.

.

mercoledì 5 giugno 2013

Un colpo al Cerci e uno alla botte

Il suggerimento è disinteressato, squillino le trombe di Eustachio per il frastuono e rullino pure certi tamburi, il nostro è solo un consiglio per aiutare il povero Marotta nel grande colpo del mercato bianconero, la pista è russa, ed è quella della roulette. Intanto il pensiero va alle coste del Giglio ancora alle prese con il relitto della Concordia, problema che riguarda anche la Juve visto che negli appunti di Marotta trovati sul tavolo poco prima del grande colpo di mercato, si fa presente l’importanza di rimuovere le carcasse di Bendtner e di Anelka dai fondali melmosi di un mercato da top player. Sono tutti a caccia di soldi, c’è chi gratta il fondo del barile, chi il gratta e vinci per tentare l’assalto al bomber, mentre Cerci diventa addirittura uomo mercato e Toni usato sicuro, tra un po’ Zamparini ci regalerà Viviano pur di togliersi l’ingaggio, mentre il duo delle meraviglie ci regaleranno un’altra grande stagione. Bella la tribuna all’inglese, con un muretto di 70 centimetri e con le panchine arretrate, prima in Italia in deroga alle norme vigenti e in culo a Galliani che aveva tirato su una gazzarra indecorosa alla quale evidentemente non hanno creduto, riconoscendo invece alla società e al suo pubblico un comportamento esemplare ormai da anni. Società del resto che piazza il record dell’incremento delle presenze allo stadio, quasi del 50% con quasi 500.000 presenze, a fronte di una generale emorragia, con proiezione importante di aumento anche nei numeri della prossima campagna abbonamenti, e con la possibilità oggi grazie alla nuova tessera emessa direttamente dalla Fiorentina, di comprare l’abbonamento e di andare i trasferta senza più l’obbligo della tessera del tifoso. Grande entusiasmo e idee, Gomez sembra addirittura innamorato del gioco della Fiorentina, folgorato dallo sviluppo della manovra della squadra di Montella, e se ci toccherà vincere il terzo scudetto lo vinceremo anche se ci sono i mondiali a ridosso a toglierci la ribalta. Intanto la Bice si è mossa seguendo il rumore del colpo in canna di Marotta, c’è chi parla di squillo di trombe di Eustachio e chi di una vera e propria tuba uditiva che si è sentita nitida, un colpo di mercato secco che è rimbombato anche nella tromba delle scale di chi le scende e di chi le sale, così come hanno rimbombato dure le parole dei Della Valle circa la possibilità di trattare la cifra o di inserire nell’affare i relitti di giocatori che libererebbero le coste frastagliate di un attacco quasi di nervi. La Bice è stata la prima ad arrivare sulla scena, la prima che è riuscita a fotografare il biglietto lasciato sul tavolo delle trattative da Marotta, e come si può vedere si denota un grande ottimismo sull’affare Jovetic.

134 commenti:

  1. colonel.blimp5 giugno 2013 08:03

    Penso in effetti che prenderemo il primo scarto delle grandi, come ha detto non ricordo quale operatore di mercato, e cioè comunque un centravanti coi baffi, perché non tutti quelli di cui si parla andranno nelle dieci big d'Europa, che non hanno tutte bisogno di un nuovo bomber. Il problema è che, complice Jojo, il discorso potrebbe andar per le lunghe e l'assuefazione di un centravantone in Wunderteam richiederebbe, a far le cose pulite, i tempi della preparazione di Moena. Il diktat del 15 luglio per Jojo serve a metter fretta ma è evidente che non sarà rispettato: se arriverà l'offerta il 30 agosto Jojo sarà ceduto allora, sperando di avere in caldo il centravantone senza lacchezzi berbatoviani.

    RispondiElimina
  2. Basta fare qualche ricerca per scoprire che Aquilani ha fatto il regista basso alla Juve, al Milan e persino a Moena nel raduno dello scorso anno prima dell'arrivo di Pizarro. Non vuol dire che sia la soluzione ideale. Per quanto riguarda la soluzione di attacco con Jovetic ed un altro giocatore mobile che non fosse un classico centravanti, l'abbiamo utilizzata per tutto il girone di ritorno Blimp. Mi pareva che tu ti fossi divertito a vedere la Fiorentina senza centravanti di ruolo. Non vuol dire ovviamente che non si debba prendere un centravanti perché non puoi privati di quella variante tattica. Su Cerci si può dire lo stesso di Ljajic. Anche Ljajic rischiava la B se non avesse iniziato una maturazione, o quantomeno rischiava di giostrare in palcoscenici minori come è successo a tanti giocatori dotatissimi ma immaturi.

    RispondiElimina
  3. colonel.blimp5 giugno 2013 08:14

    No, Aquilani non ha mai fatto il regista se non per rabberciamenti provvisori e non ha caratteristiche per il ruolo. Pepito e Jojo sono una coppia incompatibile e appunto che non si farà e non ha mai avuto precedenti morfologici nel passato campionato, perché non c'era alcun affine di Pepito a giocare con Jojo pestandogli i piedi. Cerci non ha mai rischiato la B per chi capisse di calcio ed è sempre lo stesso calciatore di prima tatticamente e tecnicamente, solo sottratto a chi lo insultava per ragioni extracalcistiche. Insomma, di quattro nemmeno una, Lud.

    RispondiElimina
  4. Stefano Vienna5 giugno 2013 08:26

    Ottimismo generalizzato, direi. Jojo non va ai gobbi, Adem rinnova, Pizarro forse resta, arriva il centravantone. Aggiungo un desiderio: mezzo Ilicic e tutto Viviano per 10 milioni.

    RispondiElimina
  5. colonel.blimp5 giugno 2013 08:30

    Stefano, abbozzala con Viviano o mi vengono i bordoni... La cosa di gran lunga più difficile mi pare che il Pek resti: il procuratore ha parlato chiarissimo per tre volte, la famiglia del giocatore conferma. Il contrario è possibile, per nulla probabile.

    RispondiElimina
  6. colonel.blimp5 giugno 2013 08:58

    Non è questione di essere un gigante, è questione che non è minimamente comparabile a Pepito, tecnicamente e tatticamente, quel Pepito che fu detto essere stato acquistato per far coppia con Jojo. Aquila in passato ha giocato regista basso solo per rabberciamenti provvisori, ribadisco, e quest'anno due volte e male, non per niente. Non ha la continuità di passo e di ritmo, la posatezza meditativa, la disposizione al recupero di palla dalla difesa o dall'avversario che sono le prerogative di quel tipo di giocatore: è un tipico interno che va dentro, che si esprime per accensioni, che prenota la verticale, che predilige il gioco di prima.

    RispondiElimina
  7. Non è vero che sia stato utilizzato così solo per "rabberciamenti". Diversi tecnici hanno esaminato concretamente la possibilità di utilizzarlo così, ovunque sia andato, prova a fare una ricerca con Aquilani e "regista basso" come chiavi. Per quanto riguarda l'attacco dell'anno scorso, Blimp, mi parli di "differenze morfologiche" rispetto ad un attacco con Jovetic e Rossi. Ed io queste differenze morfologiche continuo a non vederle, visto che morfologicamente si tratta in entrambi i casi del classico attacco senza la torre. Dirò di più: Jovetic quando giocava con Ljajic stava abbastanza lontano dall'area e le penetrazioni era affidate proprio agli esterni del 4-3-3 che si facevano strada non di forza ma con le armi del dribbling e della triangolazione stretta o tiravano direttamente in porta.

