.

.

martedì 17 giugno 2014

Il ciclo notturno

Schumacher è uscito dal coma, Montolivo ancora no. Rimane al Milan. Il Bambi che segue il mondiale distratto da interrogativi dolorosi che l’arrovellano come un kebab, mentre Messi batteva a rete mi ha chiesto, smarrito come chi ha lasciato a casa il Tom Tom, a cosa servissero le donne all’indomani della commercializzazione dei piatti di plastica. Gli ho risposto in maniera ecosostenibile, circostanziata, e soprattutto differenziata, “a portare via la spazzatura con dentro i piatti di plastica”. Non ho dato altre risposte ieri, ho lavorato al PC per ore su un documento importante, poi alla domanda “salvare le modifiche?” ho detto no, pensando che lo avevo già fatto con il Bambi, salvandolo da quell’interrogativo esistenziale. E così ho perso il documento oltre al gol di Messi. Perché il Bambi sostiene, soprattutto durante le partite del mondiale, che le donne lo contraddicono sempre in modo indebito, lo innervosiscono con sospetti gratuiti, come quello della figliola del Torcini, sospetto vergognoso che ha voluto raccontarmi durante la vittoria della Francia contro l’Honduras, insomma, s’è incazzato perché lei ha pensato che l’avesse portata a casa sua per trombarla, mentre per dimostrare che non era vero, si è difeso dall'infamia con un “Allora andiamo a casa tua”. Adesso che siamo nell’intervallo della partita che vede l’esordio della Germania contro il Portogallo di CR7, colgo l’occasione anche perché il Bambi è in bagno e il 3 a 0 con la superiorità numerica ha già tolto interesse, per darvi conto sulla sua situazione sentimentale, sennò non capite. Il Bambi è sposato ma non ha figli, la moglie però non lo attrae più da quando è stata invasa e conquistata dalla cellulite, da quel giorno si è legato alla Gina, una escort che è trasgressiva e tradizionalista allo stesso tempo, alcuni giorni cucina finger food, altri va giù di minestra di pane. Forse è proprio questa sclerosi agroalimentare che lo ha attratto e allo stesso tempo distratto dalla moglie occupata da forze avverse che hanno invaso le cellule adipose, sclerosi che poi non si riflette solo nel menù del giorno. Trasgressiva e tradizionalista perché non lo soddisfa solo in cucina, ma anche sessualmente fa tutte le cose che ormai le mogli non fanno più, infatti stira le camicie con l’appretto e cucina in lingerie e tacchi a spillo. Dopo il quarto gol, e finalmente dopo il primo zero a zero tra Iran e Nigeria sono andato a vedere lo spettacolo della lunga notte magica di Ponte Vecchio con la sua nuova illuminazione, luci, giochi pirotecnici, barchini elettrici, una panchina, una Cinquecento, un letto sull'Arno, il re nudo tra le fiaccole, le figure del sogno, la Venere del Botticelli, e musica nello spettacolo emozionante della compagnia francese Illotopie. Bellissima la nuova illuminazione a led che ne esalta le diverse parti architettoniche, poi il Bambi ha avviato la lavatrice per il ciclo notturno con tariffa agevolata e ha fatto saltare tutto.

68 commenti:

  1. «Schumacher è uscito dal coma, Montolivo ancora no»... ahahahahahahahahahahah! E ieri Deyna: «Pazzini falso nueve ma non per ragioni tattiche»... ahahahahahahahahahahah! Qui vigili, occhiuta, la PPP! Qui si martirizzano: 1) il più grande centrocampista d'Europa (valore di mercato: 40 milioni minimo, certifica Yo el Supremo); 2) il capocannoniere dei Mondiali 2010 (certifica il mito del 6 gennaio, con le scarpe tutte rotte, con le toppe alla sottana). Pollock a Pianosa, per leso brocchesimo! Ahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  2. Ahahahahahah, finiremo appesi per i piedi in Plaza de Caravaggio! Scaricati, ancora coscienti, da botole d'aereo in volo sopra il Lago di Massaciuccoli!

