.

.

martedì 17 settembre 2013

Nuove forme espressive

Il mondo non finisce certo dopo gli infortuni di Gomez e Cuadrado, almeno non quello dei  tifosi Viola sani, e allora, anche per reagire a una domenica infame, guardiamo con fiducia alle soluzioni tattiche che Montella sarà capace di trovare, e anche alla qualità della rosa, certi che la squadra saprà sopperire alle assenze importanti. Del resto proprio di questo ci siamo vantati fino ad oggi,  della capacità di Montella di variare l’assetto tattico della squadra, e della qualità dell’organico, cartatteristiche che sono quanto ci serve in questo momento. Caliamo invece un velo pietoso sugli usurai del tifo che alzano il tasso della loro stupidità apparecchiando sulle disgrazie. Oscar Wilde avrebbe detto “Perché sono nato con tali contemporanei?”. Adesso ci spiegheranno che tutto va male, domani sarà peggio, quando piove diluvia, c’è sempre un modo migliore, quando il modo migliore ci sta davanti agli occhi, specialmente per lunghi periodi, non lo vediamo. Quando tutto va bene, qualcosa andrà male, quando non può andar peggio di cosi', lo farà, e se le cose sembrano andar meglio, c'e' qualcosa di cui non stiamo tenendo conto. Qualsiasi cosa vada male, avrà probabilmente l'aria di andare benissimo, quando si trova e si corregge un errore, si vedrà che andava meglio prima. Quando si capisce che la correzione era sbagliata, sarà troppo tardi per tornare indietro. Qualunque sia adesso l’esperimento tattico di Montella, ci sara' sempre qualcuno pronto a: (a)  fraintenderlo (b)  falsificarlo (c)  credere che si sia prodotto in virtù della sua teoria preferita. Insomma, con i Della Valle 1.  Non puoi vincere. 2.  Non puoi pareggiare. 3.  Non puoi nemmeno abbandonare. Nasi e parrucche finte messi all’aria per levargli l’odore della naftalina. Tutto suda. L’altra coda va più veloce. Se il proprio treno è in ritardo, la coincidenza partirà in perfetto orario, a bridge la colpa è sempre del compagno, il mal di denti tende a cominciare di venerdì sera. Io sostengo che il cervello funziona meglio se si inserisce la spina, un po’ come succede anche per il tostapane. E a proposito dei tifosi che appaiono solo davanti alla camera mortuaria penso che le circostanze possono forzare un incompetente generalizzato a diventare incompetente in un campo specifico. C’è sempre una burocrazia da dover combattere, e l'organizzazione di ogni burocrazia è molto simile ad una cloaca, i pezzi più grossi emergono sempre, specie quando si pareggia in casa contro il Cagliari e si fanno male Cuadrado e Gomez.. Ma io ho a cuore il problema degli anziani, anzi, conosco la loro situazione economica, so quant'è dura tirare avanti con quella misera pensione. Per questo avrei inventato la "Dentiera ad Ore".  Mi spiego meglio, la dentiera costa parecchio; ma quanto mi mastichi al giorno? Due ore? Forse anche meno.  E' antieconomico, è uno spreco tenere inutilizzata 22 ore su 24 una cosa cosi' costosa! E allora, ecco l'idea: durante i pasti, gli anziani tifosi antidellavalliani si riuniscono a piccoli gruppi, ed ogni gruppo usa una ed una sola dentiera, passandosela a turno.  Così si risparmia, e l'anziano ha anche modo di fare nuove conoscenze, di vincere quella condizione di solitudine che lo opprime...Delle volte dagli infortuni gravi, da un pareggio interno al novantesimo, nascono nuove opportunità, e così esce fuori anche il desiderio di misurarsi in nuove forme espressive, infatti, nel circolo degli antidellavalliani inaugurato subito dopo la lesione del legamento del ginocchio di Gomez, qualcuno ha dipinto il loro manifesto “Natura morta marcia, con pera (quella di Pinilla).

69 commenti:

  1. La soluzione è Rocchi, Clerici cantava e portava la croce (ma quando mai? Sontuoso e diabolico rapinatore d'area, non ha mai rincorso un difensore!), Muñoz (chiaro argentino di origine italiana) è un gigante appetto a Rodri, Pizarro minus habens (adesso va di moda il razzismo anticileno, immagino con l'eccezione di Pinochet), «Naingollan» (= no, non ingollo) con compostezza belgica (che è un po' come la genuinità ungherese o il sussiego pakistano o la veridicità canadese), strenua e direi quasi orgogliosa difesa della Juve... Deve aver perso di nuovo a tressette al casino (inaccentato) di Montecarlo di Lucca.

