.

.

lunedì 23 febbraio 2015

Il malvagio che è insito in un pareggio così

Non ci resta che prenderci quello che di buono è uscito da questo turnover integrale, e dire che forse è meglio persino la pasta, comunque la prova di Ilicic e Badelj, la conferma che l’operazione Salah è stata una genialata, e la Fiorentina vera riserviamola al Tottenham. Delude Vargas (Vives chi lo doveva marcare?), Aquilani e Rosi in un centrocampo inedito, Babacar sconta la mancanza di continuità tipica di chi è ancora acerbo. Il rigore che sbaglia infatti allappa il palato come una banana verde, è calciato con la stessa sufficienza di chi guida senza patente una Porsche Cayenne. Sconsiderata poi la gestione del vantaggio, inspiegabile l’atteggiamento difensivo almeno come la fase di accoppiamento dei porcospini, un implosione tattica che alla fine non ci permetterà di portare a casa la vittoria dentro a una partita dominata. Se avessimo vinto adesso saremmo qua ad elogiare i vantaggi del turnover, e invece siamo a recriminare. Amarezza a parte è così che vanno le cose nel calcio, abbiamo buttato via due punti, ma almeno abbiamo aumentato la consapevolezza di aver trovato un grande giocatore. Tata sbaglia goffamente un uscita ma è miracoloso su Maxi Lopez due volte, Rodriguez lo è invece sul salvataggio che para il culo al romeno pur non essendo lui il portiere, Basanta è solido come certi parallelepipedi che ho studiato a geometria. Oggi capisco finalmente che mi sarebbero serviti dopo 30 anni per fare un paragone. Gilardino impreziosisce la sua presenza in campo con la sponda per Salah. Montella fa delle scelte rischiose ma a fronte di quanto visto, ponderate, con la squadra che crea occasioni da gol, compreso purtroppo anche il rigore sbagliato (ce n’erano altri due, quello su Ilicic clamoroso). Poi sale di giri con l’ingresso in campo di Joaquin  e Salah, che portano qualità a secchiate, purtroppo il tutto viene vanificato dal suicidio tattico con il quale siamo riusciti a regalare al Torino il contropiede del pareggio. Ancora punti persi in casa, che insieme ai tre rigori sbagliati tolgono ossigeno Champion alla classifica. Peccato. Toro più ostruzionistico di un campo minato, anche se Ventura sembra proprio un brav’uomo come quelli che potresti incontrare alla Conad, uno di quelli che vorrei tanto abbracciare, ma poi mi rendo conto che abbraccio le persone solo quando devo pulirmi le mani. Prendere un gol a fine partita dopo essere riusciti a trovare il bandolo della matassa di una partita complicata, fa male, è un momento duro della giornata, di quelli difficili, avvelenati ulteriormente dal fatto che ti era sembrato di averla scampata bella con il miracolo di Tata. Macché. Ho vissuto così solo un altro dramma nella mia vita, quando vidi la Rita cercare su Google “Lezioni di ballo latino americano di coppia”, sperai che avesse un amante. Le quasi vittorie sono malvagie come certe ragazze che chiamano la Polizia, “Ma se non volevi venire a letto con me perché ti sei seduta accanto sulla tramvia?”.


35 commenti:

  1. Chi siamo e dove andiamo è l'interrogatibo che meglio si attaglia a questa Fiorentina del post mercato di gennaio. Si dirà manca qualcosa per il salto di qualità. Che invece c'é stato. Altre volte partite così si sono perse. In campionato difficilmente si è vista una squadra di riserve e senza Pek schiacciare l'avversario per venti minuti. E quel 343 brioso stile Bonarda. È che ogni volta Montella costruisce un castello con decine di fiammiferi. Arriva anche a far brillare Ilicic davanti a chi lo aveva giubilato. E poi un rigore sbagliato o una fregnaccia difensiva spostano il fiammifero portante. Resta un gran gruppo, apparentemente cementato dall'addio di Mister ingaggio pesante. Oggi è un altro giorno. Rosi permettendo

    RispondiElimina
  2. Ho spento sullo 0-0... ho varcato la porta di camera col gol di Salah e ho deciso di addormentarmi col vantaggio acquisito...
    Vargas sarebbe un lusso anche per il Bayern.. non capisco ma avrà avuto le sue buone ragioni.. ;-). Dovrei dormici su ma me la sono già giocata.
    Malvagio.. bella parola. Torino si sa è la città dell'esoterismo e del mistero.. E Ventura è una spina nel fianco... Mi butto sul lavoro che di questi tempi non mi da certo soddisfazioni ma almeno penso ad altro.

