.

.

martedì 27 agosto 2013

Sodomia

Buona la prima davanti a un Catania ben tostato per l’occasione, una squadra quella siciliana dura e tecnicamente valida, capace di sottrarci l'amato possesso palla e di tenerci sul chi va là fino alla fine. Vittoria importantissima quindi, in mezzo a un preliminare che aveva giù fatto scivolare  il Milan e l’Udinese, squadra ancora imballata ma con Cuadrado che vince per manifesta superiorità la classifica del miglior giocatore di questa prima giornata di campionato. A Pizarro va cucita al petto invece la medaglia di uomo partita ma anche il suo rovescio, la coppia d’attacco lascia intravedere mirabilie che potrebbero destabilizzarci l’equilibrio ormonale raggiunto con tanta fatica in tanti anni di post Batistuta. Diciamo che la vittoria è di quelle importantissime perché il Catania è la migliore della sua fascia, partire bene era fondamentale, e anche se il centrocampo ancora non è in grado di fare al meglio la fase di copertura, il Catania del secondo tempo non si è comunque procurato nessuna palla gol, mi è piaciuto molto Leto e vorrei sottolinearlo perché so che i nostri giornalisti non lo faranno mai, c’è troppa assonanza con Neto. Nessun passo falso quindi, anzi, dalle parole di ADV, di falso risulta solo l’entourage di Montolivo, mentre da quelle di Montella risulta che Gonzalo Rodriguez è uno dei migliori nel suo ruolo di tutto il campionato, parole che fanno male solo al Gat che evidentemente si trova meglio con i Jalisse che con il pallone. E’ stato comunque il Mister quello a piacermi di più, perfetto nel gestire gli ultimi giorni Viola di Ljajic mandato a casa ad assaggiare l’antipasto sperando che gli sia andato di traverso, così adesso dovrebbe avere la giusta percezione di quale rancio potrebbe essere costretto a mangiare nel caso voglia continuare a tenere aperto il sacco a Galliani. E a proposito di sudici non vorrei essere scambiato per razzista al contrario se considero così Galliani, e che invece dovrebbe essere nordico, un tema questo spacciato per tale solo per cercare di mascherare l’intollerabile atteggiamento di Balotelli, il razzismo è altra cosa, io ricordo Sara, instancabile nel fare sesso in macchina e convinta di avere il servosterzo e il servofreno di colore. Questa Fiorentina sarà in grado di fare innamorare chiunque, di rifiutare nel suo organico materia organica, i vari Marrone e quelli appunto dello stesso colore come Ljajic, e siccome anche quello dell’omesessualità nel calcio è argomento delicato proprio come quello del razzismo, sono convinto che la bellezza di questa Fiorentina che è magnifica donna, possa far vacillare quelle persone che non fuggono affatto quando voltano le spalle. E se la Fiorentina la vogliamo paragonare a una donna provocante e stupenda, minigonna, camicia trasparente e il seno di Vargas, già mi immagino il dialogo di due ragazzi in curva, insomma, una coppia di fatto, uno dire all’altro “Ci sono dei giorni che vorrei essere lesbica”. La Fiorentina è una società strutturata per vincere, ambiziosa, seguitissima, nella foto George gioisce guardando gli highlights prima di una cerimonia, insomma, niente è lasciato al caso, soprattutto dal punto di vista del marketing, non a caso quest’anno si è deciso di praticare la sodomia, che come ci ha spiegato bene Mencucci è un modo per allargare il cerchio dei propri tifosi.

228 commenti:

  1. Poeta, a breve un comunicato di Jordan, che annuncia le sue dimissioni da tifoso della Fiorentina.

    RispondiElimina
  2. Ottima vittoria, ieri, nonostante le fatiche di EL di giovedì scorso e nonostante diversi uomini (Gomez, Savic, Valero, Aquilani) siano fuori forma. Abbiamo giocato abbastanza bene e meritato di vincere, rispetto allo scorso anno mi sembra che ci sia un minore possesso di palla (sterile) e una maggiore tendenza alla verticalizzazione, per cui creiamo un numero maggiore di palle gol. Qualche voto:

    Neto 6,5: dà sicurezza, incolpevole sul gol, esce bene su Barrientos salvando sul possibile secondo pareggio catanese, deve migliorare nei rinvii

    Savic 6: meglio a destra che a sinistra, correo nell'azione del gol subito, ma nonostante una condizione ancora non buona mi sembra in crescita

    Gonzalo 7: ha sbagliato solo un cross dalla destra, per il resto ottimo come al solito a dirigere la difesa e a impostare l'azione

    Compper 6,5: buon apporto alla fase difensiva

    Cuadrado 8: è devastante, c'è poco da dire, godiamocelo finché è da noi

    Aquilani 6,5: finché ne aveva l'ho visto bene, non sono d'accordo con Deyna, anche se non è al massimo ha dato un ottimo apporto, tra l'altro èlui che ha rubato palla e ha innescato Cuadrado per l'azione del primo gol; ha fatto però diversi lanci fuori misura che non sono da lui

    Pizarro 6,5: croce e delizia, ha diretto l'orchestra del gioco viola, ha fatto uno splendido gol, ma ha fatto alcune cappelle clamorose, tra cui il mancato colpo di tacco che ha fatto far gol al Catania, alcuni passaggi sballati e certi dribbling pericolosissimi vicino alla nostra area; lui però è così, ha i suoi pregi (immensi) e i suoi difetti, così è e così ce lo teniamo

    Valero 6: non è ancora in forma, ha giocato benino ma non èancora ai livelli (altissimi) dello scorso anno

    Pasqual 6: buona spinta, qualche buco in fase difensiva

    Gomez 6-: sono generoso, visto il gol che si è mangiato, ma nonostante sia ancora indietro come condizione fisica si è battuto come un leone, ha fatto un gran lavoro anche per aprire varchi nell'area avversaria e comunque ha avuto diverse palle gol (gli allenatori degli attaccanti dicono che finché si creano palle gol non si preoccupano, i gol verranno); vorrei citare al proposito un post di un utente di fi.it (si chiama Leonida) con cui sono assolutamente d'accordo: "Uno che ha 4/5 palle gol nitide contro il Grasshoppers (e una la butta dentro, perche' senza autogol entrava in porta palla al piede) e altre 4/5 palle nitide contro il Catania (e prende un palo per troppa sicurezza) vuol dire che sa come si fa a fare gol. Il fatto che non entrino e' indifferente, arrivera' il momento in cui iniziera' a macinare sponde e reti, senza fermarsi piu'"



    Rossi 7,5: sta tornando lui, un gol, un assist per Gomez, un grande lavoro, detta passaggi e verticalizzazioni; ha bisogno di giocare per riprendere il ritmo partita e l'ha detto chiaramente, Montella giustamente gli fa giocare solo 65' come con il Grasshopper per non spremerlo troppo e per farlo riabituare al campo gradualmente

    RispondiElimina
  3. Savic è sopravvalutato fuori Firenze, ma entre les murs è sottovalutato. La difesa mi preoccupa perché se a Gonzalo venisse un raffreddore non sapremmo come sostituirlo decentemente, non perché i difensori che abbiamo siano scarsi.

    RispondiElimina
  4. Savic continuo a vederlo poco adatto al gioco della Maquina, mentre starebbe benissimo, per dire, nella juve. Presi uno per uno di difensori scarsi non ne abbiamo, è vero [ma nemmeno di eccelsi, tranne Rodriguez], ma li vedo male assortiti. Se non gioca Roncaglia, poi, il reparto è di una lentezza imbarazzante. Il Buck dà per fatta la cessione di Ljajic alla Roma: 12 milioni non sarebbero malaccio a queste condizioni, e sempre meglio che al milan. Ma andiamo a rafforzare, e non di poco, una diretta concorrente. Pare che il clan di Ljajic insista anche con loro per fissare una clausola rescissoria bassa, segno che vedono Roma solo come una tappa di passaggio. Pare fatta anche per l'acquisto di Rebic, veramente un grandissimo attaccante giovane. E' un bene che non si sia chiuso il canale-Ramadani aperto con Corvino, il croato è della stessa pasta dei Ljajic, degli Jovetic, dei Nastasic. In prospettiva due attaccanti giovani della qualità di Rebic e Dabro [d'accordo, molto più verde] ce li hanno in pochi...

    RispondiElimina
  5. Deyna, la Roma prenderebbe Ljajic ma perdendo contemporaneamente Lamela, non vedo tutto questo rafforzamento, contando anche le cessioni di Osvaldo e dell'unico difensore buono che hanno. Non so quanto convenga al Nutellino andare alla Roma, non è un passo avanti sicuramente, anzi è un passo indietro (tranne che come stipendio...), come dici tu la vede come una tappa di passaggio, ma è una tappa con un ambientino che ti raccomando; comunque fatti suoi, se l'è voluta lui.

    RispondiElimina
  6. Secondo quanto riporta il Corriere Dello Sport Stadio, sarebbe più alta l'offerta che la Roma avrebbe messo sul piatto per avere il serbo Adem Ljajic subito. 15 milioni con bonus da stabilire, ed un contratto per il giocatore da 2,5 milioni di euro netti a stagione. Ljajic, scrive il quotidiano, è comunque da considerarsi un ex giocatore della Fiorentina.

    RispondiElimina
  7. Roncaglia-Gonzalo-Savic del girone d'andata della passata stagione erano tutt'altro che male assortiti. Tomovic e Compper sono degne alternative. Manca il sostituto di Gonzalo.
    Si è ben capito che a Ljajic il passo in avanti che interessa è solo quello economico. Per me sta facendo una cazzata, perché avrebbe potuto andarsene l'anno prossimo con prospettive superiori. Affari suoi.

    RispondiElimina
  8. Nessuno dei tre è un mostro [per usare un eufemismo] nel gioco aereo difensivo, manca un mancino, e Savic a sinistra gioca peggio ed è comunque carente in impostazione, per noi. Come contraerea siamo decisamente scarsi, specialmente sui calci piazzati. Un po' per carenze dei singoli, un po' per una cattiva organizzazione di reparto [Vio non pare interessato a queste situazioni difensive, lo dichiarò anche, dicendo che c'erano troppe variabili]. La migliore soluzione con gli uomini che abbiamo ora, per me, è un'alternanza Roncaglia/Savic a destra, Rodriguez al centro [sperando che non salti una partita], e Compper a sinistra.

    RispondiElimina
  9. Non è eccelso nemmeno Gonzalo ma di certo è il meglio pezzo, sono d'accordo Deyna, non abbiamo nessuno veramente scarso, neanche quel Savic che avete preso nel mirino ma che vale gli altri, pure meglio, ma nessuno in grado di guidare la difesa. Riassume tutto e bene Antoine, se viene un raffreddore "al" centrale siamo nella cacca. Non capisco come, in Italia, sia diventata tutta 'sta caccia agli attaccanti quando, da sempre, i campionati vengono vinti da chi si subisce meno reti, un attacco, anche scarsino, un goal lo trova in una partita ma una difesa che ne prende uno ogni tre match è quella che ti fa sollevare il tricolore. Ne sa qualcosa il milan, l'inter che da quando hanno difese del cavolo non vincono più niente, alla juve, volenti o nolenti (infamiamogli pure i giocatori) per fargli un goal devi sudare sette camicie, difatti lo scudetto se lo appuntano loro al petto, e gli ultimi due con merito, stavolta.

    RispondiElimina
  10. E perchè mai? Chi te le dà queste notizie? la fonte di' Calamai?

