.

.

sabato 24 agosto 2013

Nato con la camicia sgualcita

Oggi vorrei tanto fare il finocchio con il culo dei Della Valle, anche se mostro quello della signorina per ovvie ragioni di natura estetica, perché si sono dimostrati ancora una volta degli imprenditori di successo, capaci cioé di farsi trovare preparati mostrando giustappunto le nuove poltroncine della tribuna pronte ad accogliere l’anno sabbatico del riconoscente Ljajic, integrerei poi l’offerta di hospitality con una bella fornitura di Nutella, estesa ovviamente anche al padre per ostentare generosità a quattro palmenti. Se poi risultassero vere anche certe indiscrezioni su un suo rifiuto a tutte le destinazioni diverse dal Milan, allora spingerei la mia omosessualità per interposta persona portandolo in panchina, e tutte le volte che si rendesse necessaria una sostituzione per perdere tempo lo farei entrare, comunque mai più di tre minuti alla volta. La Fiorentina lo terrebbe così in una sorta di coma sportivo, l’equivalente di quello farmacologico, sedato e seduto in tribuna o in panchina, e già me lo vedo il dialogo con Montolivo una volta approdato al Milan subito dopo la convalescenza “Ciao Riccardo, sono stato un anno in coma. Beato te che sei sempre in giro”. Una risposta quella di Montolivo che dimostrerebbe di non aver danneggiato solo la sua vecchia società di appartenenza, ma di averlo fatto soprattutto con il proprio cervello visto che sembra aver scoperto solo grazie alla frequentazione con Balotelli, avvalendosi quindi della sua cultura, che il passatempo preferito dei soldati Cristiani nel medioevo non erano le Parole Crociate come gli aveva raccontato Cerci. Nell’ipotesi di una partenza di Adem spero di cuore che alla fine il giocatore possa risultare come certi reggiseni che promettono più di quanto mantengono, e una volta a Milano davanti a Galliani, Ljajic possa chiedergli se è veramente di gradimento quel suo nuovo reggiseno o se lo fa piacere solo perché un parametro zero è più scontato addirittura di uno preso da Tezenis, con lo sprezzante AD rossonero che per non mantenere le promesse d’ingaggio fatte al giocatore in tempi non consentiti dal regolamento, potrebbe mostrare perplessità di comodo sul fatto che il reggiseno servirebbe a poco quando non c’è niente da metterci dentro, a quel punto il giocatore una volta assaggiata la sensazione sgradevole di essere stato turlupinato, sarebbe costretto per lo stesso motivo del reggiseno vuoto a contestare a Galliani l’uso delle mutande. E a proposito di indumenti intimi, e soprattutto visto che adesso siamo un po’ più in confidenza dopo che sono riuscito ad aprirmi come una cozza e a svelarvi le mie imprese amatorie, adesso che sono riuscito finalmente a superare quella riservatezza canaglia, una volta abbandonata la timidezza sprezzante che mi contraddistingue, posso raccontarvi un altro episodio che ha alimentato per mesi la mia autostima, e che in qualche modo mi autorizza a definirmi un latin lover di prima grandezza, una stella e non una meteora, una fama vidimata per sempre dopo l’avventura mirabolante nell’ascensore di un albergo olandese, luogo pericoloso per fare sesso ma proprio per questo in grado di scatenare l’eccitazione più incontrollata. Avevo la camera al quinto piano del Prins Hendrik Hotel di Amsterdam, che per gli amanti del cool jazz è tristemente noto perché il 13 maggio 1988 da una sua finestra è volato di sotto il grande Chet Baker, hotel accogliente  e che per questo motivo consiglierei anche a Galliani augurandogli lo stesso piacevole soggiorno. Tornando alla mia forza seduttiva devo dire che Gwendaline era più bella anche di Draga, molto più olandese della rumena per intendersi, la “più fantastica”, stupenda, magnifica ragazza che abbia mai visto entrare al secondo piano di quell’ascensore e subito dopo iniziare a mettersi in posizioni seducenti contro la parete dell'ascensore. A quel punto non sapevo più dove guardare tanto da cominciare a diventare nervoso. Lei allora ha iniziato a slacciarsi i bottoni della camicia e poi l’ha buttata per terra. Si è slacciato il reggiseno e poi l’ha buttato per terra. A questo punto ero diventato nervosissimo anche perché l’ascensore avrebbe potuto aprirsi da un secondo all’altro. Poi all’improvviso, con un italiano sensualissimo grazie a quel suo adorabile accento mi ha detto "Fammi sentire una vera donna!". Mi sono lasciato andare come non mi era mai successo prima, e mi sono detto vaffanculo se si aprono le porte, preso dal vortice di un’eccitazione ormai inarrestabile mi sono slacciato la camicia e anch’io l’ho buttata per terra, e per farla sentire veramente donna l’ho invitata a stirarla.

188 commenti:

  1. Ahahahahahah, Poeta, sei in forma campionato! Anzi. In forma Coppa Intercontinentale!

    RispondiElimina
  2. http://www.youtube.com/watch?v=J0BUeUKUWDY&sns=fb

    RispondiElimina
  3. Io dico solo poera Rita con una fava così accanto eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  4. Anche Giorgetti sulla Nazione evidenzia che il quadro tattico con l'avvento di Gomez è cambiato e implicitamente risponde a chi si ostina a negarlo sostenendo che non ci sono differenze tra la Fiorentina di oggi e quella di un anno fa e che l'avvento di Gomez non richiede aggiustamenti tattici.
    Il gol di Cuadrado e l'azione innescata dall'assist di Rossi sono state due fiammate che la Fiorentina ha estratto dal repertorio con la facilità di chi è padrone della situazione, sa cosa aspettarsi e in un certo senso prevedere lo sviluppo del presente. Il vero salto di qualità dovrà portare la Fiorentina a interpretare ogni situazione di gioco con la certezza di poterla governare attraverso la classe che pochi altri hanno, almeno in Italia. A Zurigo si è capito che la filosofia del gioco viola è rimasta la stessa, le gambe dei giocatori dovranno adattarsi alle idee di Montella adeguandosi, anche, alla presenza di un centravanti come Gomez. Una presenza che cambia tutto rispetto al passato, quando Jovetic faceva il falso centravanti offrendosi in fase dinamica, più che risolutiva. Gomez è esattamente il contrario: meno elegante, ma micidiale in area.
    Il problema sarà recapitargli i palloni laddove gli spazi sono chiusi per giocatori senza la tecnica necessaria per frequentarli. Unire il gioco avvolgente alla necessità di innescare Gomez, sempre marcatissimo, mettendolo in condizione di fare il centravanti classico. La scommessa più bella, l'unica possibile.

    RispondiElimina
  5. Questo cambiamento tattico evidente spiega il motivo per cui stiamo rinunciando a Ljajic. Sono state fatte altre scelte, e Pepito e Gomez per Adem rappresentano una concorrenza da incubo. Certo, ci sono anche motivi economici a spingere Ljajic altrove, ma sicuramente sul piano tattico Adem non è stato favorito dal nuovo modulo e dai nuovi acquisti.

    RispondiElimina
  6. Un conto é aggiustare marginalmente un meccanismo che rimane il solito nella filosofia e nell'applicazione altro conto é sostenere che l'inserimento in rosa di un campione comporta problemi di natura tattica. Tu ritieni di avere padronanza della lingua italiana a me non sembra e vorresti piegare la logicità a tuo modo ma questo é impossibile.

    RispondiElimina
  7. Anche questa é una tua conclusione basata sul nulla, se volevamo rinunciare al serbo non gli veniva proposto un raddoppio di stipendio più bonus. Tu pensi che a riscrivere, in maniera scorretta, mille volte le stesse cose alla fine qualcuno si stufa e ti da ragione, non é così, non ce l'ha i perché anche adesso parli di rinunce fantasma, che tu lo capisca o l'accetti non succederà mai ma questo é davvero marginale, non interessa a nessuno.

