.

.

domenica 10 agosto 2014

Cuadrado non serve



Se va via Cuadrado e viene Khedira potrebbe essere ininfluente ai fini del risultato, del gioco, e anche della nostra passione, perché esistono partite inesistenti dove non occorre la qualità dei protagonisti, partite capaci però di generare un imponente flusso di scommesse online. Il calcio giocato potrebbe diventare l’ultimo elemento in ordine di importanza nel Far West del pallone globale. I fatti ci dimostrano che il calcio  può fare a meno di se stesso, più crudemente ancora, il calcio può fare a meno della partita di calcio. Lunedì 4 agosto viene segnalato uno strano flusso di scommesse sulla partita amichevole tra il Freamunde, club della Segunda Liga portoghese, e il Ponferradina, club che milita in Liga Adelante. Una valanga di puntate sul punteggio finale di 1-2, e soprattutto sul parziale di 0-2 all’intervallo. Esattamente quelli che vengono ufficializzati come esiti della gara a fine primo tempo e a fine gara. Peccato però che l’amichevole tra Freamunde e Ponferradina non è stata mai giocata. È stata solo un evento virtuale, perché nella realtà non era nemmeno chiaro in quale impianto dovesse disputarsi. Negli annunci online si parla genericamente di “campo neutro”. Talmente neutro da non esistere. Se uno si prende la briga di cercare notizie della gara sul web, ne troverà in abbondanza, alcune pagine sono state rimosse, mentre altre continuano a riportare il “risultato finale” con tanto di parziale all’intervallo. Quanto alle società coinvolte, arrivano le smentite. I dirigenti del Ponferradina mandano a dire di non saperne nulla, e che la loro squadra non si è mai messa in viaggio per andare a disputare questa amichevole in Portogallo, gli altri comunicano che quel giorno i giocatori erano di riposo. Per conoscere la posizione ufficiale del club sulla vicenda rimane la pagina Facebook, nella quale un post datato 6 agosto ospita un comunicato ufficiale dove il club smentisce la disputa della partita e minaccia azioni legali per diffamazione. Tutto come da copione. Comunque sia, in Spagna si attiva la LFP. Che attraverso il suo Departamento di Integridad guidato da Manuel Quintanar si muove dopo una denuncia di Federbet. Il Departamento de Integridad scopre pure che stavano per essere architettate altre due false amichevoli fra le squadre spagnole del Lugo e del Sabadell. Sventate, almeno queste. Dunque, la vicenda svela che nel mondo del calcio marcio siamo oltre il match fixing. Perché adesso possono essere truccate non già le partite, ma addirittura le scommesse convogliandole su eventi inesistenti. E chissà quanti casi come questi succedono in giro per il mondo. Dopo la pontellizzazione, gli antidellavalliani hanno trovato un nuovo sbocco ai propri sospetti: “Della Valle vende Cuadrado perché i giocatori ormai non servono più”.  Senza più calcio giocato io me ne torno tra le lenzuola. Si, potete scommetterci.

Fonte: Pippo Russo

75 commenti:

  1. Quale onore commentare per primo!Quindi,attirando ire ed offese vi enuncio il mio pensiero:SE Marin é integro,nel cambio con Cuadrado ci guadagnamo alla grande.Soprattutto ci guadagneranno Dino e Pepito(soprattutto il primo).Ma sino a che non sarà ufficiale non mi voglio illudere...Dismission?Pontellizzazione?ahahah.Se si prende anche un terzino ed un centrocampista cazzuto il TERZO (in onore al Colonnello)non sarebbe più utopia!

    RispondiElimina
  2. Molto bravo, come al solito, Pollock. E molto bravo anche Pippo Russo, che ha un sito interessante. Con un unico difetto: ci scrive su troppo poco. Capisco però che non è facile, scrivere pezzi di spessore ogni piè sospinto.
    Così Marin è viola, almeno pare. Io sono perplesso, non tanto per le capacità tecniche del giocatore, quanto, semmai, per quelle fisiche. Definizione perfetta, quella del lanciatore di coriandoli. Tra l'altro ha giocato pochetto anche nel Siviglia (una trentina di partite, tutto compreso,18 in campionato), con infortunio, abbastanza serio, di corredo. E giocava a singhiozzo anche prima di farsi male.
    Altra perplessità, sul ruolo. Non l'ho mai capito, con precisione: trequartista o seconda punta? Per me più il primo. Fa troppi pochi gol, per essere punta. Basta che Vincenzo non provi a metterlo interno.
    Le statistiche 2014, purtroppo, non sono incoraggianti (2 gol, 7 assist) con preliminari e gironi Uefa a far la parte del leone (2 gol, 2 assist).
    Tecnicamente però mi piace molto: un (altro) gran sinistro, mentre con il destro se la cava alla meglio (non ci cammina e basta, almeno), di testa, lasciam perdere.
    Certo, se si pensa a quello che sembrava diventasse ai tempi del Werder, viene da pensare al nostro Mati. Ho impressione che fisico da lanciatore e carattere da venditore (di coriandoli), siano i suoi più gravi limiti.
    Potrebbe servire per dar fiato a Vargas e per far da pungolo ad Ilicic, nella speranza che si svegli, una buona volta.
    Ho controllato anche la lista dei convocati teutonici ai mondiali: tranquilli, non è lui, il campione del mondo.

