.

.

sabato 15 giugno 2013

Il nuovo ciclo

Il fumo elettronico in Usa vale un miliardo, un milione in più è invece la richiesta secca di Ljajic che fa sbroccare Furio Valcareggi, del resto Adem ha dalla sua la forza di un contratto in scadenza e molto più arrosto che fumo elettronico nel suo magnifico girone di ritorno. E poi non c’è ancora un Ramadani elettronico per smettere dai procuratori, e anche El Ham e Mati Fernandez guadagnano molto più di Ljajic, eventualmente chiudere a 1,5 con clausola rescissoria e poi vendere se proprio si considera immorale l’aumento di un milione secco come ritiene Valcareggi seduto sulla sua zolfara così poco elettronica ma sempre così pronta a incendiarsi. Intanto sembra essersi riavvicinato anche il Pek, prima disorientato dai picchi ormonali generati da una seconda vita calcistica inattesa, e poi probabilmente curato con l’elettroshock elettronico che a Firenze sembra avere un mercato che vale più o meno il nuovo ingaggio di Ljajic, e che interessa tutti coloro che vedevano ombre di pontellizzazione lunghe come cipressi, che sentivano voci di dismissione anche con il cerume ormai stratificato nel lutto e fritto nello strutto, quello che alla fine gli impediva di digerire l’abbandono di Prandelli. La campagna abbonamenti va alla grande e per ragioni di carattere sociale è stata affiancata a quella dell’elettroshock elettronico ideata per facilitare tutti coloro che vorranno finalmente lasciarsi andare al nuovo ciclo, la Bice ci mostra il manifesto di questa nuova campagna pubblicitaria mentre lo slogan un po’ forte sarà “Se vuoi ancora Tutunci allora vuol dire che non capisci proprio un cinci”. Va detto però che la maggioranza dei tifosi ha già metabolizzato, che vive nell’entusiasmo senza vergogna, gente che ha superato il lutto e che oggi si veste persino di grigio pensando ai Della Valle, c’è chi ha addirittura buttato via i nasi e le parrucche finte come fossero un pacchetto di sigarette, insomma, che ha deciso di smettere di rompere i coglioni e che oggi si è finalmente riappropriato della passione per la Fiorentina. La Bice ha girato molto nell’ambiente tifo, ha voluto toccare con mano questo scongelamento nei confronti della proprietà, e lo sbrinamento effettivamente c’è stato, sono stati staccati tutti i poster di Zamparini dalle varie sedi di ritrovo, si è abbandonato il dialetto bresciano e finalmente si è ritornati a sentire espressioni tipiche come “un tu capisci una sega”, si perché in certi circoli ci si è ricreduti ma si continua comunque a capire poco per questioni di DNA che esulano dall’autelosionismo, l’intercalare di qualche bestemmia ha comunque riportato l’atmosfera di un tempo, il fair play finanziario non ha più l’aspetto mostruoso della smobilitazione, tanto che oggi la bestemmia serve proprio per dare forza a certe frasi liberatorie del tipo “porco di qua e porco di là...allora non ci avevo capito proprio una sega sulla pontellizzazione”. Si, la Bice ci racconta che è tornato l’ottimismo, anche tutti quegli angoli creati apposta per i bambini sono stati liberati dai giochi Preziosi, via i tappeti comprati da Tutunci dalle sale dove si pregava che la Fiorentina perdesse, qualcuno è tornato persino a mangiare il lampredotto, e soprattutto le tifose hanno dimenticato Montolivo. E’ proprio nell’universo femminile Viola che la Bice ha trovato il più rinnovato entusiasmo, si è tornati a credere nella società, si è bruciata addirittura la famosa lettera incorniciata del Vuturo che pretendeva un confronto con i Della Valle, ormai si brinda convinti al futuro, e la Bice che ama sempre immortalare certi momenti ci ha inviato l’attimo preciso nel quale ci si abbandona allo stupore per una Fiorentina che ha davanti a se solo il vento in poppa.

120 commenti:

  1. Non mi cogli in fallo nonostante l'ostinazione perchè Gabbiadini nasce ed è una prima punta, che si è adattato al ruolo di seconda punta solo perchè a) era giovanissimo; b) era chiuso da due vecchie volpi dell'area di rigore cui i rispettivi allenatori di Atalanta e Bologna preferivano affidarsi come prime punte: Denis a Bergamo e Gilardino a Bologna. Tempo fa ho ricordato che con Liedholm Antognoni fece l'ala destra perchè avevamo in squadra Merlo e De sisti. Poi De sisti andò via e Antognoni prese quel numero 10 che non ha più lasciato. Ciò nonostante l'esperienza in altri ruoli di attacco potrà essere utile a Gabbiadini, se arrivasse da noi, per candidarsi ad un ruolo di jolly e giocare molto di più.

    RispondiElimina
  2. Tu sai cos'è Gabbiadini nonostante non l'abbia mai visto giocare, sei lo strologo di Brozzi? Io che giudico ciò che vedo e di quello che mi raccontano posso solo prender nota senza berlo a boccia, l'ho invece visto giocare ed ha sempre giocato da attaccante di movimento, di ottima corsa ed inserimenti, con buon tiro di sinistro da fuori. Non ha mai mostrato invece caratteristiche da attaccante centrale fisso, che magari avrà, anche se mi sembra un po' esile per la bisogna, Son tutti discorsi inutili comunque. Alla Fiorentina, se non cambiano i rapporti tra i vertici, non verrà mai, lui come qualsiasi altro giocatore della Juventus.

    RispondiElimina
  3. Credo che l'affermazione, pur legittima, "bisogna aver visto tutto con i propri occhi" vada incontro a inevitabili correzioni e limitazioni. Tu hai visto tutti i tipi di balene classificati, Jordan? No. Hai visto il dna al microscopio elettronico? Immagino di no. Però ti fidi e dai per scontato che quelle balene esistono e ti sottoporresti ad un test del dna se ce ne fosse bisogno. In un mondo come quello odierno, dominato da internet e da migliaia di fonti di informazione, servirsi di queste fonti non è solo legittimo, è indispensabile. Basta che siano serie e verificate. Ad ogni modo vedere Gabbiadini in questi giorni non era così difficile, bastava sintonizzarsi sulla Rai due o tre giorni fa per la partita Italia-Israele Under 21.

    RispondiElimina
  4. Si dà il caso che le tue affermazioni sul suo ruolo siano ben precedenti, quindi devi essere proprio lo strologo di Brozzi se lo hai visto la prima volta con Israele.

    RispondiElimina
  5. Ho soltanto detto che si poteva vedere facilmente in questi giorni, perchè non è il centravanti boliviano di cui si dice un gran bene, quello si impossibile da vedere, a meno che non ci si alzi alle tre di notte per vedere una partita in streaming. Ad ogni modo esistono su di una cosa che si chiama youtube migliaia di filmati di Gabbiadini come questo:

    http://www.youtube.com/watch?v=ORqYK0PR8Iw

    RispondiElimina
  6. Stefano Vienna15 giugno 2013 10:07

    Che Mourinho preferisca Ljajic a Jovetic non m'ha fatto dormire la notte. E' l'ennesima conferma che vendere Ljajic adesso potrebbe rivelarsi un errore grave. Sarebbe comunque il primo della nuova gestione.

