.

.

martedì 11 giugno 2013

Ramadanni

Colti dalla fretta, e io mi chiedo che fretta c’era maledetta primavera se poi la primavera non s’è ancora vista, oppure spinti da Marotta come nel calci in culo, spinti nel senso di comportamenti osceni, poco professionali, perché alla fine Jovetic si è dimostrato solo un povero sprovveduto dai piedi buoni e quindi ricco, e Ramadani più che Kissinger è sembrato un Bersani capace di trasformare tutto quello che tocca in oro Saiwa. Come se anche per fare i biscotti non ci volesse gente seria come Galliani o Bergonzi, e non proprio gli ultimi due stronzi. Errori di strategia ancora più marchiani se si pensa che sono stati scelti per scalzare certi marchigiani dalle loro posizioni, si è  fatto proprio il contrario di quello che si sarebbe dovuto fare, si è sbagliato in maniera così grossolana che a confronto il rigore sbagliato a Parma oggi sembra una prodezza. Ramadani è sembrato stratega una sega, e se Ljajic ha usato per un certo periodo più Nutella che buon senso, questi due hanno usato tutta la duplomazia della Ferrero, scartato uno a uno e a mani basse tutte le altre possibili soluzioni. Oggi i brufoli sui loro poveri volti martoriati sembrano impedire qualsiasi sorriso su uno sbocco sereno della vicenda, non hanno certo quel viso liscio come il culo di un bambino, piuttosto ce l’hanno smerdato proprio come il culo di un bambino, e l’uso dei pannolini per soffiarsi il naso porterà a un probabile irrigidimento su tutta la linea dei pannolini, perché sembra essere saltato l’accordo tra Cognigni e il procuratore raggiunto la settimana scorsa, e la dura reazione della proprietà a questo punto sembra essere quella di non volere più i giocatori della scuderia del genio della lampara. E questo non vuol dire che saranno venduti alle condizioni del duplomatico, no, le condizioni le detta sempre e solo la Fiorentina fino allo scontro muro contro muro. Ecco il fantastico risultato dello stratega uno sega, si è giocato una piazza come Firenze e a questo punto sembrano quindi sempre più verosimili le voci di Ilicic e Mario Gomez come sostituti. Ci dispiacerebbe per Adem ma del resto non ci si può fa ricattare da un cravattaro di periferia, poi se Ljajic ha un briciolo di riconoscenza e autonomia di cervello  firmi il rinnovo e rimanga, mandi in culo ramadani, altrimenti ci servirà per fare mercato, così come Seferovic, poi Ramadani porterà i suoi uomini in nuove società ben consce di mettersi in casa un galantuomo che manderà richieste di adeguamento di contratto anonime attaccando le cifre ritagliate dai giornali con la colla. Quello che fa specie è che in un mondo di professionisti dove girano cifre che fanno girare la testa, ci sia così tanta inadeguatezza, mancanza di preparazione, dilettantismo, tanto che ci rimane un dubbio se la mossa di Jovetic e Ramadani sia stato veramente un errore poi così marchiano, e cioè che Marotta gliel’abbia data a bere che quella sarebbe stata la strada migliore, oppure se l’hanno deciso spontaneamente ma con l’attenuante di averlo fatto dopo aver bevuto troppo. La Bice ci mostra il tavolo delle trattative di Ramadanni.

191 commenti:

  1. LELE



    LUD, io penso davvero che sei una brava persona, ma anche che ti metti in
    una condizione di essere criticato. Non so e per quale reazione
    psicologica tu debba esternare autoconsensi, autocelebrazioni, arrogarsi
    meriti, infallibilita'in stile Aldo Traversi. A vedere la partite,
    ognuno si fa le sue idee, le esprime e se poi le previsoni son giuste,
    come te, CHIARI, DEYNA ed altri (io pure) su Ljajic, mica ci dobbiamo
    sentire talent scout o denigrare chi non lo aveva previsto. O solo per
    questo sentirsi superiori. Ecco e' questo che non ti entra in testa e
    per reazione porta qualcuno di noi a trascendere. Credevi buono
    Ljajic... certo, c'era chi gli dava di magiatore di nutella, ok, ma se
    qualcuno aveva speso 7 milioni, vuol dire che quel qualcuno lo aveva
    scoperto prima e meglio.( tra l'altro lo stesso Corvino che te
    perculeggi ogni pié sospinto) Come ha detto il COLONNELLO, lo scopritore
    e'colui spesso dietro le quinte, quello che fa decine di visite
    infruttuose, ma poi dai e dai, trova il ragazzino nelle giovanili o
    scuole calcio, come, e qui mi do' il merito, vidi e segnalai io un tal
    Essien, ma stavo in Ghana, vidi almeno 20 allenamenti e partitelle in
    una squadretta del cazzo, ma se osservo Benteke e lo indico qui e
    altrove come top player solo per averlo seguito una dozzina di volte in
    PL, cosa vuoi che abbia scoperto? Credo che passi molto tempo davanti al
    pc e che tu conosca wiki e google a memoria, mentre il calcio e' altra
    cosa, e' capire se uno e' buono da un semplice stop o movimento, non
    leggere statistiche. Se poi, unito a questo, ti togliessi anche di
    dosso il cappotto di superbia e infallibilita', saresti ben accetto nel
    viaggio di ritorno nel pianeta di noi comuni mortali.



    Lele

    RispondiElimina
  2. Lele non ti confondere sei tu che hai iniziato sostenendo che dovevo abbeverarmi a quello che viene scritto qui da altri come se fosse la fonte della verità. Io ti ho risposto in due modi. Prima di tutto ti ho fatto notare che anche i cosiddetti esperti di questo sito commettono errori, e non da poco. Quindi se mi fossi abbeverato come tu suggerivi a quest'ora sarei morto avvelenato come quando nei western ti abbeveri nel deserto alle fonti avvelenate. In secondo luogo ho citato alcune persone del cui giudizio mi fido di più che di quello degli esperti del sito, e sicuramente la lista comprende Pradè Macia e Montella, ma anche Mondonico che in tv parla di calcio in modo sempre intelligente. Senza mai dimenticare Prandelli che a differenza di quello che si pensa qui ci capisce moltissimo, per cui il rapporto è tra una Ferrari e una 500 scassata. La conoscenza calcistica di chi scrive qui è interessante, ma fisse e aspetti emotivi di frequente prevalgono. E con le fisse secondo me nella vita non si va lontano.

    RispondiElimina
  3. cpòpnel.blimp11 giugno 2013 08:38

    Un Bersani capace di trasformare tutto quello che tocca in oro Saiwa... ahahahahahahahahahahahahahahah! Lud, nel finale del tuo post ti sei fatto il ritratto con l'autoscatto e sarà per questo che «nella vita non sei andato lontano». Sincerità per sincerità, ho sempre pensato che uno che non guarda le partite, che crede di commentarle attraverso citazioni strampalate rubate su net, che non sa leggere quel che scrivono le persone con le quali vuol dialogare (né si sa perché, visto che le disprezza, come ben emerge dal tuo ultimo post), che è incapace di ammettere l'errore e si compiace tronfiamente delle boiate che dice, che si contraddice nel giro di qualche minuto e poi si prodiga in goffe acrobazie per rimediare sempre poi scatafasciandosi al suolo, non presenti interesse alcuno, quantunque cerchi di monopolizzare patologicamente il sito con la sua presenza, a colpi di falsi casi, di boutades inconsistenti ma provocatorie, di qui pro quo, proprio come fa con Viareggiok. Qui, Lud, tutti pensano che tu sia un presuntuoso incompetente, puerilmente attaccabrighe e a compulsiva vocazione protagonistica. Tu vuoi stare fra noi per disprezzarci e per dispiegare il tuo ego smisurato ma di cartapesta. Mi sembra un matrimonio difficile.

    RispondiElimina
  4. Non sei andato lontano è abbastanza ignobile, detto da uno che non mi conosce e spia dai buchi di varie serrature come un guardone che non ha di meglio da fare. Per inciso a tutt'ora non conosco il tuo nome e cognome Blimp, non so che cosa fai e non mi permetto di giudicare la tua vita. Se mi fai conoscere curriculum e attività ti dirò se ti posso considerare uno intelligente o un cretino. Per una legge di reciprocità elementare, visto che si insiste sulla incompetenza mia, ho fatto notare che ci sono qui persone anche competenti ma molto troppo emotive. E le due cose non vanno d'accordo. Naturalmente le due componenti sono mischiate in misura variabile, ma nel tuo caso il rapporto è 99-1, laddove la prima cifra riguarda l'emotività.

    RispondiElimina
  5. Scusate, si critica tanto Lud che è solo un semplice appassionato come tutti noi, ma come fa un giornalista sportivo a dire che Denis è un'alternativa a Ilicic? E come fa a definire lo stesso Ilicic "centravanti"?

    RispondiElimina
  6. L'hai scritto tu di noi insultandoci, Lud, alla fine del tuo post e l'hai già dimenticato: ancora una volta, quindi, ti fai la foto con l'autoscatto. Se fosse vero quel che scrivi dimostrerebbe soltanto che io sono fallibile mentre tu ti ergi a infallibile e questo dimostra la tua affezione patologica e la totale inaffidabilità di tutto quel che scrivi, a l di là della nulla incompetenza in cose di calcio. Ripeto, non si capisce cosa fai su un sito dove disprezzi coloro coi quali vorresti dialogare: vorresti dialogare, ma in effetti imponi solo la tua presenza, Io non ho bisogno, peraltro, del tuo curriculum per giudicarti intelligente o cretino, Lud. Passi il tempo su net come un qualsiasi perdigiorno e non ci cavi pure nulla in termini di conoscenza, è solo espansione di un ego enfio e sbrindellato.

    RispondiElimina
  7. Bucchioni sostiene che abbiamo completamente rotto con Ramadani, per cui saranno ceduti tutti i giocatori della sua scuderia, inclusi Ljajic e Seferovic (anche Savic, aggiungo io, o sbaglio?).

    http://www.firenzeviola.it/?action=read&idnotizia=136329

    RispondiElimina
  8. Anto, se è così sarà un esito inevitabile e prevedibile. Ma si parla anche di un rilancio di offerta da parte della Juve (20 + Marrone, e cioè 24, dico io: lo vendano e poi se ne riparla), che forse può indicare un disgelo e un inizio (solo un inizio, c'è ancora strada da fare) di ragionevolezza da parte dei gobbi. Riprendono quota le piste Osvaldo e Aubameyang.

    RispondiElimina
  9. L'offerta 20 milioni + Marrone, considerata astrattamente, potrebbe anche essere una base da cui partire, magari può diventare 23 + Marrone oppure 26 e basta. Ma considerata astrattamente, come ripeto, visto l'embargo contro i gobbi per tutti i motivi già spiegati in questi giorni e visto che la linea dura (su cui sono perfettamente d'accordo) prevede che non ci siano margini di trattativa verso chi si comporta scorrettamente. Come sai, serve non solo e non tanto per il caso Jovetic, quanto per prevenire eventuali futuri casi simili.

    RispondiElimina
  10. Ieri sera Marino, a Sportitalia, conferma che il Gabbia torna a Bergamo per un anno: ancora purgatorio per il nuovo Sindelar (ahahahahahahahahahah!). Anto, se a frustate arrivano fino a 30 certo che glielo cediamo! Avremmo il desiderato economicamente e moralmente, tanta grana quanta Juju non vale (e l'inguaiamento tecnico di chi lo compra, che non avrebbe più quattrini per il reale bisogno, il bomberone) e l'umiliazione dei gobbi venuti a Canossa.

