.

.

mercoledì 2 ottobre 2013

TermiNetor

Mi ritrovo come un vecchio curato di campagna, un po’ rubizzo e molto testa di cazzo, a cercare di portartarvi in chiesa almeno la domenica, lasciate fuori il rancore dalle vostre esistenze, e anche il telefonino, amate il vostro portiere come voi stessi, o come il vostro prossimo portiere, insomma più in generale se proprio non ce la fate ad amare Neto perché siete aridi di sentimenti, amare il prossimo vuol dire anche accordare il piano. Io vi capisco, nella disperazione le domande sono sempre le stesse, e un curato di campagna le conosce bene, “Perché Neto è toccato proprio a me?”, e lo sfogo è anche legittimo, ma in soccorso ci deve venire la fede Viola e non Munua, non c'è niente di male nel lasciarsi andare finché però si riesce a lasciarsi tornare, altrimenti la colpa è sempre del diavolo, una volta brasiliano, l’altra di Fiesole, comunque sempre uno che fa le pentole ma non i i coperchi, e tantomeno le parate. Ci sono anche altre braccia dove rifugiarsi, non solo quelle di Norberto, perché quando l’amore per un giocatore se n’è andato c’è sempre la giustizia, quando la giustizia se n’è andata nei minuti di recupero c’è sempre la forza, e quando la forza se n’è andata perché le braccia ti sono cadute c’è sempre la mamma. Lo so che voi guardate Neto come il vostro cane perché lo ritenete un cane, perché lo riconoscete quando entra in porta dimenticandosi del perché c’è entrato, proprio come i cani che passano la vita entrando in una stanza senza sapere il perché. Vi siete soffermati mai a pensare come sarebbe invece avere un portiere donna? “Non posso uscire oggi, ho le mestruazioni”. Neto non ha questi problemi. Ma per solidarietà con la sua compagna non esce quando lei ha le mestruazioni. Cosa c’entrano le donne? C’entrano perché nell'anno 584, a Lione, 43 vescovi cattolici e 20 uomini rappresentanti altri vescovi, dopo un estenuante dibattito, misero ai voti. I risultati furono 32 si, 31 no. Le donne vennero dichiarate umane per un voto. Neto secondo voi invece è addirittura disumano, e questo non è accettabile nemmeno per la Chiesa. Vi prego fatevelo piacere, non è tutto da buttare, sfruttiamo le sue doti migliori, mettiamolo in condizione di rendere al meglio, lo so che l’ho già detto ma in queste occasioni mi viene sempre in mente la Gina che abitava dietro a piazza Piattellina, anche lei non proprio perfetta come Neto, una ragazza che aveva un corpo splendido ma un viso orripilante. Lavorava come indossatrice di passamontagna. i soliti maligni sempre insiti nella tifoseria Viola sostengono che Neto in uscita sia sempre in ritardo, Calamai sostiene addirittura che Neto sia in ritardo perché incinta. Neto intanto sostiene a sua discolpa che l’area di rigore è sempre troppo affollata, la linea di porta in occasione del pareggio di Gobbi addirittura sovraffollata, e con rammarico precisa che non è proprio la stessa cosa con quanto succede sulla Terra che è così sovraffollata che siamo costretti a fare l'amore uno sopra l'altro. Le aree di rigore italiane sono invece frequentate solo da uomini pelosi e tatuati. Inoltre le statistiche rivelano che più tempo un portiere passa tra i pali e più aumenta la probabilità di prendere gol, si consiglia quindi di fare riferimento sempre a chi non c’è in quanto fuori dalle statistiche, il giocatore che non ha giocato farà sempre meglio di quello che ha giocato male. Bisogna tener presente che un tifoso statistico può avere la testa nel forno e i piedi nel ghiaccio e dire che mediamente si sente bene, la statistica ci dice che ogni venti secondi c’è un tifoso che oltre ad offendere Neto mangia una prugna, non si sa propriamente chi sia, ma si sa dove trovarlo. Intanto Viviano che è un po’ meno reattivo di Neto, in Inghilterra è stato investito da un auto spinta da due tizi, Boruc che invece è cattolico e cannibale ha dichiarato che il venerdì mangia solo pescatori. Per trovare una nota di ottimismo bisogna parlare d’altro, addirittura di Vargas, e con prudenza, calma con gli entusiasmi perché stiamo parlando di un giocatore che ha avuto problemi seri con l’alcool, e come sanno bene tutti coloro che hanno imparato a farsi la barba specchiandosi sul fondo del bicchiere, l’alcool lascia un insano piacere di perdere, i giocatori con questi trascorsi, ai successi preferiscono i fiaschi.

107 commenti:

  1. Sono 20 i convocati dal tecnico Vincenzo Montella per la sfida contro il Dnipro.

    Ecco la lista della Fiorentina in ordine alfabetico: Alonso, Ambrosini, Borja Valero, Bakic, Compper, Cuadrado, Fernandez, Gulin, Ilicic, Joaquin, Lezzerini, Madrigali, Munua, Neto, Pizarro, Rodriguez, Roncaglia, Matos Ryder, Savic, Tomovic.

    RispondiElimina
  2. Chiarificatore2 ottobre 2013 07:59

    Non sono d'accordo, Poeta, non vedo come in questo momento possiamo farcelo piacere, Neto, possiamo e dobbiamo sostenerlo questo sì, quanto al piacere deve essere lui e soltanto lui a reagire ed utilizzare questo tempo in cui continuerà a scendere in campo, per (tornare a) piacerci. Se ha le palle le tiri fuori ora, insiemi ai mezzi, se ha anche quelli.

    RispondiElimina
  3. Secondo me l'immagine più dignitosa, tra le due inserite da Pollock, è quella in basso. Le immagini già viste ieri da altre angolazioni di Neto in occasione del raddoppio del Parma mostrano un ballerino di tarantella, un Pinocchio, tutto meno che un portiere di A nell'esercizio delle sue funzioni. Non vedo come Neto possa risalire la china e tornare nella considerazione dei tecnici e dei tifosi.

    RispondiElimina
  4. Intanto, appena avrà perso altri 3 o 4 chili Vargas non farà più l'inchino nelle città dove si recherà..........Neto-gate: inutile, per alcuni, esaltare parate che sono normali per un portiere moderno, inutile descrivere fotogramma per fotogramma, con rallenty del rallenty tutte le fasi dei gol beccati da Neto; non serve a nulla. Paragonare un'uscita sbagliata di Neto allo stesso gesto (sbagliato) di Buffon o Handanovic, serve a nulla. Serve a ricordare chi hanno in porta gli altri. Dopo anni senza macchia e senza papere alcuni portieri possono infilare tavanate e papeperette (mai colmeranno lo svantaggio nei confronti delle 1.000 parate salva-risultato!), a 22 o 24 anni no. Risolto il problema attacco, si apre (anzi ri-apre) il problema portiere. E via....così.....

    RispondiElimina
  5. Se Viviano ha giocato nuovamente a calcio in una porta di serie A dopo gli orrori di Roma - nemmeno papere, orrori, il primo tecnico, l'altro fisico e forse, chissà, di vista - perché non dovrebbe Neto, dopo quella che è stata un'incertezza, per me, o un cross su cui non poteva far niente, per Jordan ed altri? Se Agazzi difende ancora la porta del Cagliari dopo le goffaggini su Gabbiadini e De Silvestri, perché non Neto? Buffon ormai fa la cappella ogni 3 partite, di media, eppure difende sempre la porta della juve. Il tanto esaltato Sommer fa cose da mettersi le mani nei capelli. E si potrebbe andare avanti all'infinito. O mi si porta a Firenze un grande portiere, più decisivo di Neto al positivo, e con rarissime incertezze, o è inutile buttar via soldi. Quindi Adler, Begovic, Alves, tra quelli forse ancora acquistabili, anche lo stesso Burki - non grande portiere, ma molto sicuro, solido e completo - altrimenti fiducia a Neto, il cui rendimento al di là dei pregiudizi degli strilloni è positivo.

    RispondiElimina
  6. A questo punto Deyna questo argomento mi pare fuori tempo massimo, perchè Neto ha avuto le occasioni che si chiedevano e le ha fallite. Si tratta di un tassello di quella operazione di indebolimento della rosa che è stata portata avanti in estate, con l'acquisto di un solo costoso elemento, di altri giocatori inutili, decotti o di misterioso utilizzo, e nessun serio tentativo di rafforzare la rosa o anche soltanto di tamponare le perdite.

