.

.

sabato 3 agosto 2013

Pene lievi, pene ritto

Emergono particolari importanti dopo la condanna in Cassazione per il processo Mediaset, perché Silvio dopo essersi smarcato dalla figura ingombrante di Al Capone, ha voluto precisare che a proposito di Milan non c’è nessun ridimensionamento, la verità è che dopo l’esperienza di Seedorf, a Milano non ci vuole venire più nessuno a parte Montolivo che non ne indovina una. Il presidente del Milan ha raccontato un paio di retroscena interessanti, intanto che le vicessitudini di Clarence sono servite a dare vita all’Ecopass, dopo l’esperienza dolorosa dell’acquisto di un giocatore biondo con gli occhi azzurri e che lo smog di Milano ha scurito negli anni. La rivelazione più importante però, dopo il degrado di Seedorf, è stata la considerazione amara frutto di venti anni e passa di rapporti con i giocatori anche fuori dal campo, e per questo motivo ritenuti troppo ingenui, una delusione cocente, e ha raccontato l’esperienza proprio di Montolivo al quale era stato proposto Palazzo Grazioli come sede di un apericena trendy seguito da un invito a fare amore di gruppo. Fa specie come il ragazzo avesse accettato con entusiasmo una volta preso atto che sarebbe stato comunque meglio che fare sempre l’amore da solo davanti al catalogo del Postal Market aperto alle pagine della biancheria intima, appuntamento però disertato, e da qui nasce la forte delusione, probabilmente per via della risposta ricevuta a chi ci sarebbe stato, “Se porti tua sorella siamo in tre”. Questa risposta lo deve aver scosso così tanto da tirare poi il bidone al suo Presidente. E come dicevamo è da qui che nasce il rammarico circa l’ingenuità dei giocatori fuori dal campo, perché Silvio ha svelato che cosa Montolivo aveva raccontato il giorno dopo all’amico Pazzini che è un informatore di Galliani, “Chissà come ci è rimasto male il Presidente quando ha visto solo mia sorella”. Grande entusiasmo invece intorno al nostro di presidente, e per fortuna non c’è memoria di contestazioni, la facoltà di ricordare è un problema che riscontro invece nel rapporto con la tecnolgia, un aspetto che però non mi ferisce più perché ho imparato a conviverci, un tempo i computer li potevi anche trattare male, offendere come i Della Valle ai tempi della pontellizzazione, adesso con la memoria che hanno, no. Ribadisco la mia fiducia verso la società che ha dimostrato di conoscere bene la materia, un lavoro quello svolto in 12 mesi che ha dell’incredibile, se Montolivo se ne è andato è perché evidentemente non è troppo sveglio e fortunato, Ljajic andandosene adesso mostrerebbe un’intelligenza ancora più minimalista, come uno che non sbuccia le banane perché sa già che cosa c’è dentro, e secondo me, parere che peraltro condivido, Ljajic sbuccerà la banana. Intanto il Milan questa volta ha almeno bussato alla porta della Fiorentina, anche se lo fa per fare vedere ai propri tifosi che l’encefalogramma non è ancora piatto, Galliani cerca di camuffare la salma del club rossonero usando l’offerta per Ljajic come un filo che muove un braccio di un morto, a questo proposito l’immagine migliore la rende come sempre Woody Allen “Una volta mentre facevamo l’amore, si è verificata una stranissima illusione ottica, sembrava quasi che lei si fosse mossa”. Devo dire che con questo blog ho assunto un ruolo un po’ scomodo all’interno della mia famiglia, perché scrivendo tanto e dando una parvenza di convinzione alle mie parole, ci sono delle volte che Tommaso me ne chiede conto, mi chiede come faccio a sapere tutte queste cose stando comodamente a sedere sul divano, e per di più con questa sicumera, e io per fare il ganzo gli rispondo che i padri ne sanno sempre di più dei figli, “Ricordatelo”, lui però mi inchioda con risposte secche tipo l’ultima “Allora perché non è stato il padre di Einstein a formulare la teoria della Relatività”, ho provato a dirgli che l’ha fatto apposta per amore del figlio, per lasciargli la fama eterna, ma lui non deve averci creduto perché prima di chiudersi in camera, sdegnato, ha aggiunto “E allora il babbo di Zico per infliggere una punizione al figlio faceva piazzare la moglie in barriera?” Comunque visto che questo è un blog che bene o male segue gli avvenimenti, e visto che ho iniziato parlando di giustizia, per rendere perfettamente simmetrico il post di oggi vorrei chiudere parlando ancora di giustizia, quella sportiva che a proposito delle scommesse mi sembra aver comminato pene lievi come quel velo che fa solo intravedere e che fa rizzare il pene, la giustizia ordinaria, che dopo la sentenza Mediaset viene considerata almeno da una parte del paese come politicizzata, io, invece, che spaccio ricette di cucina a tempo perso sono stato formalmente indagato per ricettazione.

111 commenti:

  1. A me pare che l'argomento delle presunte lamentele dei compagni in caso di aumento a Ljajic sia molto debole. All'interno della squadra ci sono situazioni contrattuali molto variegate. C'è un Pasqual che guadagna benissimo, quasi il doppio di Cuadrado, per dire. E un Rossi che prende poco rispetto a Gomez (2,5 contro 4 se non erro). Credo che i calciatori siano consapevoli della complessità del quadro contrattuale di ognuno. Posto anche che non esistono miserabili e che il contratto è frutto di una contrattazione libera e va rispettato. E considerato anche che nessuno è in miseria e deve chiedere l'elemosina. Credo che tutti avrebbero compreso che Ljajic è un talento in ascesa, giovane e promettentissimo, che può aspirare ad un consistente aumento. E che un Pizarro o un Aquilani non si sarebbero ingrugniti. Dopotutto anche loro all'età di Ljajic erano stati supervalutati e pagati di conseguenza. Salvo poi, e mi riferisco ad Aquilani, fallire certi obiettivi con un inevitabila marcia indietro delle quotazioni.

    RispondiElimina
  2. Raddoppiargli lo stipendo mi sembra poter rientrare a tutti gli effetti tra quello che tu consideri un consistente aumento.

    RispondiElimina
  3. Nei blog di calcio ci si ripete, è inevitabile. Ho detto tantissime volte che io sono per un contratto a salire. Puoi tranquillamente promettergli anche più di 2 milioni all'anno per il 2014, ma deve ripetere la stessa stagione in termini di goal, assist, presenze. Un ventiduenne che segna più di dieci goal per due anni consecutivi, senza nemmeno essere punta di ruolo, è sicuramente un predestinato. E' dall'anno scorso che per difendere Ljajic tiro fuori statistiche dei goal segnati da Totti e altri super-campioni alla stessa età. L'esplosione si ha appunto a quell'età, non prima. Il problema è capire se l'anno prossimo gli è riservato un posto di titolare o di Grande Tappabuchi.

    RispondiElimina
  4. Credo che sull'argomento si sia parlato anche troppo, ognuno ripetendo i propri assiomi. Chi decide non siamo noi, al massimo possiamo dirci d'accordo o meno su quello che decide la società in base ognuno alle proprie convinzioni. Io da parte mia capisco la linea societaria nel caso e la sposo, cioè farei lo stesso. Di numeri esatti non ne parlo anche perchè poco si conoscono e la stampa li muta come le magliette d'estate per chi non sopporta il sudore. Se Ljajic non è coglione credo che rimanga, le alternative non credo che siano, oggi, così più attraenti da avventurarsi in strade nuove e tutte da conoscere con molti più rischi di interrompere un cammino promettente rispetto a dove sta, finalmente come un baco nel bozzolo. Affrontare poi una guerra con società e ambiente, perdere un anno di attività per correre dietro a lusinghe e a retribuzioni che potrebbe ambire anche più alte l'anno prossimo restando dov'è mi sembrerebbe addirittura cretino. Nelle squadre di oggi di prima o seconda fascia non esistono titolari a meno di non essere già un top inamovibile e Ljajic non lo è, ancora, nè qui, nè altrove.

    RispondiElimina
  5. Ljiajic non è sicuramente inamovibile ma ho paura che nella Fiorentina e segnatamente nel reparto di attacco esistano almeno tre giocatori inamovibili se stanno bene: Cuadrado (non ho voglia di tornare sulla disputa sciocca se sia attaccante o no, parlerei di zona del campo occupata), Gomez e lo stesso Rossi. Inoltre c'è un Joaquin che arriva zitto zitto ma con un curriculum regale.

