.

.

lunedì 5 agosto 2013

Il GPS per scansare la pioggia nel piNeto "Piove sui nostri volti Aquilani, piove su Ramadani"

A Moena il ritiro volge al termine, la squadra rifinisce, mette a punto, calibra, regola la carburazione prima di partire per la mini tournée con Villareal e Sporting Lisbona, sullo sfondo di un preliminare di EL che darà il via ufficiale alla stagione. Quella per ntendersi della caccia al tre, che da noi non è il numero perfetto ma ci fa rima, tra scaramanzia e lampredotto che è un’altra rima, in una terra di divisioni dove c'è chi lo vorrebbe nero o profumato e a scanso di equivoci ce li metto entrambi, al netto che è la terza rima. E’ stato un gran bel ritiro, Montella ha avuto modo di lavorare con il gruppo al completo, l’entusiasmo ha accompagnato la preparazione, il gruppo sembra già molto unito e motivato, oltre che consapevole della propria forza. Trasuda soddisfazione da tutti i pori, le magliette sudate alla fine di ogni allenamento tradiscono macchie di soddisfazione in ordine sparso, anche la vicenda Ljajic sembra risolversi positivamente, e così lo staff tecnico snocciola i primi dati di una preparazione senza intoppi che grazie a metodologie innovative ha incentivato anche i campioni come Gomez a rimanere sul campo oltre il rompete le righe. Come sempre l’ha fatta da padrone il GPS, il cui utilizzo  è ormai diffuso anche in altre società, ma la forza dello staff di Montella sta tutto nella grande capacità di interpretarne i dati, questo permette di ottimizzare la preparazione e correggere i movimenti sbagliati sul campo. In esclusiva per la Riblogghita ha parlato l’uomo del GPS e non un semplice Tom Tom, che ci ha voluto regalare il risultato dello studio del lavoro sul campo associato alle variazioni climatiche della Val di fassa, ci ha spiegato che questo tipo di analisi ha permesso alla Fiorentina di stabilire senza ombra di dubbi che quando piove è meglio stare fermi perché in questo modo prendi solo l’acqua che cade dove sei tu, se cammini o ti metti a correre, prendi anche l’acqua che cade dalle altre parti. E quasi in contemporanea ci sono arrivati anche i risultati della ricerca sul perché a Firenze a un certo punto è scattata la bramosia di avere Tutunci come presidente, ricerca commissionata dallo staff di Matteo Renzi per capire come mai ci sia stata una fuga di cervelli dalla città, i risultati non ci aiutano a capire i motivi di questa transumanza d’intelligenze, però un dato interessante ci viene dato comunque, perché si evidenzia una sorta di bulimia dello sbirciare, che mostra, insomma, come in una parte della tifoseria sia aumentata la voglia di sapere i cazzi degli degli altri, e infatti la relazione a proposito dei promulgatori della mozione Tutunci termina così “Avere la mente molto ristretta permette di guardare dal buco della serratura con tutti e due gli occhi”. L’associazione degli otorinolaringoiatri intervenuta anch’essa per sfruttare l’attenzione mediatica è stata l’unica a mostrare entusiasmo per i risultati, dando valore importantissimo a certe menti, ritenute persino fondamentali per il proseguo della loro stessa professione, un noto dottore dell’orecchio ha voluto riconoscere come fossero addirittura strategici i visionari della pontellizzazione, perche certe teste sono indispensabili proprio per tenere separate le orecchie. Mentre a margine di questo importante congresso medico ha voluto prendere la parola anche un esperto di malformazioni congenite che ha chiuso i lavori dando i risultati di uno studio su 100 juventini in fin di vita, e tra gli applausi scroscianti ha concluso che la gobba può spianarla solo la tomba. Per quanto riguarda l’ennesimo attacco di Galliani ai nostri forzieri, bisogna tenere conto che l’AD rossonero è sato mosso dal bisogno, costretto cioè ad agire così per lo stesso motivo per il quale un povero ruba del cibo alla Coop, quindi bisogna usare il buonsenso e la comprensione prima di accanirsi come è già successo con Corvino, ma anche con Della Valle, adesso con Ramadani, e ultimo il Milan più in generale, al quale dobbiamo invece  riconoscenza per averci liberato di Montolivo e permesso di portare in Italia Borja Valero. Se proprio non sarà possibile trattanere la rabbia, e prima di vedere nuove pontellizzazioni, consiglio atteggiamenti più distaccati, e quando dico questo penso a una visione più panoramica dell’insieme, no a chi usa la vista in maniera ottusa, no al desiderio di una nuova crociata, no alle parrucche e ai nasi finti contro Galliani, perché anche a Milanello, da lontano tutto sembra bello e buono. L’importante è rimanere fuori dal raggio di percezione olfattiva.

102 commenti:

  1. Preso atto che non sono il solo ad aver avuto o ad avere un contenzioso con Jordan (sono in compagnia di Guetta e Chiari almeno) gli vorrei fare una dichiarazione di simpatia e stima. Forse siamo tutti un po' nervosi ed inquieti, io per primo. La vita adulta purtroppo è spesso punteggiata da momenti difficili, chi è grande li sa fronteggiare ma un prezzo allo star sempre in prima linea, tra lavoro, affetti e quanto altro si finisce sempre per pagare, purtroppo. La crisi economica che è poi crisi generale del paese non aiuta a star bene. Ne soffriamo tutti, e nessuno può dirsi davvero non coinvolto. Non si può fare, Blimp, come nel Decamerone, ritirarsi in campagna mentre in città infuria la peste perchè la peste, cioè la crisi generale, ci coinvolge tutti e prima o poi ci viene a pescare. Delle discussioni di ieri mi ha colpito la presa di posizione di molti sulla eccessività staticità della difesa. Come se questi nostri difensori fossero abili solo sui calci piazzati oltre che come cagnacci sull'uomo. Non ho questo ricordo, anche se delle partite si perde velocemente memoria. A me pare di ricordare che Tomovic e Roncaglia si sganciassero molto spesso, uno per linee centrali (Facundo) l'altro sull'out sinistro. Ho il ricordo di un Savic che anche lui non resta sempre fermo nella propria area. E di Gonzalo si è detto, contro Traversi, che non lo stima che non è propriamente un difensore tradizionale, ma un costruttore di gioco che deve far ripartire l'azione senza sprecare la palla e poi dialogare coi centrocampisti, il che mi pare faccia sempre. Per lui parla poi la caterva di goal segnati. Insomma direi che la squadra possiede un ottimo equilibrio tra le due fasi, offensiva e difensiva, e che questi rimpianti di Deyna, interlocutore ideale perchè sempre correttissimo e intelligente anche quando non siamo d'accordo, siano frutto della reminescenza di un modello ideale, quello del calcio olandese totale, che è stato applicato poche volte. Io per me tengo Vincenzo che mi sembra un grandissimo per gli equilibri che trova, la chiarezza cartesiana degli schemi da manuale o corso a Coverciano, la capacità di coinvolgere tutti negli schemi sia di attacco che di difesa.

