.

.

sabato 21 febbraio 2015

Le dichiarazioni di Neto sono sincere come i testi delle canzoni di Gino Paoli


Non ci possiamo scandalizzare per quanto è successo a Roma, in realtà i tifosi olandesi si sono solo adeguati all’andazzo. Mi sembrerebbe più corretto dire Roma devastata, anche dai tifosi olandesi. E poi visto che ieri ho macinato chilometri, che poi sono quelli che meglio di ogni altra cosa mi costringono a pensare, ho riflettuto molto. E quando stavo tornando, diciamo all’altezza di Altopascio, ho preso finalmente coscienza che fino ad ora in Italia ha fatto più morti il calcio dell’Islam. Poi ho avuto modo di ripensare alle parate di Tatarusanu e molto anche alle parole di Neto quando sosteneva di voler rinnovare, quando sosteneva che non sarebbe mai andato alla Juve. Chiaro, basta solo ripercorrere bene quelle parole, fare chilometri è la maniera migliore per capire. Le dichiarazioni di Neto sono sincere come i testi delle canzoni di Gino Paoli, anche lui infatti aveva già confessato “Erano tre amici al bar. Uno s'era impiegato in banca. Ora capiamo perché. Tutte le canzoni di Gino (grandissimo talento) portano all’evasione fiscale in Svizzera, così come Neto alla scadenza di contratto. “Sapore di cambiale”, oppure “Questo conto non ha più pareti”. Al grande Gino rispondo che solo guidare e fare chilometri aiuta a pensare, e tutto, Autogrill dopo Autogrill, si definisce meglio, i contorni di certe parole assumono il sapore della Rustichella. A questo proposito devo confessare che per molti anni ho con successo eluso il fisco con un sistema studiato in macchina tra il casello di Busalla e quello di Deiva Marina, che era basato sul non guadagnare soldi. Considerazioni di politica estera di solito le faccio invece sulla A7, proprio lì ho pensato all’accordo sulla Grecia, dove la Germania è divisa. Proprio come ai bei vecchi tempi. Un altro aspetto che ho sviscerato in macchina è stato la scelta del vezzeggiativo da usare per rapportarmi meglio con la Rita, mi sembravano troppo scontati i vari “Cara” piuttosto che “Topo”, “Amore” oppure “Gaia” quando penso a un’altra, e così una volta all’altezza di Valdichiana ho deciso di chiamarla “Cliente”, così può tranquillamente continuare a pretendere di avere sempre ragione. Delle volte mi pento anche in macchina, Tommaso per esempio non ha mai saputo di avere una nonna che gli manda 100 € per il suo compleanno, e non tutti i miei pensieri nascono sani all’interno dell’abitacolo. Negli anni della Salerno - Reggio Calabria mi sono convinto che non siano le droghe a rovinare le vite delle persone, ma sono piuttosto i test antidroga a farlo. Chiudo queste mie riflessioni comodamente posteggiate negli appositi  spazi dei residenti d'Oltrarno, evidenziando anche quelli che sono i lati negativi del pensare mentre si guida, non fare un’adeguata manutenzione ai filtri dell’aria condizionata fa male come fare uso di tutte le farine bianche, ma invece di sviluppare delle intolleranze alimentari, il problema in questo caso è molto più insidioso. Subdolo (e per una volta non penso a Neto). In macchina purtroppo ho sviluppato anche delle paranoie, e ho come il presentimento che qualcuno stia leggendo questo editoriale.

107 commenti:

  1. Io credo che Neto negli ultimi tempi non sia stato capace di dire qualcosa di suo quindi lo assolvo. Mi ha dato l'impressione di essere stato molto imboccato.Neto ha grandi doti da portiere che ancora, secondo me, non lo fanno un grande portiere. C'è però un sottile confine tra grandi prestazione e grande sicurezza che lo separa dalla grande papera. Questo è un aspetto che nelle pagelle di ieri non ho visto come il fattore "palle". Comunque sia mi dispiace che se ne vada anche se non lo rimpiangerò. Te però, grande Pollock.. ci pigi sulla polemica...

    RispondiElimina
  2. Caro Bobby, io che invece imbocco le autostrade, non pigio solo sull'acceleratore.

    RispondiElimina
  3. Prima di uscire a portare in giro il cane... volevo chiedere se avete ancora fatto il punto su:
    Fa bene Montella a far giocare Tata o rischiamo di perdere qualche punto?
    A dopo

    RispondiElimina
  4. Ah ah ah ah ah

    RispondiElimina
  5. Mi raccomando, Pollock...

    RispondiElimina
  6. Te tu rompi i coglioni. E poi ad aver le fissazioni sarei io! Non ti rendi conto che ci fai alla fine una figura del cazzo. Ti sei fissato nelle tue idee, non credi a quello che ti si dice, offendi persone che non conosci in base a tuoi convincimenti basati sul nulla e seguiti a fare show di bassa lega. cercherò di non cascarci questa volta, ma sentire offendere una persona che conosco e che so essere lontana mille miglia da come la dipingi mi disturba.

    RispondiElimina
  7. Di sicuro alla fine qualche punto lo avrai perso ma non è colpa di Montella, allo stato attuale non può fare altrimenti.

    RispondiElimina
  8. Jordan a me la cosa fa ridere. Questo è il senso. Ridere. Non è una fissazione come dici. Di che cosa devo parlare? Devo mica fare come ha fatto qualcuno che appena è finita la partita contro il Tottenham si è messo a criticare Montella? O forse l'avrà fatto anche lui per far ridere. Mi dispiace se tu conosci Neto e per questo te la prendi. Mi dispiace ancora di più proprio perché il cornuto è sempre l'ultimo a saperlo.

    RispondiElimina
  9. Da come la mettevi l'altro giorno quando sembrava che Tata non ce la facesse, non sembrava tu la prendessi molto sul ridere, quando dicevi che piuttosto che vedere Neto in porta a difendere i colori Viola, avresti preferito senza dubbio Lezzerini. Solo che hai sbagliato ad esporre al pubblico ludibrio Neto, che a un certo punto, dopo anni, si è semplicemente stancato di farsi prendere pel culo dalla società, dopo aver rischiato di rovinarsi la carriera, tra l'altro, tenuto fermo due anni e mezzo. L'indignazione riserviamola a chi si comporta come Montolivo, foss'anche un argentino, non ai ragazzi seri. Detto questo non mi straccio le vesti per la perdita tecnica, che è rimediabile, ma dal punto di vista economico la gestione è stata dilettantistica.

