.

.

venerdì 12 dicembre 2014

Il Colonnello Patsy


C’era poca gente allo stadio, si e no si è riusciti a fare pari con i nick del Colonnello, un po’ il freddo e un po’ la finale di X Factor dove al Colonnello, Morgan attizza più di Marin. C’è anche chi sostiene che in molti hanno disertato perché temevano l’impiego di Ilicic tra i titolari, e allora hanno preferito portare fuori il cane o cominciare a fumare. Tra quei pochi diretti al Franchi c’era chi ancora non aveva parcheggiato, quando Cuadrado aveva già chiesto la sostituzione per andare a vedere la finale di X Factor. Poi Marin si mangia un gol seguito a ruota da Minelli che è più basso ancora di Marin, che a sua volta era già stato scambiato dall’arbitro per il ragazzino che porta il pallone. Gol della Dinamo con Kurtic peggiore del primo tempo,  si, anche di Mara Maionchi. E con Pizarro i nani da giardino sono diventati tre, mentre i gol di passivo 2, anche se Marin può sempre tornare buono sia per il Subbuteo che per fare gol e riaprire la partita. Leggero come il taffetà, ma comunque di un’altra categoria, gli ultraleggeri. Dentro Ilicic per Gomez che nel primo tempo si fa respingere un tiro a botta sicura, anche se di sicuro c’è solo la morte avranno pensato i familiari di Mango. E Mentre Badelj risulterà anonimo pur non essendo veneziano, Lazzari ha cercato di rincuorare i presenti che la mattina vanno verso Peretola, rendendosi più snervante della coda sul ponte all’Indiano. Si potrebbe dire che abbiamo capito come mai questi giocatori non giocano titolari, che alla fine ha avuto ragione il Colonnello a preferire X Factor, e che perdere non fa mai piacere, perdere però la verginità europea contro una squadra come quella bielorussa fa parte di quel certo sottobosco squallido nel quale abbiamo fatto la figura della zoccola. Mi è venuto in mente il Colonnello….l’attesa con il dolce in mano è troppo lunga….per rinunciare ad un piacere immediato….X Factor come “C’era una Volta in America”, il Colonnello come Patsy piccolo gangster che compra una pasta per la sua iniziazione sessuale, la ragazza è impegnata e così il Colonnello Patsy deve aspettarla seduto sulle scale, ma l’attesa con il dolce in mano è troppo lunga e il piccolo Colonnello non resiste alla tentazione, lo scarta, comincia a mangiare la panna rimasta attaccata alla carta, poi la ciliegia candita fino a divorarselo completamente e rimanere a mani vuote. E la Fiorentina sarà per un'altra volta! C'è un po' di tutto in questa scena, dall'innocenza di un militare, nonostante faccia già parte di una banda di gangster dai mille nick, all'incapacità di rinunciare ad un piacere immediato come X Factor in vista di qualcosa che ancora non si conosce come una nuova svirgolata di Ilicic. Montella si è dato una vergognata e lo devo fare anche io pubblicamente visto che pur non mangiando la pasta con la panna non ero molto concentrato, fino a stamani infatti ho pensato di aver giocato con il Dnipro, e quando mi sono accorto che era invece la Dinamo Minsk ho dovuto correggere l’editoriale cancellando i riferimenti ucraini, correggendoli con quelli bielorussi. Intanto a  X Factor trionfa Lorenzo Fragola che con la panna della pasta del Colonnello è la morte sua.


76 commenti:

  1. ..il giorno che Blatter o Platini cancelleranno questo scherzo di coppa, mi recherò alla COOP rispolverando la maglietta del mio idolo di sempre: Sergio Brio (Blu Rocchetta).Ma non è questo che ci interessa, intervengo al volo solo per augurare una buona giornata a tutti ma soprattutto ai miei febbricitanti preferiti..augurandomi ovviamente che a' nuttata sia trascorsa alla grande e che non abbia coinvolto anche il SOPRA e POLLOCK..non fatemi stare in pena ragazzi.