    RispondiElimina
  11. Se prescindiamo dal contesto-Maquina, a me Savic piace anche, è che lo vedo poco adatto a noi...La juve non ha certo difensori eccezionali, sono l'assetto e lo spirito dati da Conte a renderla difficilmente penetrabile, quella difesa, col pressing continuo, il filtro dei centrocampisti [Vidal in testa] centrali e sulle fasce...

    RispondiElimina
  12. No, pensavo al finale dell'editoriale di Pollock, eheh

    RispondiElimina
  13. Le altre squadre credono in Ljajic piu' della Fiorentina e lo impiegheranno meglio. Tutto qui. Noi abbiamo scelto Gomez che nel 4-3-3, anche dopo averlo visto giocare, non mi sembra possa stare a suo agio. Si vedrà a fine stagione chi avrà avuto ragione. E poi nei prossimi anni. Gomez comunque non può essere così brutto, e migliorerà parecchio. Non sono d'accordo che si faccia trovare sui palloni. Al momento lo anticipano.

    RispondiElimina
  14. Per una questione numerica, se prendiamo un altro difensore, dobbiamo dare Hegazy in prestitoa qualche squadra di A che lo faccia giocare.

    RispondiElimina
  15. icche c'entra la Fiorentina? a parte le poppe di Vargas che le mi farebben un po' schifo, mi sembra che la raffiguri donna, e provocante.

    RispondiElimina
  16. Lud, un centravanti, qualsiasi centravanti, viene anticipato per la maggior parte delle volte dal difensore, sta a lui crearsi quelle 3-4 palle gol a partita in cui è lui ad anticipare l'avversario, questo è il punto importante; Gomez l'ha fatto, solo che non ha segnato, tutto qui.
    Quanto a Ljajic, si vedrà, ma devo dire che dal punto di vista umano mi ha deluso molto (al contrario di Jovetic, che continuo a stimare), deve ancora maturare come uomo,per adesso rischia di perdersi, sta a lui ma per adesso ha fatto la mossa sbagliata.

    RispondiElimina
  17. "quest’anno si è deciso di praticare la sodomia, che come ci ha spiegato bene Mencucci è un modo per allargare il cerchio dei propri tifosi": attento Jordan, e ti danno un colpo a i'cerchio e un'artro a i'cerchio!

    RispondiElimina
  18. Ricordatevi che a sinistra, con Pasqual davanti saranno in pochi a fare figuroni, anche ieri sera ha mostrato tutti i suoi limiti in fase di non possesso e supporto alla difesa, d'altronde non sa difendere mica può imparare a questa età.

    RispondiElimina
  19. Io credo sia molto condizionato dal padre patriarca e dai consiglieri dello stesso, che, a loro volta sono stati condizionati dagli emissari del bandito. Ramadani sta lavorando per metterglielo nel baugigi e mandarlo almeno alla Roma. Se riesce a farsi dare quanto gli ha promesso il bandito, cadono molti argomenti, non possono mica dire "vai al Milan perchè ci riempie le tasche di quattrini", ragazzo va bene, ma coglione no. A questo punto potreste chiedere: "Ma perchè non gli si danno noi?" Perchè evidentemente, a quelle cifre (si ronza sui 2 netti per quattro anni), si ritiene, e da tempo, che non vale la pena anche per i motivi più volte detti.

    RispondiElimina
  20. La juve prende meno goal ma come centrocampo non siamo inferiori, siamo li, eppure Conte in campo non scende, siamo sicuri che Barzagli e Chiellini siano peggio dei nostri ?! Non credo, Bonucci vive di rendita in mezzo a quei due e quest'anno hanno preso pure Ogbonna, buon giocatore o autentico bidone, ancora deve dirimere eh eh eh eh

    RispondiElimina
  21. Dicono 2,5 netti, Jordan.

    RispondiElimina
  22. La juve, come tasso tecnico, credo che il debole lo abbia proprio in difesa, ma gioca ben diverso da noi e si protegge molto di più. Se tu mettessi Barzagli, Bonucci e Chiellini a giocare a tre da noi se ne piglia un ballino per domenica.

    RispondiElimina
  23. A quanto si legge ci sarebbe una catena: prima la Roma deve vendere Lamela al Tottenham (quindi al principale candidato alla vittoria in EL, purtroppo), poi noi potremo vendere Nutellino ai giallorossi e infine potremo acquistare Rebic.
    Montella comunque ha chiesto espressamente un vice-Pek (già bocciato Bakic in quel ruolo?), vedremo chi arriva.

    RispondiElimina
  24. Compper è passabile solo come alternativa. Savic può diventare insuperabile nel gioco aereo difensivo perché fisicamente non gli manca nulla: il suo è spesso un risolvibile errore di posizionamento. Certo, non ha il piede fatato e a sinistra è un adattato, ma se avessimo Felipe al suo posto (che invece sa impostare ed è mancino) avremmo problemi molto più gravi.

    RispondiElimina
  25. Ljajic non è paragonabile a Gomez, sarebbe come accostare un difensore ad una mezz'ala, il paragone va fatto fra giocatori con caratteristiche simili, se non uguali, Rossi sarebbe il concorrente di Ljajic ma è un falso problema perché entrambi ne avrebbero da giocare quasi una trentina a testa complessivamente, tantissime quindi, non si tratta di credere o non credere in un giocatore, gli è stato offerto un raddoppio di stipendio più bonus per un solo anno, non ha accettato neanche questo, è lui che non crede nella Fiorentina e non capisco che tipo di rimpianti o colpe si possono attribuire a proprietà e staff tecnico. Che vada dove pensa possa vincere o guadagnare di più, vedremo chi ci avrà perso nel cambio. Il capitolo mi sembra ampiamente chiuso.

    RispondiElimina
  26. Le cifre sui giornali lasciamole perdere, aspettiamo ufficialità.

    RispondiElimina
  27. Nè per scherzo nè per burla, 'ntorno a i' culo e un ci vo' nulla! A' giornalisti comunque e l'hanno belle cominciato, le nuove tribune stampa e sembrano stabbioli pe' polli, e ci sarà 32 cm. larghezza e bisogna mettisi e sede' di sbieco! D'inverno co' piumini e si fa e turni pe' sta' a sedere! però gli hanno aumentato gli sky-box! I'Calamai e se lo merita, ma i' nonno che gli ha anche una certa età, no.

    RispondiElimina
  28. le cifre le ballano anche secondo i che conviene a chi le riporta, si salta da 1,8 a 2,5, ho detto 2 pe' sta' ni' mezzo, e che l'è una cifra che a noi già non ci riguarda.

    RispondiElimina
  29. Lo penso anch'io. Hanno Vidal nel mezzo che si mangia pallone e avversari, Marchisio/Poba che sono più reattivi di Valero in fase difensiva, e Lichtsteiner e Asamoah coprono molto meglio di Cuadrado [migliorabile] e Pasqual [irredimibile]. Noi abbiamo più qualità a centrocampo, e tutto un altro approccio al gioco.

    RispondiElimina
  30. Il centrocampo da solo non fa arrivare gli spiccioli in attacco, la juve è solida in ogni dove, solo in attacco, tolto Tevez ha un nugolo di mezzi centravanti che tutti insieme farebbero a fatica 20 goal. Segna il giusto la juve ma ne becca pochissimi.

    RispondiElimina
  31. LELE



    Dopo tanto tempo che non ero allo stadio, ieri sera ho respirato di nuovo
    aria sana viola...Parto subito dicendo che sono rimasto colpito dal
    ritardo di condizione generale dei ragazzi, che in effetti han durato
    un'ora. Non so che tipo di preparazione abbian fatto, ma di certo e'
    differente dallo scorso anno. Nel primo tempo sono emersi due fattori
    atavici: Pasqual bravo ragazzo corre tanto, ma che tira sempre addosso
    all'avversario, risultando il peggiore facendo colare a picco al cross
    le buone trame, e il centrocampo che cosi' come lo scorso anno darà filo
    da torcere agli avversari in fase di possesso, ma anche sarà la croce
    dei nostri difensori in fase di contenimento. Mi spiace per gli esteti,
    segnatamente DEYNA, ma senza uno a far diga saranno cazzi amarissimi e
    vedrete che piu' di un vice Pizarro, Montella cerca un buon interdittore
    che non sia sgarbato coi piedi.Non voglio infierire sul Pek, sarebbe un
    tiro al bersaglio sulla red cross, ma non si puo' sopportare che ancora
    alla sua veneranda eta', in 45 minuti riesca a perdere due palloni
    davanti alla propria difesa e si inventi un tacco in area da calci in
    culo. Il gol lo riabilita un poco, ma restano i difetti mentre l'età
    cresce. Nel secondo tempo rinsavisce un poco con passaggi di prima, alla
    buon"ora. Aquilani da togliere alla fine del primo tempo, insieme al
    suddetto Pasqual. Gomez ha lottato alla grande, ma mi pare anche lui
    lingua in fuori e siccome non e' giocatore di fino, questo fa la
    differenza, si mangia un gol sbagliando piede, tecnicamente li'si deve
    andare col destro tutta la vita, lui se la complica col mancino e la
    complica a noi. Ma a me e' garbato, lotta e di propone, farà molti gol.
    Rossi in promettente viatico per tornare chi era, difesa perfetta, i
    pericoli son venuti tutti per lo scarso filtro di cui detto. Nota per
    Neto per l'opposizione col corpo che evita il pareggio. Molti pseudo o
    che ignorano calcio, la definiranno fortunosa perché gli é andata
    addosso, invece non era affatto facile restare immobili e far muro, e
    per dirne uno, Frey sarebbe stato già steso a mo' di tappeto. Poche
    parle su Cuadrado = Garrincha.

    E' di fatto instoppabile e gli arbitri che devono evitare il suo massacro fisico, cosi' come Gomez.

    A dopo per alcune chicche che ho raccolto ieri.



    Lele

    RispondiElimina
  32. I limiti del Pek sono quelli che gli hanno impedito di giocare in qualche big e di vincere qualcosa di serio in carriera, ieri sera era da labbrate con quel tacco in area e sorvolo sulla palla persa 5 metri fuori area, rimane il cervello pensante del centrocampo ma non l'unico play presente in squadra, per quest'anno c'è lui, penso che le idee le abbiano chiare, questo è per lui il canto del cigno, dopo si cambia.

    RispondiElimina
  33. Non so chi sia, ma per me, Montella, per insistere in quel modo, ha già fatto nome e cognome ed il messaggio è: "se mi prendete un attaccante o chiunque altro prima di quello mi incazzo".

    RispondiElimina
  34. Cazzate così, riuscite o meno, le vedo fare anche a Pirlo, che pure gioca in un contesto che lo espone molto meno all'errore. E' il prezzo da pagare se hai giocatori di quella qualità e personalità, cercano la giocata difficile anche per caricare se' stessi e la squadra e scoraggiare gli avversari, ogni tanto la sbagliano, ma se non fossero così non farebbero nemmeno tutto il 95% delle giocate riuscite. Contano anche le disposizioni di Montella, altrimenti uno come Savic nel dubbio butterebbe sempre la palla in tribuna o giocherebbe come Gamberini...

    RispondiElimina
  35. E se avessimo ancora Nastasic o se prendessimo Orban, di problemi ne avremmo molti meno, mancini naturali, forti di testa e molto tecnici. In prospettiva Savic è migliore di Compper, ma nell'immediato a sinistra Compper mi dà molte più sicurezze...

    RispondiElimina
  36. Deyna quel tacco in area non lo fa né Savic né Gamberini, quanto a Pirlo lasciamo perdere è (è stato ?!) di un'altra categoria rispetto al Pek, lui nelle big ci ha giocato per anni ed ha vinto tutto, ci sarà un motivo ?!

