.

.

lunedì 15 dicembre 2014

Ci sono un tedesco, un americano e un napoletano...

La partita di Cesena ha confermato che la squadra è in salute, oltre a un’altra delle grandi verità del calcio; quella che bastano un grande portiere e un grande centravanti. A Montella si contesta il fatto di non essersi vergognato per la seconda volta consecutiva, in quanto il calendario lo ha costretto a vincere contro una squadra di merda come il Cesena, tre punti che quando l’hanno fatti le altre contro i romagnoli, rimpinguandoci le classifiche, sono serviti per attaccare il tecnico che magari pareggiava in casa del Milan mentre il Napoli ci passeggia. La classifica dice che la Fiorentina è a 3 punti dal terzo posto malgrado la mancanza di attaccanti e malgrado l’allenatore, forse con Stramaccioni o Iachini la squadra sarebbe arrivata prima nel girone di Europa League e oggi sarebbe a tre punti dalla Champion. C’è da apprezzare soprattutto il lavoro di Iachini che pur da Palermo ha sempre creduto in Mati Fernandez, in più non sorride mai e non è napoletano. Reja ha invece il grande vantaggio di avere più tempo libero per fare i regali di Natale. Si dice che Delio Rossi sia più inviperito per il mancato utilizzo di Marin, molto di più che per aver perso la causa contro la società, secondo lui rea di averlo licenziato per giusta causa. “Almeno le avesse date a Ilicic”, sembra aver commentato Andrea Della Valle dopo la lettura della sentenza. Ora arriva l’Empoli che però non fa provincia e quindi se vinci è troppo facile perché comunque c’è la Fi Pi Li, e se non vinci sei una fava, se comunque vinci si dirà che Empoli è troppo vicina a Vinci. Il fatto che a Empoli le vetrerie hanno chiuso quasi tutte non potrà essere un’attenuante se non arriverà una vittoria trasparente. Parliamone del problema Franchi, senza soggezione e senza fare sconti, che è sempre stata una costante per l’uomo prima che per l’allenatore, Vincenzo le maggiori difficoltà le ha avute in casa, tanto che è andato via presto crescendo proprio ad Empoli, una cittadina che oggi gli si potrebbe ritorcere costringendolo a vincere. Dopo Cesena si è precipitato a dichiarare che in caso di vittoria non sorriderà. E’ stato sempre così, sarà che è di Castello di Cisterna, sarà che somiglia all’uomo nero, sarà che non perde i capelli come invece succede agli abitanti di Certaldo, ma tutti i familiari che hanno figli piccoli beccati a fare qualcosa che non devono fare, li sgridano con la minaccia che se non fanno i bravi da grande saranno allenati dallo zio Vincenzo. E poi ci si mettono anche quelle merde dei giocatori che fuori casa fanno di tutto per vincere, a parte Gomez, fa gol persino il marocchino solo per aumentare il gap con il rendimento interno. Soltanto Marione è onesto con l’allenatore, oltre a Pepito Rossi che s’infortuna sempre seriamente per non incidere sul rendimento esterno piuttosto che quello interno. Del resto uno è americano e l’altro è tedesco, e adesso l’avrete capito perché c’ha sempre quel sorrisetto del cazzo, e perché uno non segna e l’altro non gioca più? E’ così del resto che nascono “quelle” barzellette; C'erano una volta un americano un tedesco ed un napoletano. L'americano dice: - Noi in America avere la Statua della Libertà. Il napoletano e il tedesco dicono:- E noi ci cachiamo sopra! Il tedesco a quel punto dice: - Noi in Germania abbiamo la Porta di Brandeburgo! Il napoletano e l'americano fanno:- E noi ci cachiamo sopra! Il napoletano, sempre il più furbo, dice: - Noi in Italia abbiamo i fichi d'india...L'americano e il francese dicono: - E noi ci cachiamo sopra!



161 commenti:

  1. Bona, POLLOCK! Già postato sul sitone, per vedere chi sarà il primo a sminuire la vittoria.
    Se la Roma o la Juve vincono partite come quella di ieri sono squadre concentrate, decise, che superano squadre che possono sempre fare lo scherzetto e non vanno prese sottogamba.....
    Vince la Viola ed era scontata la dêbacle avversaria.....
    Gli allenatori avversari vincono e sono strateghi, il nostro sbaglia "qualcosa".....palato fino e fine, i fiorentini! Giustamente. Ma non ora.

    RispondiElimina
  2. Allora
    Ho visto una squadra molto in salute. La difesa ha trovato un assetto molto buono, sarà una mia fissa ma lo imputo principalmente alla sicurezza che hanno i due centrali laterali che, adesso, giocano a favore di piede preferito. Savic è cresciuto molto in sicurezza nell'appoggio e per me non è un caso. Il centrocampo beneficia della forma ritrovata di Borja e Pek, deliziosi ma anche efficaci in tamponamento. Era una questione di forma, tutto qua, metterne in discussione la funzionalità ed il valore era qualcosa di molto simile alla bestemmia. Alonso cresce bene. Non avrà mai lo spunto per partire in velocità all 'avversario, ma compensa con un buon gioco di piedi e con i chili. Joaquin e le sue prestazioni vanno fatte vedere e rivedere al Cuad, perché rappresentano tutto quello che il colombiano dovrebbe fare e che, con i suoi mezzi atletici e tecnici, lo rifarebbe tornare un fattore assoluto.
    Mati ha fatto molto bene, anche se in due o tre occasioni ha un po' tardato nella verticalizzazione, è un giocatore nuovo per la Viola, dalle possibilità ancora sconosciute per noi e per lui.
    Mario spreca una prestazione discreta fino ad allora, incartandosi in un modo troppo comico per essere vero. Era la partita buona per fare un paio di gol che avrebbero zittito le urla e ricostruito il morale, invece niente.
    In quell'errore, per me, c'è tutto il disagio attuale di Dino che non dà più retta all'istinto del bomber, ma pensa troppo per paura di scacare. Due anni fa avrebbe deciso subito se tirare o scartare il portiere, ieri è rimasto in dubbio fino all'ultimo, perdendo tempo e palla senza più coordinazione.
    Montella, alla fine, per me ha fatto bene a sostituirlo, perché serve un Mario arrabbiato e non depresso. L'umiliazione se l'era già comminata con quello sbaglio da barzelletta. Adesso si deve incazzare, altrimenti non ne esce fuori da questo momento.
    El Ham ha segnato, bravo. Ma considerarlo, per questo , un giocatore di serie A mi sembra eccessivo. Ho letto che qualcuno imputa a Montella anche il fatto di averlo lasciato fuori in questi mesi. Mi sembra eccessivo o un modo per dare addosso al tecnico su più fronti possibili.
    Non facciamoci del male.
    Infine, la partita col Cesena poteva anche essere facile, ma che deve fare una squadra più di dominarla senza rischiare mai, facendo quattro gol che potevano essere sette, otto? I Fenomeni sono a tre punti, il Napoli delle meraviglie che doveva riprendere la Roma, a uno. Mancano diciassette punti alla quota salvezza, sbrighiamoci a farli e poi rifondazione.

    RispondiElimina
  3. Riflettendo a fondo ho capito che i ragionamenti provenienti dalla Svizzera sono concreti,analitici ed inattaccabili.Infatti,seguendo le orme Luddiane sono arrivato alla seguente considerazione(incontrovertibile):con Gomez in campo,dal suo rientro,abbiamo fatto 10 punti in 4 partite.Cioè 2,5 punti a partita.Cioè scudetto sicuro.Speriamo che la società non distrugga il giocattolo e non costringa Montella a cambiare giocatori e moduli,magari forzandolo a giocare col falso 9 e tre giocatori piccoli davanti.sarebbe un peccato mortale

    RispondiElimina
  4. Al limite dieci, col rientro di Cuadrado. Chi toglie per te?

    RispondiElimina
  5. Si assottigliano i commentatori sul sitone, commentatori "storici".....ogni vittoria é una strage di utenti, incazzati come noi quando la viola perde..,,

    RispondiElimina
  6. Il comune di Roma aveva approvato(abbastanza velocemente) il piano per lo stadio della A.S. Roma con la motivazione "opera di interesse pubblico...".
    Bizzarro. Il proprietario sarà Pallotta.........

