.

.

lunedì 21 ottobre 2013

Meglio di una trombata

Ci sono pensieri che arrivano alla testa di Conte scortati, in quei 16 minuti di orgasmo Viola l’allenatore della Juve ha pensato che il mondo stava finendo, si è impaurito e il gatto che tiene in testa non ha più 7 vite ma 4 gol. Chi ama l’arte informale come me lo può dire, la provvidenza è astrattista, non si capiscono mai i suoi disegni, ma quando sono come quelli di ieri sono bellissimi. La tripletta di Rossi è l’orgasmo dentro all’orgasmo, le mitragliate di Tevez e Pogba uno scarobocchio su una tela bellissima tela, la coreografiaa rende la curva la più graziosa distanza tra due punti. I tre punti invece ci puntellano la classifica, mentre la vittoria ricolloca le ambizioni là dove gli infortuni avevano piazzato cariche esplosive, in attesa che Gomez rientri a prendersi il peso di un attacco che non può rimanere troppo a lungo solo sulle spalle del piede sinistro più bello del campionato. Forse è una vittoria che equivale davvero ad una trombata, forse di più o di meno, dipende, speriamo comunque senza preservativo, in modo che questa gioia infinita possa essere rimasta incinta e così figliare come i conigli tante altre gioie come questa. Oggi posso dire che una notte d’amore è una partita in notturna in meno della Fiorentina. E’ una gioia troppo grande per esprimerla da solo in bagno come fosse autoerotismo, una gioia che necessita di un commento da condividere completamente, da scrivere insieme insomma, e allora inserirò via via qualche vostro pensiero...Cominciamo con il Sopravissuto "Io ho festeggiato non guardando la Domenica Sportiva. (Dopo Conte, ascoltare il piangina-Mazzarri sarebbe stato troppo! Giá vede un complotto, il nipote di Nereo...-" Intanto Lud sente l'assenza di Ljajic mentre Bernardo Brovarone "SVEGLIA...giù dai letti...c'è l'aereo per Madrid....INFAMI"... Ed ecco Foco dopo aver fatto il culo alla cameriera"
Tra le cose migliori della partita secondo me: Neto. Giudicato fragile psicologicamente, tiene aperto lo spiraglio da cui passa la vittoria grazie alla tranquillità e alla concentrazione. È l'anticorpo che impedisce alla ferita di infettarsi. Roncaglia. Non so se ci avete fatto caso ma oggi non ha mai sorriso ad arbitro e avversari. Ritrova la faccia da Charles Bronson in tempo per la partita giusta, l'Apache sente puzza di antichi conflitti tribali e gira a largo. Pulito anche negli appoggi oltre che negli anticipi. Ritrovare il Facundo della prima fase dello scorso campionato sarebbe come riavere Gomez. Rossi. C'è una qualità che lo rende un campione, ed è una qualità morale, non tecnica. Giuseppe Rossi è un campione perché possiede la calma dei campioni. Dopo un'ora senza un pallone giocabile, con la squadra sotto e gli avversari sempre soverchianti, altri si sarebbero fatti prendere dallo sconforto, dai nervi. Altri avrebbero litigato, accusato i compagni, si sarebbero prodotti in isterismi. Altri non avrebbero segnato perché avrebbero già smesso di crederci e quindi di giocare. Peppe no, Peppe è un campione. Pizarro/ Borja. Il Pek ricomincia a piroettare quando la partita sembra andata. Con la sua solita finta non perde mai un pallone e ricomincia il suo fraseggiare come se si fosse sullo 0 a 0. Borja dal canto suo ricomincia a tessere calcio e a rincorrere. Intendiamoci, non sono cose che portano ai gol, ma sono cose importanti che impediscono alla squadra di perdere del tutto la testa, che evitano il ricorso al lancione sistematico dalla difesa e , quindi, andare incontro ad una sconfitta sicura...Il Gonfia in terra di gobbi carica le munizioni" Per QUESTA Partita, per COME Rimarrà nei nostri ricordi e per COSA Rappresenterà sempre nella NOSTRA STORIA VIOLA (e per gli intempestivi perculeggiamenti restituiti con dovuto interesse usurai interesse ai diversi mittenti, ma questo è il meno) Voto 10 e LODE a TUTTA LA SQUADRA...Anto mi rimbrotta "Oggi Pollock è stato addirittura poco ottimista, visto che ci ha mostrato due pere, mentre noi ne abbiamo fatto quattro, ahahahaha...Jordan più tirato del Chiari da 6,5 a Pepito...La cronaca del Colonnello Blimp "Scendiamo in campo con formazione e schieramento alla glande e sola consolazione è la presenza del Fac. Le due squadre si studiano a lungo e la Juve appare così chiusa e legnosa che Montella capisce che Ambrosini contro quelli è cazzata rimediabile. Resta che la solitudine di Pepito è stolidamente riproposta dal tecnico e per giunta davanti al pubblico amico (commovente nella gioia dei Sei Minuti Che Cambiarono Il Mondo e nel dopo-partita al clacson) e che Aquilani era da panchina anche per chi si fosse limitato a visionare la partita con l’Armenia, mentre l’opacità di Borja e del Pek non aiuta. La Juve, in cui sontuosi appaiono almeno Tevez e Pogba, schioda il risultato con un rigore che contro di lei non fischierebbero mai e infatti in precedenza una sommersione di Rodri in area avversaria era stata bellamente trascurata dal killer Rizzoli. Purtroppo un concorso di colpe (Neto incerto sul da farsi e quindi poi tagliato fuori, Cuadrado in affannoso recupero e non a lui spettante che alza palla temendo d’inciamparci non riuscendo a colpirla secca bassa e soprattutto la latitanza del comparto di centrosinistra su Pogba) ci affossa. L’inizio della ripresa è scoraggiante, la Juve scava contropiedi che ogni volta uno crede che ci rimandino a casetta anzitempo, noi sembriamo più spuntati dei lapis dell’ultimo della classe, Neto ci salva due volte e altrettante è per lo meno sicurissimo nella presa su tiri sciupati ma ravvicinati. Quel che succede dopo il rigore trasformato da Pepito non tiene più del calcio e non è analizzabile né tecnicamente né tatticamente: una cosa però è chiara, mentre trionfa il modello neo-contropiedista di Garcia abbiamo dimostrato di saper adeguarci al nuovo verbo, in pochi minuti, meglio di chi, come la Juve, avrebbe uomini più atti, in partenza, a tal tipo di approccio. E, per quel che abbiamo visto in estasi, sia lode, ora e sempre, a Bonucci e al suo jazzistico cantore stonato...Jordan che cita McGuire "Torno dallo stadio, a piedi, per sbollire l'euforia e bearmi dell'eco dei cori che ancora, un'ora dopo, si sentono in giro. Sono con McGuire, stasera magari dopo cena, si parla di più e di meno di perchè e di percome, ora è solo il tempo delle seghe, a due mani! A quello stronzo che in TS faceva la radiocronaca per i gobbi alle mie spalle (il Guetta dei gobbi) alla fine ho detto con un sorriso di circostanza che dicesse ai suoi di mitragliarsi le gonadi perchè ride sempre chi ride ultimo e se ridi prima Eupalla s'incazza. Prima o poi mi mostrano il cartellino rosso...La pagella di Deyna "Neto 7.5; Roncaglia 7.5, Rodriguez 6+, Savic 6.5, Pasqual 6-; Cuadrado 5, Ambrosini 6+, Pizarro 6+, Borja Valero 6.5, Aquilani 4.5; Rossi 8.5 [Mati Fernandez 6+, Joaquin 7+, Matos 6.5...Vitalogy "Ieri record per il mio esultometro, salito a 23 cm...Francis e la grigliata "Godere più di così è impossibile. Al terzo gol ho aperto le finestre e mi son messo a urlare, finché avevo voce. In un cortile vicino (sono in esilio a Prato), un gruppone di merde aveva organizzato una grigliata propiziatoria. La rosticciana gli sarà andata di traverso, a que' gobbacci. Tre gol in dieci minuti, dopo aver giocato male e non aver mai tirato in porta è meraviglioso. Secondo me 'un si ripiglian più dallo sciocche. Hanno mitragliato anche, i coglioni... hanno mitragliato. Ma andate affanculo! Secondo me la loro stagione è finita, e gli s'è annichilita noi. CHE GIOIA IMMENSA!!! Antoine Rouge "Neto 7,5; Roncaglia 7; Gonzalo 6,5; Savic 6,5; Cuadrado 6,5; Aquilani 5; Joaquin 7; Pizarro 5; Borja Valero 5,5; Ambrosini 6; Mati 7; Pasqual 6; Rossi 8; Matos 6. Neto ci giene a galla, Mati trova il rigore, la gobba arretra, noi ci crediamo e cresciamo, Cuadrado si sveglia, Joaquin furoreggia, Rossi fa il Bati, il miracolo si compie...Gli interrogativi di Vigile..."E una domanda a chi se ne intende di statistiche: c'é stato qualcun'altro che ha fatto una tripletta alla Juve in maglia viola?"...

237 commenti:

  1. Squadra cantiere quella di quest'anno, Montella deve dannarsi l'anima. L'anno scorso il progetto di gioco era limpido. Nella prima metà Conte tatticamente l'aveva avuta vinta, noi eravamo trapattoniani. Poi ci ha aiutato la fortuna e l'allenatore ha rischiato un po' di più. Ma Cuadrado a sinistra era una mossa un po' disperata, dettata da un esito che pareva deciso. È andata bene, ma Montella dovrà lavorare ancora sugli assetti, anche dopo il rientro di Gomez. Sul piano del carattere invece siamo solidi e motivati. Lo si vide in coppa in mezzo alla neve, lo si è visto ieri. La squadra non molla mai e questo è importante.

