.

.

sabato 30 agosto 2014

L'anagramma della passione

Se Dio vuole si ricomincia, non se ne poteva più di parlare di Fabrizio Favilli al quale Nardella subito dopo aver intitolato a Berlinguer lo slargo davanti al Mandela Forum, intitolerà l’ex piazza Santo Spirito, tanto ormai è tutta roba sua. Ci ritoccherà Failla. Un saluto doveroso va a Roncaglia che dalle sue prime dichiarazioni appena arrivato a Genova, ha fatto sapere di volersi mettere subito a disposizione per smontare la Concordia. Il solito guerriero. Allora, senza ancora conoscere le ultime mosse di mercato mi espongo come un quadro alla Biennale e inserisco la Fiorentina tra le candidate allo scudetto. Ovvia, l’ho detto, e giuro che non lo dico dopo aver trascorso la notte a bere al minimal-pub del Favilli. Lo dico perché ci credo. Mi viene naturale come quando uno torna a casa e trova il catalogo dell’Ikea, vuol dire che sta arrivando settembre. Vuol dire che sta arrivando il Terzo. Tanto che la partita di stasera la ritengo ininfluente ai fini del mio pronostico, nessun risultato negativo potrà smontare questa mia convinzione, nessun risultato positivo potrà rafforzarla. L’arbitro Guida, poi, potrà anche anagrammarsi in qualcosa di più spregevole e traditore, niente comunque potrà mettere in discussione il mio pronostico, che anche anagrammato rimarrà sempre un’orgia della passione al pari di un pornostico. Perché sono così sicuro? Perché questo tipo di sicurezza gli scienziati la definiscono “effetto Dunner/Kruger” dovuto ai nuovi palloni, e che prende il nome dagli studiosi che hanno cercato di capire come mai gli stupidi sono sempre strasicuri mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi. E allora facciamocela, questa domanda: noi esseri umani siamo capaci di essere obiettivi su noi stessi e sulle nostre abilità? La risposta è no. In particolare, quanto più qualcuno è incompetente su un certo tema o in una certa attività, tanto più crede di essere più bravo di quel che è. Invece quelli più competenti tendono a “fare i modesti”, cioè sottostimano la loro competenza. e così non ci danno in lotta per lo scudetto. Nel mio caso si tratta di una “stupidità al Cuadrado” anche se è squalificato, in quanto sei stupido, sempre su un certo tema, beninteso, e lo sei talmente tanto da non capire di esserlo. Dall’altro lato, il fatto che quelli competenti siano modesti sulle loro previsioni si può spiegare in questo modo: loro ritengono che la bravura degli altri sia paragonabile alla loro, e dunque non pensano di essere così bravi. Insomma, se ai più bravi fai vedere qualcuno dei pronostici fatti dagli altri, quelli bravi capiscono meglio e diventano meno modesti e più obiettivi, in quanto si rendono conto con chi hanno a che fare! Invece l’incompetenza è una specie di buco nero: se in un esperimento fai vedere ai somari i compiti fatti dai più bravi, i somari continuano a pensare di essere meno somari di quel che sono, perché non riescono a vedere la differenza tra compiti fatti bene e compiti fatti male. Questa ricerca è illuminante ma anche preoccupante: se non riesci ad allenare i somari, questi resteranno tali, perché continueranno a pensare di non esserlo. Oppure è vero quello che dice il capo ultrà del Guingamp: “Stupido è chi lo stupido fa”, lui invece affetto dal fattore K del sorteggio di Europa League. A prescindere dalle diverse teorie in materia sono sicuro che lotteremo per lo scudetto. Sperando anche nel fattore C a cominciare già da stasera. E che nessuno venga a rompermi le uova nel paniere della mia stupidità.

132 commenti:

  1. in vista di una partita in cui suo marito sarà, come sempre, decisivo, vi saluta la signora Aquilani...

    RispondiElimina
  2. Quattro botte per la Quattrociocche? Ma soprattutto: quattro ciocche, quante punte hanno?

    RispondiElimina
  3. Il presidente del Montpellier deve essere uno intelligente- uno che si mette al passo con la moda dei capelli e i colori, il presidente del Palermo é un altro genio con 3,2 milioni per una punta scandinava, Diakité uno al quale piace fare avanti e dietro ma non sulla fascia, Zanzi manda a zonzo Sabatini- mica stupido!, Galliani un genio con 3,5 annuali (per tre anni!) ad uno che viene qui in Quatalia, Pazzini intelligentissimo ogni anni crede di essere la punta titolare, come Montolivo che crede di essere un gran calciatore, i senesi geniali nel dare lezioni di economia al mondo- dopo crollo del loro sistema Mps, alcuni fiorentini scollegati dalla realtà dicendo che i DV non investono (in un anno e mezzo Rossi, Gomez, Cuadrado...il resto é contorno...), intelligentissimo pronosticare la morte di un blog che ha utenti che vanno ad alzare anche il numero di post sulla Cassandra d'oltralpe (e sul sitone).

    RispondiElimina
  4. le buone notizie del mattino:
    - stambouli sfumato, fernando quasi: ripiegamo su kurtic o mariga;
    - a destra rriva diakitè (che cazzo serve?); forse si tratta pure konko per la fascia sinistra (dove abbiamo già 3 giocatori)
    - pizarro non è ancora certo di giocare stasera;
    - cuadrado vuole una clausola di 28-30 milioni.

    non impazzisco soltanto perché li considero tutti giornalai, ma insomma..

    RispondiElimina
  5. Mmm... stamattina Repubblica parla di un interesse per Konko: me lo ricordo come un buon giocatore quando era al Genoa. Mi sembra che giocasse sulla fascia destra, non sinistra, poi può essere utilizzabile anche a centrocampo. Può essere un buon jolly low cost, ci servirebbe più di Diakité (visto che come centrali di difesa siamo a posto).
    A centrocampo, Fernando mi sembra difficile che arrivi, a me andrebbe bene Kucka, magari in uno scambio di prestiti con Roncaglia.

    RispondiElimina
  6. ah, e rebic entra al 67esimo ed esce all'88esimo per imprecisati motivi..

    adesso basta col calciomercato anche perché altrimenti, dopo le illusioni dell'ultimo mese, ci metteremmo a piangere.

    sotto con formazioni e pronostici. io sono in linea con quella dei giornali.

    neto
    tomovic gonzalo savic alonso
    pizzarro aquilani vargas
    borja
    gomez baba

    purtroppo, come sempre, conta molto la forma di pizarro: gli altri sono ben messi - e lo era anche lui prima di fermarsi -, abbiamo voglia di vendetta dopo le 5 sconfitte consecutive, aquilani prima o poi prenderà 6 con i giallozzozzi.
    se il pek fosse in condizione, con la difesa che presenterà la roma - e confido anche su un manolas non perfettamente ambientato - i nostri là davanti due glieli mettono di sicuro.
    totti nella morsa del gonzo e savic, con il secondo a sportellarlo ed il primo ad intervenire sui palloni mezzi e mezzi terreno-piede-epoiunpodipallaanche. a centrocampo siamo forti, ma se i nostri girano comunque non la vedon nemmeno loro.
    sulle fasce siamo in merda: a destra c'è gervinho, e spero che quella carogna dell'aquila gliene rifili un paio, e tomivic per caratteristiche lo soffre, ma ha intelligenza tattica, cosa che manca all'alopecico: deve puntare su quella.
    a sinistra c'è lo scontro alonso-iturbe, ed anche qui soffriamo tantissimo il passo brevilineo, ma almeno in allungo anche alonso se la può cavare ed ha sempre prestanza fisica da opporre, coadiuvato nella sottomissione degli avversari da vargas.

    insomma, è inevitabile: 1-2 (vargas - iturbe - gomez)

    RispondiElimina
  7. ancora non mi rassegno all'idea di un mercato senza un acquisto vero.

