.

.

domenica 25 agosto 2013

Le bionde hanno sempre l'ovulazione

E’ tutto pronto tranne Ljajic, l’estate intesa come vacanze volge al termine, probabilmente la carriera del giocatore serbo volge a Roma Termini, prima però solo un flash dell’estate in spiaggia, sulla Feniglia bianca e selvaggia, dove tra i tronchi riportati dal mare ho costruito i miei castelli in aria come un vero nevrastenico e dentro ci ho messo il terzo scudetto, poi è arrivato uno psicopatico che ci è andato ad abitare, mentre uno psichiatra di Grosseto poco più in là si limitava a riscuotere l’affitto. Della Romania invece mi sono dimenticato di raccontarvi qualcosa del suo parco macchine, molto variegato non crediate, ma non c’è una Fiat, non la vogliono nemmeno loro, tutte le altre si, anche le supercar, chiaramente la Dacia la fa da padrone, e a questo proposito ho chiesto a Florin il valore di una Logan per capire meglio, mi ha risposto che è difficile stabilirlo con precisione perché molto fluttuante, nel senso che se fai il pieno il valore raddoppia. So che avete cominciato ad amare molto le mie avventure d’amore perché sono un bagaglio d’esperienza importante che può servirvi a discricarvi meglio in mezzo a certi intrecci avventurosi dove il sesso la fa da padrone, dove ognuno è padrone del proprio destino, tra un festino, un’orgia e purtroppo anche l’apparire della pappagorgia. Oggi vi racconto come le avventure amorose non possono vivere di solo sesso, perché per essere catalogate tra le più belle hanno bisogno di un coinvolgimento di testa, e come è noto anche a voi che non avete certo raggiunto il mio livello, le più intelligenti di tutte sono le bionde, le more sono le più calde, le rosse sono quelle più infiammate, e al mare se ne vedono molte. L’unica volta che non ho saputo gestire freddamente un’avventura di sesso è stato proprio quando una bionda di Goteborg mi ha fatto innamorare per il suo acume, persi letteralmente la testa, del resto amo le donne così profonde, mi ricordo i suoi occhi svegli, i seni turgidi, le cosce affusolate come carlinghe di aerei militari, ma soprattutto ho amato i suoi pensieri avvolgenti come la pancetta intorno al filetto di maiale, rotondi come i glutei, pensieri tonici, non mi ha fatto perdere la testa il suo modo di ansimare, no, e' successo quando per accendere la luce dopo aver fatto ripetutamente all’amore aprì la portiera dall’auto. No, davvero, le donne senza cervello non mi hanno mai attratto, si ci ho provato a farmi trascinare dall’istinto bestiale, ma alla fine non mi è rimasto niente, la donna poco intelligente la riconosco subito e quindi la scanso, perché poi sopraggiungono i veri problemi, per esempio una donna con il cervello di gallina ha sempre l’ovulazione. A proposito di uova dopo vi racconto il colpo di genio che alla fine degli anni sessanta, ancora bimbetto, mi di diede grande popolarità in San Frediano, intanto quel genio di Montolivo sembra aver alzato talmente l’asticella che a giocare nel Milan arrivano cani e porci, e così oggi si ritrova capitano di una squadra che finisce la partita con Petagna e senza  mai tirare in porta. O forse è stato proprio il genio a spingere i rossoneri a perdere la prima di campionato per levarsi subito il dente, e complimenti anche a Ljajic che evidentemente non ha capito bene dove si trova se è vero che vuole andare al Milan o alla Roma, perché va bene la Premier, altrimenti andare via da una squadra come la nostra per finire in una squadra di morti senza palle, andare insomma nel peggior Milan dell’era Berlusconi che nel frattempo è entrato nell’era degli arresti domiciliari, e con Galliani che ha rateizzato persino le sconfitte tanto che ieri ha cominciato a pagare la prima rata, significa solo una cosa, che la Nutella non fa bene. Mentre aspettiamo il nostro esordio in campionato con tante aspettative e speranze, dicevo prima, invece, di un genio di quelli veri, io, quando a neanche sette anni ho vinto un concorso scolastico per il quale fui premiato al Goldoni in via de’ Serragli, il tema era sulla nuova frontiera della conservazione degli alimenti che si stava aprendo in quegli anni, la mia fu una vittoria di protesta perché a differenza delle nuove tecnologie e tecniche imposi un’idea di conservazione naturale introducendo per la prima volta l’aspetto della salute, per me fu semplice perché proprio in quegli anni mi ero inventato una collezione che mi differenziava da tutti gli altri bambini del mio quartiere, niente soldatini, fumetti o macchinine, a me piacevano tanto le uova, così affascinanti, fragili, più chiare, più scure, più grandi, più piccole, di quaglia, di gallina, di struzzo, insomma mi ero talmente appassionato che dovetti per forza aguzzare l’ingegno per poterle conservare, proprio da lì era nata la mia grande vittoria sancita al Goldoni con una targa ricordo, insomma, dove le tenevo? Le tenevo nell’albume.

