.

.

martedì 19 agosto 2014

A picco

“Violachannel live è visibile solo su Commodore 64”, finalmente è stato tradotto il seguito della scritta bianco su bianco che annunciava “l’evento non è ancora iniziato”, si anche all’ottantesimo, e così malgrado la tripletta celata dalla cortina di ferro tecnologica, mi è presa la stessa tristezza che avevo provato solo in Bulgaria nell’82, anno tra l’altro della commercializzazione del primo Commodore 64. Magari comprare una frequenza sul digitale terrestre potrebbe essere un’idea, così, tanto per fare quello che si definisce una canale ufficiale, senza affidarsi all’improvvisazione, qualcosa cioè d’improbabile e poco affidabile come il solito Ilicic che solo davanti al portiere riesce a sbagliare ancora. Insomma, un primo tempo che la Fiorentina chiude sul 4 a zero mentre Violachannel risente ancora dell’umido di una stagione effettivamente molto piovosa. Più facile raccogliere un porcino che qualche immagine. Poi al 40°, dopo gli sforzi sovrumani di tecnici evidentemente qualificati, appaiono sagome tipo Space Invaders, molto, molto meno mobili però, e questa volta non mi riferisco a Ilicic, forse una fungaia ha definitivamente colonizzato Violachannel, e la natura selvaggia, si sa, quando si impossessa dei resti della civiltà, la inghiotte, qualche macchia di colore qua e là per un attimo mi ha fatto pensare ad una colonia di gorgonie. C’è da dire per onestà che si vedeva meglio quando non si vedeva, e allora a quel punto non aveva più senso nemmeno lamentarsi. Alla fine dei primi 45 minuti campeggiava ancora la scritta che l’evento non era ancora iniziato, e che si sarebbe potuto vedere solo su Commodore 64 dell’82, anno nel quale Teleregione già trasmetteva le partite della Fiorentina con una qualità migliore di quella che ci offre oggi il sito ufficiale della società. Una vergogna, si può dire? Si, bisogna dirlo anche se con Violachannel magari ci scappa un risotto con i funghi mentre Teleregione invece se lo sognava. Poi in verità sparisce anche la Fiorentina, tra Belek, Jakovenko e Octavio, oltre alla notizia in home page che faceva riferimento alla trasmissione della partita, e così fatte sparire le prove, Violachennel ha cominciato a fischiettare facendo finta di niente, non solo quindi non ci sono state le scuse, si è cercato di far passare per grulli tutti quelli che in effetti un po’ grulli lo sono davvero, e se non fosse stato per il cattivo odore avrei pensato di aver pestato una merda, e perché no, allora mi sono guardato anche sotto le scarpe per sicurezza, no, era solo la loro figura. Poi anche Bangu e Lezzerini e il rigore su Jakovenko con Joaquin che porta il punteggio sul 5 a  0 al 75°. E ancora Petriccione e Gigli, che non lo sapevo ma è il proprietario di un centro commerciale. La notizia però che più ci colpisce è il risentimento meniscale al ginocchio destro di Pepito che dovrà essere  valutato meglio nei prossimi giorni, risentimento che fa più male di quello per Violachannel. Non c’è stata rottura e il problema sarebbe di poco conto se non si trattasse ancora una volta del ginocchio destro, così la decisione se operare o meno verrà presa dopo aver verificato con estrema attenzione la reazione dell’arto alle cure. Speriamo che Pepito non debba rientrare nel tunnel che fa purtroppo rima con Vilachannel. Un sinistro presagio, anche se il ginocchio è quello destro. Intanto il nostro umore è precipitato a picco.


170 commenti:

  1. No via su!!! Proprio a picco no.

    http://www.violanews.com/stampa/stadio-la-strategia-difendi-pepito-ha-funzionato-il-menisco-e-salvo-20140819/

    RispondiElimina
  2. Il calcio è bello perché un attimo prima sei triste per le condizioni del menisco di Pepito, poi l'umore sale alle notizie che il menisco ha resistito e anche Montella minimizza, fino a decollare definitivamente grazie proprio all'essenza del calcio, il pezzo di bravura, basta un calcio d'angolo tirato come si deve e sono di nuovo felice.

    https://www.youtube.com/watch?v=zb8veYBxCAE

    RispondiElimina
  3. insomma, vai a giocare la prima a roma senza pepito, cuadrado e roncaglia, marin non si sa se è ancora pronto, basanta deve ambientarsi.. be', un po' girano. spero almeno in fernando
    comunque a roma 4-4-2 allora?

    RispondiElimina
  4. mi unisco alla depressione di Pollock. Mai una gioia...

    RispondiElimina
  5. stefano vienna19 agosto 2014 10:00

    Giocherà Valero trequartista come col Real, secondo me andremo in svantaggio di uno o due gol e poi rimonta nel secondo tempo. Partita comunque che dirà poco in prospettiva, le squadre sono ancora in rodaggio. Sulla carta siamo al momento inferiori, la Roma è chiaramente la favorita per il titolo, con l'incognita Champions League dove Garcia non si potrà permettere di far giocare seconde scelte. Montella invece spero capisca che, almeno nella prima fase a gironi, debba far giocare le seconde scelte anche a rischio di perdere qualche punto.

    RispondiElimina
  6. stefano vienna19 agosto 2014 10:02

    su violachannel un pò si esagera, le partite in Spagna le ho viste perfettamente, con l'Arezzo onestamente frega il giusto, per le crisi d'astinenza c'è il pusher di fiducia

    RispondiElimina
  7. stefano vienna19 agosto 2014 10:10

    Ma, nella sfiga, l'infortunio non sembra grave, in più potrebbe convincere i fratelli a tenere Cuadrado come quando ci assegnarono i venti punti di penalizzazione che convinsero Toni a restare per un altro anno, in più farebbe comodo far esordire subito Baba e Berna quando le difese avversarie sono ancora in fase di assestamento -i difensori entrano spesso in forma più tardi e i meccanismi all'inizio sono ancora poco collaudati. Così prendono subito confidenza con la serie A per essere poi pronti all'occorrenza nel prosieguo della stagione.

    RispondiElimina
  8. Ma sì, però con tutto il rispetto per Berna, non si è mai trovato davanti in vita sua uno come Maicon...

    RispondiElimina
  9. poi sono tutte cose giuste e razionali: ha caricato molto su quel ginocchio per il potenziamento muscolare per prevenire gli infortuni ai legamenti, che il menisco ne soffra un po' ci sta. Però...

    RispondiElimina
  10. stefano vienna19 agosto 2014 10:37

    Appunto, prima o poi deve comunque farlo e il Maicon attuale ad inizio stagione -dopo comunque i mondiali- non sarà certo una passeggiata, ma nemmeno la fine del mondo. E comunque penso che giocherà dall'inizio Babacar. Il vantaggio che hanno Baba e Berna è che invece gli avversari li conoscono poco, un vantaggio non da sottovalutare perchè poi i difensori italiani ti studiano e sanno dove punti, come ti muovi, trovano le contromisure adatte.