    RispondiElimina
  7. Io credo che occorra semplicemente attendere dicembre e poi tirare le somme.

    RispondiElimina
  8. Mostrano che tu di calcio capisci poco. E' in ritardo perchè era impossibile essere in anticipo stando dove stava e dove doveva stare sul cross in partenza che avrebbe scavalcato chiunque non fosse stato alto quattro metri o avesse avuto le braccia elastiche come la moglie di Pera.. Le foto mostrano anzi dov'era il pallone e come fosse impossibile arrivarci. Purtroppo è ripartita la campagna dei coglioni, vergognosa, scandalosa, vomitevole e noi rischiamo davvero di giocare senza portiere fino a gennaio. Speriamo che, nonostante tutto, regga di testa a tutte queste critiche ed offese completamente ingiustificate.

    RispondiElimina
  9. Usare la questione Neto per propinarci nuovamente le tue allucinazioni sull'indebolimento della rosa che sarebbe stato dolosamente messo in atto acquistando Gomez e uccidendo così il progetto di crescita mi pare un tantinello capzioso. Tuttavia, sei noto per questo.

    RispondiElimina
  10. queste sono le tue teorie, aberranti, di uno che il calcio lo conosce per sentito dire.

    RispondiElimina
  11. Anche fossero giustificate sarebbero comunque deleterie, visto che fino a gennaio non c'è niente da fare.

    RispondiElimina
  12. Emergenza attacco: domani sera giocoforza dovrà essere schierato Matos di punta con qualche trequartista a supporto, bisogna vedere in quali condizioni versa Ilicic, ma con la pubalgia è destinato a non essere più che al 50% delle sue possibilità, io continuerei con Joaquin.

    Contro la juve, dopo la sosta, dovrebbe tornare Rossi, e va bene, per cui il problema maggiore è la partita con la Lazio di lunedì: non so se vale la pena di rischiare Pepito così presto, non vorrei avesse una ricaduta peggiore, anche in quella partita mi sa che l'unica soluzione sarà schierare Matos.

    RispondiElimina
  13. Antoine se siano giustificate o no le critiche su un episodio può anche essere discutibile, per me non lo sono, in questo caso, ma la discussione può anche essere aperta. Quello che non è giustificato è basarci una campagna diffamatoria come quella che ne è seguita. Che il primo giornale cittadino intitoli il suo sommario con uno "Sciagura Neto" dimenticandosi di tutti i problemi che ci sono in giro o, anche, volendo rimanere nel nostro piccolo ambito, colpevolizzando uno solo di tutte le cazzate fatte in quell'ultimo minuto ed invitando anzi tutti i tifosi a lanciare le pietre è cosa non solo vomitevole, ma inaccettabile.

    RispondiElimina
  14. Ridotti male. Ma se ti si infortunano Gomez, Rossi, Rebic e Ilicic non è che puoi pretendere di averne altri quattro a disposizione, bisogna raschiare il fondo del barile. Matos se è in giornata, come seconda punta, può sorprendere, il problema è il solito, il "9", ma c'è chi dice che si gioca meglio senza.

    RispondiElimina
  15. E voi contribuite a riaprirlo con gusto quasi sadico, esaltando ogni piccolo errore (che fanno tutti, anche Handanovic e Buffon), diminuendo qualsiasi prodezza, e scatenandovi su un episodio sfortunato e decisivo, per questo al vertice dell'attenzione, nel quale le colpe non esistono neppure, ma chi se ne frega, a forza di dirlo ci credono tutti. Questi comportamenti sono intollerabili, spero che vi mandi tutti a fanculo e si cerchi davvero un ambiente serio dove affermarsi. Scoprire che i tifosi viola son così manipolabili da una classe di media incompetente, prevenuta e saccente mi fa passar persino la voglia di seguire il calcio.

    RispondiElimina
  16. Dimentichi Iakovenko, fra gli infortunati

    RispondiElimina
  17. Certo, ma è anche deleteria, perché, fosse anche vero che Neto sia una sciagura, è con lui che dobbiamo convivere almeno fino a gennaio, quindi avrebbe semmai senso criticarlo, ma non massacrarlo come si sta facendo.

    RispondiElimina
  18. Solito argomento ad personam, ma basta leggere i voti dei giornalisti e i commenti dei tecnici per capire che su Neto sei tu ad essere isolato Jordan.

    RispondiElimina
  19. Codesto, Sopra, si chiama "Metodo Goffo", simile a quello usato dai tuoi confratelli della fascia destra dello schieramento. Spero, per te ovviamente, tu non sia brutto come Sallusti! Ahahahah

    RispondiElimina
  20. L'unico punto su cui concordo è l'operazione Ljajic-Ilicic, per quanto riguarda Neto che ha fallito lo dici tu. Ha fatto buone partite, ha sbagliato solo quel rinvio col Grasshopper - errore pessimo ma da non valutarsi nel repertorio di un portiere - e secondo me [non per Jordan] anche in occasione del gol di Gobbi. A Milano con l'Inter ha perso la palla in uscita, ma il gol l'abbiamo preso per colpa di chi ha sbagliato dopo di lui, e vanno comunque tenute di conto tutte le occasioni in cui uscendo ha risolto le situazioni, cosa essenziale per questa difesa che di testa non ne becca una. Oltre alle belle e importanti parate delle altre partite. Comunque sia Neto non partecipa all'operazione di indebolimento della rosa, perché certo non sta facendo peggio di Viviano.

    RispondiElimina
  21. Non ho mai cercato seguito in vita mia, figuriamoci se lo faccio adesso. Non mi candido alle elezioni, non faccio politica, dico quello che penso e che mi sembra giusto e se siamo in pochi può anche essere che sia perchè siamo i migliori. Solo quindici giorni fa, dopo Bergamo, eravamo in tanti, ma io dicevo le stesse cose, ho sempre detto le stesse cose. Alla prossima partita bella che farà Neto torneremo ad essere molti, se ne fa tre o quattro di seguito, meglio se di quelle che contano, torneremo ad essere tanti, se andrà via e si affermerà altrove, non ci sarà nessuno che ne ha detto male a Firenze. Il calcio è così. Resta vomitevole il comportamento di tanti, soprattutto nei media, verso un giocatore viola che ricopre un ruolo importantissimo nella squadra.

    RispondiElimina
  22. Ma poi, valutiamo le alternative che aveva la Fiorentina quest'estate. Diego Alves non è voluto venire per questioni di ingaggio. Interessavano tre portieri: Julio Cesar, Agazzi e Sommer. Il brasiliano era ed è completamente fuori condizione, grasso, tanto che è stato fatto fuori da Scolari nel Brasile, e dal QPR. Anche fosse venuto, non sarebbe rientrato in condizione che per novembre minimo, sai i punti che ci avrebbe fatto perdere? Agazzi lo abbiamo visto, c'è poco da aggiungere. Sommer forse non lo avete visto, ma ve lo racconto io: in CL ha fatto semplicemente ridere, e dai pali non esce nemmeno minacciato col mitra. Nessuno di questi ci avrebbe fatto guadagnare punti, mettiamola così. Un'idea intelligente poteva invece essere Burki, ma non risulta che abbiamo mai avanzato proposte serie.

    RispondiElimina
  23. Vabbé, adesso direi che non è il caso di parlare continuamente solo di Neto.
    Lunedì ha fatto una minchiata, l'ho detto e lo ripeto, prendiamone atto e andiamo avanti, senza farne un dramma. Non penso che in altre piazze parlino e discutano di ogni minchiata dei loro rispettivi portieri (visti i gol della Serie A, mi sembra che ogni portiere faccia almeno una minchiata ogni tre o quattro partite) per giorni e giorni attaccando in questa maniera il loro numero 1.
    Tra l'altro, come dice Deyna, non è che ci siano molte alternative, a disposizione.

