.

.

lunedì 28 ottobre 2013

E' bello essere tifoso uomo

Terza vittoria in una settimana con 9 gol all’attivo e tre punti in più dello scorso campionato, vincere contro la disperazione del Chievo alla terza partita in 8 giorni non era poi così facile, specie dopo essere andati in svantaggio, la condizione tattica preferita dei clivensi che gli aveva permesso di rannicchiarsi come un feto tutti dietro alla linea della palla. Squadra di gran carattere quindi, concreta e determinata, questi sono i meriti maggiori di Montella. Si, niente bagordi post Juve, niente rilassamento post Pandurii, niente più post di Lud su Ljajic, la squadra non è sazia come invece lo sarebbe stata anni fa dopo una vittoria storica sulla Juve, porta a casa un’altra vittoria importantissima dimostrando di essere matura anche per portare finalmente a casa qualcosa di tangibile come una coppa, proprio mentre Montolivo corona il suo sogno di essere al centro del progetto milanista e allo stesso tempo a centro classifica. Il Chievo è feroce, Sannino è più Saladino, costantemente fuori dall’area tecnica come a voler spingere i suoi, e il gol casuale subito dalla Fiorentina ha messo a dura prova la solidità della squadra che prima rischia di subire il raddoppio e poi con Cuadrado squarcia la fiancata veronese mandando sugli scogli le speranze di una società che ha comunque compiuto dei veri miracoli in questi anni di serie A. Questa Fiorentina capace di soffrire, di reagire e poi congelare il vantaggio, piace, si specchia meno ma sa quello che vuole, e quello che vuole è quello che ci piace di più. La Fiorentina di oggi dimostra ancora una volta la sua capacità di cambiare più moduli all’interno della stessa partita, questa è una delle sue grandi qualità, oltre naturalmente alla bravura dei suoi interpreti. Un anno in più di esperienza e una squadra più quadrata ci permettono quest’anno di raddrizzare partite difficili, le stesse che in altre occasioni non avremno rimesso in piedi. Il campionato più in generale vede un’ammonizione per simulazione a Balotelli, una sconfitta del Milan che lascia Galliani senza Parolo, Borja Valero confessare una deviazione e concedere un angolo al Chievo che l’arbitro non aveva visto, un bel gesto che conferma la sua statura, mentre la classifica si spacca in due con una Roma sempre più stupefacente, capace anche senza Totti di vincere addirittura in 10 a Udine la sua nona partita consecutiva, Napoli e Juve sempre al di là del solco tracciato dai giallorossi e mercoledì vincendo potremo far sentire il fiato sul collo proprio ai partenopei, con quei 4 punti sperperati sciaguratamente saremmo già stati alla pari, e quello era il posto che ci compete in questo momento. E’ davvero bello essere tifosi la sera dopo la vittoria della Fiorentina, non a caso tifoso vuol dire soprattutto uomo, un altro indiscutibile vantaggio che messi insieme fanno un pacchetto che ha tutta una serie di facilitazioni a cominciare dal fatto che essere tifoso uomo è bello anche perché le scene di nudo nei film sono praticamente sempre femminili. La vacanza di 5 giorni dell’uomo tifoso necessita una valigia sola, tutti i suoi orgasmi sono veri, il suo cognome resta sempre uguale, riesci ad aprire i vasetti da solo. Insomma, la doppietta di Cuadrado ci lancia verso un mercoledì da leoni, mentre il lunedì dell’uomo tifoso dopo la vittoria ha il sapore inconfondibile dell’altro meraviglioso pacchetto triangolare che ha invece la donna in esclusiva, poi puoi anche diventare presidente della repubblica, non devi rimettere in ordine l’appartamento se arriva un tecnico a leggere i contatori. Una Fiorentina così matura consente al tifoso uomo di fare considerazioni profonde sul fatto che i meccanici d’auto ti dicono la verità, la gente non sbircia il tuo torace mentre ti parla. C’è sempre una partita trasmessa da qualche parte. Baywatch.

99 commenti:

  1. A me dispiace doverlo ribadire ma il primo giorno dopo la fine del campionato scorso feci un elenco di priorità di mercato che comprendeva ai primi posti Ljajic e Cuadrado. Il primo oggettivamente ci manca (Joaquin è un buon sostituto ma ha dieci anni di più). Il secondo andava trattato con l'Udinese il prima possibile. Ogni giorno che passa si allontana da Firenze. Dunque secondo me resta vero che abbiamo allocato in maniera non sempre felice le risorse. Ciò non toglie che gioisca per l'esito della partita, convinto come sono che Montella faccia sempre il massimo con la rosa di cui dispone.

    RispondiElimina
  2. Grazie LUD, anche stamane un buongiorno intriso di positività. L'intelligenza non si misura dalle nozioni o dai "io l'avevo detto" ma dalle idee che si hanno. Continui a basarti su dati spulciati, su cose riportate dal web o dalla stampa, ti prego, fatti una tua idea; la tua idea non arriva, non concepisce una viola ottima ed efficace senza Liajic? Pazienza, va bene è la tua idea (non la giudico); per molti altri, fideistici verso l'operato societario, la Fiorentina gioca bene anche senza Liajic, non importa. Il giornalismo ideologico (Calamai ed altri quattro che esistono- professionalmente- solo perché esiste la Fiorentina) fanno giornalismo ideologico, che è il peggiore in assoluto. Ci sono giornali da salotto e giornali da toilette, basta scegliere e mettere in campo il libero arbitrio. Tu vuoi usarlo per leggere e farti influenzare? Bene, ma non usarlo contro chi mastica calcio, beve calcio, vive di calcio, guarda il calcio, ha giocato a calcio. Giornalista sportivo non significa dio del calcio, e aggiungo: un uomo che ha giocato anche solo in Serie C, sa più di calcio di un giornalista( sicuramente più di Damascelli, Calamai, Giorgetti, Longhi, Criscitiello&Co.). A me la domenica lascia l'ammissione di Conte, quel concetto che ribadiamo da quasi un secolo (1925) e che il pugliese avvalora: Premium, dichiarazione di Conte "Il pubblico è stato il tredicesimo uomo in campo..." (il dodicesimo aveva il fischietto...). Poi che il fallo di Gazzi fosse palesemente fuori area (l'ha detto anche Bocelli) è un dettaglio. POLLOCK, la prima cosa che si nota è proprio la poliedricità della Fiorentina, già dopo 15/20 minuti, nei quali Montella interscambia posizioni, cambia modulo e rende più efficaci le caratteristiche peculiari dei singoli. Per Pasqual impossibile fare miracoli. Sul suo trapattonismo andrei cauto, visto la bacheca del Trap.....ehehehehe...."Vai Lulù!!Marca la loro ala....vai Lulù, arretra..." (cfr.Trap a Firenze)

    RispondiElimina
  3. Chiarificatore28 ottobre 2013 09:13

    L'ottavo delirio di Lud: che questa estate ci sia stata, da parte della Fiorentina, la possibilità di comprare tutto Cuadrado.

