.

.

giovedì 8 marzo 2012

I contraccercivi

Avevo individuato la vittoria come possibile scollinamento dalla mediocrità di questa stagione, e il secondo tempo ha dimostrato che anche la squadra ci aveva creduto. Mi è piaciuta la reazione al solito primo tempo sterilizzato dalla paura di prenderle, e la determinazione messa in campo per portare a casa la vittoria, poi una panolada italianizzata in una più pecoreccia piagnolada, ha trasformato il rigore della logica della compensazione, in un rigore dagli undici metri, e allo stesso tempo Rizzoli e chi ce l'ha mandato in tanti sicarizzoli. E' evidente che questa squadra sia stata costruita sugli esterni, e se “er ciancichella” si vuole buttare nella fontana del Biancone dopo aver vinto una qualche partita che conta, sarà bene che riproponga la squadra con Vargas e Cerci, altrimenti ci dica che la formazione gliela suggerisce Bersani, e che la colpa quindi non è di AD ma del PD, se la scelta per perdere è quella di far giocare centoquaranta terzini contemporaneamente, più Lazzari che non è vero che gioca come trequartista perché lui lo vuole treterzista con De Silvestri sempre pronto a subentrare e Alessio Tendi precettato. Se poi Delio vuole perdere anche le partite primarie, fino a quando non tornerà Jovetic, lasci pure Cerci in panchina a sistemarsi i parastinchi visto che ha una percentuale realizzativa superiore allo stesso JoJo, e sposti Nastasic centravanti che ha percentuali realizzative superiori alla somma di tutti gli altri della rosa tranne gli unici due che fanno la differenza. E non ci parli di alleanze con Casini perché viste le scelte che fa bastano i suoi, da oggi non mi approfitterò più delle dichiarazioni di Cerci e della fidanzata per fare facile ironia, perché oltre ad aver dimostrato di essere il miglior fico del bigoncio, lo è stato anche nell'esultanza sotto la curva e soprattutto nelle dichiarazioni del dopo partita, che sono state inaspettatamente ancora più belle di un gran bel gol, e che i tifosi dovrebbero utilizzare per iniziare un nuovo rapporto, come ha dimostrato con intelligenza di voler fare lui. Di Lazzari non parlo perché comunque veste la maglia Viola, di Montolivo non parlo perché veste la maglia rossonera, di Amauri non parlo perché Delio gli ha tolto la maglia forse proprio quando invece sarebbe stata importante che la indossasse ancora sugli assist di Cerci. Nastasic ha dimostrato la personalità del grandissimo giocatore, onore a Corvino altro che Ranocchia, Boruc monumentale che ci sta aiutando a sostituire degnamente Frey diventato nel frattempo una pannocchia, peccato invece per Camporese che ha contribuito all'ennesimo gol in fotocopia della stagione, sperando che reagisca domenica con una grande partita a Catania vista l'assenza del giovane compagno di linea. Partita, la prossima, che mi auguro possa portarci quella vittoria sfumata nei rivoli di Rizzoli, che non si parli degli squalificati e degli assenti per infortunio, ma che si pensi solo a giocare per vincere, fiducia assoluta a Delio, perché anche se scherzo sulle sue scelte, so che essendo un maestro di calcio saprà uscire dalla sindrome del pannolone, per giocare finalmente un calcio più coraggioso come eravamo abituati a vedere dalle sue squadre. quel suo calcio che sembra aver bisogno di stimolanti, probabilmente il problema è che li mastica invece di buttarli giù, il consiglio quindi è quello di non vergognarsi e soprattutto di ingerire nel suo ménage tattico i vasodilatatori come il Viargas e i contraccercivi come tecniche anticoncezionali per evitare o ridurre che si verifichino delle gravi danze intorno alla sua panchina, dei riti propiziatori cioè, alla sua possibile successione che lo farebbero questa volta veramente masticare Amauri. 

28 commenti:

  1. Chiarificatore8 marzo 2012 08:24

    Sul rigore regalato, e non solo,sono d’accordo con Tocca e vorrei che mi dicesse se dal campo quel presunto fallo di Cassani su Giovinco s’è visto perché la mia impressione è che si sia visto soprattutto grazie ai primi piani televisivi ed all’enfatizzazione del rallenty. Lazzari non è colpevole solo per i gol sbagliati ma perché la partita sino a quel momento sell’era solo vista dal campo. Che ne dite sarà finalmente finita a Firenze con questo vergognoso catenaccio che qualcuno, mentendo, chiama 5-3-2? Il Padova di Rocco almeno aveva due punte ( Hamrin e Brighenti) là davanti.

