.

.

domenica 9 giugno 2013

Evviva il cinghiale

Del resto chi va al mulino s’infarina, non solo Banderas quindi, e le tracce erano evidenti, Jovetic vuole la Juve, evidente come anche che Jovetic non sarebbe stata una bandieras ma una bandierolas, del resto chi va al mulino s’infarina come chi va in piazza della Passera si bagna, adesso però se l’intollerante al glutine non vuole prenderlo nei glutei dica pure a Marotta di non fare tanto il celiaco, perché tanto sappiamo che l’intervista è stata suggerita, insomma, sappiamo benissimo che non è tutta farina del suo sacco. Pradè e Macia si dovranno dimostrare più pianificatori che panificatori, Marotta non si è mai nascosto, anche prima dell’azione su Berbatov, si era già rivelato figlio di cotanta madre, l’intervista sulla Gazzetta è solo il clou della commedia, la scena madre che ha la funzione di far lievitare il bubbone fino a farlo scoppiare, un lievito madre insomma, e se c’è una cosa certa è sempre e solo la madre anche se puttana come in questo caso. Nel nostro cuore invece c’è già Mario Gomez sotto Porta San Frediano, Jovetic può andare anche a Porta a Porta a dirci che vuole la Juve, ma se non ci porta trenta milioni non ce ne importa di Conte, noi gli si chiude la porta, perché anche la madre di Conte è certa mentre Caruso Pascoski è di padre polacco così come Lewandowski. E tra mamme maiale e babbi becchi Jovetic ha avuto almeno il coraggio di togliere il velo alla farsa, e senza forse noi già intravediamo dietro a quel velo una gran bella Fiorentina, da piazza della Passera, sicuramente con il vento in poppa, con almeno una terza che sta a indicare la sequenza degli scudetti, e poi il prossimo anno penseremo a un velo che ci scopra una quarta con coppa C come quella dei Campioni. No, non ci dispiace che Jovetic se ne vada, ci aveva già belle e divertito quel suo modo triste di sopportarci, preferiamo la fidanzata di Gomez, sana e senza infiammazione, anche se la Bice dopo aver sentito parlare di piazza della Passera ha voluto fare un’inchiesta sulla donna tipo dei fiorentini in questo preciso momento storico, ed emerge una realtà ben lontana dalla figura della modella d’intimo Carina Wanzung tanto cara a Gomez, lontano dall’immagine anoressica della crisi o di Tutunci, anche di quella ciucciata dalle streghe del calcio italiano dove si vorrebbe comprare senza avere i soldi come fa Galliani, o cercando di forzare sconti attraverso interviste a gratis come fa Marotta, la Bice ci dice che a Firenze c’è tanta controtendenza, c’è abbondanza di entusiasmo e passione dentro la credenza, grasso che cola se si pensa alla desolazione di un panorama calcistico, e non solo, che ha perso peso e appeal, Firenze no, e la Bice ci mostra orgogliosa la donna tipo del tifoso Viola, rigogliosa, un anti velina, no, il tifoso Viola non ha più bisogno di stringere la cinghia. Evviva il cinghiale.

128 commenti:

  1. Mi chiedo quando i tifosi abbandoneranno la categoria del tradimento. Per adesso il mutamento non è all'orizzonte, ma è certo che se si valutano i giocatori sulla base dell'attaccamento alla maglia le delusioni possono essere quotidiane. E cito Pizarro e Jovetic in attesa di capire cosa voglia fare Ljajic. In un contesto professionistico l'unica cosa che si può fare è prevedere forti risarcimenti per chi voglia rompere anticipatamente i contratti. Forse però le società ci vanno piano perchè una clausola di questo tipo avrebbe forza solo se fosse reciproca. Ciò detto l'intervista a Jovetic non dice nulla di nuovo. Che se ne volesse andare l'aveva annunciato in coro Montella, Della Valle e Cognini. Che gli interessasse la Juve era noto. Ma Jovetic ha tanto buon senso da non mettere la società davanti ad un out-out che potrebbe significare un bagno di sangue economico o un calare le braghe di fronte al nemico storico. E dunque precisa che andrebbe volentieri anche in un grande club inglese. Il che lascia la Fiorentina libera di portare avanti la strategia ritenuta migliore. Ieri è stata una giornata particolare, perchè giocavano la Svizzera e l'Italia under 21. Ebbene Seferovic ha fatto un gran goal. Gabbiadini ne ha fatti due e confermato le doti che ne fanno un predestinato secondo il parere unanime della critica e degli esperti. A me non farebbe assolutamente schifo, anche se viene dalla odiata Juve (ma non so neppure se sia stato a Torino a parte forse qualche gita scolastica, visto che fu immediatamente girato al Bologna). L'appello finale è sempre il medesimo: si faccia il contratto a Ljajic, di cui Jovetic parla benissimo, si rinnovi anche con Seferovic. E se possibile si avvii con l'Udinese il discorso sulla seconda metà di Cuadrado.

    RispondiElimina
  2. Credo che abbiano sbagliato strada, e lo spero. Lui, Ramadani e soprattutto il Guercio. Non è così con i ricatti e le interviste mafiose che andrà dove crede di crescere. Spero che Diego si incazzi di brutto e dica finalmente a chiare note, non importa in pubblico, ma chiaro agli interessati, che alla Juve non ci andrà mai perchè non è così che si fa mercato nel calcio, riempiendo di promesse i giocatori sotto contratto, montandoli contro la società di appartenenza e cercando di fare i furbi. A chiunque altro anche con lo sconto, anzi, cercherei di togliermelo comunque dai coglioni, alla Juve col sovrapprezzo, se possibile, o almeno neanche un centesimo di meno, cash, su quello che gli garantisce la clausola rescissoria. Marrone, Gabbiadini e tutto quanto puzzi di strisce se lo vendano da soli, a noi solo vile denaro

    RispondiElimina
  3. Un parere emotivo il tuo Jordan. Io mi limiterei a valutare l'offerta migliore. Punto. E se anche arrivasse dal Diavolo in senso stretto la accetterei.

    RispondiElimina
  4. Il Guercio fa mercato come si faceva 15 anni fa. Sai cosa gliene frega ai Dv dell'intervistina di Jovetic? Una beneamata sega, che si gli girano lo tengono a Firenze fino al 2016. Per prendere JoJo occorrono 30 milioni cash: se li hai li porti e l'affare è concluso. Se pensi di risparmiare facendo giochetti come l'intervistina preparata, dimostri solo sciocca arroganza.

    Il fatto è che Marotta come Galliani sono abituati a afre determinate cose, perché per lungo tempo è stato loro concesso di farle. Ma i tempi cambiano e sono destinati a cambiare sempre di più. Fino a pochi anni fa Milan e Rube erano i top club d'Europa, adesso sono invece solo club di seconda fascia e la Champions League forse la rivinceranno tra una diecina d'anni. Se tutto andrà bene.

    RispondiElimina
  5. Sono col Patriarca, e spero che questa intervista telecomandata - di per se' non scandalosa, intendiamoci - rafforzi i DV nella loro posizione intransigente verso i Sudici.

    RispondiElimina
  6. Come te può ragionare uno Spinelli, o uno qulsiasi degli altri genuflessi che popolano il calcio italiano, caro LZ, credo e spero che DV la pensi più come me. E' inutile parlare di serietà, dire di volerla imporre, se poi si accettano e ci si piega a certi comportamenti.

    RispondiElimina
  7. Deyna per me è scandalosa. Un giocatore che ha un contratto fino al 2016 e dice che è un anno che un altra società lo corteggia è normale? Ma non c'è un regolamento, sacrosanto, che proibisce i contatti con i tesserati degli altri club? E' normale che si fissi un contratto di 4,5 milioni a stagione con uno che, teoricamente, è legato fino al 2016 con noi? E' normale che faccia un'uscita così per chiedere uno sconto per la società che lo vuole comprare che così lo può pagare di più? Se ci si cala sempre le brache saremo sempre più ostaggi di questa gente. Uno che può permettersi di non calarle, anche rimettendoci lì per lì, per me deve stringersi la cinghia e cominciare a dare calci in culo, fair play non vuol dire pigliarlo in culo, quello non è molto "fair".

    RispondiElimina
  8. Non si può però nemmeno dire: bisogna darlo via altrove con lo sconto. Bisogna valutare tutte le opzioni e poi scegliere la migliore. Fermo restando che anche nei cambi c'è chi guadagna e c'è chi perde. Ad esempio nel famoso cambio tra Milan e Juve, Benetti alla Juve, Capello al Milan, guadagnò la Juve. La verità si saprà comunque tra un anno e dipenderà da come è stato gestito l'affare e dal risultato delle due squadre in campionato. Personalmente non mi precluderei nessuna ipotesi: ovvero vendita in Inghilterra in contanti, vendita in Inghilterra con dei cambi, vendita alla Juve con cambi adeguati. E ripeto, a me Gabbiadini ad esempio piace. Facciamo una ipotesi di scuola: entro due anni Gabbiadini si afferma a livello nazionale, mentre Jovetic non sfonda a Torino. Ebbene in questo caso dovrebbero essere gli juventini a recriminare. Non è detto, in altre parole, che accettando dei cambi la Fiorentina sia destinata ad essere perdente. Ps: l'intervista non sposta nulla, ne' dice nulla. Anzi, io sapevo che Jovetic in Inghilterra non ci voleva andare. Vedo invece che se ne è uscito in un grande elogio del calcio inglese.

    RispondiElimina
  9. Stigmatizzo gli aspetti che dici tu, per non scandalosa intendevo il fatto che almeno lui si espone, invece di condurre il gioco in sordina, anche se con un contratto in scadenza 2016 non può fare altrimenti. Comunque sia, se vuole andare ci porterà soldi, lui. Quanto alla juve, ha tenuto e tiene un comportamento scorretto. Quindi, memori anche del caso Berbatov, mai a loro.

