.

.

domenica 29 giugno 2014

Lo zoo degli ottavi

Mi dispiace per il Cile, una squadra vera che ai rigori ha fatto la fine della faraona, un animale che per quanti sforzi abbia fatto, non è stata mai inserita in una fiaba. La traversa di Pinilla al 120˙ salva Scolari, un uomo che nel caso la fortuna fosse stata meno benevola si sarebbe dovuto dedicare definitivamente al suo secondo lavoro, così come fanno certe api che dopo aver fatto il miele tutto il giorno se ne vanno a fare le punture agli anziani. Il Cile piange come sono costrette a fare le stelle marine per dimostrare che fanno parte della fauna e non della flora. La Roja se ne torna a casa così come fa la talpa la sera dopo aver finito i lavori nei cunicoli. Alcuni tifosi non hanno retto al dolore per l'eliminazione ai rigori e si sono suicidati, come quelle tarme che scelgono di suicidarsi andando a posizionarsi nella manica, proprio sotto l'ascella. Intanto se è vero che a Dossena è stato finalmente imposto di fare il commento tecnico in play-back, è anche vero che un ospedale da campo in Angola ha chiesto alla Rai delle vecchie telecronache di Pizzul per utilizzarle come anestetico negli interventi chirurgici. Per quanto riguarda invece la Colombia alla sua quarta vittoria, e Cuadrado al suo quarto assist, viene alla mente la famosa memoria dell’elefante che pare sia in grado di ricordare a distanza di un anno anche i numeri di James Rodriguez. L’incedere di Cuadrado fatto di finte e controfinte a qualcuno più attento ha ricordato invece quello della formica, nel senso che è sempre uguale, fedele a se stesso, tanto che  non si riesce a capire quando le formiche perdono la pazienza. Intanto il problema della forte umidità mescolata allo smog non ha colpito solo la povera l’Italia, a Manaus infatti sono stati ritrovati dei monaci Tibetani che invece di Buddha sono stati sorpresi a pregare Ronaldo. Dopo il botta e risposta tra Cassano e Buffon, il portiere ha voluto chiudere la querelle sostenendo che il vero problema del barese è quello tipico che colpisce bene o male anche gli ippopotami, che come è noto hanno serie difficoltà ad insaponarsi la schiena. Chiudo con una nota di speranza mentre Brasile e Colombia vanno avanti, una nota di speranza per tutti quei tifosi preoccupati per le sorti di Cesare Prandelli e per il suo futuro incerto, sappiano che anche il pipistrello quando invecchia e non riesce più a volare, si adatta a fare piccoli lavoretti. Siccome non lo avevo ancora fatto, allora oggi mostro il paesaggio tipico del paese che ospita i Mondiali, un'immagine notturna del panettone che si staglia sull’orizzonte di Rio.


132 commenti:

  1. (Omaggio a Cesare): Alla fine sapevo che sarebbe finita così. Però è stata comunque un'emozione vedere l'Italia giocare. Poi ho tolto il dvd di Spagna82.

    RispondiElimina
  2. 1) La dichiarazione di Firminio (manager di Romulo), come si può valutare? Torna o non torna l'uccello variopinto?
    2) Basanta e Balanta, può una consonante decidere il futuro di una difesa?
    3) Possibile che Cuadrado deciderà il suo futuro dopo i mondiali?
    4) E la viola ad attendere?
    5) Romulo lo vedreste al posto di Cuadrado?
    6) Perché Biabiany mi ha fatto prendere un giallo dal COLONNELLO? É così scarso?
    7) In porta chi partirà titolare? Neto o Tatarasanu?
    8) Siete certi che Pasqual abdicherà al campo?
    9) Bernardeschi deve rimanere o continuerà ad essere un talento da prestare?
    10) Babacar fa la 4a punta o va via?

    RispondiElimina
  3. 1) Può essere che voglia "stimolare" il Verona...
    2) Tuttosport dice che siamo ancora interessati anche a Balanta, ma è, appunto, Tuttosport. Non credo giocheremo con due centrali mancini.
    3) Possibilissimo.
    4) Qualche operazione "minore" sarà fatta a prescindere.
    5) In un 3-5-2 sì, certo la qualità non è esattamente quella...
    6) Ha uno scatto impressionante, ma è un giocatore rimasto un po' a metà del guado.
    7) Neto, ma mi sa che Montella abbia in mente un'alternanza, cosa che non approvo.
    8) Più che sulla sua volontà, confido in quella di Montella.
    9) Gli farei fare un anno di medio-bassa A.
    10) Come sopra. Terrei Rebic, tra i giovani.

    RispondiElimina
  4. Medel (altro vecchio pallino del Raven, che saluto affettuosamente) per 7 milioni è ratto di Alice in Wonderland.

    RispondiElimina
  5. A un certo punto sembrava che lo avesse in pugno, non so poi perché non fu preso. Sarebbe un colpo da maestro, per Macìa, il truce cerbero da piazzare davanti alla difesa a caccia di palloni. Senza contare che, quando non gioca difensore, è anche bravo negli inserimenti a rete...