    RispondiElimina
  3. Tra Vargas e Vives era una questione di "V" e di "S" da incastrare e li...mors tua Vives loros....
    Questa Fiorentina fa porre domande e finché ci sono domande c'è vita (non Vives)...
    Tipo "Perché l'oroscopo non ha segni di montagna?", oppure- come direbbe un buon ebreo,"Perché Mosé ci ha portato nell'unico posto senza petrolio?", "Perché vivisezione o macellazione? Solo cavie e maiali consenzienti...".
    Queste tre filosofiche domande...basterà immettere similitudini calcistiche e vedrete che un colpevole si troverà, per la viola....
    Per caso il Napoli ha già vinto contro il Sassuolo? Che domandona!!!

    RispondiElimina
  4. Digressioni Tavecchiesche; "La colpa a Parma è anche dei giornalisti!" (Risposta del giornalista "Più che scrivere che è strano, anomalo, cedere una società calcistica a un euro...") è sempre Tavy "Faremo una colletta ma è anche compito dei tifosi, dell'amministrazione....,li i debiti fuori controllo sono quelli della societá verso terzi..."
    I calciatori sono "Terzi"?
    E l'allarme Covisoc? "Cosa vuole le dica...la Covisoc fa il suo lavoro, altri dovevano vigilare...".
    Non se ne esce....capisco ancor più quel che successe alla VIOLA.
    Qualcuno sa e sapeva ma va bene cosi....,Almeno 'sta cazzo di Parma immacolata tra Tanzi, Parmalat, calcio, etc. si toglie l'aureola e mostra che è alla stregua di una qualsiasi realtà provinciale. Gli auguro presto un derby contro il Fidenza!

    RispondiElimina
  5. Allardyce cosa avrebbe fatto, ieri sera?

    RispondiElimina
  6. Compito improbo per Rosi ieri sera. A un metro dalla porta riuscire a centrare la linea di fondo non è da tutti.
    Ce l'ha messa tutta e alla fine ci è riuscito.
    Da blindare subito prima che il Barca ci metta gli occhi sopra

    RispondiElimina
  7. Ho capito perché la Roma non l'ha mai riscattato....

    RispondiElimina
  8. Dubbi e domande. Rispondete, se volete:
    1) Con Diamanti, Vargas, Aquilani, Gonzalo in campo, si può dire che è una minchiata far tirare il penalty ad un "Babazzino" di poco più di vent'anni. E si può sapere chi l'ha deciso?
    2) Quanti rigori e/o espulsioni tocca meritarsi, per averne uno (una)? Inutile...tanto si sbagliano.
    3) Tata avrebbe fatto anche benino, ma l'uscita di metà secondo tempo è da ricovero (o da orango smesso). Cazzata sesquipedale, tipo quella di un altro numero uno a Cesena. Il voto, se assegnato, dovrebbe essere negativo (nel senso con il meno davanti)?
    4) Vargas, una roccia (nel senso fermo come una...). Molto tempo fa crossava, qualche tempo fa tirava. Adesso passa indietro. Definitivamente andato?
    5) Baba, come Tata. Si sarà anche mosso bene, il ragazzo (se muoversi più o meno come il Gila è bene), ma avrebbe dovuto almeno far gol, per riscattarsi.Minchiate così non portano a Raiola. Portano a 'fangala?
    6) Il gol del Toro, incredibilmente, dopo un pugno di minuti. Tutti ce l'hanno con Tomovic. Può essere. Ma se Ilicic marcava Maxi e, nell'ordine, difendevano Aquilani e Vargas, si può chiedere dove diavolo erano i nostri centrali?
    7) Sensatamente, si puo far a meno di Savic?