    RispondiElimina
  10. Allora un ci si capisce. Con i disonesti non ci tratto, e punto. Se per norma contrattuale son costretto a vendere a chiunque mi porti 30 milioni in bocca, in quel caso, "obtorto collo" venderò anche a loro, perchè sono obbligato, ma neanche un centesimo di sconto e neanche uno scambio. Con tutti gli altri il discorso, la trattativa, può essere aperta e posso accettare anche di meno, perchè, è chiaro, dopo questa uscita infelice, è noto al mondo che lo devo vendere il che mi mette in una posizione anche commercialmente più debole.

    RispondiElimina
  11. Può fare altrimenti sì, e credo che l'uscita pubblica sia un autogoal se conosco bene DV. Non mi stupirebbe una controreplica a breve.

    RispondiElimina
  12. Senza contare che darlo ai gobbi alle loro condizioni [prezzo scontato, inserimento di loro materiale scarso in esubero] significherebbe inaugurare una stagione di nuovi casi del genere in casa nostra, con giocatori lusingati da Marotta, e indotti ad agire in un certo modo per andare a Torino, con nostro evidente danno.

    RispondiElimina
  13. Ieri Gabbiadini ha fatto due bellissimi goal stando in campo 50 minuti. Ho letto che su Marrone ci sono delle perplessità. Su Gabbiadini credo che i dubbi siano pochi. Guadagna 400 mila euro l'anno.

    RispondiElimina
  14. Lud, ma che te ne fai di Gabbiadini? Da noi farebbe solo la riserva ed hai giò uno come Seferovic per questo. L'unica contropartita appetibile che la Juve può proporre per noi è Pogba, che però guidica incedibile. Quindi 30 testoni sull'unghia o si puppano il dito.

    RispondiElimina
  15. Non considero Gabbiadini uno destinato a fare la riserva sennò non lo vorrei. Alcune volte tuttavia mentre una società fa certi programmi avvengono fatti in parte inaspettati. Indubbiamente Seferovic sta stupendo. A dire la verità non me perchè chi mi legge sa che ho sempre sostenuto che era forte. Ma credo che Gabbiadini sia più avanti nella maturazione.

    RispondiElimina
  16. Ora vi faccio arrabbiare. Dunque io schiererei Ljajic esterno sinistro, Rossi centravanti, Cuadrado esterno destro. O anche Ljajic finto centravanti, con Rossi a sinistra e Cuadrado a destra. Gabbiadini lo faccio giocare come centravanti quando ritengo che sia necessaria una torre, al posto di Rossi o Ljajic. Dall'inizio o nel corso della partita. Come ulteriore punta scelgo Thereau o anche Seferovic. E l'attacco per me è sistemato.

    RispondiElimina
  17. Non ci fai arrabbiare, semplicemente confermi che di calcio non capisci una mazza, non è mica colpa tua. Oltre tutto Gabbiadini che ti piace tanto lo devi aver visto solo nelle figurine Panini e letto su wikipedia i dati anagrafici. Non è la caratteristica torre, ma uno cui piaca parecchio giocare largo e venire da fuori.

    RispondiElimina
  18. E dai, per me Gabbiadini può essere anche Pelè, (ed è invece solo un attaccante promettente) dalla Juve non voglio nulla, con i disonesti non ci parlo per principio. Ma sai leggere?

    RispondiElimina
  19. Meno male che un tu conti una sega!

    RispondiElimina
  20. ""Da un anno mi cercano, dicono che vogliono me, che nella loro lista vengo prima di Ibra, Tevez e Higuain. Chi sarebbe lusingato? Io lo sono, e non credo sia un tradimento ammetterlo". Se invece che dell'intoccabile squadra degli ovini si trattasse dell'Atalanta o del Siena sarebbero già sotto inchiesta con la quasi certezza di partire con sei punti di penalizzazione l'anno prossimo. Ma si sa le leggi esistono per farle rispettare solo ai bischeri..

    RispondiElimina
  21. Secondo Colantuono che l'ha allenato Gabbiadini è "la classica prima punta". Naturalmente non mi aspetto che tu gli dia ragione, Jordan. Dirai sicuramente che come esperto di calcio non ti lega neanche le scarpe. Nonostante abbia allenato Gabbiadini. Aggiungo che Manolo è alto quasi 1,90. Per vederlo giocare bastava sintonizzarsi ieri sera sulla Rai. E probabilmente nei prossimi giorni lo vedremo ancora.

    RispondiElimina
  22. sopravvissuto9 giugno 2013 13:35

    Gabbiadini è la tua leva di Archimede, LUDWIGZALLER ? JORDAN afferma ciò che alberga in qualsiasi tifoso viola, è come il detto "Meglio secondi che ladri", è come il detto "Non vincere ma almeno divertirsi" (vedi questa stagione). La questione è stucchevole e rende giornalisti ed addetti ai lavori alla stregua di dementi o veramente minus habens; una proprietà, un presidente (non un cazzabubbolo qualsiasi) ha detto, ridetto, scritto, riconfermato che occorrono 30 milioni di euro cash. PUNTO. Non la Punto Fiat (cfr. sterco) ma il punto fermo messo da Andrea Della Valle. Tutto il resto è ricamo, pizzi, merletti, chiacchiere da bar. A proposito di auto, su AM di questo mese, pag.22, Iron Man e la nuova Audi S7 con Galliani....Credo che dopo 17 anni e 5 Audi dovrò iniziare a valutare altre cause automobilistiche, come quando mio papà abbandonò definitivamente il marchio italiano.....Che fatica con 'sti strisciati che si insinuano ovunque. Ah, dimenticavo....LUDWIGZALLER, Balotelli ha mostrato perle del suo repertorio, non calcistico purtroppo! Vero esempio! Vero simbolo per i giovani.

    RispondiElimina
  23. Come ho scritto ieri, i DV tramite i giornali ricordino ai gobbi che per trovare i soldi che soddisfino le richieste della Fiorentina basta offrire a Jovetic 2 milioni netti annui anzichè 4.5

    RispondiElimina
  24. Non ho capito Sopra se la filosofia del tifoso viola si riassuma nel sadomasochismo ma temo fortemente che sia così. È puro sadomasochismo dire che è meglio regalarlo o venderlo sottocosto piuttosto che darlo alla Juve. Io mi limiterei a valutare le offerte che vengono via via presentate, da parte di tutte le squadre, in contanti o per soldi e cambi. E sceglierei quella che mi conviene di più punto. Non mi farei condizionare da fattori esterni, tanto più che nei cambi non si sa in anticipo chi sta guadagnando specie se si tratta un giovane. Per quanto riguarda Balotelli bisogna intendersi sul concetto di modello. Il modello non è una persona che fa tutto bene, quello è il santino, è il Luigi Gonzaga della situazione. Pedagogicamente sarebbe perfetto ma c'è un ma: ai giovani non piace, non suscita identificazione.

    RispondiElimina
  25. Vita, il Guetta con la tua idea ci ha fatto il pezzo sul blog

    RispondiElimina
  26. colonel.blimp9 giugno 2013 14:09

    Lud, se cerchi su tutto il net, per citarlo, qualcuno che dica una cazzata su qualcosa, come troppo spesso fai tu, lo troverai sempre, come il Dubbio che stamattina, rivolgendosi a te, parlava di un Jojo che aveva messo un «out out» (ahahahahahahahahahahahahahahahah!), o come l'Ubriaco da Vignola, stranamente mattiniero e quindi ancor più sfasato, che aggredisce a freddo Diegone giudicando arroganti, ingiustificate, inopportune, sconvenienti, ineleganti, improvvide, unilaterali (e per forza, povero imbecille, vuoi che Lambs dica male di se stesso? Ahahahahahahahahahahahah!) le esternazioni anti-Fiat e anti-Juve (un vero tifoso viola... ahahahahahahahahahahahahahahah!). L'offerta della Juve non è conveniente, tutto qui, Lud, se lo fosse sarebbe accetatta, poiché Madè di calcio ne sanno più di te (unico neo, quest'anno, aver trascurato quel che il Magic in cinque anni con Prandelli mai volle negligere, la completezza di rosa, scoprendo due ruoli essenziali, quello di portiere e quello di centravanti: ma il prossimo anno tutti i tasselli saranno a posto, per l'agognato scudetto) e DDV conosce i suoi interessi un tantinello meglio dei pallosi grilli parlanti pietrasantini. Sul carattere autolesionistico di questa intervista tutto è stato già scritto eccetto, mi sembra due cose, che vorrei dire: 1) ogni prospettiva di vedovanza è sventata da un coglione mai cresciuto (e parlavano del Nutella!) che produce un intervento così goffo e sprezzante; 2) la squallida serva che, dopo una serie di articoli bocchinanti il Guercio, ha imboccato il coglione succitato è di provenienza cloacale, come tutti sanno, e ciò prova per chi ella lavorasse all'epoca, per chi il Cretino dei Neretti, per chi chiunque faccia scrivere e offendere Giannelli e Pseudosenese, Multinick e California. E se questo coglione ritardato mentale ci rimane sulle braccia (leggasi: in tribuna) per tre anni e se i fabbrica-Duna contano di bloccare così il nostro mercato e segnatamente l'acquisto di Gomez, poco male, il Seferovic che il Mago dell'Est comprò per una cassa di arachidi, quattro ombrelli portatili e tre scialli tarmati sta esplodendo in quasi sincronia con Nutella. Dismission? Impossible!!!!!!! = Saremo campioni, in culo ai coglioni.

    RispondiElimina
  27. Ma Colantuono non mi pare possa essere definito uno che sta sui blog a sparare cazzate. È un allenatore professionista che ha allenato Gabbiadini all'Atalanta. A vedere il giocatore e a leggere i giudizi questo Gabbiadini è uno dei talenti emergenti italiani, tra tre o quattro anni magari la distanza in valore tra lui e Jo si è accorciata fin quasi a sparire.