    RispondiElimina
  6. Gomez è inamovibile ma non occupa il ruolo di Ljajic che mai sarà una prima punta, Rossi è quasi inamovibile con i limiti di impiego continuato che avrà quest'anno e lui sì può fare un po' ombra a Ljajic, Cuadrado con Ljajic non c'entra proprio niente, e non occupa nemmeno la stessa zona del campo. Il ruolo di trequartista, mezzala offensiva, attaccante esterno (quando non c'è Pepito e si cambia modulo) se lo gioca con Joaquin, Ilicic, Yakovenko ed i ragazzini (che credo però andranno a giocare altrove o rischieranno molta panca). Nel Milan che tanti si affannano a presentare come nuova caso, ha Balotelli ed El Sharaawi che sono più o meno nella posizione di Gomez e Rossi, oltre a Boateng, Robinho, Niang, Pazzini e lui è l'ultimo che arriva.

    RispondiElimina
  7. Rilevo preliminarmente che i sostenitori delle tesi di Ludwigzaller e altri ritengono normale triplicare in un sol botto lo stipendio: persino nel mondo del calcio è avvenimento raro. Ludwigzaller, secondo te "l'argomento delle presunte lamentele è molto debole": può darsi che tu abbia ragione, ma devo sottolineare che tutti i migliori dirigenti - e Pradè tra questi - considerano, al contrario, tale argomento molto forte. Sembra ti - e vi - sfugga un elemento essenziale in tutte le aziende: la qualità è l'aspetto principale, ma anche l'età è elemento determinante per lo stipendio. Lo è ovunque, perché si fa carriera partendo dai gradi più bassi per salire ai vertici. Alla Juve, Buffon guadagna 6 milioni netti, Pirlo 3 e mezzo, Pogba 600mila euro netti e Marrone 400mila. Conta poi la "fedeltà" alla maglia: anche per questo Buffon, juventino da 12 anni, prende molto più di Pirlo. Pasqual, dopo nove anni in viola, e con i gradi di capitano, prende un milione netto. Ludwigzaller, accetti un un modestissimo consiglio? Se fai gli esempi a supporto delle tue tesi, falli giusti!!! Pizarro è arrivato in Italia nel 1999, cioè a 20 anni, ed è rimasto all'Udinese fino al 2005, cioè fino a 26 anni: quanto credi che abbia guadagnato fino ad allora??? L'Udinese è società molto spartana, per ovvi motivi. Tu dici che si possono dare 2 milioni netti a Ljajic nel caso ripeta le prestazioni della scorsa stagione: potrei perfino essere d'accordo purché ci si intenda sul modo in cui si arriva a due milioni. Io ti dico 1.200.000 di base, più un bonus di 200.000 euro se giochi almeno 35 partite, più un bonus di 100.000 se fai almeno 10 gol, più un ulteriore bonus di 200.000 euro se superi i 15 gol, più un bonus di 100.000 euro se fai almeno 10 assist, più un bonus di 100.000 euro se la Fiorentina arriva fra le prime tre. Il totale è di due milioni: saresti d'accordo? Non credo.

    RispondiElimina
  8. E aggiungici in rosa persino Saponara, che pare sia costato 4 milioni per la metà, oltre a Emanuelson, che talvolta è stato impiegato da trequartista!

    RispondiElimina
  9. E gli ho "grattato" anche 100mila euro ahahahahaha

    RispondiElimina
  10. Salvatore parti da un presupposto errato attribuendomi ciò che non ho mai detto: "triplicare lo stipendio di Ljajic in un sol botto". Può darsi però che mi sia espresso male. Ho detto che glieli darei dal 2014, cioè dal campionato 2014-2015 e a patto che si ripetesse nel torneo che va ad iniziare per presenze, goal ed assist secondo parametri da fissare in sede contrattuale che tu ipotizzi ma potrebbero essere anche altri. Jordan mi vuole trascinare nell'ozioso dibattito sui termini attaccante, punta ecc. In dico soltanto che Gomez le deve giocare tutte, e che Cuadrado opera sulla destra onde la Fiorentina non ha bisogno di un Ljajic spostato a destra dove c'è anche Joaquin. Quanto a Rossi ha il dente avvelenato e non mi pare un tipo che molla facilmente. Per attribuire a Ljajic un posto sicuro bisognerebbe partire col trequartista che Montella mi pare non voglia (ha detto che il centrocampo a tre è un tassello inamovibile della squadra). Ho già detto che anche al Milan Ljajic non ha il posto assicurato. Ma se non vogliamo fare esercizio di ipocrisia dobbiamo ammettere che Milano è piazza molto più ambita e che Ljajic potrebbe essere tentato di giocarsi le sue carte là. Altro discorso se a Firenze fosse al centro del progetto. Ci sono giocatori che avendo ricevuto rassicurazioni circa la centralità nel progetto restano a Bergamo o a Catania. Se però intuisco che a Catania non sono fondamentale, che senso ha per me restare? Ovviamente io mi auguro che resti naturalmente.

    RispondiElimina
  11. Pizarro è esploso più tardi, ma ad un certo punto è diventato giocatore ambito da grandi squadre, auspice Spalletti che ne ha intuito la grandezza. 13 milioni di euro per il suo passaggio alla Roma non sono pochi e confermano una regola: si viene pagati in funzione di una logica, non in modo capriccioso. I giocatori in ascesa e con potenzialità ottengono molto di più. Credo che i professionisti siano ben consci di ciò.

    RispondiElimina
  12. L'offerta a Ljajic è stata fatta, ora tocca a lui, solo a lui, decidere. Se vuole rimanere, rimane, se vuole andare a guadagnare di più, verrà venduto in Inghilterra (non al Milan).
    Poi bisogna vedere anche esattamente quali offerte possono pervenire: il Tottenham sta incassando un botto di soldi dal Real per Bale, ora ha un sacco di liquidità e se vuole veramente Ljajic e si presenta con un'offerta altissime sia per noi sia per il Nutellino, è chiaro che si prende il giocatore.
    Comunque ha ragione Dell'Olio nel suo articolo dell'altro giorno: in realtà non ne sappiamo nulla e commentiamo sul nulla.

    RispondiElimina
  13. Gomez è una prima punta di altissimo livello quindi non pone problemi di coesistenza con un trequartista, e non ci sarebbe neanche da avere dubbi al riguardo, fosse venuto un attaccante giovane e promettente non potremmo puntare agli obbiettivi che un Gomez permette. Si è parlato di Gabbiadini e se è inutile tornare sopra sulla differenza che corre fra i due è altrettanto inutile paragonare una prima punta con un trequartista, ugualmente. Di ruolo simile a Ljajic c'è Ilicic, trequartista con fisico e caratteristiche differenti e Wolski, molto dotato tecnicamente ma acerbo quanto a disciplina e dettami tattici, l'ho visto anarchico e non inserito nel contesto di gioco. Rossi è una seconda punta di primissimo piano e può giocare sia accanto a Gomez sia a Ljajic che senza troppi sacrifici ha dimostrato di poter svolgere anche il ruolo di seconda punta. Gli attaccanti sono questi, gli altri, mezz'ali, ali e esterni sono tutti capacissimi di poter marcare e finire un anno anche in doppia cifra se ispirati e nel pieno della grazia ma nessuno di questi è un'attaccante perché i ruoli nel calcio esistono e sarebbe sciocco non rendersene conto. Vedremo una manovra ancora più ricca d'inserimenti, di sganciamenti, di sovrapposizioni cercando di dare meno riferimenti possibili, l'unico sarà il panzer davanti ed è un bene che almeno un paio gli stiano attaccati, e gli staranno attaccati, vuol dire aprire praterie e spazi sconfinati per gli esterni e uno due in velocità fra trequartisti e incursioni delle mezz'ali. La squadra è notevole, fortissima così, se rimane anche nutellino è perfetta per le nostre possibilità, se parte e viene ben rimpiazzato non scade certo di livello, poi si può discutere all'infinito che chi viene non è forte quanto lui ma sarà sempre il campo a stabilirlo.

    RispondiElimina
  14. Pizarro venne venduto dall'Udinese all'Inter nel 2005 (aveva 26 anni), poi venne ceduto in comproprietà dall'Inter alla Roma nel 2006 (aveva 27 anni) e nel 2007 la Roma acquistò la seconda metà del suo cartellino nel 2007 (aveva 28 anni).
    Il discorso di Salvatore era che Pizarro all'età che ha Ljajic adesso (22 anni) quando era all'Udinese di certo non aveva uno stipendio altissimo (per i parametri calcistici).

