.

.

venerdì 19 giugno 2015

Ho più tatuaggi di Vargas

Per un tifoso Viola di San Frediano come me la vita si fa sempre più dura, l’unico punto di riferimento certo ormai rimane solo il lampredotto. Sai dove trovarlo, sai che sapore ha e sai quanto costa. Sono finiti i bei tempi quando bastava cambiare un allenatore che subito ne arrivava un altro, gli avvicendamenti erano alla pari o al massimo potevi trovare Paolo Ferrari che in cambio del Dash ti offriva due fustini. Ma tutto sempre molto chiaro. Inzuppato nel brodo o meno, oggi invece con le Ferrari si schiantano. E si parla di mercato fatto dai procuratori e non più dai direttori sportivi, si parla di Doyen ma non si capisce bene quale siano le attività di cui si occupa, sicuramente una società specializzata in cose vicine al pallone, a occhio e croce dovrebbe trattarsi di un’organizzazione che muove i soldi anche nel mondo del calcio. Ma in San Frediano di logistica non ne sappiamo abbastanza. Purtroppo le nostre difficoltà di quartiere aumentano più si allargano i temi trattati dall’opinione pubblica. Parlavo ieri con il Bambi del problema dell’immigrazione, e da quello che abbiamo capito ci sembra che l'Italia combatterà gli scafisti con l'aiuto dell'intelligence inglese. Al Bambi è venuto subito in mente il titolo dell’operazione: 007, una cascata di migranti. Sarà che stiamo invecchiando, e non riusciamo più a stare dietro alle cose che cambiano. A nostro favore c’è rimasta solo l’esperienza che almeno io uso in modo artato proprio per nascondere la mia inadeguatezza ai nuovi standard estetici. Quando mi chiedono se ho dei tatuaggi tipo Vidal o Vargas, annuisco mostrando un punto a caso sulla gamba, e se mi si contesta di vedere solo dei peli, rispondo che è il tatuaggio di un tappeto. E con questi mezzucci mi salvo. I tempi cambiano e fatico a stargli dietro, la gente cerca sempre di avere l'ultima parola, mentre a me interessa ancora solo riuscire ad avere l'ultima pizzetta. Trovo ammirevole chi cerca di capire cosa faccia Doyen Sports Investments, così come la disinvoltura delle americane nell'indossare i pantaloni bianchi è altrettanto ammirevole. Io mi rifiuto e preferisco passare da bischero. Per me il calcio rimane ancora una passione pulita, maglia Viola, gioia o scoramento. Punto. Così come alla stessa maniera per me a quelli del nord il cibo del sud sembra più buono solo perché da loro cenano alle 19 e quando vanno giù, alle 21 stanno morendo di fame. Io rimango un tifoso terra terra, lontano dai giochi dei procuratori, dagli esperti di bilancio, non faccio l’allenatore avanza tempo, anzi chiedo a tutti quelli che vedono un ridimensionamento dei programmi, o una carenza nella preparazione atletica delle squadre di Montella: “Che pacchetto Sky avete?” Diciamo che sono un tifoso alla vecchia maniera, magari non capisco molto di sovrapposizioni o fondi d’investimento, e ancora mi meraviglio quando trovo lo champagne in un distributore automatico, ma non mi spavento davanti ai problemi, e se c'è qualche ragazza che mi vuole passare la sua patata bollente, eccomi.




177 commenti:

  1. "Così fotterai tutto il Cile"...

    http://www.gazzetta.it/Calcio/Copa-America/17-06-2015/dialogo-vidal-carabinieri-cosi-fotterai-tutto-cile-120208148875.shtml

    RispondiElimina
  2. Buongiorno Ragazzi, stanotte il Sig. Santucci ha risposto a tutti sull'editoriale di ieri " La Prossima Panchina", ci sono precisazioni molto interessanti,se andate indietro di una pagina potete leggerle.

    RispondiElimina
  3. Colgo l'occasione per ringraziare Fulvio Santucci, il suo intervento è stato molto garbato. E visto l'argomento di attualità se volete replicare e rilanciare il dibattito vi invito a farlo sulla notizia di oggi. Poi mi ha scritto il mitico Buster (ve lo ricordate?), dicendomi che ci segue e adesso gli risponderò invitando anche lui a farci almeno una visita.

    RispondiElimina
  4. io sto con JORDAN, per dirla tutta, mi intendo poco o nulla di bilanci e plusvalenze, mi piace il "campo" e quello che succede lì, però un po' di paura che la Fiorentina diventi una delle tante lavatrici del pallone ce l'ho. Ho anche paura che a tanti tifosi Viola la cosa non interesserebbe e pur di vincere qualcosa si metterebbero in casa dei delinquenti matricolati senza scrupoli.

    RispondiElimina
  5. Queste cose delle quali s'é parlato/scritto in questi giorni un po' m'intristiscono...appena ricevuta maglia con scritta "Against Modern Football".
    Andrò dal mio vecchio amico, al quale gratuitamente ho "regalato" il nome per il suo negozio d'antiquariato, "Tarlo magno".
    Poi andrò a sistemare le mie mani, dall'altra amica alla quale ho suggerito il nome per la sua insegna "Mani mania" (esistono veramente, a Bologna. Fate il mio nome, pagherete un po' di più....).
    Quindi......dedicherò qualcosa degli Abba alla mia Fiorentina, magari "Money Money".......
    Due righe serie, ora, dopo il meta-humor: se l'ingresso di gente "forestiera" occorrerà un upgrade decisivo, forte e che permetta 'sta cazzo di CL, allora- personalmente- sono contento; se tutto quel che sta succedendo (e succederà, a quanto pare) non ci schioderà dalla medaglia di legno, allora non mi interessa...

    RispondiElimina
  6. Si fa come i' Lica: si da via icculo per VEDERE la fi'a

    RispondiElimina
  7. Manco Marrazzo arriverebbe a tanto...eheheh eheheheh......Marrazzo, un cognome un destino? M'arrazzo, al sud significa "mi arrapo"....!)

    RispondiElimina
  8. Facciamo una stima:diciamo il 99%?

    RispondiElimina
  9. non ci credo...:)

    RispondiElimina
  10. Scusa Pollock, dov'è possibile leggere l'intervento di Santucci?

    RispondiElimina
  11. Su Santucci. Vivaddio finalmente una persona che ci mette la faccia, si rende disponibile al confronto e sostiene tesi documentandosi.
    Si può condividere o meno ma il contributo di informazione è innegabile. DDV pare un po'alieno rispetto ai temi pallonari in senso stretto, però nessuno ne mette in discussione le elevate capacità imprenditoriali. Siccome qui di finanza (pulita o meno che sia) si parla, ora si parrà la sua nobilitate.
    Purché non sia il primo atto di un progressivo disimpegno

    RispondiElimina
  12. Presiedi un Ente senza scopo di lucro.
    Flajano diceva "L'italiano corre sempre in soccorso del vincitore"

    RispondiElimina
  13. Passator Cortese19 giugno 2015 09:57

    Caro Belva, quando alla legittima richiesta di contare di più ci aggiungi i carichi da novanta della presunta fine ciclo (dopo il tuo anno migliore! con Salah appena preso! con i vari Bernardeschi e Babacar che scalpitano! con la possibilità di riavere Rossi da inizio campionato!), della clausola rescissoria che non conterebbe al fine di potertene andare gratis ed in caso contrario della disponibilità a stare fermo un anno, l'unica tua segreta sepranza che vedo e che ti lascino andare via.