    RispondiElimina
  11. A 30 non ci arrivano, Blimp, in primo luogo perché non ce l'hanno, in secondo luogo perché anche loro si sono impuntati e non vogliono mostrare debolezza.
    Se poi sono talmente fessi da vendere Marchisio o Vidal per arrivare ad avere i 30 pippi, beh... cazzacci loro.


    P.S.: per me Jovetic vale anche più di 30 milioni, nonostante l'ultima stagione mediocre.

    RispondiElimina
  12. Stiamo a vedere, Anto, intanto hanno alzato l'offerta. Noi dal Piave non ci muoviamo. Ma quel che si tende a sottovalutare è la lunghezza del mercato: quasi tre mesi, ancora. Madè aspetta che il cadavere passi, dalla sponda del fiume. La nostra posizione è più comoda di quella della Juve, con le sugose comproprietà e coi vari Vargas & C. tornanti dal prestito faremo soldi per il portiere, per un'alternativa di destra laterale e per un bel centrocampista di panca se, come sembra, la grana Pek rientrasse. A quel punto, se Diegone non fa anticipo di cassa, rimarrebbe in piedi il busillis del centravanti, ma quello rimarrà in piedi fino agli ultimi quindici giorni per un sacco di big. Ora si gioca al surplace su pista, gioco al quale partiamo coi favori perché abbiamo il miglior occhio (Macia) e il miglior sparigliatore (Pradè).

    RispondiElimina
  13. Neto e qualche centesimo per Agazzi è dato da tutte le fonti, Anto, per il dispiacere tuo e di Buana. Anche mio, seppur forse non così acuto. Le noie con Ramadani impongono evidentemente un'esposizione finanziaria più modesta che per Alves o Sommer, che stanno filando sopra i 6 iniziali.

    RispondiElimina
  14. L'editoriale di ieri merita una postilla, tra piazza della Passera, Passerá, etc. Tra due, tre o quattro passere occorre comunque un uccello, ma non Paolo Uccello, pittore tra i più grandi e neanche Uccello il bomber canadese che furoreggiava tra Toscana e Piemonte in Serie D, dieci anni fa...Stamane siete sull'avvelenato andante, dimenticando che siamo tutti tifosi della viola, anche se nei vostri scritti appare netta, quasi fascista (ah ah ah ah ah ah ah) la distinzione tra "il" tifoso viscerale, sanguigno della Fiorentina e "un" tifoso che tifa la Fiorentina. Io penso che LUD occorra, con le sue tesi, come esercizio quotidiano, dialettico per mettere alla prova soprattutto la tenuta dell'aorta, di vasi sanguigni e per mettere il nostro cervello nelle condizioni di fare un po' di flessioni, più che riflessioni (quest'ultimo le lasciamo a Balotelli, eh eh eh eh). Siamo in un blog democratico, rischiamo di diventare regime se non siamo tutti a regime con gli argomenti? Il Milan pensa a Regini, noi liberammo Reginaldo, anche rimpianto da Cagaldo...dov'é l'errore? Spacciare degne comparse per attori protagonisti. Qui siamo tutti protagonisti e tutti spettatori, nessuna circonvenzione d'incapace come succede sul sito-matrigna ma spacciare un Gabbiadini per gabbiano, un Astori per astore non significa volare alto, significa volere altro:gabbarci. Non essendo noi Gabbanelli indagatori, non avendo fama come Caló e la sua gabbianella col gatto (pur sopportando Gat) pensiamo siamo meglio fidarsi degli addetti ai lavori; fare lo boy-scout non é come fare il talent-scout, rischi di prendere una Manon Lescaut in luogo di un Manolo Gabbiadini, e la sinfonia non é la stessa! (Garantito 100% Sopravvissuto)

    RispondiElimina
  15. Anche per me Jovetic vale più di 30, e poichè tale cifra la ritengo una svendita, spero almeno che vada all'estero. Non credo molto all'indiscrezione di Bucchioni (via tutti i giocatori di Ramadani), negli ambienti in cui ballano interessi economici si litiga e si fa pace nel nome dell'opportunismo (a parte forse Corvino). Anche l'anno scorso parlavano più o meno così quando Ramadani portò Berhami al Napoli, poi ci portò un sacco di soldi per Nastasic e iniziammo il campionato con 4 giocatori suoi.

    RispondiElimina
  16. Ragazzi, si può anche considerarlo superiore ai 30 milioni ma poi occorre trovare chi li dà. Il prezzo lo fa chi compra, non chi vende, in regime capitalistico (nell'altro, Buana spacca pietre da mane a sera... ahahahahahahahahahahah!)

    RispondiElimina
  17. Vita, anch'io sono un po' scettico sulla reale volontà di rompere definitivamente con Ramadani (non conviene né a noi né tantomeno a lui), penso comunque che fare la faccia dura alla lunga servirà.

    RispondiElimina
  18. Dunque allora secondo Bucchioni, per decisione esplicita di Diego Della Valle vanno via Ljajic, Seferovic, Jovetic. Non so se anche Savic. Ljajic, si era capito, va al Milan. Gli altri due non si sa. Secondo Bucchioni questa decisione sarebbe condivisa da tutti i tifosi e la prova consisterebbe nei numerosi abbonamenti sottoscritti ieri. Già: ma ieri la notizia non era ancora nota. E comunque personalmente ritengo drammatica questa scelta, perchè si aggiunge all'addio di Pizarro e alla più che probabile messa in stand-by dell'affare Cuadrado. La perdita di Ljajic e il suo approdo al Milan, squadra con la quale certo non siamo in buoni rapporti, la considero un errore spaventoso. Ma non mi priverei neppure di Seferovic. I nuovi arrivati potrebbero anche rimpiazzare degnamente chi va via. Chi sperava nell'apertura di un ciclo però non può che essere profondamente deluso. Quindi ribadisco: Diegone, se le cose vanno così, me lo mangio a colazione.

    RispondiElimina
  19. è un gran figlio di Marotta

    RispondiElimina
  20. Il discorso è complesso, oltre a volerci tenere sotto, sono attirati come mosche dal miele. Piace il nostro gioco, piace il tecnico, piacciono diversi grandi giocatori che abbiamo. Se poi si può prendere un Ljajic a dieci e sbolognare un El Sharawi a trenta o quaranta, beh, credo che Galliani non se lo faccia ripetere due volte. Qui bisogna capire se siamo in grado di rilanciare e tenerci il giocatore, oppure ci tocca Ilicic comprato a 15 anche se poi con un ingaggio inferiore all'ex Nutellla, d'ora in enunciabile come fondente nero Lindt con l'80% di cacao.

    RispondiElimina
  21. Anche il Milan che vende El Shaarawy, cioè il miglior giovane italiano, non lo vedo molto bene, comunque.

    RispondiElimina
  22. Qui si danno per certe cose tutte da verificare: che a Bucchioni abbiano dato dritte giuste e reali sulla volontà dei DV di liquidare tutti i giocatori di Ramadani, che il Milan trovi da vendere El Shaarawy a 40 milioni, ecc ecc. Bucchioni tutti noi lo ricordiamo perché l'anno scorso ne ha azzeccata una, in mezzo a una marea di cazzate/inesattezze/indiscrezioni che gli mettevano in bocca per lanciare messaggi [come ora, credo]. L'ipotesi di un Della Valle irrazionale che decide di far fuori Ramadani, giocandosi tutto il meglio del mercato slavo, la trovo non solo irreale, ma surreale. Che ci sia qualcuno sano di mente - tranne un paio di sceicchi scialoni - che possa anche solo pensare di investire 40 milioni in un giovane che in carriera ha fatto solo un buon girone di andata [El Shaarawy], lo trovo altrettanto irrealistico. Un po' come se qualcuno venisse a offrirci OGGI 40 milioni per Ljajic. Io temo solo i bastoni tra le ruote e gli allungamenti dei tempi di mercato causa caso-Jojo, con conseguente possibile perdita di occasioni se DV non anticipa i soldi. Ma quanto alle partenze sono convinto che alla fine resteranno sia Ljajic, che Pizarro e Cuadrado. Roncaglia e Savic non so, dipende da come li vede Montella, e se c'è bisogno di far cassa per finanziare altre operazioni. PS: Courtois, Jordan, non lo citavo in chiave viola, è inarrivabile, dicevo solo "Magari trovassimo uno così!". Il portiere mi sembra lo stiamo un po' sottovalutando, è un ruolo essenziale, io punterei deciso su Diego Alves.

    RispondiElimina
  23. Si ma lo sostituisce con un certo Ljajic che è forte uguale e costa 1/3. Riesce però a offrirgli un ingaggio superiore a quello che gli diamo noi, lì sta il problema. Il Milan si sta attrezzando per copiare il nostro modulo 4-3-3 e punta a Cerci a destra e Ljajic a sinistra. Noi invece, a sentire le voci in giro e a leggere qui, Anto, a) cambiamo modulo, cioè il modulo da tutti invidiato per indirizzarci verso moduli assurdi b) vendiamo i giovani per comprare i vecchi.

    RispondiElimina
  24. Che il Milan punti Ljajic mi pare evidente e molto chiaro alla luce del modulo previsto. El Sharawi potrebbe avere mercato e quindi essere spendibile se non a 40 come si è letto anche a venti, e sarebbe sempre sontuosa plusvalenza per Galliani.

    RispondiElimina
  25. Scusate concludo. Il 4-3-3 viola è piaciuto a tutti, Galliani ci impazzisce e Conte si prepara a farlo con mutamenti adeguati nella rosa. Noi invece dovremmo giocare con il trequartista o con altri moduli astrusi come quelli da te proposti Deyna. Oppure liquidare Ljajic, ossia il giocatore attorno a cui si giocano le nostre problematiche tattiche.

    RispondiElimina
  26. Ma Galliani non sta per comprare Tevez (ai soliti prezzi di saldo) per sostituire il Faraone?

    RispondiElimina
  27. Bucchioni parla di Ljajic al Milan e a me torna. Galliani non è così fesso da prendere Tevez, ormai da un paio d'anni il Milan fa la politica dei giovani. Vedi Saponara dell'Empoli, che mi è piaciuto molto nell'under.

    RispondiElimina
  28. «A leggere qui», Lud, a) cambiamo modulo, cioè il modulo da tutti invidiato per indirizzarci verso moduli assurdi b) vendiamo i giovani per comprare i vecchi???????????? E dove lo si legge, sul sitollock?????????? Le voci le sentono a Lourdes, poi, quando e se le sentono. Su Buk, nuovo vangelo, Deyna rafforza quanto scrivevo, se infine compriamo Ilicic a 15 milioni (della serie: Il Berlusca legge Kant in originale per ammazzare il tempo in aereo) mi mozzo di netto l'uccello e mi candido a voce bianca. Comprare il Faraone a 40 sarebbe invece una follia ai miei sensi, ma possibile, ma da mercato inglese, ma tipico abbaglio dei loro per quel tipo di giocatore: per il Milan sarebbe una bazza inumana e darebbe occasione di seria ripartenza. Circa Cerci: la comproprietà la vinciamo noi, il Toro non ha gli sghei e noi non cederemo Cerci al Milan (se parte Nutella lo teniamo, altrimenti all'estero), tutto finisce qui. Sui moduli astrusi proposti da Deyna, un altro dei coglioni del sitollock, amerei essere aggiornato, non ne so nulla. Che Galliani, allenatore del Milan, impazzisca per il 4-3-3 lo saprà magari chi lo spompina, non so come fai a saperlo tu: ad ogni modo il meglio, quest'anno, lo abbiamo dato col 3-5-2, a mio avviso, e fu il meglio anche di Prandelli, all'Europeo.