    RispondiElimina
  2. Ciao Ludwigzaller, direi che la crisi generale viene a pescare tutti prima o poi, tranne quell'1-2% della popolazione mondiale che invece sta pescando da diversi anni i soldi del 98-99%.

    RispondiElimina
  3. Ovvio che i nostri difensori non passano tutto il loro tempo fermi in area, ma si parlava di partecipazione al gioco d'attacco, e in questo vedo attivo - e non così spesso - il solo Roncaglia. Rodriguez ha segnato 7 gol, è vero, ma oltre ai due rigori gli altri 5 vengon tutti da palle inattive, così come i gol di Savic. Gonzalo imposta, lancia, è il regista difensivo, un po' come il Krol napoletano di fine carriera, ma in avanti non va. Non ho rimpianti per il calcio totale olandese, se applicato a noi, perché se in questa squadra i difensori si mettessero ad avanzare sistematicamente su azione cercando il tiro o il cross, verremmo fatti a fette. La stessa Grande Olanda, del resto, per potersi permettere le avanzate di Krol, Suurbier, Haan e a volte Rijsbergen [nel '74, in luogo di Hulshoff], schierava a centrocampo gente come Neeskens, Vah Hanegem e Jansen, tutti fortissimi in interdizione. Non è la stessa cosa che mettere in campo Pizarro, Borja Valero e Aquilani...

    RispondiElimina
  4. Tomovic per vie centrali non si è mai sganciato, mai, ma come tu stesso ammetti la memoria gioca brutti scherzi e può succedere. Facundo qualche incursione ha provato a farla, non solo il goal a Parma si ricorda ma anche altri tiri da fuori che potevano avere miglior fortuna. Ieri non è stato scritto di staticità difensiva, non son bloccati dietro con l'elastico, eppure è stato scritto chiaramente. Quello che ti viene spesso contestato è proprio questo, giungi a conclusioni che nessuno ha scritto o lasciato intendere e vorresti poi che uno desse spiegazioni su quelle affermazioni. Non capisco perché tu distorci sempre gli scritti dell'interlocutore per variare sempre il tema dell'argomento, è sempre un rincorrere un nocciolo dietro l'altro, si parte con Cuadrado "attaccante" e si finisce con cosa significa mezz'ala, si parla di mediana e si finisce con la difesa bloccata, così non c'è gusto perché non si porta in fondo una discussione che sia una. Non so se modifichi e intendi sbagliato apposta perché non sai dove andare a parare o se hai problemi a comprendere quello che leggi quando non lo salti. Sulla questione del CV sorvolo, sei tu che, un'altra volta, giungi alla conclusione che sia un'intenditore, di certo, se tu sei un'appassionato (che poi descrive "esattamente" quello che ha visto e succede in campo [questa le batte tutte tutte!]) io sono un premio nobel di frequentazione ad un sito in cui tutti parlano di calcio. Intendiamoci, è solo un paragone che riguarda noi due.

    RispondiElimina
  5. stefano vienna5 agosto 2013 10:04

    C'è qualcuno, ta parenti, amici, procuratori, faccendieri di Adem che spieghino al ragazzo che al massimo fra due anni guadagnerà sette milioni all'anno? O l'abbiamo capito solo io e Deyna?

    RispondiElimina
  6. stefano vienna5 agosto 2013 10:18

    Escludendo la possibilità che Galliani attinga ai fondi neri delle Isole Cayman per accontentare mezza famiglia Ljajic.

    RispondiElimina
  7. colonel.blimp5 agosto 2013 10:23

    Ecco, si è aggiunta una nuova figurina al tormentone Ljajic: l'avvocato Vaginagratis. Al suono, lo preferisco agli altri ormai innumerevoli del clan balcanico, degno di un grottesco wellesiano-mankiewicziano e che sta cercando di ammazzare la carriera di un fulgido talento. Ma la mamma, l'è maiala, che non ne ha parlato ancora nessuno dei media?

    RispondiElimina
  8. ... come ad esempio nella vicenda Lentini!

    RispondiElimina
  9. Ti ringrazio per le preoccupazioni ma non sto soffrendo nessun particolare momento di stress, fortunatamente. Gli unici motivi me li danno interlocutori cazzoni come il citato. Pensando a quelli che brigano con te dovrei ricambiare le possibili scusanti, magari le hai, se le hai me ne dispiace.

    RispondiElimina
  10. stefano vienna5 agosto 2013 10:35

    Da fan della prima ora, ormai me ne sono fatto una ragione: Adem non resterà a Firenze. Ci sono in ballo talmente tanti soldi che nemmeno il papà se ne rende ancora conto. Non escluderei che ci siano anche accordi sottobanco per girare all'entourage di Ljajic una cospicua quota del futuro transfer. Cose simili sono avvenute con Messi e altri top player. A questo punto bisogna sperare che non vada al Milan. Infondo anche Baggio avrebbe fatto bene a restare a Firenze, ma finì dove non doveva finire. Ma all'epoca c'erano i Pontello, adesso i Della Valle, tutta un'altra storia. Perderanno Ljajic, ma non si faranno convincere sottobanco come i loro predecessori.

    RispondiElimina
  11. stefano vienna5 agosto 2013 10:37

    Appunto, solo che i soldi dalle Cayman arriveranno direttamente in Serbia, dove non verranno mai trovati. Seriamente, non penso proprio che il papà di Ljajic si sia fatto convincere da Galliani per 200.000 euro. C'è sempre un limite alla stupidità umana, anche se in alcuni casi il limite tende all'infinito.

    RispondiElimina
  12. stefano vienna5 agosto 2013 10:45

    Non che in Italia le maglie fiscali siano così strette, altrimenti avrebbero messo i sigilli a Milano 2 al primo movimento di ruspa.

