.

.

martedì 18 giugno 2013

Lavagna elettronica

Vedo che la lavagna tattica tira molto sul blog, del resto non poteva essere che così visto che il pelo da sempre fa trazione innalzando la bandiera della passione, specie quando si va a delineare la squadra dei sogni, erotici e non, quando il pelo è allora soprattutto nell’uovo a proposito di numeri, moduli, posizioni per le quali si ricorda Kamasutra come unico vero top player indiano, insomma tira più una lavagna con la formazione che un carro di buoi fuori forma o in preparazione per la Confederation Cup, oppure ancora con buoi di Tahiti, e allora oggi voglio mostrare cosa ha scovato la Bice scaricando i contenuti interattivi della lavagna elettronica utilizzata durante l’ultimo breefing tra Montella, Pradè e Macia, il vero “punto” prima delle ferie nel quale è stata delineata la strategia di mercato avallata per non dire dellavallata poi anche da Andrea Della Valle. Nella prima immagine si vede molto chiaramente come Montella abbia ribadito l’importanza di una rosa di qualità sottolineando che nello specifico il concetto va al di là del singolo elemento di nome Rosa, ma ha chiesto
di avere a disposizione per il ritiro di Moena un gruppo già ben definito al quale consegnare la pettorina se proprio non se ne può fare a meno, e in questo a differenza di Prandelli, ha voluto precisare che non rimprovererà mai nessuno che si vorrà togliere la maglietta come Balotelli. E’ stato un tema molto importante quello della rosa di qualità dopo che la Fiorentina si è qualificata per la EL, un tema cardine sul quale far ruotare la campagna acquisti in modo da riuscire a sostenere gli impegni e il numero di partite necessarie, individuando di fatto due titolari per ruolo, e nella ricerca di tutto ciò, la seconda immagine scaricata dalla Bice ci mostra come Montella abbia dettatto una lista di preferenze, nello specifico il tecnico ha indicato che cosa s’intende per prima scelta pur non essendo una prima. E dal lavoro di scarico della Bice con la chiavetta USB si è capito soprattutto quanto Montella ritenga indispensabile il gioco sulle fasce, l’acquisto di Joaquin ne è una dimostrazione
lampante, di cosa si aspetti dagli esterni anche in previsione dell’arrivo di Gomez che ne diventerà il terminale offensivo ereditando tutto quel gran tesoro di gioco dalle fasce, molta qualità significa ottimi rifornimenti, significa soprattutto scardinare, far saltare i fortini, in un calcio definito moderno dove spesso le squadre avversarie giocano con tutti gli elementi dietro la linea della palla, dove ci si arrocca, dove il tatticismo esasperato tende a soffocare la manovra di chi invece propone gioco. Ecco, per combattere gli sparagnini della ripartenza, per demolire i passivi, le squadre femmina, per scavalcare i fossati quando il ponte elevatoio è tirato su, per evitare l’olio bollente lanciato dall’alto del contropiede più calssico, Montella ha deciso di puntare su una figura di giocatore estremamente importante, Cuadrado lo scorso campionato è stato un degno rappresentante di questa filosofia di gioco, e nella terza immagine Vincenzo sottolinea con forza a chi deve fare mercato l’importanza del calciatore che salta l’uomo, in poche parole di chi è in grado con una Moss di guadagnare la superiorità numerica.

96 commenti:

  1. In attesa di imparare a mettersi la pettorina, Balotelli ha imparato almeno a togliersi la maglia.

    RispondiElimina
  2. Dallo scoop della Bice in esclusiva anche il nuovo modulo di Montella, il 4-3-3

    RispondiElimina
  3. La Moss ci ricorda anche che dovremmo darci una moss' ma non come quelle della Loren, più che altro sembra non si muova foglia; mentre la Juve sfoglia la margherita, con petali che non danno risposta, la viola acquisisce metà Cuadrado che sui pedali ci da dentro. DEYNA estremizza la domanda fatta a Balotelli ("Ti piace donna con tanto seno?" - "No preferisco quella con due...") ma se il seno e il coseno sono fondamentali per la matematica, onde non andare dietro la lavagna, diventa importante Cuadrado per la quadratura del nostro cerchio; l'uomo dalle sgroppate selvagge quadrando il cerchio renderà vano anche Vargas, che col suo peso renderà cerchiobottista qualsiasi tesi. I viscidi del mercato non avranno uno come Di Sciglio da trattare, si consoleranno con la truppa juventina sul mercato, e li si...tra umido, viscido, non riciclabile ne vedremo delle belle, per ora leggiamo tante balle, quelle che gireranno se non arriverà Gomez, quelle che ha rotto Marotta, quelle che butteranno dentro i viola quest'anno. Tutto questo a patto di darsi loro una mossa, a noi una Moss.

    RispondiElimina
  4. Oggi non vi stana manco la fica.....mah......

    RispondiElimina
  5. stefano vienna18 giugno 2013 10:49

    Bè, ho aperto il blog da starbucks, mi hanno guardato un pò storto, che dire, buona la prima, anzi meglio la seconda... Ma nessuno che si vuole opporre all'arrivo dello strisciato a fine carriera. Poi ottocentomila euro è veramente un atto immorale. Per 50.000 euro vengo io a Firenze a dare una mano.

    RispondiElimina
  6. Sì, diamo 800000 euro a quel bollito [e non mi piaceva manco da giovane], e rischiamo di perdere Ljajic per non dargiene 1500, ovvia...

    RispondiElimina
  7. STEFANO, Ambro (se arriverà) prenderà il posto di Migliaccio/Sissoko. Avrei preferito, sia per età sia per duttilità, Nocerino.

    RispondiElimina
  8. stefano vienna18 giugno 2013 10:58

    Si parla di un interessamento dell'Atletico per Gomez. Ora è chiaro che giocare la Champions ha più appeal, ma Gomez potrebbe anche preferire una stagione meno impegnativa per arrivare al Mondiale più in forma. In Nazionale ha comunque il posto quasi assicurato. Della serie ogni argomento è valido per non svegliarci dal sogno.

