.

.

lunedì 11 agosto 2014

La notte delle coppe cadenti



Nella notte delle stelle cadenti sono cadenti anche i trofei dalle mani di Savic, cadenti come le palle a veder ciondolare Ilicic, 9 milioni di sciame meteorico su Malaga. Il rombo? Meglio quello con le patate. Di sicuro dopo questa partita c’è solo che la coppa sulla Ryanair non salirebbe a bordo. Peccato che la partita sia stata funestata dall’uno-due Rossi-Rodriguez, così che i rimanenti 70 minuti sono stati utilizzati dalla squadra per arrivare prima a Siviglia dove giocherà stasera. Jat-lag e sciame meteorico delle Perseidi non hanno disturbato però la tranquillità sotto porta di Giuseppe Rossi che dichiara l’uno a zero in buca d’angolo mentre mette il gessetto colorato sul sinistro. Si parte la mattina si gioca la sera si riparte e si rigioca, con Ilicic appunto spaesato tra le linee aeree, ma l’uno-due rallenta solo la Fiorentina e non Ilicic che è già molto lento di suo. Cuadrado in tribuna aspettando il Barca, centrocampo titolare, Savic e Gonzalo centrali, Alonso sulla sinistra e Roncaglia sulla destra. Dei due convince di più l’argentino mentre il ferrarista ha piedi di cartongesso, là davanti Rossi lavora di precisione, mentre per la precisione Gomez cerca ancora la condizione. Joaquin raccoglie applausi e poi c’è l’esordio del giovane Mancini. Aspettando Marin ci trasferiamo a Siviglia con la preghiera che i trofei siano più piccoli o consegnati da mani esperte, come minimo quelle di un ingegnere del genio civile, e poi un appunto doveroso sulla trasferta di oggi che è lunedì e i barbieri sono chiusi. Ed essendo a Siviglia non è un particolare di poco conto.

111 commenti:

  1. Tratto da un profilo di fb:
    Al di là del risultato che in estate lascia il tempo che trova, ieri sera a Malaga abbiamo visto una squadra di calcio italiana dare una straordinaria lezione di tiqui-taca ad una squadra spagnola. La Fiorentina dal punto di vista estetico è, da tre anni includendo questo che sta iniziando, la più bella realtà calcistica in campo mondiale, con o senza Cuadrado. Solo gravissimi infortuni, gravissimi episodi avvenuti fuori dal campo e gravissimi condizionamenti arbitrali hanno finora impedito di rendere eclatante, come sarebbe giusto, tutto ciò, e di tutto di ciò in certa misura a livello internazionale gli osservatori più accorti si sono resi conto. In Italia, per pura esigenza di audience e di quella più stupida, la stampa sportiva e gli stessi osservatori, troppo attenti a dare enfasi non tanto a ciò che di importante sta avvenendo in campo quanto ad ogni insignificante stormir di fronda nei grandi club di Milano di Torino e di Roma, non si stanno rendendo conto della straordinaria valenza tecnica di quanto sta facendo la Fiorentina di Montella di Macìa e dei Della Valle, tutti non fiorentini, ma che i fiorentini, storicamente amanti del bello come nessuno, dovrebbero blindare a vita a Firenze.

    RispondiElimina
  2. Per l'esattezza il profilo FB che ci segnala Bel calcio è quello del Chiari.

    RispondiElimina
  3. http://www.firenzeviola.it/copertina/foto-video-fv-ecco-marko-marin-alle-visite-162020

    RispondiElimina
  4. A quanto pare, è stato preso in prestito con diritto di riscatto al prezzo già fissato di 8 milioni.

    RispondiElimina
  5. Attento Poeta, ti fa pagare il copyright, eheheh

    RispondiElimina
  6. Corto Viola 10/08 23.38DEYNA, grazie dell'invito. E' tanto che aspettavo un invito a un qualunque 'club' per poter rispondere alla Groucho Marx (quello vero) 'I don't want to belong to any club that will accept people like me as a member'. Scherzi a parte, in passato ho dato più volte un'occhiata al blog di Pollock - specialmente in tempi di calciomercato, quando in questo sito si affollano i distruttori di professione - e ho visto che si respira un'aria gradevole. Io sono un contributore molto incostante e,- pertanto,- poco adatto a contribuire a un blog come la Riblogghita, ma mi riprometto di farci un salto e, magari, di affacciarmi di tanto in tanto.
    A presto

    ---> Ho strappato un prestito con diritto di riscatto, Pollock, ma è stata dura senza il tuo finanziamento, o braccino! Senza lilleri e un si lallera! Siamo alla pontellizzazione del Sitollock!

    RispondiElimina
  7. Prima le visite mediche, basta con gli utenti fuori controllo tipo Foco.

    RispondiElimina
  8. Giusto, basta, tutti questi arrivi di alto livello mi abbassano l'autostima.