    RispondiElimina
  11. Valero trequartista col Real lo hai visto solo tu Stefano. Andremo a Roma con Gomez, Baba pronto a subentrare, Pek, Aquila, Valero e Vargas (se Monty mostra coraggio) e la difesa tipo con Gonzalo, Savic, Tomovic (temo Pasqual......) ed è già più di mezza formazione migliore di quella che si è vista per lunghi tratti l'anno passato fra infortuni e squalifiche.

    RispondiElimina
  12. Secondo questo criterio non ci sarebbero esordi al mondo. Quelli bravi, a volte, sovrastano il campione e se danno conferme si consacrano. Di Maicon, che non è certo il giocatore di 4 anni fa, temo le quintalate di esperienza che dissimulano il lato agonistico. Se giocherà Bernardeschi su quel lato la carica agonistica sarà quadrupla rispetto al brasiliano. Per me ce la giochiamo anche se il pronostico pende dalla parte dei giallozozzi, ma meno di quanto alcuni credono.

    RispondiElimina
  13. Anch'io fino a ieri ero convinto che ce la saremmo giocata, ora dopo la tegola, soprattutto psicologica, di Pepito, ho i miei dubbi. La Fiorentina sicura di sé e determinata di queste settimane, per come la vedo io, era molto figlia della consapevolezza di avere finalmente la coppia davanti, e temo lo sconforto e la confusione generale che ci colpirono l'anno scorso: dopo l'infortunio a Gomez, tunnel con Inter, Parma e Lazio da cui uscimmo solo con l'affermazione della leadership di Rossi contro la Juve; dopo l'infortunio a Rossi, tunnel senza uscita a gennaio e febbraio, da cui ci tirò fuori Gomez con il gol alla Juve.
    Mi pare evidente che la squadra lo scorso anno abbia sofferto tanto la mancanza di riferimenti davanti, sia dal punto di vista tecnico sia da quello psicologico, basta vedere la differenza d'atteggiamento, nelle ultime partite del campionato, appena entrava Rossi: a prescindere da quello che facesse, giocavamo in maniera completamente diversa, molto più consapevoli delle nostre possibilità.
    Vediamo se Marione è il campione che di cui abbiamo bisogno anche da questo punto di vista. La squadra a Roma se la deve caricare lui, in tutti i sensi. Dovrebbe esserne capace. Speriamo bene,

    RispondiElimina
  14. Salve a tutti, la mia impressione è che - viste le condizioni di forma della nostra squadra - sia stata impostata una preparazione per partire subito molto forte (tipo quella fatta nel primo anno del Trap, per intenderci), il che è strano se consideriamo che non abbiamo preliminari di Coppe Europee né incontri di Coppa Italia e che la fase a gironi di EL presumibilmente non sarà certo impossibile. Ne consegue che Montella voglia partire molto forte in campionato.

    RispondiElimina
  15. l'esempio del '98-'99 mi pare utile: una squadra che non è data per favorita può convincere che fa sul serio se stessa, gli avversari e gli arbitri solo se parte forte, come noi quella volta e come, tra l'altro, la Roma l'anno scorso.

    RispondiElimina
  16. Notizie positive: Marco Nippo Nappi inizia la carriera da allenatore a Montalto Uffugo (Cosenza) in Serie D, uno dei campi più ventosi del mondo. Auguri!!
    Campanharo torna in Italia, il Verona riporta in Italia l'ex viola. Auguri, ma non ogni anno si pesca un Iturbe, che poi va nell'Urbe!
    Niccolini (ex bravino ai tempi della Florentia Viola) dopo 3 promozioni in carriera é conteso tra Padova e il rinnovo a Pordenone (promosso last season).
    Ighli Vannucchi un lusso per il Gavorrano?
    Carobbi dopo l'esonero dal Fiesole Caldine troverà una panchina? Si, forse al Milan.
    Giorgio Corona (40 anni e 12 gola scorsa stagione) espulso nella prima di Coppa Italia; commento: prova da cani. Per questo il Messina tenta Cani (Bari?).
    Collacchioni a 36 anni va a Siena, da Morgia (promosso con la Pistoiese): corazzata in vista in Toscana? O funzionerà il progetto- Bonuccelli (che bomber! Oltre 200 gol!) con la Fortis Juventus (aaargh!)?
    Evacuo rifiuta la Pistoiese, Mastrosanti dalla Maccarese (19 anni e già 8 gol in D) a Trieste, che no farà corazzata.
    Lazzari (padre milionario, mio ex capo in gioventù a Bologna) miglior Under della C, partendo da Mezzolara (Eccellenza, passando per la Giacomense in C2) degno di petizione per farlo rimanere alla Spal.
    Ilicic al Viareggio.


    Conte (condannato per illecito) promosso ct, Novara (una a caso) non ammissibile per ripescaggio poiché condannat per illecito. Dov'é l'errore?
    Vogliono ammettere in B una tra Catanzaro, Vicenza, Pisa...primi frutti di inciucio pro-Tavecchio?
    Lotito va ad accogliere Conte, cena con Conte (e Tavecchio), discute il contratto di Conte nel Sancta Sanctorum della Lega. Dov'é l'errore?
    A Roma, Montella, oserà con Baba-Gomez?
    A Roma probabilmente a destra ci saranno Maicon e Iturbe, chi il martire?

    RispondiElimina
  17. Quanto a Pepito, io non lo inserirei nemmeno nella lista di EL per la fase a gironi. Comunque, se inserito, non va utilizzato nelle partite facili, ma solo in campionato: più di una partita a settimana (e magari nemmeno per tutti i 90') non gli farei fare.

    RispondiElimina
  18. ANTO, la parte razionale e prospettica del Sitollock!

    RispondiElimina
  19. la mezzala dx, fernando; aquilani giocherà sul centro sx, invece

    RispondiElimina
  20. stefano vienna19 agosto 2014 11:37

    Prima di Varsavia, Montella ha fatto sapere che provava la formazione per l'Olimpico. A questo punto speriamo non fosse solo pretattica e che finisca pure allo stesso modo.

    RispondiElimina
  21. Spero che a Roma non gli prenda un attacco di prandellite, e rinunci alla seconda punta per infoltire il centrocampo...

    RispondiElimina
  22. Per sostituire Rossi a Roma abbiamo quattro possibilità: Ilicic, Bernardeschi, Babacar e Marin (la quinta sarebbe Joaquin, ma si tornerebbe al modulo a una punta dell'anno scorso, spero proprio di no). Ilicic in teoria dovrebbe essere il favorito, ma è in forma pessima (strano, eh?), per cui - considerando che Marin è appena arrivato, penso che Montella manderà in campo uno dei due ragazzi, Baba o Berna.