    RispondiElimina
  9. Concordo, poi con quella foto, DEYNA, dice cose sacre.

    RispondiElimina
  10. Ma se avevano scritto, su alcuni siti, che l'Atletico aveva preso Negredo?.....

    RispondiElimina
  11. Bastato solleticare l'ego maschile e subito alcuni han risposto....ahhhhh! Freud!

    RispondiElimina
  12. stefano vienna18 giugno 2013 11:07

    Eh, Sopra, qui a Vienna oggi fa trenta gradi, ti lascio immaginare gli ormoni, da voyeur incallito preferisco il live alle foto... Se effettivamente non si trova di meglio allora venga pure Ambrosini, magari nelle partite del girone Uefa in trasferta, immaginarmelo al Franchi in maglia viola mi abbassa il livello ormonale ai livelli del gennaio viennese.

    RispondiElimina
  13. stefano vienna18 giugno 2013 11:20

    Comunque vale per altre squadre che giocano la CL. Diciamoci la verità, capire per quale motivo Gomez scelga Firenze rimane ancora ignoto, giocherebbe titolare questo sì, ma anche altrove a parte le big. E' la sindrome Klose, anche se Klose aveva meno mercato.

    RispondiElimina
  14. Negredo avrebbe l'accordo con l'Atletico, ma ancora c'è un grosso divario sul prezzo [i madrileni lo voglion pagare 13]. Comunque se Gomez và all'Atletico e Negredo vien da noi a me va benissimo lo stesso, eh...

    RispondiElimina
  15. Invidio la passeggiata sul Ring di Vienna...Concordo sull'eventuale impiego di Ambro in trasferte nordiche. (oggi giro per uffici veri, aria condizionata sparata, donne con giacchina leggera(!!), nessuna notizia da Firenze! E questa doveva essere settimana decisiva? Le notizie-boutade mettono pressione ed ansia a noi...........CHIARIFICATORE ci sei? Torna in te, torna con noi, nun ce lassa'....nun c'mporta chi t'ha avut'.....resta cun'noi! Esprimiti, digita, disquisizzati, ripollockati!

    RispondiElimina
  16. stefano vienna18 giugno 2013 11:34

    Sopra, sei venuto a Vienna a mia insaputa, non scherziamo eh?

    RispondiElimina
  17. Per quanto invece riguarda me, Sopra, la mia più grossa preoccupazione della giornata è riuscire a finire tutto prima delle 19 (cosa solitamente impossibile), svestire i panni formali, passare a prendere due amici e correre a Firenze Sud a vedere gli Slayer. Alla fiha ci si ripensa da stasera dopo le 23.

    RispondiElimina
  18. stefano vienna18 giugno 2013 11:43

    Negredo lo conosco poco, ma fanno bene a puntare su Gomez. Stasera gioca l'Under 21, magari mi ricredo su Gabbiadini (ma gioca?). Quando pompano un giovane strisciato ho sempre dei dubbi.

    RispondiElimina
  19. Esiston sempre, gli Slayer?! Ho saputo da poco che suonan sempre pure i Bauhaus, son quelle notizie che mi lasciano così, un po' come quando leggi che è morto Scalfaro: "O non era morto 10 anni fa?"...Figurati, l'altro giorno ho letto qualcosa su Michel Piccoli, ero convinto fosse morto a fine anni '90. Mi sto un po' rincoglionendo. Ma Ambrosini gioca ancora???

    RispondiElimina
  20. stefano vienna18 giugno 2013 11:49

    Michel Piccoli è il papa che abdica nell'ultimo film di Moretti, preveggente è dir poco. Bisognerebbe convincere Moretti a girare un film sul terzo scudetto, anche solo un cortometraggio.

    RispondiElimina
  21. Secondo me Ljajic è in standby non tanto per motivi di ingaggio ma perché non è conciliabile con Gomez e Giuseppe Rossi insieme. Dovrebbe fare il tappabuchi e a quel punto tanto vale fare una plusvalenza di 10 milioni di euro, essendo a bilancio per 1,6 milioni.

    RispondiElimina
  22. Certo che esiston sempre, Deyna, ed esistono pure 3 coetanei di Ambrosini che vanno ancora a vederli nonostante uno abbia ormai i capelli corti (io) e gli altri due manco più quelli!

    RispondiElimina
  23. Io credo che con gli impegni ed il numero di partite che ci aspetta non sia inconciliabile avere un parco attaccanti di livello, a maggior ragione se si deve dare l'assalto ai primi tre posti. Gomez è una prima punta, Ljajic un seconda punta/trequartista, più il secondo che il primo, e Rossi è una seconda punta adattabile anche a fare la prima perché sa occupare bene gli spazi dentro e fuori dell'area, ha tiro, piedi eccellenti, sa muoversi per liberarsi al tiro o liberare il compagno con un assist o attaccando gli spazi, non vedo problemi tecnici di coesistenza con nessuno dei suddetti tenendo pure conto che fra infortuni, squalifiche e turn over servono almeno tre attaccanti di assoluto livello. Il nodo Ljajic passa dal rinnovo, o rinnova o è sul mercato perché dubito lo vogliano perdere a zero euro l'anno prossimo. Se va via ne arriverà un altro, se rinnova, a delle cifre gradite alla società e a lui tanto meglio.

    RispondiElimina
  24. Integrazione sempre per Deyna: se è per questo, la settimana scorsa a Firenze ci son stati pure i Saxon, ahah!