    RispondiElimina
  2. Chiarificatore21 ottobre 2013 08:39

    Chi ha saputo leggere meglio la partita secondo me è stato Foco.
    Lo ha fatto ieri sera in quattro post magistrali, ha scritto anche per me, eh eh eh, così io mi sono risparmiato, eh eh eh, ho continuato solo ad esultare. Grazie Foco.
    Si dice che questa partita, per come le squadre hanno giocato, meritasse di vincerla la rube e che non l'abbia vinta solo per 15 minuti di pazzia del calcio. Insomma si dice che noi dobbiamo ringraziare eupalla, la fortuna.
    Cazzata sesquipedale!
    Guardiamo i fatti, la rube ha segnato 2 gol "sporchi" ( un rigore alquanto generoso, una nostra cappella in difesa, soprattutto di Cuadrado) noi invece 4 gol di ottima fattura, compreso il giusto rigore, e noi saremmo quelli che hanno pazzamente, fortunosamente vinto? Ma dai!
    E non mi si dica che sul 2 a 0 la rube poteva farne altri, perché questo spesso succede, infatti sul 4 a 2 anche noi avremmo potuto farne un altro paio con la rube incapace di reagire efficacemente.
    Il fatto è che noi, ad un certo punto, abbiamo annichilito la rube ( sembra che non abbiano ancora trovato la strada di casa, ah ah ah ah ah) , la rube non ci ha mai annichilito.
    La Fiorentina per tutta la partita, anche nel primo tempo quando è scesa in campo con una formazione sbagliata in attacco, ha giocato alla pari con la rube, la differenza è stata che i nostri attacchi erano sterili e loro hanno fatto due gol grazie non ad azioni irresistibili ma ad episodi favorevoli, in un momento in cui prevaleva il tatticismo da entrambe le parti.
    L'unico cambiamento tattico che sembra aver inciso è stato semplicemente, da parte nostra, togliere un centrocampista (Aquilani), per certi aspetti incolpevole, e mettere finalmente un attaccante a dar man forte a Rossi.




    p.s. E' una rosa di calciatori strepitosa quella messa a disposizione di Montella quest'anno, basti pensare all'impatto della riserva Mati, all'impatto della riserva Joaquin, all'impatto della riserva Matos, ed anche all'impatto della riserva Ambrosini, il quale pur non essendo il mio ideale di calciatore sa dare il suo bel contributo, in certe circostanze prezioso, e che al confronto di Migliaccio è un fuoriclasse.

    RispondiElimina
  3. Nella prima parte non abbiamo subito la Juve è vero, era una partita tattica che poteva essere sbloccata da entrambe le squadre. Ed è altrettanto vero che il primo goal della Juve è un rigore. Ma dalla Fiorentina a Firenze mi aspettavo di più, che cioè sapesse imporre il gioco. Anche Conte ha secondo me giustamente rimarcato che l'anno scorso avevamo un gioco più spettacolare e pericoloso. Se poi questa è la praticità ben venga.

    RispondiElimina
  4. Lud, credo che dovresti mettere a posto le contraddizioni del tuo discorso, che mi vede al 50% d'accordo: il 50% che non quaglia consiste nelle responsabilità del tecnico, il «cantiere» lo ha aperto lui, continuando la falsariga dell'anno scorso non c'era cantiere. Gomez non è disponibile, Matos abbiamo visto quanto valga (anche ieri, nello scampolo) e quanto sia suicida abbandonare Pepito ai marosi sopra una zattera, l'apporto di un centrocampo tutto pensante e coi piedi, coerente rispetto agli obiettivi di gioco, ci ha permesso la fantastica rimonta e la fissa coi fuori condizione usque ad mortem (cfr. Aquilani) rimena brutti ricordi bresciani. Ma è sicuro che, se schianti la Juve pur con questi errori e dopo aver rischiato più volte il 3 a 0, essendo salvati da un Neto risorto dopo l'incertezza sul primo gol, vuol dire che il potenziale messo a disposizione dalla Società è insigne, che se la conduzione tecnica è comme il faut ce la giochiamo per il vertice, e come se ce la giochiamo!

    RispondiElimina
  5. «Sul secondo gol», qua sotto.

    RispondiElimina
  6. Rimpiango un po' la limpidezza tattica dello scorso anno e assolvo il tecnico perchè questi sono gli uomini a disposizione. Individualmente tutti bravi e per fortuna alcuni stanno crescendo tra i nuovi. Ci vuole però l'assemblaggio nuovo che sarebbe stato più facile mantenendo l'assetto tattico già sperimentato e facendo campagna acquisti su quel cammino tattico tracciato. Ottime le doti di carattere, eccellente la squadra nel cinismo contropiedista che l'anno scorso ci mancava.

    RispondiElimina
  7. Chiarificatore21 ottobre 2013 09:07

    Questa mattina uno strepitoso BVB su fb:






    Bernardo Vitale Brovarone



    SVEGLIA...giù dai letti...c'è l'aereo per Madrid....INFAMI







    Bernardo Vitale Brovarone



    Questa della prima pagina di Tuttosport non la dovevano
    fare....professionalmente e eticamente vergognosa...si riparte...qui un si
    finisce più...sono stremato...mi ci vole un altro caffè...e rumba
    sarà...ritorno bambino...Felix Magath uno di noi....

    RispondiElimina
  8. Lud, gli uomini a disposizione ti consentono di non far giocare Aquilani se non è Aquilani, di evitare uno scarpone a centrocampo, di non lasciare solo Pepito davanti, tutto ciò che Montella ha dovuto riparare a partita in corso. Ma a questo non rispondi.

    RispondiElimina
  9. E dagli con l'incertezza sul primo goal, ma allora proprio non vuoi capire o ti diverti a pigliarmi per il culo!

    RispondiElimina
  10. Sul secondo, ho dettomi sono corretto Jordan, sul secondo, e chi non capisce sei tu, come al solito quando si parla di Neto, che ti fa uscir ogni volta dalla foresta più ridicolo che mai. E ti dirò che rivedendo una seconda volta le immagini video dopo la requisitoria (essssagggerattta, in effetti) di Bacconi ho rivisto al rialzo le quote: 25 a Neto, 35 a Cuadrado e 40 alla difesa che lascia il deserto.

    RispondiElimina
  11. Ciò dimostra che o sei prevenuto (magari per semplice dispetto nei miei confronti) o che di quel che deve fare un portiere proprio ne capisci poco. In quell'azione c'è un portiere che esce, a tempo e luogo per anticipare un'azione pericolosa avversaria e che quindi fa tutto quel che deve fare e al tempo giusto ed un bischero di difensore che entra a vanvera su un pallone, glielo leva di mano e lo devia nel mezzo all'area a porta vuota. Il resto è fuffa e se insisti non parlare di ridicolo che è meglio.

    RispondiElimina
  12. Cosa ha fatto tuttosport in prima pagina?

    RispondiElimina
  13. Mah, sinceramente io di incertezze di Neto sul secondo gol non ne vedo, la responsabilità mi sembra quasi tutta di Cuadrado e un po' dei difensori dormienti.

    RispondiElimina
  14. Montella secondo me ieri ha commesso un solo errore: quello di schierare Rossi da solo là davanti, il che ci ha precluso il gioco d'attacco per tutto il primo tempo ed oltre. L'ingresso di Joaquin ha dato un assetto più plausibile alla squadra e poi è stato quel che è stato. Non sono d'accordo con il Colonnello nel dare un 25% di responsailità a Neto sul gol di Pogba: senza lo sciagurato intervento di Cuadrado avrebbe preso sicuramente il pallone, tutto il resto nasce dal rinvio sghimbescio dello stesso Cuadrado. Come non sono d'accordo con chi ha detto che nel primo tempo s'è vista la miglior Juve dell'anno. Il rigore su Tevez era abbastanza dubbio ed il raddoppio è nato da un nostro clamoroso errore, non da una manovra d'attacco ben congegnata. Nella ripresa la Juve era ormai convinta di avere i tre punti in tasca ed ha giocato con troppa sufficienza per poi suicidarsi letteralemente nel giro dei 5 minuti più esaltanti della storia viola.

    RispondiElimina
  15. Chiarificatore21 ottobre 2013 09:20

    Ha messo nuovamente la smitragliata provocatoria.

    RispondiElimina
  16. Non so quanto queste soluzioni possano essere definitive, magari Joaquin esplode e con Cuadrado a sinistra e lui a destra abbiamo trovato il giusto assetto tattico in attesa che torni Gomez. E ancor meglio sarebbe se si potesse dare un po' di respiro a Rossi e provare anche Gomez nel tridente. Ieri mi è di nuovo piaciuto Matos, è mobilissimo e molto reattivo, quindi adatto al nostro gioco. Ma che si tratti di un cantiere aperto mi pare indiscutibile.

    RispondiElimina
  17. 100% Cuadrado, il resto non c'entra, anche i difensori cosa dovevan fare se un compagno fa un assist a Pogba? Quelli sono interventi che nemmeno il terzino dell'Antella! Se lo fa finisce in panchina per tre domeniche, è roba da ABC del calcio! deviare verso il centro dell'area anticipando il proprio portiere è nemmeno nella scuola calcio con i bambini di nove anni.

