.

.

lunedì 26 marzo 2012

Pittura amaurale

Intanto diciamo che è stata una bella partita, emozionante e con ben oltre un ora legale di carattere, affatto bloccata dalla paura che entrambe le squadre avevano accatastato a ridosso delle proprie tifoserie, tra contestazioni e prestazioni gelatinose al limite del flaccido tremolante. Con una vittoria potevamo uscire dalla sala d'attesa del dentista lasciando il Genoa a togliersi il dente sulla poltrona della serie B, ma come spesso ci capita quest'anno abbiamo sbagliato il facile lungo linea del match point per subire la beffa dell'infilata sulla bandiera a scacchi. Se l'errore di Lazzari è clamoroso per la maggiore difficoltà a sbagliarlo che a farlo un gol del genere, e perché sarebbe stata l'ultima palata di terra sulla fossa genoana, più grave è l'errore di Amauri perché a differenza di Lazzari è un centravanti, e davanti a una balena già spiaggiata bastava alzare la palla per lasciare Frey ai volontari del WWF nel disperato tentativo di rimetterlo in piedi e riportarlo al largo di una tenuta difensiva che fa acqua da tutte le parti. E' grave anche l'errore di Vargas è vero, perché anche lui avrebbe potuto sciogliere un istituzione come l'unità di crisi allertata non dalla Farnesina ma dalla Fiorentina per l'emergenza della sua classifica, ma la sua partita è talmente convincente che la prepotenza fisica scaricata a terra mi lascia pensare che sia definitivamente tornato dall'oltretromba dove era sprofondato insieme alla coniglietta Tilsa. Riconosciamo a Delio almeno il merito di aver presentato una squadra viva, migliore come gioco di quella di Marino, che visto il nome tutto gli si potrà dire sul rendimento della sua squadra, ma certamente non di essere uno sciocco data la quantità del suo sale, e non possiamo invece addebitare a Delio delle responsabilità sui tanti, troppi errori plateali dei singoli giocatori. Il rammarico per la mancata e meritata vittoria va a braccetto con la preoccupazione di aver perso un'altra chance importante, l'ennesima per fare un balzo in classifica e rinfrancarsi anche psicologicamente, occorre adesso una verifica doverosa sulla tenuta nervosa di fronte a una squadra tignosa come il Chievo. Il 4 4 2 sembra rincuorare un po' il gruppo con un Marchionni che se è questo è l'ala giusta per glassare la fascia del modulo nuovo, che non è una colomba e neanche un uovo di Colombo, ma visto il periodo un uovo di Pasqua con la sorpresa di un giocatore che da qui alla fine della stagione può ancora fare comodo. Marchionni rispolverato all'indomani dell'addio di Pantaleo potrebbe non essere proprio un caso, ma se così fosse i vari annunci di democrazia delle opportunità più volte sbandierata da Rossi in campagna elettorale perderebbero di credibilità. La squadra continua a raccogliere meno di quanto meriterebbe, ma almeno mostra quella personalità che speriamo serva a portarci a questa benedetta quarantena di punti e poi finalmente fuori dal reparto infettivi. Sulle macerie di Corvino nessuno meglio di Macia così come per le guerre intestine Guerrini, entrambi promossi per andare a riempire il vuoto di carica fino all'ingaggio del nuovo Ds, che qualcuno spera sia Lo Monaco non tanto per le sue qualità, quanto perché una scelta così spirituale potrebbe scoprire le carte di una vendita societaria se non proprio al Vaticano almeno ai Fratini. Speriamo comunque che non arrivi Leonardi perché c'è già troppa confusione in città con Renzi che impazza alla ricerca della battaglia di Anghiari, una pittura murale di Leonardo quello da Vinci, che dovrebbe essere nel Salone dei Cinquecento dietro al Vasari, perché il rischio alla fine è quello di comprare un giocatore come Cerci per esempio, e dopo averlo scortecciato debitamente nell'angolino di qualche bella prestazione, di qualche bella giocata o gol, si cominci a dire che dietro a lui si nasconde un Messi.

58 commenti:

  1. Colonel Blimp26 marzo 2012 00:17

    Comunque, noi accusiamo, giustamente, la nostra difesa, ma il nostro primo gol lo poteva prendere, per tutta la dinamica dell'azione, solo quella che è meritatamente la difesa più perforata del campionato.

    RispondiElimina
  2. In effetti Colonnello, ci andrei piano con le fanfare, in fondo si giocava contro la squadra del peggior (forse) allenatore della serie A e non sono del tutto sicuro anzi, x niente invero, che riusciremo a mostrare nuovamente la grinta vista in campo contro il Genoa; troppe volte a una più che buona partita sono seguite diverse gare sciagurate. Speriamo per il meglio!!!