    RispondiElimina
  37. No, Deyna, quando si incarta in quei dribbling assurdi e pericolosi in area o nei pressi non è voler cercare la giocata difficile ma non aver trovato alla svelta quella facile che è la prima cosa che deve fare un play. E' anche perchè è in condizioni fisiche precarie, ma tre palle perse in zona off-limits e un colpo di tacco come dice giustamente Lele da calci in culo che provoca il goal non possono essere tollerati e giustificati, nemmeno se lo rifa con una prodezza innegabile. Montella lo sa bene e per questo, prima di tutto, vuole uno di quel livello che possa giocare tutte le volte che Pizarro non è al top, e credo che saranno tante. Il ruolo è fondamentale nel funzionamento della "maquina".

    RispondiElimina
  38. Lele, il mio essere esteta ha dei limiti, se a ogni ripartenza avversaria ci fanno a fette! E' un anno che lo dico, che vorrei l'incontrista, basta che sia valido tecnicamente al punto di poter giocare a fianco di Pizarro e Borja senza problemi. Medel è ormai in Premier, Ralf mi andrebbe benissimo, Naingollan pure, ma lo vedo troppo caro, Cellino ha fatto un prezzo esagerato.

    RispondiElimina
  39. E' molto probabile che sia così, l'ha detto due volte in due giorni consecutivi.

    RispondiElimina
  40. Se fosse Gargano, esodato dal Napoli?

    RispondiElimina
  41. Dopo aver visto Rossi in campo insistere a dire che ne giochera' poche e' volersi ostinare. Rossi se sta bene gioca e vuol riprendere la condizione giocando e non allenandosi. Gomez per me potrebbe anche uscire ogni tanto. Ma per teneo in panchina ci vuole un bel coraggio. Questa e' solo una delle analisi estive per cui sono stato trattato ad improperi ma che il campo conferma.

    RispondiElimina
  42. Lele, ho rivisto l'azione del palo: Gomez era un po' più avanti rispetto alla palla, non poteva prenderla di destro, mi sembra, per come era posizionato, che il tiro con il sinistro fosse la soluzione più corretta. Non capisco però perché l'abbia voluta angolare, poteva anche tirarla più centrale (di fatto era più difficile prendere il palo che segnare).

    RispondiElimina
  43. Beh, Pizarro ha vinto uno scudetto con l'Inter [lasciamo stare quello col City, ha giocato pochissimo], e anche quel secondo posto all'ultima giornata con la Roma di Spalletti, con arbitri meno filo-Inter, sarebbe stato un titolo. Antognoni poi ci insegna che per essere campionissimi non è indispensabile aver giocato e vinto in una big, come lo stesso Totti [solo uno scudetto in carriera]. Altrimenti anche Ambrosini è di un'altra categoria rispetto, che so, a un De Rossi, cosa che non è mai stata. Pizarro vale Pirlo, come valore assoluto, a far pendere la bilancia da una parte o dall'altra è solo lo stato di forma del momento, e il contesto di squadra.

    RispondiElimina
  44. Gargano l'avrei visto benissimo con Prandelli o Sinisa, in questa Fiorentina meno, inoltre mi sembra molto in calo...

    RispondiElimina
  45. Non è questione di quel che vuol fare Rossi, un giocatore reduce da un infortunio di quel genere [doppio, un caso quasi unico, per giunta] e da due anni di stop, non può esser fatto giocare tre volte a settimana, a meno che non siano tutti pazzi. Per un po' regge, ma poi i muscoli pagano il conto, come minimo.

    RispondiElimina
  46. Infatti per me son due giocatori in fase decisamente calante che devono essere usati quando al top che non può essere tutto un campionato e, quando non lo sono, rischiano di essere deleteri, per questo, visto il ruolo fondamentale che ricoprono, devon avere un back-up o alter-ego ben vispo, che è quanto vuole disperatamente e prima di tutto Montella.

    RispondiElimina
  47. Ma su questo io sono d'accordo, è da giugno che dico che il Pek difficilmente potrà giocare più di 25 partite in buona forma...Si tratta di stabilire il tipo di giocatore su cui puntare come back up, se un altro esperto, o un delfino giovane.

    RispondiElimina
  48. Abbiamo giocato molto al di sotto dei nostri standard eppure non abbiamo fatto così schifo, questo non mi pare poco. In caso di un altro solo acquisto, io vedrei prioritaria una punta (che Ljajic parta o resti) visto che punte pure lo sono solo Gomez e Rossi, e che non c'è più Jovetic cui chiedere di adattarvisi.
    Ho visto male Pizarro per le due cazzate, ho visto bene il solito Cuadrado e Rossi, non ho visto Pasqual anzi manco mi sono accorto della sua presenza, e ho visto tutti gli altri volenterosi ma pesanti (se nelle gambe o nella testa -viste tutte le aspettative dell'estate- non sono ancora riuscito a capirlo).
    Ho visto poi in differita l'intervista a caldo di Montella, e mi sono stupito nel trovarlo contratto e balbuziente (al termine della seconda vittoria su due gare ufficiali); forse quest'anno avverte il peso di responsabilità che l'anno scorso non aveva, forse ha la testa ai botti finali del mercato e al caso-Ljajic, forse è preoccupato dalla gestione delle 4 gare (ne restano ancora 2) in 10 giorni, boh, in ogni caso spero di rivedere presto il faccione sornione e disteso con cui era solito presentarsi.
    Sul confronto tra la difesa nostra e quella gobba, credo anch'io che siano condizionate dalla composizione e dalla filosofia dei rispettivi centrocampi, e non vedo la loro superiore alla nostra per quanto riguarda i valori dei singoli.

    RispondiElimina
  49. stefano vienna27 agosto 2013 11:21

    Per uno che si è scelto un nickname traducendo un nome-cognome-diffuso-in-toscana in (pseudo) tedesco sembri alquanto prevenuto nei confronti del nostro (primo) bomber alemanno. Sarà che Gomez è mezzo spagnolo o che hai vissuto a Genf troppo a lungo. Ma a parte le questioni autobiografiche, chi ha detto che Gomez non può mai partire dalla panchina soprattutto giocando ogni tre giorni. Non è mica Superman!

    RispondiElimina
  50. Pagelline, dopo rientro alle ore 2,30....

    Neto 6,5 : i tifosi si ostinano a dire "Gliela tirano addosso" anche quando para!

    Savic 6 : mezzo voto in meno per l'orrido pallone regalato al Catania intorno al 20' del secondo tempo.

    Compper 6,5 : pulito, lucido, ottimi appoggi. Sicurezza.

    Gonzalo R. 6,5 : ottimi anticipi, buono lanci, lacunoso di testa (già noto alle cronache).

    Pizarro 6,5 : mezzo voto in meno per i palloni che regala....Gol da cineteca.

    Aquilani 6,5 : dinamico, corre ovunque, contrasta, picchia (messo ko da Monzon...eh eh eh eh). Perde in lucidità.

    B.Valero 6,5 : pressa per 90', spesso da solo. Molti appoggi sbagliati, equilibrati da molti palloni conquistati.

    Pasqual 5,5 : non riesce ad alzare un pallone, uno. Nel 1o tempo sbaglia 5 cross consecutivi, compresa punizione ad altezza di ginocchio. Dinamico ma vanamente.

    Cuadrado 8 : i Cavalli Vapore della Maquina.

    Gomez 6 : lotta, prende calci, scarpate, gomitate, ammonizione. Apre varchi, impegna i centrali. Rodaggio.

    Pepito Rossi 7 : Est! Est! Est!

    Alonso 6 : buona corsa ma piedi da registrare.

    Mati F. 6 : onora la causa.

    Ilicic 6 : vetrticalizza. Sarà l'asso da calare.

    Montella 7 : vince contro un Catania bello, tecnico, palleggiatore (ma non verticalizzatore). Non è poco.

    Liajic 1: la prima di campionato è per lui la prima defenestrazione.

    N.B.: i difensori, primo gol, si preoccupano di Gomez e quindi gol di Pepito; secondo gol, quasi uguale, loro a far mucchio e blocco sull'alemanno e questo apre spazi ottimi per l'inserimento (vedi Pek). Capiranno coloro che han lanciato improperi a Gomez? Capiranno coloro che dimenticano che Bati fu devastante per prima cosa in trasferta (Foggia)?

    RispondiElimina
  51. Vediamo cosa accade. Per adesso ha appunto fatto due partite in tre giorni. Mi sembra che il lunghissimo lavoro di palestra, iniziato nel febbraio 2013, lo abbia portato ai primi impegni ben più in forma di quanto ci si aspettasse.

    RispondiElimina
  52. stefano vienna27 agosto 2013 11:38

    La difesa ieri è stata ottima, criticarla si può, ma non sulla prestazione di ieri. Come ha notato Anto, Savic mai più a sinistra, a destra molto meglio, sbaglia solo un appoggio nel secondo tempo. Commper e Gonzalo prestazione da 7, Neto molto bene anche con i piedi (il mio cruccio), anche se non rischia mai sulle uscite alte. I problemi semmai sono in mezzo dove non si fa filtro e il possesso palla è ancora sotto il livello standard dell'anno scorso. Scherzando ieri dicevo che bisognava attuare un solo schema: palla a Cuadraro. Ma non perchè non ci siano alternative, ma perchè è troppo bello vederlo partire nell'uno contro due superando sistematicamente i due.

    RispondiElimina
  53. Non sono ne' a favore ne' contro a Gomez per ragioni connesse alla sua origine. Come giocatore trovo che si inserisca bene in certi moduli e non in altri, ma non vuol dire che non valga. Sul piano fisico può recuperare e far molto meglio. È venuto a Firenze per giocare, è strapagato rispetto agli altri, non so se tenerlo fuori abbia senso e si possa fare.

    RispondiElimina
  54. Uno con il suo fisico entra in forma presto (anche se, per le sue condizioni fisiche, noterai che Montella l'ha sostituito dopo poco più di un'ora di gioco), al contrario di gente tipo Gomez, Savic o Aquilani. Penso che giovedì sera al massimo Montella gli farà giocare non più di 40-45 minuti (nel secondo tempo, penso).

    RispondiElimina
  55. Sì, ma guarda a che minuto è uscito, nelle due partite...E vediamo cosa fa nella terza.

    RispondiElimina
  56. Appunto, quindi il Napoli non può chiedere la luna e lui accetterebbe un ruolo non di primo piano. Comunque anche se è un muscolare, tecnicamente non è male.

    RispondiElimina
  57. stefano vienna27 agosto 2013 11:46

    Molti si sono sorpresi del fatto che Rossi sembri già in forma e abbia giocato due partite in tre giorni. Non vi siete accorti forse che in realtà ancora trotterella, ma è talmente forte che può giocare anche al 30% della condizione fisica. Sono pochi i giocatori che se lo possono permettere, lui può. Certo, importante è sapersi gestire e naturalmente non vedremo Rossi rincorrere l'avversario e fare pressing in fase di non possesso palla ancora per un bel pò. Ma l'assist per Gomez vale un paio di sprint di Cuadraro.

    RispondiElimina
  58. Le parole di Montella su Gomez: "Gomez è un giocatore che in questa squadra è l’ideale. Ti dà fisicità, tecnica e risolutezza. La rete sbagliata? Troppi occhi addosso, c’erano troppe aspettative. Mi auguro che oggi abbia finito di pagare, succede."

    RispondiElimina
  59. Ed ecco le parole di Montella sul vice-Pek: "Chi come vice-Pizarro? I giovani interessanti ce li abbiamo. Cerchiamo qualcosa nelle nostre possibilità economiche. "

    RispondiElimina
  60. Un'ora vi par poco?

