.

.

sabato 2 agosto 2014

Gli anni bui della Nina

Oggi riprendo in mano il comando dopo i fiotti di statistica applicata alla manutenzione siderurgica delle ore piccole a Terni. Mentre al primo giorno senza l’Unità esce puntuale la voce di Rebic che dell’unità dello spogliatoio se n’è bellamente fregato, tanto che in Italia ha sempre e solo letto Libero di farsi male a mesate intere mentre gli altri giocavano. Libero quindi anche di andarsene a farsi male da un’altra parte oppure di cominciare a leggere la Gazzetta dello Sconfort. Una pubblicazione che viene distribuita a tratti, in quelli cioè che vanno dalla panchina alla tribuna, fino all'infermieria. Stanotte a scanso di equivoci e di tipi equivoci mi guarderò la Fiorentina per non rischiare resoconti allucinati da Red Bull, e così domani ne avrete di naturalmente allucinati sempre se mi ricordo di cambiare le pile alla sveglia. Se proprio devo fare un appunto a Ljuka, mentre a Foco che vuoi fargli visto che non gli è rimasto altro che titillare le fotocellule, riguarda la mancanza di territorialità nelle sue statistiche, quel famoso km zero che in quanto tale non può fare statistica, questa è in sintesi la sua condanna, e infatti non troverete mai mai statistiche sulla farina 00. Forse l’ho notato solo io che amo lo slow food ma in quel suo lavoro certosino, mirato a fidelizzare e senz’altro in grado di fare accumulare i punti per i piatti, ho trovato la freddezza della grande distribuzione, nei suoi grafici, con particolare riferimento alla torta, avrei preferito un vestito più familiare tipo lo zuccotto, tanto per conservare le tradizioni. E poi bastavano due cantuccini al posto di quelle fredde linee anche se riempite artatamente con l’alchermes, ma che malgrado ruffianerie tonali tipiche di Michele Cascella, ricordano sempre troppo gli scaffali della Coop. Comunque entrambi hanno svolto un encomiabile lavoro a servizio della comunità, e quindi al netto di quelli che possono essere i ricami di un rottinculo di San Frediano, un grazie ad entrambi. Nella scia di questo sabato italiano votato al bene della collettività, voglio mettervi in guarda da una truffa che va per la maggiore in questo periodo, molto più grave e subdola della pontellizzazione a lento rilascio. Intanto perché non colpisce solo gli anziani  o comunque i tifosi boccaloni e servi del padrone come il Sopra, è una truffa raffinata al limite del semolato, e che grazie all’esperienza negativa del Bambi possiamo utilizzare per evitare che possa succedere anche ad altri. Doveva fare il regalo alla fidanzata Nina conosciuta al Sert, lei veniva da anni bui, non a caso quello che di lei lo colpì di più non furono le occhiaie nere ma i ginocchi sbucciati a causa di tutta quella penombra, insomma, noi è vero che abbiamo perso Romulo ma lei ha rischiato seriamente di perdere  le rotule. E così prima l’innamoramento e poi gli immancabili anniversari. Era un anno tra due giorni quando durante una televendita ha comprato un anello con un diamante grosso come un uovo. Di gallina ha voluto precisare, quando gli ho chiesto maliziosamente se fosse di Colombo. Gli era sembrato un vero affare perché contro un valore commerciale di almeno 500 mila euro, ne aveva spesi solo 100. Ma doveva immaginarselo quel boccalone di via del Campuccio che sotto c’era la fregatura. Era sicuro di no, mi ha detto, perché si era accertato che non ci fossero i Della Valle dietro, e si era fatto fare persino una visura camerale dal suo commercialista, ma solo quando gli è arrivato, ha scoperto che c’erano 5 euro di spese di spedizione.


151 commenti:

  1. I nuovi grafici di Ljuka

    RispondiElimina
  2. colonel.blimp2 agosto 2014 09:22

    Il tema Clasie lo sollevai io in sitollock, quasi un paio di fa, in mezzo allo scetticismo di qualcuno: tale scetticismo si è rivelato motivato, purtroppo. Il giocatore non ha compiuto la crescita che ci si poteva attendere e il Mondiale ne è specchio. Clasie appartiene alla categoria del puer senex, illudeva per un'apparente maturità che si è rivelata immobile, catafratta, solo rapidamente acquisita circoscrizione di capacità. No, grazie, abiuro. Ultime: Mati di nuovo con problemi fisici (distorsione alla caviglia), Ljuka se la riderà sotto i baffi. Ancora parole elogiative di Montella per Vargas: a sinistra non arriverà nessuno, parmi chiaro. Ancora pochi giorni fiorentini per Juan: siamo arrivati ai 40. Attendo GANDALF! Segugi, all'opera! Sopra, usare le maniere forti se necessario!

    RispondiElimina
  3. colonel.blimp2 agosto 2014 09:31

    Stasera chi si estrania dalla lotta è un gran figlio di bordigotta! «Solo» le 24, contro l'Universitario! Formazione titolare, con la rosa attuuale, per due terzi (almeno)! Quel treno per Yuma che si esibisce in patria! Berna nel primo tempo, Pepito nel secondo! Dino a sfondare la rete! Valero e Pek di nuovo in coppia! Torna il Fac! Chi non pagella, ha la mamma di Sabella!

    RispondiElimina
  4. "Catafratta": anche il Coronel insospettabile seguace di Diprè...

    https://www.youtube.com/watch?v=FsYQCGOvnBE

    RispondiElimina
  5. colonel.blimp2 agosto 2014 09:47

    Era aggettivo caro a Contini.

    RispondiElimina
  6. colonel.blimp2 agosto 2014 09:52

    Niente alternanza, gioca Saponeto: partita cruciale per il suo rinnovo (il che spiega anche perché non giochi il Tata), se ripete l'imbrattata sul primo gol col Palmeiras, più probabile lo snepotamento. Occorre dire che lo Schreber (che, sappiamo, cita tutti gli under all'ammasso, dunque non ha meriti) non ingiustamente faceva notare che Perin, futuro portiere della Nazionale per una decade, tre anni fa lo prendevamo per un tozzo di pane.

    RispondiElimina
  7. colonel.blimp2 agosto 2014 09:55

    Superato, ad oggi, di 2.500 unità il numero di abbonati dell'annoscorso: si va verso il record! C'è fede nel TERZO!!!!!!!!!! Dismission? Impossible!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  8. Sui media locali, parlo dei siti, non ho visto indici puntati su Neto per quel gol, anzi. Mi sembri farne un caso che non esiste, o comunque non tale [per me, ma nessuno sui siti ne parla, è errore di spostamento iniziale in posizionamento] da causarne addirittura la "cacciata". Fanno molto più testo le grandi parate della seconda parte di stagione, nella valutazione del portiere, che non un'amichevole estiva. E se va, chi gioca poi, Tata, che ha veramente scazzato la prima, ed è senza alcuna esperienza in italia? Se mi portano Adler tutto bene, altrimenti...Perin non lo vorrei nemmeno regalato, come portiere di una Fiorentina da Terzo.

    RispondiElimina
  9. colonel.blimp2 agosto 2014 10:08

    Tata non ha subìto gol a pera, finora. Il rinnovo è ancora da farsi, si trascina agonizzante, Tata è stato comprato per la poca fiducia nell'ormai venticinquenne Saponeto, l'universo degli addetti ai lavori ha consacrato Perin, ventunenne di grandi doti e di straordinaria maturità, mentre gli stessi addetti ai lavori pongono fra i due il divario che pone Transfermarkt (due a uno).

    RispondiElimina
  10. No, non rido. Anzi, mi girano anche un po'. Di Mati ricordo troppo bene Colo Colo e il Villareal, per non innervosirmi a causa del suo rendimento in viola. Piccola consolazione: almeno non è la caviglia operata.

    RispondiElimina
  11. Diprè è sottovalutato, menomale che Deyna contribuisce alla sua rivalutazione.

    RispondiElimina
  12. La cosa che mi preoccupa di più è la carenza di centrocampisti in organico. Ne servono almeno due anche con Aquilani in squadra. Spero che Pradè abbia tre o quattro nomi già bloccati in attesa che finisca la Cuadradiade, altrimenti arrivare ad agosto col culo scoperto sarebbe rischio imperdonabile. Pure dietro serve ricambio, Basanta da solo sarebbe bastato se non fosse stato Basanta.
    Vargassone intanto è incedibile e per me è notizia buona e giusta.

    RispondiElimina
  13. colonel.blimp2 agosto 2014 10:25

    Foco, ti ricordo che c'è il jolly Brillante. Sui centrocampisti sono d'accordo: due centrali e un esterno. Per l'emergenza, ricordo che Hegazy è mancino.

    RispondiElimina
  14. Brillante è venuto come terzino, con esperti che dicevano che era meglio stopper e poi provato centrocampista. Spero sia buono, ma preferirei certezze. Hegazy in teoria ha tutto, fisico, tecnica e colpo di testa. Il problema è che, ogni tanto, si perde le distanze coi compagni. In campo aperto l'ho visto bene, a difesa schierata ha fatto vedere grosse pecche. Credo che non si sia preso nessuno per il fatto che si attende di sapere se Cuadrado ci sarà o meno, con conseguente scelta del modo di giocare e delle caratteristiche di chi verrà. Però il rischio, concreto, è quello di partire in stagione con una squadra work in progress. Al terzo ho gridato lo scorso anno, visto la sfiga che ha portato, volerò molto basso quest'anno.