    RispondiElimina
  3. Chiarificatore26 marzo 2012 09:04

    C’è un bar a tema e di parte (viola), dove, discutendo  serenamente di calcio, capita, soprattutto  nel dopo partita, e soprattutto se è andata male ( oggi ad esempio è più difficile perché in fondo non è andata male),  di vedere entrare  qualche vecchio habituè,  vile ma prepotente se protetto, mascherato come a carnevale ma a tutti noto, spalleggiato da un paio di altri vecchi habituè ma senza maschera, prepotenti anche loro,  che ridacchiando soddisfatto perché è andata male e sputando per terra e  ruttando e scoreggiando si mette ad insultare e calunniare questo e quello, i quali  solo cercano di capire perché è andata male,aggiungendo che sono  scemi perché due mesi  fa avevano  detto che quel giorno c’era il sole ma oggi piove, e quando il barista vede la scena dice, non al vile mascherato  e maleducato, ma a chi si lamenta apertamente :” ragazzi, fate i bravi ,mettetevi d’accordo, non coinvolgetemi nei vostri problemi !”e nello stesso tempo  zittisce un vostro amico, col quale state parlando che è un  artista, educato , colto e intelligente,  solo perché in quel caos ha esclamato, ovviamente in rima :“ cazzo che maleducato quel ragazzo!”. S’è capito di che bar si tratta o c’è bisogno dell’aiutino? Eh,eh,eh.

    RispondiElimina
  4. Stamani abbiamo il Chiari in versione zio Jerry che fa il quiz, e che alla fine potrebbe essere anche un idea da insierire sul blog magari il giovedì sera come ai tempi di Mike, è da un po' a proposito che mi frulla un idea in testa e ve la sottopongo non prima di aver confessato che il termine "oltretromba" riferito a Vargas nel post l'ho pensato e utilizzizato per stanare Deyna, per quanto riguarda invece quella idea, mi piacerebbe che il Tocca scrivesse quando ne ha voglia e se ne ha voglia il resoconto della partita/trasferta, io sarei contento di concedergli lo spazio, così come lo farò con tutti coloro che hanno voglia di scrivere qualcosa da regalare al blog.

    RispondiElimina
  5. TOCCA L'ALBICOCCA26 marzo 2012 10:56

    Ti ringrazio Pollock,ma lo spazio che già mi concedi basta e avanza.
    La partita di ieri è la fotocopia della partita di Parma,stesso andamento,sotto poi sopra,
    stesso risultato finale e stessa sostituzione negli ultimi minuti.
    Al netto di una prestazione insufficiente di Amauri,resta incomprensibile come in un momento in cui il pubblico di Marassi cominciava a fischiare la propria squadra, certificando che di pericoli imminenti non ve ne erano,si sia scelto di liberare un giocatore
    genoano dai compiti di marcatura sull'italobrasiliano e di conseguenza abbassato il
    baricentro della squadra.
    E dire che immediatamente il pensiero di tutti,sugli spalti,è andato a quella sera di Parma,evidentemente ci sono sensibilità diverse tra chi guarda la partita dai gradoni e
    chi dalla panchina,però,pur mancando la riprova,nessuno di noi avrebbe fatto quel cambio.
    Al massimo sarebbe potuto entrare Acosty,giovane ed inesperto quanto si vuole,ma sul quale Marino non si sarebbe comunque potuto permettere di concedergli campo o una marcatura allegra.
    Sarebbero stati due punti che avrebbero quasi già salvato noi e spedito all'inferno loro.
    Per il resto si conferma che questa squadra soffre di più in casa che in trasferta,che i
    pochi tifosi presenti hanno deglutito amaro per sabato ma sostenuto comunque e che
    ci sarà molto da lavorare fin da subito.
    Vargas è l'amblema di questa Fiorentina,sono due stagioni che inizia a giocare in primavera,peccato che i 2/3 del campionato si giochino tra agosto e marzo.

    RispondiElimina
  6. Colonel Blimp26 marzo 2012 11:33

    Tocca, è andata così: Marchionni era scoppiato (per me, dal ventesimo del primo tempo, ma vedo che spesseggiano i fatui entusiasmi per la sua prestazione) e andava sostituito: natura voleva che fosse con De Silvestri, ma Delio stravede per Lazzari, che per lui è come il prezzemolo per i siciliani. Accortosi dello sguarnimento tattico, inserisce De Silvestri, ma a scapito di Amauri, che non ho visto così male, dando segnale di hallalì ai genoani. Coi cambi Marchionni-De Silvestri e Amauri-Acosty vinciamo a mani basse, sempre che addomesticamento del risultato non si fosse imposto.

    RispondiElimina
  7. TOCCA L'ALBICOCCA26 marzo 2012 12:05

    E' andata così,la mia amarezza sta nel riproporre una situazione che già ti aveva castigato un mese fa.
    Di risultato imposto non parlerei,anche perchè mancano non solo le prove ma anche gli indizi.
    Di gol così ne subiamo da mesi non vedo perchè ieri sarebbe bastato non volerlo prendere
    perchè ciò non accadesse.
    O siamo sempre stati bravissimi a prendere gol apposta fingendo disattenzioni,oppure,e
    io propendo per questa seconda ipotesi,li pigliamo perchè ce lo meritiamo.