    RispondiElimina
  3. Condivido i dubbi di Ljuka su Marin, ed in particolare il nodo tattico che si aprirebbe. Probabilmente per caratteristiche sarebbe buono per giocare esterno in 4-3-3 o come cambio di Pepito. Rimane a mio parere la chiave del centrocampista muscoli e gamba. Penso che se Cuadrado va, e oramai penso che vada, il sostituto debba essere ancora svelato ed è, come per Marin, un colpo sottotraccia, il tipico "a fari spenti" del duo. D'altronde ci sono preliminari di Champion's ed EL da giocare e qualche nome last minute e di prestigio penso che possa comunque esser reperto...

    RispondiElimina
  4. Le perplessità vostre sono assolutamente condivisibili.Ripeto però che SE Marin é integro fisicamente (pur se mingherlino) sarebbe un colpo enorme.Ai tempi del Brema saltava sistematicamente i difensori;ma la sua più grande qualità é quella di fare la cosa giusta,la scelta ottimale per i compagni.Se invece non fosse integro i vostri dubbi diverrebbero certezze(purtroppo).

    RispondiElimina
  5. P.S.:mi pare che Marin sia destro in ogni caso ...

    RispondiElimina
  6. LJUKA, il fisico da scartato re di caramelle pone dubbi anche a me; dubbi non tecnici ma fisici (alla fine della fiera: una quarantina di partite negli ultimi due anni, non tutte da titolare, quindi neanche 20 partite a stagione).
    Io lo ricordo devastante, così come il Chelsea brucia-talenti ha devastato lui.
    Uno come lui, non da squadra di altissimo livello, sarebbe l'ideale per noi. Integro.
    ORCIO, che saluto con piacere, stai tranquillo, non occorreva ne Berna ne Marin per svalutare Ilicic. Lo sloveno si svaluta da solo...lo sloveno é il Dinaro che resiste all'entrata dell'euro.
    Chiedo a DEYNA, se non é al mare, se sia il caso di puntare 8 cocuzze per Peruzzi, o per lo meno, se un giocatore che negli ultimi due anni ha giocato ai livelli di Marin, possa essere valutato 8 milioni. Credo che dovrebbero pagare la viola per prenderlo!

    (N.B.: il cimitero degli elefanti sistema un'altra lapide, Diego Lopez- dopo Marquez, Keita, Lugano, Cole....etc etc...).

    RispondiElimina
  7. Poi una nota sul modulo. Per i pochi dati a disposizione (2 giornate e mezzo che fanno poco testo ad inizio campionato scorso) con Rossi e Gomez assieme, la partita dove abbiamo giocato alla grande fu il 5-2 al Genoa a Marassi. In quella occasione giocò Borja da trequartista con difesa a 4 e centrocampo con "mastino" (Ambrosini). Nelle altre due partite, Cuadrado in campo e Marione a fatica fino all'infortunio. Cedendo Cuadrado fondamentale trovare un Ambrosini più fresco e con miglior piede oltre che un terzino di spinta e difesa. A quel punto trequartisti siamo pieni, ma altro problema sarebbe la collocazione di Borja che da interno senza galleggiare tra le linee avversarie fatica maggiormente. Deleterio sarebbe arricchirsi di fantasisti/seconde punte e vedere Borja giocare da 10...

    RispondiElimina
  8. Grazie per il saluto, Sopra. Scrivo poco o niente ma vi leggo con più assiduità. Mantieni la tua splendida verve e battitene il belino di chi ti dice male, "non ti curar di lor, ma guarda e passa"!!! Ciao!!!