    RispondiElimina
  8. Bloccato ancora nello scalo di Terni, nuove precisazioni:

    "Idolo di chi, Oscar Damiani????!!!! Ma lo sfumato affarone per un brocco che nemmeno sapevi chi fosse fino a un mese fa ti ha dato a i' cervello, Deyna! Ah, già, ma c'era il video di 50 minuti... Faccelo vedere questo video, se non si è «irreparabilmente lesionato per un incidente informatico»... Pollock, la correità è dunque palesata e confessa... E c'erano anche 70 o 80 mila lire in quella borsa Gucci e tutti i documenti d'identità che furono rifatti con costi e incomodi quantificabili. La secolare e fiorente economia del furto e del raggiro di quel quartiere extraurbano (ahahahahahahah!) ti vede menestrello esposto al mio pollice che, se verso, ti spolvererà di parmigiano nuovamente. Bambi lo assolvo, era solo l'esecutore.
    IL GRANDE ZOT"
    Vorrei far notare ai più sensibili ma evidentemente anche distratti, e a questo proposito sono convinto che Foco reduce da un turno di notte avrebbe subodorato che quella della foto non è propriamente una natura morta!!!!

    RispondiElimina
  9. Ho subito chiamato il Bambi perché non mi aveva mai raccontato del contante dentro la borsa. Erano buoni pasto!!!

    RispondiElimina
  10. ANTO...Konko nasce e prosegue la sua carriera da terzino destro, alla Juventus Primavera- al Genoa- in Spagna- alla Lazio, unico neo: molti microtraumi e un paio di infortuni pesanti (profilo ideale, per noi!!).
    Su La Repubblica non farei molto affidamento...eh eh eh eh eh eheeh....!
    Kurtic vale Stambouli, solo che l'esterofilia estrema o "quello che costa 5 vale più di quello che costa 4" contagia anche noi.
    Rebíc non vuole smentire chi la pensa come me su di lui: non serve a nulla; uscito dopo 21'? Sicuro che partirà con la sua nazionale...ah ah ah ah ah ahah...conosciamo le sue mosse!
    Io credo che Garcia sia quello sulla graticola, per la partita di oggi...anche solo un 1-0 sarebbe una cosa magra, viste le aspettative....

    Andrea Della Valle ha detto che "...ho chiuso Pradé e Macia in una stanza...". Era a luce spenta?

    A fari spenti...non andiamo da nessuna parte sul calciomercato?
    - 9 ore.

    RispondiElimina
  11. POLLOCK, scalo di Terni....??!? Meglio un terno al Lotto o un terno a letto? Ah ah ah ah ah ah ah...BLIMP, FOCO e.......???? Una parmigiana? Una ligure? Ah ah ah ah ah.......

    RispondiElimina
  12. Ma delle uova non mi dici niente?

    RispondiElimina
  13. la prova del videogiochetto scemo da cellulare dice 4-0 per noi (Tomovic su rigore, doppietta di Babacar, gol di Borja Valero). Se perdiamo non ripeterò l'esperimento, giuro.

    RispondiElimina
  14. L'altro giorno hai fatto il panegirico di Oscarone giocatore, pareva parlassi di un incrocio tra Gadocha e Jairzinho, ridimensionato nella carriera solo da arbitraggi lassisti [ma perché non ha sfondato nella juve allora, iperprotetta per eccellenza?]...Quindi supponevo gli riconoscessi un qualche acume - che ha, in effetti, se non ricordo male passate interviste - nel giudizio sui giocatori, e di Stambouli parlava bene. A me dal compattino [che è questa smania improvvisa di torturarti con 50' di Stambouli mo, ormai dovresti essere irrimediabilmente etero!] era piaciuto, con tutti i limiti di quel tipo di montaggi, ma certo non mi fascio la testa per il suo mancato arrivo. Me la fascerei se non arrivasse un mediano di livello, quello sì. Detto questo, Pradè non ha fatto una gran figura a livello internazionale, trattando fino allo sfinimento cercando di risparmiare sul coperto, per poi veder arrivare il Tottenham [bel club mi sembra, non è che se lo sia preso il Betis Siviglia...] a sfilargli dal naso il pasto completo! E poi dicevano delle estenuanti trattative di Corvino...

    RispondiElimina
  15. Io dico che stasera se proprio gira tutto giusto strappiamo un fortunoso pareggio, ma temo la goleada. Siamo gravemente incompleti in due reparti su tre...

    RispondiElimina
  16. sì. Non so, magari non lo volevamo così tanto, ma da quello che ne abbiamo letto sembra proprio una corvinata: potenziale bel giocatore scoperto, e poi perso per voler fare il figo a trattare sui centesimi...

    RispondiElimina
  17. Non sono ottimista per stasera, queste son trasferte dove servono sempre i migliori, Rossi e Cuadrado son belle assenze anche se non scendono brocchi in campo. Vediamo, per il pareggio firmerei subito. Magari sbagliando.........

    RispondiElimina
  18. L'attacco è il reparto che mi preoccupa meno, Gomez e Babacar possono impegnare seriamente la difesa [incompleta] della Roma, sono centrocampo e difesa ad allarmarmi. Spero inoltre che non giocheremo ancora una volta in dieci, con Aquilani di fronte ai sacri colori...

    RispondiElimina
  19. http://www.firenzeviola.it/primo-piano/fernando-trattativa-infinita-con-lo-shakhtar-163030

    RispondiElimina
  20. Aquilani mi andrebbe pure bene, è il capitano coraggioso a impaurirmi.

    RispondiElimina
  21. 15 milioni, oggi, in Italia li spendono in pochissimi, per un centrocampista che gioca in Ucraina mi sembrano cifre folli. Per noi è dura piazzare esuberi a poco ma quando ci avviciniamo a simili giocatori ci prendono per il collo. A metà prezzo può andare a 15 compro altro.

    RispondiElimina
  22. non credo il punto sia il diritto di riscatto a 15, che è di fatto una clausola rescissoria e pertanto varrebbe solo per noi: se tra un anno non va di pagarli, non li paghiamo, il giocatore torna a loro e magari se ne ridiscute su altri prezzi. Il punto credo che sia piuttosto quanto pagheremmo ora il prestito...

    RispondiElimina
  23. Visto che giocheremo con la difesa a 4, preocccupano ovviamente i nostri terzini, Tomovic e Pasqual o Alonso, contro le loro ali, Gervinho e Iturbe. Io conto sulla qualità del nostro centrocampo, che mettendo Vargas accanto ai Tre Tenori aggiunge un po' di quantità e si spera faccia un pochetto di filtro.

    RispondiElimina
  24. Diamo tutti per scontato - noi e anche gli organi di stampa - che accanto a Dino giochi il Baba: e chi ce lo dice che Montella noninserisca Ilicic o Joaquin?
    Lo spagnolo, magari inserito a partita in corso, sono convinto che giocherà.

    RispondiElimina
  25. stefano vienna30 agosto 2014 12:57

    Disotteriamo l'ascia di guerra! Colonel anche tu dai.

    RispondiElimina
  26. non c'azzecco mai30 agosto 2014 12:58

    Tranquilli, che si torna a casa con i tre punti!

    RispondiElimina
  27. quella di stasera dovrebbe essere una Fiorentina molto simile a quella dell'anno scorso, con alcune modifiche: Vargas più arretrato, in un ruolo più suo, a dare sostanza al centrocampo, e Babacar invece di Cuadrado ad assistere la prima punta, che sarà Gomez e non Rossi. Perdiamo inevitabilmente dinamismo, e sulle ripartenze soffriremo ancora più dell'anno scorso. Ma loro sembrano meno solidi in mezzo alla difesa, dove noi saremo presenti e pesanti, e se per caso riusciamo a mettergliene uno nella prima mezz'ora, non potendo più fare il loro amato catenaccio, rischiano di andare in difficoltà. Speriamo bene. Concordo con chi diceva che queste sono partite decise da intensità, motivazioni e singoli, tutte variabili che giocano a loro favore. Quindi loro sono palesemente i favoriti, ma ce la giochiamo.