    RispondiElimina
  8. Colonel Blimp26 marzo 2012 12:10

    Io penso che, prendendo la squadra dal ritiro e coi giusti rinforzi, Delio può fare meglio ma, ormai, non so quanto meglio. Forse abbiamo sbagliato cavallo ma è veramente col senno di poi che si può dire, perché quando è arrivato eravamo tutti contenti, tutti (beh, togliamo Pollock, che nel buio, dal cavo dell'albero, a ragione singultava...).

    RispondiElimina
  9. Colonel Blimp26 marzo 2012 13:47

    Chiari, visto che parlavi dello stolto Multinick, leggi i due post che, a distanza di 56 secondi, ha inviato con due nick diversi, complimentando se stesso in quanto Snow Patrol. E' una risata costante e non capisco come la Redazione accetti una patente e patetica squalifica del sito come questa.26/03/2012 12:37:22 Fabio, RomaSono d'accordissimo con Snow Patrol e la sua disamina. Sicuramente Sinisa ha avuto un calendario piu agevole. E complimenti per il nick.26/03/2012 12:36:26 Daniele, ModenaSono d'accordissimo con Snow Patrol e la sua disamina. Sicuramente Sinisa ha avuto un calendario piu agevole. E complimenti per il nick.

    RispondiElimina
  10. Sono completamente d'accordo con te, Tocca, del resto l'ho scritto subito dopo la fine della partita, la squadra non si è mal comportata e secondo me Delio l'ha preparata più che bene (almeno stavolta), il problema sono state le sostituzioni e in particolare quella di Amauri. Se Sinisa avesse ripetuto l'errore che Delio aveva già commesso a Parma.....apriti cielo e spalancati terra!!!
    Colonnello....tutti contenti proprio no, sebbene in altre stanze io avevo sollevato subito i miei dubbi circa Delio e il constatare che tutto si sta svolgendo secondo quanto avevo pronosticato non mi da affatto sollievo!

    RispondiElimina
  11. Colonel Blimp26 marzo 2012 15:06

    Sì, Deep, ma se lo dici sul sitone passi per un partitante di Sinisa: non c'è premura per la Fiorentina e basta, un pugno di psicopatici viene su web a sfogatoio e cerca nemici immaginari, eserciti di cattivi da guerre stellari. Credo che sia necessario testimoniare anche nel cafarnao, e per questo critico l'aventinismo, ma è indubbio che qui dal Pollockone (che va facendo diabolica campagna acquista alla Berlusca nella Fiorentina dei Valori...) c'è posatezza di dialogo, volontà costruttiva, ricerca comune di soluzione, garbo e spirito. Laggiù è un bercio e via, una cerbottanata e via, manca solo «Viola merda» ed è completo.

    RispondiElimina
  12. Chiarificatore26 marzo 2012 15:37

    Integrazione alla voce Cafarnao: una città dove uno è trino ma non è Gesù, né suo Padre né lo Spirito santo, bensì un mascherato anche da finta redazione ( e quella vera glielo consente!) per salvare (invano) la faccia (vera) e ringraziarsi da solo. Eh,eh,eh.

    RispondiElimina
  13. Ecco icche dice i'nonno Pilade"I’mocio e gli avuo anche un po’ di scarogna a i’principio, l’ex gatto (di marmo) gli unici miraholi e glieli ha fatti a lui e i’ go’ e si fa ancora aspettare. Però gli ha giohato e Gargamella e dovrebbe ave’ capito che i’ centravanti, a cinque minuti dalla fine su’ i’ vantaggio da difendere e un si lea mai! Ortre tutto e porta anche cicia. E l’ha levao a Parma e verga da 2-1 a 2-2, e l’ha levao oggi e riverga, da 2-1 a 2-2. Appena e l’ha levao ho toccato ferro, ma, forse perché un lo troo più, (i’ ferro, e diho, a i’massimo e troo la ruggine) forse perché lo scongiuro e un n’è bastevole, ritonfa pareggio." Due punti buttati via che peggio non si può. Il Genoa era morto, deluso, stanco e contestato, a farlo pareggiare solo noi, che prima si sbagliano due gol fatti (Lazzari e Vargas) e poi ci si fa pareggiare in quel modo a difesa schierate e perforata in verticale. Ma il grande scivolatore Gamberini che si butta tra i piedi nel belmezzoe dell'area di rigore su palla persa a Catania, e ierifuori area, sull'unico che ti può far male, mette un piedino titubante per parura di toccarlo? Sono ancora incazzato.

    RispondiElimina
  14. Colonnello sul sitone non mi pronuncio, come dicevo a pollock non mi appartiene più ormai da diverso tempo.
    Jordan concordo in tutto tranne che sul finale, forse...proprio perché memore del rigore stupidamente provocato al Massimino.....Gamberini ha esitato ad intervenire.
    Comunque sono incazzato anche io, non eravamo salvi ma poco ci mancava! 