    RispondiElimina
  15. su clasie la penso nello stesso identico modo. ti dirò, addirittura, che pistola alla testa sceglierei veloso: per l'olandese devi comunque sborsare, il portoghese di riffa o di raffa puoi prenderlo anche in prestito; veloso è un incompiuto, ma da giovane mostrava colpi migliori di clasie. inserito negli ingranaggi della viola potrebbe anche far bene, ha una verticalizzazione improvvisa e dei lanci che potrebbero esaltare marione. in effetti, comunque, come dice deyna, sarebbe meglio affiancargli un roster, però.
    ad ogni modo, mi aspetto di meglio rispetto a questi due.
    per mati io stravedo, l'anno scorso fino all'infortunio con la juve stava giocando in maniera eccellente; certo, questi infortuni - e la personalità - l'hanno frenato (altrimenti dubito che l'avremmo visto in maglia viola), ma credo comunque che il bilancio dei primi due anni sia positivo per lui.

    cuadrado: sono d'accordo a venderlo, ma la cosa che mi turba è come ripiegare: il modulo giusto è il 3-5-2, ma non vedo sostituti possibili a destra. altrimenti, ripeto 4-4-2 con rombo, però si necessita una mezza rivoluzione. non saprei, onestly.
    ps: nel 4-4-2 savic ne gioverebbe parecchio, classico marcatore centrale; ma, ad ogni modo, se le cifre che si leggono sono vere (12-15 mln), vendere, vendere subito ed allegare una cesta di salumi!

    RispondiElimina
  16. perin mi piaceva un sacco da giovanissimo, adesso reputo che possa diventare un buon portiere ma nulla più; è agile ma gli manca qualcosa come stazza ed altezza; inoltre è molto soggetto a miracoli alternati a papere: certo, su questo l'età può influire.
    avrà il suo spazio in nazionale, ma credo che Scuffet, se confermasse le impressioni iniziali, lo scalzerà quasi subito. non credi?

    RispondiElimina
  17. dietro stiamo bene anche per me: tomovic è affidabile, ricordiamocelo. ovviamente, con la cessione di savic, che non invoco ma comunque auspico, bisognerebbe compensare. su roncaglia non saprei: mi pare che poi, alla fin fine, giocherà poco anche quest'anno: se così dovesse essere, allora meglio cedere; anche se, nel 3-5-2, el torito si esalta.

    su hegazy sono un po' controtendenza vedo con le impressioni del sito: anche a me è piaciuto, ma dopo 2 anni di inattività credo che dovrebbe giocare un anno altrove, per poi tornare. per il resto, un difetto: un giocatore lento come lui deve imparare a difendere più basso: talvolta gli ho visto fare uscite sconsiderate che l'hanno tagliato fuori nettamente. io a lui preferivo camporese, onestamente, però insomma, che vadano a giocare entrambi, come anche wolsky. vecino in mezzo potrebbe far comodo e ci da cambio di passo, ma mi pare che montella spesso lo snaturi (vedi impiego da esterno alto): in tal caso, prestito di nuovo. Piccini: se dobbiamo risparmiare possiamo anche tenerlo, ma solo nel caso di passaggio a difesa a 4 post-cessione del colombiano. altrimenti, indovinate? prestito.
    baba, rebic, berna: tenere.
    bakik, boakye, octavio: non credo siano nostri giocatori.
    brillante: tenere

    cuadrado: secondo me danielone strappa un quarantacinquino.

    RispondiElimina
  18. Kurtic pare arrivi al 100%, a prescindere da qualunque altra operazione in uscita. Ne prenderei pure un altro ma dormite tranquilli, il prossimo anno sarebbe davvero un fallimento a non arrivare terzi. E non succederà.

    RispondiElimina
  19. Rosa attuale alla mano, senza Cuad bisognerebbe fare la rivoluzione, con molti acquisti di specialisti. E anche di qualità, per non avere un ritorno tecnico passivo. Allo stato delle cose, i giocatori presenti portano tutti ad un unico modulo che è il 3-5-2. Modulo che in mancanza di Cuad non è più attuabile.
    L'unica alternativa che mi pare possibile, al momento, è un 4-3-1-2 piuttosto raffazzonato, specialmente sugli esterni difensivi e nella figura del trequartista, dove Borja si spreca ed Ilicic si perde. Il 4-3-3 bastardo non vorrei più vederlo in campo, anche se implicherebbe l'innesto sulla destra di Berna, nel ruolo che l'ha fatto esplodere. Insomma, senza voler scendere nell'ipercritica, per adesso la coperta è più che altro un asciugamano, non si sono colmate subito le criticità della scorsa stagione e tatticamente si insiste su moduli che una cessione potrebbe stravolgere, rischiando di perdere la parte tattica del ritiro.
    Spero che sia un rischio calcolato.

    RispondiElimina
  20. Veloso mi piaceva molto ai tempi dello Sporting (anche se io gli preferivo Moutinho), è bravo ma è lento, per cui non può giocare insieme a Pizarro: o gioca uno o gioca l'altro. Clasie di certo non possiamo giudicarlo per due spezzoni di partita al Mondiale (in cui comunque non mi è dispiaciuto), io sinceramente fra lui e il portoghese sceglierei lui.
    Su Hegazy sono d'accordo con il Pande: viene da due anni di inattività, deve andare a giocare in prestito. Stesso discorso per Rebic e Wolski (a meno che non venga venduto Ilicic, nel qual caso il polacchino potrebbe restare).
    Sulla fascia sinistra par di capire che andremo avanti con Vargas e Pasqual, avremmo comunque bisogno di uno che possa giocare sia a destra che a sinistra, eventualmente anche nella difesa a 4: Santon andrebbe bene, ma ho idea che costi troppo.
    A centrocampo arriverà un nuovo acquisto, che si sommerà ai tre tenori e a Mati, oltre a un giovane (Vecino o Brillante) che non sarà mandato in prestito (Bakic via, concordo con il giudizio di Blimpe), per me saremmo a posto così.

    RispondiElimina
  21. Intendo in campo aperto in difesa, contro l'uomo diretto. Mente mi sembra che , a difesa schierata, non capisca chi debba prendere o come posizionarsi. Logicamente è una valutazione del cazzo, che risale più che altro alle partite dell'olimpiade, visto che dopo ne ha fatte poche.

    RispondiElimina
  22. Dopo Savic non mancinizziamo pure Hegazy!

    RispondiElimina
  23. Il mitico Dipradè, lo ricorda anche un po'.

    RispondiElimina
  24. Ho appena letto che il Tottenham ha offerto 20 milioni di euro per Musacchio

    RispondiElimina
  25. Velocemente:
    1) Foco, non capisco il problema 352: se Cuadradattilo se ne va, arriverà un esterno destro a modo, no?
    2) Veloso: resto della mia idea, per far giocare lui, dovemmo disfare il centrocampo. Mi sembra poco sensato. Con Borja, Pizarro, Aquilani (che pare rinnovi), sarebbe un'alternativa, limitata nei ruoli, per giunta.
    3) Clasie: non mi ha mai entusiasmato. Però, almeno, può alternarsi con il centrocampista che giocherà meno, sulla carta (Pek).
    4) Kurtic: Boh? I vantaggi che vedo non sono tecnici (Squinzi. Ancora ho intesta il 3-4, non mi torna), oltre alla possibilità di rifilare al Sassuolo alcuni dei nostri esuberi, in cambio.
    5) Hegazy: io sono in controtendenza, davvero. A me non è piaciuto, giovedì mattina. Lento, poco senso della posizione. Speravo in lui, come vicecappone. Invece... Di tanti centrali che abbiamo, non ce n'è uno in grado di prendere il posto, anche temporaneamente, di Gonzalo. Tutti gli altri possono girare, lui no. Problemuccio, mi pare.
    6) Anto se sarà 352, Vargas va bene, a sinistra. Pasqual molto meno, riserva.
    7) Tomovic: ho paura sarà preferito ancora a Roncaglia, semplicemente perché è più versatile e non perché è meglio.
    8) Ilicic: sembra essere alternativa davvero, allo stato attuale. Potrebbe davvero essere ceduto, rimettendoci capra e cavoli. in ogni caso troppi trequartisti, anche considerando Bernardeschi seconda punta.
    Finalino: la Viola è da 352; tutto il resto è casino. Montella cambierà in corsa, come suo solito, passando alla difesa a quattro, per porzioni di gara. In questo caso, raffazzonando, ci si può anche stare. Cambierà, facendo salire un esterno e scendere l'altro, magari anche inserendo il trequartista. Quindi, per il centrocampo manca, di sicuro, uno bravo. Brillante va certamente bene per il girone Uefa, ma andare oltre è un azzardo. Manca un esterno, a destra (se resta Piccini, altrimenti ne mancano due), manca un vice Gonzalo (impresa ardua). Tre acquisti due ottimi, uno buono, contro una cessione. Non sarà facile. E se il campione del mondo, tanto decantato nei giorni scorsi dal sitone, fosse un Lahm qualsiasi? Alterata pazzia, lo so.

    RispondiElimina
  26. Coronel, da quando sei così attento alle parole degli addetti ai lavori? Seguirne i giudizi è mestiere di Lud...Perin per me, oltre a non avere gran fisico come dice Pende, è anche pressoché nullo in uscita, e gli svarioni sono all'ordine del giorno, appunto alternati a belle parate. In sostanza un Frey più agile, ma meno deicsivo, se non in negativo. Scuffet mi pare di un'altra categoria, e anche Leali, se verrà messo alla prova in A. Piccini non mi sembra giocatore da Fiorentina, e al momento nemmeno da serie A. Sulla fascia corre tanto, ma fa male ai due estremi [se puntato in difesa, e in avanti], è un De Silvestri più aggraziato e poco più. E' uno dei giovani che manderei in prestito: Baba & Berna a Cagliari da ZZ Top - se non ora a gennaio - Wolski, Hegazy, Camporese che han bisogno di giocare, mentre terrei Rebic. Bakic mi ha deluso molto, si può anche cedere. Di Ilicic non saprei di che farmene, nel senso, non credo diventerà mai un campione, lo darei via finché ha mercato. Peccato, perché ha qualche giocata geniale e un tiro che non sono comuni nel calcio d'oggi.