    RispondiElimina
  10. Neto per me è un ex. Mi ci diverto così come faccio con Montolivo. Oltretutto non sono giocatori che infiammano. O dei quali ti puoi innamorare. E' il mio modo di essere che mi porta là dove c'è trovare uno spunto. Non scrivo di calcio. A proposito, te ne sei mai accorto che non scrivo di calcio?

    RispondiElimina
  11. Non parlavo degli editoriali, ma dei commenti...Lezzerini in porta in luogo di Neto non mi sembrava una disquisizione sulla nouvelle cuisine

    RispondiElimina
  12. Ma neanche una cosa troppo seria come possono essere le critiche di Lele a Montella.

    RispondiElimina
  13. Mah, il tono era anche più pesante, sarà che interpreto male io...Comunque che di Montolivo non ci si può innamorare vallo a dire alle Madres de Plaza de Caravaggio, ahah

    RispondiElimina
  14. Sulla questione Lezzerini-Neto non era la volonta di far giocare il ragazzo quanto il fastidio di vedere Neto in porta che vinceva. Non era un parere tecnico ma da tifoso. Una cosa semiseria come mi sembra che intenda anche Pollock. Una chiacchiera, una provocazione anche.. ma si trattava di capire che sono due visioni diverse di vedere una stessa cosa. Gli uni da tifosi, gli altri da tecnici.

    RispondiElimina
  15. Ti assicuro che Neto per me è una barzelletta. Poi sono anche convinto che non sia per niente una persona seria. Lo è stato molto di più Ljajic. Che è tutto dire. Ognuno rimane delle sue idee. E più che altro continuo a dormirci la notte. Adesso vado a mangiare un panino con il lampredotto al Mercato Centrale. Questa è una roba seria.

    RispondiElimina
  16. "Non scrivo di calcio...", ahahaha ahahaha.......ahahaha...... uhuhuhuh ...e continua ad approfittarsi di chi legge....ahahaha ahahaha..
    Pollock scrive le moderne "Operette morali", o "Le affinità elettive" di Goethiana memoria....ahahah ahahahaha ahahaha altro che Ghino di tacco o Pasquino!! Ahahaha ahahaha.....

    RispondiElimina
  17. Ecco perchè ho chiesto se con Tata in porta perderemo dei punti di qui a fine campionato. Perchè allora come doveva essere preferito a Lezzerini deve essere preferito anche a Tata..
    Questo sempre nello spirito di quanto detto prima.. c'è ovviamente un abisso tra le due situazioni.. era una forzatura basata sul ragionamento fatto per la situazione di coppa.

    RispondiElimina
  18. Ancora Neto... Secondo me girar pagina sarebbe cosa buona e giusta. Secondo me non gioca soprattutto perché il Tata deve dimostrare di essere in grado di fare il titolare. Ma non stiamo a preoccuparci troppo, come dice Bobby. Di buoni portieri si tratta e nulla più. Fossero stati di quelli bravi bravi, non avrebbero avuto bisogno di scappare a zero, per ottenere un contratto decente. Alla fine i punti saranno gli stessi, con Tata e senza Neto, o giù di lì. Secondo me, il Tata, almeno per quest'anno, è leggermente meno propenso alla minchiata. Pur essendo potenzialmente un po' meno forte.

    RispondiElimina
  19. "Fossero stati di quelli bravi non avrebbero avuto bisogno di scappare a zero....".
    Grazie LJUKA, grazie veramente, tu oggi sei stata pila in una notte buia e senza luna...eppure altri la scambiavano per una coperta gettata su noi stessi. Grazie

    RispondiElimina
  20. Purtroppo non ha alternative, dopo la cessione di Cuadrado.

    RispondiElimina
  21. Non cercare scappatoie strane. Critico Montella tecnico e le sue scelte quando credo giusto e argomentando, si può essere d'accordo o meno, mai l'uomo.

    RispondiElimina
  22. Non conosco Neto e non mi spenzolo sulla serietà della persona ma ti posso assicurare che se tu le sapessi tutte su Liacicce forse non lo porteresti a paragone del brasiliano...

    RispondiElimina
  23. Tira più un pelo di Neto...

    RispondiElimina
  24. Babacar è finito nei guai, nella notte fra venerdì e sabato: come riporta il sito de La Nazione,
    infatti, il giocatore viola è stato fermato in viale Matteotti a
    Firenze dalla polizia. Il problema? Era alla guida del suo Porsche
    Cayenne senza patente. Non perché l’avesse dimenticata… non l’ha proprio
    mai avuta. Babacar è stato denunciato per guida senza patente e la sua
    auto sottoposta a fermo amministrativo. In realtà Babacar non è nuovo a
    un problema del genere: già tempo fa fu fermato dalla polizia alla quale
    mostrò la sua patente senegalese, però mai omologata per l’Italia.

    RispondiElimina
  25. https://scontent-mxp.xx.fbcdn.net/hphotos-xpf1/v/t1.0-9/10993080_10203633025410532_1927316136504659497_n.jpg?oh=75e946dcf3b0f8410fd67fb291d8346a&oe=558BB274

    RispondiElimina
  26. caro Ljuk, io invece, più lo vedo e più lo stimo come portiere complessivamente migliore rispetto al buon Neto... cresce partita dopo partita, se continua così c'è da preoccuparsi che a giugno arrivi l'offertona...

    RispondiElimina
  27. Importante sia tesserato per le partite...

    RispondiElimina
  28. Micah Richards utilizzato pochissimo fino ad oggi in
    viola pensa che l’Italia sia stata una grande esperienza per lui,
    perché gli ha permesso di capire quali sono le sue reali possibilità.
    Parlando in esclusiva a Tubi su Soccer AM, il ventisenne difensore della
    Fiorentina si dice quasi sicuro di non tornare al City: “Non credo che
    tornerò al Manchester, penso che ormai sia il passato. Non ero felice
    seduto sempre in panchina, non ho nulla di negativo da dire su Manuel
    Pellegrini ad essere onesti: è un buon allenatore, un ottimo allenatore,
    e ha portato buona armonia nello spogliatoio. Non penso sia colpa sua.
    Mi avevano offerto un nuovo contratto, ma ho rifiutato proprio perché
    non giocavo mai.