    RispondiElimina
  14. Mio Dio cosa mi hai ricordato.......

    RispondiElimina
  15. Nell'editoriale di ieri in risposta a chi aveva argomentato sui suoi scritti.

    RispondiElimina
  16. Sono perfettamente d'accordo, il suo modo garbato d'intervenire e di rispondere argomentando mi è piaciuto.

    RispondiElimina
  17. Sull'editoriale di ieri a che ora che non lo trovo.......

    RispondiElimina
  18. era un non ci credo ironico...però se tifo Fiorentina è proprio perchè non faccio quello che diceva Flajano.

    RispondiElimina
  19. Passator Cortese19 giugno 2015 10:39

    Santucci è un accanito tifoso interista.
    Nulla da dire su come si è evoluta la proprietà della sua squadra del cuore?
    Sull'equilibrio dei suoi bilanci? Sulla compatibiltà rispetto ad essi delle operazioni di mercato realizzate o in programma?
    Rimanendo nella stessa città, nulla da dire su come si sta evolvendo quella della squadra dei suoi cugini? Sulla trasparenza e sulle fondamenta delle operazioni, sia di riassetto proprietario che di mercato, in corso?
    Sarebbe la Fiorentina ad essere stata colonizzata?
    Ma mi faccia il piacere!
    In sempre più forti personaggi spregiudicati che popolano il mercato dei calciatori capita inevitabilmente di imbattersi, si tratta di capire con quale robustezza economica e con quali conseguenti forza contrattuale e autonomia decisionale lo si fa.
    Sulla robustezza economica e conseguenti forza contrattuale e autonomia decisionale dell'ultima Inter di Moratti e dell'ultimo Milan di Berlusconi ho molti dubbi.
    Sulla robustezza economica e conseguenti forza contrattuale e autonomia decisionale della Fiorentina dei Della Valle ne ho molti di meno.
    Io giudico e giudicherò la validità tecnica ed economica di ogni singola operazione.
    L'ingaggio di Pereira se servirà a smaltire e nello stesso tempo irrobustire vantaggiosamente sia sul piano tecnico che sul quello economico la rosa lo giudicherò positivamente.
    L'ingaggio di Sousa, vista la ragionevole impossibilità economica di ingaggiare uno Spalletti o similare, assomiglia all'ingaggio che fu di Montella, quindi lo vivo con ottimismo. Vedremo e nel frattempo sosteniamo, please.

    RispondiElimina
  20. A me pare uno che non rimesta nel torbido e che si è documentato prima di scrivere, quanto si verificherà lo vedremo col tempo, le etichette affibbiategli prima hanno poco senso ma le sue risposte, davvero garbate, meritano di essere lette. Prima d'infamare qualcuno senza approfondire sarebbe bene porsi una domanda semplice semplice, e se avesse ragione ?! Non mi riferisco a te Gianni, sia chiaro.

    RispondiElimina
  21. Mi sembra che ieri ne abbia parlato.

    RispondiElimina
  22. Io infatti gli ho dato spazio, mi è piaciuto il suo modo di argomentare. Non è argomento che mi appassiona, come ho scritto anche oggi sono un tifoso piuttosto basico. Ho scritto che non credevo agli scenari che lui paventa in riferimento alla Fiorentina, solo perché ritengo i Della Valle abbastanza scafati, e quindi una discreta garanzia in questo senso. Poi tutto può essere.

    RispondiElimina
  23. Santucci si è in qualche modo "debunkerato" da solo, dimostrando, se ce ne fosse bisogno, che certi sistemi che attaccano una parte del discorso per invalidarlo in toto, almeno a questo giro hanno funzionato poco.
    Non che quello che scrive debba essere oro colato, ma, come accennato ieri, la schiera di gente che inquadra in un certo modo i signori di cui si sta parlando, comincia ad essere piuttosto folta.
    Non riesco però a scandalizzarmi più di tanto anche se (alla Jordan e Foco) non approvo assolutamente il tipo di contatto che sembra essere in corso con Mendes & Co.
    Osservo al contempo che l'algida altezzosità che anche comprensibilmente contraddistingue i rapporti della "presidenza" con il laghetto di bavose del calcio italico, non sembra riservata al mare magnum internazionale denso di squali e pirana.
    Il dubbio di Belva sull'exit strategy era venuto anche a me un mesetto fa quando se ne parlava non ricordo se con Lele o con Louis.
    Non ci resta che..... stare a vedere.

    RispondiElimina
  24. Letto l'intervento di Santucci, l'impressione è ideantica a quella di un film di James Bond dove la Spectre è impersonata da Mendes. Che ci siano zone d'ombra nell'opera del procuratore portoghese nessuno lo nega, come nessuno nega che dietro il calciomercato si celi un po' di tutto. Che la Fiorentina, come sostiene Santucci, sia la prossima vittima del "sistema Mendes" ci andrei piano nel sostenerlo, perché, per esserlo, bisognerebbe avesse l'assenso della proprietà o quantomeno la proprietà venisse subornata. Personalmente non credo che i Della Valle siano dei pifferi di montagna. Quindi delle due l'una: o sono d'accordo con Mendes o difficilmente, visti i soggetti, o meglio visto il carattere del soggetto principale (Diego), si lasceranno intortare.
    Che vada fatta attenzione, è ovvio, ma non dipingiamo tutto sempre coi colori del diavolo. La situazione del Valencia, cui Santucci fa riferimento, è lontana le mille miglia da quella della Fiorentina. Quella (il Valencia) è da anni in una situazione di incredibile indebitamento, questa (la Fiorentina) è una delle poche società italiane con i conti in ordine. Semmai dovrebbe essere l'Uefa con il suo FFP ad intervenire al riguardo rispetto a certi giri palesemente molto strani effettuati in una società dall'inesistente equilibrio economico.
    Strano poi che Santucci si occupi così tanto di Fiorentina, di Mendes e di Portogallo e non dica una parola riguardo alla sua beneamata Inter, il cui assetto societario lascia molti punti interrogativi e, nonostante questo, preannuncia campagne acquisti molto impegnative (con i soldi di chi, visto che Tohir ha pagato la sua quota per entrare nell'Inter con un prestito bancario?).
    Per concludere, ripeto quello che ho già detto ieri e cioè tutta la mia perplessità verso quei blogger che vogliono dare l'impressione di aver scoperto chissacchè, ma invece si limitano a scoprire l'acqua calda. Sempre ovviamente che si possa parlare di scoperte.

    RispondiElimina
  25. Comunque ha parlato anche dell'Inter.

    RispondiElimina
  26. C'è anche una risposta al Sopra sull'argomento Inter in cui fa dei distinguo che, anche volendo, non sarei in grado di confutare.
    Resta il fatto che Tohir per me può anche vendersi la propria anima e l'Inter a Satana, a me importa capire cosa sta succedendo in casa viola.