    RispondiElimina
  4. Chiarificatore28 ottobre 2013 09:22

    Lud, per come ti manifesti, sei un frullato tra Gat e BarryBonds, il che dimostra che in questo blog non ci facciamo mancare nulla, con te qui è come se ci fossero anche loro eh eh eh.

    RispondiElimina
  5. Bocelli ha anche detto che era Biondini ad aver fatto il fallo. L'arbitro non lo sa, ma non gl'importa gran che, obbedisce agli ordini. Sudditanza psicologica.

    RispondiElimina
  6. Chiarificatore28 ottobre 2013 09:24

    Sei o sembri. Nella sostanza non cambia.

    RispondiElimina
  7. Pollock, bandiera del Blog a mezz'asta oggi?

    http://www.lanazione.it/firenze/cronaca/2013/10/27/972622-incendio-chiosco.shtml

    RispondiElimina
  8. Ieri sono stato profetico, con un QI di quel tipo è persino troppo facile.

    RispondiElimina
  9. Forse è stato Lud per colpire un simbolo di quella città che non è stata capace di trattenere Ljajic.

    RispondiElimina
  10. In linea di massima,puramente teorica,il ragionamento di LUD non fa una grinza;la Fiorentina poteva trattenere nutella e comprare l'altra metà di Cuadrado.Così come poteva bussare alla porta del Barcellona e chiedere Messi,avendo questi una clausola rescissoria.Quindi bastava pagare tale clausola e Messi sarebbe potuto venire a Firenze.Il punto vero è che la dirigenza ha messo sul piatto della bilancia i pro ed i contro di queste due operazioni ed ha convenuto,con l'avallo totale di Montella, di operare come poi ha in effetti operato.Nutella si era accordato con Fester e per rimanere a Firenze voleva triplicare il proprio ingaggio e contemporaneamente una clausola "ridicola" per poter andare in futuro dove voleva.La Fiorentina sapeva benissimo che questa operazione avrebbe creato sconquassi nello spogliatoio(e Montella nemmeno troppo velatamente l'ha fatto intendere molto bene).Inoltre,dopo che il mister e la società avevano "tutelato" nutella,facendolo tornare ad essere un giocatore(anzi,facendolo diventare visto che sino agli ultimi sei mesi dell'anno passato era stato una meteora di passaggio non lasciando mai un segno degno di tale nome),il minimo che si aspettavano era un PICCOLO segno di riconoscenza;piccolo segno mai arrivato,tutt'altro!Quindi la soluzione,a meno di non piegarsi a 90 gradi nei confronti di nutella e del suo entourage,non poteva essere diversa da quella che poi si è materializzata:vendita a chi pagava e MAI al Milan di zio Fester(soprattutto dopo la manfrina con Mosciolivo).Inoltre seguendo il tuo ragionamento oggi avremmo nutella,Rossi e Cuadrado come titolari,con una buona riserva (Guidetti?Gabbiadini?).Ma non ti è mai venuto in mente che sia stato proprio MONTELLA a chiedere espressamente un grande centravanti?Cuadrado è a metà con l'Udinese:sai che vuol dire?che l'altra metà la dovevi pagare non meno di 20 MLN(Isla e Asamoha ti ricordano qualcosa?40 MLN in due).7 li hai già pagati.Consapevoli che se il giocatore domani vuole andar via hai poche speranze di trattenerlo.Operazione veramente complicata.E chi ti dice che Pradè non ci abbia provato?Pensi che la Fiorentina si sia dimenticata di Cuadrado?Non pensi invece che abbiano fatto e stiano facendo il possibile per tenere Cuadrado?In definitiva hai tutto o dirotti di pensarla come vuoi e di ritenere che avere oggi nutella al posto di GOMEZ(al netto dell'infortunio chiaramente) sarebbe stato assai meglio.Però Montella,la società ed il 99% dei tifosi la pensa all'opposto.Che ognuno si tenga la propria idea,ma almeno non ti porre come colui che ha visto la LUCE,unico al mondo.Atteggiamento poco simpatico che come conseguenza ti porta ad essere quantomeno "perculeggiato" dagli altri.Un pò di modestia sarebbe opportuna in alcuni casi...

    RispondiElimina
  11. Allora occhio a quello di Porta Romana che potrebbe essere il prossimo obiettivo se Cuadrado a gennaio non.........