    RispondiElimina
  25. DEYNA, han rifatto un po' la band, gli Slayer, ma sono usato sicuro! VITA, da sua anni ho deciso di vedere tutte le band storiche (o cantanti) che da un giorno all'altro potrebbero non esserci più. Ho iniziato con Supertramp. B. Ferry, Deep Purple ( tra poco a Majano)), Stranglers ( Reggio Emilia l'anno scorso), James Taylor ( superbo), Bob Dylan (delusione), Toto ( tra 4 giorni), Alan Parsons Project ( luglio), Flertwood Mac (ottobre, Parigi), Megadeth, (Apicella no). STEFANO, uno dei più belli Capodanno della mia vita, proprio a Vienna, con quei gruppi che nelle strade intorno alla cattedrale suonano maccheronicamente canzoni di ogni paese europeo; chiaramente kitsch la parte italiana, ma vuoi mettere patate e quella specie di maionese/yogurt??!

    RispondiElimina
  26. LEO, la sicurezza é avere Macia e Pradé; la soluzione migliore sará abbassare un poco il prezzo di Jovetic (permettendo ai questuanti bianconeri di accedere al soglio della sogliola mimetizzata da calciatore della Fiorentina) e rinnovare Liajic. La tagliola che attenderebbe Liajic in un club europeo di prima fascia ë quella che se sbaglia un paio di match va in panca o nell'oblio, vista eventuale concorrenza! Hanno fatto panca Benzema, Tevez, Gameiro, Gomez, Sanchez, Nani, Demba Ba, Torres.......................Mind the gap, Adem!

    RispondiElimina
  27. Giusto Sopra, mi tornano a mente le parole di Montella: "A Ljajic serve la Fiorentina più che lui a lei" Deve ripetersi, in quel caso vedrà realizzate le aspirazioni che ha di trasferirsi in una big con chanches di titolarità. Se andremo in CL il prossimo anno vedremo salire ulteriormente le nostre quotazioni, visibilità e appetibilità per chi dovesse sostituirlo o per i nuovi arrivati, adesso deve convincersi che poco più di mezza annata ad alto livello non rappresenta garanzia di maturazione avvenuta. Io credo che le sue capacità siano quelle viste l'anno passato, quindi elevate, ma ho pure visto che in questo sistema di gioco molti giocatori hanno avuto standard elevati raggiungendo picchi mai espressi prima, penso ad un Cuadrado vicino alla definitiva consacrazione, un Aquilani continuo e al top (suo tallone di Achille), a un Borja che, giunto da retrocesso nel suo campionato, è tornato in vetrina a livello internazionale, ad un Savic che disputa un'intero campionato (roba fatta sola in Serbia) su livelli di eccellenza, ad un Pek rinato e di nuovo appetibile sul mercato, perfino Pasqual ha riscosso consensi e riconoscimenti eh eh eh eh eh Ljajic deve capire che qui può trovare continuità e facilità di ripetersi perché inserito in un meccanismo nel quale è stato protagonista, condizione non automatica qualora se ne andasse.

    RispondiElimina
  28. Sopra anche tu ringambi? Alla Juve mai, il prezzo caso mai si abbassa per qualcun altro.

    RispondiElimina
  29. In una squadra con un parco attaccanti impressionante e molti talenti, Mangia predilige Borini e Immobile. Scelta legittima dettata da grande abbondanza, che relega anche Destro in panchina. Il curriculum di Mangia è anch'esso impressionante ma in negativo. Ed infatti la squadra ha molte individualità ma non ha un gioco. Con l'Olanda è stata schiacciata ed ha sfruttato il contropiede. Stasera credo il copione sarà lo stesso, ma le probabilità di vittoria molto basse.

    RispondiElimina
  30. JO-JORDAN...intendevo uno o due milionocini, giusto per smuovere il domino. Chiaramente cash, poi magari la viola avrà alcuni cassaintegrati sulla coscienza.....eh eh eh eh eh eh eh eh eh eh. Che accerchiamento continuo (non sarebbe un cerchio!): problemi per Tomovic, per Cerci, per Jovetic, per Laijic, per Pek, per Gomez.....meglio avere questi problemi, piuttosto che svendere cotechini come negli ultimi due anni.

    RispondiElimina
  31. Saluto con gioia il ritorno dalla papaia alla patata.

    RispondiElimina
  32. Non c'hai brutti gusti pe esse 'n fascio. I TOTO li ho visti a Lucca l'anno scorso, sempre un bel sentire. Luckather ancora gliel'ammolla e c'era pure Steve Porcaro.

    RispondiElimina
  33. L'aspettativa è tale, la bolla informativa e mediatica è gonfiata a tal punto che se Gomez non arrivasse sarebbe difficile tenere a bada la folla. A rischio è in particolare Brovarone che oggi ha inutilmente chiesto scusa per la sua improntitudine essendo scadute le 48 ore entro cui l'ispano germanico doveva sbarcare a Firenze. Per lui pavento la sorte del Signor Foulon de Doué, funzionario del ministero della Guerra. La folla radunata nei pressi della Bastiglia, secondo Robert Darnton “gli staccò la testa dal collo e la portò in giro in cima a una picca con la bocca riempita di fieno". Altri possibili bersagli Pradè, Macia, Masitto e Bucchioni. Io me sto nascosto a Ginevra dove non sono in salvo (qui fu assassinata da un anarchico Sissi di Baveria). Qualche congiurato potrebbe raggiungermi e pugnalarmi al grido di "Abbasso Gabbiadini".

    RispondiElimina
  34. Il Sopra ti risponderebbe che nemmeno tu li hai male pe esse un non fascio!

    RispondiElimina
  35. LUD, se decide (Mangia, tuo nuovo bersaglio) di schierare Gabbiani le probabilità di vittoria si alzano? Ti ricordo che Denis Mangia ha fatto cose magnifiche con la Primavera del Varese (lo abbiamo constatato personalmente!), ha praticato un massaggio cardiaco alla Valenzana salvandola; é passato sotto le grinfie di Zamparini(!!), insomma....alti e bassi, isn't it? Non vorrei tu accusassi la Federazione di incompetenza e quindi di non aver valutato il mister, quindi di avere messo un incompetente alla guida dell'Under....sai....incompetenza poi si allarga.. Fai la Cassandra per quale motivo? Il parco attaccanti (Immobile, Gabbiadini, Destro, Insigne) non arriva, insieme, a 30 gol in Serie A, più o meno....Scrivi un post ellittico del vero soggetto: l'assente Gabbiadini. Dai LUD, nun ce prova'.....