    RispondiElimina
  27. Sopravvissuto2 agosto 2014 12:12

    LJUKA, lo hai già scritto 3 volte (ti "curo", attento) di Lahm. Se arriverà ti nominerò vice-addetto allo Schreber (da Comotto a Lahm!!)

    RispondiElimina
  28. Lahm? Magari!
    Dubito che lo sgubb del sitone sul campione del mondo abbia qualche fondamento, ma nel csao i sogni sono Lahm, Schweinsteiger o Hummels.

    RispondiElimina
  29. Tre volte? Sul serio? LahMission, Impossible!!!

    RispondiElimina
  30. Ljuka, il problemi del 3-5-2 senza Cuadrado sono un paio. Il primo è che non ci sono alternative in rosa, se si esclude Piccini che ancora non ha lo spessore tecnico/tattico per essere titolarizzabile, il secondo è che il nostro 3-5-2 non era modulo standard,ma molto atipico per caratteristiche dei giocatori. Cuadrado lo trasformava in corso d'opera in un attacco a tre punte, donando quell'imprevedibilità che non può darci, ad esempio, un Lichsteiner.
    Un esterno che possa fare tutta la fascia, inoltre, è merce molto rara. Tanto che non vedo in giro nessuna possibile opzione, aldilà di discorsi di prezzo.

    RispondiElimina
  31. colonel.blimp2 agosto 2014 12:40

    Da quando lo sei tu circa la prova di Neto col Palmeiras... Perin esce più e meglio di Neto, non scherziamo: dirai, per farlo basta esistere.

    RispondiElimina
  32. Se per questo nemmeno Vargas la fa più, tutta la fascia. Tocca agli altri a coprirlo, quando si perde. Poi è chiaro, stiamo parlando di Vargas, mica di Lahm (sono 5, Sopra). E stiamo parlando di Fiorentina, mica di Barcellona. Cuadrado è un lusso, per la Viola. Però sia chiaro: restasse, non piangerei di certo.

    RispondiElimina
  33. colonel.blimp2 agosto 2014 12:48

    Perin è alto 1,88, per inciso e per correzione delle leggende metropolitane. Il confronto con Frey non si dà: alla sua età Frey era scaricato dall'Inter per i difetti che mantenne per tutta la carriera e che lo fecero arrivare al massimo terzo portiere di Francia (di Francia!) e per breve periodo, Perin ha invece la strada in discesa in nazionale e sarà l'erede di Buffon nella Juve. 12 milioni valore di mercato, 6 Neto giudicato dalla stampa nazionale una delle fragilità della Fiorentina.

    RispondiElimina
  34. Perin e Scuffet, mi sembra presto per fare confronti. Devono crescere, entrambi. Però Scuffet (96) è innegabilmente, e anagraficamente, avvantaggiato, su Perin (92). Dovessi scegliere, punterei su Scuffet. Ma il mondo è pieno, di Seculin. Vedremo quel che succederà. Neto è ancora più svantaggiato (89), rispetto agli altri due. Non fosse un portiere, sarebbe già tardi. Speranza c'è ancora, ma i suoi margini di miglioramento non riesco a capirli.

    RispondiElimina
  35. Che Perin sarà l'erede di Buffon lo dici tu, (nell'unico tempo che ha giocato, in qell'amichevole col Fluminense, ha fatto ridere tutto il Brasile) che ha 12 milioni di valore di mercato idem che Neto sia giudicato una delle fragilità della Fiorentina idem. Insomma son tutte manie del Colonnello con poco valore anche nel sitollock. Oggi Perin ha giocato, dopo quattro anni di carriera, al massimo nel Genoa, Neto dopo due anni di carriera intervallati da tre anni persi a Firenze, ha già fatto un campionato, più che buono, nella Fiorentina che qualcosa più del Genoa è, oggi. A me Perin non piace, ma anche questo è parere soggettivo, gli trovo millanta difetti ed una teatralità di gesto che mi ha sempre fatto storcere la bocca per chiunque nel ruolo. Scuffet lo conosco poco, credo sia tutto da vedere, ma ha indubbiamente un potenziale molto più elevato del saltimbanco scapellato.

    RispondiElimina
  36. Altra affermazione completamente falsa. Perin non esce affatto dai pali, non ha presa, è un saltimbanco istintivo e teatrale che ti può salvare la porta con un miracolo e farti prendere un goal a bischero da cineteca all'azione seguente. Robetta. Non andrà mai in un grande club e se sbagleranno aprenderlo farà solo panca. Neto col Palmeiras è uscito bene in presa alta due volte su due ed ha salvato una cappella di Savic con un'uscita bassa per niente facile. Tu parli perchè hai la bocca.

    RispondiElimina
  37. Hegazy col Palmeiras non mi è piaciuto per niente. E' vero che son due anni che non gioca ma quando gli spazi si dilatavano pareva perso più di un cieco in una sparatoria e guardava più i compagni che l'avversario. Deve giocare, ma farlo giocare da noi è un problema. Un anno in prestito e poi si vede.

    RispondiElimina
  38. E meno male che non l'hanno preso

    RispondiElimina
  39. Scuffet, per quel poco che ho visto, pare promettere di diventare un portiere decisamente migliore sia di Perin che di Neto. Al momento, fra questi ultimi due, mi tengo il nostro brasiliano, pur con i suoi difetti. Perin è buono, ma non è certo un fenomeno, la juve come erede del Buffon pare abbia già puntato Scuffet, appunto, ed ha già fra i suoi Leali, in prestito ad altra squadra. Al massimo Perin andrà al Milan, che ha tradizione di portieri decisamente inferiore alle altre due strisciate (ma anche a noi) e decisamente inferiore rispetto ai suoi giocatori di movimento.

    RispondiElimina
  40. Tata non ha subito goal a pera perchè ha avuto culo che su due scazzate (quelle sì, scazzate vere) non gliel'hanno fatto e se fai un processo a Neto (ma sei solo tu in tutta Italia) per il primo gol del palmeiras, quel goal su punizione dalla sua parte preso dal rumeno con i trentini non mi sembra tu l'abbia commentato per niente. Insomma sembri mostrare solo partito preso per il portiere della Fiorentina forse solo per fare incazzare me. Il rinnovo lo faranno, si tratta per 50000 euro, quisquilie (magari non per me, per loro).

    RispondiElimina
  41. colonel.blimp2 agosto 2014 14:47

    Come scrivevo, lo dice Transfermarkt, che conta un po' più di un pensionato fissato vicchiese. Che sia dalla stampa nazionale considerato una delle fragilità delle Fiorentina basta leggere i media per saperlo. Che sia l'erede di Buffon pure i media lo dicono, l'investitura è stata data da Buffon stesso, è in mano alla Juve, è il terzo portiere della Nazionale, il più giovane in quel ruolo mai convocato ai Mondiali dopo Buffon medesimo. L'unica mania è la tua, per Neto, giustificato anche dinanzi a papere colossali (Lefrattagle, Gobbi). Quattro anni di carriera dai 17 (non faccio per dire...), oggi ne ha ventuno, Neto ne ha venticinque ed è nessuno, manco convocato da Scolari, che ha fatto giocare titolare uno che dicevi finito e invece ha disputato un signor Mondiale. Su Neto sei credibile come Ludde su Prandelli e come Ludde non leggi quanto si scrive.

    RispondiElimina
  42. colonel.blimp2 agosto 2014 14:49

    Sono d'accordo, Ljuka. Ma Jordan non ragiona.

    RispondiElimina
  43. Mi trovo senz'altro d'accordo con Jordan. Tra Neto e Perin c'è la stessa differenza che tra mangiare e digiunare. Non capisco il giudizio negativo sul brasiliano emesso dal Colonnello, tra l'altro suffragato in maniera assai speciosa da una critica rispetto ad un gol preso in amichevole. Se per questo, Tata in un'altra amichevole ha fatto francamente ridere, pur non prendendo gol.

    RispondiElimina
  44. colonel.blimp2 agosto 2014 14:56

    Sei un villano e un incompetente, Neto non esce quasi mai, le due prese col Palmeiras erano elementari e dovute, saltimbanco è un aggettivo in libertà. Sul fatto che il ventunennne non andrà mai in grande club abbiamo fatto scommessa (io, anzi, senza contraccambio): non doveva nemmeno andare in Nazionale, è stato invece il più giovane convocato ai Mondiali dopo Buffon nel ruolo; se tanto mi dà tanto, non azzeccherai nemmeno la seconda previsione. Neto, che in un grande club (quale speriamo diventi la Fiorentina) non è mai stato, rimanendo peraltro in ghiacciaia due anni a causa dell'eterna immaturità, ha sfavato sul primo gol: brutto esordio. Ogni volta che si parla di Saponeto perdi la testa e assomigli terribilmente all'arteriosclerotico da barzelletta. Spari boiate senza corrispondenza al reale, al tua fissa è patetica e perdente.

    RispondiElimina
  45. colonel.blimp2 agosto 2014 14:57

    Un errore, che si assomma ai tanti del passato. Tata non è l'ideale, ha sbagliato due uscite, sulle quali Neto non sarebbe andato, forse provocando peggio.

    RispondiElimina
  46. Sei prevenuto sul Nipote, mio caro Colonnello, e questo ti preclude un giudizio obiettivo su di lui. Per me Neto non è affatto un punto debole della Fiorentina. Di quelli semmai c'è ne sono altri e ben più gravi, a cominciare dall'allenatore.

    RispondiElimina
  47. colonel.blimp2 agosto 2014 15:21

    Ma no, McGuire, è il mio giudizio: ho sperato molto da lui, quando era oscurato da Viviano. Ha avuto la chance, si è dimostrato portiere non da grandi ambizioni.