    Il campionato italiano diverso dalla Premier? E ‘molto più difensivo,
    le squadre cercano principalmente di ottenere un punto. La Premier
    League è più veloce e furiosa, un po’ più divertente dal punto di vista
    agonistico. Solo alcune squadre accettano il pareggio come un punto
    positivo.
    Ma lo stile di vita italiano è il migliore. La gente è così cordiale,
    il cibo è ottimo, l’atmosfera è fantastica, tutto ciò che riguarda
    l’Italia è incredibile. Sono ancora indietro con la lingua…mi devo
    impegnare a studiare di più.

    La Premier League è un campionato incredibile, ma ho pensato di venire
    qui e fare un tentativo. Ma so che la Premier League si adatta davvero
    al mio gioco”

    RispondiElimina
  29. tradotto: è stato bello, ma torno oltremanica... porca vacca, aggiungo io...

    RispondiElimina
  30. Montella lo ha preferito aTata infatti finchè i giochi sono stati puliti. Poi se uno lo metti contro a tutta la tifoseria facendo azioni e comunicati a cazzo, i giochi non son più puliti e anche le preferenze tecniche non valgono più. A voglia uno di essere più bravo se appena entra in campo è un subisso di fischi e di offese.

    RispondiElimina
  31. Molti giocatori hanno deciso di andarsene, hanno rinnovato (tranne Montolivo) e poi sono stati venduti attraverso la clausola rescissoria. Di Neto critico solamente il fatto che non ha voluto seguire questa strada, che avrebbe permesso alla società di rientrare degli investimenti, oltretutto dopo lo ha difeso contro tutti. Unicamente questo ho da ridire di lui. Ljuka ha fotografato bene il perché ha voluto andarsene a zero. Figurati quanto me ne può fregare da un punto di vista tecnico. Lele, tu puoi criticare chi vuoi, io ho solo sostenuto che fossero ridicole quelle tue critiche a Montella al fischio finale della partita di Londra, al pari della mia volontà di schierare Lezzerini in caso di assenza di Tata.

    RispondiElimina
  32. Quella del cornuto poi me la spieghi. Di sicuro ne sai più te che ti abbeveri al Cellini e al Calamai di me che lo conosco. Di che cosa devi parlare? anche di qualcos'altro, per esempio. Non ci trovo molto da ridere, per me la Fiorentina ha fatto una figura di merda ed ha avuto un comportamento di merda, oltre che idiota ed autolesionista, e mi dispiace perchè io sono per la Fiorentina. C'è di mezzo un giovane professionista, serio, lavoratore, amato dallo spogliatoio che vien fatto passare per un delinquente di fronte ad una massa di tifosi trinariciuti e tu sei una delle grancasse qui dentro. Non mi fa per niente ridere,ripeto. Ma se ti diverte continua.

    RispondiElimina
  33. Direi che c'è uan bella differenza. Schierare Lezzerini a Londra era una provocazione, una cazzata tecnica così sesquipedale da non ammettere nemmeno un contraddittorio. L'ultima mezzora della Fiorentina a Londra di contraddittorio invece ne ammette quanto ti pare e per me si poteva e si doveva tentare di vincere sì, ma per farlo non devi mettere Ilicic al posto di Gomez, quello oltre che un amputarsi le palle da un punto di vista tecnico è un chiaro segnale alla squadra di cercare di arrivare in fondo così.

    RispondiElimina
  34. Stai tranquillo, un portiere di 29 anni buono, ma non eccezionale, non te lo prende nessuno.

    RispondiElimina
  35. Complimenti per la capacità che hai nel dare i suggerimenti a Montella.

    RispondiElimina
  36. 1,4 netti più bonus, era un buon contratto anche senza scappare a zero. Non credo prenda molto di più, e, a differenza di tutte le cazzate dette, non sono stati solo i soldi a creare il solco. Sono i rapporti che si incrinano e la fiducia che se ne va.

    RispondiElimina
  37. Critiche di gioco se ne posson fare a tutti, poi si può fare un contradditorio ed uno può essere d'accordo o meno. E' un sito di calcio o si deve parlare davvero solo della ribollita? Altro è offendere sul piano personale e stravolgere i fatti

    RispondiElimina
  38. Se i rapporti si incrinano ci sarà un motivo visto che con altri i rapporti non si incrinano, la fiducia rimane e i contratti si rinnovano.

    RispondiElimina
  39. Io cerco di parlare anche di calcio.

    RispondiElimina
  40. Appunto ci sarà un motivo, per esempio lo spingere un portiere acquistato da te per seguire le direttive Ramadani. Uno dei problemi era che Neto non vedeva l'Europa e voleva giocarci. Ovviamente era un problema che a giugno, quando un qualsiasi DS (o chi per lui) con un minimo di gnegnero avrebbe firmato un contratto da 850000 l'anno, non c'era.

    RispondiElimina
  41. Di fatti ce n'è solo uno. Incontestabile. Neto non ha volutamente rinnovato rifiutando il contratto proposto. Io sono un tifoso e un tifoso normale è su questo che discute. Discute di un giocatore che rifiuta la proposta per andarsene a guadagnare di più fregandosene della maglia e alle spalle di chi ti ha mantenuto fino a quel momento. A Londra c'erano 2000 tifosi. E Neto l'hanno fischiato.

    RispondiElimina
  42. Io invece non sono in grado di dare suggerimenti a un professionista del valore di Montella. O almeno non lo faccio credendoci davvero.

    RispondiElimina
  43. Seguire l'onda per il tifoso, che è massa, è la cosa più facile che c'è. Ragionare col proprio cervello è più difficile. Alle spalle di chi ti ha mantenuto? Non esserr ridicolo. Di chi ti ha sfruttato dopo aver rischiato di rovinarti la carriera. Oggi Neto prenede 550000 l'anno, meno di Rebic!

    RispondiElimina
  44. Va bene dai. Parliamo di Montella e diciamogli chi deve schierare domani prima che faccia qualche altra cazzata.