    RispondiElimina
  24. Deyna ora ti è presa la fissa di Burki. Magari sarà anche buono ma quante volte l'hai visto giocare? Io due, molto bene a Firenze, così così a Zurigo, dove para bene un tiro lemme ma angolato di Aquilani, ma protegge abbastanza male il suo palo sul tiro di Cuadrado. Ha sempre giocato nel campionato svizzero e basta, ben che andasse lo potevi prendere come 12, così ricominciava la rumba dei portieri, dentro uno e fuori l'altro e così via a seconda delle cappelle. Il problema è l'ambiente fiorentino, direi soprattutto i media, i tifosi vengono e rimorchio perchè se a Firenze spari su qualcuno trovi subito tanti che imbracciano il fucile anche loro. Non vogliono Neto, ne han parlato male da quando hanno sponsorizzato l'operazione Viviano e non può, non deve andare bene, se no ci fanno, in toto, la figura dei coglioni, soprattutto i capetti. Così fanno quel che ho detto prima, ogni miracolo è normale, ogni incertezza è mancanza di fondamentali,se poi si piglia goal qualche colpa ce l'ha, se il goal è decisivo per il risultato la responsabilità è doppia, se la meccanica dell' azione si presta a lanciar merda ci si va a nozze. In queste condizioni per un portiere giovane, lasciato a riposo coatto per due anni e mezzo e che quindi incertezze le ha, fisiologicamente, nonostante le potenzialità eccelse, è ben difficile trovare quella fiducia e quella tranquillità che sarebbero fondamentali per il processo di crescita. Montella lo temeva, pur avendone capito, da intenditore di calcio, il valore potenziale. Ha forse sottovalutato il fattore ambientale, o forse no. Ancora non è finita e da come Neto reagirà a questa nuova onda di merda, immeritata che gli viene lanciata addosso si capirà se il problema esiste davvero o no. Per me ha rischiato troppo, io sarei andato a Verona. L'anno prossimo, affermato e con mercato e con richieste avrei poi detto a Firenze ed a i suoi cittadini e giornalisti di divertirsi con qualcun' altro. ma i mineri son testoni ed è voluto rimanere e allora se ne freghi di tutti e seguiti a parare come se ragliassero degli asini, che poi non è tanto lontano dal vero.

    RispondiElimina
  25. Intanto Tuttomercatoweb, "spinto" dal rendimento di Neto, ha deciso di accaparrarsi in esclusiva mondiale il parere del portiere che ha scritto la Storia con la sua inarrivabile carriera. E con questo si taglia la testa al toro, caro Jordan.
    http://www.tuttomercatoweb.com/serie-a/esclusiva-tmw-caniato-neto-e-inadeguato-per-le-aspirazioni-della-fiorentina-489299

    RispondiElimina
  26. E chi è Massimiliano Caniato? o dove cazzo ha giocato? certo uno della sua esperienza quella traiettoria l'avrebbe letta stano davanti alle TV con le pantofole. Che vomito!

    RispondiElimina
  27. Jordan, per il momento mandiamo noi affanculo lui, se poi vorrà ricambiare sarà segno che i giocatori in viola non dovranno piu' attaccarsi al citofono per parlare al loro portiere. Continui con la tua ossessione grottesca: chi non è d'accordo con te se non ha mai giocato in porta è accusato d'incompetenza, se invece ha giocato a massimi livelli è 1) prevenuto; 2) protegge qualche suo pupillo (solitamente, Viviano); 3) non gli va bene Neto perché non è italiano; 4) ha conti in sospeso con la Viola; 5) è stato un gran portiere ma cio' non vuol dire capire di calcio; 6) non vuole rimangiarsi quel che ha detto di male in passato su Neto; 7) ecc. ecc. In pratica, per poter parlare di Neto occorre essere stato portiere degli allievi della Fiorentina agli inizi degli anni sessanta. Come ti è stato detto su cloaca, il pallone poteva anche entrare in rete senza tocchi d'altri, per te Neto era giustificato, traiettoria imparabile. Tu sei uscito di senno per quel ragazzo, adesso ritiri fuori il condizionamento psicologico, senza il quale quel pollo ha scazzato con gli svizzeri, a Milano e col Parma, partita quest'ultima in cui ha fatto pena anche nel primo tempo, ciaffando centrale un tiro centrale (per amor delle simmetrie) e crepando a terra su un tiro da Marte che ha sbrodolato in corner. Il piazzamento inchiodato sul primo palo io e altri ti abbiamo spiegato perché sbagliato nell'occasione, poi s'impiomba letteralmente, anche i passi all'indietro sono brevi e lenti, non capisce la traiettoria e comunque non abbozza il balzo semplicementre perché ha paura dell'ennesima ciccata, dopo quella milanese, e così fa ovviamente molto peggio, perché se c'è lui sulla linea di porta, pur ciccante, non c'è Gobbi. Sei il solo fra tutti i tifosi viola a non ritenerlo responsabile, chiediti perché, indaga su te medesimo, ma per cortesia evita di insultare la terra intera perché non vede in cielo volare gli asini che vedi tu. Su Neto ormai sei credibile come Bondi sulla situazione processuale di Berlusconi.

    RispondiElimina
  28. Questa guerrilla per Neto alla fine è intrigante...GONFIA, il metodo goffo è quello di Neto, e non lo dico io. JORDAN, io sono per la controinformazione, della quale mi avvalgo nel quotidiano, poiché -giustamente, come tu affermi- i media sono manipolati, manipolatori. Questo non scalfisce la disistima (calcistica) nei confronti di Neto; se i media manipolano, lo fanno sempre e allora tante cose dovremmo deprecarle, o sbaglio? Se tu ritieni che Neto sia il portiere di una Fiorentina da primi tre posti, da CL futura, da squadra in divenire per uno scudetto, opinione rispettabilissima ma sembri affetto da Sindrome di Stoccolma; le opportunità, da un anno a questa parte le ha avute, gli errori reiterati (chiaro che li notiamo più di quelli di altri portieri, noi guardiamo la viola, mica più di tanto gli altri...se gli altri paperano ci ridiamo su, se papera Neto piangiamo) ma arrivare a dire che non ci sono alternative vuol dire, sottilmente, "Ragazzi non capite un cazzo ne di calcio ne di portieri". Agghiacciante la crociata contro Neto, imbarazzante la sua difesa, sia sul Franchi(Savic&Co....ah ah ah ah) sia tra di noi, o dovunque.

    RispondiElimina
  29. Se si parla d'indebolimento della rosa si deve avere anche l'umiltà di ammettere di non capire le basi del calcio. Forse non arriveremo terzi, forse nemmeno quarti come l'anno passato, forse non vinceremo neanche una coppa ma siamo in competizione su tre fronti e la squadra è stata migliorata qualitativamente e quantitativamente proprio per provarci. Debole sei tu perché senza argomenti, non la Fiorentina.

    RispondiElimina
  30. I passi lenti li vedi solo tu, retrocede all'indietro e ti ho già spiegato perchè e certo correndo all'indietro non si possono fare i 100 metri in 10 netti e nemmeno i cinque metri in pochi centesimi di secondo. Nel tempo del cross è impossibile arrivare sul secondo palo prima di Gobbi Che poi tu ed altri mi spiegate un piazzamento sbagliato vuol dir poco, anch'io te l'ho spiegato e ti ho detto che su un cross da sei-sette metri non puoi stare in mezzo alla porta perchè rischi molto di più. Non sono il solo tra i tifosi viola a ritenerlo incolpevole, allo stadio ho parlato con diversi, con uno anche litigato di brutto in TS perchè era della banda, ma tra i non schierati ce n'erano diversi che mi davano ragione. Certo se poi vanno a ricercare anche il parere di Caniato bisognerebbe chetarsi. Quando fai andare libero al cross da sei-sette metri un avversario è facile che suoni a morto e la colpa principale è di chi ce l'ha fatto andare, al portiere restano i miracoli, non sempre possibili. By the way io avrò anche fatto solo il portiere degli juniores viola, ma sette anni tra i pali di una porta li ho ben passati. Tu quanti? Quali sono le situazioni che ti mettono in difficoltà o meno, me lo ricordo ancora e quei palloni a gocciolo che sembran facili son quelli sui quali è più facile smerdarsi e spesso senza colpa alcuna.

    RispondiElimina
  31. Punte di ruolo, fra prime e seconde, ne abbiamo cinque, abili da mandare in campo in questo momento una e mezza (Ilicic non al top). Nessuno prevede infortuni a catena raggruppati in un arco temporale così breve quindi fare processi alle campagne acquisti (zallerite tremens!) è ridicolo e dimostra l'insipienza di chi le porta avanti. C'è la coppa e il campionato, fare il meglio possibile e mettersi sotto con i recuperi. Senza questa moria la davanti avremmo quattro punti in più e nessuno scasserebbe i cabasisi con Neto, Ljajic, Jovetic, Guidetti, Gabbiadini, Seferovic..........