    RispondiElimina
  2. In effetti una competizione come l'Europa League non ha molto senso. Un senso, e anche importante, lo aveva un tempo la Coppa Uefa, ma quel torneo lo giocavano le seconde, le terze e le quarte classificate dei grandi campionati e dunque il cast era abbastanza equivalente dell'attuale Champions League.
    La soluzione migliore sarebbe quella di una sola coppa cui far accedere le prime cinque classificate dei grandi tornei nazionali e poi, a scendere, le altre dei campionati minori. Così come sarebbe bello abolire la fase a gironi o quantomeno ridurla con gironcini di tre squadre e poi eliminazione diretta con sorteggio libero e senza teste di serie. Come nella mitica Coppa dei Campioni di una volta.

    RispondiElimina
  3. Il vincitore di X Factor é già disco d'oro, annunciano giornali e tv; se il calcio é marcio, lo show biz é pieno di vermi. Per poter pubblicare un album (cd o comunque qualsiasi formato sia) occorrono almeno almeno 5 mesi (e lo affermo con cognizione di causa), e questi già hanno album pronto?! E questo tizio ha già inciso? Allora hai una major dietro -che é la cosa più ardua per un cantante, allora avevi già preparato un album- non solo la canzone presentata, allora sei stato già in sala/studio di registrazione, allora...come fa uno a essere disco d'oro in così poco tempo? Una volta si dava il disco d'oro a 500.000 copie, platino a un milione....da 5 anni (solo in Italia! E te pareva, a noi piace barare!) si da il disco d'oro già a 200.000 copie.....
    La musica é più bacata del calcio.
    Marco Mengoni vince Sanremo, peccato nessuno dica che é il nipote del direttore Sony-Italia....
    Chi firma un contratto per partecipare a X Factor (contratto di 15 pagine scritto man mano sempre più piccolo...), praticamente firma per far guadagnare gli altri; una delle ultime postille recita: "... con la presente accettazione la Società XXZY acquisisce i diritti di qualsiasi produzione del candidato, ciò significa che anche in caso di eliminazione- dal secondo turno in poi- la società avrà il 30% di qualsiasi provento/guadagno derivante da attività artistica del soggetto firmatario....". Te cape'??? Anche se vai fuori dopo il secondo turno questi ti condizionano (per tre anni!).

    RispondiElimina
  4. ZEMANVIOLA, sii sereno....oggi sciopero generale, pensa te se la partita di CL della Roma fosse stata oggi! Non sarebbero arrivati allo stadio, i Citizens; tra l'altro per completare la beffa il City ieri si é allenato a Formello....
    Visti solo gli Ailaiz'di Fiorentina-Dinamo Minsk (forse la dinamo della mia Safari- da piccolo- era "Minsk"...) e occorre dire che occasioni la viola ne ha create, 4 limpide, ma poi la maledizione di Montoliv...oooos....Montezuma ha colpito chi tirava in porta.
    Non male far giocare Minelli (o anche altri) almeno si provano; differente il discorso per i militi ignoti, che militano in viola ma sono ignote le loro gesta (Badelj, Richards, Ilicic), che accentuano il solco tra titolari e riserve.
    A Ilicic sono state concesse prove, controprove, contro-controprove, controriprove ma a me sembra che se va via fa più il bene suo che della viola.
    Ieri sera ottima prova del sottoscritto a calcetto ma se avessi avuto in squadra Marin-Pizarro-Minelli avremmo stravinto; e con quei tre occorre Giovinco? Dove li mettiamo poi? Facciamo un film sugli elfi? Chi lo produce VCG....oooops..no, lui non può più....oppure Rita Rusic?
    Le altezze dei tre diversamente alti richiamano alla mente colui che ha sdoganato "i bassi", tale Lionel Messi, dal quale mutuiamo spesso il termine "messinizzazione", ad esempio Adem Liajic...be', non c'é cosa più blasfema, peggio che affermare "Ilicic é un gran calciatore".

    RispondiElimina
  5. Un dubbio dopo la passeggiata di ieri sera nella BIDONville delle riserve viola: c'é qualche frizione nello spogliatoio?

    RispondiElimina
  6. Te che sai tutto di case discografiche, anche più di Gian Aldo che ultimamente ha intervistato la Maionchi a CasaPound, beccati sta' jam session Santana/Elio

    https://www.youtube.com/watch?v=IGsbXx_h_aQ

    RispondiElimina
  7. Santana contamina tutta la sua musica, Elio é un contaminatore. Due geni così diversi ma così uguali.
    Vorrei scrivere alla Traversi ma non posso, troppo sommo il poeta della Dotta. O Sdozza? A Bologna via Dozza c'é, il PalaDozza c'è...manca uno sdozzo indigeno. Sarà lui, inconsapevolmente?