    RispondiElimina
  3. Oramai Schumacher é fuori dal coma, comunica con la moglie...prima cosa che ha detto "Lo hai tu lo skipass?".
    Auguro fortemente che nessun sitollockiano abbia guardato Iran-Nigeria, non credo possiate essere arrivati a tanto!!!
    Ieri ero a cena con un fachiro (simpaticissimo) dispiaciuto perché l'India non é ai Mondiali; lui ha seguito le qualificazioni, é stato sulle spine durante i match ma niente da fare! Comunque, ha ordinato una pizza con funghi chiodini...poi acqua-vite.....................!
    Con la sua saggezza il fachiro mi ha spiegato perché molti calciatori hanno scarpe diverse, una di un colore e l'altra completamente diversa: per distinguere la destra dalla sinistra........!
    Io invece ho spiegato perché l'Italia ha vinto e perché andrà avanti; nessun avversario sa come giochiamo realmente ma sopratutto ne noi italiani ne lo stesso Prandelli sa come giochiamo. Questo é il vantaggio.
    Il mio amico di colore, quello partito dal Ghana per l'America é felice, oggi. In fingo i Ghanadesi tifano un po' Usa.

    RispondiElimina
  4. E ora, caro Deyna e cari tutti, come passatempo tra una partita e l'altra dei Mondiali, propongo le dieci massime boiate settarie. Scegliete la più bestiale e la più veniale:


    1) Prandelli grandissimo allenatore;
    2) Prandelli miglior allenatore della storia viola;
    3) dismissione-pontellizzazione;
    4) meglio Tutunci;
    5) la Fiorentina è in vendita (lui «LO SA»! Ahahahahahahahahah!);
    6) Pazzini capocannoniere ai Mondiali 2010;
    7) dopo Montolivo non arriverà mai più nessun centrocampista che lo valga;
    8) nel campionato 2009/2010 arriveremo fra il primo e il terzo posto;
    9) Cerci pippa fantasmagorica e da fischiare;
    10) Boruc mediocre.


    Sì lo so, ho lasciato fuori tanta, troppa roba, la compilation è crudele (pensate a: Montolivo voleva restare, i quarti posti di Prandelli erano altra cosa, è da perdenti prendersela con gli arbitri per il terzo posto del Milan, ecc.) ma occorre fare delle scelte, purtroppo.

    RispondiElimina
  5. Estratto molto molto molto molto molto molto sintetico. La filologia ha molto da lavorare. (Vuoi mettere dall'Atletico Madrid al Bayern Monaco in fila per l'efebico ermafrodita?).

    RispondiElimina
  6. Ma si giochiamo:
    1) La verità sta nel mezzo
    2) Falso
    3) Fin quando non gli facevano costruire vedi tu se stavano investendo, quanto e se bene, i due peggiori anni della storia Viola.
    4) Falso ma nessuno lo ha mai affermato, "un Tutunci qualsiasi" non è la stessa cosa.
    5) Come al punto 3, lo hanno dichiarato loro in quei due anni che avrebbero ascoltato tutte le offerte serie che avrebbero ricevuto. Parole loro non di nessun altro.
    6) Falso
    7) Questa ha davvero i crismi della cazzata ma non so chi l'abbia scritta
    8) Erano tre anni che ci riuscivamo, mica era una previsione sbagliata, sempre che qualcuno l'abbia emessa
    9) Cattiva previsione ma da fischiare nessuno l'ha scritto
    10) Questo è capirci il giusto


    Insomma, a parte qualche invenzione........

    RispondiElimina
  7. Fuori tema, e in ritardo. Caro Pollock, avete vinto una battaglia, e sia. La mia prima/seconda squadra ci vendicherà. Un rosso-azzurro non catanese.
    PS: i Rossi in finale per sospensione (un po' juventinamente, devo ammettere), sono la vera sorpresa dei mondiali, altro che Olanda.