    RispondiElimina
  2. Chiari, ci sono mille contatti del genere, ma la maglia "stretchata" è impietosa e fatta a 3 metri dall'arbitro, con palla in area. Che poi fosse inutile e che quella tirata non influenzi la possibilità di Formica di raggiungere la palla, siamo tutti d'accordo e questo penso sia il senso di quanto voleva dire Tocca. Cassani pollo, ma pollo europeo, incredibile che accada ad un giocatore della sua esperienza, come hanno fatto notare anche sulla commento di Rep.it.

    RispondiElimina
  3. TOCCA L'ALBICOCCA8 marzo 2012 10:29

    Dal vivo la sensazione è stata che quella trattenuta fosse molto ma molto veniale.
    In questi casi il replay è estremamente fuorviante.
    Ripeto che in questi episodi sta la differenza tra uno sport dove è vietato il contatto,il
    basket,e uno sport,appunto,di contatto come è il calcio.
    Preferisco comunque non aprire un fronte di polemica su questo penalty,mi piace più
    sottolineare di aver visto finalmente una partita divertente,che poi era quello che in soldoni
    si era augurato anche Pollock nell'editoriale precedente.
    Meglio tardini che mai,dunque ma ancora meglio Rizzoli sì ma Anna Maria...

    RispondiElimina
  4. Chiarificatore8 marzo 2012 10:40

    Orcio, impietosa sì, ma nei primi piani televisivi e al rallenty, Tocca conferma  che, come mi era apparso anche in diretta TV, l'intensità di quei movimenti, visti dal campo, è nulla. Io ho visto dare rigori anche sull'entrata del portiere avversario su Lazzari alla prima sua occasione sbagliata. Ripeto, col calcio di oggi i risultati delle partite sono nelle mani degli arbitri, e dei guardialinee nel caso dei fuorigioco, infatti i club potenti la tecnologia non la vogliono. D'accordo, Tocca ,sulla partita divertente, per quanto riguarda il nostro gioco parliamo però dell'ultima mezz'ora che è meglio, sperando, già a Catania, di ripartire da lì.

    RispondiElimina
  5. Pasqual compie una trattenuta ben peggiore, prima, su calcio d'angolo su Biabiany, e come quelli ce ne sono a decine a partita, da una parte e dall'altra. Cassani l'errore, se lo si vuol chiamare così, lo compie reiterando la trattenuta anche quando era già in vantaggio su Giovinco che, quella palla non l'avrebbe presa anche senza fallo, ma rigori di questo tipo se ne vedono fischiati uno l'anno. E' toccato a noi, tanto per cambiare. Con quello che ho visto quest'anno dalla classe arbitrale mi aspetto di tutto, niente mi meraviglia ormai, una classe anche questa da rifondare. E un certo Rocchi a Cesena ha fatto anche di peggio. Sulla partita c'è poco da dire, siamo partiti piano, al rallentatore ed abbiamo schiacciato sull'acceleratore al momento giusto, tentando di vincerla con dei cambi effettuati al momento giusto. Eravamo sul 2-1 e senza quel regalo di Rizzoli prima e di Lazzari poi (mai visto uno così scarso e non per il goal divorato) si era già chiusa la pratica salvezza.

    RispondiElimina
  6. TOCCA L'ALBICOCCA8 marzo 2012 11:03

    Cerchiamo di non fare il gioco delle Tv e delle miriadi di parole e trasmissioni che vorrebbero propinarti il gioco del calcio per quello che non è proponendone una versione
    patinata da alice nel paese delle meraviglie,con partite in cui tutti giocano bene e per tutti
    e novanta minuti.
    Non è mai stato così e spero non lo sarà mai.
    Il calcio è il gioco più bello del mondo perchè passi dalle stelle alle stalle e viceversa.
    Quella di ieri è stata una partita divertente perchè gli ingredienti ci sono stati tutti,
    gol fatti e sbagliati,parate degne di nota e anche gli immancabili errori arbitrali.
    Il "gioco",il "progetto",non sono altro che parole,in realtà bisogna correre e possibilmente
    segnare un gol più degli avversari,questo è l'unico vero progetto comune a tutte le squadre
    che vi partecipano ed il gioco è buono quando si vince e fa schifo quando si perde.
    Tutto il resto serve a riempire le giornate e i giornali in attesa della prossima,almeno
    per me,ovviamente.

    RispondiElimina
  7. Chiarificatore8 marzo 2012 11:26

    Tocca, hai tutte le ragioni del mondo in linea generale, al punto tale che su SKY le guardo, le partite, senza l'audio per non sentire il commento,  lo tengo solo quando c'è il commento di parte che mi diverte proprio per la faziosità, ma dichiarata. Detto questo non puoi negare che con l’approccio catenacciaro d’avvio partiamo sempre male, poi per fortuna il coach è capace a metterci una pezza.

