.

.

lunedì 23 giugno 2014

Le pagelle danno più fastidio dell'umidità


Lui che così tanto aveva contribuito, dopo aver letto le pagelle degli azzurri non è stato capace di dire no. No ai voti anche se prete dentro. Alla separazione dei giocatori in base a quello che riescono a fare. A chiudere i giocatori dentro a un numero e non solo dentro a uno spogliatoio. Ad insegnare loro una matematica dell’essere, secondo la quale più il voto è alto più aumenta la possibilità di strappare il contratto della vita. Il voto corrompe più del Mose. Il voto divide come Mosè le acque del Mar Rosso. Il voto classifica come certi quarti posti in classifica. Il voto separa. Il voto è il più subdolo disintegratore di una squadra di calcio. Il voto cancella le storie, il cammino, lo sforzo e l’impegno del fare insieme. Il voto è brutale, premia e punisce, esalta ed umilia. Il voto sbaglia, nel momento che sancisce, inciampa nel variabile umano come Insigne sul pallone. Il voto dimentica da dove si viene, come certi codici etici. Il voto non è il volto butterato di Cassano. I voti fanno star male il Colonnello che li mette e chi li riceve. Creano ansia, confronti, successi e fallimenti. I voti distruggono il piacere di scoprire e di imparare, ognuno con i propri tempi facendo quel che può. Vedi Montolivo. I voti disturbano la crescita, l’autostima e la considerazione degli altri. I voti mietono vittime e creano presunzioni. Vedi Balotelli. No. I voti non si danno ai giocatori. In particolare a quelli che non ce la fanno. Vedi Chiellini. Prandelli lo sa bene, perciò è colpevole. Per non aver fatto obiezione di coscienza. E allora si merita un bel 4. Per il resto la nostra panchina da ampie garanzie.

122 commenti:

  1. Lukaku non l'ho riconosciuto e non perché si è tagliato i capelli. C'è dell'altro nel motore. Chi invece è sempre lo stesso è quel cespuglio ambulante di Fellaini, uno dei misteri del calcio: non è ancora risolto il rebus di come possa essere apprezzata ( e tanto vista la cifra d'acquisto) una nullità simile. Lo noto dall`Everton passare al Man Utd, camminare e fare il passaggio da scuola calcio, roba che il moscio in confronto è Rivera/Asafa Powell. Mah!
    Colonnello, Hazard non ha invertito la fascia, mi sa che scordi che nel secondo tempo si cambia campo.

    RispondiElimina
  2. Lele, allora siamo in due, con Ljuka, ad aver visto l'inversione: lui con anticipo su di me.

    RispondiElimina
  3. Mah, può essere che le immagini qui siano diverse, che vuoi, io l'ho visto a sinistra nel primo e secondo tempo e mai a destra.

    RispondiElimina
  4. Lele, alla Cattolica c'era ben altra selezione, in provincia c'era roba indicibile. Di quello che citavo (se riesci a focalizzarlo, come facesti col biondino portiere vostro, mi fai una cortesia e doni alla pietas della memoria), aggiungo che non faceva altro che sputare per terra, come un tisico, ma prendendo aria di sufficienza. Sguardo torvo. Il bello è che quando vedi gente così ti fai delle domande, un po' ti complessi, ti dici: boh, qualcosa c'avrà. Invece, nulla.

    RispondiElimina
  5. Non ricordo il tisico, Colon, ma capisco che un essere tale rimanga in presso.
    Ricordo che molti, forse per eventuali bocciature ricevute ( i provini alla CVP non finivano mai) ci aspettavano lividi di invidia e in campo era anche una battaglia a parole. Io mi divertivo, Bernardi, l'allenatore, mi metteva sempre sul 10 avversario, e lì mi divertito ancora di più. Come quando in partitelle miste, chiedevo di marcare Paolino, ma in quel caso c'era poco da divertirsi, eh eh.

    RispondiElimina
  6. Italia-Uruguay, Prandelli cambia molti uomini. Rivoluzione: mossa disperata o scelta lucida (o Luddica)?.

    RispondiElimina
  7. E' meglio che li metta a casaccio in campo, ci sono più chances che se ci ponza sopra.

    RispondiElimina
  8. Sul sitone si parla solo della valutazione di Cuadrado. Sai che palle fino alla fine del mercato! Poi fanno ridere, se non piangere, se Bale vale 100, Pastore 40... come se il mercato non avesse le sue logiche singolari. Vediamo acquistare Fellaini a 35 e vendere, lo stesso anno dalla stessa PL, Gervinho a 8.
    Conta molto il procuratore, stai tranquillo che se Cuadrado fosse con Rajola...
    Per esempio, ai prezzi che leggo, Bonaventura lo lascerei ad altri.