    RispondiElimina
  36. Credimi il gioco dell'under non mi ha esaltato Sopra. Ma trattandosi di gioco all'italiana classico, magari stasera si festeggia il titolo, anche perchè la rosa è molto ricca ed interessante. Una nazionale under 21 con così tanti talenti in attacco specialmente (ma non solo, pensa a Verratti) era un po' che non si vedeva. La migliore di sempre credo sia stata quella di Vicini con Paolo Rossi e Giordano.

    RispondiElimina
  37. Non ho visto giocare l'Under 21, quindi mi astengo da qualsiasi giudizio. Credo che il problema sia la Spagna, la sua forza e bravura, più che il gioco della nostra Italia. Come all'Europeo: il fattore era la Spagna, intesa come insieme di forza, tattica, bravura, capacità, ritmo, etc. Che poi il gioco non esalti é sempre da constatate rispetto a chi o cosa; sai benissimo,LUD, che storicamente l'Olanda gioca bel calcio (ma non vince mai!), la Germania gioca bene, con ritmo e forza ma spesso li abbiamo beffati, la Soagna é emersa nell'ultimo lustro....lo spettacolo non é mai appartenuto alle squadre nazionali italiane, mai. Concretezza e risultato a tutti i costi si.

    RispondiElimina
  38. Scusa errori di battitura.

    RispondiElimina
  39. dal "mamao" alla "mama" direi. Comunque qui ci sono tutte e due. Il poeta per pro fine alle seghe mentali degli infiniti post gabbadiniani cerca di farci tornare al manuale,.ma non abbiamo più l'età.

    RispondiElimina
  40. Grande Sopra, il Dinosauri Tour, suona anche Gomez? Da parte mia a luglio vo a vedere Nick Cave a Lucca, non c'è più Blixa con lui, ma son sempre gran concerti.

    RispondiElimina
  41. Io sono per il gioco, del non gioco non mi accontento. La nazionale però ha da anni un parco giocatori che non consente voli pindarici. Al tempo di Lippi eravamo davvero modesti ma si vinse col gruppo. Ora ci sono alcune individualità ma credo che il punto debole siano gli esterni, senza esterni nel calcio di oggi non si va da nessuna parte. Nel 4-4-2 siamo debolissimi sulle fasce, forse va un po' meglio col 4-3-3. Ma Prandelli l'ho già detto potesse scovare una nonna italiana di Cuadrado andrebbe a Lourdes coi fagioli nelle scarpe.

    RispondiElimina
  42. Gomez era il cantante dei Tyrannosaurus Rex.

    RispondiElimina
  43. Ahah no, era il povero Marc Bolan!

    RispondiElimina
  44. Il fatto del non gioco è semplice: è accettabile solo se vinci. Quindi i tifosi di tutte le altre squadre non vincenti si annoiano a morte, a veder giocar male [anzi, diciamo giocar brutto]. Se la tua squadra gioca bene, ti diverti comunque, anche con dei piazzamenti.

    RispondiElimina
  45. Comunque credo che sarai d'accordo con me Deyna, sulle fasce siamo molto deboli a differenza che a centrocampo e in attacco. Sembra scricchiolare anche la difesa. Ora c'è De Sciglio, che è un po' meglio.

    RispondiElimina
  46. Se ti riferisci alla stretta attualità sì, ma in vista del Mondiale, se è vera la tua teoria secondo cui Rossi è un attaccante esterno da 4-3-3, non vedo il problema, con lui e El Shaarawy ai lati di Balotelli...Io sono pressoché certo invece che Prandelli nel 2014 giocherà con un attacco a due punte. Quanto alla difesa, non esistono oggi al mondo nazionali veramente forti in quel settore, a partire dalla celebratissima Spagna, per proseguire con le sudamericane, Germania e così via...Sulla carta l'italia avrebbe due buoni terzini giovani, Santon e De Sciglio, ma il primo mi pare avere ormai grossi limiti mentali, il secondo è da vedere quanta esperienza acquisisce in un anno. Il resto è roba inguardabile, a partire da Abate. La Fiorentina sembra essere sul terzino sinistro argentino Rojo, male non è, ma ha una muscolatura fragile, e non capirei il suo acquisto, quando c'è Orban che è molto, molto superiore.

    RispondiElimina
  47. Nel 4-4-2 occorrono difensori che sappiano anche attaccare scendendo sulle fasce ed è questo il nostro limite principale posta la modestia di giocatori come Abate, mentre Chiellini ha i suoi anni e Maggio non sempre ha soddisfatto. Più facile immaginare lo sviluppo di un gioco sulle fasce in un 4-3-3. Penso che Prandelli approderà lì e gli farà molto comodo Giuseppe Rossi, sia nel 4-3-3 come nel 4-4-2 specie se El Sharaawi non recupera brillantezza.

    RispondiElimina
  48. Prandelli è mago nello stravolgere alcuni ruoli, ci sta che metta Rossi esterno, se si parla di fasce, altrimenti la penso esattamente come Deyna, lui più di 2 attaccanti puri non li ha mai messi in vita sua, salvo folgorazioni sulla via di Damasco non li vedremo. Rossi può senz'altro coesistere anche con Balotelli ma che rischi pure El Sharaawy nello stesso schieramento lo vedo impossibile a meno che non ci sia più niente da perdere. Il faraone è portato a partire anche più dietro, a sacrificarsi di più, lui l'esterno alto può senz'altro farlo.

