.

.

giovedì 31 ottobre 2013

Calvarese Calvè

La modernità del gioco di Benitez sta tutta nelle ripartenze, quelle che ai tempi di un suo parente stretto come Nereo Rocco si chiamavano contropiedi. Grandi interpreti del genere, per carità, ma la partita del Napoli è presto raccontata. Basta aggiungere il miracolo di Reina che con la punta delle dita sul tiro di Pepito ci fa sciogliere il sangue amaro e il gioco è fatto. Il resto lo fa tutto la Fiorentina monca di un riferimento davanti, ma con un Rossi gigantesco, capace cioè di stoppare palloni su palloni, girarsi e cercare lo scambio stretto, imprendibile e in crescita, imprendibile come anche Cuadrado scambiato da un altro monco per un simulatore di volo, anche la partita dell’arbitro rientra in un vecchio genere che nel calcio ha ancora tanti amatori soprattutto tra le giacchette nere, e genere datato chiama terminologie di un tempo, noi per descriverlo bene ci sentiamo di rispolverare un vecchio ma pur sempre valido “c’ha la mamma maiala”. Tra il calvario di una sconfitta immeritata e la truffa di Calvarese c’è da chiedersi se non sarebbe il caso che chi deve decidere non tolga almeno la squalifica a Cuadrado, sarebbe quantomeno un passo avanti oltre che giusto. Un precedente con Van Basten c’è già, le immagini e l’indignzione di chi ama questo sport anche, bisogna risarcire almeno in parte il consumatore. Del resto l’uomo è superiore agli animali, fanno eccezione il nano, Calvarese e la giraffa. E’ un peccato perché la squadra non si è mai disunita, ha recuperato il primo svantaggio con la stessa veemenza post rigore contro la Juve innescando una reazione che s’infrange sul palo del possibile raddoppio per essere mortificata dalla beffa di quello del Napoli. I partenopei non giocheranno e non tireranno più in porta, mentre la Fiorentina gioca a calcio e costringe il Napoli candidato allo scudetto a partita di provinciale sostanza, Napoli utilitarista anche se si vede che gli piacciono molto pure le auto sportive, specie se gliele regala l’arbitro. E la storia della compensazione? Calvarese avrà sicuramente scritto qualcosa nel referto e così per non passare da razzista compenserà facendo squalificare anche un bianco come Pizarro, e in questo caso sì che ci farebbe un piacere. Se credo alla provvidenza celeste? No, sono daltonico, e come hai fatto allora a vedere il cartellino rosso di Cuadrado? Il rosso emana calore, il Barone Rosso infatti aveva sempre la febbre alta, e leggo nelle stelle che ci hanno fregato, il fegato è gonfio, digerisco male certe partite e alla fine soffro di asteroidi. Cosa avrà visto Calvarese? E’ facile sbagliare specie se invece di uno solo a guardare c’è anche il giudice di porta, è stato messo lì apposta per aiutarlo a vedere cosa? E’ facile sbagliare. Ieri ero convinto di aver visto un gabbiano ma la Rita mi ha detto che era un sacchetto di plastica, io ero convinto che fosse un gabbiano, lei che fosse una busta di plastica e quindi che io simulassi, insomma lei era convinta del contrario di quello che avevo visto tanto che gli ho chiesto se per lei il contrario di un gabbiano è una busta di plastica? Il problema vero è che Calvarese quando torna da fare la spesa trova la casa invasa dai gabbiani. Calvarese è solo un po’ disorientato perché soffre di labirintite dalla quale non riesce ad uscire, spesso perde la bussola della partita perché per lui i punti cardinali sono alti prelati visti da lontano, Cuadrado gli è sembrato Baldassarre che si spargeva l’incenso in testa per via delle simulazioni. E’ certo che nessuno ha la verità in tasca,  e la moviola non serve in questi casi, meno ancora la movida che è persino più rumorosa, Calvarese la verità c’è l’ha nascosta in un cassetto segreto anche a se stesso e se si parte dall’assioma che tutto è già deciso, che la rondine non fa colazione, insomma, che non era rigore, anche un ciuco cieco capirebbe che l’apparenza inganna, il colpo è in canna e chi ha sonno deve andare a nanna. Non importa se è in area o fuori perché l’arbitro che ha un miraggio calcola sempre il raggio per tre e quattordici, perché l’arbitro che butta benzina sul fuoco del campionato non è altro che un benzinaio che calcola l’area di servizio. 

195 commenti:

  1. Chiarificatore31 ottobre 2013 07:48

    Come mai, benedetto Colonnello, se non ho sentito male, ieri sera contro l’arbitro non ero imbufalito solo io, ma anche tutto lo stadio e ben prima dell’ultimo suo scandaloso errore? Come spieghi questo se, come dici tu, l’unico errore arbitrale fosse stato quello a fine partita culminato con l’espulsione di Cuadrado? Il punto è che su Rossi c’era un altro rigore e la prima caduta in area di Cuadrado non era una simulazione così evidente e comunque non più evidente di quella di Maertens su presunto fallo di Roncaglia, che tu invece giudichi da rigore.

    Montella oggi, anche considerando qualche possibile errore di formazione, ha dimostrato di essere l’esatto opposto di Trapattoni, offrendoci per novanta ininterrotti minuti una Fiorentina magnifica, che va in culo alle funeree elucubrazioni di Ludwig, che sul piano del gioco ha letteralmente umiliato il Napoli al punto tale che i suoi stessi calciatori intervistati a fine partita balbettavano in risposta a chi gli chiedeva se la loro vittoria fosse meritata.

    Quanto agli sfavori arbitrali, la Fiorentina ne è la regina storica incontrastata per motivi ben noti, il Napoli invece non è neppure tra quelle danneggiate, caro Colonnello, perché il Napoli ha i suoi santi in Paradiso ed un Presidente trafficone e spregiudicato, con le sue fortune economiche legate prevalentemente al calcio e quindi con le mani bene in pasta nella stanza dei bottoni del calcio italiano.

    p.s. Il primo gol del Napoli è dovuto soprattutto ad un capolavoro di Iguain che accenna a puntare l’uomo, così inducendo tutta la nostra difesa ad un movimento conseguente verso di lui, ed invece si inventa un assist difficile ed imprevedibile di esterno destro, fantastico, anche se doloroso per noi.

    RispondiElimina
  2. Chiarificatore31 ottobre 2013 07:50

    Montella ieri ha dimostrato.

    RispondiElimina
  3. Chiari Montella ha schierato la formazione con Joaquin e Cuadrado che mi pareva l'unica possibile, le elucubrazioni te le sei sognate, avrai mangiato troppo. Avevo un unico dubbio, e riguardava Joaquin, atteso a una prova di maturità. È andata male e questa secondo me è stata una causa fondamentale del nostro insuccesso. Con un vero esterno sinistro avresti potuto pungere su due lati. Così ne avevi uno solo a disposizione. E Cuadrado ci si è anche incaponito. Il Napoli comunque è un'ottima squadra e ha fatto una partita buona non disastrosa.

    RispondiElimina
  4. Chiarificatore31 ottobre 2013 08:04

    Ludwigzaller, le tue funeree elucubrazioni su una presunta involuzione del gioco viola, conseguente ad una presunta campagna acquisti problematica e sbagliata, ce le stai propinando ossessivamente da mesi.
    Quanto a quello che mangio, non ti preoccupare, sono a dieta e mi tengo in forma nel corpo e nella mente.
    Il Napoli non ha fatto una partita disastrosa, ha vinto, ha fatto semplicemente catenaccio per 90 minuti.

    RispondiElimina
  5. La mancanza di un esterno che affiancasse Cuadrado era palpabile e Joaquin oltre qualche spunto non ha offerto. Questo è stato indiscutibile direi. Se vuoi giocare con un tridente è fondamentale poter pungere su due lati, altrimenti diventa più facile per la difesa avversaria, che ieri sera si è concentrata sul columbiano. Alla fine il giocatore era stanco e si è anche incaponito. Incidentalmente Della Valle ha annunciato che Cuadrado sarà difficile da tenere. Ed ha aggiunto: ha avuto una crescita inimmaginabile. Secondo molti invece si trattava di una crescita che si era già palesata in passato. E dunque occorreva stringere prima con la controparte se lo volevi tenere.

    RispondiElimina
  6. E quando sono entrati, con un quarto d'ora a disposizione, quelli che dovevano esserci dall'inizio, «cosa potevano cambiare»? Se davano il rigore (sacrosanto) all'ultimo minuto pareggiavamo, diciamo allora, visto che ai sei minuti di Rivera valcareggianamente si vuol giungere, ecco cosa cambiavano. Sconfitta segnata, lamentele per l'arbitro, se monopolizzanti l'analisi, vittimistiche alla napoletana (ma si dovrà da adesso dire alla fiorentina: piazze scapate e perdenti), nessuna ragione di favorire il Napoli anzi tutte per affossarlo da parte della classe arbitrale jumilanista (ed eventualmente di favorire noi, che siamo più indietro in classifica e indietro rimarremo se con testa allenatore buona portare cappello), rigore del Fac chiaro (e facile da assegnarsi per un arbitro che ne abbia già concesso uno a noi, se proprio vuole sfavorirci come viene cianciato senza costrutto e in quel caso 3 a 1 e partita chiusa) e, vedo, giustamente segnalato dalla stampa nazionale, due simulazioni indispettenti (fra cui quella di uno che fatalmente è protagonista dell'ultimo episodio, che accentua in caduta: anch'esse segnalate dalla stampa non mugellana), la partita è tutta qui per chi vuole chiuderla tutta qui. Mi spiace, Chiari, ma non posso né voglio confortare piagnucolii (la potenza del Cinepanettonaro superiore a quella dellavalliana è un sogno, come la persecuzione del viola in quanto viola) che in questo caso non aiutano processo di autocritica e di autocoscienza né tanto meno la terapia riabilitativa di un poro sonaho che sa solo ribattere che se non si grida allo scandalo si tifa per il Napoli (e strano che non parli di Neto: comunque voto 8, molto sicuro quando impegnato, cioè quando deve raccattare due palloni nel sacco; ma non capirà nemmeno questa, l'arteria si è rattrappita). Se però vogliamo parlare di portieri, grande Reina, devo dire, ieri sera, in due occasioni. Contro il Milan giù ancora col Pasqual di sempre, con l'Aquilani di oggi e con Pepito con la bollitura di Giovacchin accanto, ché Matos quando impiegato ha sempre fatto schifo e se caso mai lo utilizzi avvitato di fascia dietro è colpa di Calvarese: e speriamo nel prossimo arbitro per sapere a chi addebitare la sconfitta. Se adesso avete qualche tema calcistico da proporre partecipo volentieri, sennò ho esaurito i fazzoletti in tela, mi rimangono solo quelli di carta, usati e marroncini...

    RispondiElimina
  7. Chiarificatore31 ottobre 2013 08:21

    Come sempre di fronte chi contesta puntualmente una tua tesi, divaghi elucubrando, Ludwig. E' il tuo metodo.

    RispondiElimina
  8. Chiarificatore31 ottobre 2013 08:31

    Colonnello la tua critica a questa o quella scelta di formazione , per quanto in certa misura condivisibile, ti sta accecando, al punto tale da non farti vedere la fantastica Fiorentina di ieri, prima e dopo i cambi.
    La Fiorentina è da sempre e per corpose ragioni la società più colpita dal sistema calcio italico.
    In campo calcistico, e ri-sottolineo in campo calcistico, De Laurentiis è più potente ed ammanicato dei DV, per ragioni di sopravvivenza e di audience nazionale e mondiale.

    RispondiElimina
  9. Chiarificatore31 ottobre 2013 08:32

    Di fronte a

    RispondiElimina
  10. Ma come mai le domande le fai solo tu, Chiari? Te lo dico con simpatia, ma mi pare che tu abbia un po' una vocazione da pm.