    RispondiElimina
  2. Temo per Montella e le sue dichiarazioni parmensi. Non vorrei infatti che alle tegole già cadute si aggiungesse una lunga squalifica del tecnico. Il fatto è che anche queste proteste si debbono saper gestire, lasciando parlare la società in veste ufficiale. Per quanto riguarda schieramenti futuri uno dei miei interrogativi riguarda Ilicic. È un jolly, un universale che si adatta ad ogni ruolo. Si ma dove gioca in realtà? È un'ala, un centrocampista, un centravanti? Un uccello, un aeroplano, Superman? Essendo stato molto pagato dovrà mostrare la sua nobilitate e questo è il momento. Rebic credo non sia pronto. Se lo fosse sarebbe un miracolo, ma gli schemi montelliani vanno appresi. E il campionato italiano conosciuto. Per Wolski parlerei di mistero, un girone di ritorno senza giocare, un vero esordio rimandato ancora. Infine su Joaquin abbiamo già elementi di giudizio che coincidono con quanto detto da Deyna a suo tempo: era un grande giocatore che nella attuale situazione atletica trova difficoltà a svolgere un ruolo che richiede fresche energie. Pizarro ha più anni, ma la sua posizione in campo chiede meno fatica e forse la struttura fisica tosta dell'indio lo rende longevo.

    RispondiElimina
  3. Braschi: "Stendiamo un velo pietoso sul tuo comportamento". Quale comportamento? Lo cercava con lo sguardo o con la mazza da baseball?
    Colonnello, già, ora che ha letto che Nainggolan è stato trattato da Juve, Inter, Roma e Fiorentina, il Gat si autoproclamerà scopritore del belga. Peccato solo che, quando il mio vecchio pupillo era compagno di reparto di un tizio conosciuto col nome Biondini, il grottesco bolognese si strappasse i capelli proprio per tal Biondini. Qualcuno che scrive ancora sul sifone potrebbe rinfacciarglielo, al pallone gonfiato. Che tra l'altro ci descrive anche Benteke, "un simil Cuadrado" (boh, li vedrà entrambi... "abbronzati"?) che chissà quando cazzo l'ha visto giocare lui che si vanta di non guardare calcio.

    RispondiElimina
  4. Sicuramente Ilicic non é un uccello, nonostante possa essere paragonato- fisicamente- ad un fenicottero. Dietro una punta mobile (cfr. Miccoli-Ilicic oppure Hernandez-Ilicic nel luna park siculo) da il meglio di se, gestisce bene anche le fasi veloci in contropiede, senza dimenticare il piede. Educatissimo. COLONNELLO: la soluzione é Rocchi? L'arbitro, forse. Sai benissimo che da Schreber in poi si é avallata la teoria dell'ereditarietá della schizofrenia, quindi la patologia é palese. Così come incontrando una bella ragazza le si dice "Dove abita tua madre? Vorrei inviare dei fiori per ciò che ha fatto...." (Eh eh eh eh eh eh eh), così incontrando Yo El Supremo si può chiedere "Scusi, dov'é conservato il suo avo, onde esaminare la scatola cranica ed in seguito fare un'anamnesi della sua persona?". Lui è il suo allievo della cinta hanno scritto degli strafalcioni, delle inesattezze che al confronto I'Giannelli é Pico della Mirandola.

    RispondiElimina
  5. Se Ilicic è pronto e gioca come centravanti in assenza di Cuadrado si potrebbe schierare il rombo a centrocampo con Aquilani e Mati, uno dei due come regista, Ambrosini e Valero. In avanti Rossi e Ilicic. In difesa Tomovic come esterno basso nel 4-2-2.

