.

.

sabato 27 dicembre 2014

Dopo Marin il phon


Tra il mercato e l’ultimo dell’anno si ripresenta come tutti gli anni il problema dei botti, e con il ritorno in Italia di Cerci anche i cani rimarranno traumatizzati. La Fiorentina dovrebbe invece effettuare solo operazioni in sordina, restituire Marin e sfoltire la rosa, solo con Pato sarebbe un mercato più rumoroso di un peto. Quello dei botti di mercato è un tema che sto affrontando seriamente con Tommaso che vorrebbe per forza una punta, ma da babbo rincoglionito quale sono, a me i botti fanno paura, e così cerco di distoglierlo evidenziando i pericoli. Uno deve riuscire a divertirsi in altri modi, perché poi le aspettative si rivelano drammi e ti ritrovi subito dopo mezzanotte al Milan Lab a curarti le ferite. Meglio trombetta e cappellino e salire sul solito trenino dei rintronati. Oppure c’è un’altra nuovissima alternativa a proposito di rumori. Non capita molto spesso di sentir parlare di questa specifica ossessione anche se è particolarmente insidiosa, soprattutto se consideriamo le sensazioni che genera nella persona dipendente, io l’ho suggerita a Tommaso per l’ultimo dell’anno. In particolare regala senso di pace e benessere interiore, è un mezzo di rilassamento, aiuta a pensare e riflettere, aiuta a studiare, isola e protegge, facilita il sonno, coccola, non abbandona mai, tiene caldo nel corpo e nell’anima, queste almeno sono le motivazioni al comportamento di dipendenza del phon acceso. Ognuno attribuisce a questa sua ossessione un’importanza differente. Spesso la persona si rassicura avendone più di uno in casa, la compagna del Bambi ne ha addirittura 5, qualora le si rompessero uno dopo l’altro. Ho detto a Tommaso che gliene avrei comprato uno professionale e che io non ce l’ho solo perché non ho i capelli, ma da ragazzo lo usavo sempre, e l’ultimo dell’anno l’accendevo allo scoccare della mezzanotte. Ho cercato di spiegargli tutti i vantaggi, che si tratta cioè di un "rumore bianco" o "white noise": se nei colori il bianco è la somma di tutti gli altri colori, nel suono, un white noise è un suono che racchiude tutte le armoniche delle frequenze udibili in maniera pressappoco costante e ritmica. Questo tipo di rumore è presente anche in natura ,vento, onde del mare, pioggia, temporali. Oltre a rilassare il rumore bianco prodotto dagli asciugacapelli, aspirapolvere, condizionatori, lavatrici e termo-ventilatori ha anche la funzione di coprire con un suono costante eventuali disturbi esterni (es. un cane che abbaia perché impaurito dai botti di capodanno, auto che passano, lancette di orologi, ecc.) isolandoci dalle seccature del mondo esterno in un soffice cuscino acustico. Io per esempio al gol di Tonelli ho tenuto l’orecchio sullo sportello della lavastoviglie per 45 minuti. Inoltre nel caso particolare del phon, anche dei fattori psicologici legati a ricordi d'infanzia e al ricordo del calore che il phon ci offre contribuisce a percepire questo rumore come positivo, benefico e avvolgente. Non sono stato convincente, Tommaso vorrebbe comunque Pato e non Paloschi, ma abbiamo trovato un compromesso, non accenderà il phon e neanche i botti, ci siamo accordati che aprirà una serie di quattro merendine confezionate facendo scoppiare la plastica.


126 commenti:

  1. Buongiorno Blog,

    dopo una duegiorni piuttosto pesantuccia, si riparte!



    http://www.fiorentina.it/it/news/articolo.54.22387/calamai-rivela-attenti-allo-scambio-muriel-ilicic-pasqual.html


    ed è già tempo di BOMBE di capodanno!

    RispondiElimina
  2. Ora, senza vena polemica, ditemi voi come può essere accettabile dalla società che Marin sia scaricato senza fare un solo miserrimo minuto in campionato.
    A me ADV sembra un rintronato.

    RispondiElimina
  3. Ciao Lele, intanto ti faccio gli auguri, poi, sul quesito che hai posto, inutile che ripeta quello che scrivo da settimane, sono vestito di rosso e con la barba bianca, aspetto gli eventi consapevole del fatto che prima debbano sbolognarne almeno 4 o 5. Mi dispiace ovviamente che tra questi ci sia finito anche uno che avrebbe potuto farci tanto, tanto comodo. Ma tant'è.

    RispondiElimina
  4. Pure a me, dal momento che sta tenendo sulla panca un altro rintronato come lui. Mandar via Marin "perché non copre" è una solenne idiozia calcistica. Questo è e spero che a fine stagione Montella vada, come si vocifera, al Napule. Sarà sempre troppo tardi.

    RispondiElimina
  5. ...Buongiorno a tutti e ben ritrovati, allora, passaggio rapido perchè ho un casino di altri Blog da visionare e cestini da svuotare nelle Redazioni, vi risparmio le fihe alle quali ho regalato...l'alberello con tanto di palle illuminate e vengo al sodo..spiace davvero collegarsi in queste Santissime feste e notare attacchi ingiuriosi, mistificatori e abominevoli alla Società, proprio per queste ragioni io ho deciso di chiudere con altri e ora, in un ambiente che dovrebbe essere la Nostra Chiesa e Loro la Nostra Fede, vi leggo calunnia e peccato...e Pollock intanto che fa? Lascia impunita la bestemmia fingendo impegni in Radio, addirittura c'è chi lo definisce il nuovo Neto per tutto quello che fa passare senza battere ciglio.Lele, che mi combini? Tu scrivi ADV è un rintronato, ok, è una tua opinione e va rispettata, però io ti chiedo: e l'altro? Assurdo non capiate, andate per un attimo con i ricordi ai tempi grami, cosa succedeva? Arrivavano si e no un paio di campioncini, si tenevano anni e anni e cosa si vinceva? Nulla, na coppetta giusto giusto per poter dire alla moglie stasera esco a farmi na birra.Oggi è completamente diverso ragazzi, si prendono i CAMPIONI, si vince, e l'anno dopo arrivederci e grazie, si ricomincia ed altri ne arriveranno, si spera, anche se onestamente difficile, più bravi di Marin.JINGLE è già all'opera per conto della Società, ce ne porterà uno ancora più determinante e risolutivo, l'importante, a mio avviso, è che anche questo sia visionato da certe altezze, se non basta Courmayeur, spostiamoci ulteriormente, arriviamo sin dove arrivò il mitico Mike...sempre più in altoooo...sempre più in altoooo...magari la prossima volta cerchiamo di non eccedere con la grappa.Buona continuazione e non dimentichiamolo: IO STO CON I DV (e ci sto bene da Dio).