    RispondiElimina
  15. Ludwigzaller, ti ho solo considerato il capo-cordata ahahahahah, visto che sia Deyna che Colonel.blimp mi sembra abbiano detto che si debbano dare a Ljajic 1,6 - 1,7 milioni. Ma quindi, nel prossimo campionato continueresti a dargli 650mila euro netti?

    RispondiElimina
  16. Lud, è inutile parlare di cifre, perchè le cifre reali non le conosciamo e i giornali le sparano quasi a casaccio.
    Chi ti dice che l'offerta nostra non sia veramente quella di un contratto a salire con bonus? Anzi, è probabile che sia veramente strutturata nel modo che dici.

    RispondiElimina
  17. Aquilani ha ben poco da ingrugnirsi, prende ben 1.7, vicino ai 30 e a situazione fisica abbastanza deficitaria...

    RispondiElimina
  18. Anche Leo prova a trascinarmi nel dibattito terminologico che è fine a se stesso. Ma non intendo abboccare altrimenti questo darà la stura alla sua "sapienza calcistica" (tra virgolette). Io parto dall'idea di Fiorentina dello scorso anno, tutto qui. Sia nel 3-5-2 che nel 4-3-3 dell'anno scorso quest'anno per Ljajic non ci sarebbe posto. E se anche questi due moduli sono identici o molto simili come qualcuno suggerisce, il discorso non cambia. Altro discorso se si inserisce il trequartista. Ma questa è una scelta che deve operare Montella il quale al momento non mi pare esattamente propenso a rivoluzionare tutto l'assetto tattico.

    RispondiElimina
  19. colonel.blimp3 agosto 2013 10:37

    Su tre competizioni e con l'usura fisiologica in un campionato e in una coppa condotti al vertice, Nutella giocherà tanto e bene, ovviamente se rimarrà da noi. Le cessioni coprirebbero largamente l'aumento d'ingaggio a Nutella, che stimo a 1,6 (oh, netto!) necessario per trattenerlo: le differenze d'ingaggio in una squadra sono proporzionali alla decisività del giocatore e sono accettate per questo (già lo stipendio di Gomez, assolutamente fuori dai parametri ma che non ha sdegnato i moralisti come 400.000 svanziche – oh, nette! – in più a Nutella, avrebbe dovuto far impazzire i nostri altri eroi, sennò), in tale senso è vero che Cuadrado potrebbe batter cassa ma, ripeto, dipende dagli obiettivi che la Fiorentina vuole porsi. L'aumento di contratto per il Faraone al Milan, inoltre, è stato stratosferico, ad esempio, e tutta questa gradualità per i talenti improvvisamente esplosi non c'è il più delle volte. Io credo che se, come ritiene fortissimamente Jordan (che però riteneva anche che l'offerta di Galliani di 8 milioni non ci fosse stata, poi l'ha gridata ADV e allora o.k., rancio sano e abbondante), verranno offerti 1,2 Nutella rifiuterà e, come ho detto, andrà sùbito a guadagnare 2 altrove o fra un anno al Milan. Io farei così, tutti farebbero così smettendo la bandiera viola, in nome della quale sarei davvero curioso di vedervi rinunciare a 800.000 (oh, netti!) l'anno essendo Ljajic e non un qualsiasi Pasqualino Cinciallaria. In quanto al rispetto dei contratti e blablabla: ma se è la Fiorentina ad avere il coltello dalla parte del manico (già...), che bisogno c'è di tirar fuori l'etica, in più? Affondiamolo, dunque, questo coltello! Su, spietatamente! Ah, ma la lama è di pongo? Non l'avrei detto! Ahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  20. Ma è arrivato a parametro zero! Non sottovalutare questo aspetto, lo ripeterò fino alla noia: chi costa meno di cartellino può ottenere uno stipendio più elevato. Pensa al tuo "amico" Montolivo ahahahahahah

    RispondiElimina
  21. Letteralmente, se Cuadrado fosse inamovibile, a meno di infortuni giocherebbe 50/60 partite potenziali nella prossima stagione. Più quelle con la Colombia. Roba da far schiantare un cavallo. Joaquin è stato preso proprio per fargli tirare il fiato, mantenendo una qualità simile. Ci sono inoltre giocatori come Aquilani, Pizarro e Rossi che, per ragioni diverse, molto probabilmente giocheranno intorno alle 25 partite. C'è spazio per tutti, nell'ottica del turn over, e Montella mi pare uno in grado di gestire bene la situazione. L'unico che probabilmente giocherà più degli altri da centrocampo in su è Gomez, perché è indistruttibile, e anche perché non ha alternative [almeno per ora].

    RispondiElimina
  22. Non trascino nessuno in alcun dibattito, infischiarsene bellamente di quello che sono ruoli e caratteristiche dei giocatori in campo non giova al dibattito.

    RispondiElimina
  23. La classificazione dei giocatori come la intendete voi è aristotelismo ed è anche vecchia. Perchè ad esempio nel 4-3-3 di ultima generazione gli attaccanti esterni interpretano il ruolo in modo nuovo e qualsiasi definizione di vecchio stampo non ti verrebbe in aiuto. Sarebbe come utilizzare la terminologia dei falegnami per descrivere un computer salvo scoprire che la logica è diversissima.

    RispondiElimina
  24. Colonel.blimp, la cessione di Vargas probabilmente genererà una minusvalenza di un paio di milioni, perché l'unica via percorribile mi sembra quella di dargli il cartellino gratuito... che proponi allora? Di azzerare l'ingaggio di Nutellino? ahahahahahaha

    RispondiElimina
  25. Colonel.blimp, l'aumento di stipendio del Faraone è stato un erroraccio del geometra di Monza, che non a caso ha provato a sbolognare il giocatore fino a un paio di settimane fa.

    RispondiElimina
  26. Le definizioni saranno anche obsolete, ma la realtà dei fatti e le caratteristiche no. Abbiamo due punte pure che sempre hanno fatto quello, Gomez e Rossi; abbiamo un trequartista che può adattarsi a fare sia la seconda punta che iol centrocampista offensivo, ma trequartista è, Ljajic; abbiamo giocatori dei più svariati, che nascono terzini, esterni di centrocampo, ecc, come Cuadrado, Joaquin, Ilicic, Vecino. La differenza la fa il fatto che solo le punte hanno in canna un bel numero di gol [anche se Rossi a dirla tutta l'ha dimostrato solo un anno in carriera, gli altri è sempre stato bassino, se si considera che tira molti rigori], Ljajic si è scoperto cannoniere solo recentemente, come Ilicic, che comunque tatticamente è pesce ben strano.

    RispondiElimina
  27. Se un giocatore è decisivo, "desequilibra" e fa vincere, i compagni gli "perdonano" anche il trattamento economico di lusso, perché indirettamente fa aumentare anche i loro stipendi, la stagione successiva. E 1.6 a Ljajic non sarebbe comunque un trattamento di lusso, se consideriamo appunto l'1.7 di Aquilani, giocatore molto bello a vedersi e a volte decisivo, ma nel complesso discontinuo e imprevedibile nelle sue presenze, per i noti problemi fisici.

    RispondiElimina
  28. ...senza parlare di Ambrosini [lasciando stare Pasqual]. Lui sì vero dinosauro calcistico, che dovrebbe pagare di tasca per venire a "giocare" da noi, altro che 800 l'anno.

    RispondiElimina
  29. Non discuto su quello che scrivi Deyna, ma sembra che Montella non voglia giocare con il trequartista per non alterare gli equilibri del suo splendido centrocampo a tre, vero fondamento della Fiorentina montelliana. Vedremo se si deciderà a questo passo.

    RispondiElimina
  30. Qui si sta parlando non di età ma di esplosione. Per Pizarro è avvenuta più tardi. Ma questo va a favore di Ljajic. Prima esplodi più le tue quotazioni crescono. Fino al caso estremo di un Baggio o di un Rivera esplosi a sedici anni e già titolare in A quando gli altri giocano coi bambini della loro età.