    RispondiElimina
  29. http://www.gazzetta.it/Calcio/Squadre/Milan/10-06-2013/milan-tevez-ritorno-fiamma-galliani-el-shaarawy-resta-20550128575.shtml

    http://www.corrieredellosport.it/serie_a/milan/2013/06/10-324506/Galliani%3A+%C2%ABMilan+su+Tevez.+E+lui+non+mi+tradisce...%C2%BB

    http://www.calciomercatonews.com/ultime-notizie/2013/06/10/calciomercato-milan-le-ultime-novita-sulla-trattativa-milan-tevez-ecco-gli-aggiornamenti/

    RispondiElimina
  30. Tevez è un gran giocatore, ha 29 anni, nell'affare col faraone di corsa o prenderei. E poi, Di Natale dovrebbe andare bene, con 8 anni in più, e un Tevez farebbe schifo? Ma via! Una squadra è un sapiente mix di vecchi e di giovani, Tevez è un campione.

    RispondiElimina
  31. «lo prenderei».

    RispondiElimina
  32. Non c'era bisogno delle tue tre fonti esplicite, Anto: Tevez è un vecchissimo pallino di Galliani e direi di tutti coloro che amano il calcio.

    RispondiElimina
  33. Lud, l'impeccabole lavoro che ha svolto la società e che ha permesso poi a Montella e alla squadra di raggiungere risultati e bel gioco, dimostra in maniera indelebile che in Fiorentina non ci sono dei coglioni.

    RispondiElimina
  34. Differenza tra le due operazioni: da un lato un ventinovenne, con ingaggio spaventoso e prezzo di acquisto che se anche stracciato resta imponente. Dall'altra un ventunenne con oltre dieci anni di carriera davanti, ingaggio e prezzo di acquisto abbordabili. Rendimento probabilmente tutto a favore del giovane.

    RispondiElimina
  35. Sopra personalmente non ho niente contro Lud e non giudico la persona come qualcuno fa in maniera impietosa e pesante, giudico alcuni suoi scritti, alcune sue teorie, vere e proprie fisse in alcuni casi, per il resto c'è di molto peggio a giro per il web, di persone, quelle si, veramente orribili. Lui non lo è.

    RispondiElimina
  36. Ma mica sarebbero alla pari! Sul prezzo d'acquisto aspettiamo di vedere la quantificazione, mentre sull'ingaggio tutti parlano di riduzione da parte del giocatore. Il Faraone per ora è un interrogativo, che per 40 milioni scioglierebbe chiunque, mentre Tevez è buono per vincere sùbito, non muore per un intero girone di ritorno, e mi fa un bel po' di altri anni ad altissimi livelli. Così ragionano le grandi squadre e così Galliani si sta infatti orientando, come Anto ha documentato, mentre i discorsi sui dieci anni per un giovane al giorno d'oggi non hanno più senso, nessuno resta più dieci anni in una squadra, il calcolo deve essere fatto su tempi più brevi di successo. Comunque, anche Galliani è un coglione, possiamo farci la croce.

    RispondiElimina
  37. stefano vienna11 giugno 2013 11:52

    Colonel, Cerci al Milan per uscire dall'accerchiamento potrebbe essere uno dei mali minori...


    Lud, la tua sembra più una sindrome d'accerchiamento che una profezia alla Cassandra, guarda che il Milan punta anche Montella se è per questo...

    RispondiElimina
  38. Il procuratore di Ralf lo offre alla Fiorentina, ma sulla base di 10 milioni l vedo male.

    RispondiElimina
  39. Il modulo astruso sarebbe, Colonnello, un 3-4-1-2, in cui vedrei due difensori di classe, fisico e forti di testa [Mario Fernandes e Orban] a coadiuvare il regista arretrato Rodriguez; Pizarro e Borja a centrocampo [con un'alternativa alla Ralf, magari, per i momenti di difficoltà]; Cuadrado e Alonso a fare i treni di fascia [uno più offensivo, l'altro più difensivo]; Ljajic/Aquilani a fare il trequartista, centrocampista avanzato che si inserisce; Rossi/Ljajic a fare da spalla mobile al nuovo centravantone [Negredo, Osvaldo o chi per loro]. Tevez è da vedere se ha ancora voglia di giocare: se sì, è un campione, in campo dà tutto, e porta quantità industriali di grinta. Incomparabile con El Shaarawy, che in campo internazionale per ora è un signor nessuno.

    RispondiElimina
  40. Stefano, no, sarebbe un arricchimento tecnico per una società che è alle corde, che è nostra scorrettissima concorrente e che può sperare solo in un colpaccio come quello dei 40 milioni per un ragazzino d'incerta grandezza per uscirne. A meno che non si parli di cifre che certo il Milan non vuole e non può sganciare.

    RispondiElimina
  41. Sì ma sono altra cosa rispetto ad Agazzi ed inoltre ci perdi Neto che è anche lui meglio di Agazzi. Ti sembra di non spendere niente o poco ma i conti li farei l'anno prossimo quando si vedrà quanto vale Neto. Se lo fanno mi sembra un affare del cazzo, un bel segno "-" nel compito del duo Madè. Al massimo ci vedrei uno scambio di prestiti o di comproprietà.

    RispondiElimina
  42. Cazzo, Deyna, ma se tu sei un coglione allora lo sono anch'io... Solo ritengo che ci vorrebbe un po' più di sostanza nei due centrali di centrocampo, in quel modulo, o almeno in uno dei due (l'occasione, se il Pek va via: ma gà Mati sarebbe più idoneo, per fronteggiamento e recupero palloni).

    RispondiElimina
  43. Il faraone non vale 40 milioni ma una decina meno, possibile che si passi per gioielli solo quelli che orbitano intorno al pianeta viola ?! A memoria, uno come il faraone che fa quello che fa lui a 20 anni non lo ricordo, non è forte, di più. Quest'anno ha giocato tantissimo, e con un problema al ginocchio, ha fatto 19 goal e una sporta di assist, se li faceva il Nutella si era ad idolatrare il nuovo Messi, cerchiamo di essere obbiettivi. Anche io la vedo dura un DDV piccoso al punto di far fuori l'intera scuderia Ramadani, si può impuntare per un giocatore, e lo sta facendo, che faccia carte quarantotto per altri tre non rientra nel suo stile e non appartiene alla sua intelligenza, a meno che non gli convenga. Sul numero dei nemici di cosa vi meravigliate, ci massacravano ai tempi d'oro per portarci via un Baggio o un Batistuta quando potevano o glielo lasciavamo fare, oggi con 3 posti in CL, una squadra come la nostra che ha dato dimostrazione di poter lottare a podio sempre, può veder migliorare certe condizioni ?!

    RispondiElimina
  44. Anto la vedo come te, meglio rischiare di perdere l'accerchiamento che esser servo delle strisciate come Preziosi e Zamparini, che pur svendendo la dignità al discount mi pare conseguano risultati sportivi inferiori ai nostri. Ho dato un'occhiata ai post di ieri sera: Sopra, il posto in cui eri a mangiare si trova a mezzo chilometro da casa mia, come la fanno la bistecca?

    RispondiElimina
  45. Colonnello, ma se Marrone vale 7/8/10 milioni, Ralf ne vale 30, ahahah. Scherzi a parte, per un mediano nemmen io spenderei 10 milioni oggi, ma sui 7/8 lo prendo, per me è un grosso giocatore.

    RispondiElimina
  46. Deyna, tutto dipende dal Pek.

    RispondiElimina
  47. stefano vienna11 giugno 2013 12:06

    Valuto Cerci diversamente, a me non convince. A qualcuno bisogna pur venderlo e non penso che abbia mercato all'estero. E in Italia a chi lo vendi? Certo, se poi mi sbaglio e Cerci è veramente un crack, allora ti dò ragione.

    RispondiElimina
  48. L'agente di Ralf dice che non ha più sentito la Fiorentina, penso sia una pista abbandonata.

    RispondiElimina
  49. E poi ti arrabbi se ti offendono. Perchè un giornalista chiaccherone usato come megafono dice una serie di cazzate tu ci credi e dai addosso a DV! E' gioco delle parti e fare la vice grossa ad un certo punto è bene. Ramadani ha pisciato fuori dal vaso e deve saper che ci ha fatto incazzare, che, se vorrà la guerra, guerra sarà e di quella dura. Ora, gli conviene? o sarà meglio per lui fare due conti e considerare che quel che prende come percentuali ufficiali dai rinnovi o dai nuovi contratti dei tre ripaga il fuori busta del guercio e non presenta pericoli di sorta? Chi è più forte vince e chi si caga sotto lo piglia sotto la coda. Dicono che per Ljajic la richiesta sia per ora fuori dal mondo. Non so quanto sia quindi non posso giudicare, io più di 1,5 non gli darei, se no va sul mercato, ma senza manfrine, perchè l'alternativa è un altro anno, l'ultimo, a 700000 e con parecchia panca e tribuna, perchè si deve pensare, sin d'ora, a chi lo sostituirà. Dopo un anno che non gioca e si rigonfia di Nutella vediamo se Gallani gli dà sempre quel che gli ha promesso. Di fronte a questa visione probabilmente scende a più miti consigli che è il fine di tutto e quanto più conviene a tutti.

    RispondiElimina
  50. Sicuramente è a rischio anche Montella. Escludo che Fester prenda in carico Tevez (18 milioni di euro di ingaggio!!).

    RispondiElimina
  51. Infatti lo prende se riesce a convincerlo a ridursi l'ingaggio. Può farcela.

    RispondiElimina
  52. Colonnello, Di Natale va bene per un anno, massimo due, Tevez che prende 11 milioni netti d'ingaggio non ti va bene nemmeno per un mese! Oltre tutto Totò è una persona seria, amico di Montella, è sicuro che darà tutto quel che gli rimane e siccome anche quest'anno, a 36 anni, ha fatto 23 gol, non sembra poco. Sulla serietà professionale di Tevez avrei qualche dubbio in più. Per il City è un problema, carissimo e quasi inutilizzabile, infatti lo offrono a destra e a manca. Problema, l'ingaggio incredibile che gli han dato. Per noi non esiste, spero che vada alla Juve così gli pianta qualche casino e a Conte casca anche la parrucca.

    RispondiElimina
  53. Tra parentesi, il Milan stava per prendere Tevez già nel gennaio 2012, con i soldi della cessione di Pato al PSG, poi si mise di mezzo la Barbarona che si oppose alla vendita del suo paperotto, per cui saltò tutto e il Milan ci rimise lo scudetto.

    RispondiElimina
  54. Ma anche se se lo dimezza, il Milan ci paga 4 Ljajic con 9 milioni.

    RispondiElimina
  55. Caro Stefano, se ne parla perché c'è la prospettiva di riduzione d'ingaggio. Di problemi, Tevez, ne crea soprattutto agli avversari.

    RispondiElimina
  56. Il problema, nel calcio, è l'ingrediente che ti serve per vincere, caro Stefano.

    RispondiElimina
  57. Sinceramente a me Cerci non sembra un crack. E' un buon giocatore con un bel tiro, una bella progressione, ma fa sempre il solito dribbling e non torna mai a sostegno del centrocampo. I difetti che aveva quando giocava nella Fiorentina li ha avuti anche quest'anno nel Toro. Per me è giocatore da squadre di media fascia. Certamente posso sbagliarmi, ma così la vedo.
    El Sharawi a 40 milioni io lo incarterei e lo porterei a braccia a destinazione, anche se, sempre a mio parere, vale molto più di Balotelli, il giocatore più sopravvalutato d'Italia.

