando vedo la squadra vuota ma Mancini quando perdeva cosa diceva? "la società dove intervenire..."....e Benitez cosa affermava dopo che lo avevano suonato? "Il presidente sa cosa fare...", etc.
    Cazzarola, Montella sorride davanti la tv e vi fa incazzare, Montella prende le colpe su di se e dà fastidio (non responsabilizza la squadra! Alcuni hanno affermato!), Montella chiede rinforzi e per alcuni é sbagliato il modo, toglie Neto ed é aziendalista (in accezione negativa), rimette Neto ed é senza palle, ostracizza Richars ma quando lo mette "...ma 'st'inglese capisce nulla, non difende...", non mette Marin ed é scemo, Marin va via e scopriamo che é Pepito2 la vendetta, gli prendono Diamanti va bene, gli prendono Rosi é "lui che lo ha chiesto...!"( ma vi sembra possibile??!?!).....e dopo ieri cosa doveva dire, dopo aver perso contro una squadra comunque superiore e che si fa fatica ad ammetterlo da parte nostra?!?
    Quelle partite citate (Roma, Hotspurs, Inter, Torino, etc.) le hanno vinte i singoli che ultimamente sono latitanti o il mister con 11 calciatori? Le ultime figuracce sono di Montella e basta o di 11 giocatori con un mister?
    Domande difficili? Domande da porre a Bucchioni, che reputo alla stregua di Criscitiello se continua a scrivere in stile Tuttosport.
    Lo volete far fuori? Bene. Ma già Di Francesco non va bene. Perché? Perché non ha curriculum? Gli ultimi 3 allenatori della viola (Miha, Delio, Montella messi insieme non fanno il curriculum di Prandelli, per dire.....) avevano strascico di promozioni e trofei? Due su tre erano/sono alle prime armi!! E Di Francesco ha più palmares di loro (cfr. 2 promozioni?)...ahahah ahahah ahahha....ahahah ahahah ahahah...
    Sarri? Leggiamo tutte le sue vittorie o tutti i suoi flop, globalmente?
    Io sarei per dare continuità a questo ciclo innestando ottimi giocatori, null'altro.
    Logicamente toglierei 5 calciatori sia per ingaggio/imbuto sia per prestazioni sotto-standard.

    RispondiElimina
  132. Ma quale sassaiola, venvia. Quando allenerà in altri posti vedrai che certe dichiarazioni se le potrà permettere poco perché magari i sassi gli arrivano veri e non figurati come qui. Ti sembra che non abbia responsabilità? Sennò è colpa di tutti, tifosi proprietà etc meno che di lui. Ma lui è l'allenatore, qualcosa c'entra, o no? Quando parla di "reale dimensione" vuole diree che lui ha tirato fuori il massimo e non c'entra nulla, anzi bisogna ringraziarlo.

    RispondiElimina
  133. Guarda che è Montella che si vuole far fuori, a meno che le dichiarazioni di ieri non ti paiano "normali". Fin'ora la società non gli ha mai fatto appunti e la squadra (fino a ieri) è stata sempre applaudita al Franchi a prescindere (qualche volta anche molto immeritatamente).

    RispondiElimina
  134. Avevo interpretato male, visto che tu parlavi di "verità" seppur involontaria.

    RispondiElimina
  135. Montella ieri ha detto cose al limite della banalità. Dire che si vuole far fuori è solo il solito giochino per cacciarlo senza prendersi responsabilità. Caccino Montella e li applaudirò, almeno si saranno comportati da società e non da burattinai.

    RispondiElimina
  136. secondo te, invece?

    RispondiElimina
  137. Secondo me la società vuole vincere eccome.

    RispondiElimina
  138. Neto per me è out da un pezzo. Non lo considero un giocatore di questa società. Non spendo neanche un minuto per discettare sulle sue prestazioni

    RispondiElimina
  139. La reale volontà non si misura dalle intenzioni rivelate a parole, ma con i fatti.