    RispondiElimina
  28. colonel.blimp9 giugno 2013 14:22

    E' uno che dice il contrario di quel che dicono tanti, la gran maggioranza degli addetti, come chi dicesse che Giac vale Domingo. Ti è stato detto tante volte: ragiona con la tua testa, guarda le partite e analizzale, perché chi fa col cervello degli altri il suo può anche friggerlo e allora le sentiresti le proteste di AntoinRouge! Fra tre o quattro anni, per dirla con Keynes, saremo tutti morti e noi dobbiamo vincere adesso, siamo a un passo dal sogno.

    RispondiElimina
  29. Jovetic se ne vuole andare, sticazzi. Personalmente se l'avessimo perso l'anno scorso, mi avrebbe creato un pizzico di dispiacere, quest'anno solo indifferenza. Quest'anno doveva essere l'anno della consacrazione, invece è stato un anno che ha alimentato più dubbi che certezze sul fatto che sia un campione. In un campionato dove la punta migliore, Cavani, è seguita solo da due vecchietti incredibili come Di Natale e Klose, lui avrebbe dovuto essere dominante. Invece hanno prevalso i suoi limiti fisico- tattici, la sua idiosincrasia al gioco di squadra, una personalità da bravo ragazzo ma non da campione affamato. Il ragazzo ha una grande stima di se stesso, stima che però gli ha impedito a lungo di seguire il cammino tattico della squadra. La sicurezza che se ne vada permette a Montella di disegnare la nuova Fiorentina senza preoccuparsi di come poterlo mettere in condizione di esprimersi. Arriverà un centravanti che farà il centravanti, forse un trequartista che farà il trequartista, quindi niente più dubbi. Quella mattonella sullo spigolo sinistro dell' area sarà sgombra quest'anno, per permettere il passaggio di chi si adegua al flusso di gioco.
    Paradossalmente il suo addio è la notizia migliore anche per Ljajic, che ha cominciato a giocare quando ha abbandonato il mono-fraseggio con l'amico, regalandosi alla squadra invece che limitarsi ad un gioco a due.
    La Juventus vede scoperto il suo modo di irretire i giocatori altrui, cerca il giocatore e il suo procuratore e forse vedrà premiato il suo lavoro. Solo che, dimostrando l'incompetenza dei suoi uomini mercato, cerca il giocatore meno funzionale per il suo gioco. Invece del bomber è andata a stuzzicare un doppione di quello che ha già : Vucinic. Se cercavano un attaccante determinante, allora Matri quest'anno si rifarà le sue belle 25/30 partite.

    RispondiElimina
  30. colonel.blimp9 giugno 2013 14:28

    «AntoineRouge», qua sotto: a proposito, sono d'accordo con te, Antoine, sull'ultima tarantella del tarantolato, mentre su Burton non ti raggiungerò mai. Sfolgorante post di Foco, qua sotto: nec plus ultra!

    RispondiElimina
  31. sopravvissuto9 giugno 2013 14:28

    LUDWIGZALLER, i filosofi sono morti o di fame o di stronzate ritortesi contro, poi con Freud si è scoperto il businnes di una professione, che ce se poteva magna'.......La filosofia del tifoso viola è più spicciola di quel che immagini: che vinca chi gioca meglio, che l'arbitro sia equo e super partes. Tutto qui. Io non mi oppongo all'ingresso, trionfante, di Jovetic dalla A4 direzione Torino, semplicemente affermo che lui deve andare (DEVE) ma deve essere pagato quello che fu pattuito, tutti qui. Noi abbiamo dimostrato (giusto un anno fa) che siamo in grado di costruire un'ottima squadra con budget basso, la juve senza soldi non fa una squadra competitiva, anzi continua con la sua secolare ostruzione (come il primo Milan di Berlusconi) sul calciomercato. Mezzucci permessi dai servi della gleba, anzi della gobba. Ritengo altamente probabile che Della Valle tenga duro e si prepari un bel colpo di teatro su Jovetic. Il progioniero è il montenegrino, incatenato da Marotta e Ramadani, non la Fiorentina. Ritorno alla filosofia: con arbitri equi e non condizionati noi la giochiamo alla pari con tutti, anzi ci giochiamo lo scudetto. Scusa la presunzione, ma questa caratteristica non può essere solo degli Agnelli (vero veleno nelle vene dell'Italia).

    RispondiElimina
  32. Sopra la mentalità dei fiorentini non è così lineare come tu immagini. Un caso su tutti: la fine di Savonarola. Blimp, prova a seguire il filo del ragionamento. Dunque io dico che Gabbiadini può essere la prima punta che ci manca. Jordan mi obietta che non è una prima punta. Io allora porto a sostegno della mia affermazione il giudizio di Colantuono. Mi pare perfettamente legittimo che io citi una opionione a sostegno di quanto ho affermato. Scrivendo un saggio lo si fa ad ogni piè sospinto attraverso le note e nessuno trova da ridire.

    RispondiElimina
  33. colonel.blimp9 giugno 2013 14:47

    Ma non è un ragionamento, il tuo, quindi non c'è filo, è la tua solita cazzata sconclusionata da incompetente, tu citi uno fra mille che dicono il contrario, il quale dice che una seconda punta è una prima, invece di fidarti di quel che si vede. Dovresti sapere peraltro che i rapporti fra Gabbiadini e Colantuono sono tesissimi, che Gabbiadini ha significato alla Juve che in ogni caso non vuole fare un anno all'Atalanta, ovunque ma non all'Atalanta, a causa di Colantuono. Qui c'è da vincere e tu vuoi come centravantone una seconda punta che è un prospetto che vale mezzo Sefe. Dài, Lud, capisci una minchia.

    RispondiElimina
  34. Ancora una volta dici cazzate. Nonostante ti si sia spiegato cento volte non vuoi capire che non è come dici tu. Non si vende una casa che la si dà a chi offre di più. Qui la casa è un essere animato diretto da un altro essere che ha come mestiere trarre il massimo profitto per sè e per l'assistito. Se i due spingono per un acquirente che ha promesso loro chissà cosa in maniera da rendere l'affare, per loro, conveniente, e rifiutano tutti gli altri, il venditore della "casa" si trova inchiappettato. E' molto difficile ad entrarti nel capo questo concetto abbastanza semplice? Per levarseli di culo l'unico mezzo è non trattare col disonesto (perchè, per inciso, non si può trattare col giocatore senza il permesso della società), dirlo e farlo. Il che non è masochismo, ma, al contrario, autodifesa.

    RispondiElimina
  35. A differenza tua io non vado a cercare cosa dice questo e quello ma guardo le partite, quelle che mi lasciano guardare. le poche volte che ho visto Gabbiadini, sia nell'Under che nel Bologna, non mi è sembrata la classica prima punta che va a far botte con i centravantoni, ma un giocatore di movimento che ama parecchio svariare e muoversi. Che sia alto 1,86 che cazzo vuol dire? Non mi ricordo un suo goal di testa, ma magari li ha anche fatti, comunque non mi sembra una sua specalità. Poi per Colantuono sarà anche la classica prima punta, magari lo diventerà, per ora non lo è e anche lui le poche volte che l'ha messo in campo lo faceva giocare da spalla di Tiribocchi, che certo seconda punta non è, quindi non so cosa dica.

    RispondiElimina
  36. Per quel che ho visto giocare Gabbiadini, è una punta mobile, che ama svariare e partire largo da sinistra, per inserirsi in area. Non è, almeno per ora, centravanti di riferimento che tiene alta la squadra e spizza palloni per i compagni. Poi magari lo diventerà, ma per ora non lo è. Anche Bettega aveva un fisico da centravanti, ma centravanti non era...

    RispondiElimina
  37. Ecco, appunto, gioca alla Bettega, con una percentuale realizzativa nemmeno paragonabile per ora, molto più debole, sempre per ora, nel gioco aereo, ma il tipo di gioco è quello. Se diventasse Bettega sarebbe da prendere subito, ma non è la torre che fantastica LZ. Purtroppo c'è di mezzo una squadra di puzzoni che rende impossibile ogni contatto anche se fosse non dico Bettega, ma nemmeno Pelè.

    RispondiElimina
  38. colonel.blimp9 giugno 2013 16:01

    Vorrei comunque dire, sommessamente, che quella della prima foto (la seconda è da Vernole... ahahahahahahahahahah!) è una grandissima fica e di ciò ringrazio il pollockone, anche se ci ho rimesso un paio di pantaloni, da mandare diretti in lavanderia.

    RispondiElimina
  39. L'unico dubbio è se le tette sian vere, ma ci passiamo ugualmente sopra, volentieri. Intanto: "Mourinho ha danneggiato il calcio spagnolo. Ma non mi piace parlare di questo personaggio", grande Iniesta!

    RispondiElimina
  40. Sono andato a controllare, Pollock: è vero, anche i'Guetta attinge dal sitollock, in culo ai'Dorf!

    RispondiElimina
  41. Il giudizio di Colantuono non è stato dato oggi ma quando Gabbiadini giocava alla Atalanta. Ad ogni modo prima punta non è una offesa. Leggo che anche lo stesso Gabbiadini si ritiene prima punta naturale (v. le dicharazioni del suo procuratore, il quale lamenta che per farlo giocare con Gilardino l'abbiano sacrificato come esterno). Non vuol dire che sia l'ideale per noi, per carità. Bettega giocava Rossi ad ogni modo, cioè con accanto una punta piccola e rapida e doveva fra l'altro occuparsi del gioco aereo. Gabbiadini potrebbe far coppia con Giuseppe Rossi. Sulla sua ultima affermazione concordo con Blimp: è una gran fica e suggerisco di allargare l'immagine per un pieno apprezzamento.

    RispondiElimina
  42. Tra parentesi, la fiha della prima foto mi ricorda un po' la splendida Angela Molina del "Cet obscur objet du désir"...

    RispondiElimina
  43. Vorrei vedere meglio il lato b prima di giudicare, Pollock hai una foto presa da ore 18?