    RispondiElimina
  32. I media hanno raggiunto l'obbiettivo questa estate, hanno inculcato nella testa dei tifosi l'insicurezza e la prevenzione nei confronti di Neto. Ad ogni partita è stato aspettato con il fucile spianato per ogni mezzo errore, all'interno di una partita mormorii e brusii hanno accompagnato ogni gesto, ad ogni mezzo, o intero errore, non si sono risparmiati giudizi lesivi persino alla persona più che allo sportivo. Un ambiente soffocante, prevenuto e sempre pronto alla resa dei conti. L'errore del ragazzo è stato quello di pensare di sfidare un ambiente ostile sin dall'inizio. I suoi errori sono tutti macroscopici, ingigantiti ed analizzati più della febbre emorragica in Africa e sono oggetto di sfottò dei suoi tifosi e perculeggiamenti da parte della stampa. Ha fatto un errore ma lo standard buono avuto sinora passa in secondo piano, non è normale se para il normale ma sarebbe nella norma se parasse anche il difficile, tanto da considerare la parata di Bergamo normale amministrazione. Continuare a protrarre questa campagna distruttiva nei suoi confronti non fa il bene della Fiorentina, speriamo che qualcuno se ne accorga.

    RispondiElimina
  33. Io vedo solo tre punte di ruolo: Rossi, Gomez e Rebic con Matos. Se poi tra le punte si considerano anche Wolski, Ilicic o Iacovenko il numero aumenta. Ma c'è anche un problema di esperienza: dei citati solo Gomez, Rossi e Ilicic hanno esperienza. Wolski, Rebic e Matos sono esordienti in A, Iacovenko viene dal campionato belga. Visto che Ilicic e' di difficile collocazione, si puo' dire che abbiamo affrontato la stagione con due sole punte affidabili e vere, di cui una reduce da infortunio. Una tattica suicida.

    RispondiElimina
  34. Tra le ipotesi avanzate quello che sia colpa dei media se Neto sbaglia è la più bizzarra.

    RispondiElimina
  35. Che sia il solo non è vero, come ti è stato detto.

    RispondiElimina
  36. Cazzo tu avresti giocato con il Gabbia! Sei il re delle bizzarrie!

    RispondiElimina
  37. Io avrei giocato con i seguenti giocatori
    Ljajic
    Rossi
    Cuadrado
    Più un quarto di cui ho dato mille volte l'identikit: centravanti di area, ma anche di manovra, giovane ma già affermato, disposto a ruotare con gli altri tre, da acquistare in comproprietà o prestito con diritto di riscatto.
    Più Seferovic e persino El Ham.
    Questo il reparto, con una predilezione per i primi tre.

    RispondiElimina
  38. Jordan, sei tu il solo a vedere quello che vedi circa Neto, TU TU, SOLO SOLO. Il "sei solo tu" da parte di un visionario accerchiato quale sei attualmente è esilarante, come quando Beberri un tempo e Lud oggi scrivono a volte "tutti": il "tutti" che si rifugia soltanto sotto la loro calotta. Che il tempo non ci sia su quella lentezza di cross è delirio, ma di quelli che domandano un buon esegeta in camice. Tu hai passato sette anni in porta fra i ragazzi (vedi che continui a vantar crediti ridicoli, come se ti evitassero il ragionamento e sostituissero la vista?), chi ne ha passati venti fra serie A e Nazionale dice quel che qualsiasi persona di buon senso ti dice, fra qui e cloaca. Kurt, che non è certo una cima, ripete quel che avevo scritto ieri: basta un portiere decente. E tu parli d'imparabilità! Ma vaaivaiavaia! E non rischi un cazzo, con nessun avversario davanti e coi compagni tutti sulla tua (e li vede, se non è proprio orbo, come qualcuno comincia a sospettare) ad anticipare più sul centro, su un cross che non lo impegnerà mai, o mai seriamente, sul primo palo. E' un errore colossale, l'errore di chi non sa valutare traiettorie, come già abbiamo riscontrato più volte, a partire da Catania il campionato scorso, e non sa come sbagliare, perché l'ha già fatto restando impalato ma anche saltando. Speriamo che gennaio ti guarisca, Jordan, perché stai parecchio male.

    RispondiElimina
  39. Questa campagna dei media su Neto é veramente indecente e indegna, roba mai vista nei confronti di un giocatore della propria squadra, e il piu' bisognoso di sostegno, fra l'altro. Se é un pretesto per criticare le scelte della società in modo trasversale, mostra la vera faccia di questi loschi figuri; la volontà manifesta di manipolare i tifosi, perché fischino il proprio portiere é puro masochismo, sono i veri traditori di una causa, si rivelano i rema-contro di Firenze.

    RispondiElimina
  40. Sempre su Neto viene in soccorso la politica, nella fattispecie Letta (cfr.Consiglio stamane, in Parlamento): "Qui continuano i cannoneggiamenti tra opposti schieramenti, nella realtà siamo piegati su noi stessi..." ah ah ah ah ah ah.....Letta!! Hai mai giocato in porta? Perché se non hai mai corso su una monoposto non puoi parlare di automobilismo, se non sei mai salito su un ring non puoi parlare di boxe, se non hai fatto un quadro non puoi parlare di arte, se non sei mai andato con un uomo non puoi parlare di gay e non puoi sapere se ti piace, se non hai mai munto una mucca non puoi parlare di latte o derivati, se non hai indossato la calotta della Rari Nantes non puoi parlare di nuoto........Se fanno fuori Neto dall'undici della viola cade la società viola, anche se oramai è ineleggibile. (credo sia il caso un po' il caso di sdrammatizzare.....)

    RispondiElimina
  41. Vigile, contro un tuo verbale neppure farei ricorso.

    RispondiElimina
  42. Sì, mi pareva di averlo letto da qualche parte.

    RispondiElimina
  43. eheheh!, e c'hai ragione, perché andare contromano é molto rischioso

    RispondiElimina
  44. E ti sembra che questo sia uguale a quello che scrivi tu?

    RispondiElimina
  45. Non inquiniamo le acque Vigile. Criticare un giocatore o una scelta societaria è legittimo. Se si pensa che la critica sia sempre e comunque difattismo, tanto vale chiudere i blog.

    RispondiElimina
  46. Identico: avresti giocato col Gabbia, non col Gabbia inamovibile, ma pur sempre col Gabbia. Ho i brividi al solo pensiero.

    RispondiElimina
  47. "Sciagura Neto", "Neto non è più il mio portiere", "Fanculo a Neto", non mi paiono critiche. Forse perché non lo sono.

    RispondiElimina
  48. Chiarificatore2 ottobre 2013 13:51

    Rosa in attacco di Lud:






    Titolari: Rossi-Ljajic ( ammesso e non concesso che fosse possibile trattenerlo)-Cuadrado.






    Riserve: Gabbiadini ( o similare)- Seferovic- El Hamdoui






    Rosa in attacco della Fiorentina:






    Titolari: Rossi-Gomez- Cuadrado






    Riserve: Joaquin-Rebic-Ilicic ( senza considerare Jakovenko e Matos)






    Dov'è l'indebolimento rispetto all'anno scorso?






    Ljajic in attacco è più forte di Gomez?






    Gabbiadini è più forte di Joaquin?






    Seferovic è più forte di Rebic?






    El Hamdaoui è più forte di Ilicic?






    Oltretutto, Lud, ti saresti presentato senza centravanti titolari e con tre riserve tutte centravanti. Un po' squilibrata e contraddittoria, da parte tua, la cosa.

    RispondiElimina
  49. Ma che ne sai, ma che ne vuoi sapere.

    RispondiElimina
  50. http://www.fiorentina.it/notizia.asp?IDNotizia=139772
    Le papere di Boruc. Ah ah ah. Come quelle di Neto! (a Roma, almeno, identica a quella della sciagura col Grasshopper). Si taccia su quelle di Frey e Toldo.

    RispondiElimina
  51. Chiarificatore2 ottobre 2013 14:08

    Infatti, conscio dei miei limiti, mi sono limitato a riportare le scelte societarie.

    RispondiElimina
  52. Ah ah ah! Solo lo Zaller è illimitato!