    RispondiElimina
  23. Non é che Montella ha preferito una preparazione atletica per partire forte, solamente quest'anno HA fatto la preparazione atletica, almeno sembra finora.
    Lo scorso anno eravamo la squadra piu' lenta del pianeta.

    RispondiElimina
  24. A proposito di Ilicic, ma il GAT, che è grande estimatore del giocatore, nonché frequentatore di Montecarlo, non ha modo di suggerire ai dirigenti del Monaco di investire una parte del ricavato della cessione di James Rodriguez per acquistare il buon Josip?

    RispondiElimina
  25. Occorre stimolarlo, grande idea!

    RispondiElimina
  26. A roma stessa formazione scesa in campo contro il real. Senza se e senza ma.

    RispondiElimina
  27. Quindi: Neto; Tomovic, Savic, Gonzalo, Alonso; Aquilani, Pizarro, Valero, Vargas; Gomez, Baba

    RispondiElimina
  28. Al momento credo sia il meglio si possa schierare. A dx si affiderà a tomovic, a sx fiducia ad Alonso.

    RispondiElimina
  29. Intanto un nome da escludere per il centrocampo della Maquina: Banega sta facendo le visite mediche per il Siviglia, sarà acquisito per 3 milioni [!].

    RispondiElimina
  30. E' che in Andalusia non ci sono benzinai con il self service...

    RispondiElimina
  31. a parte il ballottaggio Alonso/Pasqual, su cui sarà da vedere (Alonso ha scalato le gerarchie, ma erano anche amichevoli in cui Montella aveva più bisogno di vedere lui che lo straconosciuto capitano), mi sembra la stessa formazione dell'anno scorso (con Gomez al posto di Rossi e Baba al posto di Cuadrado), solo che quest'anno la chiamiamo 4-4-2 e non 4-3-3, perché abbiamo smesso di raccontare al mondo la balla che Vargas sia un attaccante. Bene così. L'importante è che ci siano due punte, soprattutto in assenza di Cuadrado.

    RispondiElimina
  32. stefano vienna19 agosto 2014 12:47

    Assolutamente.

    RispondiElimina
  33. Totti e Nesta si autoesclusero dalla nazionale perché data l'età e i problemi fisici non ce la facevano a giocare anche lì oltre che nei club: sarebbe una scelta doverosa da parte di Rossi, è inutile centellinarlo in Viola per poi mandarlo a giocare nell'italia. Che ho il sospetto ci sia già costata molto...

    RispondiElimina
  34. stefano vienna19 agosto 2014 12:50

    Ricorda invece secondo me quella che era l'idea iniziale di Montella, ovvero la Fiorentina che annientò il Genoa a Marassi, anzi con più equilibrio per la presenza di Vargas come interno di centrocampo.

    RispondiElimina
  35. Dovrebbero prima autoescludersi Buffon, De Rossi, Pirlo, Abate, Barzagli, Motta, Montolivo....

    RispondiElimina
  36. stefano vienna19 agosto 2014 12:52

    Quelli che dovrebbero autoescludersi sono Pirlo, Buffon e De Rossi, invece continueranno a dettare legge alla faccia del parrucchino.

    RispondiElimina
  37. stefano vienna19 agosto 2014 12:58

    Marin segna col contagocce, non può sostituire Rossi almeno spero che Montella su questo abbia le idee chiare. O Marin gioca tra le linee nel 4-3-1-2 oppure largo in un 4-3-3, poi ci sarebbe il 4-2-4 con Cuadrado e Marin esterni e Rossi(Berna o Baba)-Gomez in mezzo che, conoscendo Montella, vedremo semmai solo se si deve recuperare un 0-2.

    RispondiElimina
  38. stefano vienna19 agosto 2014 12:59

    A me questo evento preoccupa più dell'infortunio di Rossi.

    RispondiElimina
  39. Degli altri non mi interessa, penso solo alla Fiorentina in questo caso. Se un giocatore sa di essere a rischio per problemi fisici ormai insolubili, anche per serietà verso chi lo stipendia dovrebbe fare una scelta. E la società dovrebbe farglielo capire, i sogni sono una cosa, la realtà attuale un'altra. Anche perché se si rompe definitivamente perde tutto...

    RispondiElimina
  40. a ritirarsi dalla nazionale da campioni del mondo sono capaci tutti. Rossi dovrebbe farlo avendo come massimo risultato una FA Cup da ragazzino...

    RispondiElimina
  41. Vargas interno di centrocampo è buono solo per il tiro, per il resto è un raffazzonamento inguardabile.

    RispondiElimina
  42. Sarebbe meglio per lui [oltre che per noi] si ritirasse con almeno una coppa italia della Fiorentina...

    RispondiElimina
  43. No, non esiste, non l'ha mai fatto vedere in tutta l'estate, al massimo ha messo come seconda punta uno più arretrato come Ilicic o Bernardeschi, ma la punta unica non si vede da tempo, per fortuna, perché giocare all'offensiva con una punta sola è estenuante come poche altre cose...

    RispondiElimina
  44. mah, lo consideriamo un interno solo perché lo chiamiamo 4-3-1-2, se lo chiamassimo 4-4-2 sarebbe a tutti gli effetti un esterno...

    RispondiElimina
  45. Sì, però giocare con Ilicic attualmente è come giocare in dieci.

    RispondiElimina
  46. Ah scusa mi ero perso, pensavo a una mezzala in altro modulo, nel 4-4-2 ci può stare, sì

    RispondiElimina
  47. concordo, era solo per dire che al massimo (molto raramente) abbiamo giocato con una punta e mezza, quasi sempre con due, mai con una, quindi sinceramente non vedo perché Montella dovrebbe fare questa scelta a Roma...

    RispondiElimina
  48. stefano vienna19 agosto 2014 13:07

    No, dai, non ricominciamo, Deyna. Comunque Montella lo vede ormai così, io lo vedevo così già l'anno scorso. Non sarà esteticamente bello da vedere come il todocampista spagnolo, ma tu hai mai visto qualcuno che riesce a togliere la palla a Vargas nell'uno contro uno. Per me ottima alternativa a Valero e mossa azzeccata per dare equilibrio. Leggevo chi lo prendeva in giro perchè era arrivato tardi sul cross di Di Maria, ma intanto l'unico che ha seguito l'azione era lui.


    Poi si vedrà già a partire da Roma. Io sarei più cauto su Vargas.

    RispondiElimina
  49. Vedi sotto, mi ero distratto. Se gioca su linee abbastanza decentrate si può fare

    RispondiElimina
  50. stefano vienna19 agosto 2014 13:10

    Guarda fosse per me io giocherei spesso -non sempre- con Vargas-Pizarro-Aquilani più eventualmente uno tra Valero o Marin a supporto delle due punte.