    RispondiElimina
  8. Vedi qual è il tuo problema? il tuo calcio è internettiano sei il tifoso wikipedia. Per capire il calcio bisogna invece averlo sofferto sulla pelle. Tu puoi trovare tutti i link che vuoi, su wikipedia ci puoi scirvere anche tu, noi Aquilani l'abbiamo visto giocare, da sempre, e la differenza è tutta lì. Che la soluzione sia possibile può darsi, tutto è possibile nella vita e quando dovrà ridurre il raggio d'azione per età e acciacchi ha piedi e carisma per arrangiarsi nel ruolo, che qualche volta, per rabberciamenti" come dice il Colonnello o emergenze ci si sia già dovuto arrangare è anche vero. Però non è il suo ruolo e non lo è mai stato ed affermarlo vuol dire solo dire castronerie.

    RispondiElimina
  9. Stefano ma non l'hai capito che Zampa Viviano te lo regala perchè non sa a chi darlo? E' Montella che non lo vuole, o, almeno non lo vuole da titolare intoccabile come è stato quest'anno. Se gli avessero preso un altro portiere con aspirazioni da 1 invece che un 12 di mestiere, Viviano potevano anche lasciarselo appiccicare, se regalato o quasi, avendo preso Munua per me il problema già l'hanno risolto in mente. Il Palermo parla solo per dire: "Ci possiamo mettere d'accordo" e di qua non battono ciglio. Ilicic poi, come il centravantone, sono bloccati dalla storia degli "ic" Jovetic-Ljajic.

    RispondiElimina
  10. Se si gioca un 4-4-2 (o un 4-2-3-1, io continuo a non vedere la differenza, ma vabbé...), Aquilani può essere uno dei due centrali: così giocava (bene) alla juve in coppia con Felipe Melo. Ma con un centrocampo a 3 la situazione cambia: Aquila, se necessario, può anche fare il regista arretrato e quindi quello centrale fra i tre centrocampisti, nel ruolo di Pirlo, Pizzarro e Liverani, ma così non verrebbe sfruttato al meglio.
    Quindi: o si passa al 4-2-3-1, con Aquilani e Valero centrali, Cuadrado e Joaquin come ali e due punte davanti, oppure, se si rimane con un centrocampo a tre, occorre un regista di ruolo al posto di Pizarro.

    RispondiElimina
  11. A proposito di registi, ho visto che Verratti è stato convocato per l'Europeo Under 21 e non per la Confederations Cup

    RispondiElimina
  12. Intanto sui siti viola è tornato (2 su 3) la vecchia versione delle dichiarazioni di Ramadani su Ljajic, cioè nessun passo fatto e nessun programma a breve, mentre su firenzeviola.it continuano con la versione opposta (apparsa anche su violanews e poi scomparsa e sostituita dalla precedente) che avrebbe presentato richiesta ed attenderebbe risposta a breve. Siccome la dichiarazione è stata fatta in TV durante la trasmissione di calciomercato di mediaset mi domando in che lingua parlasse se han tutti capito cazzi per fischi e poi fischi per cazzi. Qualcuno l'ha sentita con le sue orecchie?

    RispondiElimina
  13. Si è capito che finché non si vende Jovetic il mercato è bloccato. Una volta ceduto (al Chelsea, al City, allo United, al Monaco, chissà), seguirà rinnovo di Ljajic e acquisto di centravantone e portiere.

    RispondiElimina
  14. colonel.blimp5 giugno 2013 10:37

    No, Lud, io non devo provare un bel nulla, sei tu che devi provare che sia stato utilizzato per più che rabberciamenti in quel ruolo (al quale non è disposto per quanto ho scritto) e non puoi: è solo un sogno, Lud, non sarà mai un regista e non lo è mai stato. Il post di Anto è eccellente in tal senso. Poi si può far tutto, prandellianamente si può fare anche il tofu, con Santana, ma Montella non è Prandelli e sfrutta i giocatori al meglio secondo le loro caratteristiche. Le differenze sono nette con Nutella, Pepito è un dribblomane che parte da dietro per linee centrali come Jojo, non ha vocazione né alla cucitura col centrocampo né alla convergenza da una posizione di fascia di base, con Jojo s'intaserebbe senza riferimento d'area. Peraltro, noi vogliamo fare meglio dell'anno scorso, è per questo che abbiamo bisogno del centravantone. Del resto il problema non si pone, Pepito è stato acquistato per via della partenza di Jojo, a lungo programmata, l'incompatibilità è chiara prima di tutto ai tecnici e ai dirigenti, onde niente coppia Pepito-Jojo e niente Aquila regista.

    RispondiElimina
  15. colonel.blimp5 giugno 2013 10:43

    Anto, ma questo si sapeva da gennaio, non da adesso. Con quali soldi vuoi comprare il centravantone, sennò? Piuttosto, se è vero che il Chelsea ha già parlato di 25 cash, occorre non fare i bischeri e prenderli: i 5 in più si chiedono solo alla Juve, dagli altri occorre prendere quel che ti danno e non credo che ti daranno mai 30. Jojo non vale 30: 30 è il prezzo per i gobbi che ti offrono 12 più merda.

    RispondiElimina
  16. E' vero Anto, ma il problema sono i tempi d'esecuzione, se compri prima ti strozzano quando vendi, se vendi prima ti strozzano quando compri e, comunque, più che passa il tempo più che le occasioni svaniscono. Insomma la cronologia è fondamentale. Il rinnovo di Ljajic anche con clausola rescissoria lo farei prima possibile, è già tardi, ma bisogna vedere se il persiano ci sta.

    RispondiElimina
  17. Colonnello non dar retta ai discorsi, il primo degli oltremanica che offre, davvero, 25 sull'unghia, vanno a comprare i biglietti e credo anche Jo-Jo (perchè deve esser d'accordo anche lui, non dimenticarlo). Non credo che, finora, ci sia stato niente del genere, tanti "rumors" vengono anche fatti girare ad arte per far cagar sotto il guercio.

    RispondiElimina
  18. Deyna, è bellissimo il video che hai postato ieri, della serie "I vestiti nuovi dell'imperatore". Quel bimbo è un vinciano (in senso leonardesco) secondo la definizione di Tom Regan: "Fin da piccoli, questi bambini possiedono la facoltà di comprendere il mistero della vita interiore degli animali, della vita «che scorre dietro i loro occhi». Fin dalla più tenera età, alcuni bambini sono in grado di empatizzare con gli animali, di far diventare la vita dell’«altro» parte della propria, in maniera così profonda da sentirsi veramente imparentati con loro. Sanno quando gli animali sono felici, quando sono angosciati, cosa trovano interessante e stimolante, cosa li annoia e cosa li impaurisce. Cani e gatti, orsi e leoni, balene e foche: questi bambini hanno un rapporto con gli animali che va oltre le loro capacità linguistiche. Sanno molto di più di quanto riescano a esprimere a parole. In questi casi il rapporto tra il bambino e l’animale è del tipo “io-tu” e non “io-esso”. Io non lo sono stato e mi dispiace: la nausea e il rimnorso hanno iniziato a manifestarsi più avanti.