    RispondiElimina
  7. Nel passato questo "Indiscreto" ha preso diverse cantonate, non prenderei quel che dice come oro colato.
    Quanto a Gabbiadini (alias Shaggy):
    1 - è un buon prospetto, può diventare un attaccante forte, non lo conosco benissimo ma dal poco che ho visto mi sembra un attaccante di movimento, seppure alto è veloce e tecnico, mi ricorda un po' Boksic, uno che può fare anche la prima punta ma che rende il massimo svariando su tutto il fronte di attacco; insomma ha caratteristiche diverse da, per esempio, Destro o Immobile;
    2 - comunque è per metà della juve, società con cui non abbiamo rapporti e con cui non trattiamo per tutta una serie di motivi che non vado a ricordare ma che sono ben noti;
    3 - comunque noi abbiamo Seferovic (rectius, avremmo Seferovic, occorre che anche lui, come Ljajic, rinnovi il contratto) che ha un anno in meno del Gabbia e che promette altrettanto bene.
    Da questa disamina ne evinco che non prenderemo Gabbiadini, facciamocene una ragione.

    RispondiElimina
  8. Lud, pensare che per vedersi molte partite di calcio sudamericano occorra sempre puntare la sveglia alle 3 di notte significa, appunto, non seguire il calcio sudamericano. Parlare di un giocatore - italiano e che gioca in italia, per giunta! - affidandosi alle descrizioni che ne fanno giornalisti sportivi ed alcuni tecnici, significa invece rinunciare alla propria visione del calcio, per cosa poi? Il calcio non è storia, è materia viva, e non lo si può capire cercando di decifrarlo appoggiandosi a chi lo vede [sempre che anche questi non subappaltino...]. Prevedo un duro lavoro per la stagista di Traversi, quest'anno, ma almeno tu le risparmierai le partite della Fiorentina...

    RispondiElimina
  9. Sempre su Gabbiadini: ma se è un centravanti naturale, costretto a sacrificarsi altrove solo perché chiuso da centravanti più esperti come Denis e Gilardino, perché nell'Under 21 ha sempre fatto la seconda punta, e centravanti giocavano i Destro e gli Immobile?

    RispondiElimina
  10. Ma soprattutto: perché mai dobbiamo impelagarci in interminabili discussioni su un carneade che fa bene in Under 21 ma non incide minimamente in serie A, almeno per ora, che non tratteremo mai con la juve perché noi CON LA JUVENTUS NON TRATTIAMO?

    RispondiElimina
  11. Ah ecco, non era ancora apparso Anto, mi sono sovrapposto...

    RispondiElimina
  12. Sempre meglio i giudizi dei tecnici, se sono persone serie, su giocatori italiani che tutti possono vedere che le voci di mercato su giocatori sudamericani che nessuno ha visto se non di striscio. Io penso che il problema di Gabbiadini sia che appartiene alla Juventus. Ed è questo pregiudizio che contesto. Pregiudizio molto ottuso, permettetemi di dire perchè se faccio un cambio non è detto che ci rimetta. E'possibile ad esempio che Jovetic alla Juve non renda per quel che ci si aspetta, e che Gabbiadini invece alla Fiorentina conosca una maturazione definitiva. Non è una certezza, ma bisogna ragionare, non farsi prendere dalla solita emotività. Furono invece estremamente discutibili i due cambi accettati da Corvino nell'affare Melo. Gabbiadini infatti ha vent'anni, quegli altri due erano l'uno a fine carriera, l'altro uno di cui la Juve si voleva liberare.

    RispondiElimina
  13. Non ci vorrei tornare ma sicuramente in almeno due o tre casi il mercato sudamericano ci ha riservato giocatori che non essendo stati visionati accuratamente non hanno poi assolutamente mantenuto le aspettative. I nomi si conoscono, pensiamo a Silva. O al solito Neto. O infine a Roncaglia, un vero mastino, ma con amnesie che ne diminuiscono il rendimento, tanto che ha conosciuto lunghi periodi di assenza dalla prima squadra.

    RispondiElimina
  14. STEFANO VIENNA, sono tre anni che il Bayern gioca con gli esterni invertiti ma occorre guardare chi sono quei due esterni; parliamo di due principi del ruolo, del calcio (Ribery e Robben!), Cerci giocava a destra ma la domanda è "Come si fa a qualificare Ilicic un esterno?"... Come qualificare Nainngolan regista, quando al Cagliari da 10 anni il regista è Conti! Poteri del web! Scusate ma avete notizie di Gabbiadini? Ah. eccole qui sotto...i sofismi di LUD per arrivare di Prandelli ora si son trasferiti sul piano Gabbiadini, degna apertura per oggi. Mi concentrerò sul Pek, oggi; tutti gli influssi vanno convogliati su colui che ha le seconde chiavi della Maquina, agendo da conduttore per il deus ex-machina Montella.

    RispondiElimina
  15. LUD, i due avuti per Melo occorrevano poichè erano calciatori "pronti" e d'esperienza; su Roncaglia dimostri di leggere poco e male: ha combattutto con malanni fisici, senza esternare troppo ma soprattutto dimentichi, non guardando calcio internazionale, che Facundo per quasi tre anni non si è mai fermato, tra campionati, coppe, match internazionale, etc..Ti ricordo anche che per 15 partite è stato il miglior difensore della viola e uno dei migliori del campionato...O l'Azhni ha entourage che non capisce di calcio, avendolo richiesto? Vai su terreno molle, LUD, rischi sabbie mobili.

    RispondiElimina
  16. Proprio perché i giocatori italiani tutti li possono vedere - ma anche i sudamericani, se ti interessano, si tratta per entrambi di accendere il pc o la tv, a meno di non andare allo stadio, ma non mi sembra il tuo caso - e guardali, allora! Non mi appassiona di certo parlare di mercato in chiave viola basandomi sui pareri di giornalisti che vedono il calcio ognuno [giustamente] alla sua maniera, se ne discorro è per come li vedo io, calcio e giocatori! Il pregiudizio di cui parli è un semplice e sacrosanto esercizio di coerenza e fermezza, nei confronti di una società di banditi che l'anno scorso ci ha danneggiato gravemente, in modo ignobile. Non si tratta con loro - e mi pare che Diego Della Valle sia più che chiaro al proposito - specialmente se farlo significa aiutarli. Se poi in una trattativa svalutano uno dei loro pezzi buoni come Vidal o Pogba e lo vogliono inserire, certo non ci esimiamo dallo sfruttare la loro dabbenaggine, ma i furbi voglion farli loro. Se Corvino avesse portato a Firenze Furino e Spinosi a margine dell'affare Melo, questo sarebbe comunque stato un'operazione di mercato grandiosa, come è opinione di tutti i giornalisti sportivi e operatori di mercato che in altre circostanze tiri in ballo come oracoli. Da rimarcare per l'ennesima volta, poi, che Marchionni fu esplicitamente richiesto da Prandelli per una delle sue fisse [cfr. Semioli e Felipe, o lo scampato Palombo], e anche su Zanetti ci fu il suo ok entusiasta [comunque il giocatore fu preso anche per coprire il posto nella lista europea che per regolamento doveva esser dato a un giocatore cresciuto nel vivaio].

    RispondiElimina
  17. Su Roncaglia non posso che sottoscrivere quanto dice il Sopra, cosa che peraltro ripeto da mesi al GAT. Problemi fisici, come confermato anche da Montella e dal suo procuratore. Comunque quella sul "mercato sudamericano [che] ci ha riservato giocatori che non essendo stati visionati accuratamente non hanno poi assolutamente mantenuto le aspettative" è una vera e propria barzelletta: ma ti pare, o Lud, che Corvino, Macìa e Pradè non abbiano seguito Roncaglia, Neto e Silva per mesi e mesi, di persona e tramite i collaboratori in loco, valutando ore e ore di partite e km di relazioni? Pensi che si siano affidati alle schede tecniche di qualche giornalista da web, o che abbiano telefonato a Jordan o Deyna per farsi dare un parere al volo?