    RispondiElimina
  51. La probabilità (o il pericolo, fate voi) di vedere a Roma una Fiorentina con una sola punta, pensandoci bene, non sono basse: se non punterà sulla coppia di attacco Gomez - Baba o su quella Gomez - Ilicic, è probabile che Montella schieri i tre tenori e, a supporto di Gomez, Vargas a sinistra e uno fra Berna, Joaquin e Marin a destra (un modulo che si potrebbe chiamare 4-3-3 oppure 4-3-2-1 e che con l'accentramento dell'esterno destro e l'allargamento sulla destra di Aquilani diventerebbe un 4-4-2). A questo punto, se si considera che Marin è appena arrivato e che Berna non ha esperienza in A, mi sembra probabile che venga schierato Joaquin, che tra l'altro ha la personalità e il carisma adatti per partite di questa importanza.

    RispondiElimina
  52. Comunque, mi sembra che tra centrocampo e attacco abbiamo diverse alternative di buon livello, a me sinceramente preoccupano i terzini. Mi spiego: se gioca Cuadrado, la squadra gioca col 3-5-2, con la difesa a 3 e con Cuadrado e Vargas esterni, e va bene. Quando invece Cuadrado manca, mi sembra di capire che si passa alla difesa a 4: sulla sinistra si spera nell'evoluzione di Alonso e nelle rinnovate capacità tattiche e difensive di Vargas e può andare, ma sulla destra ci ritroviamo nuovamente a ricicciare Roncaglia o Tomovic come terzino, e sinceramente non mi piace per niente.

    RispondiElimina
  53. Non credo che succederà, perché quel 4-3-2-1 o 4-3-1-2 o come lo vogliamo chiamare è stato provato tante volte, ma sempre con due giocatori che si potessero considerare "attaccanti": Gomez e Baba davanti a Borja col Real, Cuadrado e Bernardeschi con Ilicic con l'Arezzo, Rossi e Gomez con Ilicic con il Malaga... L'opzione che citi è stata provata solo col Betis. Non dico che sia impossibile, dico che non penso succederà. Quel modulo lo vedremo in campo, ma quando ci saranno gli interpreti adatti, cioè Marin e Cuadrado o un Ilicic ripreso.

    RispondiElimina
  54. stefano vienna19 agosto 2014 13:59

    Anto, non credo, sarebbe veramente una negazione di quanto di buono visto finora. Poi certo la mano sul fuoco non ce la metto.

    RispondiElimina
  55. concordo, lì siamo al punto dell'anno scorso: giocare a 4 ci permette più soluzioni davanti, ma non abbiamo i terzini per farlo. Ancora spero nell'acquisto di un terzino destro, almeno se parte Cuadrado.

    RispondiElimina
  56. In teoria ci servirebbe anche se Giangugliemo rimane, visto che non può giocarle tutte. Come dicevi tu (o Stefano, non ricordo, andrebbe bene in quel caso anche prendersi un giocatore esperto tipo Maggio.

    RispondiElimina
  57. stefano vienna19 agosto 2014 14:10

    Per prima cosa, così scarsi i nostri terzini non sono, non sono molto propositivi davanti che è un limite se si tiene palla troppo a lungo e ci si schiaccia troppo negli ultimi venti metri come successe l'anno passato. Ma se si gioca, come sembra, più in profondità, con due punte vere più un trequartista, la spinta dei terzini diventa meno decisiva, anzi meglio che rimangano più bassi.


    Con il cambio di modulo e di mentalità -che mi auguro avvenga- io il problema terzini, se resta Roncaglia, non lo vedo. Certo se si gioca come l'anno scorso, ma allora il problema non è i terzini, ma il tipo di gioco non adatto ai giocatori in rosa.

    RispondiElimina
  58. Spero anch'io, ma il mio timore è quello.

    RispondiElimina
  59. stefano vienna19 agosto 2014 14:12

    Io dicevo di restare così e spendere i soldi su un centrocampista. Comunque sono opinioni.

    RispondiElimina
  60. stefano vienna19 agosto 2014 14:15

    Tornare al falso tridente mi porterebbe a disertare gran parte delle partite. Un incubo ricorrente!

    RispondiElimina
  61. sì, ero io che dicevo Maggio semigratis lo prenderei subito, anche perché è uno dei pochi oggi in Italia che sa giocare sia a 5 sia a 4, ma non mi pare il nome sia mai uscito...

    RispondiElimina
  62. Ma infatti io spero nella coppia di attacco Gomez - Baba

    RispondiElimina
  63. stefano vienna19 agosto 2014 14:19

    Aglio a pezzetti non troppo piccoli, pomodorini presi or ora dal balcone, foglie di basilico in abundantiam, peperoncino macinato e un formaggio di pecora turco simile alla feta, ma più morbido. Tutto su spaghetti cotti al dente -prima gli spaghetti sul piatto, poi il sugo e sopra il formaggio a pezzettini.


    Il gusto della semplicità e la semplicità del gusto.

    RispondiElimina
  64. La partita col Real non deve farci esaltare troppo, ma non va neanche sminuita troppo. In prospettiva Roma mi ha dato una certa tranquillità, soprattutto per il modulo scelto da Real, identico a quello romanista. Ho visto una squadra pronta per le fughe degli attaccanti esterni avversari e in grado di farsi valere a centrocampo, grazie ad una superiorità numerica buona non solo per il possesso palla. Forse, contro la Roma, è questo il modo migliore di giocare, con quattro centrocampisti, in modo che si possa sempre raddoppiare sul portatore di palla avversario a centrocampo. Loro hanno esterni d'attacco molto forti, ma così li si costringerebbe a servirli spesso con lanci dalla difesa, quindi in maniera più approssimativa. A differenza dello scorso 4-3-3 bastardo, quattro uomini a centrocampo accorciano le distanze e permettono movimenti di squadra più compatti in tutte e due la fasi. Possesso palla, due punte che dettano la profondità, solidità davanti ai centrali ed il gioco è fatto.

    RispondiElimina
  65. stefano vienna19 agosto 2014 14:27

    Dei quattro però uno tende effettivamente a giocare tra le linee almeno in fase di possesso. Non ho visto un 4-4-2 classico a Varsavia, e poi Vargas fa movimenti differenti rispetto all'anno scorso, si accentra e aiuta a far ripartire l'azione o appoggiando su Pizarro o sul trequartista o lasciando partire Alonso. Comunque anche io la vedo un'evoluzione positiva, poi è tutto collegato, infatti questa era l'idea di Montella fino all'infortunio di Gomez, ovvero il progetto iniziale che riparte con un anno di ritardo (e con più alternative rispetto all'anno passato).


    Un'alternativa, se resta Cuadrado, potrebbe essere un vero 4-3-3 (meno falso almeno) con Babacar a sinistra (oppure Marin) e Cuadrado a destra. Oppure Bernardeschi al posto di Cuadrado.

    RispondiElimina
  66. Ma in fatti quest'anno, con l'arrivo di Berna e Marin, potremo anche farlo, qualche, il 4-3-3. Se stanno tutti più o meno bene, davanti, le soluzioni offensive non mancano.