    RispondiElimina
  6. Se Marin è in condizioni fisiche accettabili, lo terrei. Manderei Ilicic in prestito a una squadra che possa valorizzarlo (quindi una squadra che giochi un calcio veloce e che faccia contropiede, tipo la Samp o il Toro) nell'ottica di una cessione definitiva a giugno. Al suo posto prenderei un attaccante vero e non un'altra mezzapunta, quindi il sogno sarebbe Pato, ma anche Paloschi andrebbe bene. Per il resto solo sfoltire: se si riesce, via Iako e Mounir e in prestito Hegazy e Brillante.

    RispondiElimina
  7. Nessuno di voi però considera il fatto che, forse, sia Markino a voler andare a giocare. E magari non voglia essere più allenato da un rintronato...

    RispondiElimina
  8. Mia cognata alias black noise delle mie feste natalizie, si è prodotta anche quest'anno nel rituale riciclaggio dei regali. Operazione che ai più potrebbe apparire squallida ma non a me che ben conosco la maniacale cura con la quale il soggetto prepara e cataloga per tempo il tutto. Non di squallore si tratta ma di vomitevole espressione di una inclinazione indefettibile. La stessa con la quale, quotidianamente chiusa nella sua botteguccia di cianfrusaglie a Borgo Pio, salassa ignari turisti e pellegrini.
    C'é qualche paradossale similitudine con ACF Fiorentina nella triste vicenda Marin.
    Si prende in prestito un giocatore per far contenti i procuratori (o forse UN procuratore) e lo si ricicla a metà stagione con uno score di due goal, uno dei quali inutile. Bilancio: ingaggio Marin 1.000.000 = euro 250.000 a goal.
    Per la cronaca il dono peggiore è - ovviamente - spettato a me.
    Una bottiglia di Montepulciano D'Abruzzo con etichetta parzialmente abrasa, del.. 2011

    RispondiElimina
  9. Rinnovo gli auguri a tutti. Io credo che queste voci di mercato confermino una gestione dissennata. Non tanto per il valore di Marin, che tuttavia quando ha potuto ha fatto bene, ma un po' tutto è comico. Si è dato a Ilicic, da noi giocatore modesto, un sacco di opportunità, tutte fallite, a Marin, dove si è fatto un lavoro di ricostruzione, via. Chi dei DS ha avvalorato la svendita di Cerci, Romulo, Neto, ora si parla del modesto Paloschi, una scommessa, Pato, un impresentabile, Mutu. Un tecnico che manda messaggi, che sembra fare dispetti ai datori di lavoro, strapagato, che pare in lotta coi DS, che sembra goda a far ammuffire in panca investimenti, tali sono anche i prestiti, con le scuse che non sono adatti al suo gioco. ( quest'ultimo termine è avventuroso minimo ) . Si , Zeman , se non ti pare sufficiente rintronato, posso usare il plurale, mettono grandi risorse economiche in mano a dei mediocri, una proprietà seria non si farebbe prendere per il naso. Ma un bel calcio a tutti, no?

    RispondiElimina
  10. eheheheheh, come dargli torto Ljuk....

    RispondiElimina
  11. Non so cosa abbia bevuto un IMMENSO Lele, in quel del Congo, per la due giorni natalizia. Ma, di sicuro, le ultime 7 RIGHE qui sotto sono un concentrato difficilmente migliorabile della situazione Viola. Vedi, ZV, forse con sfumature diverse, ma non sei da solo ad avere certi concetti dint'a capa...

    RispondiElimina
  12. Mi riesce davvero difficile pensare che il 100% dei DS o allenatori che passano da queste parti siano tutti imbecilli, se cosi fosse è comunque un'aggravante di coloro che li scelgono.Mi riesce anche difficile pensare a un Montella che si castra lasciando in panca uno bravo.Mi riesce pure difficile pensare a un DS che vuole Mutu o Pato potendo cercare tra altre soluzioni.Si torna sempre al punto di partenza ma alla fine, se lo si ripete ogni giorno si finisce col non credere che il problema sia solo ed esclusivamente quello.Buona giornata.

    RispondiElimina
  13. La sensazione è che queste, più, che trattative, siano speranze di chi le mette in giro...





    http://www.fiorentina.it/it/news/articolo.37.22404/ipotesi-doppio-scambio-col-toro-ilicic-kurtic-in-granata-quagliarella-sanchez-mino-in-viola.html

    RispondiElimina
  14. Sinceramente ZV io non riesco a capire la logica con la quale viene condotta la Fiorentina. Si dice che Montella non voglia Marin perché la squadra con lui in capo assieme ad un centrocampo tecnico sarebbe troppo sbilanciata e rischierebbe in maniera esponenziale. Allora schiera un centrocampista meno tecnico e più di sostanza e, se non ce l'hai, fattelo comprare. Mi sembra semplice. Si danno opportunità su opportunità ad un mediocre come Ilicic e non se ne da una a Marin. Che logica è mai questa? E che logica si seguendo stando dietro ad un giocatore come Muriel, buono solo se si gioca in contropiede (e buono solo se smette di ingrassare e di passare le notti in discoteca)? I Della Valle sono persone apprezzabilissime, che hanno messo in campo per la Fiorentina risorse economiche importanti, ma troppo spesso hanno sbagliato affidandole a personaggi inadeguati, tipo il loro uomo che hanno messo a fare il presidente. Insomma, nel vedere questo scempio, mi stanno facendo spoetizzare. E sì che avremmo la possibilità di stare comodamente ogni anno tra le prime tre/quattro, se riuscissimo a mettere dentro solo gente che sa veramente di calcio e non velleitari ragionieri e tecnici che credono di essere già infallibili senza aver mai vinto niente di niente.

    RispondiElimina
  15. Quello che oggi scrivono ottimamente Lele e Mc è fondamentalmente quello che sostenevo nelle annate buie intercorse tra la fine del ciclo Prandelli e l'era Sinisiana. Allora passò, erroneamente e forzatamente, come dismissione o pontellizzazione. Io l'ho sempre chiamata diversamente, anche se faceva comodo ad alcuni dire diversamente.

    RispondiElimina
  16. Tra imbecilli e incapaci aver ottenuto due quarti posti, va considerato davvero un vero miracolo!!! Il problema però è che non so proprio chi ringraziare. Avesse ragione Brosio su Medjugorje.