66 commenti:

  1. Stamattina mi sono svegliato con un atroce dubbio: e se Montella decidesse di schierare al posto di Pizarro, contro il Catania, El Pollo Olivera?

    RispondiElimina
  2. O Foco, il Dubbio consiglia di prendere per la porta Brignoli della Ternana, lo conosci? Sarebbe il colmo comunque, sfiduciare Neto per affidarsi a un '91 che viene dalla B...

    RispondiElimina
  3. Anto, quando ho visto Ambrosini nel cuore della Maquina, la mia vista può tollerare tutto.

    RispondiElimina
  4. Salvatore, di Seferovic è possibile sapere qualcosa di preciso? Viola News scriveva che la Fiorentina avrebbe posto una clausola per cui può pareggiare l'offerta di qualsiasi altra squadra in caso di cessione da parte della Real Sociedad, e riportarselo a casa; Lorenzo Marucci su Firenze Viola parla invece di una percentuale del 25% sulla sua futura vendita...

    RispondiElimina
  5. O Deyna un ci manca artro che tu stia dietro anche s i' Dubbio. Pe' piacere anche te! L'unico che possan pigliare all'ultimo tuffo in caso di tragedie in settimana, l'è Diego Alves, che non credo sia incedibile e che alla fine un gli pare i'vero, i' resto son tutti dicorsi del cazzo. Inutile dire che, a questo punto, spero proprio che non ci siano tragedie in settimana.

    RispondiElimina
  6. Considero il tollerare l'uso ripetuto di termini come "coglione" una forma surretizia di censura. Perchè delle due l'una: o chi viene offeso risponde e allora il blog si trasforma in un campionario dei peggiori insulti, oppure sta zitto e abbozza ma di fatto è costretto al silenzio. Non a caso esistono regole che di solito si applicano alla comunicazione in rete perchè non degeneri nello squallore.

    RispondiElimina
  7. Ho sempre trovato improbabile anch'io che il Valencia - che non naviga nell'oro - si tenga sia Guaita che Diego Alves. Ora, Guaita lo supervaluta [addirittura 20/25 milioni, che non gli darà mai nessuno], quindi quello in uscita è Diego Alves, che ha un prezzo accessibile [poi però c'è lo stipendio]. Speriamo in due grosse prestazioni di Neto, a questo punto...

    RispondiElimina
  8. Me te se non pigli di coglione non vai a dormire contento e allora prima o poi qualche anima buona te lo dice. Ora hai anche inventato che Frey è alto come Sommer, o cosa vuoi che ti si dica?

    RispondiElimina
  9. 25/08/2013 11:13:39
    massi,
    Ma queste cose succedono solo da noi? Un bravo DS deve capire in anticipo se un giovane è un potenziale campione o meno e farlo firmare prima che esploda. Corvino fra tanti sbagli ha portato ragazzi come nastasic, jovetic, saferovic, liajic e su gli ultimi 2 è stata sbagliata completamente la gestione da parte della società e da chi dovrebbe intendersi di giovani promesse. 2 sbagli in un colpo solo sono tanti, probabilmente manca un conoscitore di giovani talenti. La fiorentina non ha il fascino (per i giocatori) del milan , inter e juve, quindi bisogna fare contratti più lunghi. L'udinese insegna.



    -------------


    Non ha poi tutti i torti...

    RispondiElimina
  10. Grandissimo Zapata: "Al Villareal mi impiegavano male, da terzino destro. Qualche volta posso anche ricoprire quel ruolo ma è da centrale che do il meglio". E ieri lo ha dimostrato ampiamente, ahahahah!