    RispondiElimina
  9. Sopra, dipende, tutto è relativo. Vedo i prezzi che fanno per i terzinacci italiani, e allora 8 milioni per Peruzzi sono anche pochi. Però io, come principio generale, non pagherei mai un terzino più di 6-7 milioni massimo, a meno che non si tratti di Francisco Marinho Chagas, Maldini, il Krol giovane, o giù di lì. Peruzzi da quando lo seguo ha sempre giocato ad alti livelli, con una maturità incredibile per l'età, ha solo avuto il problema al ginocchio che lo ha fatto fuori a lungo. Non ho seguito il suo recupero a Catania, infatti chiedevo lumi a voi, ma a quanto ho letto è progressivamente tornato su buoni livelli, del resto l'infortunio non era gravissimo, niente a che vedere con Pepito, insomma. Prenderlo o no? Non so, ma se dovessero spendere altrettanto per una ciofeca nostrana, allora sì, senza dubbio alcuno.

    RispondiElimina
  10. Ultimi post quasi esistenzialisti del Pollock, tesi forse a inquadrare in una più generale decadenza del mondo pallonare questo spleen agostano da mercato viola...
    La gran bonaccia della Antille è rotta, per ora, solo dal nome di Marin. L'idea che me ne sono fatto, dai vostri racconti e da un po' di video, me lo fa associare molto a Ljajic, anche se un po' più dinamico (leggi meno inchiattito) e un po' meno solido (leggi più bua). Salta l'uomo, fa assist, ha un buon destro: mi sembra il sostituto di Adem nostro che Montella ha cercato per un po'. E proprio come Adem, forse può trovare in Vincenzino il profeta che gli dà un po' di continuità e gli trova finalmente un ruolo più o meno stabile. E proprio come Adem, forse questo ruolo, nel mondo ideale, sarebbe quello di esterno sinistro del 4-3-3, con Rossi a fianco e Borja diestro, a seminare il panico nelle aree avversarie, magari con Berna a fare l'esterno destro. Mi sembra un'opzione che Montella potrebbe tenere aperta, soprattutto nel caso uno tra Dino e Pepito dovesse saltare qualche partita.
    Su un suo eventuale impiego da trequartista sono meno scettico che rispetto a Ilicic, nel senso che mentre Josipone il Gigante Pasticcione per me ha senso solo come trequartista/seconda punta arretrata dietro a Dino, mentre nel fraseggio con Rossi è mooooolto più utile Valero, Marin potrebbe essere in grado di fare entrambe le cose, sia scambiarsi colpi nello stretto con Rossi, sia inventarsi il lancetto che inneschi Dino. Quindi per me che 4-3-1-2 sia, a patto che, chiaramente, sia tale solo sulla carta e Borja sia libero di salire a dettare le sue geometrie fino al limite dell'area, formando di fatto un 4-2-2-2 che non si vede dal Brasile ai mondiali 2006, credo. Concordo che il 4-3-1-2 visto a Genova lo scorso anno con Borja trequartista fosse un gioia per gli occhi, per me quella è sempre rimasta la soluzione preferita, ma è evidente che Montelal vuole poter approfittare delle doti di todocampista di Borja, facendogli percorrere le solite quantità infinite di chilometri, invece che lasciarlo a regnare incontrastato sulla trequarti.
    In ogni caso Marin mi sembra, soprattutto se arrivasse in prestito con diritto di riscatto, un lusso che possiamo permetterci, che riporta un po' di qualità sul alto anteriore della maquina, che ci dà opzioni offensive in più, che dà a Montella un altro giocatore capace di seminare il panico sulla trequarti di fronte alle difese schierate e di saltare l'uomo.
    Mi sembra coerente con questo mercato: cercare sostituti di poco prezzo ma probabile qualità a giocatori da mettere da parte, al meno per il momento. Basanta al posto di Compper, Marin al posto di Wolski, magari Kurtic al posto di Bakic... Si cerca il giocatore pronto, per quanto rischioso, si aumenta sistematicamente la qualità delle nostre riserve. Mi sembra una strategia da squadra, grande, vincente, e mi manca un altro aggettivo per poter arrivare a TRE.

    RispondiElimina
  11. su Peruzzi e Kone dico solo una cosa: a me il secondo è sempre parso abbastanza buono e il primo non lo conosco ma mi fido di DEYNA. Però come possono Bologna e Catania continuare a offrire buoni prospetti a tante squadre ambiziose come la nostra, ed essere state contemporaneamente quelle squadracce orripilanti che abbiamo visto in campo l'anno scorso?