    RispondiElimina
  15. Colonnello apprezzo molto il sacrificio che fai, testimoniando ragionevolezza in partibus infidelium. Ma nel sitone io non mi ci ritrovo proprio più. E' bellamente infestato un'accozzaglia di minus habens, dediti principalmente all'insulto e alla scorreggia. Che c'entra il calcio con tutto questo? Molto, ma molto meglio il salottino radical chic del Poeta. Perlomeno si può discutere con calma e con toni sempre civili, come dovrebbe essere, anche tra tifosi accesi. Il calcio è soprattutto un divertiemento e un piacere (ma anche molta sofferenza, che col piacere confina). Se mi devo incazzare per controbattere uno scemo o un imbecille, non mi diverto più. Mi incazzo e basta.

    RispondiElimina
  16. TOCCA L'ALBICOCCA26 marzo 2012 19:29

    Ora un vorrei dire ma io in un salottino radical chic unnè mi ci veda un granchè bene,
    Pollock dì qualcosa...

    RispondiElimina
  17. Ahahahahahah il salottino radical chic è fantastica.....ben trovato McGuire (Catalunia, se non erro)!

    RispondiElimina
  18. Colonel Blimp26 marzo 2012 20:09

    Vi lascio (forse) per qualche tempo ma... veniam cito tamquam fur! Grande McGuire, per il resto: Tocca, ti sta bene! Sconterai qui i tuoi peccati politici, tra cascimirini, bocharini e evve mosce dei compagnucci snob! Prova magari a esorcizzare cantando: «Stretti stretti sotto braccio di una piccola sdegnosa, trecce bionde labbra rosa, labbra rosa da baciare, occhi azzurri come il maaaaaaaaar».

    RispondiElimina
  19. TOCCA L'ALBICOCCA26 marzo 2012 20:21

    Ti sento preparato su "Giovinezza",mi raccomando in valigia la camicia,nera of course...

    RispondiElimina
  20. Caro Tocca ti avevo chiesto di marcare il territorio con reportage dai cortei del Fronte della Gioventù per combattere la frivola ideologia di certa borghesia ricca e pseudo-intellettuale lombarda, per colpa tua Tocca Indro si rigira nella tomba, ormai sei una pietra miliare di questo salottino radical chic ah ah. Per scrivere i post mi metto i maglioncini di cachemire di Bertinotti sennò non mi viene l'ispirazione.

    RispondiElimina
  21. TOCCA L'ALBICOCCA26 marzo 2012 20:29

    Allora ditelo che sono accerchiato!
    Alla mia dipartita voglio la lapide "Mancò la fortuna non il valore"...

    RispondiElimina
  22. Colonel Blimp26 marzo 2012 20:57

    Ma chi sono, io? In quella vecchia foto bianco e nero del '72, in montgomery che bocio «Cipppppiace dipppppiù, Almirante a testa in giù!»? Noooooo! Ioooooo? E allora che ci faccio, adesso, dentro questo vello d'agnello (te tu cantavi, del resto e a proposito: «Non mangiate carne, mangiate Agnelli!»), a belare dietro l'orrida Fornero insieme al Chiari, uomo di sinistra responsabile (= che non compiccia un cazzo di bono)? Via via, McGuire, e' si torna 'n piazza!

    RispondiElimina
  23. Attenzione, o fomentate la NUVOLA, che irromperà in questo salottino radical chic cantando ciò [già ce ne sono state avvisaglie, con Acosty, cfr. il figlio di]:  http://www.youtube.com/watch?v=YULNTCXViT0  . COLONEL, della mia infanzia poche cose mi sono rimaste così impresse - capelli biondi e gambe ignude a-la Brigitte Bardot di una mia giovanissima tata a parte, naturalmente: aaah, l'imprinting! - di quei cortei di piazza ["Americani a casa! Oh-oh-oh!"], cui partecipava sempre un pittoresco personaggione locale, barba lunga e...crocifisso al guinzaglio! Comunque TOCCA te lo dicevo, che ci toccava vedere in campo Capitan Passata fino all'ultima partita, tiriam giù l'amaro calice con stoicismo e dignità.

    RispondiElimina
  24. Ma che maglioncini di cachemire, il Bertinotti era famoso per lo shearling anche in primavera. Sulla camicia nera io e il Tocca si va a nozze. eh eh eh eh

    RispondiElimina
  25. Ah ah Tocca te lo dedico a te e a Deyna.
    http://www.youtube.com/watch?v=RlHusyT9928 

    RispondiElimina
  26. Con tutto il rispetto per McGuire ma per l'ennesima volta non posso che essere in sintonia con il Tocca. Anche a me la definizione radical chic non mi va tanto a genio. E non per questione politica, quanto per quel senso di puzza sotto il naso che esprime quella intellighenzia. Se è cosí mi camusso da metalmeccanico della Fiom.....