    RispondiElimina
  11. C'è soltanto una qualche superiorità di bacino, Chiari, assolutamente ininfluente se si tratta di spalleggiare i gobbi, cosa che la classe arbitrale fa da sempre con zelo e quindi, come scrivevo, in contraddizione con favori per loro piuttosto che per noi, come del resto la dinamica del match, dalla specola dell'arbitro, ha illustrato (cfr. miei due post). La Fiorentina ha giocato bel gioco con alcuni interpreti deprecabilmente sbagliati e defedanti ma il dirottamento da temi calcistici in favore di fole non è mio e non ho mai scambiato il sitollock per il muro del pianto, per il quale ho la stessa simpatia (fuor di metafora) che ha Deyna, di cui tuttavia non condivido eccessi che sforano l'antisionismo, ai miei sensi.

    RispondiElimina
  12. QUANDO CUADRADO FA RIMA CON SQUALIFICADO....il nome dell'arbitro annunciava l'epilogo, colui che RESE CALVA la gente di Firenze, gente che strappò via i capelli per apparire un po' come Conte San Sebastiano, il tecnico che sa quando è come piangere; invece noi abbiamo Montella che fa lacrimare gli avversari, che piangono i morti (anzi li mortacci loro) e fregano i vivi, con l'arbitro che fa il basista. Lotito ha messo in giro la voce dei maghi al servizio della Roma, a noi basterebbe che che quei maghi facessero sparire la merda che lasciano gli arbitri sui campi.

    RispondiElimina
  13. Benitez: "La Fiorentina ha qualità, fa girare palla molto bene, sulla sinistra hanno creato spesso superiorità, Rossi era pericolosissimo al centro...non è stato facile difendere contro una Fiorentina così". Appunto: il problema nostro era a destra e comunque dove agiva Joaquin.

    RispondiElimina
  14. Abbiamo la Fiorentina che piace allo Zaller (e a molti altri, vedo). Quella eccitata come un bimbo ipercinetico che agita le braccia a mulinello (e parimenti pericolosa), quella che l'avversario, se corposo, guarda, un po' stupito, come un labrador guarderebbe un chiwawa mordace e ringhioso. Ma va bene così, per chi ama il genere.

    RispondiElimina
  15. Ieri sera purtroppo (o per fortuna) non ho potuto guardare la partita per cui, approfittando del fatto che era un turno infrasettimanale, posso tranquillamente far finta che non si sia giocato.
    Allora, domenica dobbiamo andare a Milano e vincere.

    RispondiElimina
  16. Ma insomma: abbiamo giocato bene o male!? E io che c'entro? Tu chi avresti messo?

    RispondiElimina
  17. Sabato sera Anto, sennò ti perdi anche quella,

    RispondiElimina
  18. Come quasi sempre, AntoineRouge, concordo con te (ma dopo il veganesimo non mi porterai più in là... ahahahahahahahahahah!): leggo ora anche i tuoi commenti in diretta di ieri e anche su quelli concordo. Sarebbe importante il recupero fisico di Mati, per sabato: oltre all'inguardabile Aquilani attuale, c'è anche un Pek senescente, a centrocampo una volta bloccato Borja hai fatto il tuo, Pasqual si annulla e anzi ti apre le porte della nostra fortezza e Cuadrado, che è mezza Fiorentina, non ci sarà.

    RispondiElimina
  19. Chiarificatore31 ottobre 2013 09:12

    Ludwig, in questa sede, che non è un Tribunale o una Questura, ma un blog di amici che condividono una passione, le domande sono un modo di interloquire molto costruttivo e rispettoso, tanto più se sono pertinenti, come cercano di essere le mie. Non è invece costruttivo anzi è da maleducati eluderle, come fai anche adesso.

    RispondiElimina
  20. stefano vienna31 ottobre 2013 09:13

    Concordo con Colonel, bisogna vedere al di là degli errori arbitrali che purtroppo sempre ci penalizzeranno. Il problema di fondo di questa Fiorentina: vi siete chiesti chi fa la fase difensiva? Due difensori e mezzo. Centrocampisti non pervenuti. Faccio fatica pure a chiamarlo 3-5-2 visto che Pasqual staziona stabilmente davanti alla nostra ala e Roncaglia spesso imposta l'azione sulla destra. Che sia un 2-4-4 alla Guardiola o più confusamente un 2-5-3? Non è tanto per i numeretti, ma la fase difensiva della Fiorentina è lasciata al caso, all'estro individuale dei difensori viola -difensori nettamente sopra la media italiana per qualità individuali.


    Con il Parma siamo andati in svantaggio, con il Pandurii rischiato di beccare gol nei primi dieci minuti, con la Juve sotto di due, con il Chievo in svantaggio, ieri in svantaggio due volte.


    In tedesco, questo si chiama un 'muster' che visto l'orario mattutino non riesco a tradurre.


    A chi continua a ricordare l'anno scorso come fosse la Terra Promessa, non solo si giocava come quest'anno, si giocava pure peggio. Purtroppo senza una fase difensiva numericamente meno esigua difficile fare più di 70 punti e centrare il terzo posto.

    RispondiElimina
  21. Ad ogni modo, Neto e Nutella sono per te gli uomini dello schermo, AntoineRouge, per me punti Mati. E dillo che è beau gosse, dillo!

    RispondiElimina
  22. Chiarificatore31 ottobre 2013 09:15

    Caro Ludwig, in questa sede, che non è un Tribunale o una Questura, ma un blog di amici che condividono una passione, le domande sono un modo di interloquire molto costruttivo e rispettoso, tanto più se sono pertinenti, come cercano di essere le mie. Non è invece costruttivo anzi è da maleducati eluderle, come fai anche adesso in relazione neppure ad una domanda ma ad una mia considerazione riguardante una tua ossessiva e ben discutibile tesi. .

    RispondiElimina
  23. Grazie, Pollock, okay, sabato sera dobbiamo andare a vincere a Milano contro quella squadra di scarsoni raccomandati.

    RispondiElimina
  24. Chiarificatore31 ottobre 2013 09:17

    Tanto più che questa mia ultima, Ludwig, non è una domanda ma una semplice considerazione critica di una tua ossessiva e ben discutibile tesi. Ma tu hai eluso anche quella.

    RispondiElimina
  25. Chiarificatore31 ottobre 2013 09:21

    Colonnello, non c'è solo superiorità di bacino c'è un forte peso spregiudicatamente e disperatamente esercitato all'interno del palazzo del calcio da parte del cinepanettonaro, caro Colonnello, anche se si tratta di un peso inferiore a quello delle strisciate.

    RispondiElimina
  26. Contro il Milan senza Gianguglielmo (oltre che senza Gomez e Ilicic) sarà dura, comunque.
    In caso di recupero di Ambrosini mi puzza di ritorno al centrocampo a 4 a rombo con i tre tenori affaticati e Ambro e con Joaquin (affaticatissimo) ad affiancare Rossi. Io mi aspetto sempre che si cominci a giocare con Matos e Rossi in attacco, ma ieri AntoineRouge mi ha detto "aspetta e spera" e aveva ragione...

    RispondiElimina
  27. Matos o Rebic (ma non sulla fascia come il Trap schierava Oliveira!) dall'inizio al posto di Joaquin (che avrei fatto entrare a secondo tempo inoltrato). Anziché Compper avrei schierato Tomovic (l'ho scritto tre giorni fa). Visto lo stato di Pasqual, avrei provato Vargas, che peggio non può essere (per Montella è addirittura pienamente recuperato, salvo il fatto che non gioca mai). Invece, vista l'indisponibilità di Mati, nulla avevo da obiettare per quanto riguarda il centrocampo iniziale.

    RispondiElimina
  28. Non la vedrai neanche domenica, ANTO! Giochiamo Sabato. BLIMP, stai sbagliando focus, totalmente. Prova a togliere cognome e numeri alla formazione di ieri sera, forse anche tu vedresti quel che ha ammirato l'Italia ieri sera: dominio di una squadra e un paio di contropiede avversari (modelli D.Mosca-Roma 0-1, furto di Rizzipereta nel finale). Punto. Ieri si è vista la Maquina. Punto. I cambi da te auspicati ci sono stati e se scrivi "a risultato compromesso" erri sapendo di errare: risultato in bilico sino al 94'. I cambi possono incidere in 10', ieri hanno avuto tempo. Potevi mettere Rebic, Speggiorin, Pagliari, Sella, Chiarugi ma se loro fanno un muro di 11 persone (conta quanti palloni ha giocato Higuain, guarda dove era Inler- in linea con Albiol -nel 2o tempo, guarda quante volte ê sceso Maggio- zero, guarda i cinque(5) falli tattici loro) e quando li superi ti sgambettano (Rossi ti risulta simulatore?..!) e non ti danno un rigore che solo la paura non lo fa fischiare, solo l'incompetenza non lo sanziona, solo la mancanza di autorevolezza e autorità non fa fischiare un penalty monumentale. MONUMENTO E DOCUMENTO: moneo= ricordare, a memoria perenne della situazione arbitrale italiana, doceo= insegnare, come si gioca e si viene vessati. BLIMP, hai scritto un post che sembravi Berberry. ANTOINEROUGE:a me piace lo spettacolo, il problema che c'erano spettatori non paganti (avversari) e uno il platea (Calvarese)che ha disturbato lo spettacolo, condizionando il finale, diventato commedia, invece che reality/kolossal.

    RispondiElimina
  29. No, Colonnello, Mati in quel senso non mi piace.

    RispondiElimina
  30. E ora una domanda: quanto palliano, dei problemi delle loro rispettive squadre, i soli due campionissimi che giochino ormai nel campionato italiano, Tevez e Cuadrado? Anto, da Montella per quest'anno non si può più aspettare nulla di molto intelligente: è acerbo, dobbiamo ammetterlo, e guida un prototipo per Lauda.

    RispondiElimina
  31. Chiarificatore31 ottobre 2013 09:26

    Quanto alla partita Colonnello, ti ripeto, pur considerando in certa misura fondate le tue critiche alla formazione di partenza, sono risultate del tutto infondate le tue critiche di trapattonismo rivolte a Montella. Una partita che la Fiorentina ha giocato benissimo dal primo all'ultimo minuto e che abbiamo perso per sfortuna ed anche per errori arbitrali, voluti o meno che fossero.

    RispondiElimina
  32. Ma per ieri, dove l'avrei accusato di trapattonismo?

    RispondiElimina
  33. Chiarificatore31 ottobre 2013 09:31

    Mi sono riferito ad una tua recente valutazione di carattere generale sull'ultimo Montella, smentita appunto dalla partita di ieri.

    RispondiElimina
  34. stefano vienna31 ottobre 2013 09:33

    I geni del trapattonismo nel DNA di Montella non sono rintracciabili. Ma potrebbe anche essere un limite, non beccare gol rimane un obiettivo del gioco del calcio accanto a quello di segnare e a quello di giocare un bel calcio.

    RispondiElimina
  35. L'ultimo Montella quello aveva palesato, Chiari, e anche tu non eri contento dell'approccio, mi sembra, e proprio nel mio stesso senso. Poi, se Montella cambia modo di sbagliare non è che sono per questo confortato.

    RispondiElimina
  36. Beh, Sopra, posso aver fallato, ma chi non risponde nel merito, come tu hai fatto, falla anche di più.

    RispondiElimina
  37. Certe decisioni di Montella non piacciono nemmeno a me, ma sinceramente mi sembra che tu esageri.

    RispondiElimina
  38. Ma no, Anto, l'anno scorso ha fatto un gran campionato, poi gli allarghi le scelte e lui annega, tenendosi alle gerarchie di spogliatoio, sclerotizzando l'approccio.

    RispondiElimina
  39. Chiarificatore31 ottobre 2013 09:43

    Certo che non ero contento, Colonnello, ma ieri ho preso atto della smentita sul campo da parte di Montella.

    RispondiElimina
  40. Un remake bresciano, quel che è peggio.

    RispondiElimina
  41. Chiarificatore31 ottobre 2013 09:45

    Beh Stefano, i gol presi si possono anche imputare a questo o quel nostro difensore, ma non a come Montella cura la fase difensiva, la sua "modernità" non è assolutamente zemaniana. Certi gol subiti poi sono un semplice prodotto di prodezze dell'avversario non necessariamente di errori nostri. Prodezze che quando sono di nostri attaccanti ci riesce più facile vedere.