    RispondiElimina
  12. Ogni tanto, quando vai per alici, capita nelle reti un'Ombrina, un Sanpietro, una Sogliola...Alle retrocesse succede di pescare quello che da solo fa "pranzo". A parte gli scherzi, sappiamo benissimo che dipende da tanti fattori, i calciatori inespressi hanno problematiche legate alla mente, alla psicologia, al l'approccio alla nuova avventura. L'esempio é proprio Marko Marin, uno che che tre anni fa bruciava l'era, poi ultimi due anni scomparso...
    Il Bologna ha rigenerato anche Lazaros, uno scarto al quale é bastato dire (mortacci loro! Bologna- Fiorentina due anni fa) "Lazaros, alzati e vai..!" e lui ha fatto il miracolo...con conseguente sgranatio rosarii dei santi dei tifosi viola!
    ORCIO!! Orco can!! Dai, ogni tanto dacci contributi...qui il confronto si sta affinando, grazie all'apporto di tutti. Da rada per barche in tempesta, questa ansa di Pollock sta diventando quasi uno yacht-club per le idee...

    RispondiElimina
  13. comunque Kone a me piace, anche se obiettivamente non sono mai riuscito a capirne il ruolo, a Bologna di fatto tappava i (tantissimi) buchi di quella squadra in tutte le zone del campo...

    RispondiElimina
  14. Post seminale del Dubbio su sitone, una sbobba in cui riesce a denigrare perfino il nostro vanto, Macìa, naturalmente in chiave anticorviniana e pontellizzatrice: Macìa è un problema!

    il calcio questo sconosciuto 10/08 11.50

    Ora va di moda attaccare Pradè però il problema non è lui ma semmai Macia, lo spagnolo che cerca i giocatori sul database: solo che i giocatori vanno visti dal vivo non su un database. La catena è questa: Macia spinge il bottone, Cognigni sceglie quello che costa meno e incarica Pradè delle trattative. Rossi veniva da due gravi infortuni, Gonzalo stava per tornare in Argentina, Valero non voleva giocare in Liga B e doveva essere ceduto per forza insieme a Cazorla: e l'Arsenal chi ha preso dei due? Gomez immagino sia stato uno sfizio di ADV. Ora ci risiamo: mentre in città si favoleggia di Khedira e Schweinsteiger Macia spinge il bottone e viene fuori Marin. Caratteristiche per la ricerca: 1) pagato tanto anni fa, 2) non ambientatosi (si dice così per non dire fallimento) nella società che l'ha comprato, 3) prestato e ancora non ambientato, 4) necessità di cessione da parte della squadra che ha preso il non ambientato, 5) basso costo, 6) possibilità di farlo passare per giocatore SOLO da recuperare. Sono anni che Macia va avanti così. P.S. Indovinate chi l'ha portato Macia?

    RispondiElimina
  15. C'è chi dice pure che Marin sia già a firenze;
    la questione è questa: può giocare esterno nel tridente, seconda punta (meno) oppure nel suo ruolo: è un trequartista, di quelli classici: assist, assist, assist. Non lo vedo esterno nel 3-5-2, sebbene l'intelligenza calcistica credo gli consenta di fare, più o meno bene, tutti i ruoli dal centrocampo in su. Col suo arrivo, il 4-3-1-2 mi pare inevitabile:
    - prenderei per le fasce in difesa santon, che può farle entrambe: io credo che a 8 milioni si possa chiudere, ed a quella cifra ci sto; oltre a lui, per l'altra fascia o per farlo rifiatare, mi fido di Deyna su Peruzzi, che confesso di non conoscere molto: ma il catania è in serie B e credo potremmo scontare il prezzo del cartellino con quelche prestito oppure prenderlo in prestito noi garantendogli il riscatto nel 2015. per quanto dicano i giornali, con 5 milioni lo prendi. In difesa, cedere roncaglia (4) e alonso (4). valutare savic: se arrivasse un'offerta da 12-13 mln lo farei partire reinvestendo la cifra intera su un centrale di difesa.