    RispondiElimina
  6. Grzegorz Krychowiak

    RispondiElimina
  7. L'ho visto poco, non mi sembra male, è un buon compromesso tra tecnica, visione di gioco e bruto incontrismo. Non mi sembra avere un passo troppo veloce, però. Forse il Colonnello lo conosce meglio, giocando in Francia, io l'ho visto solo con la Polonia mi pare.

    RispondiElimina
  8. Polonia? Ah...la Germania Est.....

    RispondiElimina
  9. Deyna e Pendelluft, che saluto affettuosamente, dipende dal prezzo ma, in generale, se vogliamo consolidare da dietro, di timone (per i compagni) e di remate (sulla chiorba degli avversari), un centrocampo altrimenti orientato non è su un giovane che si fa perno. Oppure è uno che già ha inavvicinabili quotazioni. Insomma, è un ruolo, quello di centrale davanti alla difesa, dove devi prendere i Medel, non fare scomemsse, come puoi in altri settori del campo. L'ho visto una volta dal vivo quand'era a Nantes e m'impressionò favorevolmente, ma il Nantes era allora (ed è, né cangia stile) una squadruccia, dopo le antiche glorie.

    RispondiElimina
  10. L'Olanda prenda il Messico con le pinze.

    RispondiElimina
  11. ¡Que viva México!

    RispondiElimina
  12. Se ne va Cuadrado: dunque, chi come treno di fascia in un 3-5-2 - possibilmente con un Guardado o simili dall'altra parte - che sappia giocare, spingere, coprire un po', crossare, e abbia in canna anche qualche gol?

    RispondiElimina
  13. A me son piaciuti molto anche i portieri di questo mondiale, di molti dei quali non conoscevo neanche il nome. A parte Akinfeev, ho visto un ottimo livello, anche nelle squadre più deboli. Noi avevamo un Sirigu in gran spolvero, ma quello che è rimasto con la lampadina accesa in mano, perché i' cerino rimane a' poeri cristi, gli ha preferito Buffone!

    RispondiElimina
  14. Peccato per Akinfeev, due cappelle ma per il resto ottimi interventi. Buffon male contro il Costarica, bene contro l'Uruguay: ad ogni modo è l'ora che il capocosca si tolga dagli zebedei.

    RispondiElimina
  15. A me è piaciuto anche il portiere dell'Iran, ma l'ho visto solo contro l'Argentina

    RispondiElimina
  16. Colonel, ricambia il saluto affettuoso.
    Il problema è che Medel, dopo il mondiale che ha fatto, credo sia inarrivabile (e sarebbe dovuto esserlo anche prima).. Alternative ce ne sono, ma di diverso tipo, soprattutto smistatori di gioco (si diceva il vecchio pallino del corvo, claisie), ma di ragnatele recuparapalloni, di interessanti in giro vedo poco o niente (non che Medel sia solo questo, anzi).
    Medel sarebbe perfetto, sarebbe il massimo (e, appunto, utilizzabile anche dietro all'occorrenza), ma dubito arriverà, anche se in quella casella di centrocampo qualcuno arriverà, in realtà.. ma chi?
    Macìa facci una Magìa corvinesca!

    RispondiElimina
  17. ah, è tornato Zarate in europa, questa me l'ero persa. E' tornato a parametro zero, tra l'altro.

    RispondiElimina
  18. Non pongo limiti alla provvidenza: Medel ha ancora un prezzo basso, è retrocesso, e anche nel 2010 fece un grande Mondiale, da molto giovane, ma non se lo cacò nessuno. Un giocatore tra i più sottovalutati degli ultimi dieci anni, direi...Ha qualche controindicazione per il carattere a dir poco focoso, ma la Fiorentina sarebbe ideale per lui, con i connazionali Pizarro e Mati [sempre che non ci abbia fatto scintille, come Vidal col Pek]. Vamos Macìa!

    RispondiElimina
  19. Gran talento, dribbling inarrestabile e tiro micidiale. Grossi limiti nella testa, purtroppo...

    RispondiElimina
  20. Ho dimenticato un saluto affettuoso al Gonfia: Gonfia, ti saluto affettuosamente!

    RispondiElimina
  21. Dire che sono commosso da tanto affetto è poco. Ricambio altrettanto affettuosamente!

    RispondiElimina
  22. Che scelta di carattere, lontano dalle mode del momento. Che scelta controcorrente!! Oggi a pranzo, dopo vent'anni, stapperò un Turà. Frizzante come il gioco di Prandelli.

    RispondiElimina
  23. Pollock (che saluto affettuosamente), il paragone (o l'abbinamento) mi sembra non perfettibile.

    RispondiElimina
  24. Gary Medel ad essere onesti era un vecchio pallino di Deyna (ed io mi accodai) quando nessuno lo conosceva ma tutti ci prendevate per il culo.