    RispondiElimina
  9. BLIMP, vecchio metodo: lanciare maglie in aria.....Comunque Prandelli sta demolendo anche il Nostro detto D'Annunziano (mutuato dai fedelissimi dalmati in onore di Venezia) "Nu con ti, ti con un", il mister fa disamorare la maggior parte dei tifosi. Cesare vuole a tutti costi dare ragione a Pascal (forse anche a Pasqual) : "L'uomo é una canna al vento", infatti tiene i cannoni a casa, i cannoli in campo e lui che vaga con la sua mente.
    Sinora anche la Corea (ho detto tutto!) ha tirato in porta più di noi, gli Usa giocano con un elastico elementare ma efficace. Riuscirà Prandelli nell'impresa? I giornali dicono che se va male lui é pronto a lasciare, quindi Abete manco ha le palle per farlo fuori. Che nazionale, che Nazione!

    RispondiElimina
  10. Secondo me va così:considerando la posta in palio e considerando che l'Uruguay col pareggio va fuori,sarà partita attendista da parte di ambedue.Dove l'unico scopo sarà non prendere gol.Ad un quarto d'ora dalla fine,sul risultato di 0-0 l'Uruguay giocherà il tutto per tutto.A quel punto o lo fanno loro o si fa noi in contropiede.Può andare diversamente se ci sarà un gol,che reputo potrà esserci solo grazie a giocata estemporanea di qualcuno,non certo per l'arrembaggio di una delle due squadre.Augh,ho parlato

    RispondiElimina
  11. Quindi, DKNE1, solita Italia: primo non prenderle....

    RispondiElimina
  12. D'altra parte è la cosa che storicamente facciamo meglio;ed Immobile gioca per questo.Veloce per il contropiede.

    RispondiElimina
  13. Si gioca male,è indiscutibile.E non ci sono attenuanti.Vero è che in questo periodo giocatori forti,campioni cui attingere non ce ne sono.in molti l'abbiamo detto prima dei mondiali.Così come il Brasile si presenta con la rosa peggiore mai vista ai mondiali,l'Italia non è tanto da meno...Ma andare fuori,campioni o non sarebbe una umiliazione cocente

    RispondiElimina
  14. O un risultato fantastico,dipende dai punti di vista...

    RispondiElimina
  15. stefano vienna23 giugno 2014 10:45

    Tranquilli, ci pensa Ciro.

    RispondiElimina
  16. stefano vienna23 giugno 2014 10:51

    Fellaini da tiro al piccione sul sitollock, ma la prima partita entrato lui il Belgio ha ribaltato il risultato. Non sarà un fenomeno, ma ve lo immaginate un Parolo o un Insigne che entrano in campo e ribaltano la partita di un mondiale che non sia quello tra scapoli e ammogliati?

    RispondiElimina
  17. stefano vienna23 giugno 2014 10:58

    Ma due parole sul portiere dell'Iran?

    RispondiElimina
  18. stefano vienna23 giugno 2014 11:05

    Se Rossi non avesse deciso di giocare per l'Italia, gli Stati Uniti lottavano per il titolo. E'stato proprio un pirla, come diceva Boskov, testa di calciatore...

    RispondiElimina
  19. Maturità. Allo scientifico geometria analitica: "Calcola l'angolo che formerà il corpo di Prandelli quando finirà Italia-Uruguay, in caso di sconfitta".

    RispondiElimina
  20. Con l'Uruguay si va verso l'accoppiata Balotelli-Immobile perché notoriamente l'Uruguay è meno forte del Costarica e potendo contare su una difesa imperforabile diventa saggia la scelta di aver giocato con una punta soltanto, sola come un bruco, la partita con la Costarica. A volte i giudizi è perfino superfluo esprimerli.

    RispondiElimina
  21. Dopo lungo silenzio, torna il Pazzo. Siamo in mezzo ai Mondiali, i suoi miti stanno sfavando ignominiosamente in casa Italia e lui di che parla? Ma naturalmente di Rodri, «sconcia diarrea»: ahahahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  22. Fìdati di chi lo ha visto giocare ben più di venti minuti.

    RispondiElimina
  23. stefano vienna23 giugno 2014 11:32

    Se veramente si uscisse fuori con l'Uruguay, sarò costretto a smettere di infierire sul Giubba, un pò come quando Craxi era in esilio ad Hammamet.