    RispondiElimina
  31. Lungi da me il voler sterilizzare il gioco del calcio nelle definizioni che sono un mezzo per spiegare, non certo un fine. Ljajic chiamalo come vuoi e definiscigli il ruolo come ti pare, ma non ha il fisico per fare il centravantone, è vede ogni legame alla linea laterale come una prigione, quindi di sicuro non ama nè stare davanti a prender botte, nè giocare sulle fasce. Perciò i centravanti di mestiere come Gomez o gli uomini di fascia come Cuadrado e Joaquin (in maturità spostato anche lui in un ruolo più centrale per spunto breve appannato) non saranno mai suoi concorrenti (joaquim trentenne forse un po' di più). Ljajic è uno che ha grande confidenza col pallone, ottime intuizioni di gioco, ottimo tiro da fuori, fino a ieri scarsa confidenza con le finalizzazioni ma in questo ha fatto passi da gigante con i primi successi, tutte caratteristiche del giocatore che si definisce mezzala offensiva o trequartista, qualche volta seconda punta, con poche differenze di uso. Tipo del giocatore? il "10", Baggio, Zico e mi fermo lì. Non è certo arrivato a quei livelli, per alcuni di voi magari ci è vicino o di sicuro ci arriverà, per me di strada ne ha ancora da fare e non è sicurissimo che la farà, però il tipo è quello. Tipo di giocatore che o è bravissimo o ha sempre trovato problemi a entrare negli 11. Li ha trovati anche Baggio con alcuni allenatori, figuriamoci! Una squadra che punta in alto e che investe per questo, non può puntare tutte le sue "fiches" su un tipo di giocatore così che ancora non si è affermato in pieno se non con un atto di fede un po' ardito.

    RispondiElimina
  32. L'errore come ho già scritto a Leo, Jordan, è che tu definisci i giocatori pensando a certi moduli che hai in mente. Ed infatti evochi Zico o Baggio. L'anno scorso Lajajic faceva l'esterno di attacco nel 4-3-3, un ruolo che non dei precedenti molti netti credo nella storia dei moduli e dei ruoli. Per quel che ho visto occupava una circonferenza che intersecava grosso modo l'angolo esterno sinistro dell'area e il suo compito era quello di entrare in area palla al piede, saltare l'uomo sempre con palla bassa, chiedere il triangolo ai centrocampisti o a Jovetic, provare il tiro da dentro o fuori area. Memorabili certe avanzate seguendo la linea di fondo fino ad andare in porta da solo a sinistra o a destra. Questo modo di giocare a mio parere non è da punta classica, ne' da esterno classico ne' da trequartista classico, ma, appunto, da attaccante esterno del 4-3-3. Ruolo nuovo all'interno di un modulo nuovo.

    RispondiElimina
  33. 400000 nette che vanno ad aggiungersi ad altre 600000 nette che già gli concederebbero, vorrebbe dire aumentare lo stipendio base del 150%, cioè 2,5 volte che è più o meno ciò che dice Salvatore. Tu puoi seguitare a parlare fino a domani ed io anche, io non gliele darei e tu sì non c'è molto da discutere. Non son così d'accordo che rifiuterà 1,2 o giù di lì, come non sta scritto in nessuna stella che da qualche parte gli darebbero, subito, 2 milioni. Magari tra un anno al Milan, ma con una via lastricata di lacrime e sangue, rimettendoci 600000 quest'anno e senza nessuna garanzia, e senza dimenticare che tra un anno, rinnovando e giocando bene i 2 milioni li può prendere anche a Firenze o altrove con ben altra esperienza di vita.

    RispondiElimina
  34. Aquilani è venuto a parametro zero e con un contratto in essere da quattro milioni netti. Prenderlo a uno e sette è stato un colpo di genio. Gomez ha addosso più medaglie del Generale Patton, viene da un triplete assoluto e rende la Fiorentina un brand appetibile anche all'estero, credo che lo stipendio che gli viene concesso sia ripagato anche da fattori extra - tecnici. Ljajic in squadra, per adesso, non dà appeal commerciale fuori Italia. Credo che si cerchi non solo l'innalzamento tenico della squadra, ma anche un rilancio di un marchio, quello della Fiorentina, che per troppo tempo è rimasto all'interno di confini penalizzanti. Gomez è un notevole passo avanti in questo senso.
    Ambrosini giustificherà i suoi emolumenti quando servirà una guida all'interno dello spogliatoio, soprattutto in partite "grosse", dove qualcuno potrebbe sentire la pressione. Purtroppo l'esperienza e il prestigio non si possono comprare in drogheria, serve sempre qualcuno che ne sia provvisto, anche se a fine carriera.
    Sul fatto che Nutellino sia ai margini del progetto, beh, mi sembra che sia una mera convinzione personale, visto che ha saltato solo un'amichevole e per sua mancata disponibilità. Sulla fiducia riposta in Nutellino da parte della guida tecnica mi pare si dicano troppe inesattezze, visto che la sua esplosione è dovuta proprio allo stesso tecnico che lo allena anche quest'anno. Che non ci sia posto per lui, rientra nel novero delle paure personali. Le stesse paure che facevano paventare il mancato rinnovo di Montella, la possibilità che Cuadrado vada via a breve, l'incompatibilità tattica di Gomez , Jovetic alla Juve ecc.
    Segnali di un Ljajic ai margini del progetto non se ne sono visti e non ci saranno. Se non per scelta di Adem stesso.

    RispondiElimina
  35. "Per quel che ho visto occupava una circonferenza che intersecava grosso modo l'angolo esterno sinistro dell'area e il suo compito era quello di entrare in area palla al piede, saltare l'uomo sempre con palla bassa, chiedere il triangolo ai centrocampisti o a Jovetic, provare il tiro da dentro o fuori area": questo è quello che faceva nella prima parte di stagione, da seconda punta. Scrivevo all'epoca che, portato più indietro a partire da lontano a fari spenti, avrebbe potuto essere più utile e anche segnare molto di più. Mi pare che sia stato così. E' un grosso errore ingabbiare i giocatori della Maquina in ruoli ben definiti, perché a seconda delle fasi della partita li trovi a fare tutt'altro [Cuadrado che si scambia con i centrocampisti e va in percussione per vie centrali, Ljajic stesso che si sposta sul centrodestra e penetra da lì le difese, ecc ecc]. La tipologia del giocatore Ljajic, al di là di ciò che gli viene richiesto di fare in campo, è però grosso modo quella che dice Jordan, anche se a parte inserimenti al tiro e punizioni, più che Zico mi ricorda un Crujiff con meno cambio di marcia, per movimenti.

    RispondiElimina
  36. colonel.blimp3 agosto 2013 11:35

    «Intanto, sempre secondo quanto riporta La Gazzetta dello Sport, il club viola ha già fatto il massimo, proponendo al serbo un quinquennale da 1,6 milioni di euro contro gli attuali 700 mila euro ed oltre questa cifra Della Valle non intende andare, anche per non alterare gli equilibri interni»



    Son d'accordo sulla cifra, anzi ADV (adesso il rancio è sano e abbondante, lo dice lui! Ahahahahahahahah!) lo è con me. Uno e due? Da ruttarci alla Fantozzi, non sta né in cielo né in terra: coi gelosi filosofemi da cui non si sa trarre orgogliosamente piede una volta formulati non si vince una minchia... ahahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  37. A dire la verità a me è parso che lo facesse soprattutto nella seconda parte della stagione restando più defilato a sinistra rispetto a quando faceva la seconda punta per poi incunearsi non appena se ne presentava l'occasione. Mentre dall'altro lato Cuadrado attaccava da destra più libero da compiti di copertura. E mi spiego: nella prima parte dell'anno Cuadrado l'ho visto fare anche il marcatore di chi affondava sulla sua fascia di pertinenza spendendo molte energie.

    RispondiElimina
  38. Che faceva l'esterno d'attacco nel 4-3-3 lo dici tu, che continui ad usare classificazioni tue. Che il modulo potesse, in certe fasi della partita, somigliare ad un 4-3-3 molto sui generis può darsi, che Ljajic facesse l'attaccante esterno non è vero a meno che al termine tu non dia un significato tutto tuo, ma allora dovresti scriverci un vocabolario. Infatti quello che descrivi come movimento è tipico della seconda punta o trequartista, è quello che faceva Baggio, appunto. Per me se uno viene definito attaccante esterno è un'ala, uno che parte dalla fascia, e Ljajic sulla fascia non ci sta, quasi mai e mai la sua presenza in campo potrà dipendere da quella di Cuadrado che è poi il discorso dal quale siamo partiti.