    RispondiElimina
  25. Fosse troppo caro Guardado, per la fascia sinistra, riproporrei il nome di Monzon. A Catania è partito male, poi è cresciuto, disputando una buona seconda parte di stagione. Dovrebbe costare il giusto, e lo vedo molto più adatto a contesti tecnici e d'attacco, anziché a squadre in lotta per la retrocessione. In un 3-5-2 sarebbe sgravato di troppi compiti difensivi, che non sono esattamente il suo forte [ma coprire, copre], e potrebbe dedicarsi a spingere come un matto, crossare, e sganciare le sue bombe mancine, micidiali.

    RispondiElimina
  26. Jordan, ti saluto affettuosamente ma io, almeno, non ti presi per i fondelli su Medel.

    RispondiElimina
  27. Ciao Gonfia, mettici anche una penna all'arrabbiata che fa parecchio anni 80, e il pranzo è servito.

    RispondiElimina
  28. Già! Erano gli anni del Medel [già "adocchiato" in Cile, peraltro] al Torneo di Tolone, del David Luiz appena approdato in Portogallo, del Pjanic 17enne. O poi dite che un abbiamo l'occhio lungo!

    RispondiElimina
  29. Niente Gonfia, Pollock: sei vittima del disqus che hai creato.

    RispondiElimina
  30. Solo l'occhio.

    RispondiElimina
  31. Akinfeev ha fatto la cappella più clamorosa di tutto il mondiale, quanto a noi non si è certo perso per colpa del portiere che è stato l'ultimo dei nostri pensieri. Invece una menziona per Julio Cesar sulle cui condizioni psico-atletiche non avrei scommesso nemmeno un soldo bucato e che invece sta portando avanti il Brasile.

    RispondiElimina
  32. Tutti devono essere presi con le pinze a questo punto, comunque il Messico è una squadra tosta e ben messa, come il Cile ma se a Robben regge il turbo ci vedo poco spazio alle scommesse.

    RispondiElimina
  33. Ma il massimo fu l'epocale Dubbio: non pago di aver malamente sminuito Medel, cercò di approfittare del periodo di apprendistato di Vidal alla juve, sostenendo che avevo "segnalato" l'ennesimo bidone sudamericano. Fatti: (1) non ne avevo mai parlato, perché non l'avevo visto giocare molto (2) in seguito prese la consueta briscola, perché Vidal è diventato quel che è diventato. A proposito, peccato per il Cile, al Mondiale ha giocato al 40% a dir tanto...Dopo il ginocchio operato, ci si è messo pure il tendine d'Achille.

    RispondiElimina
  34. Ciao Pollock, hai ragione. In quegli anni a Firenze cenavo quasi sempre con amici e amiche del Sud: peperoncino a sfare, mozzarelline di Aversa, melanzane alla parmigiana, ecc. Buon appetito!

    RispondiElimina
  35. che cazzo ne sai del resto? vuoi referenze?

    RispondiElimina
  36. Ahahahahahahahahah! Stanato!

    RispondiElimina
  37. Non ho detto questo, non faccio accuse ad personam, sinceramente nemmeno me lo ricordo, ma la presa di culo era diffusa.

    RispondiElimina
  38. Vabbè Jordan, la mia su Buffon era polemica (ma Sirigu si era guadagnato la riconferma, per un allenatore serio), su quel tale arrivato sulla santa soglia ma infine ridotto allo stato laicale, così, come un prete pedofilo qualsiasi.

    RispondiElimina
  39. Caro Deyna, il Dubitante è uno strano animale, una buffa bestia: si erge a fecondo incrinatore di dogmi e poi costruisce i suoi post su accuse incòndite e preliminari di incompetenza ad altri, su asserzioni inarticolate di brocchesimo di gente che si rivela poi un cannone, sull'esaltazione di mediocri basata su manipolazioni statistiche sulle quali Ludde non avrebbe nulla da invidiare. Arriva improvvisamente, parte di tutta fretta, come un tempo uno dei vecchi matti di San Salvi in permesso, che non avevi mai visto prima e ti si avvicinavano correndo, sul Lungo l'Affrico, per dirti «Vaffanculo stronzo!», per poi ripartire altrettanto di corsa e ridendo come, appunto, dei matti.

    RispondiElimina
  40. già, ma se non fossimo stati così coperti là davanti, a zero..
    certo è che non ci serve, ora

    RispondiElimina
  41. però ricordati che il cardiff l'ha pagato 13 bucce un anno fa. magari lo prendi in prestito onero: 1,5 subito e diritto di riscatto a 7. possibile.

