.

.

mercoledì 4 febbraio 2015

Che sete!

Uggioso e tattico il primo tempo che ha visto negli ultimi trenta metri una Fiorentina imprecisa e una Roma inconsistente. Piove sulla serata di coppa un inevitabile zero a zero. Secondo tempo invece bellissimo, lancio splendido di Badelj, uno squarcio di calcio nitido in mezzo all’umidità  della capitale, poi cross di Pasqual e Gomez a far saltare il banco. Tedesco che ci prende gusto e affonda la Roma portandola dritta dritta verso la contestazione sotto una Sud arrugginita come una vecchia Alfa fabbricata nello stabilimento di Pomigliano d’Arco. Forse con un centravanti che finalmente la mette dentro anche la manovra troverà il suo naturale sbocco. Sbocco di sangue, invece, quello che sfocia dai cori giallorossi alla fine della partita. Forse Diamanti vale più di quello che avevamo pensato, tramortiti dalle aspettative per il grande nome che non arrivava. Forse anche Ilicic potrà tornare utile alla causa se l’atteggiamento sarà quello che ha messo ieri quando è entrato in campo. Nel secondo tempo la squadra è cresciuta molto dimostrando di non avere nessun problema di preparazione, a meno che Montella non alleni anche la Roma che mi è sembrata molto più sulle gambe della Fiorentina. I singoli, grande Pasqual che si accanisce sulle macerie di Maicon, Badelj tocca un miliardo di palloni anche sbagliandone molti, ma fa gioco, forse andava aspettato con più serenità di giudizio il suo inserimento nel campionato italiano, insomma, probabilmente era stato bocciato troppo frettolosamente. Savic perfetto anche nelle dichiarazioni d’amore alla Viola post partita, bene Tomovic che annulla Ljajic e Basanta più preciso del solito. Bravo ancora Tata che sembra ogni partita sempre più padrone della sua area. Bravo perché non era facile sostituire Neto, e farlo con questa autorevolezza. Bravo Vincenzo e complimenti per l’ennesima vittoria in trasferta, questa volta sbancando l’Olimpico in una partita da dentro o fuori. Brava la squadra che non sbaglia niente ed evita l’imboscata dei supplementari. Mi è piaciuto soprattutto Diamanti perché è arrivato con lo spirito giusto, un giocatore che oggi sopperisce alla mancanza di condizione fisica grazie alla grande personalità, insieme alla capacità di velocizzare il gioco là dove prima c’era ristagno, forse anche per questo, e lontano dallo psicodramma della cessione di Cuadrado, il mercato della Fiorentina, almeno in città, va riconsiderato. Sapendo che il Gila è una garanzia come un Rolex, e in attesa di Salah che ieri sera Pradé ha definito un giocatore molto importante, e poi c’è Rossi che purtroppo va considerato sempre l’acquisto più importante. Le premesse ci sono tutte per disputare un grande girone di ritorno, e avanzare il più possibile nelle coppe. E’ stato bello dare una lezione di calcio alla Roma sotto la loro pioggia, dove di solito non perdono, dove di solito non vinciamo, ed è bello essersi regalati la doppia sfida sempre piena di significati contro la Juve. Via si parte, il carro è pieno e io oggi sono a Innsbruck, poi in serata vado mangiare qualcosa e a festeggiare la vittoria sulla Roma, ubriacandomi. E prima di stordirmi coi malti e i luppoli di un birrificio artigianale, voglio ricordarmi di quando sono stato con Tommaso alla presentazione di Mario Gomez, che non era un miraggio di campione. In Maratona faceva un gran caldo. Che sete. Allora bevo felice.


188 commenti:

  1. Oggi non potrò partecipare alla discussione, aggiungo all'editoriale solo il commento di Marco Bucciantini, che stimo:

    "Il doppio regista per disorientare il pressing di Nainggolan…per avere una linea di passaggio da lontano, senza avanzare e andare incontro alla mediana della Roma. Il primo passaggio "lungo" sempre verso sinistra, dove Pasqual (capitano, mio capitano) aveva 10 metri di vantaggio su Maicon.
    Mi sono ri-innamorato di Montella".

    RispondiElimina
  2. Buongiorno a tutti i semifinalisti..ieri poi ho staccato altrimenti sarei intervenuto a scagionare coloro che si sono sentiti chiamati in causa dalle parole del Pollock..penso si riferisse a me con quella frase sull' inizio secondo tempo...il fatto è che il primo mi aveva fatto davvero alterare (cosa che moooolto raramente mi succede), inoltre arrivava appena dopo questo mercato, inoltre tutti gli anni i miei amici suonano le trombette e io, per fare la figura di quello sportivo, sorrido ma vorrei gli scoppiassero in faccia, inoltre odio i Fratelli e non trovo un aiuto, un medicinale, un santo che riesca a farmela passare, inoltre io se non esterno sto male dentro e vomito, inoltre mi piacerebbe un giorno vedere scritto 502..e solo con la rabbia si arriva al traguardo.Pollock, calunniami e diventerò uomo.

    RispondiElimina
  3. Volevo parlare un po' di Roma, il fulgido esempio che sul sitone additano per la Fiorentina. Oltre alla difficoltà delle tre (ora due ahahah) competizioni parallele agli infortuni (ma su quelli non siamo secondi a nessuno) un punto di arretramento della Roma è dato dall'assenza di Benatia (che partiva solo a 60 milioni, poi diventati 30 nelle ultime settimane di mercato). I greci arrivati non sono in grado di sostituirlo alla pari, la manovra della Roma riparte più lenta. Questo alla faccia degli utenti del sito, che mi dicono sempre che alla Roma basta vendere un paio di giocatori per rientrare nel fair play. Si, d'accordo, ma così molto probabilmente si indebolisc ,non è che Sabatini è il re taumaturgo che trasforma Manolas in Benatia con la sola firma del contratto. Gli è andata di lusso con Lamela e Marquinhos, sostituiti con Gervinho e Benatia, ma non è che sempre ti vada bene.
    Au revoir

    RispondiElimina
  4. When the dinos rules the world!!!! W le risorse male allocate.
    Non è un chiodo fisso ma il minchione mai falla occasione per riscoprirsi idiota.

    RispondiElimina
  5. Sono arrivati in vetta al K2, poi l'Everest, la Luna e Marte, l'ecstasy, il viagra, l'intelligenza, lud, cosa vuoi che sia un 502.

    RispondiElimina
  6. CORTO, Sabadini dovrà essere molto bravo a giugno, visto che ci sono da riscattare (lo faranno?) Astori (8 milioni?), Ibarbo (13 cocozze), Nainngolan (12 meloni?), Paredes (5?) e tornerà alla base Destro (il Milan tirerá fuori 15 milioni? Noooooo....).
    Oppure....finanza creativa...

    RispondiElimina
  7. Da Violanews:

    La Fiorentina ha comunicato in nottata la nuova lista Uefa. Vengono inseriti Mati Fernandez, Joaquin e Salah (maglia numero 74) al posto di Cuadrado, Marin e Kurtic. Rimangono fuori, dunque, Gilardino e Diamanti, oltre a Rosati. Confermati Ilicic e Neto. Ricordiamo che erano possibili soltanto 3 cambi rispetto alla lista consegnata a settembre.



    Ecco l’elenco in ordine alfabetico:

    Marcos Alonso (28), Aquilani (10); Badelj (19), Basanta (19) Fernandez Matias (14); Gomez (33); ‎Joaquin (17); Ilicic (72); Lazzari (32); Neto (1); Pasqual (23); Pizarro (7); Richards (4); Rodriguez (2); Rossi (22); Savic (15); Tatarusanu (12); Tomovic (40); Valero (20); Vargas (6) ; Salah (74)

    Lista ordine alfabetico (Lista B)

    Bangu (37); Bernardeschi (29); Gigli (36); Babacar (30); Lezzerini (24); Mancini (34); Minelli (43)

    RispondiElimina
  8. Ma Radja e Astori non li avevano già pagati ?!

    RispondiElimina
  9. Speriamo nella magistratura.. Tanto lo stadio il comune lo fa costruire anche con il rischio alluvionale segnalato dall autorita' fluviale.
    Astori non lo riscatteranno, credo ma tanto hanno gia Spolli...

    RispondiElimina
  10. mi pare la scelta più logica. Come dicevo l'altro giorno con STEFANO, credo che Salah possa essere più utile per l'EL, con gli ampi spazi che ben conosciamo, piuttosto che per le difese asfittiche del campionato italiano, a cui dovrà adattarsi con calma. Salah in Europa, Alino in Italia, mi sembra una scelta logica. Peccato per Gila, le cui zampate fanno male su ogni campo...