    RispondiElimina
  42. stefano vienna31 ottobre 2013 09:51

    Io la vedo diversamente, Chiari. Come Prandelli non ha inventato il 4-4-2, anche Zeman non è l'unico che non cura la fase difensiva.


    Non siamo quasi mai in superiorità numerica nelle ripartenze avversarie, che sia il Pandurii o il Napoli cambia poco.

    RispondiElimina
  43. La rosa è stata costruita attorno a Gomez. Per il 433 mancano gli uomini. In particolare non vedo il sostituto di Ljajic, un esterno in grado di saltare l'uomo. Joaquin ha svolto bene il compito ma solo col debole Panduri. Non ci manca Ljajic in particolare, ma un uomo che ne ricopra il ruolo. Certo Montella non dispone al momento degli uomini di cui ha bisogno. E gli attacchi al tecnico mi sembrano assurdi. Se mai va analizzata la campagna acquisti.

    RispondiElimina
  44. Ieri sera abbiamo giocato da Maquina ed abbiamo perso immeritatamente per colpa di un arbitro inadeguato, che ha sbagliato clamorosamente la decisione sul fallo su Cuadrado. Non per favorire deliberatamente il Napoli, ma proprio per limiti delle sue capacità arbitrali, che, come si è ben capito, sono quelle di un brocco. Mancava Gonzalo e questo ci è costato almeno un gol. Leggo critiche feroci alla fase difensiva della viola, ma, a pensarci bene il Napoli, in tutta la partita ha fatto due sole azioni d'attacco. Solo due, che hanno fruttato altrettanti gol, 100% di capacità realizzativa. Sicuramente indice di concretezza, ma anche di gran posteriore, ammettiamolo. Sinceramente mi aspettavo meno da una Fioentina incompleta, meno ancora quando ho visto la formazione iniziale. Continuo a pensare che sarebbe stato meglio affiancare subito Matos a Rossi e mettere dentro Vargas la posto dello spento Pasqual (non pervenuto sul primo gol). Joaquin lo avrei messo alla fine non all'inizio, per averlo fresco quando i difensori napoletani fossero ormai stanchi. Il Colonnello si lancia in critiche che hanno sicuramente fondamento, ma secondo me eccessive, dettate piuttosto dalla delusione. Comunque, Colonnello, Aquilani ha fatto una buona partita e non è affatto detto, anzi, che Vecino avrebbe fatto meglio. Certo, il risultato ci penalizza ben al di là dei nostri demeriti, ma se questo Napoli è un candidato allo scudetto, noi non siamo sicuramente da meno.

    RispondiElimina
  45. Ecco, che Montella non abbia colpe sull'assetto difensivo e che tutti i gol subìti siano sempre colpa di questo o di quel difensore o del portiere è cosa forse da rimeditare: se i giocatori di un reparto danno il loro peggio, qualcosa sul manico bisogna dire. C'è l'errore e c'è la correzione del medesimo. Altrimenti l'errore sarebbe nella fiducia che l'allenatore ha dato a elementi insufficienti attraverso, ormai, tre sessioni di mercato condotte con la Società. Lud, al solito non articoli nulla, sprechi aggettivi per incapacità di analisi. E se manca Gomez, cosa di cui ti ricordi solo adesso, spiegaci perché in sua assenza ne facevi il processo fino all'altro ieri. McGuire, dicendo (come dico io) che Matos e Vargas dovevano giocare e che l'arbitro non era strumento di un gombloddo guarda un po' se anche tu non fai l'eccessivo. La buona partita di Aquilani non l'ho vista, sono in ciò in maggioritaria compagnia ma mica me ne faccio vanto (nemmeno mai del contrario, in verità, a meno che non fossi solo a pensare che il gol di Gobbi era imparabile).

    RispondiElimina
  46. Montella non si è mai sognato né in questo campionato, né in quello precedente di giocare col tuo cazzo di 4-3-3. Tel o vuoi mettere in testa una volta per tutte? Certo, che non abbiamo i giocatori per farlo. Non ti sei mai chiesto il perché?

    RispondiElimina
  47. Ljajic non è un esterno e non lo sarà mai! Il sostituto di Adem e Ilicic! La squadra non è stata costruita attorno a Gomez, perché Gomez sostituisce Toni, che era già presente l'anno scorso! Al posto di Jovetic c'è Rossi! Joaquin non rende se viene fatto giocare come il Giubba faceva giocare Santana!

    RispondiElimina
  48. Ancora non mi è chiaro come gente che ha visto molto calcio non colga la differenza tra un Ljajic con 50 partite in A e undici goal fatti e un Matos che arriva dal Brasile e ha giocato in A due volte. Che Matos diventi il salvatore dimostra appunto che qualcosa non ha funzionato nella programmazione. Ripeto non riguarda Ljajic ma la necessità di avere in squadra un giocatore con quelle caratteristiche ed un certa maturità ed esperienza.

    RispondiElimina
  49. stefano vienna31 ottobre 2013 09:59

    Sarà, McGuire, ma se ti leggi i messaggi che ho scritto ieri, avevo già descritto tutto quello che sarebbe successo. La fase difensiva non la critico, la fase difensiva non c'è. Giochiamo con due difensori, due esterni alti, nessun incontrista.

    RispondiElimina
  50. Chiarificatore31 ottobre 2013 10:00

    Caro Stefano, non ho detto che Zeman sia l'unico che non cura la fase difensiva, ho detto che secondo me il gioco di Montella non è poco attento alla fase difensiva, e che i gol subiti non sono da imputare a lui.

    RispondiElimina
  51. Ti confermo che avrei voluto Matos e Vargas in campo da subito, ma questo non vuol dire che avremmo fatto automaticamente meglio. Se guardiamo un momento alla partita con occhi assolutamente neutrali, vedremmo che il Napoli ha fatto soltanto due azioni d'attacco in 90 e passa minuti, traformate in gol, una per una prodezza balistica di Higuain a servire Callejon, l'altra per una mancata chiusura sullo scambio Higuain-Maertens, che con Gonzalo in campo probabilemnte non ci sarebbe stata. Il Napoli in attacco è stato tutto qui, ha segnato due gol, complimenti a loro, ma evitiamo di tirare la croce addosso ai nostri difensori.

    RispondiElimina
  52. stefano vienna31 ottobre 2013 10:06

    Il gioco di Montella è poco attento alla fase difensiva. Relativamente certo. I difensori nel calcio moderno sbagliano spesso, ma spesso c'è uno vicino che rimedia all'errore in seconda battuta. Almeno questo intendo per fare difensiva.

    RispondiElimina
  53. River Phoenix, Ljajic, Neto, perfino Sinisa: è ormai evidente una tendenza verso il biondo cenere, figurati se si mischia con un indio arboricolo [ahahahahah]

    RispondiElimina
  54. stefano vienna31 ottobre 2013 10:12

    Diciamocela tutte, mancavano Gonzalo e Gomez, Ambrosini e Mati, e anche Ilicic. Il campionato è lungo, magari la Roma perde stasera e si riaprono un pò i giochi.

    RispondiElimina
  55. Tu vieni qui davvero per prederci per il culo, Lud. Noi non riteniamo Matos il salvare della patria, ne abbiamo sostenuto l'impego perché è l'unico attaccante sano che in questo abbiamo oltre a Rossi. Se le fossi dimenticato (ma così non è, perché non sei un imbecille completo) Gomez, Ilicic non sono disponibili per infortunio e Rebic è tornato in panchina solo ieri sera.

    RispondiElimina
  56. Africa di coppa



    La mia delusione é quella vostra lo so. Non sto molto a dilungarmi
    sull'aribitro, le mie espressioni sul tema sono l'estensione comune, se
    non per ribadire che gli italiani sono molto impreparati tecnicamente,
    oltre ad avere comportamenti che irritano sempre il giocatore. Faccio un
    esempio, quando espelle Cuadrado, sembra che gli abbia trombato la
    moglie, un preambolo di scontro fisico, e cosi' fanno tutti i nostri
    maledetti fischietti. Vedi un match inglese e noti che il loro aplomb
    tende a stemperare il clima, che ti ammoniscano o buttino fuori, si
    avvicinano passeggiando e alzano il cartellino colorato quasi al
    rallentatore e non in modo vendicativo, insomma un altro pianeta.

    Sorvolando su quanto immeritato sarebbe stato pure il pareggio, ieri si é envinto che:

    1) La condizione atletica é arrivata, anche per il Pek

    2) I temi tattici pure

    3) Il centrocampo crea, ma contro avversari tosti i nostri tre che non fanno filtro, soffrono, vedi il loro secondo gol

    4) Abbiamo un allenatore bravo, ma che ha sintomi di prandellite. Hai un
    tempo per recuperare lo svantaggio contro la tua avversaria diretta (
    Roma e Juve sono piu' forti) cosa cazzo vuol dire aspettare l'ultimo
    quarto d'ora per inserire le due pedine che servono? Vuol fare il
    fenomeno per dire a noi tutti: vi aspettate che metta una punta, ma io
    sono piu' intelligente e cambio Aquilani con Vecino! Cioé un cambio
    inutilissimo, pari pari a quello inutile fatto dal genietto di
    orzinuovi, il famoso Mongolivo/ Motta. Ok tieni larghi Cuadrado e
    Joaquin metti dal primo minuto del secondo tempo Matos per Aquilani e
    Vargas per quel carciofo di Pasqual!!! Che aspetti gli ultimi minuti?
    Poi se non passi lo stesso, amen. Oltre alla prandellite che
    preoccupantemente lo caratterizza spesso quest'anno, si nota la lentezza
    nel variare aspetto tattico e attori, ma questo si sapeva.

    5) Ieri mi ero chiesto perché Compper a sinistra, ma non mi sento di
    dargli responsabilità per questa scelta, visto che Savic da quella parte
    aveva beccato il gol col Chievo.

    Detto questo, e lo dovevo perché per quasi tutto il secondo tempo mi son
    finito la voce, la partita é stata ben giocata da chi era in campo.

    Ora andare in CL mi pare impossibile, anche se niente lo é, quindi
    cerchiamo di fare il massimo fino a Natale, poi se le distanze saranno
    sempre lunghe, allora cambierei totalmente, turn over in campionato e i
    migliori in coppa che diventa il nostro obbietivo primario.



    LELE

    RispondiElimina
  57. Viste le assenze, Gomez e Gonzalo su tutti, e lo stato di forma di alcuni titolari ieri, Aquilani, Pek, Joaquin e Rossi, mi sembra sia venuta fuori una partita notevole, eroica per come è stato affrontato il Napoli, rabbiosa per come è stato cercato il pareggio. Dovremmo far chiarezza, si è giocato bene o male ?! Per me bene ma conta zero, giocando meno bene o benino si sono fatti 18 punti quindi il bello rimane per esegeti, il bruttino per quelli come me che si saziano coi punti; male la difesa, colpita da due tiri ma colpita per colpe delle quali dipendono esclusivamente da "lei", il filtro di centrocampo non c'entra una mazza stavolta, deve far parecchia autocritica; dopo non ha concesso nulla e il Napoli non è stato solo a guardare ma quei due errori pesano come macigni. Come si possa assolvere un arbitro che commette simili errori non ci è dato saperlo, che Roncaglia commetta fallo da rigore non se ne sono accorti nemmeno i napoletani che non si sono certo lamentati in maniera evidente, che su Rossi e su Cuadrado, nei primi due falli/simulazioni, non ci fosse nulla mi torna anche, ma sull'ultimo del colombiano, non hai visto ?! Anche Doveri era li a pensare alle corna che gli mette sua moglie ?! Non dico di fischiarlo, MA C'E', ma seconda ammonizione per simulazione significa gambizzare una squadra nel suo attuale uomo migliore, piena di defezioni in altri reparti e con giocatori non al top all'indomani di una sfida che potrebbe sprofondare definitivamente in un mare di merda una squadra che ci ha derubato, ed estorto, il terzo posto l'anno passato. L'errore grave è quello, essere li a 6-7 metri e commettere errore gravissimo, che incide su una stagione. Sei arbitri in campo, il calcio è uno sport ridicolo, con gli interessi che circolano non è possibile non avere una moviola in campo, c'è nel basket, nel football americano, nel baseball, nel rugby, nel tennis, come possa essere assente nel calcio chiedetelo alla blatta svizzera.