    RispondiElimina
  53. Sopra, avranno mangiato una razione più sostanziosa di fagioli (un ci sono rimasti che quelli, razziati anche nei circoli dove si gioca a tombola) e oltre alle emissioni sonore avranno avuto il mal di pancia non potendo assentarsi (per il cainano presentarsi e assentarsi hanno lo stesso significato, nessuno, ahahah!). Berlusca ha talmente gradito che dopo la liberazione, dal condotto sbagliato però, ha votato la fiducia (Scilipoti e Razzi in quanto a strategia gli fanno una sega, e parlo di due maghi eh) e licenziato su due piedi Michele, ahahah! Povera Marina, sempre meno balneabile, ahahah!

    RispondiElimina
  54. VIGILE, arrestato per aver diretto il traffico......illecito. (di notizie su Neto). Comunque tra poco ritorna Zed, il robot anni '80, sul mercato.....

    RispondiElimina
  55. Chi ne ha passati venti in serie A e nazionale si scorda di quante volte è rimasto lui a guardare palloni anche più lenti insaccarsi alle sue spalle. Lo stesso Sarti venne criticato anche ampiamente per alcuni pallonetti, apparentemente innocui e facili che lo avevano superato perchè lui aveva la giusta abitudine di accorciare le distanze sul tiro. E' più facile tirare la botta che fare il pallonetto per l'attaccante soprattutto quando arrivi di corsa e se ti tirano la botta essere qualche passo avanti è un bel vantaggio perchè restringi lo specchio. Quello di Biabiany era un pallonetto con la porta di traverso, se ti supera non lo pigli hai voglia di battere i piedi tu e tutti quelli con te fossero anche milioni. L'episodio di Catania c'entra come il culo con le quarant'ore, lì è uno sbaglio di tempo in uscita e lì l'errore c'è stato anche se causato dai soliti errori dei difensori che dormono, perchè Le Grottaglie era comunque solo a colpire di testa. Se ti dico che sono stato sette anni in porta non è per vantare crediti, ma per farti capire che questi episodi li ho vissuti, non me li hanno raccontati, ed averli vissuti per sette o venti anni non è che poi faccia tutta quella differenza, l'importante è averle dovute prendere quelle decisioni e non una volta, a qualunque livello fossero prese. Siccome poi tu hai citato due incertezze nel primo tempo (che ho citato anch'io nelle mie pagelle, magari è diversa l'importanza che gli dò), ti potrei fare invece la lista, ben più lunga, di tutte le volte che è intervenuto bene, a sbrogliar matasse, ma quelle ovviamente non le hai notate anche se non sono state davvero poche. Mi dispiace vedere cercare di distruggere, così, scientemente, un capitale viola, un giocatore giovane, bravo e serio per le fisime di un bando di giornalisti in fregola e di tutti quelli che gli danno retta. Lotterò contro, fino alla fine.

    RispondiElimina
  56. O se io non l'avevo letto mai! è proprio vero la vecchiaia è brutta, ci si dimentica di tutto. Ma sei sicuro che l'aveva già scritto prima?

    RispondiElimina
  57. Ad esempio non è stata notata un'uscita bassa al limite dell'area piccola [mi sembra, a memoria], in mezzo a una selva di gambe, a fermare un'azione pericolosa, per la difesa che ci ritroviamo. Cose che né Frey né Viviano facevano...

    RispondiElimina
  58. Quella uscita se stava in mezzo alla porta in quelle situazioni come qualcuno vorrebbe fosse regola e voleva fosse stato alla fine col cazzo che la faceva.

    RispondiElimina
  59. E Abbiati che non esce all'ultimo minuto su angolo prendendo gol dal limite centrale dell'area piccola? Non ho letto nessuna critica. Già, non si chiama Norberto di nome e non gioca nella Fiorentina.

    RispondiElimina
  60. Se non se ne vuole parlare è un conto, se invece vogliamo parlarne sono qui. E comincio col dire che tra la mia ipotesi e quella attuale ci corrono 25 milioni di euro con cui potevi rafforzare tutta la squadra. Poi parliamo anche del gioco di attacco in quanto tale.

    RispondiElimina
  61. Chiarificatore2 ottobre 2013 15:00

    Preciso e completo la prima domanda: dov'è l'indebolimento non solo rispetto all'anno scorso ma anche rispetto alla tua proposta, Lud?

    RispondiElimina
  62. Ma io vorrei sapere perché contano più i tuoi sette anni da ragazzo che i venti di Galli e non a fare le stesse cose, perché lui è stato nazionale, tra le altre cosucce! Altrimenti io potrei dire che ho la stessa esperienza di Garrincha! E se Galli ha commesso degli errori (come no!) in carriera deve adesso inibirsi di rilevarli negli altri? In quanto all'argomento deyniano che tutti ne fanno, si tratta di fare il conto alla fine. Buffon scazza ma è Buffon, Neto scazza ed è Neto... Chi dà sicurezza alla difesa, chi salva più volte il risultato, chi ha dato mostra del suo valore in passato può permettersi qualche errore, un neo-titolare che finì giubilato l'anno scorso (e a Catania era questione di traiettorie come col Parma, che Neto non sa calcolare: i fondamentali, come ti dicevo già l'anno scorso, Jordan, e come adesso dice Galli alla radio, i fondamentali! Tu dicevi che val più la pratica che la grammatica e s'è visto!) e quest'anno smerda una partita di coppa e due di campionato, oltre a palesare incertezze a sfare (due te le ho citate per il match medesimo col Parma), viene inevitabilmente giudicato e scartato. Circa la distruzione programmata: ma chi vorrebbe mai un problema in porta alla squadra del cuore? Chi vorrebbe crearlo? Gli stessi che l'anno passato criticavano Viviano? E Viviano sulla graticola ci poteva stare, invece? Mi spiace, Jordan, mi spiace soprattutto di dover dar ragione a uno come il Senese, ma è vero che sei uno spudorato doppiopesista, in materia Neto, da far pensare a quei babbi che per i figli fanno carte false, fanno quello che detestano negli altri.

    RispondiElimina
  63. E Rossi che nel primo tempo col Parma sbaglia un gol facilissimo, tutto solo, sbagliando la traiettoria del cross, pur andandoci incontro incontrastato, sbucciando la palla? Non mi sembra se ne sia parlato più di tanto, giustamente, e dire che sarebbe stato più determinante rispetto a quello commesso dopo due minuti a Genova. Per alcuni l'errore è permesso, per altri no, dipende dall'antipatia-simpatia, ma fanno tutti parte del gioco del calcio.

    RispondiElimina
  64. Chiarificatore2 ottobre 2013 15:08

    Ludwigzaller nel corso di ogni discussione continui a mettere in bella mostra la tua alquanto indisponente ed offensiva abitudine di ignorare le puntuali domande che ti vengono fatte.

    RispondiElimina
  65. Mi è stato chiesto quale era il vantaggio derivante dalla mia proposta di mercato: primo vantaggio, 25 milioni da spendere nei vari reparti. E non dite che è poco. Secondo vantaggio; una rosa di attacco più ampia e più duttile, più adatta al gioco di Montella.

    RispondiElimina
  66. Non mi pare che qui qualcuno abbia mai definito Viviano una sciagura. Andrebbe anche evidenziato che Viviano aveva quasi tutta la stampa a favore, mentre per Neto è il contrario.
    Come lo era (il contrario) per Boruc, in fondo:

    http://www.fiorentina.it/notizia.asp?IDNotizia=94707&IDCategoria=98

    RispondiElimina
  67. Ma vuoi scherzare, AntoineRouge? Vai a cercare nelle puntate dell'anno scorso. Se mi parli di cloaca, è altro discorso, lì Viviano fungeva da anti-Boruc e cioè da filo-Frey e cioè da filo-Prandelli: tutto un rinterzo antiviola. Per me sia Viviano sia Neto sono portieri, succeduti a un grandissimo, che ci hanno zavorrato. Con Arturone, intanto, eravamo in Champions, rigori più o meno per il Milan. E quest'anno fa già meno quattro.

    RispondiElimina
  68. Chiarificatore2 ottobre 2013 15:34

    Ludwigzaller continui a dimostrare, anche ora ed insistendo, la tua l'odiosa, indisponente e gravemente offensiva abitudine, di ignorare le puntali domande che ti vengono fatte. Non ti sembra il caso di smetterla?

