.

.

sabato 14 febbraio 2015

San Valentino è una festa a rischio colesterolo

E molto probabile che oggi il turnover ci regali nuovi scenari. E il fatto che contro il Sassuolo, malgrado Salah non mangi il maiale, possa comunque dare la mano a chi di solito ha almeno una mamma maiala in famiglia, sarà considerato il nuovo patto del Nazareno. Parentele equivoche dell’arbitro a parte, oggi è obbligatorio vincere. Pur essendo San Valentino ritengo che non lo sia invece amare, mentre vincere si, quello è obbligatorio per certe nostre ambizioni almeno come stirare. Il Sassuolo del resto è squadra che gioca bene e che quindi va presa con le pinze, almeno quanto la moglie, per non fare la fine dell’Inter dove le mogli sono sessualmente vivaci come Wanda Nara. Ci vuole quel giusto atteggiamento che non riguarda certo Osvaldo e Icardi, che secondo la mia sensibilità oltre ai fiori deve prevedere anche una buona dose di pazienza. Per non farsi infilare come fessi. Bisognerà avere pazienza come quando si va al pronto soccorso. E poi colpire. Se è vero che tre è il numero perfetto, vorrei i tre punti, vincere comodamente tre a zero malgrado la difesa a tre e l’assenza delle tre punte. In modo che a cena, dopo che Tommaso mi avrà chiesto “Babbo descrivimi la violenza con tre parole”, possa rispondergli serenamente “Limone nel Campari”. La Rita invece mi farà pesare il fatto che anche a San Valentino avrò amato di più la Fiorentina. Ma ho già pronta la frase ad effetto che ho letto su un muro del bagno di un Autogrill sulla A14 “L’amore è sentirsi dire l’ho già stirato io” (anche se io avrò voluto intendere il Sassuolo e non la camicia per domani). Dopo San Valentino, la vittoria della Fiorentina e il ricongiungimento familiare tra Romina e Al Bano, la serata potrebbe concludersi con un riavvicinamento inaspettato anche tra Fabrizio Frizzi e Rita Dalla Chiesa. Poi magari perde anche il Napoli e allora il riavvicinamento potrebbe coinvolgere anche la classifica con la lotta per il terzo posto. Mi dispiace che a Sanremo abbiano ricordato Pino Daniele e non Mango, lo faccio io pur sapendo che con lui non si poteva fare il guacamole. E’ giusto che per la festa degli innamorati chiuda con un pensiero biologico sull’amore, uno di quelli a km zero, vicino allo zero anche come calorie e contenuti. In modo da evitare il colesterolo dell’anima. Lontano dal mero interesse per il risultato della partita delle diciotto. Mi sento di dire “Mens sana in corpore sano”, precisando meglio che se c’è veramente una cosa che può spingere un uomo a diventare vegetariano è proprio la patata.

103 commenti:

  1. Oggi siete pigri! Svergino il post io allora ( sensazione ormai dimenticata). Partita difficilissima, vincere oggi avrebbe valenza inestimabile.E vi confesso che farò zapping con la primavera.Oggi non mi interessano moduli, atteggiamento e bel gioco, solo i 3 punti. Poeta San Valentino ti ha ispirato alla grande vedo

    RispondiElimina
  2. DKNE1, che saluto e invito sul mio blog che non c'è, io invece sono distaccato, quasi glaciale....8 partite toste di fila ma nella realtà solo 4 sono da "pathos".
    Formazione abbastanza anomala tra centrocampo e attacco, e magari questo neanche starà bene ai soliti che tacciano MONTELLA di essere conservatore; abbiamo rimproverato che faceva poco turnover ma a me sembra una pecca (o Pek) eliminata.

    RispondiElimina
  3. Ecco perché ho girato in lungo e in largo e non ti ho trovato

    RispondiElimina
  4. La Repubblica covo di giallorossi. Io sto con Lotito.

    RispondiElimina
  5. Oggi ho dato via un rene in cambio di un chilo di telline pescate nel Mar Ligure. Poi mi attaccherò a una bottiglia di contrabbando di un rosatello frizzantino senza neanche etichetta, che non vale una sega, ma che in compenso da tanta di quella soddisfazione!!!