    RispondiElimina
  9. A quanto pare,in prospettiva futura,per continuare a frequentare questo blog dovrò nell'ordine:imparare decentemente l'inglese.Studiare il latino .Fare un corso sulla storia della musica.Vedere tutti i film polacchi.Ma in definitiva confido nell'ospitalità del gestore,che mosso da compassionevole amore mi consentirà di rimanere sulla riblogghita.Anche perché son l'unico che capisce di calcio ahahaha

    RispondiElimina
  10. L'utente tipo è quello capace di superare indenne un turno di notte in acciaieria.

    RispondiElimina
  11. stefano vienna11 agosto 2014 10:42

    Roncaglia da tenere fino a gennaio, primo ad entrare in forma, poi di solito cala. A gennaio si vende meglio, per 4-5 milioni ad una delle milanesi o ai gobbi.


    Rossi gioca col freno a mano, va bene in un amichevole, ma la paura si tocca con mano.


    A centrocampo Valero fa più danni che altro, servirebbe un'alternativa di valore allo spagnolo. Che io non considero un top-player. Aquilani invece lo è, se non fosse spesso acciaccato.


    Gomez sta carburando, entrerà in forma a novembre come tutti quelli con un fisico imponente.


    Marin è il clone di Jorgensen. Acquisto da applausi del duo Macia-Pradè.


    Errore inspiegabile del duo, temo su istigazione di Montella: regalare Rebic.


    Voglio Kone.


    Terzino destro, ci serve dopo gennaio, quando va via Roncaglia.


    Cuadrado: gli auguro tanta panchina al Barcellona e tanti fischi a Manchester.

    RispondiElimina
  12. Facundo per una difesa a tre lo terrei anche fisso, da terzino a quattro ha dei limiti...Se è prevista un'alternanza dei moduli, però, spero rimanga, anche perché mi sembra un ottimo elemento per il gruppo, valido anche per l'inserimento di Basanta nel minigruppo difensivo argentino.
    Rossi giocherà e si allenerà sempre con più cautele, d'ora in poi, ma in italia anche i suoi lampi di spietato cecchinaggio bastano, quando non avanzano. Spero solo non si rompa di nuovo, sarebbe la fine. E' comprensibile che lo tema anche lui.
    Borja invece ieri mi è piaciuto, quando dialoga col Pek è uno spettacolo. Il suo problema è che, come Gonzalo, ha dovuto giocare sempre, l'anno scorso, inevitabili i cali.
    Marin è un ottimo acquisto, se torna quello di Brema. Il contesto è per lui ideale.
    Rebic l'avrei tenuto anch'io, ma se Montella lo vede poco meglio vada a farsi esperienza.
    Kone è ottimo come alternativa.
    Se giochiamo a quattro dietro, i terzini van presi ora...
    A Cuadrado non riesco a voler male, mi pare fisiologico voglia andare a giocare con Messi, Suarez, Neymar e Mascherano. Secondo me è stato troppo pompato da stampa e tifoseria, in una squadra come il Barcellona emergeranno diversi suoi limiti, oltre alle qualità.

    RispondiElimina
  13. E che non manchi il momento dell'impegno

    RispondiElimina
  14. Stefano, mi sembra però che Jorgensen coprisse maggiormente (e che Marin abbia, d'altro canto, un dribbling migliore di Martin).

    RispondiElimina
  15. http://www.wired.it/gadget/outdoor/2014/07/18/oakoak-quando-la-street-art-e-umoristica/

    RispondiElimina
  16. L'unica cosa in comune francamente mi sembrano i capelli...

    RispondiElimina
  17. Rossi sembra Raul, molte volte.

    RispondiElimina
  18. Marin, forse Kurtic, si rimpolpa un centrocampo ricco di riserve e possibili titolari. Non sono certo questi gli elementi presi per fare tentativi o esperimenti, manca ancora, però, un'alternativa al Pek, qualcosa di più che un'alternativa.

    RispondiElimina
  19. Stefano vienna11 agosto 2014 13:08

    Il Primo Jorgensen era un ala pura.

    RispondiElimina
  20. Un grande. Poi ha scelto Calvin e Hobbes e quelli dei Simpson, quindi ha vinto tutto.

    RispondiElimina
  21. Stefano Vienna11 agosto 2014 13:18

    Rebic via, Camporese in Prestito, Vecino in partenza. Tutto lecito, ma scelte dettate dalla Presenza di un tecnico che sospettosamente sembra avere, rispetto ai giovani, la prandellite.

    Deyna, Valero gioca sempre per scelta di chi appunto lo ritiene un Top-Player. Mettetemi un Kone accanto a Pizarro e uno tra Aquilani e Mati, poi ne riparliamo.

    RispondiElimina
  22. no dai, kone può essere valido, ha fisico e passo e si inserisce bene, a noi un giocatore così manca. ma se valero non lo usuri, il campo non lo vede mai. ed anche da usurato..