    RispondiElimina
  45. Ma tu hai detto che non parli di calcio, quindi fai bene. Ma è la solita questione vecchia come la fame. Se chi segue il calcio non ha il diritto di criticare il professionista strapagato, il calcio muore e non ci si può rifugiare in corner con la storiella. "ma lui è l'allenatore ne sa più di te". Ne saprà anche più di me visto quanto lo pagano, però se mi sembra che sbagli lo dico, perchè il calcio non è matematica superiore, è opinabile e le opinioni sono aperte e permesse.

    RispondiElimina
  46. Non parla di calcio non perchè non ne capisce ma perchè probabilmente crede che sia "stupido" correggere il lavoro di un tecnico preparato come Montella.. Nessuno vuol togliere i vecchietti ai bordi dei cantieri a dare suggerimenti all'ingegnere di turno, ma tutto sta non prndersi poi troppo sul serio. :-) Basta non offendere una persona che tutto sommato sta portando a casa degli ottimi risultati. Via, ora vado a farmi un po' di cazzettini miei.. scusate l'intrusione

    RispondiElimina
  47. Leggi quanto sopra, non mi far ripetere. C'è comunque una discreta differenza di specifità tecnica nella costruzione di una casa e in una partita di calcio. Quanto ad offendere senti da che pulpito vengon le prediche. Dire che un allenatiore ha sbagliato a mettere questo o quello è offenderlo e dire di un giocatore che è un disonesto, un avido, un prezzolato, un pezzo di merda perchè non ha voluto rinnovare un contratto in scadenza no?

    RispondiElimina
  48. Chiudo anche l'argomento di Montella sennò appare che io sono l'adoratore che non accetta le critiche. E di Neto sono quello che lo offende ingiustamente. Non vorrei più che mi si fossero interpretati male i toni. Ho bevuto talmente bene con il lampredotto che non potrei più essere in pace con il mondo di così. Quello che volevo dire, è che la partita col Tottenham non può secondo me scatenare le critiche contro l'allenatore perché non abbiamo vinto. Quello per me non è criticare, è surrealismo. Tu puoi fare surrealismo, ma io ritengo che tu sia faziosamente surreale. Ci sono contaminazioni persino di pregiudizio. Non lo considero come tifo ma come nemico numero uno del sostegno per una squadra. Al pari di fare il tifo per un'altra squadra.

    RispondiElimina
  49. Non la prendere sul personale.. Parlavo in generale. Sono qui da troppo poco tempo per parlare in un certo modo e se lo dovessi fare comunque farei i nomi.
    Di Neto ho già detto che non approvo il comportamento... come direi di qualsiasi giovane che dopo essere stato cresciuto e aver acquistato un certo valore se ne andasse lasciando la società con un pugno di mosche in mano. Esco, ciao

    RispondiElimina
  50. Soldado:"Peccato non aver battuto una Fiorentina fortissima...."

    RispondiElimina
  51. Siccome rispondi a me suppongo tu parli con me. Quanto a Neto non è andata affatto come dici tu ma l'ho già spiegato cinquemila volte e non mi va di ridirlo.

    RispondiElimina
  52. Boss, se posso permettermi, ma te l'avevo già scritto, volevo solo dirti che non condivido il tuo modo di gestire quello che per te è il famoso "punto di non ritorno"... e cioè, quando qualcuno (di solito Jordan, Lele ed il sottoscritto, anche se ammetto di essermi un po stancato...) ha da ridire sull'operato dell'allenatore si arriva alla strada senza sfondo e cioè che noi comuni mortali siamo solo dei bischeri che non possono dire pio al Professionista di turno. Ma allora, domando, di che si deve discutere, così, solo per organizzarsi...

    RispondiElimina
  53. Io non faccio surrealismo, lungi da me l'idea e la voglia, sono ingegnere che è quanto di più terragneo e attaccato al reale ci sia. Non ho scatenato nessuna critica perchè non abbiamo vinto, ma perchè, a un certo punto, non ci abbiamo provato. Non ho detto che si è giocato male, tutt'altro, ma solo che, nell'ultimo quarto di partita, avevamo il pallino in mano con un avversario rantolante ed abbiamo avuto paura. Speriamo di non pentircene, perchè non è finita qui. Tutto qui. Non si può dire? Lo dico lo stesso e non offendo nessuno come invece fai tu.

    RispondiElimina
  54. Gile'ho appena detto sotto. Ma lui seguita a buttare la palla in corner.

    RispondiElimina
  55. ho letto, infatti prendevo spunto proprio dalla vostra discussione, l'ultima volta è successo con Marin, se non sbaglio, e s'era sempre noi 3...

    RispondiElimina
  56. Personalmente non mi sono posto il problema Lazzerini perché sapevo giocava Tata.
    In tutti i casi Lazzerini in porta a Londra tecnicamente era un suicidio, però Neto in porta era a mio avviso un problema più societario che tecnico. Ma il problema senz'altro ci sarebbe stato e avrebbe fatto molto parlare.
    Le mie critiche a Montella sono antiche oramai, sempre argomentate tecnicamente, immodestamente con concretezza, ma mai sulla persona. È un tecnico che non mi entusiasma e credo che con la rosa a sua disposizione negli ultimi due anni si poteva far molto meglio, soprattutto in fatto di gioco. Il suo non mi va giù, troppe incongruenze nelle scelte poi, ma non voglio mediare col suo storico. Prenderei Iachini immediatamente.
    Certo che se vi entusiasmate per un pareggio sparagnino senza un tiro in porta e inneggiate a questo popò di tecnico, i parametri di valutazione vostri e miei saranno sempre paralleli e non si incontreranno mai.
    Inolte al momento che si pongono interrogativi tattici, ci vieni a rispondere che lui ne sa più di noi, cadono le palle per terra. A quel punto scriviamo post Forza Violaaaaaa,
    Juve merdaaaaaa, e sai che bel blog interessante...

    Quando giocavo al calcio Montella era attaccato al biberon, quando iniziai la serie dei miei 16 abbonamenti consecutivi, lui era alle elementari, quindi non mi sento inferiore a lui se devo commentare un match. Ovviamente non al suo livello in quanto professionista che ha passato la carriera ad alti livelli e attualmente tecnico che segue la squadra tutti i giorni ed è strapagato per questo. Ma io faccio un altro mestiere.
    Credo che possa estendere questo concetto anche per Jordan.