    RispondiElimina
  6. In lungo e in largo? Devi andare in alto e in basso.........Lud mi scrive che io con lui sono "altalenante", come se io dovessi sempre dargli contro o sempre in favore....boh....Non sarebbe più un contraddittorio.

    RispondiElimina
  7. Buongiorno a tutti, mes amis, in questa giornata che è, per me, un festival del mix di amori, tra quello della mia vita "normale" e quello dell'altra da "malato", LEI, Viola, vivo un po a metà tra la malinconia e la felicità... Il tutto nella solita attesa emotiva prepartita. E siccome si avvicina la ricorrenza della dipartita a miglior vita di uno dei più grandi Poeti della musica italiana, altro che Sanremo, voglio omaggiarVi di un mezzo inedito... C'era chi, nell'86, insegnava Musica agli americani... @ Village Gate, NY.

    https://www.youtube.com/watch?v=tosXLKPhRdc

    RispondiElimina
  8. Un pensiero per il Valto...



    https://fbcdn-sphotos-e-a.akamaihd.net/hphotos-ak-xfp1/v/t1.0-9/10383122_416889335144621_400570170396075303_n.jpg?oh=c3ee543ef4bff303f921bb6cf3d44a30&oe=554DF1B8&__gda__=1435325219_c29a8a6bc36a9c4ce3939445fb0c7547

    RispondiElimina
  9. GRANDE PAOLINO...



    Oggi è San Valentino, il giorno degli innamorati, e come ogni anno è
    questa l’occasione giusta per dedicare qualche attenzione in più al
    proprio partner. E’ quello che deve aver pensato ieri sera il regista Paolo Beldì per la sua Fiorentina. In diretta su Rai Uno
    nel corso del Festival di Sanremo, è riuscito a far pronunciare, con la
    complicità del presentatore Carlo Conti, un inaspettato “Forza Viola”
    al commissario tecnico della Nazionale, nonché ex allenatore della
    Juventus, Antonio Conte



    “Avevo scommesso con Carlo – afferma Beldì in esclusiva per Violanews.com - che non ce l’avremmo fatta. Adesso mi tocca anche portarlo a cena (ride n.d.r.)”



    Ci racconti un aneddoto che la lega al tifo per la Fiorentina?

    “Credo che il migliore sia questo: io non mi sono sposato perché mia
    moglie è la Fiorentina. Direi che sia il giorno perfetto per fare una
    dichiarazione d’amore come questa”.



    Oggi la sfida contro il Sassuolo, come vede la squadra?

    “Sono molto ottimista per prosieguo della stagione. Stiamo bene e
    penso che la società abbia fatto le mosse giuste. Oggi sarà una partita
    veramente difficile perché il Sassuolo è una squadra organizzata. Non
    sono forti solo in attacco col trio Berardi-Zaza-Sansone, sono bravi
    anche negli altri reparti. Ma sono fiducioso”



    Come ha vissuto la partenza di Cuadrado?

    “Quando arriva l’offerta irrinunciabile non puoi far altro che
    salutare il giocatore. Comunque in attacco ci siamo rinforzati. Sono
    arrivati Diamanti e Salah vero, ma non sottovaluterei nemmeno il ritorno
    di Gilardino. L’ho visto già in buona forma quando è entrato in campo”.



    A proposito di attaccanti c’è da discutere la situazione Babacar che ha il contratto in scadenza nel 2016

    “Sono un po’ stufo dei giochetti di questi calciatori. Voglio poter
    stare tranquillo e avere la consapevolezza che chi è in rosa vuol
    rimanere con grande voglia”.



    Anche alla luce di quanto accaduto con Neto.

    “Neto, Neto, Neto… Non saprei dirle, ma chi è Neto?”

    RispondiElimina
  10. Par Condicio piacentina...

    http://sport.sky.it/static/contentimages/original/sezioni/sport/calcio_italiano/2011/02/03/sport_calcio_italiano_striscione_fiorentina.jpg

    RispondiElimina
  11. E questa è per JO.

    http://corrierespione.altervista.org/wp-content/uploads/2012/07/cognigni.jpg

    RispondiElimina
  12. Siate sereni.......