    RispondiElimina
  39. È importante trovarci d'accordo su ciò che faceva in campo, cioè sul tipo di movimenti e non sulla definizione. Sennò rischiamo il nominalismo e precipitiamo nelle aporie del Nome della rosa.

    RispondiElimina
  40. Se dai retta alla Gazzetta dello Sport perdi la strada per tornare a casa. Stanno tirando in maniera vergognosa la volata al Milan o, meglio, propagandando il tentativo del Milan di arrivare a Ljajic. Continuo a credere che dietro ci sia il nulla, però anche questa è un'interpretazione dei fatti.

    RispondiElimina
  41. L'avevo scritto a Blimp Jordan, perchè non ho molta fiducia nella tua conoscenza della filosofia medievale Blimp.

    RispondiElimina
  42. Lud, non per contraddirti, ma tu ipotizzavi Ljajic in posizione centrale "Messi" con Rossi a sinistra. Adesso lo etichetti come attaccante esterno sempre nel 4 3 - 3. C'è confusione. Ljajic è un giocatore d'attacco, capace di parecchie cose, che come prima opzione ha la verticalità. Ovvero l'aggressione dell'area provenendo da fuori, per il tiro in anzitutto e poi per la penetrazione. Non ha caratteristiche che comportino una definizione assoluta del suo ruolo, perché come dicevo sa fare molte cose. A permettergli di cominciare a segnare non è stato un cambio di modulo, ma l'assimilazione dei movimenti che deve saper fare un attaccante.

    RispondiElimina
  43. Anche se da ingegnere ignorante Umberto Eco l'ho letto anch'io e non mi sembra che il tuo commento richiedesse particolare conoscenza di dettaglio dell'argomento. Comunque io son l'ultimo che si fossilizza sui termini, a me piace guardare le partite e cercare di capirle.

    RispondiElimina
  44. Foco, sono d'accordo al 100%!!!!

    RispondiElimina
  45. Quindi Adso da Melk non è un'aletta austriaca?
    Ehehehehehehhe

    RispondiElimina
  46. colonel.blimp3 agosto 2013 11:55

    Ahahahahahahahah! La «Gazzetta» tira la volata al Milan aumentando di 400.000 la proposta d'ingaggio della Fiorentina! Fila logico! Eheheheheheheheh, ci sei rimasto di merda, Jordan! Anche i patriarchi scazzano, mica solo i pietrasantini! Ahahahahahahahahah! Basta riconoscerlo, come tu vuoi che lo facciano i pietrasantini... ahahahahahahahahahah! Magari, e alle brutte, se Ljajic rimane e glieli danno ce l'avrai per la vita con ADV! Ahahahahahahahahahahah! L'orgogliazzo di questi ingegneri! Bene, adesso diciamolo: se va via a queste condizioni Nutellino fa una cazzata enorme. Il Milan (intendo sùbito: fare tribuna per un anno di fronte al clitoride di 1,6 non avrebbe senso) non gli darebbe più di 2 ed è meno forte di noi anzi è in decadenza (anche per motivi giudiziari, se Umberto Golpista di Savoia non dà la grazia, come penso e temo), per 400.000 di differenza perdendo Montella e una possibilità di valorizzazione, per l'anno prossimo, ben più grande, non gli conviene, soprattutto inserendo un minimo di bonus legati alle presenze e ai gol. La Società ha fatto il massimo, così, e ripeto (stavolta a Lud e a Deyna) che i suoi passi erano obbligati fino a oggi. Se avessero offerto 1,2 avrei giustificato il Nutella, a 1,6 no, sarebbe da parte sua un errore, almeno io nei suoi panni accetterei. Ancora una volta bravi DV!

    RispondiElimina
  47. Sai Salvatore, per diventare metalmeccanico ha dovuto fare un master in marketing AHAHAHAHAHAHA

    RispondiElimina
  48. Colonel.blimp, vedo che ti abbeveri a fonti autorevolissime! E di tali fonti, ti concentri solo sulla parte che piace a te - 1,6 milioni - ma non su quella che non ti piace - per non alterare gli equilibri interni - mi auguro che la tua digestione proceda bene...

    RispondiElimina
  49. Ho descritto la posizione di Ljajic lo scorso anno, quando al centro stava Jovetic. Quest'anno avrebbe potuto giocare anche al posto che era stato di Jovetic. Oppure nella posizione occupata l'anno scorso.

    RispondiElimina
  50. Non capisco perchè classificare paure legittime preoccupazioni per una serie di nodi da affrontare. Come se affrontare un nodo fosse sintomo di paura. O anche solo avere consapevolezza che quel nodo esiste. Se preferisci Foco scriviamo pure che tutto va bene, che ogni volta vinceremo 8-0 ma chiudiamo bottega, non facciamo un blog. D'altronde il cartellino di Cuadrado è nostro al 50%, mentre Montella non ha ancora rinnovato. Sono due "nodi" che vanno ancora sciolti.

    RispondiElimina
  51. Io aspetterei prima di batter la grancassa, mi sembra tu sia un po' frettoloso. Comunque se glieli danno mica li prendono a me, di sicuro son contento, di certo di più che se se ne andasse. Le tue sono tutte affermazioni pretestuose che non stanno nè in cielo, nè in terra perchè hai anche tu questa visione competitiva di un blog che non ha molto senso. Se gli danno 1,6 per davvero hai vinto tu e se gli danno 1,2 ho vinto io? ma dove sta scritto? Avrei scazzato? e cosa, di grazia? Ho espresso un parere e perchè un giornale in genere sputtanato in tutto ciò che dice, esprime dei numeri ai quali in genere non si crede, all'improvviso diventa il Vangelo, io avrei scazzato? Intanto aspetterei la conclusione, vera, della vicenda, e poi se ne riparla. Se poi gli danno 1,6 e firma, ottimo, non mi sento comunque di avere scazzato proprio niente, io non l'avrei fatto, ma, ripeto, i soldi son loro e domani a trattare con gli altri ci vanno loro, mica io. Spero solo che non creino un controproducente casino nello spogliatoio. Ma tutto questo, ripeto, è prematuro, si sta parlando sul nulla, su dei numeri della rosea.

    RispondiElimina
  52. Lud te lo ripeto, quello che scrivi riguardo la materia oscura non m'interessa. Ieri ti ho scritto che le bocce dovevano fermarsi ma non hai resistito a tirarmi in ballo prendendomi per il bavero su due post dove manco ti consideravo. Oggi ho scritto altro continuando sulla stessa linea ma tu non resisti, mania di persecuzione o egocentrismo, ti sei sentito chiamato in causa, lascia perdere, i miei post devi saltarli perché sono incomprensibili per te, non sei competitivo sull'argomento. Non tentare di decifrarli, io i tuoi li salto perché non m'interessano, devi fare lo stesso.

    RispondiElimina
  53. A me pare che certi giocatori si siano espressi a certi livelli, disputando una stagione eccezionale, proprio perché non erano imbrigliati in nessuna definizione ma sfruttati secondo caratteristiche in un modulo molto elastico che è stato il leit motiv dell'intera stagione, il 3-5-2. Terza Fiorentina di sempre come goal segnati e apporti importanti giunti da difesa e centrocampo non solo le punte. Pensare ad una definizione e avere in mente un modulo è una conclusione che nessuno ha fatto e sono i risultati a dimostrarlo più di mille parole.

    RispondiElimina
  54. Fosse vera la notizia della Gazzetta, a 1.6 la Fiorentina fa il massimo [d'accordo, potrebbe forse arrivare fino a 1.8, ma che cambia se gli altri offrono 2? A questo punto si sceglie un progetto].

    RispondiElimina
  55. Ottimo Foco, saggio, completo e molto affossante. eh eh eh eh

    RispondiElimina
  56. Scrivo che sono paure perché non hanno riscontri oggettivi, Lud, ammesso che parlassi solo di te. Che tutto va bene mi pare che mai come quest'estate lo si possa anche urlare. L'unico nodo lo deve sciogliere la volontà di Ljajic e anche in caso che questa ci fosse avversa, la fiducia nell'operato di questa Fiorentina non merita di essere intaccata. Altrimenti quando si vincerà 8 a 0 si rischia di andare a pensare che siano troppi tutti in una volta e che i nostri saranno deconcentrati alla prossima.