    RispondiElimina
  23. Stefano, a mio avviso tu hai vissuto la Notte delle Poppe Cadenti (già il pronosticare Brasile vincitore del Mondiale presagiva male): solo così posso spiegare l'hashishato post in cui si avvicina Martin a Marin per mera paronomasia, si decreta dannoso Borja (che non sia ancora lui è altra questione), si chiede un Kone che l'acquisto di Marin appunto esclude, si crede il Fac buono per quattro mesi e poi da rivendere (se è così all'altezza si tiene: il calo organico nel girone di ritorno è una fantasia), si negativizza un Pepito in insospettabile spolvero. Per il resto, Bel Calcio è preferibile al mandarsi di corpo e alla pulizia della reta del materasso: sapevo, Rupy, che non ce l'avresti fatta a star lontano da noi e, se il cervello è guarito, torna pure fino alla prossima volta che sclererai. Vedo però che sul blog della Fava Atomica sei cecchinato di nuovo da un mersdaiolo aduggiato dalle nostre vittorie a ripetizione e tu, di rimando, te la prendi a cappero col Sopra. Tutte queste partite (penose) di Ilicic da titolare e l'arrivo di Marko mi fanno pensare che si cerchi disperatamente di far fare passarella a uno che più di 5 milioni non potrà portare: rassegnarsi alla perdita secca di 4 (l'avesse fatto il Magic...). Stasera è la volta di Berna e di Baba: acquolina in bocca.

    RispondiElimina
  24. Non esageriamo in un senso o nell'altro: Borja non è il top player che molti avevano battezzato dopo i primi mesi a Firenze - non raggiunge cioè i livelli dei migliori Iniesta, Xavi, Xabi Alonso - ma non è nemmeno un comune centrocampista che possa temere la concorrenza di un Aquilani o di un Kone. E' un campione, che se non costretto a straordinari è uno dei tre/quattro migliori centrocampisti della serie A italiana, e non mi par poco.

    RispondiElimina
  25. Bernardeschi non c'è.

    RispondiElimina
  26. E' con l'Under? Viene dato in formazione.

    RispondiElimina
  27. Parlavano di tonsillite

    RispondiElimina
  28. La Cristina ne va soggetta in modo cronico. Per sfregamento. Il Tontolivo l'ha portata dall'otorino che lo ha squadrato compassionevolmente e poi gli ha detto: «Se Balotelli non viene ceduto, anche quest'inverno saremo alle solite, se ne faccia una ragione!».

    RispondiElimina
  29. Borja è giocatore unico nel suo genere. Se andiamo a prendere i grafici dei km percorsi e delle zone di campo occupate, scopriamo che tra quelli che corrono di più e che non c'è zona dove non sia stato almeno una volta in partita.
    Tutto questo lo fa mantenendo una tecnica che il 90% dei centrocampisti del campionato non ha.
    Per questa squadra non è sostituibile per il semplice motivo che è la chiave di un centrocampo senza interditori. È lui che ripiega in seconda battuta aiutando la difesa ed è sempre lui che quando la squadra si abbassa troppo, cerca di alzare il baricentro portando il pressing sui difensori altrui.
    Forse con un'altra squadra sarebbe giocatore normale ( non credo), ma per noi è basilare, senza di lui, spesso, perdiamo.
    Quest'anno ha sofferto un po', ma è stato spesso decisivo nella prima parte della stagione. Poi, parliamoci chiaro, se lo standard era quello della prima stagione, si trattava del più forte del mondo,no?

    RispondiElimina
  30. "Dottore, però ho notato che da quando è stato cacciato Seedorf la Cri è diventata stitica, dice ci sia una relazione?"
    "Non tirerei conclusioni affrettate, aspettiamo di vedere all'opera Pippazzo Inzaghi"

    RispondiElimina
  31. Più è meglio, sono il Ramadani del Sitollock.

    RispondiElimina
  32. su Borja non posso che concordare con DEYNA e FOCO. In altre epoche avrebbe fatto il 10 purissimo sulla trequarti, l'Antonio, il Rui Costa, e magari senza essere all'altezza di quei due avrebbe comunque illuminato di bellezza e geometria il gioco di squadre di un certo livello. Ora si gioca alla spagnola, e quindi quella qualità va arretrata, distribuita su una zona di campo enorme e sacrificata a un lavoro di pressing e copertura territoriale che neanche il peggior mediano. La parola todocampista mi urtica quasi quanto tiqui taca, e però rende l'idea. Firenze si è innamorata perdutamente e ora gli perdona anche partite sottotono, questo è vero, ma è anche vero che queste sono davvero poche. Non è un caso che il soffertissimo ritorno di Coppa Italia con l'Udinese, l'anno scorso, quello in cui ci salvarono Neto, lo stellone e un inedito carattere, fu la prima vittoria senza lui in campo, nell'intera gestione Montella.
    Top player lo sarebbe se imparasse anche a tirare, diventando, allora sì, incontrollabile. Ma in Italia lo scambierei con qualcuno? Vidal, credo. E forse Pjanic ma solo per l'età.

    RispondiElimina
  33. Stefano vienna11 agosto 2014 15:44

    Valero per noi e' basilare, ecco, questo spiega bene perche' non andremo mai da nessuna parte. Stefano Fiore al Top era meglio. Ma si sa, in Spagna di calcio non ci capiscono nulla, infatti non lo convocano, strano eh?