    RispondiElimina
  13. Aspettiamo a vedere la conclusione della vicenda: continuo a pensare che non andrà al Milan. E prima di Milano 2, anche Brugherio...

    RispondiElimina
  14. Fanno testo le parole di ADV "Il giocatore vuole rnnovare", mentre la storia insegna che se non sarà cpsì, non sarà venduto al Milan, se è solo lì invece che vuole andare, ci potrà andare ma dopo un anno lontano dai riflettori. Per me rinnova.

    RispondiElimina
  15. attento a promettere a quei serbi! se poi non li guadagna li vogliono da te!

    RispondiElimina
  16. Se Galliani s'è messo d'accordo con Furtula e ci rubano anche l'erba di' Franchi

    RispondiElimina
  17. ho idea che i soldi delle Cayman gli servano per sè e non per un'orda di serbi assatanati.

    RispondiElimina
  18. Jordan allora rifletti perchè aprire tre fronti e forse altri non mi pare un buon sintomo.

    RispondiElimina
  19. Tu Leo rientri in una tipologia diversa da Jordan. Jordan è probabilmente un incazzoso con tesi forti sue e personalità. Se si accorge di essersi sbagliato non torna indietro volentieri come su Neto. Tu invece Leo stai provando a vivere di luce riflessa perchè non hai forti ipotesi da portare avanti. Io infine sto qui in vacanza perchè le mie autentiche passioni sono la ricerca, lo studio, la letteratura ed il mio lavoro di imprenditore. E naturalmente l'amore. Di calcio ragiono volentieri ma non è un tema centrale. Quindi non ho frustrazioni particolari o ambizioni represse.

    RispondiElimina
  20. stefano vienna5 agosto 2013 11:32

    Una domanda: ma non si potrebbe trovare un accordo per il rinnovo in cui ci sia una quota della futura cessione che possa essere girata al giocatore? Penso ci siano precedenti all'estero.

    RispondiElimina
  21. Non se ne sta fuori Salvatore, ahimè è così!

    RispondiElimina
  22. Lud qui se c'è uno che cerca di mettersi sempre al centro dell'attenzione non sono io, basterebbe avere un briciolo di decenza e rileggersi un po' di editoriali e vedere quanto aneli ad essere considerato da qualcuno, scrivendo anche sciocchezze che col calcio non c'incastrano niente. Anzi, penso proprio che tu, non essendo minimamente chiavato sull'argomento ne scriva di tutte e di più proprio perché così sei quelle che riceve più cure, più attenzioni, lo dimostra anche il modo con cui tu snoccioli dottorati e mezzi titoli che per parlare di questo argomento non servono a niente, non ti servono a niente, di fatti ne parli con una proprietà di chi muove i primi passi, in fase neonatale sull'argomento. Ma a te che importa, l'importante è apparire, il quarto d'ora di notorietà può capitare a tutti diceva Warhol, peccato che tu non stia raccogliendo quella.

    RispondiElimina
  23. La differenza sta nel fatto che tu per emergere devi parlare di me. Altro da dire non hai di interessante. Nel ciclismo saresti definito succhiaruote.

    RispondiElimina
  24. Mi sembra un po' straniante e surreale questa visione competitiva del blog...

    RispondiElimina
  25. Sicuramente lo è Deyna ma avrai spero notato che io non soffro di smanie competitive con te ad esempio e che non mi danno l'anima per commentare ogni tuo post dandoti torto. Questa cosa mi sta invece accadendo con altri da un po' di tempo e secondo me fa perdere tempo e spazio a tutti. Stranamente anche Guetta ha un utente che gli dà torto sistematicamente del che secondo me giustamente si scoccia.

    RispondiElimina
  26. Tra parentesi, vorrei informare coloro che non sono stati curiosi come me, che il Chiari sul blog del Guetta ha supportato le tesi di Jordan circa il comportamento della stampa sportiva, non solo locale. Consapevole di essere di fronte a due forti personalità, ma un bel punto e a capo noo? Non è un invito, ma un mio augurio.

    RispondiElimina
  27. Forse vi farà incavolare ma personalmente mi ritrovo in Guetta quando scrive: "Io accetto la critica, non l’offesa e vergognoso è un’offesa". Si può discutere sul fatto che "vergognoso" sia offensivo ma il discrimine tra offesa e critica andrebbe sempre tenuto presente. E quindi evitare frasi come: "non capisci nulla".

    RispondiElimina
  28. Sono d'accordo con Vitale, eventuale linea dura per Adem e famiglia, e il portiere si decide dall'interno.

    http://www.violanews.com/news-viola/vitale-ljajic-rinnova-o-sta-fuori-20130805/

    RispondiElimina
  29. Lud, ma se si fosse usato "spudorato", che è un sinonimo, ma non avvertito, da un mio punto di vista, parimenti offensivo, pensi che ne sarebbe seguita la stessa querelle?

    RispondiElimina
  30. L'offesa sta soprattutto nel modo in cui si dicono certe cose. Se dico che Guetta, berciando, offende le mie orecchie, non lo offendo, ma esercito un legittimo diritto di critica. Se lui si offendesse, dimostrerebbe solo scarso senso critico.

    RispondiElimina
  31. LZ tu non solo non leggi cosa si scrive a te, ma non leggi nemmeno i dissidi altrui e ciononostante ti vuoi mettere nel mezzo e giudicare e poi, se ti si tratta male, ti offendi. Io non ho detto al Guetta che lui è vergognoso, ma che i media fiorentini e non, nella stragrande maggioranza, (di cui lui è stato parte, ma non principale, c'è chi ha fatto molto peggio), hanno condotto una campagna VERGOGNOSA contro quello che oggi, che loro vogliano o no, è il portiere della Fiorentina. Se lui si vuol sentire personalmente offeso faccia lui, ma io non ritengo di averlo fatto.

    RispondiElimina
  32. Le critiche sono la linfa vitale di un blog. Le offese la pietra tombale.

    RispondiElimina
  33. La campagna anti - Neto non solo è vergognosa, ma è anche profondamente autolesionista. Se il mister ha fatto la sua scelta ( e non ci sono ad ora prove del contrario), questa va sostenuta ed eventualmente criticata se ce ne sarà motivo. Denigrare preventivamente è da frustrati, non da critici. Guetta su offende facile, ma non si pereta quando c'è da buttar merda su un ragazzo di 24 anni che ha ancora tutto da dimostrare. Chi cerca visibilità è lui, che porta argomenti lesivi e non supportati per riempire un blog e qualche trasmissioncina del cazzo. Tanto sul carro dei vincitori si fa sempre in tempo a salirci.