    RispondiElimina
  69. Ciccio Graziani, ricattato da Jordan:

    http://www.violanews.com/altre-news/graziani-neto-nel-complesso-e-sufficiente-20131002/

    RispondiElimina
  70. Hai la memoria fallace come il senese al quale ho chiesto evidenza di quello che dice. Ti ripeto la richiesta. Non ho affatto progettato nessuna distruzione programmata di Viviano l'anno scorso e, te lo ridico, portami le prove del contrario. Ho anche violentemente contestato il suo arrivo (e, alla fine, mi sembra di non aver avuto torto), ma, una volta viola, ne ho sempre giudicato le prestazioni con la massima obiettività, del resto non mi riesce fare il contrario, come invece riesce bene a voi. Viviano non era comunque sulle graticola perchè aveva tutti i media a favore, pronti ad esaltare ogni intervento ed a gettar acqua sul fuoco delle paperelle, l'esatto contrario di quel che fanno con Neto. Se era sulla graticola con una parte dei tifosi era per le indubbie incertezze e perchè a firenze, se esageri con l'incenso, come avevano esagerato se chi si tappa il naso e fugge dall'altra parte. Chi lo giudicherà e lo scarterà o no non sarai certo tu o il Calamai, ma lo stesso che si è giocato parte della reputazione volendolo imporre solo un mese fa. Per questo i media hanno intensificato il fuoco, perchè vogliono approfittare di ogni occasione per seppellire quello che ritengono (e mi piacerebbe sapere il perché) il nemico. Non ho affatto detto che ho la stessa esperienza di Galli, far passare il prossimo per scemo ti piace ma non è facile, dico solo che avendo vissuto anch'io le mie esperienze, ne posso parlare per pratica e non per sentito dire. Se fosse vivo credo che potresti persino avere più titolo di parlare di un dribbling in velocità tu di Garrincha, alcolizzato cronico e di cervello ultralimitato come era. Ma qui si divaga. Se mi paragoni un'altra volta Catania ed il cross di Catania con quello di ieri sei di nuovo più di fuori delle terrazze. Quello di Catania era un problema di tempo d'uscita, c'è arrivato dopo, ma la palla sarebbe stata lì, non c'entra un cazzo saper leggere la traiettoria, c'è arrivato, dove poteva arrivare, ma il pallone non c'era più. Quello di ieri è un pallonetto sul quale conta soprattutto la posizione di partenza e non è un problema di leggerla la traiettoria ma di avere la possibilità di arrivarci. Non c'era questa possibilità, perchè dovevi fare sei metri correndo all'indietro alla velocità di Bolt. Non c'era il tempo come non l'aveva avuto Sarti su quel pallonetto di Fusaro che ci fece perdere in casa col Vicenza, o come non l'aveva avuto Galli con Maradona e con altri che ora non mi vengono in mente e come altre decine di portieri "uccellati" dai pallonetti tirati bene, senza la minima colpa ma con mote critiche da parte degli incompetenti che sempre pullulano

    RispondiElimina
  71. Giuro che non sono io e che non lo conosco nemmeno, ma lo riporto per dimostrare che non solo come qualcuno vorrebbe. Anche nel letame della cloaca sbocciano i fiori: "02/10/2013 15:33:23 Walter, Firenze
    Povero figliolo, essere un giornalista sportivo e non capire nulla di calcio. E' come fare il bagnino e non saper nuotare. Invece, i commenti che si leggano qui sotto, si spiegano soltanto con il fatto che questo sito. è impestato di gobbidimerd@. Scaricare le colpe esclusivamente su Neto, è da incompetenti che non vogliano bene alla Fiorentina. Se diciamo che il gol di Cambiasso, è colpa dell'uscita a vuoto di Neto (la palla, dopo l'uscita a vuoto, è stata giocata almeno tre volte, prima di arrivare ad un Cambiasso, incontrastato in area), allora dobbiamo dire che il secondo gol del Parma, è colpa di chi ha sbagliato la rimessa laterale, a 25 secondi dalla fine. Neto non è Yascin, è un ragazzo molto dotato, che deve fare esperienza, ma sul gol di Gobbi, non ha colpa. Lui stava sul primo palo, è stato scavalcato dal pallonetto di Biabani, non contrastato dal difensore e Gobbi ha potuto saltare, sul secondo palo, senza subire, nessuna opposizione, da chi doveva coprire quel palo. Semmai c'è da ricordare, che Neto, nel primo tempo, aveva salvato un gol fatto a seguito di un errore di Alonso, che di testa aveva messo una palla sul dischetto di rigore per l'attaccante del Parma, lasciato tutto solo e che ha tirato a colpo sicuro, per nostra fortuna, ha trovato l'opposizione del nostro portiere. Ma le partite, le guardate con i vostri occhi, o ve le fate raccontare a veglia? Neto è il nostro portiere, tutti sappiamo che ha doti eccezionali. ma è giovane, va incoraggiato e deve fare esperienza. In panchina non abbiamo né Cech, né Courtois. Pensate che a buttargli la croce addosso, ogni volta che si prende un gol, si faccia il bene della Fiorentina? Io credo di no. Chiediamo a Montella, di rivedere l'assetto difensivo. Ritrovarsi a fronteggiare un tentativo di rimonta con Alonso e Cuadrado terzini, mi sembra veramente azzardato, per non prendere gol, ci vorrebbe una saracinesca, non un portiere. Forza Viola!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  72. Neto diventerà un grande portiere. Altrove.
    (Aforisma di LZ)

    RispondiElimina
  73. Lud, analizziamo pure la tua rosa d'attacco. In una stagione in cui siamo attesi a un salto di qualità, Montella avrebbe dovuto approvare [perché la proposta non sarebbe certo venuta da lui, noto sostenitore e richiedente del centravantone] una rosa offensiva composta da: Ljajic [reduce dal primo anno in cui segna con regolarità in carriera, comunque 11 gol, il minimo sindacale per una punta di valore, ma lui è un trequartista]; Rossi [reduce da una stagione da...0 gol, perché è fermo da due anni, sempre dai 9 ai 12 gol a stagione in carriera, tranne un'annata sopra le righe]; Cuadrado [reduce dal suo record in carriera, ben 5 reti]; Gabbiadini [perché tanto è su di lui che puntavi, inutile che la rigiri, ed altre ipotesi come Aubameyang che viene a fare la riserva costando quasi quanto Gomez erano impraticabili...un Manolete reduce da una stagione da 6 gol in serie A]; infine Seferovic [che in serie A non era mai riuscito ad andare a segno, e che sarebbe stato comunque la ruota di scorta della ruota di scorta, e abbiamo visto che voleva andare a giocare]. Questo, oltre ad essere un improponibile attacco dei nani [Gabbiadini non fa testo, perché pur essendo fisicamente ben messo gravita perlopiù fuori dall'area di rigore, cercando tiri assurdi che sono diventati motivo di divertimento per i telecronisti argentini], ha un potenziale in termini di gol risibile, da squadra in lotta per la retrocessione! Il livello di una squadra che vuole lottare per la CL si alza con un centravanti che potenzialmente offre dai 18 gol in su, non infarcendola di nani, esterni e mezzepunte! Gomez magari fallirà, non si sa, ma il ragionamento alla base era giusto. Che poi io avrei preferito un altro tipo di nueve - un Negredo o un Leandro Damiao, per capirci - è un'altra storia, ma pur sempre un centravanti volevo. E voleva Montella.

    RispondiElimina
  74. Calamai, i "giornalisti" dei siti viola e il popolo bue di facebook rilanciano alla grande la gogna mediatica: ormai è InterNeto©.

    RispondiElimina
  75. http://www.youtube.com/watch?v=FCz6WIM-MTw

    RispondiElimina
  76. i "+" non contano, i "-" sono solo del portiere e contano doppio (o con l'Inter doveva prendere anche quello di Jonathan?), perfettamente in linea col Calamai

    RispondiElimina
  77. Non è vero che ho puntato su Gabbiadini come unica soluzione, basta andarsi a rivedere i miei post estivi. Ad ogni modo con Rossi, Ljajic e Gabbiadini, con in aggiunta Cuadrado erano possibili tutti i moduli in primis il 4-3-3 con Ljajic/Rossi/ Cuadrado, ma anche con Gabbiadini centravanti o esterno a sopperire in certe partite o spezzoni, nonché il 3-5-2 o il 4-4-2 che sarebbe stato inutile. Allo stato attuale il 4-3-3 appare molto difficile da mettere in campo e lo stesso 3-5-2 mostra la corda, mentre il 4-4-2 con cui abbiamo vinto a Genova impone Cuadrado terzino! Un pasticcio tattico infinito e per ora non risolvibile sensatamente. Aggiungi i 25 milioni con cui rifare la squadra negli altri reparti e la povertà della rosa attuale in attacco, purtroppo emersa drammaticamente.