    RispondiElimina
  57. Sopravvissuto3 agosto 2013 12:32

    Una delle certezze in tutta la vicenda l'ha detta ieri Andrea Della Valle "La Fiorentina vuole Liajic, vogliamo rimanga qui e anche lui vuole restare". Palla a Ramadani e, poi, a Cognigni. Un'altra certezza è che ogni volta che Andrea è sceso in campo, con le sue parole, le sue garanzie, le sue parole, le sue rassicurazioni, la sua "parola" le cose si son sbloccate e hanno avuto lieto fine per noi (Cuadrado, Jovetic, Gomez, etc.). Se l'offerta del Milan è 8 cocuzze e la viola valuta il serbo non meno di 12 meloni, l'incontro (eventuale, da scongiurare) sarebbe a 10 milioni. Bene. Se la vexata questio è solo la clausola rescissoria, che la viola pone ad almeno 15 meloni e Ramadani a non più di 8/9 cocozze, l'incontro naturale sarà a 12 milioni; all'apparenza se è semplice per il Milan (prenderlo), lo è anche per la Fiorentina trattenerlo. O Galliani forza (rompendo un salvadanaio, cedendo a destra e manca le bufale che ha) perché immagina un'ulteriore esplosione del serbo e quindi lo piazzerà tra un paio d'anni ( o tra un anno) a 20 milioni, oppure molla la preda, visto che non riesce a sganciare neanche 3,5 per la moto giapponese bionda. Sullo stipendio di Liajic: se la viola parte da 1,5 vuol dire che sta facendo oltre il consentito, rispetto agli equilibri e allora se Rama non accetta questa cifra vuole la rottura di un piano (di trattativa) già lesionato. Intanto mi godo il rinnovo quinquennale di Gonzalo Rodriguez, il perno di una squadra, il perno dal piede educato che solo un cerebroleso non coglie nella sua essenza futebolistica. (Allegri a Milanello "Montolivo, in quella zona.... faccia da perno!" Riccardo "Faccia da stronzo lei...").

    RispondiElimina
  58. Deyna a me sembra che si dia i numeri, possibile che da un mese ci si scorni per 2 o 3 mila euro di forbice per convincerlo a restare o meno ?! A me sembravano buoni anche 1,3 ma se arrivano a 1,6 vogliamo continuare a parlare di errore se non arrivano a 1,8 ?! Ma che ha fatto 4 mesi buoni e basta in tre anni e mezzo di permanenza ce lo ricordiamo ?! A queste cifre non proporrei neanche clausola rescissoria, sei nostro, il rischio di darti questi soldi e vederti tornare quello di due anni fa lo corriamo da soli, se fai bene e ti pagano un botto dopo meglio per noi e meglio per te che prenderai 4 milioni e passa d'ingaggio. Stop! Si parla di un prospetto come se fosse Maradona, se va via avanti un altro. Non deve riconoscenza alla maglia viola ma a chi lo ha fatto rendere come non mai prima, una riconoscenza non vincolata al denaro o alla maglia ma alla sua maturazione tattica. Se lo capisce ci guadagna se va in altre squadre deve trovare, ambiente, opportunità e soprattutto un allenatore che sappia esaltare le sue caratteristiche come ha fatto Montella e non è detto che trovi tutto quanto insieme in una volta automaticamente. Montella è un allenatore sulla breccia alla ribalta della considerazione internazionale, non sono allenatori che trovi a piene mani in ogni dove.

    RispondiElimina
  59. O perché non se ne sono fatti 9 o 10, qualcosa non funziona. Se Ljajic rimane, viva Ljajic, se va via faremo comunque una stagione straordinaria e non vedo precluso nessun obbiettivo, basta giocarsela, ce la siamo giocata l'anno passato, figuriamoci se quest'anno si parte peggio. Sono in parecchi a pensarla diversamente, serbo o non serbo.

    RispondiElimina
  60. Dicevo infatti che 1.6 è proposta congrua al valore del ragazzo e a quanto può fare in futuro, se non accetta a questo punto è sua responsabilità. Resta lo sbaglio iniziale di non avergli proposto il rinnovo l'estate scorsa, ma è un altro discorso...

    RispondiElimina
  61. Ma come non hanno riscontri oggettivi? Cuadrado secondo te è nostro? E Montella? Tutti e due sono in scadenza nel 2014, Cuadrado è nostro ma al 50%. Un altro caso che avevo citato era proprio Ljajic e non mi pare fosse pessimismo o fantasia. Io capisco che su questo blog l'ottimismo è obbligatorio. Ma analizzare i problemi è un fatto di intelligenza non di ottimismo o pessimismo. Ora pare che Montella abbia espresso volontà di rinnovare, ma non c'è ancora nero su bianco.

    RispondiElimina
  62. Si può discutere all'infinito se ci sia stato uno sbaglio la passata stagione, per me no, e i motivi li ho spiegati, per altri si. Amen. Oggi, se si parte da un raddoppio di stipendio come base di trattativa mi pare che la società stia facendo tutto il possibile, se poi saranno 1,3 o 1,6 non conta molto, lo sforzo per farlo sentire giocatore importante è stato esaudito secondo possibilità, se per lui son pochi e crede già di valerne di più arrivederci e grazie. Valuti bene la squadra e chi lo avrà per le mani, non solo l'ingaggio, perché per le mani ci è già passato un'altra volta.

    RispondiElimina
  63. Stagione 2013 - 2014:
    Allenatore : Montella
    Cuadrado in rosa e di proprietà piena almeno per quest'anno.
    Non si tratta di ottimismo sfrenato, si tratta di un campionato che comincia tra un mese e che vede i due sopra menzionati nei ranghi della Fiorentina.
    Quali sarebbero i problemi? Che nodi bisogna sciogliere? Questi sono dati oggettivi, non ipotesi future. Se poi per te sono discorsi figli di una mente insensatamente ottimista, io rispetto la tua visione delle cose, mica sono il Verbo. Per esperienza però posso dirti che ogni tanto bisogna godersi l'attimo che a fare altrimenti ci si fa del male.

    RispondiElimina
  64. Lud, se l'ottimismo su questo blog fosse davvero obbligatorio, dovrei licenziare i buttafuori che tutti i giorni ti lasciano passare.

    RispondiElimina
  65. ma è buono per il 4-3-3?

    RispondiElimina
  66. Questa è l'ultima. Fanno o non fanno gli "agit prop"?: "Queste le parole di Luca Calamai, giornalista de La Gazzetta dello Sport, a Radio Blu nel corso di Anteprima Pentasport: “L’agente di Ljajic, Fali Ramadani, ha invitato il Milan a presentare un’offerta concreta alla Fiorentina. Nel futuro del giocatore ci sarà o la Fiorentina o il club rossonero, non ci sono alternative, Ljajic non finirà in Inghilterra.”

    RispondiElimina
  67. Ne sanno una più del diavolo eh eh eh eh eh eh Avevi detto di lasciarla perdere la Cazzetta, fallo dammi retta, ci si fa il sangue cattivo. Anche Fiorentinanews si è messa a riportare ogni sospiro di tal Suma direttore di Milanchannel, no, voglio dire........

    RispondiElimina
  68. Dare 1,6 netti annui a Ljajic va benissimo, ma allora niente clausola rescissoria.

    RispondiElimina
  69. LELE



    COLONNELLO, mi sorprendi considerando quel minchione di Calamai attendibile...

    A scanso di equivoci, il mio confidente, collega e amico di Pradé che per
    ora non mi ha dato nessuna bufala, aveva detto che il Rama aveva
    richesto 1.6 per la forma; ma poi avevano trovato l'accordo tra 1.3 e
    1.4 (il che e'un aumento mostruoso come gia' commentato ieri) La
    Fiorentina non arrivara' mai a 1.6, ma se lo farà vuol dire che avranno
    rifatto i conti e questi a gestire sanno come farli tornare, quindo non
    vedo né vinti né vincitori. O forse si', vincitori saranno Ljajic stesso
    e i tifosi...



    Lele

    RispondiElimina
  70. Calamai non è quello che sosteneva che la Fiorentina avrebbe dovuto cedere Jovetic alla juve?

    RispondiElimina
  71. Ludwwigzaller3 agosto 2013 16:19

    Se ho un problema con un mutuo, una scadenza, una pubblicazione non nascondo la testa sotto la sabbia. Mi dò da fare e cerco di risolverlo. D'altronde non mi sembra di aver mai scritto che abbiamo dirigenti incapaci. E vengo ripetendo da tempo che la squadra è forte comunque. Ci sarà pure spero una via di mezzo ragionevole tra scetticismo totale e ottimismo obbligato.