    RispondiElimina
  12. Le ultime due partite di campionato sembrano dedicate al maniaco dei numerini. Con la Juve si parte con quello che chi è affezionato al concetto di dar categorie al gioco del calcio, definirebbe un 3-5-1-1. Gioco di centrocampo, predominio sterile, si gioca a tre all'ora, anche perchè la Juve fa poco di più sinchè non entrano in scena Rizzoli e Cuadrado e si va su uno 0-2 esagerato ma, sembra, definitivo. Si ricomincia anche peggio rischiando altre botte che Neto ci evita, finchè provvida vien la man dal cielo, entra Joaquim, Cuadrado va a sinistra, si va a quattro dietro retrocedendo l'inutile Pasqual. E' un 4-3-3, sì, lo si potrebbe anche definire così volendo, per chi dà importanza alla cosa. Rizzoli dà quel che aveva tolto, Buffon dà quel che aveva tolto Cuadrado e la Juve, pareggiate le cazzate reciproche, si sgonfia, si squaglia, sparisce dal campo e si fa trafiggere come il più pollo degli avversari. Per forza, chi resiste al 4-3-3? Abbiam trovato la soluzione, e chi ci ferma più? Ed eccoci a Chievo con lo stesso schema, questa volta da subit, solo che le cose non vanno come previsto. I clivensi ci azzannano e noi balbettiamo, prendiamo il solito goal da incapacità di marcatura aerea nell'area di rigore, ne rischiamo un altro simile e non si cava un ragno dal buco. Il goal di Cuadrado al 45' è prodezza personale e pollaggine avversaria che piglia un goal in contropiede poco prima del tè, ma non è certo frutto dello schema. Per tirarci fuori dobbiamo ritornare ai santi vecchi, esce Joaquim che era stato il salvatore una settimana prima ed entra Matos, un'altra punta, Cuadrado ripassa a destra e arretra ed è proprio lui, in questa nuova posizione, a darci la vittoria, con due gol fatti partendo da lontano, entrambi su assist di Rossi (il secondo un po' acculato) e dimostrando così, come Montella fa notare, che quando c'è può segnare sia come ala, sia come esterno di centro campo. Insomma quel che è stata la medicina una settimana prima è stata la malattia la settimana dopo e viceversa. Non sarà che il giochino è un po' più complicato e cercar di ridurlo a tre numerini è roba da jardim da enfancia?

    RispondiElimina
  13. Io dico che è opera dei vegani, così imparate a non mangiare il lampredotto di cicoria!

    RispondiElimina
  14. Il problema è che il tizio s'è gasato al punto di chiamare "zallerismo" quel mare di cazzzate che giornalmente ci propina. Il che mi porta a pensare che o sta veramente male ed andrebbe ricoverato d'urgenza oppure lo fa apposta per prederci per il culo e allora andrebbe cacciato a pedate.

    RispondiElimina
  15. DKNE tu sei loico ma lui la logica mica la capisce. Quindi è inutile che ti spenda così. Seguiterà sempre con i soliti discorsi ad aeternum, reclamizzando una Fiorentina tutta sua che non esiste e che potrà sempre dire che sarebbe stata migliore della attuale, qualsiasi cosa questa faccia, perchè questa deve affrontare la realtà, l'altro solo i suoi sogni. Il che è anche lecito, basterebbe solo non gonfiare le palle del prossimo "cotidie" come lui fa da mesi.

    RispondiElimina
  16. Pensi possa essere stata la prova del fuoco di un neo adepto? Ci sta, ahahah! (Jordan, grazie per la risposta su Gabriel che ho potuto leggere solo stamani)

    RispondiElimina
  17. McGuire, è tempo che lo dico e prima di me Lele che è stato il primo a categorizzarlo. Credo che sian presenti entrambe le componenti che han come risultato la volontà di rompere i coglioni a chi non lo riconosce come talento-caposcuola della critica calcistica ma lo tratta per quello che è, un neofita incompetente e montato come la panna. Cacciarlo a pedate non è possibile ma, se non fosse vera la mia ipotesi sopra, sarebbe altrimenti inspiegabile la "picca" di voler rimanere in un luogo dove tutti, ma proprio tutti, ti insultano o ti prendono per il culo.

    RispondiElimina
  18. Chiarificatore28 ottobre 2013 10:14

    Come sai sono pienamente d'accordo con te, Dkne1, io non ho parlato nuovamente del suo delirio su Ljajic semplicemente perché è tra i primi sette già registrati.

    RispondiElimina
  19. Gap africani



    Pur non stipando Nastasic un gran difensore nemmeno in fieri, il gap con
    Savic resta quello, come detto ieri per me sta bene in panca, ma fino
    a Dicembre; poi, visto sembra abbia mercato, che lo si venda al
    piu'presto. Non so se qualcuno se n'e'accorto, ma é in posizione
    sbagliata pure sul salvataggio su Paloschi, ma li' é andata bene. Si é
    accennato si rigori di Napoli, e rube, inesistenti, aggiungo per
    curiosità che quello a favore della Lazio é dubbio e guarda caso
    identico per svliluppo al primo negato al Real, anche se quest'ultimo si
    svolge ad un metro dalla linea. ed é difficile discolpare con
    l'involontarietà, che pure pare evidente.(JORDAN che ne pensi?) Il
    sencondo negato é clamoroso. Ho goduto per il Milan, che ammetto é
    vicinissimo all'odio che provo per i gobbi. Tornando a casa nostra, ho
    spesso rilevato la mia sorpresa per la preoccupante involuzione tattica
    di Montella, visto che pare felicissimo della prova. A me la storiella
    che una squadra é grande quando vince giocando male, la
    digerisco poco....Da mesi si gioca quasi sempre come in amichevole, non
    c'e' la rabbia del piu' forte, il piu' forte non bela "il Chievo si é
    chiuso" (grazie al cavolo...) il piu' forte entra in campo e oltre alla
    tecnica mette in campo voglia di primeggiare anche fisicamente, noi
    utilizziamo un ritmo da over 40, senza pressing, lentissimi, dove le
    soluzioni che portano al risultato son sempre meno frutto di schemi e
    tessiture come lo scorso anno, ma piu' giocate singole dei
    nostri migliori, Rossi, Cuadrado etc. Sono preoccupato per tutto cio',
    soprattutto perche' sembra sia poco rilevato intorno al Mister. Poi, sia
    chiaro, se Pizarro e Aquilani giocano al loro livello, ok, la se
    restano a quello attuale non ce li possiamo permettere.



    LELE

    RispondiElimina
  20. Secondo me giochiamo peggio per due motivi. Il primo è di carattere fisico: la squadra non ha una grande brillantezza atletica, almeno non quella della scorsa stagione. Mi dicono che ciò sia dovuto ad una preparazione atletica impostata diversamente che dovrebbe consentirci di tenere un picco di forma più a lungo rispetto all'anno passato e ad evitarci il black-out che ebbe luogo a gennaio. Non avendo altri elementi di giudizio, resto in attesa degli eventi. Il secondo motivo è dovuto al fatto che un paio dei tre tenori che hanno fatto le nostre fortune l'anno scorso (segnatamente Aquilani e Pizzarro) in questo scorcio di campionato non hanno offerto le medesime prestazioni dello scorso campionato. Detto questo, mi pare che Montella abbia affrontato il problema tentando di esorcizzarlo, utilizzando a lungo gli stessi uomini, seppur meno brillanti ed impiegando col contagocce le alternative a sua disposizione. Il qualche caso ha indovinato, in altri ha saputo rimediare in corsa, in altri ancora ha sbagliato. In fondo è un allenatore alla sua prima esperienza con una rosa molto ampia e di grande livello. L'anno scorso ha fatto bene, ma non aveva grandi pressioni e grandi attese. Tutto quello che veniva di positivo era graso che colava. Quest'anno le prospettive sono molto diverse e dunque il suo compito è sicuramente più difficile.