    RispondiElimina
  67. stefano vienna19 agosto 2014 14:33

    Babacar-Gomez-Bernardeschi. Fu proprio l'anno del secondo scudetto quello dei giovani, magari è un segnale.


    Babacar spazia molto comunque -non resterebbe largo come in un 4-3-3- e Berna ha un bel tiro. Se non quest'anno, magari il prossimo.

    RispondiElimina
  68. Un tridente con Berna e Marin accanto al centravanti non sarebbe male, tra l'altro sarebbero un destro e un mancino, li si potrebbe far giocare ognuno nella fascia opposta al proprio piede preferito, tipo Robben - Ribery nel Bayern, oppure cambiarli e mettere ognuno sulla fascia consola al proprio piede, per portarli al cross. È una delle tante alternative che abbiamo.

    RispondiElimina
  69. stefano vienna19 agosto 2014 14:36

    Anche Babacar giocava largo a sinistra a Modena, la metà dei gol li ha fatti partendo da sinistra.

    RispondiElimina
  70. anche se va detto che se Montella avesse avuto quell'intenzione, avrebbe tenuto Rebic, che è un'ala sinistra ben più di Babacar. Credo proprio che non giocheremo con gli esterni alti se non raramente, quest'anno, giostrando i 3 attaccanti piuttosto in maniera diversa ma meno simmetrica, tra il 4-3-1-2 e il 4-3-2-1.

    RispondiElimina
  71. Le note positive da Varsavia sono varie, ma preferisco esaltare due sospetti: la mentalità sempre propositiva e una condizione atletica, una velocità diversa dallo scorso anno. Se mancano questi due parametri, le tattiche ridotte a numeri servono a nulla. Va da sé che si spera la lezione dello scorso anno
    ( assurdo 433 e Tomovic a uomo su Gervinho, che ci uccise) sia servita.
    Formazione polacca senza indugio alcuno.

    RispondiElimina
  72. in quanto a condizione atletica, se la Roma ritrova la ricetta magica dell'anno scorso, non possiamo essere alla pari in nessuna maniera.

    RispondiElimina
  73. Non credo ai doping se non provati. La Roma poteva permettersi allenamenti curati per sparare tutto nel week end, cosa che favorisce i tempi di recupero. Quest'anno con la CL o correrà meno oppure avrà cali inevitabili.

    RispondiElimina
  74. non parlavo per forza di doping, ma di una condizione atletica, in particolare nelle prime settimane, significativamente superiore a quella degli altri...

    RispondiElimina
  75. comunque arrivare al 19 agosto e non aver ancora alcuna idea di come andrà a finire la storia di Cuadrado inizia a essere fastidioso.

    RispondiElimina
  76. e la seconda maglia, quella bianca con gli inserti viola al posto di quelli dorati, alla fine non è male.

    RispondiElimina
  77. Ok, potersi preparare con allenamenti in santa pace senza viaggi internazionali, è un vantaggio enorme che quest'anno non avranno.

    RispondiElimina
  78. Guerini su Marin: "La società è convinta di aver preso un giocatore di grande livello e molto utile. Non è ancora pronto ma è in via di guarigione. Dopo Roma sarà probabilmente pronto". Ma come??! Io credevo fosse indietro come preparazione, non che l'avessero preso ancora rotto...

    RispondiElimina
  79. ha saltato l'ultima di campionato a maggio per intortunio, ma sono passati 3 mesi... Boh. O è successo qualcosa durante l'estate, o si stava riferendo solo a un ritardo di preparazione.

    RispondiElimina
  80. marin ha detto che sarà pronto in due settimane, maremma maialona!

    RispondiElimina
  81. Io è dai tempi di Antonio, Roggi e Desolati che son diventato fobico nei confronti degli infortuni, ma questi fanno di tutto per alimentarla, la mia fobia!

    RispondiElimina
  82. Sì, ma Guerini ha detto che è in via di guarigione, se ne ricava che finora era infortunato...

    RispondiElimina
  83. ma prima o poi qualcuno mi spiegherà com'è potuto succedere, in 4 anni, che un giocatore come El Hamdaoui sia passato da capocannoniere dell'Eredivisie davanti a Suarez a pippone assoluto fuori rosa della viola che non riusciamo a piazzare neanche gratis in Qatar?

    RispondiElimina
  84. Cos'è la vita senza il sale dell'imprevisto.

    RispondiElimina
  85. Non credo ti saprebbe rispondere nemmeno lui. Certo che aveva dei lampi di classe incredibili.

    RispondiElimina
  86. stefano vienna19 agosto 2014 15:40

    E son fatti cosi', il motto di famiglia: i soldi non si buttano dalla finestra. A noi ci fa venire esaurimenti nervosi, ma rimane la strategia giusta. Quest'anno farei il famoso strappo alla regola, fossi in loro.

    RispondiElimina
  87. A me Mounir non dispiaceva affatto, anzi, infatti ricordo che al primo anno di Montella avrei preferito vedere lui, anziché Toni, titolare accanto a Jovetic, ma poi evidentemente si è perso, vai a sapere perché.

    RispondiElimina
  88. Ah ah ah ah finalmente Marrone...

    http://www.violanews.com/calciomercato/il-solito-tuttosport-fiorentina-su-marrone-ma-per-la-juve-e-incedibile-20140819/

    RispondiElimina
  89. Mah, "tutto sembra subordinato".... mi sembra di capire che se Cuadrado rimane si prende Fernando in prestito con diritto di riscatto e finisce lì, mentre se il colombiano viene venduto si prende Khedira (o lo stesso Fernando, ma a titolo definitivo) e un esterno più difensivo (tipo Santon o similari).

    RispondiElimina
  90. sìsì, difatti sono d'accordo con te, il "maremma maialona" era riferito a ciò!
    se usciamo vivi da roma senza cuadrado, pepito, marin e roncaglia (sempre che tutti debbano essere considerati giocatori effettivi della fiorentina) e basanta appena arrivato la strada sarà in discesa

    RispondiElimina
  91. è un vero mistero ed un vero peccato, una tecnica - ed un fiuto del gol - veramente rari.

    RispondiElimina
  92. la stavo per postare io, davvero bellissima

    RispondiElimina
  93. LORO lo vogliono! ma NOI non glielo diamo! ah ah ah

    RispondiElimina
  94. Il 4-4-2 di Varsavia non era classico perché per farlo, il classico, servono due centrocampisti di fascia. Fortunatamente abbiamo gente che capisce dove spostarsi a seconda delle varie fasi di gioco, cosa che ci rende più elastici. Ecco quindi che trovi Borja in rifinitura e cinque minuti dopo a prendere palla dai centrali difensivi, Aquilani che ci rende pericolosi in posizione esterna destra, salvo poi contrastare al centro e così via. È un sistema che permette a Vargas di giocare interno, cosa che uno schema definito come il classico 4-4-2 non premetterebbe.
    Personalmente, trovo che il 4-3-3- sia il modulo in cui abbiamo meno caratteristiche giuste tra i giocatori. Tolti i tre davanti, che magari quest'anno potrebbero anche esserci, trovo che manchino i centrocampisti e gli esterni bassi per questo modulo. Non vorrei più vedere Pek pressato e i centrali in affanno palla al piede, ne Borja sfiancarsi per coprire i buchi sull'esterno, tra attacco e difesa. 3-5-2 come modulo madre e centrocampo a quattro come variante, per me questo è il modo migliore di sfruttare questo parco giocatori.
    Due punte di ruolo come dogma primario, per non impantanarsi in un giro-palla sterile e per tenere basso il baricentro avversario.