    RispondiElimina
  49. http://www.tuttomercatoweb.com/europa/esclusiva-tmw-ag-orban-niente-italia-futuro-tra-sunderland-e-spagna-457880



    Se lo lasciamo andare al Sunderland mi incacchio...

    RispondiElimina
  50. Non è forse la sede adatta, ma forse , visto che la TV pensa ad altro, può essere un modo per informare. Oggi a Terni 15000 persone almeno sono sfilate in corteo per salvare le acciaierie. Che ,per una città operaia di neanche 120000 abitanti e i paesi della provincia, rappresentano la fonte vitale dell'economia. Nonché il trenta per cento del P.I.L. dell'intera regione. È stato un corteo pacifico, colorato e rumoroso che ha riunito le famiglie, i commercianti, le scuole, oltre ai quasi quattromila che lavorano all'interno dello stabilimento. Stavolta la celere non ha effettuato cariche, ed è già una buona notizia. C'è un paese che viaggia a vele spiegate verso un baratro fatto di povertà, disoccupazione e disperazione. Per colpa di una politica inetta e collusa che non ha saputo e voluto proteggere il territorio da multinazionali senza scrupoli. Non ci ruberanno i 130 anni della nostra storia, non ci ruberanno il nostro futuro.
    Scusate il fuoritema.

    RispondiElimina
  51. L'ingaggio di Ambrosini non è che mi convinca molto. Per carità, è sempre stato un buon mediano, ha carattere, esperienza, fisico e tecnicamente non è poi male, per essere un mediano, per intenderci è meglio di Migliaccio o del Sissoko attuale, però ha già 36 anni e una carriera costellata di piccoli infortuni. Va bene che sarà una riserva, ma non vedo perché dargli 800 milioni più bonus per un anno.
    Mah, fidiamoci di Vincé...


    P.S.: Oggi diamo un 10 a Pollock per le foto.

    RispondiElimina
  52. Nei giorni scorsi ho fatto riferimento alla trattiva che stava per portare Giuseppe Rossi al Barcellona. Trattativa in dirittura di arrivo prima che si infortunasse. Mi pare evidente che Guardiola lo volesse per giocare a fianco di Messi in un 4-3-3, a sinistra o anche a destra. Quindi lo riteneva adatto al ruolo.

    RispondiElimina
  53. Non sono per niente d'accordo, Lud.
    Rossi è un giocatore con caratteristiche diverse da Ljajic.

    RispondiElimina
  54. Non so quanto prendesse Migliaccio di ingaggio e visto che rimanderemo anche Sissoko al mittente non è una bestemmia prendere Ambrosini a quelle cifre. Ha caratura ed esperienza internazionale ad alto livello, è bello tignoso e con piedi accettabili per giocare in mediana, uno così ci farà comodo senz'altro, avrà da giocare non molte partite immagino ma visto che ce ne attendono oltre le 50 nelle tre competizioni, salvo arrivare in fondo a Ci e EL (altrimenti saranno di più), avrà modo anche lui di scaldare poco la panchina. Come sempre, hanno le idee chiare e sta nascendo una squadra nettamente più forte della passata stagione, scusate se è poco.....

    RispondiElimina
  55. Ho visto la Soagna nel primo tempo con l'Uruguay (poi sono andato a cucca') e l'unica cosa sicura era che pareavno avere, ad un certo punto, una difesa a tre per il resto ruzzolavano tutti come trottole, affibbiargli un numerino di schema era da mondo della fantasia.

    RispondiElimina
  56. Rossi è essenzialmente una punta, Ljajic è essenzialmente una mezzala offensiva-trequartista, ma questa è un'altra che non gli vuole entrare nel capo

    RispondiElimina
  57. Vero Anto, entrambi non sono esterni, Ljajic quando si è trovato in quella zona del campo ha sempre fatto 3 passi su una mattonella disinnescandosi da solo perché è una zona di campo in cui è incapace di fare la differenza, appena più accentrato con un riferimento che non gli pesti i piedi diventa altro giocatore, difatti ha fatto benissimo quando non giocava Jovetic. Rossi è ancora più attaccante, più realizzatore di lui, basta vedere i goal in carriera per capire che razza di terminale sia. Entrambi, se utilizzati esterni puri, perdono molto del loro potenziale e non credo che Montella si tiri martellate sugli attributi per farli rendere meno.

    RispondiElimina
  58. 800 milioni è un po' troppo anche per Messi e Cristiano Ronaldo, ma anche agli 800000 ci credo fino ad un certo punto, mi sembran tanti. Comunque mi sembra che abbian virato, non più giovani speranze con ingaggi bassi, ma giocatori fatti (basta che non sia strafatti) con ingaggi significativi. Insomma son disposti a pagare l'esperienza a l'abitudine a certi palcoscenici. Ambrosini l'anno scorso ha giocato 28 partite che non son poi poche, non credo che faccia scomodo, in fondo viene al posto di Migliaccio.

    RispondiElimina
  59. Giuseppe Rossi in un 4-3-3 con Balotelli è tagliato fuori. Sulla fascia nonc i gioca, te lo metti nel capo? Con Rossi e Balotelli si gioca con due punte, il resto è fantasia.

    RispondiElimina
  60. Quindi deduco che Montella abbandonerebbe, in caso di arrivo di Gomez, il 4-3-3, perchè Rossi non è adatto a farlo e al centro giocherebbe il tedesco ovviamente, lui si inadatto a giocare sull'esterno.

    RispondiElimina
  61. Io penso e spero che giocheremo con Gomez centravanti, e Rossi seconda punta a girargli attorno, con Ljajic e Cuadrado a partire da lontano e creare superiorità numerica. Ovviamente come situazione-base per le gare più importanti, ché poi come si è detto ci sarà spazio per tutti, specie per Joaquin, visto che Rossi sarebbe da folli farlo giocare tre partite a settimana. Poi chiamiamolo pure come vogliamo il modulo, tanto sarà calcio totale!