    RispondiElimina
  24. Perché tu hai smesso, dopo Hammamet?

    RispondiElimina
  25. Comunque se gioca il 3-5-2 o piuttosto 5-3-2 di cui si mormora non fa la peggiore delle sue boiate. Però davanti Cerci e Immobile: Balo e Immobile non è contropiede.

    RispondiElimina
  26. stefano vienna23 giugno 2014 11:35

    A me sembra un giocatore atipico, anche fisicamente, un Socrates fiammingo-marocchino.

    RispondiElimina
  27. stefano vienna23 giugno 2014 11:36

    Non c'era più gusto, era un uomo finito. Mi farebbe quasi pena il Giubba in caso di eliminazione.

    RispondiElimina
  28. Era un contumace fuggito in un paradiso dorato e checontinuava a difendere a sua infamia e a buttar merda sulla democrazia. Che poi si sia ammalato lì è altra questione.

    RispondiElimina
  29. stefano vienna23 giugno 2014 11:39

    Il modulo migliore, ma con gli interpreti sbagliati, un pò perchè li ha lasciati a casa, un pò perché Prandelli è uomo di gerarchie (vedi finale Europei 2012).

    RispondiElimina
  30. Sì, come ho già scritto ha il peggio di Socrates. Ma il meglio di nessuno.

    RispondiElimina
  31. Knorr, caro Stefano, è prima di tutto un invertebrato. Il resto consegue. In fondo, potrebbe esser meglio, tecnicamente, di quel che è se non fosse un lombrico al morale.

    RispondiElimina
  32. stefano vienna23 giugno 2014 11:49

    Bravo, lo volevo dire io. Le sue qualità umane sommergono le discrete qualità tecniche.

    RispondiElimina
  33. stefano vienna23 giugno 2014 11:51

    Anzi, spero vivamente che passiamo il turno. Poi l'avevo detto prima dell'ultima partita, scoppola col Costarica e poi le vinciamo tutte fino alla finale di Euro 2016, ascensione al cielo in compagnia di Nuvola e Zaller, sitolllock chiuso per lutto a tempo indeterminato (proporrei un finale tipo La Grande Bouffe di Ferreri).

    RispondiElimina
  34. stefano vienna23 giugno 2014 11:53

    Ma non se lo cagava più nessuno. Brutta fine per uno come lui che si credeva grande statista ed erede di Nenni. Io ad Hammamet me la sarei spassata alla grande.

    RispondiElimina
  35. stefano vienna23 giugno 2014 11:56

    Anche per questo Prandelli è caduto spesso in piedi, salvando per così dire la faccia.

    RispondiElimina
  36. Talmente nefasto Cesare Prandelli che è apparso in sogno Satana.

    RispondiElimina
  37. Dopo il successo a sorpresa contro l’ Italia sette calciatori della formazione di Pinto sono stati sottoposti a controllo antidoping, una decisione che ha indispettito la delegazione costaricana che ha chiesto ragguaglia alla Fifa: “Non capisco, a noi sette giocatori, all’ Italia solamente due. Non è giusto. Parleremo con la Fifa”. La Fifa ha deciso di sottoporre sette giocatori del Costarica al controllo antidoping dopo la vittoria per 1-0 sull’Italia a Recife. Si tratta di Marco Urena, Chrstian Bolanos, MichaelBarrantes, Keylor Navas, Michael Barrantes, Diego Calvo, Geancarlo Gonzalez e Bryan Ruiz. A grande sorpresa 2 dei 7 giocatori sono risultati positivi si tratta di Marco Urena e Michael Barrantes, il presidente della federcalcio Abete sta già preddisponendo tutto il necessario, forse, per ripetere la partita. Noi dal nostro canto speriamo che sia cosi! Il Costa rica risponde: non sappiamo se questo rientri nel regolamento, indagheremo”, ha detto un rappresentante della delegazione costaricana, mentre il presidente della Federcalcio, Eduardo Li, si e’ mostrato sorpreso: “Non capisco, a noi sette giocatori, a loro due. Non è giusto. Parleremo con la Fifa”.

    RispondiElimina
  38. A stretto giro è arrivato il chiarimento da parte della Fifa: “Abbiamo visto degli errori di comunicazione dopo Italia-Costarica. Per chiarire: due giocatori del Costarica sono stati controllati come avviene solitamente nel postpartita – si legge in una nota -. Gli altri cinque sono stati controllati perché prima del Mondiale non erano stati sottoposti a test antidoping”. La Federcalcio mondiale, sottolineando che degli 800 sottoposti a esami sangue-urina prima del Mondiale nessun giocatore è risultato positivo, ricorda che in base al Regolamento Antidoping “tutti i calciatori ancora non controllati lo saranno in qualsiasi momento nel corso del torneo”.