    RispondiElimina
  95. Comunque a Roma andiamo con gli stessi giocatori che erano a disposizione per la finale di Coppa Italia, e in più Gomez (e non è poco) e i due ragazzi B&B in avanti.

    RispondiElimina
  96. Prima pensavo che fosse un po colpa di montella e di una preparazione sbagliata, tra ramadan e coppa d'africa e speravo che el ham si riprendesse. Dopo il flop in Spagna ho perso ogni speranza. Un vero peccato concordiamo tutti che il ragazzo aveva talento da vendere, mi pare.

    RispondiElimina
  97. Per me i migliori giocatori della serie A attuale - dura ammetterlo - ce li ha entrambi la juve, e sono Tevez e Vidal. Alla juve cambia moltissimo cedere o no il cileno: senza, scala sotto la Roma e sta vicinissima al Napoli per la lotta per il titolo, e non ha alcuna speranza di arrivare oltre gli ottavi in CL. Con, può vincere ancora il campionato, forse, e con un altro paio di innesti potrebbe anche arrivare abbastanza avanti in CL. L'handicap però è Allegri...

    RispondiElimina
  98. Al di la del Bed&Breakfast- Berna- Baba, che é preferibile al Bad&Fast break di Pepito Rossi, direi che ciò che postai 8 giorni fa si é avverato: gli acquisti viola non potranno essere presenti alla prima di campionato, salvo capacità di Basanta di aggregarsi mentalmente alla filosofia montelliana.
    Marin era mezza rotto (no news for us...), Basanta non arrivava causa Montezuma, Brillante non parte tra i titolari, Fernando se arriverà avrà problematiche tra transfert-forma-inserimento, etc.. Vabbe'...diciamo che la sosta della nazionale non favorirà la viola- eccetto progressione della guarigione di Swarovski-Rossi- poiché vincendo a Roma si interromperebbe flusso positivo (vedi i ritorni dopo le pause...uh un uh uh uh...), perdendo a Roma due palle per recuperare in fretta, un pareggio io non lo sottoscriverei....Ecco!
    Mio post?Tipico maldipancia isterico di un tifoso viola, sballottato nel caldo sole estivo, tra fregola e pesce Sanpietro monstre...in attesa di un mediano che sappia anche costruire e magari un fluidificante che sappia anche difendere. Chiaramente non schierabili a Roma.....aridaje!!

    RispondiElimina
  99. È davvero difficile dirlo, a mercato aperto. L'anno scorso, al netto degli infortuni, ce la saremmo giocata tranquillamente con il Napoli (ricordo che al momento dell'infortunio di Rossi, pur senza Gomez per mesi, eravamo solo 3 punti dietro a loro), e non mi pare che loro si siano sensibilmente rinforzati (vediamo se prendono questi 30 milioni della CL e li vogliono spendere). Con un Fernando in più e tenendo Cuadrado (ma, appunto, sarebbe una campagna acquisti in passivo di 26,5 milioni, cosa che non si vede da un bel po' a Firenze) ci vedo terzi sulla carta e in grado di dimostrare qualsiasi cosa sul campo. Mentre se Cuadrado parte e non arriva nessuno di rilevante, ci vedo dietro anche all'Inter, da faticare per arrivare al quarto posto.
    Questa squadra ha finalmente mentalità, completezza tattica, convinzione, un percorso di 2 anni alle spalle, se la società fa la sua parte possiamo toglierci le nostre soddisfazioni. Altrimenti galleggeremo tra il quarto e il sesto posto, che sarebbe comunque al di sopra della nostra dimensione economica (che è la settima).
    Sull'EL sono sempre stato e sempre sarò molto scettico, trovo crudele far fare trasferte agghiaccianti contro squadre ridicole per mesi, con la fatica di viaggi e partite e la pressione di doverle vincere tutte se no è una figuraccia, per poi far arrivare quelli della Champions ad ararti.

    RispondiElimina
  100. Potendo contare su presenze che l'anno scorso non abbiamo visto, e goduto, direi che per il terzo posto siamo li con Napoli (al momento non granché rinforzato) e l'Inter (al momento una delle più rinforzate) sapendo bene che un campionato con simili distacchi fra le prime quattro non si ripeterà l'anno prossimo; ci saranno più possibilità di rientrare in corsa anche per obbiettivi più alti. La juve farà meno e peggio in campionato, e appena meglio in CL (forse ad un ottavo Allegri ci arriva....), la Roma brucerà tanta cavalleria in CL, benché rinforzata non ripeterà lo scorso campionato se vuol far bene nella coppa (immagino un quarto a farla lunga). Il Milan ha presente una sola incognita, Inzaghi, se è uno di quelli bravi potrà influire nel lungo periodo (nella primavera, di cui ho visto due partite l'anno passato, ha mostrato tanto, altro discorso la prima squadra). Altre squadre non ce ne sono, siamo squadra da EL fissa, CL se non ce la tolgono con manfrine, lo scudo è ancora distante.

    RispondiElimina
  101. Una cosa assurda, sì.

    RispondiElimina
  102. Dopo questo ennesimo infortunio a Rossi, è indispensabile riprenderci Mutu, l'Unico Fenomeno. Spazio a Babacar e Bernardeschi, ma quando c'è da risolvere le partite, foss'anche per 20', dentro Adrian. Che si è confermato tirato a lucido, in questo inizio di stagione.

    RispondiElimina
  103. ...e vediamo se con questa riesco a far rientrare il Coronel, che si è perso nel sitone stando dietro al Primo, anziché al Terzo...

    RispondiElimina
  104. Mutu...o Deyna via...ieri Nastasic, oggi Mutu. A prescindere mai roba di ritorno, ma Mutu. Abiti lontano da Firenze, ma quello che faceva fuori dal campo era inenarrabile. Sembra che abbiamo spogliatoio di prim'ordine, non va inquinato, è un ex calciatore da anni. Sarà che ci ho avuto a che fare direttamente, ma è personaggio repellente.

    RispondiElimina
  105. Sta a vedere che il corviniano Campanharo a Verona sarà un nuovo caso-Romulo!

    RispondiElimina
  106. Buttate un salvagente a Jingle, ci sta chiedendo aiuto!!!