    RispondiElimina
  44. colonel.blimp9 giugno 2013 16:14

    Colantuono è così buon interprete del Gabbia che quest'ultimo fra le sue mani non vuol più tornare, come scrivevo pocanzi e come viene detto da mesi, come anche Padovan ribadiva iersera a Sportitalia. Piuttosto, leggo che si parla di un nuovo prestito valorizzante per Sefe: non concordo minimamente, Sefe è in esplosione, abbiamo tre fronti d'impegno, lui è uno che è diventato decisivo anche subentrando a partita in corso. Del resto, vuole giocarsela a Firenze e il suo parere, per rinnovare il contratto, sarà fondamentale. Il giocatore, qualche minuto fa, ha cominciato il pressing: «Il mio futuro? Ci sono offerte sul tavolo. Ora voglio giocare in un club di prima divisione» (da Firenzeviola). La scacchiera Ramadani richiede un Botvinnik.

    RispondiElimina
  45. colonel.blimp9 giugno 2013 16:16

    Macia avvistato a Basilea nei giorni scorsi: forse Sommer non è perduto...

    RispondiElimina
  46. E vorrei vedere: The Cage ha offerte da squadre più importanti, tra cui la stessa Fiorentina. Tornare a Bergamo sarebbe un passo indietro, ma non c'entra affatto colle parole di Colantuono.

    RispondiElimina
  47. Che mi dite del network Sergio Berti-Ramadani-Corvino. È vero che Berti a Firenze era detto il "direttore generale"? E che Pradè ha fatto piazza pulita di questo intreccio?

    RispondiElimina
  48. Posso approfondire solo il secondo tema

    RispondiElimina
  49. colonel.blimp9 giugno 2013 16:34

    No, Lud, non sai nulla e non capisci una ceppa, sei il solito autista a bassa funzionalità, si tratta infatti della possibilità di restare in parcheggio un altro anno a Bergamo, come la Juve gli aveva proposto, mentre lui è in rotta con Colantuono, che di lui non capisce un cazzo e non lo faceva giocare: questo lo sanno e lo dicono da mesi tutti gli addetti ai lavori, compreso, ieri sera come scrivevo poco fa (ma tu non leggi: strano, eh? Ahahahahahahahahahah!) Padovan. Gabbia non ha nessuna offerta dalla Fiorentina sennò l'affare Jojo sarebbe già concluso.

    RispondiElimina
  50. Capitolo Gabbiadini, che sia un attaccante non ci sono dubbi, che abbia il fisico della prima punta è altrettanto vero ma il suo problema è lo score, piuttosto misero per una prima punta, appena discreto per una seconda. E' anche vero che essendo un '91 non può aver segnato caterve di reti e non esclude la possibilità che in futuro possa anche farle, si parla di un prospetto ancora, e con i prospetti è bene andarci cauti. Per quello che ho visto in campo è un attaccante di movimento, che riesce a partire dalla trequarti e svariare su tutto il fronte, ha piedi educati anche per suggerire scambi e sfornare assist ma non mi pare il tipico marcantonio egoista che ama ricevere palloni dal limite per tirare la bordata o affondare in difese schierate portandosi via un paio di uomini, men che mai punta di riferimento per far salire la squadra o spingere in porta cross invitanti sui colpi di testa. Detto questo, se gioca con più continuità, in un ambiente a lui congeniale e con un allenatore che riesce a cavargli fuori il meglio tutto può essere. Capitolo Jovetic, mi pare si sia fatto irretire dal procuratore e dalla controparte, e a rimetterci è solo lui. Non mi sorprendono le merde, abituate agli intrallazzi di basso profilo, e non mi sorprende il procuratore che vede lievitare l'ingaggio del suo assistito e quindi la sua provvigione. Mi sorprende Jojo che fino ad oggi ha tenuto un comportamento corretto e professionale e si è fatto convincere a battere una strada che porterà solo al muro contro muro. Memore di quanto successo anche di recente mi sarei tirato fuori da questi meschini giochini alla rottura che non può avvenire dato la lunghezza del contratto in essere. Non entro nel merito della valutazione data al suo cartellino e penso che a quella cifra, i 30 pippoli, siano tutti dedicati alla vecchia baldracca, per un'altra squadra sono sicuro che i margini di trattativa esistano, così come la possibilità di inserire contropartite tecniche a conguaglio. Non vedo il problema, o lo capiscono o così è se gli pare. A tutti e due.

    RispondiElimina
  51. colonel.blimp9 giugno 2013 16:40

    il Berciador ha innescato una polemica contro un suo collega, sul suo blog, e la gente non capisce con chi ce l'abbia: lui nega che sia Suma, quindi i sospetti s'indirizzano sul Cretino dei Neretti. Ma sono cose così interne che, al cospetto, il pancreas è un organo superficiale.

    RispondiElimina
  52. Pare che Mancini, interessatissimo a Jojo ai tempi del City, vada al PSG: Si apre credo un altro fronte interessante e remunerativo per la cessione di Jovetic, lì sì anche con interessantissime contropartite inseribili.

    RispondiElimina
  53. Ma scusa Blimp a me pare normale che Gabbiadini rifiuti Bergamo se ha altre offerte da squadre più importanti. L'Atalanta fino a prova contraria non è il Chelsea. Non è questione di proprietà del cartellino ma di permanenza in un club dove sia valorizzato.

    RispondiElimina
  54. Molto deludente la seconda foto, Pollock: manza chiavabilissima, ma di grossolane finiture: un'altra che da bambina era derisa dalle magre compagne di classe.

    RispondiElimina
  55. https://www.google.it/search?q=all+ashley&rlz=1C1VEAF_itIT526IT526&um=1&ie=UTF-8&hl=it&tbm=isch&source=og&sa=N&tab=wi&ei=BpW0UY3JJMX60gXo24H4DQ&biw=1024&bih=573&sei=EJW0Uf68A8HN0QXsiIHADQ#um=1&rlz=1C1VEAF_itIT526IT526&hl=it&tbm=isch&sa=1&q=Ashley+Graham&oq=Ashley+Graham&gs_l=img.12...25313.27454.0.28407.1.1.0.0.0.0.106.106.0j1.1.0...0.0.0..1c.1j2.16.img.DrysFBr3iv8&bav=on.2,or.r_qf.&bvm=bv.47534661,d.d2k&fp=2c9f48ea4a3099e5&biw=1024&bih=610



    ...sì, è proprio così.

    RispondiElimina
  56. colonel.blimp9 giugno 2013 16:58

    Anche questa, Pollock, proponila al Panzone di Vernole: credo che non dovrebbe soffrirne troppo la mole in amplesso. E' ovvio che un Mancini al PSG sarebbe di sommo interesse per l'affare Jojo: quelli sono degli scemi che per Pastore hanno sborsato 43 milioni. Al massimo, vorranno mettere nell'affare Sissoko.

    RispondiElimina
  57. Fatevene una ragione siamo in periodo di abbondanza

    RispondiElimina
  58. colonel.blimp9 giugno 2013 17:04

    No, Lud, di nuovo capisci una minchia (perché non leggi, essenzialmente, ma c'è anche qualche attardamento evolutivo, forse), ti ho scritto che come tutti sanno il Gabbia rifiuta nuovo parcheggio a Bergamo solo per via di Colantuono, ma che farà altro anno in purgatorio in qualche squadra di media classifica pari grdao è quel che dicono tutti gli operatori perché Conte non vuole un altro attaccante né carne né pesce come lui e attende di vedere che rana diventerà da quel girino che è e perché non ci sono offerte da squadre di rango se non quelle che gli accredita la Juve la quale le favoleggia anche per Quaglia e Matri, tanto è vero che vuole appiopparli a noi. Il Gabbia è vittima del folle prezzo della comproprietà sganciato dal Guercio, prezzo assolutamente incongruo rispetto a quel che ha fatto vedere e al suo peso nel determinare le partite.

    RispondiElimina
  59. colonel.blimp9 giugno 2013 17:05

    «pari grado», qua sotto.

    RispondiElimina
  60. Ecco lo scoop. La prossima formazione è fatta

    RispondiElimina
  61. colonel.blimp9 giugno 2013 17:09

    Vai, proprio ora leggo di un interessamento della Samp, per il Gabbia: eh, per aspera ad astra... ahahahahahhahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  62. colonel.blimp9 giugno 2013 17:11

    Le due al vertice della piramide sono anche quelle che mi piacciono di più.

    RispondiElimina
  63. "Come tutti sanno" mi pare eccessivo. Avrà immagino altre ambizioni. Che poi si realizzino o meno si vedrà. Ad ogni modo, e lo riscrivo per l'ultima volta, Colantuono in quella intervista da me citata del 2010 disse che Gabbiadini era una prima punta, il che non mi risulta essere una offesa, tanto che lo stesso ha ripetuto di recente il procuratore del giocatore. Mi pare più sensato ed equilibrato il giudizio di Leo. Probabilmente non è uno sfondatore, anche se spesso viene paragonato a Vieri. La tecnica e il movimento sono sicuramente due caratteristiche apprezzate da Montella. In under ha già fatto dieci goal, in serie A sei. Non sono molti ma vale la solita regola: a ventuno anni di solito non si è ancora esplosi. Credo che lui e Destro siano i migliori prodotti del vivaio italiano in quel ruolo e si è già affacciato in nazionale.

    RispondiElimina
  64. colonel.blimp9 giugno 2013 17:21

    Col giudizio di tre anni fa di uno col quale il giocatore è in rotta ci si pulisce ampiamente il sederino, Lud. La Juve lo vuole mollare o parcheggiare, noi abbiamo ambizioni non inferiori a quelle della Juve e non lo prendiamo pertanto: farà un altro anno a Genova (vedi notizia del giorno) o in sede similar bergamasche, lasciando tutto il tempo al Guercio di interrogarsi se 5,5 milioni per un giocatore che Conte non vuole alla base fossero un così grande affare, visto che poi non trova soldi per Jojo. Di prospetti ne abbiamo abbastanza e, come prima punta, Sefe è migliore e già un po' più che un prospetto, figurarsi se la Viola s'imbarazza con chi non le serve, per farsi venir meno la grana per le operazioni che invece contano!