    RispondiElimina
  9. 1) chi poteva immaginare che tirasse il rigore in quel modo? Non c'era con la testa ma Gila non ha i 90 minuti
    2) arbitraggio insicuro in generale come tanti altri. Non si può contare sugli arbitri. Speriamo che con gli Spurs non si vada ai rigori
    3)Tata da sei perché inizia a dirigere la difesa. Non sa uscire. Pazienza. Non è Neuer
    4) andato da un pezzo. Però fa folklore
    5) vedi sopra
    6) errore collettivo, tecnico incluso
    7) sensatamente si'. Tranne Pepito (sano) qui tutti sono utili (alcuni dannosi) ma nessuno è indispensabile. Tre competizioni sono difficili da gestire. Non siamo il Real. Le partite le decidono gli episodi (rigore sbagliato) e le supergiocate (goal di Salah). Se ogni anno devi vendere il migliore per fare plusvalenza, che si pretende? Stiamo coi piedi per terra tanto farsi il sangue amaro non serve a niente

    RispondiElimina
  10. Grazie per le risposte. Ne avrei anche un'altra, più difficile...
    Sensatamente, è davvero più importante un sedicesimo Uefa (sedicesimo: poi ci sono ottavi, quarti, semifinale e, "InSallah", finale), rispetto ad una partita che ti poteva permettere di arrivare, almeno momentaneamente, ad un punto dal terzo posto in campionato?

    RispondiElimina
  11. Sopra, il meno davanti al (a sinistra del) numero. Belva, fare a meno di Savic nella partita di ieri, intendevo. Se lo vendono, o se ne va, è un altro discorso.

    RispondiElimina
  12. Sono in linea con Belvaromana tranne la 4 che non fa folklore ma puntini puntini.....(mi ricorda il personaggio del film demenziale che il modello non sa girare a destra...trovato, Zoolander) e la 5 che penso di non aver capito :-\ Baba ha ancora margini di miglioramento e sono convinto che la testa non sia quella di Balotelli. Comunque resto dell'idea che ha un ruolo poco definibile.. come Balotelli... Tata tranne l'affiatamento con la squadra direi che questo resta.. e può andare.

    RispondiElimina
  13. No. Riformula la stessa domanda invertendo le partite e i concetti già vedi a mezzanotte, con eventuale qualificazione in tasca, la,risposta sarà si.
    Cose da tifosi...

    RispondiElimina
  14. Eh questo è quello che pensavo anch'io da una settimana.
    Non saprei che hanno in testa Montella e i dirigenti.
    Chissà, forse si vuole più visibilità internazionale

    RispondiElimina
  15. Non mi è dispiaciuto il turn over di ieri: alcuni elementi hanno risposto bene (Badelj e Ilicic) e inoltre tante altre volte abbiamo avuto difficoltà a passare con le squadre chiuse, anche giocando con la formazione 'titolare'. La questione del gol subìto invece è seria: si fosse trattato di un episodio isolato, di una ingenuità una tantum, di un eccesso di foga sarebbe andato anche bene, ma invece si tratta dell'ultimo episodio di una serie di altri episodi analoghi. La squadra si fa molto spesso rimontare in casa quando è in vantaggio, non è in grado di tenere il risultato, e questa è diventata una sua caratteristica, un suo 'marchio di fabbrica' negativo. Per cui, a mio parere, chi sottovaluta o minimizza quello che è ormai un problema endemico, e che non si è riusciti ancora, a distanza di mesi, ad affrontare e risolvere, sbaglia di grosso.

    RispondiElimina
  16. Circa tre mesi fa ho letto una intervista a Borja su una rivista patinata, mi pare francese. Si spaziava su argomenti vari, anche extracalcistici.
    Mi colpì una frase: diceva che si trovava bene a Firenze perché nessuno gli aveva mai messo pressione per vincere qualcosa a tutti i costi

    RispondiElimina
  17. Mesi? Anni, direi. Ho rivisto il film di numerosi Fiorentina - qualcun altro, in era prandelliana. Monthy, ed il medio-one che è in lui....