    RispondiElimina
  27. Chiarificatore26 marzo 2012 21:35

    Non mi strattonare  politicamente dove ti fa comodo , Colonnello, io sono un fedelissimo di Re Giorgio, il Presidente, e non da ora,  da sempre, tu lo sai, un po’come per la Fiorentina parlando di calcio. Tra non molto la Storia dirà che è stato il più grande di tutti, il mondo lo sta già dicendo. Tu piuttosto  non  metterti sul piano di Diliberto, ti faccio molto, ma molto,  più intelligente di lui.

    RispondiElimina
  28.  mi correggo: "Come quei".

    RispondiElimina
  29. TOCCA L'ALBICOCCA26 marzo 2012 21:49

    Grandissimo Bracardi!!!!In Gaaaleraa!!!
    Leo,guardiamoci le spalle a vicenda,siamo finiti in mezzo a un corteo di rivoluzionari...
    C'è Deyna 68(eh,eh,eh) che c'ha snobbato per mesi ma non appena ha sentito l'odore del sangue è comparso subito,e comunque la Bardot è vicina da sempre a Le Pen... e così
    t'ho mandato di traverso il ricordo d'infanzia,beccati questa ...
    Il Colonnello canta a squarcia gola,sostiene che gli piace la Belen ma sotto sotto preferisce la Camusso,che altro non è poi che Orcio travestito...
    Jordan è da bosco e da riviera,Casini in confronto è un ragazzo...
    McGuire scrive da Barcellona ma è di Liorno,una garanzia...
    Deep ma un po'sorpreso,un ce lo vedo col colbacco..
    Sul padrone di casa non mi pronuncio,se poi sbaglio a entrare mi becco otto giornate come El Barbaro Guerrero..
    Detto questo ieri cantavano "Martina ce lo ha insegnato uccidere un viola non è reato",
    propongo quindi un governo di larghe intese...

    RispondiElimina
  30. TOCCA L'ALBICOCCA26 marzo 2012 21:52

    Ecco,è arrivato anche il Chiari,siete al gran completo..posti in piedi in balconata..par d'essere al Cremlino...eh,eh,eh...

    RispondiElimina
  31. Vedo che il livello sale sempre di più, ahahahahahah!

    RispondiElimina
  32. No, Tocca no! Tu non mi hai capito.... Ho detto che piuttosto che in salottino radical chic, preferirei un corteo con la Camusso..... E ho detto tutto..... E poi con questa storia del Blimpe che mi vuole lasciare il belino ( altro che Belen...) e le scarpe e che poi si ritrova con l'orchite. Penso che dopo questo messaggio il nostro idillio si infrangerà. Ma io al Blimpe voglio bene, in senso platonico, ovviamente. Tocca, la mia camicia non è nera, ma neanche rossa... E in questo caso sto con te, come al solito!

    RispondiElimina
  33. TOCCA L'ALBICOCCA26 marzo 2012 22:02

    Orcio,passa con noi perchè ora che gli hai toccato la Camusso l'è maiala..senti come bolle,gli sta per saltare il tappo al Colonnello...

    RispondiElimina
  34. Allora perso per perso, rincaro la dose: ai tempi del liceo, quando tutti scioperavano, io entravo in classe, sfidando i picchetti. Vabbè, ora il padrone si scalda con tutta questa contrapposizione pulitica.... Sai la provocazione di salottino radical chic almeno è stata respinta... Piuttosto, oggi ho parlato con un collega gobbo di Torino, che mi ha raccontato di essere stato ieri allo stadio per la vittoria dei gobbi. Ha detto che quel cavolo di stadio è una esperienza incredibile, una macchina da soldi, un clima incredibile. Devo dire la verità: invidio i gobbi in questo e la questione stadio penso sia lo snodo fondamentale per la Fiorentina.

    RispondiElimina
  35. TOCCA L'ALBICOCCA26 marzo 2012 22:14

    e vai,siamo già in tre!..la marcia su Pollock è incominciata...

    RispondiElimina
  36. Vi ricordo che in macchina ho l'arbre magique al Pinochet ah ah ah

    RispondiElimina
  37. Complimenti Orcio sei passato dal salottino radical chic di pollock al salottino money making dello juventus stadium in un batter d'occhio.
    Tocca...Orcio...sono con voi!!!

    RispondiElimina
  38. TOCCA L'ALBICOCCA26 marzo 2012 22:32

    Il famoso salto della Quagliarella...

    RispondiElimina
  39. Chiarificatore26 marzo 2012 22:41

    Tocca questa volta  la vostra  è  una marcia non su ma incontro a Pollock, il nostro uomo delle larghe intese. Hai ragione, ora salta il tappo.

    RispondiElimina
  40. Ho fatto un estremo tentativo di riportare una discussione sui binari sportivi, ma stasera non ce n'è. Deep che se la ride, Leo che incita un ringalluzzito Tocca. Il padrone di casa che getta benzina sul fuoco, ridendosela di gusto (quando la discussione prende derive esilaranti Pollok va in brodo di giuggiole). Chiari in perfetto stile presidenziale, si smarca da tutti in virtù del suo ruolo quasi-istituzionale. Blimpe che forse ci ha giá salutato o è solo stracarico pronto al botto... Deyna che ci deigna di du' battute e poi se ne scappa prima di tutti.... Il catalano che lancia il sasso e poi ritira lamano. E io ora mi chiedo: in tutto questo 'bulirone' ma dove cippa è finito il mio Jordan? Ok che è ancora nero per ieri, ma ora manca lui all'appello. Se poi anche Franco vuole dire la sua...ci diamo una bella sfogata e poi via ripartiamo alla volta di domenica che è maiala visto il clima che circonderá il Franchi al fischio d'inizio....