    Neto - peruzzi (tomovic, brillante), gonzalo (hegazy) savic (basanta) santon (vargas, pasqual)

    passivo di 5-6 mln di euro

    - a centrocampo fra i nomi letti l'idea migliore mi pare fernando (13 mln), sebbene creda comunque che madè ci stiano nascondendo qualcosa. arriverà, inoltre,anche un altro pezzo: guarderei a banega, sul quale a valencia non puntano più molto (7 mln). marin è praticamente nostro, sembra in prestito con diritto di riscatto a 5, a quanto pare: se così fosse, operazione intelligente. occuperebbe il vertice alto del rombo, alternandosi con ilicic vista la necessità di graduale recupero dopo gli infortuni e le tante partite in stagione (ma quanto era integro marin faceva 50 partite l'anno, da titolare)

    fernando (aquilani) - banega (pizarro, brillante) - borja (mati) - marin (ilicic)

    in tutto questo, octavio non s'è capito. qualche rischio si corre, ci sono giocatori come banega e marin che sono scommesse, ma comunque le riserve sono di prim'ordine e mi lasciano tranquillo. ad ogni modo, passivo di 20 cocuzze (marin lo considero in prestito ed a bilancio nel 2015)

    davanti siamo a posto:

    gomez (babà) - rossi (marin, berna, ilicic).

    risulta un passivo di 25-26 mln, aumentabile a 30-32 nel caso qualche cessione non ti riesca completamente e gli acquisti richiedano qualcosina di più.
    qualche spicciolo lo recuperi con gli esuberi.
    con questa squadra lotteresti con tutti per tutto (ricordiamoci che ci vince l'EL l'anno prossimo fa la champion's!)

    RispondiElimina
  16. che poi è vero che Macia va in cerca delle scommesse a basso costo, cioè di giocatori di gran qualità ma che per qualche motivo (problemi societari, retrocessione, discontinuità, infortuni) costano meno del loro valore di mercato. Ma da quando questo è un difetto? Un ds fa il mercato coi soldi che ha in mano, a comprare Iturbe al prezzo fissato dal Verona sono capaci tutti, a prendere Gonzalo, Valero, Rossi e Mati con meno soldi di quelli di Iturbe, invece, no.

    RispondiElimina
  17. Concordo con tante cose, ma non credo che compreremo entrambi i terzini. La mia impressione è che per Alonso l'offerta migliore possibile fosse quella del Sunderland, e quindi (a meno che non sia, anche quella, "congelata") mi sa che compriamo solo a destra.

    RispondiElimina
  18. penso anch'io che non ne prendano due purtroppo, perché se passi alla difesa a 4 ti servono specialisti del ruolo: santon può coprire entrambe le fasce, e perciò mi limito solo a 2 terzini. a sx gradirei non rivedere pasqual, e francamente tenere lui, alonso e vargas mi sembrerebbe troppo. potrebbero sacrificare il peruviano (pasqual è intoccabile, dio mio), ma sarebbe uno scenario peggiore di quello che ho profilato. ad ogni modo, ripeto, spero in 2 terzini, ma temo ne arriverà solo uno e ci sopporteremo pasqual, perdendo tanti punti.

    ps.: ho letto il nome di konè: non male, molto dinamico, nel caso finissimo i soldi potremmo anche puntarci come colpo low-cost.

    RispondiElimina
  19. Per la precisione: nel 2012 Cazorla giocava nel Malaga, non nel Villareal (con cui ha giocato fino all'anno precedente) e l'Arsenal l'ha acquistato dal Malaga, non dal Villareal. Magari faglielo presente.

    RispondiElimina
  20. L'operaIone Octavio non l'ho capita neanche io, probabilmente va inquadrata in un inserimento nel mercato brasiliano e in un accirdo con qualche agenzia di procuratori di giovani brasiliani.

    RispondiElimina
  21. Qualche anno fa Marin veniva considerato una delle più grandi promesse del calcio tedesco, poi si è perso, penso per motivi fisici.
    Come trequartista è l'opposto di Ilicic, in quanto è un piccoletto rapido, emtre lo sloveno è lento, ma più forte fisicamente. Anch'io, come voi, fatico a comprendere l'utilità dell'acquisto, seppure in prestito, di un altro trequartista, anche perché mi sembra un'operazione svincolata dalla cessione di Cuadrado, a meno che non abbiano già un acquirente per Ilicic in caso di permanenza del colombiano.
    Il prestito con diritto di riscatto di una ex grande promessa caduta in disgrazia per motivi fisici mi riordano le operazioni con Sissoko e Andow (in un ruolo diverso, chiaro), spero che l'esito sia differente.