    RispondiElimina
  8. Colonel Blimp8 marzo 2012 11:37

    L'aver predetto la compensazione arbitrale fin dalla domenica scorsa alle 19 e rotti non mi ha evitato la mia personale compensazione col Bushmills a fontanella, ieri sera. Eppure anche noi avevamo da chiagne, per i quattro episodi dubbi e tutti risolti contro di noi col Bologna e per il gol annullato a Cerci con la Lazio. Ma noi siamo signori, che ci volete fare, e signori si nasce. E non uno, dalla Società, che controbattesse la campagna mediatica del Parma durata tre giorni! A domanda specifica in conferenza stampa Delio rispondeva che preferiva non parlare di quelle cose: certo, bastavano e avanzavano quelli del Parma, per parlarne! Nulla è cambiato dai tempi di Cessy Gaury: c'è per noi, nel Palazzo, la stessa considerazione che c'è per l'Italia nel consesso internazionale, come i due marò e Battisti provano. Chi ha il culo flaccido è più facile che se lo ritrovi penemesso, è una vecchia regola. Ma almeno ai tempi di Cessy Gaury l'odiosa imbecillità del nostro demiurgo giustificava il risentimento castigatorio, oggi la potenza economica dei DV, la loro influenza nel mondo dell'informazione, la qualità della loro immagine rendono sorprendente che fra Parma e Fiorentina non si esiti nel far pendere la bilancia per i ducali (rigore sciocco ma netto su Montolivo nel primo tempo, peraltro). Qui è questione di sedia vuota, punto e basta, e in Italia ciò si sconta più che in qualsiasi altra parte del mondo.

    RispondiElimina
  9. TOCCA L'ALBICOCCA8 marzo 2012 11:42

    Ma che noi non si sia dei fulmini di guerra è un dato incontestabile,come la mancanza
    di cambio di passo dei nostri giocatori che ci penalizza specie ad inizio gara.
    Detto questo si ha l'mpressione che questi giocatori,con il tipo di calcio che ha in mente
    e nelle corde Delio Rossi,abbiano poco o nulla a che vedere.
    Da qui forse la sensazione generale,anche la mia talvolta,che si parta con la formazione
    sbagliata,ma andando poi nello specifico ci si accorge che gira e rigira chiunque metti
    le difficoltà rimangono.
    Dispiace perchè con i due punti di ieri e i tre gettati col Lecce saresti stato insieme a Inter e Roma.Poi finivi dietro uguale,però tutto avrebbe avuto un sapore diverso.

    RispondiElimina
  10. TOCCA L'ALBICOCCA8 marzo 2012 12:23

    Anche quello che dice il Colonnello è purtroppo vero e acclarato,urge un cambiamento di rotta pure da quel lato lì.
    Io sono sempre per il modello basco versione San Mamès,il che sottointende che una
    svegliata se la debbano dare anche i tifosi.

    RispondiElimina
  11. Colonel Blimp8 marzo 2012 12:40

    E adesso occupiamoci del pezzo di Pollock: le primarie il PD ormai le perderebbe anche candidando Kennedy a Pescasseroli, figurarsi i suoi uomini-mortorio paracadutati da D'Alema via (Lello) Bersani. L'esultanza di Cerci mi ha commosso, spero che il ghiaccio sia rotto con la tifoseria, che ho sentito sonora in trasferta, dalla televisione, come ai bei tempi (complimenti Tocca!). La trapattonizzazione di Delio è invece un mistero, come la conversione improvvisa di libertini inveterati in altri tempi: purtroppo, a spuntatezza costante, Ciancichella nemmeno ottiene granché sul piano dell'ermetismo difensivo, visto che i gol a bischero presi sotto la sua gestione li prendemmo, in tal quantità e qualità, solo nel ventesimo secolo, a mia memoria. Domenica, considerati squalificati e infortunati, mi sentirei di consigliare, assecondando la vena arrembante di Pollock: Boruc, Cassani, Natali, Felipe, Romulo, Olivera, Montolivo, Vargas, Pasqual, Cerci, Jovetic.

    RispondiElimina
  12. TOCCA L'ALBICOCCA8 marzo 2012 13:04

    Speriamo Colonnello,devo dire che ieri,complice la rabbia per il furto,si è in effetti risentito
    quel qualcosa che mancava da tempo.
    E le frasi irripetibili che si è beccato il signor Rizzoli ti assicuro che le ha sentite,non
    gliene fregherà nulla,ma le ha sentite...

    RispondiElimina
  13. Ciao Tocca,
    è vero ieri allo stadio pochi ma vocianti. Come dicevo nel sito concordo con il DON sull'arbitro soprattutto sulla "preoccupazione" dello stesso. Era evidente che aspettava solo quelo (come direbbe Guzzanti). Concordo con il DON anche sulla formazione per domenica (sto concordando troppo, mica va bene) e rischierei il Felipe ed alternerei il Romulo con Marchionni. Unico errore del DON: Jo Jo non ci sarà quindi sarà Amauri. Ultima cosa TOCCA: arriverò da Barna per vedere la partita con gli schifosimaledettichediolifulminiglivenissetuttoilpeggioinfamiboialadroni. Una birra che la berremo?