    RispondiElimina
  42. Romulo è di nuovo nostro. L'altro anno fu evocato ed invocato anche qui. Le sue caratteristiche e qualità si conoscono, da non sottovalutare il suo spessore umano. Io lo terrei. Se rimane stappo uno Szent István|

    RispondiElimina
  43. 1) manovre contrattuali. A Firenze se Montella non lo vede nel suo ruolo, e devo ancora capire il perchè, gli vedo comunque un futuro difficile.
    2) Perchè due centrali mancini? Gonzalo è mancino?
    3) Il futuro di Cuadrado dipende dalle offerte, vere, che riceverà, quindi è possibile sì che si decida dopo i mondiali.
    4) E cosa vuoi che facciano?
    5) Il ruolo di esterno di 3-5-2 è il suo, ma di certo non è Cuadrado. Però è Montella che non ce lo vede, quindi non vedo strada.
    6) Non è affatto scarso, da metà campo in su è dirompente, ma lo vedo tatticamente abbastanza limitato al solo 4-3-3.
    7) Di sicuro parte titolare Neto, l'altro è tutto da valutare. Poi in corso d'opera si vede. Sempre che Neto rinnovi, perchè ancora non ha firmato.
    8) Se ne prendono uno buono lo fanno abdicare.
    9) Se vogliono puntare sul serio su Bernardeschi non vedo perchè cercano Bonaventura. Credo che l'intenzione sia un prestito in A.
    10) Idem come sopra. Anch'io dei giovani terrei Rebic ma per farlo giocare abbastanza.

    RispondiElimina
  44. non puoi tenerlo, perché se lo vendi adesso ci incassi più di quel che vale, e con i soldi, se sai spendere, ci prendi un suo equipollente e te n'avanzano, oppure ce ne prendi uno più bravo.
    e poi, se dovessi vendere cuadrado, non avendo altre ali, lascerei perdere il 3-5-2 e farei un bel rombo

    RispondiElimina
  45. Il dilemma è tutto lì, il modulo o i moduli di cui Montella intende avvalersi. Comunque, da quando è ritornato a casa sembra che il suo valore da 10mln sia sceso a 6. Misteri della stampa. Vuol dire che invece di quel bianco ungherese, che ho scoperto dolce tra l'altro e non mi piacerà sicuramente, non dovesse rimanere stapperò un Turà, accompagnando una bella 'arrabbiata', che sarebbe il piatto giusto abbinato al mio pensiero. Forza Romulo!

    RispondiElimina
  46. Julio Cesar: è dalla prima partita che lo vedo caricato, vigile, reattivo, e con un bel colpo d'occhio. A me non meraviglia affatto sia in buone condizioni, nonostante le note vicende. Alla Selecao ci tiene, lo dimostrò in C. Cup, ed è l'ultima occasione in carriera per vincere il Mondiale. Sarei piuttosto curioso di sapere come si è preparato per il torneo, penso proprio che Scolari gli abbia mandato in Canada dei preparatori personali d'ausilio...

    RispondiElimina
  47. Armero spero non lo prendano.

    RispondiElimina
  48. Se Neto non rinnova, con tutte le offerte che ha, siamo nei guai.

    RispondiElimina
  49. Però è sempre meglio di Pasqual, caro Deyna. Te lo dico perché il Dubitoso afferma con la sua solita titubanza il contrario.

    RispondiElimina
  50. Forse anche Brivio é meglio di Pasqual, e sarebbe un "canterano" nostro....i citati dai sudamericanisti- Monzon, Orban...- si sono un po' persi....Alonso? O lo getta (Montella) a capofitto in prima squadra o a cosa é servito prestarlo?

    RispondiElimina
  51. Orban è buono in una difesa a quattro o a tre, come esterno in un 3-5-2 vedo meglio Monzon.

    RispondiElimina
  52. stefano vienna29 giugno 2014 18:10

    Pareggia e vince ai rigori vale lo stesso, ma la vedo come Teodora

    RispondiElimina
  53. Gagliardissimi sti mexicani!

    RispondiElimina
  54. Chiedo scusa ad Akinfeev dopo aver visto l'olandese!

    RispondiElimina
  55. Che cagata il time out nel calcio.

    RispondiElimina
  56. In Qatar giocheranno direttamente sotto la doccia.

    RispondiElimina
  57. Teodora Stefanova : come fare du' lire senza prostituirsi.....Messicani arcigni ed Herrera sagace, non concede contropiede agli Orange. Per ora più Me'hico.(non si vedono messicane con i baffi, anzi...).

    RispondiElimina
  58. Che cazzata, addirittura non stoppano il cronometro durante il time-out. Icché ci tocca vedere!

    RispondiElimina
  59. Io tifo Mexico. Teodora mi da l'idea di una che sa quello che dice.

    RispondiElimina
  60. Non avevo capito l'entusiasmo di molti per una squadra dal centrocampo stercorario, biecamente contropiedista e solo culosa contro la Spagna. Meno avevo capito che si credesse che del Messico avrebbe fatto un sol boccone, come non avevo capito chi annunciava che il Brasile avrebbe passeggiato col Cile. «Brasile» e «Olanda» sono dei nomi, un tempo gloriosi: dentro, poca roba. Comunque, poco calcio.