    RispondiElimina
  19. colonel.blimp5 giugno 2013 10:57

    Capitan Uncino (leggo) avrebbe chiamato direttamente Ramadani sollecitandolo a sua volta a contattare Jovetic,
    per far si che sia quest’ultimo, non per forza pubblicamente, a esporsi
    coi vertici della Fiorentina circa la sua volontà di trasferirsi alla
    Juventus. Ma se Jojo fa un discorso del genere ai DV è la volta che Capitan Uncino lo vede col binocolo per sempre, Jojo: io credo che non abbia ancora capito un cazzo.

    RispondiElimina
  20. Lud, wikipedia e transfermarkt, due siti da te ritenuti attendibili e che consulti frequentemente, danno Ljajic a 1.82 e Pepito a 1.73. Per me "alzano" un po' entrambi, ma tra i due corrono sicuramente quasi 10 cm, non mi sembra la stessa cosa...

    RispondiElimina
  21. Jo-Jo invece mi sembra abbia capito bene e si guarda bene dall'aprir bocca. Il problema è il persiano e l'arma in mano Ljajic che ha. Se la situazione si incarognisce si arriva al 31 agosto in queste condizioni e ci sputtanano tutto il mercato. Speriamo capisca che è il caso di mandare in culo il guercio e pensare ad altro (sperando che ci sia). Il nodo credo sia tutto lì. Di fronte ad un atteggiamento fermo della Firoentina ed in presenza di alternative il persiano non è idiota e penso cambi rotta. Ma se le alternative non ci sono siamo in the shit.

    RispondiElimina
  22. colonel.blimp5 giugno 2013 11:19

    I siti calcistici attingono sempre dai siti ufficiali delle società, è solo lì che può verificarsi errore. Rimango sorpreso perché gli davo cinque centimetri in meno: testa leggermente incarcata, spalle a stringersi durante l'azione, baricentro basso e gambe arcuate ingannano, evidentemente. Mah!

    RispondiElimina
  23. Il video è bello, sì. Io da piccolo ero un "vinciano", ho sempre avuto un rapporto profondo con gli animali. E' l'uccisione di un altro animale per cibarmene che per ora - dico per ora perché non escludo cambiamenti - vedo nell'ordine naturale delle cose, un atto altrettanto profondo del rispetto per la loro vita, che al momento di mangiarli diventa la nostra. So che può sembrare estremamente contraddittorio. Però chissà, non si sa mai...Jodorowsky stesso dice di aver cambiato visione delle cose solo oggi, a 84 anni, quando la zampa di un pollo che avrebbe mangiato gli ha ricordato quella del suo adorato gatto morto da poco, zampa che gli porgava sempre in segno di saluto.

    RispondiElimina
  24. Così a occhio io davo Ljajic a 1.76/77 e Rossi a 1.71/72...Montolivo invece da quando è passato al milan è cresciuto di 3/4 cm, e non grazie ai miracoli patiani e paloschiani di milanLab, ma su wikipedia.

    RispondiElimina
  25. colonel.blimp5 giugno 2013 11:26

    Si parla di interesse per Susic, figlio del grande. Non ne so nulla, nei miei viaggi per lavoro nell'ex-Jugoslavia nessuno mi ha parlato di lui e l'Hajduk non lo vedo forse da quasi due anni. Se qualcuno ha notizie, posti. Si dice che sia per il Pek e che altre big gli siano sopra. Deyna, così anch'io ma, ripeto, se c'è errore è sul sito ufficiale della Società, da cui irraggerebbe. Al fidanzato della ciucciabonghi il Padrone dello Stalliere avrà forse prestato i suoi tacchi-pedana.

    RispondiElimina
  26. con questi filmati mi avete sconvolto il figliolo che ora non vuol più mangiare la carne e mi va a vedere le uova se hanno lo 0, l'1 o il 2 che non so nemmeno che cazzo vuol dire per accettare anche quelle. Accidenti a Internet! Comunque agli animali li voglio bene anch'io, ne dovessi ammazzare uno per mangiarlo penso che morirei di fame, però...

    RispondiElimina
  27. colonel.blimp5 giugno 2013 11:37

    Quando andava in campagna nella sua tenuta, a Quarrata, mia zia ammazzava il coniglio con un gesto brevissimo, mentre ti parlava del più e del meno con un sorriso, torcendo loro il collo dietro la sua anca, che sembrava che te lo nascondesse perché timidone. A sua figlia aveva insegnato la tecnica, ma lei era un tipo nervoso e il gesto era più brusco. Ho conosciuto un contadino che li ammazzava facendo passare uno spillone da un orecchio all'altro, diceva che così erano migliori cotti, non ho mai capito perché.

    RispondiElimina
  28. colonel.blimp5 giugno 2013 11:47

    Vedo che avrebbe giocato in campionato 17 partite di cui 6 entrando a match in corso: per sostituire Pizarro?!

    RispondiElimina
  29. E' nipote del grande Safet Susic, comunque anche il babbo era nazionale jugoslavo, il DNA è di sicuro buono. Non l'ho mai visto giocare ma è un '92 ed è in prima squadra nell'Hajduck dopo esser nato calcisticamente in Belgio, nello Standard ed aver vestito la maglia delle nazionali giovanili belghe. Giovane di prospetto ma non so davvero (e ne dubito) se è pronto per il dopo Pek.

    RispondiElimina
  30. Che Marotta abbia esortato Ramadani a contattare Jovetic affinché quest'ultimo vada dai DV a dire "vendetemi alla juve anche per 50 euro e una Lancia Delta Integrale 16V del '91" se lo è inventato Tuttosport.

    Ramadani lo conosciamo ormai, è uno molto scaltro, fa gli interessi dei suoi assistiti e li fa molto bene, devo ancora capire perché dovrebbe diventare un intermediario per la juventus e perché dovrebbe mettersi contro la Fiorentina, società con cui ha sempre avuto ottimi rapporti e ha diversi interessi in comune.

    RispondiElimina
  31. Vegetariani, vegani, pescetariani (eh si, esiste anche questa dieta), ognuno ha le sue idee; le mie sono semplici, senza bistecca, lampredotto e orata sarebbe una vita di merda, insapore, grigia e priva di gusto. Datemi dell'insensibile ma quando me lo dite che sia di fronte ad una bella spigola accompagnata da un Donna Fugata o un Pecorino o di fronte ad una tagliata servita con un Mandrone di Lohsa, vi risponderò con il sorriso.

    RispondiElimina
  32. Appunto, lo ritengo impossibile a prescindere da cosa gli abbia promesso il guercio, a meno che non ci sia proprio altro che la Juve.

    RispondiElimina
  33. Vedremo cosa accadrà alla fine della campagna acquisti. Per adesso va preso atto che la Fiorentina spesso e volentieri ha rinunciato all'uomo d'area. Perchè non lo aveva, a parte Toni, ma anche perchè Montella credeva in un attacco fatto di uomini leggeri con capacità di saltare l'uomo. Mi pare verità incontrovertibile. Fra l'altro con questo attacco in campo abbiamo strafatto nel finale di stagione.

    RispondiElimina
  34. via Deyna, non mi puoi gabellare Ljajic per un giocatore che fa dell'altezza e della forza fisica il suo punto di forza. Ad ogni modo se l'altezza fosse determinante non sarebbe calcio ma basket.