    RispondiElimina
  140. sono d'accordo con te ma vederlo con quell'aria da sbruffone mi fa prudere le mani

    RispondiElimina
  141. SOPRA, ottimo post come al solito, anche se partendo da considerazioni e sensazioni simili, credo arriviamo a conclusioni diverse (alla "conclusione diversa"). Però lasciami dire che le contraddizioni ci sono fino a un certo punto: alcune considerazioni contradditorie sono legate a persone diverse, mi sembra. Non è che noi anti-Montelliani (che poi anti non siamo, almeno non tutti) siamo un essere collettivo che ragiona all'unisono..

    RispondiElimina
  142. Forse piuttosto che "cacciare Montella" è cosa più degna risolvere il rapporto consensualmente a fine stagione, regolando le questioni economiche.

    RispondiElimina
  143. È il cipiglio dei gobbi. Non lo considerare

    RispondiElimina
  144. Avere come unico orizzonte il raggiungimento del gesto naturale mentre stai camminando con la stessa postura di un personaggio Modigliani è una grande conquista, paragonabile a quella dell'omino delle 50 Lire quando sbaglia.

    RispondiElimina
  145. e raccontare ai tifosi che se ne voleva andare alla Roma...

    RispondiElimina
  146. Come scrivevo due mesi fa, secondo me la partita vera era già allora il mercato di giugno. Rispetto l'opinione di coloro i quali come Stefano, ritengono che la rosa sia di valore superiore alla posizione di classifica attuale, o comunque ai risultati ottenuti. Io penso di no e credo che certe prestazioni sconcertanti come Juve di coppa e altre, si spieghino con la tremarella nelle gambe di chi non è sufficientemente sicuro dei propri mezzi e si senta sotto pressione. A costo di annoiare ripeto il solito mantra. Con o senza Montella servono tre o quattro di personalita'. E sani. Gli altri ruotano. Se al posto di Montella arriva lo yesman di turno (senza fare nomi, ce ne sono tanti) posso sbagliarmi ma credo che si resti al palo almeno per un paio d'anni

    RispondiElimina
  147. Io penso che non ci sia più questa gran voglia di continuare insieme da entrambe le parti. Certo è che Montella con le dichiarazioni di ieri ha messo le mani avanti, ora aspetta una reazione della società. Non siamo però certamente ai livelli di Prandelli, semplicemente si cautela.

    RispondiElimina
  148. Quindi si ritorna al discorso che è colpa dei braccini?

    RispondiElimina
  149. JORDAN, che te ne pare di Rico, il giovane portiere del Sevilla?

    RispondiElimina
  150. Non lo conosco per niente. Noi non è che l'abbiamo impegnato molto a parte un paio di parate d'istinto come quell su Gonzalo.

    RispondiElimina
  151. Se uno dice che ha qualcosa a che fare con i gol di ieri fa bene a mostrare uil dito medio. Il pallone tra le gambe non l'ho proprio visto.

    RispondiElimina
  152. Mai parlato di questo.
    Ho casomai scritto di Organizzazione, Imprinting societario, Skill corretto degli uomini di fiducia (?), Comunicazione......... scusa se riassumo banalmente con la parola "Professionalità".
    Senza questa puoi pure passare per fesso (esagerando) perché butti i soldi pochi o tanti che siano.
    "Tromberò la Lodovini entro il 2017" (ZV mi perdoni) può essere un bel proclama, ma quando qualcuno poi mi viene a vedere il bluff non mi posso lamentare se mi ride nel viso.

    RispondiElimina
  153. Non credo proprio. la stagione non è finita, si può ancora arrivare ottavi. Ora c'è ma da correre. i comunicati si fanno a giugno.

    RispondiElimina
  154. L'ho visto giocare non molte partite, ma mi sembra abbastanza promettente.

    RispondiElimina
  155. Corazón....

    RispondiElimina
  156. Corazón 2.

    RispondiElimina
  157. Un saluto a ZEMANVIOLA...