    RispondiElimina
  62. Sulla squadra più forte della scorsa stagione, Leo, ci spero, ma è ancora da vedere. Se Pizarro e Ljajic non restassero - ma sono molto ottimista - anche con l'arrivo di Gomez e Rossi non so se saremmo più forti, considerando anche che perdiamo Jovetic. Per me la conferma dei due è fondamentale, se possiamo schierare insieme i vari Pizarro, Borja, Aquilani, Cuadrado, Ljajic, Gomez e Rossi, la squadra è indubbiamente da scudetto [sempre che venga ben risolto il nodo-portiere, ovvio].

    RispondiElimina
  63. Montella il 4-3-3 lo ha fatto per un breve periodo quindi parlare di abbandono mi pare una forzatura Lud, oltretutto era un 4-3-3 molto elastico che nelle fasi di una stessa partita virava dal 3-5-2 al 4-4-2 a seconda dei momenti; d'altronde il mister è stato chiaro, i numeri sono secondari, solo pochi particolari cambiavano, di volta in volta, in una partita ma il canovaccio rimaneva lo stesso. Gomez se arriva fa il centravanti, sempre, vicino a lui possono giocarci sia Ljajic sia Rossi, dubito fortemente entrambi, di sicuro non sulla fascia, nessuno dei due. Bisognerebbe riscrivere quali sono i compiti ed i ruoli di un'ala, una mezzala, una seconda punta e un trequartista per fartelo capire Lud ma prima di farlo dovresti avere ben chiaro che Montella predilige il calcio totale alla spagnola, unico allenatore al momento ad averlo proposto in Italia con costrutto, e questo tipo di calcio non imbriglia un giocatore in uno schema fisso o in una zone delimitata di campo anche perché non dando punti di riferimento fissi e permettendo la possibilità di svariare a molti giocatori (i compiti rimangono se si sgancia qualcuno da dietro o se un'interno si spinge in avanti e così via) succede quello che è successo quest'anno, la terza Fiorentina di sempre come reti fatte, difensori con score da centrocampisti, praticamente oltre mezza squadra in goal nonostante l'assenza di un centravanti di peso.

    RispondiElimina
  64. Scusate, intendevo 800mila, non 800 milioni, ovviamente,

    RispondiElimina
  65. Insigne assente, nonostante ne avessi decantato le lodi tre giorni fa, una Spagna troppo forte da un punto di vista tecnico (da quello fisico continuo a non capire come mai gli spagnoli corrano sempre il doppio degli avversari, chiunque essi siano, eppure non sono marcantoni, magari Ma Junren è andato a cucinare un brodo anche da loro, oppure un giorno torneranno fuori le sacche di sangue......) ma un Italia che sull' 1-1 si divora (è proprio il caso di dirlo) il goal del vantaggio con Florenzi che fa tutto perfettamente bene tranne che la conclusione con un De Gea strabattuto. Il rigore c'è e non c'è ma di fatto chiude la partita, adesso è d'obbligo l'inserimento della punta del futuro, è una finale, non c'è possibilità di recupero, lui o Saponara devono entrare. Un'Italia che vanta molti giovani interessanti, indubbiamente, ma anche una Spagna che ne ha una pletora, Koke e Alcantara si sapeva, mi ha impressionato Moreno, un'esterno di spinta con una velocità di base pazzesca e con piedi più che buoni. Non sapevo che Thiago Alcantara fosse nato in Italia, e pure figlio d'arte, di quel Mazinho con trascorsi leccesi e viola. Non ditelo a Deyna che se sapesse poteva essere italiano gli viene un collasso ah ah ah ah ah ah

    RispondiElimina
  66. Leo, è colpa nostra, ahahaha, ci fossimo tenuti Mazinho per tutti gli anni '80, magari il figlio sarebbe stato l'astro delle nostre giovanili e adesso sarebbe nostro.

    RispondiElimina
  67. Ma lo state vedendo il 4-3-3 della Spagna o è una illusione ottica? E perchè Sopra se ho scritto che sarebbe stata dura lo avrei fatto per portare iella? Il fatto è che l'Italia aveva già fatto la stessa partita con l'Olanda pescando un jolly. Ma gli spagnoli sono stati spietati e non hanno mancato le occasioni. Devis Mangia si conferma tecnico modesto per quel che ho potuto vedere.

    RispondiElimina
  68. LUD,troppo tranciante su Mangia; se vince paghi fio! Anche Bearzot fu massacrato ma arrivò trionfante a Madrid....

    RispondiElimina
  69. In effetti è nato proprio nel '91, il periodo in cui era da noi, è nato in Puglia ma il padre giocava a Firenze eh eh eh eh eh Rodrigo è il cugino, sono in famiglia nell'under.

    RispondiElimina
  70. Ho visto Mangia giocare sempre in modo difensivo. Con Israele ci è andato a nozze, avversario modesto. Con l'Olanda doveva perdere ma ha avuto fortuna. Stasera non è mai stato in gioco se non con un paio di lanci a scavalcare il centrocampo spagnolo. Questo è quello che ho visto in futuro magari migliora.

    RispondiElimina
  71. A essere cattivo, ti direi che con Mangia almeno due gol li abbiamo fatti, contro la Spagna, a parità di gol subìti.

    RispondiElimina
  72. Lud non è che Mangia sia un coglione ma quando ti trovi davanti una squadra superiore la perdi, il modulo c'incastra il giusto. La Spagna è superiore all'Italia, in parecchi componenti, l'Italia è una buona squadra, difatti era una finale ma contro gli spagnoli non c'era trippa per gatti, anche l'Olanda ci era superiore, o alla pari come minimo, ma in finale ci siamo andati noi. Non è che per ogni sconfitta si debba confrontare moduli o dire chi ha giocato peggio, non quando l'avversario gioca nettamente meglio e ti da una categoria di differenza. Si deve accettare la sconfitta ed essere consapevoli dei differenti valori schierati in campo, a volte fai un'impresa, con fortuna anche, altre viene fuori il copione conosciuto.