    RispondiElimina
  34. Gonfia guarda che io col Giambattista "Chiari" come persona non ho proprio nulla e lo stimo e l'ho detto e ridetto, una brava persona, generoso, estroverso, espansivo (quando non c'è da metter mano al borsellino, ma questo l'ho solo sentito dire, magari è una leggenda metropolitana). Tra l'altro se non è più qui non credo sia a causa mia, anche se i dissidi non sono certo mancati, perchè il casus belli finale fu altro. E' una brava persona ma ha un approccio difficile al dialogo, si mette facile di traverso e non lo raddrizzi più, perde le staffe e la misura, quindi o abbozzi preventivamente o ci batti di punta. Siccome a me non riesce abbozzarla, i miei difetti me li vuoi lasciare anche a me? c'è una certa idiosincrasia di rapporto epistolare. Son convinto che a quattr'occhi saremmo invece grandi amici.

    RispondiElimina
  35. Io questa campagna non la vedo. Figurarsi Foco se Guetta o altri farebbero campagna contro un campioncino arrivato a Firenze a miracol mostrare. Il fatto è che di questo calciatore non si è convinti, e per ragioni oggettive. Sono giudizi magari non condivisibili ma non credo che Guetta sia pagato dai procuratori di Julio Cesar per inguaiare Viviano.

    RispondiElimina
  36. Per chi vuol documentarsi e a supporto della critica di Jordan, vi rimando al post del Guetta del 20 giugno scorso "Non scherziamo"

    RispondiElimina
  37. Per inguaiare Neto, naturalmente.

    RispondiElimina
  38. Ne ho già troppi di difetti, quello che volevo dire è che vi stimo entrambi, proprio indipendentemente. Di forza 'un si fa nemmen l'aceto.

    RispondiElimina
  39. Lud, ma prima di rispondere che non vedi una campagna di Guetta contro Neto, l'hai letto il post che ti ho indicato sopra?

    RispondiElimina
  40. Io la vedo eccome invece. Perché si dà un'interpretazione del tutto soggettiva delle idee di Montella, sempre e comunque contro Neto. Perché si favoleggiano trattative per portieri mediocri, piuttosto che accettare altre valutazioni. Perché si parla di un portiere in difficoltà quando ha dimostrato di star bene e dallo staff viene confermato. La stampa locale io la leggo da tifoso fuori sede e ne ho una visione abbastanza libera da condizionamenti. Di intenditori non ce n'è, di presunti tali è piena.

    RispondiElimina
  41. colonel.blimp5 agosto 2013 14:20

    Lud, la legge della maggioranza vale solo contro gli altri, mai contro di te: siccome Chiari e il Berciador hanno conflitto con Jordan allora anche tu hai ragione ad averlo... Non credo che sia pagato dai procuratori di Julio Cesar per inguaiare Viviano: e chi mai l'ha sostenuto? Una campagna vergognosa? Se c'è insulto segua querela. Ma son tutti sogni e incapacità di discutere di calcio, tant'è vero che non ha saputo dar risposta sul piano tecnico al Pat. E la più risibile: vieni solo per contestare. E se fosse? Devono venire solo quelli che leccano le barbe del cazzo, come quell'immondezza umana dell'Antonello? Una tribuna illiberale, gestita da un buzzurro e buzzone, senz'arte né parte. Circa la visibilità, Buana sul sitollock ne ha il doppio: 'sta soupe au lait bercia da trent'anni in esclusiva eppure non riesce a raccattare in blog più che amici e cugini e quando fa capolino uno «straniero» a dire che non è d'accordo strepita, offende sul personale, censura. A caghèr!!!!!!! Una precisazione definitiva per Lud, strumentalizzatore degli scazzi sitollockiani: da questo blog sono andati via Zemanviola, accusando Pollock di avergli censurato un post (???); Tocca, per scazzo con Louis, Louis, per scazzo con me; Chiari una prima volta per scazzo con Jordan, una seconda (dopo che tanto avevo fatto per farlo rientrare) perché, senza motivo alcuno, mi ha dato del servo di Jordan tre volte almeno nella stessa giornata (va bene che il Cretino dei Neretti, amicone dello Snappo e gran cretino, grande incompetente, gran mascalzone, gran sfigato, gran fallitazzo al cospetto di Dio ed egli uomini, ci aveva definiti «compagni di merende») e io gli ho detto che non volevo dialogare più con lui, onde gli ha preso dispetto. Tu, con tutto questo, caro Lud, non c'entri un cazzo ma lo tiri fuori per cercar di puntellare le tue ragioni contro Jordan.

    RispondiElimina
  42. Se tu non vedi la campagna che è stata fatta contro Neto vuol dire che sei cieco e allora cosa vuoi vedere del calcio? Lasciamo pure perdere gli antefatti ed il comportamento partigiano fino alla piaggeria tenuto per imporre invece Viviano ai tempi del portiere tifoso con conseguente affossamento per quanto fosse possibile del rivale e veniamo all'oggi.E' un mese e mezzo che la società ha annunciato la sua fiducia al giovane Neto, e l'ha annunciata nella persona del suo allenatore, del DS e del presidente Cognigni,quindi a tutti i livelli, con la riserva di vedere come il giovane reagirà all'incarico. Cosa avrebbe fatto una stampa amica? Tutto il contrario di quello che ha fatto, basta registrare i fatti e dire che doveva essere il contrario. Ogni portiere sul mercato, ogni giorno, era trattato dalla Fiorentina, dai quasi pensionati come Sorrentino e Storari ai quasi cassa integrati come Amelia, ai giovani stranieri come Sommer e Mihaylov, ai mezzettoni italiani come Agazzi, persino lituani, albanesi, chiunque fosse in vendita lo trattavamo noi. Che poi, intervistati, i procuratori e le società interessate negassero ogni contatto è un dettaglio: Doveva essere così. Avrebbe invece dovuto non dico nascosto, perchè non c'era nulla da nascondere, ma, almeno non inventato niente per non turbare tranquillità e fiducia di un giovane che si stava giocando la carriera. Se fa una bella parata non la vede nessuno, non ha preso ancora un goal in partite ufficiale nè ha fatto errori, però per il genio di Radio Blu è vicino alla bocciatura e ci scrive un blog su. Prende un goal alla partitella di allenamento e ci scrivono un articolo inventandosi una papera. Ogni giorno ci dicono che il Verona lo vuole, ce lo porterebbero in macchina. Ma tu non vedi campagna mediatica! Non dire cazzate, anzi non farmele dire per riderci su, Il Guetta non è certo pagato da Julio Cesar, è solo vittima della sua incompetenza e della scarsa personalità rispetto alle leggi del branco, perchè i bulli che tanto temi, nel caso, sono loro, i nostri media.