    RispondiElimina
  11. No Zeman, non ricordo davvero chi scriveva cosa (a parte Lele ah ah). L'Arno è meglio del Po. Secondo caffè.

    RispondiElimina
  12. Consapevole di perdere quell'1% di simpatia che forse Zeman aveva nei miei confronti pongo alla vostra capace attenzione le seguenti considerazioni,da un punto di vista societario(lasciando stare le eventuali pecche di Montella e non volendo dare alibi a nessuno):i DV mettono mano al portafoglio e comprano Gomez.Quel Gomez visto nelle ultime partite(killer implacabile in area di rigore),quello che era sempre stato in carriera.Chiesto,desiderato e "quasi" imposto da Montella(che ripetutamente,a domande precise su cosa mancasse alla Fiorentina per diventare grande,ha sempre risposto "qualcuno che la butti dentro,qualcuno che faccia gol brutti");nonostante le mistificatorie e grottesche lamentele provenienti dalla Svizzera, ove si voleva far intendere,in netto contrasto con la verità oggettiva,che Gomez fosse stato imposto allo stesso allenatore, quasi a fargli dispetto;ove si farfugliava che fosse stata la società a volersi sbarazzare di Jovetic,Lijaic ed ultimo Cuadrado( contro ovviamente la volontà dei giocatori stessi,dei procuratori che anzi quotidianamente pregavano ADV di non venderli).Insomma un delirio totale.Tornando a noi,la considerazione è: se non si fossero fatti male prima Rossi e poi Gomez,mancando praticamente sempre,dove saremmo oggi?I programmi,il progetto,le ambizioni nostre(tifosi) e degli stessi proprietari, sarebbero stati raggiunti?Sicuramente ci saremmo stati molto vicino.Ed a conferma di quanto scritto,la dimostrazione viene proprio dalle nostre avversarie.La Roma senza Jervighno ha smesso di essere quella dell'anno scorso(la crisi è cominciata con la partenza per l'Africa);la Roma con un poco di infortunati(Strootman,DeRossi,Castan,Iturbe) balbetta.Normale che sia così.E se a Napoli si facessero male Higuain e Callejon?Alla Juve Tevez e Pogba?Questo per dire che i punti li portano i campioni;e che se i campioni vengono a mancare non puoi avere lo stesso rendimento.A Firenze soprattutto(rispetto a chi fattura 2-3-10 volte più di noi),non puoi permetterti delle riserve che per lungo periodo non ti facciano sentire la mancanza di Gomez e Rossi.Non ce la farebbero nemmeno le "big" a sopperire l'assenza dei campioni,figuriamoci noi.Quindi secondo me,il progetto che tanto suscita ilarità(specialmente nel sitone),tanto ilare non è.Alla fin dei conti,a squadra completa,probabilmente saremmo a parlare di tutt'altro.Certo,che a fronte di questi nefasti eventi,la dirigenza avrebbe potuto (e dovuto) far meglio;questo è lapalissiano.Ma il punto di partenza è che a monte era stata costruita una squadra forte,fortissima(ma migliorabile senz'altro).Molto più di quanto,oggettivamente,una piazza come Firenze avrebbe potuto sperare(in relazione ai soliti dati,bacino utenza,diritti TV etc etc).Ed il progetto,con i due titolari non infortunati,probabilmente ci avrebbe portato in CL(oltre al furto rossonero).La conseguenza sarebbe stata incassare molto,molto di più;avrebbe significato avere visibilità internazionale ed appeal nei confronti di alcuni giocatori(Verratti ad esempio?).E questo,come conseguenza diretta,avrebbe "costretto" i Dv ad investire(avendone possibilità) cifre ben più cospicue.

    RispondiElimina
  13. Eh, Gila dei tre è quello con maggiore esperienza ma abbiamo già due centravanti nella lista, per cui la scelta era fra Alino e Salah e fra i due bisogna dire che l'egiziano, anche se di nove anni più giovane, ha più esperienza di Coppe Europee, sia col Basilea che col Chelsea. Poi, come dici tu, negli spazi più larghi che troverà in Europa avrà la possibilità di far valere la sua velocità.
    In pratica nella lista abbiamo:
    1) come centrocampista Mati al posto di Kurtic;
    2) come esterno Joaquin al posto di Cuadrado;
    3) come trequartista Salah al posto di Marin.
    Sul punto 1) siamo migliorati, sul punto 2) considerato come sta giocando Joaquin non siamo peggiorati e sul punto 3) vedremo, ma quantomeno ne abbiamo uno sano.

    RispondiElimina
  14. non montatevi troppo la testa, ché la Coppa Italia è cosa sua...

    RispondiElimina
  15. Che penna Bucciantini

    RispondiElimina
  16. No, io non me la monto. Ho scritto sul sitone, un paio di giorni fa che le nostre possibilità di vincere la CI si aggiravano attorno all'1%, considerando Roma, Juve e Napoli. Oggi le percentuali sono aumentate (10%?), ma non di molto. La rometta di questo periodo era lo scoglio meno aguzzo.
    Però essere stato ad aspettare con il mazzolino, davanti alla fermata, alla fine ha pagato. Due anni di attesa, o giù di lì. Fiori appassiti, al limite della decenza. Glieli ho dati lo stesso. Lui ha capito.
    Diamanti? Il discorso è complicato ed andrebbe fatto più in là... La viola senza Cuad è peggio, non meglio. Però ha le idee più chiare. Nessuno intasa la zona di nessun altro. Il Pasq arriva sul fondo, Joaq idem. Il Diam, sapendo fare la "falsa" seconda punta, ovvia con il mestiere alla cilindrata ridotta ed al carburatore sporco. E loro, a differenza di altri, sanno dove andare. Se poi c'è chi ne butta dentro due su tre, siamo a posto.
    Pero non montiamoci la testa, come dice il Val. Le tre punte romane, luddescamente schierate, ci hanno dato tanti problemi. Buon per noi che abbiano avuto la stessa precisione, con i piedi, di un rinvio di Neto. Ed anche l'Ibarbo mezzo sgonfio di ieri ha fatto vedere i sorci verdi alla difesa intera, nonostante la condizione precaria, sua e della Roma.
    Avanti, c'è posto. Alla fine l'abbiamo messa, la tigre (non più di marmo), nel motore. E la prossima volta fiori freschi, miscredenti. Tanti ruggiti a tutti.

    RispondiElimina
  17. LJUKA, ieri abbiamo sofferto Ibarbo un po' perché inserire un attaccante velocissimo a un quarto d'ora dalla fine metterebbe in difficoltà chiunque, un po' perché quell'ingresso ha permesso allla Roma di fare il suo classico gioco "palleggio sulla trequarti finché non si inserisce Gervinho e lo lancio" su cui campa da mesi. Fino a quel momento l'attacco della Roma sembrava il nostro nelle partite peggiori: possesso, palleggio, e nessuna idea per passare la difesa...

    RispondiElimina
  18. Beh aver preferito Salah sia a Diamanti che a Gila che a Kurtic senza ancora aver mai visto l'egiziano in allenamento... Spero che la scelta sia stata fatta con cognizione di causa, perchè se Salah venisse "subito impiegato" come successo a Marin, Richards e qualcun altro, sarebbe un altro posto in lista bruciato per nulla.
    Poi in porta, se Tata avesse un raffreddore, ci toccherebbe o riesumare Neto o buttarci Lezzerini

    RispondiElimina
  19. Avremo anche sofferto Ibarbo e la sua velocità, ma ieri questo colombiano mi è sembrato molto confusionario. Personalmente, ho capito che avremmo vinto nel momento in cui Totti è uscito ed è entrato lui.

    RispondiElimina
  20. Riesumiamo Neto.
    Di Salah mi sembra che abbiano molta fiducia e poi, come nota Valto, è più abituato a giocare in Europa che in Italia

    RispondiElimina
  21. Vero. Però si sono presentati diverse volte, davanti al Tata. Vari eventuali, sparacchiando un po' dappertutto, ma ci sono arrivati. Nonostante quel che pensa il Gat, Gonzalo ci serve ancora. E sulle fasce abbiamo sofferto troppo, secondo me. Finché la Roma non è scoppiata.

    RispondiElimina
  22. stefano vienna4 febbraio 2015 11:07

    La gara di ieri mi ha lasciato un dubbio e una certezza.