    RispondiElimina
  6. VITA, il sarcofago che contiene il corpo mai-inumato, tenuto in vita da "Fave non-di-figa" dell'ex strillone ora inviato speciale, si apre con sincrono sballato, causando una fuoriuscita di luoghi comuni peggiori dei miei. La questione del bulugnes' é grave: avevano ordinato una Vergine di Norimberga, in realtà é arrivato un sarcofago appartenente al faraone Sotuttome II, e così da un sacrificio per l'umanità ne é in realtà scaturito un disastro per l'umanità viola. Credo che Yo sia convinto dell'utilità e dell'esistenza degli occhiali che ti fan vedere attraverso i vestiti (anacronistico, ma lui é così), trema per le scimmiette di acqua nella boccia (le ha viste pubblicizzate), ha fatto uso di Fly Now (unguento allunga pene), legge il Monello, l'Intrepido, ama Billy Bis, parla con Borges,....Noi siamo in digitale, lui é in analogico. Sempre in ritardo.

    RispondiElimina
  7. Montella sta ri-lucidando la Maquina.......

    RispondiElimina
  8. Questo cazzone dovrebbe essere senz'altro il GAT o sbaglio?

    RispondiElimina
  9. Ahahahah gli occhiali che fanno vedere attraverso i vestiti, ne avevo rimosso l'"esistenza" dai tempi dell'infanzia!
    Comunque anche nell'arco di questo campionato non mancherà di ricordarci la sua gavetta in cronaca locale e negli sport minori, come quella volta in cui doveva intervistare il campione regionale di nascondino, ma non riuscì a trovarlo e quindi... vai col jazz.

    RispondiElimina
  10. Ahahahahahahahahah... Sopra e Vita in forma disumana, a spallate per far fuori il Pollockone e accaparrarsi l'editoriale... ahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  11. Il campione regionale di nascondino.... ahahahaha.... Vita, mi hai fatto scompisciare... ahahahaha

    RispondiElimina
  12. Lud, Ilicic non gioca centravanti, può giocare seconda punta accanto a una punta mobile, come dice il Sopra qui sotto (vabbé, scusate...), giocava (anche) in questa posizione a Palermo accanto a Miccoli o Hernandez.

    RispondiElimina
  13. Ma il Pollock di cloaca è ormai Zemanviola, di post in post dove osano le aquile, deridente i pirulini cerbottanati dai pigmei. Crudele difetto, per il sitollock, ma è uno spettacolo vederlo difendere, come un arcangelo dallo sguardo e dalla spada di fuoco, la Sacra Viola in luogo in cui, ormai, milanisti e juventini si bilanciano armoniosamente.

    RispondiElimina
  14. Esattamente 24 anni fa succedeva QUESTO:

    http://www.youtube.com/watch?v=SW6gpcAi5Cw

    RispondiElimina
  15. Gran gol, ma nulla a che vedere con quello, inarrivabile, di Maradona all'Inghilterra nell'86. Per partenza, per spazi a disposizione, per velocità, per difficoltà nella scelta finale.

    RispondiElimina
  16. Il 4-2-2? perchè ce ne buttan fuori due prima di cominciare?

    RispondiElimina
  17. Vita, per Naingollan te la giochi con Louis e Lele, mi sa, tra i primi "scopritori" del Ninja. Anche a me impresionò per agonismo e solidità ai tempi della coppia con Biondini, ma sinceramente mi pareva troppo grezzo. E invece...Domenica, tra le altre cose, fenomenale il modo in cui ha annullato Cuadrado, forse l'unico visto finora.

    RispondiElimina
  18. Per il campionato punterei sicuro sulla coppia d'attacco Rebic-Rossi, con meno gioco sulle fasce che diventa abbastanza superfluo...Altro problema non da poco le probabili due giornate di squalifica del Pek.

    RispondiElimina
  19. Deyna, per me a far pendere la bilancia per il gol di Maradona c'è soprattutto l'inizio dell'azione, quando Diego riceve palla spalle alla porta e con qualche finta disorienta 2-3 avversari alle sue calcagna; per il resto, entrambi si trovano a percorrere spazi abbastanza larghi e (non-)raddoppi di marcatura ai limiti del ridicolo

    RispondiElimina
  20. Per me Maradona trova più difficoltà anche nel prosieguo dell'azione, comunque sì, la vera differenza la fa l'inizio, El D10S è stato geniale nello stretto, spalle alla porta.