    RispondiElimina
  7. Sarebbe il caso, oggi ho dato un'occhiata alle pagelle del Ceccarelli che gli ha rifilato un bel 7. È vero che il calcio ognuno lo vede a modo suo, boh! L'assenza di Baba ora gli facilita il compito, assenza che pesa meno visto che capita quando si incontrano squadre inferiori.

    RispondiElimina
  8. alla prossima giornata c'è Valero squalificato, quindi la questione non si pone. Dopo le feste, credo, Aquilani.

    RispondiElimina
  9. un grazie a Montella per come ha tentato per l'ennesima volta di difendere un suo giocatore, stavolta prendendosi la colpa del battibecco con Ilicic nel finale di ieri. In ogni caso, dubito che vedremo mai più Josip in campo con una maglia viola. È andata così.

    RispondiElimina
  10. comunque gli arbitraggi delle ultime due giornate confermano quello che sostengo dall'estate: è l'anno della Roma, in un modo o nell'altro.

    RispondiElimina
  11. Che Savic a destra rendesse di più era evidente già dalle prove passate del montenegrino, quando appunto fu schierato da tale parte. Non che sia diventato all'improvviso Djalma Santos, ma accusa meno l'imbarazzo di piede, sia in fase di contrasto dell'avversario, sia soprattutto in fase di impostazione. Nelle formazioni estive che ci dilettavamo a fare in estate su Ghita, del resto, lo mettevo sempre a destra [con /Roncaglia, prima che fosse ceduto in prestito], vedendo bene a sinistra Basanta, mancino. Sull'erede del Pek occorrerà ragionare, perché di quel livello è difficile trovarne, e non solo per noi. Forse converrà cambiare un po' gioco, e piazzare davanti alla difesa una piovra calamitapalloni alla Javi Martinez, alla Iturraspe, e far gioco coi due interni. Badelj sapevo che era ben compassato, ma non immaginavo avrebbe avuto un impatto così anonimo sul nostro campionato. Lo vedevo molto buono come alternativa di centrocampo, ma [per ora?] si limita troppo al compitino. Inoltre ho la netta impressione che sia più giocatore da 4-2-3-1 o simili. Certo non è il vice-Pek. Mati sta giocando a livelli divini, già dalla seconda parte della stagione scorsa. Ero un suo grande ammiratore ai tempi del Colo-Colo, pensavo che in Europa si sarebbe trasformato in una grande mezzala [troppo mancante di accelerazione secca, già allora, per fare il trequartista/seconda punta qua], ma poi mi aveva deluso in Spagna e Portogallo. Avevo sopravvalutato però quelli che vedevo come limiti di personalità: molto più influenti gli infortuni sulla sua discontinuità, ché non è facile trovare sicurezza nei propri mezzi se devi sempre prestare attenzione ad ogni più piccolo doloretto per la paura di ricadere in uno stop. Speriamo che si conservi così. Leali: l'ho seguìto abbastanza dopo che mi fu segnalato confrontato a Perin, e mi era molto piaciuto. Ieri però è stato deludente, poco reattivo sul tiro di Borja, e sempre insicuro in uscita. Bravo "solo" sul colpo di testa di Gomez, e sul rasoterra velenoso di Mati, poi spinto in gol da El Ham. Appoggiamo Neto, perché in italia è un lusso. L'errore di ieri non è tecnico, ed è di quelli che avviene una volta l'anno massimo [se non in una carriera], accade a tutti [cfr. Buffon, Cech, Handanovic, Boruc, Casillas, ecc], e non è da quello che si giudica un portiere. Le prestazioni dell'ultimo anno del brasiliano ci dicono che è molto cresciuto e maturato, come conferma l'interesse di squadre come Liverpool e Roma.

    RispondiElimina
  12. Tu Aquilani ce l'hai sulle palle e ognuno ha i pallini suoi. 7 non glielo avrei dato ma un buon 6,5 sì. Riguardati la partita e vedi il campo che copre, le palle che recupera, la presenza. E' indubbiamente, quasi sempre, un giocatore positivo. Io credo che giochino tutti, ovviamente non tutti insieme, quelli che c'erano ieri più Cuadrado e ci metterei anche Marin. Non metterei più Ilicic in evidente crisi mentale. Deve cambiar aria e basta. Quando sarà disponibile Babacar ci sarà posto anche per lui, ci deve essere, ma il calcio moderno si gioca almeno in 14 per volta, non in 11.

    RispondiElimina
  13. El Ham tecnicamente è senza dubbio un giocatore da serie A. Non so quali siano i limiti mentali e comportamentali che, indubbiamente, deve avere se no avrebbe fatto ben altra carriera. Nella penuria di punte che abbiamo, prima di mettere un Ilicic in evidente crisi mentale, fuori ruolo e senza voglia e convinzione, metterei senz'altro lui.

    RispondiElimina
  14. su un muro del mio paese, un'anonima mano (probabilmente milanista) scrisse "Grazie Borussia" sotto al "Grazie Real" di un anno prima, nel secolo scorso. Si spera di poterli ringraziare di nuovo...

    RispondiElimina
  15. Jordan, le mie disamine possono non combaciare con quelle di altri ma sono sempre e comunque al netto delle simpatie. Tra l'altro Aquilani mi è stato presentato da un mio caro amico che lo frequenta spesso e mi fece ottima impressione. Solo che mi pare da tempo regredito, non nella corsa, ma nell'efficacia del lancio e tiro in porta. Senza contare la cronica sbavatura nei falli. Se prendiamo la partita di ieri risulta molto indietro alle prestazioni di Mati, Valero, Pek. Il quarto piede buono, infine, te lo puoi permettere con squadrucce, non con quelle competitive, quindi l'indiziato a uscire è lui.
    Per il resto concordo su tutta la linea, Montella è riuscito nell'impresa di scontentare, con le sue sostituzioni, pure in un match soffice.
    Cosa serva Ilicic ieri, e non solo, per ignorare Marin, pare un volersi intestardire per affermare il suo egocentrismo. Senza ribadire l'offesa pubblica a Gomez.

    RispondiElimina
  16. Leggo un generale, sano ottimismo ed è forse giusto così. Ma come quasi sempre mi capita, ed è il mio carattere, tendo a non farmi convogliare più di tanto dal momento, guardo gli altri, gli avversari, quello che non va e non sono ancora soddisfatto, anzi. La classifica migliora ma non è ancora bella, non rispecchia ancora quanto investito dalla proprietà, non rappresenta le ambizioni di inizio stagione. Nonostante i 10 punti su 12 la lavagna dei numerini dice che siamo ancora dietro a squadre inferiori alla nostra come Samp, Genoa, Milan e Lazio. Persino il penoso Napoli ci è davanti. Abbiamo incontrato (Juve a parte) squadre di una mediocrità sconvolgente, abbiamo passeggiato e vorrei anche vedere, era il minimo sindacale. La formazione del Cesena dimostra in tutto e per tutto a cosa si è ridotto il miserabile calcio italiano. Gente come Volta, Cascione, Capelli, Coppola sono scarti riciclati da più di un lustro in formazioni di fascia bassa, addirittura ad un certo punto è entrato De Feudis, uno che ha sempre fatto il gregario in serie B. E nonostante tutto il primo tempo è stato sbloccato da un bel gesto tecnico di Borja che ha sfruttato l'ennesimo errore cesenate derivante da calci piazzati (16 gol subiti in stagione, roba da amatori...). La pochezza tecnica dei romagnoli la dimostra il tabellino, 0 tiri in porta. Il gol ce lo siamo fatti da soli. Atri tre punti contro l'Empoli sono tanto necessari quanto scontati. L'inizio di stagione è stato molto deludente e lo dimostra il fatto che nonostante il minirecupero delle ultime giornate stiamo ancora a -7 rispetto al 2013/14.

    RispondiElimina
  17. Shhhhhhh, Lou, non lo dire, sei pazzo??? Queste sono considerazioni da eversivi, non da tifosi viola, quelli che dovevano imparare la cultura della sconfitta, dell'esaltazione della vittorie in trasferta, ora te ne esci fuori a dire che il Cesena pareva da Interregionale... Oggi, come previsto, è in programma la celebrazione di Montella, non ci provare a rompere l'incantesimo, guai.