    RispondiElimina
  43. Se non metti il link Gonfi obblighi a un grosso lavoro.

    RispondiElimina
  44. Veramente ha lasciato libero Jordan di contestare ma non di offendere. Che debbo dire? Su questo concordo. Discutere si può offendere non si deve. Sennò o quell'altro ingolla l'offesa o si difende (credo sia inevitabile) e allora sono guai per tutti. Jordan a cui pure riconosco originalità di vedute e voglia di difenderle dovrebbe però ogni tanto darsi una regolata.

    RispondiElimina
  45. Non scherziamo
    Inserito da admin il 20 giu 2013 6:36 am. Categoria: Fiorentina.
    Voglio sperare che anche solo immaginare una Fiorentina con Neto portiere titolare sia stata una manovra diversiva per costringere il Cagliari a far calare il prezzo di Agazzi.
    E su questa trattativa mi tengo le mie robuste perplessità, visto che non ho ancora capito il perché si pensi di spendere 4/5 milioni per il numero uno sardo e non si immagini invece di puntare a tenere Viviano con la metà di quanto richiesto dal Palermo.
    Però mi fermo di fronte ad altre perplessità, che sono molto più importanti delle mie ed appartengono a Montella, non proprio un estimatore di Emiliano.
    Ma Neto titolare proprio no, non è questa la stagione degli esperimenti: Neto ha avuto le sue possibilità e mi pare le se sia giocate malissimo.
    Nessuno ha saputo spiegare perché sia stato acquistato a caro prezzo (dai lunghi viaggi in Sudamerica di Corvino dal 2009 al 2011 sono arrivati lui, Kerrison, Bolatti e Romulo…, niente a che vedere con le grandi spedizioni nell’Est!) e comunque cominciare con lui vorrebbe partire psicologicamente con un bel macigno sulle spalle.
    Non scherziamo, per favore.
    Ti basta leggere, ora

    RispondiElimina
  46. Questo è chiaramente un incitamento al giovane appena investito del ruolo. Ma tu non vedi...

    RispondiElimina
  47. O cazzo, ma darsi una regolata con te è difficile, sei un provocatore nato! Mi dici dove avrei offeso quel tronfione (ora non conta)? a dirgli che è stata fatta una campagna mediatica (da parte della stragrande maggioranza dei giornalisti) VERGOGNOSA l'ho offeso? Ma andate a fare al buio tutti e due!

    RispondiElimina
  48. Gonfia, comunque, se non c'è, non è certo per decisione mia, ma solo sua, ci mancherebbe che dove sono ospite mi mettessi a dire chi entra e chi no! Comunque se là dove si puote ciò che si vuole vogliono fare un cambio Chiari-LZ io firmo. Perlomeno il Chiari è un brav'omo.

    RispondiElimina
  49. La scommessa con Toni, Gomez che non arriverà e scemi chi ci crede, affari dati per sicuri che poi non si verificano. Se queste cazzate le scrivo io qui non creo danno ( se non alla mia immagine di essere con pollice opponibile), se invece vengono presentate su organi di informazione, per quanto piccoli, allora il danno si fa eccome. Non si può sempre sparare a caso confidando eventualmente nella memoria labile di chi legge. Soprattutto se con quello che si scrive o dice poi ci si mangia.

    RispondiElimina
  50. Qualcosa di rotto si po' raccomodare e può servire, quello che non esiste non esiste, e basta.

    RispondiElimina
  51. Quanto è brutto e triste quel blog, letteratura zero, fiha zero, rutti e scorregge zero, moccoli zero, cucina zero, comfort zero (vorrei vedere di là se qualcuno ha mai avuto il coraggio di fare outing), e discussioni sulla Fiorentina quasi zero se discordi dalla maggioranza con la lingua più lunga della cravatta. Un grigiore a immagine e somiglianza del suo padrone di casa, ma d'altronde, da uno che da una vita si tiene 'Uggia come spalla, cosa c'è da aspettarsi?
    P.S. Spero di rivedere presto qui il Chiari, Louis, il Tocca, AntoineRouge, Deep Purple e vari altri che mancano da un po'.

    RispondiElimina
  52. Si legge di un trattativa molto vicina a chiudersi per Julio Cesar. Mi pare che finora la scelta della società si sia sempre indirizzata su giocatori maturi, al vertice della carriera e in grado di offrire subito un rendimento significativo come Gomez o Jaquin. Più dubbi si nutrono sui giovani. Ora sarebbe davvero increscioso se questo principio non venisse applicato alla scelta del portiere. Il portiere infatti per definizione deve essere esperto ed affidabile. E risente meno degli acciacchi dell'età rispetto ad un centravanti.

    RispondiElimina
  53. Della trattativa molto avviata per Julio Cesar si legge da un mese, come si ha già in mano Agazzi, Sorrentino, si aveva Mihaylov, si aveva Sommer, penso che si giochi con undici portieri. Ilicic ha un anno più di Neto, Ljajic ne ha due di meno, Rossi due di più, Cuadrado uno di più, Savic due di meno, Alonso uno di meno, c'è anche un bel gruppo di giovani insieme ai più esperti e Neto ha esattamente la stessa età di Superchi ed un anno più di Sarti quando debuttarono nelle rispettive Fiorentine dei due scudetti. Increscioso è un termine abbastanza fuori luogo per un purista della lingua come te. Significa "che dà noia, che riesce molesto" o, peggio, indica qualcosa di riprovevole. Non vedo proprio cosa ci sia di riprovevole nella scelta di un giocatore. Potevi dire rischioso ed era più appropriato, ma il rischio lascialo calcolare a chi è preposto a farlo, a che ci si gioca soldi e carriera, a chi è pagato, e tanto, per farlo perchè si presuppone che ne sappia di sicuro più di te.