    RispondiElimina
  73. Non c'entra niente Prandelli, e non l'ho tirato fuori io. Ma visto che Anto lo chiama in ballo rispondo. L'Italia agli Europei ha praticato un gioco propositivo battendo Inghilterra e Germania. L'Italia di Mangia si è chiusa in difesa subito contro Israele. Gli israeliani hanno esercitato una notevole pressione, ma poi, con grande ingenuità, si sono esposti al contropiede. Già lì si era capito che Mangia non era un leone. Seconda partita, con l'Olanda che schiaccia l'Italia ma manca numerose occasioni anche per mancanza di attaccanti in serata, fino al goal di Borini. Poi la partita di stasera. Mi chiedo se con quel potenziale in attacco Mangia non avrebbe potuto provare ad imporre di più il gioco: Saponara, Gabbiadini, Destro, Borini, Immobile, con in aggiunta Verratti e Insigne. Con questi giocatori non si sta chiusi in difesa.

    RispondiElimina
  74. Scusa LUD, sembravo anacronistico ma in effetti neanche sapevo che l'Under giocasse nel pomeriggio. Ero impegnato con la mappatura di Piri Reis.

    RispondiElimina
  75. Lud, l'Italia chiusa in difesa con Israele proprio non l'ho vista. Con l'Olanda si è sofferto di più, si è giocato attendista ed è venuta fuori l'indole italiana di rischiare il giusto per colpire di rimessa, che ha pagato. Con la Spagna si è pure provato a ribattere ma c'era troppa differenza, erano troppi forti, anche per una delle migliori under degli ultimi 30 anni. Il potenziale in attacco ha portato gli azzurrini a giocarsi una finale, qualcuno dentro l'ha buttata, e quando arrivi in finale si parla di cosa ha funzionato non se era possibile stracciare gli avversari con 4 goal di scarto. In finale c'erano, ma non potevano giocarsela in attacco, sul palleggio, sugli schemi e, come si è visto, neanche sulla condizione fisica che pure poteva essere l'unica arma da mandare in campo stasera. Erano troppo più forti, amen. Era una finale però.

    RispondiElimina
  76. Intanto con Israele c'erano in campo Gabbiadini e Saponara. Ma al di la' di quello gli Israeliani giocando in casa hanno fatto una tattica suicida, attaccando in massa ma subendo micidiali contropiede. E fin lì era andata bene, abbiamo vinto i goleada. Ma l'europeo è finito lì sul piano del gioco. Se la spiegazione à che gli avversari erano superiori niente da dire, ma io credo che si potesse fare di più visto che i solisti li abbiamo questa è un'ottima under.

    RispondiElimina
  77. Molto interessante, naturalmente conosco Piri, che non è un giocatore ma se non sbaglio un navigatore (musulmano?). Poi mi spiegherai meglio Sopra.

    RispondiElimina
  78. Appunto, con Israele si è chiuso la pratica in maniera autorevole, mica è colpa di Mangia se si sono suicidati. Con l'Olanda ce la siamo giocata, lasciando il possesso a loro ma se ne sono usciti con un sacco pieno di pive, si è colpito al momento giusto e sai bene che il possesso e le occasioni non determinano un risultato, i goal si. Con la Spagna non c'era match, purtroppo la spiegazione è semplice. Per fare di più o vinci l'europeo o ti fermi in finale. Ci siamo fermati in finale perché più di così non era possibile fare e sono d'accordo con te, questa under ha diversi giocatori che vedremo anche in futuro ma sono sicuro che gli spagnoli li vedremo ancora di più, basti pensare ad Alcantara, giocatore del Barça e di entrambe le nazionali, idem Tello, o a Koke centrocampista dell'Atletico, De Gea portiere dello United, gira e rigira hanno giocatori già fatti a giro per l'europa o in casa a livello internazionale, dei nostri alcuni vengono dalla B e sono pure retrocessi (non significa che non siano buoni) o militano, spesso non da titolari, in qualche squadra di A.

    RispondiElimina
  79. LUD, avevo una relazione sulla metà mancante della famosa mappa conservata al Topki.

    RispondiElimina
  80. Argomento interessantissimo, si parla quindi di antichi viaggi transoceanici precedenti Colombo...

    RispondiElimina
  81. Era Topkapi. Comunque si, LUD, la misteriosa mappa che per vie incredibili era arrivata in Anatolia. Ci sono bei sviluppi, anche per il motivo che una mappa, pre-scoperta dell'America da parte di Colombo, conservata a Windsor, contiene sia l'America sia Artide e Antartide; ci sono dei difficilissimi incroci da operare, col serio rischio di riscrivere la storia!

    RispondiElimina
  82. "Commento dal blog dell'Espresso: Il nostro ct, Devis Mangia, segue la sua strada senza troppo preoccuparsi di Prandelli. In realtà, già con l’Olanda in semifinale, Mangia ha mostrato che il suo modulo è altrettanto tipicamente italiano quanto quello del ct Lopetegui è spagnolo.
    In altre parole, ci adattiamo alla situazione e, se c’è da difendere, non ci vergogniamo.
    Prandelli, un anno fa a Kiev, non l’ha capito e ce ne hanno fatti quattro".
    Mangia l'ha capito ma ne ha ugualmente incassati quattro.
    Credo che aspettare gli spagnoli sia in realtà il modo più sicuro per perdere.

    RispondiElimina
  83. Ahahahahah, l'Europeo Under 21 conta poco, ma è sempre un piacere veder perdere l'itaglia, che imparino da piccoli! Ancora una volta Olè! Olè! Olè! Quattro volte Olè! Ahhahahahaha! Dalla sfida esce clamorosamente ridimensionato anche Verratti, un bambino isterico di fronte al maestoso Thiago Alcantara.