    RispondiElimina
  18. Concordo col Sopra anche sulla questione-Pizarro: usando un modo di dire abusatissimo, la sua permanenza sarebbe il più grande acquisto del nostro mercato estivo.

    RispondiElimina
  19. Anto, il cosiddetto "indiscreto" è stata una beffa ai danni di Prizio. E' pura goliardia. E' circonvenzione d'incapace. E' truffa. E' stato un nuovo episodio di "Amici miei" che qualcuno ancora continua a bersi come se fosse una Becks ghiacciata.

    RispondiElimina
  20. "Non chiudiamo a priori nessuna porta a maggior ragione visto che l'esperienza in rossoblu è stata molto positiva, ma quello che conta ora non è la destinazione quanto piuttosto il progetto tecnico. Sicuramente infatti il prossimo anno Gabbiadini dovrà tornare a giocare nel suo ruolo naturale di prima punta". (Silvio Pagliari, procuratore di Manolo Gabbiadini)

    RispondiElimina
  21. Allora, Lud, ilprocuratore dovrà trovare una squadra altra che la Juve e l'Atalanta, che detengono le comproprietà del giocatore. Per la Fiorentina è troppo pretendere.

    RispondiElimina
  22. Come al solito dimostri di non perdere occasione per dimostrare che non capisci un cazzo di calcio. Di Neto, che, ricordo ha 23 anni dei quali due persi per colpa della Fiorentina, ne riparleremo l'anno prossimo, ora non ho nemmeno voglia di rimettermi a discuterne. Roncaglia soffre di pubalgia da gennaio e fin lì aveva giocato più che bene, cosa dovevano osservare di più per uno venuto a parametro zero? Ma perchè non la smetti con le tue teorie strampalate? Tu pensi che spendano milioni di euro senza avere informazioni e controlli? E a chi lo dovrebbero chiedere? a te?

    RispondiElimina
  23. Avrete notato che Fiorentina.it finalmente risponde in neretto come si deve ad alcuni mascalzoni gobbi (tra i quali lo Sfiammaillusioni, Sfiammamontella, Sfiammamaialadisomà) cui si spera passi dunque la voglia: sembra un cambio d'indirizzo redazionale e sarebbe benvenuto.

    RispondiElimina
  24. Bel colpo di Violanews, al solito commendevole per approfondimenti:


    «Adem Ljajic tra rinnovo e mercato, Stevan Jovetic ago della bilancia nell’affare Gomez. Qualcosa bolle in pentola, e non potrebbe essere altrimenti visto l’ultimatum arrivato dall’entourage del tedesco e soprattutto la ferma intenzione della Fiorentina di arrivare alla soglia del ritiro pre campionato con l’ossatura della squadra già al completo. E se tra il montenegrino ed il procuratore Ramadani, grazie anche al rapporto personale lega i due da anni, sembra esserci totale unità d’intenti, resta difficile dire lo stesso per il talento serbo di Novi Pazar. Non tutto starebbe girando secondo i piani programmati dal potente procuratore. La conferma arriva direttamente dalla Serbia, dove Ljajic sta trascorrendo la prima parte delle vacanze ai margini di una (mezza) stagione strepitosa in maglia viola. Al centro della controversia un’intervista che il giocatore ha concesso ieri a NPTV, la televisione locale della sua città di nascita. Venti minuti molto intensi, tutti in serbo ovviamente, ma ricchi “Jovetic” e “Fiorentina”. Parole chiave che evidentemente non sono piaciute a Ramadani, tanto da spingerlo a contattare l’emittente televisiva per cancellare ogni traccia dell’intervista. "Mr. Ramadani, manager of Adem Ljajic has banned any kind of interview.Best regards!" Tradotto: Mr. Ramadani, manager di Adem Ljajic ha vietato ogni tipo di intervista. Questa la risposta di NPTV alla richiesta fatta da Violanews.com di avere a disposizione una versione scritta dell’intervista incriminata. Del video, in effetti, nessuna traccia. Direttive
    dall’alto. Semplice curiosità, oppure la conferma di una sensazione che
    girava nell’aria da qualche giorno: Adem è uno di carattere, non c’è
    procuratore che tenga, e alla fine potrebbe decidere percorrere una
    strada diversa rispetto a quella indicatagli da Ramadani, che al momento
    ha in lui l’unica vera arma di ricatto nei confronti della Fiorentina
    nella vicenda Jovetic».

    RispondiElimina
  25. Ma se dicevi che non bisogna giudicare sulla base di youtube?

    RispondiElimina
  26. Prima vediamo il testo Blimp. Io però ho sempre pensato che l'amicizia verso Jovetic e la fiducia in Ramadani non dovessero e non potessero indurre Ljajic a compiere scelte che vanno contro i suoi interessi. Gli amici e i procuratori sono importanti ma alla fine la carriera e la vita sono le tue. Può anche darsi però che Ramadani volesse evitare a Ljajic una multa per intervista non autorizzata stile Jovetic.

    RispondiElimina
  27. Vedi, Lud, io mi sono limitato a riportare una news, cerca di leggere meglio, perché se correggi le tue bozze, di cui hai voluto renderci (vanitas vanitatum) partecipi, con la stessa attenzione ne viene fuori un arrosto. Noi sappiamo di un'intervista censurata, questa è la notizia. Se l'intervista non contenesse elementi di polemica o verso la Fiorentina o verso Ramadani non ci sarebbe stato questo frettoloso black-out. Ora si tratta di vedere dove la bilancia è scesa e non tarderemo a capirlo.

    RispondiElimina
  28. Per me le bozze, in questo caso è la preparazione di un testo da mandare in stampa, a questo punto sono rotture di scatole e non motivo di vanità, credimi. Ho letto con grande attenzione ed infatti le ipotesi che ho prospettato sono due: può darsi che l'intervista abbia carattere polemico, ma può anche darsi che Ramadani sia intervenuto soltanto per evitare una multa a Ljajic, rammentando che le interviste non autorizzate dalla società sono proibite e che Jovetic ha già preso una multa per questo una settimana fa. Ad ogni modo mi auguro con tutto il cuore che Adem si sia dissociato dai due amici.

    RispondiElimina
  29. Ma allora tu se' duro! Con la Juve c'è un odio atavico di tifoserie, ma fin lì poco male, fosse solo quello affari se ne potrebbero fare, se ne sono fatti in passato a cominciare da Hamrin che era della Juve quando giocò in prestito a Padova prima di venire a Firenze perchè gli preferirono Charles e Sivori, per finire a Felipe Melo. Ma ora il problema è un altro ed è ben più grave. Qui di si tratta, si è trattato di scorrettezze patenti, di arroganza, di banditismo di questa nuova dirigenza juventina del guercio (ovviamente supportato o edotto dai suoi vertici se no mai si sarebbe permesso l'affare Berbatov o la gestione banditesca della faccenda Jovetic-Ramadani). Per questo con loro, oggi, non si tratta, per nessuno. Pradè lo ha detto e ripetuto che ha il veto di parlarci e allora cosa vieni a rompere i coglioni con Gabbiadini ed a fare paragoni che non esistono con l'affare Melo?

    RispondiElimina
  30. Un'intervista anodina non sarebbe mai stata censurata, se Nutella parla del bel campionato fatto dalla Fiorentina e delle sue vacanze non c'è multa di sorta. Invece c'è multa se si toccano temi sensibili e atti a suscitare polemiche di detrimento per la società, mentre se Nutella si è dimostrato troppo aperturista verso la Società è Ramadani a incazzarsi.