    RispondiElimina
  57. Louis, ti ringrazio per la sensibilità che denoti. Non c'è bisogno di difendere Montella perché per quello ci sono i risultati. Tu converrai che Montella (ovvero l'allenatore della Fiorentina) è stato pesantemente attaccato da mesi chiedendone l'esonero a più riprese. Al posto suo si sarebbe accettato chiunque. Bene, fa parte del tifo, come dici te "sennò di cosa si parla?". I mesi però sono passati, la squadra ha recuperato posizioni in campionato, ha eliminato la Roma in casa propria, sta lottando insomma su tutti i fronti. Io ti chiedo se chi da mesi non fa altro che buttare merda sull'allenatore della Fiorentina, oggi può tranquillamente continuare a farlo addirittura dopo la partita di Londra? Se si allora va bene tutto. Però questo per me non è discutere, è straparlare. C'è del gran pregiudizio in tutte queste legittime critiche, allora come un tempo si buttava merda sull'allenatore della Fiorentina pensando di fare il bene della Fiorentina, io oggi sottolineo come invece sarebbe stata un gran cazzata quella di esonerare l'allenatore e bla bla bla, perché tu oggi non vivresti, tu insieme a quelli che avevano individuato in Montella il responsabile di tutti i mali, quello che invece stai vivendo. Si sarebbero buttati via tre anni di lavoro. Io non voglio passare per quello che si rifugia in calcio d'angolo nascondendomi dietro al fatto che l'allenatore ne sa più di noi, Io dico che sono state dette delle gran cazzate e i risultati son lì a dimostrarlo. Il problema è che non è bastato e si continua forse sperando alla fine di indovinarne almeno una. E quindi quello che dicevo precedentemente, si sta facendo il tifo contro.

    RispondiElimina
  58. Marin che tuttora in un mese non è arrivato a giocare 90 minuti di fila nel temibile campionato belga...

    RispondiElimina
  59. Tu sarai anche reale ma ti sono sfuggite almeno tre situazioni tattiche importanti, chiamale ripartenze che sono la cartina tornasole dell'atteggiamento contrario a quello che hai visto, l'esatto contrario. Superiorità numerica, nelle quali è stata sbagliata l'opzione di passaggio. Una squadra che attacca a quella maniera, con tutti quegli uomini che partecipano all'azione, a Londra, lo fa solo perché vuole vincere. O non si è visto la partita oppure c'è solo del gran pregiudizio.

    RispondiElimina
  60. Louis, Marin è un'altra conferma di quante cazzate sono state scritte pur di dare addosso a Montella. Oggi Marin continua ad essere un desaparacido in un campionato di.....dillo te di che cosa sennò magari qualcuno si offende.

    RispondiElimina
  61. Ti cadranno anche le palle in terra ma lui è l'allenatore della Fiorentina e tu nella vita fai altro.

    RispondiElimina
  62. Jupiler League, Jupiler Beer! Campionato di beoni!

    RispondiElimina
  63. Ciao a tutti e in particolare a Bobby Caponata, a cui do il benvenuto (non mi ricordo se l'ho fatto prima di "sparire"). E' un po' che manco e pensavo che il buon periodo della Fiorentina di Montella si riflettesse in un momento paradisiaco. Leggo invece un po' di scazzi. E sinceramente non capisco il motivo.
    Se mi permettete, su Neto io ci vedo tanti errori della società: a prescindere dalle notizie di Jordan (a cui credo) sul mancato rinnovo, io faccio solo una constatazione basata su fatti pubblici: dopo una buona stagione gli fu comprato Tata. E' stato un chiaro segnale di sfiducia, a cui lui ha reagito di conseguenza. Io in questo momento sono il numero due del mio ufficio, se mi mettessero accanto un mio pari grado, la vivrei male e forse penserei di chiedere un trasferimento. ben diverso dal caso Montolivo a cui fu data anche la fascia di capitano.
    Su Montella sono stato critico anche per via dell'affare Marin (eravamo in quattro carissimo Louis) e di un gioco involuto. Ora mi sembra che abbia cambiato marcia, anche nell'inserire più spesso Badelj e qualche volta Richards. La Fiorentina con il Sassuolo è stato veramente bella. Quindi onore al merito tuo BOSS che hai difeso Montella, dandogli fiducia. Però resta la sensazione che debba maturare, gli Hotspurs erano in difficoltà forse con un Baba al posto di Gomez si poteva vincere. Montella ha pochissima esperienza internazionale è vero e noi paghiamo il suo percorso di crescita.
    Poi va da se, che lui è in grado di fare scelte più ponderate di quelle che possiamo suggerire noi dall'esterno. Ma questo vale in ogni campo della vita ed è il sale della democrazia. Più volte si è parlato qui contro la Trojka e come ha gestito la crisi greca: dovremmo stare zitti perché i tecnocrati di Francoforte-Bruxelles e Washington ne sanno più di tutti, avendone esaminato bilanci, previsioni, prospettive di crescita e sostenibilità del sistema pensionistico?

    RispondiElimina
  64. Ma certo che deve maturare, ma quelli che sarebbero dovuti venire a salvare la fiorentina chi erano? Iachini, Pioli, Stramaccioni, Di Francesco? Loro non devono maturare? Viene Spalletti? Mi sta bene!!! Ma se devono venire questi mezzettoni mi tengo Montella. Nessun onore per averlo difeso. Solo buon senso e nessun pregiudizio. Su Neto, alla Juve non glielo mettono uno di pari valore, certo che no, perché glielo mettono meglio. Poi andrà dalla mamma a farsi consolare. Neto va via a zero per guadagnare di più. I discorsi li porta via il vento. Lui è stato trattato male, la mancanza di fiducia ecc, altri invece rinnovano tranquillamente. Ma chissà come mai a lui poverino l'hanno voluto trattare così Male? E MENOMALE CHE HANNO PRESO TATA!!!!!

    RispondiElimina
  65. La sua poca esperienza internazionale (invece Iachini ha giocato finali Champion) fino ad ora fa 10 partite in trasferta da imbattuto. Ma quando mai si è visto una Fiorentina con questa personalità in trasferta tanto da poter dire che si sarebbe potuto cosa? Vincerle tutte? 33 vittorie in trasferta su 60 e siamo sempre qua a dire che avrebbe dovuto mettere quello al posto di quell'altro. Ma come avrà fatto a vincere tutte queste partite? Ad andare a giocarsela con tutti senza prima averci interpellato?