    RispondiElimina
  58. E infatti la croce sui nostri difensori, caro McGuire, ho sempre meno voglia di gettarla, se hai letto bene quel che ho scritto. Certo che c'è differenza, Zazà, tra chi ha giocato in A 50 partite e chi 2, certo! Ma, visto quel che sempre di buono ha combinato e viste le carenze che ingenera la solitudine di o la mala assistenza a Pepito, quelle 2 potevano/dovevano essere di più. Quella che chiami prandellite, caro Lele, è una brutta bestia e credevo che ce la fossimo scrollata di dosso per sempre: mi sbagliavo.

    RispondiElimina
  59. Ma lo vedi che sei solo un paranoico in cerca di provocazione ?! Smettila o curati da un'altra parte.

    RispondiElimina
  60. Chiarificatore31 ottobre 2013 10:20

    Tenendo conto del tipo di gioco che propone , secondo me invece è attento alla fase difensiva.

    RispondiElimina
  61. Che manchino contemporaneamente Gomez, Ilicic e un Rebic nemmeno al 50% cosa c'entri con la programmazione lo sai solo tu. Sempre e solo provocazioni, sul nulla, sull'epidemia di colera che confondi con la lungimiranza. Al momento anche Garcia non lo ha ritenuto indispensabile, lo sarà stasera perché l'epidemia di colera è giunta anche a loro ma sia Gervinho che Florenzi gli sono stati davanti, da subito, nelle gerarchie, ultimamente anche Borriello ha assunto ruolo di prima riserva la davanti. Tu non ti fai domande, getti li una provocazione e poi te la ridi in attesa del concio che ti gettiamo, tanto hai i finestrini chiusi, occhio, il giorno che lo dimentichi aperto e sbadigli pure sai dove ti finisce. Capiterà prima o poi.

    RispondiElimina
  62. A me pare che per Rebic valgano le stesse considerazioni fatte per Matos. Sospendo il giudizio su Ilicic che non si è mai visto. In generale il timore è che manchino alternative tattiche al 3-5-2 con Gomez. E questo è un limite oggettivo rispetto allo scorso anno.

    RispondiElimina
  63. "Oggettivo" perché non capisci niente di calcio, anche qui di spiegazioni a iosa. Rinnovo l'invito vai a provocare altrove o a curarti dove puoi ricevere conforto e medicine adeguate.

    RispondiElimina
  64. È un limite oggettivo. Punto.

    RispondiElimina
  65. Sì ma su Matos ti ho risposto e tu tiri dritto, Zazà, quindi parli al muro o, paronomasticamente, sei un mulo. D'altra parte, se mancano alternative al 3-5-2 vuol dire ce il 4-3-3 di Montella non esiste e che tu ci hai raccontato sempre e solo cazzate, ciò di cui i malevoli avevano qualche timido sospetto da qualche tempo in qua.

    RispondiElimina
  66. Colonnello, questo qui ci prende deliberatamente per il culo. Perché, se così non fosse, sarebbe un povero demente che continua a raccontare la storiella del 4-3-3, che ha visto e vede solo lui.

    RispondiElimina
  67. E comunque, Rebic è un altro '93 che ha giocato 45' in serie A. Continuiamo a giocare senza 30 milioni di campagna acquisti e ieri si era aggiunto Gonzalo alle assenze, e ciononostante c'è voluto il sicario giallo per farci fuori. Con tutti i nostri difetti c'è da levarsi di cappello, ma mi preoccupa più il futuro a breve, a S.Siro mi aspetto altri furti con Barotelli che si butta in terra e si prende i rigori (lui sì) e giocarci senza Caudrado vuol dire fare a meno di mezza squadra oggi.

    RispondiElimina
  68. Che io sia solo a pensare che sul goal di Gobbi ci fosse poco da fare è un'altra tua impressione fasulla. Sapessi quanti ce n'erano allo stadio. Poi le leggende metropolitane gonfiate dai soliti media, prendono campo, ma tra chi ci capisce qualcosa i pareri non sono così netti.

    RispondiElimina
  69. Allora gli consiglio Immobile, così è anche più facile da prendere! ma mi lasci stare i'nipote se no m'incazzo!

    RispondiElimina
  70. Non posso commentare la partita di ieri, facendo un discorso generale, faccio mio il pensiero di Stefano, che ritrascrivo integralmente:

    "Diciamocela tutte, mancavano Gonzalo e Gomez, Ambrosini e Mati, e anche Ilicic."

    RispondiElimina
  71. L'anima di Beberri si è insinuata in te, vade retro Satana! Reina ha fatto un paio di pisciate in uscita alta che se le faceva Neto eri qui a chiosare post su post. Così per far notare che nemmeno i portieri forti sono indenni da scivolate, poi che il pallone, a seguito di quelle, finisca dentro o meno, è spesso solo questione di culo. Neto visto che vuoi che ne parli, ieri non ha toccato palla, nè la poteva toccare e anche questo non è sua colpa, perchè se adombri qualche colpa nei gol subiti sei da neurodeliri e in questo caso sì, veramente solo. In tutto questo io di "poro sonaho" non te lo dico, al massimo te lo rimando indietro come quel consiglio a fare quel viaggino con la pila dell'altra volta. Questione di educazione.

    RispondiElimina
  72. Pagelle e commento deyniani sublimi, quindi aggredibili selvaggiamente dal ciuffoso ebbro monegasco. 6,5 a Cuadrado è però voto avaro: sconta la verve alla Klaus Dibiasi che anch'io gli ho rimproverato e che ci è stata fatale in fine di gara, ma le numerose azioni trascinanti, la sua capacità di sfondare la difesa avversaria con un ancheggio, insomma l'essere mezza squadra e di compensare l'asineria montelliana e le magagne di alcuni compagni avrebbero dovuto almeno assestarlo al 7.

    RispondiElimina
  73. Un arbitro che perde lucidità perché s'indispettisce di fatto è un simulatore che vuole farsi passare per arbitro. E Braschi abbocca!!

    RispondiElimina
  74. Deyna, un arbitro che perde lucidità perché s'indispettisce, di fatto è lui un
    simulatore che vuole farsi passare per un arbitro. E Braschi abbocca!!

    RispondiElimina
  75. Mi spiego meglio: quella roba lì, Cuadrado che attacca da destra e Rossi come ieri (o Cudrado da sinistra) più Ljiajc o un simil Ljajic che attacca dal lato opposto. Roba con cui abbiamo fatto caterve di punti non si può fare. E ancora mi sfugge il perché. Spero di essere stato chiaro.

    RispondiElimina
  76. Matos è un attaccante di fascia trasformato da poco in seconda punta allargando il raggio d'azione, non è l'ideale per giocare accanto a Rossi che è seconda punta anche lui. Rebic non è molto diverso come caratteristiche. Il sostituto di Gomez, da far giocare accanto a Pepito non c'è. Ci avrebbe fatto ancora comodo Toni in assenza del tedescone, ma faceva schifo a tanti. Ormai arrangiamoci per il tempo (speriamo poco, al massimo due partite) che rimane.

    RispondiElimina
  77. Io credo che i due gol del Napoli siano due errori dei singoli. Compper ha fatto la stessa identica cappella di Savic col Chievo e Savic ha avuto paura a sbarrare in scivolata la strada a Mertens, forse confidando nel raddoppio di Roncaglia che poi è stato blando e tardivo. Per il resto non è stata concessa mezza occasione al Napoli, le cui ripartenze sono state tutte stroncate. Tatticamente, secondo me, è stata fatta la partita che si doveva fare, sfiancando i due mediani del Napoli, messi in mezzo al possesso palla e aggredendo le fasce, il loro 4-4-2 è risultato per 80 minuti prettamente difensivo ( ma il 4-4-2 E' uno schema difensivo). Se devo fare paragoni, questa partita mi ricorda quella persa a casa col Pescara, con la sola differenza che il Napoli ha uomini migliori e quindi ci sono state meno occasioni da gol per noi. L'atteggiamento degli avversari è stato lo stesso.
    Riguardo si singoli, Pasqual è il giocatore che più soffre la mancanza di un centravanti. Il suo gioco è elementare, fatto di allunghi e cross al centro, senza un punto di riferimento in aria, il gioco si congestiona sulle fasce e, quando di gioca dalla sua, il poco spazio lo condiziona all'uno contro uno in cui è deficitario e a crossare cercando i compagni, cosa che gli fa perdere frazioni di secondo importanti. Joaquin ha giocato un buon primo tempo, purtroppo ha una carriera fatta di finte e dribbling finalizzate a scappare sull'esterno e non a penetrare centralmente in area. Pizarro si è disimpegnato bene, nonostante la marcatura di Pandev, credo che stia ritrovando la forma. Certo una finta di meno ogni tanto ci permetterebbe maggior velocità. Rossi è un campione che sta ritrovando tutte le sue skills, ieri era rapido e forte sulle gambe. Su di lui c'era fallo, si vede bene da una telecamera di sky da dietro la porta, Fernandez gli aggancia il piede destro, che essendo quello d'appoggio lo fa cadere scompostamente.

    RispondiElimina
  78. Non si può additare Balotelli quando cerca di ingannare l'arbitro, e assolvere Rossi e Cuadrado quando fanno lo stesso. In ambito internazionale, ho visto arbitri seri piuttosto scocciati con Balotelli dopo l'ennesima caduta, certo non lo predisponi bene. Che poi un rigore che c'è lo debba comunque fischiare è vero, ma per quello ci vuole un grande arbitro, non il caso di ieri, quindi.

    RispondiElimina
  79. Chiarificatore31 ottobre 2013 11:57

    Deyna, abbiamo concesso al grande Napoli solo due azioni pericolose in 90 minuti, ci andrei piano quindi a definirci penetrabili come il burro.

    RispondiElimina
  80. Oggettivo si, non capisci 'na sega di calcio. Punto.

    RispondiElimina
  81. Io non assolvo Cuadrado e Rossi per quei tuffi, non c'è contatto nemmeno per me ma uno bravo non può e non deve farsi condizionare se dopo un contatto c'è. Lo giudichi leggero ?! Non fischiare ma la simulazione, con tre arbitri nel raggio di 30 metri è malafede, incapacità e, forse, qualche ordine criptato. Criptato ?! ah ah ah ah ah

    RispondiElimina
  82. Il Napoli è arretrato nel secondo tempo perché in vantaggio, dunque non ha più avuto occasioni. Tattica molto logica.

    RispondiElimina
  83. Chiarificatore31 ottobre 2013 12:03

    In novanta minuti abbiamo concesso al grande Napoli solo due azioni pericolose, pur attaccando tutto il tempo, quindi in qualche modo esponendoci, come si fa quindi a dire che Montella non cura o cura male la fase difensiva, fase che va valutata a tutto campo e per come si muove tutta la squadra.

    RispondiElimina
  84. Rossi e Cuadrado non sono affatto dei simulatori come Balotelli, tra l'altro Rossi oltre ad essere uno dei giocatori più corretti del campionato non è stato neanche ammonito a dimostrazione che neanche l'incapace che tu tendi a difendere ha pensato ad una simulazione. E' vero anche però che Rossi non è un sudamericano e ti capisco, però non lo è nemmeno l'arbitro e qua ti capisco meno. Un giocatore come Cuadrado a quella velocità cade sempre e non necessariemente simula quando non subisce fallo.

    RispondiElimina
  85. Rebic vi stupirà anche come centravanti, date tempo al tempo. In ogni caso ci manca più di mezzo reparto e nonostante questo si è fatto punti, goal e ieri sera anche un bel gioco, e non ci speravo con la formazione iniziale. Saranno gli altri a tremare quando rientrerà lo strumtruppen panzer divisionen e avremo un'Ilicic al netto della pubalgia e un rebic pronto sulla rampa di lancio, senza dimenticare che Matos ha steccato solo ieri sera anche perché copriva una zona che era terra di nessuno con quel punteggio ed in quelle fasi della partita.