    RispondiElimina
  41. Orcio sono stanco di questa vita, stare dietro al bancone ti logora e il pubblico vuole sempre vedere la tua faccia migliore, avevo pensato a te per la gestione del blog con concessione di 99 anni. Il locale si dovrà chiamare " Uno scOrcio di pollock"

    RispondiElimina
  42. Chiarificatore26 marzo 2012 23:30

    Hai ragione Orcio riportiamo la discussione sui  binari giusti. Io da migliorista dico che a Marassi  ho apprezzato un gioco migliore, calciatori viola con una attitudine migliore, un risultato migliore del previsto anche se poteva essere migliore, ed ora spero solo che il campionato finisca presto e vedendoci migliorare. Ah, dimenticavo,  i più giovani,che possono non saperlo, chiedano al Colonnello chi sono i miglioristi. eh,eh,eh.

    RispondiElimina
  43. Giusto Chiari riportiamo la discussione sul binario giusto, meglio parlare di Marassi che di Marrazzo che ogni mattina in monastero chiede di farsi un cappuccino......ma si sa, il calcio non è scienza esatta, meglio individuare negli uomini di sinistra il vero male della Fiorentina, Pasqual nell'uno contro uno rinvigorisce smanie di facili conquiste, e si punta l'indice verso la coppia centrale che poche volte ha fatto male. In ogni caso sempre meglio un'indice puntato verso qualcuno che da qualche altra parte.....

    RispondiElimina
  44. Nella Fiorentina non c'è perdio un governo tecnico visto i piedi di De Silvestri, e poi niente Monti ma solo Della Valle.

    RispondiElimina
  45. Cari Orcio, Chiarificatore e Leo......ci avete provato ma non ci siete riusciti (come Lazzari al quale non manca certo l'impegno, no?), il buon pollock vi ha subito richiamati alllordine!!!

    RispondiElimina
  46. Chiarificatore27 marzo 2012 08:47

     Vedi Leo,  c’è chi, alla maniera tradizionale,  cerca  in campo ( senza condizionamenti di sorta, a destra e a  sinistra, in attacco ed in difesa,  al centro e ai bordi) le ragioni di quello che in campo non funziona, tanto più che quelli che ci vanno non sono proprio degli sprovveduti ed hanno saputo fare, in altri momenti, molto meglio. Infatti a Marassi hanno dimostrato che, quando vogliono, sanno fare meglio. Poi ci sono quelli che le ragioni le cercano  nella fantomatica e trita mancanza di programmazione, buona, quando qualcosa non va, per tutte le stagioni, per la politica politicante e delle frasi fatte, per i dilettanti allo  sbaraglio. Quanto al rischio del dito da un’altra parte, variante in chiave masochista del benaltrismo, lo corre proprio chi se la prende sempre col padrone del vapore, anche quando piove. Infine è vero che parlando di calcio è giusto che ognuno spari la sua, in fondo siamo qui per quello, ma, secondo me,  quella della “coppia centrale che poche volte ha fatto male” te la potevi risparmiare, io da quelle parti sto vedendo solo delle grandi autostrade senza pedaggio.  p.s. Piano con le facili conquiste  e proteggersi, sono armi a doppio taglio. Quella su Marrazzo è buona.

    RispondiElimina
  47. Chiarificatore27 marzo 2012 08:48

    Deep io ho provato a rientrare nei ranghi, ma il padrone di casa è un creativo, ti spiazza.

    RispondiElimina
  48. Pollock è Pollock, come potrebbe tenere in vita un blog dove ogni, sottolineo ogni, giorno sforna capolavori di ironia e creatività letteraria? Io posso fare al massimo da umile comin, vado a "sbarazzare" (=liberare) i tavoli dopo le scorpacciate di Blimpe e Chiari, con i loro bicchierini di alcool e Pigato mai visto... Ma al bancone dei cocktail, anche se stanco, c'è sempre lui, il padrone di casa, l'artista a tutto tondo.