    RispondiElimina
  65. colonel.blimp9 giugno 2013 17:26

    «sedi», qua sotto.

    RispondiElimina
  66. Uffa non era un giudizio sul giocatore ma solo tecnico. Ampiamente condiviso peraltro dal giocatore e dal procuratore. Gabbiadini si sente prima punta in senso moderno. Se vuoi prendere un giocatore lo devi prendere con anticipo e non quando è al massimo del suo valore.

    RispondiElimina
  67. colonel.blimp9 giugno 2013 17:32

    E' un giudizio tecnico sbagliato, avversato dalla gran maggioranza degli addetti ai lavori e contrario a quel che si vede in campo. Gabbia è in comproprietà a 5,5, valore dunque del cartellino intero 11, Conte non lo vuole alla base, starà in parcheggio in Samp o sedi simil bergamasche ancora un anno, noi abbiamo quattrini giusti per l'oggi, in cui vogliamo vincere, di prospetti di valore ne abbiamo a sufficienza (Sefe migliore nel ruolo specifico) per lasciar 11 milioni virtuali a chi lo sbologna, tutto questo è detto e ridetto e quindi ti confermi una grandissima fava incompetente che non legge ma vuol dialogare o piuttosto prender di fava perché lo fa godere.

    RispondiElimina
  68. Buonanotte Blimp.

    RispondiElimina
  69. colonel.blimp9 giugno 2013 17:36

    Anche a te, Lud.

    RispondiElimina
  70. http://www.fiorentina.it/notizia.asp?IDNotizia=132782



    Come prevedibile, l'intervista della Sgozzini non ha fatto che inasprire i DV, bene!

    RispondiElimina
  71. http://www.firenzeviola.it/?action=read&idnotizia=136255

    RispondiElimina
  72. colonel.blimp9 giugno 2013 18:04

    Un paio di osservazioni: 1) basta coi cretini tiroidei, il test medico d'ingresso sia integrato da un test lombrosiano scartando tutti i gozzuti, visti i problemi che essi ci hanno dato negli anni; 2) la Società mostra finalmente le palle che tenne chiuse nelle Cagi in occasione delle infamie del fidanzato della ciucciabonghi, ma io ce l'ho soprattutto con la schiava fellatrice ex-cloacale che ha reso questo servizio al Guercio.

    RispondiElimina
  73. sopravvissuto9 giugno 2013 18:15

    Certo che se il giudizio tecnico di Colantuono fosse così vincolante, preciso, perfetto ne avremmo di campioni a 20/21 anni. LUDWIGZALLER stai per cadere in un una buca enorme scavata da te stesso e Colantuono è l'unico ramo, un po' secco, al quale ti sei appeso. Credo che se domandassero a Colantuono "Come sarebbe Bellini nella Fiorentina?" risponderebbe "Ottimo professionista, non a caso capitano, che copre bene la fascia, ideale per il gioco di Montella...", cos'altro? GUBERNATOR: voto massimo per le foto e i soggetti, io apprezzo. Sembra che abbiano tre chiappe ma anche seni da battaglia, bocche da guerriglia e piedi in grado di rovesciare un governo. La Ashley è da Grand Prix, da Corrida, da gara di pentathlon...la Giunonica sembra in attesa di rifinitura.

    RispondiElimina
  74. colonel.blimp9 giugno 2013 18:27

    E' peraltro sicuro che, se non arrivano offerte dall'estero, DDV deve prepararsi alle conseguenze della sua sacrosanta difesa del Piave: i tre ramadanici in tribuna, Savic al Bayern nell'affare Jojo, una rimessa, per il principiis obsta, che può calcolarsi nell'immediato di una trentina di milioni - considerata la lunghezza del contratto gozzutesco da un lato ma d'altro lato la necessità di sovvenire alla spesa per il centravantone senza gli introiti della cessione del gozzuto, all'acquisto di punta di riserva e a rimpiazzo, più o meno iliciciano, di Nutella - e in futuro di altrettanti, per perdita a zero dei servigi del Nutella e di Sefe. Qui si parrà la nobilitade dellavalliana. Sono cifre importanti ma ne va della credibilità della Fiorentina per molti anni ancora come squadra di vertice: se cediamo su Jojo tutto si smattonella, non ci sarà tampone per l'emorragia.

    RispondiElimina
  75. Che Gabbiadini potrebbe teoricamente giocare con Pepito Rossi come Bettega giocava con Paolino Rossi è una delle prima cose giuste che dici da quando scrivi, ma è tutto il contrario delle tue affermazioni iniziali, nelle quali Gabbiadini era solo un'alternativa di emergenza per quando c'era da fare quello che lui, per ora, non ha mai fatto

    RispondiElimina
  76. i'solito porco, compagno Cheyenne!

    RispondiElimina
  77. Dedicata al Sopra

    RispondiElimina
  78. sopravvissuto9 giugno 2013 18:38

    Concordo. Credere, resistere, ottenere! Vai BLIMP, tutti col moschetto a difendere il patrimonio. Comunque la chiave di lettura delle "abbondanti" foto del GUBERNATOR, la metafora (non-sottile...eh eh eh eh) è che è finito il tempo delle vacche magre...ah ah ah ah ah...bisogna prendere le situazioni di petto...ah ah ah ah...altrimenti ciccia.....eh eh eh eh...abundare est melior quam deficere........meno alcool più soda.....

    RispondiElimina
  79. Le centravantone!

    RispondiElimina
  80. Vorrei sapere chi è quel genio che lo ha paragonato a Vieri. Comunque sia non si sta parlando, almeno io, del valore del giocatore e di quel che diventerà nel suo futuro, ma di quel che è adesso, perchè tu sei partito da una soluzione per l'attacco viola per l'anno prossimo che lo vedeva in panca pronto alle emergenze nelle situazioni non risolte dai piccoli (di statura) titolari entrando a far la torre, come fosse Toni. Ti ho detto che questo ruolo di centravanti di sfondamento lui non l'ha mai assolto, personalmente non credo lo assolverà mai ma su questo si potrebbe anche discutere visto che è un '91, e che le sua caratteristiche d'impiego finora sono state altre. Tu divaghi, riporti giudizi di Colantuono di tre anni fa che sono fuori tema "E' una prima punta" però non ce l'ha mai fatto giocare e l'ha fatto scappare da Bergamo, Pioli lo fa giocare a lato di Gilardino, quando gioca. Insomma guarda le partite e rispondi senza di vagare alla ricerca di una ragione che non hai.

    RispondiElimina
  81. Quando ho parlato tempo fa di campagna difensiva vi siete adontati a dir poco ma ora Blimp ha capito e cita il Piave! Per quanto riguarda Gabbiadini, nell'ammonire Sopra ad usare più consono eloquio rimando a ciò che afferma il procuratore: "Ruolo? È una prima punta, è molto duttile ma resta prima punta fisica che fa reparto da solo". La vera contestazione investe Pioli che lo utilizza fuori ruolo. Anche la dirigenza Juve si è lamentata e per questo non si vuole rinnovare il prestito col Bologna.

    RispondiElimina
  82. sopravvissuto9 giugno 2013 19:24

    Più consono eloquio? LUD, ma davvero non leggi? Ahò e so' du' settimane che ce stai a esfoglia' i maroni co' 'sto Gabbiadini e te pure risponnemo! (Traduz.:Hei giovane amico del net, sono oramai giusti giusti appena 15 giorni che svisceri in maniera dotta ed eloquente del grande campione acclamato dalle folle, voluto dal Barca, idolo di Gerd Muller , tale Manolo Gabbiadini, che sol dal nome richiama la Spagna! Purtroppo la naturale esfoliazione dell'apparato genitale richiede attenzione e tempistica ma come noti ti rispondiam pronI al tuo pensiero, sperando che in Brasile sia il nostro carneade.....CONSONO, LUD?). Ma se era così buono la Juve lo dava a noi? Tranne Henry e pochissimi altri, quanti assi ha mollato, sbagliando, la juve?

    RispondiElimina
  83. sopravvissuto9 giugno 2013 19:26

    Quindi al prossimo fallo vado fuori, LUD? Sembri il vecchio Agnolin ed il suo "Te faso un sesto tanto..." eh eh eh eh. Dai, agisci all'inglese, lascia giocare.....

    RispondiElimina
  84. Giovane magari. Forse d'animo. Siccome vuoi farmi precipitare in buche non so se ripiene di guano rispedisco al mittente, Sopra, scusami tanto ma nel guano vacci a nuotare tu. Si perde tempo perchè ci si sofferma troppo su dettagli che non dovrebbero essere discussi. Che Gabbiadini sia prima punta ad esempio è scontato. Ma ripeto è singolare che la discussione abbia giorni fa investito la mia definizione di campagna difensiva. Me ne avete dette di tutti i colori per giorni, ma ora viene fuori che siamo sul Piave. Ora tu da veneto saprai che sul Piave ci siamo attestati dopp Caporetto in difesa. E così dovranno fare Pradè e Macia se vogliono che nei prossimi anni il ciclo prosegua. Anche Cuadrado infatti è sicuro fino al maggio 2014, mentre di Pizarro e Jovetic si conoscono le intenzioni e Ljajic non ha rinnovato. Complessivamente hanno messo gli occhi su metà della nostra squadra.