    RispondiElimina
  8. Freni sicuramente.

    RispondiElimina
  9. Ah! Ilicic probabilmente é rimasto l'unico a pretendere "la frizione" dal barbiere...ah ah ah aha ha h...con la pompetta.....ahahahahahah.......BELVA, ci sono iniettori sporchi in panca....volgarmente definiti "cisti". Liberarsene.

    RispondiElimina
  10. Con Ilicic ci vuole di sicuro la doppia debraiata per cambiare marcia ma l'ingaggione di Guillermino da fastidio a qualcuno?

    RispondiElimina
  11. Certo Rosh su sitone:la Fiorentina sta esprimendo un NON gioco. Che senso hanno i migliaia di passaggi o a quello accanto (fermo) o a quello dietro (fermo naturalmente anche lui) oppure, rarissime volte, in avanti ad uno con le spalle alla porta e naturalmente fermo o poco piu'. Il portatore di palla e' l'unico a fare movimento (e' costretto), gli altri sono fermi impalati guardando cosa combina il portatore di palla. Questo fa due tre veroniche la passa all'uomo vicino e fermo che viene subito attaccato da un avversario in MOVIMENTO che non permette una partenza veloce proprio perche' l'avversario e' in movimento ed il nostro si trova fermo. E qui ci troviamo in difficolta' spesso risolvendo con il continuo giro-palla in un'raggio d'azione di 10-15 mt intorno al centrocampo. Senza mai cercare una profondita' in VELOCITA'. Al portatore di palla MAI e poi MAI si presenteranno 2-3 giocatori che tentano uno scatto in avanti in una zona libera del campo per liberarsi dell'avversario e guadagnare qualche metro in avanti e sbilanciare l'avversario. Il nostro gioco e' praticamente un torello a tutto campo. I nostri li vedo correre solo dietro agli avversari col pallone mentre noi quando abbiamo il pallone non corriamo mai ma lo facciamo 'girare' e quando nel giro palla c'intercettano ci troviamo a subire contropiedi micidiali prorio perche la squadra e' ferma e fa girare solo la palla. Qui ci sarebbe da ribaltare gli allenamenti.

    RispondiElimina
  12. Allora, scorrendo Fi.it ho notato che mancano i Commenti e i voti di Deyna e di Jingle, questo alle 10 e trenta.Bene, vorrei innanzitutto scusarmi con Deyna ma stanotte la linea telefonica era disturbata e certamente non avrà capito na ceppa della mia dettatura, inoltre, da quel che ho capito lui voleva assegnare un bel 9 a Dybala per la sfida di ieri, ne abbiamo discusso fino alle 4 ma non c'è stato verso di fargli cambiare idea.Altra assenza di peso: Jingle.A Jingle vorrei solo dire che la vita va avanti e che il City mercoledi ha in fondo meritato, complimenti invece, come sempre, per il risultato indovinato ieri sera.Jingle mi scrisse che sarebbe accaduto nella primavera del 79.Tanto di cappello, eri, sei e resterai per sempre il NUMERO UNO.

    RispondiElimina
  13. Non sfottere, Dybala non ha segnato solo per la marcatura a uomo di Kurtic su Cuadrado, che gli ha tagliato i rifornimenti. Ma si rifarà.

    RispondiElimina
  14. Comunque il "2" era a 9 e forse Cuadrado l'ha giocato.....
    Chi esordirà prima in campionato, Rossi o Marin?

    RispondiElimina
  15. Sembra il commento a Cagliari Fiorentina dell'anno scorso.
    Annose questioni

    RispondiElimina
  16. giocando un bel paio di Pittarello uno se ne sarebbe uscito con scarpe vere e Made in Italy..e inoltre consapevole di aver dato una mano al rafforzamento della Viola...mannaggia...maledetto ottimismo che mi attanaglia..