    RispondiElimina
  34. Rimane la solita domanda che vale per la viola e le altre prime 5 o 6 del campionato: calcio estivo, valore? Per me rimane alto (il valore e quindi il responso) poiché le italiane giocano contro pari (o quasi) grado.
    Per la stampa: se deve commentare la sconfitta di una del nord é calcio che lascia il tempi che trova, se deve commentare una vittoria "già si nota la mano del mister e avanti con progressi...".
    Rimango dell'idea che la Viola ha la sua forza nel modulo, che al di la degli interpreti esprime un calcio propositivo, bello, a tratti inebriante.
    Il post attribuito a tal Giambattista Podestá esprime bene il concetto di "Fiorentina" e "le altre".

    RispondiElimina
  35. Stefano vienna11 agosto 2014 15:52

    Comunque al massimo avevo pronosticato la Grecia vincitrice e poi tifavo Argentina. E di Greci oltre a Kone ne ho visti un paio che non sfigurerebbero da noi.

    RispondiElimina
  36. Manco Arteta va in nazionale, se è per quello. Se uno guardasse le presenze in nazionale di Montella dovrebbe concludere che non è stato un grande attaccante. Al top della sua carriera, ai mondiali del 2002, ha giocato mezz'ora. Poi uno guarda gli altri attaccanti in rosa (una delle migliori di sempre, altro che 2006) e capisce. Sostenere che per essere un grande giocatore bisogna essere in grado di rubare il posto a Xavi e Iniesta mi sembra appena appena esagerato... Io ti ho fatto degli esempi nel campionato italiano: Vidal, Pjanic, forse Hamsik, quelli sono giocatori del suo livello, non altri.

    RispondiElimina
  37. Stefano vienna11 agosto 2014 16:12

    Farne il fulcro del centrocampo e' stato dannoso. Se Valero diventa creatore di gioco, si gioca male e spesso in modo inconcludente. Poi non tira Mai in Porta decentemente, Limite Gravissimo.

    Giocasse meno e, come nel Primo Anno, senza credersi Creatore di gioco, che non e' Rui Costa, allora non farebbe danni. Ma danni li ha fatti sia contro la Juve in Coppa che in finale col Napoli.

    RispondiElimina
  38. Stefano vienna11 agosto 2014 16:14

    Sti tre sono tre livelli sopra Borja. Non scherziamo.

    RispondiElimina
  39. Stefano vienna11 agosto 2014 16:19

    L'altro problema Grave e' la prandellizzazione caratteriale, non tattica, di Montella.

    Naso in su' a fiutare i venti, stizza verso un progetto di crescita graduale, odio per i minori di 25 anni.

    RispondiElimina
  40. Blimpe, guarda che quello che pronosticava il Brasile campione ero io (ahimé, ragionavo da tifoso, grande è stata la delusione).

    RispondiElimina
  41. Pjanic lo adoro, ci "sbavavamo" su con Jordan quando ancora era un 17enne a Metz - Coronel, non fraintendere! - ma per ora non si sogna nemmeno la continuità di Borja, sia nell'arco di un campionato, che in una singola partita. Ha colpi di classe più elevata, questo sì, ma non direi che nel complesso attualmente gli sia superiore. Vidal sì, è uno scalino o anche due sopra, Hamsik è quasi un attaccante aggiunto, fatico a pensarlo centrocampista, ruolo in cui non è superiore a Valero.

    RispondiElimina
  42. Stefano Vienna11 agosto 2014 16:24

    Colonel collerico, si confonde coscientemente, oppure la grappa

    RispondiElimina
  43. Forse è indigestione di tapenade

    RispondiElimina
  44. Se gioca troppo non è colpa sua, ma di chi non ha fornito un backup adeguato, come con Gonzalo...A fine stagione era ahinoi alle pompe, inevitabilmente. Tirerà male e in parte è vero, ma 6 gol in stagione per un todocampista che corre quanto lui non mi sembrano pochi. Rui Costa stesso aveva proprio nel tiro il suo grande limite. Pirlo stesso è considerato un maestro, al tiro, ma se vai a vedere quest'anno ha fatto 4 gol.

    RispondiElimina
  45. http://www.firenzeviola.it/news/m-deportivo-per-khedira-cessione-o-tribuna-162044



    Khedira si è montolivizzato? Per una volta sono d'accordo con Lud, non lo vorrei, anche se magari per motivi diversi, più tecnici che economici [che pure ne sconsigliano l'acquisto].
    Non si sa come abbia recuperato dal grave infortunio - non può fare testo una partita enorme al Mondiale, seppure in discesa, contro tutte le altre assai deludenti in CL e al Mondiale stesso - e non mi è mai sembrato un fuoriclasse nemmeno da integro, "solo" un ottimo giocatore, peraltro senza il cambio di passo di cui avremmo bisogno nel mezzo. Con questi dubbi, tutti i soldi necessari non li investirei su di lui.

    RispondiElimina
  46. Coronel, com'è Stambouli?