    RispondiElimina
  11. GONFIANTINI, come sai i latini dicevano "Nomen omen", quindi per uno che ha cognome Zapata, cosa vorresti uscisse fuori, dal destino? Zappando...rape. POLLOCK, pure io c'havevo l'albume co' e foto! Quanno andavo ar mare ce mettevo le foto dei castelli che facevamo in riva; io li facevo cor marmo de Carrara, quelli meno abbienti invece, co' a sabbia, costruivano appartamenti Gescal, 'e case popolari. Immagina che ce stava pure uno, Criscitiello se chiamava (anzi lo chiamaveno, uno che magnava sempre li cremini, s'era preso pure er soprannome! "Cremino", e metteva er costume cremisi!) che faceva i castelli in aria, e era pure convinto; er problema era che li faceva troppo indietro, allora er padre je diceva "Vieni avanti, Cremino!"...Quest'anno je danno er premio, ha costruito un'intera estate su Jackson al Napoli, Jovetic alla Juve, Marrone a tutte le squadre di A, Quagliarella alla Juve...ahò! 4 pilastri su cui ha fondato i suoi stipendi! N'avesse preso uno! Anzi si...ha preso 4 granchi. Grossi!

    RispondiElimina
  12. Penultimo rigo è "...Quagliarella all'Inter...".

    RispondiElimina
  13. Pollock, siccome alcuni, da qui, sono andahi di là a dassele di santa ragione, 'un sarà i' caso d'approfittanne pe' da' una scopatina e passa' i' cencio, in attesa che rientrino? Visto che ci sei anche te a sbirciare, l'ha lasciaho l'uscio aperto? Tocca a i' primo che arria, eccolo: il Sopra, senza cingalesi al seguito! Ahahah

    RispondiElimina
  14. Guarda che con me hsi chiuso, d'ora in poi si torna a discutere su Fiorentina.it, ci si da' del lei e al primo coglione che provi a darmi giustamente ti cassano. Amen

    RispondiElimina
  15. N.B.: GONFIANTINI, se mettevi su un doposcuola per imparare senso della posizione, raddoppi e anticipi sulla punta, con Zapata campavi di rendita...(si fa per scherzare, mi auguro tu viva benissimo e alla grane,di rendita). Neanche se rinasce Zapata vincerà quel che hai conquistato tu.

    RispondiElimina
  16. Oh, pazzo d'un Sopra, 'un sono Piero. Comunque un centrale, a 3 mt. dalla porta, non deve marcare mai la punta standogli dietro (e che marchi di dietro...la targa) ma di fianco (sul primo gol di sicuro, sul secondo uguale, perché a quella distanza cercare il fuorigioco è da masochisti). Sulla mia vita che dire...per lavare la macchina ci sono gli autolavaggi... per il resto sono un signore, ahahah!

    RispondiElimina
  17. E mi sembraa di sentillo, peggio dello strolago di Brozzi!

    RispondiElimina
  18. Era una pausa caffè.......eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  19. Come quello di Sindona, ahahah! Azz, l'ho sempre pensato che la domenica non porta bene!

    RispondiElimina
  20. Parliamo d'amore, che è meglio! Conosco un tipo (ma anche voi lo conoscete) che ha avuto un unico screzio con il partner. Ne parlano ancora tutti i giorni, dopo tanti anni! Ahahahah

    RispondiElimina
  21. Sopra, ho frainteso. Mi riferivo alla diatriba scoppiata definitivamente, non alla tua comparsa. Quella l'avevo vista sotto mentre scrivevo e ne ho approfittato. Non sarò stato chiaro, ma io ho capito, ahahah!

    RispondiElimina
  22. per ora non mi hanno mai cassato e son dieci anni che ci scrivo. Sei tu che non ti ci diverti, perchè se nessuno te lo dà ci soffri. Lo chiamano masochismo. "me bate que eu gosto".

    RispondiElimina
  23. Riporto volentieri questo commento rubandolo dal sitone, a suo volta rubato da un sito di milanisti affranti, perché descrive bene lo scenario che si sarebbe scelto per andare a fare il grande salto quel fenomeno che ha venduto l'anima alla Ferrero.

    Purple, Fi
    Guardate cosa pensano i tifosi milanisti di Mosciolivo nei
    siti rossoneri, questo York è solo uno dei tanti: .... York• 10:06 - 25/08/2013
    : "Che Allegri sia un allenatore incapace è chiaro a tutti (a proposito,
    complimenti al Milan per averlo preso e confermato) ma il vero problema non è
    lui. Con questa rosa di scarti e bidoni qualsiasi allenatore (anche il più
    geniale ed inventivo mai esistito) rimedierebbe solo figuracce. Il Milan ha due
    due giovani potenzialmente interessanti: Balotelli ed El Shaarawi. Nessuno dei
    due è un fuoriclasse. Magari diventeranno dei buoni giocatori. Magari non lo
    diventeranno mai. Quel che è sicuro è che non si tratta comunque di fenomemi.
    Oltre ad essi ha in De Sciglio un promettente prospetto. Tutti gli altri fanno
    calcisticamente schifo. A cominciare dal raccapricciante Montolivo."