    RispondiElimina
  58. Tevez al Milan può andarci per 4,5-5 netti all'anno, e sa benissimo che svincolandosi dal City non prenderebbe più un simile ingaggio da nessuna parte, perché non li vale. Ljajic si parla, parlate, di dargli dai 2 ai 2,5 mln netti, e son 5 lordi l'anno, troppi per la Fiorentina con i bilanci attuali per un ventenne.

    RispondiElimina
  59. Il faraoncino ha smesso di essere tale dopo aver assaggiato quella cosina che, a chi non è abituato, può dare tanto alla testa quanto alle gambe. Io leggo di scenari catastrofici, con i migliori giocatori sparsi nei ranghi delle nostre nemiche giurate, con procuratori come Ramadani, cioè il depositario di tutto il talento slavo, messi alla porta per sempre. Scusate ma mi sembrano cosine uno zinzino esagerate. Se si cerca uno come Gomez (che non mi fa impazzire ma di cui non posso contestare il prestigio), mi sembra limpido che le ambizioni della società siano esponenzialmente cresciute. O compriamo Gomez, lo ricopriamo di soldi e poi gli mettiamo vicino la primavera? Bucchioni e c. devono riempire tre mesi di giornali, cosa difficile per chi deve scrivere di tutte le squadre, figuriamoci per chi deve raccontare di una squadra sola tutti i giorni. Fortunatamente da parte dei D.S. arriva solo tanto silenzio. Silenzio che suona alle mie orecchie come la Primavera di Vivaldi. L'attacco che ci viene portato dalle merde rosso- bianco- nere è conseguente alla nostra crescita, però è un attacco privo di proiettili che non siano a salve. Il Milan, a seguito della sua posizione debitoria è OBBLIGATO a cedere per fare mercato e tanto realizza, tanto può spendere. Allo stato dei fatti può prendere solo svincolati, altro che la metà di Cerci! La Juventus ha ancora in carico le comproprietà, non ha nulla da esporre al banchetto del mercato e l'ultimo C.D.A. approvava un bilancio con un'esposizione già molto ampia. Volevano Jovetic pagandolo con gli esuberi, pensando di stare a parlare con una manica di deficienti e invece se la sono presa in culo. Berbatov non rimarrà un caso isolato ma stavolta sappiamo come si muovono. Marotta non ha capito che per essere Moggi non basta la bruttezza. Io non so voi,ma tutta questa paura che vedo attorno alla Fiorentina mi fa un effetto che manco il Viagra.

    RispondiElimina
  60. stefano vienna11 giugno 2013 12:22

    Comunque se devo entrare con lo stendardo di famiglia in questa discussione, il mio più che personale punto di vista è che non stiamo facendo i conti con la vera variabile impazzita di questa vicenda: il vero valore di Ljajic. Ljajic potrebbe diventare uno dei giocatori più forti in Europa, leggo di Bale che vale (?) 100 milioni, ecco immaginatevi Ljajic fra tre anni. Naturalmente questa è una valutazione che devono fare Pradè, Macia e Montella, la mia è basata su una sensazione che mi accompagna da Roma-Fiorentina dell'anno scorso. Ma il punto è un altro: se ti ritrovi con uno dei giocatori più forti dei prossimi dieci anni col contratto in scadenza di un anno, sei messo molto, ma molto male. E' forse uno dei più strani scherzi del destino mai verificatesi nel calcio pensando a cosa si diceva di Ljajic un anno fa. Non so se preferisco essere nel giusto o essere un tifoso fuori di testa.

    RispondiElimina
  61. Anch'io ma non lo nomina più nessuno, il che potrebbe anche essere buon segno (come no). D'altra parte non facciamo il mestiere degli scopritori di talenti ed il trovare un Thibault Courtois nel Genk non è nelle nostre prerogative. Ma con Diego Alves starei tranquillo.

    RispondiElimina
  62. Il problema è che quei soldi il Milan non ce li ha. Ai figli di Berlusconi del Milan non gli può fregare di meno e non vedono di buon occhio che il padre continui a spenderci.
    Il Berlusca continua a tenere il giocttolino, ma va da sé che la sua passione è scemata già da tempo.

    RispondiElimina
  63. Quando si vede un giocatore di vent'anni con la maglia viola addosso fare un'annata buona si ha sempre la speranza/certezza che sia il futuro crack del prossimi dieci anni. E si tende a sminuire quello che fanno altri, da altre parti, alla stessa età, con numeri nettamente migliori, in tutte le statistiche. Io spero che Ljajic sia fortissimo, e che rimanga in viola, ma dare a un giocatore così 2 mln l'anno o di più è pura follia, se non si ripete su questi livelli dopo è un cancro che non estirpi più, se non rimettendoci, sia a bilancio sia di cartellino. Serve una riconferma, che ci sarà, ci spero, chi lo nega, ma può darsi anche sia stato un picco di rendimento che non garantirà per periodi lunghi o tutte le stagioni, ci sta pure quello. Prima di fare paragoni con giocatori già affermati, tipo Bale, pensiamoci bene, l'inglese ha già fatto vedere, non mezza stagione, cosa vale, il nutellino deve ancora mangiare parecchia pasta. Sembra che a perderlo sparisca la Fiorentina, diamoci una regolata.

    RispondiElimina
  64. Stefano se Macìa, Pradè e Montella avessero codeste convinzioni (uno dei giocatori più forti dei prossimi dieci anni!) gli rinnoverebbero il contratto subito a quel che chiede (che è tanto, ma non certo ai livelli di un top che vale 100 milioni). Se trattano, pur sapendo di essere sull'orlo del baratro, vuol dire che tanto convinti non lo sono e che pensano che sia giusto cercare di dare il giusto. By the way, io son d'accordo con loro e che tutti siate un po' presi dall'entusiasmo dell'enorme crescita di rendimento realizzata in poco tempo da Ljajic.

    RispondiElimina
  65. se lo offrono a 10, a 6-7 si piglia e non è preso male

    RispondiElimina
  66. A me basterebbe che Ljajic raggiungesse una valutazione pari a quella di Jovetic. Ma ormai siamo alle porte coi sassi. O gli si danno 2 milioni l'anno o trova qualcuno che glieli da' e io penso ci sia. La scelta, non facile, è della società.

    RispondiElimina
  67. Cosa valga Ljajic ancora nessuno lo sa con certezza. Ha fatto un'ottima stagione, con un girone d'andata più che sufficiente ed un girone di ritorno strepitoso. Adesso viene il momento più difficile: quello della conferma, che di giocatori che hanno ballato una sola stagione è piena la storia del calcio.
    Per questa ragione ritengo che sarebbe ottimale per lui firmare un rinnovo a 1,3/1,4 milioni, senza pretendere la luna e dinostrare sul campo che questa sua ultima stagione non è stata un fuoco di paglia.

    RispondiElimina
  68. Se il City offre 40 milioni per El Sharawi ma impone al Milan di prendere in carico i 18 milioni di ingaggio di Tevez per me è una mela avvelenata.

    RispondiElimina
  69. Sceicchi sì, ma mica coglioni!

    RispondiElimina
  70. Non sono Stefano ma il tuo Buana. Ridurre l'ingaggio va bene ma da 11 milioni netti quanti ne vuoi che ne accetti? Che poi crei problemi solo agli avversari non è provato dalla sua storia, ha fatto casino nel West Ham, non è andato benissimo nell'United e nel City ha fatto bene i primi due anni salvo andare in vacca negli ultimi due con sei mesi di fuori rosa quando si rifiutò di entrare in campo contro il Bayern. Come giocatore ci sarebbe eccome, ma è la gestione del soggetto che è abbastanza difficile.

    RispondiElimina
  71. Stefano, non perdiamoci in valutazioni tutte teoriche, anche Cavani se ne andrà per ben meno che i 63 di clausola, e del resto se qualcuno porta 25 cash per Juju (che non sia la Juve), il montenegrino parte. Poi, semel in quinquennio, trovi un pazzo che paga 43 per Pastore o che fa al Chino un contratto come quello di Messi, ma, ripeterò sempre, se il mercato fosse solo la ricerca dei gonzi, non si muoverebbe foglia. Lo scherzo del destino, Stefano, è nel fatto che Nutella è esploso di colpo (a mio avviso in modo persuasivo e irreversibile: sul piano dei fondamentali ribadisco quanto scrissi presentandolo in cloaca, per me superiore a Juju, che allora però non chiamavo così... ahahahahahahahahahahahah!), e nel girone di ritorno, dopo un campionato, il precedente, di pessime prestazioni e premonizioni: la Società non ha colpa alcuna, ma adesso deve sganciare 2 milioni almeno, miope grettezza sarebbe non farlo; se poi Ram manda tutto a peripatetiche per via di Juju è altro contesto; non credo comunque che la Società abbia proposto meno, credo che non abbia proposto nulla perché è tutto fermo per via di Juju. Post di Foco da bacheca, qua sotto. In generale, e riprendendo quanto scritto da Lele, devo dire che non conosco sito di calcio, italiano o estero, dalla qualità tecnica di approfondimento, di scrittura, di umanità superiore al sitollock. E' una meraviglia, e una gran consolazione, di cui essere grati al fondatore e demiurgo. Ex malo bonum, come voleva il primo Sant'Agostino: se quello che Sopra chiama il Gubernator non fosse stato svillaneggiato da un mediocre sfigato psicopatico, il cui post famigerato ogni tanto a brani ripropongo, e se non fosse stato inibito in una cloaca dove imperversa l'antifiorentinità e da cui proviene peraltro la recente bocchinara di Marmotta, non avremmo il presente bene.

    RispondiElimina
  72. 8 comunque e non 18 sempre moltissimi peraltro, ora sembra però che Galliani confermi che gli interessa anche tenendo fuori Il faraone.

    RispondiElimina
  73. L'anno prossimo a parametro zero c'è di sicuro chi glieli ha promessi, ora, dovendo pagare il cartellino, non credo ci sia la fila.

    RispondiElimina
  74. Interessante Compagnoni di Sky su Violanews, l'unica cosa che non capisco è il paragone fra Ramirez e Borja Valero.
    Forse mi sono perso qualcosa, ma Ramirez non è un trequartista / seconda punta?

    RispondiElimina
  75. Anche sulla data dell'intesa con la Juve sono perplesso: gennaio 2012????? Voleva dire 2013! Giusta però l'idea di trattare direttamente con Nutella a Moena, per bypassare quel Ram che ha scatenato (vedo) una nuova campagna razzista di Yo el supremo, indossante uniforme di crociato contro l'infedele (zingaro e islamico al contempo: orrore!!!!!!!!! Etruschi, a noi!!!!!!).

    RispondiElimina
  76. Penso intendesse proprio gennaio 2012, non è un refuso

    RispondiElimina
  77. Thereau per Acosty e tre milioni e mezzo, dicono. Può andare, che dite?

    RispondiElimina
  78. Per me no, è troppo e non ho mai capito questa fregola per Théréau, mentre si risparmia su un ruolo come quello di portiere. Gennaio 2012 non ci credo, non avrebbe rinnovato in quel caso. Ramirez alla Borja è per me incomprensibile. Il gran Furio dice che la Juve arriverà a 26+ Merdone e in quel caso la Fiorentina accetterà. Se il Pek avrà confermato e non avremo bisogno che di panca e se Nutella e Sefe firmeranno contestualmente, forse accetteremo, lo penso anch'io.