    RispondiElimina
  8. Ieri sera sono crollato al primo tempo, finita 2-1 per le stelle e strisce con dati nettamente a favore del Ghana quanto a possesso, tiri nello specchio e corner, il tiki taka africano non paga, la vendetta si è consumata. Oggi vediamo questo Belgio di campioni come si pappa l'Algeria e se il Brasile continua nella sua striscia orribilis o si svegliano. Russia-Corea credo che la salto........

    RispondiElimina
  9. Ecologicamente sostenibile salvo il punto 9), purtroppo vero (cioè, falso che sia falso: è stato scritto).

    RispondiElimina
  10. La pippa l'avevo letta e mai previsione si rivelò più ridicola, sul fischiarlo mi sono perso passaggio e autore, non è che non mi sfugga niente......chiedo scusa allora.

    RispondiElimina
  11. Palpitante finale, ho tifato per i bianchi. Troppo peso per i santacrocini, più agilità per i sanfredianini. Sembrava un match (ovviamente: di rugby) fra Béziers e Agen: taureaux contre petits et futés. A Agen si vantano per questo di uscir tradizionalmente vincitori nel derbone, anche se perdono il campionato.

    RispondiElimina
  12. Hai errato, sopra. Sono arrivato a tanto (non a tutto, però). Partita terribile, sono rimasto interdetto, anche solo guardando il secondo tempo. Obi (wan kenobi) Mikel, come in Star Wars Episodio IV, vecchio e stanco. Il resto, tanta fuffa.
    Ho visto persino USA Ghana, per non farmi mancare nulla. Alla fine del primo ho perso conoscenza. Un po' mi dispiace, non era una brutta partita.
    Piuttosto, la tua dichiarazione al simpatico fachiro mi ha ricordato un'affermazione d'annata ('82) di mio padre, che ha segnato indelebilmente il mio percorso formativo: - Vinciamo perché nessuno ci capisce niente, nel nostro gioco, nemmeno noi. Papà?!?
    Nel sitone, ieri, rovesciamento di ruoli. Bello lo Zeman contro (quasi) tutti. Ho visto che qualcuno ha partecipato; peccato non essere stato presente. la mia l'ho scritta stamani, tardivamente. Meglio tardi che ladri, dicevo molto tempo fa.

    RispondiElimina
  13. Ormai si contano al massimo tre azioni a partita. Il resto è pugilato e altri sport affini, non a caso si reclutano personaggi nei vari campionati di categoria, che poi non giocano ma combattono. La soluzione potrebbe essere quella di tornare a far giocare solo calcianti di Firenze e provincia.

    RispondiElimina
  14. Soluzione condivisa largamente, anche da me. Così com'è, il calcio storico ricorda tanto la new age prandelliana. Bello il "prima" e il "dopo" (non per me, stavolta), ma il "durante" fa pensare.

    RispondiElimina
  15. Il trend è là da tempo, Pollock. Ma è quel che vogliono i turisti e la questura sbalorditivamentesi adegua. Complimenti comunque alla vostra raffinata tecnica, secolarmente messa a punto, di borseggiatori, che vi ha permesso il sorpasso finale. Da ex-abitante (con moglie du' vorte scippaha: bus 11 d'inverno e strada in pieno pomeriggio di giugno, in via di Borgo) tifo da sempre per voi, masochisticamente.

    RispondiElimina
  16. Dobbiamo davvero rispondere? Sicuro? E sia, però in sintesi:
    1), 2), 3), 4), 5), 6), 7), 8), 9), 10): Falso.