    RispondiElimina
  48. Ritengo l'annata di Neto positiva, almeno ad insindacabile giudizio degli addetti ai lavori i cui giudizi, e media voto, sanciscono un rendimento ampiamente sufficiente. Non ho capito perché è scivolata sul nodo portiere la discussione, mi pare che ad avere qualche euro da spendere con l'arrivo di Tatarasanu si chiude a doppia mandata l'ipotesi acquisti in quel reparto. Se si vuol parlare di valori assoluti, al momento, Neto offre più garanzie di Perin, complessivamente e se proponessero uno scambio alla pari nessuno lo accetterebbe. Capitolo Scuffet, è in prospettiva superiore ad entrambi, a mio vedere di parecchio, sia nei fondamentali sia nel fisico e nella reattività. Copre la porta benissimo, ha doti di posizionamento e visione dell'azione, e relative conseguenze, superiori, pur non intendendomi di portieri come Jordan quasi mai ho visto un giovane, in quel ruolo, così forte a quell'età, un certo Courtois e un certo Neuer a quell'età non avevano quel livello e non avevano dimostrato quanto ha fatto lui nello scorso campionato, e questo è l'unico dato oggettivo, e statistico, che fa pendere la bilancia a favore del giovane portiere dell'Udinese. Se discutiamo fra Neto e Perin mi tengo il nostro, se si tira in ballo uno nettamente più forte è inutile discutere.

    RispondiElimina
  49. colonel.blimp2 agosto 2014 15:29

    Tranfertmarkt, link per il Mugello come per il resto del mondo:

    http://www.transfermarkt.it/mattia-perin/profil/spieler/110923

    Zoff:

    «Se devo designare un possibile erede di Gigi in nazionale scelgo Perin del Genoa, il futuro è suo».

    Buffon:

    «Perin il mio erede? Come no, può esserlo, gliel'ho anche detto quando ci
    siamo incontrati; ha grandi doti e personalità, gli rivolgo i miei
    migliori auguri».

    Errore fatale:

    «Le sue capacità non passarono inosservate neanche alla Fiorentina che in occasione di un’amichevole con la Pistoiese, propose a Mattia una settimana di prova a Firenze. Però il suo fisico, secondo i viola, era troppo gracile e scelsero di non dare seguito al rapporto».

    RispondiElimina
  50. colonel.blimp2 agosto 2014 15:34

    Ecco invece il link su neto di Tranfermarkt su Neto:

    http://www.transfermarkt.it/neto/profil/spieler/111819.

    Albertosi:


    «Perin è l’unico dei giovani portieri che mi somiglia».

    RispondiElimina
  51. colonel.blimp2 agosto 2014 15:36

    Insomma, il sito internazionale più accreditato dà Perin al doppio di valore di Neto, Perin ha quattro anni in meno, i grandi portieri lo portano alle stelle, Perin è nazionale già alla sua età, Neto non ha fatto il terzo ai Mondiali pur in una nazione di portieri scaci, costretta a far giocare titolare uno che Jordan aveva definito «finito». Ma di che si parla?

    RispondiElimina
  52. colonel.blimp2 agosto 2014 15:38

    Insomma, fra Neto e Perin non c'è un addetto ai lavori serio che sceglierebbe Perin, oppure andrebbe messo in psicoterapia intensiva. Poi, capisco le logiche del tifo, per carità!

    RispondiElimina
  53. Se anche li vendessi a quanto riporta Transfermarkt, per me il vangelo u quotazioni e rendimento, non metterei sopra i 6 milioni richiesti per disfarmi di Neto dovendo acquistare Perin. Così si può scrivere ?! E non è bieco e cieco tifo il mio.

    RispondiElimina
  54. Il fenomeno Marchetti, altro troppo frettolosamento insignito dell'etichetta di erede di Buffon, nel 2013 dallo stesso Transfermarkt era dato a 13 milioni, adesso pur essendo in crollo è ancora quotato 9 milioni. C'è qualcuno qui che lo vorrebbe? C'è qualcuno qui che prenderebbe Ranocchia [pagato 25 milioni da Moratti] come centrale della nostra difesa, ai 13.5 milioni a cui lo quota lo stesso sito? Le dichiarazioni di Zoff e Buffon, immancabilmente intervistati quando spunta un portiere giovane, sono anche più lusinghiere nei confronti di Scuffet, ma sono pur sempre dichiarazioni di colleghi ed ex colleghi, ci va anche fatta un po' di tara...Comunque non capisco il riferirsi a loro o a Transfermarkt, quando si è sempre criticato Lud perché non sviluppava un pensiero proprio, a volte, ma si appoggiava a giornali, siti e quant'altro. Non che il Coronel non formuli un pensiero proprio, anzi, ma il supporto esterno per me conta poco, di errori di valutazione è piena la storia recente [vedi Marchetti].

    RispondiElimina
  55. Non so gli altri, ma il mio giudizio non è poi accecato dal tifo: vedendo Scuffet ho provato un po' di invidia per l'Udinese, che ha prodotto in casa un talento notevolissimo. Passando sopra al fatto di trovarmi un ulteriore giocatore italiano in formazione, per la prospettiva che ha lo preferirei senz'altro a Neto, anche se magari nell'attuale potrebbe avere qualche incertezza e calo di rendimento dovuti all'età, rimediabili con un buon vice. Perin lo trovo invece inferiore sia a Scuffet che a Neto, come dice Jordan manca di presa e di uscita, ha una predisposizione alla papera che dopo due anni di A dovrebbe essere già drasticamente diminuita [ma avete visto cosa combina? se Neto avesse buttato in porta il tiro di Pepito come ha fatto lui a Genova, sarebbe stato crocifisso in sala stampa, ed è solo per parlare di una cappella fatta contro di noi, una tra le tante], e tra le prodezze più della metà sono in realtà tuffi post-parata semplice, in perfetto stile-Frey. Per me la sua traiettoria è già tracciata, salvo enormi miglioramenti che non ritengo probabili: Alternanza con Sirigu in vista degli Europei - sempre che il nuovo ct abbia il coraggio di pensionare lo scommessomane compradiplomi - poi entrambi cederanno il posto a Scuffet, che sarà per anni il titolare incontrastato; nei club, passaggio a una strisciata, un paio di stagioni alla Perin, tra tuffi carpiati e solenni poponate, quindi una lenta discesa a squadre medie, sperando che non passi per Firenze. Probabilmente finirà la carriera alla Lazio, come Marchetti.

    RispondiElimina
  56. Poi, sia chiaro, non sono né Netomane, né petomane: datemi Adler, ed è sùbito Terzo. Cuadrado o no.

    RispondiElimina
  57. A proposito del cosiddetto JC11, mi sembra che si faccia il problema più grande di quel che è: ottimo giocatore, se resta meglio, ma non è certo un campionissimo. Uno che si piscia sotto alla prima sfida importante del Mondiale - peraltro contro i brasiliani, in questa versione 2014 non certo dei campioni di carattere... - e che in campionato sparisce per mesi per poi riemergere e maramaldeggiare prevalentemente con le medio-piccole, non mi fa disperare in caso di cessione. Se con i "suoi" soldi si prendono due pezzi buoni, possiamo addirittura andare a migliorare. Per sostituire lui, inoltre, non è necessario pensare a un suo sosia, improbabile perché è unico come caratteristiche. Si può cambiare modulo, o interpretarlo diversamente. Certo, non si sostituisce con Florenzi, Bonaventura o Schelotto...

    RispondiElimina
  58. Sopravvissuto2 agosto 2014 16:34

    Il COLONNELLO che inizia a "linkare" mi sembra più Luddeggiante di JORDAN difensore a spada tratta di Neto...eh eh eh eh eh eh eh eh eh eh.
    Transfermarket é un qualcosa di virtuale, scritto da uomini e neanche sappiamo le loro competenze o le loro inclinazioni. COLONNELLO, credo tu sia più credibile quando argomenti, con visione e competenze, piuttosto che quando ti affidi a qualcosa di indefinito come Transfermarket.
    Stiamo parlando di qualcosa alla stregua di Wikipedia, dove chiunque può intenervenire, assumendosi responsabilità.
    Dico la mia,magia scritto da altri: vero che i portieri maturano più tardi e ha no carriera più longeva (mediamente) ma l'unico "campo" dove Neto doveva migliorare, da due anni, non ha visto progressi: le uscite da padrone, le impennate che terrorizzano chi transita in area.
    Sul resto é un discreto portiere, per chi aspira a una posizione tra il 4o e il 7o posto. Tra lui e Perin tengo il brasiliano, tra lui e De Sanctis prendo De Sanctis, tra lui e Scuffet prendo Scuffet, tra lui e Tata tengo lui, tra lui e Handanovic li vedo simili (progressi di Handanovic disattesi), tra Courtois e Neto ci sono 2 categorie di differenza. Per me é così, ma visti i risultati delle statistiche di LJUKA sono poco competente. A voi...

    RispondiElimina
  59. Sopravvissuto2 agosto 2014 16:37

    Il PSG inizia ad infilare le perle: vittoria di SuperCoppa (2-0) con doppietta di Ibra. Sirigu para un rigore. Ecco lo avevo dimenticato: un po' sottovalutato in Italia ma Sirigu é uno decisivo.

    RispondiElimina
  60. E' vero, Neto non intimorisce gli attaccanti con la personalità, rendendosi come per magia il triplo più grande di quel che è, portandoli ad evitare lo scontro anche se sono a cinque metri. Come, ad esempio, fa il mio mito Adler. Però per il resto è un ottimo portiere, e soprattutto non vedo grandi portieri in italia. Tra lui e Perin tengo anch'io il brasiliano, tra lui e De Sanctis prendo Neto, tra lui e Scuffet prendo Scuffet [ma soprattutto per il potenziale, che credo superiore], tra lui e Tata tengo lui, tra lui e Handanovic prendo Handanovic, anche se non ha del tutto mantenuto le attese, tra lui e Courtois scelgo ovviamente il belga. Non mi torna una cosa, però: seguendo la proprietà transitiva, ritieni De Sanctis superiore a Handanovic?