    RispondiElimina
  18. Via, Jordan, che me frega se tu assolvi Neto anche sul gol «imparabile» del Parma, rendendoti risibile urbi et orbi (beh, no, l'orbo sei tu, in quel caso... ahahahahahahah) e inattendibile su qualsiasi giudizio intorno al Nipote! La mia analisi l'ho consegnata in due post almeno nella giornata di ieri, la prestazione di Neto nella ripresa mi aveva un po' moderato nell'opinione ma rivedendo le immagini e ascoltando Bacconi mi sento di rialzare di un 10% la sua quota di responsabilità (comunque minoritaria e non certo tale da obliterare le belle cose del secondo tempo). Neto l'ho invocato a lungo per Viviano, poi mi ha deluso, adesso si sta ritrovando ma per intervalla insaniae e Cuadrado è «difensore» come io sono metropolita di Costantinopoli. Ribadisco che non gli appongo responsabilità totale, come ha fatto Bacconi (che vuol farti un dispetto oppure ce l'ha con Neto oppure è un fan di Viviano oppure è una cacchina oppure non ha mai giocato portiere tra gli allievi della Fiorentina oppure c'ha la mamma maiala oppure oppure oppure) ieri sera davanti a una decina di milioni di spettatori, che puoi comunque cercar di dissuadere infilando loro, uno per uno e nella cassetta delle lettere, un volantino illustrativo dell'infallibilità tua e transitivamente del tuo protetto a prescindere, un po' come fece il ciccione ex ministro della difesa e nostro concittadino (ma assolutamente digiuno di calcio), che sguinzagliò i famuli perché distruggessero, nelle biblioteche di tutta Italia, i suoi articoli giovanili antisemiti.

    RispondiElimina
  19. In realtà le questioni dibattute sono collegate. Infatti non soltanto Rossi era troppo solo, ma a Cuadrado venivano chiesti compiti difensivi che non sa svolgere. Ho una immensa stima di Montella, ma pensate a ieri e ditemi se aveva un senso quando Vincenzo annunciò Cuadrado terzino. Tanto varrebbe schierare Gomez in quel ruolo. In realtà Cuadrado è la nostra pedina fondamentale e per farlo rendere deve giocare esterno alto possibilmente con un altro esterno dal lato opposto. Ogni nostro problema tattico parte da lì più che dall'assenza che so di Ljajic.

    RispondiElimina
  20. Ahahahaha, beh, se la sono già messa in c...

    RispondiElimina
  21. Ed è degno di replica ammirativa, a proposito di DS, il commento di Mondo sull'impagabile gesto tecnico di Cuadrado in occasione del secondo gol: al mio ditirambo di ieri nel commentone mancava in effetti l'osservazione finissima che il terzino dell'Antella serve Pepito sul suo piede, il mancino, con lucidità e controllo dei mezzi tecnici in corsa forsennata che soltanto un campione può avere.

    RispondiElimina
  22. E ridai! Sul «quarto gol», non sul secondo, qua sotto!

    RispondiElimina
  23. Ah, sì, Lud, Cuadrado partiva terzino, ieri! Allora giocavamo col 5-4-1, oppure Cuadrado s'ingroppava Roncaglia per far tutt'uno con lui (allora 4-4-1 col trucco)! E Montella lo giustifichi! Perché la Società, è ovvio, ha scazzato la campagna acquisti e lo ha obbligato a schierare Cuadrado terzino, vero?

    RispondiElimina
  24. Per quaranta minuti un predominio territoriale sterile, roba da titicche-titocche, mai una verticalizzazione, tanto possesso palla, con Cuadrado che si accentrava pure lui invece di cercar di far male sulle fasce e Pasqual che non avanzava mai, ma tentativi di far male, zero. Non abbiam fatto un tiro in porta e se è vero che anche loro ne han fatto uno solo, da fuori con Marchisio, ciò non è di molta consolazione. Poi il solito rigorello dubbio (ma anche il nostro poi, anche se alla DS solo il nostro è dubbio) e la pecionata di Cuadrado che sembra chiudere la partita. Nella ripresa peggio che andar di buio. Ci tiene in partita Neto, altro che storie, finchè in un sussulto d'orgoglio, Roncaglia e Mati si procurano il rigore nostro. Pepito segna e suona la carica, si esce dalla bara e si resuscita e nella fossa ci va la Juve che perde la trebisonda come mai ho visto accadere su quelle sponde. Pareggia Pepito con un tiro preciso e velenoso dopo veronica aggirante che incredibilmente gli lasciano fare senza sdraiarlo com'è costume di quei difensori, e sfruttando anche le 35 primavere di Buffon. Ecco che lo schema della partita è stravolto, la Juve, azzannata, perde criterio, senso degli spazi, senso di squadra e si comporta da bando di incazzati senza capo nè coda. Facile infilzarlo come tordi da chi sa si calcio ed è spinto da uno stadio alla follia. I due goal in contropiede con Joaquim lasciato solo da Chiellini e Cuadrado che fa la prima cosa da Cuadrado (cioè da fuoriclasse) della partita sono da manuale del calcio "come si uccella chi è tatticamente disposto a cazzo" e ne potrebbero venire altri con Matos che, in questi teatri, spazi aperti e contropiede, è a casa sua. Il morto esce dalla bara e va al Carnevale sugli altri le ultime palate di...terra.

    RispondiElimina
  25. Non ho detto che ieri ha giocato terzino. L'ipotesi fu ventilata tempo fa perchè è l'unica compatibile col 4-4-2, un modulo adattissimo per altri versi alla rosa attuale. In sintesi per me Cuadrado deve stare lontano quanto possibile dalla nostra area e vicino quanto possibile all'area avversaria. Come difensore è dannoso e incapace.

    RispondiElimina
  26. Bacconi non l'ho nemmeno sentito ma se dà colpe a Neto per il secondo goal di portieri ne capisce quanto te, cioè poco. Non ho a disposizione RAI2 per convincere il popolo di cazzate e non mi interessa di dissuadere nessuno, mi dispiace solo che si continui a gettare merda su un giocatore bravo, che si sta affermando in mezzo all'ostracismo spesso incomprensibile di tanti affibbiandogli di continuo colpe che non ha. Nel nostro piccolo, in questo sito di gente indipendente, mi sembra che ti abbian dato torto in parecchi nell'occasione, tutti quelli che ho letto e che si sono espressi. Riscaldati con Bacconi e magari col Calamai!

    RispondiElimina
  27. C'è da dire che l'arbitro ha - per fortuna e inopinatamente, trattandosi di juve - usato lo stesso metro di giudizio per i due rigori, che secondo me potevano starci entrambi, anche se un po' generosi.

    RispondiElimina
  28. Sul secondo goal preso da noi si è comportato da terzino dell'Antella, sul quarto da quel grosso giocatore che è e che ho sempre apprezzato.

    RispondiElimina
  29. Chiarificatore21 ottobre 2013 09:51

    Quello a nostro favore molto più fondato, Anto, Mati aveva saltato l'uomo, era lanciato a rete, e la spinta, da dietro, del difensore superato, c'è stata.

    RispondiElimina
  30. Mati era lanciato in avanti mentre Tevez era spalle alla porta, è vero, ma in entrambi i casi il fallo c'era: nel caso del loro rigore si è trattato di un'ingenuità di Gonzalo che ha scalciato il suo connazionale (il quale poi ha accentuato la caduta), nel caso del nostro rigore un'ingenuità di Asamoah che ha spinto il Fernandez (e anche lui ha accentuato la caduta).
    L'importante è che il metro di giudizio sia stato lo stesso. In generale l'arbitro ha arbitrato bene, contenendo subito il gioco duro distribuendo giustamente cartellini gialli nel primo tempo sui falli più brutti.

    RispondiElimina
  31. Ritornando al goal del Parma confermo che non sono affatto palloni facili. Riguardalo e dimmi quando mai Neto avrebbe potuto arrivarci. Solo alla fine con un tuffo carpiato di improbabile successo dopo aver fatto sei metri andando all'indietro per non perdere di vista la traiettoria della palla.http://it.violachannel.tv/dettaglio-pagina-video/items/highlights-fiorentina---parma-2-2.html. Anche qui i colpevoli sono ben altri e diversi, al portiere, ad esser cattivi, si può dare un 10-15% di concorso per non aver fatto i miracoli. Eppure sul sommario della Nazione del lunedì esce il titolo: "Sciagura Neto". Contro questo malanimo ingiustificato ed ingiustificabile combatterò sempre.

    RispondiElimina
  32. Chiarificatore21 ottobre 2013 10:03

    A proposito dei rigori di ieri, Montella ha letteralmente distrutto l'infame Mauro su Sky.
    Mauro gli ha osservato che i due allenatori non lamentandosi per i rigori subiti hanno dimostrato finalmente di essere maturi.
    Montella gli ha replicato che se non ne avesse parlato anche lui (Mauro) anche lui ( Mauro) avrebbe dimostrato la sua maturità.
    Da quel momeno Mauro diventato rosso come una barbabietola ha balbettato.

    RispondiElimina
  33. Chiarificatore21 ottobre 2013 10:04

    Si può dire così come dici tu, Anto, anche se io resto dell'idea che quello a nostro favore fosse più giustificato dalla pericolosità dell'azione. Ma è un'opinione personale.

    RispondiElimina
  34. Ha ragione Chiari, ma Mazzocchi ha detto che il nostro era «inesistente». A onor del vero Civoli lo ha corretto dicendo che ci stavano tutti e due. Al proposito dirò che ciò che ha deciso l'arbitro (ci voleva poco per farlo decidere...) è che il Pek entra scomposto in seconda battuta su Tevez, che si lascia cadere non appena sente l'appoggio del braccio di Pizarro. Ecco, Patriarca, quando invece produci sintesi ficcanti e dense come quella sottostante, torni ad essere The King incontrastato. Che la «Nazione» non dovesse titolare in quel modo è scontato, che Neto abbia sbagliato per me ugualmente.