    Il dubbio è se Savic non debba prendere il posto di Gonzalo al centro della difesa a tre. Sembra molto più a suo agio da comandante che da assistente al comando.


    La certezza riguarda Valero. Anche Badelj è più decisivo dello spagnolo.

    RispondiElimina
  23. DKNE1, che saluto e invito come sempre (uuuhuuuuu....l'é spari' il rossocrociato, o quasi), condivido il tuo posto, essendo un Montelliano, un Dellavalliano, uno stanaLele.....ahahahah ahahahah ahahahah...
    La tara che comunque "salva" MONTELLA é che solo in pochissime,mirare occasioni ha avuto a disposizione i due attaccanti sui quali poggiava e continuerà a poggiare il progetto. È il progetto c'é. Mi avete convinto proprio voi, tutti, che c'é un progetto.
    Saremo di nuovo tra le prime 2 (o 4) in Coppa Italia, senza che alcuni dicano "Ma con chi ha giocato la viola?", certo non con Parma o Inter!.....
    Saremo tra le prime 4 in campionato e allora si riparte da li, proprio dal 4o posto che schifiamo (non io).
    La Fiorentina si é stabilizzata economicamente (più o meno), stabilizzata anche come livello di classifica...ora la spinta, alla quale credo.

    RispondiElimina
  24. La stabilizzazione dei precari

    RispondiElimina
  25. Come noi per due anni....

    RispondiElimina
  26. VITA, sulla sua valutazione ti ha risposto il Sopra, non ricordo dove. Anch'io, quando i miei clienti non battono ciglio sul prezzo, tendo a preoccuparmi. Potrebbero non pagare. Ibarbo può anche essere valutato più di Messi, tanto non verrà riscattato.

    RispondiElimina
  27. Contro l'Inter il vero Ibarbo...ahahahah ahahah...don't shot to the red-cross!

    RispondiElimina
  28. Diciamo che sarebbe anche l'ora.
    A proposito dov'era Astori sul secondo goal? A fare la spesa?

    RispondiElimina
  29. Poi che astori (e gufi), direi allocchi (volatile fesso per nomea ma non é così....Astori si!)

    RispondiElimina
  30. stefano vienna4 febbraio 2015 11:26

    Gli spingitori li avevano presi, uno pare sia finalmente tornato, l'altro pare che torni fra un mese...

    https://www.youtube.com/watch?v=_-dTZ_TFaS0

    RispondiElimina
  31. ..dimmi che mi hai calunniato...cazzo..dimmelo...ne ho bisogno...

    RispondiElimina
  32. La Roma ieri era senza attacco

    RispondiElimina
  33. Se vogliamo essere obiettivi stavolta Montella l'ha preparata bene tatticamente.
    È vero che nel primo tempo tranne l'azione dell'eurogoal di Alino non si facevano più di tre passaggi di fila, ma stavolta gli esterni hanno coperto bene impedendo che i centrali si trovassero 1 vs 1.
    Le palle lunghe verso sinistra non erano casuali. Manuel sta bene fisicamente.
    La squadra è alleggerita dall'ingombrante presenza dello Special Juan e piu' responsabilizzata soprattutto Gioacchino. Ora ha il posto assicurato

    RispondiElimina
  34. stefano vienna4 febbraio 2015 11:26

    Ad essere scaramantici, la prossima volta speriamo faccia freddo.

    RispondiElimina
  35. Anche la mia

    RispondiElimina
  36. Io in generale ho capito poco l'arrivo di Ibarbo alla Roma e la sua valutazione così alta, erano anni che giocava nel Cagliari e mi pare non avesse mai fatto chissà cosa, salvo qualche sporadica azione personale dalla metà campo alla porta

    RispondiElimina
  37. ..scrivo anche da questa parte qual'è il mio pensiero visto che l'ho scritto dall'altra parte e poi sembra che abbia due facce, cosa che più mi infastidisce.La vittoria di ieri è stata bella e goduriosa come tutte le vittorie, certo c'è quella che risalta maggiormente perchè l'avversario è questo o quello, quella di ieri è stata di prestigio.Detto questo, a mio parere, il nostro futuro è quello di ieri l'altro e se ieri l'altro eravamo in 32 a mazzolarci i testicoli, non vedo come due gol e un passaggio alle semifinali, possano trasformare il letame in oro.Il mercato di Gennaio non ci ha detto che sono stati commessi errori, ci ha semplicemente fatto capire quale sarà il nostro futuro.I gol di Gomez non cambieranno quel futuro.Questa è la mia idea.

    RispondiElimina
  38. Sì certo, Ibarbo è così. Corre come un pazzo, ma fa anche casino da vendere. L'abbiamo sofferto. Questo un po' mi preoccupa.

    RispondiElimina
  39. I gol di Gomez stanno cambiando il presente, infatti.......dos tantos all'Atalanta, dos tantos alla Lupacchiozza.....a me sembra che cambi proprio molto.
    Ah, dimenticavo...un altro gol alla Roma in campionato; può essere come durante la Bati-era: con lui, Gomez, partiamo un gol avanti.

    RispondiElimina
  40. Per me era troppo freddo ieri per cercare di andare allo stadio. Certo è una vittoria particolarmente goduriosa per uno come me che all'Olimpico ne ha ingoiate parecchie a cominciare da quel 4 a 0 con tripletta di Carnevale.
    Alino Superstar è il mio nuovo mito. Quanto a Ilicic, giocherà e pure parecchio nonostante tutto. Il turn over è l'unica via di salvezza

    RispondiElimina
  41. La Roma non ha mai raggiunto il fondo per crossare o fare tagli. Tattica, Watson, tattica....
    La Roma non ha mai preso d'infilata la difesa, Watson....
    E se la giustificazione sono le assenze, be' MONTELLA ha finito il primo libretto delle giustifiche!!!

    RispondiElimina
  42. Sì. I primi piani danno ragione al Lombroso

    RispondiElimina
  43. Adoro il pioniere della scientifica applicata ai cadaveri/omicidi......! Ottimo!

    RispondiElimina
  44. stefano vienna4 febbraio 2015 12:27

    Diamanti dovrebbe giocare al posto di Valero. Almeno spero che succeda quando tornerà Rossi.

    RispondiElimina
  45. Aggiungerei che al tedescone ora potrebbero arrivare più palloni e più "variati". Il culone la palla in profondità la sa mettere, s'è visto. E sa anche proporsi al tiro. Se il culo scende e la condizione sale, potremmo anche vedere un Diamanti similbologna. Pasqual crossa preferibilmente alto (anche se ieri è andata diversamente, però nessuno mi toglie dalla testa che l'abbia un po' ciabattato, il traversone del gol) e Joaquin invece punta l'uomo e passa corto o arriva sul fondo e aspetta il taglio sul primo palo (non per Gomez, direi... nessuno mi toglie dalla testa che il crucco preferisca i traversoni da sinistra). Resta da decidere se Borja si adatterà bene, a stare a cavallo del fosso. E se Mati diventerà ancor più centrocampista. Finale sul doppio regista: non male, il Badelj-Pek: per squadre non troppo assatanate potrebbe anche essere riproposto. Anche se Montella ha in testa qualcun'altro-Pek, secondo me (Aquilani? Mati?).

    RispondiElimina
  46. I lanci lunghi verso un altissimo Pasqual sono retaggi del primo anno montelliano, nel quale questa soluzione era poco capita dagli avversari.
    Io credo che abbiamo vinto la partita quando abbiamo consegnato loro il pallone. La Roma ha bisogno di spazio per distendersi, perché alla fine è una squadra che fa contropiede. In maniera elegante, a volte divertente, ma contropiede. Mettendogli in mani il pallino del gioco, si sono smontati. Loro fanno molto possesso palla, ma è diverso dal nostro, in quanto loro lo usano venti metri più indietro e per far aprire gli avversari, mentre noi lo usiamo per avvicinarci alla porta altrui. Il primo gol di ieri è stato illuminante per far capire quanto serva il movimento senza palla a questa squadra: Pasqual va nello spazio e crea l'opzione di lancio a Badelj. Gomez detta il tipo di cross, tagliando fuori col fisico, aggredendo il primo palo. Alino, col suo giocare di prima, ci ha fatto capire quanto potrebbe cambiare il nostro modo di attaccare. Fantastica un'apertura di prima, nel secondo tempo, a servire l'esterno libero.
    Ancora non va tutto bene, anzi, c'è gente da recuperare al top fisico e qualche piccola falla a centrocampo. Però questo mercato invernale ci regala un ventaglio di soluzioni tattiche più variegato, che non va sprecato. Quando non riusciremo ad aprire una partita, adesso, saremo costretti a cercare il gioco e i movimenti. Invece di dare la palla a centrocampo al Cuad, con la speranza che la sua follia tattica faccia impazzire anche gli avversari.