    RispondiElimina
  61. La cosa più negativa del caso-Cuadrado è che ci blocca il mercato, e certi giocatori ce li soffiano gli altri. Magari Medel interessava, chi lo sa, ma non c'era la certezza di poter fare lo sforzo [piccolo, visto il giocatore] finanziario.

    RispondiElimina
  62. Sopravvissuto2 agosto 2014 17:26

    Si. Cresciuto anno dopo anno. Valore aggiunto a Napoli, poco impegnato ma decisivo a Roma.

    RispondiElimina
  63. Sopravvissuto2 agosto 2014 17:27

    Più o meno abbiamo lo stesso parere, DEYNA.

    RispondiElimina
  64. Sì...Ti ricordavo più entusiasta di Perin un paio d'anni fa, però

    RispondiElimina
  65. Sopra transfermarkt non è qualcosa d'indefinito, è fra i primi siti al mondo che annovera professionisti del settore. I calcoli non sono frutto d'invenzioni, tengono conto di età, prestazioni, presenze, infortuni, chilometri percorsi, ruoli ricoperti, goal fatti, assist, passaggi, tackle, cartellini e valutazioni che col soggettivo hanno poco a che spartire. Che poi un giocatore sia acquistabile a più o a meno di quanto scrivono è altro discorso e tiene conto di dinamiche differenti e accordi che prevedano bonus o premi che possono essere spalmati sul costo del cartellino, procuratori che spingono e accettano mazzette, idem i giocatori, insomma, la valutazione è quella e tiene conto della carriera del giocatore dalla primavera fin quando appende le scarpette al chiodo. Ci sono matematici, commercialisti, notai, avvocati e persino agenti Fifa che hanno proiettato transfermarkt in vetta fra i siti più autorevoli del panorama calcistico e nessuno offre una banca dati simile. Una mole simile d'informazioni non è presente da altre parti, nessuno ne ha con una simile precisione e quantità, dati che possono essere incrociati anche con numeri che si possono reperire anche da altre parti ma, ripeto, da nessuno parte così tanti e precisi. Il vangelo non è pure quello ma una base, ottima, di partenza su cui basare certe valutazioni si. Per me la più autorevole.

    RispondiElimina
  66. colonel.blimp2 agosto 2014 18:31

    Deyna e Sopra, c'è un consenso degli addetti, che Transfermarkt (sito sul quale non saprei dir meglio di quanto dice Leo qua sotto) riflette: questo nega intanto che sia solo io a sostenere la netta superiorità di Perin su Neto, perché mi è toccato di leggere pure questo, e ciò da parte dell'unico umano che abbia assolto Neto dalle cappelle monumentali su Lefrattaglie e su Gobbi. Sono io, insomma, a sostenerlo più tutti, ma proprio tutti eccetto alcuni in buca d'Arno, come mi succedeva per Frey ai suoi tempi. Può essere che quegli alcuni in buca d'Arno abbiano ragione come non la ebbero su Frey, anche se a me sembra una posizione tifoidea. Quel che è insostenibile è la liquidazione sommaria di Perin e l'aggressione nepotistica di Jordan verso chi detenga un'opinione che è semplicemente quella dell'universo degli addetti ai lavori. Credo che i difetti di Perin siano queli di un ventunenne, che siano pure dismetrie e non lacune organiche o basiche, credo che la sua personalità, la sua capacità di predizione, i suoi riflessi, la sua intelligenza dell'azione siano eccezionali, non meno. Di Scuffet non ho parlato perché stimo veramente prematuro il farlo (il post di Ljuka, luminoso per equilibrio, è da sposarsi in toto): è sicuramente un keeper più classico, ma non ne faccio una questione di stile. Al momento un selezionatore onesto della Nazionale dovrebbe mandare a casa Buffon, schierare titolare Sirigu (che vidi benissimo fin dai primordi del passaggio al PSG, nonostante la bocca storta di Jordan e di Deyna: mi sembra di aver avuto ragione, no?) e tenere in panca Perin. Perin sarà titolare ai prossimi Mondiali, Sirigu ai prossimi Europei. Se non vogliamo suicidarci con Buffon. Ma se, come speriamo, Stravecchio affonderà prossimamente e Albertini sarà sventato contestualmente, l'aria di nuovo porterà via i vecchi capicosca anche fra i calciatori (sia detto con rispetto retrospettivo per il più grande portiere della storia azzurra).

    RispondiElimina
  67. A me Sirigu piaceva molto nell'anno del boom a Palermo - e lo scrivevo - poi ebbe un calo, non storcevo la bocca quando era in Francia perché seguo poco quel campionato, chiedevo anzi lumi a te. Trattasi di buon portiere, senza magari vertici specialistici in niente, ma affidabile in tutti i fondamentali. Frey - che a me non ha mai esaltato, bene ribadirlo, ho sempre preferito di gran lunga Boruc, anche al suo 70% fiorentino - non era magnificato solo in bocca d'Arno, ricordo ancora quelle trasmissioni sportive su mediaset e rai che allora ogni tanto guardavo, e parlavano di lui in lizza con Buffon per lo scettro di miglior portiere della serie A [mi pare fosse il periodo del momentaneo appannamento di Julio Cesar]. Se guardiamo alle potenzialità, Scuffet se lo mangia, Perin: ha quattro anni in meno, eppure è più completo, e non soggetto all'enorme numero di cappelle dell'altro, a meno che non cominci adesso. Come stile è più classico, io lo preferisco ai saltimbanchi, ma quelli son gusti, dirime l'efficacia.

    RispondiElimina
  68. PS: se alla juve spendono 12 milioni per Perin avendo Leali di proprietà, sono fuori di cervello.

    RispondiElimina
  69. sopravvissuto2 agosto 2014 18:51

    DEYNA, Perin mi piaceva anche perchè è di...Latina.
    A proposito di promesse, visto chi gioca nell'Eintracht? Piazon. procedimento per la maturazione, da Olanda a Germania, attuato dal Chelsea?

    RispondiElimina
  70. colonel.blimp2 agosto 2014 18:54

    Frey non fu voluto da nessuna grande squadra dopo esser stato scaricato dall'Inter, in patria (la Francia dei portierucoli!) è stato spregiato, alle trasmissioni sportive chi nega che potessero apprezzare certi suoi interventi d'isitinto? Ma a Firenze lo dicevano il miglior portiere del campionato italiano e pure del mondo: risibili cazzate. Ergo, avevo ragione io. Come su Sirigu. Non ho elementi, per via di quanto ho esposto sulla falsariga di Ljuka, per dire che Scuffet si mangi Perin, che è davvero molto superficiale (uso eufemismo) definire saltimbanco: fosse così gongolerei, un portiere assai più grande di un grande portiere! Futuro roseo per la Nazionale!

    RispondiElimina
  71. Non ho capito nemmeno l'accantonamento di Sirigu al mondiale che ritengo ad oggi il numero uno in Italia, pensa un po'. Perin è portiere che può vantare margini di miglioramento notevoli, Neto può solo affinare il suo repertorio, c'è una bella differenza, ma il nipote ha più ore di campo sul gobbo, ecco il perché della mia preferenza. Su Scuffet penso siano aperte le scommesse, è forte forte, se non lo bruciano e si brucia la testa sarà un numero uno di levatura mondiale.

    RispondiElimina
  72. sopravvissuto2 agosto 2014 19:18

    Segnali di dismissione impossibile...

    RispondiElimina
  73. Prova, prova, 4-3-3, prova, 4-3-3, prova...

    RispondiElimina
  74. Sopravvissuto2 agosto 2014 19:53

    Primo tempo Roma-Inter 0-1 (Vidic di zucca): Inter con solita grinta e dighe di Mazzarri, molto pressing. Roma pericolosa in campi aperto ma in difficoltà contro il pressing. Iturbe ha privato una sua tipica azione con rientro e tiro ma poi bloccata ogni velleità.

    RispondiElimina
  75. Sopravvissuto2 agosto 2014 20:00

    Benvenuto VALTOLIN!! Oggi gente al mare ma c'é legna da spaccare (per questo ti ho invitato!). Mettiti comodo, la giornata é tranquilla. Attività di oggi : tiro al Neto, appurata veridicità delle credenziali di Transfermarket, ipotesi di centrocampo, un paio di cazzotti tra COLONNELLO BLIMP e JORDAN per il portiere del futuro viola e della nazionale. Già dettati i compiti per casa: le pagelle di stanotte....ah ah ah ah ah ah ah ah ah...Benvenuto in questo quadro di Bosch!!
    Tu hai scritto 4-3-3, qualcuno (DKNE1) si é spinto- qui- sino 4-4-3, barando spudoratamente.....eh eh eh eh eh eh eh
    POLLOCK, faccio io gli onori, per le provvigioni hai l'Iban. Grazie

    RispondiElimina
  76. Sopravvissuto2 agosto 2014 20:01

    COLONNELLO, é arrivato un altro titolare....Dismission? Impossibile!

    RispondiElimina
  77. Sopravvissuto2 agosto 2014 20:02

    Se Gandalf risponde al mio invito, come VALTOLIN, il Dream Team é pronto.

    RispondiElimina
  78. Benvenuto VALTOLIN. Sei Destro o Sinistro?

    RispondiElimina
  79. Sopravvissuto2 agosto 2014 20:39

    Inter alla grande, 2-0 (Nagatomo). Mazzarri tosto.