    RispondiElimina
  17. 1) La verità sta nel mezzo ---> sta nel mezzo tra discreto e ottimo, ovvero buono.
    2) Falso ---> non solo falso, ma delirante, adulante, lisergico, quando hai avuto un Bernardini.
    3) Fin quando non gli facevano costruire vedi tu se stavano investendo, quanto e se bene, i due peggiori anni della storia Viola ---> io pensavo fosse quando siamo retrocessi, o quando ci si salvava all'ultima giornata...
    4) Falso ma nessuno lo ha mai affermato, "un Tutunci qualsiasi" non è la stessa cosa ---> non colgo la sottile differenza, anzi, trovo la cazzata moltiplicatoria.
    5) Come al punto 3, lo hanno dichiarato loro in quei due anni che avrebbero ascoltato tutte le offerte serie che avrebbero ricevuto. Parole loro non di nessun altro. ---> ha un senso la replica, ma penso fossero più che altro provocazioni rese per sbloccare la situazione e far scoprire le carte, perché di fatto non hanno mai intavolato nessuna trattativa di cessione, nemmeno alla lontana.
    6) Falso ---> invero la Nervosa di Parma circoscriveva l'essere capocannoniere all'italia, ma la boiata non perde per questo la sua fragranza.
    7) Questa ha davvero i crismi della cazzata ma non so chi l'abbia scritta ---> di sicuro le Madres de Plaza de Caravaggio, non ricordo se anche il GAT. Da seghe a due mani il fatto che immediatamente dopo furono presi due campionissimi come Pizarro e Borja, e un italiano migliore del Simmonthal!
    8) Erano tre anni che ci riuscivamo, mica era una previsione sbagliata, sempre che qualcuno l'abbia emessa ---> la previsione era sbagliata perché non si è verificata, ma soprattutto le stesse previsioni non le fanno oggi, dopo uno e nemmeno due campionati da quarto posto.
    9) Cattiva previsione ma da fischiare nessuno l'ha scritto ---> sempre da Parma si giustificavano invece i fischi preventivi.
    10) Questo è capirci il giusto ---> non è capirci il giusto, è essere beoti totali, soprattutto se poi si esalta Viviano.

    RispondiElimina
  18. Stando invece al giochino del Colonnello, in senso stretto, per la boiata più invereconda sono indeciso tra i punti 2,7 e 10, mentre la più condonabile mi appare tutto sommato la 8.

    RispondiElimina
  19. Io ho guardato Germania - Portogallo, ma Nigeria - Iran e Ghana - Usa sinceramente me le sono evitate.

    RispondiElimina
  20. Sui quesiti del Blimp:
    - la numero 1), se al posto di "grandissimi" scrivi "grande" ci potrebbe anche stare;
    - la numero 8) sarebbe potuta diventare realtà, se la numero 1) come l'hai scritta tu fosse vera.
    - la 2, la 4 e la 7 le peggiori.

    RispondiElimina
  21. Caro Colonnello diciamo che i tuoi punti sono boiate "storiche";venendo al quotidiano,in attesa che diventi storica pure questa,ricorderei:1)Montella non voleva la punta centrale e la società ha preso Gomez infrangendo i desiderata montelliani,spendendo una fortuna.Questa è in assoluto la boiata più grande,paragonabile ad alcune del tuo elenco.In quanto:Montella durante l'anno(il primo della gestione) a domanda"cosa manca alla Fiorentina per essere ancor più competitiva",rispose a più riprese:"qualcuno che la butti dentro,che faccia i gol facili".Durante il mercato di gennaio(sempre del primo anno),si espose affermando,in risposta al giornalista che domandava,"Gomez?Magari,ma la vedo difficile,quasi impossibile che un giocatore come lui possa venire a Firenze".In ultima analisi,come una mente può arrivare a partorire il pensiero che la società abbia comprato Gomez senza prima esser sicura che questo era esattamente quello voluto da Montella?Come si può pensare che la società abbia speso,tra ingaggio ed acquisto del cartellino, una fortuna senza essere certa che Gomez facesse gioco al nostro Mister?Eppure sono 12 anni che i DV sono a Firenze,come si può concepire che abbiano speso una vagonata di milioni per fare "dispetto" al mister?Forse in futuro,causa infortuni o quant'altro, ci ritroveremo a dire che l'acquisto è stato sbagliato(Dio non voglia),ma di sicuro pensare che il giocatore non fosse voluto da Montella e che la società lo abbia comprato ugualmente, vuol dire essere ottenebrati in toto,vuol dire non avere un minimo di cervello funzionante,vuol dire vivere in una realtà parallela

    RispondiElimina
  22. Venendo alle risposte dovute al Colonnello:tutte falsissime a parte:1)vero,magari non grandissimo ma grande si(in riferimento a tutti quelli passati da Firenze ed ai risultati conseguiti).5)forse c'è stato un momento in cui i DV hanno pensato di diminuire la loro quota di partecipazione volendo far entrare qualche altro investitore.In diverse interviste,negli anni bui,lo hanno detto più volte"se c'è qualche fiorentino che vuole entrare nel progetto siamo disponibili ad ascoltare".le più false in assoluto la 4 e la 7,senza ombra di dubbio.A ruota la 2.