    RispondiElimina
  35. colonel.blimp5 giugno 2013 12:08

    No, Lud, è piuttosto una balla incontrovertibile, Berbatov sfumato e l'impiego smoderato di un pensionato negli Emirati sono lì a provarlo.

    RispondiElimina
  36. Pure Larrondo è di caratteristiche contrarie a quanto affermi.

    RispondiElimina
  37. stefano vienna5 giugno 2013 12:30

    Marotta chiama Ramadani per minacciarlo? Il problema è che Ramadani è più potente di Sguardo Divergente.

    RispondiElimina
  38. Trasecolo. Toni ha fatto panchina per tutto il girone di ritorno. Di Larrondo che dire? È o non è una riserva?

    RispondiElimina
  39. stefano vienna5 giugno 2013 13:03

    Jordan, non mi sembra di sentire parlare di Diego Alves, qui si parla di Agazzi al posto di Viviano. Ora intanto costa uguale se non di più. Poi sarà più forte di Viviano tra i pali e nelle uscite, ma il ruolo del portiere è cambiato molto e soprattutto la Fiorentina ha bisogno di un portiere che trasmessa sicurezza in fase di possesso palla (che per i Montella Boys è in media 60% con picchi del 70%). Poi ditemi: se con l'handicap Viviano abbiamo fatto 70 punti, già solo col centravantone ne facciamo 7-8 in più, aggiungici pure Joaquin, Wolski, Alonso, magari un Ilicic e quanti ne vogliamo fare? Evitiamo battaglie ideologiche, se Viviano resta non è una catastrofe, se trovano un sostituto valido nemmeno.

    RispondiElimina
  40. colonel.blimp5 giugno 2013 13:05

    Trasecoli da fava, allora: guarda quanto hanno giocato in totale un rottame di 36 anni, Lorrendo, il ragazzo Sefe e El Ham con un allenatore che non vuole punte centrali. Pur di farne giocare una.

    RispondiElimina
  41. colonel.blimp5 giugno 2013 13:07

    Stefano, il nostro giudizio su Viviano diverge dal tuo, è chiaro. E' vero che non si capisce perché, per 6 milioni, non si punti ad Alves direttamente, sempre che non si sapppia già da adesso che non è erba per il nostro becco.

    RispondiElimina
  42. colonel.blimp5 giugno 2013 13:11

    Siamo ufficialmente teste di serie in EL. Interesse per El Khaddouri.

    RispondiElimina
  43. stefano vienna5 giugno 2013 13:14

    Appunto, colonel. Sul giudizio non siamo così distanti, il discorso fondamentali classici su cui Viviano post-infortunio mostra lacune (che un Neto ad esempio non ha) contro invece un'ottima tecnica di palleggio me l'avete fatto notare voi qui sul blog (non chiedermi chi). Il punto è che Viviano può andar via, ma prima voglio sapere chi viene, può anche essere che Munua è già la soluzione, non lo conosco per niente. E ci dovremmo anche chiedere perché Montella alla fine sia tornato sui suoi passi e abbia riaffidato la porta a Viviano. I 70 punti si son fatti con Viviano in porta, questo rimane è un dato di fatto, anche un mistero se vogliamo dirla tutta.

    RispondiElimina
  44. colonel.blimp5 giugno 2013 13:18

    No, l'uruguagio è il 12 guardaspalle, non è la soluzione. Dipunti ne avremmo fatti di più, con un portiere come si deve. Sul perché Viviano abbia ripreso al titolarità Jordan ha scritto esaustivi poemi in sestine, che condivido nel contenuto (non condivido invece il giudizio a mio avviso troppo lusinghiero che dà sulle prestazioni di Neto quest'anno), quindi lascio a lui la replica se vuole.

    RispondiElimina
  45. Provocazione per provocazione, ciò che hai scritto, Leo, dimostra che hai una vita povera.

    RispondiElimina
  46. Ovviamente, i pescetariani esistono solo nella fantasia tua e di chi così si definisce, visto che nessuno vive di soli pesci.

    RispondiElimina
  47. stefano vienna5 giugno 2013 13:25

    Bè, la sestina da analizzare è la striscia negativa iniziata a gennaio quando Viviano non giocava. Può anche essere un caso, ci sono anche altre cause (Montella si era fissato con Toni-Jovetic lasciando fuori Ljajic). Neto non ha mai sfigurato a parte Udine, è un buon portiere. Più ci si pensa, più il mistero s'infittisce.

    RispondiElimina
  48. colonel.blimp5 giugno 2013 13:30

    In verità, AntoineRouge, il lemma, per quanto orrendo sia, esiste e definisce chi vive di regime misto. Dispiace che ormai, quando si voglia coniare neologismo culturale, o si ricorra all'inglese o si massacri la nostra lingua, senza por mente che con le due lingue classiche si può generare il dicibile all'infinito.

    RispondiElimina
  49. Colonnello, non negavo l'esistenza del lemma, ma dei pescetariani.

    RispondiElimina
  50. Ecco, quelli che non mangiano carne ma mangiano pesce (quindi che mangiano mammiferi e uccelli ma non pesci) io non li ho mai capiti.
    Ne esistono, io ne ho conosciuti, però a dire il vero quelli che conosco io poi sono diventati proprio vegetariani, smettendo di mangiare alche il pesce e i frutti di mare.

    RispondiElimina
  51. Colonnello, siamo teste di serie per il preliminare di EL. Per la fase a gironi, se passiamo il preliminare, non penso che saremmo in prima fascia, mi sembra di aver capito che saremmo in seconda.

    RispondiElimina
  52. Infatti, Anto, non esistono se non per un breve periodo: poi evolvono verso il vegetarismo o riprendono a mangiare anche animali terrestri, magari continiando a definirsi pescetariani perché ciò avviene di rado.

    RispondiElimina
  53. Premesso che non amo molto fare questo esercizio di ricerca delle incoerenze nei pensieri altrui, io di poca coerenza ne vedo anche in chi è vegetariano ma non veste di tessuti sintetici

    RispondiElimina
  54. Colgo l'occasione per notare che quella che vuole Leonardo vegetariano è solo una ipotesi. Gli acquisti di carne documentati nei suoi libri di conti suscitano infatti qualche dubbio in proposito.

    RispondiElimina
  55. Colgo l'occasione per chiedere a Lud se ne sa qualcosa sulla deturpazione dell'Uomo Vitruviano situato nel Viale Leonardo da Vinci a Prato

    RispondiElimina
  56. dimenticavo l'allegato

    RispondiElimina
  57. No Vita ma Leonardo è sicuramente tra gli artisti la cui opera è vittima della moderna attitudine al kitsch, basti pensare agli usi perversi della Gioconda già documentati nella vecchia opera di Gillo Dorfles, dai portachiave ai portaceneri ai pitali (non so se esista il vaso da notte della Gioconda ma immagino di si).

    RispondiElimina
  58. e chi ti ha detto che non ci puntino? Il fatto che non se ne parli, conoscendo i due, è un punto a favore della probabilità non a sfavore. Per me han già deciso se no non avrebbero comprato un 12 (ma ha firmato?). Montella Viviano titolare fisso non lo vuole, mi sembra di aver capito solo questo. Se viene Munua ne viene un altro e credo sappiano già chi, o il ventaglio è motlo ristretto.