    RispondiElimina
  21. Il linguaggio è da marcia su Roma e non è un complimento. Qui nessuno istruisce e catechizza nessuno, ne' tantomeno caccia a pedate, perchè appunto il tentativo di sostituire il ragionamento e la dialettica con questo linguaggio e questi atti fu tentato da Mussolini ma gli andò male.

    RispondiElimina
  22. Su Savic, Lele, sono pioniere, come sai, ma noto che dopo nessuna delle sue cappelle è stato punito con un po' di panchina. C'è, nei suoi confroti e in quelli del disastroso Pasqual, fiducia a prescindere e quindi daltonismo che spero curabile (l'analisi sul campionato di Montella offerta da McGuire è molto equilibrata). Giovacchin sostituisce Nutella come un elettricista può sostituire un idraulico, Zazà: non fare lavori in casa o combini un cataclisma.

    RispondiElimina
  23. Parallele a strisce bianconere:
    -26/10/2013, Conte "I tifosi devono incitare la propria squadra, non ironizzare o attaccare gli avversari".

    - 27/10/2013, tutti i quotidiani d'Italia "Beceri e razzisti i cori juventini contro avversari".

    RispondiElimina
  24. Su Savic sono d'accordo anch'io sul cederlo a gennaio in quanto ha un discreto mercato e con il ricavato comprare un centrale difensivo più affidabile. Del resto va detto che al City non aveva incantato, anzi. Qui a Firenze è andato meglio, ma non mi sembra affatto un fuoriclasse. Quanto a Pasqual, sta giocando anche lui sicuramente peggio della scorsa stagione e. oltretutto, tutto è stato nella sua ormai lunga carriera fuorchè un fenomeno. Alonso, il suo sostituto, è ancora un giocatore promettente, ma ancora con limiti ben evidenti. Qualcosa anche in quel ruolo andrebbe fatto, secondo me, a gennaio.

    RispondiElimina
  25. Il problema è che tu confondi il ragionamento e la dialettica col delirio.

    RispondiElimina
  26. stefano vienna28 ottobre 2013 11:17

    Si gioca male mi sembra opinabile. Certo con Rossi centravanti (una forzatura inevitabile) si perde in bellezza estetica, ma abbiamo acquistato una certa concretezza offensiva che mancava l'anno scorso nel girone d'andata. Il Napoli è più forte in attacco e in difesa, ma deve vincere per restare attaccata alla Roma. Questo, ovvero l'incredibile serie positiva dei giallorossi, potrebbe essere un vantaggio per noi come lo è stato con la Juve. Diciamo che una nostra vittoria mercoledì pochi di noi la considerano probabile, ma il pessimismo va bene se è sano. Non esageriamo e godiamoci lo spettacolo.

    RispondiElimina
  27. Concordo con Jordan:i numerini servono solo come "riassunto" per non scrivere poemi.Contro la Juve,in occasione della rimonta,si definisce 4-3-3 perchè si giocava con 2 ali e Rossi davanti.Ma il terzo e quarto gol nascono in contropiede,partendo dalla nostra difesa.Quindi in quel momento non era un 4-3-3 ma un 4-5-1.Perchè Giovacchin(scusa Colonnel se ti copio) e Cudrado sono partiti dalla linea della nostra area;non erano insieme a Rossi davanti (cioè in un 4-3-3).Mac secondo me non giochiamo peggio.Ebbi anni or sono una lunga diatriba con Jordan quando c'era Prandelli.Per me il giocare bene significa anche vincere come ieri:con cinismo,facendo gol quando c'è da farlo e non prenderlo negli ultimi minuti (come invece era successo col Cagliari e col Parma).Inutile giocare "bene" come l'anno scorso eppoi non concludere le mille mila azioni che si facevano(guarda caso il limite che Montella ha voluto togliere chiedendo uno come Gomez).Inoltre,come ho sempre detto,anche quando c'era il santino in panchina,le partite di coppa infrasettimanali incidono in modo indelebile sul percorso in campionato.TUTTE le le squadre impegnate in coppa ne risentono(specialmente quelle in EL in quanto giocano il giovedì).Non ti alleni(perchè il mercoledì parti,il giovedì giochi ed il venerdì rientri).Non è un caso(e non lo sarà in futuro) che Roma e Inter quest'anno andranno molto meglio.Quindi,alla luce di questo e dei vari infortuni avuti,secondo me(e ripeto:secondo me!)questo inizio di campionato è stato strepitoso(e con un pò di culo avevi pure 4-5 punti in più tra cagliari,Parma ed Inter).Inoltre mi pare maturato molto anche Montella,nella gestione sia dello spogliatoio che della squadra in campo.Se gira un minimo la sorte(come avvenuto con i gobbi,ma l'era l'ora porca troia) arrivare nelle prime tre potrebbe essere una piacevole realtà.

    RispondiElimina
  28. Io credo che si giochi peggio per i motivi che dice McGuire e per le caratteristiche dei giocatori d'attacco che siamo costretti a schierare. Rossi, Joaquin e, se vogliamo, Cuadrado, hanno qualità e modalità di gioco che si incastrano male tra loro. Rossi non è attaccante in grado di far reparto da solo, non può difendere il pallone per poi smistarlo, va servito esclusivamente palla a terra. Joaquin è un ala che ha bisogno di dialogo continuo con gli attaccanti ed è portato ad allargarsi per poi offrire il cross. Cuadrado necessita di molto spazio per lanciarsi ed essere lanciato, come un elastico ha bisogno di arretrare per poi esplodere in avanti. Un attacco così mal assortito offre poche soluzioni al centrocampo, perché vengono a mancare movimenti e densità nell'area avversaria. Manca forma in due dei tre tenori, ma questi non vengono neanche messi in condizione di sviluppare azioni d'attacco efficaci. Mancando la verticalità ci si ritrova a creare un giro palla al limite dell'area avversaria che viene pressato da difesa e centrocampo avversari.
    Il fatto che un attacco del genere sia solo frutto dell'emergenza mi fa ben sperare per il futuro, quando si riavranno attaccanti veri da affiancare a Rossi inevitabilmente cambieranno anche le dinamiche di gioco.