    RispondiElimina
  61. Ci ho fatto caso solo adesso. Bruno Gentili si è immedesimato talmente nell'ex CT che gli assomiglia ogni giorno di più. Mi ricorda un telefilm di Twilight Zone ultimamente riproposto.

    RispondiElimina
  62. Ma non avevi inteso che è lui che non rinnova? Allora lo vogliono!

    RispondiElimina
  63. Mi bone Gonfia, de pediludio Brunus neque fistulam neque mentulam intellegit.

    RispondiElimina
  64. Non mi far stare sulle spine. Sono pronto anche al peggio.

    RispondiElimina
  65. 'nvedi te la Teodora. Grande!

    RispondiElimina
  66. Grande gol di Dos Santos, e grande esultanza del ct.

    RispondiElimina
  67. A me pare che l'eliminazione degli orange sarebbe altra sorpresa col botto.

    RispondiElimina
  68. Ma il Messico non sta rubando niente!

    RispondiElimina
  69. NOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  70. Vai Chicharito, pensaci te!

    RispondiElimina
  71. Ingenuità imperdonabile!

    RispondiElimina
  72. Speriamo te lo pari!

    RispondiElimina
  73. Ma vaffanculo!

    RispondiElimina
  74. Teodora ha colpito, in lungo e in largo! Clap clap clap alla sensitiva!

    RispondiElimina
  75. Olanda ai quarti contro Grecia o Costarica.
    Quindi, Olanda in semifinale.

    RispondiElimina
  76. Sono dispiaciuto al massimo per questi ragazzi messicani che meritavano il passaggio del turno! Bravissimi comunque!

    RispondiElimina
  77. P.s.: eppoi questi tirchiacci di olandesi mi stanno sullo stomaco, anzi un po' più giù!!

    RispondiElimina
  78. Peccato per il Mexico, certo l'ingenuità di Rafa Marquez è stata grossa, per un giocatore di quell'esperienza...Ma il rigore c'era? Non ho visto la ripetizione.

    RispondiElimina
  79. Grosso culo anche per Sneijder, giocatore ultrabollito, che ha azzeccato la bordata decisiva...

    RispondiElimina
  80. Sì Deyna, è entrato sul piede, in ritardo. Robben era quello che cercava, prima si era anche buttato e meritava il giallo.

    RispondiElimina
  81. Sì, la simulazione precedente l'ho ben presente, Robben deve avere qualche avo italico, eheh

    RispondiElimina
  82. Eupalla questa partita non l'ha vista, altrimenti avrebbe agito diversamente. Si vuole il nome del suo sostituto, da licenziare in tronco!

    RispondiElimina
  83. Vuoi dire che è figlio di....? Dovremmo indagare sul DNA.

    RispondiElimina
  84. Grosso culo direi per Ochoa che si è preso nel muso una conclusione da tre metri schizzata poi sul palo come era stato centrato, più o meno dalla stessa distanza, da Thiago Silva col Brasile. Il Messico fatto il goal non ha più passato la metà campo come fate a dire che si meritava di passare non lo so. Il rigore c'era Deyna, coglione quanto vuoi per uno che è vent'anni che gioca al calcio ad alti livelli, ma se entri fuori tempo su una lepre pazza come Robben che tu gli pigli i piedi invece del pallone è quasi matematico.

    RispondiElimina
  85. Messico assai più meritevole fino al quindicesimo circa della ripresa, poi decide di rintananarsi e commette ingenuità imperdonabile, perché il centrocampo olandese è letame e doveva essere pressato alto, l'ultima delle cose da fare era lasciar arrivare palla a Robben, che pur partendo da fermo crea superiorità numerica contro chiunque (nemmeno mai raddoppiato in partenza in marcatura: ma l'allenatore messicano è pazzo?). In effetti Robben avrebbe potuto pareggiare anche prima, per lo spazio delittuosamente concessogli. Ora l'Olanda si trova praticamente in semifinale, dopo aver visto giustamente l'inferno: ed è MONNEZZA+ROBBEN come il Brasile è MONNEZZA+Neymar, tanto per dire il livello di questo Mondiale e di come le previsioni di facili affermazioni di favorite estremamente cartacee fossero fallaci. Del Messico: grande prestazione di Herrera, altra ottima di Ochoa, sbalorditivamente svincolato (ma troverà sùbito, dopo questo suo Mondiale).

    RispondiElimina
  86. MONNEZZA+NEYMAR: non si dica che non consideri maiuscolo anche Neymar.

    RispondiElimina
  87. Rafa: davvero buono ma non l'ho mai considerato davvero ottimo a livello internazionale. Quel fallo Losi, non dico Baresi, non l'avrebbe fatto nemmeno a 50 anni. E grande miopia di lettura e di conoscenze professionali: di lì Robben rientra SEMPRE, tu lo devi sapere e se putacaso decide di andar dritto per dritto ci metti in allungo la sinistra se non il corpo intero (ché l'arbitro su incoccio frontale il rigore non lo fischia mai), cosa che è sempre meno rischiosa e di più facile incontro col pallone che l'inverso, come è stato matematicamente provato. Io il difensore non l'ho fatto, ma me ne sono trovati davanti di ogni spcie, avendo lo stesso ruolo di Robben, e pollate come quella di Rafa le cercavo a ogni partita e a volte ero premiato.