    RispondiElimina
  79. 26 più Marrone più il rinnovo di Ljajic e Sefe può essere una soluzione ragionevole, in effetti, ma dubito che possa essere accettato dai DV, se nel pacchetto non si mette anche il patto di sindacato di RCS

    RispondiElimina
  80. Non credo che all'estero manchi gente disposta a offrire 25 cash per Jovetic

    RispondiElimina
  81. Vita, per ora è mancata: c'è tempo, ma per ora è mancata. so che non sei del mio avviso, ma io a quelle cifre Juju non lo comprerei, non adesso. Oppure per sfizio, avendo già tutto il resto. Ma se hai una necessità bruciante e sei una big europea non vai in cerca sùbito di uno che ti costa così tanto, che è così fragile, che è reduce da un'annata così penosa.

    RispondiElimina
  82. Invece conviene prendere uno reduce da un'annata penosa pur essendo forte, per poterlo avere a minor prezzo, Blimp. Jovetic a 25 milioni sarebbe un grandissimo affare per molte grandi del calcio europeo.

    RispondiElimina
  83. Noto, Anto, che non la pensano così. Ma spero che cambino idea, perché dobbiamo ormai cederlo, perché abbiamo bisogno di quei quattrini, perché non lo voglio alla Juve

    RispondiElimina
  84. Su Merdone cfr- Pacco Dono, tra le poche firme che strapperei laggiù (e vai con un'intervista alla Gozzini, Pacco!):



    «1/06/2013 13:34:47 Pacco dono, Roma

    L'ho visto giocare poche volte per cui ho fatto una ricerchina su
    Marrone. 23 anni suonati, fino ai 21 anni aveva 5 presenze in A e 18 in
    serie B con il Siena (quindi presumo fosse panchinaro pure lì). Negli
    ultimi 2 anni qualche sparuta presenza perlopiù da subentrante in serie A
    nella Juve (oggettivamente la concorrenza in casa gobba è altissima).
    Probabilmente ė molto conosciuto grazie all'under 21 dove ha tantissime
    presenze [nota: e dove se sei della Juve giochi di diritto anche se sei una scarpa vecchia]. Comunque se lui vale 7 milioni Sefe, curriculum alla mano, ne
    vale almeno 15».

    RispondiElimina
  85. La penso come Anto sulla convenienza di Jovetic, mentre sulla questione della flanella me ne sono convinto solo dopo l'intervista di 3 giorni fa, Colonnello, e faccio ammenda a me stesso poichè prima non volevo crederci. Per quanto riguarda il giro internazionale di grossi nomi in attacco -ergo di grosse somme- mi pare che, a parte il Barcellona (che però i soldi è andato a caharli in Brasile, per Neymar; la stessa ufficialità di Lewandowski al Bayern, strombazzata da mesi, mi pare non sia ancora arrivata, vi invito a rettificarmi se mi è sfuggito qualcosa su questo o su altri colpi in Europa), nessuno abbia ancora dato il via al valzer.

    RispondiElimina
  86. A 1,50 Gomez in viola, secondo i bookmakers!!!! Che tutto sia in surplace, come scrivevo stamattina, Vita, dimostra che non dobbiamo certo essere noi a forzare i tempi: se ci cercano, sanno dove siamo.

    RispondiElimina
  87. Per il Dubbio, Gabbiadini è il nuovo Gigi Riva. Al solito, vola basso... ahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  88. Goetz al Bayern c'è già andato, per 37 milioni mi pare. Ma non è nemmeno il primo luglio ancora di contratti ufficiali e difficile ne vengan fuori, ma di impegni seri se ne potrebbe aver già parlato.

    RispondiElimina
  89. Beh, penso che l'anticipo di cassa per Gomez non sarebbe un atto dovuto (i DV hanno già fatto abbastanza, poi se volessero fare di più ben venga!), ma allo stesso tempo penso, come scrissi qualche settimana fa, che con uno sforzo del genere la rosa sarebbe quasi al completo e ci metterebbe il coltello dalla parte del manico in tutte le trattative in uscita (Jovetic, De Silvestri, Cerci...), permettendoci un bel po' di giochi al rialzo, con tempo fino ad agosto per valutare se è il caso di mantenerli o abbassarli.

    RispondiElimina
  90. O icche gli raccontano a i' Gabbianino zoppo (almeno e' fosse un arbatro! Souvent pour s'amuser les hommes d'équipage...)? La su' sorella dice che a Firenze e' gioherebbe con continuità... Bah, certo, come no?, titolare fisso, e' un ci s'ha di meglio... ahahahahahahahahahah! Ci credono loro schiavi, ci hanno preso per una società-satellite... ahahahahahahahahahah! Oh, Marmotta, ma che non ti se' ancora svegliaho da i' sogno? Ti abbiamo detto: vaffanculo, Guercio, vaffanculo, faccia di cazzo!!! Che tu vo' che ti si ripeta? Ahahahahahahahahahah! Sono d'accordo con quanto dici nell'ultimo post, Vita.

    RispondiElimina
  91. A livello internazionale ci sono tre megaclub che non hanno ancora l'allenatore, più il Monaco che non si sa se si affiderà ancora a Ranieri. Credo che il mercato a livello internazionale stia aspettando gli sceicchi e il Real per avere una scossa. I movimenti minori, tra i quali obiettivamente potrebbe esserci Jovetic, arriveranno a caduta. I club che venderanno avranno molto da spendere ed il ventaglio di pretendenti si potrebbe ampliare. Per questo credo che non ci sia fretta per la vendita del montenegrino. Intanto il Barcellona con Neymar ha alzato di molto il livello, cosa che credo influirà molto sul mercato del Real e , almeno,su quello del PSG. Bale, Ronaldo, forse Rooney, sono nomi e affari che possono sconvolgere il mercato europeo. Ad esempio se il Manchester dovesse cedere Rooney, ecco che si potrebbe aggiungere all'asta per Jovetic, con le tasche piene ed un prestigio che la Juve se lo sogna. Credo che il centravanti non sia legato alla cessione di Jovetic. Comprare prima di cedere potrebbe essere anche una strategia vincente per dimostrare forza nelle trattative.

    RispondiElimina
  92. Se vuole il Napoli può anche caricare il Toro per il riscatto della metà di Cerci: sei da uno o sei dall'altro poco cambia. Ma da stasera rischiano di essere sette, attenzione! Non male, per una pippa fantasmagorica destinata a carriera nelle serie inferiori... ahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  93. 1,50, magari... Marione Gomez è quello che mi convince più di tutti tra quelli che venivano nominati nei giorni scorsi (Gomez appunto, Negredo, Soldado, Yilmaz, e Cardozo, quest'ultimo è invece colui che mi convince meno).

    RispondiElimina
  94. Basta, via, non voglio più pensarci sennò casco dalla sedia

    RispondiElimina
  95. Sì, Vita, ancora sì. E in quest'ottica mi chiedo se il riscatto del garrinchino non sia utile comunque, per altro verso: quei dementi del PSG, se imboccati dal Mancio che è fan storico del mi' cercino, ci mettono una sega a metterti una ventina di cocuzze in mano.

    RispondiElimina
  96. Se c'è modo di avere in cambio Verratti sì, conviene riscattarlo, altrimenti per me il Toro può anche riscattare la nostra metà e mandarlo al Milan, che è bene che i soldi li spenda per gente che lo lasci al livello attuale (Cerci lo ritenevo buono ai tempi di Firenze e lo ritengo buono oggi, ma non da far fare salti di qualità al Milan, mentre noi oggi abbiamo di meglio del cercino).

    RispondiElimina
  97. Analisi completa e competente di Gabbiadini da parte di un blog del Tottenham, cui il nome del giocatore è stato accostato: http://www.cartilagefreecaptain.com/2013/6/7/4406658/tottenham-hotspur-spurs-transfer-rumors-manolo-gabbiadini-juventus

    RispondiElimina
  98. Può essere che, come dici, sia un'analisi completa e competente, Lud, ma per definirla tale bisogna aver visto giocare i' Gabbianino più volte.

    RispondiElimina
  99. Maremma addolorata per la retrocessione!!! Apro il Sitollock e trovo un post di LUD su Gabbiadini! Tra poco faró come Sacchi con Van Basten : o Gabbiadini o me! Stamane leggo di un DEYNA molto pacato, preciso, tendente a rafforzare l'idea di una Fiorentina vincente. Molto chiaro che la Nostra squadra sia accerchiata, essendo l'unica (con la Juve?) che aveva in nuce la capacitá di competere per altissimi traguardi, per lo scudo o comunque pronta con poco (ma buonissimo/ottimo) per la lotta scudetto. Un Milan in costruzione e con avanzamento faticoso dei lavori (attendono anticipi di cassa più di noi), l'Inter nell'oblio e con due o tre anni di lavoro davanti, la Roma umorale e simil-cubo di Rubik...chiaro che siamo gli antagonisti per competere con la signora omicidi (con pugnalate alle spalle!). In un momento congiunturale per il calcio italiano, dove latitano presidenti con cervello fino, dove pagherà più la strategia che lo stratagemma (gli stratagemmi sono stati la tomba di Zamparini), dove l'entusiasmo varrá come acqua nel deserto, ora i Della Valle non devono indietreggiare di un millimetro!! La gente sta dimostrando di credere, di pendere dalle labbra della dirigenza, ora un tradimento, un ridimensionamento, una promessa non mantenuta farebbe crollare tutto. Giorno dopo giorno mi convinco che avremo acquisti a sorpresa, che saremo accontentati oltre le aspettative e che se ci sará un sacrificio tecnico, questo sará per migliorare il rooster, l'ambizione. Chiaro che saranno le mosse dei club stranieri a dare via al domino di acquisti e cessioni, sono loro che hanno liquidità, quel che hanno la Juve e il Milan sono idee prevaricatrici, ostruzioni e null'altro. Ritengo assurdo che la Fiorentina stia trattando Marrone, Gabbiadini e altri prospetti, la viola ora necessita di garra, di gente pronta, di assi da calare sul tavolo. Chiacchiere, chiacchiere, chiacchiere, ricordate l'anno scorso: in una settimana si é scritta un pagina di mercato viola che é giá storia, é già negli annali. Nel Net attendono gli errori della dirigenza, attendono l'indegno in CL ma sono rimasti quattro Gat-ti e tre abbozzi di donne, una delle quali ha problemi pure col vibratore, che quando la vede simula malditesta! Monito ai guardoni, alle spie, al dorf: la stupidità non vi ucciderà, ma vi farà sudare! (Balotelli in Brasile, al mare; esce con maschera, pinne e un tifoso "Ma lei, Balotelli, é un sub eccezionale!" È lui "No, io sono un sub normale..." Ah ah ah ah ah ah ah (rido da solo, scusate!).
    (VITALOGY: da Ciccio Pennello si mangia come un banchetto degli dei, fiorentine da 1,2 kg in su, carne di Cinta, porcini freschi...merita!)

    RispondiElimina
  100. In effetti Verratti senza Ancelotti è in bilico, Vita: è un'idea! E' tua o l'hai letta da qualche parte? Intanto è ufficiale: Malaga fuori dalle coppe, per Joaquín in viola strada in discesona! Sopra in forma strepitosa: perché non l'ho conosciuto da ragazzo? Ma pacché ma pacché ma pacché? Al FdG mi iscrivevo, dove c'erano fihe più notevoli che dalle mie parti politiche! E poi mi ritrovavo magari con la casa a Montecarlo (ahahahahahahahahah!), a dar ricetto notturno allo Schreber, quando spennato al casinò e in cerca di un computer per postare le sue stronzatone gabbiadiniane!