    RispondiElimina
  35. Concordo Anto, due rigori che puoi fischiare come no.

    RispondiElimina
  36. Sei in confusione ma non ti capita sovente è la regola. Ancora ti affanni con disamine tattiche per spiegare il 4-2, un disastro su tutta la linea.

    RispondiElimina
  37. I due rigori di ieri li puoi dare o non dare, non son certo clamorosi, i falli ci sono ma in entrambi i casi sono esagerati dalla furbizia degli attaccanti. In entrambi i casi non solo in uno come dice quel gobbo di Mazzocchi e quella banda di strisciati della DS compreso quel bella fica di Bacconi (ma chi è? chi ha allenato? o dove l'han trovato?). Su quello preso da noi si conferma la scarsa furbizia in area del nostri difensori. Avendo a che fare con un marpione come Tevez devi starci attento, è spalle alle porta, vicino al limite dell'area, dove vuoi che vada? Controllalo e fallo stare largo , senza zompargli sui piedi per portar via palla! Più giustificabile, dal punto di vista del difensore, il fallo su Mati, che va via in percussione in verticale ed induce quindi all'intervento.

    RispondiElimina
  38. Intanto Tevez era libero dapprima, e questa è la colpa maggiore di Gonzalo, che però rientra sull'uomo (il che gli produce affanno obnubilante, che non avrebbe avuto se avesse tenuto meglio la posizione da sùbito) e il suo fallo sarebbe a mio avviso stato comunque veniale se il Pek, come gli capita, non avesse perso il capo in zona difensiva e, lui più di Gonzalo, non avesse realizzato per istinto che: 1) davanti hai la Juve, in area ti fischiano rigore se starnutisci; 2) Tevez è il marpione che dice Jordan.

    RispondiElimina
  39. A prescindere dalle moviole Rai, le più attendibili e competenti in materia (difatti sono gli unici che parlano di errore di Neto. Su Sky e Mediaset, non il vangelo pure loro, parlano di cazzata di Cuadrado, ovvio) non capisco dove sbagli Neto che anticipa Cuadrado ma soprattutto Tevez con largo anticipo, insomma, anche a voler essere pignoli si rischia di far le bucce sul nulla e allora non si sta parlando del gesto tecnico. Capitolo Ambrosini, ha la media voto fra le più alte in squadra per partite giocate ed è una media che tiene conto dei principali quotidiani sportivi, vabbé si dirà, non è che sia pieno di fenomeni neppure li ma quando tanti giudizi e tanti voti convergono in una sola direzione è probabile che la voce fuori dal coro lo faccia per partito preso. Montella non rinuncia al biondino pesarese e non lo fa per una fissa o per partito preso, anche ieri si è visto cosa è successo quando è uscito. Capitolo cantiere........... lasciamo perdere, sarebbe come spiegare ad un tordo come correre velocemente con le zampe.

    RispondiElimina
  40. Io ho festeggiato non guardando la Domenica Sportiva. (Dopo Conte, ascoltare il piangina-Mazzarri sarebbe stato troppo! Giá vede un complotto, il nipote di Nereo...-

    RispondiElimina
  41. Si giocava con il 3-5-2, come ieri, come quest'anno, più limpido di così.

    RispondiElimina
  42. Infatti Sopra anche perché la DS non aggiunge davvero nulla a quello che si vede in campo. Fiorentina-juventus, come immagini, è passata per ultima, hanno dato tutte le altre prima. Fosse finita 2-0 per le merde non ci sarebbe stato lo stesso trattamento. Vergognosi! Almeno su Mediaset sai chi li paga, su Sky tentano di apparire equanimi, con fortuna alterne, la rai è merda allo stato puro.

    RispondiElimina
  43. Ho cominciato a dipingere la "collettiva" iniziando con la pennellata del Sopra...continua

    RispondiElimina
  44. E poi Lud e Bernardo Brovarone...Continua

    RispondiElimina
  45. Jordan, se a te non infischia di difender da solo Neto col Parma perché dovrebbe infischiare a me di ritenere Neto in parte responsabile moderando il giudizio ben più duro della DS? Magari mi preoccupa di più constatare che l'opinione è condivisa da Filippuccio e da Schwarz... ahahahahahahahah! Te lo puntualizzo per l'ultima volta: responsabilità minore ma esce tutto in una volta su palla che è di Cuadrado che non può smaterializzarsi e Neto non potrebbe svellergliela dai piedi (lascia però che Cuadrado traccheggi e lo vedi se Tevez non carpisce!), è Cuadrado che deve fare quel che deve fare, l'uscita precipitosa e inutile di Neto manda in congestione uno che non è un difensore e che ha già fatto molto a recuperare (come Mati a Milano) per chi doveva farlo al posto suo. Cuadrado non ha la visuale completa, che ha invece Neto, e vedendo che Neto sembra preoccuparsi d'un tratto, pensa che ci sia più pericolo di quel che ci sia e siccome, d'altronde, non può uscire di traiettoria ed essendo un giocoliere di spedirla in qualche modo in out non gli viene in mente, la respinge come la respinge (male, ma la palombella dimostra il retropensiero di temere di non rinviarla secca pulita bassa, forse perché è troppo addosso al pallone e, comunque, credi a chi da non difensore si è trovato a volte a dover fare interventi affannosi in zona che non gli competeva, non avendo automatismi in area propria). Insomma, il bacconiano sbaglio nei tempi dell'uscita (un classico di Neto, che Galli ascrive giustamente, come ti dicevo io l'anno scorso, a difetto di scuola) che manda in confusione il colombiano lo ravviso anch'io, sebbene non nella stessa gravità. Questo non è «gettar merda» se non nella mente di un monomaniaco ossessivo, altrimenti non avrei pregiato il resto della prova di Neto o avrei accentuato il peso del suo non grande errore. Insomma non ci si può censurare perché un fanatico ti rincorre col randello su web se non attribuisci poteri taumaturgici al suo protetto.

    RispondiElimina
  46. Foco...Continua

    RispondiElimina
  47. Anche Mauro, Chiari, ha dichiarato inesistente il rigore su Mati sulla pagina juventina di Tuttomercatweb.

    RispondiElimina
  48. Sopra, il piangina non l'avresti sorbito perché Mazzarri non si è presentato ai giornalisti e alle tivù: complotto anti-Inter, la spiegazione

    RispondiElimina
  49. Punto fermo, dopo «la spiegazione».

    RispondiElimina
  50. Ma tu vai a leggere la pagina juventina di tuttomercatoweb? Adesso dovrai: 1) installare un antivirus più potente sul computer 2) chiamare un esorcista.

    RispondiElimina
  51. Vorrei correggere. Non sento nostalgia di Ljajic ma del 4-3-3. E ieri l'ho anche visto e comunque la si giri con Joaquin al posto di Aquilani e Cuadrado esterno alto se ne sono fatti quattro. Questo il mio pensiero.

    RispondiElimina
  52. Neto esce e deve uscire, proprio perché delle coperture difensive di Cuadrado, specie se su uno come Tevez, ci si deve fidare poco. L'azione è chiarissima: Tevez vede la palla già del portiere e rallenta la corsa, Cuadrado va in confusione per conto suo e non lascia palla a Neto, ma la sparacchia a casaccio nel modo che sappiamo. Se Neto ha uno 0.000000000001 di responsabilità, è solo nel non chiamare la palla con un urlaccio alla Phil Anselmo, niente di più. Pizarro sul rigore c'entra niente, con la mano sfiora appena un BaloTevez© [nell'occasione] già in caduta dopo il tocco di piede di Gonzalo. L'arbitro ha sanzionato il calcio, non la carezza, anche perché nemmeno Ovrebo avrebbe potuto sostenere che la mano di Pizarro potesse far volare l'Apache a quel modo, e in direzione non congruente. Per me nessuno dei due riogori c'era, ma se se ne doveva fischiare uno, era quello a favore nostro.

    RispondiElimina
  53. Che la partita della Fiorentina venisse proposta alla fine, prima della Roma, fa parte della consueta scelta della DS per tenere i tifosi attaccati sul canale per chiari motivi di audience. Chi non l'ha vista si è perso la 'sceneggiata per delega' di Mazzarri perché non si è presentato, e non è la prima volta, volendo così contestare la decisione arbitrale di espellere Handanovic. Al suo posto Branca che ha detto che così facendo l'allenatore voleva 'puntualizzare' (Ventura, a cui è stato chiesto un commento su questo comportamento, ha risposto con sagace ironia). Mondonico ha anche predetto che una grande squadra (Juvemerda) non perde due volte di fila: il perplesso Collovati gli ha fatto notare che giocherà contro il Real. O Emiliano non sapeva chi fosse il prossimo avversario o si è lasciato andare ad un pronostico che definire temerario è troppo poco.

    RispondiElimina
  54. E l'Inter ha avuto anche culo: espulso Handanovic entra Carrizo, uno dei migliori pararigori in circolazione.

    RispondiElimina
  55. Gonfia, Anto, Jordan e Blimpe...Continua

    RispondiElimina
  56. No, Deyna, Tevez cade a pretesto della smanacciata inaccorta (ma manco avvertita dall'argentino) del Pek: dubito che ci sarebbe stato fischio senza di ciò. Sul gol di Pogba rinvio a quanto ho scritto sotto.

    RispondiElimina
  57. La top 10 delle prestazioni del mio esultometro negli ultimi 5 anni:
    10) gol di Vittek in Italia-Slovacchia a Sudafrica 2
    010;
    9) gol di Amauri a Milano nel 2012;
    8) gol di Lazzari a Roma nel 2012;
    7) Gilardino 1-0 alla Lazio nel 2009;
    6) El Hamdaoui l'anno scorso a Milano;
    5) terzo gol di Mutu a Genova nel 2009;
    4) Osvaldo 2-3 alla Juve nel 2008;
    3) Gilardino a Liverpool nel 2009;
    2) Rovesciata di Osvaldo a Torino nel 2008.
    1) il gol del 4-2 ieri.