    RispondiElimina
  72. A Firenze esistono in certi palazzi, si chiamano mezzanini. Sono piani intermedi.

    RispondiElimina
  73. Io tendo a guardare lontano nel calcio e nella vita, quindi avrei voluto blindare la squadra di quest 'anno quella del terzo/quarto posto sin da adsso.

    RispondiElimina
  74. ho sentito Calamai oggi in streaming su Radio Blu, in certi passaggi farneticante... per non parlare di come affrontava la vicenda portiere. A questo punto se J. Cesar venisse a ingaggio super super ridotto, valuterei se davvero è realistica la notizia che il procuratore di Neto parla del Verona come fortemente interessato. Potrebbe essere la soluzione per far giocare il ragazzo in un ambiente meno stressante del nostro quest'anno. Su Adem se rimane sarei davvero contento e non credo proprio che non sia un titolare dato che in attacco vedo tre titolari per due posti. Insisto ancora su un centrocampista di corsa e tecnica come Nainggolan per completare divinamente un centrocampo già eccellente. L'unica cosa su cui concordo con Calamai è quando parlava che quest'anno la Fiorentina dovrà tirare fuori dal cilindro qualche novità, in quanto ora non siamo più una sorpresa, ma tutti ci affronteranno con molto timore, molto chiusi e ben preparati a sfruttare i nostri punti deboli.

    RispondiElimina
  75. Lele, si è persa una risposta che ti dovevo.... Riassumo: io sono in Romagna tutto agosto, rientro al lavoro dal 26. Se vieni in qua fammi sapere, ma metto le mani avanti per quanto riguarda il golf: non sono minimamente presentabile, max caddy per guidare il veicolo elettrico...
    Fammi sapere, volentieri se ci vediamo, tanto abito vicino ad un famoso 18 buche della riviera, non lontano dall'ombrellone che fu du Bobone Vieri.... Ciao!

    RispondiElimina
  76. Lele siam d'accordissimo e l'importante è sempre che vinca la Fiorentina.

    RispondiElimina
  77. Nessuno obbliga nessuno. I discorsi sui contratti futuri sono, per definizione, futuri. Montella non ha mai proferito parole sibilline o poco convinte sul fatto di continuare con la Fiorentina, Cuadrado per il momento è nostro, da giugno lo avremo a metà, ma il ragazzo è la foto della felicità in viola. Se compri una casa cerchi di godertela abitandoci, non guardi ogni giorno il bollettino dei terremoti o gli intervalli di tempo tra una glaciazione e l'altra. Per paura di ammalarsi uno rischia di non accorgersi che intanto sta bene.
    Per curiosità, Lud, due anni fa, allora, che facevi? Due anni fa era roba da lexotan a bottiglioni!

    RispondiElimina
  78. I contratti degli allenatori poi, per me, lasciano il tempo che trovano. Un allenatore deve sempre restare dove è convinto di stare e non certo per obblighi contrattuali. L'allenatore non lo puoi mandare in tribuna è lui il motore di tutto.

    RispondiElimina
  79. Orcio anche il Barcellona e il Bayern non sono una novità per nessuno, eppure......Se proponi un certo tipo di gioco e lo sai fare bene hai voglia a conoscere l'avversario, se questi vanta giocatori di qualità in tante zone del campo non ci sono ricette particolari perché sai come giocano. Poi la palla ruzzola, non scendono i fatturati in campo e neanche gli ingaggi altrimenti le partite non verrebbero neanche giocate. La Fiorentina si è attrezzata per non raccogliere solo le briciole dal tavolo dei grandi e finora il lavoro svolto è di assoluto livello, ho fiducia che con questo rafforzamento eseguito siamo li, a ridosso di quelle che hanno mezzi di gran lunga superiori.

    RispondiElimina
  80. Ora ne inventano un'altra, ora è il procuratore di Neto che vorrebbe parlare di Verona. Sono balle. Di sicuro non vorranno trovarsi col culo scoperto tra quindici giorni, nè qui, nè là, e vorrà sentirsi dire qualcosa viva voce su tutte queste balle dei giornali. La storiella delle due amichevoli fa in realtà un po' pisciare addosso dal ridere e che al 3 agosto ancora non abbiano le idee chiare è abbastanza strano, però in questo momento anche il signor Castagna meno casino fa meglio è. Del resto, poeromo, anche lui non ha aperto bocca, son tutte illazioni della razzaccia dannata, non esiste un virgolettato che è uno.

    RispondiElimina
  81. Leo, certo che si sa come giocano i più forti, e penso che i giocatori presi quest'anno e la nostra qualità ci faranno comunque disputare un anno ad alto livello. Condividevo quanto diceva Calamai sulle novità perché penso proprio che Ljajic, Rossi, Gomez e anche Ilicic davanti sarebbero un potenziale offensivo mostruoso. Penso però che anche in fase di gestione della gara o quando affonteremo squadre top tipo Juve e Napoli, in mezzo i nostri tre tenori abbiano bisogno di un "aiutino" a livello di corsa e fiato, aiutino che Mati e in parte Ambro, a quei livelli non penso possano garantire. Ricorda che abbiamo messo sotto la Juve in casa con Romulo che correva e pressava come un matto. Ciao!

    RispondiElimina
  82. Sopravvissuto3 agosto 2013 17:24

    Calamai, già la desinenza lo identifica, sembra uno di quelli che accende la luce per vedere se c'è buoi. W la faccia, almeno Brovarone si è esposto, c'ha provato (o sapeva veramente? Diciamo 50 e 50...) e gli è andata bene. Per prendere Julio Cesar devi avere già la exit-strategy per Neto, trattare l'ex interista dopo le parole dedicate da Montella a Neto mi sembra non da Fiorentina. I dubbi rimangono sulla tenuta atletica, tre o quattro volte si è bloccato Julione, ultimamente. Per lui, come per un centrocampista, probabile si dovrà attendere la lista degli e sodati di Montella (Rômulo, El Ham, Vecino?, Neto?). Con l'sms (come fanno a saperlo dell'invio di questo sms rimane un mistero!) a Galliani, la Fiorentina ribadisce che il Diavolo non veste Pradè.

    RispondiElimina
  83. Buona amichevole a tutti!

    RispondiElimina
  84. Suona anche l'inno! Mamma quanta gente! Orcio, perché non siamo là?

    RispondiElimina
  85. Anche a te Salvatore! Molto interessato a vedere la coppia Gomez-Rossi, visto che durante tutto il periodo nel quale ho assistito ad allenamenti e amichevoli Rossi era nella squadra B... A dopo!

    RispondiElimina
  86. Sta bono, sta bonoooooooo Non lo dire a me che vado da 20 anni in val di Fassa. Amo quei posti, per chi non ci è stato: fresco, ossigeno, viste splendide, la viola che si allena e gioca: ma cosa si vuole di più?

    RispondiElimina
  87. Forza Fiorentina, l'inizio di stagione si avvicina.

    Col consueto affetto, dedico questo pezzo ai nostri amici Marotta e Galliani:

    https://www.youtube.com/watch?v=qSrsEFKtgQI

    RispondiElimina
  88. Aquila della notte!

    RispondiElimina
  89. Bravissimo Adem.

    RispondiElimina
  90. Soddisfazione anche per Vecino...

    RispondiElimina
  91. Si, c'è molta soddisfazione a vederli giocare, tutti quanti.

    RispondiElimina
  92. Partita contro una squadra di cattivoni che si accontentava solo di partire ( eventualmente) in contropiede. Il primo tempo mi è sembrato un po' lezioso da parte nostra, troppi scambi, troppi tentativi di entrare in porta col pallone. Per servire Gomez servono un po' meno barocchismi, in fondo lui deve solo svaricare in porta. Indietro Tomovic, tanto indietro. Neto si disimpegna ancora bene nei pochi casi in cui deve intervenire, buone uscite, soprattutto basse. Borja è entrato in forma direttamente sull'autobus che lo portava a Moena. Rossi un po' appannato ma tignosissimo, anche in takle. Nel secondo tempo ho visto un ottimo Vecino, veramente buono. Cuadrado ancora senza superpoteri ma sulla via per recuperarli. Jako ci sarà molto utile. Ljajic una spanna sopra tecnicamente, in campionato ci metterà anche la voglia.
    Ottimo Ambrosini per corsa e saggezza.