    RispondiElimina
  101. Sopra, dammi un gabbianino e solleverò il mondo! Per lo meno il sitollock (ahahahahahahahahahahahahahah!).

    RispondiElimina
  102. Sky rilancia l'ipotesi Quaglia: ma i gobbi non spenderebbero meno, a darci i 30 milioni e festa finita, piuttosto che a ungere tutti questi lacchè? Quanto costa un lacchè, al mese? E quanti ne hanno, in libro paga? Ma vi rendete conto della rete? L'OVRA ci spendeva meno, coi suoi famuli affamati!

    RispondiElimina
  103. Nuove voci su Jesus Corona, giocoliere già avvicinato a noi a gennaio. Intanto Florentino Perez ha scureggiatoliquido in faccia a Marmotta (vai, un'altra! Ma non ne ha abbastanza?) il quale proponeva 25 milioni per Higuain: per la verità Perez ha scureggiato su 30 milioni, ma così è più chiaro... ahahahahahahahahahahahahahah! O Marmotta, mi sa che dovrai tirare fuori l'asso dalla manica: Gabbianino e Merdone più la metà del Quaglia e un frappè di Lichtsteiner... ahahahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  104. Chi voleva vedere il 4-3-3 in nazionale credo sarà accontentato già stasera. Ovvio che Prandelli non lo azzardasse contro la Repubblica Ceca.

    RispondiElimina
  105. Ovvio, Lud, infatti ha fatto un figurone, a Praga! Il 4-3-3 è per le chiacchiere e per Haiti.

    RispondiElimina
  106. Con Corona, comunque, l'addio di Nutella sarebbe una certezza.

    RispondiElimina
  107. Pollockone, leggi questa del Giannelli:


    «11/06/2013 16:01:02 i'giannelli
    purtroppo la fiorentina vendendo l'altra estate mezzo cartellino a
    2,5 ad oggi starebbe perdendo 2,5 se cerci valesse 10.quindi e'
    necessario ripigliare tutto il cartellino di cerci per poi rivenderlo
    interamente a 12,5/15 milioni.prima di andare alle buste sarebbe da dare
    al toro 3,5 milioni per averlo rivalutato.quindi 3,5 milioni meno 2,5
    pagati dal toro sono 1 speso dalla fiorentina piu' i 4,5 spes da
    corvino...totale cerci ci sarebbe costato 5,5 milioni.se lo ripigli
    tutto e lo rivendi a 10 guadagni 4,5..ma io lo terrei almeno l'anno
    prossimo.potrebbe esplodere definitivamente».



    Ma icchell'ha, studiaho mate co i' De Vellis? Ahahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  108. Il quale, sia detto per inciso, l'è pure gobbo di fede.

    RispondiElimina
  109. Con Haiti può fare anche il 2-2-6

    RispondiElimina
  110. Non ci ho capito un cazzo

    RispondiElimina
  111. Anto... ahahahahahahahahahahahah! Ci fa, ci fa, non credere, è un figlio di mignotta, a cottimo.

    RispondiElimina
  112. Anto in forma suprema... ahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  113. Vendere qualcuno al PSG e avere in cambio Verratti (e magari pure Sirigu) sarebbe il massimo.

    RispondiElimina
  114. Ecco, Anto, anche Sirigu sarebbe un'idea! Se il PSG prende Alves, come sembra. Solo problemino, l'ingaggio del portiere nuorese: tre milioncini...

    RispondiElimina
  115. Alves, invece, 1,4: bella differenza!

    RispondiElimina
  116. Non sapevo dello stipendio di Sirigu (Sono Pazzi Questi Sceicchi), a questo punto meglio prendere Alves anche a 3 milioni in più di costo del cartellino, visto che te li ammortizzi in un anno di stipendio.

    RispondiElimina
  117. E... Verratti quanto prende?

    RispondiElimina
  118. Alves è più forte di Sirigu, ma com'è che al PSG han tutta questa voglia di liberarsi del sardo?

    RispondiElimina
  119. http://www.firenzeviola.it/?action=read&idnotizia=136355



    Nulla di speciale, già...

    RispondiElimina
  120. Non penso che vogliano liberarsene, Deyna, era solo una mia idea.
    Te l'ho detto, Agazzi non mi convince perché non lo vedrei come un grosso passo avanti rispetto a Viviano, Sirigu invece sarebbe un miglioramento notevole, se poi mi dici che Alves è ancora meglio, beh, allora prendiamolo e facciamola finita.

    RispondiElimina
  121. Tanto è che il PSG, che ha Sirigu, sta cercando Diego Alves

    RispondiElimina
  122. Credo, Deyna, che ormai diffidano di tutto quel che è stato voluto da Ancelotti o da Leonardo: e poi Alves è oggettivamente più forte. Frattanto la Bild, che continua a dare come fatto e sputato l'accordo fra Fiorentina e giocatore, ha aperto un molto gettonato forum tematico sull'opportunità di lasciar partire Gomez («Muss Gomez jezt in München bleiben?»): la maggioranza dei tifosi (non larghissima, comunque) mi sembra per il no, ma quel che è notevole è che spesseggiano i post sdegnati dalla scelta dell'Italia. Ne trascelgo uno a sintesi: «Von Deutschland nach Italien wie Ferrari (Italien) zu VW (Deutschland)»

    RispondiElimina
  123. Sirigu a me piacque molto nella sua prima annata a Palermo, poi calò, al PSG mi dicono stia facendo bene. Lo preferisco comunque, per dire, a Marchetti...

    RispondiElimina
  124. Sirigu è andato bene al PSG. E' più continuo di Marchetti. Quel che è, è che non para l'imparabile, per dirla con Brera a proposito di Combi (che Anzlèn, caro Buana, giudicava un sopravvalutato, un tipico raccomandato juventino in nazionale, come il resto della difesa gobba, già all'epoca con licenza di uccidere: tesseva alte lodi di Gianni, il «gatto magico», al cui funerale a Milano mio padre si recò in un'estate afosissima, il grande portiere era schiantato di trombosi, probabilmente postoperatoria, e fu allora che seppi che un trombo può girare fino a due mesi dopo l'intervento; ad ogni modo su Combi mio padre, con tutto il suo odio antijuventino, diceva che Anzlèn esagerava, mentre su Rosetta e soprattutto su Calligaris, che secondo lui non valevano un piede di Monzeglio, gli dava ragione).

    RispondiElimina
  125. Perché poi, e noi a Firenze lo sappiamo anche meglio di quel Bologna che comunque di scudetti ne vinceva e, come cantava la canzone, faceva tremare il mondo, la storia la fanno i vincitori (che nel nostro calcio sono di riffa o di raffa e soprattutto di raffa) e, se vengono meno i testimoni, tanta grandezza rimane misconosciuta o comunque ai piedi di tante false grandezze.

    RispondiElimina
  126. Combi non l'ho mai visto parare, non esageriamo ora con l'età, come non ho visto Ceresoli, De Prà e il tuo idolo bolognese Gianni. Mio padre mi parlava dei portieri della Fiorentina di quei tempi, tal Ballanti che veniva dalla Roma (aveva lasciato il posto all'altra icona giallorossa Masetti) e che aveva stranamente un bel fisico, gli altri dalle foto e dai filmati mi sembravan tutti sul tappo, più di tutti Sentimenti IV. Dopo a Firenze venne Griffanti e, nel primo dopo guerra, per un anno, anche Giuseppe Moro il re del volo plastico. Il primo portiere viola che ho visto con i miei occhi è stato Nardino Costagliola, piuttosto tappo anche lui, prima del grande Giuliano Sarti. Essendo tutti piccoli, eran molto mobili e reattivi, quindi il paragone col gatto ci sta, grandi riflessi, grandi balzi, uno stile di parare che è stato completamente superato dai tempi e dai diversi fisici che nutrizione e palestra han permesso di avere. Gente con quei fisici oggi non starebbe in prima categoria dilettanti.

    RispondiElimina
  127. La definizione di Jordan come «brav'uomo che s'infervora per Neto», appena data dal dubitante in piena crisi multinickosa, mi fa pensare a quella data a Churchill da un cretino di ugual levatura del succitato (= un tipo grasso e col sigaro che s'infervora contro i tedeschi). Moro fu cercato dall'Arsenal, cosa incredibile per i tempi: lui almeno piccolo non era ed era volo di qua volo di là fino all'esibizionismo, si dice. Masetti era una spia dell'OVRA, incaricata di sorvegliare l'ambiente azzurro, per questo veniva convocato come riserva anche se non lo meritava.

    RispondiElimina
  128. Domanda ai fanatici del Corvo. Ma secondo voi i cambi accettati per Melo furono intelligenti? E considerando quei cambi quanto davvero ha incassato la Fiorentina per Melo? Io credo che nel calcolo vada considerato anche lo scarso utilizzo nel tempo di Zanetti (6 mesi) e Marchionni (due anni in panchina).

    RispondiElimina
  129. Lud, non sono estimatore di Corvino, ma Melo a 25 è un capolavoro. Infilaci tutte le contropartite che vuoi. Un capolavoro. Grazie anche al Pranda che lo fece rendere ogni più rosea aspettativa, te lo concedo.

    RispondiElimina
  130. Venti milioni liquidi (te l'ho già detto: ma tu non leggi, nova hesta!), oltre Marchionni e a Zanetti, molto pregiati e desiderati dal Giubba: avevo soprannominato il primo marchionn di gamb avert, il secondo Gibaud. Si disse che eravamo molto migliorati con loro, che la manovra aveva trovato fluidità... Comunque non c'entra un cazzo, Lud, con le tematiche della striscia qua sotto.

    RispondiElimina
  131. 25-(4.5+2)=18.5
    Sempre una cifra enorme. Marchionni era un pallino di Prandelli, e Zanetti stesso molto ben accetto dal Santo. Zanetti invero si fermò per un infortunio di gioco non preventivabile, Marchionni il primo anno fece piuttosto bene, tranne il finale. Entrambi però furono fondamentali nella famosa partita casalinga col Liverpool, senza la quale non ci sarebbe stata l'epopea degli ottavi di finale che ci riproponi sempre.

    RispondiElimina
  132. Sono 25-6,5, ovvero 18,5, più l'ingaggio oneroso di due giocatori che non hanno giocato quasi mai.

    RispondiElimina
  133. Al Colonnello risultano 20 milioni, forse ricordo male io la cifra pagata per Zanetti, mi parevan 2 milioni, arrivò a meno?

    RispondiElimina
  134. Ma che ottavi di finale, Deyna, quarti di finale secondo Lud! Io ricordavo 20, ma se dici 18,5 vuol dire che hai verificato, boh! Zanetti era comunque fisicamente uno straccio da sempre, nonostante il fosforo, mentre Marchionni mi è sempre piaciuto poco (lo scacchista pseudosenese, ad nutum Giubbae obbedendo, invece lo osannava, finendo poi col contrapporlo a Cerci, si è visto con quanta lungimiranza), casinista inconcludente e irregolare, fumo di poco arrosto.