    RispondiElimina
  47. Alino condiziona tutto. In fase di costruzione tutto passa dai suoi movimenti, dai suoi piedi. La sua generosità rasserena i compagni che trovano sempre una sponda disponibile. È un predestinato a diventare beniamino dei tifosi.
    Lo screzio con Totti ha radici lontane, ai tempi in cui Diamanti era ancora esuberante e naif.
    Una battuta sullo stipendio di dieci milioni che oggi non farebbe più visto quello che guadagna anche lui ah ah ah.
    In EL non ci sarà perché il volto europeo della Viola sarà diverso. Proteso alla valorizzazione internazionale del nuovo arrivato.
    A Tobruk ci arrivammo con le ghette. Gli inglesi avevano le Clarks. Adesso ci torniamo con le Tod's

    RispondiElimina
  48. Sono d'accordo sul bouquet di passaggi che potrebbe ritrovarsi Gomez. Badelj, per me, deve la sua discreta prestazione anche ad un Pek che saggiamente gli è rimasto dietro per tamponare le eventuali falle croate. Prestazione di grande intelligenza quella del cileno che, per come l'ho vista io, si è sfilato volontariamente dal compito di iniziare l'azione. Anche per portare via dalla zona pericolosa l'avversario che lo doveva andare subito a prendere. Ripeto: per me sarà un grande allenatore se lo vorrà.

    RispondiElimina
  49. ..mi resti simpatico al 100%..se consideri che mediamente le mie simpatie sono attorno al 30%, direi che il risultato è ottimo.

    RispondiElimina
  50. Il mio pensiero di fondo rimane quello dell'amico di Piacenza. Detto questo, per me, che li odio come e se non più dei gobbi, sbattere fuori gli spocchiosi romanisti, per di più in casa loro, è sempre una goduria immensa che mi rimane addosso, ogni rara volta, per giorni. E dunque festeggio. .Sul mercato e le prospettive rimango della mia, come al solito in minoranza, ma non importa. Spero di poter dare 7 a Montella anche domenica, e la domenica dopo, e quella dopo ancora, fino in fondo. Sulla partita; scelte di partenza giuste, ha infoltito il centrocampo e ha messo il croato mezz'ala di fianco al maestro cileno, un po la mossa del secondo tempo di Verona contro il Chievo. Lì il buon Badelj gioca più sereno perchè deve gestire meno palloni ed ha più punti di riferimento quando deve difendere. Ecco, in quella posizione, può fare la sua porca figura e mi pare che Montella vada in quella direzione. Alino si fa il culo quadrato, il mediano, il regista aggiunto, la seconda punta. Finchè dura fa verdura ma non può essere la cura che risolve tutti i mali, spero che Montella abbia chiara la situazione e gestisca bene il reparto offensivo. Adesso le alternative ci sono e son tutte sane.

    RispondiElimina
  51. Fantastico Alino quando dopo aver pressato Cole sulla linea di fondo della Roma, impedendogli di rilanciare buttando la palla fuori, dice al guardalinee: "Premiami! Premiami, no?"

    RispondiElimina
  52. Asprilla, Cuadrado, Ibarbo...Ci son molti colombiani così. Ma ci sono anche i James Rodriguez, i Quintero, ben più intelligenti tatticamente.

    RispondiElimina
  53. L'ha anche mandato "a cahare" a dirla tutta

    RispondiElimina
  54. Una considerazione: non trovate la storia della lista europea una cagata pazzesca? Perché una squadra si deve limitare a una lista ristretta e a lasciare fuori giocatori utili, invece di poter sfruttare tutti gli elementi della rosa a piacimento?

    RispondiElimina
  55. Quello che fatto ieri Alino, Mutu non lo avrebbe fatto in un concentrato di dieci partite.
    Mettiti il cuore in pace, ieri ho letto che gli hai dato 5.5 e 7 al Pek. Ahahah!
    Sei uno che capisce di calcio, ma troppo vulnerabile da simpatie/antipatie

    RispondiElimina
  56. Beh, ne avranno parlato, non credo che abbia detto a tutti di giocare come sempre, mettendo in quella posizione Badelj.

    RispondiElimina
  57. Mutu senza il vizietto avrebbe fatto il triplo e non da noi, ma anche così è stato un gigante del calcio italiano ed europeo degli ultimi 15 anni. E lo testimonia anche il suo rendimento nella Romania, nazionale minore, secondo solo ad Hagi. Ma Diamanti in carriera che cazzo ha mai fatto? E' buono per squadre come il Bologna, e se diventasse buono anche per noi mi preoccuperebbe, vorrebbe dire che ci stiamo bolognizzando.

    RispondiElimina
  58. La Roma non aveva un cerebro, la viola ne aveva due (Pek- Badelj); giuste osservazioni le vostre, non opinabili.
    Loro non avevano i "tempi", folate si. L'Urone a iniziare le azioni ma senza geometrie, Pjanic un po' ha provato a dare ordine ma se MONTELLA l'ha veramente pensata/ideata (quella del duo double/face) allora onore.
    Saggia l'idea di far alzare un muro a Tomovic, senza lasciare il bunker per sortite; quei lanci sul lato debole (tipo basket) sono le chiavimper far arrivare palloni (quasi) puliti a Gomez.
    Il primo cross di Pasqual era quasi sbagliato perché Gomez non era al centro ma veniva (giusto) a tagliare sul primo palo ma era coperto da un romanista...Pasqual ha esitato quei due secondi per mettere una palla, alla fin fine, giusta! Solo in quel posto doveva cadere la sfera!
    Boudelaire accoglimi,me e i tuoi sincronismi asincroni.

    RispondiElimina
  59. RISORSE UMANE: Rosa varia, ambiziosa e mediamente di qualità
    superiore agli ingaggi largiti, lacunosa in tre sole figure ma non al
    cento per cento (manca un centrale difensivo quando si giochi a quattro
    perché Savic se con Gonzalo fa disastri in quella posizione; Rosi Bindi è
    alternativa insufficiente per Joaquin; l'ultimo Badelj fa sperare ma un
    medianone sarebbe auspicabile, mentre Kurtic non preoccupa se rientra
    Vecino).




    Ecco, semplice, esaustivo. Questo è anche il mio pensiero, copiato da Jingle. E da qui la mia insufficenza al mercato.

    RispondiElimina
  60. Mi son perso l'eurogol di Diamanti.

    RispondiElimina
  61. sì l'ho notato, mi sono spanciato. poi con quella voce roca, io avrei ceduto e l'avrei accontentato

    RispondiElimina
  62. Non dire a Pollock che è stata una pensata del Pek, è convinto che sia stata una geniale mossa di Montella...

    RispondiElimina
  63. Socio, sul cugino esageri. E non lo difendo mica perchè siamo parenti alla lontana, ahahah... Guarda che anche lui, a testa, non è che sia proprio un fulmine di guerra... Un ex giocatore del Livorno che lo ha voluto con lui da Spinelli, mi ha sempre detto che ha qualità da grande squadra, ma è maturato tardi. Che ha personalità e colpi si vede, dai... poi se non vuoi credere a me prendi almeno per buono quello che mi ha detto questo che ha una decina d'anni di serie A alle spalle...

    Piuttosto spero che Montella non se ne approfitti e gli faccia fare il lavoro di ieri sera (ma anche di Genova) in tutte le sante partite perchè rischiamo di giocarcelo in un mese e nemmeno...

    RispondiElimina
  64. stefano vienna4 febbraio 2015 13:42

    Ma si può mandare un saluto via sitollock? Va bè, mi prendo la responsabilità. Un saluto a Salvatore Napolitano, che dopo la finale dell'anno scorso pare abbia volontariamente deciso di non commentare più (come ha fatto per tanati anni, otto anni, il suo concittadino diventato l'altro ieri proprio l'altro giorno P.d.R.). Intanto facendo uscire i giallorossi, colpevoli insieme ai napoletani di quanto successe l'anno scorso, ci siamo presi una piccola rivincita. E poi, ieri abbiamo, tra le altre cose, vendicato l'Empoli e tutte le squadre ultimamente derubate dagli arbitraggi osceni pro-Roma e pro-grandi squadre.