    RispondiElimina
  21. Impressionante la linea di fuoco su fiorentina.it : Traversi, BarryBonds, Nuvola, Marco Siena, Terim e altri utenti che, secondo me, scrivono senza rendersi conto di quel che digitano. Scrivono "per aver letto" notizie, sembrano storditi e anestetizzati dal lavoro di goccia cinese delle tv che fanno pasdsare per martiri le grandi e per santi i loro dirigenti, mentre la viola (e altre) sono "quelle che si lamentano". A volte sembra che dietro alcuni nick ci sia un Di Pietro, un inviato di Italia Uno su un luogo del disastro......"Attaccato un pozzo petrolifero in Iraq!!! 29 morti e 74 feriti ma rassereniamo tutti, il petrolio è in salvo!". Ecco, alcuni tifosi sono inviati che sbagliano il focus e danno e commentano non-notize (Rocchi? Iaquinta? Basterebbe il pudore di tacere o non scrivere nulla e già sarebbe un figurone, per molti utenti). Garantito 100%
    Sopravvissuto.

    RispondiElimina
  22. Scusate ma se Ilicic giocava accanto a Miccoli diciamo allora senza centravanti, il che può essere ancor più nell'idea di Montella, in quanto si tornerebbe al concetto di attacco senza punti di riferimento, ma con due attaccanti mobili. Dunque Ilicic con i giusti movimenti potrebbe forse rientrare anche nell'idea del 4-3-3, se trova la giusta coordinazione con Rossi. Vedo più logica la scelta di Ilicic rispetto a quella di Rebic.

    RispondiElimina
  23. Alla assenza di Pek si ovvia con l'utilizzo di Mati, Aquilani, Valero, eventualmente Ambro nel 4-4-2.

    RispondiElimina
  24. L'idea di Montella è quella di far passare con meno danni possibile queste 6 settimane senza Gomez. Il punto di riferimento centrale ora per forza di cose non c'è, perché non si è comprato un decente vice-Gomez, ma non vedo perché cercare soluzioni arzigogolate, quando si può schierare una coppia di punte Rebic-Rossi, mobili, ad incrociarsi. Ilicic magari potrebbe fare il vertice alto del rombo, con difesa a quattro. In EL non essendoci Rebic, si impone la soluzione che dici tu, a meno di non lanciare Matos, cosa che non credo.

    RispondiElimina
  25. Si, LUD. Anche perchè Rebìc va gettato nella mischia ma anche un po' protetto, dosato. Ilicic è stato acquistato per queste evenienze, per queste situazioni; Liajic avrebbe giocato sicuramente molte più partite di quanto si potesse immaginare ma è difficile farlo capire ad un ragazzino. Oggi sarebbe stato uno dei 12 titolari di Montella, ha preferito Roma, ha preferito servire iTotti piuttosto che 11 compagni. Ierisera: le cronache riportano di una prestazione scialba, da 5 di media. A Roma non sono più esigenti di Firenze, no. A Roma potrà sparire senza che nessuno se ne accorga, a Roma gli idoli sono altri e per 5 anni Tottie De Rossi non permetteranno a nessuno di oscurarli; chi ha provato a mettere in ombra i due romani a fatto la fine di Matteotti (si fa per dire), gli ultimi sono stato Osvaldo (follia venderlo, in campo ha sempre reso e va giudicato per il campo! Sconosciuti i motivi della cessione), Tsachidis (regista moderno e se Zeman lo preferiva c'era un motivo!)...la lista è lunga, LUD. Nulla di personale ma vedrai come a Liajic non "verrà permesso" di essere la stella. La Roma intesa come squadra è di Totti e De Rossi, e infatti nel momento nel quale Totti ha detto "Bono 'sto mister, lo seguiamo" la tifoseria ha placato le polemiche.

    RispondiElimina
  26. rigo 11 è "...ha fatto lam fine di...". mancava l'H.

    RispondiElimina
  27. Ora, 5 anni mi sembrano eccessivi, specie per il Pupone 42enne...Però quel che dici è vero, mi avevano irritato gli scambi a centrocampo in complicità tecnica tra Totti e Ljajic l'altra domenica, sembrava che Adem fosse stato preso sotto l'ala, ma non sarà così facile. Spero ovviamente in un mezzo fallimento [per le sue doti, ovvero 7/8 gol e prestazioni molto discontinue, e lite finale con l'ambiente], in modo che a Roma sia bruciato, e in Premier non interessi. A quel punto può tornare qua al prezzo a cui l'abbiamo ceduto. Questo il mio piano diabolico, e nessuno riuscirà a intralciarlo!