    RispondiElimina
  8. La rinuncia a Ljajic è frutto anche dell'acquisto di due pezzi da novanta che lo chiudono. Uno si chiama Mario Gomez ed è il centravanti designato. L'altro, Giuseppe Rossi, è motivatissimo e se fossi in Ljajic avrei una paura dannata della sua concorrenza. Per caratura internazionale, valore e autorevolezza nello spogliatoio questi due secondo me hanno già creato delle gerarchie. Solo se fallissero si potrebbero aprire spazi per altri. Ma nessuno se lo augura. L'ipotesi di un cambio di modulo per inserire Ljajic suggerita da Deyna era suggestiva, ma i fatti mi pare la smentiscano.

    RispondiElimina
  9. Qui si apre un'altra punto che non ti vuole entrare nel capoccione, ma chi chiude chi ?! Nonostante il numero di centrocampisti che abbiamo Lunedì ci mancano Pizarro e Ambrosini a centrocampo per infortuni e squalifiche e siamo alla prima di campionato soltanto, ci aspettano oltre 50 partite in stagione e tu pensi che Gomez e Rossi le giochino tutte, perdi di credibilità e serietà ad ogni post che scrivi e sei già ai minimi termini. Continua a non capire e non leggere quello che ti viene scritto, in quello sei maestro.

    RispondiElimina
  10. La parola "problema" nella lingua italiana indica un quesito che si può risolvere. In ogni attività ci sono problemi e relative soluzioni. E questo vale anche nel caso Gomez. Tu lei confondi il termine problema (questione che ha soluzione) con termini come enigma o rompicapo. Se avessi scritto che Gomez è un enigma tattico mi avresti potuto criticare. Problema è invece ciò che Giorgetti spiega bene: adattare il gioco modificandolo in base ai nuovi acquisti.

    RispondiElimina
  11. No Lud, allora proprio sei distante dalla comprensione dell'italiano, un conto é aggiustare, che poi non c'é niente da aggiustare perché abbiamo finalmente una punta, prima, di quelle pese, cosa che faceva Toni l'anno passato e Jojo controvoglia, un conto é affermare che si aprono problemi o complicazioni come hai scritto tu per mesi, falso, palesemente sbagliato. L'equazione é semplice anche se per te no, non la capisci, i giocatori forti i problemi li risolvono, non li creano.

    RispondiElimina
  12. Ne giocheranno molte credo. Per cui Adem rischia di doversi accontentare di un ruolo di comprimario. Io credo che abbiamo imboccato un'altra strada con nuovi uomini e un nuovo modulo. Non lo dico da oggi ma credo che la partita di coppa abbia fatto vedere il volto della Fiorentina attuale. Se questa sia la soluzione migliore si vedrà. Sicuramente non siamo penalizzati perchè davanti abbiamo due grandi campioni, non gente alla Rebonato.

    RispondiElimina
  13. Usi "complicazioni" o "aggiustare" io ho usato problema ma come sfida a trovare al miglior assetto non come rompicapo o enigma.

    RispondiElimina
  14. E fra l'altro "problema" lo dice Giorgetti, ma nel senso appunto di questione risolvibile.

    RispondiElimina
  15. Lunedì contro il Catania mancheranno sia Pizarro che Ambrosini.
    Chi giocherà a centrocampo con Borja Valero e Aquilani? La scelta cadrà su uno fra Bakic, Vecino e Mati Fernandez, io penso che giocherà il cileno e che uno dei due altri, o magari Ilicic, entrerà a gara in corso per sostituire Borja o Aquila, visto che poi già giovedì si giocherà il ritorno di EL.

    RispondiElimina
  16. Finalmente stamattina si discute di temi nuovi ahahahahah

    RispondiElimina
  17. Di che si parla, Salvatore, preferisci Narciso Parigi? È chiaro che il tema è Ljajic.

    RispondiElimina
  18. Ne giocheremo molte e lui dovrà accontentarsi di un ruolo da comprimario, logico no ?! Mi pare che stai facendo a cazzotti con te stesso. Sul modulo nuovo la risposta l'hai avuta Giovedì ma probabilmente non te ne sei accorto, osserva meglio.

    RispondiElimina
  19. Visto che l'argomento è Ljajic e che si ripetono cose già dette fino allo sfinimento, io ripropongo il mio post di ieri, tanto una ripetizione in più o in meno cosa cambia?

    Anto • 11 ore fa −
    Della situazione di Ljajic si capisce sempre meno, ma io oggi ho fatto un ragionamento, magari sbagliato, ma che vi voglio esporre.
    Abbiamo acquistato Ilicic ad inizio agosto, ma si sapeva che lo volevamo e che lui voleva venire da noi sin da maggio - giugno, quando lui disse chiaramente che voleva venire alla Fiorentina. Si può quindi supporre che i contatti con il Palermo e con il giocatore siano iniziati a marzo - aprile. Dato che oramai pare ovvio che Ilicic sia stato acquistato per sostituire Ljajic (ero perplesso su questo acquisto, ma vista la situazione col Nutella le perplessità mi sono svanite), viene da pensare che fino dalla primavera la nostra dirigenza ha subodorato che le speranze di far rinnovare Ljajic non erano tante. Si può allora pensare (sono tutte supposizioni, mi rendo conto) che la Fiorentina abbia iniziato le trattative per il rinnovo da parecchio, almeno da gennaio forse, e che Ljajic abbia sempre preso tempo (le dichiarazioni dei dirigenti "c'è tempo" " non c'è fretta" mi sono sembrate sospette: excusatio non petita...), per cui Pracià si siano voluti cautelare capendo che in realtà non c'era una reale volontà del giocatore di rinnovare.

    RispondiElimina
  20. A me dei termini usati dal Giogetti importa il giusto sono quelli usati da te che non condivido ma vedo che ricorri alla tattica Auba-Gabbia, adesso scrivi che ti ho interpretato male, per te il "problema" é rappresentato dalla sfida alla risoluzione non dalla complicazione che rappresentava, l'importante é cambiare versione ogni volta che ti accorgi che hai pisciato fuori dal vaso, vedila in questi termini, l'allenatore ha voluto fortemente certi giocatori e la società pur di accontentarlo ha dovuto sforare certi tetti per gli ingaggi, l'avranno fatto per procurarsi dei problemi ?! Risolvibili o meno.

    RispondiElimina
  21. Rispostina dal tono piccato, Ludwigzaller. Vorrrei umilmente farti presente che la Fiorentina non ruota intorno a Ljajic e che ripetere ossessivamente gli stessi concetti non produce passi in avanti nel livello della discussione. Ad esempio, Anto ha introdotto un tema piú attuale: chi giocherà a centrocampo lunedì?

    RispondiElimina
  22. Ahahahahahah, ottima idea Anto!

    RispondiElimina
  23. Esaustivo, semplice e ragionamento condivisibile in tutti i suoi punti ma il problema, falso problema, é quando si ragiona ottusamente su dei dogmi che non esistono tipo rinuncia al giocatore o chiuso dalla presenza di altri campioni che accrescono il valore della rosa; se il paraocchi ed il paraorecchie é troppo ingombrante é inutile scrivere.

    RispondiElimina
  24. A me pareva piccata la tua, e con tanto di risate, ma niente di male. Se su di un blog monotematico come questo ti proponi di parlare sempre di cose nuove credo che tu debba rinunciare in partenza perchè è impossibile. Se mai è l'attualità a dettar legge. Ad ogni modo la mancanza di sostituti a centrocampo è un tema importante che ci fa tornare al modo in cui è stata condotta la campagna acquisti, cioè concentrando molte risorse in taluni settori e non in altri.

    RispondiElimina
  25. Sicuramente a marzo era già difficile rinnovare con Ljajic, bisognava farlo prima perchè nessuno dorme e i parametri zero vanno agganciati con grande anticipo sennò si legano ad altri. Se vai a rileggerti il lungo post che ho pubblicato su Fiorentina.it in margine alle pagelle della partita svizzera, vedrai, Anto che sposo la tua tesi. Ma non considero questa l'unica chiave di lettura. Credo che vada anche considerato un ragionamento che è stato fatto, cioè provvedere la Fiorentina di due autentici attaccanti con fiuto del goal e di pensare una squadra che li assecondasse. Onde Ljajic non appariva più il giocatore ideale. L'ho detto, si tratta un po' di un ritorno indietro rispetto al modulo molto innovativo dello scorso anno. Ma poi alla fine contano i risultati e se Gomez e Rossi, che vedo ultramotivato, si rivelano terminali più utili ben venga il nuovo assetto.