    RispondiElimina
  14. TOCCA L'ALBICOCCA8 marzo 2012 16:26

    Coi gobbettini?Birra,caffè,icchè ti pare,dimmi dove e passo a salutarti con piacere!

    RispondiElimina
  15. Of course Tocca. Direi al Marisa, no? E chi ne ha voglia si aggiunga.

    RispondiElimina
  16. Quella domenica sarò in un posto caldo ma questa volta non è il Brasile, mica sempre tocca il filetto! C'è una spiaggia lunga lunga, ma il mare è a qualche centinaio di chilometri. Cavoli miei. Speriamo che non mi rapiscano e portino nel Mali anche me, nel caso spero che la Fiorentina faccia come il Cagliari per la signorina, almeno si ricordi del suo tifoso (mportasega).

    RispondiElimina
  17. Veneto, il programma del 17 è da leccarsi i baffi. Bistecca di giorno e pizza di sera, sperando di aver rallentato parrucchino-Conte! Un abbraccio a Max prima della partita è doveroso. Ci si vede ad ogni cambio Papa. 

    RispondiElimina
  18. TOCCA L'ALBICOCCA8 marzo 2012 21:36

    Io sarò nei dintorni fin dalle 5,5 e mezza,ditemi l'ora e io apparirò dal nulla...

    RispondiElimina
  19. De sabbato, Jorda, de sabbato. Lassa perde a spiaggia chengli rompiamo e corna ai lurridi. Leo c'ho er colesterolo a 300 e manco a dovrei guarda a bistecca.....ma numme frega gnente. Mo se strafogamo.

    RispondiElimina
  20. Il 16 marzo, venerdì, parto per l'Algeria, purtroppo questa volta di botte sono io

    RispondiElimina
  21. Jordan ,l'Algeria l'è un pustazz. Sei un ing, per caso hai a che fare con l'olio nero? Buon viaggio e keep in touch sul blog, s riuscirai a collegarti in quel mare di sabbia. Sulla zingarata antigobba, mi piacerebbe esserci, ma trngo famiglia e il we è dedicato alle mie donne. Ma una volta vengo, lo trovo un modo per venire.... di solito a Firenze porto bene, mai sconfitta ho visto e anche un 2-0 contro la gobba....

    RispondiElimina
  22. Chiarificatore9 marzo 2012 12:42

    Un bel giorno verrò anche io e vi porterò le acciughe sotto sale di Sestri Levante, nel frattempo potreste  per cortesia mandarmi un paio di bistecche di quelle giuste? Crude, poi ci penso io. Grazie e a buon rendere.

    RispondiElimina
  23. Infelizmente sim. Non so proprio se Internet arriverà là perchè non sarò ad Algeri ma in un campo un 500 Km in dentro. Nel caso non state in pensiero, ritorno (spero).

    RispondiElimina
  24. Voçe volta logo Jordan. Nao tem problema. A bistecca gosta assada o "al sangue" ?!

    RispondiElimina
  25. Chiarificatore9 marzo 2012 13:44

    Me la mangerò al sangue, OVVIAMENTE, ma per la cottura non ti preoccupare, l'ho chiesta cruda, sennò si raffredda.

    RispondiElimina
  26. Mamma mia Jordan, occhio ai beduini ed anche ai cammelli. Si dice che in certi momenti non guardino tanto per il sottile. Sia mai che ti vedano come una bella odalisca a poi non mi torni per un 6 mesetti. E poi a chi rompohoglioni io quando si parla di San Cesare? A parte gli scherzi devo dire che a me, personalmente, l'Algeria ha fatto piuttosto schifo ma mi sbaglierò perchè i miei viaggio si llimitano quasi sempre ad alberghi, aeroporti ed aziende. Diciamo che non mi ha suscitato la voglia di tornarci con mia  moglie. Poi tu che sei acostumbrado ao Brasil...........

    RispondiElimina
  27. Cammelli e beduini non rientrano tra le mie preferenze, le odalische magari sì, ma credo che sia bene giocare in difesa laggiù e buttar la palla in tribuna. Spero proprio di rientrare come da programma dopo sette giorni, non uno di più, perchè anche a me l'Algeria ha fatto la tua stessa impressione. Lungi dal venirmi in mente l'idea di portar la moglie, non ci vado volentierissimo nemmeno da solo.

    RispondiElimina
  28. E poi mi fa perdere la Juventus!

    RispondiElimina