    RispondiElimina
  17. Questo commento mi fa ridere. Siamo a dicembre 2014, più di un anno che pratichiamo questo non gioco e questo Rosh se ne accorge ora.
    Ah, la prova di Marin è dedicata a quelli che giustificavano Montella per il suo non utilizzo per nemmeno 20 minuti contro la Juve. Comunque qualche progresso c'è, ma solo nelle dichiarazioni di Montella.

    RispondiElimina
  18. Tranquillo che arriva Pato: sai che goduria

    RispondiElimina
  19. Purtroppo Lele, quello di peggiore che mi ha lasciato la partita di ieri è proprio la sensazione d'inadeguatezza fisica di Marin a un calcio muscolare come il nostro. Ha colpi, classe sopra la media, visione, tutto quello che vuoi, però non regge botta. Non un contrasto, si scansa per evitare lo scontro, gira a largo come un gatto da un cane e un topo da un gatto. Secondo me purtroppo si capisce bene perché non gioca. Oltretutto se leggi l'articolo su Violanews la sua prestazione di ieri viene considerata addirittura un passo indietro. Figuriamoci un po'!!

    RispondiElimina
  20. BELVA, ma se arriva Pato...é un altro Elfo, o sbaglio?....
    Comunque, sembra si giocasse meglio senza la punta-punta...boh.....
    Vorrei andare a Cesena (quest'anno già un trasferte, visto che per vedere vittorie devo andare away...) ma solo gioca Marin! Mica (non Miha!) vorrà giocare con Ilicic accanto a Gomez??!??!!?!?

    RispondiElimina
  21. Quindi a Cesena Ilicic........................
    Letti i nome dei difensori romagnoli, impossibile non segnare un paio di gol!

    RispondiElimina
  22. Ricordati....Regini

    RispondiElimina
  23. A me piacerebbe dire Marin, ma quello di ieri mi è sembrato addirittura il fratello più fragile di Giovinco.

    RispondiElimina
  24. Cesena mi ricorda un episodio di tanti anni fa. Le due stagioni di Baggio ho fatto tutte le trasferte. C'era Rizzitelli. Ero in tribuna stampa accanto a Calamai senior. Al goal di Baggio lui era voltato e mi chiese chi avesse segnato. Io, nel delirio emozionale, ebbi l'impressione che ci fosse stata una deviazione e gli dissi autogoal di chi non mi ricordo.
    Qualche tempo dopo un tizio scrisse al direttore che era mi pare Caruso, chiedendo spiegazioni sul perché solo la Gazzetta non aveva attribuito la rete al Codino.
    Caruso rispose che per costume loro si basavano solo sul resoconto del loro inviato e che "in tribuna stampa si era diffusa la voce che si trattava di autorete".
    Non me la sono mai perdonata

    RispondiElimina
  25. Cesena mi ricorda un 3 a 3 dopo che vincevamo 3 a 0

    RispondiElimina
  26. Io lo chiedevo solo come cambio di Joaquin per quella ventina di minuti! Se non regge nemmeno quelli doveva essere in tribuna. La mia critica era ed è riferita solo a quella circostanza che ha visto Montella toppare per la milionesima volta una sostituzione.

    RispondiElimina
  27. Delusione terribile, vanificata una prova strepitosa del buon Ciccio Graziani. Era l'82/83, stagione segnata dall'epatite di Bertoni, che aveva iniziato quello che pareva essere il miglior campionato della sua carriera.

    RispondiElimina
  28. Mi vanno bene tutti, ma che si cominci dalla panchina.

    RispondiElimina
  29. Magari non aveva mai scritto, io è la prima volta che leggo il suo nome...

    RispondiElimina
  30. Si Lele, ci poteva anche stare. Ma quello che salta all'occhio di questo giocatore è la paura del contrasto. Questa sorta di lontananza dallo scontro di gioco. Sembra quasi un ex giocatore.

    RispondiElimina
  31. Marin più che altro mi sembra aver perso un po' di scatto rispetto ai tempi del Werder. Se si pretende di fargli fare pressing sfiancante e contrasti su difensori e registi avversari non andava preso a prescindere, comunque. Giuseppe Rossi ad ogni modo non mi sembra sia il Mascherano degli attaccanti, Ljajic stesso non era un mostro in copertura, eppure ce li potevamo permettere...