    RispondiElimina
  31. se si tratta solo dei filmati di youtube anche quelli del calcio boliviano li puoi vedere quando ti pare. Se tu da uno spezzone come questo puoi evincere che Gabbiadini è una torre di area sì da puntarci per rimediare alle pecche del tuo attacco di nani ed auspicarne la venuta al posto di Gomez, c'è solo da esser felici che tu non conti un cazzo e che, se seguiti, presto ti rinchiudono.

    RispondiElimina
  32. Si registrano intanto i primi fenomeni allucinatori. Un venditore di automobili ha creduto di vedere Mario Gomez a bordo di una bmw transitata stamattina nei pressi di Scandicci. E giura che era proprio lui. Era quasi sicuramente il diavolo quel signore a bordo di una carrozza che un popolano milanese raccontò di aver incrociato durante la peste di Milano. Il popolano era stato fatto salire a bordo e condotto presso una grande caverna ripiena di ogni genere di ricchezza, che gli fu offerta se accettava di spargere l'unto. Così il Manzoni.

    RispondiElimina
  33. Se Ramadani l'ha censurata qualcosa c'era, in un senso o nell'altro. O un moto di ribellione che avrebbe indebolito la sua posizione (nel qual caso però non può finire qui) o il contrario, qualcosa che, per un motivo o per l'altro, avrebbe fatto rizzare il pelo alla controparte aggravando una situazione già delicata.

    RispondiElimina
  34. Meno male che nessuno ha visto Gabbiadini su una Panda!

    RispondiElimina
  35. Quel venditore di automobili, Lud, dev'esser lo stesso che ha visto Gabbiadini giocare punta centrale... ahahahahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  36. Si ma non vorrei che per prendere Gomez i Della Valle debbano chiedere un prestito allo Studio Chiamenti (ma papà, i soldi chi ce li da'?).

    RispondiElimina
  37. Gli dettero fuoco allo studio Chiamenti.

    RispondiElimina
  38. Non ne dubitavo Pollock.

    RispondiElimina
  39. Il difetto di Ljajic è che è già qui. Sennò tutti ne parlerebbero come un grandissimo acquisto compresi Jordan e Leo. La lista delle squadre interessate al momento comprende Milan, Liverpool, Chelsea di Mourinho e ora Atletico Madrid. Ma noi si va a caccia di dinosauri a Jurassic Park.

    RispondiElimina
  40. Lud, ma perché vuoi porre Gomez e Nutella in alternativa? Perché aut aut (il Dubbio direbbe: out out... ahahahahahahahahahahah!) e non et et? E poi, se citi le squadre interessate a Nutella devi citare anche quelle interessate a Gomez, per par condicio.

    RispondiElimina
  41. E poi qualche giorno fa ti eri disteso sulla prospetiva Gomez, ora di nuovo t'irrigidisci nel rifiuto: sei troppo condizionato dalle prese di culo del momento, Lud... ahahahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  42. Non capisco questa tua contrapposizione tra Gomez [che esteticamente aborro, ma di cui non si possono discutere numeri e utilità] e Ljajic, che c'azzeccano l'uno con l'altro, direbbe Di Pietro? Semmai metti Ljajic in contrapposizione con Ilicic...Comunque non vorrei proprio trattare Gomez per poi ritrovarmi con...Gabbiadini.

    RispondiElimina
  43. E che cazzo, ultimmente mi anticipate tutti, ahah

    RispondiElimina
  44. +a, sempre into culo al delfino.

    RispondiElimina
  45. Ho detto tante volte che una certa alternativa secondo me c'è, in quanto si sa che Gomez ha chiesto il posto di titolare per contratto (e non voglio neppure immaginare che non giochi visto quanto costa), quanto a Rossi se sta bene pretenderà anche lui di giocare, è un giocatore ambizioso e di grande valore intrinseco. A destra siamo coperti da Cuadrado e persino da Joaquin. A me sorge il dubbio che Adem diventi una riserva di lusso. Ripeto che l'alternativa Gomez sul piano tecnico è perfettamente plausibile e forse destinata a dare migliori risultati nell'immediato. Quindi se dovesse arrivare non gli darò certo addosso, non avrebbe senso.

    RispondiElimina
  46. Ogni tanto viene voglia di aprire uno spiraglio per riportare il dialogo su un piano corretto dove vi siano reciproci scambi di opinioni, e rispetto delle stesse, senza la necessità d'indossare un'armatura ma quando ci si prova ci arriva una cassetta di pomodori marci in faccia perché tu, Lud, su quel piano non vuoi starci; vuoi provocare e intavolare discussioni prendendo per il bavero l'interlocutore di turno. Io con uno che considera Ilicic un esterno, Gomez un dinosauro, Cuadrado un'attaccante, Rossi un'ala, Joaquin pagato caro e ingaggio alto, Gabbiadini una prima punta etc.etc. o gli rispondo dicendogli che Gonzalo e fuori ruolo perché è un portiere, che Aquilai viene sacrificato da interno di centrocampo quando è un terzino coi fiocchi, che a Ljajic gli farei un contratto da 7 milioni netti l'anno e così via, ma se lo facessi prenderei per il culo la persona a cui mi rivolgo, o scenderei sul suo stesso piano dando dimostrazione di non capire un cazzo di calcio, quindi, non ritenendomi né maleducato né incapace d'intendere, un minimo di pallone, lascio a te la palma di chi non ci capisce un cazzo.

    RispondiElimina
  47. Ma che ti fanno i problemi di abbondanza, Lud, per una squadra che gioca le Coppe e che ha in Rossi un reduce da lunghissimo stop per infortunio? Per contratto la titolarità non si assicura a nessuno, gioca il migliore con Montella. Intanto beccatevi «Marca» di due ore fa:



    «S. GAUDIOSO. ZARAGOZA 15/06/13 - 13:43. Roberto ya cuenta con varios equipos interesados para cambiar de aires. El portero madrileño no continuará en el Real Zaragoza y sus agentes ya llevan semanas buscándole un nuevo destino en Primera división. En las últimas horas, la Fiorentina se ha fijado en él y está dispuesto a pujar muy fuerte por hacerse con sus servicios. El conjunto italiano, donde juegan otros españoles como Borja Valero o el recién fichado Joaquín, disputará la próxima temporada la Europa League y se está reforzando de la mejor manera para afrontar las tres competiciones con garantías».

    RispondiElimina
  48. Per rimanere nell'immediato non posso che rimandarti al parere del procuratore di Gabbiadini e quindi del giocatore stesso, immagino (sennò avrebbe licenziato il procuratore) che ho pubblicato sotto. Veditela tu Leo, esattamente come ho consigliato a te e a Jordan di discutere di 4-3-3 con Pradè. Gli mandi una bella letterina in cui gli dici: caro signor Pagliari, credo si chiami così, lei insiste a sostenere che il suo assistito è una prima punta naturale. Mi creda, si tratta di una castroneria. Ci pensi prima di azzardare simili dichiarazioni da incompetente. Suo Leo, Lastra.

    RispondiElimina
  49. Ma Gomez vuole essere titolare, a quel che ho letto.

    RispondiElimina
  50. Anzi. Scrivigli direttamente che non capisce un cazzo.