    RispondiElimina
  59. Sui suoi passi è tornato perchè si è accorto che andando avanti con un giovane che non poteva avere per la lunga assenza dalle competizioni la necessaria continuità di prestazioni, per di più in un ambiente ostile, si rischiava di finir di distruggere lui e di perder punti. Del resto Viviano o giocava o andava via e si era agli ultimi giorni di campagna acquisti. Una volta rientrato è andato meglio, ha avuto il culo che anche la squadra si è ripresa (in questo credo proprio che il portiere c'entrasse poco) per cui son tornati i risultati ed è andato avanti fino alla fine. Dici che i 70 punti si son fatti con Viviano, è vero, ma mi dici quanti si devono a lui? e quanti invece con un portiere più forte se ne potevano fare in più? Non ha fatto errori macroscopici, ma quanti golletti che forse...insomma...Insomma con quasiasi altro in porta se ne sarebbero fatti di meno o di più? Con quanti di meno e con quanti di più? io credo che trovar di meglio non è difficile, se si avessero le palle di sostenerlo contro tutto e contro tutti per me Neto è meglio dei vari Agazzi, ma con la piazza di Firenze si è rovinato con una gestione criminale, per cui la strada di mandarlo a giocare a Torino, Bologna, Verona o Livorno mi sembra sia giusta, basta non perderne il controllo perchè son convinto che l'anno prossimo potrebbe essere la soluzione.

    RispondiElimina
  60. colonel.blimp5 giugno 2013 14:50

    Secondo Ladyradio di stamani la rinuncia a Viviano sarebbe stata comunicata al giocatore.

    RispondiElimina
  61. Certo Lud, è un'ipotesi, peraltro verosimile. Concordo su quell'incoerenza Vita, ma meglio qualcosa che nulla.

    RispondiElimina
  62. Il commento di Jordan: "Te leggi troppo. Da retta a me che Leonardo da centrale un'ha mai gioato. Gl'era mezzala sinistra prima nella Fiorentina, poi gl'andò all'Inter a' tempi ch'era presidente il Moro (antenato di Moratti) e al Paris St. Germaine, che poi lo vendette all'Amboise dove finì la carriera".

    RispondiElimina
  63. Guarda pallino t'ha poho da piglia' pe i'cculo. Parla di Leonardo ma un parla' d'Aquilani che ragiona' di carcio per te gli è come pigia' un cocomero a erta.

    RispondiElimina
  64. colonel.blimp5 giugno 2013 15:09

    Sentite, ma quella fava incredibile, quella testa di cazzo di proporzioni stellari di Massi74, è sparito dal nostro pianeta senescente di primavere col termosifone? E' bastata l'uscita di scena del Corvo per liberarci da quel coglione atomico? Ma chi era, allora, 'sto Massi? Il vicino di casa a Vernole con cui il Magic ha un contenzioso da mezzo secolo sui confini di proprietà?

    RispondiElimina
  65. colonel.blimp5 giugno 2013 15:09

    Ahahahahahahahahahahahahahah... Jordan! Che poi Leonardo è stato un signor giocatore, altro che storie!

    RispondiElimina
  66. Diciamo che ha fatto un po' la carriera di Bertini, Berti e tanti altri. Dalla Fiorentina all'Inter fino all'esperienza finale all'estero.

    RispondiElimina
  67. colonel.blimp5 giugno 2013 15:17

    «Ogni squadra di calcio dipende
    però da due giocatori, il portiere e il centravanti: senza questi strada, non se
    ne fa»: il primo che trova l'autore, ora convertito, di questo condivisibile aforisma vince una notte torrida con Nicolaclaudia.

    RispondiElimina
  68. colonel.blimp5 giugno 2013 15:19

    «il romagnolo, il cui ingaggio ho
    auspicato per anni, è il miglior allenatore che la Fiorentina abbia avuto da un
    trentennio a questa parte, insieme a Radice e Ranieri. Sbaglia cioè anche chi
    continua a pensare che sia il meglio di quanto ci si possa permettere: Rossi è
    tra i più bravi in termini assoluti»: chi indovina questa, vince una pompa di Sara piacentina.

    RispondiElimina
  69. Colonnello, quella su Delio e Ranieri può essere solo del Gat, quella col "ghe pensi mi" mi pare del baseballista... ai premi però ci rinuncio!

    RispondiElimina
  70. colonel.blimp5 giugno 2013 16:03

    Eh, il Vita si dimostra ancora una volta il massimo filologo di materia cloacale (spero, per lui, con tuta da sommozzatore, dunque... ahahahahahahahah!). C'era poi Paolone, Vita, ma la prima citazione che ho fatto meriterebbe davvero di essere ricondotta all'autore, oggi convertito (come scrivevo)...

    RispondiElimina
  71. colonel.blimp5 giugno 2013 16:10

    «Ogni squadra di calcio dipende però da due giocatori, il portiere e il centravanti: senza questi strada non se ne fa»: era Lud, caro Vita, il buon Lud, nel corso di una sua sfuriata contro Amauri! Ti ho steso, eh, Vita? Non te l'aspettavi!

    RispondiElimina
  72. colonel.blimp5 giugno 2013 16:16

    Dal supremto Fiorentinanews:


    «Il centrocampista offensivo del Palermo, Josip Ilicic, mette definitivamente le carte in tavola ed apre alla squadra viola tramite un’intervista rilasciata a Nogomania:
    “Adesso è il momento di trovare una nuova squadra e giocare ad un
    livello superiore. So che ci sono alti e bassi in carriera, avrei potuto
    segnare di più lo scorso anno ma forse non ho avuto fortuna. Sarà molto
    importante il modo di giocare della mia prossima squadra. Non penso ai
    nomi dei club interessati a me, ma solo le ambizioni. Questa è la cosa
    più importante. La priorità è l’Italia, non voglio lasciare questo paese
    dove mi sono fatto un nome e una carriera. Non riesco a vedermi
    altrove. Bundesliga? Al momento no. La squadra che mi ispira di
    più è la Fiorentina, gioca un gran calcio e lo scorso anno ha sfiorato
    la Champions. Secondo me il prossimo anno può contendere anche lo
    Scudetto alla Juventus”».



    O Zampa, ho l'impressione che o mangi la minestra che ti diamo o salti dalla finestra che ti apriamo... ahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  73. Sei piuttosto a corto di conoscenza culinaria Antoine, si definiscono pescetariani quelli che non mangiano carne ma pesce, non solo pesce, cosa peraltro neanche ventilata nel mio scritto. Basta scorrere le definizioni per capire. Io non lavoro di fantasia, ti sei spenzolato e sei caduto male. Succede.

    RispondiElimina
  74. Mi consolo tirando un collo al pollo stasera. Il maiale l'ho già sgozzato per farci roventini, ma quelli sono per domani.

    RispondiElimina
  75. Ti ho risposto sotto, non negare l'evidenza e lavora meno di fantasia, dammi retta, esistono, fattene una ragione.

    RispondiElimina
  76. Sei in confusione, stai tirando somme tue basate sul nulla. Mi ci prendo volentieri perché quando scorgo ignoranza su certi argomenti mi diverto.