    RispondiElimina
  66. BOSS su Neto non ti seguo proprio e penso che il tuo sia un giudizio da tifoso appassionato, di pancia. A Neto fu affiancato TATA (bel portiere, anche lui) portiere nazionale rumeno, pagato di più e, a sentire Jordanone, non gli fu rinnovato il contratto. Possiamo fargli una colpa se ha deciso di andarsene. Razionalmente no, secondo me. Con il cuore viola possiamo anche mandarlo a fare in culo perché non ha mostrato attaccamento alla maglia.

    RispondiElimina
  67. Certo che gli fo una colpa. E gliela fo perché ha rifiutato 1,4 dopo essersi messo d'accordo con la Juve per andare via a zero.

    RispondiElimina
  68. Su Montella ti capisco di più. Però le mie critiche sono nate in un periodo in cui la sua Fiorentina stava giocando malissimo e in cui Montella ha commesso errori di comunicazione. Era la Fiorentina che non riusciva a vincere al franchi. Non si gioca solo in trasferta.

    RispondiElimina
  69. Infatti, io scrivo se oggi vi sembra ancora possibile continuare dopo che la classifica è stata messa al posto, eliminata la Roma e in corsa in EL. Continuare non significa non poter pensarla in maniera diversa. Ma farlo passare sempre per colui che ci priva delle grandi gioie alle quali invece eravamo abituati.

    RispondiElimina
  70. + Tera Patrick
    - Polemiha

    RispondiElimina
  71. Premetto BOSS che ovviamente parlo per me e non per altri. Se, in questo momento di rinnovata fiducia e stima per il tecnico, dico che poteva entrare Baba al posto di Gomez, lo dico perché penso che la Fiorentina di Montella (la sua, non quella di Iachini, Stramaccioni o Reja) poteva vincerla. Non mi ha privato di nessuna gioia, sono contentissimo di giocarmela anche al Franchi e anche della piega che ha preso il campionato. Non mi sembra una critica distruttiva.

    RispondiElimina
  72. Le squadre importanti normalmente dovrebbero avere due buoni- se non ottimi- portieri; la Fiorentina li aveva e li ha ma qualcuno ha pensato bene che la concorrenza poteva essere deleteria.
    Di rinterzo possiamo dire, col senno di poi è alla luce dei fatti, che mai Montella ha preferito Tata a Neto (!). Mai.
    Ci vuole coraggio, capacità, a definire tutto ciò "ingiustizia" oppure "Lo volevano (o lo vogliono) fare fuori"!
    Neto aveva la fiducia, la stima (e la maglia n.1) data dall'allenatore, che normalmente capisce più degli "amministrativi"!
    (Poteva anche dire, Norberto "Rinnovo con clausola a 3 milioni ma lasciatemi andare via...". O qualcosa del genere...)

    RispondiElimina
  73. Allora uno potrebbe dirti che se avesse messo Baba avremmo perso. Io invece apprezzo il lavoro fatto dalla squadra, e la grande reazione. La Fiorentina nel secondo tempo è stata superiore. Questo è quello che per me conta di più.

    RispondiElimina
  74. Sopra, il punto è questo. Secondo me non siamo (ancora) una squadra così importante da poterci permettere due portieri forti come Neto e Tata. Non mi sembra che in serie A ci siano squadre con due portieri cosi forti. Montella gli dava fiducia, ma il contratto dovevano rinnovarglielo gli amministrativi. Montella passa, gli amministrativi o chi gli da' fiducia (i DV) restano. Non sono proprio d'accordo.

    RispondiElimina
  75. Puro Vangelo (Kit Carson). Ma se uno mi dice che con Baba avremmo perso, io non mi incavolo. La prendo come una opinione diversa.

    RispondiElimina
  76. Grande FOCO. Su questa concordo al 100%, anche dovesse tener fuori squadra Marin e far giocare Cuadrado seconda punta. Non la cambierei mai per Iachini o Strama!!!

    RispondiElimina
  77. Resta il fatto che nonostante l'acquisto di Tata, il titolare era Neto, che godeva della massima fiducia dell'allenatore, dello staff tecnico, dello spogliatoio e in generale dell'ambiente, avendo conquistato con il suo rendimento stampa e tifosi che inizialmente gli erano ostili. Per questo motivo la sua grande offesa per l'acquisto di Tata mi sembra una scusa, quasi al livello di Monto che si disse amareggiato per l'acquisto di D'Agostino.

    RispondiElimina
  78. Mi sono spiegato male. Non sto parlando di offese. Un giocatore, un professionista, uno che viene dal Brasile si vede in estate preferire da un punto di vista economico un altro. La società ha fatto le sue scelte, magari giuste perché magari Tata è più forte di Neto. Neto a sua volta ha fatto le sue. Non vedo il motivo di infamarlo. Controproducente, perché se Tata si fa male, ho paura di un Neto non sereno e giocare con Rosati o Lezzerini non mi tranquillizza. Al contrario apprezzo chi rinnova prima di andarsene. Ma non ci può essere simmetria nel giudizio su tali comportamenti, l'amore per un città e una squadra è come il coraggio di Don Abbondio: se non lo hai non te lo puoi dare.
    Sarà che con l'età sono diventato più cinico..

    RispondiElimina
  79. Aggiungo che mentre Monto e Dago potevano giocare insieme, Tata e Neto, evidentemente, no.
    Rifinisco anche il ragionamento: la società in estate non rinnova a Neto, diciamo, a un milione. Perché? Evidentemente perché la società non vuole rischiare di pagare un ingaggio non leggero a uno che può fare la panchina. Scommessa persa, perché Neto in panchina non ci va.
    Cio' non toglie che l'andazzo generale di firmare precontratti con altre società prima di Febbraio è abominevole. Ma appunto è un andazzo generale, credo l'abbia fatto anche TATA, ma con noi.

    RispondiElimina
  80. Guarda che io non mi incavolo. Ci tengo solo a far sapere a chi sono mesi che dispensa la propria competenza, dicendo a Montella e a noi di aver trovato la cura contro il cancro, che ancora purtroppo non è stata ancora trovata.

    RispondiElimina
  81. Ti capisco e devo dire che ho sbagliato a scrivere che ti incavoli. Diciamo che non vedo necessariamente una lesa maestà nei confronti di un tecnico, dire che non è stato coraggioso in un frangente di coppa. Ma io parlo per me.