    RispondiElimina
  26. Ma quale mancanza di sostituti, i giocatori ci sono, l'alternativa al Pek, sebbene in ruolo molto differente, é rappresentata da un'interditore utilissimo come Ambro, mancano entrambi e giocherà Mati o Bakic, non scenderemo in campo in dieci. Un vice Pizarro sarebbe servito ma non credo che non ci abbiano provato e non é detto che non arrivi entrò il 2 Agosto, se questa é una squadra monca sei fuori strada, che sia perfettibile o migliorabile é altro paio di maniche.

    RispondiElimina
  27. Non legge, non capisce e quando capisce ('na volta l'anno) se ne sbatte allegramente delle risposte, ha la capacità di approfondimento di un pastore tibetano, é veramente uno spreco di tempo, meglio parlare di Narciso Parigi almeno con una canzoncina si rilassa un po'.

    RispondiElimina
  28. Ne giocheranno, Leo, i soggetti sono Gomez e Rossi, cioè gli stessi del post a cui stavo rispondendo! Giocheranno prevalentemente loro perchè sono capi-bastone in senso buono, giocatori di enorme esperienza internazionale, molto seri, determinati e ben pagati. Questi non mollano l'osso a meno che non vada tutto storto, ma speriamo davvero di no!

    RispondiElimina
  29. Appunto, se uno ride come fa ad avere un tono piccato?

    RispondiElimina
  30. Ok avevo interpretato male.

    RispondiElimina
  31. Leo rileggi Giorgetti e vedrai che si tratta dello stesso concetto che ho provato a farti recepire da mesi:

    "Il problema sarà recapitargli i palloni laddove gli spazi sono chiusi per giocatori senza la tecnica necessaria per frequentarli. Unire il gioco avvolgente alla necessità di innescare Gomez, sempre marcatissimo, mettendolo in condizione di fare il centravanti classico".



    Dunque mi pare che anche per Giorgetti l'avvento di Gomez ponga dei problemi o un problema, integrarlo nel nostro gioco e farlo rendere. Questo significa che Giorgetti è pessimista? Assolutamente no. E non lo sono nemmeno io. Si vuol solo dire che Vincenzo dovrà lavorarci su e lo sta già facendo. Siamo tutti molto fiduciosi, credimi.

    RispondiElimina
  32. I soggetti erano chiari é a te che non é chiaro tutto il resto perché non leggi. Non si tratta di aver giocato o meno al pallone Lud ma di capire un briciolo di sport in generale, con 50 partite e passa in carniere ti é stato spiegato che lo spazio per lui non mancherebbe assolutamente, proviamo con una domanda diretta, con 50 partite da disputare quante ne giocheranno complessivamente Gomez e Rossi ?! Dai una risposta se ti riesce.

    RispondiElimina
  33. Lo scorso anno, Mati, Aquilani e Borja hanno giocato insieme solo nel secondo tempo dell'Olimpico contro la Roma. Quindi, fosse questo il trio di centrocampisti scelto da Montella, sarebbe una novità quasi assoluta. Come sarebbe una novità la scelta di Bakic, che in quel di Moena è stato provato sempre come vice Pek. L'anno scorso Mati mi è parso incidere molto di più a gara in corso che non partendo da titolare, tranne che a Siena e a Pescara: ma il campionato era agli sgoccioli.

    RispondiElimina
  34. La chiosa é di una banalità allarmante, la sostanza che hai ripetuto per settimane si scontra con la scontata risoluzione che comporta la possibilità di schierare uno come Gomez o Rossi, e il non averli sarebbe si un bel problema, che comunque ombra a Ljajic ne farebbero zero.

    RispondiElimina
  35. Può giocare Bakic restando Aquilani e Borja Valero nei loro ruoli, più probabilmente può giocare Mati e lì c'è da decidere chi farà il "play" dei tre, ritengo più improbabile l'impiego di Vecino che play non è. Io avrei un'idea pazza, ma, essendo pazza resterà solo mia (mica possono impazzire tutti). Avanzerei Gonzalo a mediano e metterei Compper a fare il centrale difensivo.

    RispondiElimina
  36. L'avevo scritta in replay a Anto, lo ripropongo qui, visto che Anto ha introdotto la moda del "repetita iuvant": "Può giocare Bakic restando Aquilani e Borja Valero nei loro ruoli, più probabilmente può giocare Mati e lì c'è da decidere chi farà il "play" dei tre, ritengo più improbabile l'impiego di Vecino che play non è. Io avrei un'idea pazza, ma, essendo pazza resterà solo mia (mica possono impazzire tutti). Avanzerei Gonzalo a mediano e metterei Compper a fare il centrale difensivo." che ne dite dell'idea pazza?

    RispondiElimina
  37. Che venga lanciato Bakic alla prima di campionato la vedo azzardata ma Montella ne ha parlato un gran bene, o accentra Borja o Aquilani e mette un Mati o un Vecino mezz'ala o gioca il bimbo, vediamo, sono molto fiducioso.

    RispondiElimina
  38. Idea folle! eh eh eh eh

    RispondiElimina
  39. Sei tu che drammatizzi quella che è solo l'analisi di un mutamento tattico e di uomini. La valutazione è soggettiva ma personalmente ho sempre ripetuto che la squadra di quest'anno mi convince, anche se trovavo molto affascinante l'assetto tattico precedente ed avevo la massima stima dei suoi interpreti. Nel nuovo modulo, oltre all'assenza di Ljajic, sarà da valutare un certo arretramento di Cuadrado che dovrà svolgere compiti difensivi maggiori, a giudicare almeno da quanto visto con il Grasshopper. Ma i conti si faranno alla fine e ritengo la squadra attuale molto convincente, anche dopo averla vista giocare una partita vera.

    RispondiElimina
  40. Jordanone, ne ho parlato proprio ieri a telefono con un nostro collega. Quindi, siamo pazzi in due ahahahah

    RispondiElimina
  41. stefano vienna24 agosto 2013 10:43

    Io ve lo ridico, Ludwig è qui solo per difendere Galliani, della Fiorentina non gli interessa nulla. Tutti gli argomenti che ha portato avanti fino ad oggi, sono strumentali alla difesa del suo assistito. La logica abbastanza semplice è: la Fiorentina non ha puntato su Ljajic, ergo Ljajic ha diritto a cercarsi la squadra che vuole lui. Un giorno, spero presto, lo capirete anche voi. E' tutta una farsa.

    RispondiElimina
  42. A chiarimento di chi non l'ha forse compreso (o magari mi sono spiegato male io), il giorno in cui se ne va per me Ljajic calcisticamente naturalmente è un uomo morto, cioè diventa un giocatore di una squadra concorrente come lo sono tanti altri. Mentre la massima attenzione dedicherò come ho sempre fatto a chi veste la maglia. Sicuramente Rossi, che mi piace moltissimo, e Gomez sono giocatori molto seri, maturi, affidabili, oltre che campioni. Capi-bastoni dello spogliatoio, ho detto, in senso buono, perchè l'esperienza internazionale e il curriculum credo li mettano naturalmente una spanna sopra i compagni che immagino ne ascolteranno i consigli. Quindi è giusto attenderli e vederli all'opera, già giovedì sera mi hanno soddisfatto.

    RispondiElimina
  43. E' azzardata anche per me, ma non si sa mai. A Moena, Bakic mi è piaciuto molto per l'applicazione e la voglia. Mati mi è parso positivo a Zurigo. Io sono molto curioso di vedere come Montella affronterà i tanti impegni ravvicinati e come risolverà il problema della rotazione degli uomini: è la prima volta anche per lui.

    RispondiElimina
  44. La risposta è qui sotto, e anticipa di qualche secondo questo post, non so se l'ha scritto Jordan come appare ma credo di no.

    RispondiElimina
  45. E' telepatia grande Salvatore. L'hai visto l'e-mail?