    RispondiElimina
  77. Questo l'ha detto anche quel tonto di Ciccio Graziani oggi a RadioBlu. Che vendano matri a 12 milioni, poi ne danno 30 a noi ed al centravanti ci si pensa da noi.

    RispondiElimina
  78. colonel.blimp5 giugno 2013 16:29

    Comunque, come provano le parole di Ilicic e quelle di Gomez: vi rendete conto di quanto pesi, sulle scelte di un giocatore, la magnificenza del gioco? Dal gioco si può sperare il risultato altrimenti negato a una squadra che non sia una big, e poi il gioco per un calciatore è come una libreria antiquaria per uno studioso, come il Ceccherini per un bricoleur, come Montolivo per una vecchia cozza.

    RispondiElimina
  79. Aquei tempi c'era Boruc in porta e Amauri, gli han preso Viviano e Toni e si è fatto 70 punti. Se erstavano quegli altri due se ne facevan 75 perlomeno.

    RispondiElimina
  80. Ma leggete e ascoltate anche i refoli ?! Sapete quante ne diranno di qui a Agosto ?! A me basta quello che hanno risposto ai gobbi: 30 sul tavolo.

    RispondiElimina
  81. colonel.blimp5 giugno 2013 16:31

    Ahahahahahahahahahahah! Sarebbe così semplice, no, Jordan? Vendono Matri e Quaglia per un totale di 20 e non c'è problema... ahahahahahahahahahahahah! A lui Matri piace molto, dunque lo vendi facile... ahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  82. Questa puzza di beberry, perlomeno qualcosa del genere lo scrisse davvero

    RispondiElimina
  83. colonel.blimp5 giugno 2013 16:33

    Jordan, il Boruccone l'Amauri di quest'anno ci portavano dal Napoli! Però, il centravanti è fondamentale in «ogni squadra»: ma guarda, chi l'avrebbe mai detto? Ahahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  84. colonel.blimp5 giugno 2013 16:35

    L'ha già detto Vita, Jordan, vincendo dunque una bella spagnola magdica: e' t'è andaha bene di nulla... ahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  85. Giusto stamani era una realtà e un evidenza incontrovertibile l'averci rinunciato scientemente, giusto per la coerenza.

    RispondiElimina
  86. Trattandosi di una sfuriata contro Amauri è evidente che quando ho scritto questa frase non c'era in panchina Montella. E dunque non avevo ancora sperimentato il godimento del gioco alla spagnola, gioco di cui ho compreso lo spirito solo quando l'ho visto giocare dalla Fiorentina. Certo non l'ha inventato Montella quel tipo di gioco. Ma io sempre precisato di essere un tifoso monomaniaco della Fiorentina, che non passa il suo tempo il fine settimana a guardare tutti i campionati stranieri. Qualcosa mi perdo, ma ho anche altre cose da fare. Un altro momento fondamentale nella mia conoscenza del gioco spagnolo è stata la visione delle partite della Spagna agli ultimi europei.

    RispondiElimina
  87. Se pensi di farmi infuriare con queste trovate caschi male. Dimostri solo ciò che vali.

    RispondiElimina
  88. Ti diverti con poco, a conferma del fatto che hai una vita misera. L'ignoranza è tutta tua.

    RispondiElimina
  89. colonel.blimp5 giugno 2013 16:43

    E indovinando questa, chi vuol vincere un pipazzo della Provola?


    «Cambiano i giocatori, gli
    allenatori, i direttori sportivi... ma una società di cioccolatai resta sempre
    una società di cioccolatai, non c'è niente da fare».


    Giusto dopo la prima trionfale contro l'Udinese quest'anno... ahahahahahahahahahahahahah! Un genio! Ahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  90. Possono definirsi come vogliono, ma restano onnivori che non mangiano animali terrestri.

    RispondiElimina
  91. Una società seria deve prima di tutto rinnovare il contratto ad un ventiduenne che ha fatto 11 goal. Sono numeri molto importanti, che pochi giocatori possono vantare. Joaquin mi sta bene, Ilicic pure (anche se dovrò imparare la grafia), ma chiedo sommessamente che sia dia il giusto peso al rinnovo di Adem.

    RispondiElimina
  92. Certo Leo non mi sarei mai sognato di sostenerlo ai tempi di Delio Rossi, Sinisa o Prandelli. Averci rinunciato è prerogativa di Montella.

    RispondiElimina
  93. colonel.blimp5 giugno 2013 16:51

    Eh no, Lud, «ogni squadra di calcio»... ahahahahahahahahah! E' un postulato! Ahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  94. colonel.blimp5 giugno 2013 16:54

    Su Nutella sono d'accordo, Lud. ma è d'accordo anche la Società, quindi non vedo la necessità di allarmare né quella di impancarsi a maestro di chi sa il fatto suo.

    RispondiElimina
  95. Credo di averlo spiegato a sufficienza. Non ero stato ancora iniziato ai "misteri eleusini" del calcio di Guardiola e Montella, ed ero convinto che il calcio fosse fatto di cross alla Vargas e colpi di testa di un buon centravanti. Del resto questa innovazione tattica è recente e come dimostra questo sito non è compresa o accettata da tutti.

    RispondiElimina
  96. Non è assolutamente mia intenzione criticare la società. A più riprese ho scritto che mi fido ciecamente di chi sceglie i giocatori. Stamattina ho anche aggiunto che per me le parole di Mondonico sono oro colato perchè lo ritengo un grandissimo intenditore di calcio. Dunque massimo rispetto per chi sa. Ma mi permetterai di elencare i miei desiderata. Aggiungerei che l'idea che sto sponsorizzando quest'anno (centravanti giovane o svincolato) porterebbe la società a spendere di meno, o a investire in modo più oculato l'eventuale provento della cessione di Jovetic. Anche in questo credo di essere in linea con la strategia dei Della Valle e non pretendo nessun investimento fuori della realtà e della misura.

    RispondiElimina
  97. colonel.blimp5 giugno 2013 17:01

    Ma se Guardiola sono anni che fa calcio! Ma vuoi scherzare?

    RispondiElimina
  98. colonel.blimp5 giugno 2013 17:02

    E questo cazzone, questo anormale col cervello di un citto ritardato, chi è? Leggete e sghignazzatevela (ahahahahahahahahahahahahah1):

    «Ora finalmente non ci sono più scuse e non ci sono più alibi, i "grandi
    imprenditori" hanno FALLITO, miseramente, come è più di ogni altro
    presidente di questa società, peggio di chi aveva infinitamente meno
    risorse di loro, ed hanno fatto del male prima di tutto a se stessi,
    distruggendo il loro capitale, quasi come Garrone, peggio dei Pontello.
    Adesso per recuperare credibilità servono soldi e impegno. Soldi VERI,
    non trucchi contabili, impegno VERO, non chiacchiere».