    RispondiElimina
  22. Anche oggi bellissimo il pezzo di (o riportato da) Pollock

    RispondiElimina
  23. ANTO, sei il nostro io con coscienza del "sè".
    POLLOCK, sei nella fase Kafkiana della stagione, manca solamente che tu possa parafrasare "Lettera al padre" e saremmo a posto.
    "La metamorfosi" alcuni utenti l'hanno completata, diventando quelli che da solo muoiono in discarica....ah ah ah ah ah ah ah ah ah..
    Ci sarebbe anche "Il processo", quello che altri utenti sostengono contro i Della Valle....incredibile! Tutto Kafkiano! L'esistenza.....

    RispondiElimina
  24. Stefano Vienna10 agosto 2014 13:36

    Kone lo indicavo mesi fa come tipo di giocatore che mancava in rosa. Marin e Bernardeschi a combattersi il posto di Cuadrado. A me andrebbe anche bene, bisogna capire se Montella sia d'accordo oppure preferiva un giocatore piu'affidabile, tipo un Florenzi. Lo dico perche' si rischia poi di vedere Joaquin titolare e i due giovani in panchina.

    RispondiElimina
  25. Ma....Non siamo andati in Costa del Sol a portargli proprio Joaquin???

    RispondiElimina
  26. Diciamo che la ricetta è di Russo, io l'ho solo rivisitata.

    RispondiElimina
  27. SOPRA, che io sappia Joaquin interessa nel profondo entroterra di Los Bermejales (bello stadio, tra l'altro, anche se il mio cuore è in centro, al Ramon Sanchez Pizjuan), non sulla costa. Ma sembra non vogliano cacciare i soldi...

    RispondiElimina
  28. Vero, è destro. Me lo ricordavo sinistro, forse perché ha giocato soprattutto a sinistra. Ma ormai, per me, destra e sinistra pari sono.

    RispondiElimina
  29. E' destro. Ho sbagliato io, vedi anche sotto. Come dice Orcio, Montella sarà più contento.

    RispondiElimina
  30. è più concreto di adem, "più tedesco". ma la classe del serbo non ce l'ha

    RispondiElimina
  31. Quindi, se non Kono, Kone. Non so se Foco sarà contento ugualmente.

    RispondiElimina
  32. stasera si può vedere la partita su qualche canale?

    RispondiElimina
  33. credo facciano lo streaming su ViolaChannel

    RispondiElimina
  34. Mother in law's wi-fi already uptodate

    RispondiElimina
  35. No, manco per niente. Altra categoria, altre prospettive.

    RispondiElimina
  36. Se Marin torna fisicamente ai tempi di Brema, Bernardeschi non vede campo. Penso però che il massese sarà impostato come sostituto di Rossi - quindi con minutaggio ampio, se non sono pazzi e vogliono perdere definitivamente Rossi per il calcio giocato - seppure con caratteristiche completamente diverse, più alle spalle che a fianco di Gomez [ma anche Rossi dovrà fare parecchio il suggeritore]. Vedo poco spazio per Ilicic, a questo punto.

    RispondiElimina
  37. Kone a me non dispiace per nulla, come integrazione alla rosa sia chiaro, non come titolare. Sa fare discretamente un po' tutto, in mezzo al campo, e sa inserirsi al tiro.

    RispondiElimina
  38. Se davvero gli scambi tra entrate e uscite sono, come sembra per ora, Basanta per Commper, Marin per Wolski, Tata per Rosati, e Kone per Bakic, il trend mi sembra chiaro. Certo, poi c'è Cuadrado per Berna, a compensare tutto, ovviamente. Ma se avessimo anche Santon per Piccini e Fernando per Ambrosini, avremmo comunque una viola all'altezza di quella dell'anno scorso, con potenzialità di fare meglio. Se poi al posto di Fernando c'è il Mascherano o lo Schweinsteiger di turno, allora...

    RispondiElimina
  39. Di Marzio dice confermato Marin, prestito gratuito, diritto di riscatto a 5 milioni, parte dell'ingaggio pagata dal Chelsea. Messa così mi sembra un affarone.

    RispondiElimina
  40. tipica operazione alla madé: macia scova la preda appetibile; pradè, coi suoi buoni rapporti - specie con la squadre inglesi - piazza l'affare.
    quest'operazione è perfetta, perché tutti i dubbi che ho sollevato ieri sono spazzati via dal rischio zero. ci possiamo soltanto guadagnare, e credo ci guadagneremo.

    RispondiElimina
  41. sembra che pradè sia su peruzzi con decisione

    RispondiElimina
  42. PENDELLUFT, sul sitone sono già appostati, con mirino pronto, per fare le loro valutazioni sugli acquisti viola...

    RispondiElimina
  43. Bella maglia l'Arsenal, non posso fare a meno di immaginarmela coi nostri colori: viola e bianco ( sto cazzo d'oro sporco è un cazzotto su un occhio).