    RispondiElimina
  27. E non in termini entusiastici.

    RispondiElimina
  28. Passator Cortese19 giugno 2015 11:26

    "E'", non e, che ti lascino andare via.

    RispondiElimina
  29. Boss, conosco un G.A.S. di Scandicci chiamato "Le patate bollenti".
    Come evidente dalla parola stessa è stato creato da "giovini fanciulle" ormai non più di primissimo pelo diciamo.
    Se vuoi ti posso metter in contatto....... eheheheheheh

    RispondiElimina
  30. Così questo Santucci viene e presenta un quadro che nemmeno un
    Assange poteva elaborare in maniera più efficace.
    Non so cosa lo spinge, da interista, a interessarsi così profondamente delle nostre sorti, perché il lavoro deve esser stato duro.
    Oppure a copiato pari pari da altre fonti, come qualcuno ha già sgamato.
    Non è quindi farina del suo sacco. Tuttavia resta singolare che un interista si preoccupi così tanto di noi, io invece me ne sto tranquillo, primo perché odio le dietrologie e aspetto sempre i fatti per giudicare, secondo perché Mendes può essere pure il n.1 nel suo campo, ma per intortare Diego non basta.
    Magari il portoghese si mangiava a colazione un Moratti, questo si, ma Diego sprovveduto che consegna le chiavi della Fiorentina a sconosciuti, non lo credo nemmeno se lo vedo. E per giudicare, aspetto la campagna acquisti.
    Fossi nel Santucci mi preoccuperei del bond da 200 mln che il...miliardario Tohir è stato costretto a fare per accaparrarsi dei gran prestiti, efficacissimi come un ex Podolski, come un cantante ballerino come Shaqiri, e che per acquistare il bidone Miranda (che coppia con Ranocchia!) ha dato via l'unico che, insieme a Icardi, in rosa vale davvero, Kovacic. Dei geni!

    Vabbe', a quelli che criticano i DV, dico di sorridere, gli interisti rosicano, ahahahah.

    RispondiElimina
  31. Noto che da qualche giorno
    il tuo apostolato si è concluso.
    Prossimo passo l'abiura dei tre tenori ah ah ah

    RispondiElimina
  32. I DV nel calcio hanno ampiamente dimostrato, a più riprese, di non essere dei geni. S'è messo soldi in tasca Lucchesi, Corvino, Roggi, penso che un Pereira o un Mendes, suo mandatario, possano fare altrettanto, perché scandalizzarsi se uno esprime un'opinione e i "nostri" diventano subito eroi ?! A me dell'inter importa una sega, semmai mi preoccupo di più se possa avere una parte di ragione il Santucci. Solo il tempo ce lo dirà, inutile adesso spergiurare bravura e scaltrezza dei DV, basti vedere come hanno gestito anche quest'ultima questione allenatore, da veri dilettanti.

    RispondiElimina
  33. Passator Cortese19 giugno 2015 11:48

    Vedo che anche tu in mancanza di argomenti ti rifugi in arbitrari apprezzamenti personali sull'interlocutore. Eh eh eh.
    Non caro, i tre tenori sono stati in assoluto la cosa più bella di questi ultimi tre anni della Fiorentina.
    Quanto a Montella mi sono sempre limitato ad apprezzarlo, ma a suon di critiche, cosa che un apostolo non farebbe. Eh eh eh.
    Stammi bene.

    RispondiElimina
  34. Non mi ricordo se qualche anno fa, con un suo assistito abbia fatto manfrine per una mazzetta, posso sbagliarmi non sono sicuro.

    RispondiElimina
  35. Quando anni fa era accostato alla Viola, Miranda non mi convinceva, ma per quel che ho visto - soprattutto l'anno scorso - con Simeone è molto migliorato, non mi sembra un bidone. Va anche detto che giocare con Godin [mio antichissimo pallino] a fianco dà sicurezza a chiunque...

    RispondiElimina
  36. Mi pare di ricordarmi vagamente qualcosa, ma non sotto Della Valle...

    RispondiElimina
  37. Passator Cortese19 giugno 2015 11:50

    Ha parlato anche dell'Inter, il Santucci? E in che modo? Con quanto preoccupato clamore? Con quanto tendenzioso e persino distorcente allarmismo a partire dal titolo del suo scritto? Delle inquietanti cose che Lele qui sotto gli sta ricordando ha parlato?

    RispondiElimina
  38. Passator Cortese19 giugno 2015 11:55

    ....e poi se tu mi avessi letto attentamente, caro Belva, avresti visto che le mie critiche a
    Montella in questa circostanza sono di natura etica, non tecnica.

    RispondiElimina
  39. Vabè, ma che ci frega a noi dell'Inter? Mal comune mezzo gaudio? Vediamo se l'essere entrati in orbita Mendes può essere davvero un rischio per i motivi addotti, questo ci interessa...Io sono dell'opinione che ai più alti livelli dovrebbero fare una lotta durissima contro fondi, multiproprietà, ecc, ma è come chiedere a Platini di usare la tecnologia in campo.

    RispondiElimina
  40. Fai confusione. Approfittarsi del nero circolante, come ipotizzi (non credo tu abbia prove. Moreno poi...) è usanza diffusa dei dirigenti preposti al mercato. Da sempre.
    Ma è circoscritta e per somme non importanti, a meno che non siano dettate da volontà dei proprietari. Qui non è che si credono i DV non fallaci ed immuni da eventuali colpi a loro insaputa, cosa non impossibile visto una certa dose si ingenuità, si parla di consegnare la gestione della Fiorentina ad una proprietà occulta. Permettimi di continuare a ridere.

    RispondiElimina
  41. Ad esempio è inquietante come Lotito, presidente della Lazio, controlli altre società professionistiche, o come Corvino, ds del Bologna, abbia ora preso possesso del Lecce, a quanto leggo

    RispondiElimina
  42. Passator Cortese19 giugno 2015 11:58

    Sono sostanzialmente d'accordo, Deyna. Ma il punto è che non siamo noi a preoccuparci dell'Inter, è il Santucci a "preoccuparsi" della Fiorentina. Da qui le nostre risposte chiarificatrici. Eh eh eh..

    RispondiElimina
  43. Ho seguito diverse partite dell'Atletico, e del Brasile. Picchiatore coi piedi di marmo. 12.5 milioni lo fanno diventare bidonata.

    RispondiElimina
  44. Molto chiari ficatrici, non ci piove! eh eh eh eh

    RispondiElimina
  45. Ha portato solo un contributo di informazione ad utenti adulti.
    Non si è presentato come il depositario di verità assolute

    RispondiElimina
  46. Passator Cortese19 giugno 2015 12:00

    Appunto.

    RispondiElimina
  47. Passator Cortese19 giugno 2015 12:02

    Un attimino fazioso e tendenzioso, il "contributo", ma solo un attimino. Eh eh eh.

    RispondiElimina
  48. Si parla soprattutto di trovarsi con qualche buco a bilancio quando si scoperchierà il vaso di Pandora, ci sono riusciti da soli nel biennio post Prandelli, e chi lo sa, permettimi di ridere meno.