    RispondiElimina
  32. http://video.corriere.it/i-gol-piu-belli-ultimi-60-anni-van-basten-zidane-c-anche-bressan/0092680e-8149-11e4-98b8-fc3cd6b38980

    RispondiElimina
  33. Ma siccome era lo stesso Montella che se li poteva permettere sia Ljajic che Rossi, mentre questo no, probabilmente garantivano qualcosa di più.

    RispondiElimina
  34. L'avevo messo nel post di ieri in pieno marasma perculeggiativo, ti volevo dare una mano e tu manco un cenno, un paio di puntini di sospensione, una lacrima. E si vede che ancora ti dovevi riprendere dallo sconforto......

    RispondiElimina
  35. In Francia dove aveva fatto un'ora, non mi era sembrato ridotto così. Che dopo quindici giorni addirittura regredisca mi pare fuori dal mondo. In tutti i casi non invoco Marin come salvatore della causa, solo che il suo utilizzo sia figlio della logica, se poi viene portato via dalla tramontana, che Prade' ne renda conto.

    RispondiElimina
  36. ..mi era sfuggito..sappi solo che la DEA verrà aperta all'annuncio del MAGO..per...altri annunci di addii mi immergerò in un vascone pieno di MAGIE (del FOCO) con tanto di calzature marcate ai piedi.

    RispondiElimina
  37. Quando inizia il campionato in Cina?......

    RispondiElimina
  38. Comunque Boss, pa(t)ssi la citazione di Sergio Leone ma molto meglio questa... di Patsy

    RispondiElimina
  39. Risorgo, stamattina, con un 36 e 7 dopo una notte di coliche. Caro Zeman-Baron Samedi, grande è il tuo potere, cazzo.
    Dico subito che SOPRA ha ragione su X Factor, quando toccò a me, dovetti firmare un fascicolo di fogli che diceva che ogni mia esibizione, in caso di andata in onda nel programma, era di proprietà della Magnolia Produzioni per un certo numero di anni.
    Poi
    sarà stata la febbre ma io Marin l'ho visto molto bene. Soprattutto quando ha ridotto il raggio d'azione a ridosso dell'area, evitando di tornare troppo.
    Più che per il gol e i tiri, l'ho apprezzato per le idee che non si sono concretizzate, i passaggi di prima in area, gli scarichi sull'esterno puntando l'area e altre cosette così. Quello che mi arrapa è che si tratta di un giocatore completamente diverso da gli altri a nostra disposizione, molto portato all'assist e con un senso del gioco opposto rispetto ad un Cuadrado punta, ad esempio. È leggero, come dicevo al momento dell'acquisto, preoccupandomene, ma questo gli permette una rapidità che al nostro gioco serve in maniera importante. Mi ricorda Mertens, di cui ha qualcosina in più.

    RispondiElimina
  40. Poi,
    Per "l'angolo della provocazione", dico che la brutta prova di ieri è una buona notizia. Perché l'ambiente non avrebbe saputo gestire un'altra vittoria e ci sarebbe stato uno di quei rilassamenti che sono uno dei problemi di questa squadra. La figura di cacca sarà utilissima per riportare la concentrazione ai livelli necessari per affrontare una fine di girone importantissima per la stagione. Meglio che il rigurgito di sufficienza sia arrivato in questa partita di scarsa utilità, piuttosto che nel match di Cesena che deve rappresentare l'inizio della rimonta. Montella era nero comenon l'ho visto mai, che questa partita possa servire anche per farlo diventare più duro con i suoi?

    RispondiElimina
  41. Mah, ci sarebbe anche...

    RispondiElimina
  42. Ma, soprattutto, buona la prestazione di Ilicic... Mandiamoci Marko, alla Samp...

    RispondiElimina
  43. Naaahhhh, ancora TU maledetto Carter, me l'hai fatta anche stavolta.
    Non sono Ilicic , sono in realtà Stanislao Moulinski in uno dei più riusciti travestimenti......
    Ahahahahahah!