    RispondiElimina
  18. Ho dato 7 a Valero, 7,5 a Mati e 6,5 a Pizarro, quindi il voto di Aquilani non è certo il più alto e concordo che ieri gli altri sono andati anche meglio ma anche perchè lui si dedica ad un lavoro più oscuro di collegamento e di rattoppo che non è mai stato il suo. Ieri senza l'errore di Neto che sembrava aver riaperto un match impossibile da riaprire, penso che Marin sarebbe entrato, forse mi illudo, ma se no è incomprensibile. Comunque non capisco Ilicic centravanti, è roba da manicomio a questo punto. Ieri c'era solo da mettere Marin dietro a Gomez, magari arretrando Mati e dando fiato ad uno degli altri tre (magari Aquilani così sei contento) ed inserire poi El Ham se era così pronto (ma perchè solo adesso?). Così magari Gomez faceva quello che ha sempre fatto, qualche poponata ed un paio di gol e si ritrovava

    RispondiElimina
  19. eheheheheh, batto subito in ritirata...

    RispondiElimina
  20. che bello potersi riconoscere parola per parola in un testo di ADV, nella gratitudine e nella stima sconfinata per un grandissimo calciatore:

    Caro Luca,


    300 gol, tanti successi nella tua carriera che ha raggiunto
    l’apice con la conquista della Coppa del Mondo nel 2006 e sono
    orgoglioso che una parte importante della tua storia sia passata
    attraverso la Fiorentina.


    Con noi sei stato capocannoniere, hai conquistato la ‘Scarpa
    d’oro’ , hai contribuito a tante vittorie e le tue giocate a Firenze le
    ricordiamo ancora oggi.


    Quando ci sono l’entusiasmo e la passione, come quelli che continui a dimostrare, ogni traguardo diventa possibile.


    Da parte mia e di tutta la famiglia della Fiorentina tanti complimenti e un grande abbraccio’





    Andrea Della Valle

    RispondiElimina
  21. http://thumbs.dreamstime.com/x/emoticon-smiley-face-6800205.jpg

    RispondiElimina
  22. Aquilani, vedi? Il fatto che debba fare un lavoro non suo, già implica complicazioni. Per il resto sono interrogativi logici e sensati, che insieme alle molteplici storture tattiche di Montella, vado dicendo da più di un anno. Purtroppo mi sono dato una risposta, cioè che non c'è risposta, perché questa sarebbe frutto di un ragionamento logico, caratteristica che non risiede nel cervello del tecnico.

    RispondiElimina
  23. shhhhhhh, non svegliare il can che dorme...

    RispondiElimina
  24. Tottenham!?!? Belle sfide.....

    RispondiElimina
  25. POLLOCK, son tre partite che la "tua amica" emiliana non posta nulla, come mai- tu che conosci le donne............!?!?

    RispondiElimina
  26. Paradosso: il Guingamp abbinato ai greci e l'Aalborg coi belgi potrebbero passare il turno

    RispondiElimina
  27. E così c'è toccato Stamboulì.

    RispondiElimina
  28. Anche se il sorteggio farebbe dire che era meglio arrivare secondi, poco male, se speri di vincere l'EL non è che puoi beccare fisso squadre cipriote dai sedicesimi alla finale, e questa coppa o la vinci o non ti porta nè gloria nè soldi, a differenza della CL dove uscire in semifinale è sempre meglio che uscire agli ottavi. Il Tottenham è una delle migliori squadre dell'Europa minore, vediamo il rovescio della medaglia: sapremo subito se facciamo bene a pensare alla finale o se è meglio non perderci tempo.

    RispondiElimina
  29. Raziocino dispensato gratuitamente. Alla grande VITA!

    RispondiElimina
  30. Certo peggio c'era solo il Liverpool, azz. Beccare un'inglese ai 16esimi, mica tanto culo... in PL vanno a corrente alternata, come molti lassù pensano prima all'attacco, molto buono e superiore al nostro (allo stato attuale) ma sproporzionato ad un centrocampo poco creativo e una difesa lentissima, dove il portiere è l'unico che dà qualche garanzia. Se presi palla terra e in velocità, sono a volte imbarazzanti, soprattutto in Kaboul. Tuttavia se non progrediamo, pur evitando eccessive preoccupazioni, c'è poco da dormire tranquilli, anche se la nostra difesa è molto più sicura davanti possono far male.

    RispondiElimina
  31. Qualcuno che lo faccia ci vuole. Se ci mette Kurtic pensi che sarebbe meglio? Se lo fa fare a Mati snatura anche lui. Credo che avere quattro giocatori più che validi, quattro titolari per tre ruoli vada bene, poi ci sono Kurtic e Badelj di rincalzo. Però il trequartista lo deve fare Marin che è l'unico che lo sa fare ora che Bernardeschi è in restauro.

    RispondiElimina
  32. Si, quel ruolo Kurtic lo farebbe meglio.

    RispondiElimina
  33. Non abbiamo avuto molto culo. Io avrei evitato le inglesi, Tottenham e Liverpool ed il Siviglia. Però se si vuol andare avanti si deve vincere con tutti ed andar fuori ai sedicesimi o agli ottavi cambia poco, anzi son due rottori di coglioni di partite di giovedì in più. Quindi che vengan subito.

    RispondiElimina
  34. Io non credo, la differenza tecnica è evidente e a parità di condizione non c'è gara.

    RispondiElimina
  35. Che sculo gli ha avuto i'Totthenamme!

    RispondiElimina
  36. Ahah infatti siccome lo fo aggratisse lo fo saltuariamente

    RispondiElimina
  37. secondo peggior sorteggio possibile per noi, dopo il Sevilla che per me è il favorito assoluto per la vittoria finale. Avrei preferito il Liverpool, che ha più blasone e meno qualità, e non ce n'è niente di meglio che battere una squadra scarsa con grande nome per dare morale. Il Tottenahm è la viola della Premier, e di conseguenza, vista la sproporzione tra i due campionati, è molto più forte di noi. Ma in Europa, a mio parere, ce la giochiamo anche con le squadre più forti di noi. E di sicuro sarà una partita che elettrizzerà la città, cosa della quale non vedo l'ora, a 4 anni da Fiorentina-Bayern.

    RispondiElimina
  38. Hai detto in 7 righe (sul mio smartphone, non sul pc) quello che io ho scritto in 12 righe e mezzo (sempre contando su smartphone): si vede che tu sei allenato a rispettare i formati!
    E tu c'hai infilato pure du'parolacce: si vede che tu sei allenato co'i'Brivido!

    RispondiElimina
  39. Infatti, mica ce l'hanno loro El Hamdaoui (media di 1 gol ogni 10 minuti giocati!)

    RispondiElimina
  40. Si si, se si arriva terzi si è fatto il nostro... Il fatto che abbiamo il sesto monte ingaggi (l'anno scorso il settimo) non conta nulla. Idem per valore economico della rosa, uscito la scorsa settimana sul corriere dello sport. E non voglio mettere le attenuanti Rossi e Gomez. Liberiamoci al più presto della zavorra e prendiamo il grande Iachini.. Montella l'anno prossimo allenerà una big, Iachini vediamo dove sarà nei prossimi.. Ma si sa, son sempre fessi gli altri.. Comunque forza viola, il resto son discorsi

    RispondiElimina
  41. La crescita di una squadra passa soprattutto per certe partite. L'Europa si conquista affrontando sempre i migliori e da subito. Il Tottenham era la squadra che volevo per prestigio e modo di giocare. Segnatevi quello che vi dico: a Londra vinciamo noi.

    RispondiElimina
  42. BELVA, il Guincamp ha preso la Dinamo Kiev...

    RispondiElimina
  43. Infatti. Avevo letto male

    RispondiElimina
  44. Se tu la metti sulla qualità bella forza. Dico che con tre già meglio di Aquilani, serve uno che fa un lavoro sporco e per quello meglio uno nato che un adattato.