    RispondiElimina
  49. Ripeto: utenti adulti

    RispondiElimina
  50. Passator Cortese19 giugno 2015 12:06

    Certo, anche nel vedere la faziosità e la tendeziosità.
    Quanto al resto non vedo cose non risapute.

    RispondiElimina
  51. Sul rapporto Mendes - Pereira -Sousa - Fiorentina si sta scrivendo molto e con parecchia confusione, il che non aiuta a capire.
    Sousa era stato presentato come uomo di Ramadani della Lian Sports, quindi legato a Zahavi, mentre ora tutti dicono che sia rappresentato dalla Gestifute di Mendes. Una cosa che mi sembra un po' in contraddizione, perché, da quello che mi risulta, i due gruppi sono concorrenti. È mia idea che sia altamente improbabile che due gruppi così potenti si spartiscano gli affari della Fiorentina e in Fiorentina, per il semplice fatto che il budget complessivo della Viola è la metà, in termini economici, del solo cartellino di un Kondongbia. Quindi c'è poco da spartirsi, se andiamo a vedere. Budget che deve fare sempre scopa nei bilanci di una società che sono stati puliti e trasparenti fino a dicembre.
    Nel sistema Fiorentina c'è poco spazio per giri strani e non solo per motivi etici, l'attenzione per i conti e il fatturato mi sembrano uno schermo abbastanza deterrente per certe operazioni. A meno che non si voglia pensare che gruppi che detengono la procura di giocatori con contratti dell'ammontare complessivo di due anni di bilancio viola, si litighino anche le briciole.
    La storia dei fondi nel calcio, fino ad ora, dice che si sono indirizzati verso due tipologie di club: quelli con risorse finanziarie quasi infinite alle spalle, come Chelsea, Man City, PSG e Real e quelli in chiare difficoltà economiche. Noi siamo un'entità molto diversa da tutti questi.
    Probabilmente compreremo qualche giocatore di Mendes, forse qualcuno di Zahavi, ma non credo assolutamente che i fratelli possano cedere quote di sovranità. Lo dimostra anche il caso Montella, si fa quello che dice Diego, alla fine. Che non è una macchietta come l'ultimo Berlusconi, ma uno che ha una notevole sensibilità sulla chiappa destra e un'assuluta preclusione per tutto quello che può minarne l'immagine di onestà.

    RispondiElimina
  52. Nessuno si scandalizza, Leo. Santucci svela cose che già si sapevano con l'aria di chi ha scoperto un complotto internazionale. In buona sostanza ha fatto un collage di notizie prese sulla stampa portoghese, adombrando la presenza di Pereira in Fiorentina come novello cavallo di Troia al servizio della Spectre (Mendes). I DV possono essere stati ingenui qualche volta, ma non lo sono al punto da consegnare le chiavi della società a persone che non siano di loro stretta fiducia.

    RispondiElimina
  53. Nel mio lavoro ho sempre cercato di stare coi grandi. Scafati e prevaricanti lo sono per natura, altrimenti come sarebbero grandi? Stava a me cogliere le tante occasioni e cercare di prendere quelle che mi portavano vantaggi. Ovvio che dovevo dormire poco, se mi accorgevo di pericoli cercavo di neutralizzarli.
    In seno alla Fiorentina dovranno portare a termine trattative che hanno un vantaggio tecnico o economico e avendo come consulenti gente capace col pelo sullo stomaco, teoria tuttavia ancora da dimostrare, i vantaggi dovranno essere per tutti.
    Oppure si vorrebbe fare affari con sfigati? Tipo Inter?
    Reputo Diego uno difficile, se non impossibile, da prevaricare, soprattutto quando si parla di trucchi, lacchezzi.
    Non è una mia impressione, ma la sua storia che lo dice, e questo mi tranquillizza.

    RispondiElimina
  54. Il mio pensiero non è tanta la cessione di quote, di nessun tipo e a nessun titolo ma il fatto che la mucca da mungere produce molto latte, ha mammelle generose, parli di briciole ma son milioni, pochi o tanti non schifano nessuno, speriamo che almeno in questo Cognigni faccia al caso nostro.

    RispondiElimina
  55. Lele, sedie di sotto il culo ai DV non le toglie nessuno e fin qui ci sono pochi dubbi, che possano essere menati per il naso, in questo ambiente, ci sta tutto e di più; penso che un po' di esperienza se la siano fatta, me lo auguro.

    RispondiElimina
  56. Baroni, con VCG, mi pare.

    RispondiElimina
  57. I buchi di bilancio, trucchi, fatturazioni artefatte, nero, violazione di regole, le fanno tutte in Italia, fuori che noi e i gobbi che però sono sporchi per altro.
    In Europa idem, tolte le inglesi e i tedeschi, per formazione.
    La Spagna fa addirittura peggio.
    In Italia si hanno un Ferrero che risulta incredibile come imprenditore di successo, Lotito che è...Lotito, Galliani/Berlu incommentabili con Mr.Bee che si sa nulla, De Laurentiis che porta in bilancio milioni per nutrire le tasche di famiglia e che tra poco rimandera' il Napoli alla sua dimensione, Preziosi che bara sui bilanci ed è una... costoletta alla milanese, Pallotta che gestisce fondi americani venuti ad investire su Tor di Valle, di Tohir si è detto...del restante è stimabile solo la proprietà del Chievo.

    E noi a Firenze si critica in continuazione i DV. Che loro sono braccini, che devono dichiarare le loro intenzioni...
    Mah!

    RispondiElimina
  58. Questa è la classifica del “The Sun” che ritrae i 100 giocatori più forti di tutti i tempi, ci sono 16 italiani in questa lista, troviamo Paolo Maldini (12°), Paolo Rossi (18°), Zoff (19°), Baggio (24°), Cannavaro (26°), Meazza (40°), Buffon (44°), Baresi (46°), Bergomi (62°), Rivera (80°), Monti (87°), Schillaci (83°), Del Piero (86°), Gentile (89°), Cabrini (97°) e Facchetti (99°).

    Ecco la classifica completa:

