.

.

mercoledì 12 giugno 2013

Flop player

I ciabattini non fanno sconti, così come anche Haiti che aspetta proprio i titolari per raggiungere un risultato storico senza che nessuno possa avanzare le solite scuse, Marotta ne deve prendere atto così come Prandelli. Ancora brutte figure. E se per la Nazionale la speranza è almeno seduta buona buona nella sala d’aspetto, in attesa di un condizione fisica che ci chiami per il nostro turno, per quanto riguarda Marotta la certezza è invece quella che continuerà a raccattare figure di merda in giro per l’Europa. Florentino Perez infatti, incazzato non solo per assonanza, ma anche perché Marotta ha il viziaccio di parlare con i giocatori senza passare prima dalle società che ne detengono il cartellino, non fa sconti, no, neppure lui, anzi, proprio come i ciabattini espone il tariffario. E Marotta si sa che soffre tremendamente di clausola rescissoria, un’impietosa diagnosi che è giunta dopo anni e anni di analisi di bilancio, un verdetto che non lascia scampo. Non ci sono soldi. E mentre le infezioni di Anelka e Bendtner hanno lasciato il segno sballando tutti i valori presenti, valori come la correttezza che sono invece alla base per alcuni prima di farti sedere al loro tavolo, la febbre da clausola rescissoria colpisce senza pietà, fa delirare la dirigenza bianconera che ha persino sposato la causa di Renzi e vorrebbe rottamare i fondi di magazzino rivogandoli di resto a destra e a manca. E dopo aver fatto imbufalire anche Florentino, sembra che Diego abbia addirittura rilanciato, e oggi si dice che a Marotta non siano più sufficienti neanche i 30 milioni cash, ma se vuole Jovetic dovrà consegnare alla città anche la seconda linea della tramvia come prova di appartenenza alla corrente  renziana. Impazzano intanto le voci su Gomez, come invece al contrario non esce uno spiffero dagli abbottonatissimi Pradè e Macia che gettano sul lastrico stuole di giornalisti affamati di notizie che intanto s’inventano trattative e anche un mestiere facendo la fila per l’abbonamento al posto degli altri in cambio di una soffiata che spesso si rivela nient’altro che un scorreggia. Mentre Andrea Agnelli che usa il diserbante per contenere l’avanzata scomposta della macchia mediterranea sulle arcate sopraccigliari gioca la carta del bunga bunga, ma con il culo degli altri, e per l’esattezza con quello di Marotta. Si, la Juve dopo la parentesi renziana della rottamazione che ha contribuito solo a irrigidire gli animi di una vecchia casta d’imprenditori  ancora abbarbicati ai privilegi della clausola rescissoria, prova a piegare le loro resistenze di casta tentandoli sessualmente. Non più quindi solo i vari Marrone, Quagliarella, Matri e Gabbiadini a parziale contopartita, a Marotta è stata imposta un’altra linea, che più che linea sembra un angolo a 90 gradi, insomma dopo tutte le varie offerte, affiancato in questa fase dall’agente Fifa Giorgio Mastrota che offrirà anche un tostapane, un televisore 22 pollici e un frullatore Girmi , Marotta alla fine, una volta defilato un Mastrota spaventato che lascia il tavolo delle trattative camminando rasente al muro, avrà la facoltà di dare via anche il culo per cercare così di portare  finalmente a Torino questo benedetto flop player.

263 commenti:

  1. Il risultato della nazionale ieri sera è ottimo, ovvero si poteva anche perdere 5 a 0 perchè era un allenamento senza alcun valore. Prandelli ha detto che preferirebbe allenare all'estero perchè in Italia se perdi ti tirano le pietre. Persino se perdi la partitella del giovedì. Non ha senso. Aspettiamo la Confederation, che sarà un laboratorio però e i mondiali nostro vero obiettivo per giudicare. Ho scoperto che il dubbio ha fatto i miei stessi conti concludendo che i 25 milioni dell'affare Melo sono un mito mediatico abilmente alimentato dal Maghetto Harry Potter da Verniole. 25/01/2012 11:56:02 il dubbio, I discorsi tecnici lasciano il tempo che trovano anche se è FALSO come una banconota da DUE euro che Melo ha retto il centrocampo da solo: i numeri stanno lì a dimostrarlo, la Fiorentina senza Melo ha una media punti leggermente più alta di quella con Melo. Ma a livello economico il cisddetto affare è il seguente: Melo ha fruttato 20,5 milioni + Zanetti e Marchionni + 3,5 milioni (circa) di ingaggi non pagati; in totale 24 milioni + Zanetti e Marchionni. L'ingaggio di Marchionni è di 1,250 milioni netti, 2,5 lordi ed è qui da tre

    RispondiElimina
  2. Proseguo e concludo. L'ingaggio di Marchionni è di 1,250 milioni netti, 2,5 lordi ed è qui da tre anni, quindi -15 milioni. L'ingaggio di Zanetti era di 1,5 milioni netti, 3 lordi ed è stato alla Fiorentina 2 anni, quindi -6 milioni. In definitiva dal punto di vista della cassa (altra cosa è il bilancio) la cessione di Melo ha fruttato TRE milioni. E dal conto ho escluso i premi dei tre giocatori che evidentemente non conosco ma che sono nettamente favorevoli ai due "gobbi". C'è qualche cifra da limare (2,5x3:7,5 e non 15), ma il senso è chiarissimo e concordo con lui.

    RispondiElimina
  3. Stefano Vienna12 giugno 2013 08:31

    Maghetto da Vernole? Ma ripigliati dai.

    RispondiElimina
  4. C'è uno che ti contende la palma di manipolatore dell'assurdo, impegnati di più se non non vinci nemmeno quel titolo lì. Ora è andato a scovare anche i post del "Dubbio", alias "uno che se ne intende", alias "naturalmente" alias non so quanti altri, ma il Colonnello ha il libriccino e ti può indottrinare. E' un altro fasullo come te che per aver ragione si inventa le cose, sbaglia le moltiplicazioni, trascura i dati che gli son contrari (anche lui dimentica che Melo aveva un quadriennale in essere ai valori, più o meno, degli altri due che però avevan contratti più corti), insomma arzigogola un sacco di cazzate per dimostrare l'assurdo che però gli fa comodo. I numeri veri te li ho già postati, con referenze e non sto a ripeterli, come non sto a ripetere quello che ho già detto, tanto è inutile, non capisci nemmeno i numeri, che sono obiettivi e quando c'è la malafede è inutile perder tempo.

    RispondiElimina
  5. Concordo con Jordan (che non è certo un grande estimatore di Corvino, se non ricordo). A scanso di equivoci, chiarisco di nuovo che io non voglio vendere Jovetic alla juve per Quagliarella e soldi, il mio era solo un esempio per spiegare l'affare Melo (che è semplicissimo: è stato venduto per 20 milioni e mezzo più Marchionni. Punto).

    RispondiElimina
  6. Quanto alla Nazionale, ieri abbiamo fatto una gran figura di merda (ma finché Aquilani era in campo eravamo sul 2-0, ehehehe), l'ha detto anche Prandelli (http://www.violanews.com/altre-news/mea-culpa-prandelli-abbiamo-fatto-una-brutta-figura-20130611/).
    Di certo la colpa della figura di merda non è stata di Prandelli, ma dei giocatori che hanno sbracato, ma la figura di merda rimane, altro che "ottimo risultato".
    Tra parentesi, abbiamo una difesa che fa veramente schifo, penso la peggiore della nostra storia, l'anno scorso arrivare in finale agli Europei è stato un mezzo miracolo.
    L'unica colpa (lieve, comunque) che posso ascrivere al CT è la mancata convocazione di Ogbonna per convocare gente tipo Astori o Bonucci. Per il resto, ci siamo fatti rimontare quando sono entrati i presunti titolari.

    RispondiElimina
  7. Quello che è sorprendente è come ti piace rotolarti nella merda. Quando entri in un merdaio ci godi, conitnui a rotolartici dentro, non fai come i comuni mortali che ne vengono fuori prima possibile per andare a pulirsi, no, ti ci garba e insisti. Hai detto una corbelleria immane non so a quale scopo, forse per far vedere che abbiamo già trattato in passato con la Juve (bella scoperta) e che lo potremmo fare anche adesso (se è così non hai capito una mazza del problema di base di oggi). Ti sei così avventurato nella dimostrazione dell'impossibile e che cioè l'affare Melo non sia stato un affare per la Fiorentina (questa è la corbelleria). Hai inventato numeri, trascurato dati, fatto ragionamenti folli. Una volta smontati tutti, uno per uno, invece di uscirtene in silenzio o di correggere il tiro, insisti, vai a cercare referenze assurde di un altro che ha detto cazzate simili alle tue. Insomma ricoperto di guano ti ci piace, ti ci crogiuoli dentro, come il passerotto della barzelletta.

    RispondiElimina
  8. Ma il quadriennale di cui parli Jordan era virtuale, firmato una settimana prima della cessione già definita alla Juve per garantire alla Fiorentina la clausola rescissoria adeguata. Mi pare comunque che Dubbio ne abbia tenuto conto. Personalmente non lo farei perché ripeto non si trattava di cifre reali messe sul piatto dalla società viola ma di un contratto che faceva da prodromo all'altro, quello vero. Anto è giusto considerare anche la cessione di Zanetti e gli ingaggi sennò si resta alla versione ufficiale. Ad ogni modo un discreto affare ma con una rimessa da parte di tutti. Se si fosse ceduto Melo in contanti o scambiandolo con giocatori giovani e integri la Fiorentina ne avrebbe tratto ben altri vantaggi. Solo che Corvino è intoccabile e non lo si può criticare.

    RispondiElimina
  9. A quanto pare, secondo Lud e il Dubbio la voce "ingaggi" c'è solo nei bilanci della Fiorentina, mentre altrove pagano solo i cartellini (e al Milan nemmen quelli). Ma poi, tutte queste pippe mentali per dimostrare cosa? Che contrariamente a quanto ci insegnano fin dalla nascita la matematica è un'opinione?