    RispondiElimina
  54. Scusa Lud, ma oggi sembra che io ce l'abbia con te, ma non è così, credimi. Primo, non hai commentato il post del Guetta che ho copiato, circa la cosiddetta campagna "vergognosa" contro Neto. Secondo, mi indichi un "portiere esperto e affidabile" dopo averne specificate le caratteristiche? Ti suggerisco di non prendere ad esempio un Sarti, un Superchi o un Toldo, come risaputo erano dei "mostri" prima di approdare alla Fiorentina e non fanno testo.

    RispondiElimina
  55. Sarti, Albertosi, Superchi, Galli, Toldo: tutti lanciati giovani nella Fiorentina, tutti con ottimi risultati. Tutti non più grandi di Neto quando hanno partecipato a progetti vincenti [scudetti da albo d'oro o rubati, coppe, campionati di B].

    RispondiElimina
  56. Deyna, sono un pessimista minimalista, ahahah!

    RispondiElimina
  57. colonel.blimp5 agosto 2013 16:01

    Julio Cesar sarebbe sceso alla richiesta di un biennale a 1,8: mi sembra una favola ma se così fosse penso che per Neto sarebbe il de profundis..

    RispondiElimina
  58. Premesso che se la società punta su Neto significa che il giocatore è stato valutato all'altezza, e come dice Vitale il portiere va valutato solo dall'interno, se invece dovesse arrivare Julio Cesar con un biennale ribassato, fors,e alla fine ne gioverebbe anche Neto che troverebbe modo di giocare in un ambiente meno prevenuto. Avrebbe poi l'età giusta per rientrare alla base. Sono convinto però che prima di mollarlo, conoscendo le sue qualità, bisogna proprio che arrivi qualcuno del calibro di Julio Cesar.

    RispondiElimina
  59. colonel.blimp5 agosto 2013 16:20

    Il Julio Cesar della Confederations è ancora un mostro. Ma dopo i Mondiali? Neto di ritorno da un'esperienza in A? Ma il ragazzo non si sarà stufato del tira e molla?

    RispondiElimina
  60. Julio Cesar ha ancora tre anni di contratto a tre milioni netti con il Qpr e adesso c'è chi scrive che si accontenterebbe di due anni di contratto a un milione e 800mila netti, quando due sole settimane fa ha rifiutato il Napoli per non volersi abbassare l'ingaggio...

    RispondiElimina
  61. colonel.blimp5 agosto 2013 16:36

    AntoineRouge mi manca.

    RispondiElimina
  62. Allora: io se fossi stato il ds della Fiorentina avrei varato una squadra molto più giovane. Credo si sia capito. Pradè preferisce giocatori maturi e già pronti. Non fa un grinza e lo accetto anche se fa un po' difetto la programmazione in tempi lunghi. Mi pare assurdo però mettere in discussione Ljajic offrendogli il posto di super-rincalzo e prendere Joaquin per poi scoprirsi giovanilistici nella scelta del portiere. Per ragioni evidenti il portiere si logora meno, ha una carriera più lunga ed anche dopo i trenta può fare molto bene. Certo se è disponibile un giovane fortissimo, perchè non provarlo? Ma non mi pare il caso di Neto.

    RispondiElimina
  63. Ma Joaquin mica leva il posto a Ljajic...

    RispondiElimina
  64. Faccio più fatica qui che sulla Rivista storica italiana in quanto le parole vengono pesate anche eccessivamente. Non so dove tu abbia letto questo Salvatore. C'è una congiunzione che separa due concetti e non un "perché" o un "in quanto".

    RispondiElimina
  65. colonel.blimp5 agosto 2013 17:03

    Io l'ho capita come Snappo, Lud: se tu dici «Mi pare assurdo però mettere in discussione Ljajic offrendogli il posto di super-rincalzo e prendere Joaquin per poi scoprirsi giovanilistici nella scelta del portiere» chiunque intende che Ljajic e Joaquin sono fra loro in competizione. La congiunzione coordinante cui fai riferimento nel secondo post correla inequivocabilmente nel senso le due proposizioni soggettive. Però puoi esserti espresso male oppure aver cambiato rapidamente idea dopo la risposta di Snappo.

    RispondiElimina
  66. No, no, Joaquin leva il posto a Neto, a quanto ho capito

    RispondiElimina
  67. Aggiungo che Roncaglia ha la stessa età di Ilicic e Cuadrado e che Vecino, Wolski e Bakic sono tutti nati dal 1990 in avanti. A me sembra che di giovani ne abbiamo in abbondanza.

    RispondiElimina
  68. Per la cronaca, se si considera titolare una formazione con Neto; Roncaglia, Rodriguez, Savic; Cuadrado, Aquilani, Pizarro, Valero, Pasqual; Gomez, Rossi, l'età media è di 27 anni.
    Se poi Ljajic rimane e viene lanciato Alonso al posto di Pasqual, l'età media scende a 26 anni.
    Se ulteriormente Bakic riuscisse ad emergere come sostituto di Pizarro, l'età media scenderebbe ancora a 25 anni.

    RispondiElimina
  69. Vedo che anche Salvatore è andato in trasferta a supportare Neto

    RispondiElimina
  70. Essendo stato cacciato via da Firenze a soli 11 anni, sono diventato per forza un tifoso da trasferta ahahahahahahahah

    RispondiElimina
  71. Colonel.blimp, concordo con te: dopo i Mondiali che ne sarà di Julio Cesar? Satollo per aver vinto diversi campionati, una Coppa dei Campioni, una Coppa Intercontinentale e magari anche i Mondiali, avrebbe ancora voglia di sudare quotidianamente? Se davvero la Fiorentina fosse interessata a lui, credo ci sia una sola strada ragionevole: prenderlo in prestito per un anno, pagando l'ingaggio a metà con il Qpr. Insomma, tecnica Felipe alla rovescia! Ci staranno gli inglesi? Staremo a vedere, ma ho più di un dubbio. Questo senza considerare l'ennesimo trattamento "vergognoso" riservato a Neto. Gli si potrebbe solo dire: vai in prestito a giocare per un anno, così dimostri a tutti ciò di cui noi siamo certi, ossia che sei bravissimo, e dall'anno prossimo sarai titolare per acclamazione. Insomma, mi paiono tutte vie strette e tortuose.