    1° Pelè

    2° Diego Maradona

    3° Franz Beckenbauer

    4° Ronaldo

    5° Zinedine Zidane

    6° Johan Cruyff

    7° Lothar Matthäus

    8° Gerd Müller

    9° Garrincha

    10° Michel Platini

    11° Eusébio

    12° Paolo Maldini

    13° Jairzinho

    14° Bobby Charlton

    15° Xavi

    16° Romàrio

    17° Just Fontaine

    18° Paolo Rossi

    19° Dino Zoff

    20° Bobby Moore

    21° Ferenc Puskas

    22° Zico

    23° Ronaldinho

    24° Roberto Baggio

    25° Cafu

    26° Fabio Cannavaro

    27° Rivaldo

    28° Mario Zagallo

    29° Johan Neeskens

    30° Lev Yashin

    31° Mario Kempes

    32° Roberto Rivelino

    33° Cristiano Ronaldo

    34° Carlos Alberto

    35° Roberto Carlos

    36° Roger Milla

    37° Paul Breitner

    38° Lilian Thuram

    39° Karl-Heinz Rummenigge

    40° Giuseppe Meazza

    41° Gordon Banks

    42° Oliver Kahn

    43° Zbigniew Boniek

    44° Gianluigi Buffon

    45° Daniel Passarella

    46° Franco Baresi

    47° Gary Lineker

    48° Djalma Santos

    49° Nilton Santos

    50° Uwe Seeler

    51° Lionel Messi

    52° Zlatan Ibrahimovic

    53° Andreas Brehme

    54° Geoff Hurst

    55° Sepp Maier

    56° Hristo Stoičkov

    57° Vava

    58° Sandor Kocsis

    59° Luis Figo

    60° Marcell Desailly

    61° Gheorghe Hagi

    62° Giuseppe Bergomi

    63° Fritz Walter

    64° Carles Puyol

    65° Andrés Iniesta

    66° Paul Gascoigne

    67° Grzegorz Lato

    68° Obdulio Varela

    69° Juan Schiaffino

    70° Alcides Ghiggia

    71° Helmut Rahn

    72° Frank de Boer

    73° Ruud Krol

    74° Elias Figueroa

    75° Leonidas

    76° Gheorghe Popescu

    77° Teofilo Cubillas

    78° Jay-Jay Okocha

    79° Didi

    80° Gianni Rivera

    81° Sergio Batista

    82° Ihor Bjelanov

    83° Salvatore Schillaci

    84° Wesley Sneijder

    85° Bellini

    86° Alessandro Del Piero

    87° Luis Monti

    88° Thomas N’Kono

    89° Claudio Gentile

    90° Bebeto

    91° Héctor Chumpitaz

    92° Dragan Stojković

    93° Matthias Sindelar

    94° Rinat Dasaev

    95° Philipp Lahm

    96°Jürgen Klinsmann

    97° Antonio Cabrini

    98° Leonardo

    99° Giacinto Facchetti

    100° Tomas Brolin

    RispondiElimina
  59. Ahahhaahahaa, Cannavaro più forte non dico di Rivera e Antonio [manco menzionato...], ma del difensore Baresi, ahahahahah

    RispondiElimina
  60. normalmente gli squali tipo Mendes & co. portano vantaggi tecnici e buchi di bilancio. Normale preoccuparsi, ma sinceramente non credo che i DV si facciano prendere per il culo sul bilancio, dato che, a differenza di gran parte dei proprietari di società di calcio, sono anche loro squali della finanza, e di quelli bravi.
    Quindi: antenne dritte ma nessun dramma, la solidità societaria è l'unica cosa su cui i DV mi fanno stare tranquillo da 12 anni. Preoccupiamoci piuttosto della parte tecnica: su quella, sì, hanno spesso fatto errori.

    RispondiElimina
  61. Comunque un'accozzaglia di nomi senza capo né coda, senza un criterio logico

    RispondiElimina
  62. Paolo Rossi e Ronaldinho più forti di Baggio...

    RispondiElimina
  63. L'unico criterio che vedo seguìto sono le presenze in nazionale...

    RispondiElimina
  64. Passator Cortese19 giugno 2015 12:42

    Maradona per me fu superiore a Pelè.
    Beckenbauer, Ronaldo e Zidane messi insieme non valgono Cruyff, sempre a mio modestissimo avviso.
    Poi ci sono altre vere e proprie bestemmie, ad esempio Matthaus settimo e Puskas ventunesimo? Di Stefano dov'è? E Antognoni?

    RispondiElimina
  65. sì, questo spiegherebbe la sopravvalutazione di Rossi, Cannavaro e Buffon, e l'assenza di Totti...

    RispondiElimina
  66. Dove c'è lo sporco ci sono gli USA.
    Quello che ha fatto e continua a fare la HSBC, e la FBI in Svizzera, è la dimostrazione che colpiscono sempre per motivi a loro convenienti.
    Il libro sarebbe lungo. A cominciare dal meeting Bilderberg in corso.
    Da occidentale mi tocca parteggiare per Putin.

    RispondiElimina
  67. Vabè Paolo Rossi in Italia ha avuto carriera breve per le ginocchia, ma a livello internazionale è conosciuto per aver fatto due grandi Mondiali, di cui uno da capocannoniere e campione del mondo, con tripletta al Brasile...

    RispondiElimina
  68. comunque tutti danno ormai per decisa la partenza del Pek. Succede, è normale, spero che ci sia l'occasione di salutare, e di ringraziare per essere stato con noi, uno dei 10 giocatori più forti in Europa, nel suo ruolo, degli ultimi 15 anni. Un fuoriclasse, un leader, una testa di cazzo a cui mi sembra impossibile non voler bene.

    RispondiElimina
  69. sì esatto, questo dicevo: è una classifica dei più forti in nazionale, più che dei più forti in assoluto.

    RispondiElimina
  70. Cristiano Ronaldo 33°, Messi 51° e Di Stefano fuori dai primi 100. Non mi soffermo sugli altri, buttati li come gli shangai. Un alcoolizzato fisso ha stilato questa classifica, uno che tracanna di brutto.

    RispondiElimina
  71. una carogna di sicuro perché ha il cuore troppo, troppo vicino al buco del culo.

    RispondiElimina
  72. Commentare certe classifiche è ridicolo, pubblicarle, un'offesa al calcio.

    RispondiElimina
  73. attenzione alla fonte, Blondet non è affidabile. Concordo con molte parti del contenuto, però attenzione, questo è un nazista che si inventa spesso tesi fantasiose, mi ricordo suoi meravigliosi articoli sul complotto satanista nascosto dietro ai testi di vari gruppi rock...

    RispondiElimina
  74. Colpa del lifting.

    RispondiElimina
  75. E' un cattolico tradizionalista, stupendo nella sua paranoia ahahah

    RispondiElimina
  76. Come tutte le classifiche di questo genere, è inattendibile. Essi al 51° posto è cosa assolutamente ridicola e basterebbe questo a togliere ogni credibilità all'operazione fatta, tra l'altro, da un giornale paragonabile per autorevolezza al nostro Novella 2000.

    RispondiElimina
  77. Pura spazzatura, da buttare immediatamente nella nettezza. Del resto da un giornale-spazzatura non può venire niente di meglio. Non ha senso una classifica del genere, avulsa da qualsiasi considerazione sui ruoli, innanzitutto, e sull'evoluzione delle tattiche, dei materiali, del gioco in generale. Un minimo di senso avrebbe una classifica, ad esempio, del "migliore centravanti degli anni '90", che permetterebbe di valutare i giocatori con un minimo di omogeneità. Ma classifiche del tipo di quella del "Sun" sono senza senso alcuno.

    RispondiElimina
  78. La cessione di quote è ipotesi fantascientifica. Il tentativo di capitalizzazione massima - stadio incluso - in vista di un futuro disimpegno è secondo me una possibilita'

    RispondiElimina
  79. Blatter è quello che è, di sicuro un ras, un farabutto etc., ma quello che mi dà noia è che un Platini, altrettanto coinvolto in lacchezzi vari, passi come l'alternativa "sana".