    RispondiElimina
  46. È tutto un farso, mancava la o Stefano. Basta vedere le risposte qui sotto, se uno ha voglia di perdercisi un po' con lui vengono a galla tutti i limiti tecnici e tattici che lo opprimono, proprio non ne viene a capo, glie l'ho spiegato millanta volte di limitarsi a leggere per fare scuola ma lui duro. Oggi ha pescato il Giorgietti e manco li ha capito cosa ha scritto il giornalista, é impermeabile alla comprensione della materia ma inizio ad ammirare l'abnegazione con cui ci si dedica.

    RispondiElimina
  47. Le uniche certezze le abbiamo la davanti nel duo d'attacco che le giocheranno tutte.

    RispondiElimina
  48. Ho visto bene Mati a Zurigo, se è tornato a posto fisicamente (il ct cileno lo ha convocato) è il centrocampista di maggior classe nei fondamentali del nostro reparto. Non gli vedo alternative. Nella posizione di Pescara, quella del Pek che sostituì, giocò partita magistrale, così farà anche col Catania. E stavolta, contro gli Etnei, Neto lasci perdere la Junonia orithya col retino... 12 milioni dalla Roma per Nutella sarebbero il massimo ricavabile da Nutella in scadenza e comuqnue sempre il doppio di plusvalenza.

    RispondiElimina
  49. Che Pepito le giochi tutte ci ho i miei dubbi, magari...

    RispondiElimina
  50. Tu l'ironia proprio non la cogli eh ?!

    RispondiElimina
  51. Rodriguez regista davanti alla difesa è ipotesi anche affascinante, ma temo non abbia il passo per reggere il ruolo. E poi sarebbe una clamorosa bocciatura del mercato, se alla prima giornata di campionato dovessimo schierare a mediano un centrale difensivo!

    RispondiElimina
  52. A pigliar farfalle c'è andato una volta sola, proprio col Catania e gli è costato tutto il girone di ritorno in panca. Bisognerebbe invece che uscisse senza paura, ma è una parola col clima che c'è dove non può sbagliare nulla. Speriamo che dal 2 settembre, finito il mercato e la possibilità di inventarsi nuove trattative sui portieri, le cose migliorino.

    RispondiElimina
  53. Proviamo a chiedere Pjanic, credo che sarebbe un grande colpo per dare ancora più qualità al centrocampo che è la nostra vera forza. Poi ci vorrà un centravanti di scorta e dispiace che sia stato sacrificato Seferovic. Per il portiere dico Neto fino a gennaio con tempo ampio davanti per provare il suo valore ed eventuale ritorno sul mercato se proprio andasse male.

    RispondiElimina
  54. tra i che son vecchio e di riflesso annebbiato, tra i che un si sa mai chi scrive con questo cazzo di Diskus...

    RispondiElimina
  55. Mati, libero dai suoi cronici problemi fisici, potrebbe essere l'acquisto dell'anno. La posizione da regista non è una novità per lui, visto che era stato impiegato così anche con Sporting e Vilareal. Per affiatamento col reparto ed esperienza parrebbe la soluzione più naturale. Gonzalo mediano potrebbe essere una soluzione, magari non proprio regista ma frangiflutti davanti la difesa. Coi lanci se la cava alla grande, molto di più che con gli appoggi con cui ogni tanto ci procura delle belle strette di culo. Certo che a centrocampo, esordienti a parte, siamo un po' a corto. Anche Hegazy mi pare abbia buoni fondamentali e predisposizione ad attaccare, forse anche lui avrebbe le caratteristiche per essere un buon mediano di rottura.

    RispondiElimina
  56. Il problema per Ljajic sembra continuare ad essere la clausola rescissoria che non vogliono sopra i 10 milioni. Se è così è chiaro che hanno già un accordo col bandito legato ad un limite massimo di spesa, se no non si capisce questo braccio di ferro.

    RispondiElimina
  57. Ho letto il lingo post che citi e non mi sembra affatto che sposi la mia tesi. O non capisco io quello che scrivi o sei tu a non essere chiaro. O non capisci tu quello che scrivo io o sono io che non sono chiaro.

    RispondiElimina
  58. Rodriguez regista davanti alla difesa è ipotesi anche affascinante, ma temo non abbia il passo per reggere il ruolo. E poi sarebbe una clamorosa bocciatura del mercato, se alla prima giornata di campionato dovessimo schierare a mediano un centrale difensivo!

    RispondiElimina
  59. Nuovo modulo quale, io che drammatizzo ?! Lascia perdere Lud, lascia perdere.

    RispondiElimina
  60. Pjanic lo adoravo a inizi carriera, mi misi a seguire il Metz pur di vederlo giocare, mi incantava...Ma bisogna ammettere che in italia si è ridimensionato, ma soprattutto: che ce ne facciamo dell'ennesimo centrocampista offensivo, si fa la collezione?

    RispondiElimina
  61. Confermo che secondo me salvo infortuni che non mi auguro Rossi e Gomez ne giocheranno se non tutte moltissime. Rossi non è al 100% dunque può darsi che Montella gli dia qualche cambio il mese prossimo poi però vedremo molto spesso in campo i due giocatori più pagati e autorevoli della rosa.

    RispondiElimina
  62. Ragazzi, se alle prime di stagione manca il Pek e per sostituirlo si vede in campo una vecchia ciabatta senza piede dentro come Ambrosini, e si pensa a Gonzalo o Hegazy, io cado preda dello sconforto.

    RispondiElimina
  63. Più sotto ti ho chiesto una risposta sul numero prendendo in esame un campione di 50 partite ma vedo che un moltissime la fa da padrone, la solita solfa, nicchiare é meglio, lo so benissimo.

    RispondiElimina
  64. Una soluzione potrebbe essere una clausola medio - alta con percentuale al giocatore, del tipo venti milioni con un 10 per cento. Pareggerebbe i mancati guadagni di Nutello e ci farebbe fare una bella cifra. Visto che sono i soldi la pietra angolare della trattativa, allora facciamo sì che a tirarli fuori sia l'eventuale compratore. Sarebbe una soluzione golosa per tutti,no?

    RispondiElimina
  65. Non sono un computer e non posso prevedere il numero esatto. Ne giocheranno comunque tante. E si è visto già in Svizzera. Rossi pur non al 100% ha fatto un tempo e mezzo.

    RispondiElimina
  66. Lasciando pure stare Gomez, che allo stato attuale non ha sostituti, parliamo di Rossi: reduce da due anni di inattività e un doppio infortunio, gravissimo, allo stesso ginocchio, su 50 ipotetiche partite, quante è in grado di giocarne quest'anno, secondo te? Se gliene fanno fare più di 25 intere, per me sono dei folli. E purtroppo si stanno mettendo in quella condizione...a meno di non rattoppare con Ilicic o Joaquin avanzati, ma cala drasticamente la competitività della Maquina, a quel punto.

    RispondiElimina
  67. Se non puoi prevedere i numeri, come fai a dire che Ljajic avrebbe giocato poco? Quant'è questo poco, su 50 partite?

    RispondiElimina
  68. Pjanic lo stanno provando regista e secondo me può farlo perché ha molta tecnica.

    RispondiElimina
  69. Deyna giocherà Mati che ritengo la soluzione più sicura ma non lo metterei al posto del Pek ma di Borja accentrando lo spagnolo che come play é superiore. Le soluzioni non mancano, la penso come te sui difensori, perché avanzare qualcuno quando siamo zeppi di centrocampisti anche se manca sostanza in interdizione, non che col Pek aumenti chissà quanto.

    RispondiElimina
  70. Sarebbe geniale. E metterebbe completamente fuori gioco Galliani...Non accettasse, o il clan Ljajic non ha troppa fiducia nei mezzi del ragazzo, o l'hanno già promesso a Fester.

    RispondiElimina
  71. Quando deve uscire dal cliché delle solite frasi reiterate va nel panico, neanche accanto ad HAL 2000 sarebbe in grado di computare.

    RispondiElimina
  72. Alla sinistra al caviale mancheranno sempre i cingalesi del Sopra.

    http://www.ilradar.com/fassino-yacht-40-metri-banchiere-sinistra-caviale/

    RispondiElimina
  73. Ma la promessa tanto non avrebbe valore. Credo che una soluzione del genere potrebbe irretirli il giusto. Avrebbero tutto l'interesse a far guadagnare alla società il più possibile.