    RispondiElimina
  44. Più che altro, c'è di meglio in giro?

    RispondiElimina
  45. Peruzzi tolto dal mercato. Il Catania ha capito che abbiamo necessità e vuole alzare il prezzo? A 8 milioni preferisco tenere Tomovic e Ronca-G-lia.
    Notavo, scherziamo un po', che Marin corrisponde al profili che cerca da tre anni la viola:
    1) un po' di infortuni (neanche gravi)
    2) carriera da rilanciare
    3) poca spesa
    4) noma mai uscito prima degli ultimi due giorni
    5) preso nell'ultimo periodo

    Anyway, io lo ricordo ala destra sforna assist, ala sinistra destabilizzante, raramente seconda punta che svariava. Concordo con gli altri simpatici utenti, che saluto con stima e simpatia, che se lo resettiamo a quello che era due anni fa sará un'ala destra perfetta e più disciplinata di Cuadrado, in alternativa un esterno sinistro maturo, estrema ratio un fantasista multiuso.
    La cosa certa é che Marko Marin non fa le due fasi. No.

    RispondiElimina
  46. Già, è vero. Ma l'arrivo di Marin esclude, definitivamente, l'arrivo del Kono buono. E, tra l'altro, instrada Wolski verso altri lidi. Si intravedono diversi chilometri sulla FI-PI-LI, quest'anno, per il polacchino.

    RispondiElimina
  47. Di Santon, che dite? Al di là delle malelingue che legano le sue lunghe assenze all'Inter più ad infortuni alle narici che ad altre parti del corpo, qualcuno l'ha seguito in Premier? In Italia mi sembrava promettere bene, poi non se n'è più saputo nulla...

    RispondiElimina
  48. Niente, dico. Altrimenti mi spernacchiate. Dipendesse da me, lo andrei a prendere di corsa, visti gli interpreti bassi, in Viola. Anche qui, dipende dal dinamico duo (più Pradè, direi, che è sempre stato un grande estimatore del prestito, secco o grasso che sia). Ce lo danno a tempo determinato? Allora sì, certamente. Vogliono soldi? Anche no, grazie.

    RispondiElimina
  49. sì, ma sparano quasi sempre a "salve!"

    RispondiElimina
  50. io vorrei santon; e se ne prendissimo 2, allora anche peruzzi

    RispondiElimina
  51. però marin non credo possa ricoprire l'esterno dx nel 3-5-2

    RispondiElimina
  52. a meno che tu non prenda un medianaccio cazzuto ed una mezzala frangiflutti. ma non saprei

    RispondiElimina
  53. d'accordo; è sempre stata la mia prima scelta nel ruolo di terzino, va bene anche nel 3.5.2, può giocare sia a dx che a sx, è giovane (23 anni!)

    RispondiElimina
  54. A quel che mi dicono amici/che milanèsi, il problema di Santon a un certo punto è stato proprio quello. A me fece una grandissima impressione agli esordi, compresa una fantastica prestazione in CL contro C. Ronaldo. Poi sparì tra vizi e infortuni, per proseguire la china discendente a Cesena e poi in Premier. Però mi dicono che dall'anno scorso si sia ripreso, in tutti i sensi, e le prestazioni che gli ho visto fare da agosto 2013 a novembre confermerebbero questa ipotesi. Ha perso molto tempo, ma a 23 anni nulla gli è ancora precluso. Al giusto prezzo sarebbe un bell'acquisto se non ricade nel vizio, è anni luce davanti ai terzinacci italiani più o meno giovani, De Sciglio compreso.

    RispondiElimina
  55. Un terzino che mi piace molto è il giovane colombiano Arias del PSV, bravo in entrambe le fasi. A sinistra potrebbe valere una scommessa il classe '92 danese Boilesen, che può giocare anche da centrale. Ex grande promessa da giovanissimo, per me con Montella potrebbe crescere molto. Ortiz è un treno su quella fascia, ma è più da esterno in un 3-5-2, così come Orban [e Mario Fernandes a destra, stesso discorso] lo vedo più nei tre dietro, o in una difesa a quattro piuttosto bloccata. Non che non attacchi, ma nasce da centrale, e certe caratteristiche rimangono.

    RispondiElimina
  56. Nel frattempo io sono scatenato sul calciomercato estivo del Sitollock, Corto Viola presto verrà avvistato al Fanfani per le visite mediche!