    RispondiElimina
  28. A rigore di logica l'acquisto di Ilicic per dieci milioni impone l'utilizzo di questo giocatore, che è esperto e maturo al posto di un Rebic appena arrivato in Italia. Su Ljajic non bisogna farsi prendere dal tifo. Personalmente non me la sento di augurargli il male, se non forse per la ragione detta da Deyna, che ce lo ridiano. Roma è una piazza pericolosa, non a caso anche Osvaldo ha dovuto battere in ritirata. Se però la squadra gira l'inserimento di Adem sarà più facile. Lì non si ha pazienza di attendere i risultati, ma se i risultati ci sono l'ambiente è sereno.

    RispondiElimina
  29. Motivo di più per gufare anche la Roma, tra le altre. Lo faccio un po' contronatura, ché nonostante l'episodio-Carnevale mi è sempre piaciuta come squadra e mi ha in genere divertito, ma se va male è una concorrente in meno, e può tornare Ljajic. Ilicic: tanto tanto esperto, ma maturo a me non sembra per niente, da come si muove in campo...

    RispondiElimina
  30. Intanto il Colonnello, crudele sadico, chiude ancora la porta a quello che poteva essere un grande amore. Struggente il messaggio video del Traversi respinto:

    https://www.facebook.com/photo.php?v=2728719786786&set=vb.1520942503&type=2&theater



    [GAT e si ruzza, eh...]

    RispondiElimina
  31. buahahahahahahahahah

    RispondiElimina
  32. Allora è grave, Deyna. La campagna acquisti sarebbe un fallimento totale: questo giocatore è costato un bel po'.

    RispondiElimina
  33. Non ho detto che è un brocco, ma deve ancora farsi e soprattutto trovare una posizione che lo faccia rendere al massimo. Più che altro è drammaticamente discontinuo. I mezzi tecnici però sono notevolissimi

    RispondiElimina
  34. Ma secondo te è meglio Rebic? In prospettiva è possibile, ma al momento direi proprio che si lascia preferire Ilicic. Se non si utilizza un venticinquenne pagato dieci milioni vuol dire che qualcosa non torna.

    RispondiElimina
  35. Sono due giocatori completamente diversi, io preferirei far giocare Rebic [tanto Ilicic gioca per forza in EL] perché è una punta, non un trequartista di passo lungo da adattare con difficoltà a fare l'attaccante...Ilicic se si disciplina lo vedrei bene invece a fare la mezzala offensiva, come lo voleva impostare Montella, ma pare che il giocatore non senta il ruolo...

    RispondiElimina
  36. Il gol di Baggio contro il Napoli è quello, nella storia del calcio, che si avvicina di più a quello di Maradona contro l'Inghilterra, la somiglianza complessiva, dettagli a parte,è impressionante. Lo avesse fatto anche lui ai Mondiali che so, contro la Germania, la risonanza sarebbe stata ben diversa.
    A Ljajic, calcisticamente parlando, bisogna augurare un miserevole fallimento, anche al di là della logica, tanto il calcio non sempre è logico, per mille motivi, e questo non c'entra un piffero con la nostra personale valutazione su di lui. Se farà bene saprò apprezzare le sue gesta, se farà male, e con lui la Roma, godrò come un riccio.
    Su Ilicic concordo con Lud,per quello che è costato deve essere l'uomo, il jolly, della provvidenza.
    Più in generale speriamo che l'emergenza dia più coraggio a Montella nei confronti dei nuovi, compresi i vari Vecino, Wolskj, Bakic e Rebic, i nostri giovani talenti, che solo giocando quando conta ci faranno capire quanto valgano effettivamente.

    Io resto convinto che la Fiorentina, come tutti gli osservatori hanno sottolineato, sia stata una delle regine del mercato, per non dire LA regina. Un momento di sfortuna e di difficoltà non può cancellare questo fatto.

    RispondiElimina
  37. Se non trova collocazione Ilicic è un pacco gigantesco. E mi conferma nell'idea che la campagna non appartenga a Montella, che non aveva chiesto una mezzala offensiva ma un vice Pizarro. E se come punta non funziona e il centrocampista avanzato non vuol fare, che fa questo giocatore?

    RispondiElimina
  38. Intanto vediamolo in campo...Io ho espresso una preferenza per Rebic di punta accanto a Rossi, Ilicic potrebbe fare il vertice avanzato del rombo. Ma penso più probabile, per ora, che Montella schieri Rossi unica punta, e Ilicic dietro a inserirsi al tiro.