    Autorizzo qualche messaggero (mi pare che qualcuno sul sitollock conosca Salvatore personalmente) di riferire, grazie!

    RispondiElimina
  65. Tu sei un po' prevenuto, anzi più di un po'. Le carriere possono prendere diverse strade che non dipendono solo dall'abilità pedatoria (così ci metto dentro tutte le caratteristiche, tecniche, atletiche, psichiche). C'entrano il procuratore giusto (se l'avesse avuto Joaquim a vent'anni sarebbe stato il Cristiano Ronaldo del primo decennio), il culo, la voglia di sacrificarsi, quindi la maturità cerebrale, la salute. Alino è stato molto birichino in gioventù, ha avuto anche problemi di salute (pneumatorace spontaneo quando era da noi), per cui è uscito dai giri giusti ed ha cominciato a peregrinare per campetti di seconda categoria. Quando ha messo la testa a partito era già tardi ed ha fatto i miracoli (segno che le caratteristiche di base c'erano) a rientrare a certi livelli in A e addirittura in nazionale a quasi trent'anni. Per me è molto forte, anche se adesso deve fare i conti con gli anni non più verdi, solo che ha ottenuto in carriera forse il 20-30% delle sue potenzialità. Mutu quando è entrato nei suoi casini della cocaina, era già Mutu, era al Chelsea, giovane, ed ha continuato a livelli di ottimi-club, inclusa la Fiorentina. Non è mai piombato nelle nebbie, anche se gli si sono precluse le strade dei top che già aveva aperte, il coglione. Fare paragoni è assurdo. Oggi mi prendo Diamanti, dieci anni fa, chiaramente, avrei preso Mutu mica sono scemo.

    RispondiElimina
  66. a Roma c'ero e per qualche mese la voglia è passata anche a me... poi la malattia riprende sempre il sopravvento...

    RispondiElimina
  67. Ma i colpi li ha sì, almeno alcuni, ma se non li esprime che a tratti un grosso giocatore per me non è. Anche quando si diceva che era maturato, quando era al West Ham non è che se lo sian preso poi i grossi club inglesi, e nemmeno quelli italiani. E' andato a giocare a Bologna, e poi ha scelto la Cina...Può tornare utile anche lui, ma sentirlo anche solo paragonare a un Fenomeno vero come Mutu da uno come Lele che di calcio ne capisce eccome - ma anche lui non è certo immune da antipatie, vedi come sminuisce sempre il Pek o Mutu stesso - mi fa saltare in aria, ahahahah

    RispondiElimina
  68. Vedo che non sei né sarai obiettivo. Diamanti te non lo seguivi e dunque non puoi sapere quanto può dare adesso, cioè il 4000 % rispetto a Mutu. Il quale si merita tutto la merda che ha seminato, anche in viola, perché te ricordi solo le giochesse, io anche le squalifiche.

    RispondiElimina
  69. e io ci piazzo ì cariho e ci infilo Alonso, ahahahah... Lele si scherza eh!

    RispondiElimina
  70. è stato un bene che tu non sia venuto, penso a tua figlia e a scene che mi son capitate di vedere...

    RispondiElimina
  71. No invece, estrapolo, o almeno tento, le simpatie. Al Pek ho reso meriti che non credevo di dovere, come lo straordinario primo anno, il migliore della sua carriera.
    Se gioca bene lo scrivo eccome, mi dà fastidio quando lo si incensa a prescindere o a sproposito come ieri. Non ha fatto cagate, non ha fatto mirabilie, il meno lucido di quelli nel mezzo. Dargli 7 e 5.5 a Diamanti sa di giudizio preconcetto.

    RispondiElimina
  72. Una delle tante cagate....

    RispondiElimina
  73. Saluto anche io Salvatore

    RispondiElimina
  74. Su Alonso mai detto essere un fenomeno, solo che avendolo seguito il PL dicevo non essere una chiavica come lo dipingevano. Quando ha abbassato il livello, non l'ho più indicato in formazione titolare. Ad oggi gli preferisco Vargas ed anche Pasqual se centellinato. Non lo darei via con leggerezza perché un mancino naturale di 23 anni non si cede.
    Risultato sono critico ma non mi tappo gli occhi a seconda delle simpatie come Deyna.

    RispondiElimina
  75. Io ho chiaramente le mie idiosincrasie, ma mi sforzo di essere lucido. Mi ricordo perfino di avere dato degli 8 a Montolivo quando [raramente] tirava fuori il partitone, ahahah. Una di queste occasioni fu una sua partita in casa contro la juve, dove dominò il centrocampo. Ma a Diamanti ieri non ho visto fare nulla di quello che dovrebbe fare un trequartista che si pretenda essere un campione decisivo, ossia tiri pericolosi, assist, dribbling geniali, niente. Apprezzo l'impegno e la combattività, ma da uno nel suo ruolo voglio altro...

    RispondiElimina
  76. Eh vedi come son messo, non mi resta poi molto su cui esercitare l'obiettività, ahahahahah

    RispondiElimina
  77. stefano vienna4 febbraio 2015 14:15

    Comunque pare che sia Valero sia Mati non siano in buone condizioni fisiche, quindi ritiro le critiche alla prestazione di Valero ieri che pare abbia problemi al tendine. Pizarro ieri da ha giocato una partita quasi di contenimento.


    Visti i problemi di salute degli altri e le sue buone prestazioni, Badelj le prossime le gioca titolare.

    RispondiElimina
  78. Diamanti - a parte ogni considerazione sui fisiologici tempi di affiatamento coi compagni - va valutato rispetto al valore complessivo dei pari ruolo in serie A.

    RispondiElimina
  79. A Bologna ci ha giocato dai 28 ai 31 anni, passando prima per Brescia, dopo che nella Premier che conta nessuno lo aveva voluto: di testa era già maturato, non aveva problemi fisici noti, mi spieghi perché se era tutto sto campione nessuna squadra forte se l'è preso in tutto questo tempo? E' finito in Cina come Giovinco è finito a Toronto, per soldi, non avendo proposte da squadre di livello. Questi per me si chiamano mezzettoni deluxe, al di là di qualche qualità evidente...

    RispondiElimina
  80. Su Diamanti ignori perché non seguivi il Bologna, cosa che faccio con tutte le squadre di A quando sono all'estero. Era ed è fortissimo, aspetto a gloria che lo riconosca, quando nevicherà ad agosto sul monte Magno.

    RispondiElimina
  81. Beh a Mutu l'ultimo sogno che aveva gliel'han tolto, e visto che non poteva chiudere la carriera con la maglia Viola addosso ha preferito chiudere del tutto [sempre che mantenga la decisione, il personaggio è bislacco]. Quindi ormai può dare ben poco. Adrian in Viola fino a un certo punto si era comportato benissimo, probabilmente ha avuto una crisi psicologica dopo la controversia col Chelsea, del resto anche uno più sano di testa ne sarebbe rimasto scosso credo, visto che venivano messi completamente a rischio carriera e patrimonio personale...Ha comunque dato molto di più di quanto ha tolto, senza di lui la Fiorentina di Della Valle non avrebbe mai sentito suonare allo stadio per lei la musichina della Champions. Non so te, io in effetti Diamanti non l'ho seguito nel suo mediocre anno cinese e non so quanto può dare, nell'immediato lo vedo però rimbuzzacchito - e Montella ha scartato Mutu perché voleva giocatori "pronti domani" - e non in grado di fare nessuna differenza. Se recupera la condizione magari verso marzo qualcosa può ancora fare nella serie A di oggi, ma io il campione non ce lo vedo. E' un mezzettone deluxe, un Recoba con meno classe.

    RispondiElimina
  82. stefano vienna4 febbraio 2015 14:27

    Io non c'ero, ma ci fossi andato con mia figlia non lo so come avrei reagito.

    RispondiElimina
  83. lo so, lo so, anche io come il mio socio ti ritengo molto competente... e penso che anche Deyna esageri volutamente, i giocatori li vede e anche bene, solo che Diamanti è quello che han preso al posto di Mutu e gli altri sono argentini, eheheheheh

    RispondiElimina
  84. stefano vienna4 febbraio 2015 14:27

    Sì, qui smise già da un paio d'anni, ma ha proprio smesso di commentare anche sui siti o le radio, disgustato dai fatti di Roma... almeno questo è quello che ho intuito indirettamente.