    RispondiElimina
  17. Le caratteristiche tecniche del giocatore erano note. A meno che si pensava di terzinizzarlo come col torero.
    Quindi in ogni caso c'è stato un errore di valutazione tecnica. Se il problema è di tenuta fisica vale lo stesso dal punto di vista dei sanitari
    e di chi cura la preparazione.
    La politica di operare col procuratore "di riferimento" tipo Raiola per il bbilan o la scuderia Ramadani non ha mai pagato se non c'è l'assenso del tecnico del momento

    RispondiElimina
  18. Non si vive di trascorsi storici Boss. Ruotano abitualmente otto undicesimi della squadra di due anni fa. Forse qualcosa non ha funzionato a dovere

    RispondiElimina
  19. I trascorsi storici sono però stati ottenuti con quelli che oggi pare siano diventati tutti imbecilli e incapaci. Semplicemente non la penso così.

    RispondiElimina
  20. No, non è stato un miracolo. In parte abbiamo approfittato della decadenza delle milanesi, in parte perché abbiamo disputato due anni fa un ottimo torneo. Il quale ottimo torneo pareva la premessa per il raggiungimento di traguardi molto più importanti ed invece sta rimanendo un fatto senza seguito. Il perché non sto a ripeterlo perché in molti lo abbiamo già spiegato. Per quest'anno non credo si possa uscire da questa spirale e sarebbe già tanto che riuscissimo a rientrare ancora in Europa League. Per il futuro, almeno per quanto mi riguarda, non posso far a meno di sperare in un cambio di direzione tecnica sia in campo (prima di tutto), ma anche in società.

    RispondiElimina
  21. La decadenza delle milanesi, già. Mi era sembrato di aver letto che i nostri dovessero andare a scuola da Galliani!

    RispondiElimina
  22. Se prendessimo in esame il passato di allenatori, presidenti, ds e giocatori, credo si potrebbe ampiamente dimostrare, semmai ci fosse bisogno di conferme, che l'unico imbecille e incapace sono io.

    RispondiElimina
  23. Per rimanere nel presente e nel recente passato i meriti sono i meriti. Punto.

    RispondiElimina
  24. Galliani non ha più i soldi di Berlusconi e deve arrangiarsi. Negli ultimi due anni non gli è riuscito granché bene, quest'anno invece sì. Ma non si parla di scudetto, traguardo fino a tre anni fa imprescindibile per quella società. Io non ho mai detto che i nostri DS debbano andare a scuola da Galliani, ma certamente, dopo i successi innegabili del primo anno montelliano, stanno marcando il passo e dimolto.

    RispondiElimina
  25. grazie per aver consolidato la mia posizione.

    RispondiElimina
  26. Gli è riuscito così bene che ha solo un punto in più di chi ultimamente è considerato incapace. Senza parlare dei soldi delle televisioni.

    RispondiElimina
  27. Il declino delle milanesi come tutti sappiamo, è legato ad un indebitamento determinato per motivi extracalcistici. Uno per anni acquistava - stranamente - solo stranieri e intanto i capitali si spostavano all'estero. L'altro aveva la grancassa politica.
    Anche Lazio e Parma hanno avuto stagioni di splendore quando erano perfetti strumenti di riciclaggio.
    Milan e Inter dell'ultimo triennio erano francamente poca cosa. Io non disconosco i meriti dell'ultima gestione. Registro le dichiarazioni di Montella nel dopo Empoli" Abbiamo il solo scopo di far divertire i tifosi e entrare in EL".
    Ossia siamo al punto di partenza.
    Quanto all'abilità di Galliani i fatti parlano da soli. Il Capo ha dovuto frenare nientemeno che...la figlia

    RispondiElimina
  28. Ma poi il punto fondamentale è questo: abbiamo tre fuoriclasse, dei quali uno è rotto e non gioca, mentre gli altri due giocano parecchio di sotto delle loro possibilità.

    RispondiElimina
  29. Penso che questa sia la vera causa per la quale non siamo già terzi.

    RispondiElimina
  30. Mc, la scelta è abbastanza vasta, dovesse risorgere il milan ci sarà sempre l'inter su cui appoggiarsi per primeggiare noi, poi ci può essere la delusione Roma, la Lazio che stecca, vuoi infine che la juve non abbia un'annata storta? Per non parlare del napoli...insomma, un modo per sentirci sempre in alto lo si trova.Avessi visto un decimo di quel che ha visto un tifoso rossonero negli ultimi 20 anni, starei zitto e buono per sempre.

    RispondiElimina
  31. Ma poi, errori di mercato o meno a parte, nel pieno rispetto di tutte le opinioni, guardiamo qualcosa di oggettivo. Fermi immagine che non possono essere confutati.
    Ma l'avete vista la partita di supercoppa del Napoli? Grinta fino all'ultimo secondo, manovre veloci e pungenti.
    Quando mai la Fiore ha giocato a questo livello quest'anno? Forse solo contro l'Inter e non sono neanche tanto sicuro .
    Sarri (che ci posso fare, l'Empoli mi è piaciuto) ha detto:" Abbiamo incontrato una squadra forte in discreta giornata di vena".
    Tradotto: con quella rosa si potrebbe fare di più

    RispondiElimina
  32. non esagerare ora, ti s'è dato i' dito, un piglià i' braccio...

    RispondiElimina
  33. Quello che al Boss non vuole entrare in zucca (o meglio, fa finta, ed è davvero bravo in questo, lo riconosco) è che, come giustamente gli ricordava Belva, siamo fermi sempre al primo anno di progetto, vedi i famosi 8/11... e quindi applausi a tutti per il primo anno, già meno il secondo, e critiche doverose per il terzo, dove se è vero come è vero che siamo sempre lì lo dobbiamo anche e soprattutto al livello scarso delle altre pretendenti... pure Mondonico ha detto che il terzo posto è doveroso, sarà mica rintronaho anche lui...

    RispondiElimina
  34. A me sembra che abbiamo quattro ottimi giocatori, di cui uno rotto che non giocherà fino a primavera, uno in via di guarigione ma che non gioca mai, due che giocano al di sotto delle loro possibilità. Più un fuoriclasse che dà il massimo di ciò che gli consente l'età. Spero che a gennaio torni da noi un suo fuoriclasse suo coetaneo, a chiudere in bellezza la carriera in Viola, e regalarci ancora qualche magia.

    RispondiElimina
  35. chi sono gli altri due?

    RispondiElimina
  36. un c'ho capito una sega, a parte l'ultimo che speri torni a gennaio...ma coetaneo di chi? Ah sì, del Pek...

    RispondiElimina
  37. No caro, una volta è per la decadenza delle milanesi, un'altra è perché Galliani ha il mal di denti. Quando si vince è perché gli altri sono in disgrazia e quando si perde è perché siamo delle fave, Non è così. Siamo arrivati due volte quarti per meriti nostri. Quest'anno pur con le difficoltà che per me sono dovute soprattutto a quanto ha scritto Anto, siamo ancora lì. Avanti con fiducia senza buttare via il bambino....