    RispondiElimina
  85. colonel.blimp9 giugno 2013 19:44

    No, Lud, al solito capisci una sega, confondi tutto e ti sbrodoli la merda addosso, tu parlavi di campagna difensiva in rapporto alla difesa dei contratti e al loro rinnovo, io di difesa dell'immagine da club di vertice, tanto è vero che in nome di ciò invito a sacrificare i contratti medesimi. E poi, la tua «notte», è già finita? Ahahahahahahahahahah! E Colantuono, che il Gabbia aveva capito, ci si è scornato contro e quello non vuol più tornare a Bergamo per questo... ahahahahahahahah! Ri-buona notte, fava colossale! ahahahahahahahahahah! E' scontato che il Gabbia sia prima punta ma qui lo dici solo tu e come tale non è utilizzato... ahahahahahahahahah! Sceeeeemo, sceeeeeemo, sceeeemo!!! «Buona notte», Lud... ahahahahahahahahahah! Buona notte e è sempre qui a sparar cazzate... ahahahahahahahahahah! Come i personaggi di melodramma, «partiam partiam» e sono sempre lì, a prendersi di fava... ahahahahahahahahahah! Oh, ciucciatelo bene il Gabbia, che a Firenze non lo vedrai mai perché Madè non sono coglioni, come il modulo Pepito-Jojo... ahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  86. La campagna resta difensiva. L'unica differenza è nel modo di difendersi. Io voglio una difesa intelligente, tu Blimp vuoi sganciare l'atomica e distruggere tutti, amici e nemici dilapidando capitali e distruggendo la società. La lunga polemica di cui hanno dato notizia i giornali tra Gabbiadini, il suo procuratore e i dirigenti Juve è tutta incentrata sul mancato impiego come prima punta che non soddisfa nessuno del clan Gabbiadini. Solo quattro gatti dunque hanno dubbi sulle sue reali caratteristiche, tu e qualche altro felino.

    RispondiElimina
  87. colonel.blimp9 giugno 2013 19:57

    Sintesi onesta, quella di Pedullà (dal suo sito), il quale, anche se partecipa al balletto televisivo manovrato dalla due strisciate, ha ben altra intelligenza, ben altro equilibrio, ben altre competenza che Decrescitello:

    «Il 27 maggio scorso titolammo che la Juve per Jovetic era una priorità e che l’asso della Fiorentina avrebbe dato la precedenza ai bianconeri. La Juve in testa, solo la Juve, questo il senso del discorso. Immaginando che Jovetic prima o poi sarebbe uscito allo scoperto. Cosa che l’asso montenegrino ha fatto in un’intervista chiara e senza troppi giri di parole rilasciata alla Gazzetta dello Sport. La sintesi del discorso di Jovetic è chiara: considera chiuso il suo ciclo a Firenze, ritiene che Conte sia l’allenatore giusto per consentirgli il definitivo salto di qualità. Ora ci sta tutto, anche che i Della Valle proseguano nel loro chiaro intento, ovvero 30 milioni cash senza contropartite. Ma intanto Jovetic è uscito allo scoperto, esattamente come voleva la Juve».



    Allora, povero imbecille, non dire che diciamo la stessa cosa quando dopo due minuti devi smentirti. Quindi nessuno è venuto alle tue posizioni, che sono quelle di un incompetente paranoico e che coincidono con quelle della Juve e farebbero di noi un club asservito. Il Gabbia non è utilizzato come prima punta, la maggior parte degli addetti non lo considera tale e qui solo tu lo fai, quindi caro imbecille d'un pietrasantino sfigato i quattro gatti sono gli stessi del Delfino e tu che ci stai a fare tra noi? Te lo dico io, storico di questo par di coglioni, smerdato da ogni sito cui partecipa con ugual saccenza, incapacità di dialogo e incompetenza: a prenderti di cretino, che sei e sempre sarai.

    RispondiElimina
  88. Diciamo che ti sei reso conto anche tu che quest'anno la Fiorentina dovrà penare per tenere i migliori. All'elenco che ho fatto io aggiungi anche Savic e Seferovic, 5 titolari (Pizarro, Cuadrado, Jovetic, Ljajic e Savic) più un giovane emergente (Seferovic). Ma quando l'ho scritto tempo fa dicevi che volevo portare iella, pensa un po'. Allora o si mandano tutti via e si riparte o si prova a tenerne almeno 4/6, Ljajic, Seferovic, Savic e Cuadrado riscattandolo per intero se possibile.

    RispondiElimina
  89. colonel.blimp9 giugno 2013 20:12

    Ma certo che vuoi portare jella, in cerca di una nuova posa (perché fondamentalmente sei un poseur), poiché pretendi un futuro buio, laddove i DV hanno la capacità di tener fermo, una doppia soluzione, più o meno onerosa per loro, che sono grandi imprenditori e benefattori di Firenze e non si faranno ingabbiadinare da truffatori da fiera paesana! E chi parla poi di mandar via tutti? Jojo deve restar tre anni, libero lui di mettere la testa a partito, gli altri due trovano immediato rimpiazzo e tutti gli altri, di fronte alla posizione della Società, si guarderanno bene da far casino. E' così che si tiene unito il gregge, mica abbassando le brache! Perché è proprio allora che le pecore si sfilerebbero, una a una!

    RispondiElimina
  90. colonel.blimp9 giugno 2013 20:24

    Diegone furibondo anche (informa il sempre migliore Firenzeviola) per l'infamia consumata su un giornale di cui ha quota importante di proprietà: hanno sventolato il drappo rosso davanti al toro, adesso cazzi loro. Picchia a due mani, Patron! Pulizia anche nei giornali! E le bocchinare, alle Cascine!!!!!

    RispondiElimina
  91. La multa per Jovetic è un primo passo in questa vicenda che mi rende fiducioso nella fermezza della società, è il giusto modo per ricordargli che anche questo mese è stata la Fiorentina a versare i 200.000 euro sul suo conto corrente, e che se ci incazziamo sul serio la carta canta a sufficienza da consentirci di mandarlo in tribuna per 3 anni.

    RispondiElimina
  92. sopravvissuto9 giugno 2013 20:41

    Nessun guano ne per te ne per me, LUDWIGZALLER...però ti fai di nuovo prendere in castagna, non leggi! Io non sono Veneto (cfr. tuo post "Tu da veneto..."), lo sanno un po' tutti, La difesa è della "faccia" della società, dell'immagine. L'attacco, sia i gobbi sia Jovetic, se lo son sferrato da solo, da veri polli: la tattica attendistica, il non voler chiudere tutto e subito accontendandosi( se è vero quel che si legge sui giornali) ha stanato i rubagalline, i torinesi e conferma (ciò mi dispiace profondamente) che Jojo stava preservandosi per passeggiare sotto la Mole Antonelliana, in attesa della mole di merda che riceverà al ritorno a Firenze.

    RispondiElimina
  93. colonel.blimp9 giugno 2013 20:49

    Il bello, Sopra, è che confida in un'accoglienza alla Baggio... ahahahahahahahahahahah! Non gli hanno ancora raccontato il boato di fischi dal primo al novantesimo minuto, il rigore sbagliato per questo... ahahahahahahahahahahahah! Torna, torna alla Baggio e vedrai che ciaffate di merda ricevi, bastardo! Comunque, è un pupazzo coi fili, poverino, mica colpa sua, è del resto così cretino che coi suoi mezzi tecnici non ha fatto progresso alcuno dal secondo anno che gioca in Viola.

    RispondiElimina
  94. Mi pareva tu avessi origini venete. Comunque per questo errore mi autoassolvo mentre altri miei errori o presunti tali sono miraggi nel deserto. Chi si arma di pazienza e cerca in internet vedrà che l'idea di Gabbiadini prima punta è sostenuta da molti quindi plausibile. Tra di essi cito: il giocatore, il procuratore, le società proprietarie e numerosi siti e giornali. E gli allenatori che l'hanno avuto anche se Pioli ha scelto, ma in mezzo a molte polemiche di farlo giocare attaccante esterno con Gilardino centrale.

    RispondiElimina
  95. sopravvissuto9 giugno 2013 21:29

    LUD, non vado a cercare errori altrui, col tempo che in realtà è un setaccio (come quello dei cercatori d'oro, per intenderci) e quindi ciò che dovrà brillare brillerà. Questa tua idea di invadere l'italia con gli elefanti troverà Alpi e neve.....cogli? Ripeto che stiamo discutendo/scrivendo di Gabbiadini come uno non da Fiorentina, non del suo essere prima punta o meno. Con il Gila di quest'anno e le sue storiche caratteristiche è chiaro che Gabbiadini vada esterno, ma quelli che hanno criticato Pioli per questa scelta chi sono? I Traversi del Bologna, i Sandrelli beoni della Dotta? Da suicidio Gabbiadini centrale e Gilardino esterno o seconda punta...o sbaglio???? E dai!!! (P.S.. Il guano attende Jovetic, a Firenze...marcato da Roncaglia! Roncaglia, Rocaglia...difendi la maglia!)

    RispondiElimina
  96. No è il procuratore che immagino si faccia portatore della volontà dell'assistito. Cui si aggiungono gli altri che ho citato, ossia le squadre proprietarie del cartellino e gli allenatori che l'hanno avuto.