    RispondiElimina
  39. Ecco, ha colpito anche me, poi me n'ero dimenticato, parlando di Argentina. Ha fatto una parata su Aguero mostruosa, tra l'altro.

    RispondiElimina
  40. Cena con le compagne per smontare tensione....c'era un'intrusa: Seredova o D'Amico?

    RispondiElimina
  41. Passi avanti nella cura dell'insonnia: Montolivo rientrerà in nazionale.

    RispondiElimina
  42. "L'omofobia è un sentimento che non mi appartiene", ha detto Cassano dopo 42 ciak per lo spot televisivo.

    RispondiElimina
  43. Euro 2012. Sono numerosi gli animali usati per i pronostici: elefanti, lontre, polpi e persino Ivan Zazzaroni.

    RispondiElimina
  44. Mondiali 2012. Sono numerosi gli animali usati per i pronostici: elefanti, lontre, polpi e persino Varriale.

    RispondiElimina
  45. L'ho visto "giocare..." cento volte in PL, é un pippone mostruoso che fa jogging.

    RispondiElimina
  46. Mondiali 2014. Sono numerosi gli animali usati per i pronostici: elefanti, lontre, polpi e persino Civoli.

    RispondiElimina
  47. Europei 2016 e Mondiali 2018. Sono numerosi gli animali usati per i pronostici: elefanti, lontre, polpi e persino Zazzaroni, Varriale e Civoli.

    RispondiElimina
  48. Mario Balotelli per la "Prensa" (1) e Mario Balotelli per gli amici (2):

    1. Balotelli: "Sono sereno."
    2. Balotelli: "Me ne sbatto il cazzo."

    RispondiElimina
  49. Fellaini a Lele piace perché gli ricorda un esperimento genetico che unisce Montolivo e Valderrama.

    RispondiElimina
  50. Uruguay-Italia, 90 minuti per capire cos'ha scommesso Buffon.

    RispondiElimina
  51. Non ben riuscito, visto che é sortito uno che va più piano e addirittura meno determinante. Per me dovrebbe giocare a Borgo.

    RispondiElimina
  52. Buffon per la "Prensa"(1) e Buffon tra amici (2):

    1. Mondialii, Buffon: "Ci tengo, ci spero, ci credo".
    2. Mondiali, Buffon: "Ci scommetto".

    RispondiElimina
  53. Nella realtà Fellaini piace perché il suo cognome evoca ben altro....ah ah ah ah ah ah..........Quando a Cassano hanno chiesto se gli piaceva Fellaini, il barese ha risposto "E certo....é un'arte per alcune donne...". Eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  54. Come diceva [scherzando] un mio vecchio allenatore dei pipponi di centrocampo:" Sì ok, è lento, ma fa un lavoro oscuro, tatticamente è importante".

    RispondiElimina
  55. A me evoca costei:

    https://www.google.it/search?q=felini&espv=2&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ei=vwioU4iUD6On0QXyoYGQAQ&ved=0CAYQ_AUoAQ&biw=1920&bih=955#q=felini+federica&tbm=isch&imgdii=_

    RispondiElimina
  56. Primi 45' UNDER, secondo tempo OVER, la D'Amico.

    RispondiElimina
  57. Che micia!!!!

    RispondiElimina
  58. Perché la Russia ha scelto Capello: Don Fabio "Facile...l'interesse è reciproco". Loro offrono dei soldi e lui li accetta.

    RispondiElimina
  59. Fellaini mi fa pensare a certi personaggi straniti delle feste da amici fra fine Sixties e inizio Seventies: non si capiva mai chi fossero, chi li avesse invitati, perché stessero lì a non cagare nessuno, a non ballare, a non scherzare. Però erano molto sicuri del fatto loro, come se fossero lì da sempre, tanto che diversi li scambiavano per i padroni (via, i padroncini...) di casa. Stasera tifo Croazia, ve lo dico sùbito.

    RispondiElimina
  60. E ad ogni modo evocare Valderrama, da parte di Deyna, è ingiurioso. Il colombiano è il giocatore più lento della storia del football ma tecnicamente valeva una dozzina di montolivi e una ventina di fellaini. Certo, era il simbolo stesso dello sfinimento a seghe e della fattanza.