    RispondiElimina
  80. Un benvenuto a Valtolin a cui non difetta l'ironia! Altro elemento che si mangia lud a colazione, purtroppo questo non è un gran merito. eh eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  81. Ma il blog non era alla frutta ?!


    P.S.: A proposito di ella, sto degustando delle percoche infami tornate accettabili con zucchero di canna e merlot.

    RispondiElimina
  82. Roba extra-Viola.
    Quest'anno ho l'impressione che Jo-Jo esploderà definitivamente. Mi è sembrato migliorato nell'attitudine ad aggredire l'area e veramente grosso fisicamente. Mi farebbe piacere, è un bravo ragazzo.
    L'Inter avrà una partenza come lo scorso anno. Sembrano già in forma. La differenza la potrebbe fare la costruzione di difesa e centrocampo, rocciosi. Sarà difficile bucarli.
    Io li solleverei dal problema Ricky Alvarez, giocatore che potrebbe essere un'ottima alternativa ad Aquilani.
    La Roma ha un grosso punto debole: il fatto che tutti, nella capitale, pensano di aver già vinto lo scudetto. L'anno scorso volevano la testa di Sabatini, non dimentichiamocelo.
    Il Milan potrebbe essere una sorpresa. Nel senso che quest'anno potrebbero darci una grande gioia. Con Menez allungano la loro collezione di teste di cazzo.
    La Juve partirà male. È una costante delle preparazioni di Allegri ( periodo super-Ibra a parte). La vecchia guardia lo appoggerà ( sono appoggiatori professionisti), il problema è che si tratta, appunto, di vecchia guardia. Bisognerà poi vedere gli altri, liberi dalla frusta dell'uomo nutriocrinito.
    Speriamo di vedere uno "Stadium" in contestazione.
    Se vince Tavecchio ,contro il parere della perte tecnica di questo gioco, significa che non abbiamo più speranze di liberarci dal marciume. Di conseguenza posso abbandonare ogni speranza di un tricolore a Firenze.

    RispondiElimina
  83. L'Inter ha fallito l'anno passato, grande con le grandi, ridicola con le piccole. Mazzarri rimane un'ottimo allenatore (antipatico ma bravo, per me), difficile canni due anni su due e la squadra inizia ad avere un capo e una coda. Alvarez non ce lo vedo interno, scarsa propensione alla copertura e all'interdizione, capacità di recupero nel rinculo prossime allo zero, non può essere un'alternativa ad Aquilani, semmai a Ilicic, serve ?! Il milan ha solo un'incognita, non riguarda l'organico, ancora distante nelle vette fatta eccezione per quel diamante grezzo del faraone e niente altro degno di nota (Di Sciglio lo prenderei, sempre....), Inzaghi, ho visto giocare il milan primavera, tanta roba, la prima squadra e la serie A è tutt'altra cosa, basterà ?! Non credo, o predestinato o bluff. Perché abbiano cacciato Seedorf non l'ho capito, nel girone di ritorno, e neanche tutto, ha fatto meno punti di juve e roma, beata dirigenza, incapace di autocritica, che vede solo nei manici i problemi di una società e una dirigenza, tutta. La juve è "meno" da titolo ma rimane quella da battere e Allegri non è un coglione, se regge la falsa partenza sarà li dove gli compete, se allunga la striscia negativa e corrono ai ripari avranno pane duro tutto l'anno. Noi, già così siamo da podio, vediamo poi......

    RispondiElimina
  84. Riguardo a quello che ci manca...
    Secondo me un centrale di sicuro affidamento risolverebbe molti dei nostri problemi. Dedé ( di cui io e Jordan tessiamo le lodi da mesi) sarebbe l'ideale, per il semplice fatto che vale tre Castan, ma ci sarebbe anche il greco Manolas, che al mondiale mi ha fatto una grandissima impressione. Savic non mi è mai dispiaciuto, però un difensore con maggior prestanza fisica e padronanza tecnica limiterebbe di molto certi imbarazzi, anche in fase di inizio azione.
    Alvarez interno,invece io lo vedo molto bene nel nostro tipo di gioco, anche perché è in possesso di quelle percussioni che potrebbero rompere i nostri momenti di impasse. Serve un innesto che dia solidità, certo, ma serve anche qualcuno che sia in grado di aumentare i giri quando il tiki taka ristagna.

    RispondiElimina
  85. Si, se non si fa male, Jo-jo esplode.

    RispondiElimina
  86. Alla terza bottiglia di vermentino(Guado al Tasso) esprimo la mia vicinanza ai sitollockiani di tutto il mondo,compreso i turchi..e probabilmente,in considerazione del mio stato,guarderò la partita(TV permettendo).P.S.: in due,non da solo....P.P.S.:Perin é il portiere più sopravvalutato della serie A

    RispondiElimina
  87. In vino veritas!

    RispondiElimina
  88. Allora, tranquillo, siamo qui per aiutarti. Fai esattamente quello che ti dico:
    Cerca delle patate, fritte, lesse o come cazzo te pare. In alternativa sfonnate di pane.
    Finisci col vermentino, non mischiare. Tra una mezz'ora stappane un'altra.
    ASSOLUTAMENTE non bere acqua, butteresti via almeno trenta euro, se il vino è decente.
    Esci in strada nudo urlando "Juve merda". Se te menano, almeno te passa la botta.
    Ricomincia.

    RispondiElimina
  89. Foco, hai mai provato con l'olio minerale, quello che si usava una volta nei fiaschi? Fa lo stesso effetto, ahahah!

    RispondiElimina
  90. O FOCO!!!!!!!Di calcio un ci capirò una sega,ma se si parla di bere e di sopravvivere alle briacate un ce n'é pe' nessuno..cmq apprezzo i consigli...a domani amici miei(a parte il Sopra che saluto devotamente )

    RispondiElimina
  91. Maledizione, Valtolin era il mio colpo in canna sottotraccia, da sparare all'improvviso a-la Macìa, ma ci ho dormito troppo. Mi ha fregato l'avatar vistoso, che ha attirato il Sopra. Non posso più vivere di rendita sul Foco, urgono nuovi colpi.

    RispondiElimina
  92. Deyna, una volta ti ho suggerito 'marco mugello'. E' un Destro, ci manca nella difesa a 3 o a 4, e non è una riserva, credimi!

    RispondiElimina
  93. Sisi, lo osserviamo da tempo, è pronto per il salto in prima squadra.

    RispondiElimina
  94. I miei consigli sono mirati esclusivamente a farla durare di più, in maniera da ottimizzare il rapporto spesa/mbriacatura ahahahahahaha

    RispondiElimina
  95. Il bonus su di me l'hai esaurito appena ho detto :"Ciao a tutti".

    RispondiElimina
  96. Benvenuto a Valtolin.

    RispondiElimina
  97. Mi sa che stasera è la 'Notte Bianca' del Sitollock. Io c'ho pronto un 'Chiaro di Luna', non lo conoscete, è a Km zero ma ha un buon motore, basta pigiare. Prosit! So già come finirà, anzi no, sigh, sigh!

    RispondiElimina
  98. Lo sapevo che tu mi volevi bene...

    RispondiElimina
  99. Sopravvissuto2 agosto 2014 23:54

    Ma...anche in Perù hanno uno stadio bellissimo?!? In Perù! Quelli per sopravvivere devono mastica' coca e hanno uno stadio come quello appena visto? Ma.....Questo non é un paese per Tavecchi!

    RispondiElimina
  100. Sopravvissuto2 agosto 2014 23:56

    DEYNA, con Valtolin ho attuato ciò che ho appreso dal maestro...ah ah ah ah ah ah ah ah...Se arriva Gandalf miro alla Panchina d'oro! (Chiaramente ho gia...L'inseminatore d'oro").

    RispondiElimina
  101. Sopravvissuto3 agosto 2014 00:29

    Mah......squadra senza capo ne coda, ognuno per i cazzi propri...Modulo? Schemi?

    RispondiElimina
  102. Sopravvissuto3 agosto 2014 00:31

    Pizarro unico lucido, con brividi incorporati. Vecino ala...ho detto tutto.

    RispondiElimina
  103. Pepito magia, Brillante ottima stecca. Questo ragazzotto mi piace assai al tiro. Se si rivelasse di buon piede per non abbassare il livello del centrocampo, lo vedo molto bene grazie alla botta da fuori

    RispondiElimina
  104. colonel.blimp3 agosto 2014 00:59

    Tre cinque due, tre cinque due... Uscirne fuori, come ha fatto Montella nello scorso campionato, ma anche col Palmeiras, significa cercar grane. Lasciamo una solo palla gol, su calcio piazzato (toh, nova! Urge Basanta!), ma Tata è supremo, soprattutto nel riflesso perinesco di smanacciare prodigiosamente con la destra rialzandosi dopo la prima respinta. Brillante un po' confuso ma buono di piede per uno tosto e poi pronto là dove occorre per il gol, Vecino esterno uovo di Colombo cui Montella non aveva pensato l'anno scorso, Pek regale, Borja ancora cileccante (ma da lui parte l'azione del gol), Loco fischiato fa le cose sicure ma non incide, Dino fermato in fuorigioco inesistente mentre andava in gol e per il resto un po' asmatico, Pepito decisivo e in crescita di condizione. In difesa mi è piaciuto stranamente Savic, molto autorevole nei disimpegni. Vediamo Berna nella ripresa.

    RispondiElimina
  105. Solita Viola, per me, con un paio di esperimenti non proprio riusciti, come Vecino esterno. Il mio idolo Joshua ha buona personalità e pure una certa pulizia di piede, segna un bel gol ma mi sembra un po' spaesato in questo centrocampo dove Borja ancora fatica e il Pek domina come se fosse il 2012.
    Rossi tocca pochi palloni, ma uno lo trasforma in magia. Gomez non trova tanti spazi, ma lo cinturano da dentro gli spogliatoi e in un paio d'occasioni, col "ricciolo" potrebbe andare in porta. Peccato il guardalinee. Tatacoso miracolizza l'unico pericolo.