    Quasi come Garrone... ahahahahahahahahahahahahahah! Chi indovina vince un bocchino a denti cariati ai Giardini Margherita... ahahahahahahahahahahahah! Ma è troppo facile, solo un imbecille su tutti, in cloaca, poteva scrivere questo... ahahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  99. colonel.blimp5 giugno 2013 17:12

    E ora un classico della paranoia, direttamente dallo studiolo di Sigmund:

    «Ay, ay, ay, ay, canta y no llores, porque cantando se alegran, Cielito
    lindo, los corazones! Tutto come previsto, caro Deyna78, anche te a far
    lo spiritosone con “après Prandelli, le déluge!” e guarda caso cos’è
    successo? Dopo Prandelli il diluvio! Evvai! Sai, non è che ci volesse
    molto per prevederlo [tra l’altro io non è che l’avessi previsto, io lo
    SAPEVO, come vi scrissi nell’ultimo papiro], ma a questo mondo c’è
    sempre chi c’arriva prima, chi c’arriva cmq in tempo e chi c’arriva
    dopo, tralasciando quelli che non ci arriveranno mai perché troppo scemi
    o in totale malafade... certo che se la stupidità si potesse pesare ci
    sarebbe un pezzo di un’isola italiana al posto della Fossa delle
    Marianne...».

    SAPEVA... ahahahahahahahahahahahahahahahah! E gli altri tutti scemi... ahahahahahahahahahahah! La Fossa delle Marianne... o chi sono, le adoratrici di Montolivo? Ahahahahahahahahahahahahah! Canta Pollock, canta che non ci hai capito un cazzo perché tu, tu non SAPEVI... ahahahahahahahahahahah! Però, che sagome! O perché sono scappati di cloaca? Ci tocca ricorrere agli archivi e non si può più godere delle loro cazzate calde calde, di giornata... ahahahahahahahahahahah! Via, tornate, pagliacci! I DV ve l'hanno messo bello duro, bello grosso nello sfintere ma se ci promettete di... ricominciare (ahahahahahahahahah!), ve la perdoniamo...ahahahahahahahahahahahah! Però fino alla prossima, neh? Ahahahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  100. colonel.blimp5 giugno 2013 17:14

    Lud, i tuoi desiderata sono quelli di Vincè e della Società, con l'eccezione del centravantone, che loro vogliono e tu no.

    RispondiElimina
  101. colonel.blimp5 giugno 2013 17:18

    Ci ritorna Vargas sulle braccia, per giunta con scadenza 2014... L'ingordigia del Magic lì ci fregò: offrivano 18, ma lui voleva ripetere il colpo di Melo. Eh, Magno, la fontana di Trevi non la vendi mica tutti i giorni al primo fesso che passa. Ringrazia di una volta, che ti era brillantemente riuscito!

    RispondiElimina
  102. colonel.blimp5 giugno 2013 17:20

    Ma questo Sommer del Basilea, mi volete dire com'è, che se ne parla da settimane?

    RispondiElimina
  103. Vargas è sicuramente un Cerci sudamericano. Solo che a quanto pare Alessio si è emendato mentre Vargas è precipitato all'inferno. Eppure era un grandissimo nel suo ruolo. Tanto che io lo riprenderei anche, ma solo Montella sa se è possibile.

    RispondiElimina
  104. colonel.blimp5 giugno 2013 17:29

    No, Lud, Vargas era superiore, per un anno è stato il migliore nel ruolo al mondo: tecnica e potenza. Purtroppo si tratta di un pazzo evidente, con pulsioni autodistruttive che gli hanno fatto buttare alle ortiche una carriera di grandissimo. Figùrati se non ho mai sperato in un suo ravvedimento e se, sotto sotto, io non speri ancora, irrazionalmente, nel miracolo di Vincè! Immagina cosa saremmo stati quest'anno con lui al meglio sulla sinistra invece di Pasqual! Ma bisogna essere realisti. E' da cedere anche a gratisse, è «andato».

    RispondiElimina
  105. La valutazione spetta a Montella, se la bocciatura sul piano umano è totale, il giocatore va via. Io gli darei il ritiro come banco di prova. Unica raccomandazione: se si decide di tenerlo gli si faccia firmare il rinnovo a due palanche, in modo da evitare un nuovo caso Ljajic. Il momento è quello giusto perchè ora se gli da un ingaggio da ragazzo della Primavera basta e avanza.

    RispondiElimina
  106. colonel.blimp5 giugno 2013 17:44

    Lud, ma il rinnovo, se Vargas non venisse bocciato da Vincè, sarebbe giocoforza! Non credi mica che recupereremmo un campione per lasciarlo scappare dopo un anno? E lui adesso sarebbe nelle condizioni di non poter chiedere nulla, nulla! Ma sono sogni, Lud, l'uomo non c'è. E ha trent'anni. Era al vertice, dopo la sua grande gara contro il Bayern a Firenze: ha polverizzato tre anni, the best years of his life.

    RispondiElimina
  107. Il Barcellona di Guardiola era secondo molti esperti un caso unico al mondo. Quel tipo di gioco si poteva praticare soltanto perchè c'erano i giusti interpreti. In Italia se non mi sbaglio il primo caso di applicazione dei principi spagnoli si è avuto con la Roma di Enrique. Non ho conoscenza adeguata del Catania di Montella. Quest'anno ha incominciato a giocare così anche Allegri al Milan. Ma l'impresa di Montella è stata storica. Montella ha dimostrato che il modello Barcellona è tranquillamente alla portata di una squadra europea di livello medio-superiore che si provveda degli uomini giusti. Certo, debbono sapere giocare bene tutti a calcio, perchè il gioco alla Guardiola richiede altissimo tasso tecnico da parte di tutti, compresi i difensori, che debbono sapere impostare, giocare la palla, andare a concludere.

    RispondiElimina
  108. colonel.blimp5 giugno 2013 18:07

    Lud, la novità si costruisce sul centrocampo senza interdittori, cosa che mai nessun allenatore (neanche straniero) in Italia aveva azzardato.

    RispondiElimina
  109. Assolutamente no, io non mi sono arrabbiato per la tua risposta, non vedo perché dovresti farlo tu.

    RispondiElimina
  110. Subacquei, animali subacquei, e quindi ?! Che facciamo, discriminazione animale ?! Ci son mica negredi sott'acqua.......

    RispondiElimina
  111. Su Pasqual io sostengo da tempo una visione serena e mediana. Non è campione di assoluto valore, ma non è nemmeno così scadente come si sostiene. E' un buon giocatore ed un ottimo atleta il che non guasta. Non è detto che debba andare in nazionale, ma ciò non significa nulla, perchè ci sono fior di campioni, come Eraldo Pecci, che hanno indossato poche o punte volte la maglia azzurra.

    RispondiElimina
  112. Che palle! ma tu vai a fissazioni!Il giusto peso lo danno ma i rinnovi non si possono fare da soli e come fai a giudicare ed a blaterare se non sai nulla nè di cifre nè di sollecitazioni, nè di eventuali risposte alle stesse lo vorrei sapere. Ljajic sarà valutato, lo sarà già stato, e sarà deciso quando ci si potrebbe ricavare da una vendita adesso, quanto sarà sperabile ricavarci tra un anno o due se conferma i progressi ed il rendimento e quanto se non lo conferma, e quali sono le probabilità che lo confermi, dopo di che sarà deciso quanto vale la pena investirci in un contratto pluriennale. Per te è un fenomeno e gli daresti subito anche il culo con una fettina di limone su un piatto d'argento, ma, magari, il duo Madè la pensa un po' diversamente. Se credono che il valore del suo cartellino è e sarà tra i 10-15 milioni non ha senso dargli più di 1,2-1,5 in un triennale, se pensano che valga o varrà 30 gli posson dare anche di più ed arrivare ai valori di Jovetic. Se lo vendono adesso non possono prendere più della prima cifra detta e se credono che non varrà mai molto di più può anche valere la pena. Altrimenti è bene frugarsi. Con tutto questo se lui per firmare vuole la luna sono costretti ad andare alla soluzione 1 ed obbligarcelo se necessario. Ma è un discorso complicato, non semplice come lo fai tu sacrificandogli tutta la campagna acquisti, quasi, rinunciando al centravanti che invece è essenziale, ad esempio.