    RispondiElimina
  13. grazie LOUIS... Già 11 anni, che impressione, me lo ricordo come fosse ieri quel giorno, l'unica volta in vita mia che sono stato davvero male per la perdita di qualcuno che non ho mai neanche conosciuto...

    RispondiElimina
  14. Concentrazione pre-partita.
    http://www.my-personaltrainer.it/anim_respir.gif
    LKJ aiuta..
    https://www.youtube.com/watch?v=IenNSvwNb7k
    'mportante oggi.. molto 'mportante.. Serve la massima concentrazione.

    RispondiElimina
  15. scusate ma LOUIS mi ha stanato, poi vi lascio al prepartita. Guardatevi questa cosa, per chi non se la ricorda, guardatevi il canto del cigno di un campione finito, che ancora una volta sbaraglia tutti solo di classe, rabbia ed orgoglio. Sentite il salto che fa la voce di quello scemo di Bulbarelli quando fa "parte Pantani!", un battito che più di un cuore ha perso quella volta e mille altre, l'irrazionale attesa che chi se n'è andato ritorni, e vinca ancora...
    Buon prepartita a tutti.

    https://www.youtube.com/watch?v=FgioFYNI6zM

    RispondiElimina
  16. Anche El D10S oggi si ricorda del Pirata...

    RispondiElimina
  17. Stemperiamo la tensione DEI prepartita... Bastardi Inside... A domani...

    https://fbcdn-sphotos-g-a.akamaihd.net/hphotos-ak-xfp1/v/t1.0-9/10987404_10204927803988234_1837394778869725385_n.jpg?oh=06cfcc2b98b44775866faf55c134c7c6&oe=554C073B&__gda__=1435270494_dfeef2a3ae69f11ce3cb9936efae118a

    RispondiElimina
  18. LOUIS, c'é anche chi è a suo agio...

    RispondiElimina
  19. Previsione-analisi tattica, in un post unico:


    A me la formazione non piace, con Babacar negato a fare il centravanti. Avrei giocato con Babacar-Gilardino più Diamanti. Vedrò solo il primo tempo, la moglie non mi consente la visione completa. Ma spero che nel secondo entri Gilardino al posto di Salah, per quella che sarebbe la mia formazione ideale e che, in questo modo, la partita si rimetta sui binari giusta. Forza Viola!

    RispondiElimina
  20. Più sinteticamente:


    1o tempo: 2-0 Zazà, Berardi
    2o tempo (se giochiamo con Baba-Gila): 2-2 Baba-Gila

    RispondiElimina
  21. formazione ufficiale:
    Tatarusanu, Gonzalo Rodriguez; Savic, Richards, Pizarro, Mati
    Fernandez, Alonso, Kurtic, Diamanti, Babacar, Salah.

    4-3-2-1, a occhio.

    RispondiElimina
  22. Sì, ma con l'1 davanti che è negato a giocare come unica punta. Speriamo bene.

    RispondiElimina
  23. mah, negato mi sembra una parola grossa, quest'anno ha fatto 5 gol su 5 da punta unica, di cui 4 con questo modulo... Poi concordo che giocare da punta unica già è difficile per Gomez, figuriamoci per Babacar. Ma Diamanti e Salah dovrebbero servire a qualcosa, no? Boh, speriamo e vediamo. Forza viola.

    RispondiElimina
  24. cosa si è mangiato Baba...

    RispondiElimina
  25. te l'avevo detto

    RispondiElimina
  26. Quindici milioni sono un affare.

    RispondiElimina
  27. SALAHHHHHHHHHHHHHHH

    RispondiElimina
  28. un'azione tutta in verticale a coronamento di 20 minuti di possesso giocati tutti in verticale...

    RispondiElimina
  29. Bravo Babacar nell'assist!

    RispondiElimina
  30. GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOL!!!! SALAH!

