.

.

domenica 11 marzo 2012

Il ciclone

Potrebbe essere proprio in Sicilia che Rossi, squadra e tifosi finalmente si incontreranno abbracciandosi, Pieraccioni permettendo o forse proprio grazie a un ciclone. La partita infatti presenta giocatori che per motivi diversi potrebbero abbattersi sulla partita con motivazioni e gesti tecnici importanti, risolverla e riportare a casa brandelli di entusiasmo. In questa area di bassa pressione individuale a livello del mare Cerci potrebbe essere il centro del ciclone, lasciando tracce del suo passaggio con gol e assist, oggi che sembrerebbe davvero la sua partita, dopo averla preparata bene anche con dichiarazioni e gesti che lasciano pensare a una svolta. Oppure solo la desolazione, la solita, del passaggio di un forte vortice d'incostanza che lascia a terra tanta delusione, ma potrebbe essere anche Amauri il ciclone tanto atteso, anche lui determinato ad abbattere a Catania la forza della sua voglia di ritornare al gol, e scaricare finalmente quella benedetta emisfera boreale dentro la porta. E poi Vargas che sembra uscito dal ciclone della sregolatezza dove si era perso, ma dal quale potrebbe uscire definitivamente per tornare a far sentire le sue folate devastanti, e liberare il suo sinistro ai vortici del gol e a mulinellare cross a raffica. E perché no anche quell' Olivera cartellinato di rosso, che gli sarà rimasto sul gozzo, e che vorrà dimostrare di essere la giusta pressione atmosferica su un centrocampo privo di quella isobara decrescente che è Behrami. Squadra tutta e allenatore potrebbero finalmente trovare una quadra e regalarci una vittoria a Catania che non è propriamente terra di conquista, e da dove sarà già complicato anche solo respingere l'anticiclone della squadra di un Montella che si sta rivelando rivelazione. E come diceva il Pieraccioni nel Ciclone parlando della tournè delle ballerine “ Carpi bella però più bella Capri” mi sentirei di dire “Montella bella però più bella Montolivo” perché anche lui prima di andarsene potrebbe lasciare un qualche segno, che so, almeno una pozzanghera.

6 commenti:

  1. La cosa che mi preoccupa di più è la confusione in cui mi sembra piombato Delio Rossi. Oggi, poi come avevo accennato qualche giorno fa, ci è mancato un elemento che dalla panca potesse segnare una svolta: abbiamo sparato (male, cioé senza far gol) nel primo tempo le cartucce e poi siamo rimasti senza. In questo momento poi i ragazzi della primavera sono buttati nell'arena in una situazione abbastanza dura: io eviterei, oggi Acosty non poteva ribaltare l'inserzia. E poi è stato inserito togliendo una punta e lasciando solo Amauri. Il Karja visto negli ultimi 15' è stato pietoso. Vedo in ripresa Vargas, Cerci lo vedevo bene. Maluccio invece Montolivo che vorrei arrembante come contro il Cesena. Lazzari ci fa arrabbiare ma abbiamo di meglio al posto suo?

    RispondiElimina
  2. A dire il vero oggi Lazzari ha fatto la miglior partita che gli ho visto fare in viola. Sinceramente la Fiorentina i oggi non mi è dispiaciuta e se Gamberini non commetteva l'errore del rigore sicuro che minimo minimo non si perdeva.
    Leggo le pagelle sul sitone e mi faccio convinto che Ceccarelli sia molto più efficace a tavola che di fronte ad una tastiera.

    RispondiElimina
  3. Se si sbagliano goal a grappoli e se ne regala uno a partita è inutile piangere e parlare di schemi. Sul sitone ne capiscono come la media dei giornalisti sportivi, cioè una cippa. La nota alla pagella di Amauri (che non ha giocato affatto male) è emblematica, non si può più tollerare che non faccia goal. E allora? Esame di una profondità critica impressionante. Su Lazzari son d'accordo con McGuire e anche Montolivo non ha giocato affatto male. Nel complesso, a parte qualche periodo non si è giocato male, almeno si è capito come ripartire con un minimo di accelerazione. Se poi, solo davanti al portiere, non fai goal devi solo batterti il petto. Se fai due falli idioti in area come quello di Cassani a Parma e quello di Gamberini oggi con chi te la vuoi pigliare?

    RispondiElimina
  4. Montolivo nel secondo tempo, a parte la fiammata finale (speravo in un piedino su cui inciampare per un rigorino equilibratore ma figurati se ci capita...) non ha inciso come mi aspetterei da un giocatore della sua classe, ma siamo alle solite per tutto l'anno ripeteremo questa solfa. E' che pensavo ad un finale di stagione di spessore prima dell'addio, evidentemente ci prenderemo quel che passa il convento (Montoliveto...). Partita di oggi simile a quella di Bologna, giochiamo bene un tempo e poi andiamo sotto. Al primo gol subito andiamo in palla e non riusciamo a reagire. Lo abbiamo fatto con il Parma, davvero scarso dietro, ma con squadre meglio attrezzate fatichiamo. Peccato perchè con Bologna e Catania, due formazioni in buona forma avremmo meritato di non perdere. Sul rigore di Gamberini non so cos'altro aggiungere a Jordan, sono allibito da simili bischerate.

    RispondiElimina
  5. Chiarificatore11 marzo 2012 21:17

    Sono d’accordo con McGuire,  è un peccato davvero,  perché oggi meritavamo molto di più, anche la vittoria e, come nel secondo tempo di Parma, la formazione era quella giusta, la Fiorentina era messa meglio in campo, poi gli episodi e le prestazioni dei singoli hanno rovinato tutto. Orcio, secondo me oggi  Rossi non ha fatto errori, l’unico forse non sostituendo Amauri nel secondo tempo invece che Cerci. Cerci non è stato devastante come a Parma ma il suo lo ha fatto e nel finale poteva essere decisivo. Su Amauri, Jordan,sono d’accordo con quello che scrive Louis nel sitone, l’impressione che ha dato a Firenze è quella di un giocatore finito, speriamo che almeno per i prossimi mesi non sia così.  

    RispondiElimina
  6. Non sono affatto d'accordo su Amauri. Per me è un giocatore che deve ritrovare la perfetta forma fisica ma che ha momenti da grande centravanti. Come si fa posto col corpo, come salta finchè ha gambe e slancio per farlo, come si muove. Certo averlo avuto 4-5 anni fa sarebbe stata un'altra cosa, ma allora costava 25 milioni e 3,5 d'ingaggio. Comunque non credo sia finito, era da mettere in preventivo congruo periodo di rodaggio nel quale, comunque, con appena un po' di culo 3 gol poteva averli fatti. E' anche in un periodo no della sorte, come succede a tutti gli uomini goal.

    RispondiElimina