    RispondiElimina
  45. Organizzazione calendari UEFA cervellotica per non dir peggio. Si sapeva, che forse conveniva passare secondi. Sposo in parte la tesi di Foco e mi spingo più avanti. La qualificazione ce la giochiamo là. Se si vince a Londra (ed è possibile, a condizione che Gomez si faccia prestare le scarpe dal Baba), il turno lo passiamo noi. Conto molto anche nel complesso di superiorità degli albionici. Invece in casa, anche vincendo laggiù, sarà durissima. Preparatevi.

    RispondiElimina
  46. Errata corrige, nell'editoriale: ci sono un tedesco, un napoletano e (più di) un inglese... Vedremo chi si farà la bua al culetto. Fichi d'india forever!

    RispondiElimina
  47. Due anni di Europa League e due anni di avversari somiglianti a squadre della nostra Serie B, molte volte verso Est, molte volte match con poche indicazioni, molte volte stadio Franchi con meno di 10.000 spettatori, molte volte agone zero o quasi.
    Thanks God an english-team! Grazie a Dio un po' di football, un po' di garra e la certezza che sarà un bel banco di prova; noi siamo quelli che giocarono bene allo stadio dei Toffee o sbaglio? Noi sbancammo la Philips arena (con Mutu), o sbaglio? Noi abbiamo pareggiato a Torino (eh, 'sto Montella fuori casa...).
    Le italiane storicamente soffrono le inglesi ma la viola ha legato bei ricordi e belle cartoline dalla terra d'Albione (Manchester, Arsenal, Everton, Liverpool).
    Quindi andremo alla grande e non penso che gli Speroni siano felici del sorteggio!

    RispondiElimina
  48. Un altro che presto possiamo salutare, dopo Dybala...


    http://www.gazzetta.it/Calcio/Liga/14-12-2014/liga-atletico-villarreal-0-1-vietto-affossa-simeone-84-100225392585.shtml

    RispondiElimina
  49. PrepariamoCi.

    RispondiElimina
  50. Già, ma i discorsi potrebbero anche essere i tuoi. Se ci sono società che buttano via i soldi e con tutto il ben di dio che le pay tv gli passano vanno a prendere gli M'vila, i Medel, la frittura napoletana o cavalli di fine corsa di chi è la colpa? Le attenuanti poi non sono più due, ma una, Rossi. Quanto a Iachini faresti meglio a non farci tanta ironia. Si è fatto dimolta gavetta invece di partire dalla prima fila come invece è accaduto ad altri privilegiati e con una banda che annovera Dybala (tra l'altro esploso proprio con lui, in B, l'anno scorso, con le gestioni tecniche precedenti sembrava un bidone...) e pochissimo altro, ha 2 punti meno di noi. Che monte ingaggi hanno, a PaleMMo?

    RispondiElimina
  51. Predestinato. Ora é in fase ascendente, timbra regolarmente...con margini enormi.

    RispondiElimina
  52. Si ma quanti ne dovemo pijà? Quanti salutano Babacar?

    RispondiElimina
  53. lui è diventato inarrivabile dal momento che è sbarcato in Europa... certa gente o la prendi prima che varchi l'oceano o la raccatti alla Anderson, dopo....

    RispondiElimina
  54. Si si, tutti ganzi, belli sboroni..io più modestamente avrei preferito una bella materasso per tutti i turni fin quando era possibile.

    RispondiElimina
  55. Vedi, Lou, quello che fatico a capire è come mai il Napoli era troppo superiore quando ci ha battuti ( ma anche prima a sentire la maggioranza sui vari siti) è adesso è diventato poco più del Cesena, che comunque ci è avanti perché noi siamo allenati da un coglione.

    RispondiElimina
  56. più basso del nostro, ma più alto di molti altri. Per l'esattezza, l'ottavo del campionato, davanti, tra gli altri, anche alle genovesi, al Toro, all'Udinese, ecc.. E gli ingaggi sono bassetti perché molti sono giovani, mentre per i cartellini si sono svenati: tra Dybala, Vazquez e Belotti non hanno speso molto meno che noi per Rossi e Gomez.
    Non voglio sminuire Iachini, che mi è molto simpatico, né il Palermo, che mi sembra una bella squadra, però dal punto di vista economico, in termini di investimenti, non sono una neopromossa, anzi, sono sicuramente la più ricca al di fuori delle cosiddette "grandi".

    RispondiElimina
  57. Non mi mettere in penna ciò che non ho scritto, però... io il Napoli lo ritengo al nostro pari, lo ritenevo meglio lo scorso anno quando, per davvero, viaggiavamo a gambe mozze... poi han fatto un mercato ridicolo, hanno sciupato giocatori fondamentali come Hamsik, hanno fuori Insigne, Higuain gioca alla meno, si è visto bene anche ieri sera... sulle milanesi mi pare concordassimo... indi per cui ...





    Alla fine dei salmi, per me, Montella non è certo un coglione, magari farà una gran carriera, intanto, però arrivi terzo e magari molto avanti in una delle due coppe e se ne riparla...


    Stiamo parlando di un milionario, non di uno che non arriva a fine mese...

    RispondiElimina
  58. Semplice, quando ci ha battuti era nella sua migliore forma, durata come una ventata. Il Napoli ha distrutto la Roma nella sua gara perfetta, ma se c'erano i gobbi ne buscavano ben bene pure loro. Dopo quel match c'era da farsi punte illusioni sul terzo posto, infatti poco dopo sono venuti a prendere i tre punti qui da noi. Dopo sono tornati in catalessi dunque il terzo diventa possibile non tanto per i nostri progressi, quanto per i loro regressi.
    In tutti i casi Sinisa non è un fuoco di paglia come volevano in molti, chiaro che la nostra rosa vale il doppio, ma lui è il vero valore aggiunto. Senza contare che il Milan ha spinte favorevoli.

    RispondiElimina
  59. mah, il punto è che se siamo più forti di quanto il nostro monte ingaggi dica (e secondo me lo siamo), questo significa che abbiamo giocatori che rendono di più di loro omologhi pur essendo pagati meno. Ciò può derivare o da abilità del management nel trovare giocatori forti ma sottovalutati o da abilità nell'allenatore nel metterli in campo. A mio parere sono in parte vere entrambe le cose, mentre faccio fatica a capire la logica di chi ritiene che la nostra rosa sia di livello superiore al proprio valore economico eppure ds e allenatore siano scarsi, perché non si capisce allora come sia potuto succedere che abbiamo giocatori migliori di altri pagandoli meno.
    Inoltre allenatore e rosa sono correlati: Pizarro rende molto di più di quanto è pagato, ad esempio. Ma pensiamo davvero che renderebbe così in una squadra che fa un gioco diverso?

    RispondiElimina
  60. Valto, ripeto, il punto è: siamo meglio delle milanesi? siamo meglio delle genovesi? Se la risposta è sì e ce la giochiamo col Napoli, con questo Napoli, non entrare nei primi tre al TERZO anno di Progetto con in panchina un allenatore che dai più è ritenuto un valore aggiunto te come lo vedi, come un buon risultato oppure no?

    RispondiElimina
  61. e il mio punto è: arrivare quarti col sesto monte ingaggi, il giocatore più forte rotto e un allenatore da molti ritenuto scarso, sarebbe un buon risultato o no? Tutto è relativo, come vedi...

    RispondiElimina
  62. in più volevo far notare come chi dice che, nonostante il sesto monte ingaggi, abbiamo una rosa da terzo posto, sta dicendo che Pradè e Macia sono bravissimi.

    RispondiElimina
  63. Non parlo di te, è un discorso generale. se dovessimo dar retta alle cifre spese e ai monti ingaggi, non dovremmo avere speranze troppo superiori alla posizione che abbiamo nella classifica dei fatturati. Non è così, per fortuna, ma allora il merito di chi è? Se siamo pari o migliori di Napoli, Milan, Inter, qualcuno avrà lavorato bene o meglio di loro. O no? Però si parla di cacciare allenatore e diesse. È un discorso che non mi torna.

    RispondiElimina
  64. esatto, è quello che intendevo: se ce la stiamo giocando alla pari con chi spende ben più di noi, vuol dire che da Pradè a Montella il lavoro fatto è positivo. O la rosa è da terzo posto o ds e allenatori sono scarsi, entrambe le cose mi sembrano difficili da sostenere...