    RispondiElimina
  31. E dueeeeeeeeeeeeee

    RispondiElimina
  32. Che squadra! E che giocatori!

    RispondiElimina
  33. O stefano se questoun n'è un centravanti io un son vecchio!

    RispondiElimina
  34. Baba puro: controllo, supera l'uomo di fisico, botta perfetta...

    RispondiElimina
  35. GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOL BABA!!!!

    RispondiElimina
  36. vabbé, pure Alonso che fa un tackle perfetto a centro area, ora ci manca solo Kurtic che palleggia e ho visto tutto...

    RispondiElimina
  37. M'è sembrato di rivedere lui, Edmundo.

    RispondiElimina
  38. ah ecco infatti ha subito dovuto fare una cazzata per riequilibrare...

    RispondiElimina
  39. Il Baba... Prima lo strozzeresti. Poi, in due minuti un assist ed un gol.

    RispondiElimina
  40. Salah - Cuadrado: una differenza tattica enorme. Mi ci sono seccato la tastiera a dirlo.

    RispondiElimina
  41. Tipico degli attaccanti di razza......

    RispondiElimina
  42. e in mezzo tra l'assist e il gol un'azione clamorosa con gran tiro parato da Consigli.

    RispondiElimina
  43. Comunque hai ragione, 15 ml sono un affare.
    Forse meglio dire sarebbero.....

    RispondiElimina
  44. Gila ne avrebbe fatti già due. La vera prodezza di Baba è stata il tiro a giro e poi l'assist. Per me è sprecato da centravanti, ma con Salah in stile Edmundo meglio centravanti.

    RispondiElimina
  45. siam venuti fin qua, siam venuti fin qua, per vedere segnare Salah!

    RispondiElimina
  46. E vai Salah facci un go, che poi Firenze esploderà, in un urlo che farà, tremar la terra e il mar....

    RispondiElimina
  47. Pek in evidenti difficoltà fisiche, sostituirlo se ci serve giovedì...

    RispondiElimina
  48. ma Failla non era fiorentino? Cosa gli abbiamo fatto di male? Già domenica scorsa con l'Atalanta ci gufava clamorosamente, oggi rincara...

    RispondiElimina
  49. Uno che sposta in quel modo l'avversario senza far fallo si gira a la sbatacchia dentro in area è un centravanti, il resto son discorsi.

    RispondiElimina
  50. Salah è un attaccante, Cuadrado no, o vaglielo a dire allo svizzero!

    RispondiElimina
  51. Salah è una punta

    RispondiElimina
  52. Sempre sicuri che ci siamo indeboliti a mollare ricciolino per questo?

    RispondiElimina
  53. Lo stop a seguire dopo neanche 2 mintui su quel lancione di quaranta metri con campo scivoloso e difensore alle calcagna è un pezzo da giocoliere e talento assoluto, questo c'ha un potenziale sconfinato, spero solo che la testa rimanga sempre collegata al resto del corpo...

    RispondiElimina
  54. Beh l'intesa che hanno mostrato sti due senza neanche conoscersi mica era tanto prevedibile.....

    RispondiElimina
  55. è quello che spesso succede tra coloro che parlano una lingua aliena, eheheh

    RispondiElimina
  56. Io dicevo di no. Non è una questione tecnica, solo di incastri tattici.

    RispondiElimina
  57. lo hai sentito anche te? Gli hanno fatto il coro di Edi... io sono già in partenza per una casa di cura...

    RispondiElimina
  58. Meno male che non ti avevo letto, STEFANO VIENNA.....altrimenti invece dello 0-3 avrei giocato un 2-0 o al limite un 2-2.....

    RispondiElimina
  59. Failla merda. autocit.

    RispondiElimina
  60. Allah uakbár........ Eheheh

    RispondiElimina
  61. yes, poi l'egiziano mi sembra più risoluto e gioca a due tocchi quando è in zona nevralgica, per me è una dote straordinaria per un attaccante...