    RispondiElimina
  58. Caro Lud, il tuo beniamino ha lanciato la maledizione, altro che storie!

    RispondiElimina
  59. Neto ha fatto ciò che doveva (il pallone sarebbe stato senz'altro suo, quindi non si può parlare di errore), ma ha omesso di fare quel che poteva, ossia uscire imperiosamente ed urlando (come verosimilmente avrebbe fatto Boruc). Il suo stile calmo, quasi disincantato (all'eccesso a volte, come in occasione della traversa colpita dall'Atalanta), può in effetti allarmare ed indurre ad intervenire in sua vece.

    RispondiElimina
  60. ... oppure gliela ha gufata...

    RispondiElimina
  61. Ieri record per il mio esultometro, salito a 23 cm.

    RispondiElimina
  62. Bisogna dire che, nelle ultime partite, ho cominciato a vedergli tirare, finalmente, qualche urlaccio.
    Inoltre sta cominciando a bloccare boruccamente dei palloni anche non facili, segno che sta acquisendo sicurezza.

    RispondiElimina
  63. Sarebbe la ciliegina sulla torta nella STORICA GIORNATA di ieri, ahah!

    RispondiElimina
  64. Ahahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  65. E' ad ogni modo "importante", stando col Giubba, che Zaller abbia tratto dall'andamento della partita di ieri ulteriori conferme della bontà della sua tesi quattrotretresca. A me basta e avanza che si sia vinto, perché ad un certo punto buttava malissimo non solo il risultato, ma la stagione.

    RispondiElimina
  66. I numeri 'dispari' sono da bugiardi, ahahah!

    RispondiElimina
  67. Io non inseguo nessuno col randello e fanatico mi sembri anche tu perchè le tue fisse contro (Ambrosini ad esempio) o a favore (Mati e Roncaglia ad esempio) ce le hai pure tu. Un portiere che esce per prendere un pallone pericoloso non manda in congestione nessuno che non sia congestionato di suo. Cuadrado nel Lecce giocava terzino e ieri era esterno di centro campo quindi doveva anche coprire dietro, non si sta mica parlando di Pepito! Lo sbaglio nei tempi dell'uscita è tutto bacconiano perchè con le sue lavagnette ed i suoi geroglifici dovrebbe dimostrarmi che Neto su quel pallone non ci sarebbe arrivato se non gliel'avesse portato via dalle mani il suo compagno per dimostrarmi che il tempo dell'uscita era sbagliato. Cuadrado poi ci arriva in diagonale in recupero su Tevez, la palla non è affatto sua tanto che per colpirla si butta in scivolata e la prende tutta sbilenca. Visto da dove stava procedendo era molto più facile penderla di destro e deviarla verso il fondo che entrarci di sinistro per buttarla in area di rigore, questo lo poteva fare Tevez! Se invece di far quella cazzata si limitava a coprire l'attaccante come deve fare qualsiasi difensore (o facente le veci) normale in occasioni simili, il portiere la prendeva e si rimaneva sull' 1-0 checche ne dica Bacconi.

    RispondiElimina
  68. Beh, sul terzo gol del Toro non si è visto molto...

    RispondiElimina
  69. Le pagelle di deyna e l'erezione di Vitalogy...Continua

    RispondiElimina
  70. Francis e la grigliata...Continua

    RispondiElimina
  71. Mi sembra che non vengano celebrate abbastanza le gesta di Joaquin di ieri: è entrato e ha cambiato la partita, sulla destra ha fatto quello che voleva, ha segnato il gol del vantaggio (il primo in maglia viola contro la juve, il massimo), dimostrandosi freddissimo davanti a Buffon. Un grandissimo, ora sulle ali dell'entusiasmo può solo migliorare.

    RispondiElimina
  72. Se pensi che se ne sian fatti quattro grazie al 4-3-3 confermi che di calcio non capisci un cazzo e mai lo capirai

    RispondiElimina
  73. Per la verità io non percorro il web, dopo le partite, in cerca di chi dica male di Roncaglia e di Mati (cui assegno insufficienza quando le meritano e che non ritengo infallibili) per delirare contro tizio o sempronio. Circa Ambrosini ho in effetti una disistima d'insieme, ma quando, come in Coppa Uefa, ha fatto bene, l'ho riconosciuto, mica crocifiggo Viviano se si china per cogliere un quadrifoglio!

    RispondiElimina
  74. Conte è così di cattivo umore che si accontenterebbe di essere un altro, oggi.

    RispondiElimina
  75. Dimenticavo: «essendo un giocoliere di spedirla in qualche modo in out non gli viene in mente», «Visto da dove stava procedendo era molto più facile prenderla di destro e deviarla verso il fondo».

    RispondiElimina
  76. Pensiero stupendo
    Nasce un poco strisciando
    Si potrebbe trattare di bisogno d'amore
    Meglio non dire
    (Patty Pravo)


    Ahahahah!

    RispondiElimina
  77. Io ho visto Tevez già in volo e con le gambe "morte" al momento dello sfioramento di Pizarro, e se anche l'arbitro avesse fischiato questo e non il calcio di Gonzalo, si tratterebbe ancor di più di errore, in questo caso vergognoso. Cuadrado, essendo Neto in netto vantaggio sulla palla, doveva limitarsi a coprire il già rallentante Tevez senza andare nel pallone, tutto lì.

    RispondiElimina
  78. Antoine Rouge... Continua

    RispondiElimina
  79. Sta bono, sennò corregge in 24!

    RispondiElimina
  80. Troppo "strinto" Antoine con Borja, in fondo fornisce a Joaquin l'assist per il 3-2, e lancia Cuadrado con un sublime tocco di prima nel contropiede del 4-2, non è poi tanto meno decisivo di Rossi, e se l'orribile prestazione di questi si trasforma in virtù dei gol in un 8 [addirittura 8.5 per me], Valero almeno un 6.5 lo strappa!

    RispondiElimina
  81. conoscendolo li pigliava per il culo

    RispondiElimina
  82. Chiarificatore21 ottobre 2013 11:32

    Ben detto Anto.

    RispondiElimina
  83. Questi son tutte esagerazioni retoriche che non mi toccano. Il delirio non mi appartiene son sempre molto logico e basato su dati di fatto nei miei giudizi, Viviano poi non l'ho mai crocifisso a vanvera, caso mai questo è capitato di più a te. O adesso ti piace anche lui?

    RispondiElimina
  84. Se fosse un temolo non sarebbe ancora la misura minima per trattenerlo.......andrebbe subito rimesso a sguazzare nel suo ambiente naturale, ahahahah!

    RispondiElimina
  85. Pensavo la stessa cosa a ieri, in un'intervista di qualche settimana fa aveva fatto capire di essersi ambientato il giusto, mentre una giornata come ieri potrebbe ribaltare tante cose, anche se le copertine giustamente dedicate a Rossi lo hanno messo in secondo piano (paradossalmente, sotto questo aspetto, a lui personalmente avrebbe giovato di più una vittoria per 3-2).

    RispondiElimina
  86. Bentornato Lele!

    RispondiElimina
  87. L'assist a Joaquin è un facile passaggio ad un uomo smarcato. È più difficile il passaggio a Cuadrado, ma in quel caso il grosso lo fa quest'ultimo con ripartenza ed assist a Rossi, entrambi da cineteca.

    RispondiElimina
  88. Grande ritorno di Lele. Mi fai vergognare del 5,5 a Montella, che gli ho assegnato per via delle sostituzioni ma che in effetti è largo in rapporto alla stolidezza di partenza.

    RispondiElimina
  89. Se non fossi tu, Jordan, direi che non capisci un cazzo di quel che leggi. Ma siccome sei tu, lo dico lo stesso.

    RispondiElimina
  90. Chiarificatore21 ottobre 2013 11:50

    Bentornato anche da parte mia grande Lele!
    E che non sia "una tantum"!
    Strepitoso il tuo "rombo buono solo sotto sale", e, aggiungo io, quello di ieri neppure per il brodo.

    RispondiElimina
  91. Si potrebbe dire allora che il terzo gol di Rossi è un facile appoggio in porta solo davanti al portiere, come il rigore peraltro non tirato benissimo [poco angolato, un portiere più rapido del Buffon attuale ci arrivava], e trovare esagerati a quel punto gli 8 e gli 8.5, ma quando una giocata è decisiva va premiata...Sull'assist a Joaquin Valero temporeggia bene per trovarlo smarcato, e il tocco di prima a lanciare Cuadrado in prateria è calcisticamente raffinatissimo. D'accordo sul fatto che per 3/4 di partita non abbia brillato, questo sì.

    RispondiElimina
  92. Chiarificatore21 ottobre 2013 11:54

    Una cazzata sostenere che la Juve s'è fatta raggiungere perché non ha saputo difendere il 2 a 0. Sul 2 a 0 la Juve ha giocato di rimessa, le occasioni le ha create così, e noi non abbiamo pareggiato in contropiede ma in azioni corali d'attacco. Certo poi sul 2 a 2 la Juve ha perso la testa e s'è sbilanciata, ma sul 2 a 2.

    RispondiElimina
  93. Grande ritorno di Lelone l'Africano!

    RispondiElimina
  94. Condivido il giudizio su Aquilani, oltre ad essere fuori fase è da sempre fuori misura nei falli, tira stecche assurde e plateali quando magari dovrebbe temporeggiare, rendendosi a continuo rischio cartellino.