    RispondiElimina
  61. Vorrei anche dire che il vecchio Rivelino (che, lo ricordo a tutti, è secondo Dieguito il miglior calciatore che lui abbia visto: non si dica che ho le mie fisse, pertanto; ce le ho, ma sempre nella miglior compagnia possibile) sembrava catatonico, impietrito al centro del campo, immerso in sue flatulenze a lui stesso ingrate, occhio languido e perso, come intristito dal suo quintalaccio inameno: poi qualcuno credeva di rubargli palla come a un bambino o a un alzheimeriano in carrozzina (cui faceva veramente pensare) e lui lo faceva secco con due tunnel in venti centimetri quadri, dopo di che da fermo, a testa bassa (quindi non si capiva cosa avesse visto), fiocinava un lancio di quaranta metri a smarcare in area davanti al portiere un Segnamai qualsiasi.

    RispondiElimina
  62. Fellaini non è scarso, semplicemente non si capisce quale ruolo abbia o gli si confaccia. Con l'Everton ha marcato molti gol perché vagava tra centrocampo e attacco e, essendo una pertica, ogni tanto gli capitava un pallone in totale libertà da buttare dentro. Farlo giocare mediano non ha senso e penso che anche Moyes ( che lo metteva davanti alla difesa) ,pur avendolo allenato, non avesse la minima idea di come si collocasse in campo. Probabilmente la sua posizione è sulla trequarti, dietro due punte veloci, in forma di "falso 10". Centrocampista aggiunto senza compiti di costruzione, un po' il Pinzi del Chievo di Di Carlo, messo lì a cagare il cazzo al primo portatore di palla e tap- inare in porta sulle ribattute. Più che un giocatore scarso, un giocatore scarsamente utilizzabile.

    RispondiElimina
  63. Non ho visto la vittoria di venerdì come avevo preannunciato, ho solo origliato qualcosa e mi pare ci sia stato un esito a sorpesa: se non ho capito male, ha segnato un gol Costacurta?

    RispondiElimina
  64. Poi ho sentito la notizia oscena dei sette controlli agli avversari: e allora perché non all'Italia del 2006?

    RispondiElimina
  65. Infine, ho letto della stangata IMU per Prandelli che ha denunciato un solo Immobile, mentre pare che solo in campo ne avesse sette o otto.

    RispondiElimina
  66. Foco, allora il gioco non vale la candela. Non è scarso tecnicamente (ma sempre più di Montolivo) ma è povero e allora che sta a fare i' ganzo? Se vuoi rinunciare a un effettivo lo schieri, sperando che la palla gli sbatta addosso e vada in rete, ma se il Belgio non ha di meglio per l'undici titolare è bene che preghi notte e dì per la salute di Mertens e di Hazard davanti e di Courtois e Kompany dietro, perché altro di valido a livello di Mondiale non ha.

    RispondiElimina
  67. Eheheheh, infatti per me Fellaini è una delle prove viventi che, a livello tattico, la Premier è ancora distante anni luce dalla nostra diroccata serie a. Sulla scarsezza di Wilmots mi era venuta già qualche certezza al momento delle convocazioni, quando lasciò a casa uno come Nainggolan che vicino a Witsel avrebbe fatto una porca figura. Il Belgio sarebbe una squadra forte in ogni reparto, con giocatori che, per caratteristiche, si potrebbero sistemare in campo da soli, solo che viene fatta giocare a muzzo da un coglione. E in panchina langue uno come Januzaj, uno che, in un mondiale che privilegia l'individualità, potrebbe spaccare le partite a metà.

    RispondiElimina
  68. Stasera di nuovo Hazard, con Bo e Luke e il Generale Lee. Se l'Arsenal sborsa 30/32 milioni per Balotelli, sono loro-questi- che hanno l'anello al naso, non Mario...ahah ah ah ah ah ah...

    RispondiElimina
  69. Quella di Nainggolan l'avevo dimenticata ed è imperdonabile! Ieri Wilmots mi era piaciuto coi cambi ma tu e Ljuka state portandomi dalla vostra, post dopo post.

    RispondiElimina
  70. Ma senti un po', Foco: «a muzzo» è roba transappenninica, e più da Anto che da Aldo, per dire. Com'è dunque che la usi?

    RispondiElimina
  71. C'è da dire che gli è morto Benteke prima del mondiale e che Lukaku sembra Wolverine con scheletro di liquirizia Haribo invece dell'adamantio. Però non capisco nemmeno un De Bruyne insieme ad Hazard e Mertens in un'orgia di esterni/trequartisti tutti destri molto trasgressiva ma altrettanto poco lussuriosa. Insomma Wilmots ha il pane ma mi pare che manchi di arcate dentarie decenti. Anche se per me la panchina di sterco, fino ad ora, la merita Gian Aldo Loew, detto anche "black mamba".