    RispondiElimina
  47. Stefano Vienna11 agosto 2014 16:38

    Mettiamola cosi', se ci fosse un trequartista vero con visione di gioco e Valero si limitasse ad aprire gli spazi e ad impostare da dietro le sue doti sarebbero esaltate e i suoi limiti contenuti. In alternativa se oltre al possesso palla Montella puntasse su schemi offensivi ripetuti e non sulle giocate geniali di Valero che negli ultimi 20 metri sono quasi inesistenti, allora un centrocampo con Valero funzionerebbe alla grande.

    RispondiElimina
  48. Ma infatti è quello che auspico, e Marin dovrebbe coprire questo vuoto.

    RispondiElimina
  49. Mi sembra una forzatura, Stefano, Baba e Berna li ha voluti tenere lui, Ljajic lo ha difeso e fatto giocare al meglio, Savic è arrivato ventunenne ed è stato subito titolare, Matos l'ha fatto giocare, Seferovic anche. Alla fine si danno in prestito Vecino e Wolski e , forse, Bakic, giocatori che hanno ampiamente dimostrato di non essere pronti per puntarci appieno. Rebic è stato infortunato praticamente sempre e forse era ancora una puntina testa di cazzo. Ha i suoi difetti come tutti, ma accusarlo di idiosincrasia verso i ragazzi mi sembra eccessivo,dai.

    RispondiElimina
  50. Ah, pensavo fosse un paesino in Provenza, invece vedo che è un giocatore. Wikipedia dice difensore, ma mi sembra bassino per fare il centrale. Transfermarkt dice centrocampista/difensore, cosa che mi fa pensare non sia tecnicamente fenomenale...

    RispondiElimina
  51. Un possibile obiettivo del Duo potrebbe essere il croato Strinic: classe '87, ha perso il Mondiale per una lesione muscolare quindi è un po' fuori dalla luce dei riflettori, gioca in Ucraina e potrebbe perciò voler andar via.

    RispondiElimina
  52. più che altro non sono abituato a ragionare di cifre del genere in ruoli del genere, nel senso che non sono sicuro che tra un mediano da 30 milioni e uno da 15 ci siano differenze tali da giustificarne i prezzi differenti. Personalmente, come ho già scritto, preferirei che su quel ruolo si spendessero 10-12 milioni per Fernando o Clasie, in modo da poter prendere anche altro. Ma, ripeto, criticare l'arrivo nella Fiorentina un titolare del Real Madridi campione d'Europa e della Germania campione del mondo è una cosa che non penso ci possiamo permettere... Finché non arriva, speriamo che arrivi altro, se poi arriva, stappiamo lo spumante.

    RispondiElimina
  53. C'è la tenuta fisica da tenere in conto, e non è poco: si parlasse di Schweinsteiger ovviamente non farei nessuna obiezione!

    RispondiElimina
  54. Ci sono mediani che fanno la differenza quanto un diez, ma sono assai rari: Neeskens, Matthaus, il Breitner dei primi anni '80, e pochi altri...

    RispondiElimina
  55. ma se non ci fossero dubbi sulla tenuta fisica, un titolare del Real Madrid nel pieno della carriera non si porrebbe la questione di venire a giocare a Firenze per sostituire Ambrosini...

    RispondiElimina
  56. appunto, rarissimi, e non credo Khedira sia uno di questi.

    RispondiElimina
  57. Per nulla, ma infatti tutto sommato preferirei un'operazione alla Fernando. Per stare low cost non mi dispiacerebbe nemmeno Ralf.

    RispondiElimina
  58. Sì, ma il rischio è enorme, si può restare con un pugno di mosche in mano. Poi direi che bastano i giocatori "fragili" che già abbiamo, tra Rossi, Gomez reduce da due lesioni al collaterale, Marin, Mati...Paradossalmente il più integro è Gonzalo, le cui ginocchia reggono bene ormai da diversi anni [tocco il toccabile]...

    RispondiElimina
  59. http://www.blitzquotidiano.it/video/lionel-messi-a-7-anni-lavezzi-a-10-higuain-a-12-guarda-il-video-dei-campioni-argentini-da-bambini-1915628/?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+blitzquotidiano+%28Blitzquotidiano%29



    Bellissimo questo video...

    RispondiElimina
  60. Deyna, io spero che comprino Ralf per un motivo solo: che l'anno prossimo tu non dica che bisognerebbe prendere Ralf.
    Ahahahahahahahahahahahahahahhahah

    RispondiElimina
  61. DEYNA, concordo che come mediano preferirei un giocatore forte, non stellare, ma giovane, integro e a prezzi ragionevoli, a una star mondiale di 27 anni con costi esorbitanti e non del tutto affidabile sul piano fisico. Facessi io questa scelta, prenderei Fernando, Clasie o uno in quella fascia, anche per ritagliarmi quel "tesoretto Mendez" che sta a cuore a entrambi. Dico solo che non mi sognerei mai di finire come gli utonti del sitoni a dire che "Khedira è un bidone", come se ne avessimo visti tanti, di titolari del Real nel pieno della carriera, che scelgono di venire a Firenze. Preferirei altro, ma se venisse Khedira sarebbe da fare tanto di cappello a Madé e stare zitti, per quanto mi riguarda.