    RispondiElimina
  28. Eh, infatti, mi ricordavo che nel Genoa giocasse terzino destro... Alla Lazio mi sembra che talvolta venisse schierato a centrocampo. Per come me lo ricordo, non è male, a parte i problemi fisici

    RispondiElimina
  29. POLLOCK. Chiedevi delle uova? Ok. Io adoro uova strapazzate e patate. Ho detto tutto!!

    RispondiElimina
  30. E nemmeno quello, il discorso credo sia l'ingaggio. Finchè non ci togliamo dalle palle El Ham, Lazzari, Yako e tutti gli esuberi strapagati non credo che si pongano sul gobbo un altro ingaggio peso.

    RispondiElimina
  31. bah, siete tutti troppo pessimisti, io penso 40%vittoria noi; 25% pareggio; 35% vittoria loro

    RispondiElimina
  32. Dal check-in online di Foco:

    "MAI e poi MAI e poi MAI ho fatto elogio di Damiani giocatore, che valeva poco più dell'osservatore. Ti sei sognato tutto. Ripeto: ti sei bevuto il cervello per il brocco sfumato. Non potrai portare prova del delirio di una mia stima per Damiani come non puoi arrecare il 50-minuti-di-nulla, Deyna. Francamente, dopo questa manifestazione di somma malafede cade ogni mia voglia di continuare dialogo calcistico e non con te, sempre che tu non voglia riconoscere l'errore clamoroso. Non scherzo. Avevo grande stima di te, hai da scegliere se vuoi d'ora in poi muto disprezzo.
    IL GRANDE ZOT"

    "E' di me che parlavo, rileggi bene, fumato che non sei altro! E dicevo appunto che Damiani con me non c'entrava un cazzo! Chi volevi che morellasse, Lele (noto calciatore di serie A, come me...), me o Damiani? Ma sei suonato? Guarda che se non ritratti vale quel che ho scritto nel post precedente!
    IL GRANDE ZOT"

    RispondiElimina
  33. A pensare di nuovo a Gervinho con Tomovic e Iturbe con Alonso (o Pasqual) mi fa venir le bolle. Per tutto il resto c'è Babacar.

    RispondiElimina
  34. Dice iturbe in panca per florenzi e terzino dx torosidis

    RispondiElimina
  35. significherebbe che davanti un po' di paura la facciamo, perché vorrebbe dire giocare in maniera ben più solida, coperta e meno spregiudicata, da parte loro...

    RispondiElimina
  36. La fica della foto è in ovulazione.

    RispondiElimina
  37. O Coronel, ma pretendi di tornare su sitone sotto altro nick - con un blandissimo sono/non sono, un po' come quei criminali che lasciano tracce ovunque per farsi scoprire e placare i loro sensi di colpa [non parlo del Gonfia] - e non essere nemmeno un po' sfottuto? Dopo tutti gli anatemi e i moniti a chi ancora si divertiva a scriverci, me compreso?
    Quanto a Damiani non trovo più il tuo botta-risposta con Lele, ora devo uscire, se al ritorno mi fai cortesemente trovare post o pagina del post te ne sarei grato, così ti dico se mi son sognato o no. Cosa anche probabile, per carità, c'è da perdersi nei tuoi post se non si presta la dovuta attenzione, tra citazioni dotte, soprannomi di nuovo conio, periodi più intricati del labirinto di Shining...

    RispondiElimina
  38. quanto valgono e quanto si sono rafforzate rispetto a un anno fa le rose delle maggiori squadre italiane, secondo Transfermarkt. Val quel che vale...

    RispondiElimina
  39. Se Iturbe é andato nell'Urbe per fare panca la prima (Liajic docet) significa due cose: 1) Garcia si copre, 2) si caga un po' sotto dopo aver fatto gli sbruffoni in precampionato.
    Io dico colpaccio e chi a scritto di rischio goleada dico che questa squadra di goleade non ne ha prese. Ripeto: chi rischia é la Roma, un pareggio varrebbe 2 per noi, 0,5 per loro...eh eh eh eh eh...

    RispondiElimina
  40. non c'azzecco mai30 agosto 2014 18:07

    Chievo favorito oggi.

    RispondiElimina
  41. I commenti latitano, troppo;
    intanto, fernando molto difficile: credo dunque che ripiegheremo su un giocatore scommessa uscito dal cappello di macia: non kurtic o mariga, dunque.
    forte interesse su giulio donati, mio ex compagno di squadra - rosico: bravo in effetti, credo che dovrebbe già essere nel giro della nazionale A (vista la pochezza della stessa, appunto); più adatto al 4-4-2, in realtà, ottima corsa e fisico, i piedi son quelli che sono, bravo a marcare, meno a spingere, però è giovane e può migliorare. insomma, venisse lui, se non fosse per la disturbo di tifare un mio ex compagno, comunque sarei contento, alla fine [anche se non capisco perché il leverkusen dovrebbe cederlo visto che è titolare fisso, bah].

    la primavera stravince. considerazioni:
    - i serbi nuovi arrivati non giocano (ma alcuni non possono farlo fino al 2015, altri hanno bisogno di tempo, dunque nessun problema);
    - stevanovic e dabro però sono ancora fuori (sono sorpreso soprattutto dal secondo).
    - minutella fuori anche lui (è già disponibile, no? è arrivato l'anno scorso..)
    - gondo ha evidentemente finito il suo percorso primavera con un anno di anticipo (anche per via del fisico): può diventare bravo, ma va sgrezzato, un altro anno in primavera a fare 30 gol non serve a niente, mandare subito in prestito in lega pro anche per lasciare spazio a dabro.
    - anche bangu credo ci stia a far poco, anche se lui è un '97 dunque almeno un altro anno è giusto lasciarcelo, sebbene credo sia fondamentale aggregarlo agli allenamenti della prima squadra per imparare da pek e borja. liberarsi dunque dagli esuberi.

    mancano meno di 3 ore e sono fiduciosissimo, voialtri invece dove diavolo siete finiti?

    RispondiElimina
  42. Minutella ancora non può giocare in partite ufficiali. Di Dabro anch'io mi cheido perchè non giochi. E' un '97 ma ha gran fisico. Anche per questo non ha senso tenere Gondo in primavera.

    RispondiElimina
  43. Donati: a quanto sembra stiamo cercando di prendere un titolare da una squadra di Champions (favorita del proprio girone) in prestito gratuito. Figuriamoci, grasso che cola, ma oggettivamente la vedo difficile...

    RispondiElimina
  44. O icche l'è? una papera?

    RispondiElimina
  45. Tornato in civiltà, saluto tutti. Visti due inguardabili match, M. UTC che insiste nella sua pochezza di gioco contro squadretta, nonostante Di Maria. City ancor peggio, perde in casa, tattica con tanti falsi nove, ahahahahah, che si intasano e strozzano la manovra, vi dice qualcosa?
    Deyna, mi devo esser perso qualcosa, ovviamente, puoi ricapitolare? Quello scritto stizzito a te rivolto mi garba poco o nulla, a meno che non sia perculeggiamento.

    RispondiElimina
  46. Mah, penso più un roditore.

    RispondiElimina
  47. stefano vienna30 agosto 2014 18:39

    comunque il Chievo sulla carta non è male: Izco, Birsa, Hetemay, Maxi Lopez, il buon Dainellone.


    Peccato che poi gioca Schelotto abbassando nettamente la media.

    RispondiElimina
  48. stefano vienna30 agosto 2014 18:41

    Eppoi state sempre a litigare, una volta almeno si sfidavano a duello e finiva lì.

    RispondiElimina
  49. La Roma la sembra fatta apposta pe' metticelo ni'baugigi, infatti ce l'han messo quasi sempre. Di recente mi ricordo soltanto un 4-1 per noi a Firenze. Speriamo che cambi il vento e tocchiamo ferro.