    RispondiElimina
  38. Marin: non ha mai coperto in vita sua, al massimo quando era in forma a Brema faceva una blanda azione di disturbo sui difensori, cercando di coprire gli spazi vuoti e anticipando le intenzioni degli avversari. Contrasti ne portava pochi. Ma non mi sembra che nella Fiorentina di Montella gli elementi offensivi si siano mai ammazzati nel pressing alto [cfr. Giuseppe Rossi], tanto che appena è tornato da Modena Babacar che si sfianca in questo ci è parso un alieno. Voglio dire: che un campione come Marin non giochi perché Montella lo vede debole nella fase difensiva lo vedo impossibile anche per Don Vincenzo. Penso sia più plausibile che non sia riuscito il tentativo di recupero, e tuttora sia sì in grado di scendere in campo, ma non in partite ravvicinate, e non scattando di continuo e pressando, anche al minimo sindacale. Una cosa che mi pare aver perso è la brillantezza nello spunto, aveva molto più scatto breve, ora va via, quando ci va, solo di tecnica. Resta il fatto che anche così a me sembra ben superiore a Ilicic...

    RispondiElimina
  39. ... dal sottoscritto non credo tu abbia mai letto di meriti attribuiti a Galliani, ed è proprio perchè vedo quello che son costretti a combinare che mi girano le palle e non mi torna l'ottavo posto prima di Natale... sul passato idem com patate, nulla da dire e nulla mai detto sino alla fine dello scorso anno...non sono soddisfatto di quello che ho visto da fine agosto ad oggi, poi gli errori per me ci sono sin dalla testa ma questo non solleva Montella dalle colpe e non vedo perchè lasciargli in capo l'aureola sempre e comunque...

    RispondiElimina
  40. Ah..qui ti seguo. Se è per questo una volta si era terzi sul
    campo.
    Quanto alla fiducia poi porro' un interrogativo ah ah ah

    RispondiElimina
  41. l'ultima riga spiega tutto...

    RispondiElimina
  42. Ipotesi verosimile. Visto lo scalpore suscitato forse la società farebbe bene a far filtrare qualche cosa a propria discolpa nel rispetto della privacy del giocatore

    RispondiElimina
  43. E' un discorso in generale. Poi, come tu possa pensare di non essere ottavo dopo che Gomez ha fatto un gol e Rossi non è mai sceso nemmeno in campo lo sai solo tu!

    RispondiElimina
  44. L'unico fuoriclasse che abbiamo per me è il Pek, che quando era al culmine è stato il miglior regista sudamericano, per niente inferiore a Pirlo [ha qualcosa in più, qualcosa in meno]. Oggi ha i suoi acciacchi, dosa le forze, ma per la serie A è sempre un asso. Rossi per me è un ottimo giocatore ma non un fuoriclasse nel suo ruolo, e comunque attualmente un calciatore virtuale. Gomez e Cuadrado sono altri due ottimi giocatori nel loro ruolo, ma deludono. Borja e Rodriguez stanno uno scalino sotto, anche se lo spagnolo al primo anno ci aveva un po' illuso. Poi c'è Mati, che ha sprazzi da fuoriclasse, ma l'insieme della sua carriera ci dice che non lo è, per problematiche fisiche e in parte anche caratteriali, penso. Marin poteva diventare un giocatore molto importante, pur con qualche limite, ma è attualmente un oggetto misterioso. Io spero in Mutu, ma sono consapevole che vuol dire esser messi maluccio...

    RispondiElimina
  45. solo io non direi...

    RispondiElimina
  46. Gomez delude, ma se ha fatto solo un gol, pali a parte, la colpa non mi sembra tutta sua. Abbiamo un "gioco" offensivo privo di movimenti e schemi in grado di innescarlo e sfruttarlo per bene...

    RispondiElimina
  47. sono quasi sicuro che se cambiasse aria bestemmieremmo per mesi...

    RispondiElimina
  48. Arrivo al punto riferendomi non alla fiducia chiesta dal Governo Renzi bensi a quella invocata da Pollock: perché si torna sempre a muovere critiche alla gestione tecnica e societaria?
    Per un motivo molto semplice.
    Perché nessuno di noi scommetterebbe mille euro sulla vittoria della Europa League o sul terzo posto in campionato.
    La Coppa Italia non la considero visto il calendario improbo.
    E adesso non scrivete bugie ehh!!
    Mi raccomando

    RispondiElimina
  49. Diciamo allora che pur avendo un allenatore limitato come Montella bastava solo che avesse buttato dentro quelle che invece ha sbagliato di occasioni, bastava quello per essere qualche posizione più in alto. Perché un assist diventa tale solo se uno lo trasforma in gol? Vale mica anche per gli schemi offensivi?

    RispondiElimina
  50. io sul terzo posto sarei anche disposto a scommettere, ma ne riparlo a fine mercato di gennaio...

    RispondiElimina
  51. Non sono molte quelle occasioni, tante volte lui scatta sul filo ma i compagni ritardano a servirlo mettendolo in fuorigioco, altre volte temporeggiano facendo schierare la difesa vanificando i suoi movimenti, altre ancora lo ignorano perdendosi in velleitarie azioni personali [cfr. Cuadrado]. Lui deve fare di più, ma è capitato in uno dei meccanismi offensivi peggiori possibile per esaltarne le doti, quelle rimaste dico.

    RispondiElimina
  52. lui ci ha messo del suo, mi pare palese. Ma chi è che lo lascia solo sempre in mezzo a due difensori? Chi gli nega un appoggio di qualità per aiutarlo ad avere più palloni giocabili anche nei sedici metri? Chi gli ha fatto avere i cross di Vargas col lanternino? Magari non avrebbe segnato dieci gol, forse però nemmeno uno, ininfluente...

    RispondiElimina
  53. Ok la colpa è sempre e solo di uno. I giocatori in campo sono intoccabili e quelli che non giocano indispensabili. DV penso possa proprio essere d'accordo con te, pagare finalmente uno buono in panchina, e meno di 34 in rosa.

    RispondiElimina
  54. Cose turche che però non sono successe a Babacar.

    RispondiElimina
  55. Non è vero, son successe molte volte anche a Baba, spesso non servito a tempo e messo in fuorigioco, o costretto a sbattersi tra due o tre difensori senza appoggio...Fu infatti un'eccezione il bell'assist di Torino di Bernardeschi. Poi lui e Gomez sono due giocatori diversi, ma nessuno dei due beneficia molto del [non] gioco offensivo della Fiorentina...

    RispondiElimina
  56. ok, prendo atto che è impossibile con te discutere di Montella e la chiudo qui, mi limito a leggere in merito.