    RispondiElimina
  51. Se il procuratore di Gabbiadini afferma che il suo assitito è una prima punta, buon prospetto oltretutto, e due allenatori su due lo mettono al largo dal centro dell'area 1) Colantuono e Pioli sono delle pippe 2) Il procuratore fa uso di sostanze stupefacenti 3) Gabbiadini è ancora in cerca di un'identità precisa e vuol essere il procuratore a fargli coraggio. Quando lo vedrò giocare prima punta valuterò le sue prestazioni, adesso, di credergli a scatola chiusa senza che abbia mai ricoperto quel ruolo è ingiudicabile. Ti ho portata diversi esempi qui sopra, tu ti affidi ad esternazioni di altri non avvenute sul campo, rispondi anche sugli altri punti e vediamo chi ti giunge in soccorso. Il capitolo Gabbiadini è chiuso, anzi, non è mai stato aperto perché prima punta non ci ha MAI giocato fino ad oggi.

    RispondiElimina
  52. Ma certo, siccome è un crac, ma se c'è un supercarc gioca il supercrac. Insomma, vengano i giocatori forti, al resto pensa Montella. Quest'anno nessuno ha fatto il mugugno, quando la squadra ve bene e l'allenatore appare equo nelle scelte tutti accettano le sue decisioni.

    RispondiElimina
  53. Lo sapevo ci capisci solo te, gli altri sono tutti dei cazzoni. Viva il genio incompreso. Il procuratore ha anche spiegato molto chiaramente che Gabbiadini ha giocato fuori dal suo ruolo naturale per poter comunque dare il suo contributo alla squadra. Ho ripetuto mille volte che anche Antognoni fece lo stesso con Liedholm, giocando all'ala destra per lasciare il posto a De sisti. Ma niente!

    RispondiElimina
  54. Per moduli elastici Lud spero che tu non intenda utilizzare tanti giocatori fuori ruolo, dei meglio pezzi che ti ho portato qui sotto, nostri e non, non ne hai collocato uno nel punto preciso in cui gioca in campo. Non entro nel merito dei compiti svolti e richiesti dagli allenatori, rischieremmo di vederti perso fra web e quotidiani nella speranza di raccogliere info sufficienti per partorire dei dati attendibili e non so se potremmo sopperire a tale perdita.

    RispondiElimina
  55. Lud, Antognoni non giocava ala destra prima di giocare in prima squadra nella Fiorentina conn Merlo e De Sisti, si sapeva che bestia era. Circa Pradè e il 4-3-3: ma quando Pradè va in cerca di Gomez diventa invece cazzone?

    RispondiElimina
  56. Conclusione tua, condivisa dal tuo procuratore probabilmente. Gabbiadini ha giocato fuori ruolo (ma lo dice sempre il suo procuratore ?! ah ah ah ah ah) perché nel suo ruolo naturale era chiuso da due over 30. 'Sti cazzi che prima punta!!!! Magari lo diventerà, per ora studia per diventare forte forte eh eh eh eh

    RispondiElimina
  57. Per copia conoscenza dovrebbe esserti già arrivata. Scusa se manca il mittente.

    RispondiElimina
  58. Da Firenzeviola:



    «"Un colpo interessante per la Juventus? Osvaldo. E' un attaccante importante, di grande talento, sono sicuro che possa fare bene nella Juventus. Tecnicamente è allo stesso livello di Higuain, il problema è che la Roma vuole cederlo all'estero. Se può arrivare con uno scambio di mercato? Assolutamente sì, alla Roma non dispiacerebbe avere Matri che sarebbe perfetto per il modulo di Rudi Garcia". Questo uno stralcio delle parole rilasciate a ilsussidiario.net dall'agente Fifa Mattteo Papi, riguardo l'interesse della Juventus per Osvaldo».


    Dispperando di Juju adesso scatenano i lacchè sulle tracce di Osvaldo (scambio con Matri: ahahahahahahahahahahahahah!). Tanto a Roma hanno l'anello al naso.

    RispondiElimina
  59. A 19 anni ti adatti o sbaglio.

    RispondiElimina
  60. Comunque, 'sto procuratore del Gabbia dev'essere qualcosa a metà fra Bernardini, Feola, Liedholm, Kovacs e Michels. Mi dite come si chiama, che me l'imparo?

    RispondiElimina
  61. Certo, e magari qualcuno, che non siano Pioli e Colantuono, alla fine lo metterà prima punta, da quel momento avremo modo di capire se è il suo ruolo naturale. Ci vuole tanto ?! No!!! Tu, per bocca del suo procuratore, spacci per assodato che lo sia quando ancora non l'ha mai fatto. Ma ti comprendi ?!

    RispondiElimina
  62. Nipote di Brera secondo me.

    RispondiElimina
  63. Gabbia è del '91.

    RispondiElimina
  64. Credo che 'sto procuratore, comunque, paghi lauta provvigione a quel magnaccia di Pollock, per aver fatto raggiungere, sul sitollock, il numero fantastico di 8.597.234 post sul suo assistito, fiero di un bottino di 7 gol in serie A in due stagioni, battendo così Maradona, rimasto ben distaccato a 7.562.311 post in tutto il web, e Pelè, lontano con 5.864.453 post ancora su tutto il web.

    RispondiElimina
  65. Lavoro amore salute, su questo lavora il procuratore di Gabbianini nella pagina dell'oroscopo sul «Corriere».

    RispondiElimina
  66. E' il fare a cazzotti con la logica e l'evidenza che proprio non capisco. Se spunta Ramadani e dice che Ljajic è più forte come mediano di spinta che t'inventi Lud, che fino ad oggi, per emergere, il nutellino ha giocato fuori ruolo e il suo procuratore ne sa più di Montella ?! Perché il punto è questo, Pagliari allena ?! E' più bravo di Colantuono e Pioli ?! Forse devono essere loro a scrivere letterine, non io. Proprio non lo capisci......

    RispondiElimina
  67. Ma il procuratore nell'interesse del giocatore ha detto una cosa normalissima, che del resto anche Colantuono condivideva (v. le dichiarazioni che ho postato l'altro giorno). Inutile ripetere ancora una volta che a vent'anni ci si adatta, pur di giocare, anche a ruoli che non si sentono propri. Purtroppo Leo non vuole accettare l'evidenza e ci ricamerà sopra a vita producendo un milione di post.

    RispondiElimina
  68. L'evidenza l'abbraccerò quando giocando da prima punta riuscirà a fare quei movimenti e quelle azioni tipiche delle prime punte, supportati anche da dati numerici che confortino la bontà di una simile affermazione. L'evidenza è che, per ora, in quel ruolo non ci ha mai giocato, non devo ricamarci neanche un post nell'affermare quello che non è mai successo se non per bocca del suo procuratore o di un allenatore, forse per svezzarlo, non ce l'ha mai schierato in quel ruolo. Guarda che l'unico che ha provato a lottare contro i mulini a vento ne è uscito con le ossa rotte. Procurati un Sancho a supporto, la Panza ce la metto io Lud eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  69. Ma a me di cos'è Gabbiadini non me ne potrebbe interessar di meno. E' uno che la Fiorentina non può trattare e tanto mi basta. Tutta la polemica con l'individuo nasce dal fatto che lui ha fatto un'affermazione incauta proponendo Gabbaidini come "torre" in un'ipotetico attacco viola dove giocassero per diritto divino le sue fissazioni, quando questi non riuscissero a scardinare qualche difesa particolarmente arcigna o rigida e dicendo di preferire questa soluzione a quella di un Gomez. Cioè preferisce un ragazzino che non ha mai svolto il ruolo prima (tutti gli allenatori conosciuti gli han preferito Immobile, Destro, Denis e Gilardino, vedendone più proficuo l'utilizzo, nemmeno troppo frequente, come punta di appoggio.) ad uno che è tra i migliori a mondo nel mestiere, solo perchè così salva il posto a Ljajic. Ripeto, meno male che non conta un cazzo se no sarebbero problemi.