    RispondiElimina
  62. notazione tattiche sul cambio di modulo: abbastanza buona la difesa a 4, soprattutto per merito dei due centrali. Alonso e Richards splendidi per le sgroppate sulla fascia, non affidabilissimi in copertura. I due trequartisti Salah e Diamanti danno una verticalità continua alla nostra manovra, rispetto alle tendenze più orizzontali di Valero. In ogni caso è un 4-3-2-1 molto anomalo, perché Baba tende spesso a decentrarsi e a partire dall'esterno, diventando pericolosissimo. Questo ragazzo ha un fisico e dei piedi clamorosi, comunque. È chiaro che col doppio trequartisti Mati sia costretto ad arretrare e si veda un po' meno, ma bene così. Il Pek non sta bene, gioca di mestiere da fuoriclasse qual è ma spero davvero che Montella non gli voglia far fare 90 minuti in queste condizioni, alla sua età, soprattutto in vista di giovedì...

    RispondiElimina
  63. GOOOOOOOOOOOOOOL! ANCORA BABA!

    RispondiElimina
  64. STEFANO, ora però devi ripetere la gufata prima di ogni partita, eheh!

    RispondiElimina
  65. SOPRA....... No dico..... GIÀ SAPEVI e te lo sei tenuto per te?

    Quando ti vedono arrivare alla SNAI tirano giù il bandone......

    RispondiElimina
  66. Solita mezza cagata fra TATA e terzino sx.
    Copione quasi identico.

    RispondiElimina
  67. ........ Al precedente con Atalanta

    RispondiElimina
  68. ragazzi loro giocano su un fascia sola, contro Alonso questo Gazzola pare Roberto Carlos...

    RispondiElimina
  69. alonso non può marcare così

    RispondiElimina
  70. ....E Se Fumarono A Zaza'

    RispondiElimina
  71. Bravi tutti, tecnico in primis. Partita preparata molto bene. Dimostrazione di forza.
    Salah è veloce e dotato: scomparso nel secondo tempo.
    Babacar fenomeno assoluto

    RispondiElimina
  72. Primi quaranta minuti impressionanti.
    Alino un po' sacrificato, però... Salah evidentemente non gioca da tanto. Il Baba è il Baba. Se gli raddrizzano in cervello... Ma chi, Raiola?
    Il Pek, mi sa che la prossima non la gioca.
    Alonso, mi ha fatto ricredere due volte. In bene ed in male. Di testa buono, di corsa ottimo, di piede pessimo, tatticamente disastroso.
    Luke Cage (prima versione), invece... Monthy, consideralo un po'. Magari con il Chelsea facciamo un forfait...
    Qualcuno si è accorto che mancava Borja?

    RispondiElimina
  73. approfitto del momento di felicità diffusa per un interrogativo azzardato: ma voi, in casi di emergenza, l'opzione Diamanti come vice-Pek, come la vedete?
    Baricentro basso, tigna fisica, visione di gioco, chilometraggio: le caratteristiche mi sembra ci siano tutte.