    RispondiElimina
  72. Mi avete fatto dubitare di quello che ho visto, così ho controllato, grazie a mamma rai (raisport). Dal 44° Mertens passa a sinistra. Si tratta di un paio di minuti, non di più. Sul fatto che Hazard prenda il suo posto a destra, invece, non sono convinto. Sembrerebbe un po' più centrale, dietro Lukaku. In quel frangente è Fellaini, a stare a destra. Però ha ragione blimp, si tratta di un episodio. Nel 2° tempo il Belgio riparte con Mertens a destra. L'inversione di fascia avviene attorno al 62°, ben dopo che Bacogigi ha sostituito Lukaku. Nell'insieme, però, Mertens non ci ha giocato granché, a sinistra. Una quindicina di minuti in tutto, visto che esce al 74° (entra "Mirella". Mirallas, per gli esosi). Così ha ragione anche Lele: almeno dal punto di vista del minutaggio, vince Hazard, a destra. Però il buon Eden rimane sulla fascia mancina. Resta lì, sotto il sole (centro sinistra, per essere esatti, scambiandosi con Fellaini e Bacogigi), a scaldarsi come una lucertola ed a caricare le pile. Una volta che le batterie sono a posto, parte e non si ferma più. Invece a destra ci sta, più o meno sempre, "Mirella cosciacorta". Non si tratta di ruoli fissi, ovviamente: tanti scambi e, soprattutto, tante conversioni verso il centro di tutti gli attaccanti. Hazard "Lizard", però, a destra, non ci torna più.

    RispondiElimina
  73. Ho trombato per sei mesi a Torino una ventenne indigena. Mi è rimasta simpatia per il modo di dire. In compenso a lei è rimasta una passione per certe pratiche che le ho accuratamente insegnato.

    RispondiElimina
  74. Argomento stantio, per la verità. Però lo metto anche qui, altrimenti non lo leggete.
    ...
    Mi avete fatto dubitare di quello che ho visto, così ho controllato, grazie a mamma rai (raisport). Dal 44° Mertens passa a sinistra. Si tratta di un paio di minuti, non di più. Sul fatto che Hazard prenda il suo posto a destra, invece, non sono convinto. Sembrerebbe un po' più centrale, dietro Lukaku. In quel frangente è Fellaini, a stare a destra. Però ha ragione blimp, si tratta di un episodio. Nel 2° tempo il Belgio riparte con Mertens a destra. L'inversione di fascia avviene attorno al 62°, ben dopo che Bacogigi ha sostituito Lukaku. Nell'insieme, però, Mertens non ci ha giocato granché, a sinistra. Una quindicina di minuti in tutto, visto che esce al 74° (entra "Mirella". Mirallas, per gli esosi). Così ha ragione anche Lele: almeno dal punto di vista del minutaggio, vince Hazard, a destra. Però il buon Eden rimane sulla fascia mancina. Resta lì, sotto il sole (centro sinistra, per essere esatti, scambiandosi con Fellaini e Bacogigi), a scaldarsi come una lucertola ed a caricare le pile. Una volta che le batterie sono a posto, parte e non si ferma più. Invece a destra ci sta, più o meno sempre, "Mirella cosciacorta". Non si tratta di ruoli fissi, ovviamente: tanti scambi e, soprattutto, tante conversioni verso il centro di tutti gli attaccanti. Hazard "Lizard", però, a destra, non ci torna più.

    RispondiElimina
  75. È compito duro ma che dà soddisfazioni, adesso è quasi sposata ed in perfetta armonia col suo corpo e le sue possibilità. Chiamiamola formazione.

    RispondiElimina
  76. stefano vienna23 giugno 2014 15:41

    Titolo della Gazzetta: "Da Sorrento a Dortmund: così è diventato Ciro il Grande". Ma questi stanno completamente fuori di testa.

    RispondiElimina
  77. FOCO, sei propedeutico, a quanto pare, per il funzionamento di una coppia. Per Immobile e Balo? Chi si offre come terapeuta?

    RispondiElimina
  78. A causa dell'afa 12milioni di italiani non riescono a dormire. La situazione è talmente critica che la Rai manderà in onda le repliche di Italia-Costarica.

    RispondiElimina
  79. Francesco I: "Non dimenticate Dio durante le vacanze". Gli italiani, nel frattempo, lo ricordano(e nominano!) anticipatamente durante le esibizioni di Abate, Chiellini, Balotelli.......