    RispondiElimina
  85. Mi unisco al saluto a Salvatore che ho avuto la fortuna di conoscere. Persona squisita.

    RispondiElimina
  86. Mi sembra che smise di commentare qui per tutt'altre ragioni, ma mi associo al saluto.

    RispondiElimina
  87. Tutte le volte che vedevo il Bologna mi chiedevo cosa cazzo ci faceva uno simile lì.
    Mi riportavo indietro nel tempo quando a Brescia durante il militare, vidi Pasquale Jachini, arrivato in A tardi. Boh!

    RispondiElimina
  88. Perché a trent'anni tre milionj netti non te li dà nessuno aldifuori dei cinesi e degli sceicchi, e a trent'anni si pensa a fatturare un bel contratto prima di smettere ed i sogni di gloria sono passati. Non ti dico che sia Pelè, ma un ottimo giocatore di serie A lo è stato per diversi anni e penso lo possa essere ancora se capace di sacrificarsi, il che credo sia ormai nei suoi convincimenti. A Bologna faceva tutto lui, era mezza squadra, infatti appena partito sono andati di corsa in B.

    RispondiElimina
  89. Brennio, cosmopolita turco al quale si deve la "Didaché" (c'entra nulla...!). Ma vale un commento, così...per far rosicare qualcuno che mette in dubbio l'esistenza di un tifoso viola in Groenlandia....

    RispondiElimina
  90. Sintesi da Calciomercato.com
    Diamanti insegue avversari come fosse un mediano qualunque, scalcia, cuce gioco e non disdegna tiri fulminei. In poche settimane si è preso in mano la Fiorentina.
    Scrivono che hanno messo lui in lista Uefa

    RispondiElimina
  91. Paradossalmente oggi il valore di Savic si é capovolto con quello di Nastasic.
    Continuando così se (SE) dovesse essere ceduto é uno da 20 cocozze; ha un serietà, una lealtà è una caparbietà notevoli.
    Savic era quello per il quale mi battevo con defunto COLONNELLO BLIMP (R.i.p.), che voleva monetizzarlo.

    RispondiElimina
  92. DEYNA, però intendiamoci: hai ragione a dire che Diamanti non è il campione decisivo, ma infatti non credo che sarebbe la seconda punta titolare in una Fiorentina normale. Ad oggi, in quel ruolo, arriva come sesto dopo la dipartita del titolare (Rossi), della riserva (Bernardeschi), dall'adattato in emergenza (Cuadrado), del figliol prodigo (Ilicic) e del disperso (Marin). Mi pare evidente che la Fiorentina gli abbia preferito ben 5 giocatori. Ma in loro assenza, che il sesto sia Diamanti, ne converrai, è un lusso.
    Tra l'altro che Prandelli abbia un altarino di Diamanti in camera, perché senza il suo clamoroso europeo col cazzo che si arrivava in finale...

    RispondiElimina
  93. Io direi di fare incazzare un po' LELE.......ahahaha ahahahah ahahaha...dai dai LELE......
    (Come vedi sono quelli della Gazzetta ed Ebagua....non io....ahaha ahaha ahah)

    RispondiElimina
  94. L'H va alla fine!!!

    RispondiElimina
  95. diciamo che ci ha visto lungo, nel senso che tra quest'estate e la prossima sarà fisiologicamente monetizzato...

    RispondiElimina
  96. Istant...istant

    RispondiElimina
  97. un mio piccolo contributo al rinascimento della Teutonia

    RispondiElimina
  98. Bello....sapessi disegnare io così!

    RispondiElimina
  99. Indelebly istant

    RispondiElimina
  100. Beh, circoscrivendolo in questi limiti mi va bene la valutazione su Diamanti, Valto...Una buona riserva. Ma qui sembrava che fosse arrivato quello che si "prende in mano la squadra", il Rivelino di Praho...

    RispondiElimina
  101. si prende in mano la squadra nella misura in cui il titolare è a guardare il Superbowl, la riserva a pettinarsi a Carrara, ecc. ecc.

    RispondiElimina
  102. Istant voice

    RispondiElimina
  103. Two istant(s)

    RispondiElimina
  104. Rossi è tutt'altra cosa e tutt'altro ruolo, Bernardeschi prima di prendere il posto a un Diamanti come quello di Bologna deve mangiare tanta pappa e farsi tante punture di palle.

    RispondiElimina
  105. Per prendere in mano la squadra non importa essere Rivelino (che, peraltro, non era un conducator) ma bisogna avere le palle che latitano in molti dei nostri. A Bologna Diamanti si era preso in mano la squadra, e qui, se pur sopra peso e sotto tono atletico, già si è fatto sentire dopo due partite. Può essere molto di più di una buona riserva se solo fosse quello di Bologna.

    RispondiElimina
  106. il mio era un ragionamento su come siamo arrivati a prendere Diamanti...

    RispondiElimina
  107. Marcos Alonso su Juan Cuadrado:

    "La sua collocazione ideale è esterno destro nel 3-5-2 ma gli piace giocare anche da attaccante, ruolo che ha ricoperto in prevalenza in questa stagione. Nel Chelsea potrà inserirsi perfettamente e agire come esterno d’attacco, si contenderà il posto con Willian. E’ un giocatore anarchico, gli piace cambiare posizione e muoversi su tutto il fronte. E’ un mix tra Oscar e Willian, ha la tecnica del primo e la velocità del secondo. Può sembrare magro, ma è un giocatore che si sacrifica e si batte in campo, ha grande resistenza. Come ogni calciatore, che avrà bisogno di un po’ di tempo per adattarsi al calcio inglese, ma con la sua condizione fisica e tecnica che non gli ci vorrà molto. Personalmente non mi aspettavo che partisse a gennaio, dopo la Fiorentina lo aveva trattenuto in estate, ma per lui probabilmente è un bene perché avrà sei mesi di tempo per adattarsi ed essere poi al top nella prossima stagione. In questo campionato Cuadrado ha avuto qualche problema fisico e ha un po’ pagato la mancanza di preparazione a causa del Mondiale. Nello spogliatoio Juan ci mancherà tanto, è un ragazzo molto allegro, è una personale eccezionale e molto umile. Lui non ha una spiccata personalità, ma è un leader sul campo. Negli ultimi due anni è stato uno dei nostri migliori giocatori, se non il migliore. Basta guardare i suoi numeri"

    RispondiElimina
  108. Rivelino non trascinava. I leader erano Tostao Gerson e quello col dieci. Gravitava sempre e solo sulla sinistra. Diamanti, fatte le debite proporzioni sta ovunque. Fa un po' il centrocampista avanzato. È volenteroso. Teatrale al punto giusto. Guascone

    RispondiElimina
  109. Mi sembra sinceramente assurdo voler fare un paragone fra Diamanti e Mutu, giocatori con caratteristiche diverse e che hanno avuto una storia diversa. Considerandoli entrambi al massimo, non c'è storia, è ovvio che Mutu è molto meglio. Attualmente non so in che condizioni possa essere Mutu, comunque Diamanti è da ritenersi più affidabile come testa, è chiaro che è un ottimo giocatore e non un campione, ma ci potrà essere molto utile, considerando che per quest'anno non voglio fare molto affidamento su Rossi e Berna.
    Quanto a ieri sera, nel primo tempo Alino mi è sembrato abbastanza imballato, poi all'inizio del secondo tempo è andato bene, fino alla sostituzione dovuta immagino al fatto che non ha ancora i 90' nelle gambe. Nelle prossime partite è destinato a migliorare.

    RispondiElimina
  110. Finalmente qualcuno che lo dice.
    Tommasi'" Parma? C'é rischio calcioscommesse"

    RispondiElimina
  111. Gli abbia preferito? ma se un c'era? Se ci fosse Rossi, Diamanti potrebbe giocargli dietro a fare il tuttocampista, se ci fosse Bernardeschi starebbe in panchina lui, almeno fino a crescita avvenuta, Cuadrado non c'è più e non è una seconda punta, gli altri due nemmeno li filo, in fila, dietro. Non capisco quindi il nesso del discorso.

    RispondiElimina
  112. ZEMANVIOLA, i miei molteplici impegni per assicurare denari alla Nostra proprietà...

    RispondiElimina
  113. il senso del discorso mi pare piuttosto chiaro: Diamanti non è un grande campione da salto di qualità, in particolare da seconda punta, ma il fatto che, pur avendo perso 5 giocatori in quel ruolo in pochi mesi, il sesto che ci possiamo permettere sia uno come Diamanti, è grasso che cola.