    RispondiElimina
  84. Lud, Prandelli nella finale 2012 non ha ne' aspettato, né aggredito la Spagna: come di fronte a un fiume in piena che straripa dall'argine, si è lasciato semplicemente travolgere.

    RispondiElimina
  85. Penso che finché non ci togliamo di dosso il costume tipicamente italiota di voler additare sempre un colpevole per giustificare una sconfitta si andrà poco lontano. Urge il capro espiatorio di turno per non voler ammettere che c'era poco da fare o che cambiando un paio di pedine ce la saremmo giocata a viso aperto; vero in alcune circostanze, avere coraggio e portare avanti le proprie idee paga, dipende però da quale materiale hai a disposizione, fin dove ti puoi spingere in teoria e fin dove la pratica non ti permette di fare miracoli. L'under 21 è una buonissima squadra, ma quella spagnola lo è di più, nettamente di più. Prendere una finale di una competizione ufficiale come un totale fallimento (perché quello pare dal necrologio del blog dell'espresso) mi pare eccessivo, a posteriori sono valide tutte le analisi, si è perso ovvio, ma di quegli esperti da tastiera nessuno si prende la briga di scrivere prima quale sarebbe stata la formazione migliore perché a prendersi di fessi non ci stanno, preferiscono darlo a risultato acquisito se questi è negativo. Se Mangia avesse vinto adottando lo stesso modulo che lo ha portato in finale si era a fare l'elogio della scuola italiana, che paga sempre e non passa mai di moda. Così non è, il calcio sembra andare in questa nuova direzione fatta di possesso, gioco e risultato, chi può lo fa, a chi riesce lo applica, poi dipende anche dalle risorse umane che hai, la Spagna le ha di prima categoria, noi di seconda, che non è poco.

    RispondiElimina
  86. Il mio giudizio almeno non è stato a posteriori. Resta aperta la questione di come batterli. Per adesso mi pare che la partita migliore sia stato lo 0-0 del girone mondiale quando l'Italia ha fatto il 3-5-2. Io proverei anche il modulo stile Montella, con De Rossi centrale di difesa, Pirlo Montolivo e Aquilani in mezzo, El Shaarawi Balotelli e Cerci davanti (4-3-3).

    RispondiElimina
  87. Lud, la mia era solo una battuta

    RispondiElimina
  88. Lud guarda che ha schierato Borini, Immobile e Insigne da subito più Florenzi sulla fascia, via siamo seri, non è che abbia badato a non prenderle, più di così che doveva fare. Ha giocato con due punte un trequartista e un esterno con propensione offensiva, ma scherzi o lo fai per partito preso ?! Più offensivo cos'era, mettere Gabbiadini al posto di chi vuoi tu ?! Se questa era una squadra coperta che badava a non prenderle, e ne ha presi 4, che doveva fare mettere un altro attaccante e giocare con il 4-2-4 ?! Penso che se avesse rinunciato a Florenzi sulla fascia mettendo un'altro mediano avremmo avuto più chanches, guarda un po'. Proprio il voler affrontare la Spagna sul suo campo ce ne ha fatti prendere 4, per buona pace di chi parla, a sproposito, di modulo attendista e coperto fatto di attesa.

    RispondiElimina
  89. Non ho capito quale 0-0 ci sia stato con il 3-5-2 né perché dovremmo schierare un tridente, se non in emergenza, quando l'allenatore ha sempre giocato con due punte al massimo. Guarda la Confederations che non conta una cippa, con il Messico ha giocato con una punta......e mezzo.

    RispondiElimina
  90. Non ho capito se Lud si riferisce all'1-1 della partita d'esordio agli Europei 2012 - che alla Spagna importava sega, bastandole un pareggio essendo come tutte le favorite a metà regime - o allo 0-o agli Europei 2008, in cui l'italia di Donadoni fa in effetti il miglior risultato contro la Grande Spagna, da cui perde solo ai rigori. Non è questione di modulo comunque, se la Spagna non declina e gioca da Spagna, questa italia ne prenderà sempre. Probabilmente anche in futuro, se le Under sono indice di qualcosa...

    RispondiElimina
  91. Ogni partita fa storia a se Deyna, finché non calano certi giocatori sono sempre la squadra da battere, però, anche se calano, paiono già pronti i rimpiazzi, le "riserve", se avessi visto la Spagna stasera, capiresti. Non nutro dubbi sulla qualità del gioco, né sul valore dei calciatori spagnoli, davvero elevato, l'unico dubbio ce l'ho sulle prestazioni fisiche, arrivano alla partita che conta correndo come matti, paiono instancabili. Stasera ho visto quel Moreno recuperare due metri di svantaggio a Immobile (non uno lento nonostante il cognome) e dargliene tre in anticipo nello spazio di quindici metri costringendolo al fallo; ecco quando vedo certe cose mi assale più di qualche dubbio. Ripeto, magari Ma Junren è andato a cucinare brodo di tartaruga in Spagna.

    RispondiElimina
  92. Stasera l'ho vista la partita, a me pare il solito dominio tecnico-tattico spagnolo, anche se in proporzione questi Under 21 corrono di più e sono più rapidi dei grandi. E' la disposizione in campo e la sincronizzazione tra giocatori e reparti però la chiave. Anche perché l'italia di Mangia non mi sembrava preparata male di per se', anzi...

    RispondiElimina
  93. Infatti, i nostri non erano fermi, ma la sensazione che corrano con marce più alte non mi riesce togliermela dalla testa, anche sul primo rigore Tello pare correre contro un giovanissimo. C'è troppa differenza di corsa, capisco la tecnica e lo schema ma buttare la palla avanti 5 metri ed arrivarci sistematicamente sempre prima degli altri.....

    RispondiElimina
  94. http://www.violanews.com/calciomercato/obiettivi-viola-rinnovata-la-comproprieta-di-gabbiadini-20130618/



    E le merde vorrebbero dare valutazioni assurde........

    RispondiElimina