    RispondiElimina
  70. Le cifre qua sotto si riferiscono in massima parte a tuoi post, Lud. In quanto all'evidenza, è che finora Gabbiadini non è mai stato prima punta. Neanch'io chef al Gambero Rosso, ma non dispero.

    RispondiElimina
  71. Non mi spingo sul "contare" mi limito ad un "non capirci", ma il cazzo rimane eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  72. Si ma è anche vero che vengo costretto a rispondere a quesiti assurdi e domande trabocchetto, volte a dimostrare una mia presunta totale incomprensione del calcio. Per adesso la lista degli incompetenti che la pensano come me si allunga e comprende Guardiola, Pradè e Gabbiadini col suo procuratore. Vediamo chi si aggiunge nei prossimi giorni. Ad ogni modo mi pare più corretta la posizione di Jordan che rifiuta la mia visione, questo è legittimo. Attenzione però non si tratta di una visione delirante, Jordan, è solo diversa dalla tua, ma chi pensa in modo diverso da noi non necessariamente delira, stiamoci attenti. Attenzione perchè è uscita l'intervista di Ljajic tradotta. Non c'è niente di sconvolgente, tutto però si gioca sulla traduzione esatta di una sua dichiarazione che nel titolo suona: a Firenze ho un altro anno di contratto poi si vedrà, mentre nel corpo dell'articolo è riprodotta così: a Firenze ho un altro anno di contratto, vediamo come va. Vediamo come va potrebbe far pensare ad un rinnovo. Poi si vedrà suona invece più preoccupante.

    RispondiElimina
  73. Chi ?! Lud ah ah ah ah ah ah

    RispondiElimina
  74. Comunque la Juve vuole sempre inserire contropartite tecniche, non riesce proprio a rompere il porcellino con i dinderi dentro! Tra l'altro sono miopi perché la grande punta l'hanno in casa: Manolo Gabbiadini. Più che miopi, guerci. Tra l'altro Marotta fa l'occhiolino ai giocatori ma quelli non colgono la sfumatura....ah ah ah ah ah ah ah! LUD, sii sereno: Liajic non potrebbe fare panchina, salvo turnover; anche se fosse per lui cambierebbe poco, visto che è un'ala...giocando sulla riga di gesso dovrebbe solo spostarsi di un metro, di lato....eh eh eh eh eh eh eh. Per capire perché spesso Adem staziona lateralmente, per poi accentrarsi, consiglio un ripasso delle vecchie Rvm di Massaro e la sua evoluzione.(Garantito 100% Sopravvissuto)

    RispondiElimina
  75. Guardiola è stato accusato da chi, di essere incompetente? Scusa, Lud, ma ho perso puntate, evidentemente. Circa Pradè, certo Lud che da parte tua dargli del cazzone perché punta Gomez è davvero imperdonabile. Sopra ti pone poi un quesito sottinteso: perché la Juve che cerca una punta centrale vuole sbolognare il Gabbia che vale più di Gomez?

    RispondiElimina
  76. E poi è Guardiola che la pensa come il procuratore di Gabbiadini o il procuratore di Gabbiadini che la pensa come Guardiola?

    RispondiElimina
  77. «A Firenze sto bene, ho un ancora un anno di contratto, poi vedremo cosa accadrà»: per me vuol dire che vuole andare a scadenza.

    RispondiElimina
  78. Si ti sei perso la puntata di ieri, ma non ripeto. Fatti dare gli appunti. La Juve potrebbe sbolognare Gabbiadini e prendere Jovetic. Ovviamente dovrebbe mettere sul piatto 20 milioni e acquistare la metà del cartellino dall'Atalanta. Non voglio essere troppo ottimista su Gabbiadini ma siamo in tanti a pensare che la Juve con Jovetic non faccia un grosso affare, diciamolo. Sono loro che lo vogliono a tutti i costi. E comunque ci vorranno due anni per capire, nel corso dei quali si capirà se Jovetic ha dato un valore aggiunto alla squadra in cui giocherà e se Gabbiadini ha sfondato. Tutto ciò potrebbe avere come teatro i più diversi stadi europei. Jovetic potrebbe essere che so al Chelsea o al City invece che alla Juve, Gabbiadini magari giocherà nella Sampdoria. Ripeto, per capire chi avrà avuto ragione ci vorrà del tempo. Quel tempo servirà anche a misurare le potenzialità di Ljajic, a Firenze o altrove. Mi sbilancio anche su Gomez. Di quelli citati è il più pronto quello che da' maggiore affidabilità nell'immediato. E' al culmine della sua carriera e probabilmente si inserirà bene nel calcio italiano. Ripeto non sono in assoluto contrario a prenderlo.

    RispondiElimina
  79. Beh, Lud, se non ripeti è perché manca l'originale, che dunque è fantasma: insomma, uno dei tuoi sogni sotto canna. In quanto agli appunti, vinci una buona volta una cattedra e comincerò a prenderli. Per capire Gabbiadini ci vuol tempo: e perché dovremmo prenderlo? Noi vogliamo vincere adesso. Troppo meglio Gomez, campione riconosciuto, anche da te nell'ultimo post dopo averlo trattato da giurassico in mattinata.

    RispondiElimina
  80. Ma io intendo sempre e comunque jurassico in senso finanziario contrattuale, sul piano fisico non è un morto che cammina e mi pare anche che abbia voglia di calcio. Sono i 50 milioni che costa a rendermi perplesso. Per la cattedra lo considero un auspicio ma temo che sia più facile l'arrivo a Firenze di Cristiano Ronaldo.

    RispondiElimina
  81. Così Albertosi:


    «Io
    credo che Viviano sia un bravo portiere, a quella cifra lì [7,5 milioni, N.B.] io lo riscatterei, o meglio, credo che la Fiorentina debba riscattarlo».

    RispondiElimina
  82. Scusa Lud, ma hai il vizio delle domande inevase, così te la ripropongo [le altre ormai da giorni sono cadute in prescrizione]: ma se Gabbiadini è un centravanti naturale, costretto ad adattarsi a seconda punta per far posto a due vecchi marpioni come Denis e Gilardino, perché mai nell'Under 21 non ha mai giocato centravanti, e gli son sempre stati preferiti nel ruolo Destro e Immobile?

    RispondiElimina
  83. E sì che Destro può girare al largo e come! L'ha fatto tante volte. Meno frequentemente Immobile, ma quando hai una prima punta naturale come Gabbiadini (ahahahahahahahahah!), cazzo, ti sacrifichi!

    RispondiElimina
  84. I 50 milioni di cui parli li voglio vedere, Blimp... Butti nel mucchio la spesa futura contrattuale ma non l'ammortamento futuro dell'investimento attuale sul cartellino. Sul piano contabile, un ircocervo, un monstrum da manette della GdF.

    RispondiElimina
  85. Ci terrei a sfatare anche un altro dogma ludwighiano: se arriva Gomez, non è che automaticamente Ljajic fa panca. La Colombia e altre realtà dimostrano che si può giocare, e bene, con due centrocampisti offensivi/trequartisti/ali/terzini volanti [metto parole a caso, poi ci penserà chi di dovere a categorizzare], più una punta di movimento, più centravantone [Cuadrado, James Rodriguez, Falcao, Jackson Martinez], senza contare che tra campionato e coppe il convalescente Rossi dovrà essere centellinato, e Ljajic potrà giocare anche al suo posto, in modulo più cauto.