    RispondiElimina
  23. La Riblogghita : abbiamo domande a tutte le risposte degli altri.

    RispondiElimina
  24. I 10 punti che riporta BLIMP potrebbero essere confutati, smontati anche da mia figlia, 6 anni da poco compiuti. La bimba già distingue un fuorigioco di rientro da un off-side di mezza figura, la reginetta già distingue un tornante da un ala di raccordo, la gemma di casa conosce la differenza tra un 6-4-0 e un 4-5-1 ma soprattutto distingue Fred Flintstone da Fred il verdeoro. (C'émuna sola cosa peggiore al mondo del far parlare di se...il non far parlare di se, Lud).

    RispondiElimina
  25. Comunque son due giorni che rido come un matto...Un mio amico, separato, va spesso a casa della moglie per prendere il figlio e portarlo un po' a giro, e si portan dietro il cane della ex moglie, un meticcio di labrador e segugio piuttosto flemmatico, per non dire tonto. Le "prove d'intelligenza" che gli facevan fare in giardino sono leggendarie: lo chiamavano da oltre la rete, lasciando aperto davanti a lui il cancelletto dell'orto, e lui per uscire faceva un giro di 30 metri per usare quello principale da cui passava di solito. Ed era chiuso. Ebbene, codesto cane ogni tanto per strada si ferma come incantato, a fiutare qualche odore, e non lo spostano nemmeno i clackson delle macchine. Si sente il mio amico che lo chiama: "Vieni, Tontolivo, vieni, o ti stiaccian la tibia!"

    RispondiElimina
  26. Peraltro, negli anni '70 un barista di qui, fervente tifoso viola, chiamò il suo bretoncino Speggiorin, perché a caccia era un fallimento totale.

    RispondiElimina
  27. Troppo sintetico Ljuka, non oppongo replica eh eh eh eh

    RispondiElimina
  28. 1) Buono è già il massimo che gli si può riconoscere è anche vero che allenare la Fiorentina non si fanno incetta di scudetti e coppe, una semifinale uefa si è giocata ad una porta, una finale di un'europeo ci è arrivato da ct ma anche vero che nessuna grande lo ha mai cercato, diciamo che oscilla fra il buono e il discreto.
    3) 5) Vero, hanno forzato la mano per sbloccare e ci sono riusciti, al momento che ci sono riusciti sono arrivati Montella, Pradé e Macìa (già dall'anno prima che sapevano essere li li per riuscirci......), sono imprenditori e sono dei numeri uno, per la Fiorentina a me va benissimo anche essere i numeri due, massimo tre.
    6) Diciamo che non tutte le previsioni riescono col buco.
    8) Sul campo avremmo dovuto disputare quattro CL e non due, i motivi sono noti, non esistevano, predirne un altro non era difficile, il crack è avvenuto quando si era rotto il giocattolo e non ho voglia di stare a riscrivere le solite cose tanto ognuno la pensa a modo suo.
    I punti condivisi sono parecchi, a volte basterebbe non utilizzare toni da dentro o fuori.

    RispondiElimina
  29. L'ala dura della Riblogghita pescata durante Irlanda-italia sugli spalti, mentre innalza un deprecabile striscione.

    RispondiElimina
  30. Tu parli di mente la dove non c'è mai stata. Un'involucro vuoto è fatto per contenere, dipende se uno ci mette qualcosa.

    RispondiElimina
  31. Comunque sta migliorando, Cuadrado non è più un'attaccante devastante, dev'essere il guru che ha assoldato a convincerlo. Sul falso nueve scrive castronerie pazzesche, Neymar che accantona Messi non si può leggere, ci sono monoliti per lui, o questo, o quello, insieme mai. Reperire cervello dal macellaio è facile, l'utilizzo un dramma.