    RispondiElimina
  10. Si ma la partita non contava nulla meno di zero.

    RispondiElimina
  11. Non era virtuale un cazzo, era un contratto quadriennale come si fa in queste circostanze e come dovrebbe fare ad esempio Ljajic che si trova in una situazione simile a quella di Felipe Melo a quei tempi. Un contratto con clausola rescissoria che tutela entrambe le parti in ogni caso, che rimanga o se ne vada. In quel caso se ne andò, dopo due settimane, non una, ripeto, guarda almeno le date e leggi l'articolo. Nel tuo poco capire mi spieghi il motivo per cui un giocatore e la società di appartenenza dovrebbero firmare un prolungamento con clausola rescissoria se fosse già stato fatto un contratto di vendita?

    RispondiElimina
  12. La notizia era di dominio pubblico l'8 luglio a che se il contratto fu firmato una settimana dopo per le resistenze di Marchionni.

    RispondiElimina
  13. Guarda che riesci a fare incazzare persino me. Perché metti di mezzo gli ingaggi dei calciatori? Sono soldi spesi per stipendi di giocatori che erano titolari e hanno anche fatto molto bene quell'anno.
    E poi, cosa c'entra che Corvino è intoccabile? Corvino di corbellerie ne ha fatte, ma non puoi citare l'affare Melo, che invece è stato un mezzo capolavoro.
    Se vuoi criticare Corvino parla dell'acquisto di Castillo, parla dell'affare D'Agostino, parla di Cacìa, ma non di Melo.
    Senti, ho notato che spesso ti capita di fare affermazioni che sono ragionevoli e sono o possono essere condivisibili, salvo poi spiegarle con esempi completamente sbagliati (tipo quando hai detto che alcuni sudamericani non hanno reso in Europa e poi invece di citare Socrates o Renato Portaluppi hai portato ad esempio Ronaldo Fenomeno, oppure quando hai detto che nella Nazionale ci vogliono gregari e poi invece di citare Benetti, Oriali o Gattuso sei andato a pescare Domenghini).

    RispondiElimina
  14. O testolina, il contratto di Melo e quello di Marchionni (separati anche quelli, ma ti posso concedere che l'operazione in quel caso fosse congiunta) sono del 15 luglio, quello di Zanetti è del 10 agosto. Mi dici chi poteva obbligare la Fiorentina a quell'operazione SUCCESSIVA, se non l'avesse voluta e decisa in seguito?

    RispondiElimina
  15. Non ci voglio tornare sopra ma non ho detto che Ronaldo non ha reso ma che ha avuto una carriera meno lunga e meno brillante di quella che ci si attendeva da lui e mi pare un fatto certo.

    RispondiElimina
  16. eravamo sull'1-0, ma comunque è vero, è stato uno dei pochi a salvarsi, anche giocando fuori ruolo per tutto il primo tempo a fare il regista difensivo. Ha anche mandato in culo Balotelli che l'aveva redarguito perchè gli arrivavan pochi palloni e gli ha detto "moviti di più così ti arrivano". Sarà razzismo? Prandelli l'ha tolto subito ed ha messo Marchisio.

    RispondiElimina
  17. Essere estimatori c'entra poco. Amo giudicare i fatti e Corvino ne ha di ottimi e di pessimi, ma questo è di certo tra gli ottimi, uno dei migliori direi.

    RispondiElimina
  18. Scusate se vi distolgo da quell'affarone che fu per la Juve e la cagata che fu per la Fiorentina l'acquisto di Melo (ahahahahahahahahahahah!), ma leggehe icche scrie i' Brova su feissebucche:

    «Entro 48 ore la Fiorentina comunicherà ufficialmente l’acquisto di Mario Gomez….io non voglio illudere nessuno di voi, sapete che per me resta ancora oggi un’operazione quasi impossibile, ma da stasera voglio sognare insieme a voi…».


    Ora, la logiha di Ludde l'è terremotaha, ma anche i' Brova e unne scherza miha... L'operazione l'è 'mpossibile, sehondo lui, ma e' dà l'annuncio che l'è fatta... O icche bee, di prima mattina, hest'omo?

    RispondiElimina
  19. Mi spiego meglio. Allora si accettarono i cambi e si prese un giocatore alla Quagliarella, del quale la Juve non sapeva che fare perché pesava sugli ingaggi e l'anno prima aveva giocato pochissimo. Domanda: perché quella operazione è passata alla storia come un capolavoro se adesso si chiedono solo soldi cash e si respinge anche l'idea di prendere soldi e dei giovani?

    RispondiElimina
  20. Lui dice che secondo lui è impossibile, ma ha avuto diverse fonti che dicono che entro 48 ore si chiude, per cui comincia a crederci.

    RispondiElimina
  21. PERCHE' UN GIOCATORE CHE VALEVA 12 MILIONI FU VENDUTO A 20, ECCO PERCHE'

    RispondiElimina
  22. (scusate il maiuscolo)
    ...e poi in quel caso la contropartite (Marchionni) era gradita (andava a sostituire Semioli, di pari età ma di minor valore)

    RispondiElimina
  23. Ma vai da DDV, ADV, Pradé e Macìa e senti cosa ti rispondono, chiedi udienza visto che qui nessuno te l'ha fatto entrare in testa. Abbiamo fallito, ce ne faremo una ragione. Vai da loro e chiedi, perché dobbiamo riscrivertelo 8 miliardi di volte, qual'è la pena che dobbiamo espiare ?!

    RispondiElimina
  24. Iakovenko intanto dice che è stato voluto direttamente da Montella: ohi ohi, non vorrei che finisse come Marchionni voluto direttamente da Prandelli, allora... ahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  25. stefano vienna12 giugno 2013 10:20

    Brovarone annunciò pure Berbatov, poi sappiamo come è andata a finire. Ma la trattativa a questo punto esiste davvero, su questo ci sono pochi dubbi.

    RispondiElimina
  26. Il punto è che sembra che Juju non interessi loro e che 15 non bastino.

    RispondiElimina
  27. Impossibile sapere in anticipo chi guadagna in un cambio o in una cessione. Tutti sono convinti di aver scelto bene. Jovetic potrebbe essere decisivo ovunque vada o restare incompiuto come è adesso. Guidetti se lo prendi potrebbe esplodere o combinare poco. Ciò che è certo è che non devi prendere in cambio di un giovane giocatori in fase già discendente perché raramente sono buoni affari. Quel tipo di giocatore lo trovi più facilmente a parametro zero e se mai ci tratti direttamente da svincolato.

    RispondiElimina
  28. Da Torino dicono che non si chiude perché loro valutano Merdone 10 milioni e noi 7: ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah! Da Milano invece dicono che abbiamo una tentazione per Ambrosini: ahahahahahahahahahahahahahahahahahahah! L'ho detto e lo ridico, gli costano più i lacchè di quanto gli costerebbe pagarci Juju il richiesto.

    RispondiElimina
  29. stefano vienna12 giugno 2013 10:31

    Il punto è che il Bayern non ha nemmeno tutta questa fretta. A meno che Gomez non spinga per venire a Firenze per qualche motivo personale. Nel qual caso non saremo certo noi a dissuaderlo.

    RispondiElimina
  30. Comunque, Ludde, tutto questo disprezzo per Gibaud non ce l'avevi, un tempo:



    «03/08/2012 11:04:04
    Ludwig Zaller, Ginevra La fissa del medianaccio non la
    capisco. La Fiorentina ha fatto splendide stagioni senza medianaccio in
    campo, con Zanetti e Liverani affiancati a Montolivo e pessime stagioni
    con Berhami».

    RispondiElimina
  31. stefano vienna12 giugno 2013 10:38

    Se solo il Maghetto di Vernole avesse preso Gasbarroni...

    RispondiElimina
  32. O Morrone, Stefano... Ma se prendiamo Marrone è quasi la stessa... ahahahahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  33. stefano vienna12 giugno 2013 10:50

    Quasi la stessa persona, o no?

    RispondiElimina
  34. Ambrosini è a fine contratto, non glielo rinnovano (l'ha già detto Lord Fester) quindi al limite potrebbe anche venire, ma credo vada al West Ham, anche se il suo agente era allo stadio la settimana scorsa. Per Marrone invece sono i soliti discorsi degli agit-prop, non c'è nessuna trattativa, proibite dal capo, quindi 7 e 10 sono numeri del lotto.

    RispondiElimina
  35. O Buana, Ambrosini te lo ciucci tene. Se poi è per giocare tre partite e mezzo, sempre meglio di Migliaccio, anche in carrozzella.

    RispondiElimina
  36. Basta, tu hai rotto i coglioni, penso tu sia un provocatore pagato dalla CIA. Ti s'è detto cento volte perchè non si deve trattare, oggi con i banditi, ti si è spiegato mille volte che stai paragonando il culo con le quarant'ore, o tu sei completamente scemo o ci pigli per il culo. In entrambi i casi non vale più la pena risponderti.

    RispondiElimina
  37. Oooooooooohhhhhhhhhhhhhhhhh! E' ci volea, finarmente! Dal maestoso Fiorentinanews:



    «La Fiorentina si rivolge nuovamente al mercato spagnolo, per trovare in questo caso una soluzione al problema portiere. In questo senso avviati i contatti col Valencia per portare in Italia l’estremo difensore brasiliano, Diego Alves. E’ proprio lui in questo momento il candidato numero uno a prendere il posto di Viviano, anche se resta in lizza Agazzi del Cagliari».

    RispondiElimina
  38. Si ma Zanetti ha giocato sei mesi.

    RispondiElimina
  39. Io di Gasparroni non ho scritto un rigo. Ti confondi con altri Stefano.

    RispondiElimina
  40. E allora perché «splendide stagioni»? Che poi, se ti sembrano tali con un undecimo e un ottavo posto, e' si sta freschi!

    RispondiElimina
  41. Gasbarroni, Lud, Gasbarroni. Stefano sta celiando, cita un altro infallibile come te e con le stesse competenze di te.