    RispondiElimina
  62. STEFANO VIENNA, ultimo post molto ma molto condivisibile!

    RispondiElimina
  63. Mah. Per me si potrebbe fare anche il ragionamento contrario: se venisse un altro centrocampista a fare il suo lavoro, Borja potrebbe fare ottimamente il trequartista. Quello che è davvero difficile è fare entrambe le cose, questo sì. Ma sono i problemi strutturali del 4-3-3, come ne ha ogni modulo...

    RispondiElimina
  64. Logica stringente, ahaha

    RispondiElimina
  65. Anto, fossi stato tu il solo! Contro la Germania vincerà il Brasile anche se di misura, si sentenziò ad esempio da Vienna. E andrò a riprendere uno per uno i trabordanti post conformistici sitollockiani del «Brasile campione del mondo», se vu' insistehe, o voi del Rabiot-play-davanti-alla-difesa... Non sfidate perché sapete ho l'archivio malvagio... Stefano, dici che Martino era un'ala pura e per questo comparabile a Marko: Marko non è un'ala pura. Tra Vidal, Pjanic e Hamsik l'unico paragonabile, per posizione e stile di gioco a Borja, è Pjanic. Hamsik è offensivo puro, Vidal è un quanto-qualitatitivo penetrante e pure adattabile di fascia. Borja è stato usurato da Vincè, me ne lamentavo anche quando Foco, l'anno scorso, ne pregiava performances oggettivamente oscene. Vero è che lo spagnolo in fase conclusiva non eccelle ma di assist ne fornisce, e come! Il problema del nostro centrocampo è proteggere Pek e Borja dall'iperconsumo e affiancar loro un interno più continuo e vivido e creativo di Aquila (Mati al suo top andrebbe bene, ma è più pezzato dell'omino del dottor Gibaud). L'acquisto di Marin ci riporta al 4-3-1-2 e allora un difensore di gran piglio che faccia destra e centro è necessario.

    RispondiElimina
  66. Stambouli è un raccomandatissimo di famiglia, al livello di Bieffe. Ci si fa birra, gradazione 4 scarsi.

    RispondiElimina
  67. Rodri espone a critiche freccianti l'ottimo (ma non nell'occasione, in cui in effetti è stato poponetico) Ochoa:


    http://www.fiorentinanews.com/il-gol-di-gonzalo-condanna-ochoa-alle-critiche/

    RispondiElimina
  68. Un'uscita da Perin con la permanente...

    RispondiElimina
  69. Ufficiale: eletto Stravecchio, introdotta l'apartheid sui pulmann delle squadre professionistiche italiane, desanzionato l'insulto razzista.

    RispondiElimina
  70. Per fare un Perin ci vogliono tre portieri argentini, presi nella nazionale di ogni tempo, fatta eccezione per Fillol.

    RispondiElimina
  71. Tavecchio presidente. Ha vinto l'asse Galliani- Lotito - Preziosi - (Moggi), cioè il meglio dell'etica, dell'innovazione e dell'intelligenza media presenti nel calcio italiano. Anche quest'anno preparatevi a bestemmiare a domeniche alterne.

    RispondiElimina
  72. Che la porta sia il tradizionale punto debole dell'Argentina - eccezion fatta appunto per Fillol - è pacifico, ma io non scommetterei che Perin diventerà migliore di Romero, pur mediocre nel complesso. Tu dirai che lo è già, per me manco di lontano.

    RispondiElimina
  73. Ahahaha, grande Valtolin, non so se l'hai fatto apposta o se è un refuso, ma "utonti" è bellissimo

    RispondiElimina
  74. Tavecchio presidente, l'unica nota positiva è che la juve non vincerà lo scudetto e che probabilmente la Roma sarà fuori dalla CL, il brutto è che ancora più dei giallorossi i più tartassati saremo noi; inoltre Lazio in Europa e scudetto a una fra Napoli, Milan o Inter.

    RispondiElimina
  75. In tema di portieri baracconi, peraltro, l'Argentina ha avuto il suo Perin ante litteram [fantastico però al 2.36, ahahah]:

    https://www.youtube.com/watch?v=QPt4wF1Pu5I

    RispondiElimina
  76. Intanto Orban se l'è preso il Valencia...

    https://twitter.com/SivanJohn/status/498859947392643072/photo/1

    RispondiElimina
  77. fatto apposta, è lessico internettiano d'antan

    RispondiElimina
  78. Io c'ho ancora un po' di Oban, quello si che è forte.

    RispondiElimina
  79. Attento al ban. La Polizei vigila.

    RispondiElimina
  80. D'antani come fosse di Casentino.

    RispondiElimina
  81. Colonnello, quest'estate sei particolarmente battagliero. Non ci perdoni nulla!
    Eppure dovrei essere io quello avvelenato, visto che l'astinenza me l'ha seccato come un savoiardo!
    Comunque, io incensavo Borja a due cilindri, perché temevo che Montella gli preferisse il tuo Bakic ahahahahahahahahah
    Deyna, non è che t'avanza un'amica con le tette grosse, magari pure attirata da un ragazzo pieno di fascino post-industriale?