    RispondiElimina
  39. Il gol che più somiglia a quello del D10S è quello di Messi al Getafe, altra partita però di importanza relativa...

    http://www.youtube.com/watch?v=REc210mC0lA

    RispondiElimina
  40. Io sono un fissato con la Fiorentina e guardo poco le altre squadre, non essendo il calcio la mia unica passione e fissa, perciò Ilicic lo conosco poco, ma da come viene descritto, genio e sregolatezza, classe, colpi da campione, se tanto mi da tanto, potrebbe anche essere uno di quelli che a Firenze suscitano entusiasmo. Siamo piazza difficile, si sa, di amanti del bel gioco e della raffinatezza calcistica. Ilicic è tutto da scoprire e potrebbe essere una sorpresa interessante. Che tocchi a lui non c'è Cristi: venticinque anni, un bottino di undici goal nell'ultima stagione, molto duttile. E forse più serio e posato di altri che sono approdati a Firenze, più Jovetic che Ljajic.

    RispondiElimina
  41. Bisogna vedere come sfruttarlo al meglio, per me da seconda punta è sciupato, ha bisogno di parecchio spazio davanti. Per ora lo vedo bene come vertice alto di un rombo, considerato pure che manca Cuadrado per un po', e Joaquin non pare in grado di fare le due fasi senza scoppiare, almeno per ora.

    RispondiElimina
  42. Frega un cazzo di Maradona, QUESTO l'ha fatto Robertino con la maglia viola (contro Maradona, tra l'altro), ha tutto un altro sapore.

    RispondiElimina
  43. Una cosa tipo:


    Neto; Roncaglia, Savic/Compper, Rodriguez, Alonso; Ambrosini [finché non rientra il Pek], Aquilani, Borja Valero, Ilicic; Rossi, Rebic.

    RispondiElimina
  44. Durante la partita con questa formazione la squadre si può anche schierare in un 4-3-3,con Rebic a sinistra a convergere per tirare di destro e Ilicic a destra a convergere per tirare di sinistro.

    RispondiElimina
  45. Buona la tua formazione Deyna, io ci aggiungerei , in assenza del Pek, l'inserimento graduale di Bakic per Ambrosini o di Vecino sempre per Ambrosini ma cambiandolo di ruolo con Aquilani, così come Wolskj per Ilicic ad un certo punto.

    RispondiElimina
  46. Si anch'io penso che un 4-3-3 con Rebic, Ilicic e Rossi potrebbe essere ottimo, ma sottolineo ancora che Rebic è appena arrivato e deve ambientarsi, apprendere gli schemi e i trucchi del calcio italiano.

    RispondiElimina
  47. Del resto punte non ne abbiamo altre, rischiamo un po' e vediamo, a me parrebbe abbastanza pronto, ha segnato anche con la Croazia maggiore al debutto...

    RispondiElimina
  48. Questi li proverei per ora in Europa, per primo Vecino...

    RispondiElimina
  49. Vecino non è nella lista dell'EL, Deyna, in quella lista dei giovani c'è solo Bakic (possono giocare anche ovviamente i Primavera ed ex Primavera tipo Matos, Madrigali, Capezzi ed Empereur), quindi niente Vecino, niente Wolski e niente Rebic in Coppa.

    RispondiElimina
  50. In un caso sarebbe un 4-3-1-2, nell'altro un 4-3-3, la differenza al di là dei numeri è minima, basta che nel corso della partita gli attaccanti si allarghino o si accentrino.

    RispondiElimina
  51. Ah, avevo fatto caso solo all'assenza di Rebic, vero...

    RispondiElimina
  52. In Europa farei giocare qualche mezz'ora anche a Matos, se butta bene ci troviamo un'arma in più anche per il campionato.

    RispondiElimina
  53. Chiari, durante il ritiro estivo Matos (che se non sbaglio è un attaccante esterno - ala) ha fatto molto bene, stante l'assenza di Gomez per tre partite di EL, ritengo che possa tornare utile.

    RispondiElimina
  54. Certo Anto e nel 4-3-3 disegnato da Deyna mi pare che potrebbe andar bene al posto di Rebic in EL. Così vedremmo di che pasta è fatto, e se andasse bene potrebbe essere un'arma in più in campionato anche lui.

    RispondiElimina
  55. Il mio è un 4-3-1-2 che a tratti diventa 4-3-3, precisiamo!

    RispondiElimina
  56. Certo, col Jolly Ilicic.

    RispondiElimina
  57. A Moena forse sono stato ingannato dagli altri ancora sulle gambe, ma lui mi è sembrato velocissimo.