    RispondiElimina
  65. non direi, perchè intanto, se concordiamo sul fatto che siamo meglio di almeno due di quelle con un monte ingaggi superiore il punto di vista si allinea... Quanto all'allenatore direi che la maggioranza del tifo e della public opinion (lo spaccato del blog è indicativo, direi...) vede il Montella come un valore aggiunto e non come uno scaso... +x+ fa meno...

    RispondiElimina
  66. ..avrei voluto l'Inter...era possibile lo scontro tra due italiane?

    RispondiElimina
  67. sono o NON sono? Io non ho detto niente di tutto ciò, ho scritto, e confermo, che a gennaio Pradè ha qualche errore da ripianare...

    RispondiElimina
  68. E non potrebbe essere che in questo momento noi si sia nella migliore forma, mentre un mese fa non era così?

    RispondiElimina
  69. Non ti torna perchè abbiamo compattato il tutto ad adesso, ma la squadra che sta utilizzando Montella è infatti per la quasi totalità, quella di inizio Progetto (primo anno)... prendi gli 11 di ieri sera... solo Basanta, Joaquin, Gomez, Alonso e solo il primo arrivato quest'anno... per questo scrivo e ribadisco che a gennaio buzzino ha qualche errore da ripianare...

    RispondiElimina
  70. In effetti dici quello che volevo dire io. E che noi siamo più forti di Milan e inter si dice solo a Firenze (me incluso in quanto fiorentino). Ma sul Napoli diventa dura anche da fiorentino.. In ogni caso con il Milan non te la giochi alla pari.. A me la Lazio piace parecchio, non so se avete visto Anderson. E una delle genovesi nelle prime cinque-sei ci arriva

    RispondiElimina
  71. ma mi spieghi come può essere che un management scarso metta insieme una squadra più forte di altre spendendo meno di altre? Ma se Pradè e Macia sono stati scarsi a mettere in piedi una squadra che a tuo parere vale più delle milanesi, spendendo molto meno, allora i management delle milanesi quanto scarsi devono essere?
    Capisci perché dico che fatico a capire la logica? O abbiamo una rosa forte fatta con pochi soldi o abbiamo un management scarso. Ma sostenere entrambe le cose mi sembra davvero difficile...

    RispondiElimina
  72. No, in questo turno.

    RispondiElimina
  73. Aggiungo, FOCO, che le disamine tecniche che tu stesso davi, erano di facile implicita lettura che un tecnico che piazzava così la squadra fosse un coglione. Ora non lo sarebbe più. Per quanto riguarda il cacciare, io non avrei confermato Montella a giungo e gli avrei dato il benservito dopo il tragico match col Napoli. I DS devono rispondere degli affari pessimi Cerci Romulo sia tecnicamente che economicamente. Non sono riusciti a sbolognare gli esuberi che gravano sul bilancio come macigni, hanno fruito di cessioni top di pezzi acquistati da altri, quelli che prendono, raramente poi li vedi in squadra titolare. Ho aggiunto che se Neto se ne va a zero, strategia miope che ricalca quella di Ljajic, chi risulterà responsabile di tutte queste chicche meglio se ne vada.

    RispondiElimina
  74. Ma infatti sono completamente d'accordo con te.
    La Lazio ha il nostro stesso monte ingaggi, non ha avuto infortuni rilevanti ed è selvaggiamente sostenuta dagli arbitri eppure se non le diamo almeno 10 punti di distacco dobbiamo cacciare l'allenatore e Pioli è un genio del calcio...
    Per me arrivare a fine anno davanti alle genovesi è un must. Arrivare davanti alla Lazio non lo è, ma succederà. E ce la giocheremo fino alla fine col Napoli e le milanesi per il terzo posto, nonostante la sproporzione economica a loro vantaggio e l'infortunio al nostro giocatore più forte. Poi Montella come tutti sbaglia ed è giusto criticarlo. Ma vediamo di mantenere un po' di senso della misura. Se la nostra dimensione economica ci sta stretta, facciamolo presenta a chi la determina, e non è certo l'allenatore né i ds...

    RispondiElimina
  75. sì ma secondo me se "siamo meglio di almeno due di quelle con un monte ingaggi superiore" è perché tre persone (cioè Prade, Macia e Montella) hanno lavorato bene. Altrimenti davvero non si spiega come avremmo fatto.

    RispondiElimina
  76. In coda sul GRA apprendo adesso del bell'estratto.
    Vorrei esprimere i sensi del mio vaffanculo, posso?

    RispondiElimina
  77. leggi sotto, ho risposto a sta cosa a Foco...

    RispondiElimina
  78. Il ciuccio che ritrova la trebisonda.... Ma si può?

    RispondiElimina
  79. Allora, prima di passare per un adoratore di tecnici, dico che prima della partita di ieri, quando ho visto il solo Gomez davanti, ho staccato diversi santi dal calendario. Tanto piu quando ho visto che Di Carlo aveva messo la squadra a specchio per chiudersi e ripartire, come ci dà tanto fastidio. Quindi sono partito prevenuto. Poi, però, è successo che la squadra, fuori casa, ha fatto quattro gol che potevano essere otto, il sessanta per cento di possesso palla e subito zero tiri. Che cazzo devo fare, se non alzare le mani? Poi, il Cesena sarà pure scarso, ma, a casa sua, non è stato mai dominato così,fino ad ora. Non è che prende tre fichi a Roma perché la Roma è forte e ne prende quattro in casa da noi, perché sono pippe loro.
    Io avrei messo tutte le punte possibili, anche quelle in prestito, ma di fronte alla prestazione, non oso imputare niente a chi non ha fatto la mia stessa scelta.

    RispondiElimina
  80. Un'altra squadretta? L'unica che ha perso contro il Parma!?!!
    Dopo lo stesso Parma e il Cesena oramai l'Ibter é la terza scelta per fare punti.....ahahahah.....ahahahahahah....
    Mr. Mancini, che ruba cosine per make-up alla moglie....ahahahah....Manca solo Balotelli all'Inter, poi il Barnum é completo!!

    RispondiElimina
  81. Può essere, non mi garba per nulla come sono messi in campo e le scelte. Per inserire un Basanta ci sono voluti mesi...esempio, Tomovic quasi sempre, insistere su Ilicic fuori ruolo, Baba in panca, Cuadrado a sinistra, Gonzalo fisso anche quando era un colabrodo (ora pare un poco meglio, ma nutro sempre dubbi) e poi Marin che sembra un ufo. Gestione pessima dei centrocampisti, Kurtic esterno(!) Brillante titolare a Roma, poi solo tribune...Che vuoi che ti dica, a me paiono cazzate, a voi genialate.

    RispondiElimina
  82. Si...se giocano domani le prendono.

    RispondiElimina
  83. ... ma infatti io non ho criticato niente della gara di ieri ne di quelle passate. Ho solo scritto, e confermo, di non montarsi troppo la testa, come ambiente intendo, perchè sono arrivate contro avversari molto più deboli e che c'è da recuperare un avvio di campionato comico, tutto qui.

    RispondiElimina
  84. Kurtic esterno si è visto solo in partite di EL inutili ai fini del risultato. Tomovic titolare in campionato si è visto 7 volte su 15, quindi non solo non "quasi sempre", ma proprio la minoranza delle partite.

    RispondiElimina
  85. E chi l'ha detto che sono genialate? Le cazzate, per quello che ne capisco, le ho sottolineate, ma non è che il giudizio lo esprimo solo per le cose negative e che quelle cazzate mi bastano per dare l'estrema unzione alle capacità del tecnico. Cerco di tenermi le cose buone e quelle meno buonr, poi traggo le conseguenze a fine anno,come sempre.

    RispondiElimina
  86. quindi l'idea è che siccome avevano fatto benissimo al primo anno, dovevano continuare in altrettanti miracoli di crescita coi fichi secchi? Davvero, non mi convince.

    RispondiElimina
  87. certo, ma rispondimi a una cosa. Tu pensi che sia più facile allenare a Palermo con uno Zamparini alle calcagna o a Udine, Torino e le altre piazze rammentate?