    RispondiElimina
  74. Ma Ljiajc resterebbe il sostituto di qualcunoo. Leggo di un accordo con la Roma dove avrebbe garanzia di giocare sempre. E mi pare giusto e comprensibile a 22 anni. In alternativa può andare a giocarsi le sue carte in un top-club. Per noi un Ljajic diviso tra panchina e campo è un lusso e infatti non ce lo possiamo permettere.

    RispondiElimina
  75. Parta quindi in missione presso Pradè il grande Salvatore, a proporre la soluzione, eheh

    RispondiElimina
  76. Ehehehe hai preso un sito che in confronto Ferrara c'ha la Kefiah.

    RispondiElimina
  77. Foco, come minimo il 40 metri che ospita Fassino l'hanno fatto con il tuo acciaio.

    RispondiElimina
  78. Snappo, noi ti evochiamo! Ehehehe

    RispondiElimina
  79. Deyna allora mi ripeto. Questa presa di posizione inflessibile del giocatore sul valore della clausola rescissoria mi fa pensare ad un accordo già stipulato col Milan. Es: quadriennale a 2,5 l'anno purchè il cartellino non ci costi più di 10 milioni.

    RispondiElimina
  80. Allora, conoscendo gli individui del controllo qualità, speriamo abbiano abbastanza salvagente a bordo ahahahah

    RispondiElimina
  81. Con questo implicitamente affermi che la Fiorentina non potrà mai fare il salto di qualità, perché non può permettersi un po' di concorrenza di livello in attacco [ma a centrocampo, con Pizarro, Valero, Aquilani, Vecino, Mati, Bakic e Ilicic, per qualche strano motivo sì]. E la soluzione quale sarebbe, far giocare 50 partite a testa a Gomez e a Rossi reduce da uno stop di 2 anni, o metter loro alle spalle giocatori mediocri che si accontentino di raccattare le briciole? Con questo, ribadisco che Ljajic a Firenze giocherebbe tantissimo, senz'altro più delle 28 partite in campionato che ha fatto quest'anno.

    RispondiElimina
  82. perchè tu sei un poeta del calcio, ma le poesie non fanno prosa e soprattutto non fanno punti.

    RispondiElimina
  83. Ecco il passo, mi pare chiarissimo: A febbraio, dopo una serie di sconfitte inopinate Montella decideva quel ritocco al modulo che comportava l'avanzamento di Cuadrado, e l'utilizzazione costante di Ljajic sull'out sinistro con Jovetic falso centravanti. Nella nuova ideale posizione Ljajic incomincio' a segnare regolarmente. Credo sia stato allora, a quel che ricordo, che gli venne proposto di chiudere il rinnovo. Doveva esser cosa di pochi giorni. Ma apparve subito meno facile del previsto. Il momento favorevole era gia' passato e i procuratori erano al lavoro. Forse gia' allora si doveva considerare perduto.
    Dunque come tu hai scritto i dirigenti viola debbono essersi resi conto molto presto che qualcosa non andava.
    Credo che non capisca tu e forse non sei il solo.

    RispondiElimina
  84. Sono così poeta che è un anno che dico che ci vuole un cagnaccio educato a centrocampo, evocando in continuazione Medel, Ralf e compagnia. Certo se mi impongono Ambrosini ricomincio ad alzare il mignolo, a tavola, e sputo anche nel piatto, ahaha

    RispondiElimina
  85. Gianni, un giorno mi spiegherai i tuoi legami con le acciaierie e come vedi il futuro della siderurgia italiana, simbolo del disastro industriale degli ultimi tempi.

    RispondiElimina
  86. La Fiorentina per trattenere Ljajic doveva: a) metterlo al centro del progetto; b) promettergli un grosso ingaggio a salire. Certo può far piacere avere un grosso campione in squadra ma a) lo devi pagare; b) lo devi far giocare. Ciò sarebbe accaduto se si fosse scelto il tipo di progetto che avevo caldeggiato.

    RispondiElimina
  87. Non sai rispondere, punto! Non mancavano conferme, sigillo più sigillo meno é la solita certificazione. Deyna qui sotto un numero lo produce ed é un numero realistico e chi gioca oltre la metà degli impegni non é chiuso da nessuno. Anche il Pek ne ha giocate 29 come minutaggio a 33 anni, non serve coraggio per dare un numero ma un briciolo di conoscenza dell'argomento che tu non hai e che dubito avrai mai visto che non sei un ragazzino e a questa età non s'impara più molto, o si sanno o si snocciola dogmi senza senso.

    RispondiElimina
  88. Non do' i numeri perchè è imprudente e ti espone al rischio di topiche immense essendo troppe le variabili.

    RispondiElimina
  89. Veramente, sei un disco rotto, di arrivare ad una conclusione logica non t'interessa, il passo successivo di un ragionamento non sai compierlo, ripeti, ripeti e basta. Non hai argomenti.

    RispondiElimina
  90. Pjanic non ha né la testa né i ritmi né la panoramica mentale per fare il regista, né adesso né fra dieci anni. Borja non sarà mai un player, è un portatore di palla, un mastice universale.

    RispondiElimina
  91. Le variabili inficiano una previsione che é possibilissima fare anche in loro presenza altrimenti non si spiega perché, tenendone conto anche per difetto affermavi, affermi e continui ad affermare che Ljajic ne avrebbe giocate pochissime. Tu piazzi la trappola e poi c'infili il piede, tutto intero, se ti rendessi conto di essere una contraddizione continua in ogni tuo scritto ti daresti pace e porteresti in fondo almeno un ragionamento.

    RispondiElimina
  92. Ma questa è la realtà, Leo. Il progetto che gli viene prospettato, stare cioè alle spalle di un Rossi e un Gomez a 1,4 di ingaggio non interessa al giocatore. Perchè altrove guadagna di più e gioca di più o in alternativa fa la spola tra campo e panchina ma in un club oggettivamente più importante.

    RispondiElimina
  93. La gran notizia dell'ultima ora è che Ram e Sabatini hanno trovato l'accordo: ora manca quello tra le società, balla un paio di milioni (10 invece di 12).

    RispondiElimina
  94. Allora, mettiamo sul campo il progetto che avevi caldeggiato. Scoperto nei giorni più recenti che la tua proposta era Aubameyang, e che avresti tenuto Seferovic, avremmo avuto un 4-3-3 con [tue parole] Cuadrado inamovibile, Rossi che per autorevolezza, valore e cifre spese deve giocare sempre, e Ljajic al centro del progetto e che deve giocare. Quando giocava Aubameyang, e quante partite? Un attaccante del suo valore ne deve fare almeno 25: se Cuadrado è inamovibile e comunque una bestia a parte come caratteristiche, chi fa spazio ad Auba? Se c'è alternanza, Ljajic non è più al centro del progetto [secondo il tuo pensiero], quindi che cambia? E in tutto questo, quando mai gioca Sefe? Ma soprattutto, ndo si va con un attacco di nani Rossi, Ljajc, Cuadrado?

    RispondiElimina
  95. Intanto un incoraggiamento ai gemellati, affinché le merde comincino subito sbattendo i dentini


    www.youtube.com/watch?v=ONyiAXOXnpg

    RispondiElimina
  96. Sarei partito dal 4-3-3 dello scorso anno, quindi gli esterni Ljajic e Cuadrado, più due attaccanti, uno più classco e con caratteristiche da prima punta e Rossi. Avrei messo in palio ogni volta tre posti tra questi tre senza gerarchie stabilite. Non ho fatto un solo nome per il giovane centravanti perchè ero aperto a varie ipotesi. In questo modo potevi fare vari moduli, dal 4-3-3 al 3-5-2. Si sarebbe trattato di squadra più giovane e sperimentale, questa invece è fatta per vincere subito come ha detto anche oggi Prandelli. È un'altra logica ed un altro impianto tattico.