    RispondiElimina
  58. Foco ha stradominato in trasferta: se il sitollock continua così, tre punti in casa e tre punti fuori, temo che per gli altri non ci sia trippa per gatti.

    RispondiElimina
  59. Visto il primo tempo del PSG contro il Bordeaux: se Verratti un giorno venisse non mi farebbe affatto schifo. Senso perfetto della posizione, cucitore di fino, estrema tranquillità anche se pressato, mette la palla dove vuole, ideale per il possesso palla, meno geniale di Pizarro certo, ma piu' dinamico. Sta maturando molto a Parigi

    RispondiElimina
  60. Già, mentre il Travelli spera di dominare reincollando il suo papiro già uscito nella serata precedente...

    RispondiElimina
  61. Il dibattito sui torti arbitrali però rischia di essere senza soluzione. Credo che mentre si esperiscono tutti i mezzi offerti dai mezzi di informazione e dalle proteste di palazzo, che è giusto portare avanti, l'unica autentica risposta possa venire sul piano del gioco e dei risultati. Gli arbitri sono in difficoltà quando si tratta di sfavorire una squadra che domina l'avversario e segna.

    RispondiElimina
  62. A proposito di torti arbitrali, leggendo nel sitone, sotto le pagelle, ho scoperto che la colpa sarebbe di DDV che non li combatte. Roba da matti. C'ha provato a contrastarli ed a contrastare tutto il il sistema cercando anche alleati, al momento giusto s'è trovato solo e l'hanno massacrato e con lui la Fiorentina. Da solo non si muove più e fa benissimo.

    RispondiElimina
  63. Ancora buone notizie dalla Corte di Cassazione. O sono troppo fazioso?

    RispondiElimina
  64. Credo che giocherà Matos, per quanto sia più un'ala che un attaccante puro. Ilicic non ha ancora recuperato e Rebic è una settimana scarsa che si allena col gruppo. Credo che giocheremo a quattro in difesa e a centrocampo, con maggiori inserimenti dei centrocampisti in attacco. A centrocampo entrerà Mati, insieme ad Ambrosini, Aquilani e Borja. Davanti credo che rigiocherà Yako. Si punterà su un possesso palla ossessivo e i due davanti che si allargano a favorire Aquilani e Borja in percussione. Soluzione che non mi fa impazzire ma che vedo l'unica per le condizioni in cui stiamo. Domenica a Bergamo dobbiamo presentarci con la formazione post Gomez/Cuadrado e credo che adesso non possiamo permetterci di perdere Rossi e rischiare Ilicic. Rebic ci sarà molto utile presto perché possiede qualità fisico/tecniche per spaccare le partite. In progressione è un trattore e a partita in corso potrebbe fare molto male.

    RispondiElimina
  65. Spiace ma io non vedo Yakovenko punta. E neanche ha mai fatto l'unica punta in Belgio, si nota il disagio, non ha i movimenti. Il Pacos dovrebbe essere "battibile" anche con le seconde linee, quindi per questa occasione andrebbe bene l'ex Anderlecht come punta di movimento. In campionato basterà Rossi, che potrebbe essere l'optimum per riproporre l'Effetto-Maquina, cioè tourbillon tra centrocampo e area di rigore, tagli e inserimenti. Sbaglio o la Juve, almeno per ora, ci fa godere un pochino....??!?!??!?

    RispondiElimina
  66. No, non sei fazioso. Quello è Fazio. Riuscirete ad eliminare l'untore, CHIARI? A governare non siete boni, a sistemare il conflitto d'interessi manco, almeno a farlo fuori vi impegnate un po' di più, si o no?....ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah......

    RispondiElimina
  67. Ma infatti,Sopra, non credo si muoveranno da punte. Non per vie esclusivamente centrali, almeno. Con Ambrosini a coprire si inseriscono a turno Mati, Aquilani e soprattutto Borja. Centrocampo folto per tenere noi il pallone e quelli davanti ad allargare la difesa per chi si propone. D'altronde chi metti metti lanci e cross sarebbero inutili. Proviamo ad incartargliela fino a falli scoprire.

    RispondiElimina
  68. L'untore l'ha eliminato la giustizia, Sopra, questa sinistra di bolliti non ce l'avrebbe fatta, te ne do atto. Quella nuova, di sinistra, che piace a me sta arrivando.

    RispondiElimina