    RispondiElimina
  50. PENDELLUFT, i serbi non giocano, li tengono in serbo per ottobre...Donati è un depistaggio alla Tex Willer (mai Willer Bordon!), magari poi arriva quello ex Milan...ah ah ah ah ah ah ah....
    Sono contrario ai Primavera in Lega Pro, basta vedere come sono cresciuti Babacar e Bernardeschi, rispetto- ad esempio a Piccini, che ha perso un anno a Carrara (perché non darlo a Novellino, nuovo socio occulto se esplode Babacar?!?). Un dato statistico, riferito alle formazioni di A, dice che chi va in Serie B può tornare pronto per la A, raramente dalla C (Pro) tornano per giocare o giocarsela!

    RispondiElimina
  51. L'indiscrezione è arrivata pochi minuti fa: Fernando si allontana dalla Fiorentina, lo Shakhtar non ha intenzione di cederlo. La conferma arriva direttamente dall'agente del giocatore, Jorge Machado, intervenuto in esclusiva ai nostri microfoni.

    "Fernando non verrà adesso. Forse a gennaio. Fernando sogna di poter giocare nella Fiorentina, ma purtroppo la dirigenza dello Shackthar ha deciso di interrompere la trattativa.Ieri Lucescu lo ha fatto giocare 90' ed è stato uno dei migliori in campo. Poi ha fatto interviste a fine partita, questo è stato il segnale che Fernando sarebbe rimasto, ed infatti per noi ufficialmente la trattativa è chiusa"

    Problemi economici con il club ucraino? "No, alla fine la Fiorentina ha offerto quello che lo Shakhtar chiedeva. Ma Lucescu non è mai stato convinto di perdere uno dei suoi migliori uomini, e ha sempre frenato le trattative. Facendolo giocare ieri ha voluto chiaramente mostrare a dirigenza e tifosi quanto sia importante trattenerlo"

    Ci sono prospettive di un ripensamento? " A noi è stato detto che la trattativa è chiusa. Ne riparleremo a gennaio, anche perché Fernando é rimasto impressionato da quanto la Fiorentina lo abbia voluto fortemente e questo per lui conta molto"

    RispondiElimina
  52. epic fail. Succede anche ai migliori.

    RispondiElimina
  53. Niente Fernando. Adesso speriamo che Pradè e Macìa abbiano pronto un piano D, perché l'emergenza a centrocampo è conclamata. Donati oggi è entrato in campo per Jedvaj, quest'ultimo disastroso, cosa che mi fa credere che non ci siano grosse speranze. Arrivati a 'sto punto c'è solo da sperare che il dinamico duo abbia imbastito almeno cinque, sei trattative in questi mesi, perché il tempo per crearne di nuove mi sembra pochino. Quantomeno se si vuole discutere i termini senza accettare diktat.

    RispondiElimina
  54. stefano vienna30 agosto 2014 19:20

    uscito Schelotto, c'è speranza

    RispondiElimina
  55. stefano vienna30 agosto 2014 19:44

    Non dicevo a te, sia chiaro. Per me contano i soldi, dopo qualche anno, la proprietà investe una decina di milioni e sento in giro critiche assurde.


    A me, se si rimane così, va più che bene. L'unico rimpianto per il momento è non poter ancora schierare i tre moschettieri.

    RispondiElimina
  56. stefano vienna30 agosto 2014 19:46

    Lopez s'è mangiato un gol fatto, Hetemaj a me sembra un gran bel giocatore.

    RispondiElimina
  57. Fuori Aquilani e dentro Brillante

    RispondiElimina
  58. Guerini dice che la rosa va completata e i dirigenti del mercato lo sanno. Limpido.

    RispondiElimina
  59. Basta, la vedo pureo io, entro più tardi. E se per voi i sentimenti non contano niente, cacciatemi pure via.

    RispondiElimina
  60. Se non alziamo il centrocampo, non andiamo da nessuna parte.

    RispondiElimina
  61. su questo errore di Brillante domani impiccheranno Montella

    RispondiElimina
  62. Ci stanno tikitakando.

    RispondiElimina
  63. Per ora no comment. Cercasi velocemente velo,per pietosa distensione.

    RispondiElimina
  64. Cacchio, ci hanno dominati, salvo gli ultimi 5-10 minuti... speriamo di entrare in campo nel secondo tempo con una mentalità diversa.

    RispondiElimina
  65. No, così non va. Se Pizarro non si scrosta dalla lunetta della nostra area, se Borja non torna nei suoi panni, se non ci schiacciamo addosso a Savic ( il migliore) e Gonzalo, SE NON CI METTIAMO GLI SCARPINI GIUSTI PER UN CAMPO INNAFFIATO FINO A UN MINUTO PRIMA DELL'INIZIO, non possiamo neanche provare a far loro male. Manca un intero reparto all'appello ed è lì che si sono inseriti in massa per gestirci a loro piacere. È inutile avere due centravanti se nessuno porta loro il pallone o almeno si prova a crossare. Se giochiamo per contenere la perdiamo sempre, noi.

    RispondiElimina
  66. Annichiliti, per ora. Come lo sono io, se non cambia qualcosa.

    RispondiElimina
  67. Che non si possa fare a meno di Pizarro non l'ho mai pensato, tanto meno stasera. L'errore di Brillante è causa dei dettami di Montella di giocare la palla di prima, possibilmente indietro. Borja è stato peggiore di lui, non ne ha imbroccate una. Loro partono dalla nostra trequarti senza colpo ferire e in difesa, pur essendo il doppio, ci uccellano con gli uno-due che è una bellezza: siamo fermi, non per forma fisica ma per disposizioni. La nostra densità è pari ad una voluta di fumo. D'altra parte avere un ex-attaccante come allenatore si nota, eccome. L'unica nota positiva è l'accantonamento, penso definitivo di Pasqual, Alonso è stato nettamente il migliore dei difensori. Mi auguro Aquilani al posto di Borja. Ultima nota, quando si batte un fallo laterale non c'è mai uno libero per riceverla, come l'anno passato. Speriamo bene.

    RispondiElimina
  68. Difesa raccapriccianteeeee. Non è questione solo di uomini!

    RispondiElimina
  69. comunque Astori ha ereditato il ruolo di Benatia nel fallo tattico sistematico a centrocampo su cui si basa la difesa della Roma...

    RispondiElimina
  70. Difesa raccapricianteeeeeeeeeeeeeeeee. Montella 'un ci capisce una sega. E dire che sono tranquillo!

    RispondiElimina
  71. Ecco, facessimo anche noi qualche fallo tattico a centrocampo non sarebbe male

    RispondiElimina
  72. Le uniche note positive sono due giocatori che l'anno scorso hanno deluso e oggi hanno giocato bene: Alonso e Ilicic.

    RispondiElimina
  73. E Manolas ha ricevuto licenza di uccidere impunito...

    RispondiElimina
  74. anche quella l'ha ereditata da Benatia. Anche se credo che Babacar soffra molto l'associazione con Balotelli, nella testa degli arbitri, oltre che l'abitudine a cose che in B fischiano meno...

    RispondiElimina
  75. Se si avessero due centrali più potenti e quindi ancora più lenti, persistendo con questo atteggiamento e con la difesa a 4, se ne piglierebbe ancora di più! Son più preoccupati a guardare la zolla dove posizionarsi piuttosto che le mosse degli avversari, difatti ci saltano come birilli. Si son presi due gol simili, palla persa sulla nostra tre quarti e bòna Ugo, nonostante la superiorità numerica. Inammissibile, ripeto inammissibile!!!

    RispondiElimina
  76. Siamo usciti fuori quando la roma ha tirato il fiato. Non capisco Brillante al posto di Aquilani e sostituzione dopo 30'. Ilicic leggermente meglio, non esaltiamoci, cosí come Alonso che dietro mi e piaciuto, ma in fase propositiva è penoso, non paragonabile a Pasqual come palleggio e cross. Purtroppo oggi ci hanno soffocato anche se il go arriva dopo una pecionata del povero Brillante. Baba ottimo anche sotto porta, Marione invece senza rifornimenti non si vede. Montella deve ripensare un po' la fase di gioco, speriamo che Cuadrado e Marin portino nuove idee ad un gioco spesso lento e prevedibile.