    RispondiElimina
  74. Tatarusanu 6; Richards 6.5, Rodriguez 7, Savic 7, Alonso 5.5; Kurtic 6-, Pizarro 7, Mati Fernandez 6.5; Diamanti 5.5, Babacar 8, Salah 7.5 [Aquilani 5.5, Ilicic 6-, Gilardino 5.5]. Salah Akbar! Salah Akbar! L'egizio appena giunto da Londra come "riempitivo" nell'affare milionario della cessione di Cuadrado si prende la scena, e si cala nella manovra viola come se giocasse qui da mesi. Se si conferma su questi livelli, l'operazione conclusa col Chelsea si dimostrerà grandiosa. Ottima prima parte di gara da parte della Fiorentina, cinica nel colpire e intelligente e fredda poi nell'amministrare, grazie alla superiore tecnica complessiva. Tatarusanu c'è sul palo di Berardi - dettaglio che potrebbe apparire insignificante, ma a me piace che il portiere tenti il tutto per tutto anche quando la palla ha possibilità di esser presa prossime allo zero - esce bene alto, ma non lo vedo sicurissimo sulla palombella di testa dello stesso Berarsi. Sui lati della difesa a quattro, Richards difende bene e si lancia [un po' scriteriatamente] in avanti con poderose galoppate, supplendo a una mente calcistica non eccellente con lo strapotere fisico. Alonso spinge bene, va al tiro [mezza papera di Consigli, che poi rimedia prodigiosamente con riflesso felino su ribattuta di Babacar], ma si fa superare un paio di volte di brutto, venendo ammonito e rischiando a lungo l'espulsione, per giunta perdendosi Berardi nell'azione del gol. Poi si riprende, ma è troppo poco. Al centro, finalmente affiatati Savic e Gonzalo, ottimi negli anticipi, nei recuperi e nella gestione del gioco aereo. A centrocampo giganteggia Pizarro, anche se fisicamente non appare al meglio: gestione scientifica del giro palla, dosaggio musicale dei tempi, fa il lancio per il secondo gol del Baba e si produce in lanci di alta classe. Buono Mati, mentre Kurtic sporca meno del solito la manovra. Oggi è 4-3-3, ma Diamanti largo a destra non va molto, non riuscendo ad affondare il dribbling, né a trovare tiro e assist pericolosi, tranne il sinistro parato da Consigli a partita ormai archiviata. Quando c'era da metter sotto il Sassuolo, però, il suo apporto è stato scarso. Encomiabile per impegno e grinta. Salah fa lustrare gli occhi, invece: mente rivolta alla porta, dribbling e movenze quasi edmundiane [con molta enfasi e ottimismo, d'accordo...], grande propensione alla giocata verticale e ai triangoli alla sudamericana. Rapidissimo a scattare sull'assist di Babacar e freddo, chirurgico nella finalizzazione, ottimo nel restituire il favore. Babacar dà un doppio segnale importante, mostrandosi sempre pericoloso, facendo reparto, e mettendo a segno due gol da grande centravanti. Il nostro futuro è lui, Raiola permettendo. Imballati Gila e Aquilani nel subentro, uno sempre in ritardo sulla linea del fuorigioco, l'altro impreciso nei passaggi. Ilicic non orrendo, fino a che non si produce in una comica, con lui che cerca di sfondare la difesa da solo, finendo oltre il muro dei difensori, con palla lasciata dietro di sé. E ora Londra.

    RispondiElimina
  75. La differenza tra un vero 4-3-3 e uno presunto la fa la verticalità. Con giocatori che puntano la porta e si muovono senza palla è tutto diverso. A cominciare dalla velocità e dal senso del possesso palla. Per onestà, c'è da dire che quando due squadre sono messe a specchio, è più facile che vinca quella con maggiore tasso tecnico, e noi eravamo molto superiori dietro e a centrocampo. Però mi sembra evidente il beneficio portato da Salah, giocatore rapido e capace di dettare e aprire molti corridoi di passaggio e dotato di un'idea di gioco di squadra molto forte. Cuadrado non era più scarso, era semplicemente fuori posto e ormai inquadrato mentalmente verso un ruolo di attaccante nel quale credo ci si vedesse lui in primis. Sbagliando.
    Il primo tempo di oggi ci ha mostrato una squadra corta, organica in tutte le fasi, capace di aprirsi con pochi passaggi, sempre con la porta come bersaglio.
    Quando si gioca così, con quella velocità, inevitabilmente gli avversari sono costretti ad allungarsi, liberando campo per i nostri centrocampisti. Primo tra tutti il Pek, che ha avuto, finalmente, più possibilità di scelta senza forzare.
    Tra i singoli:
    Magnifico Savic, come da un po' a questa parte, capace di essere presente fisicamente e con la testa dalla parte più debole dietro.
    Alonso ha una difficoltà nel capire le distanze al momento che lo rende anello debole dietro. Potrebbe compensare con maggior vigore negli interventi, ma lo fa a tratti.
    Pek semplicemente di un altro livello.
    Diamanti duro e puro. Nel secondo tempo retrocede spesso a fare il quarto di centrocampo, togliendo un appoggio a destra ma aggiungendo densità dove poteva servire.
    Baba da sempre la sensazione di pericolo per gli altri. Qualità che hanno solo i grandi.
    Salah non ha sbagliato un pallone. Niente. Riuscendo a sgrezzare anche qualche sbaglio dei compagni. Quindici milioni sono pochi.