    RispondiElimina
  113. Tra la soluzione 1) e 2) non ci vedo molta differenza ne verrebbe sempre fuori uno con la testa di Pasqual ed il corpo di Vargas, e a meno di problemi di comunicazione potrebbe essere un insieme interessante

    RispondiElimina
  114. Era per dire un bravo ragazzo, quindi l'esatto contrario di Vargas; e poi è esterno sinistro anche lui. Insomma, quello che volevo dire penso si sia capito, non starei a sottilizzare, se vuoi invece che di Pasqual mettici la testa di Gobbi o di Balzaretti o anche di Lulic o di chi vuoi tu, comunque di uno che sia normale e non un pazzo furioso forse alcolista.

    RispondiElimina
  115. A proposito di pazzoidi, dicono che i gobbi stiano per prendere Tevez.
    Io finché non lo vedo non ci credo.

    RispondiElimina
  116. Su Pasqual siamo d'accordo, Lud.
    Secondo me i terzini sinistri che vanno in Nazionale non sono migliori di lui. C'è carenza di giocatori, in questi anni, nel ruolo che fu di Facchetti, Cabrini e Maldini (ma anche di Roggi, Nela, De Agostini, Di Chiara, Michele Serena e Grosso). Oggi Carobbi sarebbe titolare fisso in Nazionale.

    RispondiElimina
  117. Argomenti oscuri? Cosa, il pescetarismo? Sei più scarso di quanto credevo. Che tu sia una brutta persona invece l'ho capito da tempo.

    RispondiElimina
  118. colonel.blimp5 giugno 2013 19:47

    «Forse»?????

    RispondiElimina
  119. Il "forse" me l'ha suggerito Antoine Rouge, per evitare la diffamazione a mezzo stampa :)

    RispondiElimina
  120. Prandelli al momento ha trovato l'attacco perchè El Sharawi Balotelli e Cerci potrebbero formare un ottimo attacco nel 4-3-3. A centrocampo approfitterà credo della esperienza accumulata da Aquilani in questo modulo di gioco e potrebbe giocare con Pirlo (Pizarro), Montolivo (Valero), e Aquilani. In questo modulo direi gli esterni di difesa hanno obblighi di copertura più stringenti che servono a bilanciare la forte trazione anteriore. Prandelli farebbe carte false per avere Cuadrado per l'estrema duttilità di questo giocatore.

    RispondiElimina
  121. Meglio brutti che privi di discernimento. Sei così tronfio di aver preso una tangente sbagliata che a fatica comprendi quello che ti viene scritto. Bontà tua.

    RispondiElimina
  122. anche la Fiorentina di Czeizler, ed era il 1958, non aveva il centravantone che svettava di testa sui cross, ma aveva Hamrin (26 gol) Montuori (22), Lojacono (14) e Petris (10), ma checazzo vuol dire, sta a veder che la fase offensiva l'ha inventata Guardiola! Datemi Villa e Messi, ed Iniesta e Xavi e poi del centravantone ne fo a meno anch'io, ma se mi dai Llajic e Pepito fermo da due anni ho paura che sian cazzi amari e se mi dai un Soldaldo, un Negredo o un Leandro Damiao cambia dal giorno alla notte.

    RispondiElimina
  123. Colonnello ma Mascherano e Piquet dove giocano? non giocano nel Barcellona? Non è solo un centrocampo senza interdittori è il tasso tecnico di tutti, la capacità di muoversi ed occupare gli spazi, di mantenere la concentrazione necessaria. Appena scadi un po' son cazzi amari come si è visto in gennaio e febbraio quando abbiamo avuto un calo di gambe e di testa anche per alcuni episodi sfortunati. Perchè questa lacuna nel modo di giocare montelliano c'è, una certa difficoltà a gestire i risultati ed i periodi di bassa che non possono non esserci a meno di non essere davvero il Barcellona dei tempi belli. Non abbiamo la stessa faciltà nella fase prevalentemente difensiva di quando il pallino lo abbiamo noi, oltre ad una carenza evidente nel gioco aereo in difesa accoppiata ad un portiere negato allo stesso. Tutte cose da migliorare che spero siano sul taccuino di Vincenzo appena torna da Formentera.

    RispondiElimina
  124. L'Amauri di quest'anno bastava aspettarlo, anche lui l'abbiam preso dopo due anni di inattività ed alla fine si è rotto, ma non è andato poi male finchè è rimasto in piedi. Credo che sarebbe servito più di Toni, nonostante che io sia tra quelli che hanno apprezzato Lucone. come ben sai. Quanto a Boruccone inutile spendere parole, almeno cinque punti in più, stima per difetto.

    RispondiElimina
  125. colonel.blimp5 giugno 2013 20:47

    La novità di Montella, Jordan. Metti un portiere e un centravanti, a questa squadra, e vedrai i cazzi amari, ma per la Juve, sai...

    RispondiElimina
  126. colonel.blimp5 giugno 2013 20:49

    Per me, se arriva Tevez non arriva Jojo e viceversa.

    RispondiElimina
  127. Il City se lo vuol levare dai coglioni perchè ha uno stipendio faraonico ed è un piantagrane ormai fuori dal progetto tecnico, quindi magari glielo regala, però prende una decina di milioni l'anno di stipendio compresi i bonus, il guercio glieli dà? Beato lui, così la smette di romperci i coglioni per Jovetic

    RispondiElimina
  128. Per me non prendono nè uno nè l'altro.

    RispondiElimina
  129. Pranelli un tridente Cerci - Balotelli - El Shaarawy fin dall'inizio non lo schiererà mai, se non contro Tahiti o squadre simili, così come non schiererà mai il centrocampo che dici tu. Metterà Pirlo, De Rossi, Marchisio e uno fra Aquilani e Montolivo, con due punte davanti, per essere più equilibrati ed ordinati.

    RispondiElimina
  130. Potrebbe anche mettere De Rossi centrale in difesa, a centrocampo Pirlo Montolivo e Aquilani, o Marchisio, davanti Cerci, Balotelli, El Sharawi. Il 4-3-3 non è meno ordinato del 4-2-2.

    RispondiElimina
  131. Sembra che ieri sera sia stato comunicato ufficialmente a Viviano che la Fiorentina ha deciso di fare a meno di lui. Decisione tecnica e finanziaria, am direi soprattutto tecnica visto che il Palermo non vedeva l'ora di mettersi d'accordo. Tenerani dixit.

    RispondiElimina
  132. Cerci Balotelli El Shaarawy ê un tridente troppo offensivo, non penso che lo schiererà se non per recuperare uno svantaggio durante la partita.

    RispondiElimina
  133. Prendere Tevez significa per loro tagliarselo con il mestolo, fra cartellino e ingaggio costa il triplo di Jovetic, sventolano alternative che non possono permettersi, o permettersi solo se cedono un pezzo di quelli buoni, Marchisio ad esempio.

    RispondiElimina