    RispondiElimina
  32. Per aver preso Gomez dovremo rinunciare a Cuadrado, meditate gente, meditate.......

    RispondiElimina
  33. Lud non rinuncia allo studio dei testi sacri nemmeno sotto l'ombrellone, a 40 gradi centigradi.

    RispondiElimina
  34. Alessio Cerci ringrazia Lud per il suo perorare la causa del 4-3-3 ai Mondiali, con Cerci-Immobile-Insigne.

    RispondiElimina
  35. In breve, Colonnello, é un corollario di cazzate, dove comunque la 1,2,6,7 si innalzano al vertice.
    Grave la mancata veggenza della tua cara amica Nuvolaviola, sinceramente la persona piu' antipatica di sempre, (ributtante quando giustifico' la Shoah) quando previde, a seguito della a suo modo corretta scelta del cappone, milan in CL per i prossimi 20 anni e noi tifosi viola a guardare i telefilm nei mercoledi' sera.

    RispondiElimina
  36. In qualunque schema è previsto un'attaccante centrale, un centravanti, PRINCIPALMENTE nel 4-3-3 ma anche nel 3-5-2, 4-4-2, 4-1-4-1, 3-4-1-2-, 3-4-2-1 ma si potrebbe andare avanti all'infinito tale è evidente. Fino adesso, a questo mondiale non ho visto una squadra giocare senza centravanti, giusto la Germania che ha una pletore di seconde punte e trequartisti di assoluto livello se lo può permettere. Chi nasce in Beozia......

    RispondiElimina
  37. E poi, chi cazzo- di noi guarda i telefilm il mercoledì sera? Antica.

    RispondiElimina
  38. In casi estremi allungo nella mia collezione, altro che Iran-Papuasia...

    RispondiElimina
  39. Si vede...?

    RispondiElimina
  40. "14:30 - UFFICIALE Causarano nuovo medico sociale della Juventus". E gli altri a comprare calciatori...Juve maestra dei giusti rinforzi.

    RispondiElimina
  41. Mortacci della tecnologia!!

    RispondiElimina
  42. gli ultimi che guardavo erano Miami Vice...
    Il Colonnello si ricorda invece tutte le edizioni di Bonanza ed ovviamente Don Diego de la Vega con Bernardo

    RispondiElimina
  43. Derrick per sempre, con le sue ambientazioni ordinarie, quei colori scuri marron-verde-giallo ocra, quel magnifico "a-ah" con cui liquidava le bugie dei sospettati. E poi secondo me lui era un agente della Stasi infiltrato.

    RispondiElimina
  44. Io ci credo che un tifoso [vero] viola possa tifare anche la nazionale, ma devo premere il pulsante della sospensione dell'incredulità. Mi fa un po' l'impressione dei bisessuali, so che esistono, ma mi occorre molto sforzo per riuscire a credere che a loro piacciono entrambi i sessi in egual misura [magari Antoine ha argomentazioni stringenti in proposito]. Un viola che tifa italia mi ricorda - ancor di più - quegli uomini masochisti nel profondo, che periodicamente si immergono in avventure notturne a base di umiliazioni, trampling e tanta, tanta vasellina.

    RispondiElimina
  45. Deyna io sono tifoso viola prima di tutto,senza se e senza ma;e se tu mi chiedessi cosa preferirei tra la vittoria del Mondiale ed un qualsiasi risultato sportivo della Fiorentina non ci penserei un nano secondo a risponderti.Siccome la fatina dagli occhi azzurri che mi pone questa domanda e magari la realizza pure non esiste,visto che la Fiorentina è in ferie io guardo l'Italia e sto per gli azzurri.Che ci siano giocatori che non posso vedere è lapilassiano(Chiellini,Bonucci,Montolivo se non infortunato etc etc).Dal mio punto di vista mi chiedo come invece si possa tifare per altre squadre;nel tuo caso,l'Argentina.Deyna,se andiamo a sviscerare i difetti italici,lo dovremmo fare anche con gli altri;e per l'appunto l'Argentina non mi pare rientri nella categoria delle squadre "illibate"...se poi spostiamo il discorso alla politica idem con patatine.In definitiva,se permetti,io tifo Fiorentina quanto e più di voi;e contemporaneamente,nelle manifestazioni "mondiali" ed "europei" sto per l'Italia.Se questo ti risulta talmente starno da non credere che un tifoso viola possa fare così non so aiutarti,se non invitandoti in curva o a fare qualche trasferta con me..magari cambi idea.P.S.:quando c'era il Bati anche il sottoscritto tifava Argentina,mi pare ovvio.Sino a che non giocava contro l'Italia,mi pare altrettanto ovvio.