    RispondiElimina
  80. Cosa vuol dire avere

    un metro e mezzo di statura,

    ve lo rivelan gli occhi

    e le battute della gente,

    o la curiosità

    di una ragazza irriverente

    che si avvicina solo

    per un suo dubbio impertinente:



    vuole scoprir se è vero

    quanto si dice intorno ai nani,

    che siano i più forniti

    della virtù meno apparente,

    fra tutte le virtù

    la più indecente.

    RispondiElimina
  81. Passator Cortese19 giugno 2015 13:23

    Nel suo ruolo anche di più, comunque Perfetto Valto.

    RispondiElimina
  82. Deogratias É finito l'argomento Santucci, che reitera le frustrazione degli interisti, sempre più alla ricerca dei buchi nei muri per guardare gli altrui prati...
    Ci sarà un motivo se noi non abbiamo multe dall'Uefa, se non abbiamo sbilanci vertiginosi, debiti con banche; sul piano strategico c'è un abisso tra la Fiorentina (strategie) e l'Inter (stratagemmi).
    Nel momento nel quale sono finiti i soldi delle banche (manco di Moratti stesso!) e Branca o Ausilio han dovuto fare il lavoro nel quale Pradé può insegnare molto (cfr. mercato con un diversamente-budget), allora l'Inter ha rinnovato la tradizione italiana anni '80 dei Zahoui, Mitternech, Cvetkovic, Luis Silvio, Rambert......
    Io sono onorato dell'intervento di Dantucci sulla viola. Si.
    Ci temono.
    E temono ancora di non trovare quella sfera gialla nascosta due anni fa al Franchi.
    Poi fa piacere che , improvvisamente(!!!!), Kondogbia non interessa più, Jovetic è un orpello, Dani Alves mai trattato, etc..... Il greco Esopo rimane un immenso narratore, con il suo "O mùtos deloi...." (La fiaba racconta...) e mai come per l'Inter "La volpe e l'uva" rimane qualcosa di straordinario.
    Ausilio sarebbe in grado di acquistare una bottiglia di Tavernello a 1.000.000 di euro, solo perché è del 1941!.....Ah no, quelli erano Branca e Moratti.

    RispondiElimina
  83. Paura per Arturo Vidal....
    Non solo ha distrutto la sua Ferrari ma ha pure rischiato di perdere il turno dal parrucchiere!

    RispondiElimina
  84. Anche Cognigni si dichiaro' tifoso interista tempo fa

    RispondiElimina
  85. Pesa più a loro l'esclusione dalle coppe o a FOCO l'esclusione dalle poppe?

    RispondiElimina
  86. Il calcio che amo, Pisa - Fiorentina 1993/1994... in culo a Mendes & Co.





    https://scontent-cdg2-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xpa1/v/t1.0-9/10857858_966755613364146_4144136534348373460_n.jpg?oh=bcb39401d997287b00acbae4b4f8f280&oe=562A7167

    RispondiElimina
  87. https://scontent-cdg2-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xtf1/v/t1.0-9/11430291_966755690030805_5820577461744305352_n.jpg?oh=44ecc75f71ff153a5526084ebac7a8fe&oe=5633BFE9

    RispondiElimina
  88. altri tempi...

    https://scontent-cdg2-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xpf1/v/t1.0-9/10888822_966755470030827_852654201971789409_n.jpg?oh=bd5f4fe17e1c6b947973509596467d04&oe=56336893

    RispondiElimina
  89. Ottimo Tsipras, firmati accordi con Russia.

    RispondiElimina
  90. sta giocando al rialzo, allungheranno la scadenza a fine dicembre, Germania e Francia "avanzano" troppi soldi per farlo scappare... e non dimenticare Obama...

    RispondiElimina
  91. Ho dato un'interpretazione molto differente ai suoi scritti e li valuto in maniera differente da alcuni di voi.

    RispondiElimina
  92. Schillaci e Brolin, poi...

    RispondiElimina
  93. Ah ah, mi ricordo anch'io uno di codesti cortei,sarà stato l'86 o 87, ovviamente con slogan "Pisa-Pisa merda, merda!"

    RispondiElimina
  94. Prandelli sono due giorni che continua a fare interviste, andare alla radio, parlare, parlare, parlare... Caso strano, ha cominciato da quando la Fiorentina ha cambiato allenatore

    RispondiElimina
  95. Lui si sta mettendo dalla parte migliore. Arriverà al punto che potrà dire: ho questi da dare, o nulla. L'accordo coi Russi, sul gasdotto e altro, butta all'aria il tentativo EU USA di accaparrarsi il gas greco per du'baiocchi. Ottimo.

    RispondiElimina
  96. devo scappare, ma non penso che sia così semplice, i soldi dall'Europa li ha presi e ora non credo lo lascino uscire a gratisse... se Tsip diecide per la exit si prende una grossissima responsabilità... e non credo lo farà... ovviamente chi la piglia in saccoccia sono i greci che infatti manifestano per rimanere in U.E.

    RispondiElimina
  97. Deyna, sapessi chi è Buster...

    RispondiElimina
  98. Ma i Bera unn'era i tu omo?
    Ha accettato di fare lo scout per il Frosinone.....

    RispondiElimina
  99. Me voi lassà col dubbio? Dillo subito

    RispondiElimina
  100. Non posso perché è un personaggio pubblico, ma siccome ci segue, se mi dice che posso te lo dico.

    RispondiElimina
  101. Dai e dai ce l'hanno fatta a buttarlo dall'altra parte.
    Bisogna stiano attenti perché potrebbe indicare la via........

    RispondiElimina
  102. io Gomez-Ocampos lo farei. Noi prendiamo un giocatore di 8 anni più giovane e con un ingaggio più basso, lui va in Ligue 1 a fare 30 gol e prendersi l'Europeo, contenti tutti.

    RispondiElimina
  103. Oh per "i tu omo" intendo amico eh?
    Che poi Jordan ci dà di buhi a tutti.

    RispondiElimina
  104. GeppettoDanese19 giugno 2015 15:09

    sicuramente della grexit temono un effetto contagio, l'unico "horror vacui" che finora li ha preoccupati a tal punto da creare una macchina della propaganda anti-Le Pen, anti-Farage etc.
    Intanto, Putin non è uno sciocco e si vede.
    Obama, il premio Nobel per la pace, non può che continuare nei suoi atteggiamenti muscolari non tanto nei confronti della Russia, ma degli stessi alleati europei. D'altronde, se spendi in armamenti quanto fanno gli USA, da un certo punto di vista hai le mani legate.

    RispondiElimina
  105. GeppettoDanese19 giugno 2015 15:11

    non conosco il ragazzo, e non mi faccio suggestionare dal sapere che Macia lo volesse fortemente. Però anch'io lo farei

    RispondiElimina
  106. ,,,300 persone che hanno i soldi. Oh Louisseeee!

    RispondiElimina
  107. Finché ci sono pupazzi come i'sindaho, nessun effetto contagio.
    Tsipras, verissimo che l'hanno spinto di là, come hanno fatto con la stessa Russia verso la Cina, allonatandola dall'UE. Roba da coglioni, per dar dietro a Obama, si va contro i nostri interessi. Ora Cina e Russia stanno costituendo l'alternativa alla Banca Mondiale, con gli inglesi che vogliono partecipare. Altro che Grexit.
    Intanto il Nobel in casa sua si è preso nei denti la bocciatura del TTIP, per fortuna, che se passato, aveva effetti devastanti per le nostre economie in favore delle multinazionali.