    RispondiElimina
  158. Siamo arrivati al mese decisivo alla frutta di testa e di gambe, e mi sembra ci sia arrivato così anche il coach. Direi forse più di testa che di gambe. Incapaci di concentrarsi a lungo, di crederci come gruppo, come squadra, energie nervose ridotte a zero. Non credo si possa dire che l'allenatore non c'entra niente. Il Siviglia ha avuto un cammino più o meno come il nostro, più o meno lo stesso numero di partite e non ha Messi, Neymar e Sanchez. A me, dopo tutte le sviolinate fatte sul gioco montelliano, continua a sembrar più facile vincere giocando come giocano loro. Credo che siano loro e non il Barcellona da prendere come esempio, ma a cominciare dall'organizzazione. Tra Monchi e Gnigni c'è più che 5-0

    RispondiElimina
  159. stefano vienna15 maggio 2015 17:05

    Valto, io non ti voglio far arrabbiare, ma Prandelli fu un traditore. Non fu la società ad inventarsi il tradimento. Oppure vogliamo riscrivere la storia?

    RispondiElimina
  160. Passator Cortese15 maggio 2015 17:09

    La mia opinione è che Montella abbia semplicemente fatto quello che doveva fare un allenatore serio, onesto e coraggioso in quella circostanza: non solo non ha scaricato responsabilità sui calciatori ma ha tutelato la squadra di fronte a fischi che ha giudicato immeritati ed inopportuni.
    Tanto più che questa squadra è chiamata a dare il meglio di sè per rimanere in Europa.
    Tutto il resto sono illazioni ed elucubrazioni prive di riscontri.
    Secondo me la stragranda maggioranza dei tifosi non vuole che Montella se ne vada.
    La società non deve lasciarlo solo, quella sì che sarebbe codardia, debolezza, non il confermarlo.
    Ora, altro che seconde linee, vanno utilizzati e responsabilizzati tutti i migliori, i titolari, per salvare in qualche modo la stagione e per far capire a chi di dovere quanto valgono e quanto sono affidabili per il futuro.

    RispondiElimina
  161. Bobby Caponata15 maggio 2015 17:12

    Mi sembra di sentire ancora il coro della Fiesole "FATE RIDERE"....

    RispondiElimina
  162. L'unico degno, iersera.

    RispondiElimina
  163. Non ero alle stadio ieri ma non avrei fischiato: Si fischia la malavoglia, ma ieri mi sembra ce l'abbian messa, solo che non ne hanno più, hanno la testa vuota, sono slegati, lunghi in campo, non riescono a stare compatti, molto per paura dei difensori a salire. Mancanza di fiducia e convinzione.Han corso,anche parecchio ma per rabbia. Poi prender un goal voleva dire finire e l'abbiam preso, a bischero,dopo venti minuti. Insomma non è la partita di ieri il problema, sono l'ultima decina di partite! ne abbiam toppate sette o otto! e allora i fischi te li devi prendere, anche perchè chi ti fischia torna a casa e deve fare i conti per far la spesa dopo che ha pagato il biglietto e tu...molto meno.

    RispondiElimina
  164. Bobby Caponata15 maggio 2015 17:19

    Sottoscrivo

    RispondiElimina
  165. "Siccome abbiamo aumentato il monte ingaggi sembra sia diventato obbligatorio vincerle tutte, ma il giochino non funziona così" Montella 21 settembre 2014

    RispondiElimina
  166. Ma infatti ieri non han fischiato la prestazione del 14 maggio, han fischiato tutte le altre insieme.

    RispondiElimina
  167. Passator Cortese15 maggio 2015 17:24

    Infatti non metto in discussione il diritto di fischiare, affermo solo il diritto dell'allenatore di replicare, tanto più che lo ha fatto non tanto a tutela di se stesso quanto della squadra.

    RispondiElimina
  168. stefano vienna15 maggio 2015 17:26

    Ma il dubbio che Montella voglia cambiare aria tu non ce l'hai? Diciamo che al momento è un'ipotesi da prendere in considerazione. Nel calcio attuale ragionano tutti così, perchè Montella deve essere un'eccezione? Al momento poi ci sono almeno tre squadre che stanno pensando ad un cambio d'allenatore (Roma, Napoli e Milan) e che possono pagare Montella il doppio di quello che prende a Firenze. Tutta questa certezza che voglia restare come la giustifichi?

    RispondiElimina
  169. Su Fb suffragio per tenere Montella.