    RispondiElimina
  93. Molto rognosi questi turchi e per niente con spirito amichevole. Nel primo tempo c'era molto caldo, e siamo stati quasi costantemente sotto ritmo, ma sempre facendo girare il pallone. Fa bene giocare contro squadre del genere, che si chiudono a riccio, randellano e sperano in un contropiede. Tomovic ha fatto un errore che è meglio non ripeta, spunti buoni - a parte Borja, Cuadrado e Ljajic che non sono delle novità - per Compper, Ambrosini, Bakic, Vecino, Iakovenko. Un passo indietro per Alonso. Insomma, si prosegue con il lavoro. Anche oggi, Neto resta imbattuto, per la disperazione dei suoi detrattori: non ha avuto un gran lavoro, ma ciò che doveva fare lo ha fatto in sicurezza.

    RispondiElimina
  94. Foco, però dimmelo che stai per scrivere, così mi risparmio la fatica e firmo in bianco il tuo commento ahahahahah

    RispondiElimina
  95. Panerai, vice-presidente della Fiorentina ha detto: ""Caro Adriano, no cosi' non si fa'. Per Montolivo mi hai giurato che non avevi contatti.Con Ljalic stai violando il regolamento". Dopo il presidente esecutivo Mario Cognigni, anche il vicepresidente Paolo Panerai, che di Galliani e' amico come del resto Diego Della Valle, ha messo a nudo con un twitter le scorrettezze che sta compiendo il v.p. e ad del Milan. "Ha tentato di rientrare nelle regole facendo mandare dall'avv. Cantamessa un'offerta ridicola (8 milioni pagabili in 4 anni), ma ha violato più' volte il regolamento federale che proibisce di avere contatti con i procuratori e con i calciatori che sono ancora sotto contratto. E Ljaljc lo e'. Ritenendosi ormai il massimo specialista di ingaggi a parametro zero, Galliani, attraverso intermediari, sta lavorando con quello che si definisce il fiduciario della famiglia del calciatore serbo. Con ciò' irritando anche il procuratore Fifa, ufficiale Ramadami, che e' in contatto con Cognini per il rinnovo. Questa volta Galliani potrà' anche essere deferito. Speriamo". Poi ce la prendiamo con Ramadani e magari lui non c'entra un cazzo. Qui sembra che Galliani abbia "contattato" con intermediari (mica ci va lui!) il procacciatore di famiglia! Che gentaccia! e noi a litigare sull' 1,2 e sull 1,6!

    RispondiElimina
  96. Sopravvissuto3 agosto 2013 20:13

    Contro i turchi (molto molto più quotati!) nel 2012 le buscammo, oggi contro altri turchi l'abbiamo vinta, ottimo viatico. Il loro portiere poteva essere ottomano ma non le prendeva quelle palle. Il leziosismo, FOCO, credo taccia parte della carburazione, della presa-misure-tra compagni-tra reparti; prevedo altra annata dove i portieri avversari saranno orsetti da tiro a segno, solo quest'anno al posto del fucile abbiamo un cannoMEZ! Se Montella riuscirà (perché no?) ad equilibrare i minutaggi, le presenze e quindi nessuno avrà mal di pancia, questa rosa sarà veramente protagonista di un'annata da scrivere nel Rothman's italiano. Cambiando gli interpreti, i risultati non cambiano e, personalmente, non credo che Vincenzo Montella dovrà inventare qualcosa per sorprendere gli avversarsari, Gomez sarà più che una sorpresa per gli avversari! Il Gazentepspor ha dato un assaggio di quello che troveremo (da un anno siamo abituati): squadre chiuse (modello Pescara del perito Perin) e contropiede dal quale stare in guardia. Forza viola!

    RispondiElimina
  97. Ahahahahahahah, Sopravvissuto, ma come riesci a inventarne a getto continuo???

    RispondiElimina
  98. Caro Salvatore, possiedo il domo dell'ovvietà, è impossibile non essere d'accordo ehehehehehehehe

    RispondiElimina
  99. Fossi Galliani, a questo punto mi comprerei più di un amuleto! ahahahahahah

    RispondiElimina
  100. questa volta il 100 l'ho fatto io, voglio la bambolina!

    RispondiElimina
  101. colonel.blimp3 agosto 2013 21:37

    Ho solo tempo per dire che «leziosismo» è da evitare come la peste e da lasciare a Pizzul o a Cavasin. «Leziosità» è di rigore; mi dispiace, personalmente, ma è accettabile «leziosaggine»; divinamente proprio e antico, e nello spirito della lingua nostra (la più hermosa delle romanze, dunque di tutte le lingue), «lezio» (Howard Hawks fece riscrivere una sceneggiatura a Hemingway, umiliatissimo e incazzatissimo, dicendogli che Faulkner non avrebbe mai usato tanti polisillabi con pesanti suffissi: Hemingway, dopo qualche giorno, gliela restituì con soli monosillabi e bisillabi, sbattendogli lo script sul tavolo senza dire una parola e lasciando la stanza a grandi passi decisi), purtroppo in disuso e che soltanto io e qualche vecchio dinosauro (alla Gomez... ahahahahahahahahah!) ormai utilizziamo.

    RispondiElimina
  102. A me sembra ci siano problemi in difesa.

    RispondiElimina
  103. Sopravvissuto3 agosto 2013 21:48

    Per quella devi passare dalla parte del nemico, devi andare ad Arcore, forse è rimasta una bambolina....o hanno solo bambolone? Ah ah ah ah ah ah ah....JORDAN, tu non andrai mai, ne son certo, per come sei democratico (buffetti distribuiti equamente a chiunque non abbia frequentato Coverciano, la Rosada o non abbia mai visto Leao) avrai come secondo nome Spartaco.......eh eh eh eh eh eh eh eh....S.NAP., è questo mondo del pallone che si prende troppo troppo suol serio, con questi tipi strani (Preziosi, Zamparini, Galliani, il vecchio Romero, Tutunci..,tutti 'sti pallonari, nel senso che ne raccontano così tante che neanche loro le ricordano!). Sai qual'è il formaggio preferito da Zeman? Groviera (chiedere a Castan, Balzaretti, Piris&Co......)........! (a te va uno dei miei ringraziamenti da vero profano, non ci capivo nulla tra plusvalenze, una vale a gennaio, una a luglio, quello si divide per 4, quell'altro divide et impera, il Parma che che cotto- vabbè mi è venuta così...accattativill' ! Munari un quinquennale che neanche Zola ai suoi tempi, Vargas che pesa come un macigno, sia de panza sia di ingaggio...-anche questa è venuta da sola.....).

    RispondiElimina
  104. Non ti ci metterai anche Tu, proprio Tu, con la storia dei capponi, eh?

    RispondiElimina
  105. Il cappone 1 non c'era, il cappone 2 è entrato nel secondo tempo e non ha fatto cazzate, ho visto male Tomovic, la copertura di Pasquale poi Alonso, e anche Compper mi è parso abbastanza spaesato [a differenza del solito].

    RispondiElimina
  106. Sopravvissuto3 agosto 2013 23:05

    Ma noi sappiamo attaccare, è la cosa che sappiamo fare meglio! Modulo spagnolo ma mentalità da Eredivisie: fare un gol più dell'avversario......senza leziosaggine prenderemo meno gol...eh eh eh .....sono a dieta, avevo dimenticato la Crusca, BLIMP.... ah ah ah ah mi sei sembrato quasi il Gat ex cathedra.....ah ah ah ah ah ah......(ma hai ragione!).

    RispondiElimina
  107. L'Ezio gli era un disegnatore a i'Pignone che gli avea un naso che quando e si giraa e volavano e fogli da' tavoli.

    RispondiElimina
  108. S'è fatto un paio di cazzate verso la fine da pigliacci du' go' a bischero gigliati! Anche i' rigore di Alonso gli è un bell'intervento a capoecazzo. Meno male che un contava nulla. Comunque anche loro dietro un ni scherzavano. L'unico goal senza regalo l'è il colpo di testa di Ambrosini.

    RispondiElimina
  109. Il pirata ha fatto mettere in giro (Di Marzio), la voce che Ramadani non è più l'agente di Ljajic. Ramadani ha smentito ufficialmente, La grande offerta del Milan è 8 milioni in quattro anni. Pezzenti. Alla luce di questi sviluppi la dichiarazione odierna a radio blu di Calamai che era stato Ramadani a chiedere a Galliani di presentare l'offerta ha del comico. Lo prendono per il culo peggio di Bucchioni.

    RispondiElimina
  110. Piú che pezzenti, delinquenti...

    RispondiElimina