    RispondiElimina
  88. È quel domani che mi inquieta. Siamo sicuri che i Totonni saranno gli stessi di adesso?

    RispondiElimina
  89. Babacar se tutto va bene sarà il centravanti - ma da titolare fisso io ho ancora i miei dubbi, non fosse altro che per la tendenza agli infortuni che purtroppo si sta ripresentando - ma accanto ci vorrà pure una seconda punta agile e tecnica...

    RispondiElimina
  90. Non hai detto genialate, ma giudichi Montella il migliore che ci possa capitare dopo disamine criticissime. Per me è un mediocre. Magari dopo che fa i 12 punti doverosi nelle prossime 4 partite, mi passa da mediocre a medio. Ma soprattutto dipende da come li farà, cioè se tatticamente sarà logico.

    RispondiElimina
  91. Ci sono due partite che hanno come colpevoli principali i giocatori. Genoa e Sassuolo sono stati rinchiusi in trenta metri e presi a pallate e solo per le cazzate di Baba, Cuad e compagnia davanti alla porta, non abbiamo quattro punti in più. Ergo, con un inizio indubbiamente in difficoltà, avremmo 27 punti e saremmo terzi da soli sopra i somari e i miracolati. Questo è il dato che mi fa essere tranquillo, perché tiene conto che sarebbe stato un risultato figlio di una squadra ancora non al massimo dei giri. Non è, credo, una visione da adoratore, ma abbastanza distaccata ed equilibrata.

    RispondiElimina
  92. Bada casino che ho scatenato, vabbè, tanto non ho un cazzo da fare...

    Valto, riassumo e riprovo a spiegare. Se prendi la squadra che ha giocato ieri sera, e che è praticamente la stessa che è ripartita nel miniciclo positivo avrai notato che, escluso Basanta, gli altri sono i giocatori a cui Montella si affida dall'inizio del ciclo + alcuni come Gomez e Joaquin arrivati lo scorso anno, il problema è che siamo rimasti sommariamente al primo anno, sia da parte dell'allenatore che di Pradè (meno Macià che ho l'impressione venga ascoltato poco o nulla). Io penso che meglio della Viola, quest'anno, siano solo le prime due e, forse, il Napoli. Di sicuro non questo Napoli. Se poi a gennaio Mancini e Inzaghi riescono a farsi comprare pezzi buoni e noi rimaniamo questi mi cheto, se i valori rimangono gli attuali confermo che non arrivare terzi per me sarebbe un risultato negativo, che vi devo dire. Se alla fine dei salmi il sunto del progetto è arrivare quinti o sesti e dover essere anche contenti, boh, allora un c'ho capito una sega nulla. Il che è magari anche probabile...

    RispondiElimina
  93. Rispetto la tua visione delle cose, lo sai. Però io, forse a causa di vecchie passioni mai sopite, conto su un calice di Krug a maggio eheheheheh

    RispondiElimina
  94. ed io, in parte, concordo con questa visione, magari mettiamoci anche Bergamo dove abbiamo vinto non proprio entusiasmando ma ci sta... vorrei precisare che la mia critica (se così la vogliamo chiamare) non è esclusivamente rivolta a Montella, ci son dentro (e mi pare di averlo anche scritto) pure ds e giocatori (Gomez e non solo)...

    RispondiElimina
  95. ho capito il tuo punto di vista, però davvero fatico ad afferrarne la logica. Se il primo anno Pradè, Macia e Montella mettono in piedi (i primi due sul mercato, il secondo in campo) una squadra che col settimo monte ingaggi arriva quasi terza, tutti siamo concordi a dire che hanno lavorato benissimo.
    Se il secondo anno ripetono quel risultato, nonostante gli infortuni, già stanno facendo cazzate. Ma come? La differenza economica con le altre è sempre in piedi, mica è calata. Non è che siccome è stato fatto un mezzo miracolo al primo anno, allora ripeterlo non è più sufficiente e, anzi, si deve prendere quel mezzo miracolo come base di partenza su cui ne dev'essere costruito uno di più grande.

    Se oggi, ritieni che la rosa della viola sia migliore di quella di Inter, Milan e Napoli, nonostante la sproporzione economica, vuol dire che stai dicendo che Pradè e Macia sono bravissimi. Da qui non se ne esce. Dire che pur pagandola meno degli altri abbiamo una rosa migliore degli altri, e contemporaneamente dire che chi ha compiuto questo miracolo è un caprone, davvero non si può logicamente fare. O abbiamo una rosa da terzo posto o Pradè e Macia sono scarsi. Ma entrambe le cose davvero no.


    Per me arrivare a fine anno davanti alle
    genovesi è un must. Arrivare davanti alla Lazio (identica dimensione economica, in termini di monte ingaggi e investimenti) non lo è, ma succederà, grazie al buon lavoro di ds e allenatore. E
    ce la giocheremo fino alla fine col Napoli e le milanesi per il terzo
    posto, nonostante la sproporzione economica a loro vantaggio e
    l'infortunio al nostro giocatore più forte. Poi Montella come tutti
    sbaglia ed è giusto criticarlo. Ma vediamo di mantenere un po' di senso
    della misura. Se la nostra dimensione economica ci sta stretta,
    facciamolo presenta a chi la determina, e non è certo l'allenatore né i
    ds... Se non vogliamo un progetto da quinto-sesto post, facciamo una telefonata nelle Marche, che vi devo dire.
    Ho criticato Montella quando si è giocato male e si è perso con squadre scarse. E da tifoso spero nella vittoria a ogni partita e mi sono incazzato anche per non aver vinto con la Juve. Ma se arrivassimo quarti giocando bene l'allenatore avrebbe fatto ottimamente il suo mestiere, per quanto mi riguarda.

    RispondiElimina
  96. C'è una variabile - per così dire - ambientale.
    Il Milan non può stare fuori dalle Coppe visto che Mediaset ha acquisito i diritti tv e chi mette i soldi comanda, sempre e ovunque

    RispondiElimina
  97. LOUIS, qui bisogna essere concentrati, altrimenti facciamo la fine dei pasticcini o delle caramelle! Incartati! Vai vai....dialettica, scontro, siiii....

    RispondiElimina
  98. Infatti, BELVA, Galliani ha parlato con modo imperativo, ieri "Dobbiamo esserci anche noi lassù, in lotta..." E sappiamo sulla Nostra pelle cosa significhi il Galliani-pensiero.

    RispondiElimina
  99. vero, vedi 2012-2013. Poi però l'anno scorso sono stati talmente scarsi che neanche gli aiuti potevano salvarli. C'è una soglie minima di dignità oltre la quale neanche con un rigore a partita vai in Champions. Speriamo che il Milan non la oltrepassi.

    RispondiElimina
  100. E su questo c'e' poco spazio per la dialettica

    RispondiElimina
  101. Dignità? Questi hanno bisogno di capitali per rientrare, magari esteri a cui offrire una vetrina internazionale. E tutto il sistema e' affamato di liquidità e prono a chi la immette come accaduto per gli scudetti assegnati a tavolino

    RispondiElimina
  102. primo appunto, probabilmente mi leggi solo da qualche mese, altrimenti non avresti scritto che il secondo anno io abbia mai detto che si siano fatte cazzate, anzi, ho discusso con Lele più di una volta, eheheh


    Il mio ragionamento è invece più che logico e molto semplicemente va di pari passo con quello che è stato fatto dall'inzio della nuova gestione tecnica, un avvio magistrale che ho esaltato, una seconda fase di lateralità che ho sostenuto senza esagerare in elogi e critiche ed una terza, quella odierna che, nonostante gli ultimi miglioramente è, a mio avviso, ancora carente ed in saldo negativo. Cosa c'è di illogico o che non si dovrebbe capire? Capisco e rispetto il non condividere, ma il non capire, no... la dimostrazione te la da proprio l'allenatore che impiega sostanzialmente nell'undici della miniresurrezione 6 giocatori del primo anno, 4 del secondo e solo uno del terzo...