    RispondiElimina
  42. Le pulci alla sintassi mi fanno girare le scatole. Scusa Blimp ma ti do' dell'asino anch'io. Se parlo delle stagioni di Zanetti e Liverani dovrò pure usare il plurale. Così si perde tempo e basta.

    RispondiElimina
  43. No, l'asino sei tu, come al solito, oltre che il paranoico: una stagione è fatta non di sei mesi ma di un anno e poi Zanetti è restato due anni alla Fiorentina. Altrimenti specifica. Hai mutato idea, basta dirlo. Ma sei infallibile, almen nella stessa misura in cui sei bischero.

    RispondiElimina
  44. Sì, ma per infortuni, non perché ha reso male in Europa!

    RispondiElimina
  45. Cazzo, già 50 commenti! Alle 11,10! Tira dunque più un pazzo paranoico che un pelo di fiha (ahahahahahahahahahahahahahah!)!

    RispondiElimina
  46. Non mi ricordo più quale utente prendeva per il culo il Gat dicendo che Marrone e Gabbiadini hanno nomi simili a Morrone e Gasbarroni.

    RispondiElimina
  47. Comunque l'ho già detto: Gabbiadini è il sosia di Shaggy, l'amico di Scooby Doo

    http://tmw-static.tccstatic.com/storage/tuttomercatoweb.com/img_notizie/thumb1/24b4572c06b86dd1a8e38d9727a58ca0-1369557208.jpeg

    http://t1.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcQlKIYueb1EFTitMisofS5vRCZsFlrsizEyEdtNK6uOlkS4yk2vfw

    RispondiElimina
  48. stefano vienna12 giugno 2013 11:16

    Due cose non dovrebbero far parte delle discussioni tra tifosi viola: l'eulogia di Prandelli e la denigrazione di Corvino e aggiungerei anche il viceversa. Questa guerra ci ha portato vicini il baratro e che per me si è chiusa senza vincitori nè vinti. Per me qui si pone il limite dove non mi interessa più parlare di Fiorentina, anzi dove il parlare più che sterile diventa dannoso.

    RispondiElimina
  49. Se viene non dite che non ve l'avevo detto che ci speravo da sempre e che Agazzi era un falso scopo. Spero di aver avuto ragione, però quando si naviga su un falso scopo quello vero vien fuori quando è già fatta, non quando si dice di provarci. O chiudono a breve o è solo un'altra voce

    RispondiElimina
  50. Gasparroni giocava nel Pisa, era un difensore, ai tempi di Dunga. Ora forse è un po' fuori età

    RispondiElimina
  51. Non ho visto ieri sera il gran partitone ma ricavo dalle pagelle dei giornali che i' garrinchino ha deluso: è così, ragazzi? Anto... ahahahahahahahahahahahahahah! O Stefano, bada però che ancora Ludde non compromette per questo la fede viola che, pur tiepidamente, nutre: c'è chi, in nome di Prandelli, è passato alla juventinità e al terrorismo antiviola, come vedi su cloaca, e ciò è molto peggio. Poi c'è chi, come Yo el supremo, non tifa nemmeno, proprio non capisce una minchia, e fa come uno che, non avendo mai solcato il mare, voglia entrare a spintoni in un forum di velisti dando di incompetenti a destra e a manca e proponendo Paperoga in coffa e Daffy Duck al timone.

    RispondiElimina
  52. Appunto, comunque col Milan non c'entra più nulla e mi sembra tu adombrassi il concetto che eran tutte notizie di agit-prop. Per Marrone e Tuttosport avevi ovviamente ragione, per Ambrosini non credo, che l'agente è stato visto allo stadio era riportato nei giorni scorsi anche dai nostri siti.

    RispondiElimina
  53. E' così, Buana, e non credo che la presenza dell'agente possa significare l'interesse per un bollito.

    RispondiElimina
  54. E' così, ha fatto abbastanza poco, il Branda lo ha anche ripreso un paio di volte perchè persa palla se ne è rimasto a guardarsi i calzettoni come da costume atavico, però giocare tra compagni che corrono la metà ed avversari che corrono il doppio, magari con la paura di farsi male non è facilissimo per nessuno. Gli haitiani eran dei broccacci spaventosi però correvan come berberi, soprattutto davanti. I nostri stopperoni han fatto una figura pietosa. Bonucci è roba da Bari, ma in B. Se non avessero avuto a lungo un certo rispetto reverenziale penso si sarebbe perso di brutto. Alla fine si son presi due gol in sei minuti, al 38' si vinceva 2-0!

    RispondiElimina
  55. stefano vienna12 giugno 2013 11:43

    Cerci è quello, anzi si rischia che contagi pure Cuadraro che potrebbe chiedersi, ma perchè devo correre avanti e indietro per 90 minuti se quello lì rimane fermo per 45 minuti?

    RispondiElimina
  56. Non sarei così categorico, è giocatore di esperienza che, se costasse poco d'ingaggio, nell'organico ci potrebbe anche stare, il campo lo regge ancora. Comunque lo chiederò a Moreno che col cazzo mi dirà comunque la verità. Credo però che sia diretto verso la Premier o gli Stati Uniti a far gli ultimi soldi. Qui han fatto un tentativo per valutare le differenze in tasca, è ovvio che se ci fosse un'offerta e non fosse molto minore preferirebbe l'italia.

    RispondiElimina
  57. Roggi ha appena smentito. Viene da 1,5 di contratto, è morto, è buono per gli Emirati. Non ci credo.

    RispondiElimina
  58. Stefano, Cerci non giocherà mai con Cuadrado, almeno a Firenze. Che sia riscattato per essere venduto o ceduto prima per far cassa mi sembra ormai deciso. Montella non vuole rotture di coglioni ed ha belle fatto comprare due esterni, Yakovenko e, quasi, Joaquin.

    RispondiElimina
  59. Ogni volta che Ambrosini doveva rinnovare il contratto veniva fuori che la Fiorentina voleva acquistarlo. Il suo procuratore è Moreno Roggi, vien da pensare che ogni volta abbia chiesto aiuto ai suoi amici giornalisti fiorentini per mettere in giro la voce che la Fiorentina lo cercava per spuntare un buon contratto con il Milan. Adesso è la stessa cosa, cerca di spuntare un buon contratto al West Ham e gli fa comodo che giri voce che una squadra come la Fiorentina sia propensa ad ingaggiarlo.

    RispondiElimina
  60. Roggi ha smentito ma alla Fiorentina ci ha bussato. Se viene da 1,5 di contratto ha 36 anni e non penserà mica di riaverne un altro simile? Sta facendo una panoramica per decidere. Non conosco le risposte della Fiorentina, probabilmente l'han mandato al gas o magari no. E' comunque evento marginale.

    RispondiElimina
  61. Pure Alonso aggiungo. Cerci serve per far cassa e ci porterà un buon gruzzoletto.

    RispondiElimina
  62. Anto, tutto molto pertinente e ho già detto appunto a Buana che non ci credo, a meno di creare un centro di tassidermia al Franchi.

    RispondiElimina
  63. Può anche darsi che sia così, è tattica normale. Però quando due esigenze si possono sposare le ritengo non impossibili. Un giocatore si esperienza come Ambrosini con enorme esperienza internazionale, potrebbe non essere una cattiva soluzione per tenerlo in organico, sempre che i costi siano contenuti. Se, come probabile, pretende di più si accomodi dove ritiene meglio. Ripeto è un evento marginale che non sposta i nostri obiettivi primari.

    RispondiElimina
  64. Alonso è un esterno basso da 4-4-2, che può anche fare l'esterno nel 3-5-2, tutte posizioni che Cerci non può ricoprire. Cerci ha senso in un 4-3-3 o come seconda punta. Comunque la conclusione è quella, ci servirà a far cassa.

    RispondiElimina
  65. Ma poi, Lud, spiegami una cosa [sul resto ormai si sono espressi tutti esaurientemente, Jordan in testa con dati, conti e logica, ti resta solo da interrogare gli "addetti ai lavori"...forse con Pallavicino ce la fai a trovarne uno che dica che Corvino con la cessione di Melo ha preso un bidone]]: come funziona la coppia ds-allenatore? Se Corvino acquista Frey, Gilardino e Mutu è merito esclusivo di Prandelli che li ha voluti e incoraggiati a venire, se invece Corvino acquista Semioli, Marchionni [altro ex Parma] e Felipe su preciso diktat del Giubba, la colpa è solo del ds?

    RispondiElimina
  66. Deyna, io però non metterei Marchionni al livello di Semioli e Felipe, ha fatto una stagione ottima nel suo primo anno da noi (forse la migliore della sua carriera), con Prandelli ha giocato molto bene, poi da febbraio in poi c'è stato lo sbraco totale, ma certo non percolpa di Marchionni. Per me è stato un acquisto azzeccato.

    RispondiElimina
  67. Sì Anto, la penso anch'io così su Marchionni, ma entravo nell'ottica ludiana...

    RispondiElimina
  68. Effettivamente, Diego Alves titolare "forte" con Munua esperta riserva torna. Con Agazzi non mi sentirei sicuro, se poi facessero l'errore di metterlo in concorrenza con Viviano sarebbe una tragedia.

    RispondiElimina
  69. Per Gomez vogliono 20 milioni cash, a questo punto punterei deciso su Leandro Damiao, se c'è intenzione di spendere davvero quella cifra.

    RispondiElimina
  70. Finchè è andato bene è perchè l'aveva voluto Prandelli, quando ha cominciato ad andar male è diventato uno dei soliti acquisti del maghetto di Vernole. In realtà Marchionni, anche se venuto dieci anni dopo (l'aveva preso nel 2001 per 10 miliardi salvo dover poi annullare tutto per i noti dissesti finanziari) è sempre stato un buon giocatore, non un fenomeno, ma un giocatore di rendimento e di buone doti tecniche. Nel secondo anno con Sinisa non si prese proprio, c'era anche la voglia (o il suggerimento) di sbolognarlo perchè guadagnava troppo, insomma finì ai margini ma non solo per colpa sua.