    RispondiElimina
  18. Tale padre...

    RispondiElimina
  19. quindi gioca Lezzerini giovedì?

    RispondiElimina
  20. http://www.fiorentina.it/it/news/articolo.54.25315/tatarusanu-out-10-giorni-per-riacutizzarsi-della-lombalgia.html

    RispondiElimina
  21. A quanto pare... :-)

    RispondiElimina
  22. ..POLL POT...prima che qualcuno faccia la soffiata, ti ho appena dato del pelatone sul miglior Sito al mondo...ne pagherò le conseguenze..MOURINHO MERDA!!!

    RispondiElimina
  23. Turnover ridicolo, evidentemente ci si sente gia' arrivati. Solito problema.

    RispondiElimina
  24. Il turnover, a mio parere, non ha comportato tutto sommato grosse differenze, la partita ha avuto il solito andamento già visto altre volte con schierata la formazione migliore: gran possesso palla, assedio, difficoltà a bucare una squadra che si chiude. In più si è fallito il rigore e il turnover c'entra poco, c'entra la leggerezza con cui si prendono certe cose. Invece che mandare un Diamanti (che li ha tirati bene anche in nazionale) si è mandato il ragazzino, "tanto è un gioco", come dicono quelli che ai telequiz perdono 200.000 euro all'ultima domanda. Così come con leggerezza si affronta, a quanto pare, quello che è un grosso problema endemico: il fatto che in casa difficilmente si evitano le rimonte avversarie. Prendere gol quando si sta vincendo è diventata ormai la norma.

    RispondiElimina
  25. ...come gli sarà saltato in testa a Montella di supplicare in ginocchio sui ceci per avere Rosi ancora non si capisce...mah, ti dicono: dimmi un nome di un giocatore che vorresti e tu...subito...chi ti viene in mente? Rosi...boh...certo che c'è gente parecchio strana al mondo...poi...pensare a quanto è stato bello il mercato estivo a uno viene anche il desiderio di far vedere facce nuove....di dimostrare al mondo quanto è stata generosa questa grandiosa Società..

    RispondiElimina
  26. Turnover gia' un segnale di poca attenzione, ma mancava testa e concentrazione, troppi complementi, anche Andrea troppo debole, a che serve il presidente amico, serve chi si faccia sentire qualcuno, ma purtroppo quel qualcuno si trova altrove.

    RispondiElimina
  27. Al di là dell'incazzatura per il risultato, io non vedo grosse pecche tattiche nella Fiorentina di ieri. Certo si può discutere se Rosi ci volesse in campo o meno, ma sostanzialmnte la squadra ha fatto molto gioco e rischiato poco, se si esclude l'occasione di Maxi nel primo tempo, per altro viziata da un fallo di mano macroscopico.
    Il rigore sbagliato e la mancata espulsione di Vives hanno pesato enormemente sul resto della gara e il gol del vantaggio è arrivato nel momento in cui, tatticamente e fisicamente, eravamo combinati peggio. Questo inedito 3-4-2-1 ha avuto un buon risultato in campo. I due rifinitori hanno fatto quello che dovevano, ovvero insediarsi tra difesa e centrocampo avversari per distanziarli e lasciare Baba solo nell'uno-contro-uno col difensore centrale dei tre loro. Certo, il fatto che i due trequartisti fossero entrambi mancini ha creato un po' di confusione, visto che, per natura, tutti e due andavano a cercare il centro-destra per trovarsi la palla sul piede buono. Però mi sembra che la cosa abbia funzionato. Sugli esterni non siamo andati bene. Rosi non ha mai capito le distanze da mantenere, risultando sempre troppo fuori dalle zone in cui doveva essere, e Vargas ha subito la velocità di Peres. Ci sono stati momenti in cui abbiamo difeso a due dietro, in quanto Tom ha fatto il terzino per lunghi tratti. Purtroppo, preso dall'inerzia delle azioni che hanno portato al gol, è rimasto troppo avanti anche nell'occasione del pareggio, insieme ai centrali che cercavano di mantenere certe distanze con chi avanzava.
    Salah, nell'occasione del gol, ha dimostrato le enormi differenze di ruolo con Cuadrado. Il colombiano, dopo aver scaricato a Gila, avrebbe continuato a girare intorno all'area, l'egiziano è andato ad aggredire lo spazio in area, cosa che fa tutta la differenza del mondo quando si attacca. Un altro grande rammarico è il fatto che abbiamo avuto molte punizioni dal limite e non abbiamo mai beccato lo specchio della porta. Le palle inattive devono essere sfruttate meglio, soprattutto quando ci sono problemi a sbloccare le gare.