    RispondiElimina
  86. Quando Albertosi sarà proprietario di un club, allora riscatterà un portiere come Viviano a quelle cifre. Per Adem andare in scadenza significherebbe giocarsi ancor di più anche la nazionale del suo paese; qui in tribuna, con loro non convocato...cosa fa poi? Chiede asilo politico a Lud? Gioca da solo? Liajic, se vero, ha chiesto intorno a 1,7 e non credo che con quella cifra la Fiorentina rifiuti di siglare accordo. Sarebbero due colmi di origine slava: 1)Ramadani&Jovetic& chiedono possibilità di cessione a 30 milioni, la viola è d'accordo ma poi quella cifra sembra troppo alta, e l'asso poco appetibile. 2) Ramadani&Liajic chiedono circa 1,7, la viola acconsente e loro tentennano o rifiutano? Surreale il copione, sembra Woody Allen applicato al calcio, fortunatamente Ramadani rinsavirà.

    RispondiElimina
  87. A proposito di giudizi di esperti del settore e pensare con la propria testa: Sarti e Galli per buona parte della stagione hanno difeso Viviano, considerandolo chi più chi meno un ottimo portiere [non so quanto influiscano amicizie e altri rapporti], salvo poi stranamente arrendersi a fine stagione [Viviano nel ritorno aveva fatto un po' meglio che nell'andata], quando lo hanno stroncato appena saputo che la Fiorentina non lo riscatterà. Albertosi sembra rimasto l'ultimo a difenderlo, ma tanto i soldi non deve metterceli lui...

    RispondiElimina
  88. " Mihajlovic? Per me è stato un allenatore importante. Uno che mi ha dato fiducia. All’inizio è stato grazie a lui se ho giocato titolare nella Fiorentina, quindi non posso che ringraziarlo per questo. Per quanto riguarda la Nazionale, Mihajlovic vuole che io canti l’inno, ma non lo canterò mai": comunque sia, Ljajic tiene due palle tante.

    RispondiElimina
  89. Sulla duttilità di Gabbiadini ho insistito già stamattina. Può fare tutti i ruoli di attacco, e Mangia sfrutta questa caratteristica come sicuramente la sfrutterebbe Montella. Vedremo poi come si muoverà la squadra in campo. Intanto va preso atto che sta fuori Destro.

    RispondiElimina
  90. Per quanto riguarda la tua idea di infittire la squadra di giocatori offensivi Deyna io penso che ci voglia il coraggio delle proprie azioni. Meglio mettere in campo una formazione coerente che provare ad accontentare tutti.

    RispondiElimina
  91. ...Gabbiadini sarà senz'altro molto duttile, ma centravanti anche nell'Under non ci gioca mai lui. La mia idea di squadra offensiva non è quella ingenua di chi fa formazioni ideali e le riempie di punte, ma è una proposta sostenibile, a meno che non si considerino Cuadrado e Ljajic due attaccanti veri, come fai tu. Se partono da lontano e aiutano il centrocampo, invece, possono giocare insieme ai due attaccanti Gomez/Negredo/Osvaldo e Rossi, eccome. Certo il centrocampo dovrà essere un po' più robusto, davanti alla difesa a tre, ci vorrà un simil-Ralf, ma tanto Aquilani e Pizarro [se resta, come spero] non potranno giocare certo tutte le 50 partite.

    RispondiElimina
  92. Mi pare che Mangia abbia a disposizione tre giocatori che come vocazione sono tre punte centrali: Destro, Gabbiadini e Immobile. Dei tre probabilmente Gabbiadini è il più duttile. E Mangia preferisce vedere in campo almeno 2/3 tra questi grossi giocatori, anzichè sacrificarne due ad una seconda punta naturale.

    RispondiElimina
  93. Una chiosa importante anche per rispondere al post di Sopra. Molti sostengono che io mi appiattistico su posizioni altrui. A chi dunque mi sarei ispirato per la proposta che sto facendo in questi giorni così come per altre che ho fatto in passato? Se è vero infatti che singoli tasselli di ciò che affermo possono essere corroborati da opinioni altrui il disegno complessivo mi pare essenzialmente mio. E direi che nell'insieme è piuttosto coraggioso e personale. A racimolare applausi si fa presto. Basta scrivere che i giocatori sono fannulloni e traditori e dire che si sogna Gomez giorno e notte. L'originalità della proposta sta semplicemente nell'attribuire più valore ai giocatori cresciuti in casa e ai giovani, che fra l'altro sono meno cari, anzichè a campioni affermati ma costosissimi. I rischi ci sono, ma ormai anche i club più affermati fanno la politica dei giovani.

    RispondiElimina
  94. A proposito dei 50 milioni mi sono rivolto a Lud dandogli di Blimp, qua sotto: la clonazione fa il suo ingresso anche nel sitollock... ahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  95. La Fiorentina è arrivata a un punto in cui deve cercare di fare il salto, per cui non può fare una semplice politica dei giovani - che darebbe frutto tra qualche anno, ben che vada - ma deve cercare di creare un'alchimia tra giovani di talento e campioni affermati. Ciò non toglie che i giovani migliori debbano restare a Firenze, pure io farei di tutto per trattenere Ljajic, certo non prospettandogli una stagione di panca se arriva Gomez o chi per lui.

    RispondiElimina
  96. Ad ogni modo Deyna io rispetto la tua posizione, non ti voglio convincere. Non vorrei però che si utilizzasse la tecnica della demolizione a priori di quel che dico. Ma non è assolutamente il tuo caso, visto che tu argomenti sempre in modo rispettoso. Ripeto: se si fa la scelta dello squadrone con il Panzer tedesco da 40-50 milioni di euro, io sono pronto ad applaudire. Gomez non è Munari, non è Amauri. Calcisticamente mi sembra affamato e con l'esperienza che ha si adatterà facilmente al nostro calcio. Credo anche che se arriverà Gomez tenere Ljajic diventerà più difficile e in un certo senso anche un po' ingiusto. Se lo tieni deve puntare con decisione su di lui. Provare ad inserirlo modificando il quadro tattico della squadra mi sembra troppo azzardato. Non ne vale la pena.

    RispondiElimina
  97. Nemmeno io, Lud, non voglio convincerti, anche perché chi non legge non può essere convinto, ma ribadisco che parlando di 50 milioni per Gomez butti nel mucchio la spesa futura contrattuale ma non l'ammortamento futuro dell'investimento attuale sul cartellino: sul piano contabile, un ircocervo, un monstrum da manette della GdF. Per il resto, come ti si è ripetuto, Nutella avrà il suo spazio se vale così tanto come crediamo noi due e visto che Pepito è reduce da un lunghissimo stop per grave infortunio, giocando su tre tavoli come faremo l'anno prossimo.

    RispondiElimina
  98. C'è un «non» di troppo, all'inizio del mio post sottostante. Pierluigi Tami (tecnico dell'under 21 svizzera) dice cose importanti sull'abilità coi piedi si Sommer.

    RispondiElimina
  99. Stefano Vienna15 giugno 2013 19:42

    Lo Zio Fester, caro Lud, s'attacca comunque al tram. Adem ha piu' mercato di Jovetic. E mi sembra piu' intelligente di Montolivo.

    RispondiElimina
  100. Anche in campo è più intelligente di Juju.

    RispondiElimina
  101. Stefano Vienna15 giugno 2013 20:09

    Difesa a tre, centrocampo a 4 con Cuadraro esterno, Ljajic trequartista, Gomez e Rossi davanti. Dove e' il problema? La verita' e' che sarebbe la Fiorentina piu' forte di sempre e a molti questo fa paura. Squadra da triplete, campionato, Uefa, Coppa Italia.