    RispondiElimina
  49. Orcio, Jordan è vittima dell'informatica. Dopo essere stato una settimana nel deserto con Internet portato a dorso di cammella e senza computer visto che quello appena comprato ha deciso di bruciare l'hard disk appena arrivato in loco, una volta tornato tra le mura amiche ha avuto la bella sorpresa di trovare il modem di Alice fottuto anche lui. Quindi senza Internet anche a Vicchio. Ho provato con i segnali di fumo ma non li avete visti. Allora ho deciso di fare di necessità virtù ed ho detto alla moglie che dopo lo 0-5 co' gobbi il calcio mi ha un po nauseato (mica vero, e un ci ho internette!). Senza risultato nemmeno lì perchè il catenaccio continua. Ora ho fregato il pen-drive della 3 a un mi'amico, perchè nel frattempo anche il computer di'Comparini (quello che a Borgo, unico, cambia i modem Telecom) era fori servizio e ci ho fatto un viaggio a ufo.  Lancio con quella il mio grido di dolore. Nel tornare da Firenze ieri sera ho acceso la radio e tal Borgi con il solito Vomituro stavan facendo una trasmissione (Viola nel cuore, loro il viola ce l'hanno da un'altra parte che comincia con "cu" anche quella) imperniata sulla domanda: dopo lo 0-5 siete riusciti ad esaltare per i gol di Genova? Per quello di Palacio loro di certo sì. "No, non è vero", ho urlato a mia moglie, "dello 0-5 m'importa sega, forza viola sempre e comunque e chi non la pensa come me, peste lo colga!" Questo mi costerà astinenza sino ad agosto, ma pazienza, tanto il poeta ha detto che son nella fase "Mortacci sua".

    RispondiElimina
  50. Chiarificatore non è corretto dire che dalle parti dei centrali si vedono autostrade o almeno non è completa la frase, io aggiungerei che si vedono autostrade da quando Delio ha raccolto il testimone. Sinisa ci ha lasciati con la 2° difesa del campionato, è bene ricordarselo. Come è bene ricordarsi che con Sinisa in più di 50 partite mai abbiamo perso con più di 2 goal di scarto mentre in 20 gare con Delio (quello di Palermo Udinese 0-7 o di Palermo Fiorentina 2-4 con Sinisa nella nostra panchina) abbiamo già due 3-0 e un 5-0 subiti. Secondo me Sinisa nonostante le dichiarazioni da sbruffone sapeva bene con chi aveva a che fare (i giocatori) e dopo un primo momento in cui ci siamo ritrovati in fondo alla classifica (parlo dell'anno scorso) ha chiuso la difesa e ha fatto giocare la squadra magari in maniera più bruttina ma più redditizia. Sfido chiunque a fare 51 punti senza Jovetic, col cugino di Mutu al posto del romeno vero e con Babacar unica riserva di Gilardino.

    RispondiElimina
  51. Deep Purple, dici quello che ho sempre detto anch'io, cioè che Sinisa deve dimostrare ancora tutto a certi livelli, ma che fare più di 51 punti con quella squadra, senza Jovetic, in quest'ambiente, non era certo risultato da svillaneggiare come è stato fatto. Se lo lasciavano lavorare in pace anche quest'anno si sarebbe arrivati su quei livelli e, invece, ben che vada, non ci arriveremo di certo. Su Delio Rossi è difficile esprimersi, ha trovato un organico che non ha niente a che vedere col suo calcio e per di più dilaniato da mille faide interne e soprattutto col DS (ora vien fuori che non andava negli spogliatoi da ottobre). Difficile lavorare così. Pigliarsela con questo e con quello dei giocatori, singolarmente, lo trovo abbastanza ingiusto, a parte alcuni casi clamorosi di scarsissima professionalità che vanno stigmatizzati. Vanno presi a calci in culo nel complesso, quello sì. Comunque è vero, Delio Rossi vorrebbe (ma siamo ben lungi dal fare) un calcio più propositivo che prevede sganciamenti in avanti dei centrocampisti e, quindi, più difficili protezioni dietro. Si finisce col non fare nè l'uno nè l'altro. Geneticamente timorosi a lasciarsi andare si rimane spesso a mezza strada, senza la concentrazione dei mediani mazzolatori e senza la velocità di gambe e di pensiero dei centrocampisti offensivi. Il 4-4-2 presentato a Genova (a parte la diversa "testa") è più equilibrato, Marchionni finchè ha gambe (un tempo non di più) partecipa ad entrambe le fasi abbastanza bene e lo stesso Vargas, pur nelle pecionate cui non rinuncia, ha ritrovato la gamba per coprire vaste zone.

    RispondiElimina
  52. Concordo con tutto quanto hai scritto, Jordan, pure su Delio sul quale forse sono stato frainteso. E' vero che ritengo un errore madornale la sostituzione di Sinisa con lui però ritengo anche che non gli è stata fornita la squadra giusta per il suo tipo di calcio anzi, se possibile col mercato di gennaio gli è stata addirittura indebolita. L'errore per me consiste nell'aver affidato ad un tecnico che fa del gioco d'attacco il suo fiore all'occhiello una squadra consumata e del tutto priva di personalità che, come hai perfettamente scritto tu, non ha i pregi delle squadre di Delio in avanti ma contestualmente ne ha tutti i difetti nella fase difensiva. Il risultato è quello che vediamo domenicalmente. Se Delio dovesse essere anche il prossimo anno a me andrebbe pure bene, basta che costruiscano una squadra adatta per le sue caratteristiche.
    Pollock, come mai è riapparso un mio post di ieri sera?