    RispondiElimina
  24. York è Deyna infiltrato nel sito rossonero.

    RispondiElimina
  25. Come dire che il Valium avrebbe un effetto raccapricciante.

    RispondiElimina
  26. Neanche la Commissione di Salerno si sarebbe immaginata le conseguenze di un consesso sull'altezza di Frey. Ahahahah

    RispondiElimina
  27. Ah ah ah ah ah ah ah ah

    http://www.spaziomilan.it/2013/08/video-crudeli-prima-lesultanza-per-poli-poi-la-sveglia-sulle-palle-alte/

    RispondiElimina
  28. Crudeli raccapricciante è più appropriato, ahahah.

    RispondiElimina
  29. Ahah no, mi ci manca di frequentare anche altri lidi...ma quasi quasi...

    RispondiElimina
  30. Se Dio è infallibile, deve aver ceduto la creazione di Montolivo e Balotelli in appalto.

    RispondiElimina
  31. E senza pretendere il certificato antimafia, ahahah!

    RispondiElimina
  32. Ma questo lo pagano per far l'idiota in questo modo? Qualche volta ci rimane secco.

    RispondiElimina
  33. Sarebbe inutile pagarlo, anche i RID ne prendono le distanze, tornano al mittente, è irricevente! Ahahah.

    RispondiElimina
  34. Ciao Deyna, cercherò di avere informazioni attendibili dopo la fine del mercato, così potrò fare un'infornata di dati ahahahahahah Quanto alla tua domanda, mi auguro che abbia ragione Marucci. Vedo infatti poco utile un diritto di prelazione e mi pare poco realistico che i nostri dirigenti lo abbiano voluto: ipotizziamo che Seferovic esploda e che lo cerchi uno squadrone. Non avrebbe problemi a offrire una ventina di milioni! E certamente noi non potremmo pareggiare un'offerta del genere.

    RispondiElimina
  35. Deyna, Brignoli l'anno scorso ha cominciato in maniere raccapricciante il campionato, tanto che gli fu preferito Ambrosi, un vecchio onesto mestierante della C che ci aveva portato in B. Dopo però sono usciti anche i limiti di quest'ultimo ed è tornato in porta il primo. Dopo un paio di ottime prestazioni ha preso coraggio ed è stato per tutto il girone di ritorno il miglior portiere della serie B. Strutturalmente ricorda Neto, alto e asciutto. Anche per i difetti me lo ha ricordato, però nel suo caso le iniziali belle prestazioni lo hanno rinfrancato e certe pecche, specialmente in uscita, non si sono più viste. Il portiere è un uomo solo ed è un mestiere che si fa molto più con la testa che con le mani.

    RispondiElimina
  36. Appunto e questo è il grosso problema attuale di Neto. Nemmeno se fosse cieco e sordo potrebbe avere la testa libera e questi idioti dicono che non è sicuro. Comincino a smettere di rompere i coglioni e poi vediamo se si tranquillizza. Se arriva al 2 settembre è salvo, poi almeno la rincorsa giornaliera al sostituto cessa.

    RispondiElimina
  37. Foco, io penso che il ruolo del portiere sia più d'istinto che di testa, che libera da condizionamenti deve essere in ogni caso. Prima dicevano che il portiere doveva essere matto. Ma nessuno meglio di jordan (che nel mentre che scrivo penso ti abbia già risposto, rinfrescare disqus mi costringerebbe a riscrivere) può dirimere la questione.

    RispondiElimina
  38. Montella si è rotto il cazzo, è ufficiale. Un' intervista illuminante riguardo al pensiero di Vincenzino su tante questioni. Ljajic l'ha bello che mollato, evidentemente deluso sia dal fatto di non poterlo più farlo crescere, sia della mancata disponibilità di quest'ultimo a continuare insieme. Su Neto è stato lapidario, lo considera il portiere della squadra e amen. Vuole ulteriori arrivi, chiede , manco tanto velatamente, un sostituto di Pizarro e altri innesti, anche se non in attacco. Non vuole sprecare risorse su di un nuovo portiere, ma giudica necessario rinforzare la rosa.
    È importante che l'allenatore sia accontentato e che senta la squadra sua al massimo. Adesso che è chiaro che sarà la guida tecnica per molto tempo, trovo che sarebbe sbagliato lasciargli spunti di malcontento.