    ... oggi ritengo la rosa Viola meglio delle milanesi e non lo dico io, prima di Milan-Fiorentina Inzaghi pareva l'allenatore del Getafe alla vigilia di una trasferta al Nou Camp... alla fine, dopo un pareggio risicato casalingo, era contento come una Pasqua... l'Inter a Firenze dovresti averla vista, se non si può dire di essere meglio delle due strisciate bauscia nemmeno quest'anno allora forse parliamo di due sport diversi, a me pare una cosa talmente lapalissiana.... Il Napoli ce l'hai infilato a forza, ho scritto che siamo lì lì, ma se gli azzurri sono quelli delle ultime giornate in cosa saremmo inferiori?

    Sul finale, penso di avere tanti difetti, ma l'incoerenza non è tra quelli, da inizio anno ho scritto chiaro e tondo che mi aspettavo da Montella il salto di qualità non tanto dal punto di vista tattico e tecnico ma da quello mentale, dell'intensità, della gestione dei giocatori. Sino ad oggi sono deluso, lo penso e lo scrivo. Anche dopo una vittoria, anzi, dopo una serie di vittorie, perchè farlo dopo le sconfitte è troppo facile... C'è una classifica che parla, se a te piace contento per te, a me ancora non soddisfa ma se la strada continua ad essere quella del dopo sosta sarò il primo ad esserne felice e a complimentarmi con chi di dovere.

    RispondiElimina
  103. sì, sono d'accordo in generale, però ci sono anni come quello scorso, in cui sono talmente scarsi da essere inaiutabili. Speriamo si confermino.

    RispondiElimina
  104. vero, mi limitavo al tecnico, se RIsuccedono certe cose compro una bella mountain bike visto che per il pallone giocato son vecchio e brodo (quello anche prima...), ciao Belva...

    RispondiElimina
  105. E comunque Boss oggi mi puoi accendere un bel cero, ti ho trasformato la giornata...

    RispondiElimina
  106. ahahah, e te stai bello comodo sul divano, neh?

    RispondiElimina
  107. Ragionate come se il valore di un organico fosse fatto di somme di fattori costanti e inattaccabili, ma è ben lungi dall'essere così. Le condizioni al contorno influiscono non poco e gli stessi giocatori possono fare un ottimo girone d'andata e dominare un girone di Champions e quasi guadagnarsi i quarti per poi fare un ritorno da piena retrocessione. Ogni riferimento a persone o cose veramente esistite non è puramente casuale. Non sarei quindi così categorico nell'affermare che il nostro organico è da terzo posto sicuro se no l'allenatore è un pecione. Non credo ci corra molto con gli altri e quel poco può essere rivoltato come un guanto da Eupalla, dalla Banda Bassotti, dagli infortuni, da mille condizioni al contorno. I valori sono abbastanza livellati per cui niente sembra impossibile. la Juventus attuale non è poi così superiore a noi, ma, magari, tra un paio di mesi non c'è partita oppure no, ma in entrambi i sensi per cui il giudizio finale di tutti glie venti dovrà tener conto se non vuole essere un giudizio superficiale. Per me questa squadra può fare 75 punti ed arrivare terza, ma ne può fare anche 60 ed arrivare sesta o settima, fuori da questo range la gaussiana si abbassa asintoticamente sugli assi. Poi bisogna vedere i perchè si è fatto anche troppo o troppo poco. Come potenzialità credo si sia nel range che ci compete e per me basta a divertirsi senza pretendere la luna.

    RispondiElimina
  108. Le regole in certe realtà sono funzionali a determinati interessi.
    Perché c'é Tavecchio?
    E' stato eletto sulla base delle regole che assegnano il 51% dei voti in Figc, al settore dilettantistico. È la politica della scarpa di Achille Lauro.
    Populismo e una miriade di piccoli favori. Ispirato da chi?
    Chi è il più grande populista italiano?

    RispondiElimina
  109. Non fa una piega

    RispondiElimina
  110. È come il Matarrese pensiero di un tempo. Ti ricordi la sua faccia su Raiuno quando Agroppi in diretta osò contraddirlo? Capii subito che l'avremmo pagata

    RispondiElimina
  111. perfetto, chi s'accontenta gode.



    però permettimi di salvarlo e di fartelo rileggere se s'arriva sesti...

    RispondiElimina
  112. perchè, ripeto, + che di una rosa, parliamo dei primi 13/14 elementi quasi sempre impiegati dal tecnico che sono il risultato del primo anno e mezzo di gestione degli architetti... ma siamo al terzo anno... poi se arriva quarto e vince la c.i. come avevo già scritto, gli dico bravo anche io...

    RispondiElimina
  113. ..non ricordavo che Don Backy, ai tempi Pontello, scrisse un Inno nuovo per la Viola commissionato proprio da Pontello stesso, Inno che poi rimase nel cassetto per la cessione della Società.

    RispondiElimina
  114. ok, ma è così vuol dire che nel primo anno e mezzo sono stati talmente bravi che quel lavoro continua a dare i frutti ancora al terzo... Capisci quello intendo? Ogni anno si riparte da capo, le differenze economiche restano, non si possono considerare azzerate semplicemente col lavoro del primo anno, perché si ripropongono a ogni stagione. Altrimenti avremmo ancora Jovetic.

    RispondiElimina
  115. E fece 17 punti! meglio soltanto di' Liorno! e t'ha voglia di Zanetti e Marchionni! Comunque il discorso era per dimostrare che lo stesso organico, con Zanetti e Marchionni, può fare benino (in campionato) o benissimo (in Champions) e far recere logo enseguida per tutto il girone di ritorno! Questa volta i'giubba un c'entrava. Però a lui tu gli perdonavi tutto, a questo nulla. Un c'è un po' di disparità? Se Montella ni' ritorno e facesse 17 punti o icche tu gli diresti?

    RispondiElimina
  116. Sì, forse con Prandelli sono stato troppo benevolo, ma come ben sai non ho problemi ad alzare la mano quando sbaglio. A questo gli ho parato il culo tutto l'anno scorso quando già tirava un po di buriana, quest'anno mi aspettavo di pù e (per ora) non vedo grandi migliorie. Vediamo se questo recupero è un fuoco di paglia o ha trovato il bandolo della matassa. Nel qual caso (e me lo auguro) saranno applausi.

    RispondiElimina
  117. Ma è proprio questo il punto, voi considerate le differenze economiche come un dogma che regola tutto, insormontabile o quasi...

    io no e appunto per quello scrivo che lo straordinario impianto tecnicoeconomico costruito il primo anno riesce ancora oggi a tenere a galla la situazione, agevolato anche dal fatto che gli altri non hanno saputo sfruttare il vantaggio delle migliori condizioni finanziarie... Ed ecco che, appunto, cade il dogma fatturato...

    RispondiElimina
  118. no, assolutamente, non è insormontabile. Solo che per me chi lo sormonta è bravo!

    RispondiElimina
  119. Il mercato di gennaio per Deyna inizia già a Natale:


    Augusto 15/12 18.42


    X Deyna: ottima ossevazione quella sui calci da fermo dove magicamente da quando c'è Gomez siamo tornati efficaci.
    Ogni tanto si legge anche qualcosa di intelligente qui.
    Sarebbe bello creare un luogo dove discutere di calcio anche animatamente e senza essere d'accordo su tutto, ma potendo escludere quelli che hanno solo da sputare veleno perché hanno veramente divertito.
    Magari un gruppo facebook dove certi frustrati si possano cancellare una volta individuati.
    Con gente come te, Ludwigzaller, e tanti altri appassionati di calcio e che amano la Viola sarei felice di condividere idee.

    Deyna 15/12 18.49


    Ciao AUGUSTO, grazie. Sono d'accordo, ma penso che quel luogo esista già: si chiama La Riblogghita di Pollock, se vuoi venire a trovarci...

    RispondiElimina
  120. S'è rovinato alla fine eheheheheh

    RispondiElimina
  121. Le ultime due righe del post mi fanno dubitare di Augusto e della sua capacità di giudicare gli umani (si fa per dire)

    RispondiElimina
  122. Perchè se ci mettean Tagiovane e ci toccava a ciucciaccelo pe' cinquant'anni!