    RispondiElimina
  97. Io non ti seguo proprio...Prima parli di Ljajic al centro del progetto e di Rossi come capo bastone dello spogliatoio, poi li metteresti a giocarsi il posto in un attacco senza gerarchie prestabilite, magari neanche con un Auba, ma con un Gabbiadini! E se Cuadrado lo vedi come un "titolare inamovibile", come fa a giocarsi il posto? Mah?!

    RispondiElimina
  98. Mah, la Roma mi sembra che da un tre anni compri un po' a cazzo dal punto da vista tattico. Quest'anno giocano col 4 - 3 - 3 classico e a sinistra c'é Totti. Vendono Lamela che aveva fatto un ottimo campionato a destra, posizione in cui Nutellino centra come un termosifone a Zanzibar. Una squadra che ha più centrocampisti centrali che palloni. Sinceramente non capisco ma vabè.

    RispondiElimina
  99. PERCHÈ I "VU CUMPRA'? " NON OFFRONO MAI ABBIGLIAMENTO MASCHILE MA SOLO VESTITI DA DONNA.....? Perché sanno anche loro, da Montolivo a Liajic e passando per Jovetic, che gli uomini non si legano più ad una maglia....Caro DEYNA, meglio Ambrosini piuttosto che un esperimento peregrino; mettere Gonzalo Rodriguez davanti alla difesa sarebbe come se un iceberg soccorresse il Titanic...eh eh eh eh eh. BLIMP, se Liajic va a Roma troverà chi lo raddrizzerà: Totti e De Rossi! Anzi chi lo spezzerà! A Roma Adem dovrà abbassare le orecchie, sia nello spogliatoio e soprattutto in campo; ritroverebbe il tuo nemico, il sergente Garcia...ah ah ah ah ah....L'ideale, in realtà, sarebbe una firma oggi o domattina e magari in campo lunedi! Purtroppo. La clessidra si svuota....a noi la Piramide con denaro, al serbo la Piramide Cestia?

    RispondiElimina
  100. Con quelli che ti ho detto avevi moltissime varianti tattiche a disposizione: il 4-3-3 con Ljajic, Rossi e Cuadrado, ma anche il 3-5-2 con Rossi ed il centravanti giovane che si diceva, oppure il 4-3-3 con al centro il giovane centravanti se si fosse trattato di un giocatore con capacità di manovra come Gabbiadini o Auba. E Cuadrado poteva trovare posto comunque come esterno alto o basso. L'allenatore poteva sbizzarrirsi. Oggi le alternative sono minori a meno che Gomez non resti fuori, ma non lo credo possibile. In pratica disponiamo di un modulo solo, il 3-5-2, molto valido ma è quello. Gomez richiede un certo tipo di gioco e la squadra deve adeuguarsi. Va benissimo ripeto perchè sono fiducioso che Rossi e Gomez potranno in avanti essere un'ottima coppia e segnare molto.

    RispondiElimina
  101. Lud, è la Fiorentina che si deve trattenere per non prendere a schiaffi Ljajic e tutta la sua genia. Se vuoi firmare firmi adesso e senza clausola rescissoria, altrimenti te ne vai dove dico io, o se preferisci ti mando affanculo in tribuna. Vuol dire che daremo una mano in meno d'imbiancatura al colosseo mentre te giocatore pensi a diluire il Topexan nella Nutella per arginare l'eruzione di brufoli. La Fiorentina non è Ljajic. Vinceremo anche senza lui, eventualmente il Sopra potrebbe offrire un lavoro al padre per la manutenzione della Limousine ricoverata nella casa di Ariccia.

    RispondiElimina
  102. Intanto alla vigilia della prima di campionato il Giubba torna molto opportunamente a togliersi sassolini dalle scarpe. Un tempo il ct della nazionale era una sorta di Presidente della Repubblica super partes, questo esterna peggio di Cossiga.

    RispondiElimina
  103. Avrebbe qualcuno la cortesia di spiegarmi come mai Nutella ha chiesto altro tempo per restare concentrato in vista la partita di Lunedì? Ve lo immaginate Ljaijc in campo a Firenze con un pubblico ormai esasperato e non disposto a concedere altri alibi al giocatore? Non credo che Montella lo impieghi a meno di clamorosi ribaltoni. Quindi o il giocatore accetta di rinnovare prima o è un'altra presa per il culo. Per me comunque sia Ljaijc è ormai andato, mi spiace di perdere un potenziale campione ma molto meglio affidarsi a gente che ha motivazioni e ben salda nel programma viola.

    RispondiElimina
  104. Cominciamo con non convocarlo, basta un semplice "Non è sereno".

    RispondiElimina
  105. Interessante la prospettiva della foto, per me sono ginocchia.

    RispondiElimina
  106. Certo Deyna, mentre te cerchi il menisco, io in quelle belle rotule glli faccio un intramuscolo.

    RispondiElimina
  107. Arriccia famosa per la porchetta e per il ponte dal quale, leggenda, si gettano i laziali che perdono scommesse legate al derby. Più che Limousine, per il serbo padre, limoni...come quelli che si mettono in bocca al maiale arrosto. (il senso ê chiaro, credo)

    RispondiElimina
  108. Vedo qualcosa sotto l'indice e non mi sembra un tendine rotuleo

    RispondiElimina
  109. Io vedo piccole e grandi labbrate, a Ljajic naturalmente.

    RispondiElimina
  110. Se non succede niente in questi due giorni per me gioca.

    RispondiElimina
  111. Potrebbe anche essere, è vero, che le gambe siano girate verso il viso e la mano stia solleticando il punto godens. Bisogna allargare l'inquadratura per capire meglio.

    RispondiElimina
  112. La tua realtà, in un mondo inesistente popolato dalle tue fantasie e visioni di un calcio inapplicabile. Troverai nella tua vita no che per una volta é d'accordo con te ?! No, stanne certo.

    RispondiElimina
  113. Se labbrate devono volare che siano per Lud da parte di Delio prima che ammetta il suo amore per i pelati. Non quelli in scatola.

    RispondiElimina
  114. LELE

    Un saluto a tutti



    Lele

    RispondiElimina
  115. Compagnoa Cheyenne che tu mi scambi un culo pe' ginocchi e gli è grave! o quanto l'è che un tu la vedi?

    RispondiElimina
  116. Ragazzi, io ci vado in missione da Pradè, ma temo che il geometra pensionato-baby farebbe una controproposta alla corte dei miracoli: 30% su ogni milione risparmiato sul costo del cartellino!!!

    RispondiElimina
  117. Dimorto. Anzi no, a volte la vedo ancora ma un mi ricordo plù a icché la serve. Che sono grave?

    RispondiElimina
  118. Ehehehehe, questi ex impiegati comunali sono tremendi. Scherzi a parte, Salvatore, pensi che aldilà del caso Ljajic sia un'opzione percorribile per far si che si possa vendere bene un giocatore? Partendo da una cifra concordata, non credi che una percentuale sulla vendita possa in qualche modo arginare il "metodo Galliani"? Il giocatore avrebbe tutto l'interesse a far si che il suo cartellino valga molto e sarebbero bei soldi immediati e non legati a meriti sportivi.

    RispondiElimina
  119. No, anzi, la mancanza di memoria gli è un aiuto 'n certi casi, i peggio l'è ricordassene e non ave' più e mezzi. Ma pe' quello pe' noi cheyenne e c'è tempo, la medicina indiana e la fa e' miraholi!

    RispondiElimina
  120. Pensa te, anche la Pfizer ha spostato gli stabilimenti in India, dannata globalizzazione.

    RispondiElimina
  121. Dal blog del Berciador:

    Immonda Bestia ha scritto:
    agosto 24th, 2013 alle 9:42 am

    Ragazzi, attenti, si sta parlando di gettare un diamante nel bidone della spazzatura come se invece fosse un barattolo di yogurt scaduto in frigorifero.
    E vabbè, sarà spocchioso, avrà i mal di pancia…Ragazzi ma questo ogni volta che entra sconquassa tutti gli apparati difensivi dei nostri avversari.
    Ogni volta che accapa al limite dell’area palla al piede gli vanno addosso in quattro, lascian dei corridoi da urlo, o fanno fallo, o lo lascian tirare o gli lascian fare il passaggio vincente.
    Questo sa crossare, sa tirare, sa smarcare, ora ha cominciato anche a reggersi in piedi alle spallate dei difensori ,o bimbi…
    ma che pensate di trovarne agli usci tutti minuti di queste genti ?