    RispondiElimina
  46. A proposito,ti posso garantire che non rientro nella categoria "masochista" e le mie avventure notturne ormai sono ridotte ad un panino da Poldo o una bevuta in compagnia

    RispondiElimina
  47. La mia "Rita" dice sempre agli amici:"l'ho conosciuto da pischello e gli piaceva il calcio e la fica;son passti 30 anni e ora gli piace il calcio e la fica,non si è evoluto"..ahah in questo c'ha ragione il GAT,sono uno zombie.

    RispondiElimina
  48. Deyna,cambiando discorso,ma che fine ha fatto Rafael Carioca?Ti ricordi 3-4 anni fa quando ne parlavamo?Sembrava dovesse diventare uno dei più forti al mondo!

    RispondiElimina
  49. Per come l'ho lasciato io, si è progressivamente trasformato in un centrocampista normale, non progredendo e migliorando nei difetti [non aveva, diciamo così, molto cambio di passo], anzi è stato quasi un progressivo perdere brillantezza e ispirazione. Mi piaceva un monte da giovanissimo, e invece...Magari Jordan ne sa qualcosa di più, nell'attuale. Un altro mediano brasiliano che mi piaceva parecchio [non così, però] era Chico, pure lui scaduto di rendimento.

    RispondiElimina
  50. Rileggendomi devo fare una precisazione,perché forse mi sono espresso male ed hai inteso una cosa diversa da quella che volevo dire.Il tifo e la passione che ho per la Fiorentina non è paragonabile a quello che provo quando gioca l'Italia,a favore della mia squadra ovviamente;e se perde l'Italia non tengo il muso per un paio di giorni(cosa che avviene quando perde la Fiorentina);e se vince l'Italia non vado a festeggiare(cosa che invece ho fatto e spero vivamente di rifare quando vincerà la Fiorentina).Quindi,il tifo è assolutamente diverso,quasi imparagonabile.Ma ai mondiali,tra le 32 squadre presenti,tengo per l'Italia.

    RispondiElimina
  51. Se la metti così, anch'io sono tifoso dell'italietta. Non tifo contro, non urlo se vince, non piango se perde. Però, bada bene, questo non è tifo. Si potrebbe definire "qualcosina di più di indifferenza". Direi proprio che ZV non si riferiva a te.

    RispondiElimina
  52. stefano vienna17 giugno 2014 22:16

    Oscar ancora non è sceso in campo.

    RispondiElimina
  53. Eccomi nel vostro clima mundial dopo un'assenza di 10-15 di giorni, in cui al lavoro ho dovuto aggiungere studi autodidatti di materie da commercialista (in quanto il mio mi aveva preparato una sfilza di F24 in cui non mi tornava una sega, e poichè mi ero ritrovato pure un bell'F23 di sanzione -dovuto all'aver dato retta a una sua "dritta" dell'anno scorso- mi sono rifatto tutti i calcoli Irpef e Inps, poi mi sono rivolto ad un altro e c.v.d. i conteggi di quest'ultimo coincidevano con quelli fatti da me), ho dovuto smaltire l'incazzatura dell'aver pagato due professionisti per cose che sapevo fare anch'io, e lo smacco dell'aver voluto saldare il tutto entro il venerdì 13 (per prevenire eventuali imprevisti telematici del fatidico lunedì 16) per poi scoprire che il 14 era stata messa la proroga fino al 7 luglio.