    RispondiElimina
  102. Mi dici come schiereresti il centrocampo Stefano?

    RispondiElimina
  103. Quali giocatori, cioè?

    RispondiElimina
  104. Da quel che intuisco, un 3-4-1-2.

    RispondiElimina
  105. Un portiere (con i controcojoni)- Roncaglia - G. Rodriguez - Mister X - - B. Valero- Pek - Aquilani - Liajic - Rossi - Gomez- Cuadrado. Quasi plausibile. All. Lud, tutor Blimp, direttore tecnico Deyna, responsabile scout Jordan, delegato UEFA Stefano Vienna, responsabile FIFA Lele,in Lega Foho (in lega per forza....fonderia...!!! Eh eh eh...Comunicazione Leo Lastra, rapporti coi tifosi Gonfiantini, alla comunicazione Chiari (ah ah ah ah), Presidente Sopra soprattutto!(Diciamo che sarà difficile togliere la palla ai nostri. N.B. : questa è la Mia squadra, un po' come i gloriosi Lakers, show-time!)

    RispondiElimina
  106. Sopra, Mister X è Compper, notevole difensore.

    RispondiElimina
  107. Insigne è davvero un campione. Aspetto a usare altri aggettivi, è prematuro ma è forte forte forte. La punta centrale del futuro si è ritagliato una buona mezz'ora nonostante l'assenza di Destro, gli è stato preferito Immobile (buono), e Borini, attaccante vero e non per il goal ma per quei due tocchi d'esterno, uno ad anticipare il marcatore diretto, l'altro per aggiustarsi la palla, il goal è un concentrato di freddezza, precisione e istinto, tutte doti che deve avere chi gioca in attacco. Olanda fuori ingiustamente, ha giocato molto meglio ma benché ci piaccia dare i numeri per ingabbiare uno schema il gioco italiota di rimessa continua a pagare. La Spagna in finale dovrebbe schiacciarci ma è sempre un bel vedere l'Italia in fondo alle competizioni.

    RispondiElimina
  108. Bisogna capire cosa ha detto veramente Ljajic.
    Se ha detto "ho un anno di contratto, poi si vedrà, significa che vuole andare a scadenza come il Monto.
    Se invece ha detto "ho un anno di contratto, vedremo quello che succederà" invece significa che sta trattando per il rinnovo.

    RispondiElimina
  109. Gabbiadini stasera aveva un compito particolare. L'Italia non riusciva a uscire dall'assedio olandese. Mangia ha detto a Manolo di andare in pressing alto e rubare dei palloni. In effetti la mossa tattica ha avuto effetto e ci ha garantito ripartenze più convincenti. Nell'azione del goal Gabbiadini sfrutta altezza e peso per togliere un pallone all'avversario sull'out destro nostro e pesca con un taglio molto preciso Verratti che dal lato opposto converge e mette la palla in area per Borini che si gira. A parte questi compiti tattici non si trattava della partita ideale per giudicare Gabbiadini perchè ci siamo difesi con il classico spirito italiano. Mi pare che Gabbiadini abbia tecnica, forza fisica e altezza. E una vaga somiglianza con Ibrah cui talvolta è accostato come modo di giocare. Discorso accademico perchè è tutt'altro che certo che arrivi.

    RispondiElimina
  110. Sinceramente la tua formazione non mi convince, Sopra. Mi sembra un po' sbilanciata, rispetto a quest'anno praticamente c'è Ljajic (o Rossi) al posto di Pasqual, sarebbe sacrificato come esterno di centrocampo.

    RispondiElimina
  111. Non ho capito perché si continua a calcolare, semmai avvenisse, l'acquisto di Gomez comprensivo dell'ingaggio lordo che potrebbe percepire in base alla durata del contratto. Come spiega anche il colonnello si dovrebbe, di conseguenza, calcolarne anche l'ammortamento nello stesso arco temporale che deve tenere conto anche degli obbiettivi che si raggiunge al lordo delle sue prestazioni. Al momento non si sa ancora quanto costerà il cartellino, né quale sarà lo stipendio che percepirà quindi dare dei numeri è piuttosto campato in aria, fermo restando che sarebbero soldi dati ad un top player, uno di quelli capace di determinare pesantemente l'esito di un risultato. Con lo stesso criterio si può dire che Joaquin costerà 10,4mln per i prossimi 3 anni ma sarebbe anche questo un calcolo idiota perché non tiene conto dell'ammortamento che riguarda il suo costo e le sue prestazioni, ergo, il valore complessivo di cartellino e ingaggio. Tutto questo per affermare che un prospetto (che non stiamo valutando per quel ruolo) che dovrebbe essere una punta centrale (dove non ha mai giocato finora) e che appartiene per metà ad una squadra (con la quale non vogliamo avere buoni rapporti) che lo valuta una cifra fuori mercato, ci potrebbe far risparmiare una vagonata di milioni qualora esplodesse in quel ruolo in un arco ragionevole di tempo molto breve. Sperando nel frattempo che quello che cediamo ad un avversaria continui a rompersi e non torni ad un livello di rendimento come si è visto a Firenze in quei periodi in cui era al top. Anche perché l'arrivo di quel dinosauro, nel frattempo, relegherebbe un nostro giocatore in panca impedendoci di applicare un modulo che tanto ci ha dato quest'anno. Mi sono perso qualcosa ?! Ma si giustifica la contorsione di un simile ragionamento dicendo che ci sono fondate basi a monte che ci permetterebbero un risparmio, l'utilizzo di un nostro gioiellino e la prosecuzione del canovaccio tattico che ci ha visti arrivare quarti. Che dire, ai posteri l'ardua sentenza.

    RispondiElimina
  112. Tu le partite non le vedi proprio, era Insigne che ha dato la palla a Borini e Gabbiadini in quell'azione fa tutto tranne che usare altezza e peso. Come al solito, more solito, le vedi in 3d, con gli occhialini, il naso finto e i baffi, così non ti riconosce nessuno quando dai queste descrizioni.

    RispondiElimina
  113. Cesare, Manolo...Attenzione, quando Lud passa dal cognome al nome è amore vero.

    RispondiElimina
  114. ANTO, non ti ho citato perché il team manager non l'ho inserito! A parte gli scherzi, so ed e chiaro che sia, la mia, una formazione sbilanciata...ma tanto, fantasticare per fantasticare.....

    RispondiElimina
  115. Insigne mi concedi la distrazione, ma il lancio era di Gabbiadini.

    RispondiElimina
  116. Lancio ?!?!?!? ah ah ah ah ah ah che buontempone Lud, lancio ah ah ah ah ah ah te ne concedo un'altra di distrazione, erano appannati eh eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  117. Belin, ma questo è diventato un blog di discussione su Gabbiadini?

    RispondiElimina
  118. Vedessi che lanci Anto, che lanci........eh eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  119. Leggi la cronaca della Gazzetta Leo, si parla appunto di azione collettiva Gabbiadini Insigne Borini nata da un "gran lancio" di Gabbiadini che in tv si sono dimenticati di rilevare.

    RispondiElimina
  120. " Subito dopo, l’azione capolavoro dell’Under che passa in vantaggio: gran lancio d Gabbiadini per Insigne. Il folletto si destreggia a tende l’inserimento di Borini che brucia il nuovo entrato van der Hoorn e segna di piatto destro". (la Gazzetta dello sport)
    Leo se continui così ti sputtani e basta.

    RispondiElimina