    RispondiElimina
  53. Deep, in quanto consulente Informatico del blog di Pollock, succede che vecchi post ritornano per primi quando qualche utente clikka sul "mi piace"... Ora da ipad non vedo chi è stato, ma puoi farlo tu... Ciao!!!!

    RispondiElimina
  54. Chiarificatore27 marzo 2012 20:24

    Francamente questa discussione su chi abbia fatto peggio tra l’ultimo Prandelli, Sinisa e Rossi ,con  le attenuanti del caso per Sinisa ( infortunio di Jovetic) e per Rossi ( rosa non sua), non mi appassiona molto, la trovo deprimente, quello che è certo è che  in questi due anni c’è stata una marcata involuzione del rendimento medio dei calciatori viola, dei quali se ne sono salvati ben pochi. Perciò secondo me sta  in questo fattore (una rosa che da due anni rende  molto  al disotto delle sue capacità) la causa non unica ma prima della nostra lunga crisi. E’ vero che con Rossi la difesa è diventata più ballerina, ed a questo aspetto mi riferivo parlando di autostrade senza pedaggio, ma ciò si sapeva prima che venisse, questo difetto risulta ingigantito dal fatto che lui non è riuscito finora, per vari motivi, a farci vedere la parte positiva del suo gioco, quella offensiva.

    RispondiElimina
  55. Grazie della spiegazione Orcio.
    Chiari.....attenzione.....lungi da me il voler fare le pagelle dei vari mister, mi son limitato a dire che forse è stato fatto un errore nel sostituire uno poco avvezzo al bel gioco ma essenziale con uno che è, permettimi, il contrario. Ma perché parlo di errore? Proprio perché la rosa a disposizione dei mister sono 2 anni (son sempre gli stessi more or less) che non sta rendendo secondo le loro possibilità e allora forse Sinisa sarebbe riuscito a "cavarci" qualche punto in più grazie al carattere. L'errore più grande, mi scuserete se mi ripeto, è stato commesso nell'estate del 2010 quando dopo l'addio di Prandelli la rosa non è stata adeguatamente rinnovata

    RispondiElimina
  56. Chiarificatore28 marzo 2012 09:09

    Certo Deep proprio perché quella rosa crollò con Prandelli la cosa più logica sarebbe stata sostituire anch’essa immediatamente, tanto più che la farsa  di Montolivo , l’uomo cardine, da tutti i punti di vista, di quella rosa, iniziò allora. Ti segnalo però  tre cose: 1)Stiamo parlando col  senno del poi, 2)Ti immagini le reazioni , se si fossero venduti in massa, di quelli che parlavano di smantellamento? 3) Il tutto coincise con un mercato calciatori che si bloccò 4) Rinnovare radicalmente una rosa in una sola campagna acquisti è oggettivamente proibitivo, guarda l’Inter che con l’addio di Mourinho ha vissuto e sta vivendo, pur con illimitate risorse a diposizione,una situazione simile alla nostra a che punto si trova. Detto questo non c’è dubbio che almeno nell’estate 2011, in uscita ed in conseguente entrata ,si poteva fare di più anche se qualcosa si fece. Non mi è chiaro però se certe operazioni in uscita non le volle fare Corvino o la proprietà, all’epoca mi parve che ci fu lo zampino dei DV nel dire no a offerte considerate irricevibili e no a cessioni non ben garantite.  Se invece fu solo farina del sacco di Corvino, come dice il comunicato della società, questa responsabilità è solo sua, considera poi che senza quelle cessioni importanti fu costretto a fare operazioni in entrata di piccolo cabotaggio che gli si ritorsero contro anche quelle.

    RispondiElimina
  57. Chiarificatore28 marzo 2012 09:11

    Le cose segnalate sono  4 e non 3, come si vede.

    RispondiElimina
  58. Chiari, posso risponderti punto per punto? Spero di si. 1) E' vero che parliamo col senno del poi ma un direttore sportivo deve essere in grado di prevederle certe cose, in fondo come hai detto tu c'era il girone di ritorno con Prandelli che testimoniava la fine del ciclo di molti nostri giocatori....finché ne discutiamo noi va bene pure il senno del poi ma in una società di calcio è giusto che il ds paghi per questo errore....ripetuto poi l'anno dopo; 2) Su questo ti do ragione anche se al posto dei vecchi sarebbero dovuti arrivare dei nuovi giocatori; 3) E' vero, il mercato fu alquanto bloccato ma proprio x questo serviva un atto di coraggio e cedere pure qualche pezzo pregiato (se degnamente sostituito); 4) L'esempio dell'Inter non è molto calzante perché i loro "vecchi", quelli cioè che dovrebbero essere sostituiti, non sono facili da piazzare in quanto hanno degli ingaggi fuori portata x la stragrande maggioranza delle squadre europee. Comunque siamo d'accordo che la rifondazione sarebbe stata necessaria, siamo d'accordo che è stata rinviata troppo a lungo....speriamo bene quest'estate!!!

    RispondiElimina