    RispondiElimina
  108. A fine luglio ho un appuntamento a Monaco, lo porto io e torno con quell'altro.

    RispondiElimina
  109. fatta, allora. È uno scambio che mi convince soprattutto perché ne guadagnerebbero anche il Monaco e anche lui, che farebbe pure la Champions.

    RispondiElimina
  110. Per non dimenticare...

    RispondiElimina
  111. Ahah ok. Comunque da sempre grossa stima

    RispondiElimina
  112. GeppettoDanese19 giugno 2015 15:50

    ho letto. Comunque, per "contagio" mi riferivo soprattutto a Spagna e Portogallo. Noi sì eh, se aspettiamo a i'bomba

    RispondiElimina
  113. Ocampos ha un potenziale pazzesco, non so se Sousa sia l'deale per tirarglielo fuori, ma questo potrebbe ripercorrere un po' più in piccolo la strada che ha fatto C. Ronaldo, da esterno giocoliere e un po' fumoso, a attaccante completo e devastante. Ne ha tutte le caratteristiche: gran fisico, velocità, tiro coi due piedi, stacco di testa...

    RispondiElimina
  114. Ocampos e Salah esterni, Baba in mezzo, alle sue spalle si alternano Borja e Mati, dietro stanno Badelj e un grande mediano. Lo scudetto non si vince, ma ci si diverte parecchio...

    RispondiElimina
  115. Questo nuovo entusiasmo mi piace.

    RispondiElimina
  116. stefano vienna19 giugno 2015 16:07

    Forse sarà perchè ormai solo a Firenze gli danno retta. Aprisse una galleria su Ponte Vecchio...

    RispondiElimina
  117. non è nuovo, dico da tempo che la società ha la possibilità di recuperare facilmente l'entusiasmo dei tifosi, se fa un paio di bei colpi sul mercato. Bisogna che li faccia...

    RispondiElimina
  118. stefano vienna19 giugno 2015 16:10

    E' inizio tutto da quando è arrivata la Merkel al potere -o meglio i potentati finanziari tedeschi che telecomandano Frau Merkel. Io l'ho seguita tutta da molto vicino, dall'Italia certe sfumature magari ve le siete perse.

    RispondiElimina
  119. L'insegna: "Importante"

    RispondiElimina
  120. Bobby Caponata19 giugno 2015 16:19

    Una volta ci andai a Pisa, potrebbe essere quell'anno e successe un po' di casino.. tirarono pezzi di sanitari in campo. All'uscita rimanemmo "prigionieri" nel corteo per andare alla stazione.. nel percorso sfasciarono un po' di vetrine... Rimasi deluso..

    RispondiElimina
  121. Bobby Caponata19 giugno 2015 16:24

    Allora piace anche a Eduardo... http://www.firenzeviola.it/news/dalla-spagna-anche-betis-e-lazio-su-salah-181337

    RispondiElimina
  122. Mai visto Ocampos, ma ho visto Gomez...

    RispondiElimina
  123. Prendere Pato.
    Ed anche Denis che pare torni in Argentina!
    Ma servono due centrocampisti coi coglioni, non uno.

    RispondiElimina
  124. Già i'bomba... icche' l'era, i' su soprannome a scuola o sbaglio?

    RispondiElimina
  125. GeppettoDanese19 giugno 2015 16:44

    tra gli scout mi pare

    RispondiElimina
  126. sui 2 centrocampisti sono d'accordo, su Denis anche ma dubito farebbe volentieri la riserva, su Pato non ho proprio idea, non vedendolo giocare ormai da anni.

    RispondiElimina
  127. Bobby Caponata19 giugno 2015 16:56

    Sì è quello :-) http://archiviostorico.corriere.it/1994/marzo/07/Pisa_Fiorentina_derby_guerriglia_co_0_94030710655.shtml

    RispondiElimina
  128. Bobby Caponata19 giugno 2015 18:18

    Via, slitto a casa.. http://www.violanews.com/news-viola/indiscrezione-vn-lincontro-salah-fiorentina-slitta-alla-prossima-settimana-00393525

    RispondiElimina
  129. "Montoya? Per me è un giocatore normalissimo. Juanfran? Ha delle caratteristiche molto interessanti, forse il giocatore migliore per il gioco di Paulo Sousa. Detto questo, però, resta un giocatore normale anche lui a mio parere". Socio, in questo concordo col tu omo...

    RispondiElimina
  130. Beh, ma se sono due giocatori normali, tanto vale prendere Juanfran che costa decisamente meno.


    Poi c'è Darmian, per cui oggi Cairo ha sparato 20 milioni

    RispondiElimina
  131. GeppettoDanese19 giugno 2015 19:36

    Abbiamo dirigenti per tutto, meno che per montare le gomme da bagnato. Maiala che nervoso.

    RispondiElimina
  132. Sei nervoso perché vorresti anche i dirigenti che montano le gomme da bagnato?

    RispondiElimina
  133. Quarche sospetto i'vecchio ce l'ha da quando di topa un ne gira più. oggi gli ha le bottiglie...

    RispondiElimina
  134. Io ce l'ìho con voi che ci perdete tempo con queste cazzate. Classifiche assurde per concetto perchè paragonano l'imparagonabile e fatte per di più a cazzo da gente che non ci capisce una sega, ma scrive per riempire pagine.

    RispondiElimina
  135. umorismo involontario

    RispondiElimina
  136. Qualunque sia il motivo, chiunque sia stato a dare ordine che Blatter e compagnia siano una banda di ladri mi pare ultraconfermato.E allora? Una volta tanto gli USA, anche se, come sempre, spinti da loro interessi, han fatto una cosa giusta.

    RispondiElimina
  137. Gente di Zahavi l'abbiamo già comprata. Jorge Mendes e Doyen Soprts sono andati a braccetto sino all'anno scorso ed ora sembrano separati, è vero, ma chissà come e chissà per quanto. Di sicuro c'è:
    1) Pedro Pereira era il numero 1 tecnico dello Sporting Braga e lo Sporting Braga è da anni feudo di Jorge Mendes. Quali siano oggi i rapporti tra i due non lo so, ma di sicuro devono essere stati ottimi fino a due mesi fa.
    2) La scelta di Pauloo Sousa (a proposito, chi l'ha fatta?) risulta strana. Allenatore con poco curriculum che viene solo da una stagione buona a Basilea dove lo scudetto si vince da sei anni di seguito, quindi per cinque anni di seguito senza di lui, medaglie non ne ha. Sarà anche bravo, ma, di nuovo, chi l'ha suggerito? Pradè? Bucchioni non dire cazzate.
    3) I rapporti stretti di Cognigni con il duo Ramadani-Zahvi che hanno portato alle dimissioni di Macia e, dico io, anche alle fine del rapporto con Montella, ci son stati per tutto il 2014-15. Che da quanto scritto il 1) e 2) ne escano rafforzati è previsione abbastanza logica.
    I dettagli li lascio a Pippo Russo, io sto alle finestra ma vedo nuvole nere, speriamo cambi il vento.