    RispondiElimina
  86. Chiarificatore31 ottobre 2013 12:05

    Ottimo Foco.

    RispondiElimina
  87. Il Napoli è arretrato perché non l'ha più vista ed è stato messo ai paletti per quasi tutto il secondo tempo oppure pensi che Benitez abbia impartito una lezione di sofferenza ai suoi rischiando a più riprese il goal del pareggio ?! Che non capisci lo si vede da questi pochi righi buttati senza argomentare e con l'incapacità di spiegare quello che è successo. Non è roba che ti riguarda, non fa per te ma niente, tu duro come le pine verdi.

    RispondiElimina
  88. Tu gli tarpi le ali, io gli faccio spiccare il volo. Tu lo frustri, io lo libero.

    RispondiElimina
  89. Chiarificatore31 ottobre 2013 12:10

    Qui sopra ho dimenticato il punto interrogativo finale, per quanto retorico.

    RispondiElimina
  90. Guarda Deyna che Rossi non ha simulato, Fernandez gli aggancia il piede destro e non avrebbe avuto senso simulare dato che si era liberato per calciare col piede preferito. È caduto scompostamente perché gli viene a mancare il piede d'appoggio con l'altro non a terra.

    RispondiElimina
  91. Cuadrado [che è sudamericano] cerca palesemente le gambe dell'avversario, e le incoccia apposta con un goffo movimento, tuffandosi; Rossi si butta.

    RispondiElimina
  92. Chiarificatore31 ottobre 2013 12:14

    Osservo solo Foco che sul primo gol del Napoli c'è da considerare come causa prevalente la grande prodezza di Iguain. Ricordi il gol che Falcao fece all'Italia ai mondiali di Spagna, sbilanciando tutta la difesa?

    RispondiElimina
  93. Simulazione stupida e un paio di egoismi deleteri ne abbassano il voto di uno 0.5, a mio avviso

    RispondiElimina
  94. Bellissimo colpo, ma ad un difensore insegnano a guardare gli avversari non il pallone. Ho paura che se fosse stato un cross di sinistro sarebbe stata la stessa cosa, Chiari. A difesa schierata, purtroppo, quello è un errore individuale.

    RispondiElimina
  95. Questo è un autentico bifolco.

    RispondiElimina
  96. Bene, stiamo arrivando pian piano a saggezza (ma rimango dell'avviso che gliela fai pagare troppo cara, a Cuadrado, Deyna!): nessun gombloddo, due simulazioni fessacchiotte che indispongono un fessacchiotto il quale, all'ultimo minuto e con lo stadio a pigiare, dopo che aveva concesso già un rigore a noi e negato ai napoletani uno equipollente che avrebbe chiuso il match (sul quale giustamente Benitez fa ritorsione e che le moviole nazionali e i giornali stampati fuori dalla cinta delle Hascine citano tutti, a equilibrare il giudizio) e dopo aver cacciato Maggio con decisione abbondante secondo il metro italico (rantoli peraltro di Matos a terra, vittima di avvelenamento alla Lucrezia Borgia, sùbito però smaltito all'estrazione del rosso), vedendo Cuadrado crollare come falciato, alla Malouda nella finale del 2006 o alla Nannarè («Francesco, Francesco!!!»), da una scarica di mitra, non ha la personalità per fischiare un rigore sacrosanto. Sulla difesa mi ripeto ma nessuno mi ha replicato e dunque non mi sento zalleriano in ciò: ogni volta facciamo la conta degli sbagli dei singoli e certo non c'è gol che, come diceva Brera, non sia imputabile a errore. Si tratta di sapere di chi, però, perché se siamo così scarsi individualmente non si capisce perché in tre sessioni di mercato che ha vissuto da noi Montella non abbia preteso di meglio, ma il ripetersi di tipologie di errori comuni,soprattutto in diagonale, pur mutando il cattivone di turno cui cacciare per tutta la notte la lampadina in faccia in un fumoso commissariato e giù ceffoni se non confessa, devono finalmente suggerire che c'è chi non insegna e non corregge e nemmeno sa mettere allo stesso banco gli alunni che insieme devono stare.

    RispondiElimina
  97. Deyna, hai lo stesso problema di streaming di Calvarese. A Terni si vede molto meglio.

    RispondiElimina
  98. Se ti sfugge il perché o sei cieco o sei scemo.

    RispondiElimina
  99. Chiarificatore31 ottobre 2013 13:40

    Il punto è, Foco, che la mossa che ha fatto Iguain tutto lasciava prevedere fuori che un assist e tanto meno di esterno destro. Se quel gol lo avessimo fatto noi con Valero assist man e Cuadrado esecutore, non parleremmo di errore della difesa del Napoli, ma dei nostri fuoriclasse e di gol da antologia.

    RispondiElimina
  100. Colonnello, quando difendi l'arbitro citando i media nazionali - lasciatelo dire - ti marcosienizzi.

    RispondiElimina
  101. Quando ti disinteressi del giocatore che ti arriva dietro largo per fissare il pallone come un allocco ipnotizzato dalle luci, non si può parlare che di errore del difensore, oltre alle prodezze di chi attacca.

    RispondiElimina
  102. Sì, il parere dei media nazionali lo lascerei stare perché sappiamo quel che vale e perché, ma l'analisi è perfetta.

    RispondiElimina
  103. Sul rigore equipollente ci sarebbe molto da ridire. Per esempio si potrebbe controbattere che si avvicina al rigore come alla simulazione, vista l'entità del tocco. Sulle simulazioni si potrebbe dire che la prima di Cuadrado potrebbe anche starci, ma sempre in presenza di contatto e che quella di Rossi è simulazione solo per chi non ha visto tutti i replay. Si potrebbe anche dire che su tiro di Rossi nel secondo tempo c'è stato un doppio intervento di braccio di Armero e Albiol che ne hanno smorzato la gittata. Montella può aver fatto degli errori ma la partita è stata impostata benissimo . La difesa senza dubbio è molto migliorabile in alcuni uomini, ma trovo che l'insieme non sia comportato malissimo, specialmente quando in svantaggio ha soffocato tutte le ripartenze che , col baricentro tutto in avanti, potevano farci molto male. Gonzalo è una spanna sopra i compagni e ieri si è visto, soprattutto sul secondo gol. Personalmente ho buone sensazioni riguardo la squadra, per il gioco ritrovato e per la condizione globale molto buona.

    RispondiElimina
  104. Contro il Milan, diversamente da ieri, la presenza di Joaquin a supporto di Rossi sarebbe una scelta corretta, essendo lo spagnolo perfetto per infilarsi negli spazi che i rossoneri, essendo all'ultima spiaggia, ci lasceranno. Vargas e Vecino ai lati, Valero, Ambro e Pizarro in mediana, Roncaglia, Gonzalo e Savic in difesa.

    RispondiElimina
  105. Sottoscrivo tutto, se Vargas è in forma

    RispondiElimina
  106. Chiarificatore31 ottobre 2013 13:53

    Scusa Deyna ma se mi dici "non si può parlare che" vuol dire che è dovuto solo a nostro errore, ma poi mi ci metti un contraddittorio "oltre alle". Il punto è , secondo me, che in questo caso la prodezza di iguain è prevalente, così come l'avremmo considerata senza alcun dubbio prevalente se lo stesso gol lo avessimo fatto noi su analoga prodezza di Valero e poi gol di Cuadrado.

    RispondiElimina
  107. Quindi metteresti Vecino al posto di Cuadrado?

    RispondiElimina
  108. Faccio un esempio: il primo gol di Rossi contro la juve è una prodezza, per come si è liberato al tiro velocemente con una giocata imprevedibile, e per l'immediatezza di scocco. Ciò nondimeno, se Buffon non si fosse buttato come un sacco di patate, quel tiro non sarebbe mai entrato...Quindi la prodezza resta, ma un intervento sicuro del portiere l'avrebbe annullata, come ieri ha fatto una gran cosa Higuain, ma se Compper non si fosse dimenticato l'uomo dietro non sarebbe stato un assist decisivo.

    RispondiElimina
  109. Chiarificatore31 ottobre 2013 13:59

    Deyna, se Iguain si fosse liberato al tiro avresti detto che Compper è stato un allocco a non raddoppiare. Poche palle, il merito è soprattutto di iguain.

    RispondiElimina
  110. Sì, Anto. È tecnico, dinamico, sfrontato e voglioso. Per me può fare bene sulla fascia.

    RispondiElimina
  111. Altro bifolco.

    RispondiElimina
  112. Chiarificatore31 ottobre 2013 14:05

    Deyna, ripeto, se invece di fare quell'improbabile assist, iguain si fosse liberato al tiro, come prometteva di fare, avresti detto che Compper è stato un allocco a non raddoppiare. Non raccontiamoci palle, il merito è soprattutto di iguain, e se lo stesso gol lo avessimo fatto noi con identica giocata di Valero e conclusione di Cuadrado o Joaquin, non avremmo il minimo dubbio, e non ci sogneremmo neppure di parlare di errore del difensore napoletano di turno.

    RispondiElimina
  113. Bisogna solo valutare la sua attitudine alla fase difensiva, che sinceramente non conosco.

    RispondiElimina
  114. A parte Compper che non ci ha fatto una gran figura, non avrebbe dovuto esserci anche UN ALTRO dei nostri dietro Compper a coprirlo?

    RispondiElimina
  115. Chiarificatore31 ottobre 2013 14:13

    Penso di sì.

    RispondiElimina
  116. Il difensore deve sempre avere sott'occhio l'avversario per poterne anticipare o contrastare l'inserimento (Savic a Verona) e comunque giudicare la giusta, corta, distanza a cui starne (Compper ieri) altrimenti puoi solo sperare che la palla ti arrivi addosso e in una difesa a 3 è ancora più fondamentale. Speriamo bene per il futuro altrimenti frittate simili si ripeteranno, purtroppo.

    RispondiElimina
  117. Chiarificatore31 ottobre 2013 14:15

    L'avversario più pericoloso sul quale raddoppiare in quel momento prometteva di essere iguain.

    RispondiElimina
  118. Chiarificatore31 ottobre 2013 14:19

    Higuain. Eccolo scritto giusto da parte mia una volta per tutte, eh eh eh.

    RispondiElimina
  119. Anto, noooooooo....! Marco da Siena noooooo...! Aaaaarghhhhhh...! Cosa mi sta succedendo...? Mi spunta in tasca un abbonamento farlocco in Maratona... La penna scrive come per se stessa mossa per pagine e pagine di nulla... Gli abiti indosso si fanno di color perso... Il lutto per il Santo... Le campane a morto... Sinisa boia... Società di dilettanti... Tutunci... Milan terzo con merito... Nooooooo...! La dannazione eterna... Noooooooo...! L'imo dell'inferno mi riceve... Maledetti...! Cosa mi avete fatto bere? Anto, il mio spirito ti perseguiterà...Aaaaarghhhhh!

    RispondiElimina
  120. Ve l'avevo già detto diversi post fa nelle mie pagelle. Pasqual era introvabile nel raggio di trenta metri e Maertens è un esterno.

    RispondiElimina
  121. Ricordo che Rossi, presunto simulatore, per alcuni, non è stato ammonito. Nell'occasione è stato ammonito Borja Valero per proteste. In realtà su di lui è stato fatto fallo, fallo cretino a palla lontana e persa, ma fallo, netto.

    RispondiElimina
  122. Intanto lo scarpone Chiellini fa una vittima, il povero Bergessio, a cui ha fratturato il perone.

    RispondiElimina
  123. E ora seriamente: i media sono come gli arbitri, jumilanisti. Eventualmente potrebbero dunque enfatizzare il favore al Napoli, che è il vero nemico (a Montella hanno tastato il bicipite, ormai, e hanno visto che non fa il peso), non si vede perché dovrebbero toglierci il nostro quando dandocelo veniva fuori un pareggio che ci lasciava dove siamo adesso, all'incirca, e però distanziava il Napoli. Insomma, quando ci s'imbarca nelle dietrologie (legittime se hanno chiaro e credibile l'obiettivo, se sparacchiano a 360 gradi si chiamano tecnicamente: paranoia) bisogna non incorrere in contraddizione rovinosa.