    RispondiElimina
  71. stefano vienna12 giugno 2013 12:26

    Deyna, il vantaggio di Gomez è che pare abbia voglia di venire a Firenze. Magari è impazzito come Jovetic e vede ormai solo una squadra. Mettersi in lotta con altre squadre con Damiao o per un altro top player la vedo più dura.

    RispondiElimina
  72. Lo ripeto, è il momento buono, infortunato, fuori dalla Confederations, con qualche perplessità in giro sulla sua tenuta muscolare, se ci fosse il Corvo ci si fionderebbe subito. Oggi costa meno di Gomez, sia di cartellino che di ingaggio

    RispondiElimina
  73. Comunque per Jovetic, Gomez e dieci milioni ci starei.

    RispondiElimina
  74. Vanno bene entrambi, opteranno per la soluzione più vantaggiosa anche se pare più avanti la trattativa per Gomez.

    RispondiElimina
  75. Se ti interpreto bene, Stefano, vuoi dire che c'è anche una trattativa per Damiao?

    RispondiElimina
  76. Leo, quella su Leandro Damiao la sogniamo solo io e Deyna, non mi risulta sia mai stata messa in ponte, anche se questo, come sempre, potrebbe anche essere buon segno.

    RispondiElimina
  77. Ma se anche venisse......di la verità Jordan, fareste salti mortali eh eh eh eh

    RispondiElimina
  78. stefano vienna12 giugno 2013 12:39

    No, dicevo in generale, potrebbe essere che Pradè e Macia abbiano fatto più sondaggi e vanno dove hanno trovato più disponibilità da parte del giocatore. Questo è quello che si può immaginare dal di fuori.

    RispondiElimina
  79. Su questo non ci son dubbi

    RispondiElimina
  80. Comunque stavo pensando al modus operandi di Macìa&Pradè...Quasi tutti i giocatori arrivati sono stati annunciati all'improvviso, a giochi ormai fatti. Jordan, per Damiao sogniamo fino in fondo!

    RispondiElimina
  81. Sabato vado in Brasile e lo compro io!

    RispondiElimina
  82. Se manca qualche spicciolo fai un fischio......

    RispondiElimina
  83. http://www.fiorentinanews.com/2013/06/ripicca-juve-non-ci-date-jovetic-e-noi-ci-proviamo-con-ljajic/



    Non so quanto sia vera ma non mi sorprende più niente di quello che proviene da quelle lande desolate.

    RispondiElimina
  84. stefano vienna12 giugno 2013 13:05

    Nainggolan al posto di Pizarro? Logico, ma fattibile?

    RispondiElimina
  85. stefano vienna12 giugno 2013 13:22

    Scenario cessione Ljajic-Jovetic-Pizarro per 45-50 milioni (a me piangerebbe il cuore per Adem, come sapete), ma arrivano Diego Alves, Nainggolan, Ilicic, Joaquin, Gomez. Chi sottoscriverebbe?

    RispondiElimina
  86. Io Nutella non lo farei mai partire. Mai. Nutella è, al momento, uno dei giocatori più decisivi d'Europa, Nutella vince le partite: dopo di lui, da noi, Cuadrado, che gli spala gli avversari. Questi due devono essere trattenuti fino a valutazione di 30 milioni ognuno. Metti Gomez con loro due e Pepito e Joaquín in alternanza e Alves in porta e lo scudetto è sicuro. Perché dovrei rinunciare allo scudetto?

    RispondiElimina
  87. Notizie dal Sudamerica: Cuadrado ha schiantato Vargas sulla fascia, Colombia vittoriosa e ormai qualificata, il Cile pure trionfatore e praticamente qualificato, Mati di nuovo acciaccato non gioca mentre gioca il Pek, tutti i 90 minuti e bene, fatta salva l'abatinata con la quale ha fatto partire il contropiede boliviano che ha prodotto gol inutile ai fini dell'incontro.

    RispondiElimina
  88. Ancora Argentina modesta, la stampa nazionale parla di un Banega vagolante senza scopo, di un Mascherano a ringhiare dietro il cancello incapace di un appoggio corretto (il cane si è fatto espellere, alla fine), di un Fernández poponissimo giocato come un pollo da Castillo (comunque, eroico Ecuador qualificato!). Tifosi argentini incazzati (dal blog del Clarín):

    «Con estos dt que pone Grondona tenemos circo para rato... juega cada
    animal a hacer payasadas y el ridiculo, Zanetti volve... Cuchu enseñales
    como no hacerte expulsar, Lamela rogale o chupasela o andate al pincha si
    queres jugar en esta seleccion, Pastore disimula la tonada cordobesa
    para que Sabella te mire por lo menos, Burdisso resucita, Bati calzate
    los cortos y demostra lo que es correr hacele compania a Di María que
    Messi juega cuando se le canta el orto».

    Cavani trascina alla vittoria un Uruguay con cambio d'allenatore in partita decisiva: il Venezuela è raggiunto in classifica.

    RispondiElimina
  89. Ripeto per l'ultima volta il mio pensiero. Corvino accettò per Melo dei cambi e prese un giocatore decisamente in su cogli anni e un altro che era uno scarto della Juve. Nonostante tutto la sua operazione è stata molto elogiata. Oggi si dice invece che Jovetic va venduto solo cash, alla Juve o ad altri. Ci vedo una contraddizione. E aggiungo: non ripeterei mai con Jovetic una operazione alla Corvino con cambi come Quagliarella. Ci penserei se la Juve o una qualsasi altra società offrisse giocatori validi e giovani.

    RispondiElimina
  90. Lud, il tuo pensiero l'abbiamo capito, solo che il tuo ragionamento è sbagliato per tutti i motivi che in parecchi ti abbiamo esposto in questi due giorni e che adesso non ho voglia di ripetere.

    RispondiElimina
  91. Ripeto per l'ultima volta il mio pensiero. L'operazione Melo è un capolavoro unanimemente riconosciuto e un bidone alla Juve (che causò la rovina di Secco) altrettanto unanimemente riconosciuto, che fruttò una baracca di quattrini, con fantastica plusvalenza e sovrapprezzo spaventoso rispetto al valore di mercato, all'epoca fissato da Transfermarkt a 9,5 milioni per Melo. Di contorno Prandelli reclamò e ottenne due giocatori che furono utili alla Fiorentina quanto Melo lo fu alla Juve e cioè poco, anche se qualcuno parlò improvvidamente di ottima annata di Zanetti al primo anno. Madè non pensa minimamente al Quaglia anche perché Montella non glielo chiede non essendo coglione come il Giubba, così come Montella non chiede Merdone e Gabbianino perché non sono ritenuti all'altezza. Se 30 milioni per Juju è la sua clausola rescissoria, 25 di clausola rescissoria per Melo sono un capolavoro assoluto di Corvino, vista la clamorosamente diversa caratura dei due calciatori. Zanetti e Marchionni furono indispensabili a chiudere un affare comunque vantaggiosissimo, mentre Merdone e Gabbianino non lo sono a chiudere l'affare Juju. Ad altre squadre non è detto che Juju vada venduto solo cash, dipende dalle controfferte ma se la stessa Juve buttasse sul piatto Pogba, poniamo, non ci sarebbero problemi. Ma la Juve offre solo scarti o giocatori che non servono ai nostri piani ambiziosi.

    RispondiElimina
  92. Non importa, Anto, li ho ripetuti io. Jordan aggiungerebbe: i rapporti attuali con la Juve si sono guastati irreparabilmente per far loro sconto alcuno.

    RispondiElimina
  93. Colonnello, siamo d'accordo, ma Zanetti:
    1) fu un'operazione distinta (un mese dopo)
    2) fece veramente un'ottima annata, fino all'infortunio traumatico

    RispondiElimina
  94. Gomez non sarà un dinosauro ma sicuramente ha numeri tali da assorbire gran parte delle risorse della società in questo mercato. Chiede legittimamente il posto di titolare e non credo che Giuseppe Rossi ci rinunci a sua volta volentieri se sta bene. Alla Roma Pradè ha già piazzato colpi molto ambiziosi ed è possibile che intenda ripetersi. La mia posizione l'ho espressa, ma sono in posizione di attesa. Vedremo che squadra ne esce se davvero anche Ljajic dovesse essere giudicato vendibile.

    RispondiElimina
  95. Anto, non sono d'accordo: giocò bene, e se vuoi anche molto bene, una dozzina di partite coppe comprese, per me questo non è fare un'ottima annata. L'operazione fu distinta nel tempo ma connessa alla precedente, va ammesso. Il basso prezzo del cartellino, peraltro (2 milioni), a te e allo stesso Lud, apprezzante come te quell'annata (che ebbe la Champions, non dimentichiamolo) prima di dover recitare altra parte in commedia, non potrà apparire uno sbanco, visto che poi, in effetti, un trauma cambiò la carriera di Zanetti, il quale tuttavia (in ciò ha ragione Lud) una cronica fragilità l'aveva ampiamente palesata, ciò che non impensierì quel gran coglion del Giubba, che aveva pure voluto restringimento di rosa.

    RispondiElimina
  96. Resta la contraddizione scusate. Con la Juve non si tratta ma Corvino ci ha trattato. Non si accettano cambi ma Corvino li ha accettati. Si vogliono solo giocatori fortissimi ma Corvino prese gli scarti. Allora delle due l'una. O ha sbagliato Corvino o si sta sbagliando ora.

    RispondiElimina
  97. Credevo, Lud, che tu avessi ripetuto per l'ultima volta il tuo pensiero... La contraddizione non c'è, sotto ti è stata data risposta al proposito. Se vuoi leggerla, naturalmente. Se vuoi dialogare o non piuttosto attaccar briga alla Signor Veneranda del «Bertoldo», ciò su cui nessuno ti seguirà più.

    RispondiElimina
  98. Questo è solo la palese dimostrazione di quanto tu sia incapace di leggere e di capire cosa ti viene scritto. Come se periodi, stagioni e lo stesso staff tecnico fosse lo stesso e immutabile negli anni. Cambiano incassi, prospettive, valutazione dei giocatori, rapporti fra società e, adesso, anche gli ingaggi. Tu frulli tutto e paragoni due periodi differenti volendoci trovare similitudini o affinità nel modo di operare, se tu lavorassi in un simile ambiente (chissà perché no....) saresti fagocitato in un nano secondo ed espulso sotto forma di flatulenza dopo tre minuti. Non c'è più interesse per questo argomento. Stupidi noi a darti soddisfazione.