    RispondiElimina
  57. Jingle BellsMarko l'ho difeso solo io per mesi, adesso che forse parte è un genio per tutti, ivi compreso il jongleur Zemanviola (per una battuta contro la Regione Marche vi dà fronte e retro, il sopra e il sotto, e tutto a gratisse, anzi vi offre anche il caffè) il quale lo derideva fino a qualche giorno fa soltanto, parlando di FEDE per chi lo stimava da anni e guarda, a differenza di lui, le partite di calcio. Detto questo, che cioè nella fornace dell'antidellavallismo trinariciuto e neurovegetativo entra tutto e il suo contrario, occorre ammettere che, al di là dell'ormai risaputa cacciaviteria dell'allenatore, difendibile solo da più micco di lui, la cessione del Gran Marin sancirebbe, ai miei occhi, la definitiva refrattarietà di ADV al pianeta del pallone. Buoni propositi, denari spesi, correttezza nei rapporti, tutto ciò resta pregevole e domanda gratitudine ma se non si capisce una mazza di come ci si muove nel mondo dove vuoi vincere, è bene che tu tiri lo sciacquone sopra di te....adesso, io son di parte ma VOI TUTTI dovreste dirmi quando cazzo mai avrei scritto che MARIN è un genio.L'eventuale colpa della società non è nel darlo via ora ma nell'averlo preso a suo tempo..(però è anche vero che io so un cazzo e LUI vede le partite...insieme ai Fratelli magari).

    RispondiElimina
  58. ..Louis,su Montella non ha tutti i torti Pollock, non ne sono un ammiratore ma ritengo che fare l'allenatore alle dipendenze di certa ...gente sia davvero un'impresa titanica, fossi io un tecnico eviterei nell'ordine: DV,Zamparini ,il variopinto dell'inter e il nuovo arrivato suonato di Genova.Il resto va bene tutto, Preziosi, Lotito, pure Morandi mi andrebbe bene se portasse anche Tozzi e Ruggeri.

    RispondiElimina
  59. Non capisco come si possa dare tutta questa importanza a un giocatore che negli ultimi due anni non è stato un giocatore. Anzi lo si utilizzi per dare contro a chi invece negli ultimi due anni almeno qualcosina l'ha fatta vedere. Qualcosina eh?

    RispondiElimina
  60. d'accordissimo con te da ignorante che sono..e aggiungo che, personalmente, non mi va di prendere a pretesto certe ovvietà per dare addosso a una società che comunque mi sta sui maroni....e comunque sappiamo che QUELLO quando s'innamora...s'innamora per davvero.

    RispondiElimina
  61. ZV, io non gli sto dando torto, solo non capisco perchè ci tenga a difenderlo così tanto in tutto e per tutto. O forse è proprio perchè lo capisco che non capisco (scusa i troppi capisco, eheheheh) certe sue prese di posizione in passato... che poi riguardano la seconda parte del tuo post qui sopra...

    RispondiElimina
  62. Non lo difendo in tutto e per tutto. Di sicuro non lo scredito perché non fa giocare uno che non gioca da 2 anni. Montella ha dei limiti evidenti, ma fino ad oggi per me la sua storia a Firenze è largamente positiva. E lo difendo oltre misura proprio perché seconde me oltre misura viene attaccato.

    RispondiElimina
  63. va bene però forse dovresti anche capire che criticare non è per forza sinonimo di screditare, personalmente ritengo Marin solo l'ultimo di una serie di errori che da lui non mi aspettavo proprio perchè ne avevo (e spero ancora che mi stupisca in positivo) un'alta considerazione.

    RispondiElimina
  64. Non conosco la situazione fisica di Marin, per logica mi viene da pensare che Montella sarebbe stato ben contento di poterlo utilizzare viste le difficoltà evidenti in zona gol. Ripeto, non conoscendo la reale situazione fisica di Marin, ma se la bocciatura è dovuta al mancato recupero, è evidente che le responsabilità sono solo della società.

    RispondiElimina
  65. In questo caso non credo che Montella sia così fulminato da lasciare fuori uno come marin per scelta tecnica. Era una scommessa, viste le condizioni fisiche, e mi sembra sia stata persa.

    RispondiElimina
  66. E' proprio qui il punto, definire errore il mancato utilizzo di un giocatore che sono 2 anni che non gioca. Come se Montella fosse un cretino qualsiasi, incapace cioè di valutare un campione, come invece facciamo noi senza vedere e sapere niente. Perché non ti chiedi come mai abbia fatto rendere così Ljajic, fatto esplodere Cuadrado, recuperato Vargas? Tutto questo torna con quelle che pensate siano le sue colpe sul mancato utilizzo di Marin? C'è più di qualcosa che non torna.

    RispondiElimina
  67. Sono d'accordo.

    RispondiElimina
  68. a me qualche dubbio resta, in coppa ha giocato e fisicamente sembrava più che a posto, i motivi devono essere altri...

    RispondiElimina
  69. Boss, se tu chiedi a me io ti posso rispondere per quello che penso, coerentemente con quanto scrivo su Montella dall'inizio di questa stagione. Ho rimarcato anche l'altroieri che il pregio dei pregi di Vincenzo sia quello di valutare i giocatori e aggiungo agli esempi da te fatti quelli di Tomovic su Roncaglia e di Mati. Su Marin però è il campo stesso a smentire te e il mister, le due volte che l'ha impiegato in gare ufficiali ha segnato due gol e la seconda ha fatto i novanta più recupero. Il che esclude il problema fisico, sennò non si capisce perchè uno sia arruolabile e impiegato il giovedì e completamente ignorato la domenica. Comunque, almeno per quanto mi riguarda e lo ripeto, il tedeschino è la minore delle lacune di Montella, gli imputo maggiormente altro e l'ho già scritto e riscritto.

    RispondiElimina
  70. Cabernet sauvignon produzione Stellenbosh. Ma prestissimo ritorno al Chianti eh eh.

    RispondiElimina
  71. Se ti ricordi ciò che ho scritto su quelle 2 partite è che mi era sembrato un ex giocatore. Un ex grande giocatore. Così mi sembra che lo possa aver visto anche Montella. E dopo una di quelle 2 esibizione non è stato neanche convocato per la partita di campionato. Te lo sei mai chiesto come mai?

    RispondiElimina
  72. Io me lo posso chiedere anche 100 volte il come mai, Gianni, ma alla fine la risposta non mi torna, o che ci devo fare? Poi se si arriva al solito punto di non ritorno che lui vede e sa e noi no, d'accordo, ma allora d'icchè si ragiona? Ci si trova il lunedì dopo la partita e si commenta icchè s'è visto. Tutto qui.

    RispondiElimina
  73. Si può parlare dei mille aspetti di una partita, condividere o meno una sostituzione, non essere d'accordo sul modulo piuttosto che sull'11 titolare. Quello che però almeno a me da fastidio è che non teniamo conto dei risultati ottenuti fino ad oggi, non si da fiducia a una persona che ha dimostrato con i fatti il suo valore, e lo si attacca perché non fa giocare uno che invece non ha dimostrato niente. Io sono riconoscente, e per me Montella è da difendere. Tu lo puoi criticare quanto ti pare, ma io posso non essere d'accordo. Io preferisco criticare Gomez, per esempio.