    RispondiElimina
  61. stefano vienna27 agosto 2013 11:53

    Dopo un errore come quello di ieri e più in generale il karma sfigato cosa c'è di meglio che una partita a distanza ravvicinata anche solo per non pensarci troppo? E rispetto a Zurigo molto più reattivo e veloce. Mettiamo in conto un minimo di ambientamento e il fatto che con quel fisico si entra in forma più tardi.

    RispondiElimina
  62. Sono perfettamente d'accordo, Stefano (tranne che sul "karma sfigato", in fondo si è mangiato un gol che poi si è rivelato ininfluente sul risultato).

    RispondiElimina
  63. stefano vienna27 agosto 2013 12:00

    Ha bloccato un tiro di Rossi di schiena che sembrava destinato all'incrocio, un paio di pedate sopra la cintura, altre piccole cose che ho notato. Era in stato di sfiga conclamata, credimi. Meglio così, era il Catania, non una delle strisciate.

    RispondiElimina
  64. Due partite e si parla di conferme ?! Proprio non si vuol capire, pensi ancora che un Ljajic sotto contratto non sarebbe fra i titolari. Continui a sostenere un numero imprecisato di partite che quei due la davanti dovranno giocare quando ti ho fatto presente che con oltre 50 partite in stagione se le sarebbero divise equamente; è il tuo limite, ragioni per diktat e non ti riesce evolvere nelle discussioni, li parti e subito ti fermi, Giovedì siamo di nuovo in campo, Domenica pure, continua a credere che giocheranno solo e sempre Gomez & Rossi ma ti releghi in un cantuccio a credere nelle favole. Se non ci fosse lo stallo procurato da nutellino già sarebbe sceso in campo, si parla di Rebic proprio per sopperire alla sua partenza perché il duo la davanti ne potrà giocare 30-32 per intero, dall'inizio o partendo dalla panca mi spieghi quelle altre 20 e passa chi dovrebbe giocarle una buona volta ?!

    RispondiElimina
  65. E' vero, ma intendevo che va bene che la sua sfiga non abbia avuto conseguenze sul risultato.
    Ha preso anche un sacco di botte.

    RispondiElimina
  66. stefano vienna27 agosto 2013 12:03

    Ha senso e si può fare, take it easy, man! P.S.: hai suggerito tu a Ljajic l'uscita sullo stipendio di Gomez? A me sembra che l'unico che non accetta sostituzioni sia proprio il tuo pupillo-assistito.

    RispondiElimina
  67. stefano vienna27 agosto 2013 12:05

    Bè sì, era una sfiga molto personalizzata, tipo nuvola di Fantozzi, che si è trasmessa alla squadra. Anzi, ieri un pò di fortuna l'abbiamo avuta noi tutto sommato.

    RispondiElimina
  68. Che Pizarro valga Pirlo è una tua considerazione supportata da pochi fatti Deyna, ci corrono una 20 di trofei di differenza. Antognoni ha vinto poco giocando nella Fiorentina ma un mondiale se l'è portato a casa al pari di Totti, detto questo sono tutti grandi campioni ma il Pek sta sotto a tutti quanti, una spanna almeno.

    RispondiElimina
  69. stefano vienna27 agosto 2013 12:06

    non si è trasmessa, volevo dire.

    RispondiElimina
  70. Rebic e' un giovane che e' consapevole del suo ruolo di riserva. Ljajic altrove ha offerte maggiori e forse anche se sceglie Roma maggiori possibilità di giocare nel suo ruolo. La verità è che a Firenze non ne sono poi così entusiasti.

    RispondiElimina
  71. La verità è che LUI non è poi così entusiasta di Firenze.

    RispondiElimina
  72. Non so Anto: sembra che noi non andiamo oltre 1,4 come ingaggio. Inoltre abbiamo giocatori e un assetto tattico che oggettivamente lo chiudono. Perchè mai dovrebbe stare su una piazza dove prende meno e parte spesso dalla panchina?

    RispondiElimina
  73. Tanto non vuole capirlo Anto, se in testa si è ficcato quello hai voglia.......Un raddoppio di stipendio più bonus significa non credere in un giocatore, si deve prendere atto di questo e mandare a memoria futura una casistica del genere. Raddoppiare per un anno oltretutto mettendo una clausola che potrebbe essere pagato con il sorriso se ripetesse la mezza stagione passata, ci sarebbero big vere non la roma o il milan a bussare alla porta e probabilmente ingaggio da 3 e passa milioni, no, ha scelto, lui o chi per lui, differentemente ed è la Fiorentina a non credere in lui.

    RispondiElimina
  74. E' il problema dell'uovo e della gallina, Lud, secondo me, al di là delle parole, i nostri dirigenti hanno capito che lui se ne voleva andare fin dalla primavera, per questo hanno preso Ilicic (lui sì che può essere un acquisto che gli ha dato fastidio, non Gomez).

    RispondiElimina
  75. Ha altre offerte decisamente migliori da grandi club dove lo accolgono a braccia aperte. Provate almeno una volta a spogliarvi dei panni del tifoso quando fate una analisi. Per me la Fiorentina dovrebbe pareggiare certe offerte. Se Ljajic non accetta allora ha ragione chi dice che si è disamorato di Firenze.

    RispondiElimina
  76. Prova tu a guardare la questione dal punto di vista della Fiorentina: cosa doveva fare, secondo te, puntare tutto su un giocatore che vuole andarsene? Fargli rinnovare il contratto alle cifre che diceva lui e non comprargli giocatori che gli facessero minimamente ombra per poi vederlo andare via magari già l'anno prossimo?
    Ricorda che, da quanto si è detto molte volte, lui non faceva problemi sull'ingaggio, il problema è che voleva mettere una clausola rescissoria decisamente bassa.

    RispondiElimina
  77. Eh no, Lud, mi pare proprio che tu non abbia capito un granché di tutta questa vicenda. Ljajic ha avuto offerte migliori (in tempi molto sospetti) non da grandi club, ma da club in via di rapida decadenza. Non stiamo parlando di Real, Barça, Chelsea o Man Utd: stiamo aprlando di Milan in cui il miglior giocatore è una ex riserva del Man City o, in seconda battuta, della Roma degli americani più sfigati del mondo. Insomma due squadre che, al momento, sono decisamente un gradino sotto alla Fiorentina e, in prospettiva, potrebbero rimanerci per qualche anno.
    La Fiorentina doverosamente ha sottoposto a Ljajic un'offferta di rinnovo, che raddoppiava il suo stipendio con bonus a crescere. Un'offerta congrua per i tre mesi giocati alla grande dal serbo. Più in là non poteva andare perché c'era il rischio concreto di destabilizzare tutto lo spogliatoio (e, a quanto pare, ci siamo andati vicini).
    A me dispiace molto che Ljajic se ne vada, lo ritengo un ottimo prospetto, che corre però il rischio concreto di bruciarsi anzi tempo. Però non sto qui a stracciarmi le vesti o a gudicare la sua partenza come un irreparabile guaio sulla via dello scudetto. Via lui, avanti un altro. Con 50 e più partite da disputare ci sarebbe stato spazio, onori e gloria per tutti. Evidentemente a qualcuno piace di più guadagnare piuttosto che rischiare di mettersi in gioco seriamente ogni domenica. Scelta rispettabilissima, ma un po' vile.

    RispondiElimina
  78. Il rinnovo doveva avvenire mesi fa e rispecchiare il valore del giocatore. Sembra che chieda 1,8 e che la Fiorentina offra 1,4. Per me cederlo è un grave errore.

    RispondiElimina
  79. Forse non hai capito. Non è la Fiorentina che vuole cederlo, è lui che se ne vuole andare.
    Chi ti dice che la Fiorentina non volesse rinnovare anche prima dell'estate e che non sia stato lui a rimandare?
    Guarda che, se non hai capito, ci ha preso per il culo.

    RispondiElimina
  80. Mc non sa capire che il monte ingaggi è salito di parecchio e dare simili cifre ad un giocatore di quell'età per tre mesi ad alto livello avrebbe aperto a cascata una serie di mugugni ed insoddisfatti che sarebbero subito andati a batter cassa con una crescita che avrebbe sforato di parecchio quello che possiamo permetterci, allora si addio progetto altro che mettere nutellino al centro! Se non si capisce simili banalità è inutile proseguire, si vuol triplicare gli stipendi per ogni mezza annata buona, non scherziamo.

    RispondiElimina
  81. Stefano se avere scazzato un'uscita alta ti fosse costato sei mesi di panca forse anche tu ci penseresti prima di rischiarle di nuovo. Col tempo e con la sicurezza del posto gli passa, perchè tre anni fa usciva ed abbastanza bene. Comunque le uscite alte in mischia sono una delle cose più difficili e a rischio cappella per un portiere, bisogna essere ben liberi di testa per non sbagliare i tempi.

    RispondiElimina
  82. Gomez ha uno stipendio troppo alto, assorbe risorse che potrebbero essere meglio "allocate". Personalmente lo sai avrei investito il ricavato della vendita di Jovetic nell'acquisto di altri giocatori, centrocampisti e difensori. E per il centravanti avrei speso meno puntando su Rossi, Ljajic e Cuadrado come modulo base. Non assisto nessuno ma faccio le mie valutazioni. Tenere fuori Gomez non sarà facile, speriamo non sia necessario.

    RispondiElimina
  83. Intanto sembra che abbian preso davvero Rebic, il che vuol dire che prenderanno anche un centrocampista valido se no Montella si incazza davvero, gliel'ha detto e ridetto, anche in pubblico (suppongo ancora di più in privato).

    RispondiElimina
  84. Io suggererirei a quelle grandissime teste a supposta di Mediaset, di valutare la distanza dagli spalti (vicinissimo alla porta) prima di raccontare fandonie, è chiaro come la loro mancanza d'intelligenza che il contatto è molto lieve. Guardare qualche fermo immagine no é? Magari per capire che potrebbe essere un insetto. Buffoni!!!

    http://www.video.mediaset.it/video/sportmediaset/calcio/404728/una-monetina-colpisce-maran.html

    RispondiElimina
  85. Un tridente Rossi-Ljajic.Cuadrado voleva dire in partenza rinunciare al gioco alto. Montella vuole anche il gioco alto (Toni docet) ed ha ragione perché hai un'arma in più che col nano-tridente ci sarebbe preclusa.

    RispondiElimina
  86. Le monete con le ali sono valuta volatile eh eh eh eh eh Lasciali perdere Gianni.

    RispondiElimina
  87. Come ho scritto più giù, nel caso di un solo acquisto trovo prioritaria un'altra punta vera, sono d'accordo con la società.

    RispondiElimina
  88. Si, Gomez giocherà 40 partite su 50, roba mai avvenuta su nessun campo di calcio per nessun giocatore. Altrettante le giocherà Rossi, essendo brevilineo pure 45, al che Ljajic non avrebbe avuto spazio. In ogni caso è un falso problema, la Fiorentina ha calato il suo asso, ingaggio raddoppiato più bonus, cifra che sarebbe andata di poco sotto i 2 milioni ma lui non ha accettato il che taglia la testa al toro e dovrebbe chiudere la discussione, non è la società a non credere in lui o non puntarci ma lui che non ne vuole sapere di rimanere a Firenze. I fatti sono questi, il resto sono ipotesi e valutazioni senza riscontro, e su quelle è inutile pontificare per mesi.