    RispondiElimina
  29. stefano vienna28 ottobre 2013 11:26

    Pasqual senza centravanti perde il 50%. Infatti io chiedevo una difesa a quattro più difensiva, ma per questa soluzione si può solo adattare Tomovic terzino sinistro, che non è il massimo.


    Davanti abbiamo i giocatori adatti per il 4-4-2, ma bisogna rinunciare a Pizarro.


    Matos (Yakovenko)-Rossi in attacco.


    Vargas e Cuadrado ali (oppure Cuadrado e Joaquin) con Borja e Mati centrali.


    Sarebbe un esperimento molto audace, quindi non credo si possa rischiare con il Napoli, ma sarebbe un modulo da provare almeno a partita in corso.

    RispondiElimina
  30. stefano vienna28 ottobre 2013 11:29

    Ma Rossi centravanti è una scelta di necessità e temporanea fino al rientro di Gomez. Rimane che siamo più concreti in attacco rispetto al girone d'andata dell'anno scorso, abbiamo fatto il doppio dei gol.

    RispondiElimina
  31. Infatti, ho detto che tale attacco è frutto dell'emergenza.

    RispondiElimina
  32. stefano vienna28 ottobre 2013 11:33

    Avremmo avuto gli stessi problemi con un attacco zalleriano Ljajic, Rossi, Cuadrado.


    Rossi non è centravanti, quindi Rossi e Ljajic insieme non avrebbero potuto giocare insieme a parte nell'emergenza.

    RispondiElimina
  33. stefano vienna28 ottobre 2013 11:36

    Era per ribadire, ma facciamo più gol dell'anno scorso, anche questo è un dato da prendere in considerazione.


    Non dico che è meglio giocare peggio, ma la maggiore concretezza offensiva è evidente. Molto dipende da Rossi e da un Cuadrado più abituato a fare gol rispetto al girone d'andata.

    RispondiElimina
  34. Sono d'accordo con Foco che il fatto di giocare con un attacco messo insieme alla bell'e meglio sia un altro dei fattori che fin qui hanno inciso negativamente sul nostro gioco (molto meno sui risultati). Quando riavremo Gomez ed anche Rebic in condizione credo che le cose possano andare diversamente. Quel che è certo è che con l'attacco cosiddetto zalleriano avremmo avuto gli stessi problemi, aggravati dal fatto che, in quel caso, non avremmo avuto Gomez e Rebic, bensì Gabbiadini.

    RispondiElimina
  35. stefano vienna28 ottobre 2013 11:39

    L'unica cosa che brucia è aver quasi regalato Ljajic alla Roma. Che si ripeta quello che successe con Batistuta sembra più di una ipotesi. E a me farebbe altamente girare le bolas.

    RispondiElimina
  36. Ljajic è più attaccante di Joaquin, ma non era questo che volevo evidenziare. Aldilà di Rossi, è tutto l'attacco che, essendo poco compatibile tra gli interpreti crea difficoltà nel metterlo in condizione di offendere.

    RispondiElimina
  37. Ljajic non l'abbiamo certamente regalato alla Roma e comunque era preferibile darlo a loro invece che al bandito Galliani. Da noi non sarebbe restato in alcun caso.

    RispondiElimina
  38. Lele il secondo tempo di Real-Barcellona non l'ho visto e nemmeno Lazio-Cagliari. Dei rigori reclamati da Ronaldo ne ho visto uno, quello della spinta. Il fallo c'è ma lui è un altro di quelli a cui piace accentuarli i falli per cui da arbitro qualche dubbio de l'avrei sempre. Sulla nostra manovra concordo, siamo lenti e non veriticalizziamo quasi per niente, ma la scarsa condizione di Aquilani e Pizarro e l'assenza di Gomez e Ilicic credo contino molto di più di Montella in questo.

    RispondiElimina
  39. Per spiegarmi meglio,dico che secondo me una formazione come quella del primo tempo sarebbe stata più logica e producente con Gomez al posto di Rossi, le cui caratteristiche, sposandosi meglio con quelle degli altri due, avrebbero concesso al centrocampo maggiori possibilità.

    RispondiElimina
  40. stefano vienna28 ottobre 2013 11:49

    Completamente d'accordo, poi per come la vedo io Gomez e Rossi sarebbe perfetti per il 4-4-2, con Cuadrado e Joaquin(Vargas) sulle fasce, ma il 4-4-2 è andato fuori moda per motivi che ignoro e purtroppo non abbiamo i difensori adatti.

    RispondiElimina
  41. stefano vienna28 ottobre 2013 11:51

    No certo, ma a me rode ugualmente. A qualcuno purtroppo dovevamo cederlo.

    RispondiElimina
  42. Il commento finale mio di ieri sera non è stato forse visto. Ciò che vorrei sottolineare è che qualsiasi squadra attrezzata per lo scudetto e per fare bel gioco può incontrare sulla sua strada avversari che provano a distruggere le fonti della manovra e a rendere la partita un noioso match di scacchi. In quel caso pretendere il bel gioco è assolutamente impossibile. Se la partita con la Juve non era un banco del tutto probante anche questa con il Chievo non può essere presa ad esempio. Il Napoli attaccherà, si aprirà, proverà a vincere. Ma nello stesso tempo ci lascerà attaccare e giocare a nostra volta. A quel punto potremo capire il valore del trio davanti, che ha dimostrato già di funzionare nel secondo tempo con la Juve. Questo ottimismo non deve essere vissuto come contrastante con il "pessimismo" del post precedente mio. Nel post precedente ho affrontato il tema della programmazione di lungo periodo. In questo sto parlando delle prospettive attuali della squadra.

    RispondiElimina
  43. DKNE giocar male o giocar peggio di prima vuol dire passare un tempo senza fare un tiro in porta o senza creare un pericolo come è successo nel primo tempo con la Juve o anche col Chievo. Mica sempre va bene e riesci a rigirarle le partite. Con tutto questo son d'accordo che sinora si son fatti i miracoli e, se non si eran buttati via quattro punti si era in Paradiso.