    RispondiElimina
  106. Stasera Armagnac, 1982. Per chi non lo conosce, pensate al cognac e fategli una pernacchia. La partita, al "terzo" calice, prende tutta un'altra piega.
    Tata ok
    Blillante ok
    Pek ok (con rischio, allegato)
    Rossi ok (una palla basta, grazie).
    Il resto mancia.
    Secondo tempo di sofferenza, entreranno altri. Ilicic, per cominciare

    RispondiElimina
  107. colonel.blimp3 agosto 2014 01:05

    Su Vecino non sono d'accordo: attivo, diligente, arriva sul fondo anche se non è ficcante.

    RispondiElimina
  108. colonel.blimp3 agosto 2014 01:06

    Ljuka, qua sul sitollock, ma soprattutto sul sitaccio di Foco, è conosciuto il Grand Armagnac, e non è roba per chiunque.

    RispondiElimina
  109. Mah, sarei per dar ragione al SOPRA. A centrocampo si vede che manca uno di raccordo, tipo Aquilani, ma un Vecino ci sarebbe, e si è visto anche fuori posizione. Borja vaga a vuoto senza costrutto alcuno, Brillante non capisco bene che ruolo abbia, appare e scompare, ma se ne fa un paio a partita ben venga. Rossi e Gomez, chi li ha visti? Non per colpa loro beninteso. Sembra che la difesa sia il reparto migliore, Tata compreso, pur con alcune sbavature. Mi sembra, infine, che si giochi a buttarla in avanti.

    RispondiElimina
  110. Snap! colpo a forbice di Rossi, razza di campione, su palla buona ma un po' lunga di Borja e stoccata di freddezza di Brillante....

    RispondiElimina
  111. Non ha il passo, Colonnello, soprattutto per rincorrere.

    RispondiElimina
  112. colonel.blimp3 agosto 2014 01:08

    Sì, forse è il rincorrere che gli manca, non il resto.

    RispondiElimina
  113. colonel.blimp3 agosto 2014 01:24

    Grande sfondamento del Loco e grande cross!!!!! Torre maestosa di Dino, peccato che l'azione sfumi. Entra Babà.

    RispondiElimina
  114. colonel.blimp3 agosto 2014 01:28

    Altra grandissima cosa, in area, della Bufala Incaica! Lo stiamo ritrovando, lo stiamo ritrovando quasi tutto! Poi, bello svincolo di Ilicic, che chiede troppo.

    RispondiElimina
  115. colonel.blimp3 agosto 2014 01:33

    Cosa ha sfavato Babà! Nooooooo!

    RispondiElimina
  116. Sopravvissuto3 agosto 2014 01:33

    E damme ragione! Ti faccio un triennale...

    RispondiElimina
  117. Sopravvissuto3 agosto 2014 01:36

    Date una bussola a Ilicic. Soprattutto qualcuno gli spieghi che la viola ha la maglia...viola.
    Da uomo giustizialista (non proprio tanto, dai...) direi che questa partita sembra l'ultima sigaretta per Ilicic. "Ehi, tu! Ilicic! Un ultimo desiderio? Dai...i tifosi già l'hanno espresso, tocca a te!". Ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah...

    RispondiElimina
  118. colonel.blimp3 agosto 2014 01:39

    Che pipponata di Ilicic, un gol facilissimo... Ma via! sembra Corso, senza il sinistro di Corso, con la podistica di Corso, cinquanta anni dopo!

    RispondiElimina
  119. colonel.blimp3 agosto 2014 01:41

    Incredibile prodezza del Fac! E poi sarebbe uno scarpone! Poro Schreber! Quanto poco ci capisci!

    RispondiElimina
  120. colonel.blimp3 agosto 2014 01:42

    Sarebbe stato uno dei più grandi gol nella storia viola!

    RispondiElimina
  121. colonel.blimp3 agosto 2014 01:46

    Menciata di Wolski.

    RispondiElimina
  122. colonel.blimp3 agosto 2014 01:48

    Quarta occasione clamorosa da gol!

    RispondiElimina
  123. colonel.blimp3 agosto 2014 01:50

    Grande Tata, ancora, ma Savic alza oscenamente a candela e Rodri perde il duello aereo!

    RispondiElimina
  124. Di Ilicic, il SOPRA ne avrà visti a decine, a partire dall'Interregionale.

    RispondiElimina
  125. Bene nel secondo tempo. Pero' Babacar col reggiseno un me l'aspettavo!!

    RispondiElimina
  126. colonel.blimp3 agosto 2014 02:02

    E Coppa è! Abbiamo rischiato solo due volte, di testa, la seconda volta davvero assurdamente. Utilissima tournée, che:
    1) conferma la necessità assoluta del 3-5-2 per questa squadra;
    2) boccia inappellabilmente soltanto Bakic fra le terze linee e Ilicic fra prime e seconde;
    3) dichiara la superiorità del Tata, imbattuto e per due volte stasera immenso, su Neto spaperante contro il Palmeiras;
    4) riporta un Loco quasi da bei tempi;
    5) ci dice che cedere questo Fac sarebbe delitto;
    6) certifica che la Coppia del Gol è tornata integra e minacciosa;
    7) ribadisce che l'occhio di chi ha scoperto lo spernacchiato dai giannellisti Giosuè, è un occhio d'aquila;
    8) dona sollievo a chi temeva (io fra questi) che il Pek stesse pensionandosi (stasera, il migliore in campo col Tata);
    9) attesta il talento purissimo del Berna;
    10) inscrive nel marmo l'eterna, immarcescibile imbecillità dello Schreber.

    RispondiElimina
  127. Brillante diventerà sempre più splendente, mi piace. Solito Pizarro anche se troppo scenografico e rallentante, Vargas revisionato e funzionante. Il resto della squadra, a partire dal gioco, non mi ha impressionato. La porta è chiusa bene, blindata direi, a due mandate.

    RispondiElimina
  128. Sopravvissuto3 agosto 2014 02:03

    Inizio con Tata in campo, segnale?
    Due cappellate della difesa nei primi 10', modulo incomprensibile; un miracolo di Tatarusanu salva la viola, ma i peruviani spingono e giocano un po' duri, diciamo decisi.
    Alemanno (Universitario) gioca anche a sinistra ma io sapevo che stava a destra.
    La squadra viola non ha mai superiorità numerica, fatica immane per fare tre (3) passaggi consecutivi. Mezz'ora di nulla con abbiocco che ridacchia...
    Poi, improvvisamente, come un club cinico: azione con gol Brillante!
    Azione bella, verticale, da Coverciano senza Prandelli!
    Vantaggio non proprio meritato, infatti si ritorna-sino al 45'- a un gioco frammentario e farraginoso, sia avanti che dietro.
    Secondo tempo dove le cipolle e i funghi della sagra di quartiere fanno il loro maledetto dovere, costringendomi ad una veloce ritirata. Potevo anche incatenarmi al water, l'emozione più grande é stato un passaggio montoliviano di Ilic riuscito....
    Babacar vorrebbe fare un tiro alla Rossi ma deve lavorarci, molto; Roncaglia - diagonali perfette- con una giravolta e una traversa ci ricorda perché é un idolo.
    Questa ripresa é da "squadra che sa controllare".
    Reparti un po' scollegati, il wireless del centrocampo ha mezza tacca e si notano un Pek da Top 11 Sudamericano, un Valero più passista che inventore.
    Difesa con Gonzalo poco concentrato e approssimativo, all'inizio, poi sale in concomitanza del calo degli avanti avversari. C'é da dire che il tiquitaqua (seppur non perfetto, poco più che abbozzato) alla fine ha fiaccato i peruviani.
    Ottimo Roncaglia, Savic onesto.
    Attacco che vive di lampi, e lo sappiamo...quando gli schemi saranno rodati, ci sará meno improvvisazione e più linearità, ragionamento.
    Wolski trova un bel portiere davanti a se, idem Babacar.
    Bernardeschi vale un Perù ma viene risparmiato, forse in vista della Spagna.
    Hai visto mai che una delle tre grandi spagnole ti mette sul tavolo 20 milioni?
    Pagelle di Bram Stoker, con orario Schreberiano:

    TATA 7: non esce mai ma para due tiri veramente difficili. Essenziale, come un olio, non di ricino- quest'ultimo é per me 'stanotte (maledette cipolle!).

    RONCA-G-LIA 6,5: certezza nella difesa a tre. Puntuale, due finezze, una traversa. Sta riconquistando Montella.

    SAVIC 6: senza infamia e senza lode ma la domanda é "La cuenta, senõr?" "12 milioni, Vamos!"

    RODRIGUEZ 6- : stenta a prendere le distanze, nonostante non ci siano fenomeni tra gli andini.

    VECINO 6: troppo vicino alla fascia laterale, abnegazione e...alla fine la sfanga, anche se con molti palloni persi!

    BRILLANTE 7-: presente, grintoso, mai frenetico ma con giudizio tra mente e piede. Polivalente, sarà molto utile.

    PIZARRO 7,5 : immenso, non perde un solo pallone, fa quello che vuole. Ammazza ahó!!

    VARGAS 6,5: per le sue disavventure personali degli ultimi due anni meriterebbe di più, vista la rinascita. Possiamo contarci, più di Pasqual (eh eh).

    ROSSI 6: flemmatico, attento, assist-man. Ha bisogno di lavorare, ha ragione il Mister.

    GOMEZ 6: sbuffa, sportella tutti, si dimena, decolla per un colpo di testa alla "hombre de Reconquista".

    VALERO 6,5: ci attendiamo sempre di più, da uno come lui....

    ILICIC 4,5 : "Pippone! Esci dal corpo di questo calciatore!"