    RispondiElimina
  76. un inno

    https://www.youtube.com/watch?v=8HOlWFkJjqY

    RispondiElimina
  77. San Valentino, vittoria per Vincenzino....
    E nonostante la festa pagana non facciamo il famoso regalo, cioè il primo tempo. Squadra per un'ora spettacolare, veloce, in continuo pressing e con aggressività sintomo di buona condizione.
    All'inizio un po' di tempo per prendere le giuste distanze tra Senegal ed Egitto, poi é Mal d'Africa per chi non possiede questi due gioielli, uno nostro è uno prestato.
    Savic e Gonzalo sono cerniera provata, Mati oscuro ma di raccordo, Pek sublime; Kurtic meglio nella ripresa, logicamente poiché c'é da randellare e tamponare.
    Propulsione buona di Alonso e Richards ma in ripiegamento soffrono un po' troppo.
    Le geometrie sono veramente variabili, grazie ad un Salah scheggia impazzita ma più disciplinato e proficuo di Cuadrado (duole dirlo ma abbiamo più ordine...o non duole dirlo?!).
    Senza Gomez, Basanta, Joaquin, Valero oggi é sembrato che per la prima volta dopo 5 (cinque) anni il mercato invernale abbia veramente rinforzato la squadra viola!
    Altolà a chi, al solito, dirà che era il Sassuolo...gli emiliani in casa concedono poco o nulla (solo il Napoli vittorioso al Giglio).
    Continua la striscia positiva dopo Parma, ora speranze nel Palermo.
    Il Sassuolo? Un'ora senza poter uscire, poco o nulla in attacco...molto fumo.
    TATÁÁÀ 6: sembrava battuto sul palo di Berardi, sembrava disorientato sul gol loro.

    RICHARDS 6+: un rullo compressore, se non esistesse la "sua" fase difensiva (interpretata in modo arbitrario...) sarebbe un Roberto Carlos anglicano. La diagonale sul gol sembra non interessare proprio l'inglese...

    ALONSO 6: elegante, movimenti scontati ma efficaci in avanti. Soffre Berardi.

    GONZALO 7: tre chiusure da manuale, incolpevole sul gol. Ottimo semi-regista.

    SAVIC 7: studia e applica ciò che Gonzalo gli insegnava, ora va da solo e tiene anche,da solo, le redini.

    MATI 6+: come previsto da me é a destra, sacrificato in lavoro sfibrante in fase di non-possesso e di riacquisizione della pelota. Propone ma Salah toglie spazio alle sue progressioni; esegue bene gli ordini di scuderia, alla fin fine.

    PIZARRO 7: altra lezione a chiunque intenda intraprendere la carriera di regista; efficace anche in contenimento, senza tirare mai dietro la gamba.

    KURTIC 6+: primi 25 minuti da querela, con 5 palloni sbagliati...ma non é un tenore! Dopo il gol si capisce a cosa serva uno come lui, pronto a contrastare e lottare.

    DIAMANTI 6,5: alcuni cartelloni a bordo campo pubblicizzavano dei diamanti, e quindi era già sulla buona strada. Pochi tocchi ma sapienti, disorienta spesso gli avversari per poi iniziare ad andare in riserva. Ottimo acquisto, meglio del previsto. Sublimi i duetti con Salah.

    SALAH 7: pressa, segna, si propone, taglia, dribbla, perde poche palloni, va alla riconquista....Possibile? Oggi si, sembra di un'altra categoria. In debito di ossigeno prende la sua standing ovation.

    BABACAR 7+: il nostro pummaró ciondola e sembra anacronistico sulle geometrie ma quando deve fare l'uomo d'area dimostra perché Raiola lo vorrebbe nella sua scuderia. Puledro.

    Aquilani 6: bentornato, un'altra alternativa per Monty.
    Ilicic 6: così...
    Gila:s.v.