    RispondiElimina
  124. Sì Foco, ma in entrambi i casi mi chiedo dove era l'esterno sinistro che doveva fare la diagonale. Farsi anticipare da uno che ti viene da dietro vuol dire dormire un po' ma chi quell'uomo lo doveva vedere e controllare dov'era? a mangiare il gelato o in recupero da una discesa a ufo con crosse sugli stinchi di un avversario?

    RispondiElimina
  125. Io di simulazioni stupide non ne ho viste. Ho visto caso mai esagerazioni nella spettacolarità delle cadute, ma sempre a seguito di falli subiti. Anche nel primo caso ha sei gambe davanti e lo toccano. Che poi poteva cadere senza fare spettacolo è magari vero, ma spesso è anche un modo per non farsi male. Se caschi a tonfo picchi più forte e lui si è appena sublussato una spalla che deve proteggere nel cadere. La simulazione è quella di quel coglione di Barotelli che si butta come in piscina senza che lo tocchi nessuno e quella è giusto punirla col giallo e anche di più se permesso.

    RispondiElimina
  126. Rossi si libera e va verso la porta con la gamba sinistra alzata nello scatto e la destra a fare appoggio. È girato e non può simulare con la gamba dietro, non può spostarla perché ha il peso tutto su questa, guarda il portiere perché è appena andato via al difensore. È più fallo di quello su Cuadrado.

    RispondiElimina
  127. Se paragoni la simulazione di Barotelli con quella di Cuadrado (if any) sei beberrizzato anche tu. Un conto spettacolarizzare una caduta, un conto inventarsi o un contatto che non ci sono.

    RispondiElimina
  128. Sicuramente c'è un errore di Pasqual, non lo difendo di certo.

    RispondiElimina
  129. Che sia beberrizzato anche tu viste le passate frequentazioni, è un po' più comprensibile. Rossi non ha fatto nessun tuffo e nemmeno il sicario giallo è arrivato a pensar tanto, infatti non lo ha ammonito. Cuadrado, anche nel primo caso, ha incocciato nella gamba dell'avversario e se è andato a cercarla o meno dovresti leggerglielo nel pensiero, ne aveva comunque ubriacati tre. Il rigore finale poi è così plateale che nemmeno i beberrizzati lo negano.

    RispondiElimina
  130. E dove sta scritto che un Napoli in lotta fino all'ultimo per lo scudetto, così come la Roma, non sia invece ciò che si vuole? Col Torino la giornata precedente gli han regalato due rigori che, a giudicare con quel metro, a noi ne dovevan dare cinque! Quanto poi a farglielo vincere è altro discorso. Squadre che hanno seguito, che riempiono stadi e fanno audience televisiva molto più di noi. Comunque sia che Calvarese sia un sicario prezzolato o semplicemente un arbitro totalmente incapace (al che mi chiedo perchè per la partita clou della giornata è stato scelto un giovane, non internazionale, e di scarsa esperienza), è incredibile leggere tifosi viola che giudicano certi episodi come Varriale, Mauro e beberri.

    RispondiElimina
  131. Lo ridico anche a te Gonfia, le diagonali si fanno a stringere sul cross, Compper è stato preso a piccione nel mezzo, ma dov'era quello che doveva chiudere, da dietro, su Maertens? Non può essere certo il difensore centrale, deve essere l'esterno sinistro. E dov'era? E dov'era a Chievo quando Cesar era solo come il Battista nel deserto? Lì la figura del coglione l'ha fatta Savic, ma per me è più colpevole chi non c'era mai, in nessuno dei due casi.

    RispondiElimina
  132. 1) Ljajic non attaccava dal lato opposto, questa è un'altra balla che non ti vuole uscire dalla mente. 2) un simil-Ljajic non c'è, potrebbe essere o divenirlo Wolski, l'unico che mi sembra abbia quelle caratteristiche, ma ci vorrebbe pazienza, provarlo e riprovarlo (con Ljajic ci abbiam messo tre anni, questo lo vuoi pronto dopo una partita?)

    RispondiElimina
  133. L'hai già scritto, di Varriale, ma Varriale è uno dei tanti, dei quasi tutti che fuor di Hascine giudicano non gomblottisda la direzione di Calvarese, arbitro semplicemente poco capace ma non aiutato dal corso della partita nella sua incapacità, per via di quanto ho scritto. E poi che me frega se lo dice Varriale? Se è per questo che il gol di Gobbi era imparabile lo diceva anche... anche... già chi lo diceva? Nessuno?! Ahahahahahahahahah! Arzigogolare addirittura che si voglia tenere a galla o' Nabole fino all'ultimo per poi incularlo è andar lontano nella follia, fin dove i medici non possono seguirti forse. La logica vuole che degli jumilanisti osteggiassero il risultato di ieri sera, non che lo favorissero. L'arbitro inesperto in casa, infine, va a favore appunto della squadra di casa, se il Nabole era protetto ci veniva l'internazionale di potere: se non sai questo, sai ancora poco di calcio.

    RispondiElimina
  134. Io credo che ci sia tanta incapacità e poca sicurezza anche sulle decisioni già prese. Se ci fosse stato un disegno per farci fuori non avrebbe dato il rigore su Savic ( c'è, è solare, ma nelle azioni di calcio d'angolo c'è la scusa del mucchio in area). È ancora troppo presto per il killeraggio su richiesta, questi sono solo un mucchio di raccomandati con manie di protagonismo ( l'arbitro di porta ieri guardava Cuadrado in un modo che neanche i peggio buttafuori da discoteca) comandati da uno che da arbitro era uno sbruffone arrogante ( memorabile una partita da San Siro in cui espulse tre interisti nella stessa azione riducendo l'Inter in otto contro il Parma) senza qualità. In Italia si parla di arbitri con personalità, in un altro campionato forse si giudicherebbe la capacità. Su Rossi ha fatto due errori, il primo è stato giudicarlo una simulazione , il secondo non ammonendo il giocatore, chiaro segno di insicurezza, su Cuadrado non ha visto niente, né il fallo, né la simulazione, ma ha voluto, stavolta far vedere di essere arbitro di polso. Quello che mi preoccupa è che sono una setta di cretini rancorosi e impuniti, visto che le valutazioni se le danno da soli. De Marco dopo lo scempio con noi ha ammazzato il Torino a Napoli ed è ancora a piede libero, Calvarese verrà premiato per la sua grande dimostrazione di personalità e ce lo ritroveremo davanti già predisposto a nuocere.

    RispondiElimina
  135. Blimp, prima di tutto devi demarcosienizzarti, poi ascolta: ho visto le immagini della sintesi della partita di ieri e ne ho derivato questo:
    1) il fallo su Rossi c'era, poi discutiamo se era dentro o fuori area ma c'era;
    2) il rigore su Cuadrado al 92' c'era pure, si vede chiaramente ed era solare come quello al 91' contro il Cagliari;
    3) ancora peggiore è stata l'espulsione di Cuadrado (espulsione per doppia ammonizione per due - presunte - simulazioni: io non ricordo nulla del genere); questo è un favore enorme al Milan, non al Napoli, questo lo capisci;
    4) che Montella possa aver sbagliato va bene, che i nostri difensori possano aver sbagliato va bene, che Borja Valero si sia mangiato un gol è vero, che sul palo di Cuadrado abbiamo avuto sfiga è vero, ma sentire da un tifoso viola che ieri l'arbitro è stato ininfluente succede solo con Marco Siena (appunto).

    RispondiElimina
  136. Chiarificatore31 ottobre 2013 15:43

    Certo, sono soprattutto jumilanisti, ma anche il Napoli ha il suo bel peso condizionante, e due punti in meno per lui sarebbero stati un gran danno. Detto ciò può anche essersi trattato solo di scarsa personalità del giovane arbitro, il che nella sostanza non cambia nulla.

    RispondiElimina
  137. Circa la 2) e la 3) sono d'acordo, circa la 4) pure. Dunque, Anto, direi che siamo in presenza con te di una ludwigzallerizzazione per ottundimento alla lettura.

    RispondiElimina
  138. Anche in Africa mancano i defibrillatori





    Vi leggo un po' in fibrillazione e cerco di dire la mia:

    CHIARI ho anche fatto il difensore e il gol di Callejon é demerito di Compper
    all'80% e merito di un passaggio preciso di Higuain al 20%.. Perché solo
    preciso e non prodezza? Perché se il tedesco sta appena dietro Callejon
    la becca lui, e forse Higuain manco gliela dà.

    Il secnd gol, molto merito va al Napoli, ma l'azione parte dal centrocampo e la difesa viene presa in velocità.

    L'arbitro é generoso sul nostro rigore che ci puo' anche stare, ma non é
    nitidissima occasione gol. Giusto ammonire Cuadrado che il rigore lo
    cerca simulando, su Rossi a velocità normale non mi era parso fallo, ma
    al rallentatore sembra che tocchi il piede d'appoggio, tuttavia mi pare
    fuori area.

    Nessun rigore assolutamente su Maertens, infatti da retro visione, si vede Fac che tiene la sua linea ed é il belga che cerca lo scontro rimbalzando.

    Dell'ultima azione inutile parlarne. In tutti i casi non é arbitro prevenuto, si
    veda anche la mancata ammonizione ad un Compper da brividi ieri
    sera, dopo randellata sul ginocchio di Callejon. E'un arbitro
    incompetente e montato, come la maggioranza dei nostri. Sull'utilità di
    quelli sulla linea di fondo, stendo un velo di cacca.

    A me i ragazzi mi son garbati, la squadra ha giocato bene, ha concesso 2
    occasioni 2 ad una gran bella squadra ( farei la firma se in tutti i
    match dessimo queste stitiche chances) Neto ha fatto la comparsa, quindi
    moltissimi meriti, non é colpa di Vecino se é chiamato lui invece di
    Matos il quale in 10 minuti gira come una trottola, non é neppure di
    Pasqual se é un handicap eterno, non di un solitario Rossi che ieri ha
    sfoggiato grandissimi colpi ( il tuo sminuirlo, carissimo DEYNA, sa
    molto di avversione preconcetta. La giocata di sinistro é sublime, come
    il movimento spalle alla porta in occasione del rigore si, o no) ma di
    chi li mette in campo. Io ce l'ho con Montella non perché si perde le
    partite o sbaglia qualche uomo, questo rientra nella logica, quello che
    mi resta insopportabile e poco scusabile che noi dovevavmo far di tutto
    per vincere quasta partita, invece é rientrato nel secondo tempo con la
    solita formazione per agguantare il pareggino e poi si vedra'. Il Napoli
    era l'unico di quelli che ci stan davanti che potevamo prendere, la
    Roma é volata via e non ha le coppe, la rube ci arriverà davanti in
    tutti i casi. Eh si, caro Colonnello, quest'anno gli mancano le palle,
    il cambio Vecino/ Aquilani puzza di prandelli, quindi obrobrio, satana.
    Per tutto il resto é bravo, ma per essere vincente devi osare e
    scrollarti di dosso la prandellite, malattia che al solo scrivere mi
    terrorizza.



    LELE

    RispondiElimina
  139. Sei vendicativo, eh? Ahahahahahaha

    RispondiElimina
  140. Chiarificatore31 ottobre 2013 15:52

    Caro Lele il calcio è bello anche perché a volte offre diverse letture. Ti potrei controbattere che se Compper non avesse accennato il raddoppio e fosse rimasto su Callejon, Higuain avrebbe forse rinunciato all'assist ma avrebbe potuto liberarsi pericolosamente al tiro con relativa facilità per lui, e certamente maggiore di quell'assist difficile di esterno destro.

    RispondiElimina
  141. E tu sei un coglione.

    RispondiElimina
  142. Chiarificatore31 ottobre 2013 15:55

    Colonnello, un Napoli in zona CL è, per il sistema calcio con annessi e connessi, di maggiore interesse economico della Fiorentina, ed anche vitale per il cinepanettonaro. Detto ciò può anche darsi che si sia trattato di semplice inadeguatezza dell'arbitro designato.