    RispondiElimina
  95. Ooooooohhhhh, finalmente è rientrato Lele, spero che non sia solo "una botta e via", ma sia un ritorno in pianta stabile.
    La vittoria di ieri richiederebbe anche il ritorno di Tocca e di Snappo,

    RispondiElimina
  96. Ieri fra l'altro ha rischiato il rosso, con quell'intervento a forbice nel primo tempo

    RispondiElimina
  97. Chiarificatore21 ottobre 2013 11:59

    Temo che quello di entrare fuori tempo sull'uomo sia un suo difetto. Questo è l'unico aspetto sul quale gli preferisco Montolivo.

    RispondiElimina
  98. Le pagelle, le pagelle, cosa volete fare pagelle: Rossi è da 8-8,5, Neto da 7,5, Valero, Joaquin e Roncaglia da 7, gli altri galleggiano fra il 6 e il 6,5, tranne Aquilani che è insufficiente (ma quando vinci in rimonta contro i gobbi meno di 6-- non dai a nessuno...)

    RispondiElimina
  99. Credo che rivedremo il tridente Cuadrado Rossi Joaquin in attesa di Gomez. Quindi chi è scettico si abitui. Stabilire rapporti di causa effetto difficile. La coincidenza temporale di cambio di modulo e goal è un dato di fatto.

    RispondiElimina
  100. Chiarificatore21 ottobre 2013 12:02

    Mi associo.

    RispondiElimina
  101. Lo dicevo ieri, Aquilani in questo periodo non è in forma, non facciamone un dramma, rimane un grande giocatore, facciamolo riposare inserendo Mati e poi tornerà forte come l'anno scorso.

    RispondiElimina
  102. Spero che abbiate letto il recente, lunghissimo, entusiastico commento di Beberri alla storica giornata di ieri! Un'altra come queste e non sopravvive.

    RispondiElimina
  103. Ma... un pensiero alla nostra amica moglie di Bonucci?

    http://www.fiorentinanews.com/2013/10/la-moglie-di-bonucci-la-prende-bene-oh-tifoso-viola-che-sfotti-mio-marito-tu-lhai-preso-nel-c-dalla-vita-ammazzati/

    RispondiElimina
  104. Il secondo virgolettato l'ho scritto io quindi credo di capirlo, il primo non mi sembra di difficile comprensione. Un "giocoliere" non avrebbe l'istinto del gesto semplice. A parte che Cuadrado ha un passato di difensore, anche se fludificante, e anche ieri era un esterno di 3-5-2 in partenza, quindi anche con compiti difensivi, non si sta parlando, insomma di Pelè, a parte questo, il commento che l'istinto da giocoliere lo porta a fare una pecionata assurda, non mi sembra così fuor di luogo. Ma non sarai tu a non capire un cazzo di quel che leggi?

    RispondiElimina
  105. Lud, fino a ieri Joaquin lo definivi imbolsito, per un gol adesso è divenuto elemento ideale per il 4-3-3?

    RispondiElimina
  106. Jordan stai criticando aspramente un suo pensiero, la chiosa finale risparmiatela non aggiunge niente al suo pensiero. Parlare di schemi su 4 goal in 8 minuti definisce lo squilibrio calcistico del soggetto, perché continuare a perdere tempo ?!

    RispondiElimina
  107. Chiarificatore21 ottobre 2013 12:12

    Ah ah ah ah ah ah ah ah ah!

    RispondiElimina
  108. A parte il finale, rigori generosi entrambi, disamina corretta è dir poco sulle azioni in esame.

    RispondiElimina
  109. Oggi che le endorfine sono (inevitabilmente) scemate, si puo' ragionare di calcio. Il primo tempo non é stato cosi' obbrobrioso come descritto da molti, con scorciatoie praticate solo da tifosi amareggiati dal -2 al 45°, perché di gioco ne abbiamo proposto. Poche le conclusioni, verissimo, ma la mia ipotesi di lettura, che sottometto umilmente alla congrega, é che non si voleva assolutamente dare la possibilità di contropiede alla juve e quindi non si é cercato necessariamente il fondo per i cross, inutili con Rossi circondato dai centurioni, e con il rischio , anche in caso di passaggi arretrati, sempre dal fondo, di scatenare le ripartenze. I brancopreti erano li', famelici e aspettavano con la bava alla bocca un nostro attacco sbagliato per infilarci. Quindi un modo per sbloccare la partita di scacchi era l'inserimento di Aquilani da dietro, cosa resa impossibile dall'uscita prematura di Ambrosini, fin li' essenziale per stroncare i contropiedi altrui, e ha avuto come risultato l'obbligatorio arretramento di Aquilani e ancora meno pericolosità in attacco. Poi c'é stata molta attenzione a non far scappare Cuadrado, e non si contano le volte che hanno TRIPLICATO su di lui, (e in occasione del gol di joaquin erano in quattro su di lui! ...sguarnendo cosi' dall'altra parte..): in quelle condizioni, difficile saltare l'uomo se dietro ce ne sono altri due. Insomma la Juve ha provato, riuscendoci, a imbrigliarci, finché Mati non ha fatto quello che ci si aspettava dai centrocampisti, cioé entrare in area per creare scompiglio (quello che ha fatto l'anno scorso Lijaic). Ma ha potuto farlo anche perché la juve cercava, con un po' di presunzione, il terzo gol (grazie e grazie e grazie Neto!) e le maglie si sono finalmente allargate. Poi il piccolo grande uomo ha scatenato la sua classe, sentendo odore di selvaggina e li' ,ancora, la juve se l'é giocata sulla convinzione di poterci "matare" a piacimento (entrata di Vidal) e allora finalmente abbiamo trovato le praterie di cui avevamo bisogno come il pane per scatenare le gazzelle coi piedi buoni che ci ritroviamo. In conclusione io non ci trovo niente di casuale in questa vittoria, anche perché i rigori ci stavano tutti e due, anche se col beneficio del dubbio in ambo i casi (pero' aggiungo che,onestamente, Aquilani era da rosso diretto, buon per noi che s'era all'alba della partita, e Rizzoli non se l'é sentita ...).
    E una domanda a chi se ne intende di statistiche: c'é stato qualcun'altro che ha fatto una tripletta alla Juve in maglia viola?

    RispondiElimina
  110. Di storica ci sarà anche la severa lezione che impartirà il Real alle merde, che vedrò insieme a quella del giorno prima del Barça sui rozzoneri.

    RispondiElimina
  111. Quelle finesse, quelle delicatesse! ma dove l'ha conosciuta? a Bari vecchia?

    RispondiElimina
  112. Nel post di oggi è entrato anche l'interroggativo di Vigile...Continua

    RispondiElimina
  113. Il giallo lo prende Gonzalo, non servono moviole per capire cosa e chi ha sanzionato l'arbitro. Basta corbellerie per oggi.

    RispondiElimina
  114. "Prendere o lasciare", è il suo motto su twitter, sotto l'avatar...A sto giro tu ce l'ha preso anche te, o cessa!

    RispondiElimina
  115. Le donne virtuose sono le più difficili da conquistare e le più facili da corrompere.

    RispondiElimina
  116. Finalmente qualcuno si è accorto che Rossi non era più solo la davanti. Rivedetevi il tiro del terzo goal, pare banale e facile la fucilazione a Buffon eppure ha coperto il massimo spazio possibile in tuffo. Spietato e tecnicamente eccellente il gesto, d'altronde lui nasce ala e di goal ne ha fatti diversi in carriera.

    RispondiElimina
  117. 21/10/2013 11:39:40
    Deyna78, quelli del Cuadrado Club
    Dalle due righe odierne di commento, straborda dal post di BARRY BONDS una gioia incontenibile, inarginabile, tanto insostenibile da renderne impossibile l'espressione. Alla seconda smitragliata infatti si è fermato, come paralizzato.

    RispondiElimina
  118. Diciamo pure che non è da juve lasciare solo come un verme un giocatore come Joaquin in area smarcatissimo, ma avevano rimediato due scoppole in pochi minuti e ancora dovevano capire cosa stava accadendo se erano svegli o dormivano, se era un'allenamento o una partita, se era una debacle che verrà ricordata per un trentennio o solo un incubo con figura di merda annessa.

    RispondiElimina
  119. Non ho capito però a chi si riferiva

    RispondiElimina
  120. No, era che avevan capito che si era tornati al 4-3-3 e ne eran terrorizzati

    RispondiElimina
  121. a Zemanviola che aveva scritto il solito post a presa di culo. Quando uno è nervoso perchè la partita gli è andata male perde anche il senso dell'ironia

    RispondiElimina
  122. Ciao Lele, bentornato e guai a te se non scrivi!!!!!!!

    RispondiElimina
  123. comme d'hab, gli juventastri sprizzano classe da tutti i pori...

    RispondiElimina
  124. In un punto del campo e in un momento della partita davvero assurdo.

    RispondiElimina
  125. Sarà la cugina di Cassano...

    RispondiElimina
  126. ah ah ah ah ah ah ah

    RispondiElimina
  127. Chiarificatore21 ottobre 2013 12:29

    Ri-ahahahahahahahahahah!!!

    RispondiElimina
  128. "Da Roma sono arrivati centinai di messaggi dei tifosi giallorossi a me, Montella, Pizarro e Aquilani" ha detto il ds viola Pradè. "La Roma e' una squadra molto forte, ora per la Roma l'importante e' riuscire ad abbassare i toni. Garcia ha fatto un gran lavoro e complimenti poi ai dirigenti che hanno formato una squadra pronta per la vittoria''.



    Certo sto Pradè parla sempre come un mezzo giallorosso, si dovrebbe moderare un po' ora che è a Firenze.