    BABACAR 6: deve avere più ordine, più freddezza. Margini.

    PASQUAL N.G.

    MONTELLA 6,5 : importante vincere, sgambare bene e non infortunarsi. Sperimenta sempre, in queste amichevoli, probabile che uno o due outsider torneranno molto molto utili.

    Basta tournée con partite dopo la mezzanotte, il bioritmo si scatena!

    RispondiElimina
  129. Sopravvissuto3 agosto 2014 02:10

    Sicuro! Sta per essere scavalcato da Bernardeschi, oltre che da Brillante; non mi riferisco al ruolo ma alla considerazione del Mister...

    RispondiElimina
  130. Buono Tata, ma i miracoli sono altri: gatto perinesco, appunto, che cerca di far sembrare vivo il gomitolo. Grande Facundo, con la perla del controllo-e-girata sul palo a-la Van Nistelrooy: titolare indiscutibile, nella difesa a tre! Gonzalo sufficiente, buono stasera Savic, quasi sempre. Sui lati, vivo Vecino, che però è un adattato nel ruolo. Buono Vargas, che per una volta salta un uomo sul tempo come qualche anno fa, e arriva al cross di mancino, che solo lui al mondo sa fare così. In mezzo, tonico Brillante, ma non mi sembra un candidato alla titolarità, anche se in rosa ci può stare. Imballato Borja, magistrale il Pek, indispensabile a questa Maquina in rodaggio. Davanti, deludono sia Gomez che Rossi [tranne l'arpionata mancina che manda in gol Brillante, lui]. Tra i nuovi entrati, arduo da vedere ed ancor più da vendere Ilicic, Wolski pure si libera al tiro con un fantastico scavetto ma poi si fa intercettare la conclusione. Ancora buoni movimenti di Babacar, che fisicamente è cresciuto in modo impressionante, ma ancora deve trovare freddezza in zona gol. Urgono due-tre acquisti seri, se vogliamo lottare per la CL. Il Terzo, ahinoi, è pia illusione.

    RispondiElimina
  131. Sopravvissuto3 agosto 2014 02:15

    Credo la tua ultima frase un vaticinio...

    RispondiElimina
  132. Vigile, ce l'hanno quasi tutti la scatolina magica. Chi al reggiseno, chi alla maglietta della salute viola. Belle pagelle, a proposito.
    Vecino esterno non mi è dispiaciuto, alla fine: diversi difetti in copertura, non ha (ancora?) il cambio di passo per il cross, ma ci si può lavorare. Che sia l'armagnac?
    Vargas si è fatto furbo. Ha smesso di buttarla lunga e correre, sa che non ce la fa più. Però quelle poche volte che parte, niente male davvero.
    Brillante discreto incontrista, tutt'altro che scemo, buona resistenza fisica. Abile e arruolato.
    Ilicic. Ahi. Ho un doloretto qui, proprio sul settantadue. Speriamo non sia grave.
    Roncaglia: la difesa Argentina di Deyna è possibile, davvero. Anche se Savic, tenuto per mano da Gonzalo, non mi è dispiaciuto.
    A domani gente, l'Armagnac mi chiama. E poi avrei anche da arrivare a casa: se qualcuno mi chiede di gonfiare un palloncino, rifiuto sdegnosamente.

    RispondiElimina
  133. Sopravvissuto3 agosto 2014 02:37

    NBA. Mai visto, manco a calcio! Partita d'allenamento della nazionale americana. Peggio di Gigi Riva illo tempore...

    RispondiElimina
  134. Ah visto mo, non seguo il basket. Certo quei cosi lì sembrano messi apposta per farsi male schiantandotici contro...

    RispondiElimina
  135. La superiorità di Tata la vedi solo tu anche se oggi ha parato bene (mentre parò piuttosto male con l'Estudiantes e che non abbia preso goal non vuol dire una cippa nella valutazione di una prestazione). Neto non ha affatto spaperato col Palmeiras, è un'interpretazione solo tua per odio preconcetto e irrazionale.

    RispondiElimina
  136. Una nazionale che ha i portieri scaesi? ma se non sai nemmeno come si chiamano? Julio Cesar è stato un grande portiere e Scolari che è uno degli allenatori più conservatori del globo terracqueo, ci ha voluto scommettere- Cosa c'entra Neto? erchè i portieri italiani sono dei fenomeni se ci seguita a giocare uno del'78, che ha un anno più di Julio Cesar? Il secondo portiere è Sirigu, buon portiere e nulla più, certo non un fenomeno, il quarto Mirante, sticazzi! Perin per me non è nemmeno terzo infatti col Fluminense si è visto che pippa è. ma terzo di cotanto senno cosa vuol, poi dire? Chi ha dietro? Il deserto e allora di che si parla?

    RispondiElimina
  137. colonel.blimp3 agosto 2014 08:38

    Vedo sempre tutto solo io, insieme a tutti gli altri, mentre tu resti solo nella tua fissa. Saponeto verso la panca, poi verso l'addio.

    RispondiElimina
  138. colonel.blimp3 agosto 2014 08:41

    Non scherziamo, la smanacciata di destro è MIRACOLO, è una padrepiata. Il portiere da TERZO c'è!

    RispondiElimina
  139. Benvenuto e buongiorno, Valtolin. Come primo intervento non c'è che dire. Gran livello, gradevolissima lettura. Splendido, splendente.
    Un paio di appuntini veloci, purtroppo non non ho tempo.
    Non so se l'hai notato, ma sei appena entrato nel Girone dei Rassegnati, relativamente a Cuadradattilo. Tranne poche, pochissime, eccezioni, "Ei fu".
    Vecino: non convince neanche me, ma non dirlo troppo in giro. Qua dentro c'è chi potrebbe offendersi. In ogni caso, la prima da esterno non mi è parsa così terribile. Una buona corsa ce l'ha, così come una tecnica sufficiente. Si intravede anche, a tratti, il cambio di passo. Quello di cui manca, ma è problema anche in altre zone di campo, è un po' di senso tattico. Spesso sbaglia, più che le giocate, le scelte. Però per un esterno è problema minoritario, in quanto ci sono meno alternative possibili, sulla fascia. Deve anche imparare a rientrare a modo, ovviamente; stamani lo a fatto solo quando se lo è ricordato.
    L'unica osservazione in cui dissento è Aquilani esterno. Lì, il Tigna, non ce lo vedo proprio. Non so, forse è un mio limite. Però, lasciando perdere gli esperimenti montelliani dello scorso anno, senza il Pek lo schierava "con tanta voglia di regista", secondo me di interno si tratta. Interno di cui andrebbero sfruttate meglio capacità balistiche ed inzuccatorie.
    Basta, adesso. Devo scappare. A più tardi, per qualcosa di più corposo.

    RispondiElimina
  140. Anch'io sono rassegnato, quando seguo le notizie di mercato. Quando invece vedo come Montella mette in campo la squadra, allora non riesco a non pensare che lui stia ancora lavorando come se. E se Montella pensa come se, anch'io penso come se. Non credo proprio che Vincenzino nostro abbia idea di mettere in campo un 3-5-2 con Isla e Pasqual sugli esterni, sinceramente, mi sembrerebbe piuttosto contraddittorio con la sua idea di calcio. Secondo me, se mette in campo il 3-5-2, è perché nella sua testa c'è ancora Cuadrado (la cui presenza dà al 3-5-2 una natura molto più offensiva). Mi sono fatto l'idea che, in assenza di Cuadrado, passeremmo a 4 dietro, con l'acquisto di almeno un buon terzino destro. E finché non vedo Montella mettere in campo la difesa a 4, significa che Cuadrado è un giocatore della Fiorentina. Poi magari fra tre giorni non lo sarà più...

    RispondiElimina
  141. Insieme a tutti gli altri? Solo qui mi sembra che sulla tua posizione non ci sia nessuno. Citami uno che ha scritto che farebbe, oggi, il cambio Perin-Neto. Neto verso la panca spero di no, verso l'addio anche, ma, se fosse, non potrà che trovare di meglio.

    RispondiElimina
  142. MI nomini uno, su questo sito, che abbia scritto che farebbe, oggi, il cambio Neto-Perin all'infuori di te? Vuoi che ti riporti le dichiarazioni di tutti quelli che si sono espressi? Se mi riporti la dichiarazione di un addetto ai lavori intervistato mi fai pisciare addosso dal ridere. E cosa vuoi che dicano, che è una pippa che non andrà mai aldilà di squadre di mezza tacca? E'nazionale? In Italia dopo Buffon c'è il deserto, tanto che gioca ancora Buffon che è un '78. Migliori italiani del campionato: Mirante e Consigli, sticazzi!!!! che concorrenza! Comunque per me sono tutti e due mediocri, ma meglio di Perin. A me non piace, stile ridicolo, non esce e non sa uscire, non tiene un pallone in mano, solo teatro ed un a buona reattività. Peccati di gioventù? Per me sono pecche irrimediabili, vedremo.

    RispondiElimina
  143. Infatti non li spendono. Perin se ha culo può andare al Milan, così il Milan si avvicina pericolosamente alla B.

    RispondiElimina
  144. Rebic al Lipsia in prestito. Questo finchè c'è Montella la Fiorentina non la rivede. Peccato perchè è forte.

    RispondiElimina
  145. Mi sembra una cazzata mostruosa. Rebic, se proprio non lo vuoi tenere, lo dai all'Empoli che ha due punte che fanno settant'anni in due e gli dici che deve giocare, lo vedi tutte le domeniche, in serie A, non nella B tedesca di una squadra inventata ora dai soldi della Red Bull sponsor.

    RispondiElimina
  146. Poi citami uno che abbia dato l'insufficienza a Neto nella partita col Palmeiras. Sei solo nella tua crociata distruttiva del portiere della Fiorentina.

    RispondiElimina