    RispondiElimina
  44. È anche la mia chiave di lettura purché ci sia armonia nello spogliatoio come nei precedenti due anni. I rinnovi alterano gli equilibri soprattutto quando quelli che guadagnano di più giocano con sufficienza.
    Tu e Lazzaro siete risorti: ora tocca a Gomez e Cuadrado

    RispondiElimina
  45. Per Gomez non credo sia sufficienza ma un mix di ansia da prestazione e di meccanismi offensivi. Il Cuad è uno che da tutto ma in maniera proporzionale alle motivazioni della partita.
    Dà anche troppo e questo lo porta a calcare zone di campo che non gli competono.
    Comunque io ho preso una tachipirina 1000, che qualcuno avvisi lo staff medico della Viola.

    RispondiElimina
  46. La saggezza degli antichi (!) non tradisce mai. Associala a un bel bicchiere di Sagrantino di Montefalco.
    Come recita un detto calabrese "quanno teni lu catarro, bevi vino co 'u carro"

    RispondiElimina
  47. Cedere Gabbiadini e prendere Ilicic...come affossare il lavoro di Mihajlovic....

    RispondiElimina
  48. http://www.violanews.com/news-viola/il-montella-furioso-20141212/

    RispondiElimina
  49. Ma il titolo sottintende "Tutti patsy per Marin"?

    RispondiElimina
  50. Io non ho quasi più febbre, ma sembro ancora Linda Blair. Marin: la palla non si riconquista solo contrastando, comunque, specie in attacco. Questo Marin l'ha sempre fatto poco, ma se in condizione ricordo che era molto intelligente nel prevedere gli sviluppi dell'azione e nell'inserirsi negli spazi giusti tra gli avversari per rubar palla e anticiparli. Ricorda abbastanza Mertens, vero, ma è molto più acuto calcisticamente, oltre che più forte. La grande incognita è solo la condizione del suo fisico [dici poco]. Comunque su col morale, vinceremo la Libertadores! O Bielsa o muerte!

    RispondiElimina
  51. Vista registrazione intervista: ha parlato quasi in napoletano. Brutto segno, per i calciatori. Molto incazzato, il mister.

    RispondiElimina
  52. A me è piaciuto anche il fatto che abbia tolto Cuadrado, perché tutti hanno visto come stava interpretando la gara. Forse un ringraziamento per il rinnovo con sostanzioso adeguamento.

    RispondiElimina
  53. http://www.violanews.com/calciomercato/tra-pato-e-la-fiorentina-si-inserisce-il-siviglia-20141212/

    Se l’Internacional è pronto a liberarlo, non ci sono più problemi.

    RispondiElimina
  54. https://www.youtube.com/watch?v=ViyYxx-tliQ



    Bestemmio ancora per quella rimessa laterale sul finale, ma ho sempre negli occhi quel Daniel Bertoni: quell'anno era in condizione straordinaria, e come sempre ci accade la sorte fermò proprio il nostro giocatore migliore del momento.

    RispondiElimina
  55. Il Siviglia sa comperare, da tre anni.

    RispondiElimina
  56. Messaggio per Jingle: non mi troverai mai. Le nostre intercapedini contengono i segreti con assoluta riservatezza...anche le borse di Gucci (false) usate per vomitare a mo' dei sacchetti dell'aereo.

    RispondiElimina
  57. Guarda SOPRA, nelle cinque partite della Samp che ho visto Gabbiadini non sembrava niente di ché. Ilicic sappiamo quello che è, ma se Sinisa lo prende vedrai che farà bene. Peggio sarà tuttavia impossibile.

    Hai letto del piano criminale TTIP che la UE sta accettando?

    RispondiElimina
  58. Cose positive di ieri sera:
    1. Marin. nel primo tempo, mi sembrava di rivedere in campo Pepito, e cioè di avere un attaccante in credo di scendere fino a centrocampo, palleggiare, scambiarsi tocchi rapidi con i centrocampisti, insomma, fare il nostro gioco. Un'altra punta capace di fare queste cose, in rose, non ce l'abbiamo, pure Cuadrado ha smesso.
    2. Lo sfogo di Montella.
    3. Le buone prestazione di Kurtic e dell'inesauribile Vargas.
    Cose negative di ieri sera:
    1. perdere.
    2. Cuadrado davvero impresentabile, qualcuno gli spieghi che il Barcellona così se lo sogna.
    3. Badelj. Non ha giocato male, ma la squadra è resuscitata quando è entrato il Pek. Non c'è paragone, proprio.