    RispondiElimina
  80. Balotelli descrive il gol all'Inghilterra "Una mano divina mi ha guidato la testa". Raffaella Fico "Anche io avevo una mano sulla testa...".
    Ilaria D'Amico "Anche io....anzi due, con guanti..."

    RispondiElimina
  81. stefano vienna23 giugno 2014 16:04

    Era già pronto il titolone per Insigne -come è diventato Lorenzo il Magnifico-, ma poi quando Lorenzino è inciampato tre volte di seguito col pallone tra i piedi e ha sparato la palla fuori dallo stadio a tu per tu col portiere, anche i redattori della Gazzetta si sono messi una mano sulla coscienza.

    RispondiElimina
  82. Di Canio sull'Italia, e in specifico su Supermario e i due gol mangiati contro Costarica, per la "Prensa" e a microfoni spenti 2):

    1. Di Canio: "Balotelli è un po' egoista. Si meriterebbe un sacco di schiaffi."
    2. Di Canio: "Balotelli è negro. Si merita du' carci ner culo...".

    RispondiElimina
  83. Napolitano agli azzurri: "Voi specchio del paese". Cazzo, ma sono tutti rotti!

    RispondiElimina
  84. Mondiali in Brasile. Costarica-Italia: Bandiera con svastica davanti a maxischermo, arrestato un neofascista di 23 anni. In manette anche un amico ripreso mentre lanciava oggetti contro il maxischermo e il pubblico. E denunciati altri due che hanno detto che l'Italia non ha poi giocato così male.

    RispondiElimina
  85. Morta ci sua! Solo in finale di C.Italia....! Chi te muort', Lore'!!

    RispondiElimina
  86. David Silva: "Per vincere il prossimo Europeo useremo la fantasia". Si inietteranno sangue di unicorno.

    RispondiElimina
  87. Del Belgio non ho visto la prima partita e ho visto il secondo tempo della seconda, per cui non è che possa esprimere un giudizio così completo, ma le mie impressioni sono queste:
    1) Witsel: è un buon centrocampista, se la Fiorentina comprasse uno con le sue caratteristiche sarei molto contento, ma come possa essere stato pagato 40 milioni è un grande mistero del calciomercato (d'altronde, l'ha fatto lo Zenit, che è la stessa squadra che ha pagato Hulk 45 milioni, per cui a questo punto se non ci comprano Ilicic per 40 o 50 milioni possiamo anche offenderci);
    2) Fellaini (il quale mi risulta aver fatto vincere il Belgio nella prima partita) ieri sera non ha combinato granché;
    3) Hazard è discontinuo ma fortissimo, si sapeva, anche nel Chelsea è spesso decisivo.

    RispondiElimina
  88. Ho detto al somalo "Dai, sei il mio Balotelli! Al lavoro!". Lui entusiasta....(sono favorevole all'integrazione, come vedete)

    RispondiElimina
  89. Non c'è cascato nessuno eh ?!

    RispondiElimina
  90. stefano vienna23 giugno 2014 20:14

    Prandelli: "Senti papà, me lo porti Cassano al Mondiale, sai, è tutto l'anno che gli dico 'se ti alleni bene, ci parlo io con Cesare'"

    RispondiElimina
  91. Al fake di stamani che circolava sui forum.

    RispondiElimina
  92. I senatori hanno deciso, come riportano i media. Difesa a Tre come nella Juve. Asse juventina, con sempre. Più che Cavani e Suarez a me preoccupa Chiellini, il più pericoloso tra gli avversari!

    RispondiElimina
  93. GAT? Forse il COLONNLLO che lo ha citato...boh...

    RispondiElimina
  94. Premio al Parma. Al preparatore. Al figlio. Cassano soprammobile inutile, lo attendevo più spigliato in quei 20 minuti...

    RispondiElimina
  95. Eh già.
    Non mi meraviglierei però che Abete avesse fatto pressioni ugualmente, o avesse cercato di scambiare le provette dei costaricani con quelle di Cannavaro, Zambrotta e Grosso 2006, religiosamente conservate.

    RispondiElimina
  96. Ma poi, no, volevo dire Mapei. Mi risulta che non frequentino più quel Laboratorio e si è visto, verso la fine della stagione in Europa erano i più cotti, e lo sono tuttora.

    RispondiElimina
  97. Nella mia mitologia calcistica, Brasile:Torino=Argentina:Fiorentina.
    Quindi, cercherò di dimenticare il brutto gioco espresso finora, e forza Brazil!