    RispondiElimina
  78. Può darsi, ma lo diventerà alla faccia vostra.

    RispondiElimina
  79. Coda di paglia?...Mi sa che non sono io a inquinare le acque ma una certa stampa, dove predomina tanta incompetenza e tanto partito preso. Neto é il nostro portiere, volenti o nolenti, a che cosa serve criticarlo in modo cosi' pesante? Vorrei che tu me lo spiegassi perché io non ci arrivo. Io di errori di gioco in seno alla squadra e con conseguenze ugualmente negative, ne vedo e ne ho visti parecchi, ma nessuno suscita questo isterismo. E soprattutto non parlo di te o di noi, frequentatori di blog, e liberissimi di esprimerci a tutto campo, consci, almeno io, di avere un 'influenza paragonabile a una sterzata di un girino in un ruscello rispetto alle scelte societarie. Il disfattismo pero' che affiora sempre e comunque fra i giornalisti" da riporto" che si vedono in giro é piu' colpevole perché non é alla ricerca di una qualunque obiettività, ma cerca di cavalcare l'onda di malcontento ( e poi, che sarà mai,per una partita pareggiata in casa.... ) per creare zizzania. Quindi ben vengano i blog, scanniamoci pure virtualmente fra noi, chi se ne frega, ma che anche i giornalisti, pagati per informare, si mettano a "fare blog" mi disgusta alquanto.

    RispondiElimina
  80. Se tu li conoscessi di persona ti meraviglieresti di meno. Domenica con uno quasi ci si piglia a manate.perchè dopo aver offeso pesantemente Neto provocando un mia reazione un po' indispettita mi ha detto che lui era lì a lavorare! E allora lavora coglione, ma sul serio ed informati prima di sparare cazzate ed offendere. Poi ci han divisi.

    RispondiElimina
  81. Jordan, gli incompetenti sono tutti tranne te, su Neto, a sentirti... Ribadisco che in materia sei indifendibile e inaffidabile, solo annaspante. Su Viviano hai detto quel che oggi si dice su Neto, né più né meno, se siamo distruttivi tu sei stato distruttivo. E' ovvio che a scartare Neto sarà Montella, lo stesso che scartò Viviano: la tifoseria fa la sua parte, però. Sul gol del Catania credo che tu, al contrario di quel che opini di me, non sia fuori come le terrazze, ma in malafade o in crisi senile: i tempi d'uscita sono legati alle traiettorie, parlar dell'uno è parlar delle altre. Non credevo di dover ricominciare con le aste, almeno con te, ma sembra che sia così. Tu reputi, spiegando con ampio e ieratico gesto della mano tanto di pergamena coi servizi resi, di portar, sulla base delle tue esperienze, giudizio migliore di Galli, sostenendo che sette anni fra i ragazzi valgono venti ai massimi livelli, trattandosi dello stesso mestiere, mentre Galli mistifica come tutti i portieri del passato che, interrogati su Neto, hanno invece detto quel che bisogna dire quando si vede un gol a bischero come quello beccato da Gobbi: l'hai detto tu, mettiti in pace con te stesso. Mi duole, Jordan, di obbligarti a una nuova risposta, visto che sei impegnato su quattromila fronti, novello Figaro: tanto saranno solo cazzate, su Neto non puoi dire altro finché non rinsavisci. Faresti bene a copiaincollare lo stesso messaggio riassuntivo del tuo nulla a difesa, altrimenti ti spompi in variazioni sul tema tanto inani quanto la base ritmica principale. Infine: il gol di Jonathan viene dopo, intanto vediamo di non farci pareggiare. Punti guadagnati e risultati salvati, zero.

    RispondiElimina
  82. Chiarificatore2 ottobre 2013 18:16

    "Odiosa", non "l'odiosa".

    RispondiElimina
  83. Gabbiadini e Seferovic l'esordio l'hanno fatto, ma il totale delle loro presenze mi pare sia più da esordienti che da esperti. Nella situazione da me ipotizzata seguendo i tuoi desideri, la coperta in attacco è altrettanto corta, non basterebbe neanche a proteggere Seferovic dal rischio raffreddore, che non sarebbe stato poi così remoto, passando in due giorni dai 25 gradi di Firenze alla neve russa e ritorno.

    RispondiElimina
  84. Chiarificatore2 ottobre 2013 18:20

    Graziani dice due cose sacrosante, che la rosa viola di quest'anno è più forte di quella dell'anno scorso e che per giudicare la Fiorentina bisogna aspettare qualche mese.

    RispondiElimina
  85. Scusa, cosa ho dimostrato io?

    RispondiElimina
  86. Magari! Se la rimandano, magari la si giocherà quando riavremo Rossi e Gomez...

    RispondiElimina
  87. Zaller, trovami un tuo post dove evidenziavi il bisogno di investire in portiere e difensori. Di quest'estate, non a campionato iniziato. La critica va bene, ma la distorsione delle cose a favore delle proprie presunte ragioni con la critica non c'entra un cazzo.

    RispondiElimina
  88. Foco ne troverai molti in cui faccio presente che investire un budget altissimo su un solo giocatore è errato. Ovvio che evitando quell'acquisto il budget a tua disposizione aumentava e poteva essere utilizzato diversamente. Ricordo di aver ad esempio suggerito di puntare su di un centrocampista al top come De Rossi.

    RispondiElimina
  89. Bisogna dire che sei un maestro nel non rispondere alle domande che ti si fanno, sfuggi come un'anguilla.

    RispondiElimina
  90. LUD, azzera le sinapsi sul mercato, sui vagheggiamenti riguardanti la rosa viola. Tu vai su terreni minati, pensando basti un sofisma per risolvere...

    RispondiElimina
  91. Ludwigzaller

    • 3 mesi fa

    Teniamoci i nostri attaccanti aggiungendo al trio Ljajic Cuadrado e Rossi un buon centravanti. Ma si dice ADV vuole un top player? Bene, prendiamo De Rossi, lui si che li vale 3 milioni di ingaggio.

    Va bene Foco De Rossi come proposta di un centrocampista?

    RispondiElimina
  92. Allora, domani si va a giocare con Matos centravanti, questo è sicuro.
    Montella ha detto chiaro e tondo che Ilicic è acciaccato e che, non ci fosse una situazione di emergenza con l'infermeria piena, l'avrebbe lasciato a Firenze, per cui penso che parta dalla panchina. Accanto a Matos io penso che giocheranno, come trequartisti, Joaquin e Mati, mentre a centrocampo ci saranno Pizarro, Borja Valero e Ambrosini, con Bakic pronto a subentrare per far tirare il fiato a uno dei primi due. In difesa penso che giocherà Compper. Mi baso sul presupposto, poi, che non verrà rischiato Cuadrado titolare, ma che andrà in panchina, pronto a subentrare in caso di bisogno.
    Quindi io penso che giocheremo così (con vecchia numerazione):
    Neto; Tomovic (Roncaglia), Alonso; Ambrosini, Compper, Rodriguez; Joaquin, Pizarro, Matos, Valero, Fernandez

    RispondiElimina
  93. Per la cronaca, la domanda di Foco era:

    Foco

    • un'ora fa



    Zaller, trovami un tuo post dove evidenziavi il bisogno di investire in portiere e difensori.

    RispondiElimina
  94. Ludwigzaller

    • 3 mesi fa

    C'è un equivoco sulla mia visione nella quale il centro è Ljajic mentre Gabbiadini è epifenomeno, nel senso che lo stimo e lo considero un modo per sbloccare il rapporto con Ramadani senza penalizzazioni per la società e quindi anche con Ljajic. Ma se il City vuole Jovetic e ci presta Guidetti per me è lo stesso.