    RispondiElimina
  44. McGuire la mia risposta è:troncone. Attendo ancora che tu giustifichi quella tua definizione perchè non è credibile che tu non conoscessi il giocatore che hai definito così, visto che avrai sicuramente avuto decine di occasioni di vederlo giocare. Il tuo: mi sono sbagliato non regge parlando di un atleta che quando hai formulato quella definizione aveva ventisette anni ed era stato visionato ed osservato in tutte le salze.

    RispondiElimina
  45. Lud, sembra che il Mondo (intero) ti abbia letto e ci tenga a starti a dovuta distanza.

    http://www.violanews.com/esclusive/mondonico-a-vn-cuadrado-al-massimo-nel-3-5-2-20131028/

    RispondiElimina
  46. Mondonico ha espresso un parere che in questo caso non condivido. Facile sarebbe rispondere peraltro che secondo molti che scrivono qui Mondo è inattendibile. Ma non è questa la mia risposta: continuo ad avere pieno rispetto delle dichiarazioni di Mondonico che saranno per me motivo di riflessione.

    RispondiElimina
  47. Chiarificatore28 ottobre 2013 13:08

    Ludwigzaller: "Nel post precedente ho affrontato il tema della programmazione di lungo periodo. "
    E' esattamente lì che, dando il meglio di te, ti sei fregato inanellando un delirio dietro l'altro che manco il Gat e BarryBonds messi assieme, il che è tutto dire.

    RispondiElimina
  48. Chiarificatore28 ottobre 2013 13:20

    Peccato Ludwig che tu non condivida Mondonico proprio quando afferma una cosa di una evidenza lampante.

    RispondiElimina
  49. Chiari, era una minaccia e nemmeno tanto velata, per l'oggi e il domani, ahahah.

    RispondiElimina
  50. “Io punterei sul 3-5-2, anche perché con questo modulo Cuadrado riesce a dare il massimo. Lo vedo meno incisivo nel 4-3-3, poi – aldilà dei numeri – è sempre l’atteggiamento dei giocatori che farà la differenza” [Emiliano Mondonico - parole da scolpire nella roccia, Vol. I].

    RispondiElimina
  51. Chiarificatore28 ottobre 2013 13:25

    Ludwigzaller tu avresti fondato la programmazione di lungo periodo della Fiorentina su due operazioni impossibili. Una vera frana da licenziamento in tronco!

    RispondiElimina
  52. Deyna, non si sceglie un modulo sulle caratteristiche di un solo giocatore, dimenticando che davanti abbiamo Gomez-Rossi. Lo dicevo ieri durante la partita: 'giochiamo come sappiamo'. E' la nostra natura e l'ultima campagna acquisti lo conferma, semmai ce ne fosse ancora bisogno. L'ultimo periodo è universalmente riconosciuto, salvo che da uno qui.

    RispondiElimina
  53. Una scorsa a cloaca mi fa chiedere aiuto a qualcuno di voi (uno a caso: Vitalogy... ahahahahahahahahah!) per ottenere password di lettura del post del Senese: mentre giro la chiave nella toppa della porta, chiusa a tripla mandata, chiavistello e catenella, mi assonno infatti invincibilmente. Per il resto, incomprensibile aggressione di Domenico a Zemanviola: intanto quest'ultimo non si è mai atteggiato a Joyce dei poveri (e che c'entra poi Joyce con lo stile di Zemanviola? Ma siamo sicuri che il romano sia sceneggiatore?) né ha mai ambito a riconoscimenti del suo genio che da chiunque sia sensibile all'intelligenza pura gli vengono tributati spontaneamente; in secondo luogo, l'invidia è madre di tutti i vizi; in terzo luogo, quando ci si confronta con un gigante dell'ironia quale è Zemanviola, per non essere asportati letteralmente dalla replica non bisogna proprio essere plumbei come lo è Domenico da sempre; infine, l'apologia di un post di meri insulti (davvero "sergenteschi"), vergognosamente pubblicato da quel cazzo di redazione, fa pensare che contumeliante e apologeta del medesimo siano la stessa persona e comunque chi frignava per i post (ghirigori al quadrato) che Cinghia de Lope (probabile Pollock) gli riservava non si capisce come possa considerar giulebbe quattro righi di volgarità inarticolate e senza rapporto con nulla (ma è vero che cloaca è frequentata da bruti arboricoli come Deyna e non ci si può quindi attender di meglio... ahahahahahahahahahah!).

    RispondiElimina
  54. Parallele Re(e)d/black:

    - 27/10/2013, morto Lou Reed.

    28/10/2013, Balotelli "Con chi giocava?"

    RispondiElimina
  55. Nel suo sbrodolìo almeno una cosa giusta la dice il senese. Sul goal del Chievo tutti a sparare su Savic che in realtà la figura del piccione la fa, ma Cesar non fa mica l'ala destra e gli spunta da dietro. Chi lo doveva seguire? Quel cazzo del capitano dov'era? Nelle mie pagelle poi ho dato a Gonzalo la colpa di avere perso Thereau nel colpo di testa che per poco non ci costa il 2-0. Invece era Tomovic il colpevole. Mezzo voto che passa dall'uno all'altro.

    RispondiElimina
  56. Gonfia non c'è solo quello, anche se avere il massimo da uno come Cuadrado significa molto, c'è anche il motivo molto più ovvio che avendo Rossi e Gomez, appunto, devi usare le due punte, quindi il 4-3-3 classico te lo devi scordare.

    RispondiElimina
  57. Jordan era quello che volevo dire, sicuramente mi sono espresso male.

    RispondiElimina
  58. Il problema Cuadrado sarà presto sul tappeto. Tra i tifosi circola un grande desiderio di tenerlo, ma non so quante speranze ci siano. Sarà quindi carne non da cannone ma da plusvalenza.

    RispondiElimina
  59. Cuadrado non si può tenere, lo dicono tutti i difensori di Serie A.