    RispondiElimina
  77. Concordo anch'io, quel passaggio indietro è figlio dei dettami montelliani, che cominciano a convincermi sempre meno

    RispondiElimina
  78. Partita molto simile a tante altre partite dello scorso anno, almeno con le grandi ma non solo: un tempo regalato, un risveglio nella seconda parte, quando gli altri tirano il fiato, senza però concretizzare, un avanzare comunque ordinato ma lento. Contropiede fase completamente assente dal DNA di questa squadra. Devo dire che comincio a perdere un po' la fiducia, visto che il "gioco" invece di evolversi, pare rimanere fermo o addirittura involversi.

    RispondiElimina
  79. Scusa Orcio, intanto ti saluto, ma quante volte doveva essere stato sostituito Pizarro in questi anni e oggi anche Valero? Secondo me Montella ha fatto una cazzata a toglierlo subito dopo. Punizione troppo severa e ingiusta dettata dalla rabbia, ma Montella, fosse onesto, capirebbe che la colpa non è tutta del ragazzo. Oggi ce ne potevano fare un ballino e nel primo tempo anche in scioltezza. Sembravamo una squadra che lotta per non retrocedere. Aggiungo che a parti inverse avremmo chiesto un rigore, anche se l'arbitraggio, ben sostenuto dai collaboratori ha fatto pena. Ma in Italia è e sarà sempre così.

    RispondiElimina
  80. dici l'intervento su Pjanic? A me sembrava simulazione netta, sinceramente, dal replay, però il mio streaming non era un granché...

    RispondiElimina
  81. Anch'io le guardo in streaming. Me lo ha riferito un amico milanista che ha Sky. Può darsi che sia stato un giudizio di parte, il suo, ma anche a me è sembrato fallo.

    RispondiElimina
  82. Le cose da dire sono poche e ridondanti:
    siamo andati alla prima di campionato in trasferta contro la squadra più forte, senza due dei tre campioni che abbiamo in rosa. perdere, meritatamente, ci stava, ma ci sono appunti da fare:

    - mettere brillante è stata un scelleratezza: non perché non sia valido, ma perché non era pronto; fino a 3 mesi fa giocava in australia, ed ha vent'anni, esordio nella bolgia dell'olimpico contro un centrocampo mostruoso: certo, i predestinati ci riescono, ma gli altri.. inoltre, errore suo sul gol subito e sostituzione al 30esimo: se non trancia le gambe ad un giocatore una mossa del genere, non so cosa possa farlo. senza contare che così facendo montella ha lasciato fuori quello che ad oggi mi pare il centrocampista più in forma. molto male.

    - punto due: io per borja stravedo, ma non è mica la madonna: se fa cacare, si toglie, è inutile, tra l'altro non ha nemmeno il passo del trequartista. insomma, mossa nuovamente sbagliata di montella che ha grosse responsabilità stasera.

    per il resto, finalmente abbiamo capito cosa si prova a giocare con un terzino sinistro, e baba l'ho visto molto bene. m'è piaciuto pure ilicic, che almeno c'ha provato; buon ingresso di joaquin e aquilani e bene anche savic. il rest da 6 o meno.
    serve comunque un fluidificante destro, perché quando giocheremo a 4 - e succederà, anche se il modulo sarà il 3-5-2 principalmente - non si può più vedere tomovic, che peraltro apprezzo come calciatore in generale, ma quando è nel suo ruolo (terzo a destra nel 3-5-2, ma se la cava anche da centrale nel 4-4-2).

    merda.

    RispondiElimina
  83. a velocità normale è parso anche a me, al rallentantore s'è vista chiaramente la simulazione: era da giallo, anche se difficile da vedere

    RispondiElimina
  84. Partita decisa da due agli antipodi: un australiano di 19 anni che regala la palla dalla quale scaturisce il vantaggio romanista, un cileno che con l'ultimo possesso palla si mette in testa di fare l'ala- perdere palla, regalare possibilità (sfruttata) del raddoppio e rendere rotondo il risultato deinmillionarios giallorossi.
    Un primo tempo che non ammette commenti lusinghieri, se non per Neto, vista la pochezza dei viola (o la grandezza della Roma?); centrocampo romano con un grinta- vero handicap della Fiorentina- e geometrie memorizzate perfettamente, mentre sul fronte opposto Brillante é un prigioniero senza armi nella fossa dei leoni e Valero é missing in action.
    La difesa sembra sbandare ma nella realtà non permette nulla di eccezionale alla Roma, che deve affidarsi solo a tiri da fuori.
    L'1-0 é meritato più per la mole di gioco e l'intensitá, rispetto alle scarne azioni limpide- su una Neto ci tiene in partita. Da notare tantissimi,palloni perso in ripartenze e l'asfissiante pressing che non permetteva alla viola di iniziare le azioni da dietro...
    Ripresa: dopo aver regalato un'ora la viola decide di giocare, vista anche la Roma in debito d'ossigeno; ottimi i cambi: Ilicic come mai, Aquilani con più garra, Joaquin troppo tardi.
    Padroni del campo, centriamo una traversa, vediamo un miracolo di De Sanctis su Babacar e un paio di azioni provocano brividi ai lupacchiotti, sia sul campo sia sugli spalti.
    Non c'era una ficcante punta di riserva, mentre la Roma abbondava di punte e in contropiede ha mangiato azioni che sarebbero state uno schiaffo al l'ottimo gioco gigliato.
    Il 2-0 é consequenziale ad un accennato assedio, agli ultimi due possessi-palla gestiti in maniera dilettantesca.
    Zero cross per Gomez o Babacar, sarebbe il caso di decidere come servire meglio un crack come il tedesco.
    Cambia nulla per prospettive ma, eventualmente, già -3 dalla vetta e -2 come acquisti da portare a Firenze (terzino e centrocampista).
    Pagelle, forse poco equilibrate, come la viola del primo tempo....:

    Neto 7: presente, reattivo, da sicurezza. Gli altri (i centrocampisti) non la danno a lui. Titolare.

    Tomovic 5,5: lavoro onesto ma dalle sue parti ronzano finisseurs che provocano gira,e ti di testa. Nullo in fase propulsiva, non sarà mai un fluidificante.

    Alonso 6-: inizia più che bene ma poi viene liquefatto, visto che la Roma martella dalla sua parte; si riprende nella ripresa e tiene bene. Pasqualite sui cross (due...). Riprovare.

    Savic 6: grintoso, tappa tutte le falle, corre ovunque , titolare. Intoccabile.

    Gonzalo 6: superlavoro, presente e tosto; come Savic deve tappare falle sui lati. Bravo.

    Brillante 4:........500.000 euro, hanno dato anche il resto, a Pradé. Se lui era più in forma di Aquilani, il romano era spiaccicato. Gioca contro uno costato 15.000.000, chiaramente soccombe ma non é colpa sua. Downunder.

    Valero 5: fuori dalla partita, travolto e pressato. Meglio nella ripresa ma non incide. Blando, oltre che bold.

    Pizarro 5: batte in testa; basso di finisco e di posizione, poco efficace, molto pressato. Solite due palle insanguinate perse malamente e l'ultima azione é da querela. Pe...cca.

    Vargas 5: disegna un rettangolino, si mette li dentro....vede i treni passare. Trainspotting.

    Gomez 5: no cross, no suggerimenti, non parte mai poiché mai innescato. Ninnolo.

    Babacar 6: determinato ma giustifica l'acquisto romano di Manolas, che deve prodigarsi per fermarlo. Crea due belle azioni, una strozza il gol ai tifosi. Babamaquina.

    Ilicic 6,5: mette grinta, verve, un bel paio di numeri e una traversa. Chissà...

    Aquilani 6-: non sembrava meno in forma di Brillante. Titolare?

    Joaquin 6-: a destra non sfondavamo mai, con Tomovic, perché non metterlo di la? Va?

    Montella 5,5: regala un uomo agli avversari, regala un'ora alla Roma; sveglia la squadra all'intervallo ma continua a non digerire la Roma. Maaaaaaloooooox, per lui. (É per noi).