    RispondiElimina
  95. Per il portiere: Anto sappiamo tutti che io non sono mai stato un sostenitore di Neto. Siccome sono un fautore dei giovani mi è sembrato giusto non insistere nella polemica con Jordan, perchè credevo che Neto avesse diritto a una possibilità. L'ha avuta e non è andata bene, ora la vedo grigia. Ma se la società avesse messo sul piatto i soldi necessari per comprare Sommer io non mi sarei certo tirato indietro ne' avrei criticato. Non è un mistero che io stimo Gonzalo e Savic e che considero anche Pasqual un buon giocatore, ma anche lì, non ci prendiamo in giro: con 25 milioni da spendere e senza prendere ne' Ilicic ne' Gomez, avevi voglia di andare in cerca di rinforzi per tamponare i punti deboli della squadra. Con un unico accorgimento, se si prendeva un difensore doveva essere davvero forte. Io credo che tutti abbiamo capito quel che volevo dire, e che è stato sempre detto con grande coerenza. Forse lentamente si capisce meglio il senso, tutto qui.

    RispondiElimina
  96. Così avresti un portiere peggiore di quello che hai ed avresti speso 6 o 7 milioni, tu sì che tu sei ganzo

    RispondiElimina
  97. Ai posteri l'ardua sentenza Jordan...

    RispondiElimina
  98. Intanto Sommer sta andando, quest'anno, peggio di Neto, per ora, ai posteri l'ardua sentenza.

    RispondiElimina
  99. No che non va bene, Zaller. A parte che De Rossi non c'entra un cazzo con la difesa ed il portiere, ma quest'esempio comprova, una volta di più, che tu critichi a prescindere. De Rossi ha 30 anni, prende 6 milioni e la Roma non lo vendeva a meno di 20 milioni ( infatti è rimasto). Vecchio, caro, non indispensabile, praticamente tutto quello che rinfacci all'acquisto di Gomez. Il discorso sul "migliore allocamento delle risorse" l'hai fatto sempre e solo per invocare l'aumento triplicato di Ljajic, non  inventiamoci sottintesi che fanno scendere la credibilità sotto lo zero. Vedi, Zaller, io sono uno di quelli che crede che con la squadra al completo saremmo in coppia con la Roma e che una sfortuna di questo tipo non si sia mai vista. Per questo sono un tifoso molto nervoso e poco incline a sopportare critiche fondate sul nulla.

    RispondiElimina
  100. Dai Foco: o ci sei o ci fai. Ho proposto e non da oggi di non investire così tanto su Gomez perchè non ne valeva la pena in quanto in quel particolare reparto eravamo messi bene con quelli che già c'erano. Ho suggerito solo una integrazione del reparto molto meno costosa. Ho provato a dire che vendere Ljajic ed anche Seferovic non era una buona idea. Alla fine dei conti si potevano risparmiare 20 milioni di euro e più, visto che anche i dieci milioni versati per Ilicic non erano necessari. A quel punto dei 20 milioni potevi fare quello che volevi, al limite Della Valle se li poteva rimettere in tasca. In caso contrario ci facevi uno squadrone. Io non penso di non essere stato chiaro. C'erano a mio parere ragioni tattiche oltre che economiche a sconsigliare quell'acquisto.

    RispondiElimina
  101. Per quanto riguarda De Rossi lo preferivo a Gomez perchè non avrebbe faticato ad entrare nei nostri schemi e non ci avrebbe imposto complicati cambiamenti tattici. Cioè sarebbe stato un utile rinforzo.

    RispondiElimina
  102. costava ancora di più e nemmeno poco, ha trent'anni suonati ed è un mediano. Io penso che tu parli perchè non sai cosa dire.

    RispondiElimina
  103. Incredibile dimostrazione di forza del Bayern a Manchester, dove ha annichilito il City con un gioco tremendo: velocità, precisione, pressing, movimento costante, interscambi, attacco e difesa in costante superiorità numerica. Un flipper. Sul 3-0, a 20' dalla fine, i telecronisti argentini hanno detto tipo: "Un arbitro coraggioso si prenderebbe la responsabilità di fischiare la fine: il City non ha più reazione, è alla mercè dell'avversario". Invece poi il Bayern s'è saziato [dopo aver sbagliato altri gol], il City s'è un po' rinvigorito, ed è riuscito a segnare un gol con Negredo [controllo di tacco e tiro a giro all'angolo, da grandissimo centravanti]. Ma la lezione di calcio resta, Guardiola è forse riuscito nell'impresa di migliorare ulteriormente il fortissimo Bayern dell'anno scorso, pur senza mirabolanti operazioni di mercato [Goetze è una riserva].

    RispondiElimina
  104. Tra esserci o farci io almeno posso scegliere.

    RispondiElimina
  105. No caro mio, ti ricordi male. Su Viviano ho detto tutto il male possibile per non farlo venire, ma quando c'era ho sempre emesso giudizi verificati e ponderati, difendendolo anche qualche volta quando esageravano o sbagliavano le critiche. Che poi io lo giudichi un portiere mediocre è un fatto mai negato e che confermo. L'errore fatto da Neto col Catania è un errore di tempo d'intervento, e te lo ridico, è partito in ritardo, al che puoi anche avere la migliore percezione della traiettoria del mondo ma ci arrivi dopo e non ho bisogno che mi insegni nulla in materia, credimi. Sul cross di Biabiany invece non ci si arriva da dove era che era poi dove doveva essere checchè ne dica tu e chi ti pare. Anche qui la lettura della traiettoria non conta un cazzo non c'era tempo materiale per arrivare sul pallone e punto. Io non faccio nessun gesto teatrale, quelli li lascio tutti a te e non ho mai detto di aver più titoli di Galli per parlare, ma ho detto di avere, umilmente, i miei e non ho nemmeno detto che Galli mistifica (tra l'altro dovrei aver sentito esattamente quello che ha detto per poter fare delle osservazioni). Ho solo detto che farebbe bene a ricordare tutte le volte che anche lui è stato vittima, spesso altrettanto incolpevole ma comunque vituperata di situazioni simili. Infine il contare i punti persi per colpa del portiere è roba da Calamai (a proposito bell'articolo ha scritto oggi, un tifoso vero della Fiorentina dovrebbe scrivergli quello che pensa di lui a prescindere da quello che pensi del suo portiere). Il goal di Cambiasso è solo colpa di Neto? Il goal di Gobbi è solo colpa di Neto? Ha cominciato quel pecionaro di Alonso (ora ho capito perchè fa giocare Pasqual anche col turbante) a perdere palla a bischero in attacco (mancavano 40"), ha continuato quel coglione che ha battuto il fallo laterale a nostro favore a dare la palla all'avversario (mancavano 20"), ci ha messo del suo anche Borja che, recuperata palla al limite, invece di dargli una pedata e buttarla in fallo se la fa togliere (mancavano 15"), continua Alonso che non si sa dov'è e lascia partire Biabiany solo come un eremita sulla fascia destra, arrivare sul fondo e prender anche la mira per il cross senza nessuno a contrastarlo, finiscono l'opera Cuadrado che dimentica diagonale ed avversario e Gonzalo che, sulla linea di porta si mette a cavacece per farsi anche montare sulle spalle da Gobbi. Ma la colpa del pareggio è della sciagura Neto che doveva fare i miracoli di un doppio tuffo carpiato all'indietro di sei metri per togliere la palla dalla testa di Gobbi. Ma andate a scopare il mare, te, il Calamai e tutta la banda di quei giornalisti perdigiorno.

    RispondiElimina
  106. Non ne valeva la pena per te, in quel reparto (l'attacco) eravam messi bene per te, non per chi si è lamentato per una stagione intera che non c'era centravanti. Non per chi, adesso che continua a non esserci continua ad accorgersi di quanfo manca. Si poteva tenere Ljajic e Seferovic così di abbonati ne facevi 10000 invece che 23000, tanto per cominciare e poi puntavi al settimo posto in lotta con l'Udinese come obiettivo dichiarato. Nuova pontellizzazione per tanti ma sarebbe stata una scelta. Poi però mi parli di De Rossi allora non ti seguo più, perchè De Rossi ti costava parecchio più di Gomez, sia di cartellino che di ingaggio e senza nemmeno avere i contratti di sponsorizzazione di Gomez. Trent'anni di sicuro non in parabola ascendente, ma quale sarebbe stato il senso? Vincere lo scudetto subito? Dalla pontellizzazione allo scudetto mi sembra tu navighi un po' a vista.

    RispondiElimina