    RispondiElimina
  89. Se, come sembrerebbe, s'é preso Rebic, bisogna dire che quei due c'hanno veramente le contropalle. Si perde un bel giocatore e al suo posto ne arriva uno che ha le stesse grandi potenzialità, e speriamo non la stessa testa

    RispondiElimina
  90. E prende "solo" 600 mila netti l'anno. Speriamo non sia chiuso da quei due la davanti altrimenti ci saluta pure lui, finché teniamo Gomez e Rossi sarà un problema trattenere punte e trequartisti, le giocheranno tutte loro.

    RispondiElimina
  91. McGuire tu puoi essere d'accordo, magari anch'io, ma le richieste dell'allenatore, ben chiare, erano altre, siccome sinora tutto è filato d'amore e d'accordo io mi aspetto che siano pronti a soddisfarle. Lui non ha detto che non vuole Rebic che, anzi, ha lodato, ma che ha altre priorità. Se domani gli comprano Ralf o Banega (i nomi li invento ma il livello deve essere quello), son tutti contenti

    RispondiElimina
  92. visto il numero di partite che ci aspetta, é questa l'idea della rosa lunga . Oggi nel calcio il posto fisso ce l'hanno in pochi, anche in altre squadre nessuno ti garantisce di farti giocare sempre, a meno che tu non vada al Sassuolo. Un giovane , pur ambizioso, lo dovrebbe capire. Auguriamocelo

    RispondiElimina
  93. Vita, apparivi come McGuire, colpa di Diskus.

    RispondiElimina
  94. Montella ha detto che giovani promettenti si hanno anche noi, quindi vuole qualcosa di più. Leggo di Bruno Zuculini che è un '93 e di Johnatan Dos Santos che è un '90 ma che nel Barcellona ha visto poco campo sinora, come anche logico, con la concorrenza che c'è. Non se se è quello che vuole lui e se hanno speso 4,5 per Rebic non possono dire che non ce li hanno. Insomma l'acquisto di Rebic dopo le parole di Montella lo vedo come un impegno a prendere qualcuno già pronto e solido. Ho detto Ralf e Banega, ma solo per indicare del livello di cui si deve parlare.

    RispondiElimina
  95. I problemi sembrano netti, molti però risolvibili tra le mura di casa. Savic ha tutte le qualità per essere un ottimo difensore, purtroppo è una mina vagante perché non ha senso degli spazi fra i compagni e gli avversari. Poteva/può essere venduto con gran profitto nel cambio. Compper gli è comunque preferibile, il Fac deve giocare fisso a destra, in difesa rigorosamente a 3. Alonso già ora per il piagoso Pasqual. Rebic e il croatino assicurano la panchina agli avanti ma siamo crudelmente Cuadradodipendenti: questo giocatore, che venerai dal primo pallone che toccò a Firenze mentre qualche sitollockiano fino all'altro ieri ne ventilava l'inconcludenza sulla scia di un memorabile post-pattumiera provolesco del settembre 2012, è l'unico a creare la superiorità numerica, l'unico a presentarsi al limite dell'area con un ventaglio di scelte terrifiche per la difesa avversaria, in definitiva l'unico campione acclarato e titolare potenziale fisso in qualsiasi delle grandi del mondo. Se lui sta male, se lui viene azzoppato scientificamente, se il resto della squadra è anche più atono del dovuto, noi siamo accecati. Perdendo Nutela perdiamo imprevedibilità dall'altra parte del campo, ci monocolizziamo, questo è il grande rischio. Sul centrocampo ho già detto ieri: il Pek in china declinante pur senza tragedie (in fondo, l'anno scorso è stato il più gran play del campionato italiano, uno tra i più grandi al mondo), Aquilani che che non avrà mai uno scettro in mano, Borja mediocre dall'inizio del ritiro e forse non ripetibile ai livelli altissimi dell'anno scorso. Si aspetta la risurrezione del Mati (ottimo a Zurigo) e la rivelazione di Vecino, perché da Ambro sappiamo di poter aspettare solo cacca di cavallo da tiro. Ci vuole un centrocampista da bosco e da riviera, ci vuole come il pane, ci vuole che Rebic ci faccia il sorpresone, ci vuole la decapitazione di Savic: la concorrenza è troppo agguerrita per perdonarci queste falle.

    RispondiElimina
  96. stefano vienna27 agosto 2013 13:49

    Era quello che lasciavo intendere. Neto va lasciato in pace, comunque ieri ha trasmesso sicurezza insieme a tutta la difesa, almeno a me. Ormai parla in campo, non serve più rincorrere i denigratori.

    RispondiElimina
  97. E' fatta per Nutella alla Roma: 10 più bonus alla Fiorentina, al giocatore 1,9 d'ingaggio, clausola rescissoria di 20 milioni. La fine di un lungo tormentone. Ma che Dio benedica adesso la nostra mancina, perché alla destra ci pensa Cuadrado.

    RispondiElimina
  98. LELE



    In tempi non caldi avevo addebitato al duo DS la responsabilità del non
    aver saputo sfruttare la golosa occasione di far rinnovare il contratto a
    Ljajic, che a quei tempi avrebbe firmato anche se scritto su
    un Kleenex. Errore n.1 (non attacchiamoci al fatto che nessuno avrebbe
    potuto scommettere sull'esplosione del ragazzo, perché risposta adeguata
    sarebbe: nessuno tranne loro che lo avevano in casa e prevenire é il
    loro mestiere. Il tanto bistrattato Corvino offri' il prolungamento del
    contratto a Jovetic, che firmo', quando era infortunato...) A gennaio lo
    scorso anno tentarono di venderlo, errore n.2 A questo si deve
    aggiungere l'aggressione di Delio, che poi fu appoggiata da quasi tutta
    la città (a parte pochi me compreso...eh eh)

    Il babbo agi' con grande maturità e invece di intraprendere le vie legali
    contro il pugile che gli avrebbero fruttato una facile vittoria, impose
    al ragazzo il silenzio e pedalare. Ora noi siamo tifosi che guardano da
    una sola prospettiva, ma se i'mi' figliolo viene scazzottato dal coach
    allo stadio di Belgrado dove tutti gli danno di nutella nel migliore
    dei casi, o di zingaro ogni minuto, se cerchi di vendermelo nonostante
    l'innegabile impegno, appeno posso ti vado nel culo e vien facile
    ascoltare quel pezzo di m... di ziofester. Questa versione puo'piacere o
    meno, ma é la somma corretta di cio' che é successo. Nessuno é
    infallibile, e purtroppo nemmeno il magico duo, che ne sbaglia davvero
    pochissime, ma questa é tra quelle e ora ci si lecca le ferite,
    nonostante Adem vorrebbe restare, ma non ha ancora le palle per imporsi.



    Lele

    RispondiElimina
  99. LELE



    D'accordo su molte cose con te, caro CLONNELLO( soprattutto senza Adem speriamo che Ilicic si inventi esterno a sinistra davanti ad Alonso, senno'
    giochiamo pendenti a destra...) ma caro mio, merda di cavallo Ambro...La
    mia e' invece all'opposto, ieri sarebbe servito come il pane, altro che
    sterco...!Con un centrocampo che non filtra nemmeno un thé, che é in
    apnea per 30 minuti, che c'ha un Aquilani impalpabile allo stato
    attuale, quel cileno che fa due/tre giochesse a partita per gli
    avversari, lui avrebbe preso la posizione corretta, e pur con i piedi
    non pirliani, avrebbe dato sicurezza, randellato quando necessario e
    dato personalità al reparto. Montella ciuco non é ,vedrai quante gliene
    farà giocare e a chi ha ancora voglia di parlare di Barcellona, ricordo
    Mascherano.



    Lele

    RispondiElimina
  100. Intervengo subito per dire che se le cifre sono queste è cavolata viola. Incassi dieci ma come avevo scritto mille volte il giocatore vale il doppio e la clausola infatti è di 20 milioni. Per non dargli 500 mila euro in più di ingaggio perdiamo 10 milioni di euro. E a Gomez diamo 4 milioni l'anno. Cavolata immensa!!

    RispondiElimina
  101. Savic non ha senso degli spazi come tutti i suoi coleghi di reparto quando il centrocampo va in apnea; tutta la linea difensiva flette quando i tenori boccheggiano, tutta la squadra (punte comprese) compie 10 metri all'indietro, iniziando la manovra con difficoltà (e Savic è un difensore, non un costruttore), esponendosi a rischi troppo vicini all'area di rigore. Guardiamo ieri: linea difensiva sempre lucida, raramente in affanno, verticalizzazioni del Catania? Quella del gol (se il Pek spazza in tribuna, addio gol di Barrientos), quella di Bergessio che improvvisamente trova Neto piazzatissimo. Poi, quando il centrocampo si abbassa, automaticamente i difensori hanno meno spazio, meno tempo per giocare la palla, meno lucidità. Chi dovrebbe sostituire Savic? Un esodato? Uno da riabilitare? Chi? Sakho? Ciani? Musacchio? Chi? E chi sgancia 10 per Savic? Un ds ceceno o uzbeko? BLIMP, sei ottimo battitore d'asta (vedi con Jovetic) ma guarda anche agli errori e alle falle delle altre squadre, non sono meno le topiche dei difensori acclamati e spesso beffati! Reparti della Maquina coesi e vicini, zero errori; squadra allungata e stanca, difensori in affanno e poco lucidi.

    RispondiElimina
  102. Io invece, a differenza di Lud, sono contento che se ne sia andato. Chi è lo ha dimostrato più in questa ultima settimana che non negli ultimi tre mesi. Lo gestisca la Roma adesso, come ha del resto fatto molto bene anche con Osvaldo. Adesso Rebic e Jorgihno. Si, ci sto.

    RispondiElimina
  103. Lele io penso che con un Ambrosini di 25 anni avremmo risolto motli problemi ma non posso farmelo sentir dire dal Colonnello e Deyna che son partiti da tempo per le loro interminabili crociate.

    RispondiElimina
  104. e secondo te se gli si fosse offerto davvero 1,6 più bonus come dicevi dando retta al primo bischero che scrive su un sito di pseudo-informazione e pigliandoci per il culo, lui ci sarebbe andato? Allora è completamente deficiente. In realtà l'offerta della Fiorentina non si è mai schiodata dall'1,2 iniziale, come ti si è sempre detto.

    RispondiElimina
  105. http://www.fiorentinanews.com/2013/08/trani-a-fn-con-questa-offerta-la-roma-ha-convinto-ljajic-laffare-si-fa-quando/



    Quindi, secondo il giornalista del Messaggero, lo vendiamo per 10 milioni che possono arrivare a 12 con i bonus, mentre la clausola rescissoria nel contratto fra la Roma e il giocatore è sui 15-16 milioni. In ogni caso anche a rivenderlo la Roma non farebbe un affare clamoroso, una plusvalenza sicuramente ma non enorme.

    RispondiElimina
  106. http://www.fiorentinanews.com/2013/08/malagutti-a-fn-chiedo-scusa-per-lerrore-sulla-monetina-a-maran/

    RispondiElimina
  107. Lele, col senno di poi sicuramente hanno sbagliato a non farlo rinnovare l'anno passato, ma, vista la situazione di 12 mesi fa, sia della Fiorentina che di Ljajic, l'errore direi che è comprensibile.
    E poi, noi cosa ne sappiamo che non abbiano provato a proporre il rinnovo fin dall'autunno scorso?

    RispondiElimina
  108. LELE



    No Anto, con tutti lo strabene che si vole ai DS, l'errore c'e' e
    marchiano. Noi possiamo anche arrivare in ritardo, siamo tifosi e si fa
    dell'altro, ma loro no. Non credevano in Ljajic e prova ne é che ieri mi
    han detto che lo volevan vendere pure a gennaio, poi é esploso ed era
    tardi. Speriamo che Rebic sia buono e che Ilicic, che irai mi é
    piaciucchiato, si adatti a sinistra.