    Quanto vole questo figliolo?
    Diamoglieli e facciamola poco lunga.



    -------------


    Al di là del semplicistico finale, dal punto di vista tecnico la penso esattamente come lui.

    RispondiElimina
  122. Aggiungerei anche che è un grande valore aggiunto sui calci piazzati.

    RispondiElimina
  123. stefano vienna24 agosto 2013 17:22

    Sulla Messizzazione di Adem ho scritto post su post, quindi i dubbi non sono tecnici, ma sulla testa e sull'ambiente che lo circonda. E' un Balotelli serbo, insomma. A Firenze purtroppo certi personaggi non riusciamo a gestirli per varie ragioni. Anche se gli offri tre volte lo stipendio vorrebbe sempre la clausola rescissoria bassa e il prossimo anno ricomincerebbe il teatro vsto quest'anno. L'unica possibilità è che Adem abbia un'epifania tra oggi e lunedì e si reinventi professionista serio come lo sono tanti suoi compagni a Firenze.
    Certo se la Roma vende Lamela a 30 milioni e compra Ljajic a 12 ha fatto l'affare del secolo.

    RispondiElimina
  124. Il campionato non lo vinceremmo neanche con Ljajic, il terzo posto potremmo raggiungerlo anche senza. Un gran bel giocatore e non solo, il Nutella, ma possiamo farne a meno, soprattutto con Rossi e Ilicic. Mi preoccupa molto di più la difesa.

    RispondiElimina
  125. Inoltre, confido molto in Mati.

    RispondiElimina
  126. Se il problema è la clausola rescissoria e torno a dirlo e l'ha detto anche Mencucci oggi, vuol dire che ha già un contratto in mano e sa già dove andare l'anno prossimo. Quindi non credo sia più nemmeno il problema di offrirgli quello che ha chiesto o meno. A parte tutti i problemi legati alle dinamiche salariali di spogliatoio delle quali abbiam parlato fino alla noia, credo che il punto sia la valutazione assoluta del giocatore. Per alcuni è un fenomeno, per altri, e mi ci metto anch'io, ma ci devo mettere anche la Fiorentina, è un ottimo prospetto che ha fatto delle grandi partite e dei grandi numeri ma anche un bel numero di prove incolori da calci in culo, quindi uno che si deve ampiamente confermare ai livelli che ha lasciato intravedere. Avremmo avuto tutta la voglia di vederglielo fare in viola, ma per forza non si fa nemmen l'aceto. A questo punto penso che difficilmente rimanga, spero solo se ne vada subito senza costringerci ad un penoso strascicarsi delle polemiche e portando almeno un po' di soldi in cassa ed il futuro dirà chi aveva ragione.

    RispondiElimina
  127. Fantastico video di Violanews presentato come l'arrivo di Nutellic ai campini tra contestatori e richieste d'autografi. In realtà mentra sta firmando autografi, c'è uno (1) che gli dice di andarsene in fiorentino stretto con la gente che ride. Se queste sono tensioni, per Baggio ci fu una guerra termonucleare.

    RispondiElimina
  128. Intanto Domingo Giaccherini vince contro Osvaldo/Ramirez. E con un suo gol.

    RispondiElimina
  129. della serie "la classe operaia va in Paradiso"

    RispondiElimina
  130. Scaramanticamente il primo periodo è perfetto! Bentornato, l'era l'ora.

    RispondiElimina
  131. Osvaldo è entrato dimostrando tutta la gioia di giocare con Saints. Sta partita non la finisce visto che da un quarto d'ora fà insinuazioni sull'impiego della mamma dell'arbitro.

    RispondiElimina
  132. .....................Possibile rimarremo con il cerino in mano? Possibile di nuovo dilaniati dall'addio di un calciatore? Possibile un miracolo (STEFANO: un miracolo più che un'epifania! Un miracolo, che so una botta in testa, una caduta con botta al cervelletto....boh....) per trattenere Adem? 50 ore a Fiorentina-Catania, credo quella sia la dead-line.............poi...................................................ciao corê!!!!!

    RispondiElimina
  133. Lasciamo perdere la medicina e concentriamoci solo su miraholi. Finché ci si limita ad "alzati!!" fin li ci si po' arrivare, ma quando gli si ordina anche "cammina!!" quello ancora un viene bene.

    RispondiElimina
  134. Sono mesi che vado dicendo che il suo ingaggio deve essere adeguato, che deve essere collocato al centro del progetto e valorizzato. Mi fa piacere che i consensi al mio punto di vista aumentino tanto vertiginosamente,salvo il fatto che venivo qualificato incompetente o peggio quando lo sosteevo. Meglio tardi che mai. Solo che ora è davvero tardi. Aggiungo che per ricomprare un giocatore così che è già nostro ci dovremo svenare.

    RispondiElimina
  135. Guarda che è sempre Deyna e che è sempre stato d'accordo insieme al Colonnello sul dargli quello che chiede. Gli schieramenti sono sempre quelli non ci sono incrementi.

    RispondiElimina
  136. Ciao Foco, ho qualche dubbio, perché l'Agenzia delle Entrate potrebbe sostenere che si tratti di stipendio mascherato e dunque soggetto a imposte e contributi. E ora spero in Toni!

    RispondiElimina
  137. Diamoglieli in buoni pasto.

    RispondiElimina
  138. Ma a te Foco piaceva così tanto?

    RispondiElimina
  139. Cazzo, ora hai anche l'appoggio dell'Immonda Bestia seguace del Berciador! Non mi risulta però che nemmeno lui arrivi alle tue teorie pro-Gabbiadini (o similari) e contro Gomez per assicurare a Nutellic il bastone del comando e la titolarità indiscussa. Non ciurlare nel manico, come sempre è per quello che ti si piglia da un mese per il culo.

    RispondiElimina
  140. "Nessun operatore o squadra, oggi, è disposta a pagare oltre il valore del serbo, valore che oscilla dai 10 ai 12 milioni cash per l'intero cartellino ed è un valore che non si discosterebbe molto da questa cifra anche se decidesse di rinnovare e prolungare il suo contratto, clausola o non clausola".
    Secondo voi, chiedo, è vero che, scadenza o non scadenza, Ljajic vale solo dieci milioni?

    RispondiElimina
  141. Chi, Ljajic? Guarda, io come giocatore lo adoro, ma obiettivamente due milioni non sono congrui a quanto fatto fin'ora. Due milioni li prende Rossi che ha un'altro passato ed un'altra caratura internazionale. Rossi rappresenta un gradino che ancora Ljajic deve salire e una certezza tecnica. Accontentarlo ora avrebbe significato iperpagarlo. Allo stpendio offerto, che poi è quello di un Borja, avrebbe avuto la possibilità di una crescita sicura e di spuntare cifre di molto superiori un domani. Così si imprigiona da solo a cifre non di molto superiori e andando in una squadra che non lo metterà, come dici te, al centro di nessun progetto.

    RispondiElimina
  142. No. A mio modesto parere 12 milioni di euro. Se l'anno prossimo si confermerà potrà salire a 20.

    RispondiElimina
  143. Confermo, ero presente e il contestatore era UNO... Gli altri tutti a chiedere autografi e a incitarlo a restare, quattro ragazzi addirittura da Roma...

    RispondiElimina
  144. Dai Jordan hai scritto molti post volti a ridimensionare Ljajic. Ora assumiti le tue responsabilità.

    RispondiElimina
  145. Ecco ma allora quando Leo scrive frasi così perchè nessuno gli da' torto? (il virgolettato è suo).

    RispondiElimina
  146. Toni che ruba due palle a Montolivo in un minuto e gli fa prendere il giallo è una soddisfazione, sia pur piccola...

    RispondiElimina
  147. Il prezzo lo fà la domanda. Qui da noi per Lamela 35 milioni non li avrebbe offerti nessuno, forse , essendo con contratto lungo, qualcuno ne avrebbe potuti offrire 20. Potenzialmente potrebbe valere poù di Jovetic, ma la storia e l'affidabilità del giocatore sono parametri importanti nel valutare un giocatore.