    RispondiElimina
  129. Grazie, ora ho visto... questo baseballista è un bel tipo, però...

    RispondiElimina
  130. Il mi' babbo "Ma Carlo Conti e Idris ieri pomeriggio? L'africano esultava, poi ha detto che era culo...poi non parlava più....Tra I due neri ha vinto l'italiano e il vero nero era piu nero del solito!" .

    RispondiElimina
  131. ahah, ma allora i'tu babbo l'é una sagoma...digli di venire un po' sul blog

    RispondiElimina
  132. COLONNELLO, il tempo passa e il baseballista non sa più come trascorrerlo (se la viola continua a non perdere lui non ha argomenti...).

    RispondiElimina
  133. Non sa neanche chi sia Steve Jobs, credo. Ma campa bene lo stesso. Mi ha inculcato la viola, l'ha iniettata insieme all'antivaiolosa, al chinino, al gene antigobbo. Solo per questo é nella hall of fame personale (se Pepito segnava il 4o personale lo scalzava dal podio!!ah ah ah ah ah ).

    RispondiElimina
  134. Oggi l'è un continuo andare insù e ingiù, come la pelle di' 'piro' e dihano a Pistoia. La va a finire che ci dienta stoppa, ahahahah!

    RispondiElimina
  135. Restyling del bagno...

    RispondiElimina
  136. Sì, Sopra, ma allora bisogna fare i conti con la propria identità sessuale: o de qua o de là, vomitare odio e stare da cani a ogni vittoria della Viola per via di un uomo semiafasico, dai capelli oleosi e dalla lisa giubba di cuoio implica il salto del fosso.

    RispondiElimina
  137. No sei tu, l'istinto a giocoliere lo porta a non sbarazzare in out, semplicemente: dieci righe, le tue, per ottunderti vieppiù. Del modo poi dell'intervento, della palombella, ho già scritto due volte diffusamente, è con quello che dovresti confrontarti, se vuoi.

    RispondiElimina
  138. Ahahahahaha, the power of love!

    RispondiElimina
  139. Se avessi detto che ci voleva Ljajic sarei passato per un nostalgico, ringraziamo il cielo che c'è Joaquin che fa bene il ruolo.

    RispondiElimina
  140. L'involuzione c'è. La colpa non è del tecnico. Con la rosa a disposizione infortuni inclusi Montella è in difficoltà per complesse ragioni che non voglio ripetere.

    RispondiElimina
  141. Una rete vale più di un assist e segnare non è mai facile, come insegna Pazzini. Adesso siamo al rigore mal tirato? Comincio anch'io a pensare che tu abbia un pregiudizio verso Rossi, che ha sì giocato male per settanta minuti, ma con la giustificazione dell'isolamento in cui si è trovato e del fatto che ha giocato fuori ruolo.

    RispondiElimina
  142. A me insospettisce il nome del figlio di Jordan. Sa di laziale. Speriamo non abbia anche un figlio di nome Cordoba.

    RispondiElimina
  143. Non vuoi ripeterle ma le ripeti. Sei quindi incapace di volere.

    RispondiElimina
  144. Deyna, Sopra, attenti a non nominare il nome dell'Importante invano! C'è il Mambo da Siena che vi fa il test del tifo: stai con Prandelli o con Della Valle? E siete sicuri di essere juventini doc se scherzate sul Giubba? E a dismissione come state?

    RispondiElimina
  145. L'involuzione è del tecnico ma non è colpa del tecnico: dopo due post sullo stesso argomento sei già nel pallone, Lud.

    RispondiElimina
  146. Or ora ho postato versus il tuo idolo senese.....BLIMP. Stanno cagati, si incartano su se stessi. LUD, e se il figlio di JORDAN fosse campano, visto che Giordano Bruno era di Nola........?

    RispondiElimina
  147. Ahahahahahahahahahah, il giubbometro!

    RispondiElimina
  148. Cordova naturalmente.

    RispondiElimina
  149. Una storia Importante, per sentirmi più grande [cit.]

    RispondiElimina
  150. Sarei costretto a ripetermi, in sintesi per me il difetto sta nel manico cioè nella rosa e in certe scelte più prudenti fatte in estate, a proposito delle quali ho sempre criticato anche Montella. Ieri con i giocatori che aveva disponibili non gli si poteva chiedere l'impossibile.

    RispondiElimina
  151. Sarà vero che non abbiamo ancora, se non a sprazzi, raggiunto il livello qualitativo del gioco dello scorso anno, ma va detto che ci rendiamo più pericolosi e sappiamo giocare maggiormente in velocità. Sappiamo anche fare delle belle azioni in contropiede (o delle ripartenze veloci, come si dice oggi), cosa che l'anno scorso non eravamo in grado di fare, forse anche per le caratteristiche degli attaccanti, che tendevano a tener palla, cercare il fraseggio anziché la giocata in velocità (e intanto la difesa avversaria si posizionava). Guardate l'ultimo gol di Rossi, è stata una grande azione di Cuadrado, d'accordo, ma Pepito fa quello che deve fare una punta, si smarca e detta il passaggio. Il problema dell'anno scorso era che i nostri attaccanti (Jovetic soprattutto, ma anche Ljajic) tendevano soprattutto a voler la palla fuori dell'area e defilati, non si smarcavano molto e molto spesso capitava che andassero sul primo palo quando sarebbero dovuti andare sul secondo e viceversa. Questo è il motivo per cui abbiamo preso due punte vere come Gomez e Rossi.

    RispondiElimina
  152. Aspetterei a trarre conclusioni, è altresì vero che in diverse partite non abbiamo nemmeno tirato in porta. Con Gomez e Rossi insieme, invece, ne ho la certezza: saremo più pericolosi.

    RispondiElimina
  153. Grandissima viola oggi anche noi bergamaschi ci sentiamo tutti viola!!!! È comunque forza Atalanta!!!
    Pollok sei il mio campione!!!!!!

    RispondiElimina
  154. Per me deyna sei il migliore in assoluto di questo blog!!! Ti adoro

    RispondiElimina
  155. Pollock idolo, Pollock secsimbol transnazionale e transessuale, Pollock che unisce e non divide!

    RispondiElimina
  156. Ahah grazie, vale a dire quindi il peggiore!

    RispondiElimina
  157. Anto il livello qualitativo del gioco si ha quando è finalizzato al successo che nel calcio è il goal. Se no è cicsbeo e l'anno scorso ci si cadeva spesso e ci si lamentava di non aver quello che la buttava dentro. Il livello qualitativo alto ieri si è avuta in quel quarto d'ora decisivo, anche favoriti da un avversario svanito, non certo nel primo tempo fino al 40' quando ci siam dedicati ad un possesso palla sterile e fine a se stesso. Rossi è una punta e l'anno scorso l'unica punta vera era Toni, gli altri erano trequartisti anche bravi ma non vere punte.

    RispondiElimina
  158. Quello che voglio dire è che Rossi e Gomez sanno quali sono i movimenti che deve fare una punta, l'anno scorso c'era solo Toni a sapere fare certi movimenti, mentre Jovetic ha, secondo me, scazzato alla grande un'opportunità di fare un salto di qualità nella sua carriera.

    RispondiElimina
  159. esatto, ma è quello che ho detto anch'io

    RispondiElimina
  160. Totti fermo un mese.

    RispondiElimina
  161. Chiarificatore21 ottobre 2013 14:40

    Quei bravi ragazzi:

    http://www.youtube.com/watch?v=umZGRMyfrSA&feature=youtu.be

    RispondiElimina
  162. Uh, il Calamai: "Neto nelle ultime uscite sta dando una grande dimostrazione, come ho scritto stamani se questo è Neto, Julio Cesar può restarsene al QPR, l’acquisto ce l’abbiamo in casa."

    RispondiElimina
  163. Si attende ancora l'assemblaggio di questo gruppo. Ieri è stata sperimentata per la prima volta la coppia di esterni Cuadrado a sinistra Joaquin a destra. È una alternativa interessante, finora vista solo in amichevole, altre emergeranno in futuro. Per adesso si registra una certa involuzione ma è un work in progress. Montella possiede grande creatività. Non deve castrarsi con le sue mani. Non deve studiare da Trapattoni. Valga il fatto che con la squadra prudente era sotto 0-2, con la squadra più scapigliata ha fatto 4-0.

    RispondiElimina
  164. la mi' bisnonna paterna era di S.Maria Capua Vetere, ma tutto il resto è rigorosamente viola DOC. Il figliolo poi è nato a Tokyo, figurati, te! Comunque che il mio nick derivasse da lui l'ho detto e ridetto, non state proprio attenti!

    RispondiElimina
  165. Non mi sembra abbia studiato da Trapattoni, la squadra alla Trap era piuttosto quella dell'ultima mezzora, bassa e tremenda nelle ripartenze, quella del primo era invece una squadra prandelliana, da titicche-titocche senza alcuno sbocco offensivo, perchè non preparava le conclusioni da fuori (come Liedholm che del titicche-titocche è stato l'inventore) nè alcuna verticalizzazione. Roba per passare il tempo cercando di correre pochi rischi, possesso palla solo difensivo.Se sapessimo stare bassi, se avessimo difensori vispi nelle marcature aeree (ed è invece il nostro tallone d'Achille), sarebbe forse una soluzione valida ma siamo un po' geneticamente negati alla bisogna dietrom davanti invece con gente come Cuadrado, Gomez, Rossi e gli stessi Matos e Rebic, potremmo far male a tanti.