    RispondiElimina
  138. A me dell'Inter me ne importa il giusto. Invece di dire: "Guardi l'Inter" mi piacerebbe si guardasse meglio noi, la fiorentina, perchè se è vero quello che dice, la stanno distruggendo. Ed i segnali che ci sia molto di vero sono parecchi.

    RispondiElimina
  139. No Lele, non sono 300 persone che hanno i soldi, i soldi veri dei pochi greci che li hanno per davvero (armatori) sono già fuori dal paese grazie al signor Tsipras che aveva promesso lotta all'evasione e invece nisba... Verso Putin non ce lo stanno tirando, è lui che, ovviamente, si butta dall'altra parte...

    Ti domando: se ti chiedo 10.000 euro perchè ne ho bisogno per far fronte a bollette, affitti e quant'altro e alla scadenza che abbiamo pattuito ti dico che non li ho, che non posso far fronte al debito e scappo dal vicino che me ne promette altrettanti tu che fai? Mi difendi? Non credo.

    RispondiElimina
  140. GeppettoDanese19 giugno 2015 20:33

    Son nervoso perché continua a piovere

    RispondiElimina
  141. @ Zaph, non sapevo avesse accettato l'incarico, gli giro i complimenti, allora...

    @ Big JO, tranquillo (anche se tranquillo dalle mi parti fece una brutta fine, ahahah); a ME MI garba ancora quella robina...

    RispondiElimina
  142. Regalino...





    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xfa1/v/t1.0-9/10606533_687797231325701_3675823631096869428_n.jpg?oh=e7aedfac135d082f73839a2d47c968e8&oe=55F6036E

    RispondiElimina
  143. Darko, Dragan, Robert, Dejan....il Brasile d'Europa. Che squadrone la Crvena Zvezda!!

    RispondiElimina
  144. guarda i fisici Sopra, guarda che "gambini"... il tutto pareggiato da un talento sconfinato... oggi vedi salire i giocatori dalle scalette, sembrano tanti bigjim...

    RispondiElimina
  145. Se mi hai imposto regole insostenibili e tassi da usura, dopo anni dove hai messo il paese in ginocchio per regole mentali insane, e insostenibili come quella cazzata epica del 3% del Pil, ti vado nel culo e un ti do' nulla, perché te lo sei già preso. E ti vado nel culo due volte perché nel frattempo ho capito che dei greci timporta una sega. EU è una banda criminale i cui gestori andrebbero nemmeno processati come a Norimberga.

    RispondiElimina
  146. Sto vedendo il Perù. Match impari dove Vargas terzino ha vita facile senza avversario valido. Pizarro gol. Buona l'ala destra che a Firenze non potrebbe mai arrivare, nemmeno gratis, per via del nome, che sarebbe lo sponsor di Zeman :
    Advincula.

    RispondiElimina
  147. che la UE sia una banda criminale non inficia il discorso che faccio... le condizioni i greci le conoscono sin dal principio, non mi piace questo tipo di comportamento, a maggior ragione se a tempo scaduto flirti con l'avversario... ad ogni modo li salveranno, accetto scommesse...

    RispondiElimina
  148. Lele non sono queste le regole, non è questo il modo, nemmeno il principio è condivisibile, cosa è l'UE si sa ma gli ellenici sono dei farabutti nell'animo. E prendono pure per il culo, così non va.

    RispondiElimina
  149. Chissà se hanno anche loro le capsule di cianuro nei denti

    RispondiElimina
  150. Non è l'avversario. Quello è la Europa Unita che credevano amica.
    I criminali li volevano e vogliono alla fame, per prendersi quel che ha valore a prezzi di lampredotto. Inficia eccome, anzi è il motivo principale per il quale fanno bene a dichiarare default ed andarsene.
    Finché non capirete il piano della Troika, perché ascoltate il disco dell'informazione che propinano da tutte le parti, il nemico ha vita facile.
    Oggi ho visto 3 o 4 volte Euronews, se non erano 300, saranno stato 325.
    Ma per i TG erano migliaia che volevano restare nella miseria con prospettive di morte certa. Ahahahah.

    RispondiElimina
  151. Ah, non è che li salveranno, perché hanno già capito che la Grecia scappa, gli rendono un po' di soldi che gli hanno rubato, perché tra non molto ci sono altri dieci miliardi in scadenza. E lì vorrebbero ancora attaccati alla canna del gas. Ma ancora per poco, queste sono le prove per l'uscita. Beati loro.

    RispondiElimina
  152. la penso in maniera diametralmente opposta, vedremo...

    RispondiElimina
  153. Ora cari bucaioli, vi saluto. US Open da vedere con Chicco Molinari in forma, poi ceno.

    Salutatemi i portoghesi che fanno il golpe viola, mi raccomando.

    RispondiElimina
  154. C'é Ronaldo svincolato...

    RispondiElimina
  155. GeppettoDanese19 giugno 2015 22:55

    Chi se la ricorda?

    RispondiElimina
  156. Cosa? Sei già brillo?
    O è un argomento a piacere?...

    RispondiElimina
  157. GeppettoDanese19 giugno 2015 22:57

    la vedi l'immagine?

    RispondiElimina
  158. Una cosa è chiara, Malesani non è mollo!!!!
    https://www.youtube.com/watch?v=hBVQAOO6zmM

    RispondiElimina
  159. Ahah, la Cavagnona...che fine ha fatto?

    RispondiElimina
  160. Ora siiiii.......meritava! Ma questa è la tattica che ti ha suggerito DEYNA per rimediare qualcosina per la foto del,poeta domani? Ehehh ehehhe...

    RispondiElimina
  161. Pollock, andrà bene anche qualcosa del genere, dai...,ti si vole bene lo stesso!

    RispondiElimina
  162. GeppettoDanese19 giugno 2015 23:10

    eccolo, lo sapevo. Posto la lasagna e lui replica a cannoli. Ci vuole una tattica più aggressiva. Video in arrivo

    RispondiElimina
  163. GeppettoDanese19 giugno 2015 23:10

    guarda, non lo so. Ma la ricordo con tanta tenerezza (la "tenerezza" arrivava all'ultimo, di solito...)

    RispondiElimina
  164. GeppettoDanese19 giugno 2015 23:15

    Godetevi 'sto video (ero in dubbio se postare la Salerno, ma per la sezione "old but gold" di stasera va benissimo la Cavagna.

    https://www.youtube.com/watch?v=OshQWJNydKQ

    RispondiElimina
  165. Umbria, solo il meglio.

    RispondiElimina
  166. Credo che i' nevra si riferisse a i' poeta che un lo fa più arrapare con le foto che gli piacciono a lui ma ci schianta le palle con le foto impegnate. L'è un anima semplice, topa e solo topa. L'è sempre a rompimi e coglioni:"O digni quarcosa anche te". Come se mi desse retta, da quando gli ho dato contro pe' Montella mi ci ha su'coglioni anche me.

    RispondiElimina
  167. Il tamarro sul finale rovina la poesia

    RispondiElimina