    RispondiElimina
  107. Ha rotto i coglioni a mesi a chi continuava a scrivere sul sitone, che si tiri fòri da solo, dalla melma!

    RispondiElimina
  108. E allora Jingle vaffanculo da San Frediano!!!

    RispondiElimina
  109. http://www.violanews.com/calciomercato/dg-shakhtar-conferma-trattativa-in-corso-con-la-fiorentina-per-fernando-20140819/

    RispondiElimina
  110. Forse allora il mio amico un mi pigliava pererculo...

    RispondiElimina
  111. Ah ah ah ah Deyna, ho trovato l'esca per quella merda del Colonnello!!!!! Guarda come arriva...

    http://www.violanews.com/altre-news/neto-proprio-non-ce-la-fa-ancora-out-dalla-lista-dei-convocati-del-brasile-20140819/

    RispondiElimina
  112. mah, la notizia è di 3 giorni e diceva che le cifre erano ancora lontane... Come direbbe Padre Pizarro, omonimo del Pek, stamo a parlà de tutto e de gnente.

    RispondiElimina
  113. Esterno basso? Ma non ci giurerei, vaghi ricordi di averlo visto giocare ma molto vaghi

    RispondiElimina
  114. girone va fatto al minimo per vincerlo; poi diamoci dentro davvero, perché oltre al trofeo, c'è pure l'assegnazione del posto champion's (e se l'altro finalista va in champion's di suo, basta anche arrivare secondi); per me, ad oggi, siamo da terzo posto, se tieni cuadrado e arriva fernando puoi arrivare primo come terzo. cuadrado-rossi-gomez non ce l'ha nessuno + mati-aquilani-pek-fernando-borja-brillante non è poco.
    un po' di carenza sui terzini, ma nel campionato italiano può bastare (gonzalo-savic-basanta per due posti mi sembrano ampiamente suficienti)

    RispondiElimina
  115. fenomeno, senz'altro nel campo; io francamente sono sempre stato uno di quelli che pensano che fuori possan fare quel che vogliono - anche balotelli - l'importante è che diano tutto in campo - differenza fra balotelli e mutu.
    poi che nel nostro spogliatoio forse ci stia male, è possibile - probabile - anche se "mi pare maturato" (ma se tu hai avuto rapporti diretti, sicuramente sarai più informato di me).
    ad ogni modo, non lo riprenderei perché davanti siamo in abbondanza e rossi salta solo la prima.

    RispondiElimina
  116. a me piaceva, non capisco come mai il corvo non lo riscattò per 200 mila bucce

    RispondiElimina
  117. Diego Capel è un esterno di centrocampo, un'ala.

    RispondiElimina
  118. Ah era un'esca, Deyna. In effetti il Colonnello si nasconde, come faceva in campo, chiacchiere tante, tutte lamentose con l'arbitro, qualche tocchetto qui e là poi missing in action. Quando il gioco si faceva un poco più teso, un tu lo trovavi mai.

    RispondiElimina
  119. secondo me questa è una delle trattative "scoperte" del Duo. un po' come gomez, tutti lo dicevano, nessuno ci credeva, il napoli lo voleva, noi s'è preso;
    questa trattativa secondo me è reale: sono sensazioni, non valgono niente, per carità. ma mi ricorda i casi gomez e aquilani

    RispondiElimina
  120. Esterno alto mancino. Ma dal Barcellona al Siviglia all'Almeria e in Portogallo dove lo danno via perchè hanno di meglio e costa meno non mi sembra un percorso a salire-

    RispondiElimina
  121. a sinistra, però. nel siviglia sembrava un baby prodigio, adesso meno; è comunque valido. ma comunque se vargas è nei suoi cenci, non spenderei soldi per un esterno.

    RispondiElimina
  122. La traduttrice per Marin era la stessa della presentazione di Gomez, mi sembra. Un'arrizzacazzi di prim'ordine.

    RispondiElimina
  123. Deulofeu per Cuadrado non ce lo daranno, l'hanno prestato al Siviglia. Peccato, sarebbe stato uno di quelli, insieme a Kono, che mi avrebbero fatto riassorbire subito la botta della cessione del Cuad.

    RispondiElimina
  124. il Sevilla è la viola di Spagna, come dimensioni economiche e sportive, ormai sono 5 anni che viaggia tra il terzo e il quinto posto, la differenza è che si fa valere in Europa (3 EL negli ultimi 10 anni).

    RispondiElimina
  125. Capel me lo ricordo largo a sinistra, giocava quasi esclusivamente col mancino, ingobbito sul pallone, bravo al cross ma grande tuffatore, discontinuo. Non mi entusiasma.

    RispondiElimina
  126. ha vinto anche coppe del re, credo anche qualche supercoppa; un anno è arrivato secondo ed un anno fino all'ultima giornata era in lotta per il titolo (me lo ricordo, arrivò terzo con il real di capello vincitore al 94esimo per il pareggio nel derby barca-espaniol, pazzesco; fece doppietta raul tamudo tra l'altro, giocatore che mi piaceva).
    la fottuta differenza è tutta lì, ma gli inchioderemo il culo quest'anno!

    RispondiElimina
  127. la differenza è dovuta al fatto che il campionato spagnolo, dietro alle prime due, è apertissimo... Comunque hanno una storia recente molto simile alla nostra, nel senso che anche loro sono nelle parti alte della classifica dal 2004, diciamo che si sono risparmiati il biennio inglorioso Sinisa/Rossi e che godono molto della luce riflessa del calcio spagnolo (che gli permette di avere appunto fenomeni di Real e Barça in prestito, di vendere Julio Baptista al Real per 25 milioni, ecc.). Per il resto, sono davvero una realtà molto simile alla nostra, con un bacino d'utenza teoricamente più grande (Sevilla è il doppio di Firenze) ma limitato dall'esistenza del Betis.

    RispondiElimina
  128. Mi ricordavo male, mi sembrava giocasse arretrato aol esterno. Strana voce di mercato se restasse Cuadrado stonerebbe con le parole di montella sul siamo troppi, sw partisse JC non mi pare un nome all'altezza. Mah aspettiamo...

    RispondiElimina
  129. Mi sta simpatico da sempre in Spagna il Siviglia, tra l'altro è il club dal quale arrivò a noi Daniel Bertoni...

    RispondiElimina
  130. Ora un vorrei sembrare l'uccello del malaugurio visto che avevo messo in guardia fin dal suo arrivo a Firenze, ma che Rossi salti solo la prima è utopia...

    RispondiElimina
  131. Ragazzi riunione!!!! I' Jingle l'è là tutto bello spaparanzato a fa rutti e curregge, l'è una botta di culo di pe' ridere, in un colpo solo ci si libera di Polizie Postali, Delfini e querele. Ci dispiace per i' poero Ludde ma da noi è du' giorni che manca e gli è già tornata la Goletta Verde. Siamo tornati ad essere un laghetto ossigenato!!!!