    RispondiElimina
  74. Su questo non ho niente da obiettare e capisco il tuo punto di vista, pur non condividendolo. Il fatto è che Montella mi ha profondamente deluso ma ammetto che la colpa è stata principalmente mia che, complice quanto visto il primo straordinario anno, mi ero creato su di lui delle aspettative troppo alte e adesso mi ritrovo col dente forse esageratamente avvelenato.

    RispondiElimina
  75. Marin lo leggo come l'archetipo iperuranico delle difficoltà di Montella di inserire nuovi giocatori che necessitano di modifiche della sua idea di gioco. I frequenti errori nei cambi mi fanno supporre che il nostro tecnico sia molto inerziale. vedere anche giovani come Vecino e Bakic, che nelle rare apparizioni giocavano ogni volta (più o meno) in una posizione diversa (non riuscivo neanche a capire che tipo di giocatore erano). Rebic era visto come un vice-Gomez (se non erro) e non come una seconda punta qual è. La mia paura è che continuiamo a giocare con la squadra (invecchiata del primo anno per giunta) per questo motivo. Un ultima annotazione, Marin non copre, ma Rossi (che pure assicura più capacità realizzativa) copre? A me sembra di no. Ergo, tendo a dare ragione a Louis.
    Non è detto poi il tecnico, come il dirigente d'azienda, come l'azionista di riferimento scelga sempre i collaboratori migliori. Ci sono spesso altre logiche.

    RispondiElimina
  76. Ma se Rossi gioca e non copre vuol dire che Montella non ha niente contro quel tipo di giocatore.

    RispondiElimina
  77. Si ma i due si assomigliano (secondo il mio modestissimo parere) solo in questo, poi giocano e occupano una parte del campo diversa. E forse questo fa preferire Cuadrado a Marin. Io un tridente Marin-Gomez-Cuadrado quando Jaochim è stanco (per lo meno) vorrei vederlo. (o forse vorrei averlo visto dovrei dire)

    RispondiElimina
  78. Anche io. Marin è stato l'acquisto che più mi aveva esaltato.

    RispondiElimina
  79. I quarti posti a regime sono scudetti per noi, lo diceva il naif Corvino, lo ripeteva fino a rendersi palloso e antipatico, ma aveva ragione. Questo però a regime, se quelli che ci dovrebbero finire davanti per mezzi economico-politico-finanziari decisamente superiori entrano in crisi di fondo e rallentano di brutto ecco che lo "scudetto" diventa quasi obbligatorio, non è più una grande prodezza. Io guardo ai punti e farne 70 e 65 non è poco, quest'anno siamo sotto media ma nemmeno di tanto, vediamo come va a finire prima di fare processi ai risultati globali. Detto questo restano le critiche alle singole azioni dei singoli. Che si siano fatti errori sia in fase di calcio mercato che in fase di utllizzo delle risorse non c'è dubbio, che sia però tutto da rifare come dice qualcuno degli amici non mi sentirei per adesso di dirlo. Si è ottenuto nel complesso quel che si doveva ottenere, il primo anno qualcosa di più, il secondo qualcosa di meno, il terzo...vediamo. Se non si fosse sbagliato niente saremmo probabilmente a parlare d'altro, è vero, ma non è nemmeno vero che si è sbagliato tutto e che è tutto da rifare. Si può anche ma non è detto sia quella la medicina per fare di sicuro meglio.

    RispondiElimina
  80. condivisibile quello che dici, poi molte forze potrebbero variare nel prossimo mercato...

    intanto, tra le concorrenti, il Milan prende Cerci, l'Inter probabilmente Podolsky, la Juve aggiunge Rolando e noi abbiamo scartato Pato.

    RispondiElimina
  81. Ok, allora mi sbilancio: nonostante tutto penso che in campionato arriveremo terzi. In EL, invece, supereremo gli Spurs ma ci faremo sbatter fuori dalla Roma.

    RispondiElimina
  82. Di cosa sia accusato Montella ancora non lo capisco pur non essendo un adoratore del napoletano,la soluzione per portare a casa qualcosa, che siano trofei o semplicemente Brividi, è dalla notte dei tempi nei miei sogni ma i detrattori direbbero che son sogni di plastica...Montella può indubbiamente aver sbagliato qualcosa, resta da stabilire se quel qualcosa sia o non sia davvero effettivamente importante.A me piace dare Nomi e Cognomi di tutto altrimenti se ne esce all'italiana senza responsabili...Montella non è per me allenatore da squadra con ambizioni, i DV non sono presidenti da squadra con ambizioni, i tifosi Viola sono tra i migliori al mondo perchè nonostante tutto sopportano tutto questo.Vale la pena tifare Viola solo per loro (e per noi), siete grandi perchè non vedete la merda ma solo il fiore.

    RispondiElimina
  83. Scusate se arrivo solo adesso, ma a me sembra che il Sopra e ZV ( che ha magicamente illustrato una cosa che avevo già detto al poeta qualche giorno fa, anche se in altra infima forma) stanno sostanzialmente dicendo, ognuno dal proprio punto di vista, la solita cosa.
    Il Napoletano non è assolutamente esente da pecche, ma con questa dirigenza cambiarlo non servirà ad una beatissima minchia.
    Individuare i suoi errori è cosa buona e giusta ma da lì a renderli giusta causa per un esonero c'è ne passa e tanto.
    I Sarri e compagnia cantante potranno anche stare più simpatici o sembrare più battaglieri ma sono destinati a vedere le proprie immense e meritorie fatiche, dissipate in parte (e nella parte migliore purtroppo) nell'attrito del meccanismo gestionale della società.
    Non sottovaluterei affatto la parte centrale del post del Sopra che sembrava presa dal libro di Pippo Russo.
    Caro ZV bisogna fare di necessità virtù, se cominciamo a guardare la merda tanto vale dare disdetta a Sky, così la sera andiamo a letto presto e allora di TERZO si parlerà solo unendolo alla particella GENITO.
    Ma solo per i benestanti con auto da TERZO segmento..... Eheheheheh

    RispondiElimina
  84. ZV la Fiorentina non può essere squadra da grandi ambizioni visto che è capace di raccattare il sesto-settimo fatturato staccata di tre- quattro volte dai primi. Punto. Chi lo capisce può fare il tifo e godere quando riusciamo ad andare sopra le nostre righe, chi non lo capisce si fa il fegato marcio e farebbe bene a cambiare sport o cambiare squadra.