    RispondiElimina
  99. Col sennò di poi diventa facile decifrare le strategie. Ma se avvengono cessioni o scambi si riesce a capire chi ci ha guadagnato solo nei prossimi due anni. Magari Gabbiadini esplode e Jovetic fa schifo, oppure Gabbiadini non sfonda e Jovetic fa vincere alla sua squadra la Champions. Ma non sta scritto da nessuna parte che non si debbano fare scambi se ritenuti vantaggiosi. La società comunque non si è ancora mossa. Vedremo.

    RispondiElimina
  100. Lud, qui ti rispondono tutti, e ripetutamente, anche, quindi ripropongo anch'io le mie domande, in attesa che risponda tu: (1) tra centinaia di giornalisti e addetti ai lavori - che spesso porti a supporto - conosci qualcuno che dica che l'affare-Melo è stato affare per la juve, tranne forse Pallavicino e Traversi? (2) "Ma poi, Lud, spiegami una cosa [sul resto ormai si sono espressi tutti esaurientemente, Jordan in testa con dati, conti e logica, ti resta solo da interrogare gli "addetti ai lavori"...forse con Pallavicino ce la fai a trovarne uno che dica che Corvino con la cessione di Melo ha preso un bidone]]: come funziona la coppia ds-allenatore? Se Corvino acquista Frey, Gilardino e Mutu è merito esclusivo di Prandelli che li ha voluti e incoraggiati a venire, se invece Corvino acquista Semioli, Marchionni [altro ex Parma] e Felipe su preciso diktat del Giubba, la colpa è solo del ds?"

    RispondiElimina
  101. Ma non è detto Deyna che il Corvo abbia fatto male. Magari ha fatto benissimo a fare così. Ma allora non capisco la rigidità attuale. Io comunque penso che Corvino abbia saputo vendere bene mediaticamente la sua operazione. Quando però gli veniva chiesto conto degli ipotetici 20 milioni che non reinvestì mai glissava.

    RispondiElimina
  102. Allora, Lud tu dici:


    1) "Con la Juve non si tratta ma Corvino ci ha trattato"


    Risposta: con la juve non si tratta ADESSO, dopo lo sgarro Berbatov, dopo la gestione del caso Jovetic, soprattutto dopo gli screzi DV - Agnelli


    2) "Non si accettano cambi ma Corvino li ha accettati"


    Risposta: Corvino accettò una cifra spropositata per il livello del giocatore, oltre ai cambi


    3) "Si vogliono solo giocatori fortissimi ma Corvino prese gli scarti"


    Risposta: non erano scarti, o meglio: erano sì giocatori fuori dai piani bianconeri, ma giocatori forti e a noi utili, graditi al nostro allenatore

    RispondiElimina
  103. LELE



    Fortunatamente non ho visto l'ennesima prova della santinoband, ma se giubbino e gelatina crede di ottenere qualcosa di buono, da qui ai Mondiali
    inclusi, da quei bolliti a centrocampo mi scende ancora piu' in basso di
    dove l'ho posizionato.

    Verratti e Insigne titolari e'un obbligo, ma l'unto richiamera' il cappone pirla
    e derossi...e poi che non si creda che attui il 433, non ha le palle
    per attuarlo.

    Saro'in Brasile per i mondiali, ma sinceramente, pur tifandola, una squadra con lui al comando, balo e cappone in campo la digerisco male.

    Per chi dubita di Agazzi (qualora si prenda) e' 2 categorie sopra Viviano, e
    del Neto italiano (quello brasiliano visto da JORDAN non lo conosco)



    Lele

    RispondiElimina
  104. Inoltre: se valuti le operazioni a due anni, Melo non mi sembra che nemmeno tecnicamente sia stato un affare per la juve. Male il primo anno [schierato a fare il simil-regista, ok], bene il secondo, ma nulla di trascendentale, infatti è stato poi dato via, segno che indispensabile non era.

    RispondiElimina
  105. Valcareggi ieri teorizzava che un attacco monstre, senza un vero centravanti di ruolo e di peso, al quale si aggiungesse Gomez sarebbe devastante e sarebbero 12 o 15 punti in più; il ragionamento é giusto, sfiora la perfezione e può raggiungere le vette dello scudetto. Con Gabbiadini o Matri o Quagliarella ho seri dubbi che possa essere la stessa cosa. Gli affari con la Juve si potrebbe fare, ma per essere tali dovrebbero soddisfare entrambe le parti, con quelli che, tecnicamente, vengono definiti benefici e vantaggi per le due contendenti; qualsiasi ipotesi che varchi il recinto dei 30 milioni di euro non presente vantaggi o benefici per la Fiorentina. Gomez sposta gli abbonamenti, anche Joaquin eventualmente e forse Nnainggolan...non certo Matri (magari per le postatrici del sitone, sai col belloccio...) o Marrone, così come nessun calciatore bianconero, eccetto Pirlo o forse Vucinic sposterebbe gli equilibri. Quindi di cosa si parla, si scrive quando si ipotizzano atleti juventini in cambio di Jovetic? Discutere dopo anni se Melo sia stato un affare per la Fiorentina, con la cessione? Anche i display delle autostrade lampeggiavano "Attenzione! Pericolo!" quando Secco lo stava comprando a quelle cifre, probabile che l'epitaffio tombale di Secco (tra 100 anni) ricorderá l'affare Melo e la bravura di Corvino. Alcune tesi, caro LUD mi sembrano quelle ventilate da Balotelli alla domanda "Balo, cosa ne pensi del disboscamento degli alberi di cellulosa in Indonesia?" e lui "Giusto, tanto c'é Giacarta...." (Eh eh eh eh eh eh). Nella storia della Fiorentina Vs. Juventus nel calciomercato rimane, come traguardo migliore raggiunto, proprio l'affare Melo....Me lo ricordo...Me lo gustai...Me lo risi...Oggi é risibile parlarne. (Balotelli, cos'é un geco? "Mah, gredo uno con poga visda...").

    RispondiElimina
  106. Infatti Lele non te l'hanno fatto conoscere. Comunque se riguardi la partita di Coppa Italia a Udine, o quella in casa col Napoli un'idea te la puoi fare. Con lui vi siete fermati sugli errori, inevitabili per uno che non giocava da due anni, ed avete trascurato le prodezza che, invece, per un giovane che deve trovare continuità sono molto più importanti. Su Agazzi mi spenzolo poco perchè poco lo conosco, non è che passi le mie domeniche a seguire il Cagliari, però mi fa un po' insospettire l'età e le scarse referenze in funzione di quella, è stato in panca lunghi anni in divisione pro dove nemmen sempre ha fatto bene. Insomma è una questione di curriculum non certo entusiasmante, ma magari ha avuto sculo o è esploso tardi.

    RispondiElimina
  107. Se non li reinvestì, caro Lud, il perché va chiesto ai Della Valle, che tirarono il freno a mano quell'estate, come tutti sanno e molti ancora deprecano, mica se li mise in tasca il Corvo. Inoltre, se tutto è aleatorio, se solo il futuro ci dirà, se ogni valutazione può essere solo retrospettiva, allora un'operazione vale l'altra, tutto va lasciato al caso, tutto è uguale e ogni impostazione protrettica è non solo inutile ma assurda. Infine: noi qui facciamo bar ma non contiamo una sega nelle decisioni della Società, tifiamo e interpretiamo, è tutto quello che facciamo e possiamo fare. Non siamo noi, quindi, che devi convincere ad accettare Merdone e Gabbianino, tre zucche e un parafulmine, quattro zuppiere e una giara crepata, è la Società: fatti sentire, telefona, scrivi, grida sotto le finestre, ma lasciaci vivere, 'io kan! Che poi, visto che non si sa come la butta domani (è quel che ci dici), è inutile far cagnara, basta attendere.

    RispondiElimina
  108. Con la Juve di agnellino e di Marmotta non si tratta perchè ci han preso per il culo prima e durante, perchè han fatto accordi da gennaio 2012 con un giocatore sotto contratto con la Fiorentina, perchè son collusi col suo procuratore, perchè questo è agire da banditi. Ma sei veramente deficiente o ci pigli per il culo? Resta questa domanda di base.

    RispondiElimina
  109. Caro LUD, ogni "l'altro lato" ha un "l'altro lato", tu m'insegni. A volte si scrive (discute) di slavine cadute con danni e te sembri scrivere di giovanissime ex jugoslave dedite alla prostituzione. Tutti e due i concetti possono essere identificati con la parola "slavina" ma benefici e vantaggi sono diversi, soprattutto per chi fruisce delle piccole slave!

    RispondiElimina
  110. Grazie al cazzo, fai delle osservazioni che fanno rivoltare Lapalisse nella tomba. Perché poi ci fai dire cose che nessuno dice? Gli scambi nelle transazioni tra società sono all'ordine del giorno e chi ha mai detto che non si devono fare? Se il Bayern mi dà Gomez e 10 milioni per Jovetic glielo porto fino a Monaco. NON E' QUESTO IL PUNTO! Il punto è che non si tratta con il guercio e il perché te l'ho già scritto millanta volte. Quindi alla Juve, e solo alla Juve, oggi, Jovetic può andare solo in base alla clausola rescissoria del suo contratto che sono 30 milioni cash, non trattabili.

    RispondiElimina
  111. Ci prende per il culo, e si diverte come un matto, altrimenti una persona di buonsenso rimarrebbe delle sue convinzioni senza riattizzare ogni giorno, per 6 (sei) giorni consecutivi, su un argomento che avrebbe anche stancato visto che nessuna spiegazione viene compresa, capita e accettata. Lui non è deficiente, né stupido, non sa leggere, un problema mica da poco.