    RispondiElimina
  82. Non è una questione di lesa maestà. Montella sbaglia come tutti. In più è giovani e quindi deve necessariamente sbagliare per imparare. Lo ripeto non è la critica che io trovo fastidiosa. E 'il pregiudizio presente in quella critica. Penso che sia un fenomeno solo di questo blog la caccia a Montella, non leggo altri siti e quindi non lo so, ma nell'ambiente calcio, Montella non è messo in discussione, viene considerato un valore aggiunto. Un predestinato ad una panchina più importante della nostra. E' un peccato che proprio noi siamo qua a cercare di sminuirlo.

    RispondiElimina
  83. Bene. Montella. Neto (ops..), la polemiha di Foco. Posso?
    1) Pare sia stato Montella a volere due portieri pari grado. Oppure no? Precedenti ce ne sono, uno anche a casa nostra. E resta da appurare se Tata non sia stato soltanto un modo per cautelarsi. Sarebbe andato via o meno, Neto, senza Tata? Ai posteri...
    2) Montella non è un incapace, ma errori ne fa. Noi, col senno di poi, siamo molto avvantaggiati (lui è molto avvantaggiato sullo stipendio, d'altra parte) e non vedo per quale motivo non possiamo commentare e criticare. Tra criticare e dire che è tutto sbagliato, tutto da rifare, però, ci corre parecchio. Bartali permettendo.
    3) Foco è tornato. E' stato in astinenza, parrebbe.
    4) Per me, anche in Europa, il buon Monthy non è esente da errori. Lista Uefa settembrina in primis. Ha fatto bene, nel complesso. Vorrei però ricordare che la viola ha giocato con squadre tutt'altro che eccelse, Juventus e Totthenam a parte.
    5) Tranquilli. Tanto finirà come con Norby: noi qui a discutere e a criticare e lui, di bel bello, non rinnova il contratto e se ne va al Napoli (Roma?, Milan?, Inter?). E noi ancora qui, a discutere ed a criticare. Come sempre. Del resto, se ha saputo che la nostra dirigenza era a San Miniato a pranzo con Mazzarri, qualche giorno fa, si è sicuramente offeso. Tattica cautelativa? Chissà. Da ora in poi mi offenderò anch'io, quando un cliente parla o lavora con un altro mio collega professionista.
    6) Sopra, mi son sentito vagamente "meleggiato". E' solo un'impressione? Meleggiato, ma non offeso. Claro.

    RispondiElimina
  84. Chiedere l'esonero rientra tra le voci "criticare"?
    Visto che noi siamo avvantaggiati dal senno di poi, allora col senno di poi ti chiedo se aver chiesto l'esonero qualche mese fa è da considerarsi una cazzata?

    RispondiElimina
  85. Ti ho risposto, boss. Vedi punto 2. Anch'io sono favorevole al cambio, in corsa o meno, con la ragionevole certezza di migliorare. Per tutti i componenti della viola. Dal proprietario al massaggiatore. Compreso Montella, ovviamente.

    RispondiElimina
  86. La ragionevole certezza che nome avrebbe?

    RispondiElimina
  87. PRIMA di rileggere le Vostre risposte voglio metterVi questo. Vi consiglio, se le avete a portata di mano, di mettere su un paio di cuffie, se son bone è anche meglio. Volume al massimo, grazie. Perchè alle fine a me vengono i brividi soprattutto quando vedo Fratelli che ci rappresentano in questa maniera. Ovunque. Solo per Lei... Immensi...





    https://www.facebook.com/video.php?v=450895198398063&set=vb.199977346823184&type=2&theater

    RispondiElimina
  88. Quindi, per chiarire: Montella per Ancelotti (Guardiola, Mourinho, Bielsa)? Sì subito. Montella per Pillon (Reja, , Inzaghi, Stramaccioni)? No grazie. Per definire la "cazzata", serve il termine di paragone. Altrimenti si è in terra di nessuno... e la risposta può solo essere: - Boh?

    RispondiElimina
  89. Due mesi fa quando lo si chiedeva a gran voce almeno su questi schermi, chi c'era libero ce lo dovrebbe dire chi avanzava quell'ipotesi. Fermo restando che la nostra dimensione non prevede certi nomi che hai fatto.

    RispondiElimina
  90. Per chiudere il discorso...

    https://www.youtube.com/watch?v=lADGUWQeq10

    RispondiElimina
  91. Gente che non verrà, purtroppo. Nel mezzo alle varie certezze, in un senso e nell'altro, ci sono molti dubbi. Qui casca l'asino, avrebbe detto mio nonno.

    RispondiElimina
  92. Te lo dico io allora. Oggi avresti buttato via tre anni di lavoro per....Metticelo te il nome. Escluso Spalletti.

    RispondiElimina
  93. Ok, ho riletto il Boss e gli altri. Davanti a me il pc ed uno stock 84 invecchiato un trentinaio d'anni. Gianni, è quello il piano su cui vorrei leggerti, mi riferisco al post che hai scritto in mia risposta. Marin e i risultati di Montella, giusto. Tu devi far leva su quelli e sfiaccolare me, Lele, Jordan e Corto rimanendo in quel campo. Io mica mi offendo e credo nemmeno gli altri due/tre. Ho preso un abbaglio, cento abbagli, mille abbagli e spero di prenderne ancora milioni, per il bene di LEI. Io non mi nascondo, non l'ho mai fatto e sputo quel che penso, sempre. Quando Montella per me sbagliava lo scrivevo, stare nascosto dietro ai "vedremo", "può darsi" "dipende" "bisognerebbe esserci dentro" "dovremmo essere a conoscenza delle condizioni e della testa di questo o quello" sono le classiche frasi fatte che non sono MAI rientrate nel mio piccolo e misero vocabolario. Sono paracadute che tolgono sale alla discussione, questo è un blog che prende spunto da un qualcosa di molto saporito, vogliamo togliere il sale e il pepe? Marin fa panchina anche in un campionato di MERDA come quello belga, quindi complimenti e bravo a Montella. Bravo a Montella per giovedì anche se non l'ho vista perchè un pareggio a Londra per me è oro che cola, bravissimo a Montella per la prestazione di sasciuolo, per me bravo anche contro l'Atalanta in casa e sono stato tra i pochi ad elogiarlo. Spero di continuare a dirgli bravo fino alla fine e stai sicuro che non lo farò solo in caso di risultati positivi, io giudico per quel vedo in base a più condizioni che comprendono molte cose. Ma il discorso di fondo rimane quello. Ti consiglio però di scendere al nostro livello. Quando pensi che scriviamo delle cazzate, dillo. Nella vita chi si prende la responsabilità di dire o scrivere quel che pensa per me è uno che ha le palle, anche su argomenti futili come questo. Mi sei piaciuto nell'ultimo post. Meno velato, più diretto. I professionisti lasciamoli dove sono. Sono pagati, bene, direi, per sbagliare il meno possibile. A fine stagione tireremo le somme. Notte a tutti, vado a vedere un po di lanterna...