    RispondiElimina
  72. Fosse satollo per aver vinto lo scudetto 2013/14, per me può anche darsi allo svacco totale, andando a saccheggiare i porchettari di notte con Frey e Viviano.

    RispondiElimina
  73. Su Neto credo che nessuno di noi possa noi possa dare un giudizio definitivo. Io l'ho criticato per quello che ha fatto in due partite e l'ho elogiato in altre due, ma sulla sua cifra tecnica non posso espormi perché non ho altri dati. Ma non li ha nessuno che non faccia parte dello staff tecnico dell' AC Fiorentina. Altrimenti con lo stesso metro che viene usato col brasiliano, avrei dovuto giudicare Ljajic un completo fiasco prima del 2013. C'è supponenza nel dare giudizi senza avere abbastanza dati. Bollarlo come non all'altezza, significa sparare al buio, aldilà che resti o meno. Che lo facciano giornalisti vicini (?) alla squadra è grave, perché chi opera su organi di informazione non può e non deve basarsi su opinioni del tutto personali e soprattutto non deve inventarsi opinioni altrui o movimenti societari. Le parole hanno un peso, ma quelle di chi le usa per mestiere ne hanno di più. La stessa gente che oggi si inventa la papera di Neto in allenamento, voleva Ljajic via da Firenze per sempre, dava Jovetic sicuro alla Juventus, ventilava l'ipotesi che Nutellino avesse offeso il figlio disabile di Rossi. Vergognoso non è l'aggettivo più calzante per me. Per me tutto questo è patetico.

    RispondiElimina
  74. Anche nei settimanali diretti da Signorini le parole vengono pesate, non so quanto eccessivamente. La Storia non è una scienza esatta, raccontata e seconda che si abbia lo scappellamento a destra o a sinistra. Da storico quale sei mi attendevo una più attenta e completa analisi dei fatti ma, nonostante che tu sia stato soddisfatto nella tua richiesta, non ho letto niente a proposito. Sicuramente non ne sarò stato ritenuto degno, me ne farò una ragione, ma tant'è.

    RispondiElimina
  75. Sopravvissuto5 agosto 2013 18:44

    Andiamo sul concreto: io il 25 agosto sbarcherò a Roma, il babbo viene a prendermi e saremo al Franchi. Chiunque giochi contano solo i 3 punti, un gol più dell'avversario (meglio goleada). Neto- Roncaglia- Gonzalo- Savic- Pek- Valero- Ambrosini- Cuadrado- Alonso- Gomez- Liajic. Per me inizieremo così. Guetta capirà che ha sbagliato, farà ammenda, d'altra parte, Voi m'insegnate, solo i glandi riconoscono i propri falli......ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah.....

    RispondiElimina
  76. Sopravvissuto5 agosto 2013 18:47

    E stasera Culurgionis, seadas e Mirto casereccio.

    RispondiElimina
  77. Allora, potremo discutere per giorni (l'abbiamo fatto e lo stiamo facendo tuttora, in effetti) se l'anno scorso la società ha sbagliato o meno a non fare rinnovare Ljajic.
    Ciò che è fatto è fatto, ma considerando che bisogna imparare dal passato per operare nel futuro, che historia magistra vitae eccetera eccetera, dico ora che non bisogna fare lo stesso errore con Neto, il cui contratto scade nel 2015 e che quindi si trova nella stessa situazione di Nutellino dell'anno scorso: se veramente la società crede in questo portiere - se non ci crede che lo venda al Verona e prenda un portiere qualsiasi - come è stato ripetuto più volte finora, per cui non mi permetto di dubitare, il momento per rinnovare il contratto a Neto è ora. Sarebbe anche un messaggio forte e chiaro per tutta la stampa.

    RispondiElimina
  78. Intanto il Verona ha preso Nikolay Mihaylov, a quanto pare.

    RispondiElimina
  79. Bakic: "Il ruolo? Io sono nato trequartista, però è un pregio poter giocare in più ruoli. Il mister mi vede come regista e a me piace, per me non c’è problema. Se vuole posso giocare anche terzino… "


    Giochino: cogli le differenze con Ilicic

    RispondiElimina
  80. LELE



    Visto che l'ha detto il tuo mentore, caro LUD, ora la smetterai di scrivere
    falsita'? Non so i motivi dell'addio e spero arrivederci di LOUIS, son
    cose sue private, ma soprattutto con me non ha mai avuto nessuno
    screzio. anzi.. Dato che mi hai accusato di essere stato la causa, sara'
    la volta buona( una tantum...) che ti assumerai l'onere di ammettere un
    tuo errore? Eppure ti autodefinisci etterato e colto, ma scrivere
    questo tu riuscira' mai???E la vorrai smettere un giorno di essere
    sempre con la spada fuori dal fodero a duellare a destra e manca dopo
    che lanci il guanto della provocazione? Ti ripeto che questo era un
    salotto elegante, e ti invito per l'ennessima volta a rimetterti
    composto.



    Lele

    RispondiElimina
  81. SNap è l'unica via per la quale JC possa arrivare a Firenze, ma è una via che si apre, se si apre (il che vorrà dire che per QPR e JC non ce ne saranno state altre) l'ultimo di giorno di mercato, non certo oggi. E come fai a decidere il portiere l'ultimo giorno di mercato? Anche al prendere per il culo il prossimo c'è un limite,almeno morale.

    RispondiElimina
  82. Che non paia il caso a te è un'altra conferma che invece è proprio il caso.

    RispondiElimina
  83. Colonnello mi hai tolto le parole di bocca. Di fatto lui non sa nemmeno cosa dice, gli basta esprimere concetti provocatori per fare incazzare il prossimo. Ora il suo bersaglio è Neto perchè sa che mi ci fa incazzare e quello è il suo unico divertimento. Vuoi togliergli anche quello? E' come levare le caramelle ad un bambino, ed allora io mi ci incazzo, per bontà d'animo.

    RispondiElimina
  84. Ma chi è il mentore, Lele? Non cadiamo nel teatro dell'assurdo per carità.

    RispondiElimina
  85. Quindi Blimp secondo te la principale "mi pare assurdo" non può reggere due subirdinate separate collegate da una congiunzione. Dai! Quanto tempo sprecato scusate.