    RispondiElimina
  112. Poi magari, dopo, andremo a bussare per Gabbiadini e Marrone e vi sarà finalmente sfogo all'onanismo represso che ti opprime, perché Gabbiadini farà 2438 goal in maglia viola in 5 stagioni.

    RispondiElimina
  113. La mia talpa, che non ci azzecca quasi mai ma comunque ne piglia sempre più di Bukkioni, dice Jovetic al Chelsea, Ljajic via via pure lui, e si prende Gomez, Joaquin, Ilicic, e Julio Cesar nuovo portiere

    RispondiElimina
  114. Vi debbo lasciare perchè ho molti impegni in questi giorni. E mi scuso se qualche volta faccio il bastian contrario. Vi lascio con un'ultima provocazione anzi due. Prima provocazione: che succederebbe se il Milan prendesse Ljajic per sostituire El Sharawi e Galliani e Allegri dicessero ad Adem: non ti abbiamo preso per fare la riserva, tu sei titolare nel Milan nel 4-3-3, stesso ruolo che a Firenze e ti paghiamo di conseguenza? A me non pare che la Fiorentina se certe operazioni vanno in porto possa garantire Adem allo stesso modo e gli possa offrire un ingaggio adeguato. Seconda provocazione: esisteva davvero il tesoro ricavato dalla cessione di Melo o fatti tutti i conti Corvino si trovò con in mano una decina di milioni e non di più? E due giocatori non piazzabili altrove come Marchionni e Zanetti a meno che non li regalavi? E in ultimo: se si facesse come Corvino, ossia si vendesse Jovetic alla Juve per 30 milioni secchi e poi si comprassero nel giro di un mese due o tre juventini per 10-15 milioni, sareste d'accordo o vi sembrerebbe una presa di giro?

    RispondiElimina
  115. E' questo che non ti vuole entrare nella capoccia e che è invece la base del contendere. Il voler considerare la Juve come gli altri. NON E' COSI'. Non perchè si chiama Juve, ma per il comportamento del guercio e di chi gliel'ha lasciato avere e forse indicato da un anno a questa parte. Jovetic va venduto solo cash alla Juve, non necessariamente ad altri, perchè con la Juve non si tratta e, quindi, può andarci solo in virtù della clausola rescissoria riconosciutagli (anche se non depositata in Lega) che parla di 30 milioni cash. Questo ha deciso DV ed hanno il mio appoggio totale e incondizionato.

    RispondiElimina
  116. Io, io, io, io!
    Rispondo io all'ultima!
    Se si facesse come Corvino, si venderebbe Jovetic alla juve per 40 milioni e si prenderebbero dopo un mese due giocatori della juve a 6 milioni complessivi.

    RispondiElimina
  117. Spero che terminati gli impegni risponderai...

    RispondiElimina
  118. Non hai risposto alle domande di Deyna, un'altra rimozione delle tue.... E' peraltro certo che se Nutella va al Milan gioca titolare, ci vuoi mica tu per insegnarcelo. Alla seconda domanda ti è stato ieri risposto facilmente: ci rimasero più di una decina di milioni. Che Marchioni e Zanetti fossero non piazzabili, seguendo il tuo ragionamento che non si può mai sapere cosa porta il domani, è cosa di cui non si può far colpa al Raven, Ciao fava, torna presto, questo sito senza le tue cazzate da paranoico non sarà più lo stesso!

    RispondiElimina
  119. Anto... ahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  120. Non risponderà mai, Deyna, così come non ammetterà mai un errore, né suo né di Prandelli. E' profondamente malato.

    RispondiElimina
  121. Ho riportato qualcosa del Sudamerica qua sotto, Deyna, non so se hai visto, prima che il bimbo occupasse tutta la famiglia: hai visto le partite?

    RispondiElimina
  122. Il Milan può prendere Ljajic adesso pagandocelo e allora deve trattare con noi, oltre che col giocatore, e lo può prendere (ed è quello che più probabilmente proverà a fare) l'anno prossimo a parametro zero come Montolivo. In questo caso spero che almeno si faccia stare il giocatore in tribuna per un anno di seguito e ad allenarsi con la primavera, perchè il tempo di farsi pigliare per il culo da questo e da quello deve esser finito. Se poi Ljajic rinnova e si fissa anche per lui un valore di clausola rescissoria, può andar via anche quindici giorni dopo, come Felipe Melo, ma a quel valore appena concordato. Corvino si trovò in mano con 20,5 milioni e ne spese 2 per Zanetti su richiesta di Prandelli. Quando tu capirai che i salari sono spese correnti che devono esser trattate in altro modo e non sommandole o sottraendole alle variazioni di capitale sarà un gran giorno. Se Jovetic andasse alla Juve per 30 milioni cash in base alla clausola rescissoria e poi si trattasse qualsiasi altro acquisto con la Juve lo considererei una presa di culo.

    RispondiElimina
  123. Ma non sarà invece che ci prende proprio per il culo? Imbecille così è impossibile, non ne esistono in natura.

    RispondiElimina
  124. Ve l'ho detto, è un buontempone. eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  125. Mi fate stare sul blog ma non posso, giuro. Deyna io sostengo sempre proseguendo nel parallelo tra il caso Jovetic e il caso Melo che il destino dei cambi è aleatorio. Con Melo andò male e la responsabilità se la assunsero i dirigenti della Juve, con Zanetti e Marchionni altrettanto. La questione è complessa. Il primo si infortunava molto spesso ed era sulla via del tramonto. Il secondo è stato anche sottoutilizzato da Sinisa. Nell'insieme nessuna delle due società rimase soddisfatta. Ma è questo il punto: lo si seppe solo dopo due anni perchè che Melo non fosse da Juve si capì solo dopo un paio di stagioni a Torino. Nei cambi è sempre così. Chi sarà il crack? Gabbiadini, Marrone o Jovetic? O Guidetti? O un altro giovane che si prende? Attualmente non si può sapere perchè nessuno di noi scommette sul futuro roseo di Jo-Jo, diciamocelo, mentre i giovani juventini mi sembrano a loro modo molto promettenti, ma sono scommesse. Un fatto è certo: se prendi uno sulla via del tramonto le possibilità di non trovarsi niente in mano dopo un anno sono elevatissime.

    RispondiElimina
  126. Monsiuer de Lapalisse, tué par l'ennemi, un quart d'heure avant sa mort il etait encore en vie. Ma questo che cazzo c'entra col guercio, il suo agire da bandito e il veto a farci qualsiasi trattativa?

    RispondiElimina
  127. Ho risposto a Deyna che osservava che Melo non fu utile alla Juve.

    RispondiElimina
  128. E' solo una risposta, Lud.... Peraltro, la Fiorentina fu molto soddisfatta della baracca di quattrini che incassò, la Juve molto meno di quelli che sborsò e perciò fece fuori Secco. Ripeti la solfa di tutto è uguale a tutto ma non è vero, ci sono gli operatori più bravi e quelli meno bravi e i risultati fanno la differenza. La competenza tecnica, che tu non hai come qui a tutti par chiaro, induceva a ritenere gonfiatissima la stima per Melo, tale apparve sùbito a tutti, tale si confermò poi. Dei due acquisti io diffidai immediatamente, ma tu stesso apprezzasti la prima stagione di Zanetti (cartellino: 2 milioni), Marchionni poi era uno dei coccoli dell'Infallibile... Ed è vero che il trauma riportato da Zanetti, al di là della sua cronica fragilità, era imprevedibile, come Anto ti ha detto. Marchionni non era affatto «al tramonto» e fu voluto da Prandelli (vedi sempre la domanda di Deyna cui non rispondi... ahahahahahahahahah!) e così Zanetti. Sui giovani il più bravo è quello che vede meglio nel loro futuro: il Raven, con gli slavi, è stato il campione inarrivabile.

    RispondiElimina
  129. Guarda che un pazzo paranoico non è necessariamente un imbecille, Buana: gli si dà di imbecille, come è venuto fatto a me e a te, per superficiale impazienza, ma uno che si ritiene infallibile, che vuole dialogare con gli altri e non tenere conto delle risposte di questi, che manipola la realtà per farla tornare secondo i fantasmi della mente, non è stupido, è un'anima sofferente. Del suo protagonismo narcissico, che lo rende un facile bersaglio, è la prima vittima.

    RispondiElimina
  130. E' chiaro che né Marchionni [crollato già nella fase terminale di Giubbe Rotte, ha sempre fatto schifo quando chiamato in causa da Sinisa, per forza lo sottoutilizzava...] né soprattutto Zanetti erano investimenti di prospettiva, ma credo proprio che lo sapessero anche dirigenti e area tecnica della Fiorentina. Era la fase in cui Prandelli voleva la rosa corta e giocatori pronti per l'immediato, pazienza se così si bruciavano talenti come Osvaldo e, dicono, Pazzini, facendo perdere un grosso patrimonio tecnico ed economico alla società. Del resto, a gennaio avrebbe voluto due italiani fatti e pronti, tra cui Palombo, che non mi pare avesse un gran futuro davanti. Io però ti avevo fatto due domande ben precise, a cui hai risposto con tutt'altre considerazioni. Non ti voglio certo distrarre dai tuoi impegni, quando potrai, con calma, rileggi e rispondi a quelle...

    RispondiElimina
  131. A quel tempo non scrivevo sui blog. Rimasi colpito come tutti dalla cifra sborsata per Melo, e molto perplesso per il doppio acquisto di Marchionni e Zanetti. Ma mi sono messo in una posizione di attesa simile a quella che ho adesso nei riguardi di Gomez se dovesse arrivare. Non mi esalta come esalta tanti ma mi riservo di vederlo in campo e di capire come giocherà la squadra. Sono certo che sia Marchionni che Zanetti avessero un senso nello scacchiere di Prandelli, il primo appunto come giocatore alla Liverani, il secondo come ala destra con forte vocazione alla copertura. Le perplessità riguardavano l'età per Zanetti e la situazione di oggettivo scarto juve per Marchionni. Io credo per risponderti Deyna che Prandelli ingoiasse il rospo ma non apprezzasse certe operazioni fino in fondo. Ed infatti dopo sei mesi dall'affare Zanetti si era già allontanato da Firenze.