    RispondiElimina
  85. SOPRA, gondo non è pronto come baba e barna, in B marcirebbe in panchina, in lega pro comincerebbe ad assaggiare il calcio professionistico (per la primavera è sprecato). non credo che sarà mai un giocatore da fiorentina, se non come rincalzo, per cui la cosa migliore è valorizzarlo 3-4 anni fino a farlo diventare un giocatore da A (ora ha solo 18 anni) e poi cederlo.

    RispondiElimina
  86. sinceramente sulla difesa non ho molto da dire: i difetti, in particolare sulla velocità, sono noti, sono quelli dell'anno scorso e li si può mettere in conto, con il tipo di gioco che facciamo. E nel primo tempo Gonzalo e soprattutto Savic e Alonso sono stati impeccabili nel chiudere, a parte nell'occasione del gol, che nascerà anche dal gioco di Montella, ma proprio per questo è legata al fatto che Brillante non è stato in grado di farlo bene (per ora) quel gioco. Che manovrando e palleggiando ci si esponga ci sta anche, lo sappiamo. Il problema è che nel primo tempo abbiamo manovrato e palleggiato proprio male. L'esperimento del rombo aveva funzionato a Varsavia con un grande protagonismo di Aquilani, senza di lui Pizarro e Borja sono lontani tra loro, non riescono a scambiarsi un passaggio in tutto il primo tempo. Entrambi non sono particolarmente in vena, ma dopo l'uscita di Brillante, quando si riavvicinano, le cose cambiano.
    Paghiamo un avversario forte, in palla e sicuro di sé. Ma paghiamo anche un centrocampo che oggi non ha 4 interpreti al massimo livello del gioco che si vuole proporre, ma 2 ottimi interpreti oggi un po' giù di tono (Pizarro), uno riadattato (Vargas) e uno che sembrava c'entrasse poco (Brillante). Non c'è da farne una colpa al ragazzo, per me ha sbagliato Montella sia a metterlo dentro sia a toglierlo in quella maniera, però è evidente che se vogliamo giocare in quella maniera con un centrocampo a 4, dobbiamo avere 4 centrocampisti in grado di giocare così, c'è poco da fare. Già con Aquilani in campo le cose sono migliorate.
    Poi sbagliato l'atteggiamento, la mentalità a inizio partita, Gonzalo è lento sullo scatto, tutte cose già viste. Però senza Cuadrado e Rossi davanti, e senza Aquilani in mezzo, non siamo noi. La rosa per fare il gioco che Montella vuole fare è contata, come l'anno scorso, e se manca qualcuno soffriamo pesantemente. Speriamo nel ritorno di Cuadrado e Rossi, nel contributo di Marin e in un centrocampista in arrivo, questa è l'unica cosa che mi sento di dire.
    Ottimo Alonso, se non fosse che non ha fatto un cross decente...

    RispondiElimina
  87. stefano vienna30 agosto 2014 23:24

    Non si riesce ad avere un allenatore decente, che lavori con modestia e senza credersi il Messia del calcio. Prima, il gobbo, adesso il romanista. Due emeriti imbecilli. E non si tratta di una partita o di una sconfitta, è l'atteggiamento supponente di chi pensa che Firenze alla fine è solo un trampolino di lancio. Le scelte poi sono solo una conseguenza.


    E pensare che i Della Valle hanno cacciato Mondonico per molto meno, uno che almeno di calcio ci capiva veramente. Invece prima con Prandelli e adesso con Montella sembra che abbiano paura di alzare la voce.


    Brillante dal primo minuto e Joaquin per Babacar sono delle aberrazioni, sono frutto di seghe mentali di chi è pagato per allenare profumatamente una squadra di calcio. Fortuna che non vivo a Firenze perchè sarei andato a cercarlo per prenderlo a schiaffi. Visto che nessuno sembra abbia il coraggio di farlo.


    Colonel, non tornare pure, ma fai tornare il capo indiano. Ti prego!!!

    RispondiElimina
  88. Concordo, difesa reperto migliore.

    RispondiElimina
  89. stefano vienna30 agosto 2014 23:29

    A questo punto, visto che ormai Montella è l'allenatore della Fiorentina, bisogna trovare il modo per limitarne i limiti caratteriali purtroppo deleteri per il proseguio del campionato. Io inizierei vendendo Joaquin così la pianta di togliere -o non mettere,come l'anno scorso- una punta per mettere questo ex-calciatore.

    RispondiElimina
  90. stefano vienna30 agosto 2014 23:30

    No, non mi ricordo come si chiamava. Qualcosa come Toro Rovente, ahahaha!!!!

    RispondiElimina
  91. stefano vienna30 agosto 2014 23:33

    Perchè è l'unico dove Montella non mette bocca e che non stravolge mai a partita in corso. Il resto -centrocampo e attacco- purtroppo è vittima della sua supponenza, delle sue seghe mentali e dei suoi deliri di onnipotenza.

    RispondiElimina
  92. Fantastico refuso, ahahah. Difesa reperto migliore sì, ma per l'accusa, ahahah! Ma quando mai? I centrocampisti arretrano sulla loro linea e i ruoli si confondono, i difensori non sanno più che fare,si pestano i piedi gli uni con gli altri, con il risultato che si è visto anche oggi. Questa la mia aringa, ahahahah!

    RispondiElimina
  93. stefano vienna30 agosto 2014 23:40

    Attaccanti raramente sono diventati grandi allenatori. Qualcuno si ricorda delle eccezioni?

    RispondiElimina
  94. Se così fosse, evidentemente il segnalinee non ha avuto la spudoratezza di segnalarla, la simulazione.

    RispondiElimina
  95. Neto 7; Tomovic 5-, Savic 6+, Rodriguez 6-, Alonso 6; Brillante 4, Pizarro 5.5, Borja Valero 4.5, Vargas 5.5; Babacar 6-, Gomez 5 [Aquilani 5.5, Joaquin 5+, Ilicic 6-]. Terribile primo tempo della Viola, annichilita dalla Roma di Garcia, che mette in campo un'intensità, una rapidità di pensiero, una grinta, un movimento di squadra incontrastabili per la molle Fiorentina schierata da Montella. Che non avrà ricevuto dal mercato tutti i rinforzi auspicabili, ma ci mette del suo, non proteggendo bene la difesa, mandando sulla linea della trequarti Borja che non ne ha il passo, facendo esordire il povero Joshua Brillante sul peggiore campo della serie A attuale - e non intendo per il manto erboso - per poi sostituirlo sùbito dopo il grave errore, una mossa psicologicamente devastante per il ragazzo. Paradossalmente è la difesa a reggere meglio, con un Savic tignosissimo e pronto, un Gonzalo bravo negli anticipi e nei contrasti [veniale la disattenzione su Gervinho che gli sguscia via dietro per il gol del 2-0, era il finale e pensavamo ad avanzare], un Alonso attento negli interventi [fantastico un recupero su Gervinho che aveva saltato tutti] anche se meno bravo in avanti, con in porta un Neto autore di due grosse parate, e incolpevole sui tiri dei gol. Male solo Tomovic, che deve essere sostituito al più presto da un terzino di qualità ben superiori, se proprio si vuole insistere con la difesa a quattro. A centrocampo, molto male Brillante, che non fa filtro e non organizza gioco, regalando in sovrappiù il primo gol alla Roma. Il Pek non sta bene e si vede, si tiene in un cerchio d'azione circoscritto, e riesce a creare poco. Borja è sempre anticipato, e quando ha palla non inventa niente o se la fa togliere, Vargas è diligente e grintoso, ma non si fa vedere spesso. Le cose cambiano solo relativamente nel secondo tempo, grazie al calo della Roma. Il subentrato Ilicic quasi segna su punizione, con palla deviata sul legno da De Sanctis, ma per il resto fa ben poco, anche se sembra leggermente più convinto e presente del solito. Davanti, Gomez non è servito e non serve, a queste condizioni: Don Vincenzo deve assolutamente trovare il modo di fargli arrivare palloni che ne esaltino le qualità di finalizzatore. Meglio Babacar, che lotta e si rende utile coi suoi movimenti, e per poco non pareggia, con un controllo e girata in area che solo l'ottimo [oggi] De Sanctis riesce a togliere dalla porta. Non c'è molto altro da dire sul nostro esordio in campionato, se non che siamo scesi in campo con la mentalità, l'atteggiamento, e la formazione sbagliata. Meglio che la prima sconfitta arrivi ora, però, almeno in società avranno più presente la necessità di rinforzare la squadra [un terzino destro e un interdittore educato, perlomeno].