    RispondiElimina
  59. ..o passa per gli auguri o è proprio una merda, anzi no, la prima cosa non toglierebbe comunque l'altra, dirò di più, a mio parere Marin può diventare al massimo un centrale di difesa.

    RispondiElimina
  60. ..e come non bastasse ci sono pure inviati mascherati che gli danno idee nuove per nuovi Nick, tipo Nembo Kid...come suggerire a Lapo nuovi Look

    RispondiElimina
  61. ..Marin lo vedo come alternativa a Basanta (se Basanta sta proprio male).

    RispondiElimina
  62. ..dedicata a JINGLE...

    RispondiElimina
  63. Bella quella renna ZV, porta un'amica ?

    RispondiElimina
  64. Acc..... NO! è di nuovo Stanislao Moulinski....... Ahhhhhhhhhhhh

    RispondiElimina
  65. ..prevedo di non arrivare a mangiare il panettone nel Blog...

    RispondiElimina
  66. Messaggio per JINGLE: ti ringrazio per aver mentito sul fatto che fosse solo una cugina...non mi stancherò mai di scriverlo che sei un pezzo...di pane.P.S. stai da Dio in Rosso ma non mi spiaci neppure in Giallorosso.

    RispondiElimina
  67. Zeman, l'unico motivo per cui non mangerai il panettone sul blog, è che qui, al massimo, puoi trovare noccioline stantie toccate da tutti e patatine tarlate.
    Il buffet è povero. Calcola che per l'ultimo dell'anno ci sono solo foto di spumanti e che l'unico tappo che si può veder saltare è Minelli, se qualcuno posta il link degli highlihts di ieri.
    Pollock, non so se ti hanno già preso gli sgherri di Jingle, ma ,nel caso, posso trasferire il tuo contatore delle visite sul mio blog? Li non c'è nemmeno un trentino, solo un ternano, a volte.

    RispondiElimina
  68. lo leggevo ora... Svelto il Valto... Dei due per me deve rimanere solo lo spagnolo...

    RispondiElimina
  69. ... guarda ZV, se fai il buono e di qui a Natale non fai comparire nei tuoi post le parole Mago, Roma, Giallo, Zozzo, Rosso, ti offro un Negroni, che con le noccioline stantie toccate da tutti e le patatine tarlate, tira su un po la media... Per il resto, c'è la tessera giallorossa...capitalcard...

    RispondiElimina
  70. Serebbe anche un discorso giusto ma che, secondo me, si scontra con una realtà del calcio italiano attuale che non permette di costruire una squadra negli anni. Soprattutto partendo da giovani interessanti.
    Nessuno in Italia ha un'ossatura blindata e immune dal richiamo di campionati ormai più prestigiosi e ricchi, nessuno può permettersi di fare mercato come una volta. Le squadre italiane, ormai, si trovano ogni anno a cercare di mantenere il loro livello, più che migliorarsi, vendendo e cercando di trovare qualcuno di meno caro che abbia una possibilità di rendere come il giocatore ceduto. I giovani forti che ti danno garanzie, li prendono all'estero, perché hanno valutazioni più alte di quelli più esperti, ma contratti meno pesanti e prospettive meno limitate. Ecco che la Roma vende prima i Lamela e i Marquinhos, che potevano essere pedine importanti per il futuro, poi prende i Benatià e ricomincia daccapo. Ecco che la Juve fa il suo investimento più oneroso su un ragazzo che faceva la terza riserva nel Real e non ci può neance fare troppo affidamento futuro, visto che è un contratto con l'elastico.
    Su Pradè e Macia sono d'accordo, avere sempre in bilico la gente che ti deve cotruire il futuro, è una cazzata evitabile.

    RispondiElimina
  71. Ci sono tempi e tempi... Presidenti e presidenti...




    Ciao ZV, quello buono era questo (questi?)... t.v.b. (lo stesso)... non mi chiedere di dire Forza M...



    https://www.facebook.com/photo.php?fbid=877800588919007&set=p.877800588919007&type=1

    RispondiElimina
  72. Rossi e Bernardeschi non li nomina neppure...

    RispondiElimina
  73. Se qualcun gli dice che il cartellino di Pato è del Corinthians...Forse il
    Siviglia è andato a chiederlo all'Internacional, con uno che si chiama Monchi c'è da aspettarsi di tutto.

    RispondiElimina