    RispondiElimina
  57. Calcio d'estate...me cojons! Du' pere in 20 minuti...

    RispondiElimina
  58. teppareva, per una volta che non la posso vedere... Pepito?

    RispondiElimina
  59. Credo che Madé l'abbia cercato in prestito, però un titolare con quella formula non te lo dà nessuno. Le cifre che girano (10 milioni) non le ho mai viste spendere dalla viola per un terzino, e non credo che sarà questa la prima volta.

    RispondiElimina
  60. Chi l'ha vista la racconti, please.

    RispondiElimina
  61. io mi sono connesso in tempo per vedere Savic rischiare l'infortunio nel tentativo (vano) di alzare la coppa...

    RispondiElimina
  62. La Maquina è tornata a sfoggiare il suo insistito palleggio, marchio di fabbrica che anche in Spagna fa la sua porca figura. Borja e Pizarro menano le danze con sofisticati virtuosismi in possesso palla, unica Pek-ka un pallone perso alla sua irredimibile maniera, che lancia un pericoloso contropiede del Malaga. Non malaccio Aquilani. Davanti, è più Gomez a girare intorno a Rossi - gran gol, per asciutto dominio della palla e degli spazi tra palla e difensore, e tra tocco in controtempo e porta - che il contrario. Stona l'ormai consueto bighellonare senza costrutto di Ilicic, speriamo in Marin. Dietro, Neto mostra sicurezza in un paio di uscite, ma non viene mai veramente impegnato a fondo. Tosto e reattivo Facundo, anche da terzino, prestazione di sostanza da parte di Gonzalo, che in versione Maschera di Ferro segna un gol di testa anticipando lo sfarfalleggiante Ochoa [che durante il Mondiale il Coronel invocava in sostituzione di "Saponeto"...]. Non troppo convincente Savic, che lascia sovente troppo spazio agli attaccanti per liberarsi al tiro, non male Alonso da terzino, anche al cross [bello un pallone dal fondo per Yako, che sbaglia un rigore in movimento, per opposizione dell'avversario]. Buono Vecino subentrato, entrato a ricevere i giusti applausi l'ex Joaquin. Servono ancora innesti, però, a questa squadra.

    RispondiElimina
  63. Bella viola, unica italiana a non prenderle, in questa domenica di calcio d'agosto. L'attacco da sensazioni più che positive, anzi é l'unico che non ha problemi. Difesa che ha bisogno di sincrono e di più decisione (Basanta servirà a questo?). Bene Alonso. Centrocampo che necessità solo di cambi/pari competenze adeguati (già in rosa uno, Mr.Mati Fernandez) e di una giovane diga che dovrà coprire le fortunate scorribande di M.M.M.M.(Mister Marko Marin Maquina).
    Con la sinistra vi saluto, con la destro sorseggio Ichnusa...buonanotte ai suonatori, anche a quelli di Brema...con la certezza di non aver preso l'asino, dei quattro!

    RispondiElimina
  64. confermo in toto il tuo pensiero. per me lui è uno dei pochi - pochissimi - italiani che hanno davvero un potenziale importante (se poi lo esprimerà mai, è un altro discorso). diciamo che l 'unico per cui farei un sacrificio (7-8 mln, non 10), altro che bonaventura, florenzi ed insigne.

    RispondiElimina
  65. diciamo che è l'unico per cui farei

    RispondiElimina
  66. arias mi piace

    RispondiElimina
  67. parentesi ilicic: la cosa più logica, per me, è cederlo e ricavarci il massimo possibile, a questo punto. ammettere l'errore e amen, capita, inutile insistere, io c'ho creduto anche se 9 milioni mi son sempre sembrati troppi, ma oramai..; marin è un'altra cosa e tenere piuttosto dietro di lui wolsky, che ha una classe superlativa.
    roncaglia sorprendente; non capisco una cosa: tomovic è relegato definitivamente al ruolo di riserva (non ha mai giocato in questo pre.campionato) oppure ha problemi fisici che mi sono perso?

    RispondiElimina
  68. La mia impressione è che Montella di Tomovic sappia ormai tutto quello che c'è da sapere (onesto difensore, in difficoltà quando adattato a terzino, ma il 6 lo prende), mentre voglia capire bene qual è il vero Roncaglia, in diverse posizioni, sia per immaginare dove metterlo se resta, sia per facilitarne la vendita se parte.

    RispondiElimina
  69. può essere, ma allora schiera ogni tanto tomovic centrale: non sta giocando MAI

    RispondiElimina