    Lele

    RispondiElimina
  109. Fiorentinanews27 agosto 2013 16:23

    Simone Malagutti (Mediaset Premium): “Chiedo scusa per l’errore sulla monetina a Maran”
    ------

    27 agosto 2013 ----------

    Dopo quanto è accaduto durante la telecronaca Mediaset di Fiorentina-Catania, riceviamo e volentieri pubblichiamo:

    “Sono il telecronista incappato nell’errore. Purtroppo in quel momento mi è stato mandata l’immagine dalla regia dicendomi che una monetina era finita su Maran. A partita finita, mi hanno detto di essersi accorti che in realtà era una falena.
    Oggi, in viaggio di ritorno da Firenze a Milano, ho chiamato in redazione avvisando che era una falena… Chiedo scusa per l’errore . Stasera alle 19, in ‘la moviola è uguale per tutti’, correggeremo l’errore e faremo le nostre scuse”.
    Simone Malagutti

    RispondiElimina
  110. Mi unisco a Leo nel valutare che Ljajic non era considerato giocatore irrinunciabile dalla dirigenza. Il prossimo campionato ci dirà se la scelta è stata giusta.

    RispondiElimina
  111. Lele, naturalmente.

    RispondiElimina
  112. Magari avessimo avuto Ambrosini sotto i trenta.

    RispondiElimina
  113. stefano vienna27 agosto 2013 16:46

    Appurato che Pradè e Macia, secondo alcuni frequentatori di un sito nato come pluritematico fino (purtroppo) all'evento delle guardie svizzere (in incognito), hanno commesso un errore nella gestione della vicenda Adem 'il messizzato" Ljajic, fatemi dire che io da un anno a questa parte godo prima, durante, dopo. Senza pillole blu brevettate, presumo, da qualche compagnia farmaceutica con sede in Svizzera. Nel particolare, io già sto godendo all'idea di guardare in diretta dal divano di casa (appena comprato) lo spettacolo di un Franchi tutto viola giovedì sera su... indivinate un po'... la televisione svizzera! Godo così tanto che pure le sette ore tantriche di Sting in confronto impallidiscono. E ancora non ha segnato Marione su assist illuminante di Pepito, ovvero sono in attesa del primo di una lunga serie di orgasmi multipli. Se non fossi di buone umore e se conoscessi la variante maschile dell'aggettivo del termine medico frigidità, partirei con gli epiteti.

    RispondiElimina
  114. Un sito calcistico raramente è pluritematico. Io parlerò troppo di Ljajic o di quel che mi interessa, ma è paradossale che a rimproverarmelo sia Jordan ad esempio che scrive poi centinaia di post su Neto. In passato abbiamo registrato altre fisse non certo suggerite da me come Montolivo. Tutti ci vogliamo divertire ma se alla fine si trattasse solo di esclamare "come godo" non credo sarebbe necessario un blog. Ps: forse ti do' una delusione e magari scoppierai a piangerlo scoprendolo ma il tipo che si firmava Don Diego De La Vega non è il vero Zorro e non vive in California.

    RispondiElimina
  115. Tu hai detto, tu, al massimo con lo Snappo, e non porti argomenti a tuo favore. Però quando poi i giornali dicevano (fra i quali il sito di «pseudo-informazione» «la Gazzetta della Sport», che l'offerta era a 1,6 andavi dicendo: «Chi sa poi quali sono le cifre reali!». Ne hai una più dei ciarlatani da fiera e sei rancoroso come l'età ti comanda di essere.

    RispondiElimina
  116. Il nostro sistema di gioco dipende molto dai tre di centrocampo. Se i centrali di centrocampo non tornano è facile che la difesa sia esposta alle ripartenze e con le distanze sbagliate i tre dietro non hanno altre alternative del lancione lungo una volta riconquistata la palla. I nostri difensori sono di buon livello, ottimo se paragonato a quello medio della serie A. Savic è molto forte sull'uomo, che difficilmente gli scappa, ma molto legnoso in impostazione. Problema che si amplifica se viene a mancare l'uomo su cui appoggiare. Il gol di Cuadrado a Zurigo è venuto mentre Gonzalo aveva un grosso problema difensivo. L'argentino prima del lancio illuminante ha dovuto smarcarsi sullo stretto da due avversari in pressing, che se avessero rubato palla avrebbero avuto campo libero verso Neto. C'è un problema di condizione generale ancora precaria che risalta di più nei centrocampisti in quanto sono quelli che coi loro errori fermano le nostre azioni offensive e ci espongono ai pericoli. Borja in particolare ha sbagliato molti passaggi elementari, cosa che , essendo lui di una cifra tecnica altissima, mi fa pensare che le gambe siano dure. Quindi ,paradossalmente ,una buona cosa, visto che a breve la forma arriverà e certe situazioni dovrebbero risolversi.
    Rossi è un fuoriclasse, almeno al livello di Tevez. Pepito per adesso gioca di classe e sopperisce con la tecnica ad alcune mancanze fisiche. La più evidente è la rapidità nello stretto, ma era preventivabile per un ragazzo che in due anni ha fatto molta più palestra che campo. Quando acquisirà lo spunto sullo scatto sarà il giocatore più forte del campionato, se ieri avesse angolato un po' di più l'esterno sinistro dopo uno stop e tiro da fermo, sarebbe venuto giù lo stadio.

    RispondiElimina
  117. stefano vienna27 agosto 2013 17:03

    Il finto Zorro ha comunque scritto post indimenticabili prima di soccombere alle forze del Male e trasmigrare nel corpo privo di vita del Colonel. Io fossi in te non mi ci paragonerei. Comunque se ti appelli al rispetto della privacy in un luogo pubblico -almeno a quanto pare questa è la tua decisione-, ti faccio notare che se entri in banca con una calza in testa alimenteresti qualche sospetto. Libero di provarci, figurati. Se ti irritano le mie allusioni, rileggi Machiavelli, non sei l'unico che l'ha letto.

    RispondiElimina
  118. Vorrei che Lei mi indicasse quando io avrei cominciato un topic con un post su Neto mentre è Sua abitudine iniziare la giornata con una delle sue manie ricorrenti. Se poi parlano di Neto io rispondo, ma mai impongo al resto del consesso le mie manie.

    RispondiElimina
  119. Privo di vita??????????? Tiè! Tiè! Tiè!

    RispondiElimina
  120. Se becchiamo 10 più bonus per il Nutella, in via di osvaldizzazione capitolina (e lì i tifosi sono meno comprensivi...), ed escono 4,5 per Rebic, ci restano sghei solo per uno fra Jorginho (comproprietà) e Bourceanu (cartellino intero). A meno di mollare quell'asparago in barattolo di Savic. Ah, avere un Ambrosini di 18 anni! Altro che meno di 30, altro che di 25! Forse eravamo in tempo per farne un giocatore di football e non di palla ovale!

    RispondiElimina
  121. stefano vienna27 agosto 2013 17:09

    Prima della trasmigrazione, colonel, non mi fare le pulci alle elegie!

    RispondiElimina
  122. Scusa il francesismo, ma Bourceanu chi cazzo è? E' migliore di quelli cha già abbiamo?

    RispondiElimina
  123. Mi sono sbagliato con un altro. Lei non parla mai di Neto.

    RispondiElimina
  124. stefano vienna27 agosto 2013 17:15

    Jordan, mai sottovalutare l'effetto che fa l'indossare la maglia viola e non vedere più la faccia di Zio Fester e la nebbia un giorno sì e uno no. Magari, Ambro rinasce come l'araba fenice. E' a Firenze da meno di due mesi e sembra che abbia fatto un trapianto facciale, magari scopre pure come si danno due calci a un pallone che rotola.

    RispondiElimina
  125. Non ho capito la metà di quello che hai scritto, ad ogni modo non mi sono paragonato a Blimp, di cui ho la massima stima, non entro in banca con la calza in testa (e trovo offensivo che lo si possa pensare). Non vedo infine cosa c'entra Machiavelli che non solo va letto ma messo a profitto.

    RispondiElimina
  126. Ti si è detto e ridetto in tutte le salse, ma o non leggi o non capisci, come sempre. Se fosse stato considerato irrinunciabile, come per te, gli davano quello che voleva e gli rinnovavano il contratto a marzo. Lo considerano un giocatore da 1,2 all'anno, che non è affatto poco e siccome sanno da tempo che non gli bastano perchè il bandito gli ha fatto firmare per di più, da mesi, si sono premuniti con Ilicic. Il resto è tutto fuffa per "convincerlo" ad andare da chi almeno non ci prende per il culo cercando di farci perdere ranno e sapone. Avevano Atlietico, Tottenham e Roma, alla fine sembra abbia scelto la Roma, il peggio, confermando che è un poveretto gestito da dementi.

    RispondiElimina
  127. Ma si diciamolo Stefano hai preso un grande granchio. Io sono una persona normalissima di cui sul blog tutti conoscono nome, cognome, attività svolta e residenza. Non sono un tifoso del Milan o della Juve e non complotto come in molti possono cofermare anche ex silentio. Tu hai sbagliato di brutto, ti dovresti scusare (a casa mia usa così) ma non lo fai.

    RispondiElimina
  128. Non so a quale mio commento ti riferisca perchè spesso Diskus fa apparire quello che gli pare, comeunque non son certo io uno che critica Ambrosini, anzi, ho appena detto che avere quello di qualche anno fa ci poteva risolvere diversi problemi.

    RispondiElimina
  129. stefano vienna27 agosto 2013 17:22

    Prima andrebbe capito, e se capito, ci sta poco da profittarne. Machiavelli era un idealista, forse l'unico grande idealista insieme a Rousseau. Voleva pure l'unità d'Italia con a capo Firenze, un sognatore puro. Mentre Rousseau spingeva addirittura per l'indipendenza della Corsica. Kant in confronto era un pessimista cosmico.

    RispondiElimina
  130. e' un mediano, nazionale rumeno e capitano dello Steaua Bucuresti. Non lo conosco tanto da poter rispondere alla tua domanda, ma è uno dei tanti "chiaccherati"

    RispondiElimina
  131. Non ho detto che non ne parlo mai. Ho detto che ne parlo se altri introducono il discorso e non lo impongo io come fa Lei con le sue fissazioni che ci rovina tutti o quasi i risvegli e le bellissime pagine del poeta smerdandole iniziando a rompere di prima mattina con una delle sue manie.

    RispondiElimina
  132. stefano vienna27 agosto 2013 17:33

    Silenzio assordante a quanto pare. Non vedo niente di male se, tra persone che si frequentano ogni giorno scatti una legittima curiosità, anche un certo diritto di sapere chi è chi. Quello che a me non manca è una certa dose di umanità, ma, se non la trovo dall'altra parte, non puoi rimproverarmi. Son tre giorni che andiamo avanti così e non mi hai mai chiesto che cavolo faccio a Vienna, sei tu che metti i paletti dove non ci dovrebbero essere. Sii più autobiografico, magari tra le righe, non sono una compagnia interinale. Ripeto, libero di continuare a comportarti come meglio credi. Ma la convivenza ha le sue regole, a prescindere da quello che la tecnologia permette. Altrimenti sarebbero già sessant'anni che ci si lanciava missili termonucleari uno contro l'altro.

    RispondiElimina
  133. Scriverò da metà mattina se Lei promette di non parlare più di Neto.