    RispondiElimina
  166. Ma non ci hai detto cosa vuol dire "Giordano" in giapponese

    RispondiElimina
  167. Io credo che le nostre difficoltà non siano date dai moduli, ma dalla velocità con cui cerchiamo di fare il nostro gioco. Un fraseggio lento diventa facilmente contrastabile, un fraseggio fatto a velocità sostenuta favorisce gli smarcamenti e, di conseguenza, la pericolosità offensiva. La lentezza la imputo totalmente alla scarsa forma di alcuni centrocampisti. È una questione di frazioni di secondo, le stesse che, quando sono in condizione ottimale, rendono i tre tenori il reparto più forte del campionato. Quando giochi in velocità segnano anche i centrocampisti, come accadeva lo scorso anno. È un problema passeggero che quando si risolverà farà smettere di parlare anche di involuzioni o difficoltà del tecnico. Certo con Gomez avremmo potuto mascherare meglio queste piccole difficoltà, appoggiando il gioco su di lui per aver tempo e possibilità di salire, ma non essendoci non rimane che aspettare una forma globale ottimale. Gli altri, come ho già detto, hanno già mostrato il loro meglio, quando potremo farlo anche noi vedremo quanto le lepri siano migliori di noi e quanto possano ancora correre.

    RispondiElimina
  168. Il bergamasco è già un idolo. Pota pota!!! Facci trombare le donne della Val Brembana e del Val Seriana e ti saremo per sempre riconoscenti.

    RispondiElimina
  169. Per restare in tema

    RispondiElimina
  170. Hai ragione deyna Pollock transessuale!!!!!!

    RispondiElimina
  171. Sì, cerca di sviare l'attenzione parlando continuamente di donne...

    RispondiElimina
  172. Anche Buffon pareva in stato confusionale, come la Sara...

    RispondiElimina
  173. Bergamasco mi voglio unire a te carnalmente in un gemellaggio di sapori tipici, momenti topici, corse a perdifiato sulle spiagge dei tropici. Non so se gradire di più il tuo dialetto stretto o quello di più stretto e caro che hai. Non sei solo valligiano sei anche Dellavalligiano.

    RispondiElimina
  174. Da qundo c'è la tramvia sono anche tramsessuale!!

    RispondiElimina
  175. E' della Val d'Orgia.

    RispondiElimina
  176. Ah ah ah ah ah ah Zuliani di merda ah ah ah ah

    http://www.video.mediaset.it/video/sportmediaset/tutti_i_gol/415092/zuliani-non-basta-tevez.html

    RispondiElimina
  177. Il portatore insano di ciuffo, intanto, non avendo trovato dominatrici/ tori sadomaso sulle pagine gialle, è alla ricerca di quattro sane scudisciate sul sitone. Correte che è in terribile astinenza.

    RispondiElimina
  178. Sono sempre stato un sostenitore di Prandelli, questo sembra abbia irritato alcuni storici SDA che forse volevano il monopolio del prandellismo. Ora leggo un commento di Barry che ricalca certe pretese di Leo. Come Leo mi vuol bocciare, così Barry è convinto di avere da insegnare a Deyna. Presunzione allo stato puro, direi.

    RispondiElimina
  179. Caro LUD, ottima l' idea di creare un' osmosi tra il movimento di Medardo Rosso e la Fiorentina; ne deduco che la Juve la si potrebbe paragonare, per ieri, ad un' opera di Wildt........ Che notoriamente sono collocate, in numero rilevante, nei cimiteri. ( POLLOCK- ONE, visto che vuoi parlare di arte........)

    RispondiElimina
  180. La Fiorentina non sarà mai competitiva per lo scudetto fino a quando non immetterà nelle retrovie sangue nobile (oltre a rafforzare l’organico con gente abile ma esperta (sarebbe bastato il duo Cigarini-Denis). Che vuol dire almeno due top player. E meglio sarebbe mettere a guardia dei pali un portiere di ben altra esperienza. "



    Non ci ho mai creduto, ma se la sua previsione è questa... beh, beh, comincio a crederci.



    P.S.: ahahahaha, Foco, "portatore insano di ciuffo", ahahahaha

    RispondiElimina
  181. Oggi, nell' ora del "bisognino", è uscito prima il padrone, poi il cagnolino. ( cfr sitone con Gat&Massi74)

    RispondiElimina
  182. Fatto un giro nei ritrovi abituali, bar, botteghe, benzinaio: nessun gobbo nei paraggi da stamani. Volatilizzati. Dal fornaio, gobbaccio stram...., le frustine sono rimaste invendute: nessuno si è fidato che fossero effettivamente uscite dal forno! Ahahahah!

    RispondiElimina
  183. Allora non c'è involuzione del tecnico.

    RispondiElimina
  184. ACF Fiorentina comunica che Josip Ilicic e’ stato oggi sottoposto ad una visita di controllo dal prof C. Van Dijk in Amsterdam per una valutazione clinica sul recente trauma distorsivo alla caviglia. L’ortopedico ha escluso cause di pertinenza chirurgica ed ha rimandato di 2 settimane la ripresa dell’attività agonistica.

    RispondiElimina
  185. La juve ieri era un'opera di Munch: quale non dico ma mi pare intuibile.

    RispondiElimina
  186. La moglie di Bonucci replica a Zazzerazozza su twitter "... Faccio la donna e la moglie...". Buio nella miatesta: che significa "faccio la donna"??!! Colonnello dove sei??!!

    RispondiElimina
  187. Le statistiche sulle scoppole della juve:

    http://www.violanews.com/statistiche/74-anni-dopo-la-juve-subisce-4-reti-in-14-minuti-in-trasferta-in-serie-a-20131021/

    Tra l'altro, per rispondere a Vigile, ho trovato che, nel 5-0 rifilato ai gobbi il 4 maggio 1941 (poi quasi replicato con un 5-3 in Coppa Italia il 18 maggio) segnò tre gol Dante Di Benedetti (reti: 21’ rig Menti, 55’, 66’, 73’ Di Benedetti, 77’ Morisco).

    RispondiElimina
  188. Io mi ricordo una vecchia canzone "sono una donna non sono una santa"

    RispondiElimina
  189. «Neto che esce di porta come si esce di galera»: la prima battuta decente che in tanti anni leggo a Kurt... ahahahahahahahahah! E Jordan trafelato a rincorrerci come un bulldog, me, Kurt, Filippuccio, Schwarz, Bacconi... ahahahahahahahahahah! M'ha daho un morso a i' culo che m'ha strappaho i pantaloni, e c'ho le mele allo scoperto che li scappo ancora, se mi vede lo Schreber gni do quarche idea e scappo anche più veloce perciò... ahahahahahahahahah! Zuliani: «Tevez apre la stagione della caccia in Toscana»... ahahahahahahahah! Certo! E la cignala n'ha preso quattro pallettoni e l'è staha fatta allo spiedo, bianca e nera che la sembra piuttosto 'na scrofa... ahahahahahahah «La consistenza tecnica, tattica, mentale e d’esperienza di gente come Barzagli, Bonucci e Chiellini»: e' s'è visto ieri... ahahahahahahahahahah! Arriva sempre dopo, come la puzza, si dice per l'appunto a Bologna... ahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  190. Vita, vuol dire che arrotonda lo stipendio del marito: lo fanno tante e da giovane anch'io ho beneficiato di quel genere di lavoratrici. Poi hanno cominciato a consentirmi la gratuità e non l'hanno più smessa.

    RispondiElimina
  191. Caro Pollock sei talmente un gran campione che ti farei trombare oltre che le donne della Valle Seriana anche mia sorella!!!! Ma che ne dite amici fiorentini della grande prestazione della dea contro i laziali?
    Deyna un mito!!!!!!!! Ospite d'onore al comunale di Bergamo!!!!

    RispondiElimina
  192. Cristo, Kurt e Filippuccio diabolicamente perseverano, adesso arriva loro un'altra paternale fra capo e collo. Bergamasco, dichiàrati! Non rischi nulla,AntoineRouge tra noi è senza veli e, del resto, Deyna è un po' stucco delle milf che lo cimentano al supermercato e potrebbe voler cambiare dieta...

    RispondiElimina
  193. Tu ti bocci con i tuoi scritti, non serve che qualcuno dia un voto, sono tutti n.g., n.c, s.v.,......

    RispondiElimina
  194. Si ma i professori debbono essere laureati, aver superato il concorso e quanto serve. Sennò si è solo dei palloni gonfiati, Leo. E si rischia di essere accusati di truffa e millantato credito. Non funziona come pensate tu e Barry, cioè che il primo bischero da' lezioni. E da adesso ti pregherei di non appiccicare sempre il solito post imbecille ad ogni post che scrivo io. Grazie. E' intollerabile e francamente ne va dell'eleganza e della logica stessa del blog. Se io facessi altrettanto con Blimp o Deyna tu capisci che non se uscirebbe.

    RispondiElimina
  195. Il prossim'anno allora vada per l'ospitata per Atalanta-Fiorentina! Colonnello, vorrei cambiare scartando i frutti marciti per andare sul verde acerbo, o quantomeno su una ancora appetibile maturità, non cambiare dieta drasticamente! Geniale intanto su sitone, riguardo Montolivo:

    21/10/2013 16:50:29
    gianneddu, prato
    icchè dice "l'uomo che s'addormentava guardando le stelle?"

    RispondiElimina
  196. Chiarificatore21 ottobre 2013 19:03

    Una sveglia del genere la rube non la prendeva da vent'anni.




    E questa è la più dolorosa di tutte, per come è maturata, per la rivalità e per il suo impatto mediatico nazionale e mondiale.





    Per loro è un danno all'immagine pazzesco ed in certa misura anche tecnico.




    Tutto l'opposto per noi.




    Ho detto.

    RispondiElimina