    RispondiElimina
  143. Oltre che beberrizzato sei anche ludwigzallerizzato, malattie gravi entrambe. Non leggi o non capisci. Ti ho presentato due ipotesi, il sicario prezzolato o l'incapace totale, e tu fai lo spiritoso solo sulla prima ritirando in ballo Gobbi e ridimostrando che non vuoi imparare sull'argomento, (cazzi tuoi) e ridimostrando anche incapacità di gestire una controversia senza offendere (follia...medici...). Se uno non la pensa come te è matto o è sonato o va a fanculo. Bellissima dialettica che invoglia a continuare. L'arbitro inesperto è una mina vagante, perchè, come tale, è più facile che sbagli, nell'ipotesi di assenza di complotto. Nell'altra invece che il novanta per cento dei fiorentini ipotizza, quindi suppongo ci sia un ingorgo di misericordie in città, è più maneggiabile.

    RispondiElimina
  144. Propendo decisamente per l'inedeguatezza manifesta dell'arbitro, che in un'organizzazione seria dovrebbe essere retrocesso a dirigere i tornei da bar.

    RispondiElimina
  145. Io ho l'idea che abbiano mandato un arbitro inesperto per la sfida più importante della giornata - cosa mai vista prima - come una bomba inesplosa: si sapeva che faceva danni, poteva farli a noi o al Napoli che comunque andava bene.

    RispondiElimina
  146. Le due simulazioni di Rossi e Cuadrado [la prima un semplice tuffarsi, la seconda più colposa perché cerca proprio la gamba dell'avversario cambiando disposizione di corsa] avrebbero comunque fruttato, a arbitro ingannato, due punizioni dal limite, non due rigori. Lele, Rossi è stato bravo in quel tiro, e non poteva forse fare di più visto spazio e tempo a disposizione, ma la traiettoria era piuttosto debole e prevedibile, ancorché angolata, un portiere bravo - e Reina lo è, mi ero fatto dei pregiudizi per una sua annata orribile a Liverpool, ma devo dire che dà sicurezza ed è molto reattivo - la prende.

    RispondiElimina
  147. E' un'ipotesi assolutamente plausibile. Di certo non gli avrebbero mai fatto arbitrare un Fiorentina-Juve o un Fiorentina-Milan.

    RispondiElimina
  148. Rossi non ha simulato un cazzo di niente, informati, guarda i filmati e debeberrizzati anche tu!

    RispondiElimina
  149. Se mi passi un filmato da angolazioni diverse volentieri, per quel che ho visto io si è lasciato cadere. Se sabato Balotelli prende una punizione dal limite, e segna, facendo una cosa del genere, mi incazzo come una biscia.

    RispondiElimina
  150. Basta quello su violachannel, Deyna, anche se non è l'angolo migliore.

    RispondiElimina
  151. Dal quale appare che anche il primo di Cuadrado non è affatto simulazione, gli prendono i piedi e lui cade, magari caricando la caduta e questo l'ho già detto. Tra l'altro lui era fuori area, che senso ha buttarsi fuori area?

    RispondiElimina
  152. Non è che il potere sia solo jumilanista, ce l'ha insegnato Calciopoli che c'era una cupola moggiana che aveva il filo diretto via "Svizzera" con Bergamo e Pairetto, una milanista che l'aveva altrettanto tramite un ristoratore non tesserato, una lotitiana che aveva il filo diretto con Mazzini, e infine il Moratti che tramite agganci tronchettiproveriani-guidorossiani in Telecom andò nel culo a tutti, scegliendo quali intercettazioni tenersi come buone e quali insabbiare (es. quelle della Roma, dai contenuti ben più compromettenti di quelle della Fiorentina, ma i giallozozzi erano in ottimi rapporti con l'Inter, che non a caso finanziava i loro mercati comprando un anno un Chivu e un anno un Mancini a 20 milioni l'uno).
    Come allora, sulla classe arbitrale non influisce una sola società o una sola cupola, è una faida come quelle mafiose tra sfere di influenza. Il Napoli piace tantissimo ai media, perchè se viaggia forte incolla alla TV milioni di residenti a Napoli e provincia di qualsiasi sesso ed età, oltre che milionate di emigrati o loro discendenti che cantano O'suldato innamorato in tutto il mondo, a partire da New York. Il Napoli ha l'inviato Sky ogni giorno al centro sportivo, la Fiorentina no. Il Napoli il telecronista partigiano su Mediaset, la Fiorentina no. La Gazzetta dello Sport al di sotto della linea Gustav inizia con la parte "nazionale" comune a tutti e in fondo continua con l'edizione napoletana, mentre in Toscana c'è solo la parte nazionale. Radio Kisskiss e RadioMarte sono una cassa di risonanza molto più estesa di RadioBlu e LadyRadio. Chissà se qualcosa c'entra.

    RispondiElimina
  153. Attento perchè ora danno di matto anche a te.

    RispondiElimina
  154. COLONNELLO, sembra quasi certo che viola non ti piaccia, quest'anno...la fase-decollo é stata frustrata come capita a Cape Canaveral ma non significa che non si parta. A noi hanno tolto il nostro, senza dietrologie, sia cinque mesi fa, sia ieri. Ieri si ê vista la Fiorentina che vogliamo, cambiando interpreti sarebbe stato spettacolo lo stesso. Se dovessimo giocare con Neto, Roncaglia, Savic, Compper, Tomovic, Hegazy, Ambrosini, Ashong, Pasqual, Vecino, Gondo, Rodriguez saremmo spettacolari e vincenti; cosa chiedere dopo ieri, se non rispetto? Il Napoli in 4 giorni porta a casa 6 punti con 2 rigori pro(uno dubbio al cubo), uno senza dubbi al cubo non fischiato contro è la bilancia pende tutta verso sud! Affermarsi che l'arbitro diventa la solita scusa sa troppo di refrain? Cazzo! Si sente vittima il Milan, non si sente tutelata l'Inter (a torto marcio) non dovremmo esserlo noi? Come minimo indignati. Vittimismo gratuito? No. Realismo. Trovare colpe che non siano dei due direttori di gara, ieri sera, é come dire "Da quando hanno inventato l'affettatrice e il bidet, il prosciutto non sa più di prosciutto, la patata non sa più di patata....."

    RispondiElimina
  155. Deyna, siamo alla commedia dell'assurdo, diciamo che se quella di Rossi deve essere definita per forza una simulazione non cercare la complicità dell'arbitro perché non l'ha considerata tale nemmeno lui altrimenti avrebbe ammonito il giocatore. Per assurdo solo tu la definisci tale per giustificare la decisione successiva su Cuadrado, con la tua e non la sua confusione da simulazione. E' fantastico. Potrei scriverci un racconto breve.

    RispondiElimina
  156. Tutto perfetto e vero. Unico errore: O' suRdat' 'nnammurat'. Se lo scrivi in italiano i napoletani non capiscono. (guardate il filmato, 30 secondi dopo espulsione di Cuadrado, quando il body-guard dice ad Aurelietto che era rigore netto e lui, molto a disagio dice "Eh...se non l'ha fischiato....."-Mediaset Premium).

    RispondiElimina
  157. Il fatto che sul sitone si dica che il Napoli ha fatto la partita che voleva fare mi fa diventare matto e buttare un occhio alla bottiglia di rum nel mobile bar. Il Napoli, secondo ' sti geni della tattica, si sarebbe presentato per fare catenaccio addirittura aumentando il numero delle punte in campo ( Pandev per Hamsik) e lasciando in mezzo i soli Behrami e d Inler. E questa tattica così brillantemente riuscita avrebbe come scusante il fatto che loro erano stanchi per le tante partite giocate. Io tutte 'ste cazzate non le reggo, soprattutto perché di sottofondo c'é sempre qualche critica alla società. Se mi lascio andare verso il nettare ambrato finisce che intervengo e li ricopro di merda.

    RispondiElimina
  158. A proposito delle critiche a quel che dice Deyna io sono indotto ancora una volta a chiedermi se questo è un sito di tifosi o di critica calcistica. Nel primo caso tocca fare comunque l'elogio di giocatori, tecnici, dirigenza. Nel secondo si può invece abbozzare una critica naturalmente non distruttiva. Io credo che si possano tollerare senza considerarle forme di sabotaggio critiche sulla campagna acquisti, sul modo di giocare, sul comportamento in campo dei giocatori.

    RispondiElimina
  159. Certo che si può criticare. Quello che non si dovrebbe fare è scassare quotidianamente le palle coi soliti discorsi riproposti centomila volte.

    RispondiElimina
  160. Io propenderei ad incitarti e quindi intervenire.

    RispondiElimina
  161. Se può servire ad ispirarti, questo ed altro! Il vedere un tuffo di Rossi non è per giustificare nulla, serve solo a far notare che questi atteggiamenti, a meno di non tingere a strisce le maglie, servono solo ad irritare gli arbitri. E non serviva Rossi a irritare quello di eri, ci aveva già pensato Cuadrado col tuffo precedente. Calvarese non avrà ammonito Rossi, in quel caso, perché non ancora esasperato, per timidezza - succede spesso - ma se ferma il gioco quando Rossi cade, che ha fischiato allora?

    RispondiElimina
  162. Ho la condanna di vedere ogni mio post seguito da una idiozia. Pazienza!

    RispondiElimina
  163. Peccato che tu sia tanto idiota da non capire.

    RispondiElimina
  164. Talvolta anche più idiozie in fila.

    RispondiElimina
  165. E continuerò a farlo finché non smetterai finalmente di fare lo scemo.

    RispondiElimina
  166. Quello chiedilo a lui evidentemente già in confusione. Non era simulazione nessuna delle due e tu insisti. Hai visto il filmato? Questa pervicacia nell'insistere nel voler essere originali e più realisti del re è inconcepibile. E' perchè uno è italo-americano e l'altro colombiano? Quella merda di Tevez che appena sfiorato da Gonzalo si rotolò per terra come fulminato invece non aveva simulato'? O gli argentini possono, anche se a strisce?

    RispondiElimina
  167. Quindi per sempre, per saecula saeculorum

    RispondiElimina
  168. Questo è prima di tutto un sito di tifosi, da li si può passare a tutte le sfumature del parlare di calcio, dalla critica, come vedi, all'elogio quando c'è da godere. Tu non godi mai, non sai farlo, e tu non critichi perché quello che riproponi non sono argomenti interessanti in quanto già trattati ed esauriti nella loro interezza, tu riproponi tormentoni, litanie, cantilene, roba da juke box in poche parole, refrain sentiti e risentiti e sottoposti tante di quelle volte che manco nell'evergreen trovano spazio. E' roba da cestinare tanto piena di nessun costrutto, spazzatura, perché quella scrivi e da li non ti muovi, le risposte non le comprendi, le partite non le capisci e quello che ti si è scritto milioni di volte ti ha fatto l'effetto delle medicine che si danno a quelli che si credono Napoleone.

    RispondiElimina
  169. Questo è il classico caso in cui non avevo chiamato in causa la plebe dei cafoni ma non si posdono trattenere. Infatti il discorso riguardava Pollock e Deyna. E non me.

    RispondiElimina
  170. E allora fatti un sito tuo in cui inviti chi ti pare e lasci fuori i cafoni. Torno a chiedermi cosa ci fai in questo sito di cafoni, cosa ci rimani a fare? a rompere solo le balle? ti dà così tanta soddisfazione?

    RispondiElimina
  171. Non mettere poi di mezzo gli altri nelle beghe tue. Cosa c'entra la differenza di opinioni che io ed altri abbiamo con Deyna ed altri su alcuni episodi di ieri, con le tue ossessionanti cantilene con le quali ci sconquassi le palle da mesi? Nel prima caso stiamo discutendo e se non siamo d'accordo, succede, nel secondo gradiremmo che tu la facessi finita ma abbiam perso la speranza.