    RispondiElimina
  132. Allora a considerarlo invece un buontempone che si diverte a pigliarci per il culo ripetendo sempre le stesse domande e facendo finta di non capire sono un ottimista, io e Leo. Se hai ragione tu è grave, è da ricovero urgente.

    RispondiElimina
  133. Deyna, il pazzo ha avuto un anno intero per far vedere cosa valeva, l'ha sfruttato male. Chiaro che un Gilardino gli finisse davanti.

    RispondiElimina
  134. Lud, Zanetti fu approvato da Prandelli, Marchionni esplicitamente richiesto, come richiesti a viva voce furono Semioli e Felipe. Zanetti era titolare fisso nella Fiorentina di Prandelli, non tollerato, e uscì di squadra solo in seguito all'infortunio al ginocchio in CL. Peraltro, non fu Prandelli a consigliarne la cessione, perché non andò via dopo mesi, ma dopo un anno e mezzo, regnante Sinisa.

    RispondiElimina
  135. Molli l'osso su Gabbiadini e Marrone, giusto in tempo per un'altra osanna a Prandelli, mi pareva strano, eppoi rimani in attesa di capire se Gomez è un buon acquisto o se sarebbe meglio puntare su quei due; buontempone si, incompetente abbastanza Lud ah ah ah ah

    RispondiElimina
  136. Non ha ingoiato nulla, ha chiesto quei giocatori e per Marchionni, uno dei suoi pupilli parmensi, ti ho portato ieri testimonianza del calciatore medesimo.

    RispondiElimina
  137. ...comunque ho capito, se a Firenze Gilardino si fosse confermato quello mediocre dell'ultimo anno al milan, o se Mutu non si fosse mai più ripreso ai suoi livelli da campione, oggi diresti che Prandelli, per loro, avrebbe ingoiato il rospo.

    RispondiElimina
  138. Il tempo è tiranno Deyna, lo scorrere indefinito.......

    RispondiElimina
  139. Ohi, ohi, ora si è ricomonciato a parlare di Prandelli, addio fichi! Lascialo fare che gli fai far tardi!

    RispondiElimina
  140. Effettivamente. Ma non ti basta il dogma dell'infallibilità di Prandelli? Guarda che Scacco e Beberri a questo non ci arrivano!

    RispondiElimina
  141. Ma questi impegni, cazzo di Budda! Tu vo' fà attende la gente pe' strada?

    RispondiElimina
  142. Ha fatto andare nei pazzi Diskus, ora non si sa più chi scrive cosa e a chi si risponde

    RispondiElimina
  143. Intanto Disqus non mi pubblica più la mia foto fighetta di... ehm... due o tre anni fa, e quest omi fa incazzare non poco, non capisco cosa sia successo.

    RispondiElimina
  144. Ho detto che sul piano tecnico gli andavano bene entrambi, infatti diede l'ok. Ma Prandelli pensava a torto o a ragione ad una Fiorentina più ambiziosa che perso Melo acquista un altro giocatore equivalente come età e magari con più classe. Prandelli è una richiesta esplicita di Deyna io non l'avevo nominato. Ma penso che non fosse così ingenuo da ignorare quali problemi poneva l'acquisto di Zanetti sul piano fisico. Solo che al momento non si poteva ottenere di più.

    RispondiElimina
  145. per codesto è tanto che ha cancellato la mia squadra primavera del '62

    RispondiElimina
  146. Comunque questo è un caso di identificazione interessantissimo...Sentirsi una sola persona con Prandelli, al punto da rimuoverne tutti gli errori. E quando si citano le parole di un giocatore stesso, Marchionni, che dice di esser stato voluto dal Santo, non si registrano, portando a giustificazione che anche con lui Prandelli avrebbe "ingoiato il rospo". Quanti rospi ha ingoiato, il povero Prandelli! Magari se ne baciava qualcuno gli andava meglio.

    RispondiElimina
  147. Infatti dopo voleva Palombo!

    RispondiElimina
  148. Ah, Lud, se tu sei in comunicazione con l'Onnipotente è un altro paio di maniche... Ma nulla di quel che dici emerse all'epoca, anzi lui chiese ardentemente Marchionni e non poteva voler di più, visto che, con gradimento della Società (che fece in effetti un passo indietro), aveva domandato sfoltimento della rosa (giusto per la Champions, toh!).

    RispondiElimina
  149. e si trombava una principessa!

    RispondiElimina
  150. Lud, Zanetti arriva nell'estate 2009, si fa male durante la CL, e ad anni di distanza - i famosi sassolini ad orologeria - Prandelli accusa la Fiorentina di aver mollato le ambizioni, quando a gennaio 2010 non gli ha comprato i due giocatori italiani di esperienza che voleva. Uno dei due era Palombo, mi spieghi che salto di qualità ci avrebbe fatto fare Palombo al posto di Zanetti? Almeno il buon Cristiano finché non si è rotto è stato un ottimo regista...

    RispondiElimina
  151. Con Palombo, Juve Milan Barcellona le staano ma fresche, dà retta, bischero d'un Giorda!

    RispondiElimina
  152. Ah, sul piano della classe, Deyna, come fra me e Papa Francesco!

    RispondiElimina
  153. Prandelli è anche il CT che ha convocato Gabbiadini nella Nazionale maggiore, o sbaglio?

    RispondiElimina
  154. Ed esordito, caro Anto, l'anno scorso contro l'Inghilterra: che credi, che sennò l'era bono? Ahahahahahahhahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  155. Se la sbatteva con ordine.

    RispondiElimina
  156. Dal gennaio 2010 palombo che, essendo un '81 aveva già 29 anni, è retrocesso in serie B con la Samp, è andato in prestito all'Inter giocandoci tre partite ed è tornato ora alla Samp, a chiudere la carriera. Ci litiga per sei mesi perchè rifiuta ogni destinazione (sfido ha un contratto triennale da 1,5 milioni netti l'anno) resta fuori rosa e rigioca solo da gennaio, per 14 presenze, dopo aver concordato di spalmare il contratto alla stessa cifra complessiva fino al 2017. Insomma sarebbe stato un bel chiappo. Grazie Prandelli.

    RispondiElimina
  157. Tu medita poi sul fatto che Prandelli al contrario non ha mai convocato Domenghini in Nazionale, e capirai molte cose.

    RispondiElimina
  158. Ahah Colonnello, proprio ieri ho attaccato ferocemente una psichiatra che osava criticare Papa Francesco! Sono vicino alla conversione!
    Quanto alle partite dal Sudamerica, Argentina pessima [senza Messi infortunato e Higuain, però], non so quanto per calcolo di Sabella cui interessavano solo i punticini per la qualificazione, o per piccola crisi. In precedenza l'ho vista giocare bene, con molta efficacia, anche se Sabella è un po' il Mazzarri argentino, certo lo spettacolo va a farsi benedire, tranne le combinazioni tra i campioni. Discutibili anche alcune scelte in fase di convocazione, lascia fuori giocatori molto superiori agli attuali titolari, uno per tutti Orban in difesa. Vedremo. Grande partita del Pek col Cile, finché è contata...

    RispondiElimina
  159. Che c'entra? Ma nelle mani di Prandelli sarebbe stata altra musica!

    RispondiElimina
  160. sarebbe stata comunque una trombata importante

    RispondiElimina
  161. rispettando il codice etico

    RispondiElimina
  162. Ma Rodri non potrebbe convocarlo? Messi un quarto d'ora l'ha giocato, no?

    RispondiElimina
  163. Ma se ha fatto la solita cazzata che gli è costata il goal?

    RispondiElimina
  164. E l'ha fatta sul 2 a 0, non sul 3 a 0, Deyna. In verità non così grave come con Montolivo: perde palla appena varcata la metà campo avversaria, è contropiede ma non con superiorità numerica e il Cile potrebbe disinnescare ma lasciano un corridoio centrale pauroso all'attaccante boliviano. E' più colpa della difesa. Ciò ricavo dagli highlights.

    RispondiElimina
  165. trombavano vestiti? o anche bendati? magari poi glielo metteva anche 'n culo, ma senza guardare

    RispondiElimina
  166. Non credo ci sia bisogno di una seduta spiritica per capire che Prandelli non accettava più il progetto della Fiorentina e chiedeva qualcosa di più. Se ha mollato una ragione ci sarà stata. Molti giocatori hanno reso al massimo con Prandelli e tra questi lo stesso Melo, che miracolato da Prandelli finì in nazionale e fu venduto per 25 milioni come stiamo dicendo da giorni, salvo poi non ripetere in nessuna altra squadra il rendimento avuto in viola.

    RispondiElimina
  167. anche di più, ma sarebbe bene che si fermasse anche lui.

    RispondiElimina
  168. Penso le stesse cose Lud ma l'hai presa alla lontana, sei partito con Marrone e il Gabbia per tornare su un argomento nuovo. Bastava un'entrata in tackle ed era fatta, no ?!

    RispondiElimina
  169. "miracolato" rieccoci! ma un tu n'avevi furia?

    RispondiElimina
  170. Dinanzi a Prandelli ogni impegno cede, Jordan!

    RispondiElimina
  171. E' come la colite, quando arriva lo strizzone, arriva, hai voglia a mettere tappi.

    RispondiElimina
  172. Questo l'ha raccontato dopo, allora chiese Marchionni, Zanetti gli andò benissimo, volle sfoltimento della rosa, Palombo (su cui cfr. Jordan sotto) gli avrebbe cambiato l'esistenza. Il giorno in cui ti verrà in mente una cazzata fatta da Prandelli facci un fischio, si festeggia la guarigione.