    RispondiElimina
  114. Ma quello lo fa il lucchese che, siccome la Consuelo un gliela dà s'è innamorato di' marito

    RispondiElimina
  115. Ho fatto male a mettere le due frasi di fila, citavo Rivelino in quanto micidiale col sinistro, non pensavo a lui come condottiero.

    RispondiElimina
  116. Concordo: Diamanti, oltre a essere un buon giocatore, ha carattere e sul campo lo fa valere. In questo il paragone con Mutu (fatte le debite proporzioni dal punto di vista tecnico) ci sta.

    RispondiElimina
  117. Tanta ma tanta pappa, e non è detto...

    RispondiElimina
  118. S'é svegliato presto!!!

    RispondiElimina
  119. Non mi incazzo certo. Anzi, solitamente sto e mi piace pure, stare in minoranza.

    RispondiElimina
  120. Ragazzi, non so cosa mi stia succedendo, ma sono nuovamente d'accordo col Blimpe. Diamanti, quando torna Rossi, deve giocare al posto di un centrocampista. Mi pare che la partita di ieri sera (e pure Genova) lo abbiano dimostrato.

    RispondiElimina
  121. Diamanti non è mai stato una seconda punta, né lo sarà mai. Io credo che sarà titolare, ma mezzala rifinitore come sempre.
    Lo snobbi, e visto che capisci di calcio, immagino che tu a Bologna lo abbia seguito parzialmente.

    RispondiElimina
  122. non lo sto snobbando, tutt'altro. Gli considero superiore Giuseppe Rossi, e credo di non essere l'unico.

    RispondiElimina
  123. in questo momento però lo spagnolo mi sembra di nuovo in calo...

    RispondiElimina
  124. vorrei chiarire che non snobbo affatto Diamanti, dato che mi sono espresso a favore del suo arrivo fin dall'inizio (a differenze dell'arrivo di Gilardino, che non capivo prima della partenza di Cuadrado). Il mio intervento era rivolto a DEYNA, che sosteneva che Diamanti non fosse un campione decisivo come trequartista/seconda punta ad alti livelli. Neanch'io credo che lo sia (il meglio in carriera l'ha dato in posizione più arretrata e in squadre di bassa classifica), ma credo che, nel contesto in cui siamo, in cui in quel ruolo abbiamo bruciato, per motivi vari, 5 giocatori in pochi mesi, avere Diamanti sia grasso che cola. Rispetto a Rossi è sicuramente una riserva, dopodiché non molte squadre in Italia si potrebbero permettere Diamanti come riserva.

    RispondiElimina
  125. a me ieri non è dispiaciuto, considerato che la presenza di un trequartista di ruolo come Diamanti l'ha relegato a compiti più difensivi.

    RispondiElimina
  126. Ora io non voglio fare il fenomeno e non mi metto certo a incensare oltre misura Diamantino. Ma guardate che gli ho visto fare delle cose che non sono poi così comuni, anche tra quelli bravi, in A. Da giovane era considerato come un futuribile craque, il problema è stata la testa ma più di un addetto ai lavori mi ha detto che aveva (ha) potenzialità da squadra di primissima fascia, lasciate per strada per un insieme di motivi. Mi pare abbia fatto la differenza anche in gare internazionali con l'Italia, che non seguo per altri motivi... Insomma, la testa l'ha ritrovata, la definitiva maturazione è arrivata a Bologna dove ho avuto modo di seguirlo direttamente ed indirettamente, manca un po di gamba però mi sembra di molto avanti sulla tabella di marcia, segno che la voglia c'è. La testa, lo dico sempre, la testa conta più di cento moduli...

    RispondiElimina
  127. stefano vienna4 febbraio 2015 19:19

    Ha problemi al tendine, pare. Il punto però è che Montella non credo voglia togliere un tenore per mettere uno che rischia di fare qualche gol. Per lui centrocampista è un palleggiatore.

    RispondiElimina
  128. Non era affatto chiaro, "la Fiorentina gli abbia preferito" sembra una scelta, che non è mai esistita. In quel ruolo abbiamo perso Rossi e Berna perché infortunati e Cuadrado (che era fuori ruolo) perché venduto. Marin non l'abbiam perso, l'abbiam buttato via e Ilicic è sempre lì. Per me il Diamanti di Bologna può giocare titolare nella Fiorentina, ma non è una seconda punta, ma un centrocampista offensivo, tuttofare.

    RispondiElimina
  129. stefano vienna4 febbraio 2015 19:27

    Al posto di Valero, ma non succederà mai.

    RispondiElimina
  130. anche l'anno scorso segno all'esordio nella liga col malaga, dove tra l'altro indossava la numero dieci. poi si è jakovenkizzato.

    RispondiElimina
  131. per essere sopra peso (e lo è), corre già il doppio degli altri...

    RispondiElimina
  132. ..lasciami tranquillo...sono arrivato a piedi oggi pomeriggio al Santuario di Santa Maria Delle Grazie..saremo più di mille...sarà una veglia notturna di preghiera al fine di sollecitare l'apparizione di MARCO...siamo in mille e tutti vogliamo capire...non aspettatemi alzati.Vostro servo ma...solo vostro.ZV.

    RispondiElimina
  133. Oggi, con i baffi....Rivelino!

    RispondiElimina
  134. sì, parlavo più che altro dell'aspetto fisico, l'ho visto un po in debito d'ossigeno e in ritardo su diverse palle mezze e mezze... poi contro Nainggolan è dura per tutti...

    RispondiElimina
  135. concordo anch'io

    RispondiElimina
  136. stefano vienna4 febbraio 2015 19:27

    Su Gilardino invece è un bel colpo, contando che, secondo me, Babacar non può giocare punta centrale. Io il Gila l'avrei messo pure nella lista Uefa al posto di Mati.

    RispondiElimina
  137. ..come Marco chi? Di Marco uno ce n'è, e il Santuario è dalle sue parti.Pare sia Jingle a schiacciare un tasto per farlo apparire..il SOPRA cura sottofondo musicale e luci.Un'anima persa che è stata ritrovata...ma tu ti sei perso un sacco di puntate...scherzo Louis, Marco ha tutta la mia stima, ci mancherebbe, un giorno vedrai che anche tu potrai salire al cielo...basta volerlo.

    RispondiElimina
  138. Certo che ho un debole per Diamanti, piuttosto che per un Mutu, esempio. In campo avevo la trasformazione orgasmica da competizione. Ricordo che giocavo meglio di partite coi punti, che le partitelle. Ero rissoso, soprattutto coi simulatori avversari o coi compagni che trotterellavano. Diamanti è il mio ideale di giocatore, si deve uscire dal campo con zero energie, che si sia bravi come lui o meno. A lui do' un merito ulteriore, visto che è dotato di classe.

    RispondiElimina
  139. a me comunque pare che il tuttocampista lo stia già facendo... ieri sera, nel primo tempo ma anche dopo, l'ho visto praticamente dappertutto...

    RispondiElimina
  140. SIAM VENUTI FIN QUA

    SIAM VENUTI FIN QUA

    PER VEDERE SEGNARE SALAH



    RispondiElimina
  141. ahahahah, per me era l'esatto contrario, il giovedì sembravo Figo (da lì il nick che ho usurpato dal nomignolo che alcuni compagni mi avevano appioppato negli anni d'oro del portoghese), peccato che poi la domenica mi mettevo in un cantone e sparivo, probabilmente ti saresti incazzato anche con me...

    RispondiElimina
  142. è vero, a Foco quel che è di Foco...

    RispondiElimina
  143. Non farti ingannare dal suo modo di respirare. Alla tv sembra boccheggiare, pare che sia morto, poi ripiglia a correre. Lo conosco, sembrava finito nel primo tempo, ma nel secondo correva di più. È una bestia.

    RispondiElimina
  144. Io,invece, il fenomeno lo voglio fare - eheheheheheh - e vi ricordo ancora che , come feci con Vargassone, sono stato l'ultimo stronzo a difendere Marione fino alla fine. Dalla depressione si guarisce e si torna più cattivi di prima. Viva la serotonina e la Fiorentina.

    RispondiElimina
  145. https://www.youtube.com/watch?v=GUJEH-sWFJA&app=desktop

    RispondiElimina
  146. e te l'ho detto prima, o che ci hai bisogno dello scampanellatore! "Se ci fosse Rossi, Diamanti potrebbe giocargli dietro a fare il tuttocampista" in risposta a Valtolin, due ore fa, e mi sembra d'avere scoperto l'acqua calda.