    RispondiElimina
  96. Abbiamo lasciato un allenatore in confusione, come ampiamente dichiarato durante l'anno passato, lo ritroviamo tale quale.A domani i (facilmente identificabili) dettagli.

    RispondiElimina
  97. stefano vienna30 agosto 2014 23:55

    Analisi perfetta, solo un'aggiunta, togliere Babacar per mettere un ex-calciatore nel momento migliore della Fiorentina è una delle tre mosse più stupide che ho visto fare da un nostro allenatore. Le altre due: Morfeo per Edmundo (tra l'altro, un Roma-Fiorentina col Trap in panchina); Vieri al posto di Pazzini nella semifinale di Coppa Uefa contro il Glasgow.

    RispondiElimina
  98. stefano vienna30 agosto 2014 23:57

    Toglietegli Joaquin!

    RispondiElimina
  99. La chiave della partita è stata la differenza di uomini a centrocampo. Protetti da De Rossi,vero segreto difensivo della Roma, Pjanic e Naingollan hanno morso la nostra trequarti per un'ora buona, lucidi e continui nel pressing. Noi invece presentavamo un centrocampo dove tre su quattro erano in condizioni impresentabili. Tecnicamente Brillante, fisicamente Borja e Pizarro.
    La partita è tutta qui. D'altronde questa era la formazione che ci aspettavamo e che volevamo. La difesa per me ha retto alla grande, se si considera che praticamente non aveva filtro davanti. L'attacco, composto da due punte vere, senza una squadra dietro che sale, è inutile ed impotente.
    Dovevamo far valere la superiorità numerica in mezzo e tenere il pallone fino a scoprire la difesa, ma se gli altri girano al doppio della velocità e hanno un impatto fisico superiore, le intenzioni vanno a puttane.
    Una cosa che mi ha fatto molto incazzare è che non si sia tenuto conto del campo inzuppato e che i nostri non stessero in piedi per la scelta sbagliata dei tacchetti. È stato dilettantistico.
    Il centrocampo è in emergenza, numerica, fisica e tecnica. Se rimaniamo così possiamo anche ripiegare le bandiere dopo la prima.

    RispondiElimina
  100. stefano vienna31 agosto 2014 00:02

    Certo se il migliore è in panchina, e un altro lo costringi a giocare spalle alla porta da trequartista e se, gli ultimi venti minuti, invece di rischiare un 4-4-2 togli una punta e metti un esterno.

    RispondiElimina
  101. Guarda, non sono certo estimatore di questo (non quello di anni fa) Joaquin, ma a mezzora dal termine ha senso. Senso deturpato da chi non riesce a capire che:
    1) deve entrare per un difensore e non per Babà, cazzo.
    2) a destra dove c'è il mediocre Tomovic a fare il tornante!!! E non a pestarsi i piedi a sinistra con Alonso che deve salire.
    Eppure ce li aveva a due metri dalla panchina.

    RispondiElimina
  102. Vero, me ne son dimenticato. Concordo per Edmundo, non sul cambio Pazzini-Vieri: Forrest Giamp© era nullo, almeno Bobone impegnò di più i difensori, anche se poi sbaglio' un gol e il rigore decisivo.

    RispondiElimina
  103. Non credo cambiasse niente oggi. Servivano altri tre centrocampisti, oggi, per non essere inferiori.

    RispondiElimina
  104. Sinceramente, che perdere un pallone sulla nostra tre quarti significhi automaticamente subire gol, mi sembra un assunto dubbio e un po' troppo comodo. E la difesa non era salita, specialmente nell'occasione del primo. Mah!

    RispondiElimina
  105. stefano vienna31 agosto 2014 00:08

    Se Joaquin entrava al posto di un difensore lo posso pure accettare, è un ex-giocatore, ma magari si inventa qualcosa e rischi il tutto per tutto. Avrei difeso Montella fino alla morte se l'avesse fatto. Ma non posso accettare che togli una punta e speri che la mossa Joaquin ti risolva la partita. Questo non è un allenatore serio, è un esaltato che sogna di vincere le partite da solo.

    RispondiElimina
  106. stefano vienna31 agosto 2014 00:09

    Per giocare meglio di oggi? Bastava avere un allenatore in panchina, non una primadonna prono a farsi seghe mentali.

    RispondiElimina
  107. stefano vienna31 agosto 2014 00:13

    Sì, ma intendevo dire che doveva provare a vincerla mettendo Vieri al posto di un Donadel. Il Glasgow aspettava solo di andare ai rigori. Come dicevo sopra a Foco, se metteva Joaquin per Tomovic rischiando il tutto per tutto l'avrei accettato anche se ne avessimo presi altri tre. Questo non è un allenatore vincente, e dubito che abbia la testa per fare l'allenatore. Se Garcia stava perdendo uno a zero metteva quattro punte, certo non le toglieva.

    RispondiElimina
  108. un centrocampo a 4 che faccia possesso con solo 2 che lo sanno fare, e quei 2 non particolarmente in forma, non si può fare. Speriamo in Cuadrado e Marin, nell'opzione 352, in un arrivo a centrocampo e nel fatto che nessuno dei 3 tenori si faccia mai male.

    RispondiElimina
  109. Ah, in quel senso sì. Non sono di quelli che in svantaggio metterebbe necessariamente tante punte in campo, ma almeno non togliamo quelle che ci sono...Tra l'altro Baba aveva appena sfiorato il gol

    RispondiElimina
  110. stefano vienna31 agosto 2014 00:20

    Scusate, ma io non accetto di avere un allenatore del genere per un altro anno, non me lo posso permettere, c'ho la gastrite cronica, lavoro 60 ore a settimana, c'ho moglie e figlia a cui dedico gran parte del mio tempo libero. Voglio andare a vedere una squadra che prova in tutti i modi a vincere una partita, non voglio seguire la soap-opera 'riuscirà lo scugnizzo ad allenare il Barca'. Ma che se ne andasse a fanciullo! tanto fra cinque anni, Montella al massimo lo prendono per allenare la Nazionale.


    Quando perdo uno a zero a Roma e mancano venti minuti, io ESIGO che si giochi con almeno due punte di ruolo più due o tre che la possono buttare dentro. Frega una sega del futuro di un milionario viziato che pensa a come salvare la faccia e il culo.

    RispondiElimina
  111. stefano vienna31 agosto 2014 00:25

    Dai, è assurdo, rendiamocene conto. Qui c'è gente che fa i sacrifici per vedere una partita e chiede solo di combattere fino alla fine con tutti i mezzi. Dall'altra parte c'è uno che ha guadagnato, guadagna e guadagnerà milioni di euro e a cui pare non gliene freghi un'emerita sega. Non voleva fare una figuraccia, nemmeno ammette dia vere sbagliato a fine partita, ma dice che i giocatori hanno capito male.

    RispondiElimina
  112. stefano vienna31 agosto 2014 00:26

    a fanculo!