    RispondiElimina
  148. Però poi scrivi che se la Roma lo prende a 10 dando Lamela a 20 fa un capolavoro. Allora vuol dire che per te vale Lamela o giù di lì. Nel qual caso la Fiorentina per non dargli 500 mila euro rimette 10 milioni.

    RispondiElimina
  149. Fagli i complimenti per il balletto dell'aereo.

    RispondiElimina
  150. Ma qui si fa un caso preciso: ora la Roma offre 10. Quanto dovrebbe offrire se fosse sotto contratto? Sempre 10? Allora i dirigenti della Roma sono fessi.

    RispondiElimina
  151. Hai sbagliato l'autore del post, mai scritto.

    RispondiElimina
  152. Toni li sta mettendo a ferro e fuoco . A ottobre Berlusconi in panchina.

    RispondiElimina
  153. Capita si mescolano i nomi degli autori!

    RispondiElimina
  154. una vera goduria il grande Luca, che sovrasta montolivo e la difesa del Milan, con Romulo uomo ovunque e un gioco un po' alla montella del Verona. Speriamo si mantengano cosi' anche nel secondo tempo

    RispondiElimina
  155. Ma la panchina è un pubblico ufficio e per quella data sarà interdetto ahahahahah

    RispondiElimina
  156. Il Verona mi era parso timoroso e bloccato all'inizio, poi, come spesso accade, il gol subito lo ha sbloccato e ha addormentato il Milan. È lunga, ma speriamo. Certo, se sui calci da fermo, continuano a marcare Toni come nel primo tempo...

    RispondiElimina
  157. incredibile Romulo, contentissimo per lui, e stratosferico Luca, non avrei mai pensato di gioire cosi' per il Verona hellas....

    RispondiElimina
  158. la vendetta degli ex viola é stata consumata, yes my dear

    RispondiElimina
  159. Lud non ti son rimasti che questi puerili tranelli per continuare a prendere di coglione, sei sadomasochista, fustigati da solo.

    RispondiElimina
  160. Ne ho scritti anche uno qui sotto, rileggilo, non mi sembra di essermi mai contraddetto. Il problema non è la valutazione di Ljajic ma le assurdità che dici per poterlo trattenere.

    RispondiElimina
  161. Perché io ho ragione 9 volte su 10, tu sei coglione 11 volte su 10. Non é che manchiamo di ricordartelo sai.

    RispondiElimina
  162. Ti ha risposto Foco. Vale quanto sarebbero disposti a pagarlo e dubito che tu troveresti oggi chi fosse disposto a pagare molto di più perchè non è stato molto visibile. Il fatto è che, se fosse sotto contratto non ci penseresti nemmeno a venderlo a queste cifre, ed ora ci sei obbligato, ma è un discorso diverso che ti si è già fatto, anche questo, millanta volte.

    RispondiElimina
  163. perchè non ha torto e te l'ho appena spiegato sopra.

    RispondiElimina
  164. Se Romulo lo fai giocare dove sa e come sa può essere un giocatore importante

    RispondiElimina
  165. Esultare ai gol del Verona come fosse in campo la Fiorentina. Commovente Romulo, grandissima partita. Gigantesco Toni: a parte i due gol, palesa una condizione fisica strepitosa per un 36enne, che personalmente a Firenze non gli ho mai visto, sarà che quest'anno ha fatto tutta la preparazione...e che ancora non conosce i locali di Verona, eheh. Ridicolo Balotelli nelle sue simulazioni, ridicolo Montolivo. Però a Balotelli è permesso tutto, anche mandare ripetutamente affanculo l'arbitro a due passi, senza essere espulso. Milan a -3, potrebbero essere punti che contano, a fine campionato.

    RispondiElimina
  166. Dopo un anno passato con il tormentone Montolivo non cominciamone un altro con quello di Ljaijc. Se resta sono contento, se va via faremo senza. Ricordo che per costruire una squadra da vertice due anni sono pochi, ce ne vogliono almeno 3/4 (vedi Napoli) ed è necessario passare anche attraverso questi scogli.

    RispondiElimina
  167. Ahahahaha grandissimo Lucone nostro!!!!!!

    RispondiElimina
  168. stefano vienna24 agosto 2013 20:33

    Che le nostre riserve abbiano battuto il Milan fa capire che furto colossale abbiamo subito l'anno scorso. Bravo quel Jorginho di cui si parla molto. Devo dire che a me è piaciuto pure Rafael, una spanna sopra ad Abbiati.

    RispondiElimina
  169. Jorginho invece a me ha un po' deluso, si vede che è giocatore intelligentissimo tatticamente e dall'ottima tecnica, ma non ha brillato come al solito. Ottimo Albertazzi, grande promessa da giovanissimo, che non è ancora esploso come si pensava potesse fare.

    RispondiElimina
  170. https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=N4S8bDzS0BM#t=20

    RispondiElimina
  171. Posto che se decide di andarsene sono fattacci suoi, io penso che se Ljajic va alla Roma rischia, se non di stroncarsi, quantomeno di rallentarsi la carriera, visto il bell'ambientino che lo attende, sia come spogliatoio sia come tifoseria.e poi allo stato attuale passare dalla Fiorentina alla Roma non è certo un passo avanti (come al tempo della cessione di Batistuta ai giallorossi), ma un passo indietro da una società in crescita a una società in declino e ampiamente contestata dai suoi tifosi.

    RispondiElimina
  172. Se il milan resta questo - intendo come uomini, che al "gioco" ci pensa il Vendipartite livornese - ci credo che cerca Ljajic...Ottima anche per questo la fatal Verona, a volte certe decisioni sul filo dell'incertezza vengon prese anche in base a qualche evento del momento, forse il clan Ljajic avrà capito in che banda di raccattati vorrebbero mandare a giocare il ragazzo.

    RispondiElimina
  173. Sono molto felice per Lucone e anche per Romulo. Molto bene il Verona e molto male il Milan, tranne il primo quarto d'ora. Allegri parte sempre al rallentatore, anche se quest'anno le grancasse di famiglia ci avevano benevolmente informati del cambio di preparazione. Balotelli sta migliorando a vista d'occhio: adesso si tuffa anche in mezzo al campo! Preghierina della sera: Eupalla, perché Balotelli prende solo il giallo per aver insultato l'arbitro in modo plateale e reiterato?

    RispondiElimina
  174. Io Lucone l'avrei tenuto a fare il back-up a Gomez. Ma a tanti di voi faceva schifo. Il Milan quest'anno arriva ottavo, non è lui il problema.

    RispondiElimina
  175. Ma infatti fossi in lui resterei nela Fiorentina, gli conviene, al massimo andrei in Inghilterra, magari al Tottenham.

    RispondiElimina
  176. Montolivo da diarrea. Tevez sùbito determinante, altro che cazzi.

    RispondiElimina
  177. Colonnello, non rigirare il coltello nella piaga. Vedere l'Apache segnare con quella maglia è per me fonte di gran dolore.

    RispondiElimina
  178. stefano vienna24 agosto 2013 22:43

    Il terzino sinistro intendi?

    RispondiElimina
  179. Sì, il biondino, scuola milan

    RispondiElimina
  180. L'avrei tenuto piú che volentieri anch'io. Il guaio per noi è che lui voleva fare un ultimo anno da titolare.

    RispondiElimina
  181. stefano vienna24 agosto 2013 22:47

    E comunque non lo darei nemmeno alla Roma.

    RispondiElimina
  182. stefano vienna24 agosto 2013 22:49

    Bravo, l'ho notato per un paio di allunghi, non sapevo nemmeno come si chiamava. Verona comunque da rivedere con calma, dopo il gol si sono veramente esaltati.

    RispondiElimina
  183. Romulo scatenato, pareva Lato, ahaha

    RispondiElimina
  184. Caro Deyna, siccome qualche fava aveva scritto che la Juve aveva comprato un soprammobile rotto e bolso, ecco i primi verdetti del campo. E Il Milan, dato addirittura come contendente della Juve quando senza arbitri si suderebbe la retrocessione, è l'altra cartina di tornasole.

    RispondiElimina