    RispondiElimina
  132. Si rivedono anche le lucciole qui - anche quelle parecchio giovani e bone - e si risente il canto degli uccelletti.

    RispondiElimina
  133. Di là puzzo di piedi, e poi la sera a letto presto!!!!

    RispondiElimina
  134. su Rossi c'è evidentemente qualcosa che non sappiamo, però la smania dei vari siti viola a dire "viene la fidanzata, vuol dire che è grave" è davvero ridicola. Ora a 'sto povero cristo non lo può neanche venire a trovare la fidanzata? Ma avrà il diritto di scopare anche Pepito Rossi!

    RispondiElimina
  135. Nono e un lo fa scalmanà, un s'abbia a fa male!

    RispondiElimina
  136. E nessuno lava i piatti, il pattume si accumula in cucina, la puzza comincia a essere insopportabile!

    RispondiElimina
  137. dai che pare leggerina, la Jenny, mica è un contrasto con Benatia...

    RispondiElimina
  138. Voi cercate l'anatema come me le giovanotte disinibite. Che poi quando vi insulta in fransé non capisco e non posso ridere,sù!

    RispondiElimina
  139. E comunque il post del falso Jingle m'ha fatto spancià.

    RispondiElimina
  140. tutti in piedi per chi ci renderà giustizia: https://www.youtube.com/watch?v=UDJ4wHDGi0k

    RispondiElimina
  141. Euskadi ta Batasuna.
    COLONNELLO BLIMP se entro mezzanotte, massimo le 01.00 non dai segnali sei un frocio con tendenze omo-interracial.

    RispondiElimina
  142. Oddio, meriterebbero di perdere solo per quella cagata spaccastomaco del Kalimotxo, però il Napoli per me è ai livelli di intollerabilità delle strisciate.

    RispondiElimina
  143. Utenti del sitollock in giro...

    RispondiElimina
  144. Sulla traduttrice vedremo se merita menzione o minzione...

    RispondiElimina
  145. Sì, sì, va bene, eh, ma solo con lui sotto, altrimenti si stanca troppo

    RispondiElimina
  146. Se non valiamo il Napoli, smetto di tifare.

    RispondiElimina
  147. Laporte è veramente un gran bel centrale.

    RispondiElimina
  148. Un abisso tattico tra 'ste due squadre.

    RispondiElimina
  149. Muniain, altro che Capel.

    RispondiElimina
  150. Calato il pressing, il Napoli riesce a mettere il naso in area avversaria.

    RispondiElimina
  151. Il Bilbao, che stasera non ho potuto seguire, ha alcuni giocatori che sarebbero veramente interessanti, in chiave viola. Laporte è un centrale giovane strepitoso, forgiato dal Loco Bielsa. Iturraspe è un elemento importante davanti alla difesa, Benat Etxebarria un ottimo regista, anche se mi dicono quest'anno non abbia reso ai suoi massimi. Muniain infine era una grande promessa del calcio mondiale, agli esordi, poi la sua crescita non è stata folgorante come sembrava potesse essere. Però è molto forte, anche se non segna ancora molto. Come caratteristiche però è troppo simile a Marin, sarebbe un doppione.

    RispondiElimina
  152. Alla fine il Napoli si salva e sfiora la vittoria grazie ad un crollo verticale di un Bilbao tatticamente eccellente finché ha retto il fiato. Mertens è tra i migliori dieci giocatori del campionato e praticamente la fonte di tutte le idee offensive del Napoli. Higuain, per me, un mezzo grande giocatore, capace di inventarsi un gol fatto di tecnica e di caparbietà ma senza la cattiveria da sfondareti indispensabile per sedere nell'Olimpo dei grandi bomber. Il Bilbao ha presentato una squadra tecnicamente di basso profilo ma con due diamanti come Muniain, il quale è anche troppo generoso per le doti che ha, e Laporte, freddo e tecnicamente solido come difensore centrale. D'altronde il segreto di questo piccolo, grande miracolo sportivo è più che altro lo spirito e l'orgoglio ancestrali che sono insiti in questa gente indomita da secoli.
    Il Napoli ha carenze strutturali vecchie che , a quanto pare, sono destinate a rimanere tali.

    RispondiElimina
  153. http://www.fiorentina.it/it/news/articolo.37.15933/pedulla-fiorentina-pronta-al-blitz-per-stambouli.html

    RispondiElimina
  154. Allora prenderemo un altro.

    RispondiElimina
  155. Questa sera cenetta vip e mirto con Conti junior, El cap del Cagliari...vediamo se esce la foto...commento sul Napoli "'ndo va co' quer salame de allenatore? Con Higuain, Callejon, Insigne e Pandev riesce pure a soffri' cor Sassuolo..." Ah ah ah ah ah ah ..un Conti renudista!

    RispondiElimina
  156. Mi sarebbe piaciuto a Firenze qualche anno fa, grande sottovalutato tra i centrocampisti italiani.

    RispondiElimina
  157. Cazzo, invecchiando s'è fatto uguale a papà.

    RispondiElimina
  158. http://www.violanews.com/calciomercato/fernando-esce-allo-scoperto-si-ce-la-possibilita-che-vada-alla-fiorentina-20140820/

    Ma ulteriori dettagli arrivano dall’allenatore dello Shakhtar Donetsk, Mircea Lucescu: “Sì, la Fiorentina è fortemente interessata a Fernando e la trattativa è concreta ma i viola hanno il braccino. C’è anche il Milan, una soluzione gradita al calciatore”



    Anche in Ucraina sanno dei braccini e della pontellizzazione! Meno male che al milan rispetto a noi son focomelici!

    RispondiElimina
  159. DEYNA, Conti jr. mangia l'insalata in testa a Montolivo; io adoro la sua serietà, la sua professionalità. Si, l'avrei visto anche io a Firenze: ordinato, geometrico, bel tiro. Ho raccontato del papà (questo fu un report del mi' babbo) che a 16 anni era già convocato per la nazionale di baseball, giocava a Nettuno, ma Brunetto rifiutó per virare sul calcio; tutti han sempre detto che sarebbe stato un fenomeno più forte a Baseball! E la moglie di Conti jr. (Una zora platinata da incubo!) a commentato "Amo' ve conosce bene...".
    (N.B.: la zora, a Roma, é la moglie del burino, o nella variante del "boro").

    RispondiElimina
  160. Ho un presentimento: Fernando ha un costo abbordabile, noi stiamo temporeggiando...lo sfilano da sotto il nostro naso?

    RispondiElimina
  161. Cosa ci lascia questa giornata? Una traduttrice che sembra padroneggiare bene la lingua (eh eh eh eh eh) ma va vista e sentita meglio all'orale.
    Sarebbe da provare nel l'uno contro uno, marcando la a...donna.

    RispondiElimina
  162. lucescu infatti parla di milan, maremma galliana

    RispondiElimina
  163. già, si diceva infatti

    RispondiElimina