    RispondiElimina
  82. Il miooooooooooooo Bakic? Foco, te tu pò esse grosso quante vòi ma questa un tu la passi liscia! Afferra una chiave inglese e bàttiti da geometra golfista!

    RispondiElimina
  83. a questo punto comprerei Optì Pobà per il centrocampo della viola, scusate...

    RispondiElimina
  84. E ora una messa a punto. Biancosarti (Tocca l'Albicocca), Negroni (Vitalogy), Hennessy (Foco), grappa (Stefano): comincio ad averne pieni i coglioni!!!! Io sono persona mediamente sobria e comunque con gusti più fini di quelli attribuitimi da ex calciatori macellari di pratica mezzadrile! Se si continua così io questo sito lo faccio CHIUDERE, rispondendo con la pulizia di rete alla calunnia organizzata! E mi frega assai se anche Ludde, sul suo blog, comincia a parlar sboccato! Qui si stanno passando tutti i limiti! E il fatto che San Frediano sia zona depressa del Terzo Mondo non può giustificare tutto!

    RispondiElimina
  85. Non mi parlar di chiavi inglesi che mi metto a frignare come una ragazzina...

    RispondiElimina
  86. Paese del cazzo con civiltà da scendiletto. Una vergogna vedere un simile analfabeta razzista ricoprire quel ruolo. Sempre più gli zimbelli a livello mondiale.

    RispondiElimina
  87. T(r)avecchio e nuovo, se il nuovo è Albertini, non avrei saputo chi scegliere. Albertini, forse. Del resto la vittoria del (Ta)vecchio era certa ed inevitabile.
    Jorgensen ala pura? All'inizio forse, poi con l'invecchiare si è sempre più medianizzato, con la colpevole responsabilità di Cesaretto. Marin, invece, ala pura non credo che lo sia mai stato. D'altra parte, di ali vere attuali, non è che ce ne siano poi tante.
    Va bene, vi saluto e mi licenzio, per un po' almeno. Vado nel feudo bianconero, con varie infiltrazioni partenopee. Sono pronto a combattere, come tutti gli anni, ma lì la pugna è dura, non posso concedermi distrazioni.
    Tifosi viola, quattro (tre siamo noi), contro la marea bianconera silenziosa e la minoranza, casinara, "prociuccia". Sarà dura, dicevo, a partire dai preliminari di CL, per proseguire con la campagna acquisti, fino ad arrivare a Cuadrado. Un'unica richiesta, alla dirigenza: JGC11 alle biancocaccole mai, mai, neanche per 100mln. O almeno, se 100 milioni saranno, non prima del 30 agosto.
    Mi raccomando le finestre, di notte. Se poi tornando, trovassi chiuso, capirei che qualcuno ha messo in atto i suoi propositi di dismissione.
    PS: il commento, stasera ve lo fate da voi. Tanto, per quanto vi siete filati quelli di ieri, non meritate altro.

    RispondiElimina
  88. Che gvossiev, tzè...Qua accettiamo solo vecenti post-adolesciuenti con la pvima.

    RispondiElimina
  89. Ah, scrocchiarelle...vabbè, m'accontento,meglio il macrobiotico che morir di fame.

    RispondiElimina
  90. Ciao Ljuka, buone ferie.

    RispondiElimina
  91. Blimpe, resta il fatto che l'eccesso di tapenade e arquebuse ti luddizza

    RispondiElimina
  92. A differenzq del Colonnello, io non sono morigerato su niente. Quindi mi faccio il secondo Negroni sbagliato che verrà seguito dal terzo e da una sostanziosa bistecca oversize con contorno di cicoria ripassata e insalata di ravanelli.
    Le ferie le faccio in giardino, sull'amaca da dove vi sto scrivendo, se non fosse per la totale mancanza di passera nei paraggi, sarebbe una gran vita.

    RispondiElimina
  93. Anche il Marchese Martelloni opta per il Negroni sbagliato, Foco. Non glielo sbagliano mai abbastanza e ci s'incazza: nel maggio scorso a un'albanesina stupenda, di quelle della parte giusta dello Skumbi, là cioè da dove il Divano riforniva gli harem degli emiri prima di pescare nel bresciano, fece una partaccia ma una partaccia, chiamandola con calembour «skumbinata» per via della povertà di gin nel bicchiere, che quella girò al largo dal tavolo per tutta la serata. E io chiesi allora al Marchese se non fosse diventato buho.

    RispondiElimina
  94. Ahahahahah, ma allora non è sbagliato, è caricato. Il Negroni lo preferisco sul tardi, quello sbagliato, cioè quello in cui si sostituisce il gin con il prosecco, lo preferisco per l'aperitivo.
    Comunque è uno dei pochi cocktail che mi aggradano, sono poco amante dei miscugli, preferisco la purezza dei superalcolici.
    Da barista sarei andato a genio al Marchese, non lesinavo mai e mi rifornivo dei migliori liquori, non come 'sti cazzo di baristi di oggi che con la scusa del dosatore, travasano nelle bottiglie di marca i peggiori prodotti da discount. Assassini!