    RispondiElimina
  97. A me non riesce ad avercela con il giocatore, per l'età che ha, per gli interessi che ruotano a giocatori di questo livello, per delle aspirazioni, legittime o meno, che pensa di veder realizzate da altre parti, Jovetic ha agito secondo mandato, mandato proveniente da torino e dintorni, perché la agiscono così, pensano così, si sentono ganzi così. Non vige la legge del taglione che se mai venisse applicata, con gli interessi non incassati per l'ultimo trentennio, li vedrebbe ripartire dall'eccellenza con una squadra di amatori di età media di 35 anni. Per vie ufficiali ed istituzionali non è ancora possibile cambiare questo calcio malato e servono azioni di questo tipo, c'hanno pestato il callo sbagliato, hanno preso il toro sbagliato per le corna, pensavano ad uno vecchio di 10 anni e si son ritrovato un uro di quattro nel pieno della vigoria, perché questi sono i DV in campo imprenditoriale, gente che ai soldi gli da del tu, che ne hanno fatti a valanghe e che continuano a farli. Quando vai da un Pulvirenti che si ritrova con un prospetto da 30 milioni, gli conti i soldi in tasca e lo porti via a 10-12, quando vai da un DV ed il portafoglio conta troppi zeri in più del tuo sai che a un giocatore del genere possono pure fargli tagliare l'erba di casa, con quell'ingaggio, e rimetterci con il sorriso se decidono di non dartela vinta. Se si arriva ad un braccio di ferro ed il concorrente si chiama X (merda) possono impuntarsi quanto vogliono, da imprenditori scafati sanno di poterlo fare con X, ma se arriva Y, Z, A, K, T etc.etc. un accordo si trova perché è interesse, principalmente loro, non rimetterci neanche un penny. Si son legati al dito lo sgarbo di un anno fa (e te credo!!! una CL vale almeno 25 milioni) ma sono gente di parola, se la merda sgancia 30mln glielo impacchettano ben benino, se lo vogliono a meno, loro, se lo possono sognare, hai voglia a far interviste (cit. Elkann: "se uno vuole Jovetic va e se lo prende." Si nel .... o cor .....) o forzare la mano giurando amore al prossimo, il peggior nemico oltretutto, quando sei ancora sotto contratto e sai bene che v'è rigidità in quella direzione. Questa mancanza d'intelligenza e intempestività nel rilasciare questa intervista non è ascrivibile al solo giocatore ma anche al suo entourage e a quel guercio che, calatosi rapidamente in quella realtà, ha creduto d'indossare l'armatura dell'impunità facendone bellamente sfoggio come se fosse una nota di merito. Già quando ha affermato che stavano trattando MA non con la Fiorentina mi sono cascate le palle, in uno stato di diritto dove le mafie non dovrebbero esistere, uno così lo si gettava in isolamento e gli si faceva ingoiare la chiave dopo averla doviziosamente sminuzzata.

    RispondiElimina
  98. Lud il problema non è tanto in quello che viene dichiarato dagli addetti ai lavori, che sicuramente ne sanno più di noi, ma da quello che succede in campo. Tu porti Colantuono, che bischero non è, a suffragio di una tua tesi quando il suddetto stesso mai lo ha utilizzato secondo quella che dovrebbe essere la sua caratteristica. Mai, Colantuono, l'ha fatto giocare prima punta. Pioli ?! Idem, gli preferisce quel ragazzino di Gilardino come terminale centrale a lui. Ora, se proprio gli addetti ai lavori (non cito giocatori, giornalisti o procuratori), due allenatori su due (ad alto livello) non lo fanno giocare prima punta significa, per ora, che nessuno lo vede adatto a quel ruolo, che non significa, in assoluto che non possa farlo in futuro. Conte, a certi livelli, non lo prende in considerazione neanche per la panca e al momento le destinazioni più probabili paiono essere squadre da centro classifica in A per toglierli i residui di latte che ancora ha in bocca. Non capisco come un prospetto del genere possa generare simili discussioni, per giorni, in un blog a meno che l'oggetto del contendere non sia il voler scoprire quale sia il suo ruolo naturale ma il pronosticare una carriera costellata di successi ancora in divenire. Si ricade nel solito vizio, ci si sente ganzi a scrivere prima quello che avverrà in futuro per un giocatore, si vuol essere profetici, preveggenti, per poter vincere il mongolino d'oro di talent scout dei poveri. Io non mi scannerei per un Gabbiadini, avrei più a cuore nel capire cosa fare con quello che abbiamo in casa, un Seferovic, se si parla di prospetti, per quelle che sono le nostre necessità, merita senz'altro più interesse e attenzione nel valutare la sua posizione e potenzialità. Primo perché è nostro, un nostro capitale che ha già fatto vedere quanto e più di un Gabbiadini che rimpolperebbe le fila delle riserve, secondo, perché non abbiamo più bisogno di tanti prospetti, ma anche di titolari e riserve pronti subito alla bisogna. Campionato, EL e CI necessitano di graduati e veterani con battaglie alle spalle, non reclute e novellini da mandare al macero.

    RispondiElimina
  99. Questa argomentazione è già più interessante, ma parlando di un ventunenne resta debole. A Bologna ad esempio Pioli gli ha preferito Gilardino. A Bergamo conosco meno la situazione ma anche lì non stupisce che a vent'anni si sia adattato a giocare fuori ruolo. Ricordo un caso fiorentino celebre: con altri a chiuderlo credo sicuramente Merlo, Antognoni con Liedholm si adattava come ala destra. Ljajic ha fatto di tutto pur di giocare.

    RispondiElimina
  100. Ljajic non è stato sacrificato una volta pur di giocare, se è per questo non ha mai giocato nel ruolo che sarebbe più congeniale per le sue caratteristiche, trequartista, alla Sneijder, tanto per farti capire l'esatta posizione in campo. E' stato messo spesso sulla fascia come ala pura e, a volte, come seconda punta, che sta imparando a fare, proprio per svezzarlo e non caricarlo di responsabilità e compiti che, giocando più al centro, deve farsi carico in un età in cui molti sono ancora sui banchi di scuola a studiarne i movimenti. A meno che non siano fenomeni assoluti che vengono fuori in giovanissima età. L'unico capitano è stato si chiuso da Merlo per un po', ma la caratura tecnica e lo spessore agonistico lo hanno poi collocato nel suo ruolo naturale per oltre un decennio, portandolo a vincere un mondiale con merito, privandolo di una meritatissima finale che solo un killer polacco mandato li alla bisogna ha assolto con diligenza.

    RispondiElimina
  101. Anche per Higuain vorrebbero inserire contropartite, cosa che prova debolezza economica e presunzione, visto che da queste escludono Vidal e Pogba, praticamente gli unici appetibili. Questa è la Juventus di Andrea Agnelli, bamboccio arrogante e supponente, messo a fare il presidente della Juventus in quanto ruolo in cui non deve fare nulla se non dire cagate in televisione. Preso per il culo anche dai suoi tifosi, il trota balengo ha pensato bene di cacciare Del Piero che in società gli avrebbe fatto ombra, dimostrando l'ancestrale ( e giustificata) paura di sentirsi niente più che un'inutile testa di cazzo. I fatti però dicono che la Juventus non ha ancora preso nessuno se non il basco a prezzo zero. Che come tutti gli anni riempiono i giornali di nomi roboanti e finiscono col cercare di mettere pezze a fine agosto. Sono i campioni di un campionato dove le possibili contendenti si sono azzerate da sole, dove il livello tecnico è sceso a livelli mai visti e dove c'è solo una novità: la Fiorentina di quest'anno. Squadra nemica a tutti i livelli, quindi squadra da destabilizzare e possibilmente impoverire. Forse erano gelosi, vedendo che il Milan prepotentemente scalava le gerarchie nell'odio dei fiorentini. Hanno voluto confermarsi le nostre merde del cuore. Facendo incazzare i Della Valle, si sono piantati la zappa nelle palle ( ipotetiche). Perché il centravanti arriverà da un extra budget, Jovetic lo annuseranno fino a fine mercato, quando verrà venduto a trenta ficozze al mega- club in ritardo con le spese. A quel punto, con in mano nient'altro che la fava (ipotetica), prenderanno, stavolta si, Berbatov.

    RispondiElimina
  102. Cosa ti aspetti Foco da un club in cui i tifosi, alle radio locali, affermano di averci dato, a fine carriera, giocatori che hanno fatto la storia del calcio a Firenze. Stai a vedere che per un Di Livio o un Torricelli (per carità, onesti pedatori) dobbiamo pure rifargli un tanto e ringraziarli. eh eh eh eh eh Questi son talmente abituati a rubare e fare quel che cazzo gli pare che quando trovano un cane di guardia al malloppo inizia a pensare "che gente......che gente......"

    RispondiElimina
  103. https://www.youtube.com/watch?v=KcSYqHyBRF8



    Ma è questa la pietra dello scandalo?

    RispondiElimina
  104. Insomma può capitare di non giocare nel proprio ruolo, se l'ha fatto Antognoni possono farlo anche altri. Ho controllato: era chiuso da De sisti e Merlo. Non per sempre se sei bravo. Può darsi che Gabbiadini sia ancora acerbo. La Juve comunque ci ha investito su un bel po'. Il che rende facile dargli un prezzo, che dovrà rispecchiare quello pagato dagli juventini 12 mesi fa, circa 4/5 milioni di euro per la metà, che a quell'età mi sembra molto.

    RispondiElimina
  105. Il rigore lo sbagliò D'Agostini, Baggio si rifiutò di tirarlo e raccolse anche la sciarpa viola uscendo dal campo con quella, cosa che Jovetic credo si guarderà bene dal fare se capitasse una simile storia.

    RispondiElimina
  106. Ma infatti Lud, quello che ti viene contestato e il voler definire il ruolo con assoluta certezza, a mo' di certificato di provenienza, quando ancora in quel ruolo non ci ha mai giocato e nessuno può sapere, con ragionevoli margini d'incertezza, se mai ci giocherà. Passi quello che può dire il procuratore o il giocatore ma se gli allenatori non ti ci mettono in quel ruolo hai voglia a definirti adatto a ricoprirlo. Quando scrivi "non ci sono dubbi" su un qualcosa, e quel qualcosa non è mai avvenuto, ecco che gli altri ti rispondono per le rime. A volte un per me o un credo mettono tutto il resto del discorrere su un piano differente, e quando li usi, dovrebbero attenersi a quanto si vede in campo non alle dichiarazioni lette sul giornale di tizio e caio, quand'anche fossero dell'ambiente.

    RispondiElimina
  107. Chi deve fare una ricerca su Internet per sapere come gioca un calciatore e qual è il suo ruolo sei solo tu. Dopo tre giorni che ci sfondi i coglioni con Gabbiadini, come dice il Sopra, ancora non hai nemmeno capito di cosa si parla. Quello che è potenzialmente o quello che sarà o quello che gli piacerebbe essere al tuo nuovo amore calcistico non ce ne importa una sega e non è quello che io ho affermato. Ho detto solo che le sue caratteristiche di gioco, come sono apparse a chi guarda le partite come me e non a chi fa le ricerche su wikipedia come te, non sono quelle del centravanti di sfondamento, della torre come avevi ipotizzato TU di utilizzarlo anche se part time nella Fiorentina di domani, ma piuttosto di un attaccante di movimento, che gioca largo, alla Bettega. Così è sempre stato impiegato finora nelle peraltro non frequenti apparizioni in serie A. Rispondi su questo e non divagare alla ricerca di gente che ti sembra dica quello che ti converrebbe leggere.