    RispondiElimina
  135. Beh, Lud, Marchionni ha giocato, a mio avviso con poco costrutto (di diverso parere il giubba e lo sdaiolismo) ma ha giocato, Zanetti quando lo ha fatto (effettivamente quasi mai) lo ha fatto bene. Certo, volerli è stata l'ennesima cazzata del Giubba, ma possiamo consolarci con la ventina di milioni che abbiamo assurdamente estorto ai gobbi. Ora, Lud, se vogliamo parlare della tattica fallimentare dei Romani a Canne, siamo pronti, Jordan compreso, che quei tempi li ha vissuti (ahahahahahahahahahah!).

    RispondiElimina
  136. Zanetti guadagnava 2,6, Marchionni 1,3 netti. Quindi almeno 7 lordi che la Juve risparmiò. Se applico il parametro del caso Jovetic e ipotizzo un pagamento cash, ne segue che Melo fu pagato 11 milioni cash, più due "usati sicuri" che nessuna concessionaria avrebbe accettato.

    RispondiElimina
  137. Dimentichi o meglio ti piace dimenticare l'ingaggio di Melo, che devi defalcare, Lud, inoltre non vedo come ti risulti la cifra di 11 milioni anche considerando l'ingaggio annuale. Ripeto, comunque, che è stata un'altra cazzata del Giubba, mica voglio negarlo, ma i milioni quelli erano tanti e fruscianti. Comunque anche al Ticino e al Trebbia facemmo schifo (ahahahahahahahahah!).

    RispondiElimina
  138. Altra cosa prendere giocatori giovani con basso ingaggio, dalla Juve ma anche dal City. E infatti ho sempre scritto che non si doveva prendere in carico un Quagliarella proprio per questo motivo. Non sono affari per chi li prende, se mai per chi se ne libera. E se gli fa contratti lunghi e poi non rendono ci rimetti l'anima.

    RispondiElimina
  139. Sì, ma devono essere buoni e ti devono servire.

    RispondiElimina
  140. Da un breve controllo sui giornali emerge che Marchionni voleva guadagnare a Firenze più che a Torino! Incredibile. E si impuntò a lungo.

    RispondiElimina
  141. Allunga la fedina del Giubba, indubbiamente.

    RispondiElimina
  142. Mica risponde sul defalcare l'ingaggio di Melo e sui desiderata del Giubba: fa sempre così, quando la realtà gli è contraria o non gli aggrada, la rimuove.

    RispondiElimina
  143. Allora domani tutti a Torino. Si vende Jovetic stile Corvino per 25 milioni ma acquistando contestualmente Quagliarella e Anelka.
    L'ingaggio di Melo non lo defalco perchè non c'entra un piffero. Per quanto riguarda Prandelli mi risulta che il mercato lo faccia il ds, quindi Corvino.

    RispondiElimina
  144. Beh, sì, oppure sei anche più confuso e rincoglionito del solito, non puoi calcolare infatti l'aggravio degli ingaggi di Marchionni e di Zanetti e non defalcare quello di Melo. Veramente il mercato, hai sempre detto, finché c'era Prandelli era influenzato dalle scelte di Prandelli, per questo funzionava. Ecco «L'Unità»:


    «Fino a giugno scorso è un oggetto misterioso dal grande potenziale
    inespresso. Poi la Juve prende Felipe Melo. Nell'operazione rientra
    anche Marchionni, che saluta e se ne va: «Prandelli mi ha cercato e ho
    accettato di rimettermi in discussione con i viola». Ottima idea. Nella
    Fiorentina va veloce sulla destra. Arriva, correndo, in Nazionale. Senza
    spostarsi da Coverciano. Lippi è già il terzo ct a vestirlo di azzurro.
    Trapattoni aveva intuito le qualità del giovane Marchionni, Donadoni si
    affidava alla sua solidità, Lippi vuole provarne la duttilità e
    l'esperienza. In attesa del miglior Camoranesi, la corsia destra è
    libera e disponibile. Prego si accomodi, signor Marchionni».

    RispondiElimina
  145. «Prandelli mi ha cercato»: eh, che cazzata, sono d'accordo...

    RispondiElimina
  146. Nel quadro tattico disegnato da Prandelli Marchionni è l'esterno che attacca e copre. Ma resta il fatto che quella operazione di Corvino con la Juve fu molto più disinvolta e si accettarono senza fiatare i cambi che ora si rifiutano. E la Juve ebbe notevoli vantaggi perché si liberò di ingaggi pesanti. In questo frangente è un errore da non ripetere. Se mai si debbono prendere in cambio dei giovani dalle alte potenzialità e con bassi ingaggi.

    RispondiElimina
  147. Lud, ti ho detto che non devi rimuovere la realtà quando contraddice l'infallibilità tua e di Prandelli: Marchionni fu voluto ardentemente da Prandelli e non hai considerato, nel tuo fallace calcolo, che vendendo Melo ci liberavamo anche del suo ingaggio. Insomma, basta dire «ho sbagliato» e correggersi, cosa che non fai mai e che ti reca danno. La Juve ebbe il vantaggio di un affare fallimentare, come tale giudicato da tutti gli operatori ancora adesso, adesso che continua peraltro a trascinarsi la palla al piede di quel contratto. Indubbiamente giovani molto bravi e che costano poco sono migliori di giocatori vecchi, che non sono non sono più bravi e che costano molto. Anche vivere è meglio che morire e è meglio il sole della pioggia.

    RispondiElimina
  148. Lud, se metti nel conto gli ingaggi che ci siamo assunti nell'operazione, devi necessariamente considerare anche quello [di Melo] di cui ci siamo liberati. L'operazione che ora diventa tutta di Corvino fu avallata e nel caso di Marchionni suggerita da Giubbe Rotte, che, come risulta anche dalla fonte giornalistica citata dal Colonnello - e non mi verrai a dire ora, proprio tu, che non van considerate le fonti giornalistiche - aveva esplicitamente richiesto il suo ex-Parma. Vero che i due hanno avuto in seguito problemi fisici, ma Zanetti giocò ottimamente in CL [la sua gara col Liverpool in casa è da top three delle prestazioni di centrocampista ch'io abbia mai visto con la maglia viola, assieme ad altre due di Antognoni e Pizarro], come bene giocò Marchionni, quindi furono funzionali a quella campagna europea. Già questo ne giustificherebbe l'acquisto, per quell'anno. Che poi in prospettiva era ovvio che sarebbero ricaduti nei loro cronici problemi fisici era scontato, ma nella scelta, anche se cerchi di sorvolare agilmente, influì parecchio Prandelli.

    RispondiElimina
  149. Poi, Lud, per vendere Jovetic alla juve in stile Corvino, occorrerebbe ricavarci 45/50 milioni...

    RispondiElimina
  150. Scusate se cambio discorso, in attesa di un inevitabile confronto fra Marchionni e Domenghini (immaginando chi crosserebbe meglio per Gabbiadini, così chiudiamo il cerchio), segnalo che:

    1) secondo Jacobelli si potrebbe fare uno scambio Gomez - Jovetic con conguaglio a favore nostro (un affare che converrebbe a entrambe le squadre, mi sembra);
    2) secondo Rialti, Ljajic potrebbe mandare affanculo Ramadani;

    3) oggi non si è parlato di Agazzi: devo considerarlo un buon segno?

    RispondiElimina
  151. Quello stesso tale mi dice da un mese che l'affare con Bayern e Gomez è concluso, ma che si deve convincere Jovetic che vuole andare alla Juventus, e me lo dice da un mese, non da ieri l'altro. Ora comincio a crederci.

    RispondiElimina
  152. 1)Su Gomez-Jovetic ho già risposto a Deyna qui sotto. C'è uno che è un mese che mi dice che lo Fiorentina-Bayern e Gomez son d'accordo ma devono convincere il persiano che vuole mandare Jovetic a Torino o lui che ci vuole andare. Finora gli avevo detto di non prendermi per il culo ma ora comincio a crederci. 2) Magari, ma ci credo poco, 3) Boh? Io non credo che sia lui il prescelto, ma anche questo l'ho già detto.

    RispondiElimina
  153. Sulla questione Melo-Zanetti-Marchionni sono d'accordo con tutti... tranne Lud ahahah, e i post li ho pure letti.
    Lud, è incredibile come per gli acquisti che ti piacquero tu dia il 100% del merito al Branda, mentre per quelli che non ti piacquero dài il 100% del demerito al Corvo. In ogni caso Marchionni (chiesto dal Branda) e Zanetti (scelto da Corvino e ben accetto dal Branda che lo elogiò subito, oltre che acquisto un po' dovuto poichè per le liste Champions serviva qualcuno che entro i 21anni d'età avesse vestito la maglia viola per almeno 3 anni), partirono molto bene, poi l'infortunio di Zanetti non fu dovuto alla sua fragilità ma ad uno scontro di gioco (un'entrata-killer sul ginocchio nella penultima gara del girone di Champions), mentre Marchionni nel girone di ritorno si perse insieme al resto della squadra.

    RispondiElimina
  154. Adesso ho letto la tua risposta, Jordan, comincio a crederci anch'io e si capirebbero molte cose. Tra l'altro Jovetic sarebbe molto esaltato dal gioco di Guardiola, in più andrebbe in un club molto migliore della juve, se rifiuta è scemo.

    RispondiElimina
  155. Correggo per la gioia di Blimp. Anche calcolando l'ingaggio di Melo (che non superava i 500 mila euro), da quella operazione la Fiorentina in soldoni non ricavò più di 12 milioni di euro, la metà della cifra vantata da Corvino. E si trovò a dover gestire due ingaggi che dir robusti è dir poco. Non risponde al vero che le due operazioni fossero slegate. La minaccia di Marchionni di non accettare l'offerta viola rischiò di far saltare l'affare Melo. Vita porti qualche argomento ma il tuo discorso frana quando affermi che la fragilità di Zanetti abbia sorpreso gli addetti ai lavori. Le condizioni non eccelse delle sue ginocchia erano arcinote.

    RispondiElimina
  156. penso anch'io ma magari il guercio ha riempito le tasche del persiano di talleri! Però a tutto c'è un limite se fosse vero e si lasciasse trascinare in questo modo sarebbe idiota col botto.

    RispondiElimina
  157. Allora, parlando seriamente sull'affare Melo, mettiamo un po' di ordine.
    Melo, buon centrocampista, aveva un valore (ad essere generosi) di 12 - 15 milioni di euro. Corvino riuscì a venderlo a 20,5 milioni più Marchionni (che io considero un buon giocatore, quell'anno fece forse la sua migliore stagione, prima dello sbraco finale). Un mese dopo acquistammo Zanetti per due milioni: su questo acquisto ha già detto tutto Vita e sottoscrivo.
    Se adesso vendessi o Jovetic, che ha un valore (ad essere tirchi) di 30 milioni di euro, a una cifra di 35 milioni più Quagliarella mi sembrerebbe un capolavoro. Se poi dopo un mese comprassimo Pepe a due milioni di euro, rimarrebbe una grande operazione.
    Da quel momento cominciò poi il declino del Corvo e la terra bruciata intorno a lui, ma come operazione in sè la cessione di Melo fu un capolavoro, non scherziamo.

    RispondiElimina
  158. Capitolo cartellini, plusvalenza di 18,5 milioni. Capitolo ingaggi, negativo di 4 milioni lordi. Un giocatore dato, due ricevuti. I conti strizziamoli al massimo e vedrai che è stata e rimane un'operazione coi fiocchi. Non capisco perché tu la prendi così larga per volerci far credere che dovremmo accettare le contropartite iper-valutate del guercio per pensare che sarebbe un buon affare, questo proprio mi sfugge, quando 1) JoJo da loro ci va a quelle cifre 2) non vogliono prospetti inseriti inseriti a conguaglio 3) son talmente furbi che se mai vorranno Gabbiadini e Marrone li prenderanno per un piatto di lenticchie 4) se lo vogliono davvero invece di ricoprirlo d'oro, lui e il suo procuratore che inizino a dare un taglio ai gioielli di famiglia, ci scommetti che se c'inseriscono Vidal o Pogba accettano !?