    RispondiElimina
  170. stefano vienna15 maggio 2015 17:31

    Non avrei fischiato nemmeno io, ma al momento mi sembra veramente l'ultimo dei problemi.

    RispondiElimina
  171. Passator Cortese15 maggio 2015 17:36

    Stefano, io giudico fatti e comportamenti. Punto. Poi ognuno può avere le sue impressioni, ma tali restano. Francamente quello che succederà è difficile prevederlo, io spero, contando sulla serietà e sull'impegno della società e degli stessi tifosi, che, come ho scritto questa mattina, non si voglia da parte di tutti, buttare via il bambino ed anche chi l'ha partorito con l'acqua sporca. Partire da zero sarebbe autolesionimo puro, secondo me.

    RispondiElimina
  172. Anche io ritengo che Montella non abbia molta voglia di restare: comunque una rosa SIGNIFICATIVAMENTE più forte di quelle già avute difficilmente potrà averle (questa è la nostra dimensione..) e replicare i risultati già ottenuti non è facile, e non replicarli significa esporsi a critiche. Penso più che siano i DV a non volersene disfare e pagare due ingaggi.

    RispondiElimina
  173. Passator Cortese15 maggio 2015 17:38

    Certo, infatti si possono e si devono mettere in conto. Ma anche la replica.

    RispondiElimina
  174. Passator Cortese15 maggio 2015 17:39

    Significativamente no, ma migliorarla intervenendo sulle criticità si può.

    RispondiElimina
  175. Più che traditore direi che fu ipocrita: ognuno nel mondo del professionismo ha il diritto di cambiare squadra e cercare ingaggi migliori, il fatto che lui fece un "double-crossing". La stessa ipocrisia finto-buonista che ha in fin dei conti governato le sue scelte da CT e che l'ha condannato a una regressione dal punto di vista delle capacità.

    RispondiElimina
  176. Dovevano fischiare le altre, quando era il momento, quando i fischi potevano e dovevano essere un elemento di polemica ma anche di stimolo per le partite seguenti. Invece hanno sempre applaudito come macachi. Hanno fischiato ieri quando tutto era perduto, e allora i fischi non sono stati una protesta ma una inutile (e anche un po' vile) gogna.

    RispondiElimina
  177. stefano vienna15 maggio 2015 17:43

    Uno che vuole restare avrebbe certo replicato, ma in un altro modo.

    RispondiElimina
  178. Belle parole

    RispondiElimina
  179. vero, tempo fa sottolineavo tra le colpe della società l'incapacità di trovare un terzino dx più forte di Tomovic che - per quanto lo ritenga un discreto giocatore - non è all'altezza di semifinali di EL.
    Il punto che provavo a dire è che i risultati di Montella sono stati buoni e che è facile non riuscire a replicarli e quindi cambiare aria potrebbe essere una strategia (un po' come ha fatto Conte pensando che senza il Cuad non sarebbe potuto andare avanti in CL).

    RispondiElimina
  180. stefano vienna15 maggio 2015 17:48

    Ma se fosse lui a volersene andare, sei costretto a ripartire da zero. Tu invece lo escludi categoricamente, non so in base a cosa.

    RispondiElimina
  181. DEYNA, stesso pensiero e stessa foto allo stesso istante...

    RispondiElimina
  182. Passator Cortese15 maggio 2015 17:49

    Sarebbe comunque, nel caso di Montella, un'incompiuta per quanto col suo valore.

    RispondiElimina
  183. Attendo chi scriverà, qui o sul sitone, che Fiorentina-Parma sarà partita decisiva.....ahahha ahahah ahahha...

    RispondiElimina
  184. Passator Cortese15 maggio 2015 17:51

    Certo che se va via si deve ripartire da zero. Infatti io spero che non se ne vada.

    RispondiElimina
  185. Fiorentina-Parma sarà partita decisiva ... per il quinto posto

    RispondiElimina
  186. Passator Cortese15 maggio 2015 17:52

    Dipende dalle opinioni. Io penso che lo abbia fatto nel modo giusto, con la necessaria chiarezza.