    RispondiElimina
  88. Teodora-bis: "La Grecia è una squadra sottovalutata e con la Costarica la partita verrà decisa solo ai supplementari con un episodio che vedrà la vittoria della squadra del centroamerica". Fantastica la sua logica, ahahahah! Comunque il pareggio a 3 stasera me lo gioco!

    RispondiElimina
  89. Robben cade in maniera innaturale, viene sfiorato su un piede e cade in avanti a piedi uniti dietro, se il contatto fosse stato evidente su un solo piede l'altro sarebbe passato ma fa coppiola con l'altro come se gli fosse impedito di proseguire, accentua tantissimo un fallo che può essere fischiato ma anche no. Il Messico meritava di disputarsi almeno i supplementari per quanto visto in un'ora di gioco, l'Olanda è più forte ma non si è visto per lunghi tratti, va avanti come il Brasile, fra luci e ombre, solo che all'Olanda gli si è aperta una voragine fino alla semifinale, ai verde oro l'esatto contrario.

    RispondiElimina
  90. Uno come Robben che parte col turbo, se gli tocchi un piede cade e lo fa molto volentieri. Se un bischero di difensore su uno che parte a rientrare sbaglia il tempo e gli zompa sui piedi col pallone avanti di due metri cosa vuoi che succeda? Poteva non cadere? Forse ma lui non è mica bischero. Nel secondo tempo anche per cacaggine del Messico, ho visto una solo squadra in campo. L'Olanda ha vinto 4 partite su quattro e se questo è andare tra luci e ombre chissà quando saran no tutte luci. Non son perfetti, anche loro nel mezzo non sono la fine del mondo, però a parte la partita con l'Australia presa in evidente coglionella ed un primo tempo un po' contratto oggi, han pur fatto 12 gol in quattro partite vincendole tutte, insomma...

    RispondiElimina
  91. Van Persie, Kuyt, Thiago Silva, David Luiz, Marcelo, lo stesso Julio Cesar mi sembrano tutto fuori che monnezza e anche gli altri non son fenomeni ma ben nel livello medio di questi mondiali.

    RispondiElimina
  92. Quest'ultima partita ha sporcato un cammino, finora, inappuntabile, il Messico non è scomparso per un tempo intero, azioni ne ha prodotte anche nel secondo tempo, almeno un paio le ho contate e credevo ci fosse meno partita fra le due. Non dico che il rigore è inesistente, dico solo che accentua molto un fallo leggero cadendo in maniera innaturale, a volte non li fischiano. Magari nei preliminari ne prendeva 4 il Messico ma almeno meritava la chanches di giocarseli, l'Olanda è destinata alla semifinale diretta, chi passa passa fra Costarica o Grecia non ha scampo.

    RispondiElimina
  93. Jordan, l'Olanda per 60 minuti è stata messa sotto dal Messico (di cui non vorrei nessuno nella mia Nazionale: dico io, non il Giubba, che ha di meglio da selezionare e da allenare e infatti si è visto), per 30 ha spinto perché glielo hanno lasciato fare, rendendosi (più volte, in effetti) pericolosa con un solo uomo, l'unico da marcare anche in bagno e regolarmente libero di ricever palla e di springare come un puledro, invece. Con tutto ciò si è salvata negli ultimi cinque minuti. Ora ha aperta la strada alla semifinale, ma gioca un calcio orrendo con interpreti in maggior parte mediocri. E', col Brasile, lo specchio di un livello di calcio al suo bathos.

    RispondiElimina
  94. Hai capito quel che volevo dire, Jordan, non ciurlare. Comunque se Kuyt è un gran ganzo, ce ne sono a ogni cantone. Julio lo davi per strabollito quando sembrava vicino alla Viola sia ad agosto sia a gennaio.

    RispondiElimina
  95. L'Olanda gioca non all'olandese: Van Gaal era un allenatore offensivista, ora evidentemente lo spirito di Nereo Rocco si è impadronito di lui. Tutti indietro a difendere, un centrocampo di picchiatori, Kuyt a fare l'ala e quasi il terzino e palla a Robben, Van Persie e Sneijder che si inventino qualcosa. Magari è la volta che vincono.