    RispondiElimina
  134. stefano vienna27 agosto 2013 17:40

    Era Colonel, ma è apparso Jordan. Disqus in rush hour non regge.

    RispondiElimina
  135. Io non prometto un cazzo, se non Le piace quello che scrivo lo salta e passa ad altro, anche restare nell'ignoranza è una scelta libera. Rompere i coglioni al prossimo invece è un'invasione dell'altrui privacy.

    RispondiElimina
  136. Colonnello, non penso che prenderanno Jorginho, visto che Montella ha chiesto un centrocampista già esperto.

    RispondiElimina
  137. La curiosità è legittima, bastava chiedere senza andare a pensare che fossi un guastatore mentre tifo Fiorentina da quando avevo dieci anni (non interessandomi prima di calcio) e come ho sempre detto non sono un addetto ai lavori. Permettimi solo la piccola debolezza di non esplicitare qui il mio nome e cognome, ma Google non mente. Ad ogni modo io a tutt'ora non so chi siano gli altri con cui dialogo.

    RispondiElimina
  138. Prima o poi avrebbe rammentato i testicoli, ne ero certo.

    RispondiElimina
  139. In questo caso non mi riferivo a Lei, non sia geloso, ma ai miei.

    RispondiElimina
  140. stefano vienna27 agosto 2013 17:46

    Non ricominciare, Google non mente lo dici alla mia mamma che non riesce nemmeno ad aprire la sua posta elettronica. Non ci sono prove da portare, non siamo in tribunale, nessuno ti ha mai chiesto nome e cognome. La verità è che continui imperterrito a prendermi per il sedere. Fai pure, ma poi non ti lamentare.

    RispondiElimina
  141. Non è una critica. Avranno avuto ragione. Si vede che valutandolo quotidianamente l'hanno bocciato. A me in campo pareva molto forte. Ma presto sapremo. Sono sicuro di una cosa però: a Roma corre maggiori rischi, un anno a Firenze in più non gli avrebbe fatto male.

    RispondiElimina
  142. stefano vienna27 agosto 2013 17:50

    Scusate se rompe, ma visto che Ludwig continua nei suoi giochetti veramente stucchevoli, qualche povero Cristo è arrivato a capire chi cazzo è.

    RispondiElimina
  143. Non so che dire, tu non sei una casalinga ignara, no? Vai su Google e verifica.

    RispondiElimina
  144. Deyna gli potevan prendere a Montella, Frenando Gago che è andato un mese fa dal Valencia (terreno di caccia di Macìa) al Boca Juniors per tre soldi. Come era ultimamente? Ci ha lo strappo facile ma era forte un tempo e ci ha 27 anni,non è mica vecchhio

    RispondiElimina
  145. Ed è quello che volevano fargli fare, magari in quest'anno avrebbe riconsiderato la sua posizione qualora vincessimo qualcosa. Non è un problema di doti tecniche è un problema di solidità caratteriale che deve dimostrare di avere e di continuità, la Fiorentina oggi poteva offrirgli questo, che non è poco (e le cifre per me rimangono mistero, almeno quelle viola) e non poteva andare oltre, per un prospetto che deve confermarsi era uno stipendio logico, premiante. Siamo ancora una realtà in cui (vedremo con Cuadrado) siamo ostaggi di squadre che hanno entrate superiori alle nostre, la Roma del doppio, e se un giocatore diventa appetibile o decidono di investire su un nostro prospetto non si può fare la guerra. Dal prossimo anno cambia qualcosa in Italia e tantissimo in europa, certe distanze verranno accorciate ma fatturati di 4-5 volte superiori (solo in Italia) non sono annullabili con le chiacchiere ed il saper fare, si deve saper lottare secondo possibilità. Per vincere qualcosa, o andare in CL, hanno puntato sul peso tecnico e l'esperienza, mi pare abbiano già fatto molto.

    RispondiElimina
  146. stefano vienna27 agosto 2013 17:59

    Mia moglie dice che si offre senza veli allo svelatore pur di salvaguardare la salute psichica dell'amato marito.

    RispondiElimina
  147. Gago lo avevo "proposto" un mesetto fa, non è mai sbocciato ai livelli che pensavo fossero alla sua portata quando aveva 20 anni, ma unisce buon piede, visione di gioco, e capacità di sacrificio. Non è diventato quel mix tra Redondo e Mascherano che sembrava da giovane, insomma, ma se sta bene è un centrocampista di ottimo livello, sarebbe stato ottimo come quarto titolare nel centrocampo della Maquina. Sta cercando continuità, dal suo punto di vista forse ha fatto bene a tornare al Boca, nell'anno del mondiale. Sabella gli aveva dato fiducia, ma gli è passato avanti Banega.

    RispondiElimina
  148. Prospetto riassuntivo da sitone:

    Mi permetto di riassumere il Ludwig-pensiero, visto che, parlando di queste cose altrove da mesi e mesi, lo conosco a memoria. (1) Montella ha preso a modello il Barcellona (2) il Barcellona di Guardiola ha come dogma irrinunciabile il 4-3-3 col falso nueve (3) il modulo è la chiave del successo di una squadra, Prandelli docet, col "suo" vecchio 4-4-2 (4) dopo una fase di sperimentazione ideale, la Fiorentina di Montella è esplosa col 4-3-3 (5) a gennaio è stato preso Rossi per farlo giocare con Jovetic e Cuadrado nel futuro 4-3-3 senza centravanti (6) per motivi indipendenti dalla volontà dell'allenatore si è ceduto Jojo, quindi il 4-3-3 va fatto con Cuadrado-Rossi-Ljajic (7) per motivi inesplicabili si è preso un "dinosauro calcistico" come Gomez, sabotando il progetto 4-3-3 e mettendo ai margini Ljajic, che non giocherà che gare marginali qua e là, essendo Gomez, Rossi e Cuadrado titolari inamovibili, da 50 partite a stagione [cfr. il no turn over di Prandelli]. Ora, l'unica cosa che condivido di questa impostazione è che la Fiorentina non ha creduto nelle potenzialità di Ljajic, non avendogli fatto firmare il rinnovo quando il giocatore era in posizione di estrema debolezza. Per il resto, Montella ha sempre voluto un centravanti vero, a partire dai giorni di Berbatov, proseguendo con il vecchio Toni finché ne ha avuta, per finire a Gomez, richiesto esplicitamente. Il 4-3-3 di Montella nel ritorno, poi, ha portato gli stessi punti e gol del 3-5-2 dell'andata [quando la sperimentazione era nella fase iniziale], quindi non ha avuto niente di miracoloso. Anche perché è stato 4-3-3 solo a tratti, visto che durante le stesse partite virava a una difesa a tre. Nemmeno per il Barcellona si può parlare di 4-3-3 come di un modulo monolitico, visto il continuo movimento e scambio di ruoli e posizioni predicato da Guardiola, che peraltro a Monaco, per adattarsi al calcio tedesco, schiera un centravanti vero, Madzukic, e avrebbe voluto da subito l'ancor più classico Levandowsky. La Fiorentina è colpevole di non aver creduto abbastanza in Ljajic, non dell'aver acquistato quello che mancava, ovvero il centravanti. Ljajic quest'anno avrebbe giocato - e risolto - tantissime partite.

    RispondiElimina
  149. stefano vienna27 agosto 2013 18:04

    Se, come si diceva, anche la Roma era su Rebic, forse ai dieci milioni per Ljajic bisogna aggiungerci anche il via libera per l'attaccante croato, bene intangibile, ma che avrà comunque un valore. La Roma poi pare che prenda Ljajic in pratica per un anno solo, il che tutto sommato mi solleva il morale.

    RispondiElimina
  150. Quesito più interessante della mia identità: secondo voi in rosa c'è un giocatore che può fare l'esterno alto sinistro alla Ljajic nel 4-3-3. Ruolo difficile, ci vuole molta classe.

    RispondiElimina
  151. Ilicic
    Iakovenko
    Joaquin
    Wolski
    forse Rebic (ma non lo conosco)

    RispondiElimina
  152. Il riassunto mi sembra corretto, però ho anche aggiunto che il modulo di quest'anno, pur essendo meno utopico e innovativo potrebbe risultare molto valido. Ed ho appena auspicato che Gomez diventi protagonista di questa nuova Fiorentina, a mio parere meno proiettata verso il futuro ma estremamente competitiva non appena Mario il Germanico avrà smaltito le tossine e avrà preso le misure alle difese. Ieri infatti non era lui, ma non sarà sempre così.

    RispondiElimina
  153. Aiutoooooooooooooo!!!!! Voglio uno Psichiatraaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!

    RispondiElimina
  154. Se il clan Ljajic ha chiesto la clausola rescissoria bassa anche alla Roma, come pare, mi sa che la veda come tappa di passaggio, sì. Se davvero fosse d'accordo col milan, prevedo un'annata in surplace, per non far lievitare il costo del cartellino, ammesso che il milan poi possa pagare quei 10-12 milioni. Se si conferma o esplode ancor più nettamente, diventa invece merce per Barcellona, Real, Chelsea, Manchester United e City, ma a quel punto non credo che gli dispiaccia. Nel primo caso a Roma è scritto che lo menano.

    RispondiElimina
  155. Criticare Savic mi pare un'assurdità, già forte, potenzialmente uno dei migliori in europa nel suo ruolo, a me pare che Montella ci punti parecchio, insomma se cassa si deve fare non facciamola coi pezzi migliori. Rebic e Ilicic non faranno rimpiangere Ljajic, ne sono convinto, se si trova una ruota di scorta al Pek godiamoci questa Viola, una squadra così forte non si vedeva da anni a Firenze.

    RispondiElimina
  156. Ilicic si è chiamato fuori, Joaquin è destro, Rebic dovrebbe essere un Gomez. Restano Wolski e Iakovenko. A meno che non si facciano prestare quello del Palermo, Hernandez.

    RispondiElimina
  157. Per farlo nella maniera in cui lo faceva Ljajic - semplifichiamo, accettiamo che fosse un 4-3-3, ecc - nessuno di questi. Ilicic è un mancino e sprecherebbe la sua dote migliore, il tiro da fuori e l'inserimento in area; Iakovenko non ha la qualità necessaria; Joaquin non ha doti di risolutore, e rende meglio a destra; Wolski forse ce lo si potrebbe impostare, ma il lavoro è lunghissimo; Rebic può farlo, ma in una versione molto più offensiva...tipo un falso nueve e due punte [vere] laterali che si accentrano per il tiro, di cui una valida di testa.

    RispondiElimina
  158. Rebic però non lo vedo simile a Gomez, per nulla, è più un Rooney con meno piede...Anche il paragone classico con Boksic lo trovo un po' fuorviante, anche se qualcosa in comune ce l'ha.

    RispondiElimina
  159. La mia mente si sta logorando attorno a un dilemma del quale non so venirne a capo: meglio giocare con uno Jovetic con la testa a Torino più un Ljajic con la testa a Milano, o meglio giocare o meglio giocare con un Gomez più un Rossi più un Ilicic tutti e tre con la testa a Firenze?