    RispondiElimina
  94. No io non sfiaccolo proprio nessuno, dico solo che siccome ci sono dei precedenti nei quali davamo addosso a quello e a quell'altro, poi i fatti hanno dimostrato che forse non avevamo tutte le ragioni, oggi mi sarei aspettato un po' più di prudenza. ma soprattutto un po' più di fiducia verso Montella.

    RispondiElimina
  95. personalmente gliene sto dando parecchia ultimamente, lo sai, poi sfiaccolare non è mica peccato, alla fine siamo tutti tifosi Viola, per me è sempre e solo un divertimento questo... ciao....

    RispondiElimina
  96. Condivido il post di Louis. Sebbene non abbia mai chiesto l'esonero in corsa, mi sembrava che Montella fosse entrato in una fase involutiva, gioco lento, cambi spesso illogici, squadra "moscia". Partite come quella con la Samp e il napoli sono state una sofferenza quasi fisica. Pensavo fosse un tunnel irreversebile a firenze.Ora le cose sono cambiate e quello che mi capita di rimproverare a Montella (non qui, visto che sono stato assente) rientra nel fisiologico. Potrei rimproverare con lo stesso spirito Spalletti o Ancelotti.
    Contento di essermi sbagliato

    RispondiElimina
  97. Iachini mezzettone, ora lo senti Lele...

    RispondiElimina
  98. No, LJUKA, no. Il contrario!! Era di rinforzo, il mio post....!!

    RispondiElimina
  99. Acqua, freddo, derby rinviato. Domattina sveglia presto. Ne approfitto per chiarire alcune cose. Sul dopo Londra; come già scritto, ho visto nemmeno una ventina di minuti quindi non posso commentare niente, non so quindi dare un giudizio sulle critiche che alcuni hanno fatto a Montella. Dopo la conclusione del mercato ci sono stati evidenti miglioramenti nel rendimento e nella gestione dei giocatori, penso che vada dato atto al mister di questi cambiamenti positivi, la classifica è nettamente migliorata ed il terzo posto di nuovo a tiro. Tutto questo dice però due cose:

    A) che Montella sta finalmente portando un deciso contributo alla causa (tradotto: sta facendo la differenza)

    B) ANCHE e forse, però, che chi parlava di rosa da terzo posto (via Cuad, dentro Salah e Diamanti, Gila e Rosi non li conto) non bestemmiava in aramaico considerando anche la stagione delle milanesi ed i balbettii napoletani... la stessa superoma sembra molto sgonfiata rispetto a settembreottobrenovembre...

    Continuare a criticare Montella? Adesso mi sembra fuori luogo ma ognuno ha il sacrosanto diritto di esprimere la propria opinione...

    Infine, su Iachini; la storia di Beppe non è altro che lo specchio di questo paese; c'è chi inizia da Parco della Vittoria e chi deve farsi il culo sin da Vicolo Stretto o Corto. Quante champions ha fatto? Beh, provate voi a prendere l'aereo di martedì/mercoledì con Chievopiacenzavicenza... io penso che potrebbe bastare, intanto, vincere qualche campionato, in quelle terre... già...

    RispondiElimina
  100. non voglio far scendere l'entusiasmo, del resto la mia stima per il nostro allenatore è nota, ma il periodo d'oro della Fiorentina è coinciso con un calendario facilino e con l'assenza di impegni infrasettimanali. Ora abbiamo scontri diretti e partite ogni 3 giorni: se rosa e allenatore sono da terzo posto lo vedremo nel prossimo mese, il più duro dell'anno.

    RispondiElimina
  101. Montella per me è un bravo tecnico (non penso che un allenatore sia bravo 2-3 mesi sì e 4-5 no.. :-), poi non tutto dipende dall'allenatore (vedi il Milan degli ultimi anni). Ultimamente però darei anche dei meriti a Pradè e agli innesti di gennaio.. Diamanti su tutti che sembra aver da solo ridato la carica all'ambiente. Se solo Borja tornasse ad essere se stesso in attesa di Rossi...

    RispondiElimina
  102. Se alla fine non va alla Juve devi venire in ginocchio sui ceci a vederci mangiare le bistecche dalla finestra. Se ci va per me sbaglia, anzi per me ha sbagliato a non restare a Firenze, ma perchè era meglio per lui e non per altri motivi. Resta il fatto, innegabile, che la soceità ha fatto due errori gravissimi, direi imperdonabili. Uno a non rinnovargli il contratto a giugno (poi potevan prendere anche Tata, magari ci rimaneva male, ma poteva farci poco), e poi, e forse ancora peggio, ad averlo messo con le spalle al muro a gennaio, e ad aver fatto quel comunicato dek cazzo, praticamente privandosi per sei mesi di quello che era il portiere titolare. Montella, proprio il tuo santo 2015, (che per te le fa tutte bene fuori che quando sceglie il portiere) ci si è incazzato a buono e con lui tutto il gruppo.

    RispondiElimina
  103. Dimmi dove avrei chiesto l'esonero di Montella. Mai chiesto, però se per me si poteva e si doveva cercar di vincere una partita, lo dico e ti puoi incazzare quanto ti pare.

    RispondiElimina
  104. Appunto, una squadra che vuole vincere toglie Gomez e mette Ilicic, così lo sai che ficcanti contropiede vengono fuori. Loro eran morti, morbidi come il burro dietro, bastava attaccarli negli spazi in velocità e li facevi a fette. C'è quasi riuscito senza volerlo fare!

    RispondiElimina