    RispondiElimina
  123. Comunque, da quello che ho letto, c'è anche Diesse che mi sembra buono. Il fatto che dice cose simili alle mie, su Gomez, ovviamente non c'entra...ahahahahahah

    RispondiElimina
  124. Ma poeromo, ma io voglio bene anche a lui, in fondo sono incazzereccio ma sono un buono. Ma proprio non sopporto il suo modo di approcciarsi alle discussioni. Con tutte le migliori intenzioni dopo tre scambi e mi farebbe riincazzare, quindi evito.

    RispondiElimina
  125. ...JINGLE quando era DON....

    RispondiElimina
  126. O coso una cazzata ogni tanto falla di' anche a me. Questa per lo meno l'ho detta apposta. Di' la verità che la t'è piaciuta?

    RispondiElimina
  127. ...JINGLE dopo l'ennesima panchina di MARIN...

    RispondiElimina
  128. ...giuro che era talmente brutta che alla fine m'ha fatto ridere...è che la devi leggere almeno 3 volte per fartela piacere..

    RispondiElimina
  129. Il bello, il brutto, il cattivo, e i' pezzo di merda (quando parla di Neto)

    RispondiElimina
  130. Un tu sara' mica buho anche te?

    RispondiElimina
  131. ah ah ah ah ah questa è bellissima ah ah ah ah ma pure quando non ne parla ah ah ah ah

    RispondiElimina
  132. Anche a carabinieri e succede uguale, e qui a' portoghesi. Alla terza volta che tu gliele dici e ridano.

    RispondiElimina
  133. ..ma che ne so JORDAN...è un periodo che sono confuso...la notte sogno teste pelate, di giorno mi si rizza quando leggo JINGLE...sto cazzo de Garcia che mi turba...boh...speriamo torni Medioman alla svelta...

    RispondiElimina
  134. Montella ti lascia un po' barzotto, come i vestiti, vestiti Barzotto [cit.]

    RispondiElimina
  135. ..questa batte quella di Tagiovane

    RispondiElimina
  136. Allora senti questa, vediamo se la ti tira su

    RispondiElimina
  137. Ragazzi basta e siamo sotto la rotula peggio degli youtuber ragazzini

    RispondiElimina
  138. Ma io me ne esco dando la colpa agli Squallor. A proposito, lo sai cosa fa un Dinosauro di 3 tonnellate su un campo sintetico a Cesena in inverno, eh?

    RispondiElimina
  139. ....che fa? Il giocatore utile?

    RispondiElimina
  140. JORDAN questa sera monumentale qui, DEYNA perfetto in succursale, ZEMANVIOLA (urge bromuro) barcollante come un animale che sente l'odore di due femmine della stessa specie, LOUIS agguerrito come un LUdwigzaller sedato.

    RispondiElimina
  141. Si estingue, hai capito Zeman? Si estingue!!

    RispondiElimina
  142. eheh, è che oggi mi son preso na mezza giornata de riposo e ho visto la soglia commenti sotto 50 ... al che mi son caricato la squadra sulle spalle e l'ho portata sin quassù... ora Monty tocca a te, io torno nell'oblio...

    RispondiElimina
  143. ...allora, è lunga ma cerco di accorciarla.Un Giornalista deve scrivere un articolo sulla probabile riapertura delle Case Chiuse e decide di andare a intervistare un maitresse che era tenutaria all'epoca.Signora, ha qualche scoop da spifferarmi, personaggi famosi che passarono da lei? Oh certo, da noi veniva sempre il Dottor Motta, sa, quello dei panettoni, persona squisita, un galantuomo con le nostre ragazze e persona gentilissima, pensi che amava portare sempre dolci e panettoni per le mie ragazze.Ah, fa il giornalista, altri famosi?Beh, da noi passava anche L' Avvocato.Noo ma L'Avvocto con la A maiuscola? Proprio lui, altra persona eccezionale, lui amava regalarci piccoli modelli di macchinine, uomo fantastico.Ah, fa il giornalista, ma...voglio dire..personaggi più recenti e sempre famosi? Beh, fa l'ex tenutaria, deve sapere che da noi è passato anche il Cavaliere....ma chi? LUI? Quel Cavaliere? ma no è impossibile all'epoca avrà avuto si e no 7, 8 anni...Le dico che era lui, lui veniva qui, si mangiava i dolcetti, giocava con le macchinine e quando aveva finito il turno sua mamma lo riportava a casa....finita, e che DIO mi perdoni.

    RispondiElimina
  144. ..due ore a scriverla e non se la caga nessuno? m'annate tutti aff

    RispondiElimina
  145. e dammi tempo, ahahahahahahahah

    RispondiElimina
  146. LELE che scrive di Montella sui muri e altre superfici....

    RispondiElimina
  147. ..cento volte meglio ...l'altro Blog che almeno tratta temi diversi ogni volta...stasera ad esempio si parla di Gomez..il tempo di far intervenire JORDAN e subito mi precipito.

    RispondiElimina
  148. ahhhh ahhhh, pure romantica ah ah ah

    RispondiElimina
  149. https://www.youtube.com/watch?v=34Hx2SlUOHE

    RispondiElimina
  150. ..io ti dedico questa...

    RispondiElimina
  151. Ahahahahahahahah, ma povera Donna Rosa!

    RispondiElimina
  152. ...minchia l'ho capita adesso... 28 minuti c'ho impiegato...mamma mia come sono conciato..buonanotte.

    RispondiElimina
  153. Zeman l'ho letta ora,ahahaha.

    RispondiElimina
  154. Visto che la mia precedente osservazione è passata in cavalleria,a parte il Sopra ( che saluto cordialmente),la ripropongo: con GOMEZ abbiamo fatto 10 punti in 4 partite(2,5 a partita),quindi scudetto!Non sarà che la società adesso imporrà al mister l'acquisto di giocatori non funzionali al progetto tattico del mister(tipo Gabbiadini,Lijaic etcetc?).Sono sicuro che per coerenza,caratteristica tipica degli svizzeri,sull'altro blog la penseranno così.Mica posso immaginare che alla luce di questi fatti,concreti e puntuali,magari di lá continuano a vedere Gomez come pesce fuo d'acqua.Non lo voglio credere!Zeman aiutami tu,dimmi che scrivono!

    RispondiElimina
  155. A proposito di Mati, vorrei ribadire un'idea che univa me, Lele e il Colonnello già il primo anno di Montella: può essere lui il vice o il prossimo Pek. Del connazionale possiede la capacità di liberarsi in pochi metri e di sporcare i palloni avversari. Ha un pizzico di visione di meno, ma garantisce più rapidità.
    Adesso che sta bene, per me, potrebbe trovare la sua dimensione in quella posizione di regista che poi, tra l'altro, occupa già spesso in partita.

    RispondiElimina
  156. Io un l'ho capita nemmeno ora, poi tu me la spieghi

    RispondiElimina
  157. Quella dei trans la un m'è garbata miha. A scanso d'equivoci e mi' culi l'eran tutti, rigorosamente di femmine!

    RispondiElimina
  158. La soluzione ideale fino al ritorno di Rossi è Marin al posto di Mati e il cileno al posto di Valero o Aquilani (il secondo dà più equilibrio, il primo è comunque in crescita). Ma voglio difendere Montella per una volta: Marin non dà ancora garanzie a livello fisico e, avendo un fisico non dirompente, rischia di soffrire la fisicità del calcio italiano. E a dirla tutta, Joaquin al momento è più utile di Cuadrado come esterno di centrocampo, il colombiano ormai lo vedo solo come terminale offensivo dietro a Gomez, che si giochi il posto con Marin per fare da spalla al tedescone (il quale entro due tre settimane farà ricredere molti).


    Insomma, la formazione di domenica la riproporrei tale e quale anche contro l'Empoli. Anche i tre dietro non li vedo più in modo così negativo, a patto che siano rispettate due condizioni necessarie e sufficienti: che a destra giochi Joaquin (non Cuadrado) e a sinistra giochi Alonso (non Vargas). Alonso, tra l'altro, è forse il più forte terzino sinistro del campionato italiano.


    Cuadrado rischia di diventare superfluo, se non dannoso. Tornasse il Marin di qualche anno fa, gli farei giocare al più gli ultimi 25-30 minuti.

    RispondiElimina