    RispondiElimina
  187. pallone tra le gambe l'ha preso dopo 3 minuti su un cross dalla linea di fondo dopo che mati s'era fatto soffiare la palla. io dico che sul primo gol ha responsabilità, come tutta la difesa, e non credo di meritarmi d'esser mandato a fanculo, a differenza sua.

    RispondiElimina
  188. Intervenire sulle criticità....certo ma la criticità principale è la prevedibilita' del tipo di gioco, che tutti conoscono. Non penso che basti trovare il sostituto di Tomovic per aumentare in competitivita'. Si può migliorare significativamente facendo un mercato serio e professionale come quello del Siviglia. Ma gli innesti di uomini nuovi servono nei ruoli chiave non in quelli dei
    comprimari secondo me

    RispondiElimina
  189. stefano vienna15 maggio 2015 17:54

    E' stato molto chiaro, questo sì, … sul fatto che sta preparando le valigie.

    RispondiElimina
  190. Esatto. Un'incompiuta

    RispondiElimina
  191. Bobby Caponata15 maggio 2015 17:56

    Ha un contratto e non vuole andarsene. Lo ripete continuamente. Certo l'amarezza del dopo partita di ieri sera ha influito a creare qualche dubbio.. dove in tanti ci si son prontamente buttati a pesce.. Ma son più giochetti da giornalisti di quelli con sei file di denti. Poi l'ha detto anche lui, se chiude malamente anche il campionato è possibile che gli chiedano di andarse... :-)

    RispondiElimina
  192. Passator Cortese15 maggio 2015 17:56

    Per me le criticità principali sono in attacco per i noti motivi, ma su quelle sono ottimista, ed in difesa, e su quella la vedo più difficile.

    RispondiElimina
  193. Passator Cortese15 maggio 2015 17:57

    I fatti non lo confermano.

    RispondiElimina
  194. stefano vienna15 maggio 2015 17:58

    Quali fatti scusa?

    RispondiElimina
  195. Passator Cortese15 maggio 2015 17:59

    Il suo comportamento e le sue ripetute dichiarazioni.

    RispondiElimina
  196. Passator Cortese15 maggio 2015 18:00

    Buona, eh eh eh.

    RispondiElimina
  197. stefano vienna15 maggio 2015 18:01

    Quali scusa? Le dichiarazioni nel calcio contano meno che zero, e comunque non sono dei fatti.

    RispondiElimina
  198. Forse anche a centrocampo a meno che pensiamo che Pizarro regga un altro anno a pieno regime e Badelj possa essere titolare contro le big. Un centrale difensivo, uno in mezzo che detta i tempi, uno al posto di Aquilani e un vero centravanti. Ossia l'ossatura della squadra

    RispondiElimina
  199. Non mi riferivo però alla rosa del prossimo anno, ma a quella di quest'anno. Se in estate avessimo comprato un buon terzino dx capace di supportare Joaquin, raddoppiando etc etc, forse diverse partite sarebbero finite diversamente. Però arrivò Richards, sul quale ho già fatto ammenda (Su Marin però non la farò mai, il SOPRA può dire quello che vuole). Ora vedo la necessità di un bel centrale.

    RispondiElimina
  200. dai ragazzi, io vi voglio bene, ma che montella si sia messo contro una città intera per difendere la squadra non me la bevo. no. ha criticato, in maniera molto pesante, e già in passato aveva lasciato trasparire insofferenza: dire che la squadra ha dato più di quel che ha preso è ridicolo, sono sempre stati applauditi (e concordo col discorso di BURAN), allo stadio c'erano 40 000 persone che sapevano di perdere ma volevano stargli vicini, 1 500 all'allenamento, gente all'aeroporto.. ma di cosa stiamo parlando? forse ha capito che quei fischi eran più per lui, ma la cosa che evidentemente non ha capito è che nessuno ce l'aveva con la persona, ma anzi la maggior parte della gente lo sosteneva e chi non lo sosteneva di certo non lo aveva sul culo. niente di grave, ma se adesso sta sui coglioni a molti, be', lo comprendo.

    ripeto, questa storia del suo sacrificio non me la bevo e francamente leggerla mi fa pensare che forse JORDAN e DEYNA e tutti gli altri non avessero così torto con la storia degli adoratori.

    RispondiElimina