    RispondiElimina
  39. Grazie Foco...Beh Dubbio ha il dogma che il prossimo portiere della Fiorentina debba essere italiano, giovane e possibilmente proveniente dalla B. Ce ne sono anche di forti [Leali, Silvestri...], ma metterli ora in porta a Firenze sarebbe un rischio enorme, perché di lacune da colmare ne hanno ancora, vedi Perin.

    RispondiElimina
  40. Grazie, la vedo come te

    RispondiElimina
  41. La testa deve essere pulita, altrimenti l'istinto viene frenato dai dubbi e dalle indecisioni. Se l'istinto ti dice che devi uscire in presa alta e in quel millesimo di secondo il cervello ti insinua l'errore possibile e quello che ne consegue, allora ti blocchi. L'istinto ti può far fare il miracolo, ma il mestiere e l'affidabilità te li danno serenità e convinzione dei propri mezzi.

    RispondiElimina
  42. L'intervista? È la conferenza stampa, sia su Firenzeviola.it che Violanews che altri penso.

    RispondiElimina
  43. http://www.violanews.com/news-viola/montella-ljajic-sono-stufo-20130825/

    RispondiElimina
  44. Bene prova a scrivere che sono un coglione, caro coglione.

    RispondiElimina
  45. Perfetto Foco. C'è chi è così sicuro di se stesso che magari ne risente poco e riesce a scatenare l'istinto e reprimere il pensiero, ma è difficile che succeda ad un giovane che ha giocato poco.

    RispondiElimina
  46. Anche quest'ultimo post mostra quanto sei coglione. se pensi di riuscire ad offendermi...i ragli degli asini non giungono in cielo.

    RispondiElimina
  47. Vai su Fiorentina.it e scrivi che sono un coglione. Se ci riesci ti pago da bere. Ma non ci puoi riuscire perchè quello è un blog serio che adotta le normali regole della comunicazione sui blog, che come è noto escludono gli insulti. Qui questa regola non viene applicata con la conseguenza che viene garantita una sorta di impunità a chi come te insulta. Mi pare ovvio che tu ti stupisca se in tanto tempo non ho risposto con altrettanti insulti. Ma solo questo mio rispetto delle regole ha impedito al dialogo di degenerare in sequele di insulti. Naturalmente la netiquette non è un obbligo scritto, però se si vuol fare una pagina internet credibile va applicata, come in ogni altra circostanza della vita in cui è richiesta educazione. Quindi credo che quando scrivi su internet dovresti rispettare delle regole.

    RispondiElimina
  48. Guarda che di coglione non te lo avevo dato io, ma tu lo hai voluto anche da me se no stavi male. In genere non insulto, odio la violenza, anche solo verbale, ma tu la esigi, la provochi, la pretendi, insisti finchè non hai fatto perdere la pazienza al prossimo, quasi che fosse il tuo scopo per poi andare a piangere dalla mamma. Io penso tu abbia dei problemi.

    RispondiElimina
  49. Su Neto è stato più che lapidario. A domanda su cosa spenderebbe soldi nel mercato ha detto, in chiusura di conferenza: "Non su un portiere" ed ora voglio vedere se seguitano. Han fatto solo finta di non aver capito perchè nessuno ha evidenziato la notizia. Vi immaginate se avesse detto il contrario? Titoli a nove colonne!

    RispondiElimina
  50. Non ci siamo capiti Jordan. Io non ti ho mai risposto con gli stessi insulti perchè sono una persona educata. Ho fatto eccezione solo una volta per dimostrarti quali meccanismi perversi inneschi l'insulto reciproco. Evidentemente da professionista e giornalista quale sei ritieni opportuno adottare queste forme di comunicazione quando scrivi sul blog mentre non potresti mai permettertele nel tuo ambito professionale o quando scrivi firmando gli articoli come giornalista. Questo la dice lunga credimi. Ci troviamo fra l'altro su di una piattaforma di google che detta precise regole.