    MONTELLA 7: cosa rimproverare oggi al mister? Che l'avversario era il Sassuolo? Che ci siamo "abbassati" dopo un'ora? Bella mister!!

    RispondiElimina
  78. Il Napoli fatica un po' ad alzare la difesa

    RispondiElimina
  79. Oooops....la diagonale è stata sbagliata da Alonso, non Richards.

    RispondiElimina
  80. Siamo a -4 dal terzo posto...?

    RispondiElimina
  81. POLLOCK, quando hai tempo, in mezzo all'addizione di gas al vino, mi (ci) riepiloghi la striscia di MONTELLA tra campionato e coppa Italia? Grazie...

    RispondiElimina
  82. Jingle, Kurtic non ha demeritato me io credo che questa squadra possa permettersi anche un centrocampo tenorile al completo. Il presupposto obbligatorio, oltre alla forma fisica ottimale, è il mantenimento costante delle distanze giuste. Le quali permettono di pressare senza sfiancarsi, perché su porzioni di campo meno vaste, e di contenere con le spalle coperte da gente vicina in seconda battuta. Io credo che mantenere una squadra corta sia un compito che spetta molto di più, paradossalmente, agli attaccanti. Oggi hanno saputo andare negli spazi e ripiegare e sono stati pericolosi e anche contenitivi. Diamanti-Hagi è paragone brillante per veridicità. Tra Alino e Gheorghe ci sono molti punti di contatto a livello tecnico e d'intelligenza.

    RispondiElimina
  83. Tenere la squadra corta dipende dagli attaccanti quando ci attaccano gli altri, dai difensori quando si attacca noi.

    RispondiElimina
  84. certo. infatti mi riferivo a quello parlando della tenuta dei tre tenori in questo modulo. In una situazione del genere, con gli attaccanti a tener corta la squadra, in fase di non possesso, potremmo anche permetterci un trio più tecnico a centrocampo.

    RispondiElimina
  85. diciamo che potremmo permettercelo con Aquilani e Valero in forma, e quindi in grado anche di difendere. Mati in questo è un po' meno utile.

    RispondiElimina
  86. 3-0 si potrebbe iniziare a pensare che..

    RispondiElimina
  87. picchia per noi, Beppe Iachini!

    RispondiElimina
  88. Il primo anno di Montella si giocava con Borja, Pizarro e Aquilani e lo si faceva.

    RispondiElimina
  89. Più che altro mi sembra li faccian morbidi, però un pensiamo nulla

    RispondiElimina
  90. sì, però prendevamo pure dei bei gol, e in un anno in cui Aquilani e Valero stavano da dio anche in fase difensiva... Non dico che non si possa. Dico che se si fa, siamo piuttosto fragili. Ma lo dovremo dare, in ogni caso, perché l'unico interditore che abbiamo è Kurtic, e non è all'altezza, per cui il problema non si pone.

    RispondiElimina
  91. si prendevano goal anche perché c'era un portiere popone ma s'è fatto 70 punti

    RispondiElimina
  92. dedicata a Mohamed e Khouma!


    https://www.youtube.com/watch?v=QMS5vKarzO0

    RispondiElimina
  93. Andata..

    #SquadraPG





    PT



    1

    Non ci interessa

    22







    53



    2

    Roma

    22







    46



    3

    Napoli

    23







    42



    4

    Fiorentina

    23







    38


    5

    Sampdoria

    22







    35

    RispondiElimina
  94. Nooo, è venuta malissimo, scusate.

    RispondiElimina
  95. Non so se gliel'hanno fatto, ma se continua così, si potrebbero anche scomodare gli dei.

    RispondiElimina
  96. Ma io ci credevo veramente, infatti non scommetto mai.

    RispondiElimina
  97. Correggo, ho rivisto il goal del Sassuolo, di Berardi, e Tata mi è sembrato molto meno colpevole di quanto alla prima impressione. In realtà uscire era difficile e sulla palombella non c'era molto da fare, era fuori portata. Gli tolgo il "-", sufficienza piena in una giornata con poco lavoro.

    RispondiElimina