    RispondiElimina
  85. Per ora l'unica quasi sicura è la prima, la Juve può prendere chi vuole, non facciamo certo la corsa sulla Juve. Non so se abbiamo scartato Pato, ma prima di criticare una campagna acquisti che deve ancora cominciare aspettiamo un po'.

    RispondiElimina
  86. ..Caro Zaph, cambiarlo servirà eccome, non certo dal punto di vista dei risultati (ma quelli a chi interessano a parte i 33?), servirà però per una poltrona dal Giannini (non il Principe), giusto per togliere la parola alla Ravetto, servirà per una leccata intima all'Innocenzi (come se ne avesse bisogno), servirà perchè un colpevole in fondo ci serve, ne abbiamo diritto fosse solo per aiutare quelli di QUARTO GRADO non dimenticandoci di quelli di Quarto Oggiaro..insomma..è un Madinitaly costruito appositamente per chi ci crede, tutti gli altri sono i cattivi che vincono sfruttando il MadinCIna.A questa gente vorrei solo dire che vivevo da Dio pur non credendo a un beneamato cazzo.

    RispondiElimina
  87. ...Pato non avrebbe offerto la continuità di Marin..e poi nessuno l'ha notato nei preliminari Champions.

    RispondiElimina
  88. riportavo semplicemente ciò che leggo, nessuna critica, non dico nulla fino al due febbraio, figurati...

    RispondiElimina
  89. ..non riuscire a vincere una Coppa Italia in 12 anni va al di là di ogni logica, non cambio sport, men che meno squadra, godrò come un Papa quando se ne andranno fuori dal cazzo e mi auguro rilevino altre squadre cosi godrò nel vederle perdere, tanto son tifosi di chiunque offra loro qualche ettaro, il fegato marcio non me lo faccio nelle sconfitte, mi si crea quando mi si prende per il culo.Non c'è di meglio in giro? Datemi il peggio che forse godo.

    RispondiElimina
  90. Per quelli di Quarto Grado, comunque ora è sempre MASSIMO RISPETTO.

    RispondiElimina
  91. SOPRA il tuo post è ottimamente argomentato. Io sinceramente non so distinguere (disentagle è il verbo perfetto ma è inglese) tra le responsabilità di una area tecnica che prende giocatori come Marin, Richards e Anderson e quella del tecnico. Nel senso che non so se sono loro irrecuperabili o è MOntella che non li sa recuperare. Citi Alonso, che l'anno scorso fu mediocre con Montella, ma buono a tratti ottimo in UK (vidi qualche scampolo di partita del Sunderland) e ora è buono in Italia. RIpeto la mia sensazione che Montella sia bravo se ha i giocatori a disposizione per un lasso di tempo congruo, li capisce e li valorizza. Ma se gli dai giocatori nel mercato di riparazione o a settembre è in difficoltà. Questo spiegherebbe le sue difficoltà con i cambi, quasi mai vincenti e la sua ritrosia a cambiare (i cambi arrivano matematicamente dopo il 60mo). Su Marin, che (ri)dire, in EL sia pure con avversari non eccelsi, è stato il migliore in una delle due partite. E se poi non deve essere Marin, a me sembra che serve qualcuno che affianchi Gomez almeno in finali come quello con l'Empoli. O vogliiamo aspettare il rientro di Rossi?

    PS Matri ha fatto sei gol con Gasperini.

    RispondiElimina
  92. sulla via del ritorno da una giornata dalla famiglia di lei, che ho steso con una bottiglia di Capraia riserva 2010, sotto la neve, vi dico, senza pretese di sorprendervi, che la penso come SOPRA, ZV, ZAPHOD e ovviamente il poeta. Montella non è un genio, ma per una squadra col sesto monte ingaggi del campionato non posso pretendere più del sesto allenatore del campionato, e cinque migliori di lui, intorno, non li vedo. Se è un incapace quello che è arrivato terzo e quarto negli ultimi due anni, vorrei capire cosa sono quelli che, con molti più soldi, gli sono arrivati dietro.
    Leggo ragionare sul fatto che Montella è già del Napoli, Pradé fa il doppio gioco con la Roma, io vorrei capire allora chi è la Fiorentina, perché non mi è chiaro. I conti li ha ben fatti il SOPRA, se poi serve un capro espiatorio benissimo, si cacci un allenatore e se ne prenda un altro, ma a quel punto o si fa come dice ZV e si chiama chi garantisce un certo livello di ambizioni (con conseguente livello di spesa e capacità gestionale), oppure tra un anno siamo al punto di partenza.
    A chi dice che se arriviamo davanti al Milan è perché non spende più, e al contempo vorrebbe Iachini in panchina, segnalo che, numeri alla mano, in termini di spesa siamo molto più vicini al Palermo che al Milan. Ma vabbé.

    RispondiElimina
  93. ..ZAPH, mi fai sudare..pensavo mi dicessi MASSIMO BOSSETTI

    RispondiElimina
  94. Se il calcio fosse uno sport in cui i risultati sono dettati unicamente dai soldi non conoscerebbe il successo planetario che incubiamente ha. Oddio, è verissimo che molto spesso a vincere sono le squadre più ricche, ma abbastanza spesso accade anche che qualche squadra con meno possibilità economiche riesca a vincere qualcosa. L'Atletico di Madrid nella scorsa stagione e prima ancora il Borussia Dortmund hanno riportato clamorosi successi a spese delle società più famose e poi ricche.
    Venendo a noi e dunque alla Fiorentina, udire un discorso del tipo "abbiamo il sesto monte ingaggi e dunque quello è il nostro traguardo" mi deprime. Se così fosse, che fiochiamo a fare, tanto sappiamo come andrà a finire. Molto più corretto è invece dire cheil sesto posto deve essere il punto di riferimento per giudicare la bontà o meno di un torneo.
    Nei due anni montelliani abbiamo raggiunto due quarti posti. Dunque due buonissimi risultati, ma ad un primo anno sicuramente molto più che positivo ne è seguito un altro non altrettanto entusiasmante e il torneo di quest'anno non pare essere migliore degli altri due. Sul perché questo accada, io, Lele, Louis ed altri abbiamo un opinione abbastanza precisa, altri invec un'opinione decisamente diversa. Da che parte stia la ragione non so, entrambe le tesi possono essere veritiere, ma per pare mia ritengo che le mie tsi abbiano maggiori probabilità di essere esatte. Tutto qui, senza voler né domonizzare né santificare nessuno, a comninciare da Montella.

    RispondiElimina
  95. I calciatori della Fiorentina, con divisa particolare, si chiedono cosa fare delle direttive di Montella....