    RispondiElimina
  86. S.Nap ho letto il tuo lungo post nel blog di tronfione. Perfetto come sempre. Non ha battuto lingua ma quanto amaro deve avere ingoiato! Uno dopo l'ha perculeggiato per non averti nemmeno risposto e lui ha morso, infastidito!

    RispondiElimina
  87. Ma vai a sprecarlo altrove il tuo tempo, non ti accorgi come sei fuori posto? Tu così istruito, tu così educato, tu così modesto, stai gettando ai porci le tue perle di sapere. Vai dove ti capiscono, dove puoi trovare terreno fertile alle tue luminose idee e trovare proseliti che ti seguano e ti esaltino come meriti invece di questo branco de merdoni che ti insultano e cercano persino di perculeggiare te, maestro di storia che è maestra di vita! Poi quando ti svegli lavati gli occhi perchè ci hai la cispa.

    RispondiElimina
  88. colonel.blimp5 agosto 2013 21:14

    «Blimp secondo te la principale "mi pare assurdo" non può reggere due subordinate separate collegate da una congiunzione».


    Non ho mai detto questo. Né, aggiungo, potrei mai esprimermi così alla cazzo di cane («separate collegate»: le subordinate fuse devo ancora conoscerle). Davvero, come dice Jordan, a volte sembri non capire un cazzo di quel che leggi e di quel che scrivi.

    RispondiElimina
  89. E sarei io quello che vive di luce riflessa.........

    RispondiElimina
  90. Non solo Anto, su Bakic il mister ha speso parole d'elogio e per un giovane così è una forte investitura. Mati è perennemente rotto, non c'entra molto lo so, ma mi auguro che questa sia una stagione buona per lui altrimenti non avrebbe senso insistere.

    RispondiElimina
  91. Fai fatica perché ti esprimi male e da uno che ha un CV come il tuo lascia abbastanza basiti. Non ti capisce nessuno, sei in una landa di insipienti che oltre a darti contro sul calcio (troppo, troppo facile in verità) non colgono il senso dei tuoi scritti e non li capiscano e si che ci provi a farti capire.

    RispondiElimina
  92. Lud, queste sarebbero "due subordinate separate collegate da una congiunzione"?

    http://www.tzetze.it/redazione/2013/08/povia_commenta_il_discorso_di_silvio/index.html

    RispondiElimina
  93. Dibattito ridicolo su di una frase scritta su di un blog con tempi di scrittura molto rapidi. Comunque il senso era chiarissimo e chi non la voleva intendere non l'ha intesa per capziosità. Ancora una volta si conferma l'assunto che mentre io parlo di calcio (in questo caso del portiere) la discussione si sposta su di me. Fa un po' tristezza perché l'argomento era Neto o Julio Cesar. Cioè si perde tempo e basta mentre sarebbe stato più interessante restare in tema.

    RispondiElimina
  94. Era ovvio che si doveva intendere: Mi pare assurdo però 1) mettere in discussione Ljajic offrendogli il posto di super-rincalzo e 2) prendere Joaquin, per poi scoprirsi giovanilistici nella scelta del portiere. Josquin in questo caso è un esempio di un giocatore già avanti negli anni. Dunque si relega Ljajic al ruolo di rincalzo e si prende un anziano. Spero di essermi spiegato ma deviare sulla struttura sintattica della frase è davvero sciocco. Fra l'altro proprio ieri avevo scritto che Ljajic a destra è secondo me soluzione abbastanza improbabile, per Cuadrado prima che per Joaquin.

    RispondiElimina
  95. Battute a parte, questa fantomatica girandola di portieri accreditati per la porta viola mi sembra che assomigli sempre più al "Falso movimento" di Wim Wenders.

    RispondiElimina
  96. E' un discorso privo del minimo senso logico, che parte da una tesi: dire che non si può dar fiducia ad un portiere giovane. Una tesi chiaramente del cazzo che getta un colpo di spugna in tutti, e dico tutti, i migliori portieri viola che hanno debuttato più giovani ancora di Neto (Sarti, Albertosi, Galli, Superchi, Toldo). Cosa c'entra Joaquin Dio solo lo sa, l'unico nesso logico è che la posizione di rincalzo di Ljajic (tutta da dimostrare alla prova dei fatti) potesse essere provocata dallo spagnolo (come in realtà qualche volta potrà anche succedere). Se volevi portare l'esempio di un "anziano" dovevi nominare Ambrosini ma, anche in questo caso, il discorso avrebbe avuto un senso soltanto nella tua strana testa. I giocatori, in qualunque ruolo, si scelgono per le loro qualità e non per i dati anagrafici. Se Montella decide che puòà fidarsi di Neto non c'è niente di "increscioso", increscioso è solo il tuo atteggiamento.

    RispondiElimina
  97. Jordan, e chi sarebbe tronfione? no, solo perché vorrei andare a leggere S.Nap, che è diventato uno dei miei must....

    RispondiElimina
  98. E' il Guetta Orcio, vai nel suo blog e cercaci nel topic "Aria di bocciatura".

    RispondiElimina
  99. anche "giovanilistico" mi pare un neologismo zalleriano molto cacofonico, nel senso che fa cagare, anche senza scomodare il greco.

    RispondiElimina
  100. E questo è il 100! altra bambolina che non mi arriverà come sempre.Ma io le segno!

    RispondiElimina
  101. Sopravvissuto6 agosto 2013 00:06

    Arriverà.....arriverà.....spera tu che non sia quella che "...fa no! No! No!....".

    RispondiElimina
  102. Che botta e risposta! Certo che l'hai fatto incazzare parecchio il berciador (ora ho capito il senso del nick affibiato da Blimp, ci metto un po' ma pian piano ci arrivo....). Comunque avete ragione a mettere il ditino nella piaga, ma su Neto il destino è davvero duro, se rimane dovrà davvero iniziare alla grande. A Moena ho fatto firma e foto con le figlie e Neto, gli ho fatto un in bocca al lupo per la stagione guardandolo fisso negli occhi: era contento e mi ha ringraziato. Vedi, però Jordan, anche io concordo e anche io ho usato il termine vergognoso sulla vicenda Neto, certo è che parole chiare da parte di allenatore e dirigenti, ne vengono spese poche sulla questione portiere. Montella ha detto qualcosa, ma bisognerebbe essere perentori. Anche se dovesse capitare una "occasione" dell'ultima ora, con il brasiliano mandato però sicuro titolare per la stagione.

    RispondiElimina