    RispondiElimina
  147. Via Lou, o che avevi bisogno del Blimp... lui è un intenditore di calcio, ma non ci vuole molto a bollare Diamanti universale di centrocampo. In pratica può giocare dappertutto, fuorché seconda punta. Già anni fa' sponsorizzavo il suo acquisto.
    Piuttosto, il quando torna Rossi è un ipotesi.

    RispondiElimina
  148. Magari ti mancava chi ti spronava...ahahahahah

    RispondiElimina
  149. Per me Diamanti è stato un ottimo giocatore e - speriamo - forse lo è ancora, l'ho visto nel Bologna, in Nazionale, trascinare la squadra, lottare, dotato di tecnica e intelligenza. Non me ne vorrà il mio procuratore albiceleste ma sono contento che sia arrivato lui e non il Fenomeno (lo dissi subito, appena iniziarono le voci).

    La mia sensazione è che Alino abbia avuto paura di diventare un campione, di misurarsi con realtà più competitive, rimanendo in squadre di provincia, un po' - mutata mutandis - come Totò Di Natale. Avevano entrambi le qualità per diventare qualcosa di più,ma non si sono messi alla prova. Sono contento che - seppure in ritardo - sia approdato finalmente da noi.

    RispondiElimina
  150. sono d'accordo con te ma secondo me centrocampista non lo vedremo mai, purtroppo. andrebbe messo al posto di valero, finché è in queste condizioni, o comunque a ruotare coi 3 tenori (in realtà, lui pur avendo la classe non è un tenore, poiché si sporca le mani, per intenderci).

    RispondiElimina
  151. Infattin è quello il suo suolo, l'ha sempre fatto e non prende il posto a Rossi che non l'ha fatto mai ed è una punta, uno che vede la porta e il goal.

    RispondiElimina
  152. Sarebbe un miracolo vederla così, domenica?

    Tata
    Tom Gonzalo Basanta
    Joaquin Badelj Pek Diamanti Pasqual
    Gomez Baba

    Mati fuori a rifiatare e con lui Borja che non mi sembra in condizioni eccellenti, nella ripresa un assaggino Salahto?

    RispondiElimina
  153. Santon in campo

    RispondiElimina
  154. http://www.violanews.com/news-viola/dalla-francia-la-preview-della-divisa-viola-firmata-le-coq-sportif-20150204/

    RispondiElimina
  155. http://www.caffeinamagazine.it/2014-10-20-12-41-28/il-video/10147-non-preoccuparti-la-legna-te-la-porto-io-ecco-uno-dei-video-piu-divertenti-del-web

    RispondiElimina
  156. IMPOSSIBILE: primo per le due punte;secondo perché se anche mettesse le due punte, a quel punto scordati che metta pure Diamanti.Terzo perché Valero garantisce un "tutto campo",unico a centrocampo.E sul secondo motivo,sino a quando Alino non avrà recuperato una decente condizione fisica, io concordo pure

    RispondiElimina
  157. ZEMANVIOLA,...dovevo contribuire...

    RispondiElimina
  158. LOUIS..
    Savic dove lo hai lasciato per domenica? Negli spogliatoi Dell'Olimpico??!

    RispondiElimina
  159. mi pareva fosse ancora squalificato...

    RispondiElimina
  160. Se Gonzalo è un cappone, Ranocchia cos'è?

    RispondiElimina
  161. stefano vienna4 febbraio 2015 22:42

    Che polli i nerazzurri. Comunque che il Napoli vada di nuovo in finale sarebbe veramente il colmo.

    RispondiElimina
  162. Li voglio battere in finale.
    La finale scandalosa dello scorso anno, con Genny 'a Carogna e tutto il resto, mi è rimasta sul gozzo.

    RispondiElimina
  163. E in tv continuano a dire (proni) che l'Inter "gioca", che si vedono miglioramenti...boh......10 punti in 10 partite, ennesima sconfitta.....
    "Credo ci sia del buono...", tutti i telecronisti della Rai, Mazzocchi in testa.....
    Critica costruttiva zero, zerooooo!

    RispondiElimina
  164. Mazzocchi simpaticone impreparato.

    RispondiElimina
  165. Ieri sera in Rai mostravano i tweet dei tifosi e il rapporto Roma -Fiorentina era 8-1....assurdo!!

    RispondiElimina
  166. Mazzocchi giullare frustrato di non essere su una PayTv....

    RispondiElimina
  167. stefano vienna4 febbraio 2015 23:26

    Non so se commentava lui, ma quando Gomez ha segnato il primo gol il telecronista RAI sembrava che stesse commentando un funerale.

    RispondiElimina
  168. Certo che a leggere le minchiate colossali di taluni che vedono Gonzalo cappone e Ranocchia campione vien la pelle d'oca.Anche perché l'errore di stasera è una consuetudine domenicale per lui,anzi forse stasera, a differenza del solito, ha sbagliato clamorosamente una volta sola(anzi due, poco prima costretto al giallo perché umiliato da Higuain).Il bolognese é veramente incapace di intendere e di volere, altro che Baruzziana..ci vorrebbe l'interdizione perpetua per impedire di scrivere cazzate irripetibili

    RispondiElimina
  169. Nonostante tutto, nonostante tutti, NOI andiamo avanti... Bona Violacci!





    https://scontent-b-mxp.xx.fbcdn.net/hphotos-xpf1/v/t1.0-9/1505555_900266823346359_6596142640990612029_n.jpg?oh=4e2399d14785cb7d2b4d96c5ec6c684d&oe=55642D78

    RispondiElimina
  170. He's back!

    http://www.violanews.com/images/2015/02/Gomez-scivolata-700x402.jpg?334edb

    Sulle pagine della rivista tedesca Kicker, traviamo nuove dichiarazioni rilasciate da Mario Gomez
    dopo la doppietta che ieri sera ha messo ko la Roma: “Non vedo l’ora di
    affrontare la Juventus in semifinale di Coppa Italia. Meglio affrontare
    in un doppio scontro perché così abbiamo più possibilità di poterli
    battere. Vogliamo arrivare in finale di Coppa Italia, stavolta voglio
    scendere in campo e vincere. Sono molto contento che stia giocando
    Pasqual perché i suoi cross sono come zucchero per me. Sul primo gol
    sono stato fortunato ma visto che non ne ho avuta in passato, stavolta
    sono felice di essere. Dopo il primo gol ho detto a Pasqual di mettermi
    la palla sul secondo palo perché i difensori della Roma si aspettavano
    che io andassi in anticipo ed invece ho avuto così più tempo e maggiore
    libertà di concludere in porta. In passato ho sbagliato tanti gol perché
    avevo frenesia nel tirare in porta, ora mi sento più libero
    mentalmente”.

    RispondiElimina
  171. https://fbcdn-sphotos-e-a.akamaihd.net/hphotos-ak-xap1/v/t1.0-9/994486_861724820546608_1223954697352944481_n.jpg?oh=b80072d8fdc74d565e5796e7045b837c&oe=554E0CD3&__gda__=1431105070_8827b2f4788fe5877642abe59b13f07d

    RispondiElimina
  172. In forma, LOUIS....

    RispondiElimina
  173. concordo. Anche se, va detto, loro almeno mediaticamente sono stati crocifissi, mentre i romanisti, che sono quelli che hanno ucciso una persona, ne sono usciti pulitissimi...

    RispondiElimina
  174. Non era lui ma é la stesa cosa...Lottizzati fradici!

    RispondiElimina
  175. In attesa di questa:
    Savic, Gonzalo, Basanta
    Pek Badelj
    Joaquim Diamanti Salah
    Gomez Babacar
    Così e ce ne fanno un ballino
    Allora Montella farà:
    Richards, Savic, Gonzalo, Basanta
    Pek (Mati) Badelj(Valero) (Aquilani)
    Diamanti
    Joaquim, Gomez, Salah
    Quale vi garba di più?

    RispondiElimina
  176. Ma in una giornata come questa, mi sembra doveroso dedicare il pensiero della buona notte ai fratelli piacentini, ahahahah



    https://scontent-b-mxp.xx.fbcdn.net/hphotos-xpf1/v/t1.0-9/10922542_784143061673964_240074442672629682_n.jpg?oh=fcfb9e86acafe472ddec7afff172979e&oe=55607DC9

    RispondiElimina
  177. Louis e ci ha fregato le bistecche!

    RispondiElimina