    RispondiElimina
  95. Foco, guarda che lo sbaglio è nelle dosi, non nella presenza del prosecco, che io manco sapevo che si facesse. Almeno a Firenze, dove soltanto dal Marchese ho sentito parlare di Negroni sbagliato (io, quando lo prendo, lo prendo classico). Non so, però, in assoluto o dove tu hai fatto il barman. Non credo tuttavia che sia un uso particolare del Martello, perché ovunque in Florence la sua richiesta è intesa in quel senso. Sarei contento se tu, che sei del mestiere, volessi approfondire la questione nelle varianti locali e internazionali.

    RispondiElimina
  96. esatto, è quello lì

    RispondiElimina
  97. con hamsik, mai. pjanic, vidal, pogba sono migliori. basta

    RispondiElimina
  98. secondo me Pogba è il giocatore più sopravvalutato del campionato...

    RispondiElimina
  99. Colonnello, io sono stato pessimo barista in infimo bar. Però, il Negroni Sbagliato è una ricetta vera che prevede la sostituzione del gin con spumante secco ( il prosecco è variante economica). Non è l'Americano, Pende, il quale consiste in Campari, Vermouth e seltz. Per questo ti sembra annacquato, lo è! Eheheheh
    Intanto la Viola B fa la sua figura, dominando un Betis che vorrebbe tornare presto in Liga. Babatank timbra di prepotenza e grazie a uno dei famosi movimenti da centravanti di cui blatero da anni. Hegazy, oggi, beckembaueriano. Piccini si sta giocando ottimamente le sue carte da terzino. Brillante semplice e sicuro. In sostanza, le nostre riserve potrebbero vincere la liga adelante.

    RispondiElimina
  100. Non so se esaltarmi per tutte queste vittorie (al cospetto delle sconfitte internazionali di tutte le altre italiane, giustificate dai rispettivi allenatori con i soliti "incidente di percorso", "sconfitta salutare", "loro sono più avanti nella preparazione, noi cresceremo", "ho visto spunti incoraggianti", "bla bla bla", ecc.) o se preoccuparmi per una condizione che a inizi agosto sembra quella di ottobre. Comunque diamo spettacolo anche con riserve e ragazzini vari, incredibile.
    Colonnello, il Negroni d'estate lo mando in ferie e lo sostituisco col vigliacchissimo Mojito.
    Fino al 25 scriverò a spizzichi e bocconi via cell., ma vi seguo sempre.

    RispondiElimina
  101. anch'io comunque, salvo aperitivi, sono per i distillati puri

    RispondiElimina
  102. Scusate ma io per spocchia etnica non bevo cose che contengano prosecco a Firenze, è come andare a mangiare la pizza in Germania, magari trovi anche quella buona, ma per un napoletano farà sempre schifo... A Firenze d'estate si beve mojito, specie da quando c'è quel meraviglioso cubano in San Lorenzo. Ma non fatemici pensare, che fino a sabato sono recluso in Prussia. Per il resto, godo più per la sconfitta del Betis che per la vittoria della viola. La sponda giusta di quel fiume, da che mondo è mondo, è l'altra.

    RispondiElimina
  103. Stavo per farti una battuta sul meraviglioso cubano, poi ho desistito. Ma sappi che era assist borjavaleresco.

    RispondiElimina
  104. quindi prevedibile e senza fantasia, come ci ha spiegato oggi Stefano...

    RispondiElimina
  105. Ahahahahah facilissimo per l'attaccante ahahahahah
    Comunque ancora riesco a mantenermi nei limiti della decenza...fossero stati Negroni normali, magari no ahahahah

    RispondiElimina
  106. Comunque, alla fine buona sgambata. Menzione speciale per Brillante, che se veramente è al livello fisico degli altri, ad ottobre farà le buche. Ottimo Piccini e notevole Hegazy. Secondo tempo un po' alla vaffanculo, tatticamente, però si è lottato. Cuadrado molto freestyle stasera, se voleva impressionare a Barcellona, forse doveva rientrare di più, visto che a loro serve terzino. Lì di giocolieri ce ne hanno un autobus pieno. Però non si è risparmiato, dài, segno che il professionista c'é. Domani con chi si gioca?

    RispondiElimina
  107. Da due anni la Fiorentina ha "mentalità" europea. Ovunque siamo andati, stiamo andando e andremo terremo alto il vessillo del calcio italiano.
    Credo che solamente il Milan di Sacchi (facendo le debite proporzioni, per carità) affrontasse gli avversari stranieri come la Fiorentina di Montella.
    Una bellezza, stiamo osservando una bellezza che nessuno deve rovinare.

    RispondiElimina
  108. ah, interessante, non sapevo. allora provo ti aggiorno

    RispondiElimina
  109. l'importante è che concordiamo sul fatto che l'americano è un troiaio e saremo amici per semprissimo

    RispondiElimina