    RispondiElimina
  173. Sì, Messi ha giocato da subentrato anche con la Colombia, ma non era proprio in condizioni di farlo, passeggiava per il campo. Sull'errore del Pek la vedo come il Colonnello, è stato ingigantito dalla deconcentrazione dei compagni, che avrebbero potuto ben rimediare. Per il resto però ha fatto una signora partita. Sabella pare puntare ciecamente sulla coppia Garay-Fernandez, a questo punto forse fa anche bene a far giocare sempre loro per farli affiatare. Il napoletano in prestito al Getafe si è un po' perso l'ecuadoregno sul gol, di testa, ma ha ben figurato, e contro la Colombia è stato super su Falcao. A proposito di Colombia, guardiamo la disposizione offensiva: Cuadrado a fare il Cuadrado, partendo da lontano sulla fascia, il formidabile James Rodriguez a fare il Ljajic, Falcao a fare il Pepito Rossi [con più fisico], e Jackson Martínez centravantone. Chi ha detto che non possiamo giocare anche noi così? Lud, Melo non è stato miracolato da Prandelli: in italia si è valorizzato, ma veniva da un paio di ottime stagioni nella Liga, dove era considerato uno dei migliori centrocampisti del campionato. Anche nel Brasile di Dunga giocò bene, è stato rovinato alla juve il primo anno, dove gli han fatto fare cose al di fuori delle sue caratteristiche. Il secondo anno alla juve ha fatto piuttosto bene, ma ormai avevano altri piani, ed anche al Gala gioca bene.

    RispondiElimina
  174. Comunque se non ci fosse Lud, non si supererebbero 60 commenti. Pollock, sei stato sgamato: Lud sei te.

    RispondiElimina
  175. Quindi, per proprietà transitiva, Pollock è Prandelli!

    RispondiElimina
  176. Ergo, Prandelli è un psicopatico.

    RispondiElimina
  177. Ahahahahahahahahahahaha! Vai Pollock, spara la tua foto col giubbotto! Ahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  178. No, il poeta è il poeta, i personaggi li crea, solo che un conto è creare Isterim un conto è pigliarci tutti per il culo da mesi con questo ginevrino. Mi sembrerebbe troppo anche per un genio come lui. Ma non si sa mai.

    RispondiElimina
  179. Ad ogni modo, restando in Colombia, uno sforzo per prendere Quintero lo farei, se avanzano dei soldi. Per me è un futuro campione, con lui non si sbaglia.

    RispondiElimina
  180. Si parla di Marko Scepovic, centravanti del Partizan

    RispondiElimina
  181. Marko Scepovic è un camion, con insospettabili doti di dialogo coi compagni, visione di gioco e capacità di fare assist e passaggi filtranti, buon tiro con entrambi i piedi. Ma la porta per ora non la vede tantissimo, e di testa non è così forte come il suo 1.90 farebbe pensare. Credo abbia subito anche una rottura dei legamenti. Non è pronto a giocare nella Fiorentina, insomma, così lo vedo

    RispondiElimina
  182. Questa è per il Colonnello, che colleziona messaggi del sitone: un messaggio di Zemanviola rivolto al nostro Lud:

    27/09/2012 13:32:24
    ZEMANVIOLA, 11 VIVIANO
    Ah ah Lud, sbaglio o già c'eravamo spiegati su questo e anche Lei scrisse di malinteso in quella nostra discussione (certo dopo qualche ora ma lo scrisse)? E comunque caro Lud io alla fine mi sono permesso di stilare queste possibili variabili che la riguardano.1) Lei è Cesare Prandelli (che culo) 2) Lei è Nicolò, figlio del grande Cesare (non è colpa sua).3) Lei è un amico intimo del figlio di cesare (se l'è cercata).4)Lei è un parente stretto del grande Cesare (assoluzione piena).5) Lei è BarryBonds (poteva andarle peggio ed essere Scaccomatto). 6)Lei è un amico intimo di BarryBonds (sappia che non la sposerà mai).7)Lei detesta le Coppe Italia (tranquillo non le vinceremo più).8) Lei sogna una Coppa Italia (continui a dormire, i miracoli accadono).9 e 10, Non mi viene in mente niente, pile esaurite, game over, L'Armenia è vicina, stringiamoci a cooorte Bonucci chiamò!!!

    RispondiElimina
  183. La Roma ha preso l'allenatore del Lilla (con cui ha vinto scudetto e coppa nazionale due anni fa). Mi sembra l'ennesima scommessa della dirigenza giallorossa, mah...

    RispondiElimina
  184. Tutte le ipotesi sono sbagliate tranne l'ultima. Non ritengo che una stagione si valuti in base alla vittoria della Coppa Italia. E valga il vero. Quest'anno valuto molto migliore la stagione della Fiorentina di quella della Lazio. Se il metro fosse la Coppa la palma andrebbe a Lotito, ma tutti hanno capito che la Fiorentina ha fatto molto meglio dei laziali. Per quanto riguarda Prandelli taglio la testa al toro: se Prandelli va ad allenare la Juve o l'Inter o il Bologna non mi vedrete mai tifare per queste squadre. Io tifo solo Fiorentina da quando mi piace il calcio. Inoltre sono monomaniaco della Fiorentina. Vedo essenzialmente ogni partita della Fiorentina, ma non vedo le altre partite. La mia ottica è limitata. Se dico che Ljajic gioca però è perchè l'ho osservato attentamente e non per sentito dire. Posso continuare a tifare per una squadra allenata da Prandelli solo perchè questa squadra è la nazionale. Non so se vi basta ma è così. Penso quindi di avere dimostrato che non sono Prandelli e nemmeno il figlio. Non sono nemmeno Barrybonds e Scacco Matto. Anzi per uno strano gioco del destino molti Adoratori mi hanno in odio. Io per ripicca ho tolto il suffisso e fondato gli Ori, osservatori razionali illuministi. Ho storicizzato l'esperienza di Prandelli nel post scritto sul sito maggiore all'ultima giornata di campionato. A mio parere Montella ha fatto dimenticare Prandelli, che resta nella storia del club e aperto un ciclo nuovo.

    RispondiElimina
  185. Unico scandaloso dubbio che vi esterno come in confessione. Certo volte il gioco alla spagnola mi sembra un po' noioso. Lo so, è un punto di vista eretico, ma so che molti hanno la stessa sensazione.

    RispondiElimina
  186. Ragazzi Lud si è scatenato un'altra volta, ma la colpa è di chi gli ha rammentato il Giubba. Non fossero bastati Domenghini, Gabbiadini, Felipe Melo, Marchionni e Zanetti!

    RispondiElimina
  187. Macché McGuire, è evidente, ci prende, non c'è, ci fa e noi siamo il suo misirizzi.

    RispondiElimina
  188. Ma che c'entra la razionalità e l'illuminismo con la pretesa all'infallibilità per sé e per Prandelli? Non mi sembra poi che gli sdaioli ti odino e in verità che nessuno ti odi, su cloaca o qui: semplicemente, alcuni sdaioli temono che sciupi loro la piazza coi tuoi eccessi. Come temeva il vecchio MSI con gli estremisti alla Sopra (ahahahahahaahahahahahahahahah!). Sulla Coppa Italia sono d'accordo con te.

    RispondiElimina
  189. Domani le visite mediche per Gioacchino, forse già a Firenze in serata: un altro gran colpo!

    RispondiElimina
  190. Ormai non esiste più la piazza degli SDA perchè appunto il ciclo di Prandelli è nella storia del club ma non nella attualità. Il primo a saperlo è Prandelli ed il fatto che stia lavorando anche lui sul gioco alla spagnola per la nazionale dimostra che Cesare si è reso conto che tira un vento nuovo nel calcio, che c'è una evoluzione tattica di cui occorre tenere conto.

    RispondiElimina
  191. Anto, e tu béccati questa!


    «03/08/2012
    16:12:17
    Paolone, Isolotto: Ovvia tutti a gasassi ora! Quanti spagnoli hanno
    giocato bene nel campionato italiano negli ultimi 20 anni? NESSUNO. Ci
    si vede in maratona pseudotifosi creduloni».



    Ahahahahahahahahahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  192. Sul gioco alla spagnola io Prandelli [scusa se non uso il "Cesare", mi parrebbe di intromettermi abusivamente nell'idillio...] l'ho visto lavorare solo per un periodo brevissimo, pre-europeo, quando schierava insieme centrocampisti tecnici facendoli scambiare molto di posizione, e i piccolotti Rossi e Cassano in attacco. Dichiarò pubblicamente di ispirarsi al Barça, salvo poi fare marcia indietro e tornare alle sue antiche sicurezze, visto che l'esperimento non dava i risultati sperati, come tutti gli scimmiottamenti senza genio originale.

    RispondiElimina
  193. E tu basta con questo sarcasmo, superoriginale emigrato! Ahahahah

    RispondiElimina
  194. Gli SDA esistono Lud. Esistono e resistono sul sitone. Loro continuano a fare il tifo per il Giubba e ad insultare i Della Valle. In tutto questo la Fiorentina rimane solo sullo sfondo della loro lotta di religione a cui tutto sacrificano, anche il buonsenso. In pratica sono dei talebani che combattono con le scorregge invece che con le bombe.

    RispondiElimina
  195. Di chi è, dello Schreber?

    RispondiElimina
  196. C'è poco da scimmiottare Deyna, uno ci può anche provare ma se il materiale è quello non è che puoi imporre miracoli, benché uno qui creda siano possibili. Il livello della nostra nazionale è piuttosto basso, si è già fatto molto all'europeo.

    RispondiElimina
  197. Devo dirti, McGuire, che la sorpresa per me è stata Provola Viola, quest'anno davvero vergognosa: indubbiamente c'è plagio (come per i pochi resistenti di quell'organizzazione nella giungla delle Filippine dopo la disfatta) ma lei sembrava un tempo una sanguigna, una veterana di tifo viola. Boh, non sono enigmi che appassionino, affanculo insomma, però non avrei mai immaginato nulla del genere, in un anno viola felicissimo e anzi trascinante fin dall'inizio.

    RispondiElimina
  198. Io credo anche se non posso esserne certo naturalmente che Prandelli lavori per un 4-3-3 con Balotelli ed El Sharawi. Non può inserire Cuadrado anche se farebbe carte false per avere un giocatore così. Ma se Cerci è arrivato in nazionale è essenzialmente perchè Prandelli ha in mente questo modulo. Alla Confederation credo che lo proverà.

    RispondiElimina