    RispondiElimina
  113. Neto 6,5, sulla prima parata ci mette la mano, sulla seconda il corpo, piazzandosi bene. Tiene a galla i compagni fino al raddoppio. Alonso 6-, difensore vero, chiaro segnale al capitano "non ti ci metto più quando contano", anche se una rondine non fa primavera. Savic 5,5, all'inizio della sofferenza nel primo tempo è quello che chiude meglio, fa le diagonali migliori e da sicurezza, all'aumentare della pressione diventa troppo ruvido, rozzo e commette qualche fallaccio. Gervinho lo scherza nel secondo tempo in un paio di occasioni. Tomovic 5, inesistente e impreciso in fase di spinta, anche appoggi scolastici paiono troppo difficili; scarso in copertura, gli tocca in dote un cliente duro, Iturbe, lo soffre all'inverosimile. Gonzalo 5+, lento, macchinoso e comanda male la difesa, s'innervosisce e i motivi sono evidenti. Pizarro 5,5, è acciaccato ma nel finale va via in velocità ad un paio di romanisti, rallenta il gioco, verticalizza poco anche per gli scarsi movimenti dei compagni, solite omarine, solito dubbio, come si può puntare su di lui per la stagione che ci aspetta ?! Brillante 4,5, stecca la prima, suo l'errore grave che da il via al goal, certi appoggi all'indietro su una ripartenza del genere, quando son venti minuti che ti mettono ai paletti, non puoi farli con tanta leggerezza, pareva giusta la chanches concessagli, punitiva la sostituzione dopo neanche un tempo, rischiosa la scelta di farlo esordire in trasferta a Roma. Tutte le colpe non son sue.........Borja 5-, dopo il falso nueve, il falso regista, difatti non si vede, stasera si, davvero, in un ruolo inedito per lui. Vargas 5,5, interno di centrocampo ci ha giocato si e no 3-4 partite l'anno passato, le sue peggiori, da esterno ha giocato le migliori portando in dote anche qualche goal, se era stasera la sera giusta per sperimentare non lo so, non dopo aver visto i cambi. Babacar 6,5, il migliore la davanti ed il più pronto a ripiegare e dare mano dietro oltre che il più veloce a ripartire e a tentare di liberarsi, De Sanctis compie un vero e proprio miracolo sul suo tiro, per niente centrale, per niente lento. Non ho capito la sostituzione. Gomez 5, arretra fino al limite dell'area, cerca qualche sponda ma fa poco per essere servito a garbo, ancora meno fanno i compagni per dargli possibilità di battere a rete eccetto Babacar che cerca chiunque disponibile all'uno due per entrare in area. Joaquin 5,5, mica ha fatto male, mica era peregrino il suo ingresso in campo, di certo non al posto del nostro miglior attaccante. Un'ala per una punta quando devi recuperare non è proprio il massimo. Ilicic 6--, pare sempre indolente, tecnica a quintalate ma centellinata come un'aceto balsamico secolare. Il destro non è il suo piede, il sinistro si, e lo si vede sulla punizione, ma che lo usi più spesso, l'anno passato non rimarrà scolpito nella memoria come uno dei suoi migliori, che non si ripeta. Aquilani 5,5, porta (poco) nerbo, e qualche stecca sulle caviglie degli ex, pareva in palla, perché mettere falsi interni e falsi registi a casaccio ?! Montella 5-, a Roma poche squadre creano quanto abbiamo creato no, pure in serata ampiamente negativa quanto ad attacco e pericolosità, ed è una nota positiva ma rimangono 35' minuti del primo tempo inguardabili dove la Roma poteva chiudere il discorso ma anche un secondo tempo che fa ben sperare; manca grinta, cattiveria, convinzione, ferocia e abitudine alla vittoria, quelli della Roma avevano occhi che noi non avevamo, Montella non è un Conte o un Capello che infondono rabbia, garra, determinazione, si pare sempre all'uscita di una chiesa, o all'entrata di una scuola di bon ton, compìti, precisini, bellini a vedersi, profumati e imbellettati ma quando si trovano squadre con una carica agonistica superiore alla nostra diventano tutte sofferenze e punti persi per strada.

    RispondiElimina
  114. "Montella non è un Conte o un Capello che infondono rabbia, garra, determinazione, si pare sempre all'uscita di una chiesa, o all'entrata di una scuola di bon ton, compìti, precisini, bellini a vedersi, profumati e imbellettati ma quando si trovano squadre con una carica agonistica superiore alla nostra diventano tutte sofferenze e punti persi per strada": mi ha inquietato questo finale, si potrebbe sostituire tranquillamente "Prandelli" a "Montella".

    RispondiElimina
  115. Difatti, condividono questo stesso, grave, limite.

    RispondiElimina
  116. stefano vienna31 agosto 2014 00:35

    Forse Montella è pure peggio, quando stava perdendo Prandelli metteva quattro punte.

    RispondiElimina
  117. stefano vienna31 agosto 2014 00:37

    Io ho chiuso con Montella. Non è il mio allenatore. Rivoglio Mondonico!

    RispondiElimina
  118. Castan, Maicon, Strootman, Balzaretti fuori ma a breve in gruppo...un altro greco comprato (e sono tre gli achei in squadra!) e, Pollotta dixit, altri 2 calciatori in entrata. Se la Roma non dovesse andare in CL- a fine campionato- questi si suicidano. Ma andranno....

    RispondiElimina
  119. Sbagliata la collocazione (doveva andare destra), sbagliato il cambio (doveva restare Babacar) ma Joaquin é il "più attaccante" dei disponibili.

    RispondiElimina
  120. stefano vienna31 agosto 2014 00:46

    Scritto sotto, non accetto il cambio Babacar-Joaquin. Non è accettabile. Un tifoso viola o almeno uno che ci tiene alla Fiorentina avrebbe rischiato il tutto per tutto, inserendo Joaquin al posto di un difensore o al massimo di un centrocampista. Per me qui si è superato un limite, aggiungiamoci le dichiarazioni post-partita, per me Montella non è più l'allenatore della Fiorentina.

    RispondiElimina
  121. Allora, Colonnello: oggi avevo cercato invano a ritroso quel post dove compariva Flipper Damiani, pensando che il Foco l'avesse mandato qui, scordandomi la via più semplice, nella fretta, ovvero cercarlo direttamente dal Foco. Non ho problemi a dire di aver preso una cantonata, avevo letto frettolosamente l'altro giorno, e il tuo periodo con accostamento di soggetti e descrizione delle tue imprese in terza persona avevano fatto il resto, insieme agli "arbitri inchinati a pecora davanti allo juventinismo «oggettivo», modale dei Civetti" [so na sega io chi sono i Civetti, la Cattolica Virtus mi viene alla mente solo dopo riflessione]. Perché dovrei avere difficoltà a tornare indietro? Semplicemente avevo fatto una battuta sul tuo amore per Damiani, da fraintesa lettura. Da qui a montare un caso però mi sembra che il passo sia molto lungo, mancavano solo le "vomitevoli calunnie" a-la Chiari e stavo messo a posto. La mia concentrazione nella lettura e la mia memoria a breve cominciano a vacillare, ma la tua permalosità mi sembra assumere contorni sinistramente xenienses...

    RispondiElimina
  122. stefano vienna31 agosto 2014 00:49

    Ragazzi, Montella non pensa alla partita in sè, ma alla reputazione e al suo futuro. E' già successo una volta, lo sappiamo, vero?

    RispondiElimina
  123. Al di là degli errori di riparazione, quello che non deve sfuggire è che i centrocampisti a disposizione stasera hanno giocato tutti, tranne Mati. E mi pare che non bastino ne per numero, ne per qualità complessiva. Tenori o non tenori, abbiamo un centrocampo attualmente inferiore ad almeno quattro squadre.

    RispondiElimina
  124. so che stasera è difficile dar ragione a Montella, e non è certo un alibi per la sconfitta di stasera, ma le cose che ha detto sulle perdite di tempo e il continuo spezzettamento dell'ultima mezz'ora sono le stesse che ho pensato io guardando la partita. Ormai in Italia dal 60° in poi è raro vedere più di 30 secondi di gioco continuato senza il fallo tattico a spezzare tutto. Cosa che vedo molto più raramente all'estero...

    RispondiElimina
  125. Ci sono anche Cuadrado e Marin, che dovrebbero ricoprire, se teniamo questo modulo, il ruolo ricoperto da Borja stasera. Però sì, l'anno scorso ci lamentavamo che in un centrocampo a 3 non avevamo riserve, quest'anno con lo stesso organico + Brillante vogliamo metterne in campo 4... Confido che qualcuno arrivi, vedremo chi.

    RispondiElimina