    RispondiElimina
  160. La diesamina di Lele sul comportamento di Ljajic padre mi sembra perfetta. Forse se il genitore avesse avuto meno controllo su Nutellino, Adem non avrebbe avuto l'evoluzione che ha avuto. Evidentemente quando scoppiò il caso - Delio, Samir aveva già preso certe decisioni. Io ritengo che i DS abbiano meno colpa di quella che gli si vuol dare, in fondo hanno ereditato ( almeno Pradè) una situazione che sembrava già molto compromessa e che è, in gran parte, figlia di un'annata in cui abbiamo avuto una dirigenza in barca e, nell'ultima parte del campionato, quella più difficile, composta quasi esclusivamente dal povero Guerini. È stata chiesta una risposta di gratitudine al ragazzo, ma evidentemente chi può ancora decidere per lui non ha dimenticato. Ma prima ha preteso che il figlio facesse vedere quello di cui era capace. Ramadani esce da quest'estate come un amico della società, non certo come il trafficone che i soliti giornalisti avevano dipinto. E la cosa in prospettiva futura mi sembra ottima. Mi dispiace perdere un potenziale fuoriclasse come Adem, ma se doveva succedere è stato meglio in questo momento, con una squadra forte in cui lui era UNO di quelli forti. Da questo punto di vista non è certo un caso un "caso Baggio". Avanti con Rebic ora e con chi servirà per completarci. Guarderò Ljajic con affetto e curiosità come succede già con Jovetic, in fondo io per i giocatori ho pianto una volta sola, insieme a Bati, quando ci fece gol a Roma.

    RispondiElimina
  161. Crisi risolta,ahahah. Ho rivisto il gol del Catania. Secondo me con Roncaglia l'attaccante non avrebbe crossato così facilmente. Viene accusato, in generale, per la troppa fallosità, ma sta appiccicato all'avversario, in quei casi. Se Montella voleva più altezza in area con Savic non lo so, se avesse voluto punirlo per il gol preso a Zurigo nemmeno (l'anno scorso però lo fece dopo un errore che ci costò una rete), fatto sta che di testa continuiamo ad essere molto carenti (Gonzalo il più di tutti secondo me) e la scelta mi suona come una bocciatura, temporanea mi auguro, sia per Facundo, soprattutto, che per Tomovic.

    RispondiElimina
  162. Ilicic si sarebbe chiamato fuori da interno di centrocampo non da esterno di attacco. Joaquin può giocare su entrambe le fasce e Iakovenko è proprio un'esterno sinistro, considerato che in spinta abbiamo pure un certo Alonso non è che quella fascia sia proprio priva di qualità. Continuare a parlare di un giocatore ceduto ora non dovrebbe avere più senso è anacronistico.

    RispondiElimina
  163. Rebic è una punta di movimento che, per struttura fisica, potrebbe anche fare il centravanti. Ancora non lo è, gli piace partire da lontano e sfruttare l'allungo. Boksic ce lo vedo perché anche lui sfuggiva da certe definizioni. Joaquin è destro come Ljajic, a sinistra ha giocato col Valencia ma da ala pura, con l'età, accorciando il raggio d'azione potrebbe farlo in virtù di tecnica e forza fisica. Hernandez è una punta e più centrale di quello che si pensa. Non da area di rigore ma punta centrale. Se basiamo tutti i discorsi su un modulo non vediamo luce, abbiamo giocatori che possono fare molte cose, dalle loro possibilità nascono i moduli.

    RispondiElimina
  164. Rebic sarà quello della Canzone di David Bowie, "Rebic Rebic"?

    RispondiElimina
  165. Sul gol del Catania ha colpa Neto, essendo uscito a vuoto sullo stacco di testa Legrottaglie

    RispondiElimina
  166. Cosa ci sia di utopico e innovativo in un 4-3-3 visto pochissime volte non si sa.

    RispondiElimina
  167. Ti vuoi rendere responsabile di una ricaduta definitiva? Ahahah!

    RispondiElimina
  168. Volendo farsi i cazzi degli altri, mi sembra che con Ljajic la Roma non si migliori. Nelle zone di campo che calca Nutellino c'era già Totti ed è stato acquistato Gervinho. Lamela aveva il suo territorio sul lato opposto e Ljajic per Lamela mi sembra una cazzata, tatticamente parlando. Pure per battere le punizioni mi sembra che si sia scelto una squadra un po'affollata. Sabatini conosce il talento, ma mi sembra che di quello che gli chiedono i tecnici se ne sbatta un po' i coglioni.

    RispondiElimina
  169. Chi gli spiega che Ljajic non ha mai fatto l'esterno sinistro?

    RispondiElimina
  170. La Roma ha un nuovo tecnico che vuol fare il 4-3-3 e non a caso ha cercato Adem. Totti non mi pare una minaccia se il tecnico riesce a gestirlo. Mica le potrà giocare tutte! Non è Rossi.

    RispondiElimina
  171. O Stefano ma chi cazzo se ne frega di chi è? non ti basta quello che sembra?

    RispondiElimina
  172. Cerchi la rissa? o se Le Grottaglie era in panca?

    RispondiElimina
  173. Se Garcia e Montella non sono pazzi o stretti dalla necessità, né Totti né Rossi, per motivi diversi, dovrebbero giocare più di 25 partite piene.

    RispondiElimina
  174. La Roma inoltre non ha l'Europa, gioca col centravanti, Ljajic a destra è una forzatura...Lo spazio si riduce ulteriormente, sulla carta. Nella tua ottica di titolari fissi e inamovibili, naturalmente

    RispondiElimina
  175. Sono un tormenton-setter, mi par di fiutare il "nuovo" refrain di Lud: Rossi è un titolare inamovibile, e deve giocare tutte e 50 le partite. Non fossi tifoso della Fiorentina me lo augurerei anche, così alla vigilia del Mondiale Prandelli viene a raccattarlo col cucchiaino...

    RispondiElimina
  176. Lud, sulla partenza di Rebic per Firenze c'è una testimonianza che farà piacere in primis a te, che volevi un giovane prospetto come punta. Rebic ovviamente è quello con la polo a bande orizzontali bianche e azzurre.

    http://www.index.hr/sport/clanak/stigla-potvrda-iz-firenze-veceras-potpis-splitu-nevjerojatnih-sedam-milijuna-eura-za-antu-rebica/696859.aspx

    RispondiElimina
  177. In realtà è un Rebic anche quello e quanto a grinta promette bene, tra una decina d'anni, opzioniamolo. Il nostro s'è fatto i capelli a testa di cazzo anche lui e ci ha anche il mentone come Jovetic.

    RispondiElimina
  178. E' stata una bocciatura totale, ma indiretta, delle mie ipotesi sotto espresse. Insomma, l'ha presa larga, diciamo così.

    RispondiElimina
  179. Ma poi badalì che posa

    RispondiElimina
  180. Mi immagino la conferenza stampa di presentazione
    Paloscia: "A chi ti ispiri?"
    Rebic: "A Phil Anselmo"

    RispondiElimina
  181. Non lo conosco ma sui capelli a testa di cazzo concordo!

    RispondiElimina
  182. Vediamo la formazione completa a fine campagna acquisti.

    RispondiElimina
  183. Non è che deve: togli squalifiche, infortuni, coppa Italia e forse la terza di tre gare ravvicinate. Per il resto questo è uno determinato a star fuori non ci sta.

    RispondiElimina
  184. Ahahah, Vulgar Display of Power!

    RispondiElimina
  185. Chi ha ucciso Roger Rebic?

    RispondiElimina
  186. Confermo che questo poteva essere più moderno come giocatore, almeno dalle descrizioni sembra un Gabbiadini serbo.

    RispondiElimina
  187. Era il modulo più affine a quello di Guardiola, molto spettacolare e bello da vedere per come esaltava Ljajic e Cuadrado.

    RispondiElimina
  188. Può darsi che non avrebbe crossato Gonfia, ma in area ci sono tre viola e si fanno infilare tutti sulla stessa linea, l'ultimo è quel tordo di Pizarro che tenta il colpo di tacco e la mette sui piedi dell'accorrente Barrientos, se era dall'altra parte sarebbe stato un assist da applausi. Indietro nei movimenti di reparto siamo dolci, mi pare evidente che ci si dedichi molta meno cura che non alla fase offensiva.

    RispondiElimina
  189. L'amico di' Colonnello, Furio, e dice che son dietro a i' rumeno. Deyna te l'ha' ma' visto? Io un me lo ricordo.

    RispondiElimina
  190. Oggi molti commenti. Ho visto che Gervinho gioca a destra, Ljajic va a sinistra, al centro Totti o Destro, questo potrebbe essere il 4-3-3 della Roma. Totti è un falso nove perfetto e può lavorare per aprire spazi ai due esterni.

    RispondiElimina
  191. LUDWIGZALLER, ho imparato ad applicare le teorie di Wittgestein ai tuoi scritti. Le uniche certezza che ho è che Rossi segnerà più di Liajic, che Ilicic è migliore di quel che conosciamo di lui, che Cuadrado è devastante anche a sinistra (cfr. Fiorentina-Pescara 2012/13),che mastini migliori di Savic-attualmente- non ce ne sono, che Roncaglia dopo un anno di Montella-school sarà ancor migliore dell'anno passato, che "investire" 4,5 milioni su Rebic significa essere convinti delle qualità e potenzialità del giovane con braccia conserte, che non alzare la proposta per Liajic significa pensarla diversamente da Lud sulle potenzialità del tizio serbo, che Roma è l'ambiente ideale per mettere a frutto altri tipi di jab-sempre per Adem, che con Totti-Gervinho-Florenzi il cow-boy with mobile dovrà inventare qualcosa di molto "tosto" per far fuori uno dei tre e far giocare Adem (Gervinho lo ha voluto lui, Totti gioca e basta, Florenzi è l'unico che tutti vorrebbero- uno da Maquina), che Montella ha più palle di quel che si immagina, che con un sostituto del Pek saremo tranquilli, che De Laurentiis è un Rozzi più forbito, che i soldi- Aurelietto- dovrebbe chiederli a Higuain stesso, che con i dieci punti ad Higuain il Nappul' è imprendibile, a 13 punti........ah ah ah ah ah!!!!!!!!!!!(GARANTITO 100% Sopravvissuto).

    RispondiElimina
  192. Troppa carne al fuoco Sopra. Su Florenzi guarda questo link: può fare molti ruoli. http://www.ilmessaggero.it/sport/asroma/florenzi_il_jolly_ditalia_roma_e_nazionale_indispensabile_per_prandelli_e_andreazzoli/notizie/260520.shtml

    RispondiElimina
  193. Gervinho non lo conoscono nemmeno i tifosi della Roma ( dalle mie parti sono molti) . È destro ed è molto più attaccante che ala. Totti centravanti Garcia ha detto che non lo vede, preferendogli in quel ruolo uno specialista. A destra giocherà , molto, Florenzi che garantisce fiato e tiro, ma non è Lamela. Nutellino a Roma giocherà, ma in prospettiva ha meno spazio di quello che aveva da noi, dove era la prima alternativa. Totti non è solo un totem, ma ancora uno dei più forti di tutti, come abbiamo visto a nostre spese mesi fa.

    RispondiElimina
  194. Purtroppo non vedo molta differenza con la fase difensiva del Mago di Orz, anche se il modulo e gli attori sono diversi, che non mi è mai piaciuta. Soprattutto l'atteggiamento, tutt'altro che deciso, e la perdita di contatto con l'avversario che è fondamentale per l'anticipo, anche di testa.

    RispondiElimina
  195. Che è contento di essere qui si vede dal barzottismo. Ma magari era passata solo una bella fica.

    RispondiElimina
  196. Lud, non fidarti dei Link, le partite certe cose le mostrano meglio.

    RispondiElimina
  197. Tanti anni fa, quando ci ho fatto il militare, ne passavano diverse di belle fiche, dalla mattina alla sera, ma non come quelle a cui ti riferisci, ahahah!

    RispondiElimina
  198. Ma si sa chi è Florenzi, dai Foco, non è scontato che debba togliere il posto a Ljajic, è una forzatura.

    RispondiElimina