    RispondiElimina
  96. Ora non esageriamo con Rocco e calcio orrendo, prima di questa partita è stata, senza dubbio, una di quelle che aveva giocato meglio meritando il passaggio del turno in carrozza. Sarà l'ottavo, sarà che la pressione la sentono tutti ma oggi non si è vista tutta questa differenza contro una squadra che costa e vale la metà degli orange. In questo mondiale son cadute diverse potenze (noi no, per carità!) ma alla fine sono in gioco quelle che per valori, tradizione e qualità rappresentano il meglio del calcio disponibile. Brasile, Francia, Germania, Olanda, Argentina (futura campione) sono in corsa con ampie possibilità di disputare le semifinali come da pronostico, rimangono un paio di mine vaganti, Colombia e Belgio che potrebbero scompaginare qualche previsione ma siamo li, chi ha i meglio prosegue, e chi li allena senza far danni raccoglie i frutti.

    RispondiElimina
  97. Non dico che giochino male (né ho usato l'espressione "calcio orrendo"), dico solo che giocano all'italiana e non all'olandese e, ripeto, magari è la volta buona che vincono.

    RispondiElimina
  98. Non mi riferivo solo a te citando la tua citazione su Rocco. Comunque si, più accorti, magari arrivano in fondo.

    RispondiElimina
  99. Intanto su Raispot1, e già da diversi giorni, va in onda il brain storming per disegnare il futuro della Nazionale Italiana, partendo dalla Federazione per finire al CT. Scontato che in quella sede, per esperienza diretta, le cazzate proposte sono utili perché servono per evitarle, nessuno sembra aver voglia di cambiare veramente, sia per rendita di posizione che per mancanza di coraggio di esporre idee innovative e giuste, ammesso che frullino per la testa di qualcuno. Siamo messi male e lo sappiamo, ma dobbiamo continuare a scavare?

    RispondiElimina
  100. Comunque il livello di questo mondiale magari risente anche che una serie di campioni non partecipano per vari motivi (infortuni, scelte tecniche o mancata qualificazione della Nazionale ai Mondiali): i nostri Rossi e Gomez, poi Ribery, Tevez, Falcao, Ibra, Jovetic, Damiao, Bale, Lewandowski, Pato, Arshavin, nonché altri che magari mi sfuggono.

    RispondiElimina
  101. Già nel 2010 con l'altro tecnico giocavano un calcio osceno, chiuso, ora anzi sono un po' meglio. Anche perché Van Gaal ne capisce ben di più...

    RispondiElimina
  102. Suarez sùbito fatto fuori dalla FIFA, Aguero arrivato malconcio e fatto fuori da un infortunio, Higuain ancora non pervenuto, Negredo e diversi altri che ora non rammento. Un anno fa pregustavo un gran Mondiale, tutte queste defezioni lo hanno abbastanza rovinato. Ma a volte succede.

    RispondiElimina
  103. ...e vediamoci st'altro ottavo. Forza Costarica [altro debito di riconoscenza, e squadra che può mettere più in difficoltà l'Olanda].

    RispondiElimina
  104. Ma Eta Beta non l'ha ancora querelato quel tipo che, con una lampadina accesa in mano, spacciava di averne, di idee? Come si chiama in gergo, falso ideologico? Ahahahahahah!

    RispondiElimina
  105. Messico di grinta semiuruguagia ma senza falli estremi, gioco elementare ma poi noiosi; l'Olanda, parere molto personale, ha sempre avuto il pallino in mano, pur non potendo fare il suo gioco in contropiede. Il secondo tempo gli Orange hanno alzato il baricentro - complice Herrera- hanno alzato il tasso tecnico e hanno notato che Robben poteva far male; due o tre azioni salvate da Ochoa ma poi inevitabile, sull'arroccamento, il gol (errore della difesa messicana: tre tiratori liberi al limite!). Rigore che a Firenze vorremmo sempre e via, pratica sbrigata. Pensiamo che una squadra mediocre nel gioco (cfr.BLIMP) sia arrivata ai quarti con 4 su 4, figurarsi quanto siano polli gli avversari! L'Olanda ricorda, ai più, perché li ha fatto fortuna il detto mutuante di Vincenzino "Un gol più degli avversari", anzi "va fuori accuso" con 12 gol...per l'Italia sarebbe non un lusso, di più..voluttuario!!! Ah ah ah ah ah ah....Robben con rigore balotellesco? Cari miei, fischiassero con lo stesso metro Italia, sai quanto divertimento..invece i difensori del nostro torneo provinciale fanno quel che vogliono.
    Grecia e Costarica dovrebbero far riflettere molti scienziati del calcio: nessuna alchimia tattica, corsa e grinta e una ai Quarti. Avevamo noi la strada spianta, cari amici del Palazzo, altro che favori ai sudamericani!! L'Italia avrebbe avuto la Grecia.....ma magari Cesare ci avrebbe detto "Temo gli Dei..Non l'ho mai detto ma sono politeista e credo che Marte sia contro...Io amo più Maratona in Grecia, piuttosto che la Maratona di Firenze...Fiove ci aiuti".

    RispondiElimina
  106. Incredibile respinta di gamba del portiere del Costarica...

    RispondiElimina
  107. Che partita del cazzo

    RispondiElimina
  108. E' da malati seguirla, mi chiedevo oggi che fare, ma poi ho ceduto al mio vizio.