    RispondiElimina
  28. Non si tratta di tatticismi, ma di testa. Di manico. Non accetto di pareggiare una partita quasi decisiva in questo modo concedendo 5 titolari agli avversari.

    RispondiElimina
  29. ..sarà stato Totti...o Totti o la nonna di Florenzi.

    RispondiElimina
  30. Mah, se guardiamo bene, gli inserimenti "nuovi" sono stati Tomovic, che però è un co-titolare, Aquilani, reduce si da un infortunio ma non certo un carneade, Badelj, che ormai da qualche tempo gioca spesso, Ilicic redivivo (che insieme a Badelj però non ha deluso affatto), il Baba invocato spesso dalla massa dei tifosi e qualche volta salvatore della patria, il Gila subentrato ma che ha propiziato il gol di Salah e ha difeso bene i palloni spalle alla porta. Vargas ci poteva stare: chi si aspettava potesse fare una prova così sottotono? Rosi forse è stato l'unico vero e proprio azzardo rivelatosi infelice. Ripeto, questa formazione non ha giocato peggio delle tante volte in cui la formazione "titolare" si è trovata di fronte una squadra che si chiude. Il problema grave è dopo, al momento di gestire il vantaggio. I filmati che ho potuto rivedere partono già quando il contropiede del Torino si sviluppa, ma mi pare che poco prima eravamo a fare "possesso palla" al limite della loro area, con gli uomini schierati con l'assetto da attacco, i difensori centrali alti e gli esterni bassi molto avanti che partecipavano allo scambio. Questa è una cosa molto pericolosa perchè un assetto del genere, comunque rischioso di per sé, deve essere finalizzato alla conclusione dell'azione, all'affondo decisivo o al tiro, non al palleggio perditempo in attesa del fischio finale. Questa situazione avrebbe avuto una sua logica se in quel momento fossimo stati alla ricerca del gol risolutore e non in vantaggio di un gol. Visto che non è la prima volta che succede, anzi che è l'ultima di una lunga serie, sarei curioso di sapere da cosa dipende: dai giocatori che non seguono le disposizioni, dalla troppa sicurezza, da una trascuratezza del tecnico o da cosa? Possibile che non ci sia rimedio?

    RispondiElimina
  31. Franco Selvaggi (cuore toro): "Una Fiorentina straordinaria anche senza molti titolari, sempre con il pallino e sempre propositiva; nessuno si accorgeva che potevano mancare i titolari e questo è sintomo di maturità sia del tecnico e sia del suo modulo...".

    RispondiElimina
  32. Selvaggi parla cosi perchè ha litigato con JINGLE e odia Siena...no, voglio fare come il Presidente dell'Anderlecht e fidarmi di JINGLE.

    RispondiElimina
  33. ..un pensiero per JORDAN....torna presto...tu e LUI.

    RispondiElimina
  34. ...certo che davvero a volte rimpiango i bei tempi quando dialogavo col Big Jim..cazzo...lo premevi sulla schiena e questo alzava il braccio... era di plastica eppure un'intelligenza...sul Sito dove cazzo devi premere per accorgerti di un segno di vita? mah, bonanotte.

    RispondiElimina
  35. Premi su quella che arriva a sentenziare....per-Manenti con bigodini e bigoli alla parmigiana....

    RispondiElimina