    Comunque ho seguito diverse partite, nonostante non sia molto interessante seguire film già scritti: l'anazionale italiana batterà la Germania nei quarti, il Brasile in semifinale e la Francia in finale. Balotelli capocannoniere del torneo, Montolivo con la gotta a forza di sfondarsi di carne in scatola facendo vita sedentaria.

    RispondiElimina
  54. Fenomenale. Non scende in campo ed esce, per sostituzione, in anticipo. Ma quello era Oscar?

    RispondiElimina
  55. Alla fine il Brasile, bruttino, avrebbe anche potuto vincere, con un Messico tignoso ed intraprendente. Ma avrebbe anche potuto perdere. Lo zero a zero ci sta tutto. Centrocampo verde oro più che bruttino. Paulinho non pervenuto. Luis Gustavo poco meglio, in copertura. Oscar, seduto sopra un paracarro, è lì che aspetta (ancora) Bartali. Attaccanti in ambasce, centravanti in ginocchio sui ceci (entrambi, per non far preferenze). Alla fine, per disperazione, prova ad impostare anche Marcelo, pensando: - "Tutto un insieme di cose fa sì che mi fermi qui" e migliorando un pochetto la situazione. L'unico che scalpita sui suoi sandali è il solito Neymar. Troppo poco, per un mondiale. A Scolari mi sentirei di dire: - Vai al cine, vacci tu! Grazie, maestro.

    RispondiElimina
  56. stefano vienna17 giugno 2014 23:36

    Era il fratello. Forza Costarica!

    RispondiElimina
  57. Sia Fred che Jo hanno fatto recere, fortunatamente il miglior falso nueve del futuro risolverà tutto con un colpo di bacchetta magica.
    Ochoa è parso Yashin ma tutti i tiri gli sbattevano addosso anche se qualche riflesso notevole l'ha mostrato, del suo ce lo ha messo, non solo sorte. Il Brasile va cambiato in profondità, stasera si sono salvati in 5, 6+3 sostituzioni hanno partorito il nulla.

    RispondiElimina
  58. Non credo di avere le cataratte in grado di sostenere Russia-Corea del Sud anche se mi piacerebbe vedere l'ultimo contratto di Don Fabio.

    RispondiElimina
  59. Brasile battibilissimo, poi magari tra pochezza generale e arbitraggi casalinghi può arrivare in fondo, ma resta il fatto che fenomeni non ne ha. Fu criticato Dunga nel 2010 già dal momento delle convocazioni, ma quel Brasile era meglio di questo e uscì solo per una partita sfigata ad eliminazione diretta, contro l'Olanda.

    RispondiElimina
  60. Bei riflessi del Perin con la permanente. Il brutto del Brasile è che a Scolari, al contrario di Sabella, non saprei nemmeno imputare esclusioni eccellenti...

    RispondiElimina
  61. Purtroppo Vita è già scritto nelle stelle, ci toccherà vedere Firenze imbandierata di biancorossoeverdone.

    RispondiElimina
  62. Battuta quasi uguale: io durante la partita l'avevo chiamato "il Marchetti con la permanente"!

    RispondiElimina
  63. Quella sera berrò una cisterna di acqua, una di birra poi mi piazzerò (anzi, lo piazzerò) alla finestra in una delle vie più trafficate

    RispondiElimina
  64. Però concordo con l'assegnazione del Pallone d'Oro 2014 a Pirlo, che guidando i suoi alla vittoria di questo mondiale ha compensato la non-vittoria internazionale con il club

    RispondiElimina
  65. In effetti se lo merita molto di più del Cannavaro 2006, almeno lui sa giocare al calcio. Poi si sa, nell'anno del Mondiale, il miglior giocatore della squadra campione vince il Pallone d'Oro.

    RispondiElimina
  66. Cosa avrà detto Paletta a Pogba per farsi dare quella testata sul petto che ha lasciato i francesi in 10?

    RispondiElimina
  67. "Hijo de puta", claro.

    RispondiElimina