    RispondiElimina
  60. Ieri Savic ha cappellato ben bene, ma anche se a caldo ho scritto che su di lui sto perdendo le speranze, credo invero che lo stiate sottovalutando. Acquisirà con l'esperienza il senso delle distanze e diverrà, grazie alle sue doti fisiche, un difensore con i controcazzi, anche in Viola.

    RispondiElimina
  61. Cuadrado non ha mai manifestato segnali che facciano pensare che voglia andar via. Con l'Udinese c'è armonia d'intenti e credo che sia possibile vederlo anche l'anno prossimo a Firenze, cosa che potrebbe far aumentare di molto il suo valore, specialmente in caso di una vetrina in Champions. Il suo procuratore poteva mettersi in mezzo anche quest'anno e non risulta che l'abbia fatto. Che rimanga con forte adeguamento contrattuale conviene anche a loro, perché si partirebbe, per la contrattazione con un top club, da cifre d'ingaggio molto superiori l'anno dopo. Nessuno proporrebbe tre milioni ad un giocatore che ne guadagna meno di mezzo. La stessa Udinese ha tutto l'interesse a massimizzare e ,non essendo un club in difficoltà, potrebbe attendere ancora per ottenere di più.

    RispondiElimina
  62. Vero Jordan;mi riferivo non tanto al particolare(un primo tempo ogni tanto)ma al complesso.Secondo me quest'anno siamo molto ma molto più concreti.Senza EL e senza infortunati eccellenti(vedi Gomez) saremmo quasi al pari della Roma...pensa un pò come la vedo io..

    RispondiElimina
  63. Deyna, mentre tu vai di liana in liana su cloaca io sono qui con Jane: ti stiamo scrivendo una cartolina, sull'amaca... ahahahahahahahahah! Due cuori una capanna... ahahahahahahahahahah! Se poi incontri un indio denutrito che si spaccia per discendente di italiani mettigli un anello al naso e sembrerà quasi un negro africano: tanto, a i' cine di Montecarlo le razze inferiori sembrano tutte uguali... ahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  64. Non mi distrarre, sono intento nella misurazione dei crani e nel controllo della dentizione.

    RispondiElimina
  65. Purtroppo Gat per dissetarsi beve Lambrusco a garganella.....

    RispondiElimina
  66. O Pollock, e il fatto che noi tifosi uomini possiamo pisciare in piedi non lo consideri?

    RispondiElimina
  67. Ho trovato questa ricetta per la paccottiglia vegana di questa sera: fagioli tondini (lessati con sedano, aglio, carota, cipolla e rosmarino) su passato di zucca.

    RispondiElimina
  68. Le mutande possono costare 10,00 euro da Tezenis per una confezione da
    tre.

    RispondiElimina
  69. Chiarificatore28 ottobre 2013 18:41

    Che giornata del portiere!


    http://www.youtube.com/watch?v=NtBWefg5md0

    RispondiElimina
  70. Su Savic, a mio modesto parere, state prendendo un grosso abbaglio e salvo solo Antoine che su di lui nutre, sempre a mio modesto parere, fondate speranze che sia un'ottimo difensore. Di sicuro l'unico di prospettiva che abbiamo oggi in rosa. E' un '91, è stato tenuto un anno in naftalina al City ma non significa perché sia scarso, non ci hanno creduto, succede a mille giocatori l'anno di non trovare spazio in una squadra ed esplodere in un'altra. Giovani così devono giocare e dargli tempo di maturare, non si nasce tutti Cannavaro, Nesta o Thiago Silva che sono buoni a poco più di venti anni ma si può diventare dei Vidic o dei Therry anche dopo i 24 o 25 anni. I margini di miglioramento sono tantissimi, sull'uomo è quello che sa coprire meglio di tutti, fisicamente non lo sposti, non è lento e non si fa sorprendere facilmente da dribbling, contate in quanti lo puntano cercando di scartarlo, contate le partite e ditemi in quanti gli sono andati via palla al piede. Non è (ancora, e forse mai) un fenomeno di testa ma non direi che lo sia nemmeno Gonzalo e taccio su Roncaglia e Tomovic, qui svetta Compper; non è un asso sulle diagonali (ancora e forse non sarà l'arma migliore) ma mi sembra che dormite colossali le abbia fatte anche il beneamato Gonzalo, e non parlo degli altri dove nessuno eccelle in questa virtù, ma lui, a differenza di tutti gli altri, ha un'età e dei margini di crescita notevoli, può migliorare, gli altri no, quello che danno è quello. Non farei mai cassa con un '91, soprattutto in quel ruolo dove di buoni c'è penuria e vanno cercati con il lanternino. S'invoca un buon centrale forte di testa, che serve, eccome, ma non è lui la pedina da sacrificare. In questo ha ragione terim su cloaca, non si sa quali agganci abbia Pasqual in cielo, sufficiente nelle partite in discesa con un cross ogni 25 a segno e dannoso, nocivo, virulento quando deve dar manforte alla difesa, pure il rinnovo ha firmato. E' Savic il brocco ?! Davvero si pensa sia il peggio del pacchetto arretrato ?! Mi sbaglierò ma penso esattamente l'opposto, ovvio che possa prendere un abbaglio.

    RispondiElimina
  71. Africa tra Lud e Lou Reed



    DKNE, per me giocar male = non creare occasioni. Ero sugli spalti contro
    Catania e Cagliari e si é giocato male, come col Grasshoppers dove
    abbiamo sofferto come bestie, come l'orribile match con la Lazio, come
    il primo tempo col Parma, come un'ora coi gobbi e come ieri. Ora,
    nessuno vorrebbe match come contro il Pescara, ma la vittoria 9 volte su
    10 passa attaverso un gioco veloce, non noioso, ed efficiente che per
    brevità definiamo bel gioco. Lo scorso anno lo avevamo, con poca
    concretezza é vero, ma davanti gli attori erano quello che erano. Ora
    che ci son Rossi, e poi Gomez, la casella deve essere riempita e non
    necessariamente posta come alternativa al bel gioco, ma complementare.
    Noi siamo lontani da questo traguardo e ho elencato i tanti esempi che
    ne fanno un consuntivo. Le cause sono per me abbastanza inspiegabili,
    anche se la disamina di MC ha molto senso, soprattutto inerentemente
    alla corsa, quindi pressing e proposizioni, attualmente siamo statici,
    non dettiamo il passaggio e chi ha il pallone tra i pedi o fa il
    passaggino o si deve inventare il dribbling. Il grande gioco della Roma
    non e' niente altro (non per smitizzarlo, eh) che lo smarcamento dei
    senza palla fatto con estrema velocità, ed ovviamente questo risulta di
    piu' facile applicazione se fatto in contropiede. Noi che facciamo molto
    piu' possesso avremo piu' difficoltà, dunque serve molta piu'
    aggressività in fase di non possesso e variabili che liberano al cross o
    tiro. Ieri ho visto il Napoli, non che abbia fatto un partitone, ma in
    mezzo sanno salire a fare un ottimo pressing per poi ripartire, quindi
    bisogna cambiare regime, segnatamente a centrocampo.