    RispondiElimina
  98. Sbaglierò, ma la faccia di Matip, prima del raddoppio di Neymar, mi sembrava quella di uno che sapeva di averla combinata grossa. Comunque i difensori del Camerun troppo polli sin dall'inizio per essere veri. Non si erano accordati sui premi? Questione risolta. In breve, seguo le orme di Beha, ahahah!

    RispondiElimina
  99. Stefano Vienna23 giugno 2014 23:00

    La mano sul fuoco non ce la metterei, hanno preso 4 pappine dai croati, magari sono proprio scarsi

    RispondiElimina
  100. Sai, mi era venuto il dubbio, anzi un'ombra di dubbio. O meglio 'un pensiero, ma non ancora ufficiale'. Ahahahah!

    RispondiElimina
  101. Fred in netto fuorigioco, ma questo è un altro discorso.

    RispondiElimina
  102. Ascoltata conferenza stampa di Prandelli. Improvvisamente rispolvera il concetto di "patria"! Ora -improvvisamente- grinta prima della tattica!! Ma questo é fuori come una zucca! Non é mai fregato a nessuno della "patria", non sanno neanche lentamente cosa sia "la garra"....Credo sia iniziata la fase 2 (famosa con Prandelli, fa parte del suo vademecum)dello "scarico responsabilità sui calciatori". Ha rotto i maroni in cerca di quadrature tattiche per tre mesi- giocando alla fin fine sempre con Balotelli isolato- e ora mette da parte la tattica? Cioè ora che non deve sbagliare ne modulo ne tattica? Sconfortante.

    RispondiElimina
  103. Fregi? Più vedo partite, più vedo arbitraggi decisi e più pensi che Pepito poteva esserci.

    RispondiElimina
  104. Alle 21,30 (sitone) Lud ha trovato appoggio.....Risorse allocate male, Gomez, monte ingaggi.....etc etc.....

    RispondiElimina
  105. Vuoi mettere Cassano in queste splendide condizioni (merito di Niccolò) con Rossi? E a Immobile che glielo diceva di non giocare? Il CT ha evitato di avere problemi (di classe e abbondanza) che non avrebbe saputo gestire. A me dispiace per il ragazzo che aveva fatto di tutto e meritava di esserci, ma dubito che avrebbe messo piede in campo, almeno nel girone.

    RispondiElimina
  106. Se 'lentamente' non è errore di battitura è fantastico!

    RispondiElimina
  107. Vai ANTE, fagli vedere chi sei!

    RispondiElimina
  108. L'hanno fatto mentre scrivevo.

    RispondiElimina
  109. Grande azione di Rebic, fortissimoooooooooooooo!

    RispondiElimina
  110. Più Rebíc in 10 minuti rispetto a Mandzukic in 80 minuti.... Guardado da prendere.

    RispondiElimina
  111. La solita sbronza del Lunedì.

    RispondiElimina
  112. Che peccato, una nazionale come quella croata! Comunque, dominio incontrastato delle centrosudamericane. A parte l'Honduras, passeranno tutte.

    RispondiElimina
  113. Intanto, Lele sta calunniando Chiari su cloaca. Vergogna (ahahahahahahahahah!)!

    RispondiElimina
  114. No Ante, così no!

    RispondiElimina
  115. E' giovane, crescerà.

    RispondiElimina
  116. Speriamo bene!

    RispondiElimina
  117. I croati erano convinti di far un sol boccone del Messico, ad un giovane imberbe come lui può succedere che salti un nervo in una manifestazione così. Gli insegneranno pure questo.

    RispondiElimina
  118. Sicuramente era dispiaciuto per la grande azione dove gli hanno negato la gioia del gol mondiale, chissà icché gli è girato per la testa. Reazione da Teddy Boy.

    RispondiElimina
  119. Messico perfetto, difesa (eccetto sul gol) invalicabile, centrocampo tecnico che sa fare muro e creare incursioni con gli assaltatori- a turno; Herrera macina avversari e chilometri, Guardado con garra d'altro continente arricchita da esperienza tedesca. El Tri, un'altra squadra che gioca al calcio in modo semplice e proficuo. Marquez eterno.
    Croazia con solito specchio nel quale guardarsi, fasce con valore zero, squadra allungata già dopo 20 minuti, giovani migliori dei senatori. La casacca penalizza l'occhio, fa felici i cura-immagini televisivi , ridicolizza i calciatori. Rakitic meglio di Modric, Rebíc....."croato".

    RispondiElimina
  120. Dimenticavo: Perisic, solo alcune due vocali in più rispetto "all'eroe per caso" (Dado) Prso.

    RispondiElimina