    RispondiElimina
  109. Già, figurarsi: è quanto scrivevo. Figurarsi il livello.

    RispondiElimina
  110. ANTO, e non hai mai visto giocare l'Italia...ah ah ah ah ah ah ah ah ah........almeno questi corrono. Azzardo: la viola al top con Cuadrado-Gomez-Rossi vincerebbe il triangolare con le due di stasera....

    RispondiElimina
  111. stefano vienna29 giugno 2014 23:09

    Ai greci manca Kone. Che non sarebbe una cattiva idea per il nostro centrocampo. Il Costarica pare che abbia un gran ben portiere, così dicono i telecronisti austriaci.

    RispondiElimina
  112. stefano vienna29 giugno 2014 23:10

    Qui in Austria hanno detto che lo segue il Barcellona.

    RispondiElimina
  113. Rimasti a Koncilia....

    RispondiElimina
  114. Con l'italia non l'avevo notato, non gli han mai tirato in porta ahahah

    RispondiElimina
  115. stefano vienna29 giugno 2014 23:12

    Forse perché lo sapevano, li ha intimoriti, eheheheh


    GOL DEL COSTARICA!!!!!!!!

    RispondiElimina
  116. Grande Ruiz, chirurgico.

    RispondiElimina
  117. stefano vienna29 giugno 2014 23:15

    Era rigore per il Costarica

    RispondiElimina
  118. Il 9 della Grecia, entrando, indica a tutti che gli possono sucare la minchia.

    RispondiElimina
  119. stefano vienna29 giugno 2014 23:20

    Chi? Il turco. Secondo me è un infiltrato.

    RispondiElimina
  120. Ma te guarda se 'sti morti de fame devono gioca' così fino al 90'....E noi co' De Rossi e i suoi sguardi ammonitori all'arbitro, Abate piantato con i rostri ai suoi 5 mq., Balotelli a reclama' pure pe'e zanzare, Cassano a cojona' er mondo, Buffon a fa' er filosofo de 'sta cjppa, Chiellini a litiga' co' i suoi piedi e con la lingua italiana, Bonucci a randella' come nonna Abelarda....Prandelli a pensa' se é mejo co' 'na punta, 'na mina, 'na grafite, 'na minchia de punta da fa' tira' 'n porta....! Correno tutti! C O R R E N O!!

    RispondiElimina
  121. I greci non l'hanno chiusa, per 4 o 5 volte hanno avuto sia superiorità numerica sia buona azione ma hanno concluso in modo montolivesco o donadellesco. Resta una squadra che ha corso 120' e non si é qualificata, mentre la Costarica- giocando come il Messico-passa........avevamo strada aperta!
    (Non pubblicato sul sitone un commento dove citando Cesare...strano!).

    RispondiElimina
  122. Riconfermo Navas come grande portiere, ma ve l'avevo già detto e anche in Spagna sta facendo grandi campionati, altro che quel culo rotto di Ochoa, che mi sembra un Perin messicano. La partita l'ha rovinata come sempre l'arbitro che ha espulso quello del Costarica e tenuto in campo almeno in due occasioni i greci per falli analoghi. Meno male che Eupalla si è incazzato ed è passato chi doveva passare.

    RispondiElimina
  123. Suarez fatto fuori dalla testa di cazzo che è. Che cazzo c'entra la FIFA? gli dovevan dare la medaglia?

    RispondiElimina
  124. No Anto, il primo tempo han giocato proprio da far cagare. Una squadra che non gioca per definizione e genetica e l'altra che non ha la forza tecnica per imporsi. Poi l'arbitro con quell'espulsione a cazzo (un'altra) ha riaperto i giochi ma la Grecia è stata di nuovo ampiamente deludente ed ha pareggiato a culo al 91'. Nei supplementari salta tutto e meno male che i rigori han premiato chi se lo meritava di più.

    RispondiElimina
  125. E può darsi che la finale sia Olanda-Brasile poi voglio vedere quello che dici. Che sia stata messa sotto dal Messico lo trovo abbastanza discutibile, diciamo che non ha messo sotto il Messico come si pretendeva e come ha fatto nel secondo tempo anche per gentile concessione dell'avversario. Uno che al 42' perde 1-0 e riesce a vincere 2-1 non può non ringraziare Eupalla però che meritasser di più gli altri non direi proprio

    RispondiElimina
  126. Bisogna vedere se per venire a Firenze si impegnava come per venire al mondiale, e se questo stato lo regge per 38 partite che non sono 5 o 6. Comunque ho appena fatto ammenda solo ieri di una previsione sbagliata

    RispondiElimina
  127. Ho solo detto che ancora non ha rinnovato, il che è un fatto. Le dichiarazioni fatte da lui sono sempre state molto distensive quindi non ho mai detto che è lui che non vuole rinnovare. Magari vogliono tutti, ma ancora non l'hanno fatto.

    RispondiElimina