    RispondiElimina
  159. Allora sei per i conguagli in giocatori, Anto e ti caricheresti dell'ingaggio di Quagliarella, che se ho ben capito stimi 5 milioni di euro. Ma togliendo 5 milioni di ingaggio lordo l'operazione ti è costata dieci milioni ed hai in squadra un giocatore inutile e cotto che se ingaggiato per tre anni costa di ingaggio 3x5 15 milioni di euro. A me non pare un affare.

    RispondiElimina
  160. Io Foco volevo solo dire che se si sono assunti 8 milioni di ingaggi lordi l'anno (per quanti anni non so) di giocatori non proprio integri l'operazione appare meno mitica ed interessante. Forse sempre buona ma più umana. Inoltre mi pare che lo Zanetti rotto che prende 3 milioni l'anno sia pacco ben di più del Gabbiadini giovane e integro con ingaggio di 400 mila euro. Ma sono pareri personali.

    RispondiElimina
  161. Per te la matematica deve essere un'opinione. Non vedo dove hai letto nel post di Anto dell'ingaggio di Quagliarella e seguiti imperterrito a far casino tra cifre d'ingaggio, stipendi, spese correnti e cifre di acquisto del cartellino che vanno a capitale e nelle spese solo come ammortamenti. Anto parlava di valore di vendita di cartellino più alto del valore di mercato e c'è andato molto basso. Melo non valeva più di 10 milioni e fu venduto a 25, Jovetic a esser cattivi ne vale 20, dovrebbe esser venduto a 50! Perciò 35 milioni più Quagliarella potrebbe anche essere un capolavoro ma non uguale a quello di Corvino con Melo, che, comunque, lo supererebbe. Quanto agli ingaggi Jovetic guadagna 2,5 milioni netti l'anno, se Quagliarella ne piglia più della metà son da rinchiudere, quindi ci si guadagnerebbe anche lì, ma di cosa blateri? Resta comunque il fatto di base che con i banditi non si tratta, quindi o ce ne portano trenta in bocca o non ci rompano più i coglioni!

    RispondiElimina
  162. Lud, se ti metti a dare martellate ni'capo alla gente, il cranio lo sfondi a coloro che hanno l'emicrania facile sia a coloro non hanno mai accusato un mal di testa nella vita. Certo che quando acquistammo Zanetti avevamo tutti quanti perplessità il suo curriculum infermieristico, ma il problema che lo ha maggiormente tormentato per tutta la sua carriera è stata la pubalgia, seguita dagli infortuni muscolari. L'infortunio che lo tolse di mezzo alla fine del girone di Champions, invece fu una LESIONE OSSEA al ginocchio, procuratagli da una tacchettata con intervento a martello da parte di un avversario. Ora cosa risponderai? Ti ispirerai a un Elio e le Storie Tese d'annata ("...mah, mi ha detto il medico che ho un gomito che mi fa contatto col piede...") dicendoci che Corvino comprava gente che aveva il pube al posto del piatto tibiale?

    RispondiElimina
  163. Ma chi ti ha detto che Zanetti prendeva tre milioni netti l'anno? ma in quale libro di novelle l'hai letto?

    RispondiElimina
  164. Ma tu fai un paragone fra due che furono titolari e uno che verrebbe a fare la seconda linea. E tra due calciatori allora affermati ed un prospetto. Sono termini in antitesi.

    RispondiElimina
  165. Mi risulta 2,6 per Zanetti e 1,3 per Marchionni. Netti.

    RispondiElimina
  166. Tanto per istruire il ragazzo che è bravo a far richerche ma che quando gli conviene si inventa i numeri, Felipe Melo aveva rinnovato il contratto con la Fiorentina con inserimento della clausola rescissoria a 25 milioni, il 30 giugno 2009, portandolo a 1,2 milioni a crescere fino al 2013. Onere per la società quindi circa 10 milioni (4X2,4). Marchionni firmò il 15 luglio per un triennale a 1,3 milioni (onere per la società di 7,8 Ml, 2,6X3). Il guadagno netto dell'operazione Melo-Marchionni fu di 20,5 milioni per quanto riguarda i cartellini e di più di due milioni per quanto riguarda gli oneri salariali. Zanetti fu comprato un mese dopo, su richiesta di Prandelli, e per completare le liste Champions sfruttando il fatto che veniva dalle giovanili viola, per 1,5 milioni e con un contratto biennale di 1,4 milioni netti a stagione con opzione per il terzo (che non fu poi fatta valere). Tutto il resto è fantasia, e, almeno sui numeri, la fantasia ha poca valenza.

    RispondiElimina
  167. anche sull'anatomia direi!

    RispondiElimina
  168. Ti risulta male. Zanetti aveva un biennale da 1,4 netti e Marchionni, e lì è giusto, un triennale da 1,3

    RispondiElimina
  169. Si Melo aveva rinnovato nel mentre che preparava le valigie per Torino. Zanetti spalmò su due anni ma giocò sei mesi i suoi 2,6 milioni.

    RispondiElimina
  170. Melo rinnovò il 30 giugno http://www.repubblica.it/2008/12/sport/calcio/serie-a/fiorentina/felipe-melo-30-giugno/felipe-melo-30-giugno.html e dal tono dell'articolo puoi vedere che non aveva affatto, ancora, le valigie pronte. Zanetti aveva un biennale da 1,4 milioni l'anno, se poi si ruppe un ginocchio che cazzo c'entra? http://www.gazzetta.it/Calcio/SerieA/Fiorentina/09-08-2009/zanetti-fiorentina-50996966076.shtml

    RispondiElimina
  171. e icche c'entra l'anatomia? dai in ciampanelle?

    RispondiElimina
  172. Un altro mito è che Melo non avesse già l'accordo con la Juve. Per quanto riguarda l'anatomia Vita se prendi uno di 32 anni spesso rotto non puoi cadere dalle nuvole se si infortuna anche in un altro punto.

    RispondiElimina
  173. Ahahahahahahahah... Jordan! Foss'un ragazzo e' potrebbe ancora maturà, invece l'è fradicio com'un popone a ottobre... ahahahahahahahahahah! Aveva corretto, lui... ahahahahahahahahahah! 500.000 soltanto e poi al netto, mentre per Zanetti e Marchionni calcolava al lordo e pure lì sballaho... ahahahahahahahahahahah! Che tu ammiri Corvo immensamente l'è 'na notizia, certo la tua ammirazione non ti porta a falsare i dati in suo favore, però... ahahahahahahahahahah! Però hai il potere del signor Veneranda del «Bertoldo»: deliri, ma siamo qui in folla al tuo capezzale a risponderti. In fondo è quel che vuoi e noi fessi. Credo che ti mandi fuori dai gangheri un mondo di armonia su competenze che non sono le tue: vuoi che ci occupiamo di te, beh eccoci. Però ora vado a cenare vegetarianamente (non ancora veganamente): che Sant'Antonio Rosso mi assista. Certo che quest'ingegneri son stronzi di nulla, co' loro numeri... ahahahahahahahahahah! Via, Pollock, un altro a mandare a ripetizione da i' tu' Deve... ahahahahahahahahahahah! E il bello è che se l'è cercaha, nessuno lo cagava più e allora ha dovuto fare la gran rentrée, con un argomento che non c'entrava un pippolo... ahahahahahahahahahahahahah! Hai visto la cenciaha... ahahahahahahahahahahahah! Via, tu m'ha messo di così bon umore che a qui' malagodiano e' gni darei un bacio 'n bocca, se la tien chiusa, ovviamente... ahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  174. se cadi dalle nuvole, Lud, qualche osso te lo rompi anche se non ti era mai capitato una segaccia nulla fino a quel momento

    RispondiElimina
  175. Tovarich... ahahahahahahahahah! L'è la vorta, Deyna, che lo fo schiattà, qui' destro! Ahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  176. Penso che al massimo si conceda un bacio all'esquimese, ahahahah

    RispondiElimina
  177. Blimp tu esulti per una assurdità di Jordan. Melo rinnovò con la Fiorentina il 30 giugno e passò alla Juve l'8 luglio. Quindi quel contratto era pura formalità se non perchè fissava una clausola rescissoria.

    RispondiElimina
  178. Onore a Melo ad ogni modo e qui concludo: è stato tanto onesto da rinnovare in modo da far guadagnare la Fiorentina. Una gratitudine che ci si aspetterebbe anche da Ljajic. Evidentemente il brasiliano non aveva Ramadami come procuratore.

    RispondiElimina
  179. passò alla Juve il 15 luglio ma ne sbagliassi una che nion sia "pro domo tua": Comunque uno che rinnova un contratto con una clausola rescissoria al triplo del suo valore di mercato quando ha già un accordo per andarsene lo devo ancora trovare. Magari lo facesse Jovetic, aumentasse la clausola a 60 milioni!

    RispondiElimina
  180. Ho letto ora il tabellino su internet, gol di Giaccherini!!!!!!

    RispondiElimina
  181. Han preso due gol i nostri due centrali che mi piacerebbe chiedere al GAT cosa ne pensa. Un rigore idiota di Astori ed un lancio di trenta metri in verticale in cui il cammellone Bonucci (che già ne aveva combinata un'altra venti minuti prima) si lascia sfilare come un broccaccio di terza categoria e lascia battere a rete l'avversario. Se Bonucci non fosse gobbo la nazionale la vedrebbe col binocolo.

    RispondiElimina
  182. Gioca l'Argentina ora, a domani buhaioli!

    RispondiElimina
  183. sì, dopo 19" il goal più veloce della storia della nazionale. Dorimivano ancora tutti

    RispondiElimina
  184. Goooooooooooooooooooool! El Kun Aguero!

    RispondiElimina
  185. Comunque il 4-3-3 stasera ha dato i suoi buoni frutti, 2-2 con Haiti, la quota era a 15, roba da comprarcisi una macchina nuova. Io non ce l'ho con Prandelli ma con chi gli organizza simili amichevoli dopo neanche un giorno dall'arrivo, tanto per raccattare simili figure di merda.....Dormo sonni tranquilli, la preparazione è stata fatta per essere al massimo per la Confederations eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  186. 2-2 con i terremotati? Eh, si...non esistono più squadre materasso....eh si, contro noi giocano alla morte...eh si, queste partite lasciano il tempo che trovano....eh si, buoni esperimenti....eh si, dobbiamo lavorare di più e applicarci di più....eh si, tutto secondo programmi per avvicinarsi all'obiettivo e per poter fare bene...eh si, siamo arrivati ieri....eh si, troppi cambiamenti.....Ah ah ah ah ah ....Pranda, il Pescara di Zeman oggi ne faceva 7 ai cugini del Balotelli!!! Pranda, e a Praga invece??!? In braghe pure li....è dai!

    RispondiElimina
  187. Beh, non giocava mica Italia-Haiti. Che buontemponi.....

    http://www.violanews.com/altre-news/foto-figuraccia-dellitalia-e-della-rai-20130611/

    RispondiElimina
  188. Più che un codice etico, dire un codice pat-etico.

    RispondiElimina
  189. Non sono per i conguagli in giocatori!!!!
    Era un esempio, cazzo!

    RispondiElimina
  190. Sono rimasto volutamente basso.

    RispondiElimina