    RispondiElimina
  108. se un s'incasina con tutti un n'è miha contento. poerannoi! professionisti? e mi sembra dilettanti allo sbaraglio.

    RispondiElimina
  109. colonel.blimp9 giugno 2013 23:34

    Sì, quello volevo dire. Ma della sciarpa viola nulla sapevo. Ricordo che fu neutralizzato dai fischi per tutto il match e inibito a battere il rigore.

    RispondiElimina
  110. Tu hai detto di voler partire con un tridente Cuadrado, Rossi, Ljajic (e già questo per me è da patente d'incompetenza assoluta, ma è un'altra barzelletta), con un giovane come Gabbiadini da usare come torre nelle occasioni in cui ce ne fosse bisogno. Orbene questa torre d'emergenza la vorresti fare con un giovane di ventunanni che finora nessuno ha mai usato nel ruolo e che ha messo in mostra finora tutt'altre caratteristiche nelle non certo numerose occasioni che è sceso in campo in serie A. Puoi andare a cercar testimonianze su wikipedia tutta la notte ma sarebbe più semplice tu cercassi di spiegare la stronzata che hai detto, magari ricordandoti che i programmi della Fiorentina sono almeno la conferma di quest'anno e la speranza di qualcosa di più.

    RispondiElimina
  111. colonel.blimp9 giugno 2013 23:48

    Ma di quale scandalo, Deyna? Non ti riferisci mica a Guetta? Perché con lui non mi pare entrarci. Dall'audio devo dire che Prizio ci fa un figurone e Navarro la solita parte dell'uomo dall'arteria scoppiata, sembra una replica delle sue conferenze stampa psicoafasiche quando fu fatto, da un fatto (ahahahahahahahahahah!), non so più se DS o AD o TDC della Fiorentina. Un altro narciso paranoico che non sa gestire una dialettica di discorso. Foco, il fatto è che la piazza importante preme, che più di quello in Europa non possono fare ma che devono alimentare speranze: con gli arbitri italiani arrivano a impolpettare molto, ma in Champions val nulla, ovviamente. Hanno un nome, sull'insegna del negozio, ma dentro c'è solo paccottiglia, che vendono sull'abbrivo del passato splendore. Stiamo superandoli, forti della nostra sanità di bilancio e di principi e della qualità tecnica, se ne sono accorti e credono di vincere la concorrenza spaccandoci di notte la vetrina, mandando lettere anonime, facendo passeggiare di giorno davanti al nostro negozio tipi truci e sfregiati. Düra minga.

    RispondiElimina
  112. Chi l'ha visto Brasile-Francia 3-0? Anche loro, per ora, poca roba. Il Brasile ha un centrocampo che fa ridere. Paulinho 25 milioni? solo Moratti ci può pensare. La Francia una banda di ragazzotti e davanti gente alle pompe che non si muove (Benzema e Giroud, mica seghe!). Leandro Damiao è rotto, è il momento buono per pigliarlo, non fa nemmeno la Confederations Cup.

    RispondiElimina
  113. Jordan, mi pare che Sconcerti sbagli decibel fin da subito, dopo di che Prizio si auto squalifica con una battutina di cui poteva benissimo fare a meno. Patetico il tentativo di ridare un tono di professionalità al tutto

    RispondiElimina
  114. Sul figurone di Prizio ci avrei le mie riserve, non puoi intervistare un ospite, litigarci fuori argomento e dirgli che ha sbagliato pasticca. Se fa la collezione delle querele come delle figurine Panini continui così.

    RispondiElimina
  115. Buana, sono davvero il meno indicato di tutti a difendere Prizio ma è Navarro che litiga con Prizio e non viceversa e la battuta è un atto di legittima difesa, visto il tono dall'altro assunto: certo su rete nazionale non l'avrebbe fatta ma, appunto, parlava dal pulpito da cui parlava. Parlando di calcio si parla di tante altre cose, della vita stessa, come si fa sul sitollock: la reazione navarrina è stata delirante, ingiustificata, pietosa negli argomenti e piuttosto non-argomenti.

    RispondiElimina
  116. A me pare che Sconcerti risponda a domanda precisa, rivoltagli da Prizio, se poi non piace il tono della voce o la sostanza della risposta si può ribattere come in un normale contraddittorio, non liquidare il tutto buttandola in vacca sulla provocazione, e poi aggiungerci un carico da 11 prendendo per il culo. A me pare che le ossa se le sia rotte Prizio stavolta.

    RispondiElimina
  117. Dal pezzetto riportato da Deyna non è chiaro come cominci la cosa, mi sembra però che Sconcerti dica che aveva avvertito di voler parlare di calcio. Il conduttore è comunque il responsabile e non può mandare in vacca il tutto facendo poi le battute sulle pasticche come fosse al bar Marisa, gli accenni alla professionalità a quel punto son quasi comici.

    RispondiElimina
  118. Non discuto, populista, pura demagogia, se sei offeso mi fa piacere, vai a quel paese, tutto per di più con tono di voce dirottamente isterico. Poi, dopo esser stato molto paziente, uno ne ha abbastanza di farsi imbrattare e fa un battuta, davvero sdata, a Firenze quasi un complimento, e la colpa è di Prizio... Prizio non è responsabile se un ospite gli manda, lui, la trasmissione in vacca.

    RispondiElimina
  119. Detto questo, Buana, come te posso giudicare solo su quei tre minuti di audio, perché non conosco il pregresso.

    RispondiElimina
  120. Nel frattempo non mi sembra che Prizio stesse zitto. Stai intervistando un ospite non stai rispondendo ad un tifoso qualsiasi col quale peraltro sarebbe stato saggio interrompere la comunicazione senza replicare. Se ti accorgi che va per la tangente, l'abbozzi, lo riporti in pista parlando di calcio, invece polemizza, fa il rizzacazzi come da carattere, che l'altro poi sia uno sborone che non accetta di esser contraddetto ed attaccato da quello che considera un ragazzino è indubbiamente vero, ma, ripeto, nell'occasione chi dirige è l'intervistatore che ha anche la responsabilità della conduzione e sul fatto che sia stato, dall'inizio, molto paziente discordo netto. Questo senza nessun riferimento all'argomento del contendere che, magari, ti avvicina di più a Prizio che a Sconcerti, am questa è un'altra barzelletta.

    RispondiElimina
  121. Toh, Jordan, e pensare che io ho pensato da sùbito che fosse la materia del contendere che ti avesse spostato dalla parte di Navarro! Prizio non ha tempo né modo di sviare, è aggredito, e trovo naturale che difenda, all'inizio, la legittimità della sua domanda, onde non si vede perché non debba replicare, il che ha fatto garbatamente e, ripeto, pazientemente finché l'altro, come documentavo sotto, è proprio andato di fuori. L'ospite ha molti diritti, non quello di farti la cacca in salotto.

    RispondiElimina
  122. Ti sbagli, la materia del contendere è discutibile anche se con altri toni e, magari, in altre palestre, ma è dei toni, della forma che si sta discutendo, non dei contenuti. Prizio ha tempo e modo, infatti zitto non sta, a più riprese e sempre peggiorando il clima, fino alla perla finale. L'altro non è una vittima, è uno sborone e l'ho già detto, ma, nella fattispecie ha avuto le scusanti per esternare la sua tracotanza.

    RispondiElimina
  123. Se è di altro che si discute, non so perché, nel finale del tuo post, tu avessi tirato in ballo la materia. Io non trovo scusanti a Navarro e Prizio non rinfocola, difende la sua conduzione, il che mi pare normale, ma l'altro vuole la resa incondizionata e sul torto per di più. Il clima Navarro lo peggiora da solo perché è incapace costituzionalmente di sostenere il contraddittorio. Prizio cerca di spiegare la liceità della sua domanda e questo porta ad affermazioni deliranti come «se sei offeso ho piacere» e infine al «vai a quel paese». Ripeto che su organo nazionale Prizio non avrebbe risposto con quella battuta fiorentina, in fondo più innocua di una pistola ad acqua, ma nemmeno l'altro avrebbe assunto quei toni, nonostante tutto, basta sentire che agnellino diventa sulle reti sky.

    RispondiElimina
  124. Allora ti dò qualche lume ulteriore. Di quella trasmissione Sconcerti e Pallavicino sono i padroni, non gli ospiti, e Prizio è a libro paga. Ora, se riascolti, magari capisci meglio il significato della frase ("l'errore l'ho fatto io che pago, tu riscuoti"). Il che non giustifica ma, magari ti aiuta a capire il perchè dei toni.

    RispondiElimina
  125. Beh, questa non la sapevo davvero, Buana: diciamo allora che, se è come dici e senza voler minimamente giustificare Navarro, Prizio è andato a cercarsi l'ennesimo scazzo autodistruttivo col datore di lavoro.

    RispondiElimina
  126. Esatto. Però facciamo un passino avanti e facciamo alcune riflessioni sui rapporti giornalisti-procuratori e non solo e quello che c'è spesso dietro e non sappiamo

    RispondiElimina
  127. Io, Buana, sono ascoltatore non dico modico, proprio nullo della radio, manco immaginavo che il Tifoso Fiorentino, dopo la figura di merdissima rimediata con tutta la città per via del fidanzato della ciucciabonghi, potesse ancora pontificare da un media locale. E' vero quel che dicono Stefano da Vienna e McGuire, allora: se avvenisse a Roma, i tifosi darebbero l'assalto alla redazione con le forche e le picche.

    RispondiElimina