    RispondiElimina
  96. Mi spiace smontare un lungo, e interessante, post del mio amico SOPRA, con un semplice ed elementare:
    1) non sei d'accordo con la linea societaria e col DS di riferimento tuo amico? Non allunghi il contratto.
    2) ti hanno promesso Petrus ti hanno tradito servendoti Tavernello? Per un uomo degno di essere chiamato tale ci sono le dimissioni.
    3) non le dai? O sei convivente nelle scelte o sei un omuncolo, uno che vuol salvare la faccia, lo stipendione, rivogando le responsabilità sempre ad altri, inviando messaggi criptici e trasversali.
    Ecco perché il " non mi hanno comprato chi necessitavo " è una balla.
    Ecco perché mi resta sullo stomaco lo pseudotecnico.
    Dignità in primis, sennò sei uno dei tanti.

    RispondiElimina
  97. E da oggi, clamorosamente, ZV passa alle difese di Montella. Mah!

    RispondiElimina
  98. Le persone intelligenti sono quelle in grado di cambiare idea......ahahaha ahahaha ahahahah LELE, a Fort Alamo da solo!! Sarai nella storia! Ahahahahahah...anche JINGLE l'ha mazzolato!!

    RispondiElimina
  99. Lele, cazzo, dall'altra parte ho il JINGLE, ti ci metti anche tu??

    RispondiElimina
  100. non ho detto che il sesto posto dev'essere il nostro traguardo. Ma che se chi ci ha portato al terzo e al quarto è un incapace mi chiedo cosa siano gli altri. Non mi interessa difendere Montella, mi interessa evitare che si trovi un capro espiatorio mentre i problemi veri non vengono mai risolti...

    RispondiElimina
  101. ..SOPRA, pure tu?? Non ho cambiato idea, la mia idea è da sempre che o si piglia LUCIANO SPALLETTI DA CERTALDO o pigliate chi volete ma, a mio parere, cambia una bella minchia di nulla, tutto qui, è da Settembre che ritengo questa una rosa da settimo posto, se devo dire che è da terzo per far felici i PRO-DV lo posso anche fare ma direi una stronzata.Montella per me può andare a fare in culo stanotte ma, PER ME, il problema sono i due Fratelli furbi.Cazzo.

    RispondiElimina
  102. le feste fanno male, lo dicono tutti, ahahahah

    RispondiElimina
  103. Non ho letto niente altro che qui, Zeman, leggo solo un testuale: ...Montella può anche aver sbagliato qualcosa...
    Non credo tu debba aggiungere altro.
    Oppure lo aggiungo io a prova di scommesse: Montella è un mediocre e lo dimostrerà anche agli adoratori, a Firenze, Napoli, o Avellino, la piazza che più gli si addice.

    RispondiElimina
  104. ZV, io posso essere tutto ma non certo uno che si è diplomato a Cassssettttte d'ete ... ma spacciare questa per una rosa da settimo posto, cazzo, no! Stavo per passare di sopra, in zona cinema ma ti ho letto e mi è andato di traverso il brodo di pollo coi turtelin... Peggio di chi schiera gli Zapata, i Montolivo, di chi spaccia un Menez come botto dell'anno, peggio di chi si riduce a spendere i milioni per mandare via un livornese e prendere un di Jesi, peggio di questi, fino ad oggi, no, per piacere...

    RispondiElimina
  105. Eh già..Sta a vedere sono i DV che vanno in panca, ora.

    RispondiElimina
  106. ora mi ribolle il brodo, ahahahah ... si son ridotti all'ultimo giorno e a sfruttare quel che resta del loro potere per prendere un Buonaventura, al mercato di riparazione trovano gli Essien che poi riaffiorano una volta ogni 4 mesi, noi portiamo i Capponi e loro gli Zapata, poi rientra Montolivo, sticazzi, in panca hanno uno di Monsummano, vogliono Pasqual... e devo continuare? O passo ai cugini di campagna? Anche il TUO MONDO, tifoso VIOLA nel midollo ha detto che il terzo posto è dovuto e tu mi parli di SETTIMO, come i colli di una certa città 300 km più a SUD?

    RispondiElimina
  107. Bene, sono all'imbarco, a presto.

    RispondiElimina
  108. ..e poi chiudo..a parte che ( e ve lo devo confidare) Menez è l' unico che me lo fa rizzare...a parte questo giuro che da adesso darò del...incapace al napoletano con tutte le mie forze...lo faccio solo per JINGLE...e che Pollock si fotta.Firmato ZV.

    RispondiElimina
  109. L'importante è che chi va in campo la butti dentro. A prescindere da chi li manda in campo.

    RispondiElimina
  110. Ah no ZV dopo Jack the Ripper per me viene subito CICCI il mostro di Scandicci dopo tutte brutte copie.

    RispondiElimina
  111. GRANDE VALTO stendili con il Sangiovese in purezza, fagli vedere chi è che comanda!!!!
    Piemonte chi, cosa, ma che........

    RispondiElimina
  112. Ma quando si va a cena?

    RispondiElimina
  113. McGuire nessuno ha detto che la classifica finale è quella dei fatturati, se no, come ho detto tante volte anch'io, ci si potrebbe risparmiare tutti la fatica. Però se uno ha da spendere 60 e uno 250 non è facile che quello che può spendere sessanta arrivi davanti, non impossibile ma certo non facile. Siccome "nemo ad impossibilia tenetur" ecco è quel "tenetur" che stavo criticando. Lottiamo per fare i miracoli, ma non li pretendiamo. Se si arriva quarti si è fatto più del nostro, o perlomeno il nostro se quelli potenzialmente più forti che ci sono arrivati dietro si sono incespicati da soli. Questo in termini di risultato finale. Non sbagliando nulla si poteva fare di più? Ma il non sbagliar nulla si avvicina al miracolo! Si è sbagliato sì, ma anche tanto è stato fatto di giusto, se no non si era lì. Quanto all'odio di ZV per i padroni, capisco che se i suoi gusti erano per lo zafferanato questi non li sopporti, io invece, pur con i loro errori, credo che difficilmente ci poteva capitare di meglio. Non si vince nulla? Non è che a vincere siano in molti e se devo pagare una Coppa Italia ed una SuperCoppa con due retrocessioni, la morte civile e la C2, spero di cuore in tanti quarti posti nei secoli dei secoli.

    RispondiElimina
  114. Grazie. Ho letto trovo freddo, finalmente.

    RispondiElimina
  115. Allora non vieni in Italia? In Brasile ci vo il 16 gennaio ma tu sei nell'area carioca, io principalmente in quella paulista-santista

    RispondiElimina
  116. Bona, LELE...scova un brasiliano per la viola!

    RispondiElimina
  117. https://www.youtube.com/watch?v=bs5cxh5-R1w

    RispondiElimina
  118. Louis ho capito e si va a mangialle noi le bistecche, con questa banda di ringambati un se ne fa una bona. Fino a i' 5 son solo e padrone di me stesso! Chi ci vol ben ci segua!

    RispondiElimina