    LELE



    P.S.
    La perdita di Lou Reed é per me dolorosa, era un mio preferito, ho
    ancora gli album originali Berlin e Coney Island Baby, canzone sublime.

    RispondiElimina
  72. Se lo vede il Calamai lo vuole subito questo Baumann!

    RispondiElimina
  73. Non ho detto che è il peggio del pacchetto arretrato, son tutti paoli trentotto, ad eccezione di Gonzalo che ha qualcosa in più di tutti anche se di testa, in difesa, non è un gran che nemmeno lui. Però se è quello che ha più mercato se fosse sacrificato per un centrale molto forte di testa tipo Dedè (che è pur sempre un '88) io ci starei. Per il goal di ieri l'ho ben detto che Cesar in teoria doveva essere di Pasqual che non so dove fosse, comunque anche Savic non è che sia andato a coprire un altro, è rimasto lì come un allocco a farsi anticipare.

    RispondiElimina
  74. La morte di Lou Reed e quella di Luigi Magni ha fatto sospettare che le iniziali Lu fossero particolarmente sfortunate e pericolose. Io non posso dire di essere al meglio: ho rotto gli occhiali, impattato con la macchina contro un marciapiede a causa di un colpo di sonno e mi sto non agevolmente muovendo tra la crisi del mercato e l'abilitazione nazionale. Aggiungiamo problemi di cuore di cui Foco non è l'unica vittima ancorchè più giovane. Ma insomma, diciamo che va e non rischio la vita.

    RispondiElimina
  75. Stefano Vienna, ti avevo promesso di informarmi su Prizio ed ho ricevuto le risposte, purtroppo per niente buone. Ha avuto un ictus una quindicina di giorni fa ed è stato operato per un edema. E' ancora in terapia intensiva ma dovrebbe uscirne entro la settimana. Insomma una bella botta anche se sembra che il pericolo del peggio sia passato e non sia più in prognosi riservata. Son rimasto basito, le nostre cazzate ci appaiono in tutta la loro piccolezza di fronte a queste situazioni della vita.

    RispondiElimina
  76. Chiarificatore28 ottobre 2013 19:53

    Forza Prizio.

    RispondiElimina
  77. stefano vienna28 ottobre 2013 20:12

    Grazie Jordan,
    l'avevo intuito, c'ho litigato spesso per colpa del Giubba,
    ma sempre con rispetto per la persona.
    Non mi sembra uno che rinunci a lottare, quindi speriamo bene
    e forza Prizio.

    RispondiElimina
  78. Auguri a Prizio.

    RispondiElimina
  79. Lud sei un rompicazzo e non vorrei leggerti sulla Riblogghita ma riguardo la salute spero che tutto ti vada per il meglio.

    RispondiElimina
  80. Auguri africani



    Vale anche per me, LUD, inarrivabile spaccacazzo, forse la medaglia d'oro
    piu' lucente se ci fossero gare, ma l'ultimo post ti ha riportato ad una
    dimensione umana. In bocca al lupo.



    LELE

    RispondiElimina
  81. Coraggio Lud, i momenti di senza vento nelle vele sembrano lunghi ma passano. Spero che i problemi di cuore abbiano esclusivamente una causa con le tette. Dai che (come ci hai ampiamente dimostrato ahahaha) sei fatto di duro travertino.

    RispondiElimina
  82. Rientro dopo cena e mi imbatto in notizie così...In bocca al lupo a Prizio, l'ictus è una bella botta. Quanto a Lud, dò fondo a tutta la mia scaramanzia: ti posso dire che, nell'ipotesi più infausta, ho già incaricato il miglior marmista della zona di incidere su una lapide di gran pregio, sotto alle due due date cruciali della vita, un enorme "4-3-3".

    RispondiElimina
  83. Troppo goffi e clamorosi per aver venduto la partita...Incredibile giornata no.

    RispondiElimina
  84. Ah ah ah! Anche un Giubba sei grande ci starebbe bene. Forza Zaller!

    RispondiElimina
  85. Deyna sei quasi pari a lui quanto a ottimismo eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  86. Chiarificatore28 ottobre 2013 21:24

    Una camminata sostenuta di almeno un'ora ogni giorno, una bella dieta vegetariana e passa tutto, dormirai anche meglio così eviterai di farlo al volante. Forza Lud.

    RispondiElimina
  87. Parallele atipiche:

    - Il proprietario di Youporn vende le azioni del sito per 100 milioni di dollari e il titolo schizza in borsa o, per usare il linguaggio tecnico, cums in bag.

    - Balotelli "Schizzo a comprare un pacchetto di azioni!"

    RispondiElimina
  88. Ad ogni modo, Ludwig, spero davvero tu possa superare presto questo momento (anche per tutelare chi ti incrocia sulla strada...).

    RispondiElimina
  89. Just a perfect day, qui, Lud. Ciao Lou. Auguri a Prizio e a tutti coloro che soffrono.

    RispondiElimina
  90. Lud, sai che ti considero un troll e una persona con cui è impossibile ragionare. Detto questo, è ovvio che spero che i tuoi problemi di salute si risolvano per il meglio. Hai carattere, riuscirai a superare qualunque cosa.

    Quanto a Prizio (mio coetaneo, se non sbaglio, tra l'altro), sono rimasto di sasso, spero riesca a uscirne bene.

    RispondiElimina
  91. interessante questo Pawel: mi incuriosisce, grazie

    RispondiElimina
  92. ho visto altri suoi lavori e mi ricorda il grande Quino per l'umorismo surreale e politicizzato. Geniale

    RispondiElimina