    RispondiElimina
  172. Che un arbitro inesperto cerchi di far carriera con quel cozzaro di De Laurentiis è degna di chi cerchi la scalata in chirurgia coltivandosi un portantino. Poi non capisco perché si aneli al giallo per simulazione a Pepito: è un'incoerenza fra le tante di un arbitro non all'altezza e che non abbia visto il volo carpiato frustrerebbe troppo l'esecutore. Ancora non mi si è spiegato come mai l'opinione degli addetti for di Hascine, che sono tinti al 75% di doppie strisce, dovrebbe far doni a squadra temuta e che si preferiva pareggiasse per lo meno, visto proprio che ci si attiene a logiche di gombloddo. Ma non me lo si è spiegato perché si entrerebbe in percorsi che richiamano l'inizio del mio post e il portantino, il quale dovrebbe portare appunto la persona in difficoltà da chi consentirebbe all'omologo di Calvarese di far carriera per davvero. Circa Higuain rimando al discorso che ormai per me fa premio sugli errori dei singoli e sul quale ancora attendo risposta sitollockiana, sperando che la risposta che più conta venga però dal lavoro sul campo di Montella, che finora sugli schemi difensivi ce lo ha risparmiato. Però sono molto sensibile alla posizione di Chiari: non sono un estimatore dell'argentino sopra ogni decenza, quale è invece Deyna, ma quel taglio d'esterno è, in quanto assist per giunta, il più bello che abbia visto nel terzo millennio e assai più difficile, rapido com'è e clinico, per un difensore a calcolare e a captare che un giro interno. D'altronde quel che scrive Jordan è inappuntabile e confesso di non averci pensato, in partita: sull'azione, dov'è Pasqual? La grandezza di Pasqual è questa, di non sbagliare per il fatto di non esserci, e spesso lo dimentichiamo. Capitano, mio capitano! La prossima volta che Calvarese lo schiera ancora titolare m'incazzo di brutto!

    RispondiElimina
  173. L'arbitro inesperto, ti è stato detto, favorisce di prammatica la squadra di casa: nessuna risposta. Non ho capito poi cosa dovrei imparare da te sull'argomento Gobbi, dev'esser cosa arcana perché non l'ha capito la totalità dei tifosi fiorentini meno te. Circa l'incapacità, che dirti più che la sposo, visto che sono io che l'ho proposta mentre qui si elucubrava sul gombloddo: e allora con chi te la prendi?

    RispondiElimina
  174. Rivisti e rivisti sul sito acffiorentina.it gli episodi contestati:
    1) rigore di Savic. Fallo netto da dietro, spinta, ad un giocatore che stava colpendo il pallone di testa. Rigore chiaro, Mauro può andare a farselo....generosa sarà sua sorella.
    2) prima discesa di Cuadrado, visione frontale, Cuadrado scarta l'ultimo uomo a rientrare e quello gli tocca il piede. Non vediamo motivo di fare sceneggiata visto che si era liberato all'ingresso in area e si era ancora fuori. Perdere una possibilità di tiro in porta per un calcio di punizione dal limite? Ammonizione assurda.
    3) Rossi scarta netto sulla destra e Fernandez gli blocca il piede di appoggio, lo svincola ma poi lo mette male e cade. Non è assolutamente simulazione ed è rigore (è appena dentro l'area il contatto). Cosa cazzo abbia fischiato visto che il calciatore non è stato ammonito non si sa.
    4) (questo non c'è sul sito, andare su youtube) Contatto Maertens-Roncaglia, il contatto è cercato da Maertens, Roncaglia oppone robusta resistenza, non è assolutamente rigore.
    5) Episodio finale. Qui non c'è discussione, è rigore anche per Mauro, ammonizione: assolto per non aver commesso il fatto

    RispondiElimina
  175. Su youtube non ho trovato nulla sul fallo del Fac, volentieri visionerei. Per che concerne la 2) trattasi di simulazione chiara, Cuadrado non è toccato, volo d'angelo e giallo sacrosanto. Il fallo comincia fuori e Cuadrado si butta dentro, appunto cercando il rigore, che il fallo sia fuori magari non lo sa nemmeno e se lo sa cerca di far fesso l'arbitro, non vedo dove stia la contraddizione e ci sono tanti casi in cui il giocatore preferisce cercare il rigore che continuare l'azione come ci sono tanti crimini per i quali è vano cercare intelligenza di movente. Sul 3) non capisco se si teorizzi un doppio contatto, per me ce n'è uno, veniale, che non motiva la dinamica da stunt-man: rivedendolo si capisce un po' meglio la decisione generosa dell'arbitro, che non ha valutato che corressero gli estremi dell'ammonizione per simulazione ma nemmeno quelli del rigore. E' un parere da tifoso notorio del Napoli, lo ammetto, ma voi piangina viola dovete esser tolleranti con noi colerosi.

    RispondiElimina
  176. «Per quel che concerne», qua sotto.

    RispondiElimina
  177. Ho rivisto il filmato, e Cuadrado muove la gamba a cercare lui il contatto, lasciandosi volare, è simulazione solare. Rossi, come da suo stile, è più minimale, ma io il difensore che lo sega non lo vedo, vedo lui che si tuffa. Due simulazioni quindi, al massimo possiamo chiamare quello di Rossi un lasciarsi andare, ma cambia poco, non eran falli [in ogni modo non rigori, visto che eran fuori area]. Di Tevez ho detto già nel dopo partita che non era rigore e che si butta, anche se in quel caso il contatto c'è ed è Gonzalo a provocarlo, ma non tanto da farlo cadere. O che devo dì, che c'entrano gli argentini?

    RispondiElimina
  178. E chi ha detto che a fargli far ipotetica carriera all'arbitro giovincello nell'ipotesi del gombloddo fosse il cinepanettonaro? Ci possono essere interessi a favorire o Napule e rileggiti il post di Vitalogy così magari te la pigli anche con lui. Ma, ripeto sono ipotesi, certo è che il Napoli, finora è stato favorito e pesantemente (a parte Roma, altra protetta non strisciata) dagli arbitri, ma magari sono solo le leggi del caso. Sono del resto anch'io più propenso a pensare ad un'incapacità tecnica condita da presunzione individuale tipica della categoria e persino fuor della norma per il soggetto in questione. Tornando al calcio giocato e confermato il gesto tecnico di Higuain come veramente notevole, mi interessa però di più vedere i nostri. Savic è in marcatura stretta sul centravanti cercando di impedirgli l'avanzata diretta, sulla sua sinistra c'è Roncaglia che galleggia per entrare in seconda battuta e Pizarro più avanti che osserva, alle spalle di Roncaglia taglia Maertens ed è questo che uccella Compper che si sposta per andare a coprirlo e fa quei due-tre passi che lo (ci) fregheranno, perchè alle sue spalle Calejon rimane invece in posizione, libero. Pasqual non si sa infatti dove sia. Il cross pennellato e tempisticamente perfetto (approfitta proprio di questo spostamento di Compper per prenderlo avanzato) va a ricalare su Callejon che al volo spara in rete un tiro troppo bello per essere vero. Loro bravissimi, noi poponi, soprattutto quello che non c'era, a parer mio.

    RispondiElimina
  179. Però non parlare di fallo, altrimenti sembra che il fallo ci sia, eheh.

    RispondiElimina
  180. Sì, volendo dare le colpe, 60% Pasqual, 40% Compper, se non 70/30

    RispondiElimina
  181. Il contatto su Cuadrado è abbastanza chiaro nella visione di fronte dell'azione che c'è su acffiorentina.it. Su Rossi di contatti sul piede d'appoggio ce n'è uno ma non è affatto veniale perchè lo sbilancia nel passo successivo provocando la caduta. Se uno fa perno sulla gamba per girarsi rapidamente e gliela blocchi quello la porta via (se no gli ripartivano le ginocchia) ma poi mette il piede male e cade. Se non ci sono i motivi per l'ammonizione non fischi niente e lasci continuare, se ci sono i motivi per il rigore lo fischi, ma fischiare, dare una punizione al Napoli e non ammonire non ha senso. Che fallo avrebbe commesso Rossi su Fernandez? Un difensore che su un dribbling in area ti blocca il piede d'appoggio e ti fa cadere commette fallo da rigore. Se un tifoso del Napoli è capace di dire che è rigore quello di Maertens, questo son tre rigori.

    RispondiElimina
  182. Ma no, Pat, l'unico a prendersela con qualcuno sei stato tu, che ieri sera mi hai dato del tifoso del Napoli e di beberriano perché non la pensavo come te e a te nemmen pensavo. Certo che se credi che me ne stia zitto di fronte a uscite da vecchio bizzoso e rancoroso come queste stai fresco, se appena appena mi conosci su web. Arbitro inesperto in partita clou = arbitro casalingo: ancora nessuna risposta a questa massima nassiana del gioco del calcio. e nessuna al fatto che jumilanisti hanno avuto risultato avverso e che i media non avrebbero ragione a toglierci nulla per questo.

    RispondiElimina
  183. L'ho visto proprio su Viola Channel e per me non c'è mentre quello su Rossi è veniale, non dico che non ci sia come vuole Deyna, che è tifoso del Napoli più accanito di me. Ho già detto che da un arbitro incapace ci si possono attendere incoerenze. Su Mertens, che rivisto ieri notte alla tele mi era apparso ancora una volta rigore, attendo il link. Per ora ci sono due nisba a nostro favore e, ovviamente, il rigore su Cuadrado all'ultimo (ma anche lì, perché stramazzare?).

    RispondiElimina
  184. In diretta, quando ho visto il fallo su Cuadrado che avrebbe portato a rigore e pareggio, mi son detto: "Evvai, sto demente si è buttato, così l'arbitro ora lo butta anche fòri!". E infatti...Solo che al primo replay il fallo mi è sùbito apparso in tutta la sua chiarezza, può essere che in diretta l'arbitro sia stato abbagliato dal volo eccessivo e dal retropensiero, cosa che certo non lo giustifica.

    RispondiElimina
  185. Ogni massima ha le sue eccezioni. Questo è vero a Villore quando l'arbitro ha paura di toccarne ed è influenzato dal pubblico. Calvarese mi sembra invece del tipo che ti fa i dispetti, perchè nonvantanove arbitri su cento non avrebbero ammonito ed espulso Cuadrado al 91', roba da Lo Bello senior (che però sapeva arbitrare), e chi li manda li conosce. Quanto ai media ti ho già rimandato al post di Vitalogy che mi sembra inquadri bene l'argomento Napoli. La platea partenopea è più vasta della nostra ed i media, ruffiani, mica si fanno nemici dove ci son più clienti. I milanisti son poi già stati abbastanza ben serviti con l'assenza di Cuadrado (Borja era in diffida anche lui?). Per il resto lo scudetto è ancora troppo lontano per preoccuparsi dei risultati altrui, se serve ci faranno vincere al ritorno.
    Ieri sera ero ovviamente incazzato a bestia e leggere un post come il tuo, da te, mi ha fatto un po' svalvolare. Da beberri me lo aspetto, da compagni di fede, no. beberri l'ho mandato in culo sul sitone come si meritava, ma quello è normale.

    RispondiElimina
  186. Mi sono perso anche ADV che è sbottato contro Mauro: qualcuno l'ha visto?

    RispondiElimina
  187. Contro il Milan vinceremo anche senza Cuadrado perché il calcio è imprevedibile solo fino ad un certo punto. A breve rientreranno Gomez e Ilicic ed è lecito sperare in un periodo di grazia, vista anche la condizione atletica in netto miglioramento. Nonostante gli errori di Montella, c'è da essere fiduciosi, non zallerosi (un saluto a Zaller). Aggiungo che non ho capito perché Neto ieri avrebbe dovuto tuffarsi sui tiri imparabili del Napule. Non è mica Frey!

    RispondiElimina
  188. Complimenti alla Roma che entra ufficialmente nelle attenzioni dell'AIA con dicitura URGENTE.

    RispondiElimina
  189. Ci sono due nisba perchè non guardate bene. Andate avanti fotogramma per fotogramma e vedrete bene quando c'è l'impatto del piede del 21 (non Behrami come dicono) con Cuadrado e di Fernandez con Pepito. In quest'ultimo caso il fotogramma è chiaro, il contatto è, anche se di poco, dentro l'area. Avevo trovato tutti e due i fotogrammi ed eran chiari, ma non mi riesce di stamparli dal film (nè so se è possibile). Qualcuno sa come si fa?

    RispondiElimina