    RispondiElimina
  51. Tu non rispondi con gli insulti, li provochi, un'altra volta non vuoi capire quel che ti si dice. Sei un provocatore, te lo ha detto Lele che voleva andar via del sito perchè ti aveva capito per primo, te lo ha detto il Colonnello insultandoti in maniera assai più pesante di me (ma evidentemente lui può e non te ne offendi), te lo ha detto Stefano, te lo ha detto Leo, orami siamo una bella fila. Quasi riesci a fare perdere la pazienza anche a S.Nap che è una pasta di persona, la quintessenza della mitezza. Sei un provocatore che gode di far incazzare il prossimo e se ti riesce e ti arriva qualche offesa non è quello che vuoi?

    RispondiElimina
  52. Io ho sempre solo esposto delle opinioni che non hanno niente di provocatorio, se si esclude il fatto che su un blog di calcio si perde un po' la razionalità mentre io ho il torto di conservarla. Ad ogni modo niente ti autorizza ad insultare e chi ci perde in dignità sei solo tu e gli altri che praticano l'insulto.

    RispondiElimina
  53. La Giuria del Premio "Bon bambino 2013" ha, con voto unanime, assegnato il trofeo a Ludwigzaller. Non sarà un pallone da calcio perché...non saprebbe che farsene. Vedi Lud, se te la dovessi prendere per una bischerata come questa, a Firenze si direbbe che sei un "coglione", bonariamente.

    RispondiElimina
  54. stefano vienna25 agosto 2013 18:54

    Stranamente quando Ljajic si allontana ormai definitivamente dal Bilan dello Zio Fester, è il momento degli addii...

    RispondiElimina
  55. Se aggiungi il bonariamente può anche andar bene, se poi ammetti che si tratta di una bischerata, ancor di più. Ma non mi pare che sia questo il tono altrui. Ad ogni modo che su internet sia necessario evitare gli insulti non lo scopro io, basta fare un giro sui siti di netiquette, che sono diffusissimi, oppure andare a leggere quello che scrive la maggior parte dei blogger nelle indicazioni riservate a chi fruisce del loro blog. E ripeto quale è il motivo: se lanci una offesa io ti posso rispondere per le rime. Tu ribatti a sua volta e il blog si trasforma in cloaca e deposito di materiali repellenti.

    RispondiElimina
  56. http://www.firenzeviola.it/ex-viola/jovetic-anche-oggi-finisce-in-tribuna-140866

    RispondiElimina
  57. Non esponi opinioni che è quello che facciamo tutti, le reiteri, le rinnovi, le ripeti fregandotene delle opinioni altrui, negato ad ogni parvenza di scambio dialettico, finchè non schianti le palle del prossimo tuo. Che poi tu ritenga di essere l'unico a conservare razionalità è il colmo del ridicolo. Tu sei tutto fuori che razionale, sei fissato nei tuoi assiomi e nelle tue simpatie e le porti avanti fino allo sfinimento altrui..

    RispondiElimina
  58. Il solito, solido Mazzarri: un classico due a zero al rafforzato Genoa. l'Inter sarà da temere infinitamente più del Milan, e faccia attenzione il Napoli. Grande ottimizzatore contropiedista di risorse umane, l'antipatichino!

    RispondiElimina
  59. Stasera De Rossi indossa la maglia uguale a tutti gli altri, a mezza manica. O guardiamo come si comporterà alla prossima in Nazionale la banda Abete, Prandelli & Co.

    RispondiElimina
  60. Dopo alcuni anni, un telecronista, di Sky, ha pronunciato correttamente il cognome Garics, complimenti.

    RispondiElimina
  61. http://www.firenzeviola.it/video-fv/video-fv-nassi-serve-il-portiere-e-montella-140799



    Intervista a Nassi, ancora appesantito dalla cena di Natale: lo condivido su Ljajic, non su Neto.

    RispondiElimina
  62. Montella convoca Ljajic per la partita di domani ma, dicendo che non ê sereno (e che lui - Montella - si è rotto il cazzo), fa capire che non scenderà in campo. Tanto per far capire che cosa lo attende se non rinnova e se rifiuta di essere ceduto a che vuole la Fiorentina.

    RispondiElimina
  63. Comunque direi che Montella oggi è stato perfetto, in conferenza stampa, sia su Ljajic sia su Neto.

    RispondiElimina
  64. Consiglio a tutti i followers, gli adepti di Agazzi di riguardare le sue uscite di oggi. Un entomologo ha più successo.

    RispondiElimina
  65. Sitollock: encefalogramma piatto dalle 22,30 circa....Sitone....più o menonlo stesso. Sinergie, POLLOCK?

    RispondiElimina